Sei sulla pagina 1di 103

Manuale UEFA

per gli allenatori


di futsal
MANUALE UEFA
PER GLI ALLENATORI
DI FUTSAL

2 3
INDICE
UNITÀ PRATICHE

1. Tecnica e tattica..........................................................................................55
PREFAZIONE................................................................................................................. 7 1.1 Introduzione alla tattica.........................................................................56
1.2 La tattica nel futsal....................................................................................58
UNITÀ TEORICHE 1.3 Principi del futsal ......................................................................................68
1.4 Capacità tecniche...................................................................................... 77
1. Conoscenza del calcio................................................................................ 9 1.5 Tattica di squadra....................................................................................... 91
1.1 Breve storia del futsal...............................................................................10 1.6 Sistemi di gioco.........................................................................................115
1.2 Terminologia fondamentale................................................................... 11 1.7 Calci piazzati..............................................................................................128
1.3 Concetti fondamentali............................................................................. 13 1.8 Allenamento specifico del portiere................................................136
1.4 Fasi dello sviluppo dei giocatori......................................................... 16
2. Preparazione atletica.............................................................................145
2. Leadership e gestione della squadra................................................ 19 2.1 Introduzione...............................................................................................146
2.1 Il ruolo dell’allenatore.............................................................................20 2.2 Caratteristiche del futsal......................................................................148
2.2 Le varie fasi dell’allenamento dei giocatori.................................. 22 2.3 Riscaldamento e stretching................................................................152
2.3 Leadership e formazione della squadra......................................... 26 2.4 Resistenza....................................................................................................156
2.4 Pianificazione e programmazione dell’allenamento............... 28 2.5 Velocità.........................................................................................................159
2.6 Flessibilità.................................................................................................... 161
3. Metodologia e metodi di allenamento...........................................39 2.7 Forza...............................................................................................................163
3.1 Principi pedagogici...................................................................................40 2.8 Coordinazione...........................................................................................165
3.2 La seduta di allenamento.......................................................................43 2.9 Recupero......................................................................................................166
3.3 Ideazione degli esercizi...........................................................................47 2.10 Esercizi di allenamento condizionale............................................168
3.4 Stili di allenamento...................................................................................50
3. Le competenze dell’allenatore..........................................................187
3.1 Organizzazione e conduzione dell’allenamento.....................188
3.2 Gestione della partita........................................................................... 190

BIBLIOGRAFIA........................................................................................................197

5
PREFAZIONE

Prefazione
La UEFA ha iniziato ad ampliare le proprie attività Il Manuale UEFA per
di formazione degli allenatori di futsal verso la gli allenatori di futsal
fine del 2012 con il lancio della licenza di Futsal è stato elaborato sotto la direzione e la guida
B. Affinché le federazioni potessero acquisire dell’allenatore quattro volte campione d’Europa José
familiarità con i criteri della licenza è stata svolta Venancio López Hierro, che con il suo duro lavoro
una serie di workshop ed è stata fornita assistenza e il suo impegno ha reso possibile un progetto
personalizzata per facilitare l’avvio dei corsi. Tale altrimenti irrealizzabile. Il presente manuale, una
assistenza prosegue tuttora e la UEFA è aperta a guida esauriente per l’allenamento del futsal,
ogni contributo per il suo ulteriore miglioramento. comprende il contributo di un altro spagnolo, il due
volte vincitore della Coppa del Mondo FIFA di futsal
È con questo obiettivo e con l’intenzione di dare Javier Lozano Cid e di un ex campione d’Europa,
risposta ai commenti e alle richieste formulati dalle l’italiano Roberto Menichelli.
federazioni stesse che l’organo di governo del calcio
europeo ha incaricato il suo gruppo di lavoro sul A nome della UEFA e dell’intera comunità del futsal
futsal della redazione del presente Manuale UEFA europeo, vorrei ringraziare tutti coloro che hanno
per gli allenatori di futsal. Il manuale è stato pensato partecipato alla realizzazione di questa risorsa
sia come risorsa insostituibile per le federazioni che inestimabile che spero troverete al contempo utile e
stanno svolgendo i corsi per la licenza di Futsal B dilettevole.
UEFA sia come guida e fonte di ispirazione tecnica
per gli allenatori di futsal che lavorano a tutti i livelli
del gioco.
Ioan Lupescu
Direttore Tecnico UEFA

7
N OUVEAU
NOUVEAU

Legenda

Joueur équipesquadra
Giocatore, bleue blu
Joueur équipe bleue
Posizione iniziale
Position initiale
Position initiale
Joueur équipe rouge
Giocatore, squadra
Joueur équipe rossa
rouge

Joueur équipe jaune


Giocatore, squadra
Joueur équipe gialla
jaune

Joueur équipe verte


Posizione intermedia
Position intermédiaire
Position intermédiaire
Giocatore, squadra
Joueur équipe verde
verte

Gardien
Gardien
Portiere

Posizione finale
Position finale
Position finale

Joker équipe bleue


JollyJoker
squadra blubleue
équipe

Joker équipe rouge


JollyJoker
squadra rossa
équipe rouge

Joker plusieurs
Jolly,Joker
entrambe équipessquadre
plusieursleéquipes UNITÀ TEORICHE
Allenatore
Coach
Coach

Déplacement joueur
Direzione del giocatore
Déplacement joueur
1. CONOSCENZA DEL CALCIO
Déplacement ballon (shoot au pied) Giocatore
Direzione della palla
Déplacement (tiro)
ballon (shoot au pied) Joueur
Joueur
Déplacement ballon (lancer de la main)
Direzione della palla
Déplacement (rimessa)
ballon (lancer de la main)

8
UNITÀ TEORICHE / CONOSCENZA DEL CALCIO

1.1 IL FUTSAL
1.2 TERMINOLOGIA
FONDAMENTALE
Per comprendere il futsal, gli aspetti più importanti • Obiettivi: gli obiettivi di ogni squadra variano,
1.1.1 Breve storia del futsal 1.1.2 Cos’è il futsal?
da considerare sono: ovviamente, in caso di possesso o meno della
Il futsal nasce nel 1930 in Uruguay grazie alla Il futsal è un gioco di squadra collaborativo/ palla (ossia quando si attacca e quando si
fertile immaginazione di un professore: Juan Carlos antagonistico nel quale i giocatori devono adattarsi a • Terreno di gioco: un rettangolo di 40 x 20 m difende). Attacco: mantenere il possesso palla,
Ceriani. La parola è una contrazione dello spagnolo situazioni dinamiche in costante evoluzione e in cui i standardizzato e senza divisori, in cui la direzione avanzare con la palla, concludere in porta/segnare
Fútbol de Salón, ovvero „calcio da sala“. In effetti tempi e gli spazi di avvio delle azioni e di costruzione di gioco è determinata dalle due porte. un gol. Difesa: recuperare il possesso della palla,
questo sport è frutto dalla volontà di Ceriani di del gioco di squadra sono ridotti. Il grande impegno impedire agli avversari di avanzare/segnare un gol.
utilizzare campi da basket coperti per avvicinare motorio e l’intenso esercizio richiesti dal futsal • Formato: l’area di gioco è plasmata dalle
al calcio anche quei bambini che non avevano a si accompagnano agli aspetti tattici, in termini azioni simultanee di tipo collaborativo • Capacità condizionali e comunicazione
disposizione campi da gioco all’aperto. Per aggirare percettivi e decisionali, fondamentali per l’efficacia (che coinvolgono i compagni di squadra) e motoria: sono le basi fisiche degli elementi del
il problema degli spazi limitati, Ceriani immagina un di ogni elemento del gioco. oppositivo (che coinvolgono gli avversari) alle gioco.
terreno di gioco di dimensioni ridotte. quali partecipano i giocatori. Il gioco prevede
Le discipline sportive possono essere classificate due squadre da 5 calciatori e sono consentite • Tecnica: l’esecuzione dei vari elementi del gioco.
Prendendo in prestito e adattando le regole da altri secondo un’ampia varietà di criteri. Ciò nonostante, sostituzioni a rotazione con altri calciatori
sport al chiuso, come il basket, la pallanuoto e la restringendo il campo di analisi, la definizione che attendono in panchina. Questo permette • Tattica: una serie di aspetti che considera le
pallamano, Ceriani definisce formato e dimensioni fondamentale del futsal è quella di uno sport di agli atleti di recuperare le energie e aumenta soluzioni disponibili e l’analisi delle situazioni di
del terreno di gioco, numero dei giocatori, durata squadra che prevede dinamiche di gruppo l’intensità del gioco. I giocatori possono entrare gioco e finalizzata al raggiungimento di specifici
delle partite e regole di riferimento per i portieri, tra e opposizione (o collaborative/oppositive) in e uscire dal campo tutte le volte che ciò si renda obiettivi.
le altre. Il nuovo sport riscuote un grande successo quanto in ogni azione di gioco vi è una costante necessario, pertanto i cinque giocatori in campo
in Uruguay, dove i tifosi di calcio sono ancora interrelazione tra gioco di squadra e scontro con sono sempre coinvolti e hanno un impatto Se si considera il ruolo di ciascuno dei fattori citati
elettrizzati dai trionfi del proprio paese ai Giochi gli avversari. Questo legame tra gioco di squadra e significativo sul gioco. risulta evidente quanto il futsal sia uno sport
olimpici del 1928 e nella Coppa del mondo del opposizione è sincronico, sia in situazioni in cui la dinamico e intenso, che prevede gioco di squadra
1930, e ben presto si diffonde nel resto dell’America squadra è in possesso di palla sia quando non lo è, • Scopo del gioco: elemento centrale del gioco è e opposizione all’avversario, in spazi e tempi
del Sud. ossia in qualsiasi fase di attacco o difesa. il pallone. È il motore principale attorno al quale ridotti, per l’esecuzione dei vari elementi del gioco.
si svolge l’intera partita. Tutte le azioni di una Per questo motivo la consapevolezza di gioco e
Nei decenni successivi, il futsal si è gradualmente Il futsal è dunque uno sport particolarmente squadra sono contingenti al possesso o meno le capacità decisionali (tattica) risultano molto più
affermato in tutto il mondo. Pur essendo tattico basato su gioco di squadra e opposizione della palla. importanti rispetto ad altri elementi. Ogni partita
estremamente simile al calcio, condivide alcune all’avversario e implica competenze sociali e si svolge su un terreno di gioco di 40 x 20 m e, in
caratteristiche con altri sport di squadra, il che lo motorie. Il fine dell’intero processo fisico-motorio è • Durata: il tempo di gioco nel futsal è quanto giocata su tutto il campo e dato che
rende una disciplina unica. il raggiungimento dell’efficacia durante gli elementi cronometrato e corrisponde al tempo in cui qualsiasi spazio libero può essere occupato, tutta la
del gioco (ad esempio la capacità di risolvere la palla è effettivamente in gioco. Quando superficie ha un’influenza attiva su di essa.
Il futsal richiede una grande partecipazione e un specifici problemi). Il gioco reale è un’attività il gioco si interrompe, in base alle situazioni
elevato impegno motorio da parte dei giocatori e tattica di per sé. Ogni situazione va valutata e previste dal regolamento, il cronometro viene Il futsal è uno sport estremamente tattico e presenta
pertanto è un eccellente strumento per lo sviluppo analizzata adeguatamente ed è necessario prendere fermato. Sebbene in alcune competizioni ciò sia un’importante componente cognitiva. L’esecuzione
delle competenze tecniche nei bambini. È un decisioni per risolvere i problemi che si presentano. opzionale, le partite consistono abitualmente degli elementi del gioco è imperniata, di volta
gioco che consente agli atleti un coinvolgimento Queste decisioni devono essere sostenute da di due periodi di gioco di uguale durata, di 20 in volta, su fattori fisici e tattici. Le competenze
diretto o indiretto costante e converte il tempo adeguate capacità motorie e, al fine di produrre un minuti ciascuno. Nelle partite a eliminazione tecniche più incisive sono il controllo della palla
trascorso giocando in un esercizio fisico utile, se non risultato efficace, devono essere messe in pratica diretta, in caso di pareggio dopo i 40 minuti e il passaggio, che hanno un impatto diretto sugli
addirittura intenso. Per tale motivo, questo sport è correttamente. (tempo regolamentare), vengono giocati due aspetti socializzanti del gioco, e il tiro, dato il gran
considerato uno straordinario strumento formativo tempi aggiuntivi da cinque minuti ciascuno numero di possibilità di conclusione in porta che si
per il calcio a 11. (tempi supplementari). verificano durante una partita.

• Regole: le partite di futsal sono governate e Una delle caratteristiche principali di questo sport
modellate dalle regole del gioco. è la velocità/precisione. Considerati i tempi e

10 11
UNITÀ TEORICHE / CONOSCENZA DEL CALCIO

1.3 CONCETTI
gli spazi di gara ridotti, tutte le fasi previste negli Il principale obiettivo dell’attacco è segnare un gol.
elementi del gioco (consapevolezza, capacità Il miglior modo per riuscirci è avviare una transizione
decisionale ed esecuzione), per essere efficaci, offensiva, che è ciò che rende questo gioco così

FONDAMENTALI
devono venire eseguite alla stessa velocità di gioco e dinamico. Davanti a difese organizzate e ben
con la necessaria precisione. piazzate, le squadre devono costruire il loro attacco
e ciò può avvenire in modo elaborato o più diretto.
Per quanto concerne gli aspetti fisici, il futsal è
uno sport caratterizzato da picchi di sforzo intenso I giocatori possono essere classificati in base alla
di breve e media durata. Si tratta di un gioco le cui posizione che occupano sul campo, ossia portiere,
regole prevedono momenti di riposo per i giocatori, difensore, esterni e pivot. Alcuni giocatori
dove i tempi e gli spazi limitati creano situazioni di possono adattarsi a varie posizioni sul campo
massima intensità, dove il lavoro di resistenza allo (giocatori universali), mentre altri sono specialisti:
sforzo e alla velocità è fondamentale per mantenere i pivot, con specifici attributi e attitudini, sono 1.3.1 Situazioni di gioco dall’espulsione di un giocatore avversario e in
un ritmo elevato e dove un’adeguata preparazione particolarmente adatti a situazioni di 1 vs 1 e sono cui la squadra avversaria si trova, come previsto
atletica è essenziale affinché i giocatori recuperino dotati di particolari doti tecniche o fisiche, ecc. È Transizioni offensive dalle Regole del gioco, con un uomo in meno
la condizione dopo lo sforzo costante a cui sono importante sottolineare che i vari tipi di giocatore per due minuti. Questo porta ad attacchi
sottoposti. di una squadra, ciascuno con le sue specifiche • Apertura: l’azione e intenzione offensiva posizionali 4 vs 3 o, se il portiere o portiere
caratteristiche, ne determinano il modo di giocare. iniziale quando si è recuperato il possesso palla. volante si unisce all’attacco, 5 vs 3.
Il futsal prevede una fase di attacco (quando si Se, ad esempio, una squadra ha un pivot, può
è in possesso palla) e una fase di difesa (quando adottare un sistema 3-1, mentre se ha giocatori abili • Contropiede: un’azione offensiva in cui una Calci piazzati in fase offensiva
non lo si è) e il passaggio dall’una all’altra può nell’1 vs 1 può schierare, in alcune situazioni, un squadra avanza rapidamente verso la porta
considerarsi, senza dubbio, l’aspetto più importante. sistema 2-2. avversaria per creare un’occasione da gol prima • Calci d’angolo: calci piazzati in situazioni
In questi momenti del gioco, a causa dell’improvviso che tutti i giocatori avversari siano in posizione in cui il gioco riprende da uno degli angoli.
capovolgimento degli obiettivi, si verifica una Sebbene il futsal sia uno sport di squadra, quando si difensiva. In quanto battuti nel terzo offensivo, questi
momentanea assenza di organizzazione difensiva analizza il proprio gioco, così come quello avversario possono produrre occasioni per concludere in
e di occupazione razionale degli spazi che genera o di qualsiasi altra squadra, è necessario tener conto • Attacco diretto: un attacco lanciato in porta.
le situazioni più pericolose e le migliori occasioni delle azioni individuali dei giocatori e dell’impatto velocità quando i quattro giocatori avversari
da gol. Questi momenti sono detti transizioni positivo o negativo che queste hanno sul gioco. sono dietro la palla, ma non sono organizzati • Rimesse laterali: calci piazzati in situazioni
(offensive e difensive). difensivamente, cercando di sfruttare la in cui il gioco riprende dalla linea laterale,
situazione vantaggiosa. nel punto esatto in cui la palla è uscita dal
Vale anche la pena sottolineare che la dimensione del campo. Le rimesse battute vicino alla porta
terreno di gioco permette di creare potenziali occasioni Attacco posizionale avversaria possono creare ottime occasioni per
da gol sui calci piazzati tirati nella metà campo concludere l’azione, mentre quelle battute dal
avversaria (calci d’angolo, rimesse laterali, punizioni). È Gioco di • Uscire dal pressing difensivo: una manovra centrocampo posso servire anche per lanciare
quindi corretto affermare che i calci piazzati ricoprono squadra posizionale contro una difesa che pressa alta, il un attacco posizionale. Le rimesse da posizione
avversari
un ruolo di estrema importanza nel gioco. cui obiettivo principale è mantenere il possesso più arretrata, invece, possono essere usate per
Mancanza Gioco tattico
di spazio/ (percezione/
palla e avanzare. alleggerire la pressione quando l’avversario
L’obiettivo principale della difesa è recuperare tempo decisioni) adotta un pressing alto, oppure per lanciare un
il possesso della palla. Altrettanto importante • Attacco posizionale: un’azione offensiva attacco posizionale, se la difesa si schiera su
Influenza
è il punto dove ciò avviene. Per tale motivo le Recuperare eseguita contro una difesa posizionale a metà una posizione più arretrata.
Segnare gol attiva su tutto
il possesso
squadre difenderanno un determinato spazio per il campo campo o contro una difesa serrata, nella quale
rendere difficile la reazione degli avversari una la squadra in possesso palla cerca di costruire • Punizioni con barriera: calci piazzati in
Controllo/ Velocità/
volta recuperato il possesso della palla. Ciò può passaggio/tiro precisione un attacco, sviluppando una manovra che possa situazioni in cui il gioco riprende dal punto
avvenire in diversi modi: pressando nella metà rompere la difesa avversaria e creare occasioni in cui la squadra avversaria ha commesso il
campo avversaria, adottando una difesa aperta sulla Gioco offensivo/
da gol. fallo. Questi calci piazzati offrono la possibilità
trequarti, difendendo a metà campo o impostando difensivo di concludere direttamente in porta (calci di
una difesa chiusa. Ovviamente, recuperare la • Situazioni particolari - attacco 5 vs 4: una punizione diretti) o di creare un’ampia varietà
palla nella metà campo avversaria può condurre Giocatori Importanza situazione posizionale dove una squadra attacca di occasioni indirette per concludere in porta
rapidamente a un’occasione da gol e, recuperarla specialisti delle transizioni in superiorità numerica, con il portiere o il (su calci di punizione sia diretti che indiretti):
adoperando una difesa serrata, offrirà spazio portiere volante che partecipa all’azione nella più si è vicini alla porta avversaria più saranno
sufficiente per lanciare un contropiede. metà campo avversaria. Le regole del gioco le occasioni di tiro. Quando questi calci di
consentono questo tipo di situazione. punizione vengono battuti da posizione
arretrata, il gioco riprende tentando di avviare
• Situazioni particolari - attacco 4 vs 3: un attacco posizionale.
una specifica situazione posizionale generata

12 13
UNITÀ TEORICHE / CONOSCENZA DEL CALCIO

• Punizioni senza barriera e tiri liberi dai 10 attacchi 4 vs 3 e adoperato quando la squadra • Uno stile di gioco basato sul contenimento di mantenere il possesso e l’avanzamento della
metri: quando una delle squadre commette in difesa ha un giocatore in meno. dell’avversario adottando una difesa a metà squadra. In questo stile il possesso della palla
sei falli cumulativi, all’altra viene concessa una campo. In questo stile l’obiettivo è impedire è fondamentale in tutte le giocate offensive e
punizione diretta senza barriera. In base al Difesa su calcio piazzato di essere superati o comunque prevenire difensive („Se la palla ce l’abbiamo noi gli avversari
punto dove è stato commesso il sesto fallo, le l’avvicinamento degli avversari alla propria non possono segnare“). Si richiede equilibrio
punizioni senza barriera possono essere battute • Su calcio d’angolo: difesa sui calci d’angolo porta. Il fine difensivo principale è ostacolare la difensivo e supporto costante al portatore di
dal punto dove è stata commessa l’infrazione o battuti dagli avversari. creazione di occasioni da gol avversarie e colpire palla. Questo stile è particolarmente adatto alle
dal punto di tiro libero, a 10 metri dalla porta. in contropiede una volta recuperato il possesso o squadre il cui gioco è caratterizzato da una grande
• Su rimessa laterale: difesa sulle rimesse dalla se perso dagli avversari. I difensori si posizionano circolazione della palla.
• Rigori: calciati dal punto di rigore a 6 metri linea laterale battute dagli avversari. sulla metà campo e cercano di prevenire
dalla porta, i calci di rigore vengono assegnati l’avanzamento degli avversari nell’ultimo terzo di • Uno stile di gioco basato su attacchi diretti,
per infrazioni commesse all’interno dell’area di • Su calcio di punizione con barriera: difesa campo. caratterizzato da tempi di costruzione ridotti
rigore. sui calci di punizione battuti dal punto in cui e uno sforzo corale per evitare di perdere il
è stata commessa l’infrazione, ammesso che • Uno stile di gioco basato sulla chiusura degli possesso palla in situazioni pericolose. Le squadre
• Calci di inizio: sono usati per avviare il gioco la squadra in difesa non abbia già commesso spazi vicini alla porta utilizzando una difesa che adottano questo stile non considerano il
dal punto centrale del terreno di gioco all’inizio cinque falli cumulativi nel tempo in questione chiusa, che si muove organicamente per evitare possesso palla fondamentale e cercano di limitare
di ogni tempo regolamentare (e supplementare) (vedere sotto). di subire gol, mentre cerca di avvantaggiarsi su al massimo i rischi quando lo perdono. Finché
o dopo che una squadra ha segnato un gol. I ogni spazio lasciato scoperto dagli attaccanti e la perdita del possesso è „controllata“ non c’è
calci di inizio possono, a volte, essere usati per • Su punizione senza barriera e tiro libero: mirando a colpire in contropiede. Si concede ai ragione di preoccuparsi.
attuare schemi finalizzati a segnare un gol. difesa sui calci di punizione battuti dal punto giocatori avversari di avanzare senza difficoltà e il
in cui è stata commessa l’infrazione o dal lavoro difensivo è volto a impedire agli avversari di • Uno stile di gioco basato sull’uso regolare del 5
Transizione difensiva punto di tiro libero a 10 metri dalla porta, se concludere le azioni offensive. vs 4 in particolari situazioni di attacco. Alcune
la squadra in difesa ha già commesso cinque squadre apprezzano questo sistema al punto da
• Equilibrio e rallentamento del gioco: azioni falli precedenti l’ultima infrazione nel tempo • Uno stile di gioco basato sullo sviluppo di un adoperarlo non solo quando sono in svantaggio,
difensive attuate nel momento di perdita del in questione. Sebbene in questo secondo caso attacco posizionale, con un lavoro considerevole ma per tutta la partita, al punto che l’attacco 5 vs
possesso palla per impedire all’avversario di solo il portiere possa difendere la porta, gli altri riservato alla costruzione del gioco adoperando 4 è diventato un effettivo stile di gioco.
lanciare una transizione offensiva. giocatori devono rimanere vigili nell’eventualità concetti individuali e di squadra che consentano
che la palla torni in gioco.
• Rientro: azione di rapido ripiegamento attuata
quando si perde il possesso palla e finalizzata a • Su rigore: difesa sui calci di rigore assegnati alla
occupare una posizione difensiva lasciata libera squadra avversaria e calciati dal punto di rigore.
durante l’attacco.

Difesa posizionale
1.3.2 Stili di gioco
• Pressing difensivo: un sistema difensivo in
cui si incalza l’avversario nella sua metà campo Comprendere gli obiettivi principali del gioco e le
al fine di recuperare il possesso palla o, per lo diverse situazioni che possono verificarsi nel corso di
meno, prevenirne l’avanzamento. una partita di futsal ci aiuterà a identificare i diversi
stili di gioco adottati dalle squadre per riflettere il
• Difesa posizionale: una difesa schierata a loro particolare approccio.
metà campo, o una difesa chiusa, il cui obiettivo
primario è prevenire lo sviluppo del gioco • Uno stile di gioco basato sul pressing e sul
avversario e il suo avanzamento nell’ultimo tentativo di recuperare il possesso palla nella
terzo del campo. La squadra in difesa attende metà campo avversaria che tenta di impedire
il momento adatto per recuperare il possesso l’avanzata dell’opposizione affinché, una volta
palla o per far perdere il possesso all’avversario. recuperato il possesso, sia possibile tentare
una manovra offensiva rapida e diretta. Questo
• Situazioni particolari - difesa 4 vs 5: un stile di gioco richiede un approccio difensivo
sistema difensivo adottato per affrontare aggressivo sul portatore di palla mentre il resto
attacchi 5 vs 4. della squadra occupa gli spazi in modo ordinato
per assicurare un pressing alto. Le squadre che
• Situazioni particolari - difesa 3 vs 4: un cercano di recuperare il possesso palla in questo
sistema difensivo adottato per affrontare modo normalmente cercano di mantenerlo una
volta recuperato.

14 15
UNITÀ TEORICHE / CONOSCENZA DEL CALCIO

1.4 FASI DELLO SVILUPPO


DEI GIOCATORI
Durante la loro crescita e la loro progressione • Praticare situazioni di gioco reale in 1 vs 1, 2 vs 2 e • Sviluppare e migliorare le capacità percettive e • Raggiungere un equilibrio tra approccio specifico e
attraverso i vari stadi dello sviluppo, i giocatori di futsal 3 vs 3, riducendo gli spazi e utilizzando una palla decisionali in quanto aspetti elementari del gioco. complessivo nell’insegnamento delle tattiche.
attraversano anche diverse fasi di apprendimento di dimensioni adatte ai giocatori. Aumentare l’enfasi sul lavoro atletico completo,
e acquisizione delle diverse componenti e abilità bilanciando la necessità di allenamento più
incluse nel gioco. Queste fasi di apprendimento, che • Aiutare i giocatori a sviluppare una migliore specifico. 1.4.3 Fase di acquisizione delle
coincidono con i diversi stadi della crescita e dello comprensione dei fondamentali tattici attraverso competenze
sviluppo, devono essere sempre adattate alle reali partite a campo ridotto. Ciò può ottenersi • Affinare i fondamentali tattici con partite a
capacità dei giovani giocatori. modificando le condizioni di gioco e le dimensioni campo ridotto, variando le condizioni di gioco e le La fase di acquisizione delle competenze corrisponde
spaziali, rielaborando gli esercizi al fine di dimensioni spaziali e introducendo esercizi di gioco al gruppo di età 5 (15-16 anni), in cui i giocatori
adattarli alle caratteristiche dei giovani giocatori e di squadra e gioco di squadra/opposizione, con iniziano ad applicare sul campo la conoscenza del
facilitando l’apprendimento attraverso condizioni componenti percettive e decisionali significative. gioco acquisita e a sviluppare le competenze sociali e la
1.4.1 Fase dei principianti di gioco semplificate. comprensione delle tattiche di gruppo e di squadra.

Gruppo
Questa è la prima fase nello sviluppo dei giocatori e di età 4
include il gruppo di età 1 (6-8 anni) e il gruppo di età (U14, U15) Obiettivi Gruppo
di età 5
2 (9-10 anni), in cui i bambini iniziano a familiarizzarsi 1.4.2 Fase dello sviluppo sportivo (U16, U17) Obiettivi
con il gioco e ad apprenderlo. • Introdurre e sviluppare la comprensione della
Questa seconda fase include il gruppo di età 3 (11-12 logica profonda del gioco. Avvicinare i giovani • Consolidare nei giocatori la logica del gioco e
anni) e il gruppo di età 4 (13-14 anni), in cui le giovani calciatori alle effettive strutture del gioco e istruirli applicarla nello sviluppo degli elementi tattici.
Gruppo Gruppo leve iniziano a comprendere gli aspetti strutturali e sulle diverse fasi di attacco e difesa. Introdurli alle Trasferire le conoscenze acquisite fino a questo
di età 1 e di età 2
(U7/U8/U9) (U10, U11) Obiettivi sociali del gioco. transizioni offensive e difensive. momento nel gioco reale.

• Introdurre i giocatori ai concetti di attacco e difesa • Comprendere l’importanza del gioco con e senza • Sviluppare abilità tecniche individuali.
e farli familiarizzare con questi nella pratica. Gruppo
di età 3
palla, sia in attacco che in difesa, e sviluppare
(U12, U13) Obiettivi la mobilità e la capacità di allargare gli spazi in • Sviluppare ulteriormente e perfezionare le tattiche
• Sviluppare le competenze motorie e di attacco e di restringerli in difesa. di gruppo e di squadra.
coordinazione, iniziando a mettere in pratica gli • Sviluppare le capacità motorie e coordinative
elementi tecnico-tattici elementari. specifiche per la tecnica nel futsal. • Sviluppare la dimensione sociale del gioco: • Sviluppare e migliorare gli aspetti sociali del gioco:
competenze sociali e motorie e gioco di squadra. competenze sociali e motorie, strumenti tecnico-
• Assicurare un equilibrio tra approccio specifico e • Sviluppare la comprensione del gioco del futsal tattici di gruppo e gioco di squadra.
complessivo nell’insegnamento delle competenze da parte dei giocatori. Aumentare conoscenza e • Introdurre i giocatori alle tattiche di squadra e ai
tattiche. comprensione dei concetti di attacco e difesa e sistemi di gioco fondamentali. • Sviluppare la tattica offensiva e difensiva.
introdurli alle diverse fasi offensive e difensive.
• Sviluppare le competenze sociali correlate al gioco, • Sviluppare e affinare le capacità percettive e • Perfezionare le transizioni offensive e difensive.
incoraggiando nei bambini l’interesse a socializzare • Sviluppare una comprensione del gioco con e decisionali.
con gli altri. senza palla, sia in attacco che in difesa. • Ampliare la conoscenza dei diversi sistemi di gioco.
• Affinare i fondamentali tattici con partite a campo
• Avviare l’apprendimento tattico ponendo come • Sviluppare gli aspetti sociali del gioco, consentendo ridotto ed esercizi semplificati e/o modificati, con • Sviluppare e affinare le capacità percettive e
base del gioco lo sviluppo delle capacità percettivo- ai giocatori di acquisire una comprensione un graduale trasferimento delle conoscenze nel decisionali.
decisionali. L’interesse per gli aspetti socializzanti ragionata dei concetti di „compagno di squadra“ gioco reale.
rende necessaria la percezione e la capacità e „avversario“. • Affinare i concetti tattici di base con partite a
decisionale. campo ridotto e attraverso esercizi semplificati

16 17
e/o modificati, trasferendo tutte le conoscenze 1.4.5 Fase della prestazione
acquisite fino a questo momento nel gioco reale,
usando la competizione come strumento di Dall’età di 19 anni in su (gruppo di età 7, seniores)
apprendimento. i giocatori entrano nella fase della prestazione: un
lungo periodo di tempo nel quale sono all’apice delle
• Raggiungere un equilibrio tra approccio specifico e loro capacità e dove continuano costantemente ad
complessivo nell’insegnamento delle tattiche. apprendere. L’obiettivo principale in questa fase è la
prestazione del giocatore e il trasferimento di tutte le
conoscenze acquisite nel gioco agonistico.

1.4.4 Fase del perfezionamento


Gruppo
di età 7
Questa è la quarta fase dello sviluppo del giocatore e (seniores) Obiettivi
corrisponde al gruppo di età 6 (17-18 anni). Durante
questa fase le giovani leve perfezionano tutte le abilità • Affinare costantemente tutti gli aspetti del gioco
e le conoscenze che hanno appreso durante le fasi sviluppando la loro già estesa conoscenza della
precedenti e imparano a relazionarsi con elementi tattici struttura e della logica del futsal.
complessi in un ambiente più competitivo.
• Assistere i giocatori ad aggiungere nuove tecniche
alle tattiche individuali e ad applicare le tattiche
Gruppo
di età 6
individuali a quelle di gruppo e di squadra.
(U18, U19) Obiettivi
• Affinare gli aspetti di squadra del gioco come
• Analizzare e applicare la logica del gioco allo base per lo sviluppo di modelli di sport di squadra.
sviluppo degli elementi tattici. Migliorare e affinare Ampliare l’acume tattico e migliorare la capacità
la conoscenza della struttura del futsal: fasi di del giocatore di adattarsi e comprendere le
attacco e fasi di difesa. necessità del gioco agonistico.

• Trasferire tutte le conoscenze acquisite sinora • Migliorare le capacità del giocatore di gestire tutti
nel gioco reale. Eseguire e affinare gli elementi i tipi di situazioni di gioco da un punto di vista
tecnico-tattici e tattici specifici del futsal. tattico, tecnico, fisico e psicologico.

• Affinare le tattiche di squadra. Sviluppare e • Perfezionare competenze di attenzione selettive,


affinare le competenze sociali in relazione al gioco: specifiche capacità percettive e la capacità
competenze sociali e motorie, strumenti tecnico- decisionale complessiva. Acquisire „esperienze“
tattici di gruppo e gioco di squadra. che possano migliorare le capacità cognitive
generali.
• Affinare i concetti di tattica offensiva e difensiva e
le transizioni nel gioco. Sviluppare una padronanza • Costruire competenze sulla base dei progressi
dei sistemi offensivi e difensivi. generali fatti in allenamento trasferendo sempre
più conoscenze nelle situazioni di gioco reale.
• Sviluppare e affinare le capacità percettive e
decisionali.

• Affinare i fondamentali tattici con partite a campo


ridotto con la palla e con esercizi semplificati
e/o modificati, trasferendo tutte le conoscenze UNITÀ TEORICHE
nel gioco reale e usando la competizione come
strumento di apprendimento.

• Raggiungere un equilibrio tra approccio specifico e


complessivo nell’insegnamento delle competenze
2. LEADERSHIP E GESTIONE
tattiche.
DELLA SQUADRA

18
UNITÀ TEORICHE / LEADERSHIP

2.1 IL RUOLO formando. Inoltre, non bisogna dimenticare che avvenire mediante un’adeguata pianificazione e un
lo sport rappresenta valori a cui tutti dovremmo severo controllo dei tempi morti tra un esercizio e

DELL’ALLENATORE
ispirarci. l’altro e di quello destinato alle pause.

7. L’allenatore non gestisce solo le risorse Per quanto riguarda la gestione del tempo personale,
umane, ma anche le proprietà materiali ed questa, per sua natura, è una questione privata. Ci
economiche e il tempo. In molte occasioni, sono però occasioni in cui ciò ha un effetto indiretto
per scarsa attenzione o cura, si danneggiano sul lavoro di allenamento, che si tratti di bambini
in modo non necessario le attrezzature e le o di professionisti. È importante che l’allenatore
strutture fondamentali, come i coni, le porte organizzi il suo tempo al fine di svolgere i propri
o gli spogliatoi. Sebbene possa sembrare che incarichi educativi e professionali con la massima
L’allenatore è fondamentale in tutte le fasi 4. L’allenatore dev’essere in grado di guidare, occuparsi di ciò non sia compito dell’allenatore efficienza. Ciò richiede un’attenta preparazione delle
dell’allenamento, non solo per il ruolo in sé, ma per combinare e gestire gli interessi individuali, e che se qualcosa si rompe o si rovina sarà sedute sulla base del piano di allenamento. Dopo
il lavoro pedagogico, catalizzante e agglutinante gli obiettivi personali e, nel caso dei giocatori sostituita, l’allenatore è un rappresentante del ogni seduta l’allenatore dovrà prendere appunti
della filosofia e della cultura dell’organizzazione professionisti, l’ego. Deve canalizzare club o dell’organizzazione e ha sempre il dovere sull’efficacia raggiunta e sui problemi riscontrati
di cui è parte che dovrà tradursi in metodo per il queste legittime pulsioni individuali verso di comportarsi in modo leale e responsabile per nell’attrezzatura e nelle strutture, sul raggiungimento
raggiungimento di obiettivi concreti. un obiettivo comune e far capire al gruppo proteggerne gli interessi. o meno degli obiettivi pianificati, sul comportamento
che, se raggiunge i suoi obiettivi e quelli dei giocatori e su qualsiasi indizio di possibile
Il suo ruolo include una serie di principi dell’organizzazione, allora anche gli obiettivi L’allenatore deve essere efficiente anche nella gestione problema. Fatto ciò, è importante che l’allenatore
fondamentali: individuali saranno raggiunti di conseguenza. del tempo che dedica al lavoro e del proprio tempo stacchi e „ricarichi le batterie“, trascorrendo il tempo
Un buon allenatore deve sapere come libero. È molto importante che si faccia un pieno con la propria famiglia o gli amici. Quest’ultimo punto
1. L’allenatore non può lavorare isolato. Il trasmettere questi principi ai giocatori e uso del tempo riservato alle sedute di allenamento, è estremamente importante perché è fondamentale
comportamento, l’atteggiamento e il lavoro assicurarsi che questi li assimilino e che abbiano indipendentemente dalla loro durata. Questo può evitare di divenire ossessivi: quando gli allenatori
dentro e fuori il campo devono essere coerenti sempre ben chiare le loro priorità. Questo iniziano a non pensare ad altro che al proprio lavoro
con la filosofia dall’organizzazione per la quale vale anche per gli allenatori, che possono e vivono solo per quello, cadono in una trappola
lavora. L’allenatore è un ambasciatore delle idee avere obiettivi personali propri e che, a volte, psicologica che distorce la realtà e la loro capacità
e delle pratiche dell’organizzazione. Per questo antepongono tali obiettivi agli interessi del di vedere problemi e trovare soluzioni. Ciò può
motivo, il club o l’organizzazione dovranno gruppo o del club. condurre all’ossessività, una condizione psicologica
individuare la persona di cui avvalersi anche che a sua volta porta a una spirale discendente senza
assicurandosi di evitare punti di attrito. 5. L’allenatore deve sempre avere un piano. fine. Leggere un buon libro, guardare un film o uno
Non è possibile fare le cose a braccio o in spettacolo teatrale, praticare uno sport o fare una
2. L’allenatore deve comportarsi SEMPRE come base all’ispirazione del momento: tutto passeggiata con i propri figli o amici sono tutti ottimi
un maestro, iniziando dalla fase dello sviluppo dev’essere pianificato. Il piano di allenamento metodi per contrastare questa tendenza.
del giocatore e continuando per tutta la fase deve riflettere il punto in cui ci si trova
professionistica, indipendentemente da fattori (autovalutazione e autocritica), il punto in cui In sintesi, come detto, il ruolo dell’allenatore è
esterni che possano, occasionalmente, far si vuole arrivare (obiettivi) e il modo in cui si molto complesso, non solo per la quantità e la
deviare da questa sua funzione di base. Ciò che intende farlo (strategia). Ma allo stesso tempo qualità dell’allenamento a cui deve continuamente
cambia nel tempo è il metodo di insegnamento, deve essere sempre in sintonia con la filosofia sottoporsi, ma anche a causa dell’enorme
nel quale avviene una differenziazione, del suo club o organizzazione e tenere sempre responsabilità che ha nello sviluppo cognitivo,
un adattamento e una personalizzazione. in considerazione le risorse a disposizione. emozionale, sociale e comportamentale del giocatore.
L’obiettivo fondamentale, di gran lunga Sebbene ciò sia quanto mai vero quando si allenano
più importante del risultato, deve essere il 6. L’allenatore è il portavoce e l’ambasciatore dei i bambini, vale anche nel caso dei professionisti,
miglioramento della prestazione sotto ogni valori dell’organizzazione che rappresenta. che si muovono in un ambiente molto aggressivo e
aspetto. Guidare con l’esempio significa che le parole e competitivo che spesso è avulso dalla realtà.
le azioni dell’allenatore devono riflettere quelle
3. L’allenatore deve agire da catalizzatore per i dell’organizzazione. Dato il profilo pubblico
giocatori siano questi bambini o professionisti. a livello professionale e dato che i più giovani
La cosa importante è che, utilizzando una lo considerano un modello di vita nella fase
varietà di tecniche adattate alla categoria di età, dell’allenamento, l’allenatore deve sempre
stimoli il loro interesse e agisca come facilitatore rappresentare ciò che il club e l’organizzazione
dell’apprendimento e del lavoro di squadra, promuovono. Questo è ancora più vero nel
e che sia in grado di tirare fuori talento e caso degli allenatori giovanili, che lavorano con
motivazione. bambini di età in cui la personalità si sta ancora

20 21
UNITÀ TEORICHE / LEADERSHIP

2.2 LE VARIE FASI


Gruppo Gruppo
di età 3
e di età 4
(U12, U13) (U14, U15) Fase dello sviluppo dettaglio. Non si dovrebbero imporre soluzioni
tattiche rigide ai ragazzi, ma lasciarli liberi di

DELL’ALLENAMENTO
• Psicologici: il comportamento infantile lascia analizzare, pensare e prendere le loro decisioni.
gradualmente spazio al comportamento Ci sarà tempo in seguito per aiutarli con
adolescenziale. Per i bambini di questa età è commenti e osservazioni.
fondamentale sentirsi parte di un gruppo e per

DEI GIOCATORI
questo si deve programmare e incoraggiare il
lavoro di squadra. Hanno la necessità di mettere
alla prova se stessi e di dimostrare agli altri le Gruppo Fase di acquisizione delle
di età 5
loro capacità. (U16, U17) competenze

Diamo innanzitutto uno sguardo alle varie fasi • Fisici: questa è la fase ideale per • Fisici: durante questa fase si sviluppano • Psicologici: in questa fase, i giovani stanno
coinvolte nell’allenamento delle giovani leve. I l’apprendimento della coordinazione e gli attributi fisici basilari. La lateralità per lasciare l’adolescenza e stanno per entrare
gruppi di età presi in considerazione sono una dell’equilibrio, che sono le fondamenta è generalmente già sviluppata e, al nella vita adulta. Per loro l’aspetto fisico è molto
combinazione tra i gruppi di età previsti dalla UEFA della tecnica. Ciò implica lo sviluppo e il raggiungimento della pubertà, i giovani importante. I livelli di abbandono dello sport in
e quelli descritti dalla psicologia evolutiva. Dato che perfezionamento di competenze e capacità calciatori attraversano cambiamenti fisici e questa età sono alti a causa del maggior livello di
numerosi studi scientifici hanno mostrato quanto sia basilari (cambio di direzione, salto, ricezione della psicologici che possono causare disequilibri. impegno e dedizione richiesto.
difficile definire queste fasi, abbiamo optato per un palla, tiro, ecc.). Durante questa fase i bambini Al principio di questa fase sviluppano la
approccio uniforme. iniziano a sviluppare gli attributi motori di base. coordinazione intramuscolare e intermuscolare • Fisici: in questa fase è fondamentale che
Come risultato, il lavoro sulla forza è inesistente e diventano più forti. Dai 13 anni di età, il l’allenamento venga ristrutturato per riflettere
Fasi dell’allenamento giovanile: e il peso corporeo proprio del bambino è lavoro fisico deve concentrarsi maggiormente i cambiamenti avvenuti nella fase precedente.
sufficiente per lavorare su queste competenze. sulla forza resistente e sulla forza rapida. Di conseguenza, il lavoro su coordinazione ed
• Gruppo di età 2 (U10/U11) Anche la velocità è importante, in particolare nel Relativamente alla velocità, a causa dei equilibrio diviene sempre meno importante,
sequenziamento dei movimenti, così come lo è cambiamenti del corpo, i ragazzi migliorano mentre quello sulla forza raggiunge il suo picco.
• Gruppo di età 3 (U12/U13) la resistenza, quale mezzo di miglioramento della in termini di velocità di reazione e azione, ma Aumentando la forza, i giocatori migliorano la
capacità aerobica. Infine, anche se i bambini perdono in velocità di esecuzione e azione. A velocità di movimento e, una volta stabilizzatasi
• Gruppo di età 4 (U14/U15) parrebbero non averne bisogno, è necessario questa età si assiste inoltre a un miglioramento la crescita corporea, anche la loro velocità di
sviluppare la flessibilità attraverso giochi, percorsi della capacità aerobica, che poi si assesta. È esecuzione e azione migliora. La resistenza è
• Gruppo di età 5 (U16/U17) e gare, adoperando sempre la palla. importante cercare miglioramenti in questi importante, in particolare nello sviluppo della
ambiti attraverso un approccio integrato che capacità anaerobica lattica.
• Gruppo di età 6 (U18/U19) • Tecnici: obiettivi di questa fase sono sviluppare le unisca giochi, situazioni di gioco reale, circuiti
capacità motorie di base e il posizionamento del ed esercizi mirati su tecnica e tattica. • Tecnici: in questa fase l’allenamento tecnico è
Allo scopo di semplificare e normare le varie fasi in proprio corpo, migliorare le capacità coordinative un mezzo per lavorare su altri aspetti come quelli
questa parte introduttiva, possiamo condensarle basilari, acquisire una consapevolezza dei • Tecnici: l’obiettivo dell’allenamento tecnico fisici (competenze di coordinazione specifiche)
ulteriormente, sebbene ciò le renda necessariamente principali concetti basilari dello sport, apprendere durante questa fase è lo sviluppo delle capacità e sulle capacità tattiche. Sebbene si debbano
meno specifiche. come mantenere il controllo della palla, fisiche e il miglioramento di quelle coordinative, prevedere sedute tecniche con obiettivi di
padroneggiare i principali elementi tecnici l’affinamento della capacità di controllo riscaldamento, ludici o di lavoro su una nuova
Ai fini della personalità dei bambini in questa fascia individuali, apprendere concetti come la lateralità della palla in situazioni di gioco reale e il competenza meccanica, la tecnica in questa fase
di età, è necessario tenere in considerazione i e il posizionamento. miglioramento degli elementi tecnici individuali dovrebbe essere sempre allenata in situazioni di
seguenti fattori: e di gruppo nel gioco reale. In questa fase, gioco reale.
• Tattici: si deve lavorare su concetti basilari praticare le competenze tecniche in questione
come attacco, difesa, compagno di squadra è più importante della velocità di esecuzione. Il • Tattici: questa è la fase ideale per sviluppare
Gruppo
di età 2
e avversario. In questa fase i bambini devono metodo generale, basato su situazioni di gioco la consapevolezza dei giocatori, fornire loro
(U10, U11) Fase dei principianti anche apprendere concetti relativi allo spazio e reale, può essere alternato ad esercizi specifici. una conoscenza approfondita dei concetti
al movimento, sviluppare la capacità decisionale fondamentali del gioco e assicurare l’assimilazione
• Psicologici: i bambini a questa età sono molto in situazioni di gioco reale in spazi ridotti, usare • Tattici: l’obiettivo dei giocatori in questa di una serie di tattiche che li aiuteranno nella
socievoli. Vivono in un mondo immaginario il gioco come una risorsa di apprendimento e fase è il passaggio dalla tattica individuale a lettura delle situazioni di gioco e ne miglioreranno
che per loro è assolutamente reale. Hanno lavorare su concetti tattici di base impostati sui quella di squadra, il lavoro sull’occupazione la capacità decisionale.
capacità di ragionamento astratto non ancora vari aspetti tecnici. razionale degli spazi, la consapevolezza di
pienamente sviluppate e sono egocentrici. ciò che avviene intorno a loro e la capacità
Sono grandi imitatori e necessitano del gioco decisionale. Dovranno inoltre lavorare anche sui
continuamente. fondamentali tattici e sulle transizioni. In questa
fase è possibile fornire alcune informazioni sulla
formazione tattica, ma senza entrare troppo in

22 23
Gruppo Linee guida per allenatori per ogni fase
di età 6
(U18, U19) Fase del perfezionamento al momento di selezionare quale di questi utilizzare,
migliorare la capacità decisionale, della velocità di
• Psicologici: durante questa fase, i giocatori azione e della precisione nell’esecuzione degli elementi
sviluppano significativamente la propria capacità tecnici. Gli allenatori devono trovare un equilibrio tra
Gruppo Gruppo
intellettuale. Sono in grado di prestare maggiore approccio specifico e complessivo nell’insegnamento di età 2 di età 5
attenzione e per periodi più lunghi. I giovani delle competenze tecniche. L’acquisizione di competenze (U10/U11) (U16/U17)

giocatori in questa fascia di età sono in grado di tecniche deve essere accompagnata dallo sviluppo di
elaborare più informazioni e di concentrarsi su ciò capacità percettive e decisionali.
che è importante. Sono in grado di riflettere sulle • Non sopraffare i bambini con spiegazioni teoriche. • In questa fase la pianificazione si deve concentrare sull’età
cose e di essere autocritici, comprendono la logica • Tattici: analizzare e applicare la logica del gioco nello • Usare molti giochi nelle sedute di allenamento. fisiologica dei giocatori e non su quella anagrafica. Giocatori
del gioco e l’approccio dell’allenatore. sviluppo degli elementi tattici. I giocatori devono • Se possibile, usare una palla per ciascun bambino o una ogni di una stessa squadra potrebbero svilupparsi in momenti
migliorare e affinare la loro conoscenza delle strutture due. differenti.
• Fisici: i giocatori vengono sottoposti a sedute del futsal, ossia le fasi di attacco e di difesa, trasferire • Organizzare gli esercizi affinché non ci siano tempi morti tra • Aiutare i giocatori a comprendere da soli i motivi delle diverse
strutturate specificamente per sviluppare e tutte le conoscenze acquisite fino a questo momento loro. situazioni tattiche.
perfezionare le competenze fisiche di base e che nel gioco reale, eseguire e affinare gli elementi tecnico- • Stabilire regole che non restringano la libertà e la creatività dei • Lavorare su ogni fase del gioco: difesa/transizioni/attacco
hanno come obiettivo il lavoro sulla forza aerobica tattici e tattici, affinare la tattica di squadra. Inoltre bambini. posizionale, assicurandosi che i giocatori comprendano i
e anaerobica, la velocità di movimento, azione e devono sviluppare e affinare le competenze sociali • Scegliere uno spazio che non imponga restrizioni tecniche ai concetti coinvolti e sappiano cosa stanno facendo, perché lo
reazione, la forza rapida, la forza resistente e la implicate nel gioco: competenze sociali e motorie, bambini e che faciliti l’apprendimento degli elementi tecnico- fanno e quando devono farlo. Ciò aiuterà a formare giocatori
flessibilità. strumenti tecnico-tattici di gruppo e gioco di squadra. tattici. intelligenti e non automi.
Affinare i fondamentali tattici offensivi e difensivi, • Usare molti giochi ed esercizi 1 vs 1, 2 vs 2 e 3 vs 3. • In questa fase, è importante dare enfasi anche a strategie su
• Tecnici: durante questa fase, si affinano nonché le transizioni nel gioco. Sviluppare una • Incoraggiare bambini e bambine a giocare insieme, in quanto palla ferma (calci d’angolo, punizioni, ecc.) e sull’allenamento
competenze specifiche con la palla e si richiede padronanza dei sistemi offensivi e difensivi, sviluppare a questa età non esiste alcuna differenza di prestazione fisica specifico per i portieri, il cui ruolo nel gioco è di fondamentale
ai giocatori di trasferire efficacemente tutti gli e affinare le capacità percettive e decisionali, affinare evidente. importanza.
elementi tecnici in situazioni di gioco reale, i fondamentali tattici con partite a campo ridotto con
usando e coordinando una quanto più ampia la palla e attraverso esercizi semplificati e/o modificati,
Gruppo Gruppo
varietà di elementi tecnici, perfezionare i modelli trasferendo tutte le conoscenze nel gioco reale e usando di età 3 e 4 di età 6
(U12/U15) (U18/U19)
di esecuzione di tutti i concetti tecnici di base la competizione come strumento di apprendimento. Gli
con e senza palla, attuare e applicare elementi allenatori devono raggiungere un equilibrio tra approccio
tecnici e tecnico-tattici in situazioni sempre più specifico e complessivo nell’insegnamento delle
complesse e variate compiendo scelte logiche competenze tattiche. • Lavorare sulla tecnica con esercizi che simulano situazioni • Dai 18 anni di età i giocatori devono avere il pieno controllo
di gioco reale. A volte però, si dovranno ripetere esercizi delle proprie competenze motorie. In altre parole, devono
più astratti affinché i giocatori interiorizzino le competenze saper fare e comprendere tutto pur mancando dell’esperienza
presentate. che acquisiranno solo nel tempo e con il gioco agonistico.
• Aumentare la difficoltà degli esercizi in base al livello del • Lavorare su fondamentali tecnici che coinvolgano tutte le
gruppo per mantenere il livello di convinzione e motivazione. diverse parti del corpo usate nel controllo della palla e nel tiro
Quando notiamo che i giocatori stanno riscontrando problemi e sull’uso di entrambi i piedi (lateralità) in situazioni di gioco
nell’acquisizione di quanto proposto, ridurre la difficoltà di un sempre più complesse. La componente cognitiva e decisionale
livello e consolidare quanto appreso precedentemente prima di deve essere molto importante. Si realizzino più esercizi di
riproporre l’avanzamento. allenamento con giocatori avversari.
• Lavorare sulla tattica individuale e spostarsi verso la tattica • Padroneggiare sistemi di gioco offensivi e difensivi. Sviluppare e
di squadra: 1 vs 1, 2 vs 1, 2 vs 2, 3 vs 2, 3 vs 3, 3 vs 4, 4 perfezionare le capacità percettive e decisionali.
vs 4 e gioco reale. Sebbene sia ancora troppo presto, in • Affinare i fondamentali tattici con partite a campo ridotto
questa fase, per enfatizzare gli aspetti tattici fondamentali, è con la palla e attraverso esercizi semplificati e/o modificati,
raccomandabile che i giocatori inizino a familiarizzarsi con essi, trasferendo nel gioco reale tutte le conoscenze acquisite.
poiché questo li aiuterà ad averne una piena comprensione
nella fase successiva.
• In questa fase gli allenatori non dovrebbero concentrarsi su un
allenamento specifico per la forza, ma usare dei giochi.
• Non si devono realizzare esercizi specifici per la resistenza.
Lo sviluppo del corpo è il miglior indicatore per capire se un
bambino è pronto per tali esercizi.
• I bambini devono essere incoraggiati a fare stretching
regolarmente. Questo risulterà utile in futuro, quando i loro
muscoli saranno pienamente formati.

24 25
Di fronte a un ambiente ostile e

2.3
instabile, un leader deve dimostrare
i seguenti attributi di base:

LEADERSHIP E Autocontrollo

FORMAZIONE DELLA
In un ambiente logorante, dove la pressione è fortissima e
il tempo a disposizione scarso, l’allenatore deve rimanere
sempre calmo e tenere sotto controllo le emozioni
potenzialmente distruttive. Se l’allenatore è rilassato

SQUADRA
lo saranno anche i giocatori, se trasmette un senso di
sicurezza i giocatori si sentiranno sicuri a loro volta. Al
contrario, se l’allenatore è nervoso anche i giocatori saranno
tesi, mentre l’aggressività dell’allenatore può portare i
giocatori a essere emotivamente sbilanciati e a perdere il
È necessario a questo punto fare una distinzione tra comunicazione più fluida e rafforza i legami tra le 1. Formazione della squadra controllo sul campo.
allenatori giovanili e allenatori per alte prestazioni. persone.
• All’arrivo in una squadra, l’allenatore trova una rosa di Capacità motivazionali e di rilassamento
Allenatori giovanili • Potere e autorità: il potere deriva dal ruolo che giocatori con diverse caratteristiche fisiche, tecniche, tattiche Gli allenatori devono, in ogni momento, valutare il livello di
si ricopre. Eppure la posizione, di per sé, non è e psicologiche. Potrebbero anche esserci diversi caratteri e stimolazione dei singoli giocatori e di tutta la squadra. Se
Rivestono un ruolo fondamentale nello sviluppo sufficiente a ottenere il rispetto e la stima degli interessi, spesso in conflitto tra loro. i giocatori sono troppo carichi, si dovrà cercare di calmarli
educativo del bambino. Il tipo di leadership che altri, al massimo può assicurarne l’obbedienza. e riportarli con i piedi per terra. Viceversa, se la squadra,
adottano (autoritario o partecipativo) determina la Esercitare un potere fine a se stesso è dannoso • La prima prova a cui viene sottoposto è la capacità di o alcuni giocatori, sono troppo rilassati, si dovranno usare
qualità dello sviluppo complessivo del bambino, lo per qualsiasi aspetto della vita, ma lo è ancora di unire i giocatori. Il modo migliore per riuscire è proporre metodi motivazionali adeguati per portare il loro livello di
stesso vale per il modo in cui organizzano le sedute, più quando si ha a che fare con l’allenamento, una visione che la squadra possa condividere, un obiettivo stimolazione a un livello competitivo.
la loro capacità di sviluppare lo spirito di squadra, il senza considerare il trauma che può causare nei difficile, ma raggiungibile, che entusiasmi e motivi tutti.
modo in cui trattano i giovani, i criteri di valutazione bambini. L’autorità, al contrario, si guadagna dagli Questo consentirà all’allenatore di iniziare a creare un senso Creare un’atmosfera positiva
che adoperano (basati sui risultati o sulle prestazioni), altri. È una forma di riconoscimento che si ottiene di appartenenza. Con il radicarsi di questo sentimento, è Punizioni verbali, fisiche o psicologiche a seguito di un
le tecniche motivazionali che usano, ecc. trattando le persone nel modo corretto, facendo utile stabilire alcune regole di base da rispettare all’interno errore possono indurre un clima di paura che porta a
al meglio il proprio lavoro, mostrando rispetto, del gruppo. È anche possibile affrontare questioni di natura una mancanza di fiducia in se stessi e impedisce la piena
Lo stile di leadership determinerà il loro concentrarsi aiutando i bambini a crescere e a comportarsi sportiva, come lo sviluppo di uno stile di gioco, la creazione espressione dei talenti. Invece di essere creativi, i giocatori
solo sui risultati o piuttosto sulla prestazione. Questo nel modo corretto e mostrando ciò che si sa. È di un piano, esercizi, partite, ecc. cercheranno di non commettere errori.
secondo caso può essere definito come lo sforzo spontanea e viene dal basso: possiamo anche
profuso nel miglioramento individuale e nel contributo definirla credibilità. 2. Formazione di una squadra sportiva È possibile creare un clima di fiducia nel quale gli errori
al miglioramento dell’intera squadra. La scelta di possono essere utilizzati come fonte di apprendimento e
questo stile di leadership, pertanto, avrà un maggiore Sebbene altri autori e specialisti possano elencare un • I n questa seconda fase ognuno nel gruppo gioca la stessa osservati insieme, affinché i singoli giocatori e la squadra nel
impatto su tutti i punti sopra elencati. maggior numero di attributi e descriverli in maggior partita e le relazioni interpersonali divengono più stabili. Ciò suo insieme possano imparare e non ripeterli. In questo tipo
dettaglio, riteniamo che siano questi i requisiti basilari nonostante, si possono ancora migliorare la motivazione e la di ambiente, il talento e la creatività possono svilupparsi e, a
In termini di qualità di leadership, dagli allenatori e minimi per chiunque voglia gestire lo sviluppo di un spinta interne. loro volta, portare a dei miglioramenti.
giovanili ci si aspetta una serie di attributi minimi: giocatore o di una persona a questo livello.
• La guida di un allenatore si riflette sulle sue capacità di Capacità comunicative
• Competenza: conoscenze, capacità e Allenatori per alte prestazioni comunicazione, sullo stile partecipativo e sulle capacità Il livello di conoscenza dell’allenatore è meno importante
competenze (mettere in pratica la teoria) e organizzative. della sua capacità di trasmettere quella conoscenza in
convinzione. Quando si pensa alle alte prestazioni e alle modo utile per il giocatore in questione o per una serie di
competizioni, si immagina un mondo ben distante 3. Formazione di una squadra di élite circostanze interne o esterne.
• Conoscenza di se stessi: la capacità di auto- da quello degli allenatori giovanili. Ciò nonostante
valutare onestamente i propri punti di forza e di riteniamo che alla base di tutte le categorie ci sia • A questo punto, le motivazioni intrinseche ed estrinseche Guidare con l’esempio
debolezza al fine di rafforzare i primi e correggere esattamente la stessa cosa: l’allenamento. Quello possono essere portate a un livello superiore. I fattori Un allenatore non può dire una cosa e poi farne un’altra.
o nascondere i secondi. che cambia è il contesto o l’ambiente. A livello di esterni sono una costante minaccia all’equilibrio emotivo L’allenatore è sotto continuo esame da parte dei giocatori,
élite entra in gioco un insieme di diversi fattori che del giocatore ed è qui che entra in gioco la stabilità della dei dirigenti, della stampa, dei tifosi, ecc., e deve sempre
• Motivazione: è estremamente importante che possono ostacolare il raggiungimento dell’obiettivo, squadra. mostrarsi integro, agire equamente ed essere coerente nelle
gli allenatori affrontino ogni giorno e ogni seduta come l’importanza del risultato, la pressione, il tempo, sue azioni. Queste sono le qualità di un vero leader.
come se fosse la prima e mettano in tutte la stessa l’attenzione dedicata dai media, i soldi, gli agenti, gli • L’allenatore deve mostrare la sua guida nell’affrontare questi
energia e passione. L’entusiasmo è contagioso e i interessi dubbi, ecc. elementi.
bambini imitano l’allenatore, nel bene e nel male.
A livello di élite, il lavoro principale dell’allenatore è la
• Empatia: la capacità di mettersi nella posizione formazione della squadra. Questo include tre fasi:
degli altri e capirli, un attributo che rende la

26 27
UNITÀ TEORICHE / LEADERSHIP

2.4 PIANIFICAZIONE E 2.4.2 Obiettivi 2.4.4 Variabili

PROGRAMMAZIONE
I due principali obiettivi della pianificazione sono: La pianificazione prevede le seguenti variabili:

1. Consentire all’allenatore di anticipare situazioni 1. Calendari delle competizioni nazionali e


future e quindi di controllarle nel modo più internazionali, che diventano sempre più fitti ed

DELL’ALLENAMENTO
efficace possibile, avendo come fine di dare esigenti.
ordine e razionalità al proprio lavoro.
2. La composizione della squadra, in termini di
2. 2. Aiutare l’allenatore a modellare il futuro del omogeneità (qualità, esperienza, trascorsi nel
suo progetto. calcio o nel futsal, ecc.), numero di giocatori e
loro disponibilità per l’allenamento (presenza,
2.4.1 Ideazione altamente concentrati e specializzati di Bondarchuk ore di allenamento, dilettanti o semi-
non sono del tutto adeguati per il futsal. Se applicati professionisti). Un’altra variabile da tenere in
La pianificazione è la proposta teorica, costituita pedissequamente, durante la competizione si 2.4.3 Caratteristiche considerazione è la professionalizzazione del
da descrizione, organizzazione e progettazione potranno notare prestazioni scarse o cali di forma. futsal, più avanzata in alcuni paesi che in altri.
di ognuno degli eventi che si verificano durante Per affrontare la questione bisogna dunque creare La pianificazione dovrebbe essere unica, mirata,
l’allenamento, in una specifica fase della carriera una sorta di piano specifico per il futsal (F. Seirul·lo personalizzata e flessibile. 3. Le necessità logistiche della squadra (le risorse
di un atleta, e include meccanismi di controllo che Vargas, 1998). basilari necessarie per l’allenamento e gli
consentono di modificare tali eventi al fine di creare 1. Unica. Al fine di assicurare che i propri metodi spostamenti, ecc. non sono sempre disponibili).
un processo di allenamento sempre più adattato, Alla base della pianificazione ci sono due concetti e sistemi siano orientati verso un fine unico, con
affinché il destinatario possa ottenere i risultati fondamentali: l’obiettivo di creare un piano davvero coerente 4. La disponibilità di professionisti di ogni ambito
desiderati in una competizione (Francisco Seirul·lo). e uniforme, è fondamentale condividere la nel corso della stagione.
1. Programmazione. L’obiettivo della stessa visione e comprensione tra tutti i membri
Come afferma Francisco Seirul·lo, la pianificazione programmazione è fornire una struttura per della squadra tecnica (allenatori, preparatori 5. Impianti.
nello sport non si concentra solo sul raggiungimento i contenuti di allenamento sotto forma di un atletici, psicologi, medici) e ogni oltra persona
o sul mantenimento del picco della condizione fisica, piano strategico che consenta alla squadra di che fa parte della squadra a qualsiasi livello 6. Risorse finanziarie. Queste sono una variabile
ma sull’impatto che questa ha sull’atleta e sul suo raggiungere i suoi obiettivi. Questi contenuti organizzativo. fondamentale, in particolare nel contesto
costante miglioramento all’interno del gruppo. Se corrispondono solo all’allenamento e possono attuale, e hanno un impatto decisivo sulla
la pianificazione viene realizzata all’interno di questi pertanto essere indicati come „programma 2. Mirata. La pianificazione deve basarsi su una pianificazione.
precisi parametri, il raggiungimento della condizione di allenamento“. La programmazione deve totale comprensione dello sport del futsal, delle
migliore si tradurrà in prestazioni agonistiche includere tutti i contenuti di lavoro ordinati sue necessità fisiche e della sua dimensione
migliori. nel tempo e raggiungibili attraverso una tecnica, tattica, strategica e psicologica (le regole
periodizzazione dell’allenamento. del gioco, le caratteristiche del campo, il livello
2.4.5 Struttura e principi della
La pianificazione non dipende tanto di talento dei giocatori e i loro obiettivi sportivi, pianificazione
dall’atteggiamento soggettivo dell’allenatore quanto 2. Periodizzazione. Prevede la suddivisione del ecc.). Si può quindi dire, come proposto da J. C. La pianificazione deve includere i seguenti concetti:
piuttosto dalla considerazione della necessità per piano annuale in fasi di allenamento più brevi e Barbero (2002), che il futsal sia, a livello fisico, uno
l’atleta di raggiungere il picco della condizione gestibili Ciò migliora il modo in cui l’allenamento sport che ha: 1. Stabilire risultati principali e obiettivi generali.
fisica in linea con la sua percezione di competizione è organizzato e consente agli allenatori di gestire È importante definire una serie di obiettivi
(seduta dopo seduta, partita dopo partita). sistematicamente i programmi (T. Bompa, 2007). a. una dimensione temporale; connessi al risultato finale sperato.

Una differenza fondamentale tra la pianificazione La periodizzazione deve essere sempre adattata al b. una dimensione spaziale; 2. Stabilire risultati secondari e obiettivi specifici.
per sport individuali e quella per sport di squadra, tipo di sport e al calendario agonistico.
come il futsal, è il numero di gare a cui l’atleta c. una dimensione dinamica. 3. Creare un piano di azione finalizzato a
prende parte durante una stagione (10-30 il La suddivisione del piano annuale in cicli più specificare cosa fare e quali sono le risorse
primo contro circa 40-60 per il secondo). Gli sport piccoli rende più semplice il lavoro dell’allenatore, 3. Personalizzata. La pianificazione deve necessarie per raggiungere l’obiettivo.
di squadra comprendono più eventi agonistici garantendogli un maggiore controllo del carico di essere modellata sulle specifiche necessità del
per stagione distribuiti su un periodo di tempo lavoro dell’allenamento. giocatore e della squadra durante la gara. 4. Definire dei criteri di comparazione per attività
più ampio, motivo per cui i metodi classici di e obiettivi.
pianificazione, come il modello di periodizzazione 4. Flessibile. La pianificazione deve rispondere
di Matveyev, il ciclo di picco di Verkhoshansky, le alle situazioni fluide che si creano durante la 5. Visualizzare lo sviluppo del piano. Il personale
accentuazioni variate di contenuti e mezzi come stagione e adattarsi di conseguenza. tecnico deve avere una chiara immagine
descritte da Leibar e Neuhof e i carichi di lavoro di come il piano sarà attuato (stimolazione
mentale).

28 29
UNITÀ TEORICHE / LEADERSHIP

6. F. Mettere in atto il piano. Ciò comprende 5. Selezionare i sistemi biologici per coloro cui Vediamo ora i principali modelli di pianificazione: agonistico pieno, dimostrano una certa affinità
monitorare, gestire e sviluppare le risorse sono destinati questi carichi di lavoro, affinché e pertanto alcuni elementi di questo metodo
umane. sia possibile gestirne lo sviluppo. Modelli di pianificazione tradizionali possono essere applicati al futsal. L’allenamento
per blocchi di Verkhoshansky, che fornisce le
7. G. Valutare i risultati del piano. Ciò prevede i 6. Proporre il tipo di allenamento più adatto per Questi modelli rimangono validi, nonostante la basi per altri modelli contemporanei, prevede i
due seguenti elementi di comparazione: ognuno dei sistemi preselezionati, il periodo di loro relativa vecchiaia, e un considerevole numero seguenti fattori:
tempo nel quale saranno applicati e i relativi di allenatori continua ad adottarli. Tra questi
• Valutazione del raggiungimento degli risultati. ricordiamo: • L’intensità del lavoro deve essere
obiettivi previsti nel piano. Questi possono concentrata nel primo blocco (accumulo)
essere diretti (risultati sportivi) o indiretti 7. Stabilire meccanismi di controllo validi per la 1. Il modello Matveyev. Considerato come il al fine di creare le condizioni per successivi
(risultati che possono essere usati per gestione di tutti questi processi e per i loro padre dei programmi di allenamento per gli miglioramenti nel contenuto relativamente a
pianificare il lavoro e anticiparne i risultati, effetti sui vari sistemi dell’atleta. sport moderni, L. P. Matveyev ottiene a metà precisione tecnica e rapidità.
come i livelli di consumo di ossigeno durante degli anni ’50 grandi riconoscimenti per il suo
l’allenamento fisico). 8. Usare una tecnologia assistenziale per valutare modello di pianificazione annuale che espande • I carichi specifici devono essere intensificati
l’atleta durante la gara, così da permettere e aggiorna le conoscenze e le proposte di alcuni durante l’allenamento.
• Valutazione del raggiungimento degli l’analisi dell’impatto della competizione su teorici dell’allenamento sportivo precedenti, tra
obiettivi previsti dal programma. questo. cui Kotov, Gorinevsky, Grantyn, Ozolin e Letunov. • L’uso di carichi non specifici può dare luogo
Una delle principali caratteristiche di questo a cambiamenti fisiologici negativi.
8. L’applicazione di misure correttive finalizzate Il processo di allenamento deve essere revisionato in modello è la sua strutturazione su periodi di
a riportare il processo sui corretti binari se modo continuativo in modo da poter essere quanto allenamento definiti e differenziati: preparazione, • La concentrazione dei carichi di
necessario. più possibile plasmato sulle necessità specifiche del competizione e transizione. orientamento chiaro e specifico porta a
giocatore. cambiamenti ancora più profondi.
2. Approccio „a pendolo“ di Arosiev.
• I carichi sono organizzati sulla base di due
2.4.6 Funzioni della pianificazione 3. Modello dei carichi pesanti di Vorobiev. criteri: tempo e organizzazione.
2.4.7 Punti da considerare nella Insieme a Verkhoshansky, Vorobiev è
Sulla base dell’approccio di Seirul·lo, è possibile pianificazione per gli sport di considerato uno dei pionieri del modello a 2. Modello integrativo di Bondarchuk.
intraprendere le seguenti azioni: squadra: modelli di doppia periodizzazione. Specificamente ideato per lanciatori di peso,
pianificazione non per calciatori. Come nel caso precedente,
1. Stabilire obiettivi di allenamento. Calibrati 4. Modello dei carichi pesanti di Tschiene. il fattore temporale rende questo modello non
su ciascuna fase del piano personalizzato Le teorie tradizionali si basano su leggi biologiche e Il teorico tedesco Peter Tschiene ha ideato ideale per la preparazione delle squadre di
e corrispondenti a ogni fase specifica della allenamento sportivo, il che comporta il mantenimento questo modello di pianificazione come mezzo futsal.
carriera del giocatore, questi obiettivi possono della forma fisica condizionale su un periodo per sostenere alti livelli prestazionali nel corso
essere adattati a ogni individuo. relativamente breve e localizzato della stagione. Come dell’intero ciclo agonistico annuale. Questo 3. Il modello cibernetico - applicazione di
risultato, queste teorie si adattano meno agli sport di modello non adopera solo lo stesso nome del diagrammi di flusso logici.
2. Descrivere componenti dell’allenamento che squadra e più agli sport individuali, con competizioni modello precedente, ma prevede anch’esso
sono specifiche dello sport sulla base delle sue più localizzate nel tempo e che si svolgono in momenti carichi di allenamento di alto volume e intensità 4. Modello delle campane di Forteza de la Rosa.
caratteristiche che si ritiene siano più efficaci al determinati della stagione e con una competizione per tutto l’anno.
fine del raggiungimento degli obiettivi. principale che domina sulle altre. La strategia 5. Modello dei micro-cicli integrati di Navarro
attuale prevede di concentrare il lavoro in periodi Modelli di pianificazione contemporanei (1998). Questo modello concentra contenuti e
3. Organizzare in modo logico componenti e di tempo relativamente brevi, rendendo il processo opzioni di allenamento in un breve periodo di
contenuti dell’allenamento selezionati in linea di adattamento più intenso e caratterizzato da una I progressi fatti segnare dai modelli descritti al tempo.
con i principi e le linee guida descritti nelle modifica dell’equilibrio e della stabilità fisiologica paragrafo precedente hanno dato un contributo
teorie a sostegno espresse nella letteratura del giocatore che comporta un aumento dei livelli qualitativo all’emergere dei modelli contemporanei, 6. Modello ATR di Navarro (Issurin e Kaverin).
pertinente. prestazionali (J. M. García Manso, M. Navarro y J. A. nei quali sono preminenti sistemi su misura per sport Diversi studi mostrano che l’allenamento per il
Ruiz, 1996). Di conseguenza, al termine del lavoro specifici. Questo gruppo di modelli di pianificazione calcio e per il futsal basato su blocchi, o periodi
4. Definire la sequenza e la portata del carico concentrato di allenamento, vi è un importante comprende: di Accumulo, Trasmutazione e Realizzazione
di lavoro dell’allenamento sulla base della aumento dei parametri funzionali verso livelli più alti (ATR), produce un miglioramento delle
competizione e della sua importanza per il di quelli iniziali (I. V. Verkhoshansky, 1990). Questo 1. Modello dei blocchi di allenamento di prestazioni (J. L. Pastor Pradillo, 2007).
giocatore, che deve essere trasmessa attraverso approccio di allenamento è più adatto per sport quali Verkhoshansky. Questo metodo difficilmente
queste componenti in tutto il processo di il futsal. può essere applicato al futsal. L’uso di blocchi
allenamento. della durata di quattro o cinque mesi è una
chiara indicazione di incompatibilità temporale.
Ciò nonostante, altri aspetti, come un calendario

30 31
UNITÀ TEORICHE / LEADERSHIP

Basato sul concetto di „carichi concentrati“, questo L’idea generale del modello ATR si basa su due 7. Modello del picco di preparazione atletica lunedì e il venerdì, con un allenamento per l’agilità, che
modello mira innanzitutto a ottenere un significativo elementi chiave (Navarro): di Bompa. La possibilità di mantenere un alto preveda carichi molto leggeri, la domenica. Seirul·lo
aumento dei contenuti di allenamento specifici e livello di condizione fisica sportiva, se non (1987) afferma che l’inizio del seguente micro-ciclo
quindi a riunire i contenuti completati in un ciclo il cui • La concentrazione dei carichi di allenamento su massimo, per un lungo periodo di tempo è deve prevedere un carico minore per consentire un
contenuto confluisce nel successivo. In altre parole gli competenze o obiettivi di allenamento specifici. sicuramente molto allettante in una disciplina adeguato recupero. Le partite dovrebbero essere
attributi, o contenuti, sviluppati in un ciclo forniscono con lunghi periodi agonistici. Per tale motivo seguite da sedute di recupero svolte il lunedì o il
le basi per lo sviluppo dei cicli seguenti, con obiettivi • Lo sviluppo consecutivo di determinate questo modello viene ritenuto estremamente martedì, in base al giorno in cui il micro-ciclo inizia. Se
consequenziali. competenze e obiettivi all’interno di blocchi, o applicabile al futsal. queste sono fissate per il primo giorno della settimana,
meso-cicli, specializzati. l’enfasi dovrà essere sul recupero fisico piuttosto che su
Navarro afferma che, invece della consueta 8. Modello cognitivo di Seirul·lo. Questo quello psicologico. Se, però, scegliamo il lunedì come
programmazione per meso-cicli, il contenuto vada Navarro modifica il sistema dei carichi concentrati modello è quello più ampiamente giorno libero e prevediamo il martedì come giorno
organizzato sulla base del rapporto tra i vari obiettivi di Verkhoshansky e suddivide i macro-cicli in tre applicato nella preparazione delle squadre per gli esercizi di recupero, potremmo lasciare troppo
e competenze. Ovvero un allenatore deve assicurarsi meso-cicli, noti come ATR, le cui caratteristiche sono professionistiche di futsal che partecipano a spazio alle tossine affaticanti.
che un meso-ciclo di accumulazione con un carico di descritte nella tabella 1 di seguito. tornei di lunga durata. Si basa su tre livelli di
lavoro estensivo preceda il carico di lavoro intensivo e condizione fisica: In un micro-ciclo con due eventi agonistici la
specializzato del meso-ciclo di trasmutazione. Questo, concezione cambia. Il giorno dopo la competizione
a sua volta, fornisce le basi per esercizi competitivi 1. Livello di condizione fisica generale; si dovrebbe prevedere un livello di carico medio per
altamente specializzati e per allenamento concentrato avviare una reazione che potrà essere capitalizzata
sulla velocità durante lo svolgimento del meso-ciclo. 2. Livello di condizione fisica alto; nella prossima gara agonistica.

3. Picco della condizione fisica. Le caratteristiche del modello di Seirul·lo (1987) sono
le seguenti:
L’obiettivo della squadra è mantenere un livello di
condizione alto durante tutta la stagione e avere tra i • Prende in considerazione gli aspetti specifici del
ACCUMULO TRASMUTAZIONE REALIZZAZIONE sei e gli otto periodi di picco di condizione all’interno sistema agonistico degli sport di squadra.
di questo lasso di tempo. A tal fine, il carico deve
Definizione Migliora il potenziale motorio Trasforma il potenziale delle capacità Usa le capacità motorie durante
essere strutturato in micro-cicli che consentano di • Si prefigge di mantenere la condizione fisica dei
dell’atleta, che fornisce le basi per motorie e della tecnica in preparazione specifiche attività agonistiche.
raggiungere immediatamente obiettivi specifici. giocatori ad alti livelli durante tutta la stagione
il successivo sviluppo specifico. specifica. Sviluppa le competenze che il
giocatore necessita nel suo ruolo specifico.
Ottiene il miglior risultato possibile nel Per questo motivo tale struttura è nota come e assicura che essi abbiano tra i sei e gli otto
Si concentra sulle mancanze a tempo di preparazione disponibile. microstruttura, dove i micro-cicli sono interdipendenti. periodi di picco di condizione nei momenti più
livello individuale e di squadra. importanti della competizione.
Relativamente al micro-ciclo nel piano
Competenze o Forza generale (forza resistente, Forza specifica (forza resistente esplosiva ed Forza specifica agonistica.
contemporaneo proposto da Seirul·lo (1987) per • Tipi di micro-cicli: micro-cicli strutturanti pre-
componenti da forza massimale). elastica, forza resistente esplosiva).
sviluppare gli sport di squadra, vediamo come l’approccio alla campionato, micro-cicli strutturanti durante la
Velocità basilare (fattori: velocità - Velocità specifica. resistenza varia rispetto a quello proposto negli altri competizione e micro-cicli strutturanti a riposo.
Velocità specifica agonistica.
frequenza - intensità). metodi tradizionali.
Capacità di accelerazione attraverso una
Resistenza basilare (capacità serie successiva di elementi. • Il micro-ciclo durante la competizione si
aerobica). Resistenza specifica agonistica. Secondo G. Zeeb (1994): „Il micro-ciclo descrive suddivide in due parti: una fase iniziale
Velocità resistente.
la pianificazione e l’esecuzione delle sedute di di carico, che si svolge nei primi giorni
Dinamiche di carico Alto volume/intensità moderata. Massimo volume/intensità medio-alta. Basso volume/intensità alta-massima. allenamento per una settimana“. Ogni micro-ciclo, della settimana (dal giorno 2 al 4), nella
settimanale o altrimenti, è strutturato secondo quale avviene una momentanea perdita di
il principio della sovra-compensazione, che deve condizione, dovuta all’affaticamento per un
Opzioni usate Sviluppo da generale a specifico. Sviluppo da specifico a prestazionale. Prestazione.
coincidere con il giorno della gara (in genere sabato carico di lavoro concentrato, e una fase di
o domenica). Osserviamo, ad esempio, un micro-ciclo rigenerazione secondaria negli ultimi giorni
con gara prevista la domenica: della settimana (dal giorno 5 al 7), nella quale la
momentanea perdita di condizione fisica viene
In un micro-ciclo che prevede un evento agonistico, i sovracompensata.
giorni in cui si applicherà il carico massimo saranno il
mercoledì e la domenica, il giorno della gara. Il lavoro • Durante il precampionato, l’obiettivo è adattare
aerobico viene inteso come un supporto aggiuntivo i giocatori ai processi di carico aggressivi e
per queste sedute di allenamento intensive e a volte concentrati caratteristici della fase agonistica. In
è orientato alla prestazione (lavoro di potenziamento questa fase si svolgono carichi di lavoro pesanti
aerobico), mentre altre serve al recupero dopo carichi concentrati di tipo specifico, a cui segue una fase
intensivi (capacità aerobica). Questo tipo di capacità, di lavoro tecnico-tattica (nota come „volume
o di lavoro di potenziamento, si dovrebbe svolgere il tecnico-tattico“).

32 33
• Durante il pre-campionato, la programmazione saranno seguiti da un micro-ciclo di recupero Di seguito, presenteremo brevemente i Periodo della preparazione
è la stessa che durante il campionato, ma per eliminare l’affaticamento accumulato. periodi che costituiscono un macro-ciclo
pianificata in base ai giorni della settimana: al Nelle squadre di massima categoria, i micro- tipico: Questo periodo comprende due fasi:
fine di assicurare un alto livello di condizione cicli devono assicurare che i giocatori siano
nel giorno della gara il lunedì, il martedì e in buone condizioni il giorno della partita, 1. Periodo della preparazione. • Fase di preparazione generale. Questa fase è caratterizzata da un alto volume
il mercoledì si lavora sul volume specifico cosa non sempre facile da ottenere. Il fattore L’obiettivo principale di questa fase è il di lavoro a bassa intensità. L’allenamento aerobico riveste un ruolo predominante
concentrato, mentre il giovedì, il venerdì e il fondamentale qui è la corretta distribuzione miglioramento delle capacità funzionali nella maggior parte degli sport. Il volume di lavoro aumenterà gradualmente,
sabato sono dedicati alla fase di lavoro tecnico- del carico per garantire il riposo tra le partite. dell’atleta, affinché egli sia in grado di ma l’intensità non è molto alta. Possiamo addirittura staccare a un certo punto e
tattico nota come „volume tecnico-tattico“. In generale, i micro-cicli di questo periodo per sostenere i carichi di lavoro pesanti ad giocare uno sport diverso dal futsal, come il tennis o il paddle. Poiché il volume
Svolgere sedute di allenamento doppie o le squadre di massima categoria devono essere alto livello di intensità dell’ultima fase di di lavoro è grande, è necessario tener conto dei periodi di scarico. Spesso si parla
triple per un periodo di due settimane non adattati alle circostanze non prevedibili che si questo periodo e del successivo periodo della teoria del „muro“. In questa fase si deve procedere passo dopo passo, a
è benefico per i giocatori in quanto l’unico verificano durante la competizione. della competizione. Questa è la fase bassa intensità, al fine di costruire la condizione fisica di base. Più questa base
risultato sarà stancarli e questo si pagherà nelle in cui si acquisisce la condizione fisica: è solida, più facile sarà ottenere un livello di condizione più alto e duraturo.
prime cinque partite della stagione. Secondo 3. Micro-cicli durante il periodo di transizione. meno l’atleta è esperto, maggiore sarà Qualsiasi evento agonistico o sforzo ad alta intensità in questa fase può avere le
Seirul·lo, l’approccio corretto è di preparare Si introducono qui attività che non sono relative l’importanza di questo periodo e più stesse conseguenze che prendere a calci un muro.
solo ed esclusivamente per la prima partita e alla competizione, con carichi più leggeri al fine estesa la sua durata. Se però l’atleta
solo poi passare a lavorare per la seconda e così di consentire il recupero da parte dei giocatori. ha già esperienza, allora otterrà il • Fase di preparazione specifica. Si continua con il lavoro aerobico, mentre
via. Basare il pre-campionato su triple sedute di livello di condizione richiesto e sarà in gradualmente si affronta il tipo di resistenza specifica necessario per il futsal e si
allenamento, senza lavoro con la palla, per due Meso-cicli grado di allenarsi a livelli maggiori più mantiene il livello di sviluppo ottenuto acquisendo le capacità fisiche generali.
settimane non è raccomandabile. Anzi, fa più rapidamente. Durante questa fase, i carichi di lavoro continuano a crescere così come cresce
danni che altro. Un meso-ciclo può essere definito come una anche l’intensità degli esercizi, il che si riflette nell’aumento della velocità, del
serie di micro-cicli con un simile orientamento 2. Periodo della competizione. ritmo e dell’esplosività. L’allenamento aerobico coinvolge in parte sia componenti
dell’allenamento e obiettivi di preparazione L’obiettivo fondamentale di questo aerobici che anaerobici. Con l’approssimarsi della competizione, si riducono i
simultanei. I meso-cicli sono unità di allenamento periodo è il mantenimento del livello volumi mentre si aumenta l’intensità dell’allenamento.
2.4.8 I fattori coinvolti nella più che complete che assicurano, di regola, un di condizione fisica raggiunto durante
preparazione: situazioni risultato ai fini della preparazione. il periodo di preparazione e la sua
pratiche applicazione per il perseguimento
Periodo della competizione
La durata dei meso-cicli dipende da tre fattori degli obiettivi sportivi. Le competizioni
principali: devono essere considerate, in primo
Micro-cicli luogo, come verifica finale dei piani Il periodo della competizione comprende varie fasi:
1. Il tempo necessario a ottenere il miglioramento di allenamento e, in secondo luogo,
1. Micro-cicli precampionato. Normalmente, di determinate capacità. come mezzo per valutare i giocatori • Fase della competizione I: questa fase prevede la progettazione,
i giocatori hanno un periodo di cinque o sei in situazioni che non possono essere l’identificazione e la messa a punto di quanto fatto sinora in vista del
settimane nel quale acquisiscono le capacità 2. Il ritmo del miglioramento. ricreate in allenamento. È solo durante raggiungimento dell’obiettivo principale che ci si è prefissati. Come suggerisce
fisiche necessarie per raggiungere la massima le gare, in cui i giocatori affrontano il nome, il fine di questa fase è lavorare in condizioni quanto più simili possibile
prestazione. L’organizzazione del carico non è 3. Le condizioni esterne che influenzano squadre avversarie e vivono livelli alti di alla competizione.
condizionata da gare agonistiche, ragion per l’elaborazione del calendario di allenamento, tensione, che risposte inappropriate ed
cui si usa in genere la sovracompensazione quali la durata delle competizioni, la durata dei emozioni quali rabbia, frustrazione o • Fase preventiva: il recupero degli attributi fisici.
accumulata. Ogni squadra è soggetta a fattori ritiri, ecc. paura possono emergere.
condizionanti che determinano la strutturazione • Fase della competizione II: questa è la fase finale, nella quale si vedranno
del precampionato (requisiti o obiettivi, risultati Macro-cicli 3. Periodo di transizione. Il fine di i risultati di tutto il lavoro che è stato pianificato e sviluppato con l’atleta. Il
della stagione precedente, un nuovo allenatore, questa fase è concedere agli atleti giocatore, in questa fase, dovrà raggiungere la condizione fisica agonistica,
il calendario delle partite, le strutture disponibili, Un macro-ciclo è un’unità comprendente diversi sufficiente riposo a seguito dello caratterizzata da un allenamento più specifico e di intensità maggiore sebbene
ecc.). periodi che descrive cicli di allenamento della durata sforzo richiesto dall’allenamento di minor volume.
tra le cinque e le sei settimane, in un arco dai tre ai e dalla competizione durante
2. Micro-cicli durante la competizione. In questo quattro anni. Si compone di diverse fasi: l’anno, o il macro-ciclo, precedente, • Fase finale della competizione: in questa fase l’obiettivo è il mantenimento
periodo, tutti micro-cicli per gli sport di squadra garantendo il mantenimento di un dei livelli raggiunti in precedenza.
sono quelli per la competizione. Rimangono 1. Acquisizione: che corrisponde al periodo di livello di allenamento soddisfacente
però, alcuni punti specifici che necessitano di preparazione (generale e specifico). affinché possano cominciare in buone
ulteriori spiegazioni. Per le squadre impegnate condizioni il macro-ciclo successivo.
nel processo di apprendimento, per le quali 2. Stabilizzazione: che corrisponde al periodo Le riserve di adattamento vengono
i risultati dovrebbero essere considerati di della competizione (inizio, fase centrale e rinnovate in questo periodo.
importanza secondaria, i vari tipi di micro-ciclo conclusione).
devono essere gestiti al fine di raggiungere
un equilibrio. In genere, tre o quattro micro- 3. Perdita temporanea: che corrisponde al
cicli con un carico relativamente pesante periodo di transizione.

34 35
UNITÀ TEORICHE / LEADERSHIP

Esempio di macro-ciclo di accumulo, trasmutazione, realizzazione (ATR) per una squadra di futsal Contenuto fisico e tecnico-tattico completo specifico per il futsal

DATA MICRO-CICLO MESO-CICLO FASE DATA/FASE CONTENUTO FISICO CONTENUTO TECNICO-TATTICO


21-27 ago. Carico • Corsa continua lunga (140-160 bpm) MOLTO LAVORO DIFENSIVO
28 ago.-3 sett. Impatto • Corsa continua veloce (150-170 bpm) • A campo ridotto: introduzione alla difesa con cambi di
Introduzione Pre-competizione
4-10 sett. Carico marcatura su metà campo e al pressing 3 vs 3 (prima
• Fartlek a tempo (15 sec-1 min.)
linea e copertura, difesa su due linee).
11-17 sett. Recupero
• Circuiti (1 min. lavoro – 1 min. riposo)
18-24 sett. Impatto • Difesa in caso di superiorità numerica (2 vs 1 e 3 vs 2) +
• Allenamento per ripetizioni portiere.
25-30 sett. Competizione 21 agosto-17 settembre
• Intervalli (60%) • Rientro: posizionarsi dietro la palla e rientrare in modo
1-3 ott. Carico Sviluppo Inizio competizione Pre-competizione
compatto dietro la palla.
4-14 ott. Carico • Scatti da posizione eretta
• Difesa 4 vs 5 (diamante e 2-2).
15-21 ott. Attivazione • Esercizi di salto estensivi e intensivi
POCO LAVORO OFFENSIVO
22-28 ott. Recupero Controllo

29 ott.-5 nov Attivazione


• Calci piazzati: rimesse laterali.

6-12 nov. Competizione Accumulo • Giocare la palla sotto pressione, 3-1.


13-19 nov. Competizione • Corsa continua lunga variata + corsa continua DIFESA
20-26 nov. Adeguamento
veloce.
• Campo 40 x 20 m: pressing (2-1-1 e 1-2-1) a seconda
27-29 nov. Carico Trasmutazione 1 • Fartlek a tempo (5 sec-1 min.) e a distanza (10- del sistema di gioco adottato per giocare la palla sotto
150 metri). pressione.
30 nov.-2 dic Carico
Competizione I
3-9 dic. Competizione • Circuiti (1 min. lavoro - 1 min. recupero e 30 sec. • Difesa con cambi di marcatura sotto pressione su metà
Trasmutazione 2
lavoro - 30 sec recupero). campo: esempi del precampionato → quando e dove
10-17 dic. Adeguamento cambiare. Errori comuni.
• Allenamento con intervalli (50-80 metri).
18-23 dic. Carico 18 settembre-21 ottobre
• Allenamento con ripetizioni (3 min.) e corsa con
24-31 dic. Competizione Inizio competizione ritmo variabile (300-600 metri). ATTACCO
Realizzazione
1-3 gen. Competizione • Scatto da posizione eretta. • Contropiede come stile di gioco a “movimento
4-7 gen. Attivazione perpetuo”.
• Esercizi di salto estensivi e intensivi.
8-14 gen. Recupero Controllo • Attacco 3-1 con falso pivot.
Recupero attributi fisici • Corsa continua su circuito.
15-27 gen. Adeguamento Compensazione • Superiorità numerica 5 vs 4 sulle fasce.
• Lavoro sulla forza in palestra + applicazione sul
28 gen.-4 feb. Attivazione
Accumulo campo con palla. • Calci piazzati: rimesse laterali e calci d’angolo.
5-11 feb. Carico
12-18 feb. Competizione
• Forza delle gambe, ecc. DIFESA
19-25 feb. Carico
Trasmutazione • Circuiti (30 sec. lavoro - 30 sec. recupero con • Rifinire il pressing → dettagli.
26 feb.-1 mar. Impatto
elementi specifici).
2-8 mar. Competizione • Rifinire la difesa con cambi di marcatura sotto pressione
Competizione II • Allenamento con intervalli (max. 80 metri con su metà campo.
9-15 mar. Recupero
elementi specifici).
• Rifinire la difesa 4 vs 5.
16-22 mar. Attivazione Realizzazione 1
• Allenamento con serie ripetute (1-3 min.) e corsa a
23-29 mar. Adeguamento ritmo variabile (150-300 metri).
30 mar.-5 apr. Carico ATTACCO
• Velocità max.
6-12 apr. Impatto Realizzazione 2 22.10.-7.1.
• Attacco con pivot (sistema 3-1, mascheramento delle
• Velocità di reazione + 20 metri di corsa.
13-19 apr. Recupero Competizione I intenzioni).
20-26 apr. Adeguamento Controllo
• Esercizi di salto estensivi e intensivi.
• Attacco in linea 4-0.
27 apri.-3 mag. Competizione • Circuito di allenamento continuo con elementi
• Corsa senza palla davanti e dietro l’avversario, a seguito
specifici.
4-9 mag. Attivazione di difesa con cambi di marcatura.
10-16 mag. Competizione • Allenamento sulla forza, con carichi specifici per il
• Differenti schemi per giocare la palla sotto pressione
miglioramento di velocità e salto.
17-23 mag. Competizione Fine competizione (sistemi a rotazione 2-1-1, 4-0 ecc.)
Mantenimento attivazione • Lavoro sulla forza in palestra + applicazione sul
24-30 mag. Attivazione
campo con palla.
31 mag.-6 giu. Recupero
7-13 giu. Attivazione
14-20 giu. Recupero
Luglio Transizione

36 37
DATA/FASE CONTENUTO FISICO CONTENUTO TECNICO-TATTICO
• Corsa continua lunga e allenamento per circuiti
08-27 gennaio continuo con particolare attenzione alla forza
Recupero degli attributi fisici aerobica (specialmente capacità aerobica).

Stesso lavoro che per la prima parte della DIFESA


competizione, con alcune modifiche:
• Rifinitura e mantenimento dello stile difensivo.
• Forza delle gambe ecc.
• Soluzione di problemi che si verificano nella
• Circuiti (20 sec. lavoro - 40 sec. recupero con competizione.
elementi specifici).
• Allenamento con intervalli (max. 50 metri con
ATTACCO
elementi specifici per la posizione).
• Cambiamenti nei calci piazzati (eliminare gli schemi che
• Allenamento con ripetizioni (fin o a 1 min. e
non funzionano e introdurne di nuovi).
30 sec.).
28 gennaio - 19 aprile • 5 vs 4: nuovo sistema di attacco 2-1-2 con superiorità
Competizione II • Velocità max. (40 metri).
numerica a sorpresa nella zona di fascia.
• Velocità di reazione (10 metri di corsa).
• Esercizi di salto estensivi e intensivi.
• Allenamento a circuito continuo con elementi
specifici (20-30 sec).
• Allenamento sulla forza, con carichi specifici per il
miglioramento di velocità e salto.
• Lavoro di trasmutazione della forza in palestra +
sul campo con palla.

• Lavoro di resistenza generale con giochi applicabili • Prosecuzione del lavoro tecnico-tattico e
al futsal. perfezionamento prima dei play-off, in base agli
20 aprile - 20 giugno avversari.
• Esercizi di riscaldamento con scatti brevi.
Fase finale della competizione • Cambi di tattica per sorprendere gli avversari.
• Rafforzamento con carichi.

UNITÀ TEORICHE

3. METODOLOGIA E METODI
DI ALLENAMENTO
38
UNITÀ TEORICHE / METODOLOGIA E METODI DI ALLENAMENTO

3.1 PRINCIPI Comunicazione tra allenatore e giocatori Approccio moderno al gioco programmato o
metodi attivi

PEDAGOGICI
Il contatto o le relazioni che avvengono tra le Scoperta guidata/ricerca di soluzioni e risoluzione
diverse persone al fine di incoraggiare l’interazione di problemi. Le caratteristiche principali sono le
pedagogica e l’assimilazione di ciò che viene seguenti:
insegnato. Tale interazione può avvenire tra i
giocatori stessi o tra l’allenatore e i giocatori (a livello • La figura centrale è il giocatore, e non
individuale o di collettivo), sia in forma verbale che l’allenatore, e l’approccio è basato
visiva. sull’apprendimento attivo, con più obiettivi
aperti.
Metodi di insegnamento
La metodologia dell’allenamento per il futsal gruppo), agli obiettivi emozionali e sociali in • Allenamento semplificato, concentrato
comprende l’organizzazione delle conoscenze, dei relazione ai valori caratteriali dei giocatori, al Questo è l’atto dell’insegnare ed è definito dalla contemporaneamente su tecnica, tattica e
metodi e delle risorse disponibili per l’insegnamento loro comportamento e disciplina sociale. metodologia e dai mezzi tramite i quali si vogliono competenze sociali e motorie.
(le soluzioni) e l’apprendimento (l’obiettivo) di raggiungere gli obiettivi di apprendimento.
questo sport. • Obiettivi concettuali: sono basati sulla Ovviamente, la scelta dei metodi di insegnamento • Equilibrio tra apprendimento motorio e
conoscenza del gioco e della sua struttura, ossia delle tecniche subirà l’influenza della filosofia sviluppo cognitivo del bambino/giocatore che
Il nostro approccio si baserà su alcuni principi regole e regolamenti, contenuto del gioco, ecc. dell’allenatore, del suo modo di pensare e delle ne favorisce il miglioramento delle capacità
pedagogici, o concetti fondamentali, del processo di caratteristiche dei giocatori. percettive e decisionali.
insegnamento/apprendimento. Contenuto
In termini di metodologia, esistono due chiari • Esercizi che possono essere trasferiti in
L’argomento insegnato, il mezzo per raggiungere approcci: situazioni reali, mini partite ed esercizi sociali e
gli obiettivi. Il contenuto è definito all’interno di un motori.
3.1.1 Concetti fondamentali calendario, fornendo conoscenze specifiche come Metodi tradizionali o direttivi
del processo di insegnamento/ parte del processo di apprendimento dei giocatori. I Controllo diretto o istruzione/assegnazione • Contributo della creatività del giocatore e
apprendimento del futsal contenuti specifici più comuni per il futsal possono dell’attività/insegnamento reciproco/insegnamento processo di scoperta ed esplorazione.
essere classificati nei seguenti capitoli generali: personalizzato-programmato. Le caratteristiche
Di seguito riportiamo una breve descrizione dei capacità fisiche, tecniche (individuali e di gruppo) principali sono le seguenti: • Il tempo viene usato efficacemente, con
concetti o principi fondamentali: e tattiche (individuali e di gruppo), allenamento maggiore coinvolgimento motorio e cognitivo
psicologico, valori sportivi e caratteriali. • Esercizi eccessivamente specifici basati su ottenuto in tutti gli esercizi.
Gli obiettivi istruzioni dirette, con obiettivi chiaramente
Risorse definiti. • Rafforzamento motivazionale e positivo quale
Si tratta degli obiettivi o finalità da raggiungere come risultato della scoperta e della risoluzione di
risultato del processo di apprendimento. Questi La struttura, i materiali e la logistica disponibile per • Le attività sono ideate e monitorate problemi.
si riferiscono sia al comportamento (obiettivi di raggiungere gli obiettivi prefissati nel processo di dall’allenatore, con una partecipazione minima
realizzazione) sia ai risultati (obiettivi di risultato). Tali insegnamento/apprendimento. Esistono vari tipi di da parte dei giocatori. • Adeguata attenzione prestata fin dagli inizi agli
obiettivi devono essere integrati nella pianificazione e risorse: personali, materiali e finanziarie. effetti della competizione.
devono essere alla portata dei giocatori. Gli obiettivi • Un eccesso di situazioni specifiche senza
devono essere resi quanto più espliciti possibile. Attività e opzioni avversari o sedute con azioni offensive • Valutazione continua con particolare attenzione
e difensive condotte dall’allenatore che al processo di allenamento.
• Obiettivi motori: si tratta di tutti quegli Le attività vengono proposte come mezzo per restringono lo sviluppo cognitivo.
obiettivi relativi all’apprendimento delle sviluppare i contenuti. Si tratta di una serie di azioni Valutazione
competenze di base, sia a livello generale che volte al raggiungimento degli obiettivi attraverso la • La valutazione si basa sul risultato e viene data
specifico, e delle competenze coordinative e partecipazione attiva dei giocatori. Nel considerare poca attenzione al processo di apprendimento. Nell’allenamento per il futsal, la valutazione è un
condizionali. le soluzioni per l’allenamento del futsal a partire dai mezzo di analisi, misura e interpretazione degli
gruppi di giovane età, dobbiamo riferirci al gioco • Il trasferimento nel gioco reale di quanto aspetti del gioco e dei giocatori, che sono i soggetti
• Obiettivi cognitivi: si riferiscono alle come principale strumento adeguato per lo sviluppo appreso in allenamento è ridotto o difficile da discenti (principalmente obiettivi e contenuto),
competenze percettive e decisionali dei psicomotorio del bambino e per l’apprendimento realizzare. e, in senso più ampio, della pianificazione, della
giocatori, sia in termini di sviluppo del gioco sia delle competenze di base. Questo è seguito da forme calendarizzazione e del contesto delle sedute di
della loro capacità di apprendimento. generiche di gioco di squadra, forme specifiche di • Quantità insufficiente di tempo spesa per allenamento, dell’allenatore stesso e dei suoi metodi
gioco di squadra, giochi a campo ridotto, giochi l’impegno motorio e l’elaborazione cognitiva. di insegnamento e allenamento. Essa prende in
• Obiettivi di socializzazione: si riferiscono alle modificati e giochi agonistici (Sampedro considerazione inoltre tutti gli aspetti che hanno
competenze sociali e motorie (socializzazione Molinuevo J., 1999). un impatto diretto o indiretto sul processo di
attraverso il gioco, includendo il gioco di insegnamento/apprendimento nel futsal.

40 41
UNITÀ TEORICHE / METODOLOGIA E METODI DI ALLENAMENTO

3.2 LA SEDUTA DI
La valutazione è anche parte dell’allenamento e La gestione sportiva è altrettanto importante in
dell’insegnamento in quanto è un’attività basata sui quanto dirige il processo di apprendimento dei

ALLENAMENTO
processi e orientata al riscontro finale che consente ai giocatori e consente all’allenatore di iniziare a
giocatori di vedere i risultati del proprio allenamento su conoscerli sufficientemente bene per poter interagire
base continua, cosa che ne influenza la motivazione e con loro.
rende più semplice la correzione degli errori.

Nel processo di valutazione è possibile adoperare


i seguenti approcci e risorse: osservazione 3.1.2 Aspetti da tenere a mente
sistematica, ovvero l’approccio più realistico nel processo di insegnamento/
utilizzabile in quanto condotto durante la apprendimento
competizione o, continuativamente, durante Gli obiettivi che fissiamo possono essere raggiunti • L’organizzazione contribuisce a creare un buon
l’allenamento. Questa è supportata da analisi Il giocatore, la struttura del futsal e il metodo di solo con un’adeguata organizzazione. Senza di essa rapporto tra i giocatori e tra questi e l’allenatore.
statistiche e dall’uso di indicatori ed è detta anche insegnamento sono i 3 pilastri del processo di le sedute e la pianificazione saranno disordinate e si
metodo qualitativo. I test di valutazione, invece, insegnamento/apprendimento e sono interconnessi. perderà tempo utile nel processo di apprendimento, • L’organizzazione delle sedute di allenamento
prevedono esercizi pratici ideati specificamente per limitando il coinvolgimento attivo dei giocatori e e di un calendario di allenamento annuale
ottenere dati quanto più precisi e obiettivi possibile il loro impegno. L’organizzazione è un’importante contribuiscono a sviluppare gradualmente il
dai componenti di base del gioco che fanno parte del risorsa metodologica in ogni area e, in quanto processo di insegnamento/apprendimento.
contenuto insegnato. Questo tipo di valutazione è allenatori, dobbiamo dedicarle una particolare
anche nota come metodo quantitativo. attenzione. • L’organizzazione aiuta a evitare l’inattività
del giocatore e a massimizzare il tempo di
Sviluppo professionale e gestione sportiva apprendimento concentrando l’attenzione sul
processo cognitivo.
La formazione degli allenatori e lo sviluppo della loro 3.2.1 Principi fondamentali
carriera rappresentano solo un punto di partenza. • L’organizzazione consente inoltre di creare
In fin dei conti, non è possibile insegnare quello La seduta di allenamento dovrebbe essere condizioni sicure per lo svolgimento
che non si conosce. Gli allenatori devono ricevere il organizzata in modo da soddisfare tutti i seguenti dell’allenamento.
giusto tipo di formazione, sia in termini sportivi che Giocatore criteri:
di educazione. Devono padroneggiare i contenuti che (Caratteristiche e capacità) I fattori principali da tenere in considerazione nelle
dovranno insegnare ed essere in grado di insegnarli. • La seduta deve essere subordinata agli obiettivi sedute di allenamento sono i seguenti:
di apprendimento.
• Tempo: la durata della seduta.
• Le diverse fasi della seduta di allenamento
dovrebbero essere viste come mezzi per • Spazio: il luogo usato per la seduta, le
Apprendimento (livello iniziale) Insegnamento introdurre obiettivi e contenuti specifici caratteristiche dell’impianto di allenamento e le
Pratica del futsal (tempo) della particolare seduta e per formare in tal risorse disponibili.
Fasi dello sviluppo
Sviluppo delle capacità senso sia genericamente che, ove necessario,
Obiettivi e contenuti specificamente. • Gruppo: le caratteristiche del gruppo e il livello
coordinative e condizionali Gestione della squadra iniziale dei singoli.
Trasferimento in situazioni
di gioco giocato Come allenare? Criteri metodologici • Il modo in cui una seduta di allenamento è
Valutazione organizzata deve incoraggiare il più alto livello • Attrezzatura: quale attrezzatura usare e come
Pratica sportiva
di partecipazione e coinvolgimento. usarla adeguatamente.
Competizione
Cosa allenare? • La seduta deve promuovere • Allenatore: ottenere il massimo dalle risorse
l’individualizzazione. metodologiche disponibili.

• La seduta deve creare un ambiente


favorevole per l’allenamento e il processo di
Struttura Allenatore apprendimento. 3.2.2 Caratteristiche generali della
del futsal (Metodi e tecniche seduta di allenamento
Sviluppo dell'insegnamento/allenamento di allenamento)
Le funzioni dell’organizzazione sono di ottimizzare,
Conoscenza del gioco aumentare e migliorare. Una seduta rappresenta l’unità basilare
Sviluppo professionale dell’allenamento, il collegamento tra la
Pianificazione, programmazione pianificazione dell’allenatore e l’applicazione pratica

42 43
UNITÀ TEORICHE / METODOLOGIA E METODI DI ALLENAMENTO

e specifica del suo insegnamento nell’attività del • I parametri di valutazione e controllo devono essere stabiliti anticipatamente 2. Parte centrale/fase dello sviluppo i giocatori mantengano alti livelli di intensità e
giocatore. Il lavoro svolto in ogni seduta deve e comunicati ai giocatori. siano freschi da un punto di vista fisico. Maggiore è
consentire ai giocatori di raggiungere gli obiettivi Nella parte centrale della seduta si realizza un lavoro l’intensità degli esercizi, maggiore sarà l’importanza
stabiliti per ogni livello, sulla base dei contenuti più specifico sul contenuto, in linea con il principio di un adeguato recupero da parte dei giocatori.
programmati. menzionato in precedenza dell’aumento progressivo
3.2.3 Struttura della seduta della difficoltà. Questo è il contenuto che è stato La parte principale della seduta è anche il
Una seduta tipo, dovrebbe presentare le seguenti pianificato per il raggiungimento degli obiettivi, momento in cui viene sviluppata la maggior parte
caratteristiche: Le sedute di allenamento devono essere strutturate sulla base di difficoltà secondo il programma elaborato. dei concetti base dell’apprendimento. Come
e intensità progressive, con aumento graduale dei livelli di sforzo fisico e risultato, l’allenatore deve porre particolare enfasi
• La seduta di allenamento deve avere una attenzione. La seduta di allenamento può essere suddivisa in tre sezioni In questa fase della seduta, i livelli di intensità sono nel correggere e mostrare le criticità, applicando
durata specifica ed essere strutturata in base fondamentali: al punto più alto e si avvicinano, in alcuni momenti, rigorosamente le tecniche di insegnamento e le
alla fase di allenamento per la quale è stata al livello massimo o di competizione. Ci si deve risorse metodologiche selezionate per il processo di
programmata. 1. Prima parte/fase di riscaldamento inoltre assicurare che i giocatori mantengano i livelli apprendimento del giocatore.
di attenzione e concentrazione necessari. In questa
• La seduta di allenamento è il collegamento Innanzitutto è importante organizzare tutto il materiale e le risorse fase, i tempi di recupero sono fondamentali affinché
tra quanto pianificato e quanto attuato. Nel metodologiche disponibili e iniziare informando i giocatori degli obiettivi che
programmare la seduta è necessario, pertanto, si desidera di raggiungere nella seduta, dei contenuti e, in generale, degli altri
mettere in atto gli approcci di insegnamento aspetti (pedagogico, correttivo, valutativo, assegnazione dei ruoli, ecc.).
già adottati precedentemente, pur rimanendo Punti fondamentali
sufficientemente flessibili verso varianti o All’inizio della seduta, il livello di intensità dovrebbe essere tra il basso e
modifiche che i giocatori possano necessitare il moderato. Questo consente di facilitare la partecipazione graduale dei • La durata dipende dai gruppi di età: 35-40 minuti per le fasce d’età 8-9, 10-11, 12-13, 14-15 anni e
durante il processo di apprendimento. giocatori all’allenamento al fine di evitare di stancarli e di perdere il loro livello circa 60 minuti per giocatori più grandi e adulti.
di energia, cosa che renderebbe impossibile lo svolgimento della parte centrale
• Si devono stabilire obiettivi molto specifici, ma della seduta in condizioni ottimali. Questa prima parte consente inoltre di • Attività mirate su obiettivi e contenuti. Queste vengono presentate all’inizio e vengono poi
anche rafforzare i fondamentali che sono stati indirizzare l’attenzione dei calciatori sui contenuti su cui si lavorerà, aiutandoli a dimostrate nella parte centrale, con spiegazioni tecnico-tattiche più specifiche.
presentati ai giocatori, consapevoli del fatto che concentrarsi ed esponendoli gradualmente alla dinamica dell’allenamento.
questi hanno bisogno della pratica per essere • Esse devono essere specifiche e modellate sul programma di allenamento.
assimilati. Gli esercizi fisici generali, che lavorano sui principali gruppi muscolari, vengono
svolti abitualmente all’inizio della seduta e mirano ad aumentare la temperatura • Principio di aumento progressivo della difficoltà in termini di insegnamento e apprendimento dei
• La seduta e gli esercizi svolti durante corporea e a riscaldare i giocatori, sia fisicamente che mentalmente. contenuti.
l’allenamento contengono una fonte illimitata
di informazioni che portano a molte conclusioni • Durante le sedute è importante dare indicazioni sull’idratazione, sul recupero e sull’igiene personale.
e valutazioni. Questo, a sua volta, consente di
migliorare le attività e sviluppare il loro impatto Punti fondamentali • Assicurarsi che i giocatori rimangano sufficientemente concentrati e motivati per il raggiungimento
sull’apprendimento. degli obiettivi.
• Informazioni iniziali. Presentare gli obiettivi e i contenuti della seduta.
• Il contenuto e gli obiettivi devono essere • Adattare la seduta alle circostanze e alle risorse disponibili. • Assicurare una varietà di esercizi all’interno della seduta di allenamento e rispetto alle altre.
spiegati prima dell’inizio di ogni seduta. Incoraggiare l’apprendimento e offrire ai giocatori più soluzioni.
• Preparare i giocatori all’attività principale; presentare le situazioni di
• Insieme agli esercizi che andranno a formare la gioco. • Trasferire i contenuti su cui si è lavorato nel gioco reale e cercare di concludere le sedute con una
seduta, si devono specificare anticipatamente • La durata della seduta dipende dalla fase di allenamento che i vera partita.
tutta una serie di aspetti altrettanto importanti. giocatori hanno raggiunto.
Questi includono la durata delle attività,
l’intensità richiesta, le pause e i periodi di riposo • Parte generale (attività cardio-respiratoria).
e il posizionamento dell’attrezzatura. • Parte specifica (introduzione ai contenuti).

• Durante la seduta, l’allenatore deve controllare • Variare le attrezzature e le circostanze in base ai contenuti.
che gli esercizi vengano svolti con un ritmo di • La prima fase non deve essere stancante: attività fisica bassa o
progresso tale da assicurare che i contenuti moderata.
degli esercizi siano gradualmente assimilati (dai
più semplici ai più complessi). Allo stesso modo, • Creare un ambiente di lavoro adatto che incoraggi i giocatori a
l’allenatore deve essere in grado di trasferire mantenere costante l’attenzione e a impegnarsi.
i contenuti nel gioco reale, in particolare al
termine della seduta.

44 45
UNITÀ TEORICHE / METODOLOGIA E METODI DI ALLENAMENTO

3.3 IDEAZIONE DEGLI


3. Parte finale/fase di defaticamento 3.2.4 Gestione efficace del tempo e
organizzazione
La parte finale della seduta comprende esercizi

ESERCIZI
disegnati per favorire sia il recupero del battito Il tempo di allenamento può variare molto da
cardiaco, sia il recupero funzionale. Questa parte una squadra all’altra. Ciò può essere dovuto
include generalmente esercizi di stretching, flessibilità a una serie di fattori. In quanto allenatori, è
ed elasticità. I livelli di intensità devono essere ridotti doveroso dare priorità al fattore tempo in modo da
a bassi e molto bassi attraverso il completamento poterne fare l’uso migliore. L’attenta allocazione
dell’attività fisica. e l’organizzazione del tempo sono fondamentali
quanto l’adozione di una metodologia che ne
Come per la fase di riscaldamento, gli esercizi svolti consenta un uso ottimale in termini di qualità
nella parte finale della seduta devono essere coerenti dell’apprendimento. 3.3.1 Fattori di esecuzione modo di allenare. Osserveremo adesso come possiamo applicare il modello cognitivo
con gli obiettivi globali e con i contenuti della seduta, alla creazione di esercizi e attività.
sebbene questi spesso non prevedano la palla, che Strategie per l’ottimizzazione del tempo Al momento della selezione delle attività da includere
invece deve essere sempre usata negli esercizi di disponibile: negli esercizi e nelle esercitazioni della seduta di La metodologia del modello di allenamento cognitivo è basata sui metodi
riscaldamento. allenamento, si dovrebbero tenere in conto i seguenti di insegnamento attivi (scoperta guidata e soluzione di problemi) ed
• Incoraggiare la puntualità e l’impegno per fattori di esecuzione (o fattori organizzativi): è specificamente sostenuta da situazioni derivanti dall’insegnamento
Infine, si sottolinea l’importanza di questa parte assicurare che il tempo perso nel tragitto verso individualizzato/programmato (metodo direttivo) da usare principalmente per i
finale sia al termine della seduta stessa che come l’impianto di allenamento e il tempo passato • Tipo di esercizi: prevalentemente fisici, tecnici, principianti e come mezzo correttivo.
base per la preparazione delle sedute successive. nello spogliatoio non vadano a detrimento del tattici, integrati, cognitivi, situazioni di gioco
Oltre ad essere un’opportunità per la valutazione e la tempo utile per l’allenamento. reale, semplificati, modificati, condizionali, ecc. Il nostro obiettivo nel proporre queste particolari tecniche di allenamento è far
stima dei risultati, essa fornisce inoltre un’occasione sì che le sedute di allenamento pongano una specifica enfasi sui processi
per raccogliere i punti di vista degli stessi giocatori • Preparare adeguatamente la seduta e i suoi • Contenuti e istruzioni dell’allenatore. percettivi, cognitivi e decisionali del giocatore, senza tralasciare l’esecuzione,
e capire la loro soddisfazione per il lavoro svolto contenuti. Questo vi risparmierà tempo nella e consentendogli allo stesso tempo di essere creativo. In breve, l’obiettivo per
e l’interesse per la seduta conclusa. Per di più, un spiegazione degli esercizi. • Attrezzatura e risorse necessarie. l’uso di queste tecniche è di adattare la metodologia alla logica interna del gioco
adeguato defaticamento può anche aiutare i calciatori del futsal, mirando a un gioco efficace. Non possiamo trattare l’esecuzione
a recuperare fisicamente in tempo per la seduta di • L’adozione di un approccio organizzato e • Intensità dell’esercizio e volume del carico di di componenti funzionali e i fondamenti del gioco separatamente dai fattori
allenamento successiva. disciplinato consente una comunicazione più lavoro. percettivi e decisionali che ricoprono un ruolo così importante nel nostro sport.
veloce e diretta tra allenatori e giocatori.
• Tempo dell’impegno motorio durante
• Migliorare le procedure per la collocazione e il l’esercizio. Percezione Decisione Esecuzione efficace
Punti fondamentali riordino delle attrezzature al fine di aumentare il
tempo effettivo della seduta. • Tempo di recupero, sia durante l’esercitazione
• Il defaticamento dovrebbe durare tra i 10 stessa sia tra un esercizio e l’altro.
e i 15 minuti. • Integrare gli esercizi nel riscaldamento come
strumento per introdurre i contenuti della parte • Numero di giocatori partecipanti all’esercizio. Per ricapitolare, baseremo il nostro insegnamento su un modello metodologico
• Si dovrebbe consentire al battito cardiaco centrale della seduta. fondato sulla capacità decisionale, in quanto questa ci aiuterà a formare
di tornare gradualmente al suo ritmo • Spazio di gioco o di azione. giocatori con grande potenziale in termini di abilità tattica e comprensione del
normale a riposo. • Evitare esercizi in cui i giocatori devono gioco, che sono fattori decisivi per la loro competenza nel prendere decisioni
attendere il proprio turno o quelli che possano • Valutazione della prestazione o dei risultati. efficaci e corrette il più rapidamente possibile e trovare soluzioni durante una
• Questo è anche il momento ideale in cui avere affetti negativi sul loro impegno motorio. partita reale.
i giocatori possono elaborare i rinforzi • Livello di competenza o opposizione negli
positivi o negativi ricevuti durante la • Un allenamento integrato comprensivo esercizi: senza opposizione, opposizione passiva,
seduta. consente di rivedere i contenuti appresi nelle opposizione attiva, opposizione condizionale, ecc. Capacità cognitiva Giocatore intelligente
sedute precedenti in modo continuo.
• Esso fornisce un’occasione all’allenatore
e ai giocatori di analizzare, valutare e
giudicare a livello individuale. 3.3.2 Il modello cognitivo
Questo modello di allenamento si basa su quanto segue:
In altri paragrafi di questo manuale abbiamo
presentato la necessità di allenare in base al gioco • Scomporre gli elementi tattici, ammesso che questi possano essere trasferiti al
reale, in altre parole, di osservare il gioco e i processi gioco reale, concentrando l’attenzione sui contenuti selezionati.
delle azioni di gioco per poter individuare il miglior

46 47
giocatore e ne entra un altro, alternando le squadre.

MODIFICA DEI PERIODI DI GIOCO: mini partite / Mini partite con periodi specifici in cui una squadra è in superiorità o inferiorità numerica.
TEMPO PENALITÀ O RICOMPENSE PER I TEMPI DI AZIONE: tiro in porta entro un certo periodo di tempo o perdita del possesso palla / Nessun
limite di tocchi dopo i 20 secondi di possesso, prima di ciò sono consentiti solo 2 tocchi / Se si supera la linea di metà campo, un gioca-
tore avversario non potrà difendere in quella metà.

UNITÀ TEORICHE / METODOLOGIA E METODI DI ALLENAMENTO


GIOCO SIMULATO: situazioni di gioco reale con limiti di tempo per tirare, simulando le azioni di gioco o di risultati.

NUMERO DI PORTE: gioco a 4 porte (2 per squadra) / Giochi con numero di porte variabile, con l'ultima porta in cui si è segnato che
viene rimossa / Gioco in cui ci sono più porte che portieri / Una sola porta per le due squadre che si alternano in attacco e difesa.

• Modificare le variabili di allenamento al • Allenamento generale basato sul modello DIMENSIONE DELLE PORTE: porte più grandi di quelle regolamentari / Porte piccole senza portieri / Porte di dimensioni normali e porte
piccole sulle linee laterali.
momento dell’ideazione degli esercizi: spazio, cognitivo. Dal generale allo specifico.
tempo, numero di giocatori, modifica dei ruoli, POSIZIONE DELLE PORTE E TIRO: le squadre possono attaccare qualsiasi delle porte dopo aver raggiunto uno specifico obiettivo o
determinazione dei fattori del gioco, ecc. • Lavoro basato su componenti tattiche, con PORTE condizione: superare la linea di centro campo o dopo aver realizzato 5 passaggi entro 5 secondi dalla riconquista del possesso, ecc. / le
sviluppo della tattica individuale, di gruppo e di porte sono sulla linea di fondo del campo da pallacanestro e orientate in senso opposto / Porte sulle linea di fondo del campo da
pallacanestro e senza reti, consentendo di segnare da entrambi i lati / Diverse porte collocate asimmetricamente nel campo / Due porte
• Affinare il processo di apprendimento squadra. posizionate correttamente. Dopo aver segnato un gol, le squadre possono invertire la direzione e attaccare nell'altra porta.
modificando le situazioni di gioco.
• Analisi delle situazioni di gioco insieme ai GIOCO SENZA PORTE: i gol o i punti possono essere segnati in vari modi: raggiungendo la linea di fondo in possesso della palla,
entrando nell'area in possesso della palla, entrando e uscendo dal cerchio di centrocampo in possesso della palla, ecc.
• Identificare gli esercizi nei quali i giocatori giocatori.
prendono continuamente decisioni e includere
situazioni agonistiche.
MODIFICHE NEL CALCOLO DEL PUNTEGGIO: i gol segnati con il piede debole valgono il doppio / I gol segnati di prima valgono il

• Predominanza di metodi attivi come tecniche di 3.3.3 Variabili nell’ideazione degli doppio / La squadra che subisce il gol perde un giocatore (per un periodo di tempo determinato) / I gol segnati su calcio piazzato valgono
il doppio / Rigore o tiro dai 10 metri aggiuntivo dopo aver segnato un gol / I gol segnati sul secondo palo valgono il doppio.
insegnamento. esercizi
REGOLE SPECIALI PER PREMIARE O PENALIZZARE GIOCATE: introduzione della regola dei "retropassaggi nella metà difensiva" / Tiro
in una qualsiasi delle porte dopo uno specifico numero di passaggi o dopo una specifica quantità di tempo / Modifiche alla regole sulle
• Principio della difficoltà progressiva: quando Nell’ideazione degli esercizi si hanno a disposizione sostituzioni (i giocatori possono entrare e uscire dal campo in qualsiasi punto, il giocatore può entrare in campo 5 secondi prima,
i giocatori dimostrano di padroneggiare un molti strumenti o variabili che possono essere usati REGOLAMENTI allargare la zona di sostituzione per effettuare cambi più rapidi al fine di cogliere alla sprovvista gli avversari e creare un vantaggio
esercizio, passare a un altro più difficile. per condizionare il gioco o il processo decisionale numerico in attacco, conosciuto in spagnolo come "la gitana", ecc.) / La squadra che tira in porta riceve un calcio d'angolo a favore / Il
del giocatore al fine di adattare l’esercizio quanto gioco riparte sempre dalla linea di fondo / Numero obbligatorio di passaggi prima del tiro o numero di passaggi limitato prima del tiro /
Limitare il numero di tocchi individuali consentiti prima del tiro: solo uno o due tocchi consentiti prima di tirare.
• Creare situazioni con un livello di difficoltà più alto più possibile al contenuto su cui vogliamo lavorare e
di quello riscontrabile nel gioco reale. all’obiettivo dell’attività di allenamento. CONDIZIONAMENTO DELL'ARBITRAGGIO O DELLE REGOLE DEL GIOCO: una squadra inizia con 5 falli / L'arbitro non fischia ogni
punizione, consentendo al gioco di continuare.
• Allenamento basato sul gioco reale, con esercizi
che consentano ai giocatori di trovare soluzioni.
PALLONI DIVERSI: uso di palloni di dimensioni e materiali diversi o che abbiano un differente rimbalzo: palline da tennis, palla a rimbalzo
irregolare, palloni da rugby, palloni da calcio, ecc. / Gioco con più palle (ad es. due) / Gioco con due palloni per tirare e uno per mante-
nere il possesso (solo la squadra in possesso di quest'ultimo può tirare uno degli altri due) / Gioco con tre palloni (uno in gioco, mentre gli
altri due devono essere tenuti in mano da un giocatore per squadra che non può partecipare al gioco) / Gesti tecnici con diversi tipi di
TERRENI DI GIOCO DI DIMENSIONI DIVERSE: 40 x 20 m: campo da futsal / 28 x 20 m: lunghezza del campo da basket, larghezza del pallone (di difficoltà crescente) / Giocoleria con il pallone, palline da tennis (portieri).
campo da futsal / 28 x 15 m: campo da basket / 20 x 20 m: metà campo da futsal / 18 x 9 m: campo da pallavolo / Aree ridotte di
dimensioni variabili: 5 x 5 m, 6 x 6 m, 10 x 10 m, ecc. / Esercizi di passaggi circolari, esercizi per il possesso. NUMERO DI TOCCHI O PASSAGGI: gioco a due tocchi, senza limiti di tocchi, di prima, ecc. / Un tocco e mezzo: uno o due tocchi
VARIANTI (ricevendo palla da un giocatore che ha effettuato due tocchi, il ricevente può giocare solo di prima, mentre se riceve dopo un tocco,
AREE DI GIOCO AD ACCESSO LIMITATO: accesso non consentito / Vi possono accedere solo i jolly / Numero limitato di attaccanti o piuò farne due) / Le squadre possono avanzare oltre la linea di metà campo solo con un passaggio rasoterra / Numero specifico di tocchi
TECNICHE o passaggi prima del tiro.
difensori in alcune aree di gioco / Tempo limitato all'interno di alcune aree / Tiri in porta possibili solo da alcune aree.

CONDIZIONI SU NUMERO DI TOCCHI E CONTROLLO: limitazione del numero di tocchi individuali, consentendone uno in più per il tiro
SPAZIO AREE DI GIOCO CON REGOLE SPECIFICHE: numero di tocchi libero nella metà campo offensiva, solo due tocchi in quella difensiva / I
/ Solo due tocchi consentiti, non uno / Due tocchi consentiti se si usano entrambi i piedi / Non si può far rimbalzare la palla dopo un
giocatori che ricevono la palla in area devono tirare / Numero di passaggi minimo prima di poter superare la linea di metà campo / Aree
specifiche in cui si può giocare solo di prima / Metà campo destra, tiro di destro; metà campo sinistra, tiro di sinistro. passaggio aereo / Dopo un passaggio aereo la palla deve rimbalzare.

GIOCHI CON INVASIONE CONDIZIONATA DEGLI SPAZI: numero di giocatori specifico in ogni area di gioco / Creare superiorità CONDIZIONI SUI PUNTI DI CONTATTO: ricompense per il controllo della palla con la pianta del piede / Specificare la parte del piede con
numerica in aree di gioco specifiche: il giocatore che passa la palla può invadere lo spazio, qualsiasi giocatore può invadere lo spazio / cui controllare la palla / Specificare la parte del piede per il tiro (ossia punta, collo, interno, ecc.).
Invasione dell'area da parte del pivot dopo aver passato la palla / Invasione dell'area di attacco solo con dribbling.

VARIAZIONE DEL NUMERO DI GIOCATORI: parità, superiorità o inferiorità numerica in determinate aree o per determinati periodi di
tempo / Inclusione o esclusione dal gioco di alcuni giocatori o ruoli / Molti giocatori in uno spazio piccolo / Pochi giocatori in uno spazio
LIMITAZIONE DEI TEMPI DI AZIONE: mantenimento del possesso per un certo periodo di tempo / Principi del gioco basati su periodi di
grande / Allenamento delle risorse tecnico-tattiche di gruppo / Il giocatore che perde la palla deve correre fino alla porta avversaria e
tempo: tenere palla per 10 secondi, entrare nella metà campo avversaria entro 5 secondi, tiro in porta entro 10 secondi / Creazione
toccare un palo o essere sostituito da un altro giocatore sulla linea di fondo opposta.
temporanea di periodi di superiorità o inferiorità numerica / Modifiche temporanee volte a disequilibrare: ogni 20 secondi esce un
giocatore e ne entra un altro, alternando le squadre.
RUOLI SPECIFICI E CONDIZIONI PER IL CAMBIO DI RUOLO: uso di jolly in attacco: senza limitazioni, numero di tocchi limitato, può
solo tirare, può solo passare, ecc. / Uso di jolly in difesa: in esercizi di possesso palla, in situazioni di gioco reale all'interno di aree definite
MODIFICA DEI PERIODI DI GIOCO: mini partite / Mini partite con periodi specifici in cui una squadra è in superiorità o inferiorità numerica.
(ad es. jolly difensivo nel cerchio di centrocampo) / Imporre condizioni per le attività difensive: attive, semiattive, passive, limitazione nella
TEMPO VARIANTI corsa dei giocatori o posizione di partenza / I portieri non possono uscire dall'area.
PENALITÀ O RICOMPENSE PER I TEMPI DI AZIONE: tiro in porta entro un certo periodo di tempo o perdita del possesso palla / Nessun
limite di tocchi dopo i 20 secondi di possesso, prima di ciò sono consentiti solo 2 tocchi / Se si supera la linea di metà campo, un gioca- TATTICHE
CONDIZIONAMENTO DELLE TATTICHE INDIVIDUALI O DI SQUADRA: imporre tipo di marcatura o sistema difensivo / I gol possono
tore avversario non potrà difendere in quella metà.
essere segnati solo dopo uno scambio con il pivot. I gol possono solo essere segnati dopo un uno-due, una sponda o una diagonale / I
gol possono essere segnati solo dall'interno dell'area / I gol possono essere segnati solo da fuori area / Tutti i giocatori devono toccare la
GIOCO SIMULATO: situazioni di gioco reale con limiti di tempo per tirare, simulando le azioni di gioco o di risultati. palla prima che sia possibile tirare in porta / Fintare sempre prima di ricevere la palla.

CONDIZIONI O RESTRIZIONI SUL PROCESSO DECISIONALE: ad es., riduzione delle opzioni di passaggio: non si può passare al
giocatore da cui si è ricevuta la palla / Ogni squadra comprende giocatori con pettorine di colori diversi (non si può passare a compagni
con la pettorina dello stesso colore).

NUMERO DI PORTE: gioco a 4 porte (2 per squadra) / Giochi con numero di porte variabile, con l'ultima porta in cui si è segnato che
viene rimossa / Gioco in cui ci sono più porte che portieri / Una sola porta per le due squadre che si alternano in attacco e difesa.

DIMENSIONE DELLE PORTE: porte più grandi di quelle regolamentari / Porte piccole senza portieri / Porte di dimensioni normali e porte
48 piccole sulle linee laterali.
49
POSIZIONE DELLE PORTE E TIRO: le squadre possono attaccare qualsiasi delle porte dopo aver raggiunto uno specifico obiettivo o
PORTE condizione: superare la linea di centro campo o dopo aver realizzato 5 passaggi entro 5 secondi dalla riconquista del possesso, ecc. / le
UNITÀ TEORICHE / METODOLOGIA E METODI DI ALLENAMENTO

3.4 STILI DI apprendimento specifico possa essere allineato alle • A volte, durante il lavoro di gruppo, risulta
sue competenze iniziali, al ritmo di allenamento, agli difficile fornire agli individui il livello di attenzione

ALLENAMENTO
obiettivi, ai programmi individuali, ai carichi di lavoro richiesto. Pertanto condurre attività specifiche
più adatti alla sua condizione fisica, ecc. La ragione in momenti determinati può aiutare i singoli
per cui usare questo metodo è quella di fornire un a progredire in alcuni aspetti del processo di
diverso approccio di insegnamento come mezzo di apprendimento.
promozione dell’apprendimento invece di separare
i giocatori. È necessario fare una chiara distinzione • L’allenatore crea programmi di apprendimento e
tra l’insegnamento individualizzato e l’insegnamento obiettivi individualizzati preparando schede del
personalizzato, dove l’allenatore si dedica a un solo carico di lavoro per ogni giocatore.
Per ottenere risultati nell’allenamento dei giocatori L’allenatore esprime giudizi basati sulla capacità giocatore.
in uno sport di squadra come il futsal, che come decisionale, sulla capacità di selezionare gli incarichi • I giocatori sono i primi responsabili dell’esecuzione
detto include percezione e capacità decisionale, e sulla percettività del giocatore. I calciatori Questo tipo di metodo si applica a gruppi eterogenei di ogni esercizio individualizzato.
vi sono numerosi metodi di insegnamento, sia sono maggiormente coinvolti rispetto a quando nelle categorie giovanili, in quanto all’interno di un
direttivi che attivi. Abbiamo visto che esistono l’allenatore applica un controllo diretto, scegliendo gruppo di bambini capita spesso di affrontare una certa • Durante l’esercizio l’allenatore osserva e cerca di
differenze tra il modello di insegnamento direttivo l’esercizio che ritengono più adatto tra quelli disomogeneità nello sviluppo motorio, nelle capacità gestire la seduta dando attenzione particolare alla
tradizionale e quelli dinamico, attivo e partecipativo, proposti dall’allenatore. cognitive precoci o nel ritmo di apprendimento. correzione individuale.
che contribuiscono alla preparazione di calciatori Sebbene l’allenamento individualizzato sia stato
intelligenti. Uno degli obiettivi deve essere assicurarsi 3.4.1.3 Insegnamento reciproco eliminato dai più recenti approcci pedagogici • Al termine della seduta l’allenatore fa la
che i discenti dell’allenamento, ossia i giocatori, siano applicati all’allenamento per gli sport di squadra, sua valutazione finale concentrandosi sul
figure centrali che condividono responsabilità e siano L’allenatore indica gli esercizi e spiega come devono che invece promuovono metodi volti a incoraggiare raggiungimento degli obiettivi stabiliti al principio
direttamente coinvolti nella progettazione attività. essere svolti. Il lavoro viene svolto a coppie, con un la socializzazione, è utile ricorrere occasionalmente della seduta.
compagno incaricato di osservare lo svolgimento a questo metodo, al fine di aumentare il ritmo di
Esaminiamo adesso le differenze tra metodi dell’esercizio e fornire indicazioni al giocatore che apprendimento di alcuni giocatori. • Si deve lavorare costantemente sui livelli di
tradizionali direttivi e metodi dinamici attivi. lo esegue proponendo le correzioni che ritiene attenzione e concentrazione.
necessarie. I giocatori poi si scambiano di ruolo. Di seguito si riportano le principali caratteristiche
e la struttura procedurale dell’insegnamento • La creatività dei giocatori viene ridotta in quanto
L’allenatore monitora gli esercizi, mentre i calciatori individualizzato, in termini di organizzazione, devono concentrarsi direttamente sul programma
3.4.1 Metodi direttivi si guidano e correggono l’un l’altro. L’allenatore esecuzione e valutazione di una seduta di allenamento: stabilito nella loro scheda del carico di lavoro.
determina il suo giudizio insieme ai due giocatori
3.4.1.1 Controllo diretto o istruzione (quello che ha eseguito e quello che ha osservato • L’allenatore si concentra sulle caratteristiche Gli obiettivi da raggiungere come risultato
l’esercizio). I giocatori partecipano eseguendo individuali del giocatore e sul suo processo di dell’insegnamento individualizzato sono i seguenti:
Nel processo di insegnamento/apprendimento i l’esercizio, correggendo i loro compagni e apprendimento, stabilendo obiettivi specifici
giocatori hanno un ruolo passivo. L’allenatore dà supervisionando l’attività, sebbene non siano modellati sulle sue specifiche necessità. • Modellare il processo di insegnamento sulle
informazioni dirette sulla soluzione di un problema coinvolti nella scelta di quest’ultima. capacità motorie, cognitive e tecniche di ogni
motorio, specificando come deve essere eseguito. • Sebbene escluda alcuni aspetti del gioco giocatore e sul suo ritmo di apprendimento.
Questo tipo di approccio è adatto per lavorare sulla 3.4.1.4 Riproduzione di modelli garantisce allo stesso tempo un maggior
ripetizione delle competenze, sebbene il suo uso si monitoraggio e controllo individuale su ogni • Stabilire un rapporto più individualizzato con
debba gradualmente ridurre se si desidera creare Il giocatore cerca di riprodurre uno specifico modello giocatore. ogni giocatore, prefissando obiettivi specifici che
processi automatici basati sulla capacità decisionale. di attività motoria, con movimenti o esercizi specifici. ne garantiscano un apprendimento più efficace.
Il modello viene fornito dall’allenatore e può • Può essere un utile strumento pedagogico per
Come abbiamo visto, in questo metodo di essere eseguito da questi o da un altro giocatore. sostenere lo sviluppo di alcuni aspetti motori, fisici • Compensare i ritardi nell’apprendimento
allenamento è l’allenatore che decide l’esercizio In alternativa, il modello può essere fornito da e tecnici. causati da situazioni come un ritardo nell’avvio
e spiega come deve essere eseguito, ne monitora qualcuno esterno alla seduta (ad esempio, un del processo di apprendimento, un periodo
e controlla l’esecuzione e la giudica. I giocatori si giocatore famoso che ha eseguito quel particolare • Si può utilizzare con finalità correttive al fine di di inattività a seguito di infortuni, capacità di
limitano a fare ciò che dice l’allenatore. movimento su cui si sta lavorando). consentire a un giocatore di raggiungere il livello apprendimento inferiori, ecc.
di apprendimento generale del resto del gruppo
3.4.1.2 Assegnazione di compiti 3.4.1.5 Insegnamento individualizzato/ relativamente a una specifica parte dei contenuti. • Creare un processo di apprendimento più
programmato efficace relativamente al contenuto specifico
I vari esercizi vengono assegnati ai giocatori in base • Può contribuire a sviluppare gli attributi specifici di dove si riscontrano differenze individuali nei
ai ruoli che si vuole ricoprano. L’allenatore spiega L’insegnamento individualizzato è un’opzione un determinato giocatore. livelli di competenza iniziali o nel ritmo di
come vuole che vengano svolti gli esercizi, fornendo metodologica che può essere applicata in quelle apprendimento.
indicazioni per l’esecuzione, mentre è responsabilità situazioni dove un giocatore deve lavorare a un
dei giocatori trovare soluzioni per i problemi che si livello diverso dagli altri, affinché il suo livello di
trovano ad affrontare.

50 51
UNITÀ TEORICHE / METODOLOGIA E METODI DI ALLENAMENTO

• Sviluppare il senso di indipendenza dei giocatori. • Le soluzioni possono essere individuate • La successiva valutazione continua con • Inclusione di componenti di allenamento nella
verbalmente o attraverso la stessa azione il processo di allenamento, condotto fase di valutazione, espandendo il processo.
• Personalizzare alcuni aspetti del processo motoria. prevalentemente attraverso il metodo
di apprendimento. Introdurre il concetto di interrogativo. Come risultato, questa • Miglioramento della capacità dei giocatori di
specializzazione. • L’allenatore rinforza positivamente le soluzioni valutazione è maggiormente correlata al analizzare e valutare se stessi, consentendo loro
corrette fornite dal giocatore. processo di apprendimento che al risultato. di sviluppare una comprensione del gioco più
• Ispirare un maggiore controllo nelle prestazioni di approfondita.
ogni giocatore. • Il giocatore viene valutato da un punto di • Nella scoperta guidata, è di fondamentale
vista complessivo, che tiene conto di ogni importanza stimolare il desiderio del giocatore • Creazione di un rapporto speciale tra allenatore
aspetto, concentrandosi quanto più possibile a trovare soluzioni. Per ottenere ciò, l’allenatore e giocatore, migliorando la comunicazione
sul comportamento del giocatore e non solo deve creare una serie di situazioni che possano e promuovendo il flusso di informazioni tra
3.4.2 Metodi attivi sull’aspetto motorio proposto nell’allenamento. stimolare l’iniziativa del giocatore. loro, in quanto è il giocatore a volere più
informazioni.
3.4.2.1 Scoperta guidata • Il giocatore deve essere in grado di individuare • Gli aspetti cognitivi, socio-emotivi,
gradualmente gli elementi che lo condurranno psicologici, tattici e tecnici vengono sviluppati 3.4.2.2 Risoluzione dei problemi
La scoperta guidata è un metodo di insegnamento al risultato sperato e il cui raggiungimento sarà contemporaneamente alle capacità motorie.
attivo e induttivo nel quale il giocatore viene guidato fonte di motivazione. La risoluzione dei problemi è un metodo di
nel suo apprendimento sulla base della propria • Quando applica questo metodo, l’allenatore insegnamento attivo che coinvolge il giocatore a
creatività e capacità di esplorare. Al giocatore non • Questo modello promuove lo sviluppo delle deve prevedere attività che siano alla portata livello cognitivo, pone maggiore enfasi sul gioco e sul
si offrono risposte o soluzioni, ma gli si danno capacità decisionali durante le azioni motorie. dei giocatori (problemi che hanno soluzione) giocatore nell’ambito del processo di insegnamento/
informazioni, quando ne ha necessità, per facilitare e deve, pertanto, variare il grado di difficoltà apprendimento e promuove la capacità decisionale
la sua ricerca di soluzioni. Il giocatore agisce con • L’allenatore può indirizzare i giocatori nella in base alle capacità percettive, cognitive e e una maggiore consapevolezza tattica. I giocatori
grande flessibilità, sebbene sostenuto in questo dalle giusta direzione con indicazioni e suggerimenti analitiche di questi. devono trovare da sé la soluzione, o le soluzioni, ai
condizioni create dall’insegnante. che servano da base per le loro ricerche e le problemi o alle attività presentate dall’allenatore.
domande sono altrettanto fondamentali. • L’analisi di quanto appreso e il successivo
Di seguito sono elencate le principali caratteristiche giudizio sono più chiari e facili da comprendere Di seguito si riportano le principali caratteristiche e la
e la struttura procedurale della scoperta guidata in e avranno maggiore influenza nello sviluppo del struttura procedurale della risoluzione dei problemi in
termini di organizzazione, esecuzione e valutazione giocatore. termini di organizzazione, esecuzione e valutazione di
della seduta: una seduta di allenamento:
Gli obiettivi da raggiungere come risultato della
• Il punto di partenza è la creatività del giocatore scoperta guidata sono i seguenti: • L’allenatore presenta dei problemi o stabilisce
e la sua capacità di esplorare. La motivazione delle attività basate su situazioni di gioco reale che
interna del giocatore è fondamentale per • Coinvolgimento del giocatore nel processo suscitino una dissonanza cognitiva, ossia per le
incoraggiarne la partecipazione attiva. di insegnamento/apprendimento e in quello quali esistono più soluzioni.
di valutazione affinché l’apprendimento sia
• Essa prevede che il giocatore abbia un ruolo significativo. • Una volta strutturati i contenuti dell’allenamento,
cognitivo attivo nel proprio apprendimento, in l’allenatore presenta problemi.
contrasto con l’insegnamento tradizionale che • Sviluppo delle capacità cognitive del giocatore,
meccanizza l’apprendimento attraverso serie di promuovendone lo sviluppo complessivo e la • Il problema deve essere posto correttamente
ripetizioni. capacità di creare ed esplorare. e compreso dai giocatori, che devono avere
l’opportunità di fare domande al fine di avere una
• È il giocatore a dover scoprire le proposte • Miglioramento della capacità di reazione del comprensione chiara dell’attività.
suggerite dall’allenatore come parte del giocatore quando affronta situazioni di gioco e
processo per tentativi a cui viene data priorità nuovi stimoli. • L’obiettivo non è ripetere risposte già note per lo
sul risultato finale e che viene valutato come sviluppo di modelli motori. La soluzione non deve
parte del processo di apprendimento. • Incoraggiamento a prendere l’iniziativa e essere già conosciuta.
motivazione all’apprendimento.
• Esiste un rapporto specifico tra l’allenatore e il • L’allenatore consente ai giocatori di risolvere il
giocatore, nel quale il primo assegna problemi • Adattamento dei contenuti di insegnamento problema da soli, rafforzando di volta in volta le
da risolvere al secondo e interviene per offrire alle capacità di apprendimento dei giocatori, soluzioni efficaci. I giocatori assumono il controllo
suggerimenti e indicazioni, senza però fornire dosando al meglio la quantità di tempo di cui dell’apprendimento, agendo in modo autonomo
risposte. necessitano per la pratica (attendere che trovino rispetto all’allenatore.
la risposta).

52 53
• Gli esercizi devono essere suggestivi da un punto • L’apprendimento risultante dal metodo della
di vista cognitivo e porre sfide a livello individuale risoluzione dei problemi è molto più facile da
e di gruppo, pur essendo sempre incentrati sulle trasferire nel gioco reale.
competenze di base dei giocatori.
• L’autovalutazione successiva forma essa
• I problemi devono stimolare la creatività e stessa parte del processo di insegnamento/
l’immaginazione dell’atleta, aiutandolo a apprendimento.
sviluppare la sua capacità decisionale e la
comprensione ragionata del gioco. • L’allenatore fa una valutazione solo quando il
giocatore ha completato la sua ricerca di una
• L’esistenza di dissonanze cognitive implica la soluzione e non esclude nessuna delle risposte
presenza di varie soluzioni per le diverse situazioni fornite.
di gioco presentate, pertanto aumenta il numero
di esperienze a cui i giocatori sono esposti e Gli obiettivi da raggiungere come risultato della
migliora le loro risorse psicomotorie. risoluzione dei problemi sono i seguenti:

• Allo stesso modo, l’aumento delle operazioni • Totale coinvolgimento dei giocatori nel processo
cognitive comporta una maggiore di insegnamento/apprendimento, ottenendo
sperimentazione delle risposte tecniche e tattiche così un apprendimento significativo.
dei giocatori e contribuisce alla loro comprensione
del collegamento tra questi due aspetti. • Sviluppo delle capacità cognitive e decisionali
dei giocatori nel relazionarsi a situazioni di
• Questo metodo è un gradino più in alto rispetto gioco diverse e in evoluzione.
a quello della scoperta guidata e obbliga i
giocatori a pensare a riflettere ancora di più. La • Aumento del numero di esperienze cognitive
risoluzione dei problemi fornisce più soluzioni e motorie e delle risposte tecniche e tattiche,
possibili rispetto alla scoperta guidata, senza che mentre si migliora la capacità di reazione dei
l’allenatore debba indirizzare i giocatori. giocatori di fronte a situazioni di gioco e nuovi
stimoli.
• Potrebbero esserci occasioni in cui
l’apprendimento avviene a un ritmo più lento • Stimolare l’iniziativa dei giocatori e la
che con i metodi tradizionali, in quanto i loro capacità di investigare ed esplorare
giocatori sono in grado di lavorare solo al ritmo promuovendone l’apprendimento.
consentito dalle loro capacità. Ciò nonostante
l’apprendimento sarà più significativo. • Adattare il processo di apprendimento alle
capacità dei giocatori.
• L’allenatore deve rimanere vigile e assicurarsi che
i giocatori interpretino le situazioni correttamente • Sviluppare la capacità dei giocatori di analizzare
da un punto di vista tecnico. Una disattenzione e comprendere la logica interna del gioco.
in questa fase potrà rendere più difficoltoso
l’apprendimento in quelle successive.

• Nello stabilire le attività da risolvere attraverso


la risoluzione dei problemi, l’allenatore deve
assicurarsi di aumentare gradualmente il livello
di difficoltà degli esercizi, dai più semplici ai più
complessi. UNITÀ PRATICHE

• Questo metodo è estremamente motivante per i


giocatori e li incoraggia a essere curiosi e inquisitivi
e a sperimentare e osservare le cose da punti di
vista differenti.
1. TECNICA E TATTICA

54
PETITE CORRECTION

1.1.3 Analisi e allenamento 4 vs 4 con un “jolly” d’attacco


1
Al fine di allenare adeguatamente alle

1.1
situazioni di gioco che si presentano nel
futsal, è necessario analizzare in dettaglio

INTRODUZIONE
cosa succede e come succede nel gioco. Per
fare ciò si dovrà tenere conto dei seguenti
quattro punti:

ALLA TATTICA
1. Che tipo di sport è il futsal?
Il primo aspetto da considerare è quale
sia il tipo di sport con cui ci stiamo
rapportando. Abbiamo già detto che il
futsal è uno sport di quadra che include
collaborazione e opposizione. Pertanto,
durante l’allenamento, dobbiamo
sempre tenere in considerazione
1.1.1 Fondamentali tattici generali Tale correlazione tra gioco di squadra e opposizione che compagni di squadra e avversari
si applica sia quando una squadra è in possesso giocano nello stesso spazio di gioco e NUMERO DI GIOCATORI DESCRIZIONE DELL’ESERCIZIO
Nel corso degli anni, vari autori hanno elaborato palla sia quando non lo è, in qualsiasi situazione di nello stesso momento. Tutti i giocatori 9. 4 vs 4 con un “jolly” d’attacco, senza portieri,
diverse definizioni del concetto di tattica. Qui ne attacco o di difesa. sono quindi interconnessi all’interno su terreno di gioco 20 x 20 m (metà campo).
CONCETTI CHIAVE Ogni squadra ha una posizione sul campo e
vogliamo proporre una che rifletta il più possibile la di questo spazio condiviso, nel quale
Attacco: passaggio/controllo. Precisione del deve difendere due porte piccole (per migliorare
realtà del gioco. Il futsal è pertanto uno sport basato sul gioco le due porte rappresentano l’obiettivo tiro. Cambi di gioco. Posizionamento del la precisione) poste sullo stesso lato della zona
di squadra e sull’opposizione all’avversario e ultimo del gioco. corpo nel tiro. di gioco. È possibile segnare in entrambe le
Possiamo definire la tattica come comprensiva di prevede competenze sociali e motorie. È uno sport Difesa: chiusura delle linee di passaggio. porte avversarie.
azioni individuali, di gruppo e di squadra realizzate estremamente tattico ed è caratterizzato dalla 2. Cosa succede durante il gioco? Pressing sul portatore. Blocco dei tiri. Con l’inserimento nel gioco del “jolly”
dai giocatori di una squadra, coordinando e necessità dei giocatori di adattarsi costantemente a Esistono due tipi di situazioni che Costringere l’attaccante sul piede debole. d’attacco, e creando così un disequilibrio
applicando le risorse a loro disposizione in modo circostanze dinamiche in evoluzione dove il tempo si verificano nel gioco, che sono numerico, la squadra in possesso di palla è
sempre in situazione di superiorità e quindi il
organizzato e razionale. Nel fare ciò, questi devono e lo spazio sono limitati e dove i giocatori devono determinate dal possesso della palla,
concetto fondamentale di passaggio è ancora
tener conto del ruolo e della natura dell’avversario, analizzare le situazioni, prendere decisioni e mettere l’oggetto con cui il gioco viene più importante.
inclusa qualsiasi sua mancanza o errore di gioco, e in pratica competenze al fine di fornire soluzioni effettivamente giocato: l’attacco PETITE CORRECTION

devono cercare di elaborare soluzioni pratiche ed efficaci durante il gioco reale. (quando la squadra è in possesso)
efficaci ai problemi che affrontano nel gioco, sia in e la difesa (quando è in possesso la 2 vs 2 + portieri
attacco che in difesa, con il fine ultimo di superarlo e L’intero processo motorio deve funzionare squadra avversaria). 2
contrattaccare. efficacemente nella fase di gioco, al fine di superare
problemi specifici. Il gioco è tattico e richiede ai 3. Capacità motorie adoperate nel
All’interno del concetto generale di tattica, è giocatori di riconoscere e analizzare diversi scenari gioco
possibile differenziare tra tattiche individuali (che e prendere decisioni per superare i problemi che È necessario conoscere tutti gli
coinvolgono un solo giocatore), tattiche di gruppo possono insorgere. Per portare a risultati efficaci strumenti che vengono utilizzati nel
(che coinvolgono due o più giocatori) e tattiche tali decisioni devono essere a loro volta supportate gioco. Tali strumenti sono fattori
di squadra o collettive (che coinvolgono tutta la da capacità motorie adeguate ed eseguite condizionali, ossia la capacità fisica e la
squadra). correttamente. coordinazione, e si applicano a tutti i
movimenti che i giocatori fanno e che
si indicano come elementi tecnici.
Contesto in evoluzione  Percezione
1.1.2 Classificazione del futsal come e dinamico  Lettura del gioco 4. Metodo di allenamento
sport di squadra Durante il gioco, si verificano varie
 Capacità decisionale situazioni in risposta alle quali il
Le discipline sportive possono essere classificate Tempi e spazi ridotti  Velocità di giocatore deve muoversi (fattori
secondo una varietà di criteri. Ciò nonostante, esecuzione adeguata condizionali o fisici) e attuare gli
restringendo il campo di analisi, la definizione elementi di dominio della palla (fattori NUMERO DI GIOCATORI DESCRIZIONE DELL’ESERCIZIO
fondamentale del futsal è quella di uno tecnici) per raggiungere gli obiettivi 6 (4 + 2 portieri). 2 vs 2 + portieri su terreno di gioco 20 x
sport di squadra che prevede dinamiche (fattori tattici). Tutti questi elementi 20 m (metà campo). Ogni squadra difende
 Esecuzione delle CONCETTI CHIAVE
di collaborazione e opposizione (o anche, Efficace applicazione sono correlati, pertanto non possono una porta. È possibile segnare nella porta
competenze tattiche Attacco: controllo/conduzione della palla. avversaria.
cooperative e avversariali), in quanto le azioni delle competenze essere considerati separatamente
 Soluzioni di gioco Passaggio finale. Tiro. Capacità decisionale al Il gioco inizia con uno schieramento 2 vs
di contrasto degli avversari e di assistenza dei durante l’allenamento. Si dovrà quindi
momento del tiro. 2. Quando una squadra perde il possesso,
compagni di squadra sono costantemente presenti sviluppare un approccio globale che Difesa: chiusura degli angoli di passaggio. l’ultimo attaccante ad aver toccato la
in ogni situazione di gioco. includa tutti i fattori che influenzano Contrasto. Intercettamento. Recupero della palla esce dal campo (da qualsiasi punto).
il gioco. palla. Controllo dello spazio difensivo/ Il giocatore può rientrare quando la sua
offensivo. Rientro. Capacità decisionale del squadra recupera il possesso palla (da
portiere. Difesa in situazioni di inferiorità qualsiasi punto).
numerica. Pertanto, questo esercizio prevede sempre
situazioni di 2 vs 1 più portiere.

56 57
UNITÀ PRATICHE / TECNICA E TATTICA

1.2 LA TATTICA 1.2.3 Ciclo del gioco Fasi dell’attacco

NEL FUTSAL
In questa sezione procederemo a presentare il ciclo
del gioco, che si basa su fasi di attacco e difesa,
ATTACCO
4. Attacco posizionale
ossia sulle situazioni in cui la squadra è in possesso
della palla e quelle in cui non lo è. Il passaggio 3. Attacco diretto

Transizione
offensiva
dall’attacco alla difesa è detto transizione difensiva,
2. Contropiede
mentre quello da difesa ad attacco è chiamato
transizione offensiva. Questi sono processi ciclici che 1. Apertura
si ripetono durante una partita.

1.2.1 Obiettivi della tattica (una volta recuperata la palla, si impedisce


l’avanzamento in campo dell’avversario e il suo Transizione difensiva DIFESA
Le scelte tattiche sono determinate dagli obiettivi eventuale gol) e dunque la squadra può iniziare
del gioco che variano per ognuna delle due fasi a concentrarsi sugli obiettivi offensivi. Pertanto,
fondamentali: attacco e difesa. Gli obiettivi di una il recupero del possesso palla deve essere
squadra sono segnare nella porta avversaria ed considerato l’obiettivo principale del processo DIFESA ATTACCO Apertura: un’azione offensiva che prevede una
evitare che gli avversari segnino nella propria. Di difensivo. rapida riorganizzazione dopo il recupero del
seguito si espongono gli obiettivi di ogni fase in possesso volta a evitare che la difesa avversaria
maggior dettaglio: 2. Evitare l’avanzamento in campo ripieghi e si posizioni affinché si crei una superiorità
dell’avversario o controllarlo: il fine è Transizione offensiva numerica o la disorganizzazione difensiva necessaria
Obiettivi dell’attacco rendere difficile l’avanzamento dell’avversario. per un efficace contropiede. In caso ciò non sia
Se non è possibile recuperare il possesso, come possibile, si punta a conservare il possesso per
Gli obiettivi fondamentali dell’attacco si basano sui minimo si deve tenere lontano l’avversario dalla tentare di avviare un attacco rapido o un attacco
„principi generali del gioco offensivo“ (Bayer, 1986): zona di pericolo. In un attacco posizionale la squadra attacca una difesa posizionale.
già organizzata, mentre in una transizione offensiva
1. Mantenere il possesso della palla: il primo 3. Evitare che l’avversario concluda in porta/ la squadra che recupera il possesso tenta di attaccare Contropiede: un’azione offensiva in cui la squadra
obiettivo fondamentale, dopo aver recuperato il segni un gol o ridurre le sue possibilità di prima che la difesa avversaria si sia posizionata o avanza rapidamente verso la porta avversaria
possesso, è mantenerlo. farlo: il fine ultimo della difesa è evitare che la riorganizzata, cercando di approfittare della superiorità anticipando il rientro dei quattro giocatori di
squadra avversaria segni un gol. numerica o posizionale per creare un’occasione per movimento. Così facendo l’avversario non avrà tutti
2. Avanzare con la palla verso la porta concludere rapidamente in porta. i giocatori posizionati dietro la palla e la sua unità
opposta (avanzamento nel gioco): il difensiva non sarà completa.
successivo obiettivo logico è avanzare con In una difesa posizionale tutti i difensori sono
la palla verso la porta avversaria e creare 1.2.2 Struttura tattica del futsal organizzati e in posizione, mentre in una transizione Attacco diretto: l’ultima fase della transizione
un’occasione per concludere in porta. difensiva tutte le azioni e le manovre sono attuate dal offensiva, nella quale l’intenzione è attaccare
momento in cui si perde la palla e proseguono finché rapidamente. Sebbene in questo caso i quattro
3. Concludere in porta/segnare un gol: la squadra in difesa non sia riuscita a riorganizzarsi o a giocatori della squadra che difende siano dietro
FASI DIFENSIVE Principi generali FASI OFFENSIVE
l’obiettivo finale dell’azione offensiva è impedire, ovvero interrompere, la transizione offensiva la palla, questi non si sono ancora posizionati
del gioco nel futsal
creare occasioni per segnare e convertirle, avversaria. difensivamente e, pertanto, la squadra in attacco
effettivamente, in gol. può avere un vantaggio posizionale prima della
1. Azioni di
equilibrio e
riorganizzazione difensiva degli avversari.
Obiettivi della difesa rallentamento Transizione difensiva
1.2.4 Tattiche offensive Attacco posizionale: una giocata offensiva
Come per l’attacco, anche per la difesa gli obiettivi 2. Rientro eseguita contro una difesa che è già posizionata
si fondano sui „principi generali del gioco difensivo“ DIFESA ATTACCO 1. Apertura La tattica offensiva include quegli elementi, e organizzata e che non può essere sorpresa con
(Bayer, 1986): 3. Organizzazione individuali o di squadra, che i giocatori di una un contropiede o un attacco diretto. In generale,
difensiva 2. Contropiede
Transizione offensiva squadra eseguono quando sono in possesso della questo approccio prevede che i giocatori riescano
1. Recuperare il possesso: l’obiettivo 4. Difesa 3. Attacco diretto palla al fine di superare gli avversari e raggiungere a organizzare e coordinare un’azione offensiva,
fondamentale quando si difende è recuperare il posizionale 4. Attacco gli obiettivi dell’attacco. In altre parole, sono le finalizzata all’occupazione efficace delle aree
possesso della palla e passare all’attacco. Obiettivi Obiettivi posizionale azioni che vengono eseguite nelle varie fasi di del campo, al controllo del possesso palla e alla
1. Recupero del possesso 1. Mantenere il possesso
2. Impedire l’avanzata 2. Avanzare con la palla attacco (apertura, contropiede, attacco diretto e conclusione in porta.
Quando una squadra recupera il possesso palla degli avversari 3. Segnare un gol attacco posizionale).
3. Impedire una rete
tutti gli obiettivi della difesa sono stati raggiunti avversaria

58 59
UNITÀ PRATICHE / TECNICA E TATTICA

1.2.4.1 Costruzione di un attacco 1.2.4.3 Transizione offensiva


Per costruire correttamente un attacco, sono Rientro: l’azione di ritornare il più rapidamente
organizzato necessari vari modelli offensivi come anche diversi possibile o dietro la palla o in un’area che consenta
strumenti tecnico-tattici: La transizione offensiva è il passaggio da difesa ad alla squadra di riorganizzarsi e impostare la propria
Ci sono tre fasi nella costruzione dell’attacco attacco, una volta recuperato il possesso della palla, difesa.
organizzato: apertura dell’azione, costruzione del • Al fine di aiutare la squadra a conservare il e include tre fasi di attacco: apertura dell’azione,
gioco e conclusione in porta. possesso palla è essenziale fornire continua contropiede e attacco diretto. Organizzazione difensiva: le azioni e le posizioni
assistenza. dai giocatori rientrati affinché si riorganizzino
Apertura: la transizione dalla difesa all’attacco, che In quanto processo offensivo, questa transizione e attuino una difesa posizionale equilibrata e
include l’avvio di elementi e manovre tattiche ed è • Il movimento senza palla è un concetto comprende le tre fasi di sviluppo di ogni processo disciplinata, sulla base dello specifico piano e
eseguita non appena la squadra recupera il possesso fondamentale che prevede il movimento dei (apertura, costruzione e conclusione in porta), ma schieramento tattico.
palla. giocatori senza palla al di fuori del raggio del è importante notare che questo tipo di attacco si
pallone, smarcandosi e creando spazi per poter realizza in un lasso di tempo ridotto e quindi non Difesa posizionale: le azioni difensive eseguite
Costruzione: una serie di movimenti coordinati scardinare il sistema difensivo avversario. sempre le include tutte. quando tutti i difensori sono organizzati e in
con e senza la palla volti a scardinare il sistema posizione.
difensivo avversario e a costruire il gioco. Il possesso • L’avanzamento in campo fa ampio affidamento
della palla e l’equilibrio difensivo vengono sempre su concetti quali la profondità e la larghezza 1.2.5.1 Costruzione di una difesa
mantenuti al fine di creare situazioni vantaggiose del posizionamento dei giocatori in campo. 1.2.5 Tattica difensiva organizzata
e superiorità numeriche o posizionali che possano
facilitare l’avanzamento verso la fase finale • Il movimento senza palla, combinato con La tattica difensiva include quelle azioni, individuali La costruzione della difesa organizzata si basa
dell’attacco ovvero la conclusione in porta. una buona lettura del gioco, può creare o di squadra, che i giocatori eseguono quando principalmente su due fasi: organizzazione
opportunità di passaggio per il portatore. Allo la squadra non è in possesso della palla, per difensiva e difesa posizionale (detta anche „difesa
Conclusione in porta: la fase finale, nella quale la stesso modo, uno degli obiettivi del movimento contrastare o influenzare in altro modo gli avversari sistematizzata“). Altri aspetti fondamentali da
squadra in attacco cerca di ottenere il massimo dalle senza palla è creare/occupare/utilizzare gli per raggiungere gli obiettivi difensivi. considerare al momento della costruzione della
situazioni vantaggiose create nelle fasi di apertura e spazi. difesa sono la consapevolezza dello spazio di gioco e
costruzione del gioco concludendo l’azione con un Come si può notare, nella transizione da attacco l’altezza nel campo delle linee difensive. La squadra in
tiro in porta. • Un altro aspetto fondamentale è la capacità di a difesa, ossia quando si perde il possesso della difesa può adottare una difesa con pressing alto, una
far circolare palla. palla, ci sono quattro fasi. Le prime due di queste difesa aperta sulla trequarti o una difesa chiusa (dietro
Di regola si devono tenere in considerazione i compongono la transizione difensiva. la linea di centro campo).
seguenti elementi: • L’uso intelligente e accurato dei fondamentali
tecnici. Fasi della difesa I tipi di difesa che si possono usare sono:
• La fase di costruzione non è sempre necessaria.

• Un attacco può essere costruito usando una


• È importante far uscire la difesa avversaria
assumendo una posizione del corpo che
ATTACCO • Difesa a uomo: tipo di difesa in cui ogni
giocatore ha una responsabilità individuale e
strategia sistematica pianificata in anticipo, possa sottintendere l’intenzione tattica di deve marcare un giocatore avversario.
Azioni di equilibrio e
in cui la squadra segue istruzioni definite. avanzare.

Transizione
rallentamento

difensiva
In alternativa, si può dare libertà creativa ai • Difesa a zona: tipo di difesa in cui i giocatori
1.2.4.2 Attacco posizionale Rientro
giocatori nel prendere decisioni offensive non devono marcare un giocatore specifico,
durante il gioco. Organizzazione difensiva ma difendere un’area o una zona specifica del
L’attacco posizionale consiste nella formazione e Difesa posizionale campo. Ogni difensore è responsabile di marcare i
• L’uso strutturato di sistemi di gioco e nelle manovre offensive utilizzate da una squadra giocatori avversari che si muovono nella sua zona.
rotazioni tattiche è comune e fornisce una che deve attaccare una difesa organizzata. DIFESA
base posizionale e dinamica sulla quale • Difesa mista: tipo di difesa che combina la
creare situazioni vantaggiose e occasioni per Abbiamo detto che nella costruzione dell’attacco difesa a uomo e la difesa a zona, dove uno o
concludere in porta. esistono tre strategie, ma un attacco posizionale ne più giocatori marcano a uomo e il resto a zona.
richiede solo due: „costruzione“ e „conclusione in Equilibrio: la posizione che i giocatori in attacco
• In tutte queste fasi è importante tenere in porta“. devono occupare nel momento in cui perdono il • Difesa con cambi di marcatura: una
considerazione la quantità di spazio disponibile. possesso al fine di garantire equilibrio alla propria difesa a uomo in cui i difensori si alternano
Per questo motivo, in un attacco posizionale diventa squadra ed evitare che quella avversaria possa nella marcatura degli avversari seguendo le
• L’azione offensiva dev’essere bilanciata, necessario attuare uno dei diversi sistemi specifici. sopraffarli con una transizione offensiva. indicazioni e le istruzioni fornite all’intera
cercando di mantenere in ogni momento Quelli più usati sono i seguenti: 3-1, 4-0, 2-2, e i squadra. Questo tipo di difesa può combinare
posizioni organizzate e logiche. sistemi specifici per la superiorità numerica Rallentamento del gioco: un’azione eseguita gli aspetti positivi della difesa a uomo e di
5 vs 4 e 4 vs 3. contro un avversario in possesso della palla, volta quella a zona, ma fa affidamento sulla corretta
a rallentare il gioco per consentire alla difesa di attuazione dei fondamentali tecnico-tattici
rientrare e riorganizzarsi. difensivi e su una solida capacità decisionale.

60 61
UNITÀ PRATICHE / TECNICA E TATTICA

1.2.5.2 Difesa posizionale


2. Capacità decisionale: una volta valutata la situazione, è necessario 1.2.7 Classificazione delle azioni 1.2.8 Metodi per l’allenamento tattico
prendere la decisione corretta e trovare la soluzione più efficace in base tattiche 1.2.8.1 Modello cognitivo e capacità decisionale
La difesa posizionale include due fasi: organizzazione all’evoluzione del gioco e alla velocità richiesta. Prendere decisioni corrette
difensiva e difesa posizionale. L’organizzazione significa selezionare la soluzione più efficace al problema incontrato nel Gli strumenti tattici possono essere classificati
difensiva è la fase iniziale della difesa posizionale. corso del gioco. Questi primi due processi prevedono una componente in base al numero di giocatori che partecipano
Dobbiamo organizzare una seduta di allenamento
Si tratta di una fase breve, ma che richiede un alto tattica, in quanto prendere la decisione giusta presuppone un’accurata all’azione.
specifica e analitica, nella quale gli esercizi vengono ripetuti
livello di comunicazione tra i difensori e una rapida e analisi del gioco sulla base di informazioni corrette e complete. e dove i giocatori eseguono le azioni senza pensare
accurata analisi della situazione di gioco, necessarie Gioco individuale
Gioco a due,
Sistema di gioco o analizzare il gioco?
a tre
per riorganizzarsi difensivamente, marcare i giocatori 3. Esecuzione: il processo di mettere in pratica le azioni motorie intese. I
avversari e coprire e controllare gli spazi. fattori condizionali e la capacità tecnica individuale di trovare una soluzione O piuttosto
motoria al problema possono influenzare questo processo. Mezzi Mezzi Mezzi
tecnico-tattici tecnico-tattici tecnico-tattici È preferibile una seduta di allenamento globale e integrata?
La difesa posizionale consiste in tutte quelle azioni individuali di gruppo collettivi Anche questo tipo di seduta si concentra sull'esecuzione,
difensive che una squadra esegue non appena si ma si adatta alla logica intima del gioco e modella i meccanismi
organizza difensivamente. La natura di queste azioni Il ruolo della tattica Tattica individuale Tattica di gruppo Tattica di squadra percettivi e decisionali dei giocatori, sviluppandone la creatività.
dipende dal tipo di difesa e di sistema difensivo adottati
in ogni zona del campo. I sistemi difensivi si basano sui
tipi di difesa e sui fondamentali tecnico-tattici, le cui Che succede? Cosa fare? Come farlo? Vogliamo un giocatore con
fondamenta sono rappresentate dalla marcatura e Per tattica individuale si intende la serie di azioni Vogliamo un giocatore in
una gamma di esperienze grado di leggere il gioco e
dalla direzione della difesa, che dipende, a sua volta, eseguite da un giocatore sulla base delle sue tattiche limitata e che cerchi O
dalla posizione della palla e della porta da difendere. Analisi del gioco Capacità tattica Capacità tecnica conoscenze e dei principi tattici individuali. La tattica decidere sulla base
indicazioni dalla panchina per di quanto appreso?
di gruppo allarga l’ambito delle conoscenze e dei poter prendere le decisioni?
I sistemi difensivi più ampiamente utilizzati sono: 1-2-2, fondamentali tattici, attraverso il rapporto del giocatore
1-1-2-1 e 1-1-3 e i sistemi specifici per le situazioni Capacità percettiva Capacità decisionale Esecuzione con la palla, i compagni di squadra e gli avversari. La
di inferiorità numerica 4 vs 5 e 3 vs 4. tattica di squadra o collettiva si riferisce al modello Modello tradizionale: lavoro
Modello cognitivo:
Raccolta di Scelta della Risoluzione delle di gioco adottato dall’insieme dei giocatori (ossia su componenti di
allenamento che combina
1.2.5.3 Transizione difensiva informazioni migliore soluzione situazioni di gioco dall’intera squadra). allenamento separate
e integra tutte le componenti
(tecnica, tattica, preparazione
sulla base del gioco reale.
Come abbiamo già visto, la transizione difensiva atletica, ecc.).
• Lettura del gioco
inizia nel momento in cui viene perso il possesso • Conoscenza ed • Soluzione motoria
della palla e comprende diverse fasi (equilibrio esperienza del problema • Il futsal è un gioco che presenta sfide tattiche.
difensivo, azione ritardatrice e rientro) precedute dal • Sedute di allenamento
• Pensare a
• Azione fisica Perché • Le azioni non vengono mai eseguite senza un motivo
una soluzione specifico che rimandi al gioco e alla sua logica intima.
posizionamento dell’intera squadra dietro la palla e formazione (movimento)
tecnica al problema
• Intelligenza nei • Esecuzione tecnica • Il futsal richiede competenze cognitive piuttosto che
e la sua preparazione per una difesa posizionale. • Ruolo cognitivo
per l’implementazione
confronti dell’avversario semplice capacità di riprodurre meccanicamente
L’obiettivo della transizione difensiva è evitare che • Risultato e durata della tattica le azioni.
gli avversari lancino un attacco diretto prima che la della partita
propria squadra si sia organizzata difensivamente • Per adattarsi ai cambiamenti e alle situazioni fluide
e recuperare in modo organizzato le posizioni Al fine di che il gioco presenta.
lasciate libere avanzando al fine di attuare la difesa Per mezzo di esercizi che influenzano • Per sviluppare giocatori capaci di concentrare la loro
posizionale. il processo percettivo e decisionale, attenzione su cosa è importante in ogni azione.
è possibile fornire al giocatore l'esperienza e la • Per consentire ai giocatori di ragionare sulle proprie
conoscenza necessarie per risolvere le situazioni azioni durante il gioco e migliorare le proprie
che si troverà ad affrontare durante il gioco. competenze creative.
1.2.6 Il ruolo della tattica nel futsal
TATTICA TECNICA • L’insegnamento dovrebbe prevedere
Raccomandazioni prevalentemente metodi attivi. Se non si
Il Diagramma di Mahlo (1969) definisce i vari metodologiche
elementi coinvolti nelle azioni tattiche e li riduce forniscono ai giocatori tutte le informazioni,
a tre processi: percezione, capacità decisionale ed questi dovranno scoprirle da soli.
esecuzione. • L’allenamento dovrebbe basarsi sul gioco reale,
con esercizi che lascino spazio a più soluzioni.
• I giocatori dovrebbero essere incoraggiati a
1. Percezione: questo è il punto di partenza e la
pensare da soli in ogni circostanza.
base di qualsiasi azione tattica. Il futsal è uno
sport basato su gioco di squadra e opposizione
all’avversario e questo rende il processo
decisionale più complesso.

62 63
UNITÀ PRATICHE / TECNICA E TATTICA

1.2.8.2 Obiettivi dell’allenamento tattico


• Sviluppare gli aspetti sociali del gioco, Fase di acquisizione delle competenze • Trasferire le conoscenze acquisite fino a questo
nelle varie fasi di sviluppo del consentendo ai giocatori di acquisire una momento nel gioco reale.
giocatore di futsal comprensione razionale dei concetti di
Gruppo
„compagno di squadra“ e „avversario“. di età 5
• Eseguire e affinare gli elementi tecnico-tattici e
Fase dei principianti (U16, U17) Obiettivi tattici specifici del futsal.
• Sviluppare e perfezionare le capacità percettive e
Gruppo
di età 2
decisionali, basi fondamentali del futsal. • Familiarizzare i giocatori con la logica del gioco • Affinare la tattica di squadra.
(U10, U11) Obiettivi e applicarla nello sviluppo degli elementi tattici.
• Affinare i fondamentali tattici con partite a • Sviluppare e affinare gli aspetti sociali in
• Introdurre i giocatori ai concetti di attacco e difesa campo ridotto, variando le condizioni di gioco • Trasferire le conoscenze acquisite sino a questo relazione al gioco: competenze sociali e
e farli familiarizzare con questi aspetti del gioco e le dimensioni spaziali e introducendo esercizi momento nel gioco reale. motorie, strumenti tecnico-tattici di gruppo e
nella pratica. collaborativi e di collaborazione/opposizione, con gioco di squadra.
significative componenti percettive e decisionali. • Eseguire elementi tecnico-tattici e tattiche
• Iniziare ad eseguire azioni tecnico-tattiche e stru- specifiche del futsal. • Affinare la tattica offensiva.
menti tattici elementari. • Raggiungere un equilibrio tra approccio specifico
e complessivo nell’insegnamento delle tattiche. • Sviluppare e affinare la tattica collettiva. • Affinare la tattica difensiva.
• Raggiungere un equilibrio tra approccio analitico e
complessivo nell’insegnamento delle competenze • Sviluppare e migliorare gli aspetti sociali del • Affinare le transizioni di gioco.
Gruppo
tattiche. di età 4
gioco: competenze sociali e motorie, strumenti
(U14, U15) Obiettivi tecnico-tattici di gruppo e gioco di squadra. • Sviluppare una padronanza dei sistemi offensivi
• Sviluppare le competenze sociali in relazione al e difensivi.
gioco. • Conoscere e comprendere la logica profonda del • Sviluppare la tattica offensiva.
gioco. • Sviluppare e affinare le capacità percettive e
• Iniziare ad allenare adoperando un approccio tatti- • Sviluppare la tattica difensiva. decisionali.
co, sviluppando le capacità percettive e decisionali • Introdurre i giocatori alle strutture reali del gioco
basate sul gioco reale. affinché possano apprendere le diverse fasi di • Migliorare le transizioni offensive e difensive. • Perfezionare i fondamentali tattici con partite
attacco e difesa. con la palla a campo ridotto e attraverso
• Praticare situazioni di gioco reale 1 vs 1, 2 vs 2 e • Ampliare la conoscenza dei diversi sistemi di esercizi semplificati e/o modificati, trasferendo
3 vs 3. • Introdurre i giocatori alle transizioni offensive e gioco. tutte le conoscenze nel gioco reale, usando
difensive. la competizione come strumento di
• Sviluppare ulteriormente la comprensione dei • Sviluppare e affinare le capacità decisionali e di apprendimento.
fondamentali tattici con partite a campo ridotto, • Comprendere l’importanza del gioco senza palla, valutazione visiva.
modificando le condizioni e le dimensioni spaziali in attacco e in difesa. • Raggiungere un equilibrio tra approccio
e adattando gli esercizi in base alle caratteristiche • Affinare i fondamentali tattici con partite specifico e complessivo nell’insegnamento delle
dei bambini, incoraggiandone l’apprendimento • Eseguire elementi tecnico-tattici e tattici, a campo ridotto e attraverso esercizi tattiche.
attraverso diverse condizioni di gioco semplificate. aumentandone gradualmente la complessità. semplificati e/o modificati, trasferendo tutte
le conoscenze apprese sinora nel gioco reale,
Fase dello sviluppo sportivo • Sviluppare la dimensione sociale del gioco: usando la competizione come strumento di
competenze sociali e motorie e gioco di squadra. apprendimento.

Gruppo
di età 3
• Introdurre i giocatori alla tattica di squadra. • Raggiungere un equilibrio tra approccio
(U12, U13) Obiettivi specifico e complessivo nell’insegnamento delle
• Introdurre i giocatori ai sistemi di gioco di base. competenze tattiche.
• Sviluppare la comprensione del gioco del futsal.
• Sviluppare e affinare le capacità percettive e Fase del perfezionamento
• Sviluppare la familiarità e la comprensione dei decisionali.
concetti di attacco e difesa. Introduzione alle fasi
Gruppo
di attacco e difesa. • Affinare i fondamentali tattici con partite di età 6
con la palla a campo ridotto e attraverso (U18, U19) Obiettivi
• Sviluppare un’intesa di gioco con e senza palla, esercizi modificati e/o adattati, trasferendo più
sia in attacco che in difesa. conoscenze nel gioco reale. • Familiarizzare i giocatori con la logica del gioco
e applicarla nello sviluppo degli elementi tattici.
• Eseguire elementi tecnico-tattici e tattici • Realizzare un equilibrio tra approccio specifico
elementari, aumentando gradualmente il livello e complessivo nell’insegnamento delle • Migliorare e affinare la conoscenza della
di difficoltà tattica. competenze tattiche. struttura del futsal: fasi di attacco e di difesa.

64 65
1.2.8.3 Esercizi specifici per le tattiche del futsal Esercizio in parità/inferiorità/superiorità numerica con possibilità
PETITE CORRECTION
di tiro in due porte
Esercizio di possesso con un pallone da calcio – ogni
CORRECTION

3
squadra tiene in mano una palla
1 NUMERO DI GIOCATORI
10 più portieri.

ATTREZZATURA
ATTREZZATURA Palloni e pettorine.
1 2
Palloni e pettorine.
DESCRIZIONE DELL’ESERCIZIO
DESCRIZIONE DELL’ESERCIZIO • Esercizio su terreno di gioco 20 x 20 m in 4 vs
• I giocatori vengono divisi in due squadre di 4 più portieri e un servitore per squadra.
uguale numero. Se il numero dei giocatori è • I giocatori si allineano sulla linea laterale
dispari, vengono fatte due squadre uguali con uno accanto all’altro, una squadra per lato,
un “jolly” offensivo. con il proprio servitore sul lato opposto. Per
• La zona nella quale deve essere conservato ogni squadra, entra in campo un giocatore
il possesso palla viene definita in base al supplementare alla volta. Il servitore può
numero di giocatori e al livello di difficoltà passare la palla in qualsiasi momento quando
desiderato. un suo compagno si unisce al gioco.
• I giocatori devono mantenere il possesso, • Una volta che la palla è in gioco, nessuno
giocando all’interno di tale zona solo a uno può entrare in campo fino a che la palla non
o a due tocchi. Inoltre, ogni squadra ha una esce o viene segnato un gol. Il servitore può
UNITÀ DI APPRENDIMENTO OBIETTIVI palla, che può essere passata tra i giocatori passare a qualsiasi giocatore già in campo o
Tecnica/tattica di gruppo. Migliorare gli aspetti tattici e tecnici di base con le mani. UNITÀ DI APPRENDIMENTO spazio circostante. Situazioni di superiorità/ che sta entrando.
sviluppando capacità di percezione visiva • Il giocatore di ogni squadra che ha la palla Tecnica/tattica di gruppo. inferiorità numerica. Esecuzione rapida della • I rapporti numerici tra le due squadre sono:
FASE generali e imparando a prendere decisioni in mano non può prendere parte all’azione conclusione. Percezione e capacità decisionale. 1 vs P, 1 vs 1, 2 vs 1, 2 vs 2, 3 vs 2, 3 vs 3,
Acquisizione delle competenze. semplici per conservare il possesso palla. offensiva o difensiva e non può muoversi FASE 4 vs 3 e 4 vs 4. I giocatori possono segnare
liberamente per cambiare posizione (può solo Acquisizione delle competenze. OBIETTIVI in entrambe le porte in ogni momento e
CONTENUTO NUMERO DI GIOCATORI fare tre passi). Questa palla non deve cadere a Migliorare la capacità decisionale in occasioni di possono cambiare direzione a piacimento.
Controllo della palla, passaggi e dribbling. Sviluppo 10-12. terra (se ciò accade, la penalità è la perdita del CONTENUTO conclusione rapida delle manovre e aumentare Dopo aver raggiunto la configurazione 4 vs 4,
della visione periferica dell’area circostante. possesso palla o la concessione di un rigore/ Fondamentali tecnico-tattici del futsal. la velocità/precisione nell’ultimo terzo del la sequenza ricomincia, cambiando l’ordine di
Sviluppo delle capacità percettive e decisionali. rimessa laterale). Conclusione in porta. Visione periferica dello campo. entrata in campo dei giocatori.
PETITE CO RRECTION

2 vs 2 in ogni metà campo, finalizzato al passaggio a 3 vs 2


2 Esercizio di possesso zonale in 2 vs 2 finalizzato al cambio a 3 vs 2
4
13,3m 13,3m 13,3m

DESCRIZIONE DELL’ESERCIZIO
• Esercizio che prevede situazioni di gioco
reale; 4 vs 4 più portiere, con 2 vs 2 in ogni
metà campo. La regola fondamentale è che NUMERO DI GIOCATORI
i giocatori non possono superare la linea di 12.
metà campo da nessuno dei due lati.
• Dopo aver passato la palla nella metà campo ATTREZZATURA
offensiva, il giocatore che ha effettuato il Palloni e pettorine.
passaggio può passare nell’altra metà campo.
Quando ciò avviene, il giocatore che ha DESCRIZIONE DELL’ESERCIZIO
effettuato il cambio campo, o uno degli altri • Il campo viene diviso in tre parti uguali con
attaccanti, può tornare nella metà campo due linee orizzontali distanti 13,3 metri dalla
difensiva solo se viene segnato il gol. Se linea di porta. I giocatori vengono suddivisi
UNITÀ DI APPRENDIMENTO OBIETTIVI questo non si verifica durante la superiorità in due squadre da sei, 2 vs 2 in ogni zona del
Tecnica/tattica di gruppo. Migliorare gli strumenti tecnico-tattici di gruppo numerica, la squadra resterà in inferiorità campo.
per il possesso palla, per sviluppare il gioco e per numerica nella metà campo difensiva. • L’obiettivo dei sei giocatori di una squadra
FASE concludere in porta. Migliorare i fondamentali UNITÀ DI APPRENDIMENTO Creazione/occupazione/uso degli spazi. Capacità è conservare il possesso palla. Un giocatore
Acquisizione/perfezionamento delle tecnico-tattici in situazioni di superiorità o VARIANTI Tecnica/tattica di gruppo. percettiva e decisionale. di una zona adiacente a quella in cui si trova
competenze. inferiorità numerica in 3 vs 2 o 2 vs 1. Il cambio campo è consentito solo per un la palla può cambiare zona per creare un
periodo di tempo limitato (ad es. cinque FASE OBIETTIVI vantaggio 3 vs 2 per la sua squadra, per un
CONTENUTO NUMERO DI GIOCATORI secondi). Il giocatore che non ha passato la Acquisizione delle competenze. Migliorare i concetti tecnico-tattici di base necessari periodo non superiore a 4 secondi. Prima che
Strumenti tecnico-tattici di gruppo. Strumenti Otto più portieri. palla si sposta nella metà campo offensiva. a conservare il possesso palla e fornire sostegno, in trascorrano i 4 secondi, il giocatore entrato in
tecnico-tattici di squadra. Fondamentali Un giocatore può passare nella metà campo CONTENUTO ogni momento, al possessore di palla. una zona diversa dalla sua deve uscirne.
tattici offensivi. Introduzione alle situazioni di ATTREZZATURA offensiva solo se attraversa la linea portando Controllo della palla, passaggi e dribbling. • Il gioco è a due tocchi e la palla può essere
superiorità o inferiorità numerica. Palloni e pettorine. palla. Visione periferica dell’area circostante. passata in qualsiasi spazio libero.

66 67
1.3 PRINCIPI DEL trovare spazi che offrano al portatore Gioco di possesso, 5 vs 5 su campo diviso in
PETITE CORRECTION

soluzioni di passaggio. Lo smarcamento due metà, un tocco/tocchi illimitati

FUTSAL
può essere in appoggio, cioè volto ad
assistere il giocatore in possesso, o di 1
rottura, per creare spazi nella difesa in
cui ricevere un passaggio che consenta
all’azione offensiva di progredire.

6. Sostegno
Muovendosi senza palla i giocatori
creano soluzioni di passaggio per
1.3.1 Fondamentali offensivi 2. Posizionamento del corpo il giocatore in possesso. Questi
Questo è un altro concetto fondamentale che movimenti devono essere continui, per
Oltre al modulo adottato o al sistema di attacco non solo contribuisce a determinare la capacità assistere costantemente il possessore
schierato, l’applicazione corretta degli strumenti di percepire le situazioni di gioco, ma anche, di palla.
tecnici e la capacità di valutare e analizzare il gioco in modo considerevole, i nostri obiettivi tattici.
si basa in gran parte sui fondamentali del gioco Il posizionamento del corpo in un modo o 7. Finta
offensivo. In generale, i fondamentali comprendono in un altro può alterare le soluzioni di gioco Questo è un concetto tecnico-tattico
capacità percettivo-motorie, o di coordinazione, e disponibili, con e senza palla. Un giocatore che che implica uno spostamento o
tattiche offensive individuali (strumenti tecnico-tattici si orienta nel modo più favorevole all’azione movimento del corpo finalizzato a
UNITÀ DI APPRENDIMENTO NUMERO DI GIOCATORI
individuali). All’aumentare dell’aspetto sociale del in corso aumenterà le soluzioni tattiche a ingannare o confondere il marcatore Strumenti tecnico-tattici individuali e di gruppo. 10.
fondamentale, aumenta anche la sua complessità. sua disposizione, oltre ad avere una migliore affinché questi, a sua volta, compia uno
Ne consegue pertanto che questi fondamentali percezione spaziale e temporale della sua spostamento o un movimento che lasci FASE ATTREZZATURA
iniziali siano la base sulla quale devono costruirsi posizione e della situazione rispetto ai compagni all’attaccante la possibilità di eseguire Acquisizione/perfezionamento delle Palloni, pettorine, coni.
le tattiche di gruppo (strumenti tecnico-tattici di di squadra, agli avversari e alla palla. una successiva azione pianificata. competenze.
gruppo) e le tattiche di squadra (strumenti tecnico- DESCRIZIONE DELL’ESERCIZIO
CONTENUTO • Gioco di possesso su campo diviso in due
tattici di squadra). 3. Controllo dello spazio con la palla e 8. Cambio di gioco
Fondamentali di attacco e difesa. Capacità metà (20 x 20 m), 5 vs 5.
rispetto al proprio marcatore Prevede che il giocatore in possesso decisionale su passaggio palla. Posizione • Entrambe le squadre cercano di mantenere
Possiamo descrivere i fondamentali dell’attacco Essere in grado di controllare lo spazio necessario palla scelga un’opzione di passaggio del corpo. Controllo visivo attivo sull’area di il possesso palla. La squadra che perde
come comprensivi di elementi motori, posizionali per attuare una manovra in modo controllato che sposti il gioco su una zona diversa gioco. Marcatura. Contrasto. Chiusura delle il possesso passa a difendere. Se la palla
e offensivi eseguiti sia individualmente o in è un fattore fondamentale a livello tattico. La del campo, al fine di aumentare linee di passaggio. Consapevolezza degli esce dal terreno di gioco, viene assegnata
combinazione con i compagni di squadra sulla capacità di collocarsi alla distanza corretta e le possibilità a disposizione della spazi nei cambi di posizione. una rimessa a sfavore della squadra che ha
base del fine o dell’obiettivo dell’attacco (ad es. nella posizione e orientamento adeguati rispetto squadra. Un cambio di gioco richiede toccato per ultima il pallone.
OBIETTIVI • Condizioni: se si effettua un passaggio di
conservare il possesso, costruire il gioco, concludere al nostro marcatore al momento di ricevere la che il giocatore in possesso cambi la
Migliorare i fondamentali offensivi e difensivi prima a un compagno di squadra, questi
in porta/segnare un gol). Questi elementi forniscono palla, o quando già siamo in possesso, implica la posizione del corpo, sposti la palla in necessari al mantenimento e al recupero del avrà a disposizione un numero illimitato di
al giocatore gli strumenti necessari per individuare capacità di anticipare sempre le azioni difensive una posizione adatta e quindi la passi possesso palla. tocchi. Ad ogni modo, se il giocatore esegue
soluzioni efficaci ai problemi che può incontrare per la gestione della palla e la nostra intenzione o corra con questa. più di un tocco, il compagno a cui passa la
nel gioco. Dato che la capacità decisionale fa tattica successiva. Come si può vedere, tutti palla ne avrà a disposizione solo uno.
affidamento sull’analisi della situazione di gioco questi sforzi sono volti a rendere più difficile al 9. Creazione di linee di
fondata sulla percezione, si può dire che i concetti difensore una marcatura a uomo efficace. passaggio
di percezione basilari e di processo decisionale siano Il passaggio è la chiave di
alla base delle buone soluzioni tattiche. 4. Applicazione dei fondamentali tecnici qualsiasi azione offensiva
Come abbiamo visto, sebbene il passaggio, il di collegamento. Più
I fondamentali offensivi possono essere classificati controllo, il dribbling e il tiro rientrino tra gli soluzioni di passaggio
come segue: elementi tecnici, il loro uso in qualsiasi situazione sono disponibili, più
presuppone un processo cognitivo, ossia facile sarà il processo
1. Controllo visivo attivo sull’area di gioco percezione e capacità decisionale. Si può dire che decisionale per il giocatore
Prendere le decisioni corrette sulla base la tattica sia, allo stesso tempo, causa ed effetto di in possesso palla. Per questo
dell’analisi del gioco richiede un controllo visivo ogni elemento tecnico. i giocatori in attacco, in
attivo sulla zona circostante che includa la possesso o meno, devono
posizione della palla, quella dei compagni di 5. Smarcamento sempre cercare di creare
squadra e quella degli avversari. Un giocatore È il movimento che un giocatore esegue per opportunità di passaggio.
deve sapere dove, come e cosa guardare in liberarsi dalla marcatura dell’avversario quando
qualsiasi momento del gioco. la propria squadra è in possesso palla e per

68 69
Gioco di percezione visiva, 4 vs 4 più
PE T I T E C O R R E CTION 10. Creazione/occupazione/utilizzo 13. Blocco Esercizio in parità/inferiorità/superiorità
portieri in un campo 40 x 20 m, un tocco degli spazi Un’azione eseguita da un giocatore su numerica, con possibilità di tiro in entrambe
Le situazioni di gioco variano in base un avversario che marca il compagno
2 agli spazi e alle linee di passaggio di squadra in possesso palla (blocco le porte; giocatori extra aggiunti uno alla volta
disponibili per il giocatore in possesso diretto) o su un avversario che marca
palla. La maggior parte dei movimenti un compagno di squadra senza
3
senza palla è mirata a creare aree con palla (blocco indiretto). Secondo
spazi disponibili o a usare gli spazi il regolamento, un attaccante si
dove già disponibili. Un giocatore può posiziona in modo da impedire al
creare spazi muovendosi da un punto difensore di entrare in una specifica
a un altro e allargando così gli spazi zona del campo, affinché questo
nella zona precedentemente occupata. spazio possa essere adoperato da
Questo movimento infatti obbliga uno un compagno di squadra (che può o
dei difensori a cambiare posizione, meno essere in possesso palla).
spostandosi in risposta al movimento
dell’avversario senza palla. Un’altra 14. Movimento senza palla
opzione disponibile per un giocatore in Già abbiamo detto dell’utilità del
attacco è quella di correre senza palla o concetto fondamentale di movimento
fare scatti a sostegno per occupare gli senza palla, utile per creare migliori
UNITÀ DI APPRENDIMENTO NUMERO DI GIOCATORI spazi. L’obiettivo ultimo della creazione soluzioni di passaggio e allargare
Strumenti tecnico-tattici individuali e di 8 più due portieri. e dell’occupazione degli spazi è di gli spazi. Ciò nonostante, è giusto
gruppo. usarli per ricevere la palla. ribadirne l’importanza dato che rende
ATTREZZATURA più difficile, per i difensori, anticipare
FASE Palloni e pettorine. 11. Puntare l’avversario situazioni pericolose, marcare in modo
Acquisizione/perfezionamento delle
Quando un attaccante è in possesso efficace e far uso di tutte le loro UNITÀ DI APPRENDIMENTO DESCRIZIONE DELL’ESERCIZIO
competenze. DESCRIZIONE DELL’ESERCIZIO
• Situazione di gioco reale, 4 vs 4 più palla c’è una grande differenza a capacità percettive e decisionali. Strumenti tecnico-tattici individuali e di gruppo. • Esercizio su terreno di gioco 20 x 20 m
CONTENUTO portiere, gioco a un tocco, ma a due seconda che sia lui a muoversi nello con schieramento 4 vs 4 più portieri e un
Fondamentali di attacco e difesa. Capacità tocchi se la palla arriva da un avversario spazio del difensore o che quest’ultimo FASE servitore per squadra.
decisionale su passaggio palla. Creazione o da un compagno di squadra che ha irrompa nello spazio dell’attaccante. Acquisizione delle competenze. • I giocatori si schierano lungo la linea
delle linee passaggio. Posizione del corpo. eseguito un passaggio di prima, o per Spostandosi nello spazio del difensore laterale, una squadra per lato, con il
Controllo visivo attivo sull’area di gioco. concludere in porta. CONTENUTO proprio servitore sul lato opposto. A
e posizionando correttamente il corpo,
Controllo spaziale sul marcatore. Chiusura • Il giocatore è costretto a valutare la Fondamentali tecnico-tattici. Conclusione in ogni squadra si aggiunge un giocatore
un attaccante può trovare soluzioni porta. Visione periferica e consapevolezza supplementare alla volta. Il servitore di una
delle linee di passaggio. Vigilanza. Pressing situazione di gioco prima di ricevere la
sulla palla nelle linee di passaggio. Anticipo. palla, e a posizionare il corpo in modo da efficaci che il difensore cercherà di spaziale dell’area circostante. Gestione della squadra può passare la palla in qualsiasi
Intercettamento, ecc. avere un controllo visivo attivo sul campo ostacolare o prevenire. superiorità/inferiorità numerica. Velocità momento quando entra in campo un
e poter eseguire passaggi di prima, se di esecuzione nella conclusione in porta. giocatore della propria squadra.
OBIETTIVI necessario. Quando gli arriva la palla, il 12. Rallentamento del gioco in attacco Percezione e capacità decisionale. • Una volta che la palla è in gioco, nessuno
Migliorare i concetti offensivi e difensivi di base giocatore deve sapere cosa fare e prendere Così come la difesa può rallentare il può entrare in campo finché questa non
necessari allo sviluppo del gioco, al recupero la giusta decisione il più velocemente OBIETTIVI esce o finché non viene segnato un gol.
gioco, anche in attacco è possibile Migliorare la capacità decisionale nelle Il servitore può passare la palla a qualsiasi
del possesso palla, a prevenire lo sviluppo del possibile.
gioco della squadra avversaria e a guadagnare
ridurre il ritmo a fini offensivi per occasioni di conclusione rapida in porta giocatore in campo o sul punto di entrare.
una posizione di tiro. rallentare il gioco ed eseguire la e aumentare la velocità/precisione nel • I rapporti numerici tra le due squadre
manovra offensiva più lentamente. mantenere la palla in movimento e nell’ultimo sono: 1 vs P, 1 vs 1, 2 vs 1, 2 vs 2, 3 vs 2,
Rallentando il ritmo si ha la possibilità terzo di campo. 3 vs 3, 4 vs 3 e 4 vs 4. I giocatori possono
di creare una situazione più favorevole segnare in entrambe le porte, ma solo
NUMERO DI GIOCATORI dopo che tutti gli attaccanti in campo
o vantaggiosa per i propri schemi
10 più portieri. hanno toccato il pallone, e possono
tattici. cambiare direzione a piacimento. Dopo
ATTREZZATURA aver raggiunto la configurazione 4 vs 4, la
Palloni e pettorine. sequenza ricomincia, cambiando l’ordine di
entrata in campo dei giocatori.

70 71
UNITÀ PRATICHE / TECNICA E TATTICA

1.3.2 Fondamentali difensivi Questi elementi e concetti sono difficili da separare Una volta compreso il processo alla base della 2. Controllo degli spazi (durante gli
e classificare a causa della natura collettiva delle percezione e della capacità decisionale, che a aggiustamenti)
Possiamo descrivere i fondamentali difensivi come fasi che compongono il processo difensivo. Ad sua volta permette di applicare i fondamentali Un fattore cruciale è la capacità di controllare
una combinazione di posizionamenti, manovre ogni modo, essi si basano tutti sulla percezione e difensivi, possiamo passare allo studio degli elementi lo spazio rispetto all’avversario al momento di
e azioni difensive, eseguiti sia individualmente sulla capacità decisionale che, a loro volta, sono fondamentali dei principi di base della difesa: cambiare marcatura:
che insieme ai compagni di squadra, sulla base fondate sull’analisi delle situazioni di gioco da
delle finalità o degli obiettivi della difesa (ad es. parte del giocatore. Pertanto, la loro applicazione è 1. Elementi della difesa a uomo • Mantenere una distanza di sicurezza
recuperare il possesso palla, impedire agli avversari determinata dalla lettura del gioco e dalla portata Ci sono tre fasi fondamentali della difesa a dall’avversario marcato (quando si affronta
di avanzare o segnare un gol). Va sottolineato che delle variabili e dei fattori condizionanti. L’aspetto uomo: un avversario senza palla).
tutti questi fondamentali hanno un obiettivo tattico cognitivo dell’abilità motoria è decisivo in ogni
e sono finalizzati a mettere in atto i principi generali situazione di gioco. Per questo motivo, è importante • Dominare lo spazio attorno all’avversario in
del gioco difensivo. analizzare brevemente le componenti fondamentali Copertura difensiva. Posizionamento difensivo possesso palla.
della percezione e della capacità decisionale. di base. Solidità difensiva.
• Recupero dello spazio difensivo.
Posizionare il proprio corpo per ottenere il
comando visivo della zona di gioco (la palla
e la posizione di compagni e avversari). • Dominio dello spazio nell’esecuzione di un
blocco difensivo.
Prima di ricevere
Mantenere una distanza di sicurezza tra sé e
la palla (o in quei l’avversario (per consentire una reazione 3. Pressare la palla
casi in cui la palla composta prima di qualsiasi azione offensiva). Questo è un elemento difensivo fondamentale
non viene ricevuta) Anticipare in difesa (difendere con il proprio
Componenti fondamentali della percezione e della capacità decisionale corpo, chiudendo qualsiasi potenziale angolo
del lavoro della difesa, dal quale dipendono in
di passaggio). larga misura gli altri elementi difensivi. Si dovrà
tener conto dei seguenti fattori:
Sostegno, copertura, controllo dello spazio
Palla (individualmente o collettivamente), • Riduzione dello spazio difensivo sulla
FATTORI DELLA PERCEZIONE VISIVA

basculamento difensivo, ecc. traiettoria del passaggio.

Movimento lungo la traiettoria della palla, • Posizionamento difensivo di base durante la


chiusura sul ricevente. Pressione. Aggressività.
Posizione dei compagni di squadra e degli avversari pressione.
Anticipo. Intercettamento della traiettoria del
• Contrasti, intercettamenti, disturbo, cariche
passaggio. Difendere anticipando il passaggio
Quando si sta di spalla e anticipi.
prima che venga effettuato o posizionarsi tra
Pressione per ricevere la palla la palla e il ricevente durante il passaggio.
Area di gioco (ossia durante • Orientamento difensivo in pressione,
sulla palla il passaggio) Nel movimento difensivo, posizione del corpo dominando l’area dell’avversario in modo da
e controllo dello spazio in relazione al giocatore ridurre gli spazi e le linee di passaggio.
ricevente. Aspetti da considerare: velocità della
Posizionamento palla, movimenti dell’attaccante, piede forte 4. Controllo degli spazi
Posizioni difensive come strategia Linee di del ricevente, lettura del gioco. L’occupazione razionale degli spazi lungo la
Posizioni offensive del del difensore difensiva (nella passaggio - linea difensiva è un concetto fondamentale in
portatore di palla che copre sul metà campo, obiettivo Posizione difensiva di base. Disturbo. Contrasto. ogni sistema difensivo (incluso quello a uomo).
portatore con e senza dell'attacco Cariche di spalla al giocatore in possesso. Ci sono sempre difensori che hanno un impatto
la palla) individuale inferiore a quello del loro avversario.
Blocco/intercettamento (chiusura) delle linee Questi dovranno pertanto bilanciare la difesa,
di passaggio o di tiro. Senza perdere l'equilibrio
dominando e chiudendo gli spazi che l’avversario
difensivo.
Dopo la ricezione potrebbe utilizzare per creare una minaccia
Marcatura della palla (difesa offensiva, oppure coprendo una posizione
Formazioni Analisi del gioco Movimenti difensivi: pressione sul portatore e
del portatore
FATTORI
TATTICI

e sistemi difensivi. Obiettivi tattici e analisi dei rischi contro un gioco controllo dello spazio per impedire alla squadra difensiva. Il compito di controllare gli spazi inizia
di palla e Fasi della difesa in possesso palla) in possesso di sviluppare un attacco. Lettura del ancor prima che la squadra perda il possesso palla,
Difesa a uomo della difesa (punteggio, tempo
dei giocatori gioco per difendere nella direzione corretta mantenendo l’equilibrio difensivo durante
o a zona? residuo ecc.)
senza possesso durante il pressing sul portatore. l’attacco. Una volta iniziata la fase difensiva e
organizzata la difesa posizionale, i difensori sulla
Concetti di squadra basati sulla lettura del seconda e terza linea difensiva devono dominare
gioco: azioni ritardatrici, copertura flottante, ecc.

72 73
Esercizio di costruzione della difesa a uomo gli spazi e compensare i movimenti e le offensiva avversaria per mantenere un 1 vs 2 difensivo senza restrizioni di spazio dal
1 decisioni dei giocatori della prima linea particolare schieramento difensivo. sesto passaggio in attacco, dopodiché gli
che pressano la palla. L’idea è scambiarsi L’obiettivo è mantenere le linee
20 m 10 m 10 m
gli avversari, fornire copertura e, quando difensive, impedire alla squadra attaccanti possono concludere in entrambe porte
necessario, ruotare. Il giocatore della avversaria di creare linee di passaggio
2
seconda linea sul lato opposto del e far circolare la palla, chiudere le linee
portatore è detto esterno opposto. di passaggio, mantenere la pressione
Il posizionamento in un triangolo sulla palla, ostacolare il sostegno al
difensivo, costituito dai giocatori della portatore di palla avversario, ecc.
prima linea e l’esterno opposto è una
tattica comunemente adoperata. Questi Ci sono molti scenari differenti in cui i
giocatori cercano di utilizzare il maggior difensori possono optare per il cambio
numero possibile di linee di pressione di marcatura, ma qui presentiamo i tre
difensive creando un sistema organizzato principali:
che garantisca supporto e copertura
difensiva e che permetta ai difensori di • Scambio di marcatura con un
controllare gli spazi in maniera efficace. compagno di squadra (in caso di
avversari senza possesso palla)
5. Fondamentali del gioco di squadra
I concetti fondamentali del gioco di • Scambio di marcatura per chiudere
UNITÀ DI APPRENDIMENTO Il difensore deve impedire, a sua volta, che squadra nella tattica di gruppo sono: le linee di passaggio tra giocatori
Strumenti tecnico-tattici individuali e di gruppo. l’attaccante riceva la palla o che, in caso di sostegno (azione eseguita da un avversari (chiusura della linea)
ricezione, possa avanzare verso l’altro lato difensore per fermare l’avanzata di
FASE della zona. Se il difensore recupera palla, un attaccante che si è smarcato da • Modifica degli spazi al cambio di UNITÀ DI APPRENDIMENTO DESCRIZIONE DELL’ESERCIZIO
Principianti. deve passarla al giocatore esterno alla zona, uno dei suoi compagni di squadra marcatura Fondamentali difensivi. • Come mostrato dallo schema, si giocherà
in modo da diventare a sua volta attaccante per consentire a quel compagno di in 1 vs 2 su metà campo da basket fino a
CONTENUTO e ricevere il passaggio. FASE che i due attaccanti non si siano passati
Aspetti individuali della marcatura. • Nel rettangolo da 20 x 20 m, si giocherà 2
recuperare la posizione), copertura 9. Salto
Acquisizione delle competenze. la palla per sei volte. Al sesto passaggio,
vs 2 con due giocatori fuori dalla zona (uno (quando un giocatore rimpiazza o Questo concetto fondamentale
questi sono liberi di muoversi sull’intero
OBIETTIVI per squadra), nelle stesse modalità di cui si rende disponibile ad aiutare un prevede essenzialmente un cambio di CONTENUTO terreno di gioco e gli attaccanti potranno
Presentare ai giocatori elementi e aspetti sopra. A metà dell’esercizio, si introdurrà compagno di squadra che potrebbe marcatura, anche se sono coinvolte Controllo degli spazi. Controllo visivo attivo tirare in entrambe le porte.
coinvolti nella difesa a uomo individuale e una nuova regola, per cui gli attaccanti perdere il giocatore che sta marcando), altre caratteristiche specifiche. La più sull’area di gioco e padronanza della visione • I giocatori non possono invertire la
come difendersi da un attaccante prima e devono toccare la palla prima di cercare cambio di posizione (occupare la importante di queste è che, in una periferica. Movimento. Finte difensive. Lettura direzione di attacco passando da una metà
dopo la ricezione della palla. di oltrepassare la linea. Ogni qual volta la del posizionamento offensivo ecc. campo all’altra. Una volta che gli attaccanti
posizione di un compagno di squadra situazione nella quale ci sono due
difesa recupera possesso palla, questa verrà portano la palla in una delle due aree di
NUMERO DI GIOCATORI passata al giocatore esterno all’area.
in modo da garantire la copertura dopo difensori che coprono due attaccanti,
OBIETTIVI gioco, non possono cambiare direzione per
12. • L’allenatore dovrà correggere gli aspetti che un avversario si è smarcato). uno dei quali in possesso, i difensori Migliorare la conoscenza dei fondamentali il tiro in porta.
della difesa a uomo individuale, prima si scambino gli attaccanti quando il difensivi in caso di inferiorità numerica • Il giocatore che effettua una conclusione
ATTREZZATURA e dopo la ricezione della palla da parte 6. Rallentamento del gioco portatore passa la palla al compagno. in situazione di 1 vs 2. Focalizzarsi sulla diventerà difensore nell’esercizio
Palloni, pettorine, coni. dell’attaccante. È un’azione finalizzata a smorzare Il difensore che marca l’attaccante che padronanza visiva dell’area di gioco. successivo.
• I giocatori fuori dalla zona si scambiano l’attacco, in modo da guadagnare passa, „salta“ a marcare l’attaccante
DESCRIZIONE DELL’ESERCIZIO con i giocatori al suo interno a intervalli NUMERO DI GIOCATORI
tempo a beneficio della difesa. che riceve il passaggio, mentre l’altro
• Il campo è diviso in tre parti, come mostrato prestabiliti o sulla base di regole che 10 più portieri.
nello schema; due da 10 x 20 m e una da prevedono la rotazione in determinate difensore quindi copre l’attaccante che
20 x 20 m. circostanze. 7. Flottaggio ha appena passato. ATTREZZATURA
• Nelle zone da 10 x 20 m, si giocherà 1 vs È un’opzione difensiva per la Palloni e pettorine.
1 (con un giocatore fuori da tali zone) in quale il difensore si allontana 10. Chiusura/blocco delle linee di
cui l’attaccante cerca di ricevere la palla dal momentaneamente da un determinato passaggio
giocatore esterno alla sua zona. Quando attaccante (il giocatore che sta La chiusura o il blocco delle linee di
la palla esce dalla zona, sarà rimessa in
marcando) per avere la possibilità passaggio si può realizzare chiudendo
gioco da un giocatore esterno ad essa.
Obiettivo dell’attaccante è raggiungere la intervenire su un’altra situazione di le linee a disposizione del portatore
linea opposta rispetto a quella da cui viene gioco nell’attesa del momento per (posizionamento difensivo, pressing
lanciata la palla, mantenendone il controllo. l’azione difensiva appropriata. sulla palla e controllo degli spazi) o
chiudendo le linee disponibili per la
8. Scambio di marcatura ricezione della palla (blocco delle linee,
In determinate situazioni di gioco anticipo del passaggio, ecc.).
i difensori possono scambiarsi le
marcature in risposta a una manovra

74 75
UNITÀ PRATICHE / TECNICA E TATTICA

1.4 CAPACITÀ
5 vs 5 + portieri su terreno di gioco 40 x 20 m Normalmente, gli obiettivi della
diviso in tre zone da 13,3 x 20 m, con un massimo chiusura delle linee di passaggio sono

TECNICHE
i seguenti: impedire agli attaccanti
di 3 vs 2 in ogni area di creare dagli spazi situazioni
3 vantaggiose, impedire agli avversari la
circolazione della palla (dal lato forte
13,3 m 13,3 m 13,3 m al lato debole della propria difesa),
impedire agli avversari di avanzare
palla al piede (fermandoli prima che
superino le linee difensive), ritardare
o prevenire la creazione di superiorità
numerica avversaria; recuperare il 1.4.1 Definizione di tecnica 1.4.2.2 Insegnamento della tecnica
possesso.
In termini generali, il concetto di tecnica nel In generale, nell’insegnamento della tecnica, ci si dovrà
11. Rientro mondo dello sport fa riferimento a un processo o sforzare di trovare il giusto mezzo tra un approccio
Si tratta di un concetto difensivo a un insieme di processi motori che consentono basato sulle esercitazioni e uno basato sulle situazioni
fondamentale: uno o più giocatori della di padroneggiare un particolare sport. Nel futsal i di gioco reale. Gli esercizi sono caratterizzati dalla
stessa squadra si ritirano su posizioni giocatori hanno limitazioni spaziali e temporali tali ripetizione sistematica di azioni, secondo le istruzioni
difensive arretrate dopo aver perso che la capacità tecnica con la palla del giocatore fornite dall’allenatore, la cui esecuzione non è
il possesso palla (fase di transizione acquista un valore particolare. condizionata dalla presenza di avversari (l’attenzione
difensiva) o quando la squadra in è sull’abilità con la palla del giocatore e su esercizi a
attacco supera con la palla una delle coppia o in gruppo).
linee difensive (normalmente in caso di
difesa posizionale e pressing alto).
1.4.2 Capacità tecnica e situazioni La presenza dell’avversario è invece costante nelle
UNITÀ DI APPRENDIMENTO
Fondamentali di difesa e attacco. ATTREZZATURA di gioco situazioni di gioco reale, pertanto l’esecuzione tecnica
Palloni, pettorine e coni. 12. Organizzazione difensiva dipende dal comportamento dell’avversario.
FASE Durante qualsiasi fase del gioco e Essere molto abili nel controllo della palla è
Acquisizione delle competenze. DESCRIZIONE DELL’ESERCIZIO soppesando le soluzioni a disposizione importante, ma è necessario essere in grado di Inoltre, i metodi di insegnamento dovranno essere
• 5 vs 5 più portieri su un terreno di gioco 40 una squadra deve organizzarsi in applicare quest’abilità in un contesto concreto e adattati all’età del gruppo. Con giocatori che si
CONTENUTO x 20 m.
modo da ottenere il massimo dalle funzionale, che coinvolge compagni di squadra avvicinano per la prima volta al futsal si dovrebbe
Basculamento difensivo. Rientro. • Dividere il terreno di gioco in tre parti da
Rallentamento del gioco. Chiusura delle linee 13,3 x 20 m. Per ogni zona è previsto un proprie risorse e usare efficacemente e avversari, che si muovono insieme all’interno privilegiare l’aspetto ludico, facendo sì che i
di passaggio, ecc. numero massimo di giocatori, ovvero tre i fondamentali difensivi disponibili. delle restrizioni spaziali e temporali caratteristiche giocatori acquisiscano le competenze tecniche
attaccanti e due difensori. I giocatori sono Questo concetto è alla base della del futsal. In altre parole, la capacità tecnica di un giocando.
OBIETTIVI liberi di entrare e uscire dalla propria zona tattica difensiva di squadra. L’idea di giocatore va dimostrata in relazione alle reali necessità
Migliorare la conoscenza di alcuni dei di gioco, a patto che questa condizione sia fondo non è solo realizzare una buona di gioco. Ecco perché l’applicazione della tecnica al L’insegnamento dei fondamentali tecnici è un lavoro
fondamentali difensivi in caso di inferiorità sempre soddisfatta. organizzazione posizionale e occupare gioco è un concetto particolarmente importante. graduale, che va dalla fase dei principianti, dello
numerica in situazione di 2 vs 3. • Il gioco scorre liberamente.
razionalmente gli spazi in qualsiasi sviluppo, dell’acquisizione e del perfezionamento
situazione di gioco e durante tutte 1.4.2.1 Sviluppo delle capacità tecniche delle competenze, fino a quella dell’ottimizzazione e
NUMERO DI GIOCATORI VARIANTI
10 più due portieri. • Si possono concedere solo due tocchi o le fasi difensive, ma anche far sì che della stabilizzazione.
contare tra gli attaccanti anche il portiere i giocatori agiscano esprimendo un Il pieno controllo delle competenze si basa,
della squadra nel 3 vs 2. obiettivo tattico condiviso (recuperare generalmente, sulla ripetizione. Nel futsal, però, 1.4.2.3 Individuazione e correzione degli
il possesso palla, chiudere il giocatore ripetere una serie standardizzata di esercizi non errori
in possesso, mantenere in campo uno è sufficiente per un corretto apprendimento.
schieramento equilibrato, ecc.). L’allenatore deve concentrarsi anche su altri Per correggere un errore l’allenatore dovrà essere
fattori che influiscono sulle prestazioni, di modo in grado di scomporre il gesto tecnico in questione
che le competenze tecniche vengano utilizzate nei vari elementi che lo compongono. Ad esempio,
pragmaticamente e adattate all’uso in situazioni di nell’analizzare un giocatore che calcia la palla, egli
gioco sempre mutevoli. In altre parole, la capacità dovrà concentrarsi su alcuni elementi chiave: rincorsa,
tecnica si sviluppa in un contesto in costante piede d’appoggio, piede usato per colpire il pallone,
evoluzione (il futsal è uno sport di „abilità aperte“). posizione del busto. Gli errori più comuni in queste
aree riguardano l’orientamento della rincorsa e il
posizionamento scorretto del piede di appoggio, del
busto e delle braccia.

76 77
1.4.3 Fondamentali tecnici relativi Passaggio nello spazio o sulla corsa
1.4.3.3 Il controllo orientato Esercizi e situazioni di trasmissione e
NOUVEAU
all’uso della palla Il passaggio nello spazio è un passaggio eseguito ricezione della palla
in modo da intersecare la direzione della corsa del Per „controllo orientato“ si intende la
1.4.3.1 Presentazione generale compagno di squadra verso cui è inteso, in modo capacità del giocatore di ricevere la palla 1
che quest’ultimo e la palla convergano nello spazio e indirizzarla al primo tocco verso il nuovo
Elementi tecnici fondamentali designato. . sviluppo del gioco desiderato. Questa
competenza tecnica è diventata di primaria
La situazione ottimale per un passaggio nello spazio importanza nel gioco ad alti livelli. Nel futsal
Passaggio si ottiene nel momento in cui il ricevente controlla la moderno non si considera più efficace uno
Tiro palla senza rallentare la corsa nello spazio. stop in cui la palla rimane ferma nel punto in
Ricezione, controllo e difesa della palla cui è stata ricevuta.
Conduzione della palla Quando scegliere un passaggio nello spazio e quando
Contrasto un passaggio diretto? Controllo della palla mantenendo
Dribbling visione del gioco
Colpo di testa Se lo scopo è quello di mantenere il possesso palla, Il giocatore in possesso spesso si concentra
Tecnica del portiere i passaggi dovrebbero per lo più essere fatti sulla interamente sul controllo della palla, non
figura, mentre se si vuole spostare la palla per riuscendo così a vedere se un compagno
attaccare la profondità è preferibile passare la palla di squadra è riuscito a smarcarsi. La
Gesti tecnici specifici del futsal sulla direzione di corsa del ricevente. consapevolezza di quanto avviene
intorno a sé è una capacità da coltivare
Obiettivi e scopi del passaggio per sviluppare il gioco. Ciò può avvenire
Stop di pianta Gli obiettivi e gli scopi del passaggio nello spazio sono attraverso esercitazioni a forte valenza DESCRIZIONE DELL’ESERCIZIO
Passaggio corto con la pianta del piede i seguenti: percettiva. Delimitare un rettangolo di circa 15 x 12 del passaggio e si pone in fondo alla fila
Dribbling con la pianta del piede metri e disporre i giocatori (2 o 3) agli del compagno a cui ha passato la palla. La
Tiro di punta angoli con i palloni posizionati come nel ricezione dovrà avvenire cercando di orientare
Sviluppare manovre di gioco: passaggio all’indietro (a Controllo e difesa della palla
Calcio di esterno disegno. La palla deve circolare all’esterno del il pallone verso la direzione in cui deve essere
un compagno di squadra dietro la linea della palla); in La ricezione richiede anche la padronanza rettangolo, a due tocchi (es. in senso orario). eseguito il passaggio successivo.
Passaggio di interno avanti (a un compagno di squadra oltre la linea della nel controllo e nella difesa della palla. Chi
N O trasmette
UV E A U il pallone segue la direzione
Tecnica del portiere palla); trasversale (per allargare il gioco). Il giocatore che riceve la palla deve
posizionarsi tra questa e l’avversario
Creare spazi: passaggio tra le linee o filtrante (che e controllarla con il piede più lontano 2
1.4.3.2 Il passaggio supera la linea difensiva). dall’avversario.

Passare è il miglior modo per avviare un attacco, Conclusione di un’azione di gioco: passaggio in
poiché offre la soluzione più veloce e meno profondità che raggiunge il compagno nella sua
dispendiosa per spostare la palla da una parte direzione di corsa verso la porta avversaria, o dietro
all’altra del campo, occupare spazi, superare uno le spalle del difensore, oppure che prepara il tiro del
o più avversari o linee difensive e mantenere il ricevente.
possesso palla. Il passaggio dev’essere preciso,
facilmente controllabile, intenso ed effettuato al Pericolosità del passaggio orizzontale
momento giusto. Il passaggio orizzontale può risultare estremamente
pericoloso, soprattutto se eseguito dall’esterno del
Passaggio sulla figura campo verso il centro. Se intercettato, taglia fuori sia
I passaggi sulla figura, o diretti, vengono effettuati sui chi ha calciato che chi avrebbe dovuto ricevere. In
piedi del compagno di squadra. In alcune situazioni questi casi, sta al ricevente creare una nuova linea di
(ad es. marcatura stretta) il passaggio dovrebbe essere passaggio più efficace.
effettuato sul piede opposto rispetto alla posizione
dell’avversario, in modo da consentire al ricevente di DESCRIZIONE DELL’ESERCIZIO
difendere al meglio la palla. Una coppia di giocatori distanti circa 8-10
metri uno dall’altro parte da fondo campo e
avanza passandosi il pallone tra i conetti, di
prima o a due tocchi.

78 79
NO U V E AU
Esercizi e situazioni per sviluppare la capacità di dribbling
NOUVEA U
5

3 DESCRIZIONE DELL’ESERCIZIO
I giocatori, ognuno con una palla, dribblano
1.4.3.4 Conduzione della palla: le avanzando lungo il perimetro del terreno di gioco.
Al segnale dell’allenatore, entrano in campo e
basi del dribbling dribblano liberamente, con cambi di direzione
e verso. Al segnale successivo dell’allenatore
Essere in grado di condurre liberamente tornano a dribblare lungo le linee perimetrali.
la palla è un elemento fondamentale per
dribblare efficacemente. Secondo i manuali
di allenamento il dribbling è la conduzione
della palla finalizzata al superamento
dell’avversario.

Condurre la palla è uno dei fondamentali


tecnici che i bambini apprendono quando
vengono avviati a questo sport. NOU VEAU

Consigli per condurre con la palla


Dare tocchi leggeri al pallone in modo da 6
DESCRIZIONE DELL’ESERCIZIO mantenerlo il più vicino possibile ai propri
Due squadre (es. 4 vs 4) si affrontano in campo). La squadra in possesso palla realizza
piedi. DESCRIZIONE DELL’ESERCIZIO
uno spazio di gioco nel quale agli estremi, un gol se riesce a far pervenire il pallone a un
in prossimità delle linee di fondo campo, si proprio giocatore che si inserisce nella zona Dalla linea di fondo campo, due giocatori
trovano due zone nelle quali i difensori non suddetta (gli attaccanti possono sostare nella Il controllo della palla è più importante della (attaccante e difensore) eseguono uno
possono entrare (ultimi sei metri circa di zona solo per inserirsi e ricevere la palla). velocità. scatto in direzione del cono posizionato
in prossimità della linea di metà campo.
Correre con passi corti e rapidi. L’attaccante parte con 1 m di vantaggio
sul difensore. L’attaccante, inseguito dal
NOUVEAU difensore, raggiunge il cono e troverà il
Tenere alta la testa durante il dribbling è di pallone che dovrà condurre verso la porta
vitale importanza per il successivo sviluppo per la conclusione, con il difensore in fase di
4 delle azioni offensive. recupero.

NOUVEAU

DESCRIZIONE DELL’ESERCIZIO
Due squadre si affrontano sull’intero campo di
gioco nel quale ci sono delle porte (delimitate da
coni). Il numero delle porte deve essere superiore
al numero dei componenti di una squadra. Una
squadra realizza un gol nel momento in cui la
palla viene condotta dribblando attraverso una
porta.
DESCRIZIONE DELL’ESERCIZIO
Due squadre si affrontano sull’intero campo
di gioco nel quale vi sono delle porticine
(delimitate da conetti). Il numero delle porticine
deve essere superiore al numero dei componenti
di una squadra. Una squadra realizza un gol nel
momento in cui un giocatore passa la palla a un
compagno attraverso una porticina.

80 81
N OUVEA U

Esercizi di dribbling
8

DESCRIZIONE DELL’ESERCIZIO
Dribbling 1 vs 1. Il portiere calcia la palla a
1.4.3.5 Dribbling centrocampo verso due giocatori che partono
troppo velocemente (il difensore potrebbe non simultaneamente da entrambi i lati della porta.
Principi generali per il dribbling percepirla e quindi non avere il tempo necessario Chi raggiunge la palla per primo è l’attaccante,
Il giocatore che effettua il dribbling dovrà tenere la per reagire), né troppo lentamente, poiché questo l’altro il difensore. L’attaccante cerca di superare
palla a una distanza tale da permettergli di superare darebbe al difensore tempo sufficiente per recuperare il difensore e tirare in porta.
il difensore. È importante, inoltre, mantenere un equilibrio e riorganizzare la sua difesa. Il movimento
perfetto equilibrio per poter eseguire la finta e portare intenzionale, invece, dev’essere molto repentino VARIANTI
Gli attaccanti partono da seduti, proni o supini,
l’avversario a sbilanciarsi. affinché il difensore non abbia la possibilità di
ecc.
recuperare l’equilibrio.
Dribbling da fermo o in movimento L’esercizio può anche essere svolto in entrambe
Il dribbling dell’avversario da fermo si basa Dove superare l’avversario le porte, contemporaneamente, usando un
essenzialmente sulla capacità dell’attaccante di L’attaccante dovrebbe cercare di dribblare l’avversario secondo portiere e altri due gruppi di giocatori.
sbilanciare il difensore e superarlo al momento giusto. sul lato corrispondente al piede posizionato più avanti
P ET I T E CORRECT I ON
Il dribbling in movimento sfrutta invece la capacità di (ad es. sul lato destro di un difensore con piede destro
acquisire velocità di corsa rapidamente. avanti, considerato il „lato debole“). Il momento
migliore per superarlo è quello in cui il piede avanzato 9
Prima parte della corsa sta per toccare il terreno.
Il giocatore in possesso palla che si appresta a dribblare
il difensore deve, in primo luogo, cercare di puntare Il dribbling finalizzato allo sviluppo del gioco DESCRIZIONE DELL’ESERCIZIO
l’avversario alla maggiore velocità possibile. Ciò vuol Una squadra in fase di attacco dovrebbe preferire il Si gioca una partita 2 vs 2, più portieri, su metà
dire che deve portare, senza esitare, la palla vicino al passaggio al dribbling. I giocatori dovranno ricorrere campo. Il terreno di gioco è diviso in due zone
da una linea immaginaria, che unisce il centro
difensore prima di superarlo con una combinazione di all’1 vs 1 solo in zone del campo non pericolose e
delle due porte; in ciascuna zona giocheranno
finta e dribbling. quando i giocatori della squadra in possesso sono un attaccante e un difensore. La palla può essere
correttamente posizionati. Il dribbling è la chiave per passata da una zona all’altra, ma i giocatori non
Perché è importante puntare il difensore? creare situazioni di gioco che offrano la superiorità possono lasciare le loro rispettive zone.
Puntare il difensore nega a questo il tempo di numerica sugli avversari, per occupare spazio in
indirizzare il giocatore in possesso verso un’area di attacco, produrre occasioni di tiro, aprire linee di
campo che ritiene più vantaggiosa. Inoltre, quando il passaggio pericolose e limitare il pressing avversario.
portatore punta l’avversario con determinazione, lo
coglie impreparato, con gli arti inferiori e il busto non
orientati al meglio per intraprendere azioni difensive e
bloccare efficacemente l’attaccante. Metodi di allenamento finalizzati a migliorare la capacità di
superare l’avversario
Finte e movimenti intenzionali
NOU VE AU
La finta, o movimento d’inganno, precede il momento • Superare un avversario la cui possibilità di movimento è limitata
in cui il giocatore cerca di superare l’avversario. In (schieramento in linea).
sostanza, si tratta di far credere all’avversario di aver 10
scelto una direzione per superarlo prima di effettuare • Superare un avversario che ha maggior spazio di manovra (limitato a una
il movimento finale, che sarà poi quello intenzionale. zona).
Una finta efficace porterà il difensore a sbilanciarsi DESCRIZIONE DELL’ESERCIZIO
su un lato, consentendo all’attaccante di superarlo in • Superare un avversario su spazi non limitati. Tre coppie di giocatori, più portieri, si schierano
controtempo. in una metà campo, in situazioni di 1 vs 1. Ogni
• Migliorare la percezione spaziale e temporale in situazioni di uno contro coppia ha un pallone e l’obiettivo è segnare.
Tempistica della finta e del movimento uno: esercizi in cui difensore e attaccante si affrontano partendo con
intenzionale tempi differenti, con l’attaccante già in possesso palla (ad es. il difensore
Nel dribblare un avversario, un giocatore deve fargli parte per primo, l’attaccante parte per primo, entrambi partono nello
credere che la finta coincida con il movimento stesso momento, si parte da fermi, ecc.), oppure che riceve da un
finale intenzionale. Per questo, non dovrà eseguirla compagno di squadra prima del dribbling.

82 83
NOUVEAU

N O UVEAU
Esercizi e situazioni di tiro 1.4.3.6 Tiro 12
11 Un’azione offensiva efficace si conclude con
un tiro in porta. Questo gesto richiede al DESCRIZIONE DELL’ESERCIZIO
giocatore il giusto equilibrio tra precisione I giocatori, suddivisi nella metà campo in 4
gruppi, si distribuiscono all’interno dello spazio
e potenza. Un allenamento incentrato sulla
di gioco nel seguente modo: due gruppi si
precisione nel tiro dovrà richiedere a chi posizionano a fondo campo, in corrispondenza
calcia di mirare ai seguenti obiettivi: l’intero della zona del calcio d’angolo (un gruppo in un
specchio della porta, la zona destra o a angolo uno nell’altro), gli altri due lateralmente
sinistra del portiere, l’interno dei pali (angoli all’altezza del centrocampo. I portieri in porta.
alti o bassi). Un giocatore del gruppo, posizionato nella zona
di fondo campo, trasmette la palla in diagonale
al compagno situato nella zona laterale della
Tiro da posizione angolata
metà campo, il quale tirerà in porta di prima
È consigliabile che l’attaccante che da intenzione. Il tiro può essere eseguito anche
sinistra calcerà con il piede sinistro e da dopo una breve conduzione di palla. Al termine
destra con il destro miri al secondo palo. dell’esercizio ruotare i gruppi.
In questo modo, se la palla non dovesse
NOUVEAU
centrare lo specchio della porta, potrà
essere deviata da un compagno di squadra.
Il tiro verso il secondo palo può pertanto
13
DESCRIZIONE DELL’ESERCIZIO VARIANTE consentire il protrarsi dell’azione e,
I giocatori eseguono una serie di tiri di Eseguire i tiri con la palla in movimento. eventualmente, una conseguente ulteriore
precisione dai 10 metri a palla ferma. Lo conclusione in porta. DESCRIZIONE DELL’ESERCIZIO
specchio della porta deve essere diviso in 4 Su metà campo, collocare un giocatore in ogni
sezioni uguali (2 in alto e 2 in basso) con del angolo con un pallone. Un attaccante e un
nastro segnaletico.
Tagli dentro dalle fasce difensore si posizionano nel mezzo della metà
È possibile impiegare i giocatori abili campo. L’attaccante dovrà ricevere la palla da
con il destro sul lato sinistro e viceversa, uno dei suoi quattro compagni di squadra fermi
per la ricerca del tiro dalle zone esterne negli angoli e tirare di prima in una delle due
verso quelle interne. Tra le possibilità porte.
di esecuzione del tiro risulta efficace
anche quella di incrociare il tiro stesso,
direzionandolo verso l’angolo opposto
rispetto alla direzione di corsa, in modo
da obbligare il portiere a un movimento
laterale per seguire la posizione della palla e
cercare di prenderlo in controtempo).
NOU VEAU
1.4.3.7 Colpo di testa

Ci sono tre tipi di colpo di testa: in avanti,


laterale e all’indietro. 14

I giocatori possono colpire di testa con i DESCRIZIONE DELL’ESERCIZIO


Due squadre da due giocatori si sfidano in una
piedi al suolo (possibilmente effettuando
partita su metà campo. La squadra in possesso
una divaricata frontale) o in elevazione, palla può eseguire un tiro diretto o giocare di
staccando uno o due piedi. sponda con un giocatore (in blu) nella zona
neutrale (dalla linea di porta fino al limite
L’allenamento sui colpi di testa prevede dell’area di rigore) prima di tirare. I giocatori
esercizi in posizione seduta, dove il nella zona neutrale hanno un massimo di due
giocatore colpisce di testa la palla lanciata tocchi a disposizione.
da un compagno. A questi seguono
diversi esercizi in piedi, nei quali i giocatori
colpiscono di testa da fermi, con gli arti
inferiori in divaricata frontale, saltellando
sul posto e correndo sia in avanti che
all’indietro.

84 85
NO U V E AU
NOUVEAU

Esercizi di smarcamento 1.4.3.8 Smarcamento


Il concetto di “zona ombra“ 17
15 Si tratta di quell’area, all’interno del terreno
È il movimento che permette a un giocatore di gioco, immediatamente alle spalle di
di liberarsi da un avversario e di posizionarsi un difensore, verso la quale il possessore
in modo ideale (“zona luce“) per ricevere non può passare. Più il difensore è vicino al
la palla da un compagno di squadra. pallone, più grande sarà la “zona d’ombra“
Questo aspetto della tattica individuale è alle sue spalle. Questa zona diventa così
un elemento fondamentale che permette uno spazio “morto“, non utilizzabile dalla
alla squadra in possesso di creare occasioni. squadra in possesso palla.
Lo smarcamento è in stretta relazione con
il concetto di mobilità (movimento), uno Corsa a contro-movimento
dei pilastri della tattica di squadra in fase di Questo movimento permette a un giocatore
possesso. Per il portatore di palla non sarà di guadagnare spazio rispetto ai difensori
di aiuto vedere fermi i propri compagni di per poter ricevere la palla più facilmente.
squadra. Consiste nello spostarsi in una direzione per
poi invertire repentinamente il senso della
Fase A Fase B
Smarcamento corsa.
Come: utilizzando corsa a contro- DESCRIZIONE DELL’ESERCIZIO
movimento, cambi di direzione, variazione Corsa con cambio di direzione Quattro giocatori si dispongono lungo i smarcarsi con un repentino cambio di
DESCRIZIONE DELL’ESERCIZIO
Vari gruppi da quattro giocatori si schierano terreno di gioco. Il giocatore in giallo (fase
dell’intensità di corsa e corse in diagonale Si tratta di un’altra modalità per poter lati di un rettangolo da 12 x 14 m, e si direzione e quindi scambiare passaggi con
con la palla, uno di fronte all’altro, lungo A) si rende disponibile (all’interno della ’zona rispetto alla porta. guadagnare spazio rispetto al giocatore passano la palla a due tocchi. Un difensore uno dei quattro compagni di squadra lungo
le linee di fallo laterale (due su un lato, due luce’) e riceve palla dal suo compagno; si avversario. È estremamente importante, e un attaccante si trovano all’interno del le estremità del campo.
sull’altro), avendo a disposizione l’intero ricomincia quindi la sequenza in fase B. Dove: in un’area in cui è possibile ricevere nel momento in cui si cambia di direzione, rettangolo di gioco. L’attaccante può
la palla (zona luce), cioè quella parte di variare anche l’intensità di corsa.
campo in cui il giocatore in possesso palla
NOU V EAU NO U V E AU
può vedere il proprio compagno di squadra Esempi: corsa in parallelo, corsa in
che si smarca. diagonale, ecc.

16 18
Quando: al momento opportuno. Smarcamento alle spalle del difensore
Rappresenta una forma di smarcamento
Tipi diversi di smarcamento utile ed efficace, in grado di mettere
Lo smarcamento in appoggio è quello che in difficoltà il difensore che non riesce
Fase 2 A B
viene eseguito verso il possessore di palla e a concentrarsi contemporaneamente
tende a ridurre la distanza tra il possessore e sulla posizione della palla e su quella
il ricevente e aumentare quella tra ricevente dell’avversario che sta marcando.
e la porta avversaria. In alternativa, il
ricevente può arretrare oltre il possessore Tempistica dello smarcamento
per offrirgli un passaggio in sicurezza. Lo Nello smarcamento la scelta dei tempi è
smarcamento in profondità, invece, tende estremamente importante. Un giocatore
ad aumentare la distanza tra il possessore e deve smarcarsi non appena vede che
il ricevente riducendo quella tra il ricevente il compagno di squadra in possesso
Fase 1
A B e la porta avversaria. è in condizioni di passare. È inoltre
fondamentale valutare la situazione in cui
Il concetto di “zona luce“ si trova il possessore, in termini di spazio e
Si tratta dell’area in cui il giocatore in tempo a sua disposizione.
DESCRIZIONE DELL’ESERCIZIO
possesso palla è in grado di vedere
DESCRIZIONE DELL’ESERCIZIO Due squadre da 4-5 giocatori lottano per il hanno il ruolo di jolly, aiutando a turno
il compagno che si è smarcato ed possesso palla. I difensori marcano stretto il ciascuna squadra a mantenere il possesso
Si gioca un 3 vs 1 in un rettangolo da 4 x 8 compagno nella zona B (fase 2). Inizialmente,
eventualmente passargli la palla. La loro avversario diretto. All’interno del terreno palla. I giocatori hanno a disposizione due o
m. I due giocatori nella zona A passano la il difensore può spostarsi solo lungo la linea di
palla al compagno nella zona B, che si smarca divisione tra le due zone; in seguito, è libero dimensione, la forma e la posizione di di gioco (metà campo), uno o due giocatori tre tocchi.
e riceve il passaggio (fase 1). Uno dei due di muoversi su tutto il terreno di gioco. questo spazio variano continuamente a
giocatori della zona A va quindi a unirsi al seconda della posizione e delle azioni del
difensore che marca il possessore di palla e
della posizione e del comportamento degli
altri difensori.

86 87
NO UVE AU

1.4.3.9 Marcatura’
Considerazioni tattiche sul difensore in Marcare un avversario senza la palla Esercizi di marcatura e copertura difensiva
situazioni di 1 vs 1: invito Il difensore deve posizionarsi generalmente 19
L’avversario è o no in possesso di palla? Il difensore può tentare di indirizzare l’attaccante tra l’attaccante e la porta da difendere,
Se l’avversario è in possesso palla, il difensore si verso la direzione da lui desiderata (di modo che tenendo contemporaneamente sotto
dovrà posizionare tra questi, la palla e lo specchio l’attaccante risulti meno pericoloso, normalmente controllo sia l’avversario che la palla. Il
della porta. Se l’avversario non è in possesso il verso l’esterno o lontano dalla porta) e spingerlo difensore si trova infatti in difficoltà nel
difensore si dovrà comunque porre tra il giocatore verso il proprio lato forte. momento in cui perde di vista la posizione
e la porta, ma all’interno di un triangolo ideale i cui dell’avversario o quella del pallone (ovvero,
angoli sono rappresentati dalla posizione della palla, Considerazioni tattiche sul difensore in se l’attaccante si è smarcato alle sue
NO U VEAU dalla posizione dell’attaccante e dal centro della situazioni di 1 vs 1: varie soluzioni spalle).
porta. All’interno di questo triangolo il difensore L’avversario usa prevalentemente un piede piuttosto
dovrà occupare la posizione più adatta in base alla che l’altro? In tal caso, portiamolo sul piede debole. Considerare le caratteristiche e la
situazione di gioco. Oppure si può decidere di spingere l’avversario verso posizione dell’avversario in fase di
il centro del terreno di gioco perché lì si trovano più marcatura
difensori o perché quell’attaccante è pericoloso nei Il margine di sicurezza dipende dalla
tiri sul secondo palo e si vuole impedire il verificarsi velocità, dalla corporatura, dalla capacità
di una situazione di pericolo nella fase successiva del tecnica, ecc.
gioco.
Quanto più l’attaccante è distante
Problemi relativi all’invito dalla palla e dallo specchio della porta DESCRIZIONE DELL’ESERCIZIO
Nella metà campo, due giocatori in fase di I due difensori cercano di impedirglielo
Se il difensore decide di invitare l’attaccante avversaria, tanto più lenta sarà la marcatura
possesso devono passare il pallone al loro attraverso un’azione congiunta di “marcatura
avversario, deve assicurarsi che l’attaccante si diriga (+ copertura, - marcatura). compagno posizionato nella zona delimitata e copertura”. La zona delimitata deve essere
effettivamente verso tale direzione. Per far sì che ciò antistante la porta (di circa 6 x 3 m, più o occupata solamente dal giocatore che ha la
avvenga il difensore deve fare in modo che la linea Al contrario, quanto più vicino l’attaccante meno sul limite dell’area di rigore). Se il funzione di ricevere la palla e concludere in
di avanzamento dell’attaccante non passi all’interno si trova rispetto alla palla e allo specchio compagno riceve, dovrà concludere in porta. porta.
della sua base di appoggio (piedi). della porta, tanto più stretto lo si dovrà
marcare (- copertura, + marcatura).
Qual è l’obiettivo primario del difensore in
Posizionamento e marcatura. situazioni di 1 vs 1? Marcatura o copertura?
La risposta è banale: l’obiettivo primario è quello Il grande dilemma del
di non farsi superare. Quindi, in linea generale, al difensore è quello di
Come affrontare l’avversario in possesso palla: momento di iniziare a difendere, il difensore deve decidere se e come
la posizione dei piedi saper accompagnare l’attaccante in possesso palla. marcare l’avversario o se
Nell’insegnamento ai principianti, i manuali Inoltre, deve fintare interventi sulla palla (contrasto) limitarsi invece a coprire.
dicono che il difensore non dovrebbe affrontare il per turbare l’avversario e alterarne la percezione di Per questo è necessario
possessore di palla con le gambe larghe allineate alle tempo e spazio a disposizione. tenere conto della
spalle (a piedi paralleli), perché potrebbe perdere posizione dell’avversario
facilmente l’equilibrio, ma possibilmente con un Affrontare l’avversario (frontalmente) mentre da marcare e del tempo
piede avanti e l’altro leggermente arretrato. Quale sta per ricevere palla e dello spazio di gioco a
piede spostare in avanti e quale indietro è una È importante chiudere tutti gli spazi all’attaccante disposizione del portatore
decisione legata alle scelte tattiche del difensore. che sta per ricevere la palla nel momento giusto (la linea di passaggio è
(mentre la palla si sposta dal giocatore che ha aperta o chiusa?)
Lato forte e lato debole del difensore in effettuato il passaggio al ricevente). Allo stesso
relazione alla posizione dei piedi tempo, il difensore deve sapersi fermare e restare
Nel momento in cui un difensore sceglie di posizionare a distanza di sicurezza un attimo prima che
un piede più avanti rispetto all’altro, egli acquisisce l’attaccante riceva la palla.
automaticamente un lato forte e uno debole. Il lato
forte è rappresentato dalla parte in cui può spostarsi Marcare un avversario in possesso di palla e
con maggiore facilità (corrispondente al piede spalle alla porta
arretrato), mentre l’altro viene considerato il lato Il difensore dovrà imparare a non commettere fallo
debole (corrispondente al piede avanzato). nell’impedire all’avversario di voltarsi fronte alla
porta. Inoltre, non dovrà consentire all’attaccante
di sfruttare il corpo del difensore come perno per
ruotare e superarlo.

88 89
UNITÀ PRATICHE / TECNICA E TATTICA

1.5
1.4.3.10 Contrasto

TATTICA DI
parallelamente nella stessa direzione; il difensore può
eseguire il contrasto quando raggiunge la linea della
Il contrasto è quella competenza tecnica che permette palla. Il difensore utilizza la parte interna del collo del

SQUADRA
al difensore di conquistare o allontanare la palla in piede più lontano dall’attaccante ruotando il corpo
possesso di un avversario. Insieme agli altri due modi verso l’avversario facendo perno sull’altro piede.
di riconquistare la palla, l’anticipo e l’intercettamento
del passaggio, il contrasto consente al giocatore di Si ricorre al contrasto in scivolata quando quello
interrompere l’azione avversaria. laterale non è stato possibile o efficace, intervenendo
con il piede più vicino all’avversario (di collo esterno)
È un fondamentale tecnico che richiede notevole o con quello più lontano (di collo interno). La scivolata
agonismo e forza fisica. comporta un rischio tattico dato che il difensore è a
terra e, se non è riuscito a riconquistare palla, non 1.5.1 Introduzione alla tattica Tattica collettiva: linee generali
Il contrasto non è sempre la migliore opzione; può prendere parte all’azione difensiva. collettiva
a volte può essere preferibile evitarlo (in alcune
situazioni è meglio attendere). 1.4.3.11 Anticipo e intercettamento Ciò che rende così ricchi tatticamente gli sport di
Attacco Difesa
squadra è la dimensione collettiva del gioco. Quando si
L’allenatore può insegnare il contrasto ai giocatori Si parla di intercettamento quando un difensore inizia a giocare in combinazione, il mondo della tattica
con un approccio teorico, ma, affinché questi interrompe un’azione offensiva avversaria individuale viene superato (sebbene mai abbandonato)
acquisiscano la competenza necessaria, è intervenendo direttamente sul pallone. a favore dell’universo della tattica collettiva o di Tattica collettiva
fondamentale creare situazioni di uno contro uno squadra. Analizzeremo qui le varie azioni che la
(sebbene questo aumenti il rischio di infortuni). Il gioco di anticipo prevede che, marcando un squadra, nel suo insieme o per gruppi di giocatori,
attaccante, il difensore riesca ad arrivare sulla palla dovrà gestire e coordinare:
Esistono tre tipi di contrasto: frontale, laterale, prima di questi.
Tattica di gruppo Tattica di squadra
scivolato. 1. Strumenti tecnico-tattici di gruppo
• Per intercettare il passaggio prima che giunga
Contrasto frontale all’avversario, il difensore deve essere ben 2. Processi tecnici (strumenti tattici complessi) Sviluppo
In un contrasto frontale, difensore e attaccante sono posizionato sulla linea di passaggio e deve evitare
uno di fronte all’altro. ogni contatto con l’avversario (mantenendosi 3. Fasi del gioco
più o meno alla distanza di un braccio Soluzioni tattiche
 Sequenze di processi
 Elementari
È importante essere in appoggio laterale piuttosto dall’avversario). 4. Tipi di gioco  Sistemi
 Semplici
che in appoggio pieno (con una gamba leggermente  Tipi di gioco
 Di base
 Fasi del gioco
più avanzata rispetto all’altra). • È fondamentale saper leggere la traiettoria 5. Sistemi di gioco  Complesse

del passaggio ed essere reattivi (capacità di


Ci si dovrà assicurare che il peso del corpo sia anticipazione) Queste azioni possono coinvolgere un gruppo di Basate sulla Mappa concettuale della preparazione tattica collettiva, di J. L. Antón (1998).
equamente ripartito sulle gambe, semi-piegate e due o tre giocatori (tattica di gruppo), o l’intera
caricate. Si dovrà fare molta attenzione poiché con un anticipo squadra (tattica di squadra).
errato l’intero assetto difensivo sarà in pericolo. BALL

Il baricentro dovrà restare quanto più basso


possibile, in modo da aumentare stabilità e forza. 1.4.3.12 Difesa della porta

Attaccare il pallone in modo rapido e con i muscoli Un giocatore difende la porta posizionando il
della gamba tesi, affinché questa non ceda. proprio corpo tra l’attaccante che calcia e la porta
da difendere, collocandosi lungo una linea retta che
1º metodo (approccio tradizionale): con il piede forte unisce quest’ultima all’avversario. Il difensore non
(di contrasto) da posizione arretrata, attaccare la dovrà voltarsi quando l’avversario è sul punto di tirare
palla con l’interno o il collo del piede. (ad es. per paura di essere colpito), poiché questo
renderebbe facile per l’attaccante dribblarlo e la porta
2º metodo: avanzando con il piede forte, resterebbe scoperta. Dopo il tiro, il difensore rientra
sorprendere l’avversario entrando tempestivamente rapidamente a copertura nell’eventualità in cui al
sulla palla con il piede avanzato, ovvero quello più portiere sfugga la palla. Se interviene in scivolata per
vicino al pallone. difendere la porta, il difensore dev’essere certo di
prendere il pallone, altrimenti è preferibile che resti in
Contrasto laterale e in scivolata piedi il più possibile.
Si parla di contrasto laterale quando l’avversario
sta avanzando palla al piede e il difensore corre

90 91
UNITÀ PRATICHE / TECNICA E TATTICA

1.5.2 Tattica di gruppo Nella seguente sezione si presenta una


classificazione di tutti gli strumenti tecnico-tattici di
La tattica di gruppo è quell’insieme di azioni integrate gruppo suddivisi in base alla loro funzione offensiva
utilizzate da un minimo di due giocatori, finalizzate al o difensiva. Le caratteristiche salienti di ogni
raggiungimento di un obiettivo tattico comune (elaborato tipologia di gioco saranno discusse in dettaglio nei
secondo i principi generali del gioco), unendo alla tattica paragrafi successivi:
individuale i concetti di base che possiedono. La tattica
di gruppo rappresenta dunque il punto mediano tra
tattica individuale e di squadra e ha nella prima le basi per Gioco a due/passaggio e movimento/passaggio, movimento e
l’esecuzione della seconda. Le soluzioni relative al gioco rientro/finta su ricezione/rientro alle spalle del ricevente dopo aver
di squadra, sia nelle aree di attacco che di difesa, saranno Strumenti effettuato il passaggio/uno-due/gioco in linea/in diagonale/incro-
indicate come strumenti tecnico-tattici di gruppo. Queste tecnico-tattici cio/cambio di posizione/blocco/blocco e movimento/finta di
sono classificate come segue: corsa/apertura e sovrapposizione/gioco in verticale/gioco a due con
offensivi per
pivot/strumenti tecnico-tattici elementari per due giocatori (2 vs
2 giocatori portiere/2 vs 1 + portiere)/strumenti di base per due giocatori in
transizione offensiva (2 vs 2).
MEZZI ELEMENTARI: semplici
2 vs portiere (attacco)/
situazioni di superiorità
2 vs 1 (difesa)/
numerica in cui i giocatori
3 vs 2, ecc.
devono agire in modo coordinato
MEZZI SEMPLICI: movimento dei giocatori/ Gioco a tre con pivot/cambio di direzione senza palla per liberare
coordinazione semplice in circolazione del pallone/ una linea di passaggio/triangolo offensivo/creare e sfruttare un
Strumenti blocco indiretto/lasciare che il passaggio vada a un diverso giocatore
parità numerica basculamento, ecc.
Mezzi tecnico-tattici (fare velo)/superamento/rottura della copertura difensiva/gioco a tre
tecnico-tattici MEZZI DI BASE: coordinazione 2 vs 2 / 3 vs 3 offensivi per (ad es. con passaggi lineari e in diagonale simultanei) /strumenti
tecnico-tattici elementari per tre giocatori (3 vs portiere/3 vs 2 +
di gruppo di base e funzionale tra un Uno-due/gioco lineare, 3 giocatori portiere)/strumenti di base per tre giocatori in transizione offensiva
minimo di 2 giocatori e sovrapposizione/passaggio
(3 vs 3).
avversari in parità e sostegno al pivot, ecc.

MEZZI COMPLESSI: i più difficili


Rotazione, unione di
da gestire, presuppongono
la piena padronanza dei
procedimenti e mezzi tattici, Strumenti Difesa in situazione di 2 vs 1 o con giocatori a supporto/difesa a
ecc.
precedenti tecnico-tattici due/copertura e scambio/cambio di marcatore/salto/linea di
difensivi per pressione creata da due giocatori/difesa in caso di inferiorità
numerica in situazione di 2 vs 3.
Classificazione proposta da J. L. Antón (1998).
2 giocatori

Triangolo difensivo/controllo degli spazi (e pressing) a seconda


Strumenti della posizione della palla e della disposizione in campo della
tecnico-tattici squadra/rotazione difensiva tra tre giocatori (copertura e
difensivi per scambio)/gioco difensivo tra tre giocatori con pivot/difesa a
gruppi di tre/difesa in caso di inferiorità numerica in situazione
3 giocatori di 3 vs 4.

92 93
P ET I T E C O R R EC T I O N

Strumenti tecnico-tattici offensivi per due 1.5.2.1 Strumenti tecnico-tattici 3


giocatori offensivi di gruppo Sponda
PETI TE CORRE CTIO N

1 Sponda (uno-due)
Il possessore passa la palla al proprio
Gioco a due
compagno di squadra in funzione di
Gioco a due appoggio, e quindi si sposta alle spalle
2 1
Prevede il lavoro in coppia di due giocatori. del proprio marcatore, per ricevere la
All’atto pratico, include la maggior parte palla di ritorno dal giocatore di appoggio.
dei casi illustrati nelle sezioni successive e Quest’azione si usa normalmente in
numerose altre situazioni di gioco. situazioni di 2 vs 2 per creare superiorità
numerica e prendere terreno al difensore.
2 1

PETITE C ORREC TION

4
Sovrapposizione o raddoppio

Sovrapposizione o raddoppio
PE TI TE C O R R E C T I ON È un movimento a incrociare in cui un
2 attaccante si sposta verso il compagno in
possesso superandolo al fine di ricevere
Rientro sulla fascia la palla o di consentire al portatore di
approfittare della confusione creata
Azione di rientro con passaggio dall’incrocio tra i giocatori.
coordinato del portatore (lettura del
gioco)
Un attaccante accenna a rientrare verso la
propria porta lungo la fascia portando con
sé il marcatore. Con un cambio di direzione
repentino, il giocatore attacca lo spazio alle
spalle del difensore e avanza sfruttando il
PE TI TE CO RRE CTI O N
vantaggio ottenuto.
Parallela
Smarcamento di rottura (non 5
necessariamente dopo un passaggio) Passaggio laterale
nello spazio dietro il difensore che marca
il portatore, per ricevere il passaggio da
questi. Il movimento si definisce „parallela“
perché normalmente si esegue quando la
palla è sulla fascia e il giocatore riceve la
palla lungo una traiettoria parallela alla
linea laterale.

94 95
PETI T E CORRE CTION

6 Strumenti tecnico-tattici offensivi per


Passaggio in diagonale
tre giocatori
P E T I T E C O RRE C T I O N

Diagonale
9
Smarcamento di rottura (non Passaggio al pivot con doppio inserimento (su secondo palo o fuori area)
necessariamente dopo un passaggio)
nello spazio dietro la linea difensiva, per
ricevere un passaggio in diagonale dal Gioco a tre (con pivot)
portatore. Questo movimento si definisce In linea generale, tutte le azioni che
“diagonale“ perché il giocatore riceve palla coinvolgono il pivot vengono realizzate
diagonalmente rispetto agli assi orizzontale con due giocatori che si inseriscono. Ci
e verticale. sono varie opzioni di gioco a tre, così come
nel caso del gioco verticale con il pivot,
ma l’inserimento del secondo giocatore
accresce le soluzioni disponibili.

PETITE CORRECTION

Gioco verticale con pivot


P ET IT E C OR R EC T ION
Gioco a due in verticale 10
Comprende quelle situazioni di gioco a
Passaggio al pivot con doppio inserimento (su secondo palo
due in cui uno degli attaccanti si trova più
o sovrapposizione)
in profondità rispetto all’altro, dunque
con ampi spazi tra le linee difensive. Nel
passaggio orizzontale, i giocatori giocano
un 2 vs 2 sulla stessa linea difensiva, mentre
in quello verticale il 2 vs 2 contro i difensori
si gioca su linee difensive diverse.
Gioco a due con pivot
Si applica a tutte le situazioni di gioco a due
in verticale che si creano tra un giocatore
che passa la palla e il pivot, che la riceve in
profondità.
PETITE CO RRECTION

8
Passaggio, difensore laterale e sostegno al pivot
PETITE CORRECTION

Strumenti tecnico-tattici elementari per 11


due giocatori
Situazione di superiorità numerica semplice Gioco a due per passaggio al pivot, con doppio inserimento
2 vs portiere o 2 vs 1. Questo vantaggio
può nascere da una transizione offensiva
o dal superamento della linea difensiva,
che creano una situazione di superiorità
numerica temporanea finché la difesa non
riesce a rientrare e riorganizzarsi.

Strumenti tecnico-tattici di base a due


in situazione di transizione offensiva
Un attacco posizionale 2 vs 2 contro una
difesa organizzata non è uguale a una
transizione offensiva in parità numerica.

96 97
P ETI TE CORRECTION

P ET I T E C OR R EC T I ON
12 15
Apertura per creare un “falso” pivot
Azione di allontanamento a 3 giocatori
Taglio sulla fascia senza palla per creare
spazi o linee di passaggio
il movimento senza palla a smarcarsi o Azione per allargare/allontanare i
creare linee di passaggio diviene un’opzione difensori e ridurre la pressione Spazio libero
tecnico-tattica per 3 giocatori. Anche se questa azione può essere
eseguita da un giocatore in un 1 vs 1, può
essere adoperata da fino a tre giocatori. Spazio
Lo spazio viene creato allargando e libero creato
allontanando i giocatori in copertura e
generando e vincendo situazioni di 1 vs
1. Ciò ammesso che i movimenti vengano
realizzati allontanandosi dalle situazioni di
1 vs 1.

Due opzioni di superamento del difensore in situazione di 1 vs 1, senza copertura.


PETITE CORRECTION
13

Triangolazione offensiva (passaggi a triangolo)


P ET I T E C O R R EC T I O N
16
Triangolazione offensiva
In generale, la disposizione triangolare Gioco a 3: parallela e diagonale
con la palla in uno dei vertici è una delle
situazioni di gioco che cercano di favorire,
mediante la disponibilità di diverse linee di Gioco a tre Passaggio parallelo
passaggio, l’appoggio costante al portatore Qualsiasi azione con passaggi continuati o diagonale
per ridurre il pressing sulla palla. che coinvolga tre giocatori, a prescindere
dal loro movimento o posizione. Ad Passaggio,
esempio, i giocatori possono eseguire finta e diagonale
smarcamenti di rottura in parallelo
o diagonali e sfruttare una delle due
possibilità di passaggio.
Opzioni base tecnico-tattiche di gruppo
Passaggio,
per tre giocatori
taglio e parallela
PETITE CO RRECTION
Guadagnare la superiorità numerica
sull’avversario in un 3 vs portiere
14
(improbabile), 3 vs 1 o 3 vs 2. Come nelle
Triangolazione offensiva (sponda) situazioni di superiorità numerica a due
giocatori, gli attaccanti devono muoversi
con velocità e precisione per riuscire a
segnare.
Opzioni base tecnico-tattiche di
gruppo per tre giocatori in transizione
offensiva
Per quanto una transizione 3 vs 3 sia più
complessa che 2 vs 2, visto che questa
è una situazione di parità numerica che
offre molte soluzioni di gruppo difensive
per rallentare l’attacco, anche gli attacchi
3 vs 3 offrono a chi vuole avvantaggiarsi
delle transizioni la possibilità di creare
opportunità per concludere rapidamente
in porta.

98 99
Strumenti tecnico-tattici difensivi per Strumenti tecnico-tattici difensivi per
due giocatori
PE T I T E C O R R E CTIO N
tre giocatori
PETITE CORRECTION
17 19
1.5.2.2 Opzioni tecnico-tattiche
Difesa 2 vs 1 difensive di gruppo Triangolazione difensiva

Difesa in 2 vs 1 o sostegno difensivo


Un’azione difensiva nella quale due Triangolazione difensiva
difensori collaborano per pressare il Tre difensori occupano lo spazio
giocatore in possesso palla, cercando razionalmente, con due giocatori che
di chiudere gli avversari e le loro linee compongono una prima linea rispetto alla
di passaggio e pressando sulla palla per palla e il terzo che controlla lo spazio su una
recuperarne il possesso. seconda linea per fornire copertura o per
scambiarsi la marcatura con uno dei giocatori
della prima linea.

Controllo dello spazio in base alla


Copertura e scambio di posizioni posizione della palla e all’orientamento
Un’opzione tattica difensiva per due offensivo
giocatori. Un difensore lascia la sua La disposizione di questo triangolo difensivo
posizione per coprire su un’azione offensiva, può cambiare a seconda della posizione
o su un giocatore, e un suo compagno in della palla o della direzione di gioco del
P E T I T E CO R R E C T I O N difesa lo rimpiazza per bilanciare il sistema portatore. La lettura coordinata del gioco di PETI TE CO RRECTI O N
18 difensivo. questi tre difensori è un concetto di gruppo 20
fondamentale nello sviluppo del gioco
Copertura e cambio di posizione Difesa a due difensivo. Rotazione difensiva a tre con copertura e cambio di posizione
Difesa in situazione di 2 vs 2; difesa su un
due-uno; difesa su sovrapposizione; difesa Rotazione difensiva a tre
su un’azione offensiva a due (con pivot), Abbiamo già descritto questo scenario Lettura dell’orientamento
ecc. parlando dei tre difensori che coprono difensivo e spostamento nella
ed eseguono rotazioni. Uno dei difensori traiettoria per pressare
Cambio di marcatura si sposta per coprire il giocatore che è
Due difensori si scambiano gli avversari che stato superato, mentre gli altri due vanno
stanno marcando. nell’altra direzione per riorganizzare la
difesa.
Salto
Difesa contro tre giocatori (con pivot):
Si tratta di una variante del cambio di
Una situazione in cui il pivot ha ricevuto un
marcatura. Un difensore „salta“ a marcare
passaggio e due attaccanti si inseriscono. La
il giocatore in possesso palla mentre il Lettura dell’orientamento
difesa si trova ad affrontare una situazione
difensore che lo marcava precedentemente difensivo e controllo dello spazio
di gioco vicina alla porta, con il rischio di
passa a marcare il giocatore marcato dal
concedere un’occasione di tiro.
difensore che ha fatto il „salto“.
P ETITE CORRECTION
Linea di pressione a due 21
Difesa in inferiorità numerica 3 vs 4
Due difensori si coordinano per pressare
Situazione di inferiorità numerica durante
la palla e chiudere le linee di passaggio Rotazione difensiva fra tre giocatori con copertura e cambio di posizione
una transizione di gioco in cui i quattro
impedendo che la palla superi la prima linea
attaccanti lanciano una transizione offensiva
di difesa.
e uno dei difensori non si trova dietro la
palla. Una difesa posizionale può trovarsi
Difesa in inferiorità numerica 2 vs 3
in inferiorità numerica 3 vs 4 anche in
Azione difensiva realizzata da due giocatori
caso di espulsione di un giocatore. Questo
in inferiorità numerica durante una
sarà analizzato più approfonditamente nel
transizione di gioco. I difensori occupano lo
capitolo relativo ai sistemi di gioco.
spazio in larghezza e in modo sfalsato per
forzare il portatore verso il lato del terreno
di gioco dove si è in parità numerica.

100 101
PET IT E CORRECT ION
1.5.2.3 Esercizi mirati sugli strumenti tecnico-tattici di gruppo

2 vs 2 su campo 28 x 15 m
22

ATTREZZATURA
Palloni e pettorine.

DESCRIZIONE DELL’ESERCIZIO
• Si giocherà un 2 vs 2 più portieri su un campo
28 x 15 m.
• Ogni volta che la palla esce dal campo viene
restituita al portiere della squadra alla quale
normalmente spetterebbe la rimessa.
• La seduta consente ai giocatori di migliorare
l’applicazione degli strumenti tecnico-tattici
di gruppo.
UNITÀ DI APPRENDIMENTO OBIETTIVI • Cambiare coppie ogni due minuti.
Strumenti tecnico-tattici di gruppo. Migliorare la capacità decisionale negli aspetti
del gioco offensivo e difensivo di squadra VARIANTI
FASE partendo da una situazione di 2 vs 2. Lavorare • Aumentare le dimensioni del terreno di gioco
Acquisizione delle competenze. sugli strumenti tecnico-tattici di gruppo. a 28 x 20 m
• Numero di tocchi illimitato fino al primo gol,
CONTENUTO NUMERO DI GIOCATORI dopodiché tre tocchi fino al secondo, due
Fondamentali di attacco e difesa. Combinazioni a 8-10 più portieri. fino al terzo e uno dopo il terzo gol, salvo in
due. Fondamentali difensivi per la collaborazione caso di recupero del possesso palla (quando i
tra due giocatori. tocchi consentiti saranno due).
PET IT E C ORREC T ION

3 vs 3 su campo 28 x 20 m
23

ATTREZZATURA
Palloni e pettorine.

DESCRIZIONE DELL’ESERCIZIO
• Si giocherà un 3 vs 3 più portieri su un campo
28 x 20 m.
• Ogni volta che la palla esce dal campo viene
restituita al portiere della squadra alla quale
normalmente spetterebbe la rimessa.
• Questo esercizio consente ai giocatori di
migliorare l’applicazione degli strumenti tecnico-
tattici.
• La squadra da tre giocatori in attesa fuori dal
UNITÀ DI APPRENDIMENTO OBIETTIVI campo si scambierà con una delle squadre in
Strumenti tecnico-tattici di gruppo. Migliorare la capacità decisionale negli aspetti campo ogni due minuti.
collettivi del gioco, iniziando con scenari di 2 vs 2
FASE e 3 vs 3. Lavorare sugli strumenti tecnico-tattici di VARIANTI
Acquisizione delle competenze. gruppo. • Numero di tocchi illimitato fino al primo gol,
dopodiché tre tocchi fino al secondo, due fino
CONTENUTO NUMERO DI GIOCATORI al terzo e uno dopo il terzo gol, salvo in caso di
Fondamentali di attacco e difesa. Gioco a 9 più portieri. recupero del possesso palla (due tocchi)
due e a tre. Fondamentali difensivi nel gioco • I giocatori non possono restituire un passaggio
di squadra e controllo degli spazi tra due/tre al compagno che ha passato loro la palla (fa
giocatori. eccezione la conclusione in porta).

103
PET IT E C O RREC T I O N

3 vs 3 su campo 28 x 20 m, guida della palla sotto pressione avversaria Esercizio di possesso 5 vs 5 su campo 20 x 20 m. Entrambe le squadre
P E T I T E CO R R E CT I O N

e tiro in entrambe le porte, con regole hanno un giocatore in ciascuno dei quarti 10 x 10 m
24
NUMERO DI GIOCATORI 26
9 più portieri.

DESCRIZIONE DELL’ESERCIZIO
• 3 vs 3 su terreno di gioco 28 x 20 m.
NUMERO DI GIOCATORI
• Ogni volta che la palla esce, il gioco ricomincia
10.
da una delle porte.
• La squadra in possesso deve attaccare verso la
ATTREZZATURA
porta opposta sino a superare la linea di metà
Palloni, pettorine, coni.
campo, fatto ciò può decidere di attaccare
qualsiasi delle porte. Questa decisione dovrà
DESCRIZIONE DELL’ESERCIZIO
basarsi sulla possibilità di creare superiorità
• Dividere metà del campo in quarti da 10 x 10 m.
numerica
• L’esercizio di possesso si svolgerà mantenendo
• Esistono comunque dei limiti di tempo per le
sempre almeno un attaccante e un difensore
azioni offensive: ad es. dopo aver superato la
in ognuno dei quarti del campo.
linea di centrocampo, la squadra in attacco
• I giocatori possono muoversi liberamente
ha tra i quattro e i sei secondi per concludere
tra i quarti all’interno della metà campo
in porta.
a condizione che la regola precedente sia
sempre rispettata. Situazioni di possesso palla
VARIANTI
e circolazione di palla e giocatori in 2 vs 2, 2
UNITÀ DI APPRENDIMENTO OBIETTIVI • Limitare il numero di passaggi permessi per
UNITÀ DI APPRENDIMENTO vs 1, 1 vs 2.
Strumenti tecnico-tattici di gruppo. Contropiede Uso e gestione degli strumenti tecnico-tattici costruire un’occasione di tiro dopo avere
Tattica di squadra e individuale. OBIETTIVI
diretto e conclusione in porta rapida. di gruppo di base per sviluppare il gioco. superato la linea di centrocampo (massimo
Sviluppare e migliorare la percezione visiva e VARIANTI
Uso degli strumenti tecnico-tattici di gruppo uno).
FASE la capacità decisionale con e senza la palla. Una volta che i giocatori hanno piena
FASE elementari per creare occasioni per concludere • La squadra lavora sugli strumenti tecnico-
Sviluppo sportivo. Comprendere come occupare lo spazio per padronanza dell’esercizio si possono introdurre
Acquisizione delle competenze. rapidamente in porta in situazioni di superiorità tattici di gruppo basilari (in 2 vs 2 e 3 vs 3),
creare spazio e linee di passaggio attraverso le due porte. Le squadre possono concludere
numerica dell’attacco, in 2 vs 1 o 3 vs 2. apprendendo come liberarsi dalla pressione
CONTENUTO strumenti tecnico-tattici elementari e di base in qualsiasi porta solo dopo aver effettuato un
CONTENUTO Gestione dell’evoluzione delle situazioni sul avversaria, e sugli strumenti tecnico-
Occupazione e creazione di spazi. Occupazione finalizzati a mantenere il possesso. certo numero di passaggi o dopo aver superato
Fondamentali offensivi e difensivi individuali. terreno di gioco e nel campo visivo finalizzata tattici elementari (1 vs P, 2 vs 1, 3 vs 2),
logica degli spazi. Visione periferica dell’area l’avversario in ciascuno dei quattro quarti di
Strumenti tecnico-tattici di gruppo elementari all’individuazione di soluzioni e situazioni di apprendendo come approfittare del vantaggio
circostante. Capacità percettivo-decisionali. campo.
(2 vs 1, 3 vs 2) e di base (2 vs 2, 3 vs 3). Visione gioco che permettano rapide conclusioni in numerico nel terzo finale.
periferica dell’area circostante. Velocità e precisione porta. • Si esegue con tre squadre da tre giocatori che P ETITE CORRECTION
nell’esecuzione delle competenze tecniche.
PETITE CORRE CT I O N
si alternano ogni tre minuti.
4 vs 4 su campo 20 x 20 m, divisi in 2 vs 2 su 10 x 20 m
Esercizi in situazioni di 2 vs 2, 3 vs 3, 4 vs 4, con sostituzione 27
del giocatore che perde possesso
25

NUMERO DI GIOCATORI
8-12 più due portieri.
ATTREZZATURA
Palloni e pettorine. DESCRIZIONE DELL’ESERCIZIO
• 2 vs 2 in ogni quarto del campo. Difensori e
DESCRIZIONE DELL’ESERCIZIO attaccanti non possono lasciare la rispettiva
• Il gioco inizia con un 2 vs 2 su terreno di gioco area di gioco. Le squadre posso segnare in
di 28 x 20 m, con tre sostituti per squadra entrambe le porte.
posizionati dietro le linee di fondo opposte • Limitare il tempo massimo in cui la palla può
alla propria porta. Si gioca sempre 2 vs 2; il restare in ciascuna zona. Ad esempio, dopo
giocatore che perde il possesso viene sostituito 8-10 secondi, la palla dovrà passare nell’altra
e non può prendere parte alla transizione zona.
difensiva. Questa regola assicura che si giochi • Si può fintare sia quando si gioca a due
in 2 vs 1 più un difensore che rientra per sia quando si riceve la palla dall’altra zona;
difendere (ovvero il sostituto che entra in l’attaccante finta di spalle al difensore.
campo). Si giocano due partite da tre minuti • Il giocatore che effettua il passaggio
ognuna. UNITÀ DI APPRENDIMENTO OBIETTIVI può spostarsi nella zona in cui la propria
UNITÀ DI APPRENDIMENTO OBIETTIVI • Si possono giocare altre due partite di tre Strumenti tecnico-tattici di gruppo. Migliorare l’efficacia della finta quando si squadra ha il possesso, creando situazioni di
Strumenti tecnico-tattici di gruppo in contropiede. Incoraggiare i giocatori a lanciare transizioni minuti l’una usando le stesse regole. Stavolta, riceve palla in situazioni di 2 vs 2, di spalle o superiorità 3 vs 2. Il giocatore può ritornare
repentine dopo aver recuperato il possesso però, si giocherà in 3 vs 3 con due sostituti FASE di fronte al difensore. Adattare le tecniche di nella zona precedentemente occupata solo
FASE palla per sfruttare le situazioni di superiorità per squadra dietro le rispettive linee di fondo. Acquisizione delle competenze. finalizzazione alla mancanza di spazio e tempo se viene segnato un gol, altrimenti in quella
Acquisizione/perfezionamento delle competenze. numerica il più rapidamente possibile. Lavorare Questo assicura una situazione di 3 vs 2 con un nel gioco reale. Migliorare il concetto di gioco a zona la squadra resterà in inferiorità numerica
sugli strumenti tecnico-tattici di gruppo di base, difensore che rientra per difendere. CONTENUTO due e in verticale. Utilizzare varianti dell’esercizio 1 vs 2.
CONTENUTO elementari e complessi. • Nell’ultima delle due partite (della durata 2 vs 2. Finte. Esecuzione veloce e precisa delle per lavorare sugli strumenti tecnico-tattici di • Invece che concedere al giocatore che passa
Fondamentali tecnico-tattici. Padronanza della sempre di tre minuti), si giocherà in 4 vs 4 con competenze tecniche nella conclusione in porta gruppo elementari. la palla di cambiare zona, un’ulteriore opzione
visione periferica della zona circostante dove si trova NUMERO DI GIOCATORI un sostituto per squadra dietro le rispettive (controllo, passaggio, tiro). Difesa contro due è quella di concedere il cambio a chi non
un pari numero di giocatori e dove si è in vantaggio 9-12 più portieri. linee di fondo. Le regole restano le stesse delle giocatori. effettua il passaggio (corse senza palla).
numerico. Opzioni tecnico-tattiche di gruppo. precedenti varianti.

104 105
PET IT E C ORREC T ION

2 vs 2 in ogni metà campo, supporto 3 vs 2 quando si esce dalla


PET I T E CORR ECTIO N
1.5.3 Tattica di squadra Circolazione della palla
difesa palla al piede sotto pressing o nelle conclusioni in porta 30
La tattica di squadra è un’azione tattica
28
complessa eseguita da tutti i giocatori
di una squadra adoperando, in modo
coordinato e precedentemente pianificato,
le soluzioni e gli strumenti tecnico-tattici
individuali e collettivi per il raggiungimento
ATTREZZATURA degli obbiettivi offensivi o difensivi stabiliti.
Palloni e pettorine.
1.5.3.1 Tattica di squadra offensiva
DESCRIZIONE DELL’ESERCIZIO
• L’esercizio si svolge in situazioni di gioco reale Strumenti tattici offensivi di squadra:
4 vs 4 più portiere, con le squadre schierate 2
alcuni degli strumenti tattici che abbiamo
vs 2 in ogni metà campo. La regola principale
è che i giocatori non possono superare la linea
presentato nel paragrafo sugli Strumenti
di metà campo in nessuna direzione. tecnico-tattici di gruppo, data la loro
• Uno dei giocatori della squadra in possesso portata complessiva, vengono inclusi
palla può cambiare metà campo per creare anche nella tattica di squadra in quanto
una situazione di superiorità 3 vs 2. Questo suppongono basi tattiche che l’allenatore
può avvenire o per uscire dalla difesa con ha già sviluppato insieme alla squadra. P ETITE CORRECTION

UNITÀ DI APPRENDIMENTO OBIETTIVI la palla (spostandosi dalla metà offensiva a Profondità e larghezza
Strumenti tecnico-tattici di gruppo. Migliorare gli strumenti tecnico-tattici di gruppo quella difensiva) o per concludere in porta
per mantenere il possesso, sviluppare il gioco e (spostandosi dalla metà difensiva a quella • Circolazione del pallone: muovere la 31
FASE concludere in porta. Migliorare la comprensione offensiva). palla da una parte all’altra del campo
Acquisizione delle competenze/perfezionamento. dei fondamentali tecnico-tattici in situazioni di rapidamente e precisamente, passando
superiorità o inferiorità numerica, nel 3 vs 2 e VARIANTI continuamente il pallone in modo da a b
CONTENUTO 2 vs 1. • I giocatori possono cambiare metà campo superare la difesa avversaria. Questo
Strumenti tecnico-tattici di gruppo. Fondamentali solo per un tempo limitato (ad es. 5 secondi) concetto può essere usato come
tattici offensivi. Introduzione alle situazioni di NUMERO DI GIOCATORI • Il giocatore che cambia metà campo per Profo
soluzione di squadra per mantenere ndità
superiorità e inferiorità numerica. Strumenti 8 più portieri. creare un 3 vs 2 ha solo un numero limitato di
tecnico-tattici elementari nel 3 vs 2. tocchi a disposizione (ad es. uno o due). il possesso, impedire ai difensori di
PETITE CORRECTION coprirsi, contrastare il basculamento
difensivo, ecc.

Larghezza
Spazio creato
2 vs 2 + jolly esterni su 18 x 9 m (con regole sull’uso dei jolly) • Distribuzione dello spazio: con
29 distribuzione e occupazione razionale
degli spazi si intende il corretto
posizionamento secondo il sistema di
gioco della squadra. In questo caso sono
Senza larghezza e profondità pochi
fondamentali i concetti di profondità e spazi tra le linee difensive.
larghezza.

PET IT E CORRECT ION


• Creazione/occupazione/utilizzo
degli spazi: sono concetti che possono Rotazione offensiva
essere usati dai singoli. Un giocatore 32
DESCRIZIONE DELL’ESERCIZIO si muove senza palla per creare spazi,
• L’esercizio prevede situazioni di gioco 2 vs 2 portando con sé il difensore che lo
con “jolly” esterni e portieri su un terreno marca e attirandolo in una particolare
di gioco 18 x 9 m (campo da pallavolo). I area del campo in modo da creare
giocatori possono effettuare due tocchi. spazio libero dove un compagno di
• Le regole per l’uso dei jolly sono le seguenti: squadra può spostarsi per ricevere
-- quando si effettua un passaggio al
jolly, questi non può restituire la palla al
palla. Per permettere alla squadra di
giocatore che gliel’ha passata. creare spazi liberi di gioco, si ricorre allo
UNITÀ DI APPRENDIMENTO OBIETTIVI -- ogni volta che un jolly entra in campo, smarcamento.
Strumenti tecnico-tattici di gruppo. Migliorare gli strumenti tecnico-tattici di gruppo dovrà attendere che anche l’altro jolly entri
per mantenere il possesso, sviluppare il gioco e prima di poter giocare di nuovo. • Rotazioni offensive: rotazioni
FASE concludere in porta. posizionali di tre o quattro giocatori,
Acquisizione delle competenze / VARIANTI che si liberano e vanno a occupare lo
perfezionamento. NUMERO DI GIOCATORI • Uno dei jolly può posizionarsi sulla linea di
fondo.
spazio in uno specifico ordine.
6 più portieri.
CONTENUTO • Uno dei jolly deve posizionarsi sulla linea
Strumenti tecnico-tattici di gruppo. Tattica ATTREZZATURA laterale e l’altro su quella di fondo ed
offensiva. Fondamentali tattici offensivi. Palloni e pettorine. entrambi possono cambiare posizione.

106 107
UNITÀ PRATICHE / TECNICA E TATTICA

• Alternanza tra rottura e appoggio: oltre ad Sistemi di gioco offensivo: sebbene siano Fasi offensive del gioco: la tattica
essere un concetto individuale di base, il gioco elencati e inclusi in questo paragrafo, i sistemi di di squadra deve includere l’uso di
di appoggio è anche un’opzione di gruppo gioco non appartengono propriamente alla tattica fondamentali individuali e delle soluzioni
che fa parte dell’approccio di una squadra, in di squadra in quanto includono lo schieramento, tattiche di gruppo in ogni fase del gioco
particolare perché alterna agli smarcamenti la distribuzione e il posizionamento dei giocatori offensivo (apertura, contropiede, attacco
di rottura quelli di appoggio al giocatore in in attacco (organizzazione di base). Questi sistemi diretto e attacco posizionale).
possesso palla. verranno trattati in dettaglio nel capitolo 1.6 del
manuale. Ciò nonostante, i processi tattici adoperati Processi tattici con quattro giocatori: la
• Controllo del ritmo di gioco: a volte si rende nello sviluppo di un piano di gioco formulato combinazione costante di diversi strumenti
necessario cambiare lo stile di gioco, la velocità secondo il sistema scelto sono parte della tattica di tecnico-tattici che coinvolge ogni
o il ritmo del gioco o impostarlo su diversi squadra. Questi includono: membro della squadra. Questo processo
obiettivi. si costruisce sulla tattica individuale e di
• Rotazione: si tratta di uno strumento tattico di gruppo. Affinché il gioco di squadra sia
• Allontanamento dei difensori e uso gli squadra che prevede movimenti per la creazione coerente, tutte le azioni devono ruotare
spazi: portare via i difensori e utilizzare gli spazi di un attacco, con giocatori che cambiano ruolo e intorno a un’idea di gioco comune.
così creati può coinvolgere due, tre o quattro funzione in modo da aprire la difesa, mantenendo
giocatori, se contiamo quello che si avvantaggia l’equilibrio posizionale, finalizzato a creare Forme di gioco di attacco: si riferisce
degli spazi creati nell’1 vs 1. situazioni di vantaggio per la conclusione in porta. allo stile con cui ogni squadra esegue i
movimenti e le azioni e su cui si basano
• Combinazioni e schemi: si tratta di movimenti • Movimenti specifici per la finalizzazione: le decisioni dei giocatori per l’esecuzione
e strumenti tecnici, con e senza palla, già nei sistemi di gioco esistono movimenti specifici dei fondamentali e degli strumenti tattici in loro Metodi di insegnamento raccomandati
preparati e praticati in allenamento. mirati a favorire la finalizzazione. possesso, sia individualmente che come squadra. per allenare al gioco basato sulla capacità
decisionale: scomporre gli elementi tecnici
1. Schema: insieme di movimenti preparato affinché siano trasferiti nel gioco reale; non
in precedenza, al fine di automatizzare le fornire tutte le informazioni necessarie ai
azioni tecnico-tattiche coinvolte nel gioco. Di giocatori, ma lasciare che siano loro a scoprirle
conseguenza, la capacità decisionale viene da sé; aumentare il livello di difficoltà degli
praticamente eliminata. L’allenamento si basa esercizi man mano che i giocatori sviluppano
sulla ripetizione di movimenti e competenze una padronanza delle situazioni; cercare di
tecniche già studiati e preparati. presentare situazioni più complesse di quelle
che i giocatori potrebbero incontrare in partita;
2. Gioco decisionale: la scelta di quali fornire sedute di allenamento globali che
fondamentali tecnico-tattici eseguire, in questo incoraggino i giocatori a pensare; modificare
caso, è affidata al giocatore ed è alla base delle il numero dei giocatori e lavorare sull’insieme
azioni eseguite durante il gioco. L’obiettivo dei degli strumenti tecnico-tattici di gruppo;
giocatori è scegliere l’opzione migliore e più utilizzare una serie di variabili e condizioni nel
efficace. Le componenti cognitiva (tattica) e corso degli esercizi (vedi paragrafo Ideazione
motoria (tecnica) si sovrappongono. Il giocatore degli esercizi dell’unità teorica 3, Metodologia
deve considerare e analizzare le situazioni di e metodi di allenamento).
gioco in modo costante, comportandosi di
conseguenza. Egli è sempre libero di prendere le 3. Gioco guidato: si eseguono uno o due
sue decisioni, ma per poter raggiungere risultati schemi e si continua sulla base del gioco
efficaci si deve lavorare sui fondamentali decisionale.
tecnico-tattici e sulla capacità decisionale.

108 109
UNITÀ PRATICHE / TECNICA E TATTICA

PE TI TE C ORRECTIO N

Basculamento 1.5.3.2 Tattica di squadra difensiva


• Modifica degli obiettivi tattici difensivi: 1. Difesa a uomo: in questo tipo di difesa, ogni difensore è
33 Strumenti tattici difensivi di squadra: possono comprendere cambi di intensità, individualmente responsabile dell’attaccante che sta marcando.
alcuni di questi strumenti tattici sono già organizzazione e occupazione razionale degli
stati affrontati nel capitolo sugli Strumenti spazi eseguiti dalla difesa in un dato momento Vantaggi e svantaggi della difesa a uomo
tecnico-tattici di gruppo in quanto, data la del gioco.
loro idea globale, appartengono anche alla
tattica di squadra, perché costituiscono le • Barriera: si tratta di uno strumento tecnico-
fondamenta tattiche della squadra in base a tattico che coinvolge da uno a quattro giocatori - Facile da apprendere per i - Rende più difficile fornire
giocatori (le responsabilità sono copertura difensiva

Vantaggi
quanto stabilito dall’allenatore. (anche cinque, se si include il portiere) in - Meno lavoro di squadra tra i
chiare)
base alla posizione da cui l’avversario batte la - Maggiore concentrazione, il giocatori
• Basculamento difensivo: si tratta punizione. sistema è di facile attuazione - Permette alla squadra in attacco

Svantaggi
- Non concede all’attaccante di creare angoli di passaggio
di un’azione combinata della difesa
tempo per riflettere - Richiede maggior impegno fisico
nella quale i giocatori si spostano, Fasi difensive del gioco: conosciamo già le varie - Efficace contro squadre con - Gli errori individuali hanno
organicamente, in risposta a un cambio fasi difensive del gioco (equilibrio posizionale e limiti tecnici maggiori conseguenze
di posizione della palla per mantenere rallentamento del gioco, rientro, organizzazione
la distanza tra le linee difensive e il difensiva e difesa posizionale). La tattica di squadra
sistema di copertura. contempla tutte queste fasi e l’uso dei fondamentali e
PE T IT E CORRE CTIO N
delle soluzioni necessarie per ciascuna di esse. 2. Difesa a zona: i giocatori sono responsabili di una determinata
Rotazione difensiva fra quattro giocatori • Rotazione difensiva: è l’insieme di
movimenti e spostamenti eseguiti dai Processi tattici dei quattro giocatori di
area di gioco a seconda della posizione della palla. Ogni difensore è
responsabile degli attaccanti avversari che si muovono nella sua zona
34 giocatori nelle azioni di copertura e movimento: la costante combinazione dei diversi e di chiudere le linee di passaggio in quell’area del terreno di gioco.
cambio di posizione per riaggiustare strumenti tecnico-tattici da parte di tutta la squadra.
la difesa. Quando questi movimenti Vantaggi e svantaggi della difesa a zona
vengono eseguiti in modo ordinato e Sistemi di gioco difensivi: questi verranno analizzati
i giocatori ruotano organicamente si in dettaglio nel prossimo capitolo. Come per i sistemi
parla di rotazioni difensive tra due, tre di gioco offensivi, quelli difensivi non rientrano
- Minor impegno fisico per la - Richiede una strategia e
o quattro giocatori. propriamente nella tattica di squadra, ma vengono presenza di maggiore istruzioni dettagliate per poter

Vantaggi
presentati in quanto i movimenti e i processi tattici copertura sviluppare il sistema difensivo
• Riorganizzazione difensiva: quando utilizzati per il mantenimento e l’esecuzione di questa - Permette alla squadra di - Richiede notevole comunicazione
utilizzare giocatori e lavoro di squadra tra i giocatori
l’assetto difensivo viene disturbato, sono strumenti tattici. difensivamente più deboli - Richiede giocatori con buona
a volte è necessario ricorrere a cambi - Gli avversari sono costretti a comprensione delle tattiche
di marcatura o di posizione per poter Tipi di difesa: il tipo di difesa fornisce la guida riflettere maggiormente a difensive

Svantaggi
riorganizzare la difesa. essenziale per sapere come reagire ai movimenti causa della chiusura degli - Permette agli avversari di creare
angoli di passaggio superiorità numerica in attacco
degli attaccanti avendo come elementi principali la - Offre semplici transizioni contro cui la squadra deve sapersi
• Occupazione razionale degli spazi palla, gli avversari, gli spazi e le linee di passaggio. in contropiede difendere
in difesa: a prescindere dal sistema
PETITE CORREC T I O N
adottato, lo spazio difensivo dev’essere
Linee difensive occupato in modo razionale facendo 3. Difesa mista: tipo di difesa che combina la difesa a uomo e la difesa
ricorso a strumenti tecnico-tattici di a zona dove uno o più giocatori marcano a uomo e il resto a zona.
35 gruppo e individuali come, ad esempio,
il controllo degli spazi, il flottaggio, 4. Difesa con cambi di marcatura: questo tipo di difesa prevede
ecc. L’occupazione razionale degli spazi scambi di marcatura in un sistema di copertura e cambio di posizione
prevede inoltre di disporre del maggior continui. L’obiettivo è evitare che la prima linea di difensiva retroceda.
numero di linee difensive. Pertanto esterni e difensore di chiusura attaccano gli avversari che
tagliano dentro, con o senza la palla. Questo sistema prevede la
• Cambio del tipo di difesa: situazioni difesa a uomo con cambi di marcatura in base alle istruzioni ricevute
di gioco dove il tipo di difesa viene dall’allenatore e, in generale, combina gli aspetti positivi della difesa
modificato durante il gioco per a uomo e di quella a zona. Le indicazioni per i cambi di marcatura
necessità o per confondere l’avversario. possono basarsi su decisioni che riflettono la situazione di gioco
(ad es. pressing sul portatore, posizione dell’avversario, direzione
del gioco, ecc.) o su istruzioni più definite e specifiche fornite
dall’allenatore.

110 111
1.5.3.3 Esercizi mirati sugli strumenti tecnico-tattici collettivi
PETITE C O RRECTION

4 vs 4 su campo 40 x 20 m, con passaggio di prima in zona di 18 x 9 m Gioco reale con regole creando disorganizzazione difensiva
PET IT E C ORREC T ION

36 con cambi obbligati


38

NUMERO DI GIOCATORI
8, 10 o 12 giocatori di movimento più portieri.

ATTREZZATURA DESCRIZIONE DELL’ESERCIZIO


Palloni e pettorine. • 4 vs 4 + portiere.
• Al grido (o fischio) dell’allenatore, ogni
DESCRIZIONE DELL’ESERCIZIO giocatore in difesa cambia marcatura, in
• Esercizi di gioco reale condizionati. Ai giocatori è base a rotazione difensiva o scambiando la
concesso un solo tocco nella zona da 18 x 9 m marcatura a coppie.
(campo di pallavolo). • L’attacco deve sfruttare questo momento
• Questo esercizio si concentra sull’importanza del di disorganizzazione difensiva per lanciare
UNITÀ DI APPRENDIMENTO OBIETTIVI gioco in larghezza. Due giocatori si posizionano un’offensiva rapida.
Strumenti tecnico-tattici collettivi. Migliorare gli strumenti tecnico-tattici di gruppo ai lati del campo e uno in profondità, UNITÀ DI APPRENDIMENTO gruppo. Rotazione difensiva. Lettura della • L’allenatore deve chiamare il cambio quando
e di squadra finalizzati al mantenimento del mantenendosi sempre fuori dal campo di Strumenti tecnico-tattici di squadra. riorganizzazione difensiva. Attacco rapido. la difesa è rientrata, ma prima che gli
FASE possesso e allo sviluppo del gioco. Occupare pallavolo. attaccanti abbiano iniziato a costruire un
Perfezionamento. collettivamente lo spazio. Dare profondità e FASE OBIETTIVI attacco posizionale.
larghezza al gioco. VARIANTI Perfezionamento. Considerare le soluzioni disponibili per un • Non sempre i difensori si scambieranno di
CONTENUTO Varianti finalizzate al controllo difensivo degli spazi: attacco diretto. Valutare le difficoltà della difesa marcatura in modo ordinato e sincronizzato.
Strumenti tecnico-tattici di gruppo e di squadra. NUMERO DI GIOCATORI se la palla è in una fascia e al di fuori del campo da CONTENUTO avversaria nel riorganizzarsi. Riorganizzazione L’attacco dovrà essere in grado di leggere
Fondamentali tattici offensivi. Occupazione 8 più portieri. pallavolo i difensori non possono andare sul lato Strumenti tecnico-tattici di squadra offensivi difensiva il più rapidamente possibile mediante la situazione di gioco e valutare le soluzioni
razionale degli spazi in attacco. opposto. e difensivi. Fondamentali tecnico-tattici di rotazione. disponibili.
C ORREC TION

Esercizio di possesso con gol/passaggi in sei porte 4 vs 4 + jolly. Esercizio di possesso in una striscia a centrocampo.
P ET IT E CORRECT ION

37 L’allenatore decide la direzione dell’attacco


39

ATTREZZATURA
Palloni, pettorine, coni. DESCRIZIONE DELL’ESERCIZIO
• Due squadre da quattro più un jolly. Lo scopo
DESCRIZIONE DELL’ESERCIZIO è difendere il possesso palla a centrocampo,
• Si gioca un 5 vs 5 su un campo 40 x 20 m, con con un jolly a sostegno della squadra in
sei porte create con i coni e posizionate nel possesso. Le regole per la squadra in possesso
campo in direzione indifferente. palla possono variare: numero illimitato di
• Le squadre devono mantenere il possesso della tocchi, due tocchi, ecc.
palla facendo un uso efficace dei passaggi; il • Quando l’allenatore chiama una porta, il
passaggio a un compagno di squadra attraverso portatore lancia un attacco verso quella porta.
una delle sei porte, in qualsiasi direzione, vale Tenuto conto della situazione di gioco, i
come gol. giocatori dovranno organizzarsi velocemente,
allargandosi e costruendo un’azione per
UNITÀ DI APPRENDIMENTO OBIETTIVI VARIANTI controllare il centrocampo e occupare spazi
Strumenti tecnico-tattici di squadra. Strumenti tecnico-tattici di gruppo e di squadra • Limitare il numero di tocchi per migliorare la UNITÀ DI APPRENDIMENTO OBIETTIVI sulla fascia. La difesa prova a rallentare il
finalizzati al mantenimento del possesso circolazione veloce della palla (ad es. solo due Apertura e costruzione del contropiede. Migliorare gli aspetti di base della difesa e gioco e rientrare.
FASE attraverso circolazione rapida. Migliorare il tocchi) del recupero del possesso per sviluppare la
Perfezionamento. movimento della difesa affinché questa si muova • Introdurre un jolly in attacco, con la regola che FASE percezione visiva dopo aver riconquistato la VARIANTI
organicamente nel difendere le porte a seconda il passaggio al jolly attraverso una delle sei porte Competenza. palla. Introdurre i giocatori all’apertura e alla • Limitare il tempo a disposizione per l’attacco
CONTENUTO della posizione della palla. vale triplo costruzione del contropiede. a 4-5 secondi. L’allenatore può decidere
Strumenti tecnico-tattici di gruppo e di squadra. • Si può segnare solo dall’esterno verso l’interno CONTENUTO se consentire al jolly di sostituire uno dei
Fondamentali tattici difensivi e offensivi. NUMERO DI GIOCATORI (questo spinge i giocatori ad allargarsi, muovere Soluzioni di squadra in apertura e costruzione NUMERO DI GIOCATORI giocatori in fase di contropiede.
Circolazione del pallone e basculamento 10 giocatori di movimento. la palla verso l’esterno del campo e cercare di di una transizione offensiva. Fondamentali 9 giocatori di movimento più portieri. • Restringere il gioco a centrocampo implica
difensivo. segnare con un passaggio verso l’interno). difensivi. Occupazione e creazione di spazi. che la fase di apertura dovrà essere rapida e la
Visione periferica dell’area circostante. costruzione breve.

112 113
PETITE CORRECTION UNITÀ PRATICHE / TECNICA E TATTICA

3 vs 3 su campo 20 x 20 m, con jolly sulla linea di fondo


40

DESCRIZIONE DELL’ESERCIZIO
• Si gioca un 3 vs 3 su campo 20 x 20 m, con
due jolly per squadra posizionati lungo la linea
di fondo, uno per ogni lato della porta.
1.6 SISTEMI DI GIOCO

• La squadra in attacco dovrà passare palla


al jolly prima di concludere in porta. Dopo
il passaggio al jolly, il giocatore che riceve 1.6.1 Definizione di sistemi di gioco I sistemi di gioco devono sempre tener conto
UNITÀ DI APPRENDIMENTO OBIETTIVI palla ha un massimo di due tocchi prima della necessità di assistere il giocatore in possesso
Strumenti tattici di squadra per schieramento 3-1. Migliorare le competenze offensive di squadra, della conclusione in porta. Se non tira, dovrà Con sistema di gioco si indica lo schieramento, la e di bilanciare la difesa mantenendo l’equilibrio
necessarie a cercare linee di passaggio al pivot passare nuovamente al jolly prima di poter distribuzione e la formazione dei giocatori in attacco posizionale. La scelta del sistema, o sistemi, di gioco
FASE (circolazione rapida della palla). Lavorare sulle riprovare. (organizzazione di base) e difesa (determinata dal che un allenatore impiegherà dipende dai giocatori
Perfezionamento. conclusioni dopo giocata a due/tre con il
tipo di difesa adottata). Come abbiamo avuto modo a disposizione e dalle funzioni specifiche che, per le
pivot. Migliorare la difesa chiudendo le linee VARIANTI
CONTENUTO di passaggio e impedendo agli avversari di Invece della conclusione del giocatore che passa di vedere nel capitolo 1.5 i sistemi non rientrano loro caratteristiche, questi possono ricoprire. L’uso
Strumenti di squadra per schieramento 3-1. avanzare. la palla (al jolly), deve farlo uno degli altri due nell’ambito della tattica di squadra. Lo schieramento di sistemi di gioco dipenderà anche dallo spazio che
Gioco in larghezza e collegamento con il pivot. compagni di squadra (questo incoraggia le corse iniziale dei giocatori sul campo è il punto di partenza dobbiamo attaccare e dal tipo di difesa schierata
Soluzioni di gruppo nel gioco a due, a tre, ecc. NUMERO DI GIOCATORI offensive da parte di due o tre giocatori e le per l’esecuzione delle varie azioni e movimenti dall’avversario.
Difesa sulle entrate. 10 giocatori di movimento più portieri. corse fintate sulle linee di passaggio al pivot). tattici. Inoltre, a seconda del piano di gioco stabilito
dall’allenatore e in linea con il sistema adottato,
PET I T E CORRE C TIO N
vengono eseguite tattiche individuali e di squadra.
4 x 4 con jolly esterni
41
1.6.2 Sistemi di gioco offensivi
AREE DI GIOCO
Si tratta di sistemi adoperati per attaccare con gioco
posizionale e si riferiscono allo schieramento, la
formazione e la distribuzione iniziali dei giocatori
sul terreno di gioco. A partire dallo schieramento Gioco nel terzo
difensivo.
iniziale, i giocatori possono modificare la propria Attacco contro Attacco contro Attacco nella metà
Uscire dalla difesa
posizione cercando di mantenere l’equilibrio difese sulla difese sulla campo avversaria
quando pressata
posizionale e uno schieramento quanto più simile a trequarti. metà campo. contro difesa chiusa.
da una linea
quello posizionale previsto dal sistema. Si distingue difensiva alta.
tra sistemi di gioco, rotazioni e movimenti specifici.

DESCRIZIONE DELL’ESERCIZIO
• Si gioca un 4 vs 4 su campo 20 x 20 m, con
quattro jolly posizionati fuori dal campo (uno
per lato). Si gioca a due tocchi. L’obiettivo è
UNITÀ DI APPRENDIMENTO OBIETTIVI mantenere il possesso della palla e segnare.
Strumenti di squadra per il mantenimento del Migliorare gli strumenti tattici di gruppo e di • Quando il jolly riceve la palla da un giocatore,
possesso. squadra per il mantenimento e il recupero del deve passarla a un diverso giocatore della
possesso. Realizzare triangolazioni offensive e stessa squadra.
FASE cambi di gioco. Circolazione della palla. • I punti vengono segnati: se dopo aver passato
Perfezionamento. a un jolly questi la restituisce e si passa la
NUMERO DI GIOCATORI palla a uno dei jolly dei lati contigui al suo
CONTENUTO 12. (triangolazione. Se dopo aver passato a un
Strumenti di squadra quali circolazione della jolly, e dopo che questi ha restituito la palla,
palla, occupazione razionale degli spazi. si passa a due tocchi al jolly sul lato opposto
Creazione/occupazione/uso degli spazi. (circolazione veloce con cambio di gioco).

114 115
UNITÀ PRATICHE / TECNICA E TATTICA

Nel gioco posizionale 4 vs 4, i sistemi più comunemente adottati sono i seguenti: 1.6.2.1 Sistema 3-1 Questo sistema permette movimenti e rotazioni
senza sbilanciare eccessivamente l’equilibrio
Il 3-1 è un sistema tradizionale del futsal che ha posizionale, aspetto vitale per un attacco efficace. I
gradualmente perso popolarità a causa dell’uso giocatori di appoggio devono sempre assicurare al
eccessivo del 4-0. Ad ogni modo, a seguito giocatore in possesso delle soluzioni di passaggio
dell’introduzione di nuovi regolamenti, il 3-1 sta semplici. Questo rende il sistema adatto a controllare

Sistemi di gioco più usati tornando in auge e la sua influenza sta nuovamente
aumentando.
il gioco e il ritmo. Se giocato con pazienza e
intelligenza in fase di costruzione, questo sistema
non è vulnerabile al contropiede poiché offre
Formazione: numerose e varie soluzioni per assicurare una difesa
equilibrata, con uno o più giocatori dietro la palla.
• Un difensore di chiusura: deve garantire
PETITE CORRECTION 3-1 4-0 2-2 equilibrio, essere abile nei passaggi e dotato Questo sistema permette ai giocatori di occupare
di un buon tiro da fuori area. Deve dominare spazi con gli smarcamenti, poiché dà larghezza e
l’equilibrio difensivo. profondità, fondamentali per il gioco.

• Due esterni: abili nelle situazioni di 1 vs 1 e nei È un sistema molto efficace per attaccare contro una
passaggi, devono giocare lungo la linea laterale difesa chiusa o per avanzare in campo velocemente
per dare larghezza al gioco e aprire linee di (uscendo dalla difesa sotto pressione).
passaggio al pivot. Se possibile dovrebbero
essere ambidestri e abili nelle transizioni Il ruolo più specializzato in questo sistema è quello
difensive e offensive. del pivot. Senza le particolari qualità del pivot non è

• Un pivot: è il giocatore chiave del sistema: buon


finalizzatore, capace di una visione globale del
gioco, sa giocare spalla alla porta e proteggere
la palla. Deve dare profondità al gioco.

Quando? Perché? Come? Obiettivi

Creare uno
Rompere la Usando schieramento
Difesa chiusa prima linea profondità e 3-1 e separare
difensiva larghezza le linee
difensive

Giocare
direttamente
Portare la Con il pivot
Avanzamento con il giocatore
palla verso posizionato
rapido in più avanzato in
la porta come punto
campo campo e usarlo
avversaria di riferimento
come punto
di riferimento

116 117
UNITÀ PRATICHE / TECNICA E TATTICA

possibile ricorrere a questo sistema.


1.6.2.2 Sistema 4-0 • Quando si gioca contro una difesa a zona o con
Le varianti al ruolo del pivot adottabili in un sistema È IL RIFERIMENTO cambi di marcatura, la squadra può attaccare
della squadra Nel sistema 4-0 i giocatori sono posizionati su una gli spazi liberi tra le linee.
davanti a difese
stessa linea di attacco (unica o sfalsata). Non vi è un
con pressing alto.
chiaro punto di riferimento avanzato, ma piuttosto • Il numero di linee difensive è ridotto rispetto al
la formazione in attacco cerca di rompere le linee sistema 3-1.
difensive avversarie e creando spazi dietro la difesa.
In quanto giocatore Le sue principali caratteristiche sono le seguenti: • È efficace nella creazione e occupazioni di spazi.
più avanzato, deve Garantisce PROFONDITÀ
DOMINARE L'AREA al gioco e separa
sul 2º palo e sulle le linee di difesa • Richiede giocatori eclettici ed è meno rigido del • È difficile da usare contro le difese chiuse.
ribattute dei tiri. e attacco.
sistema 3-1.
• Giocando praticamente in linea esiste un
• Genera grande dispendio fisico e mentale nella maggior rischio di sbilanciamento difensivo.
RUOLO difesa avversaria.
DEL PIVOT • Richiede movimenti continui e rapida
• Facilita il mantenimento del possesso palla con circolazione della palla.
diversi giocatori a supporto.
• Permette alla squadra in attacco di portare la
Fa uscire
Offre un SUPPORTO l'avversario e spesso • Quando si gioca contro una difesa a uomo, chiusura fuori posizione.
costante al portatore spinge la chiusura è possibile rompere la copertura difensiva
nelle fasi di costruzione avversaria sulla fascia, avversaria e creare spazi alle spalle della difesa
dell'attacco. ROMPENDO il sistema
di copertura. nel terzo finale.

È il giocatore
chiave per FINALIZZARE
l'attacco e per
il suo SVILUPPO. Varianti del sistema 4-0

Schieramento Perché? Come? Quando?


di gioco
3-1 sono le seguenti:
Mobilità,
Attaccare strumenti
Pivot centrale Una delle principali funzioni Quattro giocatori Contro difese
la difesa tecnico-tattici
dello schema 3-1 è permettere Pin linea
E TITE CORRE CTION a uomo
Il pivot gioca in posizione centrale, davanti alla chiusura avversaria per ricevere i alla squadra di uscire dalla difesa
alle spalle con parallele
passaggi.
sotto pressione, utilizzando il o diagonali
pivot come punto di riferimento
nell’avanzamento rapido del gioco.
Pivot dinamico L’obiettivo è quello di far avanzare il
gioco, lontano dall’area inizialmente
• Il pivot esce sulle fasce, si fa trovare al centro o cerca di posizionarsi dietro alla
proposta dalla difesa. Puntando su
chiusura per fintare o giocare spalle alla porta profondità e larghezza del gioco,
• Il pivot gioca al centro, anticipando o alle spalle della chiusura ed esce su una il sistema 3-1 allarga le maglie
fascia, liberando l'altra (normalmente quella del piede debole) per giocare a due, difensive avversarie e crea spazi per
con parallele o diagonali. costruire l’attacco.

Falso pivot

Il pivot gioca sulle fasce, cercando la penetrazione sulla fascia a seconda del suo
piede forte.

118 119
PE TI TE CO RRE CTI O N

Sistema 2-2 in caso di attacco posizionale


Schieramento Perché? Come? Quando? 1
di gioco

Puntate tra le
linee, gioco a due, Contro difesa
Controllo degli triangolazioni a zona o con
Linea sfalsata
spazi tra le linee offensive, lettura cambi di
PETITE CORRECTIO N
dei cambi marcatura
di marcatura

Sistema 2-2 per uscire sotto pressione


P E TI TE C O RRE C TI O N

1.6.2.3 Sistema 2-2

In questo sistema i quattro giocatori sono posizionati • Uno degli obiettivi del sistema è quello di rompere le linee difensive e la
lungo due linee di attacco. Viene spesso usato nel copertura avversarie, ma assicura solo un ridotto equilibrio difensivo.
futsal di base dato il suo uso razionale dello spazio
in campo. Le sue caratteristiche sono le seguenti: • Tradizionalmente, questo sistema è stato adottato spesso per uscire dalla
difesa in situazioni di pressing avversario.
• È più statico rispetto alle formazioni 4-0 e 3-1 e
offre poche occasioni di rotazione.

• Si utilizza raramente nel gioco d’élite. Sistema offensivo


con due pivot
Quando si gioca Rottura delle
• Viene schierato in risposta a determinate
contro una linee difensive
situazioni di gioco, principalmente da una
difesa chiusa quando si è sotto
squadra in svantaggio per creare situazioni
e bassa pressione
di 1 vs 1.
avversaria
• I giocatori sulla prima linea offensiva devono Sistema
essere veloci, abili nell’1 vs 1, e con buone doti 2-2
di passaggio e finalizzazione.

• Può essere utilizzato per giocare con doppio


pivot.

120 121
PE T IT E C O R R E C T IO N

Principali sistemi in un attacco 5 vs 4


PE T I TE C O R R E CT I O N 1.6.2.4 Situazioni particolari: 5 vs 4 • Per rompere il ritmo di gioco quando a 6
3 dominare è l’avversario. Sistema offensivo 1-2-2 a piramide
Il sistema di attacco 5 vs 4 è previsto dalle
Sistema offensivo 3-2 Regole del gioco e governato da queste. La maggior parte dei sistemi di gioco è
Presenta i seguenti vantaggi e svantaggi: flessibile e consente modifiche e cambi
dello schieramento tattico (da 3-2 a 2-1-2,
ecc.), cambiando posizione per concludere
VANTAGGI
la manovra.
• È una risorsa in caso di svantaggio,
con poco tempo a disposizione.

• È utile per attaccare una difesa


chiusa.

• Assicura superiorità numerica.

• Permette di rallentare il ritmo e


valutare la situazione, se necessario

• Rende insicuro l’avversario, lo


PETITE CORR ECTION
affatica mentalmente per cercare di
4 controllare il gioco.
1.6.2.5 Situazioni particolari: 4 vs 3 Principali sistemi offensivi in situazione di 4 vs 3
P ETITE CORRECTION

Sistema offensivo 2-1-2 7


Come il 5 vs 4, anche il 4 vs 3 è previsto
dalle Regole del gioco. Si verifica in caso Sistema 2-2
SVANTAGGI di espulsione di un avversario che concede
alla squadra una superiorità numerica
• La perdita del possesso palla può temporanea per due minuti o meno (se la
facilmente portare a una rete squadra in superiorità segna una rete).
avversaria.
In questi casi è possibile scegliere varie
• La porta viene lasciata scoperta. soluzioni offensive che tengono in
considerazione la posizione dei tre difensori
• Richiede forte concentrazione avversari. Un’altra decisione da prendere
e disciplina per evitare errori in in questo scenario è se i giocatori sulla
campo. prima linea di attacco debbano giocare
sul piede opposto (ovvero, piede sinistro
sulla fascia destra), un approccio adottato
Uso del sistema 5 vs 4 normalmente dai giocatori della seconda
linea offensiva (vicino agli angoli). PETI TE CORRECTION
P E TITE CO R RE C T I ON
5 • Il sistema viene adottato in circostanze
particolari da una squadra in 8
svantaggio.
Sistema offensivo 2-1-2 carico sulle fasce Sistema 1-2-1
• Il suo utilizzo si è esteso a situazioni
di parità, quando una squadra cerca
di acquisire superiorità numerica per
segnare e passare in vantaggio.

Viene utilizzato anche nelle seguenti


circostanze:

• Come mezzo tattico per attaccare una


difesa molto chiusa.

• Da una squadra in vantaggio, per


difendere il possesso e impedire agli
avversari di prendere palla e attaccare
la difesa.

122 123
Sistemi difensivi a uomo
PET IT E COR R ECT ION

12
Sistemi difensivi a zona
PETITE CORRECT ION
1.6.3 Sistemi di gioco difensivi 1.6.3.2 Sistemi difensivi a uomo
Sistema a uomo 1-1-2-1 a centrocampo

9
Si tratta dei sistemi posizionali utilizzati in In quanto schierata a uomo, questa difesa
Sistema a zona 1-1-2-1 su metà campo
difesa e si riferiscono allo schieramento, alla è condizionata dai movimenti offensivi e
formazione e alla distribuzione iniziale dei pertanto non è possibile mantenere un
giocatori sul terreno di gioco. Partendo da posizionamento all’interno di un sistema
uno schieramento iniziale, i giocatori possono di gioco specifico. Dall’altro lato, però,
modificare la propria posizione in campo per in base alla zona del terreno di gioco
occupare razionalmente gli spazi difensivi. in cui avvieremo la nostra difesa (difesa
Il modo in cui lo fanno dipende dal tipo di con pressing alto a tutto campo, difesa
sistema difensivo adottato (a zona, a uomo, aperta sulla trequarti, difesa posizionale
misto, con cambi di marcatura) e dal piano di a centrocampo o difesa chiusa nella
gioco elaborato dall’allenatore. Per ogni tipo propria metà campo), possiamo stabilire
di difesa (descritti in dettaglio al capitolo 1.5) un posizionamento iniziale che sia
esistono diversi sistemi difensivi. mantenuto sino a quando gli avversari non Sistemi difensivi con cambi di marcatura
PETITE C ORREC TION

invaderanno lo spazio difensivo. A quel 13


Il sistema difensivo adottato dipende anche punto tutti i difensori dovranno assicurare
dall’area del terreno di gioco da difendere. Gli le loro marcature. Difesa con cambi di marcatura 1-1-2-1 su campo intero
stessi difensori possono scegliere di adottare
PETITE CORRECT ION
una difesa con pressing alto su tutto il campo, Ciò avviene esclusivamente per la difesa a
10 un tipo di difesa aperta sulla trequarti, uomo, nelle difese a centro campo dove
Sistema a zona 1-2-2 su metà campo posizionale nel terzo centrale o chiusa dietro abitualmente i difensori si dispongono
la linea di centrocampo. con un 1-1-2-1 iniziale sino all’avvio delle
marcature individuali e dei movimenti
1.6.3.1 Sistemi difensivi a zona offensivi.

La formazione utilizzata in una difesa a zona 1.6.3.3 Sistemi difensivi con cambi
è determinata, ovviamente, dalle manovre di marcatura
offensive. In generale, comunque, la difesa
a zona adotta una formazione a diamante Per quanto riguarda la difesa con cambi
PET IT E CO RRECT IO N
(1-1-2-1) o a quadrato (1-2-2), quest’ultima di marcatura, abitualmente si adottano,
principalmente in caso di pressing alto o di con difese con pressing alto e difese a
difesa a centrocampo. centrocampo, gli schieramenti difensivi 14
iniziali mostrati nei diagrammi adiacenti: Difesa con cambi di marcatura 1-1-1-2 su campo intero

P ETITE CO RRECTION
11

Sistema a zona 1-2-2 sulla trequarti

PE T I T E C O R R E C T I O N

15
Difesa con cambi di marcatura 1-1-2-1 su metà campo

124 125
Principali sistemi in una difesa 4 vs 5 1.6.3.4 4 vs 5 in situazioni 1.6.3.5 Situazioni particolari: difesa Principali sistemi in una difesa 3 vs 4
16 particolari 3 vs 4 18
Sistema difensivo 1-1-2
Sistema difensivo 1-1-2-1 Nelle situazioni particolari di difesa in I sistemi difensivi più comunemente
inferiorità numerica 4 vs 5, quando gli adoperati in situazioni di inferiorità
avversari giocano con il portiere volante, è numerica 3 vs 4, a seguito dell’espulsione
possibile adottare diversi sistemi di gioco di un giocatore, e che garantiscono
che saranno a loro volta condizionati, in mobilità posizionale e flessibilità nel
parte, dallo schieramento offensivo. rispondere alle posizioni occupate
dall’attacco e alla posizione della palla sono
• La difesa adotta, in genere, due sistemi quelli mostrati nelle seguenti immagini.
difensivi; 1-1-2-1 o 1-2-2.
Come nel caso del 4 vs 5, in situazioni
Diamante • Aspetti da considerare: marcatura a in cui la difesa è in inferiorità 3 vs 4, la
zona a seconda del sistema scelto, squadra in difesa spesso alterna l’1-2-1
basculamento difensivo, chiusura delle con l’1-1-2, a seconda della posizione della
linee di passaggio, posizionamento palla e degli attaccanti.
difensivo (generalmente centrale),
posizionamento a zona in base alla
posizione della palla al momento, 19
17 impedire l’allungamento delle linee Sistema difensivo 1-2-1
di difesa, obiettivo tattico condiviso
Sistema difensivo 1-2-2 (contenimento o pressing), movimenti
con dominio del campo visivo,
controllo dei tiri da fuori area (ponendo
attenzione ai piedi forti della prima
linea offensiva).

• Trasformazioni difensive: dal sistema


1-1-2-1 a quello 1-2-2 e viceversa, a
Quadrato seconda del sistema offensivo adottato.

• È essenziale conoscere le principali


caratteristiche tecniche degli attaccanti.

• Non affrettarsi a cercare occasioni di


tiro dopo aver recuperato il possesso
palla. Approfittare solo di occasioni
chiare o altrimenti mantenere il
possesso per evitare di dover difendere
a lungo in situazione di inferiorità
numerica.

• Pressare gli avversari nella loro metà


campo per impedire loro di sviluppare il
gioco con facilità.

126 127
UNITÀ PRATICHE / TECNICA E TATTICA

1.7 CALCI specificamente per il perseguimento dei abilità nel giocare la palla al giusto momento durante
propri obiettivi relativamente alla creazione di l’esecuzione dello schema per i calci piazzati, abilità di

PIAZZATI
opportunità di conclusione. lettura del gioco a seguito del calcio piazzato, capacità
tattica nell’interpretare le informazioni fornite dagli
• Varianti: azioni che a partire da un modello osservatori sugli avversari, uso del piede forte (p.es. sta
iniziale (o schema di base) si evolvono con giocando sulla fascia opposta?), capacità di valutare i
diverse varianti rispetto a movimenti, tempistiche, rischi e comprendere i bisogni della squadra tenendo
soluzioni di tiro, ecc. conto del punteggio e del tempo rimanente.

• Sequenze: serie di azioni prestabilite da eseguire 1.7.3.2 Calcio d’angolo (attacco)


secondo uno specifico ordine.
1.7.1 Introduzione 1. A seconda della posizione sul terreno di gioco I calci d’angolo sono elementi strategici con
(rimesse e punizioni): terzo offensivo, centrale o • Fondamentali tecnico-tattici: fondamentali caratteristiche particolarmente rigide in quanto
Nel futsal, i calci piazzati sono previsti alla ripresa del difensivo (rimesse e punizioni), centrata, laterale usati nell’ambito dell’azione e finalizzati a specifici vengono battuti sempre da un punto fisso (a destra
gioco, ossia dopo un fallo, quando la palla esce dal o angolata (punizione con barriera). scopi e obiettivi. o a sinistra). Pertanto, qualsiasi variante dipende dal
terreno di gioco o su calcio di inizio. I calci piazzati tipo di difesa avversaria e dai movimenti offensivi. Si
completano il modello di gioco adottato dalle squadre, 2. A seconda del tipo di calcio piazzato e dello • Sistema difensivo: lo schieramento iniziale deve tenere in considerazione l’importanza dell’area
vengono eseguiti regolarmente durante la partita schema scelto: battuta veloce/diretta/semplice/ adottato dalla difesa avversaria rispetto agli come spazio difensivo.
e rappresentano un’importante opportunità per complessa. attaccanti e agli spazi, nonché il tipo di risposta al
elaborare occasioni di tiro. Tale modalità di ripresa del movimento offensivo.
gioco consente alle squadre di pianificare movimenti 3. A seconda del tipo di difesa adottata per Sono concessi passaggi in
I passaggi fuori area possono
specifici e schemi avendo a disposizione tutto il tempo ostacolarlo: difesa a uomo, a zona, mista e con • Tiratore: il giocatore incaricato di battere il calcio area rasoterra e a mezza altezza,
essere rasoterra o alti.
necessario per posizionarsi ed eseguire movimenti cambi di marcatura. piazzato. ma non alti.
coordinati tra i giocatori.
Concetti da tenere in considerazione nei calci • Ruoli: le principali funzioni strategiche eseguite
I calci piazzati rientrano sia nel gioco offensivo che in piazzati: da ogni giocatore nel corso dell’azione.
quello difensivo e i giocatori devono padroneggiarli in Fuori area può essere sufficiente
entrambe le situazioni. • Tipologia del calcio piazzato: si veda sopra. • Possibilità di conclusione: quando si esegue È dunque necessario trovare disporre dello spazio di
un angolo di passaggio in area esecuzione, anche senza
un certo schema su calcio piazzato si possono
e spazi per poterlo eseguire. avere una linea
• Punto di battuta: posizione in cui collocare la attuare diversi movimenti per creare diverse di passaggio rasoterra.
palla prima di battere il calcio piazzato. possibilità di conclusione alternative.
1.7.2 Teoria di base: tipologie e
concetti • Chiamata: segnale verbale, visivo o posizionale
che indica alla squadra quale schema eseguire.
Le situazioni che prevedono calci piazzati sono 1.7.3 Calci piazzati offensivi
molte e diverse tra loro. In senso stretto, i calci • Segnale di inizio: utilizzato, a volte, dopo il
1.7.3.3 Rimessa laterale (attacco)
piazzati sono tutte quelle azioni nel corso della segnale precedente per indicare l’avvio della
1.7.3.1 Ruoli offensivi
partita in cui la palla viene rimessa in gioco dopo sequenza di movimenti da eseguire. Una rimessa si effettua quando la palla oltrepassa la
un’interruzione. Ciò nonostante, qui faremo I giocatori possono ricoprire funzioni differenti sui linea laterale. Si tratta di un tipo di calcio piazzato
riferimento più concretamente a quelle situazioni • Schieramento iniziale: l’insieme di posizioni che calci piazzati e nella stessa azione possono ricoprirne di grande importanza perché è molto frequente
di gioco nelle quali l’obiettivo è una finalizzazione tutti i giocatori devono assumere in campo prima anche di diverse o alternarsi. Tali funzioni includono il durante la partita. I tipi di rimessa possono essere
rapida attraverso la ripresa del gioco adoperando che venga battuto il calcio piazzato. tiratore, offrire un’opzione di conclusione, i giocatori suddivisi in:
schemi, una conclusione diretta, una rimessa rapida da diversivo o supporto, il cui ruolo è creare spazi per
e inattesa. Pertanto abbiamo ristretto le tipologie di • Movimenti: movimenti che i giocatori devono i compagni di squadra, i giocatori che garantiscono 1. R
imessa laterale nel terzo offensivo: il pallone
calci piazzati trattate a: calci d’angolo, rimesse nel eseguire nel corso dell’azione. l’equilibrio difensivo, ecc. In generale i diversi ruoli viene calciato da qualsiasi punto compreso tra
terzo offensivo, centrale e difensivo; punizioni dovrebbero essere complementari e tutti della stessa l’angolo e una distanza di 15 m lungo la linea
con barriera, punizioni senza barriera, punizioni • Tempistica: i tempi prestabiliti per ognuno dei importanza, anche se il successo finale dell’azione laterale. In questa zona del campo l’esito ottimale
dal secondo punto di rigore (tiri liberi), calci di diversi movimenti coinvolti nel calcio piazzato da dipende senz’altro dal tiratore. è quello di creare un’occasione per concludere
rigore, calci d’inizio. eseguire finalizzati a creare e occupare lo spazio in porta. In questa situazione è fondamentale il
nel momento più opportuno. Qualità di un buon tiratore: visione periferica e dominio dell’area.
I criteri a cui ricorrere per classificare i calci piazzati lettura degli eventi sul campo, capacità decisionale,
sono diversi: • Schema di base: il piano iniziale per la sequenza abilità nei passaggi, abilità nel calibrare i passaggi 2. R
imessa laterale nel terzo centrale: viene
di esecuzione del calcio piazzato viene preparato per consentire la conclusione in porta, abilità nel eseguita in una zona di 10-15 m al centro del
nascondere la direzione che intende dare al passaggio, campo. L’obiettivo non è solo quello di eseguire

128 129
UNITÀ PRATICHE / TECNICA E TATTICA

1.7.4.5 Difesa su calcio d’angolo


uno schema per creare occasioni di tiro, l’azione Un rigore, invece, viene concesso quando l’arbitro senso di partecipazione e contribuito individuale
deve anche prevedere movimenti che aiutino ravvede un fallo commesso dalla difesa all’interno alla squadra, ma in alcune occasioni può fornire agli Abbiamo già visto quanto sia importante difendere su
la squadra a difendere il possesso palla. Inoltre, della sua area di rigore. Anche il rigore prevede un attaccanti buone opportunità per creare e occupare calcio piazzato, quali tipi di difesa adottare (a uomo,
in molti casi lo schema dovrà essere adeguato tiro diretto in porta. spazi e linee di passaggio. a zona, mista), i fondamentali che i giocatori devono
al sistema di attacco posizionale che si vuole padroneggiare e varie altre considerazioni su quali
adottare. La squadra cercherà di occupare gli Tutti questi tipi di calci piazzati richiedono tiratori Difesa a zona: tipo di difesa in cui ogni giocatore siano gli aspetti fondamentali del gioco a livello di élite.
spazi razionalmente per dare continuità al gioco. specialisti che possiedano le capacità tecniche e difende una zona specifica del campo dalla quale I calci di punizione o le rimesse non sono battuti da
mentali necessarie per eseguire azioni di questo tipo. gli avversari potrebbero tentare pericolosi tentativi un punto predefinito e, pertanto, il punto di battuta
3. Rimessa laterale nel terzo difensivo: si esegue di conclusione. La difesa a zona richiede un’ottima influenza la strategia difensiva adottata. Nei calci
nell’area difensiva del campo, a circa 25-30 m 1.7.3.6 Calcio d’inizio comunicazione tra tutti i giocatori e la coordinazione d’angolo, invece, il punto di battuta è fisso.
dalla porta avversaria. Gli schemi qui possono delle loro azioni.
avere due diversi obiettivi: creare occasioni di Un calcio d’inizio è uno schema che mira, 1.7.4.6 Difesa su rimessa laterale
conclusione in porta o sviluppare il gioco evitando economizzando le azioni, a creare un’occasione da Difesa mista: è uno schema difensivo che combina la
la pressione avversaria. gol a partire dal punto di battuta a centrocampo in difesa a uomo e quella a zona. Può essere attuata con La risposta difensiva su rimessa dipende dalla
situazioni di ripresa del gioco all’inizio di ognuno dei alcuni giocatori che difendono con un sistema e altri distanza della palla dalla porta, in quanto la rimessa
1.7.3.4 Punizioni offensive con barriera due tempi e dopo aver subito un gol. con un altro o con l’intera squadra che alterna i sistemi può essere battuta da qualsiasi punto lungo la linea
quando la palla non è pericolosa o il gioco è fermo. laterale: minore la distanza dallo specchio della porta
Le punizioni con barriera possono essere concesse, maggiore l’attenzione difensiva perché maggiore è
a seguito di un fallo, in qualsiasi area del campo (ad 1.7.4.3 Ruoli difensivi su calcio piazzato il pericolo di occasioni di tiro avversarie. Pertanto la
eccezione dei falli commessi in area, che vengono 1.7.4 Difesa su calcio piazzato difesa dell’area di rigore e della zona che la circonda è
sanzionati con un calcio di rigore) e rappresentano Le posizioni difensive che i giocatori occupano fondamentale. I tipi di difesa più comuni sulle rimesse
occasioni per tirare direttamente in porta (a meno La difesa sui calci piazzati comprende tutte le difendendo sui vari tipi di calcio piazzato dipendono sono quella a uomo e quella a zona.
che non sia stata assegnata una punizione indiretta). azioni eseguite dalla squadra senza possesso palla. in larga misura dalle qualità individuali di ogni
In base all’angolo di tiro a disposizione del tiratore, L’obiettivo è difendersi da un attacco avversario giocatore, dal tipo di difesa adottato e dalla rosa 1.7.4.7 Difendere su punizione con barriera
la squadra difensiva forma una barriera composta innescato dal calcio piazzato e impedire che a disposizione dell’allenatore. A seconda della
da un numero di giocatori che dipende da vari quest’ultimo venga battuto in modo repentino o a situazione difensiva esistono ruoli specifici da Difendere con una barriera su calcio di punizione è
fattori: la zona del campo in cui la punizione è stata sorpresa quando la difesa non è ancora organizzata. ricoprire, la cui esecuzione dovrà essere ottimizzata tanto più importante quanto più vicina è la propria
concessa, la vicinanza alla porta, l’angolo di tiro, sulla base dei giocatori disponibili. porta, dato che aumenta esponenzialmente la
la sicurezza del reparto difensivo e del portiere e la 1.7.4.1 Considerazioni generali sulla difesa possibilità di un tiro diretto in porta. La barriera e tutti i
loro capacità di leggere la situazione tatticamente. su calcio piazzato 1.7.4.4 Fondamentali difensivi su calcio difensori devono trovarsi ad almeno 5 metri dalla palla.
Abbiamo già distinto tra calci di punizione diretti piazzato Il numero di giocatori in barriera varia a seconda della
e indiretti (è l’arbitro a stabilire quale assegnare a Sia il calcio piazzato, che la difesa adottata in zona di campo in cui è concessa la punizione e della
seconda dell’infrazione commessa), ma le punizioni risposta ad esso, possono variare molto a seconda Oltre ai fondamentali tecnico-tattici offensivi eseguiti distanza dalla porta: quanto più questa è centrale o
con barriera possono anche classificate in base alla del tipo di azione eseguita. Come abbiamo già durante la partita, con o senza palla, ve ne sono altri vicina alla porta quanto maggiore sarà il numero di
loro posizione nel campo (terzo difensivo, centrale avuto modo di osservare, esiste un’ampia varietà che sono basati su questi e che acquisiscono particolare difensori in barriera (generalmente tre). Se la punizione
o offensivo, sulla fascia, nell’angolo) e al numero di di calci piazzati e le differenze che intercorrono tra importanza in occasione dei calci piazzati. Ciò è dovuto è angolata rispetto allo specchio della porta, la difesa
difensori in barriera. una difesa su calcio d’angolo, una rimessa o una al loro uso ripetuto o alla loro applicazione unicamente può decidere di schierare meno giocatori in barriera
punizione con barriera sono notevoli. Pertanto ci in occasione di questo tipo di azioni. La capacità di (generalmente due) o, ancora, se è lontana dalla porta
Altri fattori e concetti fondamentali da considerare concentreremo sulla difesa su calcio d’angolo, adoperare questi elementi e concetti offensivi è un o indiretta, può scegliere di schierare una barriera
in maggior dettaglio nei calci di punizione con su rimessa (nel terzo offensivo e centrale del requisito fondamentale per attuare sistemi difensivi in di un solo giocatore. Dato che il portiere può essere
barriera sono: l’adeguatezza del calcio piazzato campo) e su punizioni con barriera. risposta ai calci piazzati. chiamato a partecipare all’azione il suo posizionamento
per tentare la conclusione in porta, il piede forte deve essere corretto e dipenderà dal numero di
del tiratore, la possibilità di tiro diretto in porta 1.7.4.2 Modalità di difesa su calcio piazzato Allo stesso modo, vi sono fondamentali tecnico- giocatori in barriera.
(questo dipende dallo schieramento in campo e dalla tattici difensivi che assumono particolare importanza
risposta della difesa). Il posizionamento iniziale che i difensori adottano in quanto parte dei calci piazzati difensivi, dato che
in risposta agli attaccanti e allo spazio in cui si tempo e spazio sono scarsi e che il processo decisionale
1.7.3.5 Punizioni senza barriera, tiri liberi e sviluppa il gioco difensivo sul calcio piazzato, così diviene un fattore fondamentale. I fondamentali 1.7.5 Metodi di allenamento per i
rigori come le fasi o i criteri di reazione ai movimenti degli della difesa per la gestione dei calci piazzati sono: calci piazzati
attaccanti, costituiscono il sistema difensivo di ogni il posizionamento nel campo, la posizione del
Le punizioni senza barriera e dai 10 metri sono tipo di azione. corpo, il controllo visivo attivo sul terreno di Eseguire sequenze ripetute di calci piazzati negli
concesse dopo i primi cinque falli cumulativi in un gioco, il controllo degli spazi tra difensore e allenamenti non è sufficiente. Si deve concedere un
tempo. Si tratta di punizioni dirette che richiedono Difesa a uomo: in questo schema difensivo ogni attaccante. tempo adeguato allo sviluppo delle situazioni di calci
un tiro diretto in porta. giocatore ha il compito di marcare e seguire da presso piazzati che includa la comprensione, l’assimilazione,
un avversario specifico. La difesa a uomo dà un grande la pratica dei vari tipi di calci piazzati e il

130 131
1.7.6 Esercizi per l’allenamento dei calci piazzati
P E T I T E C ORRE C T I ON

Esercizio per l’allenamento dei calci piazzati in situazioni di gioco reale


1
miglioramento dei fondamentali tecnico-tattici
coinvolti. Abbiamo già presentato i vari aspetti ed SELEZIONARE UN'AZIONE SU CALCIO PIAZZATO
ATTREZZATURA
elementi da considerare rispetto ai calci piazzati. Palloni e pettorine.
Il loro affinamento necessita dello sviluppo di un Scegliere il tipo di calcio piazzato e definire
approccio che li includa tutti per poi trasferirli nel DESCRIZIONE DELL’ESERCIZIO
i movimenti di ogni giocatore coinvolto.
gioco reale. Si dovrà trovare un buon equilibrio • Esercizio 4 vs 4 più portieri su campo 20 x 20
m. Situazioni di gioco reale con regole per
tra ripetizioni di calci piazzati, che consentono di
l’esecuzione dei calci piazzati. Ogni volta che
allenare la precisione di esecuzione, e lo sviluppo la palla esce o il gioco viene fermato per un
di competenze decisionali rispetto ai vari scenari INTRODURRE L'AZIONE SU CALCIO PIAZZATO fallo, la squadra che riprende il gioco lo fa con
su calcio piazzato, in modo da aumentare e un calcio piazzato prestabilito: calcio d’angolo,
migliorare nei giocatori la comprensione dei Spiegare l'azione con l'ausilio di una lavagna o di diagrammi. punizione o tiro libero.
fondamentali coinvolti. Di seguito, vedremo quali • Si esegue questo esercizio al fine di apprendere
metodologie applicare nell’insegnamento dei e lavorare sull’intero repertorio di schemi
in situazioni di gioco reale migliorando,
calci piazzati.
contestualmente, l’interiorizzazione dei
ANALIZZARE L'AZIONE NEL GIOCO GIOCATO fondamentali e delle risorse necessari alla
UNITÀ DI APPRENDIMENTO OBIETTIVI loro esecuzione. Si deve prestare attenzione
Mostrare esempi di gioco reale per tradurre in pratica l'azione. Tattiche individuali e di gruppo. Acquisire e migliorare i fondamentali e le risorse all’importanza della lettura del gioco al
per i calci piazzati con attenzione alla creazione momento di prendere decisioni sui movimenti
FASE di opportunità per concludere in porta su calcio da eseguire e della capacità decisionale del
Acquisizione/padronanza delle competenze. d’angolo, punizione e tiro libero attraverso battitore del calcio piazzato.
l’esecuzione di schemi e la lettura del gioco.
ANALIZZARE L'AZIONE SU DVD CONTENUTO VARIANTI
Calci d’angolo, punizioni, tiri liberi. NUMERO DI GIOCATORI Consentire ai giocatori di eseguire due tocchi
Fornire esempi di esecuzione dell'azione e relative soluzioni disponibili. Fondamentali e risorse per i calci piazzati in 8 più i portieri. per rendere il gioco più dinamico e assicurare un
attacco. maggior numero di interruzioni del gioco.
P E TI TE C O R R E C TI O N

ESERCITAZIONI SENZA AVVERSARI Esercizio per l’uso dei fondamentali e delle risorse per i calci piazzati
2
Segnali, posizionamento, movimenti, tempistica, velocità ecc.

RIPETIZIONI E AUTOMATISMI
ATTREZZATURA
Palloni e pettorine.
Creare reazioni automatiche nei movimenti e nelle tempistiche,
creazione/occupazione di spazi, attenzione al piede forte DESCRIZIONE DELL’ESERCIZIO
del battitore, posizione del corpo, ecc. • Si inizia con un 2 vs 2 in campo e due battitori
per squadra posizionati sugli angoli sul lato
verso cui attacca la propria squadra. Gioco reale
2 vs 2 in cui ogni volta che la palla esce il gioco
riprende con un calcio d’angolo.
ESERCITAZIONI CON AVVERSARI E DUE BATTITORI • Si lavora sul campo sulla strategia per i calci
piazzati in parità numerica, senza un difensore
Soluzioni disponibili per il battitore, opzioni di tiro, libero. Quando viene segnato un gol, la squadra
marcatrice può decidere di cambiare il numero
lettura e gestione della risposta difensiva. di giocatori (da 2 vs 2 a 3 vs 3 o viceversa) o
di cambiare il tipo di calcio piazzato (da calcio
UNITÀ DI APPRENDIMENTO OBIETTIVI d’angolo a punizione o viceversa).
Tattiche individuali e di gruppo. Acquisire e migliorare i fondamentali e le risorse
GIOCO GIOCATO per i calci piazzati con attenzione alla creazione DINAMICHE DELL’ESERCIZIO
FASE di opportunità per concludere in porta su calcio I giocatori in campo vengono sostituiti a intervalli
Acquisizione/padronanza delle competenze. d’angolo, punizione e tiro libero attraverso regolari (ad esempio ogni 2 minuti). È importante
Velocità e precisione, sviluppo di soluzioni e varianti,
l’esecuzione di opzioni di squadra tecnico-tattiche. che venga sostituito un solo giocatore alla volta,
lettura della difesa, fondamentali tecnico-tattici, CONTENUTO affinché le coppie siano sempre diverse.
assegnazione dei ruoli, ecc. Calci d’angolo, punizioni, tiri liberi. Fondamentali NUMERO DI GIOCATORI
individuali e di squadra e risorse per i calci piazzati 10 più i portieri. VARIANTI
in attacco. I giocatori devono fare due tocchi.

132 133
PETITE C ORRECTION

P E TI TE C O R R E C TI O N

Esercizio per l’allenamento delle varianti per i calci piazzati Esercizio per l’allenamento della battuta veloce dei calci piazzati in
3 situazioni di gioco reale
5

NUMERO DI GIOCATORI
ATTREZZATURA 8-12 più i portieri.
Palloni e pettorine.
ATTREZZATURA
DESCRIZIONE DELL’ESERCIZIO Palloni e pettorine.
• L’esercizio può essere svolto con 12 giocatori
(3 squadre da 4) o con 11 giocatori (3 squadre DESCRIZIONE DELL’ESERCIZIO
da 3 più 2 battitori, con uno di questi che si • 3 vs 3 in situazione di gioco reale su campo 20 x
unisce alla squadra in difesa, come difensore) 20 m con due battitori (uno per lato del campo).
più i portieri. L’esercizio si esegue su campo Ogni volta che la palla esce, il battitore sul lato
20 x 20 m. opposto riprende il gioco.
• Una squadra batte lo stesso tipo di calcio • Il gioco viene ripreso rapidamente, imponendo
UNITÀ DI APPRENDIMENTO OBIETTIVI piazzato cinque volte di seguito, applicando quindi concentrazione e attenzione sia in
Tattiche individuali e di squadra. Creare, riconoscere e apprendere varianti variazioni in base ai cambiamenti nel tipo di attacco che in difesa. L’obiettivo è creare
per i calci piazzati basate su schemi iniziali, difesa. La squadra in difesa alterna sistemi a UNITÀ DI APPRENDIMENTO OBIETTIVI opportunità per concludere rapidamente in
FASE individuare opzioni diverse al momento della zona, misti e a uomo di sua iniziativa o in base Tattiche individuali e di gruppo. Acquisire e migliorare i fondamentali e le risorse porta.
Acquisizione/padronanza delle competenze. creazione delle opportunità di conclusione alle istruzioni dell’allenatore e la squadra in per i calci piazzati con attenzione alla creazione
in porta su calcio d’angolo, punizione e tiro attacco potrà o meno esserne a conoscenza. FASE di opportunità per concludere in porta su calcio DINAMICHE DELL’ESERCIZIO
CONTENUTO libero attraverso la lettura del gioco in base alle Acquisizione/padronanza delle competenze. d’angolo e punizione attraverso la ripresa veloce Alternare le tre squadre a intervalli regolari.
Calci d’angolo, punizioni, tiri liberi. differenze nel tipo di difesa. ALTERNANZA DI RUOLO TRA LE SQUADRE del gioco e la sua lettura.
Fondamentali individuali e di squadra e risorse Attacco-riposo (giudizio)-difesa. Il tipo di calcio CONTENUTO VARIANTI
per i calci piazzati in attacco. Varianti per i calci NUMERO DI GIOCATORI piazzato può essere cambiato ogni volta che le Calci d’angolo, punizioni. Fondamentali e risorse Alternare gli angoli di battuta con quattro
piazzati in attacco. 12 più i portieri. squadre si alternano in attacco. per la battuta rapida dei calci piazzati in attacco. battitori.

Esercizio per l’allenamento dei fondamentali e delle risorse


PE TI TE C O R R E C T I O N

Esercizio per la creazione e l’apprendimento di automatismi


P ET I TE CORRECTI ON in situazioni di prima e seconda palla
per i calci piazzati 6
ATTREZZATURA
4 Palloni e pettorine.

DESCRIZIONE DELL’ESERCIZIO
NUMERO DI GIOCATORI • Fondamentali e risorse per l’esecuzione dei calci
10 più i portieri. piazzati e sulla seconda palla.
• 3 vs 3 con il gioco che riprende con un calcio
ATTREZZATURA d’angolo (4 battitori posizionati uno per ogni
Palloni e pettorine. angolo) ogni volta che la palla esce.
• Su ogni calcio d’angolo si gioca 2 vs 2,
DESCRIZIONE DELL’ESERCIZIO con un difensore, che viene inserito come
3 vs 3 su campo 20 x 20 m con 4 battitori, 2 per giocatore libero, e un attaccante, che rimane
squadra, posizionati sugli angoli. in avanti e può partecipare al gioco solo se
riceve palla, e può concludere in porta solo
DINAMICHE DELL’ESERCIZIO dopo aver realizzato uno scambio con un
• L’allenatore designa i battitori che tireranno tutti compagno di squadra
i calci piazzati per la propria squadra e specifica • I giocatori devono cercare di concludere in
quali sono. Le squadre attaccano sempre lo porta in situazioni di 2 vs 2 (prima palla) o in
stesso lato. In base al lato dal quale viene battuto situazioni di gioco reale 3 vs 3 (su seconda
il calcio piazzato e ai giocatori in campo, questi palla).
devono organizzarsi rapidamente al fine di • Importante: nel 2 vs 2 i giocatori devono
UNITÀ DI APPRENDIMENTO OBIETTIVI ottenere il massimo dalle opzioni offerte dal UNITÀ DI APPRENDIMENTO OBIETTIVI cercare di concludere in porta. Se non si
Tattiche individuali e di gruppo. Acquisire e migliorare i fondamentali e le risorse calcio piazzato indicato dal battitore, eseguendole Tattiche individuali e di gruppo. Acquisire e migliorare i fondamentali e le risorse crea l’opportunità di farlo, si giocherà un 3
per i calci piazzati con attenzione alla creazione in modo tale che i relativi movimenti e tempi per i calci piazzati con attenzione alla creazione vs 3 sulla seconda palla. In difesa bisogna
FASE di opportunità per concludere in porta su calcio divengano automatici. FASE di opportunità per concludere in porta su calcio prestare attenzione all’importanza dei cambi di
Acquisizione/padronanza delle competenze. d’angolo, punizione e tiro libero attraverso • La squadra in difesa è composta da solo 3 Acquisizione/padronanza delle competenze. d’angolo, sia su prima che su seconda palla, posizione dopo la battuta del calcio piazzato.
l’esecuzione di schemi e la lettura del gioco. giocatori, consentendo così maggiori opportunità attraverso la valutazione della migliore opzione Valutare i rischi alla battuta del calcio piazzato.
CONTENUTO Rendere il posizionamento dei giocatori un di conclusione in porta. CONTENUTO dopo i movimenti iniziali.
Calci d’angolo, punizioni, tiri liberi. Fondamentali e processo automatico che tiene in considerazione il • I battitori possono essere alternati oppure Calci d’angolo. Fondamentali e risorse per i calci DINAMICHE DELL’ESERCIZIO
risorse per i calci piazzati in attacco. Automatismi, lato in cui viene battuto il calcio piazzato. rimanere gli stessi se questo è il ruolo che è stato piazzati in attacco. NUMERO DI GIOCATORI Stabilire limiti di tempo e cambiare le squadre e
posizionamento e movimenti. loro assegnato. 10 più i portieri. i battitori in base al numero dei giocatori.

134 135
{
del corpo
La palla è il punto di riferimento fondamentale.
Posizionamento Controllo dell'area.
Consapevolezza costante del posizionamento.
Movimento
Mantenere l'equilibrio nei cambi di posizione.

Finta Confondere l'avversario senza perdere la posizione.


UNITÀ PRATICHE / TECNICA E TATTICA
DIFESA Buona gestione della palla (creazione di un triangolo
Presa e trattenuta
del pallone protettivo) e posizionamento del corpo dietro
al pallone.

Deviazione, Obiettivo essenziale è non concedere una seconda

1.8
respinta, rimpallo occasione agli avversari.

ALLENAMENTO
Valutare se è possibile effettuare la presa o optare per
Tuffo
1.8.3 Azioni offensive eseguite daluna
portiere
deviazione o respinta. Perfetta tecnica di tuffo.
Valutare la distanza tra portiere, pallone e attaccante,
Uscita per poi prendere
comelasegue:
giusta decisione.

SPECIFICO DEL
Le azioni offensive del portiere possono essere categorizzate

{
Buona gestione della palla e scelta della corretta

PORTIERE
Calcio e lancio opzione di distribuzione, considerando la
pozione dei compagni e degli avversari.

ATTACCO Sostegno
Comunicare col portatore al momento giusto,
quando è in posizione per ricevere palla.

1.8.1 Introduzione Concentrazione, percezione di ciò che sta


Consapevolezza
accadendo e velocità di azione.
È importante identificare le diverse situazioni nelle
PORTIERE quali il portiere gioca un ruolo centrale nel corso di
una partita. Alla luce di queste, è necessario creare
un programma di allenamento mirato su specifici
concetti ed elementi, con esercizi che permettano di
Ruolo offensivo e difensivo monitorarne lo sviluppo.
Giocatore con qualità specifiche definito dalle regole
(attacco-difesa)
Azioni eseguite dal portiere
in partita
Specialista

{
DIFESA ATTACCO

Richiede un allenamento
specifico Posizione Consapevolezza della postura delle diverse parti del
del corpo corpo prima di eseguire un movimento.

La palla è il punto di riferimento fondamentale.


Azioni eseguite dal portiere Posizionamento Controllo dell'area.
in partita Movimento
Consapevolezza costante del posizionamento.
Mantenere l'equilibrio nei cambi di posizione.

1.8.2 Azioni difensive eseguite dal portiere Finta Confondere l'avversario senza perdere la posizione.

{
DIFESA Buona gestione della palla (creazione di un triangolo
Presa e trattenuta
DIFESA
Le azioni difensive ATTACCO
del portiere possono essere categorizzate come segue: del pallone protettivo) e posizionamento del corpo dietro
al pallone.

Deviazione, Obiettivo essenziale è non concedere una seconda


respinta, rimpallo occasione agli avversari.

Posizione Consapevolezza della postura delle diverse parti del Tuffo


Valutare se è possibile effettuare la presa o optare per
corpo prima di eseguire un movimento. una deviazione o respinta. Perfetta tecnica di tuffo.
del corpo
Valutare la distanza tra portiere, pallone e attaccante,
Uscita per poi prendere la giusta decisione.
La palla è il punto di riferimento fondamentale.
Posizionamento

{
Controllo dell'area.
Consapevolezza costante del posizionamento. Buona gestione della palla e scelta della corretta
Movimento Calcio e lancio opzione di distribuzione, considerando la
Mantenere l'equilibrio nei cambi di posizione.
pozione dei compagni e degli avversari.

Finta Confondere l'avversario senza perdere la posizione. ATTACCO Comunicare col portatore al momento giusto,
Sostegno
quando è in posizione per ricevere palla.
DIFESA Buona gestione della palla (creazione di un triangolo
Presa e trattenuta Concentrazione, percezione di ciò che sta
protettivo) e posizionamento del corpo dietro Consapevolezza
del pallone accadendo e velocità di azione.
al pallone.

Deviazione, Obiettivo essenziale è non concedere una seconda


respinta, rimpallo occasione agli avversari.

Valutare se è possibile effettuare la presa o optare per


Tuffo
una deviazione o respinta. Perfetta tecnica di tuffo.
Valutare la distanza tra portiere, pallone e attaccante,
Uscita per poi prendere la giusta decisione.

{
Buona gestione della palla e scelta della corretta
Calcio e lancio opzione di distribuzione, considerando la
pozione dei compagni e degli avversari.

136ATTACCO Sostegno
Comunicare col portatore al momento giusto,
137
quando è in posizione per ricevere palla.

Concentrazione, percezione di ciò che sta


Consapevolezza
accadendo e velocità di azione.
CORRECTION

1.8.4 Metodi di allenamento per Capacità psicologiche: 1.8.5 Esercizi per portieri 1
portieri
• Fare particolare attenzione agli aspetti emotivi e comportamentali che 1. Movimenti laterali in porta e uso
Gli esercizi per i portieri devono essere ideati in modo potrebbero manifestarsi durante le sedute di allenamento e influire delle mani per parare tiri
da sviluppare e migliorare la loro risposta in quattro sulla risposta dei portieri (che non sono individui isolati) al momento Il portiere si posiziona appena al di
aree fondamentali che sono interconnesse e includono dell’esecuzione dei loro compiti, in quanto ciò potrebbe potenzialmente fuori della linea di porta. L’allenatore
tutti gli aspetti necessari per costruire un programma di minare la prestazione generale della squadra. gli lancia dei palloni di gomma
allenamento specializzato. Queste sono: sia tesi che facendoli rimbalzare a
Organizzazione del lavoro specialistico per il portiere terra. La palla può essere lanciata
• Tecnica; verso uno o l’altro lato della porta
alternativamente o a sorpresa, senza
• Tattica; 33 Raggiungere la massima concentrazione in allenamento e in partita. che il portiere ne conosca la direzione.

• Capacità fisiche; 33 Imparare ad accettare la possibilità di errore e a convivere con le sue


conseguenze.
• Capacità psicologiche.
33 Trasmettere sicurezza.
Competenze tecniche:
33 Allenarsi per migliorare (competere).
• Identificare e familiarizzarsi con le azioni che
un portiere di futsal deve eseguire e, allo 33 Lavorare con un compagno di squadra e fomentarsi a vicenda.
stesso tempo, sviluppare piena comprensione e
padronanza dell’interazione del portiere con la
squadra. L’allenamento specializzato per il portiere non si limita al lavoro sui vari elementi
specifici della difesa della porta. Si tratta piuttosto di un processo che si ripete PET IT E CO RRECT IO N
• Coordinare la creazione degli esercizi con i ciclicamente.
responsabili degli aspetti tattici (l’allenatore) e 2. Movimenti laterali in porta con 2
fisici (il preparatore atletico) del programma di In sintesi, il nostro lavoro di allenatori e insegnanti deve focalizzarsi sul fornire al presa e trattenuta della palla
allenamento. portiere strumenti che lo aiutino ad avere piena padronanza dei fondamentali Il portiere prende posizione al centro
tecnico-tattici e gli consentano di decidere quali risposte tecniche adottare in della porta, con un giocatore di fronte
• Considerare le qualità individuali del portiere. determinate situazioni e come, quando e dove farlo. Il portiere non gioca come a ciascun palo. Entrambi hanno
singolo individuo, ma come membro di una squadra. Ciò vuol dire dover osservare diversi palloni da futsal. L’allenatore
• Aiutare i giocatori a riconoscere e correggere ciò che accade in campo in ogni momento. Gli si dovranno quindi presentare una è al centro dell’area con una cesta di
errori di postura e posizione. gamma di situazioni dinamiche e variate che avvengono alla massima velocità del palline da tennis a portata di mano. Il
gioco, mai uguali a se stesse e che richiedano capacità decisionale e la massima portiere si sposta lateralmente lungo
• Interagire con i portieri (ad es. esprimendo precisione di esecuzione. la linea di porta, per bloccare il tiro di
valutazioni e offrendo opinioni). uno dei due giocatori; può trattarsi
di un tiro a mezz’altezza o può non
Competenze tattiche: conoscerne la direzione. Sempre
trattenendo la palla, il portiere si
• Trovare il giusto equilibrio tra il lavoro analitico Iniziare sempre sposta lungo la linea dall’altra parte
in porta e quello realizzato con i compagni di dal gioco reale della porta. L’allenatore allora lancia
Situazioni che
movimento in campo. simulano
una pallina da tennis verso questo che
il gioco reale la dovrà parare con fermezza sempre
Capacità fisiche: con il pallone da futsal tra le mani.
L’azione si ripete alternando entrambi i
• Il carico di lavoro tecnico-tattico dovrebbe tener lati della porta.
conto del carico di lavoro fisico dei giocatori
in modo da prevenire problemi muscolari o ai
legamenti (per citarne alcuni). Isolare
la situazione
di gioco
• Si può complementare la seduta di allenamento Lavoro analitico
con un adeguato lavoro atletico finalizzato più misure
correttive
a migliorare e accelerare l’esecuzione delle
competenze dei giocatori e migliorare la loro
percentuale di successo.

138 139
PETITE CORRECTION
PETITE CORRECTI ON

5
3 3. Respinta con i piedi su tiri bassi 5. Respinta con mani o piedi a
(hurdle step) con linea di visione diverse altezze
ostruita Il portiere si posiziona appena al di
Il portiere si posiziona appena al di fuori della linea di porta. L’allenatore,
fuori della linea di porta. Per ridurre la da circa 9-10 metri, usa una racchetta
visuale si posiziona una barriera a circa per lanciare in porta delle palline da
due-tre metri dalla porta. L’allenatore tennis, a diverse altezze. Il portiere
effettua dei tiri in porta rasoterra, dovrà respingerle con le mani o i piedi
scegliendo se segnalare o meno al a seconda dell’altezza del tiro.
portiere quando vengono battuti.
Questo dovrà respingere i tiri con le
gambe. Lo stesso esercizio può essere
usato per praticare la presa con le mani
tuffandosi in uno dei lati della porta o
usando le mani per respingere palloni
di gomma a diverse altezze, come
CORRECTION
nell’esercizio 1. C ORREC T I ON

4a 6a

4. Tuffo e parata con le mani su tiri a 6. 1 vs 1 contro il portiere


mezz’altezza L’allenatore lancia un pallone in aria e 2

Il portiere è seduto al centro dell’area. il portiere esce dalla sua linea di porta,
Si posizionano due porte l’una di fronte tenta il controllo e corre con la palla
all’altra – una in normale posizione di al limite dell’aria. L’allenatore chiama
gioco, l’altra sulla linea dei 6 metri, con allora uno dei due attaccanti che
un portiere in ogni porta. L’allenatore, aspettano sulla linea laterale affinché il
in posizione laterale, effettua dei tiri portiere gli passi la palla per poi uscire
bassi o a mezz’altezza verso il portiere a difendere in una situazione di uno
posizionato in mezzo alle porte, che contro uno. L’azione di attacco può
dovrà tuffarsi e respingere i tiri verso terminare al primo tentativo di tiro in
1
una delle porte, cercando di segnare porta, oppure continuare fino al primo
una rete. Si possono utilizzare delle gol o fino a che la palla non esce dal
porte piccole per rendergli il compito terreno di gioco.
C ORR E C TION più difficile e consentirgli di lavorare
sulla precisione. L’allenatore può CO RRECT IO N
anche variare la posizione iniziale del
4b portiere seduto, che può assumere una 6b
posizione normale prima di tuffarsi per
respingere la palla.

140 141
CO R R E C T I O N P E TI TE C O R R E C TI O N

7 7. 1 vs 1 contro il portiere 9. Esercizio di reazione di mani o 9


Tre giocatori si posizionano a 10 piedi con respinta del primo di due
metri, uno al centro e gli altri sulle tiri
fasce, e corrono palla al piede verso Il portiere si posiziona appena al di 2

la porta. Quando raggiungono l’area fuori della linea di porta. L’allenatore


di rigore, due di loro si fermano, ha in mano due palloni da futsal, due
mentre l’altro continua ad avanzare e palline da tennis o una combinazione
cerca il tiro. L’azione può terminare al di entrambi e li lancia a diverse
primo tentativo di tiro in porta oppure velocità, uno dopo l’altro, in modo
continuare fino al primo gol o fino a che raggiungano la porta quasi nello
1 1
che la palla non esce dal terreno di stesso momento. Il portiere deve
gioco. L’esercizio più anche essere parare la prima palla che riesce a
svolto in una situazione offensiva in raggiungere. L’esercizio può essere
cui gli attaccanti sono in superiorità sui leggermente modificato aumentando
difensori due contro uno. Per creare l’intervallo tra i due lanci, dando la
questa situazione i tre giocatori di possibilità al portiere di decidere quale
movimento partono da più lontano parare per prima per poi spostarsi a
PETITE CORRECTI ON
e si fermano a 9 metri dalla porta. parare la seconda.
Il giocatore scelto per tirare in porta
8a passa la palla a uno dei suoi compagni,
coordinandosi con il giocatore che
riceve per cercare di segnare. Il C ORRE C T I ON
giocatore di movimento che non
1 riceve si unisce al portiere e cerca di
ostacolare l’azione dei due attaccanti. 10. Esercizio di reazione con respinta 10
di mani o piedi su serie di tiri
3 Il portiere si posiziona in porta. Due o
tre giocatori, a seconda del livello di 3

difficoltà richiesto, si collocano a 9 o


4
10 metri. L’allenatore si posiziona in
un punto (dietro la porta, ad esempio)
2 dal quale indicare ai giocatori chi deve
8. Passaggio e respinta con mani o tirare. Tutti si apprestano comunque al
piedi tiro, senza che il portiere sappia a chi 2

Il portiere si posiziona al centro della tocca. L’esercizio può essere reso più
porta e quindi si sposta verso un lato. difficile lasciando che il/i giocatore/i 1

P E TI TE C O RRE C T I O N L’allenatore effettua un passaggio non nominato tiri in porta a sua volta. 1 1

rasoterra verso il portiere che restituisce


la palla all’allenatore con un passaggio
8b di prima. Il portiere si sposta dall’altra
parte della porta per parare un tiro
senza sapere a che altezza verrà
effettuato e usando le mani o i piedi
1
per respingere la palla.

142 143
11 11. Rinvio del pallone seguito da 1 vs 1
con il portiere
L’esercizio si svolge su un terreno di
gioco da 20 x 20 m. Ciascuna metà
dell’area di gioco è occupata da un
giocatore – un attaccante da una
parte, un difensore dall’altra – e a
nessun giocatore è concesso entrare
nell’altra metà. L’esercizio inizia con il
rinvio del portiere. Se il portiere lancia
la palla all’attaccante questi affronta il
portiere 1 vs 1. Se invece è il difensore
a intercettare il rinvio, allora sarà
questi ad affrontare 1 vs 1 il portiere.
L’esercizio può continuare con due
giocatori p