Sei sulla pagina 1di 19

La nostra mini GUIDA su

ASSISI...e dintorni
L’ HOTEL DAL MORO GALLERY
La qualità senza tempo

Il Dal Moro Gallery Hotel forte di una lunga storia di solidità familiare e
conoscenza del mondo alberghiero nel tempo ha saputo interpretare le diverse esigenze
dell’Ospite, senza dimenticare gli elementi essenziali, come Ospitalità e Qualità dei servizi
offerti.
Situato ad Assisi, città patrimonio dell’Unesco, a pochi passi dalla Porziuncola di San
Francesco, è un punto di partenza strategico da cui iniziare percorsi di visita nei principali
centri dell’Umbria, come Perugia, Spello, Spoleto, Orvieto, Gubbio, Todi e molti altri.
Il Dal Moro Gallery Hotel, storico hotel della città di Assisi, è un albergo di famiglia da ben
4 generazioni ed è presente dal lontano 1890. Nel corso di questi anni è stato trasformato
dalla Famiglia Marchetti in uno splendido Design hotel 4 stelle.
E’ posizionato a soli 30 metri dalla Basilica di Santa Maria degli Angeli dove è custodita la
famosissima Porziuncola di San Francesco.
Allungando una mano da una delle finestre delle sue camere e suite sembra quasi di toccare
l’imponente Cupola del Vignola.
La struttura dispone di ben 51 camere e un Ristorante segnalato dalle migliore guide
enogastronomiche.

***

STORIA DELLA FAMIGLIA MARCHETTI E DI ASSISI


La Famiglia Marchetti ed Assisi

Nel 1890 la famiglia Marchetti aprì uno dei primi ristoranti ad Assisi: inizia così la lunga
storia del Dal Moro Gallery Hotel, il primo Art Design in Umbria, ormai giunto alla sua
quarta generazione.
Oggi l’hotel è la moderna espressione di una tradizione dell’ospitalità che si è tramandata
nel tempo, rinnovandosi per rispondere sempre meglio alle esigenze di un mondo in
continua evoluzione.
Per la Famiglia Marchetti l’accoglienza è un valore antico, una preziosa tradizione che da
molti anni salvaguarda offrendo ai propri Ospiti l’atmosfera di un soggiorno confortevole
come a Casa propria. Una concezione dell’ospitalità che guarda sempre al meglio.
In Umbria l’accoglienza è un valore antico, una
preziosa tradizione che da molti anni il Dal Moro
Gallery Hotel offre agli ospiti con l’atmosfera di un
soggiorno confortevole, come essere a Casa propria.

INTORNO A NOI
I servizi di trasporto

Autobus: la rete urbana di autobus di Assisi è costituita da tre linee (A, B, e C) che
collegano, ogni 30 minuti, i dintorni della città con il centro.
Gli itinerari sono i seguenti:
Linea A
P.ZZA COMUNE-P.ZZA MATTEOTTI-STADIO OLIVI
Linea B
P.ZZA COMUNE-OSPEDALE-P.ZZA UNITA’ D’ITALIA
Linea C
P.ZZA MATTEOTTI-(S.M.ANGELI) TEATRO - ASSISI Stazione -(S.M.ANGELI) P.ZZA
GARIBALDI

I principali parcheggi sono collegati al centro da un servizio di mini-bus, Linee A


e B. I biglietti si acquistano nei bar, tabacchi o edicole, se acquistati a bordo del mezzo
comportano il pagamento di una penale.

La Stazione Ferroviaria di Assisi: situata a S.Maria degli Angeli, è il punto di snodo


del paese, collegata con rete di taxi e autobus di linea.

L’Aeroporto di Perugia: l’ aeroporto di San Francesco è localizzato a soli 8 km da


Assisi, il modo più facile per raggiungerlo è quello di prendere un taxi o noleggiare un
auto.

***
INTORNO A NOI
Luoghi di Incontro

Teatro Lyrick Assisi


Via Gabriele D’Annunzio
S.M.Angeli Assisi PG Tel. +39 075.8044359 www.lyrick.it

Umbriafiere
il centro fieristico regionale, situato nel comune di Bastia Umbria,Perugia. Grazie alla
sua posizione centrale, lungo l’asse viario tra Perugia e Assisi, è facilmente raggiungibile
dalle principali reti viarie (A1, A14, E45) e ferroviarie e dista 5 km dall’aeroporto di
Sant’Egidio (PG).
Il centro è spesso utilizzato come sede di incontri di lavoro abbinati a escursioni e visite
turistiche nel territorio.

***

Spiritualità

Santa Maria degli Angeli


All’interno della Basilica di S.Maria degli Angeli non si può fare a meno di visitare la
Porziuncola, cappella romanica che fu tanto cara a San Francesco, presso la quale si
trova la Cappella del Transito, eretta nel luogo in cui il Santo morì il 3 Ottobre 1226.
Dalla Basilica si può accedere al famoso Roseto, senza spine e alla Cappella delle Rose,
affrescata da Tiberio d’Assisi. La chiesina della Porziuncola è custodita all’interno della
Basilica costruita tra il 1565 e il 1685.

Museo Pericle Fazzini


Il Museo Pericle Fazzini ha sede nello splendido ed armonico Palazzo del Capitano del
Perdono in Assisi, accoglie cinquanta opere fondamentali dell’artista marchigiano, che
Ungaretti battezzò “scultore del vento” - tali da coprirne l’intero percorso espressivo e,
nell’ambito di una inscindibile necessità didattica, capaci di rendere evidenti i vari mo-
menti di una intera stagione creativa in più di mezzo secolo di ricerca plastica a livello
europeo.
Museo della Porziuncola
Fin dal 1926 in questo luogo sono stati raccolti gli oggetti liturgici, le opere d’arte più im-
portanti che raccontano la storia del francescanesimo e di tutta la Chiesa. Secondo l’attuale
disposizione il Museo vede una prima sezione dedicata alla Porziuncola e una seconda
sula Basilica alessiana. All’interno è possibile visitare anche il famoso Conventino.

Palazzo del Capitano del Perdono


Lo splendido ed armonico Palazzo del Capitano del Perdono in Assisi, oggi sito UNESCO
e quindi considerato “patrimonio dell’umanità”, sorge nello spazio di pertinenza della Ba-
silica di Santa Maria degli Angeli costruita, nella seconda meta del sec. XVI, sulla antichis-
sima chiesetta francescana della Porziuncola.
Nel Trecento, assumendo la grande sagra del Perdono la consistenza e la forma di una vera
fiera, fu necessario provvedere alla vigilanza mediante una magistratura speciale che face-
va capo al Capitano del Perdono

ASSISI è sicuramente il centro umbro più noto a livello mondiale, nel quale si possono
ammirare opere d’arte magnifiche e si possono trovare rilevanti testimonianze storiche e
religiose.

***

La Natura
Il Bosco Di San Francesco: “un pellegrinaggio del Terzo Millennio nella
natura, nella storia e nel sacro”
C’è la bellezza del paesaggio rigoglioso, la sorpresa dei monumenti storico-artistici
disseminati nel percorso naturalistico, ma soprattutto la suggestione di una riflessione
spirituale legata alla memoria di San Francesco, che proprio qui iniziò la sua predicazione.
Sono queste le tre anime dello straordinario Bosco di San Francesco, l’ambiente naturale
intatto, nonostante i suoi ottocento anni di vita, fatto di radure, ulivi, campi coltivati, colline
e pianure animate di case coloniche e piccole pievi, che si estende per oltre sessanta ettari
oltre il muro che delimita la Piazza della Basilica Superiore di San Francesco ad Assisi.
Visitare il Bosco di San Francesco significa non solo godersi una passeggiata naturalistica
ma anche riscoprire l’antico cammino del Santo che proprio da questi luoghi ha cominciato
ad insegnare quel messaggio di perfetta armonia tra “Uomo e Creato”.
I centri di maggiore importanza in Umbria
SPELLO (dall’Hotel da 5 a 15 minuti con l’auto – da 2 a 15 Km.)
Oltre ad Asissi che non ha bisogno di presentazioni, Spello antica roccaforte romanica è un
altro gioiello da scoprire. Cinta tra mura di epoca romana e medievale, racchiude all’in-
terno numerose chiese e palazzi che caratterizzano questa città dalla forte impronta stori-
co-culturale. La Porta Consolare, di età triumvirale-augustea; la Cappella Tega, la Chiesa
di S. Maria Maggiore, giustamente famosa per la Cappella Baglioni; Il Palazzo Comunale
Vecchio. Manifestazione principale: infiorata Giugno

BEVAGNA MONTEFALCO (dall’Hotel 25 minuti con l’auto – 30 Km. circa)


L ‘aspetto predominante di Bevagna oggi è quello di una città medievale annoverata tra i
Borghi più belli d’Italia. Nel centro storico numerosi monumenti e chiese, teatri e palazzi.
Il “Mercato delle Gaite” è sicuramente una manifestazione tradizionale da non perdere, La
città attuale ha mantenuto il suo aspetto medievale, conservando in buono stato il reticolo
urbano romano. Montefalco viene denominata “ringhiera dell’Umbria” per la sua splendi-
da posizione panoramica dominante le pianure del Topino e del Clitunno. Numerosi resti
epigrafici, scultorei (museo comunale, chiostro di San Fortunato, ecc), testimoniano ancor
oggi le sue origini.

SPOLETO (dall’Hotel 40 minuti con l’auto – 45 Km.)


Importante centro umbro, dal III secolo a.C. gravitò nell’orbita romana, fino a divenire co-
lonia. Spoleto attraversa secoli di storia nell’immobilismo dello Stato Pontificio, tra alter-
ne vicende, ma sostanzialmente senza alcuna scossa fino all’occupazione francese: la città
diventa capoluogo del Dipartimento del Trasimeno, superando per importanza la stessa
Perugia. Definita “città splendida e austera”, è uno dei principali centri turistici dell’Umbria
grazie alla sua storia plurimillenaria. Manifestazione principale: Festival dei Due Mondi.

ORVIETO (dall’Hotel 1 ore e 20 minuti con l’auto – 80 Km.)


La città di Orvieto, in simbiosi con la rupe di tufo su cui è costruita, è un esempio ecce-
zionale di integrazione tra natura e opera dell’uomo. Visitare la città di Orvieto è come
attraversare la storia poiché si ritrovano concentrate le tracce di ogni epoca, per quasi tre
millenni. Le prime testimonianze di vita sulla rupe sulla quale Orvieto sorge, risalgono
all’Età del Ferro, ma sono gli Etruschi che vi si insediano stabilmente.
CASCIA- NORCIA (dall’Hotel 1 ora e 30 minuti con l’auto – 85 Km.)
Cascia è posta sul colle di Sant'Agostino, lambito dal fiume Corno, circondata da verdi
montagne nella fascia appenninica a sud dei Monti Sibillini. È conosciuta in tutto il mon-
do per aver dato i natali a Santa Rita. La città si presenta già da lontano, con la classica
struttura di castello di pendio, tipica degli abitati che sorgono nell'area umbro-sabina. Da
vedere oltre ai luoghi della Santa, il Palazzo Carli, esempio più interessante di architettura
civile della città. Norcia si trova nel cuore della Valnerina, e del Parco Nazionale dei Monti
Sibillini; la città che ha dato i natali a San Benedetto (Patrono d'Europa) e Santa Scolastica,
oggi si presenta circondata interamente da mura antiche.

PERUGIA (dall’Hotel 30 minuti circa con l’auto – 20 Km.)


Città d'arte e di cultura ha una ricca storia che risale ad epoche antichissime. Nel VI secolo
fu conquistata dagli Etruschi e nel giro di pochi lustri si avviò a diventare una città forte e
potente; venne ricostruita dall'Imperatore Augusto, da lì il nome di "Augusta Perusia". Pre-
senta numerosi monumenti e palazzi: nel centro storico il Palazzo dei Priori del XIV se-
colo costruito da Giacomo Servadio e Giovannello di Benvenuto. Edificio gotico che oggi
custodisce all'interno la Galleria Nazionale dell'Umbria che contiene la maggiore raccolta
di opere di artisti legati all'Umbria. La Rocca Paolina e l’Arco Etrusco sono da annoverare.
La Perugia di oggi è una città moderna e cosmopolita, conosciuta in tutto il mondo per
le sue manifestazioni culturali – Umbriajazz ed Eurochocolate sono solo alcune - e la sua
Università per Stranieri.

GUBBIO (dall’Hotel 55 minuti con l’auto – da 48 Km.)


Gubbio è certamente una delle più caratteristiche e pittoresche città non solo dell'Umbria,
ma d'Italia, grazie al quasi intatto aspetto medievale: situata nella parte più alta di un
altipiano ai piedi del Monte Ingino, presenta una struttura urbanistica piuttosto semplice,
ovvero cinque strade parallele situate a diversi livelli sul pendio della montagna e collegate
tra loro da vicoli e gradoni. Ricchissima di testimonianze del passato: come le Tavole
Eugubine - scoperte nel 1444, che sono custodite nel Palazzo dei Consoli, costruito nel
XIV secolo che è uno dei più begli edifici civili del Medioevo. Nel Palazzo è ubicata la
Pinacoteca con importanti opere. Suggestivo è lo scenario per il periodo di natale per
l'albero più grande del mondo, o per la rinomata Corsa dei Ceri che si svolge ogni anno il
15 maggio.

TODI (dall’Hotel da 45 minuti con l’auto – da 50 Km.)


Todi è situata su un colle dominante la confluenza del torrente Naia nel fiume Tevere, al
centro di un suggestivo scenario collinare, Todi ha origini antichissime. Il cuore di Todi è
Piazza del Popolo, già centro della città romana, e chiusa nel Medioevo da quattro porte;
splendido spazio rettangolare in cui sono situati i palazzi simbolo della vita spirituale e
civile della municipalità.
TERNI – MARMORE (dall’Hotel 1 ora e 25 minuti con l’auto – 80 Km.)
La Cascata delle Marmore
La Cascata delle Marmore è tra i più singolari e affascinanti spettacoli naturali. E’ una
formidabile opera d’ingegneria romana. Oggi la Cascata delle Marmore (così chiamata
per le incrostazioni di sali di calcio d’aspetto simile al marmo) si sviluppa in tre spet-
tacolari balzi per un totale di 165 metri (la più alta d’Europa). Due attrezzati punti di
osservazione consentono ai visitatori e ai turisti di osservare il suggestivo ed affascinante
spettacolo offerto dalla forza dell’acqua. Un attrezzato e grande parco, in prossimità della
cascata e numerosi centri di ristoro consentono di trascorrere piacevoli ore in un luogo
veramente suggestivo.

CASTELLUCCIO DI NORCIA (dall’Hotel 1 ora e 50 minuti con l’auto – 100 Km.)


A una quota di 1452 metri sul livello del mare si trova Castelluccio di Norcia nel Parco
Nazionale dei Monti Sibillini nella Valnerina. Da questo suggestivo ed incantevole paese
si possono scorgere scenari unici di una pianura di circa 1300 ettari di terreno che nei
mesi invernali offre una vista davvero seducente ed unica per la neve che ricopre questa
enorme distesa, nei primi dieci giorni di giugno invece si cosparge di un tappeto di fiori
talmente spettacolare da essere noto con l’appellativo di Fioritura dei Piani. Lungo il Pian
Grande, dopo circa un chilometro e mezzo s’incontra il tratto finale del Fosso dei Merga-
ni. Sul fondo del fosso si giunge all’imbocco dell’Inghiottitoio, la conca che incanala le ac-
que del rivolo. L’acqua assorbita dal bacino imbrifero dei piani di Castelluccio – circa 50
milioni di metri cubi l’anno – viene raccolta dal fosso dei Mergani che serpeggiando per
circa due chilometri termina nell’Inghiottitoio. Le acque che alimentano il fosso proven-
gono esclusivamente dallo scioglimento delle nevi e dalle piogge.
I PARCHI
Parco del Monte Subasio
Il Parco del Subasio è costituito dal sistema montano che prende il nome dal monte omo-
nimo, forse il più famoso dell’Umbria, che sorge quasi isolato all’estremità meridionale del-
la catena limitando, a nord, la Valle Umbra e dominandone dai suoi 1290 metri di altezza
l’ampio paesaggio vallivo e collinare. Il rilievo e il Parco sono delimitati a nord dai Fiume
Tescio, a nord-est dal Torrente Chiona e a sud-ovest da una linea ideale che raccorda i due
speroni del massiccio su cui sorgono Assisi e Spello. La cima, prevalentemente pianeg-
giante e con vistosi fenomeni carsici, contrasta con i versanti ripidi soprattutto della parte
orientale. Le pendici del Subasio sono oggi coperte da un importante alberatura.

Il Parco del Lago Trasimeno


Tra i colli del perugino si incastona il limpido e sottile bacino del Trasimeno. Un parco
regionale ne tutela i delicati equilibri idrologici e biologici, estentendone la salvaguardia
anche alle tre isole emergenti dall’acqua (Isola Maggiore, Isola Minore, Isola Polvese), a
tutto il sistema rivierasco che lo circonda, compresi i centri storici di Castiglione del Lago,
Magione, Panicale, Passignano, Tuoro e alla corona di dolci colline che lo circonda.
Il Trasimeno ha tutte le caratteristiche di una grande risorsa naturale che va rigorosamente
tutelata e che va promossa per usi compatibili alla sua conservazione.

Parco Nazionale dei Monti Sibillini Complesso montuoso antico e magico, denso
di civiltà e di leggende, il Parco Nazionale dei Monti Sibillini copre su una superficie, divi-
sa tra Umbria e Marche, di 17.790 ettari di Area Protetta e comprende l’Alta Valnerina e i
comuni di Norcia, Preci.
In cima alla Valnerina, nel cuore del Parco si può ammirare un paesaggio di grande spet-
tacolarità: i piani carsici di Castelluccio, grandioso anfiteatro sovrastato dalle cime più
alte della regione, tra cui quelle del Redentore. Grandissimo interesse naturalistico si ha
per l’area della Macchia Cavaliere, dove sopravvivono specie altrove estinte ed una ricca
vegetazione palustre.
Le ricchezze e l’integrità biologica del Parco (sono state censite circa 1800 specie bota-
niche), ne fanno un comprensorio spettacolare e unico nel continente europeo. Gole e
improvvise pianure, rendono caratteristico il corso del fiume Nera che incide una delle
più belle e selvagge valli appenniniche, disseminata di ponti, mulini, torri, castelli e piccoli
borghi fortificati, a testimonianza della millenaria storia della colonizzazione di questa ter-
ra impervia e difficile. Un territorio dove la magia della natura, la storia e la cultura locale
hanno contribuito a definire una realtà unica ed irripetibile.
Parco fluviale del Nera
Il parco fluviale del fiume Nera si estende per una superficie di 2.120 ettari di Area Pro-
tetta, su un territorio costellato da interessanti testimonianze culturali, archeologiche, e
monumentali e comprende i comuni di Arrone, Ferentillo, Montefranco, e Terni. Il Parco
che tutela il corso del Nera ed del suo affluente Velino è regno delle acque limpide e fredde
che lanciandosi nella Cascata delle Marmore, danno vita ad uno straordinario spettacolo
della natura. La variegata vegetazione è composta da macchia mediterranea, pini d’Aleppo,
lecci, roverelle, querce, carpini e aceri, oltre alle faggete in alto e il bosco igrofilo, lungo il
fiume dove vive la trota fario e l’ormai raro gambero di fiume. Tra i mammiferi oltre a quel-
la dell’istrice e al cinghiale, spicca la presenza del gatto selvatico. Il Nera scorre tra ripidi
versanti ed è sempre accompagnato da una notevole vegetazione: salici, pioppi, ed ontani
neri fiancheggiano le sponde, formando in qualche tratto una galleria verde sull’acqua. A
caratterizzare la Valle del Nera oltre alla Cascata delle Marmore, sono i borghi fortificati.

Parco fluviale del Tevere Nel corso dei millenni il fiume Tevere ha mutato il suo corso,
ma continua tuttora a formare l’ossatura idrica della regione, sulle cui sponde sono sorte
città ricche di arte e storia come Todi e Perugia oltre a una rete di centri minori ricchi di
memorie come Alviano, Baschi, Guardea, Montecastello di Vibio e Deruta. Questa è l’area
che costituisce oggi il Parco Fluviale del Tevere, che si estende su una superficie di Area
Protetta di 7.295 ettari e comprende il corso medio-inferiore del fiume, fino al limite Sud
del Lago di Alviano, bacino derivante dallo sfruttamento idroelettrico del corso del fiume,
dove si possono ammirare gli aironi bianchi, i falchi pescatori, le garzette e i falchi di pa-
lude mentre sul Lago di Corbara (anch’esso creato artificialmente), volteggia il nibbione
bruno. E’ questo un territorio dalle suggestioni indescrivibili. Il corso fluviale è stato modi-
ficato dallo sfruttamento idroelettrico, che ha portato alla formazione del lago di Corbara
e del bacino di espansione di Alviano.
Todi ed Orvieto sono le attestazioni urbane che caratterizzano il Parco con il loro patrimo-
nio culturale e Todi, in particolare, è nel Parco con l’intero centro storico.

La Foresta Fossile di Dunarobba -AVIGLIANO UMBRO TERNI


La Foresta Fossile di Dunarobba nasce da un fenomeno naturale che permette a distanza
di milioni di anni di ammirare questo museo all’aperto fatto di tronchi fossilizzati ecce-
zionalmente conservati in posizione originaria nel territorio dell’abitato di Dunarobba
nel comune di Avigliano Umbro. Si tratta di piante colossali, molto simili alle odierne
sequoie, sepolte dall’argilla e spezzate a 5-10 metri di altezza, capaci di raggiungere un
diametro superiore al metro e mezzo, risalenti al Pliocene.
COSA VEDERE AD ASSISI IN…
…1 giorno
1° giorno:
Basilica di S. Maria degli Angeli per ammirare la suggestiva Porziuncola e la Cappella del
Transito e il Roseto.
Basilica di San Francesco con la Tomba del Santo e i magnifici affreschi
Cattedrale di San Rufino, la chiesa dedicata al Patrono della città
Basilica di Santa Chiara, dove è tenuto il Crocifisso che parlò alla Santa
Piazza del Comune e l’imponente Tempio della Minerva

Mezzo consigliato: auto

***

…2 giorni
1° giorno
Basilica di S. Maria degli Angeli per ammirare la suggestiva Porziuncola, la Cappella del
Transito e il Roseto.
Basilica di San Francesco con la Tomba del Santo e i magnifici affreschi
Cattedrale di San Rufino, la chiesa dedicata al Patrono della città
Basilica di Santa Chiara, dove è tenuto il Crocifisso venerato da S.Francesco

Mezzo consigliato: bus

2° giorno
Eremo delle Carceri, situato vicino al Monte Subasio, è il luogo dove S. Francesco di riti-
rava per pregare
San Damiano, qui ancora intatto vi è il convento che fondo S.Chiara
Rivotorto d’ Assisi, all’interno è custodito il Sacro Tugurio

Mezzo consigliato: auto o taxi

***
…3 giorni
1° giorno:
Basilica di S. Maria degli Angeli per ammirare la suggestiva Porziuncola e la Cappella del
Transito e il Roseto.
Cattedrale di San Rufino, la chiesa dedicata al Patrono della città
Basilica di Santa Chiara, dove è tenuto il Crocifisso che parlò alla Santa
Piazza del Comune e l’imponente Tempio della Minerva

Mezzo consigliato: bus

2° giorno
Eremo delle Carceri, situato vicino al Monte Subasio, è il luogo dove S. Francesco di riti-
rava per pregare
San Damiano, qui ancora intatto vi è il convento che fondo S.Chiara
Rivotorto d’ Assisi, all’interno è custodito il Sacro Tugurio

Mezzo consigliato: auto o taxi

3° giorno
Visita Guidata della Basilica di San Francesco ‘Tours in Assisi’:
Guide specializzate propongono, Assisi Classica, Assisi ritrovata e Assisi By Night
Passeggiata al Bosco di San Francesco: il luogo selvaggio dove il Santo si rifugiava spesso è
stato rimesso a nuovo dal Fai, ed ora è possibile percorrerlo nella natura dalle pendici fino
alla porta della Basilica di San Francesco.

Mezzo consigliato: auto


COSA VEDERE IN UMBRIA IN…
…2 giorni
1° giorno:
Assisi (1,5km): Basilica di S. Maria degli Angeli per ammirare la suggestiva Porziuncola
e la Cappella del Transito e il Roseto.
Basilica di San Francesco con la Tomba del Santo e i magnifici affreschi
Cattedrale di San Rufino, la chiesa dedicata al Patrono della città
Basilica di Santa Chiara, dove è tenuto il Crocifisso che parlò alla Santa
Piazza del Comune e l’imponente Tempio della Minerva

Spello (10km): Spello antica roccaforte romanica è un altro gioiello da scoprire.


Da vedere: Piazza della Repubblica e Chiesa di S.Andrea, la Porta Consolare, la Chiesa di
S. Maria Maggiore, giustamente famosa per la Cappella Baglioni.

2° giorno
Perugia (17 km): ricca di storia e cultura, la città di oggi è moderna e cosmopolita, cono-
sciuta in tutto il mondo per le sue manifestazioni culturali – Umbriajazz ed Eurochocolate
sono solo alcune - e la sua Università per Stranieri.
Da Vedere: Piazza IV Novembre, Fontana Maggiore, Galleria Nazionale e
Cattedrale di San Lorenzo.

Lago Trasimeno (45km):


Tuoro sul Trasimeno partenza del Traghetto per Isola Maggiore, Isola Minore ed isola
Polvese.
Castiglione del Lago: piccolo borgo che sorge sul lago vicino al confine con la Toscana
Da Vedere: Palazzo della Corgna, Rocca del Leone e la Piazza principale

Mezzo consigliato: auto o treno, minimetro a Perugia


…3 giorni
1° giorno:
Assisi(1.5km): Basilica di S. Maria degli Angeli per ammirare la suggestiva Porziuncola e
la Cappella del Transito e il Roseto.
Basilica di San Francesco con la Tomba del Santo e i magnifici affreschi
Cattedrale di San Rufino, la chiesa dedicata al Patrono della città
Basilica di Santa Chiara, dove è tenuto il Crocifisso che parlò alla Santa
Piazza del Comune e l’imponente Tempio della Minerva

Spello (10km): Spello antica roccaforte romanica è un altro gioiello da scoprire.


Da vedere: Piazza della Repubblica e Chiesa di S.Andrea, la Porta Consolare, la Chiesa di
S. Maria Maggiore, giustamente famosa per la Cappella Baglioni.
Bevagna e Montefalco: antichi borghi medioevali famosi per il buon bere e il buon
mangiare.

2° giorno
Spoleto (40km): Definita “città splendida e austera”, è uno dei principali centri turistici
dell’Umbria grazie alla sua storia plurimillenaria.
Da vedere: Piazza del Duomo e Duomo dove di tiene il Festival dei 2 Mondi, Teatro
Romano

Orvieto (40km): La città di Orvieto, in simbiosi con la rupe di tufo su cui è costruita, è
un esempio eccezionale di integrazione tra natura e opera dell’uomo.
Da Vedere: Duomo e Pozzo di San Patrizio

Mezzo consigliato: bus\auto\treno

3° giorno
Perugia (17 km): ricca di storia e cultura, la città di oggi è una città moderna e
cosmopolita, conosciuta in tutto il mondo per le sue manifestazioni culturali – Umbriajazz
ed Eurochocolate sono solo alcune - e la sua Università per Stranieri.
Da Vedere: Piazza IV Novembre, Fontana Maggiore, Galleria Nazionale e
Cattedrale di San Lorenzo

Gubbio (40 km): è certamente una delle più caratteristiche e pittoresche città non solo
dell’Umbria, ma d’Italia, grazie al quasi intatto aspetto medievale: situata nella parte più
alta di un altipiano ai piedi del Monte Ingino
Da vedere: Piazza Grande, Palazzo dei Consoli con la Pinacoteca e Museo Civico

Mezzo consigliato: auto


COSA VEDERE IN UMBRIA IN…
…4 giorni
1° giorno:
Assisi(1.5 km): Da vedere
Basilica di S. Maria degli Angeli per ammirare la suggestiva Porziuncola e la Cappella del
Transito e il Roseto.
Basilica di San Francesco con la Tomba del Santo e i magnifici affreschi
Cattedrale di San Rufino, la chiesa dedicata al Patrono della città
Basilica di Santa Chiara, dove è tenuto il Crocifisso che parlò alla Santa
Piazza del Comune e l’imponente Tempio della Minerva

Spello (10km): Spello antica roccaforte romanica è un altro gioiello da scoprire.


Da vedere: Piazza della Repubblica e Chiesa di S.Andrea, la Porta Consolare, la Chiesa di
S. Maria Maggiore, giustamente famosa per la Cappella Baglioni.

2° giorno

Perugia (17 km): ricca di storia e cultura, la città di oggi è una città moderna e cosmo-
polita, conosciuta in tutto il mondo per le sue manifestazioni culturali – Umbriajazz ed
Eurochocolate sono solo alcune - e la sua Università per Stranieri.
Da Vedere: Piazza IV Novembre, Fontana Maggiore, Galleria Nazionale e
Cattedrale di San Lorenzo

Gubbio (40 km): Gubbio è certamente una delle più caratteristiche e pittoresche città non
solo dell’Umbria, ma d’Italia, grazie al quasi intatto aspetto medievale: situata nella parte
più alta di un altipiano ai piedi del Monte Ingino
Da vedere: Piazza Grande, Palazzo dei Consoli con la Pinacoteca e Museo Civico
3° giorno
Spoleto (40km): Definita “città splendida e austera”, è uno dei principali centri turistici
dell’Umbria grazie alla sua storia plurimillenaria,
Da vedere: Piazza del Duomo e Duomo, Teatro Romano

Orvieto (40km): La città di Orvieto, in simbiosi con la rupe di tufo su cui è costruita, è
un esempio eccezionale di integrazione tra natura e opera dell’uomo.
Da Vedere: Duomo e Pozzo di San Patrizio

Mezzo consigliato: auto

4° giorno
Cascata delle Marmore (85km): è tra i più singolari e affascinanti spettacoli naturali.
E’ una formidabile opera d’ingegneria romana. Si sviluppa in tre spettacolari balzi per un
totale di 165 metri
Informarsi prima su Orari di Aperura e rilascio dell’Acqua

Cascia e Norcia (90km): conosciuta in tutto il mondo per aver dato i natali a Santa Rita.
Da vedere: Chiesa di S.Rita da Cascia
Norcia si trova nel cuore della Valnerina, e del Parco Nazionale dei Monti Sibillini; la città
che ha dato i natali a San Benedetto (Patrono d’Europa), oggi si presenta circondata inte-
ramente da mura antiche
Da vedere: Chiesa di San Benedetto

Mezzo consigliato: auto

*Le distanze indicate hanno come punto di partenza il Dal Moro Gallery Hotel
UN ITINERARIO SPECIALE
Il Dal Moro Gallery hotel si propone come luogo d’incontro per gli sportivi, in particolare
per gli amanti della corsa, una disciplina che in questi ultimi anni ha avuto un grande
rinascita e che noi pratichiamo con gioia ed entusiasmo, per questo il ns. hotel può essere
definito ‘Hotel Enjoy Run’.

La corsa è forse uno degli sport più democratici che esistono, bastano buone scarpe, non
avere particolari problemi di salute e soprattutto avere tanta voglia ! Per tutti i runner noi
ci proponiamo come punto di partenza per la scoperta di tanti itinerari legati alla corsa,
per i principianti oppure per i più esperti, vogliamo proporre il connubio di sport e visita
dei luoghi più speciali di Assisi; percorsi da attraversare correndo con lo sguardo alto per
gustare ogni chiesa e ogni scorcio dei vicoli della città. L’hotel allora diviene un punto
di partenza e di ritorno, ma anche un ristoro per il corpo e per lo spirito, proponendo
colazioni ad hoc per gli sportivi oppure pasti adatti a chi ha appena effettuato una gara o
un notevole sforzo fisico.

L’itinerario che vi proponiamo inizia proprio a 30mt. dal ns. Hotel ovvero dalla
Porziuncola di S.Maria degli Angeli dove la scritta ‘Pax et bonum’ dà il via alla all’Antica
Mattonata, un lungo marciapiede che vi conduce ai piedi delle Basilica di San Francesco,
dalla piazza antistante la Basilica si prosegue lungo la via S. Francesco, tra antiche strade
medievali e piccoli negozi con i prodotti tipici, arriverete – salendo per via Portica con un
po’ di pendenza – fino alla Piazza del Comune. Qui lo sguardo si apre sul Tempio della
Minerva, una testimonianza storica della civitas di Assisi, passando per la fontana, vicino
alla quale troverete una piccola fontanella per bere un sorso d’acqua, si può riscendere
fino alla Chiesa di S.Chiara. Oltre alla magnifica chiesa potrete sporgervi passando vicino
al parapetto, dal quale si gode la vista della splendida vallata sottostante; un attimo per
riprende il fiato e proseguire in discesa fino a Porta Nuova, che vi riporta fuori le mura e vi
indica il percorso per riscendere il paese, notando nuovi scorci di Assisi fino all’imbocco
della Mattonata, che vi conduce fino al punto di ritorno e quindi al ns. Hotel. Il percorso
seppur breve, può essere stancante ma vi farà assaporare un pezzo di Assisi, che si può
apprezzare anche di corsa data la sua magnificenza. Vi dedichiamo anche un luogo del ns.
hotel per lo stretching e per riprendere fiato.

La corsa come nuova lettura delle bellezze del nostro territorio, percorsi zen tra le nostre
terre dove sguardi e scorci suggestivi regalano un nuovo respiro alla nostra anima.
Lo staff del Dal Moro Gallery Hotel e’ lieto di consigliarvi alcuni itinerari

da percorrere alla scoperta di alcuni dei luoghi piu’ interessanti in umbria-

sempre a disposizione per consigli e informazioni piu’ dettagliati, vi augura un

felice soggiorno.

Per Info e contatti:

DAL MORO GALLERY HOTEL


www.dalmorogalleryhotel.com
info@dalmorogalleryhotel.com
(+39) 0758043688
Via Becchetti, 2 - 06081 S. Maria degli Angeli - Assisi (Perugia)