Sei sulla pagina 1di 4

Info:

rareca.antica@gmail.com

FB:@Rarecaantica

RARECA ANTICA
Musica tradizionale dal Vesuviano al Sud Italia
Rareca Antica deriva dal dialetto vesuviano radice antica

Biografia Gruppo
Rareca Antica una formazione che viene da un lungo percorso di crescita ed esperienza di tutti i
suoi componenti allinterno della musica tradizionale, stanno avendo molti consensi e
approvazione non solo nel contesto regionale campano ma anche in tutta Italia e all'estero. I Rareca
Antica vantano una densa attivit concertistica in tutta Europa, si sono esibiti nei maggiori festival
di musiche popolari raccogliendo sempre consensi da parte del pubblico ed esperti del settore.

Interessante ricordare alcuni eventi nei quali il gruppo si esibito: Manifestazione internazionale
della Maratona a Roma, schermi di RAISAT (con diretta in mondovisione durante la messa del
Papa), Carpino Folk Festival (punto di riferimento per tutta la musica tradizionale italiana) e
lAriano Folk Festival, Capodanze Festival a SantAgata di Puglia, Zingaria Festival, Rassegna del
Carnevale di Montemarano 2010, Festival Internazionale della Zampogna di Scapoli nel 2010,
Satriantella Festival 2010 (CZ), La Marka Folk, Baroquiales Sospel 2015 2016 Francia, Abruzzo,
Montenegro, Spagna, Germania, Forino, Cannalonga, Trentinara, Alfedena, etc etc

Discografia
Il canzoniere Vesuviano Vol. I: Je cca me mett e cca voglie canta, raccolta di canti e musiche
tradizionali dellarea vesuviana, grazie alle pi di mille copie distrubuite il gruppo riuscito a farsi
portavoce del Repertorio Vesuviano in tutt' Italia.

Il canzoniere Vesuviano Vol II: E si no bbuo sient, di seguito presentazione ufficiale

I musicisti e gli strumenti


I componenti dei Rareca Antica provengono da un percorso di crescita personale sia accademico,
e sia di ricerca delle forme e strumenti musicali della nostra terra, ognuno vanta collaborazioni con
i maggiori esecutori e Maestri del repertorio di Musica Popolare Italiani, su richiesta sono a
disposizione i curriculum artistici dei Musicisti.

Dario Mogavero: Voce e tamburi a cornice

Ormai riconosciuto, dagli anziani ed intenditori, come una delle voci pi suggestive della nostra
zona vesuviana, vanta collaborazioni con i maggiori gruppi del settore

Raffaele de Luca Picione: organetti diatonici

Peppe Copia: chitarra classica, chitarra battente e chitarra barocca

Fabio Soriano: flauto dolce, flauto traverso, ciaramella, tarota e flauto di canna, voce

Caterina Bianco: violino, voce

Il Progetto
Il gruppo nasce dalla comune passione dei propri componenti per la cultura e l'identit della
tradizione divulgata ed espressa nel canto, nella musica e nella danza. Dopo tanti anni di
partecipazione alle feste tradizionali, di frequentazione di riti e cerimonie tradizionali, di raccolta e
apprendimento sul campo della tradizione musicale e dei "suoni" nostri, di impegno in molte
formazioni e gruppi dell'area campana, i Rareca Antica si sono ritrovati insieme nel progetto di
riproposizione e divulgazione del repertorio popolare, in primis vesuviano, e di quello campano e
del sud Italia.

I Rareca Antica si possono definire un gruppo di musica tradizionale e popolare che si fonda sulla
ricerca di canti tradizionali popolari religiosi, canti d'amore, canti di dispetto, serenate, ninna nanne,
canti di lavoro. Oltre all'attenzione dovuta alla tammurriata (cant' ncopp' o tambur), si dedica a tutte
le altre espressioni musicali dellarea vesuviana e anche a quelle di altri balli del sud Italia.

Il Concerto
Vengono utilizzati strumenti rigorosamente tradizionali per proporre l'energia di una musica che da
secoli continua ad emozionare e la cultura che da generazioni in generazioni tramanda significati e
storie. Il repertorio il risultato di una ricerca (che si ritiene sempre in itinere...) di canti, musiche e
stili vocali tradizionali ed costituito essenzialmente dall'area di origine del gruppo vesuviana:
tammurriata, fronne, canti d'amore, serenate, canti di lavoro e religiosi rigorosamente tradizionali e
parte importante della tradizione devozionale. Molti brani sono noti, ma diversi sono quelli inediti
al grande pubblico, frutto del lavoro di riscoperta della tradizione.

Inoltre il gruppo viene da una lunga esperienza di presenza nei maggiori festival e contesti
tradizionali del sud Italia, entrando in contatto e apprendendo stili differenti da quelli campani come
la tarantella Calabrese, di Montemarano, del Gargano e la pizzica.

Lo spettacolo classificabile in tre fasi:

Ascoltare: canzoni popolari presentate nella loro storia e origine

Ammirare: tutti i balli sono eseguiti magistralmente da una coppia di ballerini .


Partecipare: il pubblico pu essere coinvolto e prendere parte ai balli.

PROPOSTE DI STAGE

Ballo: Il gruppo propone anche stage di ballo tradizionale con l'ausilio di un Maestro di Ballo ed
Antropologo della danza popolare.

Tamburi a cornice : diretto dal M Dario Mogavero, con particolare riferimento alle tecniche ed
agli stili di esecuzione Campana, ed in generale del Sud Italia

Chitarra Battente: tenuto dal M Peppe Copia in cui si affrontano i particolari linguaggi e
tecniche dello strumento.

Ciaramella: tenuto dal M Fabio Soriano in cui si affrontano i particolari linguaggi e tecniche dello
strumento.

Rareca Antica Il canzoniere Vesuviano Vol II E si no bbuo sient

Presentazione

Sono passati dieci anni dalla nascita del progetto musicale e culturale Rareca Antica - Il
Canzoniere Vesuviano. A circa otto anni di distanza dallesordio del primo album Je cca me
mett e cca vogglj cant esce il secondo lavoro Si nun o bbu sient!. Ci siamo chiesti pi
volte che senso avesse impegnarsi in un secondo album. Rareca Antica un progetto musicale e
culturale che non ha cessato di evolversi di trasformarsi. Da un lato il progetto rimasto fedele alla
propria idea iniziale, la riproposta della tradizione vesuviana, il recupero dellampio e diversificato
repertorio di canti damore, di lavoro, di canti devozionali, di fronne e canti a distese, serenate,
tammurriate delle aree circostanti il Vesuvio. Dallaltro lato la nostra musica si evoluta, abbiamo
continuato a studiare e ad approfondire i repertori musicali tradizionali e non - e abbiamo provato
a spingere gli arrangiamenti fino a toccare il punto massimo di confluenza. Il punto dove la
tradizione, nel rispetto dei suoi canti e delle sue melodie, si incontrava con il nostro gusto musicale
e con i nostri strumenti. Questo album per noi un lavoro tradizionale, ricco di sfumature antiche e
di rievocazioni di atmosfere mitiche (il tema della morte, della femminilit, della fatica, della
sessualit), i testi sono tutti rigorosamente tradizionali, le melodie altrettanto eppure un
lavoro personalissimo, un taglio di prospettiva e gusto molto personale sulla musica tradizionale.
Non lunico taglio possibile, non neanche lultimo ma quello che la passione, lattenzione e
limpegno ci hanno portato a realizzare dopo 10 anni del progetto Rareca Antica - Il Canzoniere
Vesuviano volume due.

Altra novit di questo album la partecipazione di tanti amici musicisti e cantori appartenenti sia
al mondo della tradizione delle tammurriate sia ad altri panorami musicali tradizionali del Sud
Italia. Poter condividere e poter suonare insieme una delle risorse della musica e ancor pi del
contesto tradizionale in cui in maniera spontanea durante le feste ci si assembla e si incomincia a
suonare. Abbiamo allora chiesto a molti valenti suonatori e soprattutto cari amici di partecipare alla
realizzazione di questo album. Senza alcuna esitazione hanno dato la loro disponibilit e
generosamente ci hanno mostrato il loro calore e fatto sentire la loro maestria.

In definitiva il progetto Rareca Antica Il Canzoniere Vesuviano a dieci dalla nascita pi vivo
che mai! Durante i molti viaggi in tutta Italia ed Europa, non abbiamo mai smesso di vederci
settimanalmente e di smontare e ricostruire la nostra tradizione, non abbiamo mai smesso di
partecipare alle feste e ai contesti di musica tradizionale, ci siamo messi alla prova in altre
collaborazioni e in altri progetti, ma non mai venuta meno la fiducia nellidea iniziale di questo
progetto far nascere qualcosa di nuovo pur sempre da una radice antica. Il senso di registrare un
nuovo album risiede proprio nel raccogliere ancora i nuovi frutti che questalbero dalle portentosi
radici ha prodotto