Sei sulla pagina 1di 2

Bibliografia esame di Paleografia I (12 crediti)

Sessione: 04 giugno 2013


1. APPUNTI DELLE LEZIONI
2. TAVOLE CON TRASCRIZIONE (9, su 50 tavole totali)
o Eneide (tav.IX)
o Agostino (tav.XI)
o Agostino (tav. XII)
o Storia ecclesiastica di Eusebio di
Cesarea (tav.XIII)

o
o
o
o

O imperator (tav. 5)
Tommaso dAquino, Quaestio (tav. 7)
Atto notarile datato 1393 (tav. 12)
Atti notarili (tav.30 e tav.31)

3. MANUALISTICA:
o A. Petrucci, Breve storia della scrittura latina, Roma, Il Bagatto 1992, cap I, II, III, XIII, XXIII-XXXIII
o Id., Medioevo da leggere, Torino, Einaudi 1992, pp.5-63.
o Id., Prima lezione di paleografia, Roma-Bari, Laterza 2002.
o N. Giov Marchioli, Alle origini delle abbreviature latine, Messina, Sicania, 1993, pp. 125-143.
4. SAGGI MONOGRAFICI
Prima parte del corso (16 SAGGI SCELTI):

A. PRATESI, Le ambizioni di una cultura unitaria: la riforma della scrittura, in Nascita


dellEuropa e Europa carolingia, unequazione da verificare, Spoleto 1981, pp. 507-523.
A. PETRUCCI, Alfabetismo ed educazione grafica degli scribi altomedievali, in The Role of
the Book in Medieval Culture, I, Turnhout 1986, pp. 109-131.
ID., Libri, scrittura e scuola, in La cultura nellOccidente latino dal VII allXI secolo, CISAM,
Spoleto 1975, pp.-ID., Scrittura e figura nella memoria funeraria, in Testo e immagine nellAlto Medioevo,
CISAM, Spoleto 1994, pp. 277-295.
ID., Spazi di scrittura e scritture avventizie nel libro medievale, in Ideologie e pratiche
del rimpiego nellAlto Medioevo, CISAM, Spoleto 1999, pp. 481-ss.
ID., Aspetti simbolici delle testimonianze scritte, in Simboli e simbologie nellAlto
Medioevo, CISAM, Spoleto , pp. 813-844.
D. GANZ, The preconditions for caroline minuscule, in Viator , 18 (1987), pp. 23-44.
G. CAVALLO , Libri scritti, libri letti, libri dimenticati, in Il secolo di ferro, mito e realt del
secolo X, CISAM, Spoleto 1991, pp. 759-794.
ID., Forme e ideologie della committenza libraria tra Oriente e Occidente, in
Committenti e produzione letteraria nellAlto Medioevo, CISAM, Spoleto 1999, pp. 4811005
P. SUPINO MARTINI, Scrittura e leggibilit in Italia nel secolo IX, in Libri e documenti
dItalia: dai Longobardi alla rinascita delle citt. Atti del Convegno Nazionale
dellAssociazione Nazionale Paleografi e Diplomatisti, Udine 1996, pp. 35-60.
R. MCKITTERICK, Carolingian Book Production: Some Problems in The Library, XII
(1990), pp. 1-33.

D. BULLOUGH, Roman Books and Carolingian Renovatio, in Renaissance and Renewal in


hristian History. Papers Read at the Fifteenth Summer Meeting, Oxford 1977, pp. 23-50.
A. BARTOLI LANGELI, Le sacre scritture, in Comunicare e significare nellAlto Medioevo,
CISAM, Spoleto 2005, pp. 653-682.
P. RADICIOTTI , Luigi Schiaparelli ed alcune osservazioni in margine al problema della
nascita della carolina , in Scrittura e civilt, 23 (1999), 395-406.
L. PANI, Iste Adoloc ista nomina scribere rogavit , in Sit liber gratus quem servulus est
operatus. Studi in onore di Alessandro Pratesi, Citt del Vaticano 2012, 153-168.
F. DE ROBEIS, La lettera di Lupo di Ferrires e la rinascita della capitale epigrafica , ibid.
123-131.

Seconda parte del corso (17 SAGGI SCELTI):

S. ZAMPONI, Elisione e sovrapposizione nella littera textualis , in Scrittura e civilt,


12 (1988), 135-176.
ID., La scrittura del libro nel Duecento, in Civilt comunale. Libro, scrittura documento,
Genova, Societ ligure di storia patria, 1989,pp. 315-354;
R. ROUSE , Statim invenire, Schools, Preachers and New Attitudes to the Page, in The
Renaissance and Renewal in the Twelfth Century, Cambridge (Mass), 1982, 201-225.
G. FINK ERRERA, La produzione libraria die libri di testo nelle universit medievali, in
Libri e lettori nel Medioevo. Guida storica, a cura di G. Cavallo, Bari Laterza 2010
L. DEVOTI, Aspetti della produzione del libro a Bologna, Scrittura e civilt, 13 (1992)
E. OVERGAAUW, Fast or slow, professional or monastic, the writings speed of some
medieval scribes, in Scriptorium, 49 (1995), 21-27.
P. SUPINO MARTINI, Linee metodologiche per lo studio die manoscritti in litterae
textuales prodotti in Italia nei secoli XIII-XIV, in Scrittura e civilt, 10 (1986), 83-114.
L. MIGLIO , Criteri di datazione per le corsive librarie italiane dei secoli XIII-XIV, in
Scrittura e civilt, 18 (1994), 143-157
ID., L'altra met della scrittura: scrivere il volgare (all'origine delle corsive mercantili),
in Scrittura e civilt, 10 (1986), pp. 83-114,
A. PETRUCCI, Alle origini del libro moderno: libri da banco, libri da bisaccia e libretti da
mano, in Italia medievale e umanistica, 12 (1969), 295-213.
ID., "Le antiche e le moderne carte: imitatio e renovatio nella riforma grafica
umanistica, in Renaissance- und Humanistenhandschriften, hrsg. J. Autenrieth - U. Eigler,
Mnchen, Holdenbourg 1988, pp. 1-12
S. BERTELLI, Nellofficina di Francesco di ser Nardo da Barberino, LAlighieri, 2006, 7790.
ID., I codici di Ser Francesco di Ser Nardo da Barberino, Rivista di studi danteschi, 111
(2003), 408-421.
T. DE ROBERTIS, Nuovi autografi di Niccol Niccoli, in Scrittura e civilt, 14 (1990), pp.
105-121.
M. CURSI, Produzione, tipologia, diffusione del Decameron fra Tre e Quattrocento,
Nuova rivista di letteratura italiana, 1 (1998), 463-551.
M. SIGNORINI, La scrittura libraria di Francesco Petrarca, Studi medievali, 48 (2007),
529-544.
N. GIOV , I copisti dei manoscritti datati, Aevum, 82 (2008), 523-541.