Sei sulla pagina 1di 17

Verifica delle conoscenze acquisite, libro Audio e multimedia.

Capitolo 1:
1-Il segnale sonoro unonda longitudinale? Perch?
-Il segnale sonoro unonda longitudinale perch lasse della vibrazione perpendicolare
a quello di propagazione dellonda sonora nello spazio (esempio dellaltoparlante).
2- Perch il moto armonico semplice importante in acustica?
-Il moto armonico semplice importante in acustica perch il pi semplice ma anche il
pi importante moto oscillatorio poich la base di tutti i moti oscillatori.
Si ha un moto armonico semplice quando la forza che riporta loggetto nella posizione di
riposo proporzionale allo spostamento.
3- Quali sono i parametri che caratterizzano un segnale?
-I paramentri che caratterizzano un segnale sono lunghezza, ampiezza, frequenza e forma
donda.
4-Perch la scala logaritmica rende i valori di ampiezza pi comprensibili?
-La scala logaritmica rende i valori di ampiezza pi comprensibili poich questa
rappresentazione geometrica riesce a rappresentare molto bene i valori molto grandi e
piccoli insieme, riuscendo a dare una buona idea di rappresentazione.
La scala logaritmica riesce a rappresentare bene i numeri in modo proporzionale e quindi
riesce a dare unidea delle grandezze schiacciando la scala di riferimento.
5-Come la minima intensit udibile contribuisce alla definizione di decibel?
-La minima intensit udibile contribuisce alla definizione di decibel poich nella formula di
calcolo dei decibel p0 sta per pressione sonora pari a 0 decibel quindi alla soglia
delludibile ed il riferimento con cui si divide il suono da misurare (tono puro a 1000hz).
0 db quindi la sogli di udibilit ed la base della scala dellintensit sonora.
La soglia di udibilit di definisce anche Imin.
6-Descrivere le nozioni di frequenza fondamentale e di spettro armonico.
-La frequenza fondamentale la frequenza di un suono semplice o complesso (quindi che
deriva dalla somma di pi suoni insieme), la creazione di una frequenza semplice non avr
comunque mai una frequenza unica, poich solo con un diapason o con un oscillatore si
pu ricreare un tono puro.
Lo spettro armonico invece un diagramma del rapporto tra frequenza del suono e livello
di pressione sonora in db.

7-Enunciare e spiegare il teorema di fourier.


-Il teorema di fourier dice che un segnale periodico qualsiasi formato dalla somma di
infinite sinusoidi con caratteristiche diverse.
In sostanza un segnale complesso formato da segnali semplici diversi.
Linsieme delle componenti dello spettro sono le componenti di Fourier (spettro ampiezza
e fase).
La sintesi di fourier la sintesi di un suono a partire da sinusoidi semplici.
8-Fare qualche esempio di onda periodica insieme con il suo spettro dampiezza.
-Degli esempi di onde periodiche sono londa sinusoide, quadra, a dente di sega, a impulsi
9-Cosa sono i transitori di un segnale?
-I transitori di un segnale sono lattack, decay, sustain e extinction. Sono 4 inviluppi che
trasformano un segnale dal suo attacco, decadimento, sostegno fino allestinzione del
segnale.
10-Perch di solito sono le alte frequenze a subire il fenomeno dellombra sonora?
-Le alte frequenze subiscono maggiormente il fenomeno dellombra sonora poich a
differenza delle basse frequenze le alte frequenze spesso non vengono diffratte al di l di
un ostacolo ma vengono assorbite, questo pu accadere anche con la nostra testa, che le
percepisce solo da un orecchio.

Capitolo 2.
1-Qual la relazione tra sottocampionamento e aliasing?
-Il fenomeno dellaliasing si verifica con il sottocampionamento, cio quando si verifica un
campionamento che non basta a riprodurre il segnale, creando dei segnali sbagliati,
questo il fenomeno dellaliasing.
2-I battimenti sono causati dal sottocampionamento?
-Il battimento la frequenza (di battimento) risultante dalla sovrapposizione di grandezze
periodiche e non dato dallaliasing, in genere oscillazioni sinusoidali di diversa e vicinale
frequenza.
Si basa sulle propriet definite nel principio di sovrapposizione; oltre ai campi citati, tutti i
fenomeni fisici che prevedano onde,
3-Descrivere il teorema di Nyquist.
-Il teorema di Nyquist del 1928 dice che il tasso di campionamento deve essere almeno il
doppio della frequenza massima presente nel segnale di input, se non cos si verifica il
fenomeno di sottocampionamento e quindi aliasing. (tasso dei cd per esempio 44.100
(circa il doppio della frequenza massima generale udibile di 20.000 hz)).
Per filtrare le frequenze indesiderate sotto a un certo livello occorre usare un filtro
passabasso (cutoff).
4-Perch il massimo errore di quantizzazione dato dalla met della regione di
quantizzazione?
-Il massimo errore di quantizzazione dato dalla met della regione di quantizzazione
poich assumendo che il codice corrisponda al valore di mezzo, al pi il valore di tensione
per un certo campione sar agli estremi della regione.
5-Descrivere la quantizzazione logaritmica e il rumore di quantizzazione.
-La quantizzazione logaritmica una tecnica di quantizzazione non lineare che permette
di quantizzare i campioni adattandoli allenergia del segnale, molto efficace con le voci
per esempio che non sono uniformi.
Aumentando lampiezza del segnale le regioni di quantizazzione diventano pi grandi
secondo una curva logaritmica
Aumenta la qualit e la precisione sulle ampiezze deboli.
A parit di bit disponibili la codifica migliore, il ricevitore necessit per di informazioni
aggiuntive per ricostruire il segnale; si possono usare un numero minore di livelli.
Utile nellarchiviazione, non nellediting.
Il low level quantization noise si verifica con la quantizzazione di ampiezze deboli e
introduce armoniche non presenti nel segnale originale, si pu eliminare con un rumore di
eccitazione (dithering).

6-La tecnica di dithering si usa nella quantizzazione o nel campionamento?


-Il dithering si usa nella quantizzazione in quanto quel segnale di eccitazione che viene
aggiunto al segnale originale che permette di eliminare il rumore di quantizzazione.

7-Noise shaping e sovracampionamento sono in alternativa?


-Il noise shaping un alternativa che permette di non usare il dithering e quindi un rumore
aggiuntivo bens funziona inserendo il rumore in un anello retroattivo (feedback loop)
simile a un filtro, che elimina questultimo.
Il sovracampionamento prima di una quantizzazione sempre unalternativa che permette
di migliorare il rapporto segnale/rumore SQNR.
8-Illustrare i parametri dellaudio digitale pi comuni.
-Quantizzazione: standard 8, 16, 24 bit.
Campionamento:
8 khz: standard telefonico digitale.
18,9 khz: parte della specifica dello standard cd-rom.
32 khz: standard radio digitale, tv in UK.
37,8 cd rom alta qualita
44,1 cd, audio professionale
48 dat-audio
96 dvd

9-Illustrare una codifica con segno.


-Una codifica con segno la codifica bipolare, il primo bit a sinistra rappresenta il segno, 0
significa + e 1 -.
Altri tipi di codifica con segno sono la codifica in complemento e quella segno e
magnitudo.

10-Illustrare la codifica PCM.


-La codifica PCM (Pulse Code Modulation) la forma di codifica pi utilizzata e si basa
sulla codifica in modo seriale.
Il segnale audio dopo essere stato campionato e quantizzato viene codificato.
La successione dei campioni di 3 bit (le regioni di quantizzazione sono 8, perch 2 alla
terza), ogni campione ha una certa ampiezza in decimale.
Un campione quindi formato da una terna di bit.
Per rafforzare la codifica si usano bit aggiuntivi di parit.

Capitolo 3
1-Qual il ruolo della coclea nella percezione uditiva?
-La coclea un tubo di 3,5 cm. a chiocciola che si trova nellorecchio interno, piena di
liquido cocleare e ha la funzione nella percezione uditiva di trasmettere le vibrazioni al
cervello che le trasformer in suono.
2-Mascheramento tonale e non tonale.
-Il mascheramento tonale avviene quando nel tono mascheratore possibile individuare
un tono, mentre nel mascheramento non tonale non possibile individuare un tono ben
preciso, si tratta quindi di rumore.
3-Descrivere la nozione di timbro.
-Il timbro ci che caratterizza un suono da un altro suono, ci che caratterizza per
esempio uno strumento da un altro.
Il timbro si pu individuare allocchio attraverso la forma donda.
I transitori sono importanti per individuare un suono, in modo particolare lattacco e il
decay, importanti anche il vibrato (modulazione in altezza (frequenza)) e il tremolo
(modulazione in ampiezza(volume)).
I clic tonali sono dei suoni troppo brevi per essere distinti.
4-Perch ci si pone il problema della segregazione del suono?
-Ci si pone il problema della segregazione del suono poich si vuole capire in che modo
noi riusciamo a creare unimmagine acustica di varie sorgenti sonore che arrivano al
nostro apparato uditivo.
Quindi in che modo noi riusciamo a distinguere i vari suoni e le varie sorgenti.
Secondo la teoria di Yost noi creiamo una mappa acustica dei suoni ipotetica che viene
poi aggiustata nel tempo mentre le sorgenti si modificano.
5-Quali sono i parametri fondamentali dellascolto binaurale?
-Il suono binaurale consiste nel riprodurre in cuffia un suono ripreso a 360 gradi, quindi
consiste nellascoltare in cuffia un suono sferico.
Le caratteristiche principali sono la profondit e la spazialit.
Ci possibile grazie ad uno stadio di equalizzazione psico-dinamica integrato che mima
il comportamento muscolare del nostro apparato uditivo, adeguandosi costantemente alle
diverse situazioni acustiche.
6-Spiegare la nozione di banda critica e bark.

-La banda critica di un suono la banda di frequenze allinterno della quale si possono
verificare fenomeni di mascheramento.
Il bark lunit di misura delle larghezze della frequenza data dalle bande critiche;
introdotta da Barkhausen.
7-Come si comporta lorgano di Corti?
-Lorgano di corti che si trova allinterno della coclea formato da strutture altamente
specializzate che trasmettono le vibrazioni dei liquidi nella coclea.
L'organo del Corti pertanto la struttura che trasduce le onde di pressione in potenziali
d'azione, che attraverso la via uditiva vengono trasmessi all'area 41 del lobo temporale del
cervello (AU-1) e, in via riflessa, a motoneuroni per la risposta motoria a particolari stimoli
acustici.
8-Illustrare il diagramma di Fletcher-Munson.
-Il diagramma di Fletcher-Munson o diagramma di uguale intensit sonora rappresenta la
misura della pressione acustica al variare della frequenza con intensit sonora.
9-Perch la trasduzione della membrana basilare avviene in phase locking?
-Nelle frequenze superiori a 3000 hz la trasduzione della membrana basilare avviene in
phase locking poiche sulla alte frequenze lassociazione impulso-fase diviene pi debole e
non riesce a variare il voltaggio in modo sufficientemente rapido.
10-Qual lutilit del meccanismo degli ossicini?
-Lutilit del meccanismo degli ossicini quella di trasmettere le vibrazioni dal timpano
allorecchio interno, hanno la capacit di contrarsi nel caso in cui le vibrazioni siano troppo
forti in modo da non danneggiare lorecchio interno, riescono anche a dare maggiore
risoluzione di frequenza alle frequenze pi elevate e a smorzare le basse frequenze.

Capitolo 4
1-Spiegare i quattro casi della compressione u-law, due in codifica x<0, x>=0 e due in
decodifica y<128, y >=128.
-La codifica u-law un tipo di codifica usato nella telefonia digitale, il segnale compresso
per poter essere usato in tempo reale. Il tasso di campionamento di 8000 campioni sec.
2-Perch la codifica u-law di tipo lossy?
-La codifica u-law di tipo lossy poich la voce si sente come loriginale bens ci sono
delle perdite di qualit nel segnale per permettere la trasmissione in tempo reale.

3-Cosa si intende con codifica ADPCM?


-La codifica ADPCM un metodo molto diffuso e raggiunge un buon compromesso tra
velocit di elaborazione, qualit del segnale decodificato e rapporto di compressione.

4-Simulare un esempio di codifica IMA ADPCM secondo lo schema in tabella 4.4.


-La codifica ADPCM si adatta al segnale di input, quindi per esempio se due segnali sono
molto diversi tra loro in modo da non avere un rapporto segnale/rumore troppo basso, la
codifica si adatta ai valori che prevalgono in una certa finestra del segnale.
5-Quali sono le caratteristiche principali di uno schema di compressione di tipo percettivo?
-Le caratteristiche principali di uno schema di compressione di tipo percettivo sono
leliminazione di certe frequenze o di certe parti del segnale che il nostro sistema uditivo
non percepirebbe, sfrutta il mascheramento e comprime il suono arrivando solo al livello
segnale/rumore SMR; di tipo lossy ed molto efficace, arrivando sul parlato anche a
solo 0,5 bit/campione.
6-Spiegare la codifica per sotto-bande e la codifica nel dominio della frequenza.
E vero che si possono considerare due facce di una stessa medaglia?
-Si possono considerare due facce di una stessa medaglia poich entrambe le codifiche
sfruttano alcune parti del segnale in modo pi efficente in modo da memorizzare le bande
o i blocchi con un minor numero di bit.
7-Spiegare i miglioramenti nel layer 3 di MPEG rispetto ai precedenti.
-I miglioramenti del layer 3 di MPEG1 sono lanalisi tempo/frequenza che utilizza un ibrido
tra la codifica sub-band e una codifica transform, in cascata al banco di filtri polifase a 32
bande viene aggiunto anche un modulo addizionale che permette una pi elevata
risoluzione frequenziale.
Ci sono poi altri 4 elementi aggiuntivi, la quantizzazione non uniforme, bande relative ai
fattori di scala, la codifica di Huffman e la riserva di bit.
8-MP3 uno standard libero da diritti?
-No, lo standard mp3 ha dei diritti e per utilizzarlo serve una licenza.
http://www.mp3licensing.com/help/developers.html
9-Cosa sono i fattori di scala?
-I fattori di scala sono dei fattori che si utilizzano per raggruppare delle sotto bande e per
distorcere il rumore di quantizzazione in modo che si adatti alle curve determinate dalla
soglia di mascheramento.

10-Com composto il frame di dati compressi MPEG layer 1?


-Il frame dei dati compressi di MPEG Layer 1 viene elaborato attraverso le tecniche intraframe ovvero avvalendosi unicamente delle informazioni contenute nel fotogramma
stesso.

Capitolo 5
1-Cosa si intende con algoritmo di sintesi?
-Con algoritmo di sintesi si intende la formulazione di un algoritmo che possa produrre un
suono sintetizzato quindi la rappresentazione numerica di un segnale sonoro.
Si utilizzano diversi tipi di algoritmi a seconda di ci che si vuole sintetizzare, esistono 3
classi di algoritmi:
-generazione diretta: di questa classe fanno parte campionamento, sintesi additiva,
-granulare; feed-forward: sottrattiva, modulazioni, distorsione non lineare;
-feed-back: sintesi per modelli fisici.
2-Che differenza c tra sintesi additiva e sottrattiva?
-Nella sintesi additiva si sintetizza un suono sommando segnali semplici (armoniche
complete o parziali) che formano un segnale complesso.
Nella sintesi sottrattiva si utilizzano filtri in serie o in parallelo per filtrare un segnale
complesso.
3-Che differenza c tra sintesi AM e RM?
-La AM una modulazione in ampiezza, un segnale unipolare positivo in 3 bande
( 2+portante che lo rende unipolare ) mentre la RM cio modulazione ad anello un
segnale positivo e negativo, quindi bipolare a 2 bande.
4-Cos la c:m ratio? Quali sono alcuni rapporti tipici tra c e m?
-La c:m ratio il rapporto tra frequenza portante e modulante.
La c:m ratio un indicatore di armonicit, minore il rapporto c m pi sono vicini gli
armonici risultanti, se il rapporto intero il suono non completamente armonico ma viene
percepito maggiormente come uno strumento reale poich simula le inarmonicit presenti
negli strumenti acustici.
Alcuni rapporti tipici sono 2:1, 1:2 con solo armoniche dispari o 1:1 con tutte le armoniche
presenti nel segnale modulato. Se la modulante 1 le frequenze sono multipli della
modulante che diventa fondamentale del segnale generato.
5-Che cosa si intende con frequenza di picco nella sintesi FM?
-Nella sintesi FM si intende frequenza di picco si intende lescursione massima, misurata
in Hz subita dalla frequenza della portante che dipende dallampiezza della modulante.

6-Perch la sintesi non lineare (waveshaping) una tecnica tipicamente digitale?


-Il waveshaping prettamente digitale poich solitamente di utilizza solo con certe forme
donda in input che possono essere utilizzate e gestite meglio per ottenere una certa
armonica precisa in digitale.
7-Qual il processo alla base della sintesi LPC?
-Il processo alla base della sintesi LPC la sintesi vocale attraverso un metodo sottrattivo
e una modellazione di un segnale in input.
8-Come funziona lalgoritmo Karplus e Strong?
-L'algoritmo di Karplus-Strong un metodo usato nel campo dell'acustica che manipola
una forma d'onda attraverso una linea di delay con dei filtri per simulare suoni di corde
plettrate (chitarra) o soggette a percussione (pianoforte). una tecnica di sintesi sottrattiva
basata sulla retroazione (feedback loop) simile a quella di un filtro comb.
9-Come possono essere classificati i sistemi di sintesi?
-I sistemi di sintesi possono essere classificati in: sintesi per modelli fisici, trasformazione
o generazione diretta.
10-Qual larchitettura tipica dei linguaggi Music N?
-Larchitettura dei linguaggi Music N
-Nei linguaggi Music N come ad esempio c sound larchitettura si basa su due parti, una
prima dove viene scritta la partitura per i vari strumenti e una seconda dove gli esecutori
suonano gli strumenti sintetizzati.
Capitolo 6
1-Quali tipi di informazione sono richiesti per la rappresentazione della musica? Perch
non adeguata la rappresentazione del segnale audio che abbiamo incontrato nei capitoli
precedenti?
-Per la rappresentazione della musica sono richieste rappresentazioni fisiche, percettive,
operative, simboliche e strutturali.
2-Descrivere i tipi di informazione veicolati dai messaggi midi.
-I tipi di informazione veicolati dai messaggi midi sono delle informazioni standard in bit di
sequenza di 10 parole e servono a un sequencer per comunicare con gli altri dispositivi
che controlla. Rappresenta i dati musicali e la sinconizzazione tra i dispositivi durante la
comunicazione.
3-Che cosa si intende per PPQ? e per BPM? Che relazione c tra le due unit di misura?
-Con bpm si intendono i quarti per minuto ed il tempo generale del progetto in un
sequencer per esempio; mentre i ppq sono le parti per quarto.

Per esempio in un progetto a 120 bpm con 24 ppb c 1 beat ogni mezzo secondo e una
parte per quarto di 21 millisecondi circa (0.5/24).
4-Descrivere la struttura generale dei messaggi midi.
-La struttura generale dei messaggi midi formata da parole di 10 bit luna.
La prima parola lo status byte che serve per capire se il messaggio e di canale o di
sistema.
La seconda parola e le seguenti sono i data byte che contengono le informazioni.
In alcuni casi ci sono anche i running status, solo per Voice e Mode Messages.
Il bit pi importante il primo pi a sinistra in ogni byte.
5-Che differenza c tra channel message e system message?
-I channel message sono i messaggi di canale quindi per esempio cosa deve suonare uno
strumento virtuale o come si deve comportare quello strumento allarrivo del messaggio.
I messaggi system message di sistema sono invece dei messaggi midi che servono per
esempio per la sincronizzazione tra i dispositivi o per messaggi indirizzati a tutti i
dispositivi del sistema.
6-Che cos il general midi?
-Il General MIDI (GM) un modo convenzionale di organizzare i timbri su numeri di
programmi (program change) stabilito dalle case costruttrici di tastiere o expander sonori
(strumenti musicali).
Per esempio, selezionando il programma "01" su qualsiasi tastiera GM si ottiene sempre
un suono di pianoforte e selezionando "50" si ottiene sempre una sezione di archi.
I suoni sono in totale 128. Le simulazioni dei timbri possono essere generate sia in modo
analogico, sia mediante oscillatori, sia attraverso una sintesi digitale, cio con
campionamenti.
7-Qual la velocit di trasmissione dei dati midi? In che senso linterfaccia seriale
asincrona?
-La velocit di tramissione dei dati midi di 3.8 kb/sec.
Linterfaccia seriale asincrona poich oltre alla massa e allalimentazione c un flusso di
dati in ricezione o trasmissione a seconda dei casi.
8-Descrivere le principali configurazioni che possono assumere i messaggi MIDI.
-I messaggi midi hanno sempre uno status byte, possono avere data byte e running
status.
9-Che cos la MIDI Implementation chart? Qual la sua utilit?
- La MIDI Implementation Chart (grafico implementazione MIDI) una tabella che
riassume schematicamente i messaggi MIDI trasmessi/ricevuti da uno strumento, e
solitamente viene fornita dal produttore nel manuale del prodotto.
La MIDI Implementation Chart divisa in quattro colonne.

La prima colonna definisce le funzioni MIDI;


la seconda ci informa circa la trasmissione delle funzioni:
la terza circa la ricezione; la quarta riservata alle annotazioni.
Vengono poi utilizzati i simboli O e X, che stanno rispettivamente per SI e NO, cio
esistenza o meno della funzione MIDI.
L'asterisco *, invece, ci rimanda alle notazioni presenti sul fondo della tabella.

10-Quali sono i limiti del protocollo midi rispetto alla rappresentazione della musica?
-I messaggi midi trasmettono solo informazioni in bit relative a un messaggio che si vuole
trasmettere, non trasmettono frequenze, forme donda o ampiezze, trasmettono solo
messaggi in codice che servono per comunicare per esempio con uno strumento.
Capitolo 7
1-Perch lo stereo convenzionale denominato stereo 2/0?
-Lo stereo convenzionale denominato 2/0 poich formato da due canali (2) senza
surround (0).
2-Cosa si intende per audio 3d e qual sono i paramentri che permettono di verificare se un
sistema un sistema audio 3d?
-Le caratteristiche principali di un impianto 3d sono:
il suono viene proiettato sulle 3 dimensioni (sopra-sotto, basso-alto, sinistra-destra), effetti
in cuffie e diffusori, ampiezza dellarea di ascolto (sweet-spot), colorazione tonale
(distorsione) non voluta, tempo reale/differito e qualit della produzione in 3d.
I parametri per verificare che un sistema audio sia 3d sono la verifica delle condizioni
scritte in precedenza.
3-Illustrare la raccomandazione per il sistema multicanale 3/2.
-Il sistema audio multicanale 3/2 si basa su 3 canali frontali (sx, dx, centro) pi due
surround e un sub per la bassissime frequenze, conosciuto al grande pubblico come 5.1
Le raccomandazioni dice che gli altoparlanti vanno posizionati a 0 gradi (Centrale), +- 30
gradi (laterali) e +-120 gradi (surround) pi il sub, inoltre dice che gli altoparlanti devono
essere tutti uguali e che se c bisogno di ulteriori altoparlanti devono essere messi a +-60
e +-150 gradi.
4-Che cos la funzione HRTF?
-Le funzioni HRTF sono funzioni che tengono conto di come lorecchio umano filtra il
suono in arrivo. La direzione azimutale di provenienza dei suoni discriminata dal sistema
uditivo umano in prima istanza sulla base delle differenze di intensit di arrivo (ILDA) e di
tempo di arrivo (ITDA).

Questi meccanismi non sono per in grado di risolvere lambiguit avanti-dietro, e di


discriminare lelevazione, operazioni per le quali il nostro sistema uditivo si serve del
filtraggio che la testa e i padiglioni auricolari (asimmetrici rispetto ai piani menzionati)
operano sui segnali in arrivo.
5-Perch in un sistema audio 3d occorre calcolare la risposta di impulso?
-In un sistema audio 3d occorre calcolare la risposta di impulso poich per poter avere una
produzione audio di qualit in 5.1 bisogna lavorare sul suono monofonico secondo la
risposta di impulso e poi mixare le tracce in ununica traccia audio.

6-Illustrare la catena dellaudio spazializzato.


-La catena formata da:
-Registrazione o simulazione virtuale
-eventuale trasformazione analogico-digitale
-missaggio
-compressione
-riproduzione
-decodifica
-ambiente di ascolto.
7-Che cos il crosstalk, perch necessario cancellarlo e come si cancella?
-In telecomunicazioni ed elettronica con il termine diafonia, anche detta crosstalk o crosstalk, si indica il rumore o interferenza elettromagnetica che si pu generare tra due cavi
vicini di un circuito o di un apparato elettronico.
La causa il campo elettromagnetico tempo-variabile che si genera attorno a un cavo in
cui passa corrente non costante (segnale) generando uno scambio di energia da una linea
all'altra, all'interno dello stesso conduttore, creando un disturbo indesiderato (la diafonia
appunto). Questo campo magnetico variabile pu indurre, in un cavo vicino, una differenza
di potenziale e quindi una corrente indotta spuria. In particolare quando si ha un circuito
"sorgente" alimentato da una tensione e corrente, esso produce un campo
elettromagnetico, in cui immerso il circuito "ricevitore". Nel secondo circuito si indurr
una corrente (e quindi una tensione).
Per cancellare leffetto si pu inserire un segnale di cancellazione del cross talk oppure
per avere dei risultati ancora migliori si possono usare altoparlanti monofonici per non
incontrare lerrore.
8-Cosa si intende per audio binaurale e audio transaurale?
-Con audio binaurale si intende la riproduzione stereo attraverso delle cuffie, lascoltatore
percepir il segnale in uno spazio virtuale nella posizione codificata dalle HRTF in
questione.
Laudio transaurale uguale come principio allaudio binaurale ma al posto di utilizzare le
cuffie si utilizzano gli altoparlanti, incorrendo per nella colorazione del segnale che pu
cambiare la resa finale.
9-Descrivere analogie e differenze tra la codifica Dolby Digital e DTS.

-Il Digital Theater System (DTS) un sistema di codifica audio multicanale introdotto al
cinema con il film Jurassic Park in diretta concorrenza con il Dolby Digital ed ora diffuso su
LaserDisc, DVD-Video, DVD-Audio, CD e sui nuovi supporti HD DVD e Blu-ray. A
differenza del Dolby Digital, che si diffuso come principale sistema di codifica audio
multicanale per i cinema e l'home theater, il DTS ha conservato una limitata fetta di
mercato, pur essendo tecnicamente superiore, tanto da potersi considerare un sistema
"opzionale", nei moderni sistemi di cinema in casa. Negli anni ha sempre comunque
accresciuto la sua popolarit, tanto da essere stato inserito come sistema obbligatorio nel
caso dei supporti per l'alta definizione HD DVD e Blu-ray.
Il DTS un sistema di codifica audio di tipo lossy, ovvero con perdita di informazione, ma
con possibilit di essere utilizzato in modalit lossless, ovvero trasparente - senza perdita
di informazione, possibilit che sar implementata nella versione del DTS chiamata DTSHD Master Audio.
Il DTS permette di codificare anche 6.1 canali discreti, a differenza del Dolby che arriva a
5.1.
La chiave del successo del Dolby sta nel fatto che a seconda di dove si riproduce laudio
compresso ci sar un decoder (ne esistono 4) pronto a trasformarlo nel modo in cui ci
serve.
10-La tecnica del matrixing si applica allaudio analogico o digitale?
-Il matrixing si applica allaudio analogico ed una tecnica che serve a separare i vari
canali in fase di codifica.
Capitolo 8
1-Quali convenzioni vengono adottate per larchiviazione dei dati audio?
-Le convenzioni adottate per larchiviazione dei dati audio sono linterfogliamento
(interleaving) dei campioni secondo i canali.
Mentre per quanto riguarda la struttura interna dei campioni , un aspetto da considerare
lordine dei byte, il pi importante il secondo quando si necessit pi di 8 bit, come nel
caso dei 16 bit.
2-Descrivere le caratteristiche principali dei formati audio.
-Le caratteristiche principali dei formati audio sono il tasso di campionamento, numero dei
canali, bit/rate e con o senza intestazione e se sono lossy o lossless.
3-Che cosa si intende per formati con intestazione e senza intestazione?
-I formati con intestazione (header) autodescriventi cio che hanno nellintestazione la
descrizione esplicita del formato, nel caso dei formati senza intestazione o raw, i parametri
verranno interpretati caso per caso e sono impliciti.
4-Che cosa indica RIFF?
-Con RIFF si indica il formato su cui si basano per esempio i file wav e prevede la
memorizzazione dei dati in sezioni logiche dette chunk, 2 chunk sono sempre presenti e
sono il format e il data chunk, si possono poi aggiungere gli instrument chunk , i marker o
cue points, gi associated data list ecc... .

5-Descrivere la struttura dellintestazione di un frame del file MPEG.


-Lintestazione di un frame di un file MPEG (che pu avere lunghezza variabile) si basa su
4 byte (32 bit):
- i primi 11 rappresentano il campo della sincronizzazione del frame.
- il 12 e il 13 indicano la versione di MPEG.
- il 14 e il 15 codificano il livello layer.
- il 16 un flag che indica se il frame protetto o meno da un meccanismo di controllo
degli errori.
- dal 17 al 20 rappresentano un indice nella tabella dei bit-rate.
- il 21 e il 22 rappresenta la frequenza di campionamento.
- il 23 serve per indicare se si ha una parte extra oppure no.
- il 24esimo serve per lattivazione di eventi specifici di particolari applicazioni.
- il 25 e il 26esimo rappresentano linformazione di canale.
- il 27esimo indica se il materiale coperto da copyright e se 1 illegale copiare il
segnale.
- il 28esimo indica se il segnale originale originato l o se una copia.
- il 29 e il 30 rigurdano lenfasi ma ora piuttosto obsoleto come effetto.
6-Quali informazioni supplementari necessario definire per larchiviazione di dati MIDI
rispetto al protocollo MIDI?
-Lo standard midi file serve per linterscambio dei dati midi in un formato compatto adatto
alla memorizzazione su disco, un midi file contiene un flusso di eventi associati a
uninformazione temporale (timestamp).
Pu anche contenere il tempo, il metro e informazioni descrittive relatie alle tracce che la
compongono.
7-Come funziona la codifica EFM?
-La codifica EFM un modo molto efficace di ridure gli errori nei cd, lidea di base di
minimizzare le transizioni 0-1 sul cd in modo da incorrere in un minor numero di error
eliminando le transizioni molto rapide tra i pit.
In sostanza i codici di 8 bit diventano di 14 (Da cui deriva il nome EFM, eight to fourteen),
gli 1 sono tra i 3 e gli 11 consecutivi mentre gli 0 sono tra i 2 e e 10 consecutivi.
8-Che cosa si intende con Saga dei CD e quali sono i libri pi importanti?
-Con saga dei cd si intendono i libri che contengono gli standard dei vari tipi di cd, i pi
importanti sono il libro rosso che contiene il cd-audio, quello giallo che contiene il cd-rom e
lorange book 2 e 3 che contengono il cd scrivibile e quello riscrivibile.
9-Che differenza c tra un CD e un DVD?
-Un cd ha i pit pi grossi e pi distanti tra di loro, il dvd ha due livelli e pu avere due lati,
inoltre ha una correzione pi efficace, si pu arrivare fino a 17 gb. di spazio disponibile
quindi di oltre 20 volte rispetto alla capacit di un cd.

10-Quali aspetti devono essere tenuti in conto nella scelta di un formato e di un supporto
per larchiviazione di dati audio e MIDI in una prospettiva multimediale?
-Per larchiviazione di dati audio e midi in una prospettiva multimediale devono essere
tenuti da conto la compressione, la velocit di lettura e di calcolo da parte del calcolatore e
la velocit di trasferimento.

Capitolo 9
1-Quali sono i vantaggi dellediting digitale?
-I vantaggi dellediting digitale sono innanzitutto la possibilit di provare e riprovare a
modificare i parametri e tutto ci che si vuole in tempo reale con la possibilit di lavorare
senza dover perdere materiale, inoltre si ha la possibilit di fare infinite modifiche, copie,
tagli e tutto ci che si vuole mantenendo sempre i file originali, possibile editare in modo
veloce e con laiuto dellintefaccia grafica si ha un riscontro visivo di ci che si sta facendo,
inoltre al giorno doggi possibile creare dei progetti molto complessi data lalta velocit di
calcolo dei computer.
Si possono fare quindi editing di base (copia-incolla, resampling ecc...) oppure editing
avanzati molto velocemente.
Inoltre possibile esportare laudio in molti formati decidendo tutti i parametri preferiti.
2-Che cosa si intende per clipping? Quando si verifica?
-Con clipping si intende il fenomeno di distorsione che si verifica quando un segnale
troppo ampio e viene tagliato alle estremit poich supera la gamma dinamica che viene
riprodotta.
3-Descrivere i tipi di filtro.
-Esistono diversi tipi di filtro, il primo il filtro lowpass che taglia le alte frequenze, poi c
lhipass che taglia le basse frequenze, esiste poi il mid-pass che taglia gli alti e i bassi e il
band pass che taglia le frequenze medie.
Il filtro oltre a tagliare le frequenze aumenta le frequenze non tagliate a differenza delleq.
4-Discutere gli effetti della variazione dei tempi di ritardo e di decadimento
nellapplicazione di un delay.
-Il delay un effetto che permette di creare delle copie di segnale e di sovrapporle per
poter creare un effetto di miscelazione dopo un certo tempo (ritardo).
Cambiando il delay time si potranno avere sovrapposizioni pi rapide o pi lente

Nel multiple delay (echo) pi copie vengono aggiunte fino a raggiungere linudibilit dopo
un tempo de decadimento.
5-Descrivere i quattro tipi standard di elaborazione della dinamica.
-I quattro tipi standard della elaborazione della dinamica sono il compressore, che
permette di omogeneizzare in modo visibile la forma donda del segnale tagliando i picchi
e incrementando lampiezza sotto la soglia inferiore.
Il limiter che taglia i picchi.
Lexpander che opposto alla compressione e che esalta i picchi e le ampiezze maggiori
e riduce le ampiezze inferiori.
Pu quindi incrementare la ridotta variet dei piani dinamici.
Il noise gate serve per tagliare il rumore di fondo e quindi le ampiezze minori mantenendo
invariate quelle sopra una certa soglia di taglio del rumore.

6-Descrivere cosa si intende per sequencer.


-Con sequencer si intende un sistema di esecuzione e registrazione dotato di memoria
programmabile nella quale vengono registrati i dati di controllo che servono per la riregistrazione e lesecuzione dei dati musicali.
Pu essere channel o track oriented, ha un mixer, una lista degli eventi, un rullo del piano,
una notazione musicale e uno score editing.
7-Che cos la lista degli eventi?
-La lista degli eventi in un sequencer la lista dei dati musicali nelle varie tracce che
vengono riprodotti in esecuzione secondo larrangiamento creato.
8-Quali modalit di registrazione MIDI sono previste in un sequencer? Secondo quali
criteri si sceglie tra una e laltra?
-Si possono registrare note midi step by step o in real time, a seconda se si vuole suonare
effettivamente o se si vuole disegnare una melodia per esempio senza bisogno di
suonare in real time.
9-Che cos la quantizzazione temporale?
-La quantizzazione temporale serve nei sequencer a modificare la notazione midi o audio
nel caso del warping per sistemare le note o gli attack di un suono a seconda del tempo e
della metrica di quantizzazione scelta.
10-Progettare e costruire un loop, dettagliando le strategie e le decisioni messe in atto.
-Nella costruzione di un loop bisogna tenere conto degli inviluppi di un suono, della
metrica della canzone, della qualit audio, degli effetti ovviamente, del modo in cui si taglia
e di come si vorr accostare a un altro o ad altri loop del progetto.

Capitolo 10
1-Che cosa indica il termine audiovisione? Fornire un esempio della relazione audiovisiva.
-Con audiovisione si intende la relazione delle dimensioni di audio e video.
Unesempio della relazione udiovisiva per esempio un film, che unisce audio e video.
2-Quali aspetti caratterizzano ludibile dal visibile?
-Ludibile si differenzia dal visibile per la molteplicit, linstabilit e la spazialit.
3-Che cosa si intende con analisi della scena uditiva?
-LAnalisi della scena uditiva il quadro teorico proposto da Bregman per spiegare come il
sistema uditivo classifichi i suoni di un ambiente naturale complesso in gruppi. Ogni
gruppo risulta omogeneo perch proviene probabilmente da una unica fonte sonora.
Questo sistema di raggruppamento aiuta la cosiddetta pattern recognition a non
mescolare informazioni provenienti da fonti diverse.
4-Quali sono le tre modalit in cui laudio interagisce con il video rispetto al tempo?
-Le tre modalit in cui laudio interagisce con il video rispetto al tempo sono la
vettorializzazione, la spazialit e la linearizzazione.
5-Definire i modi di ascolto.
-I modi di ascolto sono:
Ascoltare, attivit attiva, interessarsi a... .
Udire, attivit passiva, riflessione verso la percezione.
Intendere, attivit attiva, qualificazione alludire, per esempio intendere il timbro di uno
strumento.
Comprendere, suono come segno di qualcosaltro, per esempio il linguaggio verbale.
6-Che cosa si intende con ascolto indicale, simbolico e iconico?
-Con ascolto indicale si intende ricondurre un suono alla sua causa.
Simbolico, ricerca di un senso al suono, per esempio di un allarme.
Iconico, udire per cercare una nuova qualificazione del suono.