Sei sulla pagina 1di 121

1

Corso di Formazione per Coordinatori di Sicurezza Docente: Ing. Davide Molinas


1
Le normative europee e la loro valenza
Le norme di buona tecnica e le direttive di prodotto
Ing. Davide Molinas
Cagliari 1 Ottobre 2014
LE NORMATIVE EUROPEE E LA
LORO VALENZA
LE NORME I !UONA TE"NI"A E
LE IRETTIVE I PROOTTO
#
Corso di Formazione per Coordinatori di Sicurezza Docente: Ing. Davide Molinas
#
Le normative europee e la loro valenza
Le norme di buona tecnica e le direttive di prodotto
$
Corso di Formazione per Coordinatori di Sicurezza Docente: Ing. Davide Molinas
$
Le normative europee e la loro valenza
Le norme di buona tecnica e le direttive di prodotto
%
Corso di Formazione per Coordinatori di Sicurezza Docente: Ing. Davide Molinas
%
Le normative europee e la loro valenza
Le norme di buona tecnica e le direttive di prodotto
&
Corso di Formazione per Coordinatori di Sicurezza Docente: Ing. Davide Molinas
&
Le normative europee e la loro valenza
Le norme di buona tecnica e le direttive di prodotto
'
Corso di Formazione per Coordinatori di Sicurezza Docente: Ing. Davide Molinas
'
Le normative europee e la loro valenza
Le norme di buona tecnica e le direttive di prodotto
(
Corso di Formazione per Coordinatori di Sicurezza Docente: Ing. Davide Molinas
(
Le normative europee e la loro valenza
Le norme di buona tecnica e le direttive di prodotto
)
Corso di Formazione per Coordinatori di Sicurezza Docente: Ing. Davide Molinas
)
Le normative europee e la loro valenza
Le norme di buona tecnica e le direttive di prodotto
*
Corso di Formazione per Coordinatori di Sicurezza Docente: Ing. Davide Molinas
*
Le normative europee e la loro valenza
Le norme di buona tecnica e le direttive di prodotto
1+
Corso di Formazione per Coordinatori di Sicurezza Docente: Ing. Davide Molinas
1+
Le normative europee e la loro valenza
Le norme di buona tecnica e le direttive di prodotto
11
Corso di Formazione per Coordinatori di Sicurezza Docente: Ing. Davide Molinas
11
Le normative europee e la loro valenza
Le norme di buona tecnica e le direttive di prodotto
1#
Corso di Formazione per Coordinatori di Sicurezza Docente: Ing. Davide Molinas
1#
Le normative europee e la loro valenza
Le norme di buona tecnica e le direttive di prodotto
1$
Corso di Formazione per Coordinatori di Sicurezza Docente: Ing. Davide Molinas
1$
Le normative europee e la loro valenza
Le norme di buona tecnica e le direttive di prodotto
1%
Corso di Formazione per Coordinatori di Sicurezza Docente: Ing. Davide Molinas
1%
Le normative europee e la loro valenza
Le norme di buona tecnica e le direttive di prodotto
1&
Corso di Formazione per Coordinatori di Sicurezza Docente: Ing. Davide Molinas
1&
Le normative europee e la loro valenza
Le norme di buona tecnica e le direttive di prodotto
1'
Corso di Formazione per Coordinatori di Sicurezza Docente: Ing. Davide Molinas
1'
Le normative europee e la loro valenza
Le norme di buona tecnica e le direttive di prodotto
Il nuovo Regolamento (UE n. !"#$%#"!# determina la revisione
complessiva del sistema di normazione tecnica europeo
,ulla -azzetta U..iciale europea del 1% novembre #+1# / 0tato pubblicato il Re1olamento
2UE3 n4 1+#&5#+1# del Parlamento europeo e del "on0i1lio6 del #& ottobre #+1#6 0ulla
normazione europea4
Il provvedimento & entrato in vigore il ' dicem(re #"!# si applica a dal ! gennaio #"!).
,i tratta di un provvedimento importante in 7uanto de.ini0ce le nuove norme c8e
re1oleranno6 tra 1li altri a0petti9
la cooperazione tra le or1anizzazioni europee di normazione6 1li or1ani0mi nazionali
di normazione6 1li ,tati membri e la "ommi00ione:
l;elaborazione di norme europee e prodotti della normazione europea per i prodotti e
per i 0ervizi6 a 0o0te1no della le1i0lazione e delle politic8e dell;Unione:
il .inanziamento della normazione europea la partecipazione dei 0o11etti intere00ati
alla normazione europea4
*ella sostanza+ il Regolamento adatta e sempli,ica l-attuale .uadro legislativo c/e
regola l-attivit0 normativa europea. 1li o(iettivi principali del legislatore sono ridurre i
tempi di normazione e ,acilitare la partecipazione delle parti interessate 2pi3 de(oli4
storicamente (micro e 5MI+ consumatori+ organizzazioni sociali.
1(
Corso di Formazione per Coordinatori di Sicurezza Docente: Ing. Davide Molinas
1(
Le normative europee e la loro valenza
Le norme di buona tecnica e le direttive di prodotto
1)
Corso di Formazione per Coordinatori di Sicurezza Docente: Ing. Davide Molinas
1)
Le normative europee e la loro valenza
Le norme di buona tecnica e le direttive di prodotto
6-art. 7 del regolamento+ 28cceso alle norme da parte delle 5MI4
si esprime in .uesto modo:
<14 -li or1ani0mi di normazione nazionali incoraggiano e ,acilitano l-accesso
delle 5MI alle norme e ai proce00i di 0viluppo delle 0te00e6 al .ine di con0e1uire
un pi= alto livello di partecipazione al 0i0tema di normazione6 per e0empio
tramite9
a3 l;individuazione6 nel 7uadro dei ri0pettivi pro1rammi di lavoro annuali6 di
pro1etti di normazione di particolare intere00e per le PMI:
b3 la conce00ione alle PMI dell;acce00o alle attivit> di normazione 0enza obbli1o
di ade0ione a un or1ani0mo di normazione nazionale:
c3 la conce00ione di un acce00o 1ratuito o di tari..e 0peciali per partecipare alle
attivit> di normazione:
d3 la conce00ione dell;acce00o 1ratuito ai pro1etti di norme:
e3 la me00a a di0po0izione 1ratuita di e0tratti di norme 0ui ri0pettivi 0iti Internet:
.3 l;applicazione di tari..e 0peciali per la .ornitura di norme o l;o..erta di
pacc8etti di norme a prezzo ridotto?4
1*
Corso di Formazione per Coordinatori di Sicurezza Docente: Ing. Davide Molinas
1*
Le normative europee e la loro valenza
Le norme di buona tecnica e le direttive di prodotto
#+
Corso di Formazione per Coordinatori di Sicurezza Docente: Ing. Davide Molinas
#+
Le normative europee e la loro valenza
Le norme di buona tecnica e le direttive di prodotto
D.Leg. 81/2008 Art. 1 DEFINIZIONI
u) 9norma tecnica:9 0peci.ica tecnica6 approvata e pubblicata da
un;or1anizzazione internazionale6 da un or1ani0mo europeo o da un or1ani0mo
nazionale di normalizzazione6 la cui o00ervanza non 0ia obbli1atoria:
v) 9buone prassi:9 0oluzioni or1anizzative o procedurali coerenti con la
normativa vi1ente e con le norme di buona tecnica6 adottate volontariamente e
.inalizzate a promuovere la 0alute e 0icurezza 0ui luo18i di lavoro attraver0o la
riduzione dei ri0c8i e il mi1lioramento delle condizioni di lavoro6 elaborate e
raccolte dalle Re1ioni6 dall;I0tituto 0uperiore per la prevenzione e la 0icurezza del
lavoro 2I,PE,L36 dall;I0tituto nazionale per l;a00icurazione contro 1li in.ortuni 0ul
lavoro 2INAIL3 e da1li or1ani0mi paritetici di cui all;articolo &16 validate dalla
"ommi00ione con0ultiva permanente di cui all;articolo '6 previa i0truttoria tecnica
dell;I,PE,L6 c8e provvede a a00icurarne la pi= ampia di..u0ione:
z) 9inee gui!a:9 atti di indirizzo e coordinamento per l;applicazione della
normativa in materia di 0alute e 0icurezza predi0po0ti dai mini0teri6 dalle re1ioni6
dall;I,PE,L e dall;INAIL e approvati in 0ede di "on.erenza permanente per i
rapporti tra lo ,tato6 le Re1ioni e le Province autonome di Trento e di !olzano:
#1
Corso di Formazione per Coordinatori di Sicurezza Docente: Ing. Davide Molinas
#1
Le normative europee e la loro valenza
Le norme di buona tecnica e le direttive di prodotto
D.Leg. 81/2008
Articoo 81 " #e$uisiti !i sicure%%a
14 Tutti i materiali6 i macc8inari e le
apparecc8iature6 nonc8@ le in0tallazioni e 1li
impianti elettrici ed elettronici
devono e00ere pro1ettati6 realizzati e
co0truiti a regola d-arte4
#4 Aerme re0tando le di0po0izioni le1i0lative
e re1olamentari di recepimento delle
irettive comunitarie di prodotto6 i
materiali6 i macc8inari6 le apparecc8iature6
le in0tallazioni e 1li impianti di cui al comma
precedente6 0i con0iderano
co0truiti a regola d-arte 0e 0ono realizzati
0econdo le pertinenti norme tecnic/e4
##
Corso di Formazione per Coordinatori di Sicurezza Docente: Ing. Davide Molinas
##
Le normative europee e la loro valenza
Le norme di buona tecnica e le direttive di prodotto
#$
Corso di Formazione per Coordinatori di Sicurezza Docente: Ing. Davide Molinas
#$
Le normative europee e la loro valenza
Le norme di buona tecnica e le direttive di prodotto
Dove e come
cercare una
norma tecnica
#%
Corso di Formazione per Coordinatori di Sicurezza Docente: Ing. Davide Molinas
#%
Le normative europee e la loro valenza
Le norme di buona tecnica e le direttive di prodotto
#&
Corso di Formazione per Coordinatori di Sicurezza Docente: Ing. Davide Molinas
#&
Le normative europee e la loro valenza
Le norme di buona tecnica e le direttive di prodotto
#'
Corso di Formazione per Coordinatori di Sicurezza Docente: Ing. Davide Molinas
#'
Le normative europee e la loro valenza
Le norme di buona tecnica e le direttive di prodotto
#(
Corso di Formazione per Coordinatori di Sicurezza Docente: Ing. Davide Molinas
#(
Le normative europee e la loro valenza
Le norme di buona tecnica e le direttive di prodotto
#)
Corso di Formazione per Coordinatori di Sicurezza Docente: Ing. Davide Molinas
#)
Le normative europee e la loro valenza
Le norme di buona tecnica e le direttive di prodotto
#*
Corso di Formazione per Coordinatori di Sicurezza Docente: Ing. Davide Molinas
#*
Le normative europee e la loro valenza
Le norme di buona tecnica e le direttive di prodotto
$+
Corso di Formazione per Coordinatori di Sicurezza Docente: Ing. Davide Molinas
$+
Le normative europee e la loro valenza
Le norme di buona tecnica e le direttive di prodotto
$1
Corso di Formazione per Coordinatori di Sicurezza Docente: Ing. Davide Molinas
$1
Le normative europee e la loro valenza
Le norme di buona tecnica e le direttive di prodotto
$#
Corso di Formazione per Coordinatori di Sicurezza Docente: Ing. Davide Molinas
$#
Le normative europee e la loro valenza
Le norme di buona tecnica e le direttive di prodotto
Il ciclo di certi,icazione CE del prodotto
$$
Corso di Formazione per Coordinatori di Sicurezza Docente: Ing. Davide Molinas
$$
Le normative europee e la loro valenza
Le norme di buona tecnica e le direttive di prodotto
;ademecum per il produttore...
$%
Corso di Formazione per Coordinatori di Sicurezza Docente: Ing. Davide Molinas
$%
Le normative europee e la loro valenza
Le norme di buona tecnica e le direttive di prodotto
;ademecum per il produttore...
$&
Corso di Formazione per Coordinatori di Sicurezza Docente: Ing. Davide Molinas
$&
Le normative europee e la loro valenza
Le norme di buona tecnica e le direttive di prodotto
;ademecum per il produttore...
$'
Corso di Formazione per Coordinatori di Sicurezza Docente: Ing. Davide Molinas
$'
Le normative europee e la loro valenza
Le norme di buona tecnica e le direttive di prodotto
;ademecum per il produttore...
$(
Corso di Formazione per Coordinatori di Sicurezza Docente: Ing. Davide Molinas
$(
Le normative europee e la loro valenza
Le norme di buona tecnica e le direttive di prodotto
;ademecum per il produttore...
$)
Corso di Formazione per Coordinatori di Sicurezza Docente: Ing. Davide Molinas
$)
Le normative europee e la loro valenza
Le norme di buona tecnica e le direttive di prodotto
;ademecum per il produttore...
$*
Corso di Formazione per Coordinatori di Sicurezza Docente: Ing. Davide Molinas
$*
Le normative europee e la loro valenza
Le norme di buona tecnica e le direttive di prodotto
%+
Corso di Formazione per Coordinatori di Sicurezza Docente: Ing. Davide Molinas
%+
Le normative europee e la loro valenza
Le norme di buona tecnica e le direttive di prodotto
La Le1i0lazione italiana ed europea
per le co0truzioni edili
%1
Corso di Formazione per Coordinatori di Sicurezza Docente: Ing. Davide Molinas
%1
Le normative europee e la loro valenza
Le norme di buona tecnica e le direttive di prodotto
*orme <ecnic/e 5er le Costruzioni
DM !' 1ennaio #""=
Il <esto normativo si pre,igge di e,,ettuare un riordino delle normative
tecnic/e precedenti.
E- improntato al pi3 moderno indirizzo di normazione prestazionale piuttosto
c/e prescrittiva e di sempli,icazione legislativa.
De,inisce i principi per il progetto+ l-esecuzione e il collaudo delle costruzioni.
Si pre,igge di de,inire regole e procedure per identi,icare in modo c/iaro i
livelli di sicurezza delle costruzioni in modo da poter de,inire con un maggior
grado di correttezza la dura(ilit0 dell-opera+ de,inita come conservazione delle
caratteristic/e ,isic/e e meccanic/e dei materiali e delle strutture .
%#
Corso di Formazione per Coordinatori di Sicurezza Docente: Ing. Davide Molinas
%#
Le normative europee e la loro valenza
Le norme di buona tecnica e le direttive di prodotto
*orme <ecnic/e 5er le Costruzioni
DM !' gennaio #""=
1. PREAMBOLO
2. SICUREZZA, PRESTAZIONI ATTESE
3. AZIONI SULLE COSTRUZIONI
4. COSTRUZIONI CIVILI E INDUSTRIALI
5. PONTI
6. PROGETTAZIONE GEOTECNICA
7. PROGETTAZIONE PER AZIONI SISMICHE
8. COSTRUZIONI ESISTENTI
9. COLLAUDO STATICO
10. REDAZIONE DEI PROGETTI STRUTTURALI ESECUTIVI E DELLE RELAZIONI DI
CALCOLO
11. MATERIALI E PRODOTTI PER USO STRUTTURALE
12. RIFERIMENTI TECNICI
ALLEGATO A: PERICOLOSITA' SISMICA
ALLEGATO B: TABELLE DEI PARAMETRI CHE DEFINISCONO L'AZIONE SISMICA
%$
Corso di Formazione per Coordinatori di Sicurezza Docente: Ing. Davide Molinas
%$
Le normative europee e la loro valenza
Le norme di buona tecnica e le direttive di prodotto
Dal Cap.!! 2*orme <ecnic/e per le Costruzioni4
I materiali e prodotti per uso strutturale devono essere:
8identificati univocamente a cura del produttore, secondo le procedure
applicabili;
8qualificati sotto la responsabilit del produttore, secondo le procedure
applicabili;
8accettati dal Direttore dei lavori mediante acquisizione e verifica della
documentazione di qualificazione
%%
Corso di Formazione per Coordinatori di Sicurezza Docente: Ing. Davide Molinas
%%
Le normative europee e la loro valenza
Le norme di buona tecnica e le direttive di prodotto
QUALIFICAZIONE DEI MATERIALI E PRODOTTI DA
UTILIZZARE IN CANTIERE
A seconda del materiale o prodotto il Direttore dei Lavori deve sapere quale
tipologia di qualificazione deve richiedere.
CASO A E disponibile una norma europea armonizzata, ovvero una
specificazione tecnica emanata dal CEN secondo quanto
previsto dalla Regolamento n.305/2011 (CPR). Il loro impiego
possibile solo se in possesso di MARCATURA CE.
CASO B Non disponibile una norma armonizzata e per essi prevista
una procedura di qualificazione identificata nel D.M.
14/01/2008.
CASO C Materiali innovativi non contemplati da norme europee o italiane,
per i quali si adotta la marcatura CE solo se in possesso di un
Benestare Tecnico Europeo (ETA), oppure si ottiene un
Certificato di Idoneit Tecnica allimpiego, rilasciato dal servizio
tecnico centrale del Consiglio Superiore dei LL.PP.
%&
Corso di Formazione per Coordinatori di Sicurezza Docente: Ing. Davide Molinas
%&
Le normative europee e la loro valenza
Le norme di buona tecnica e le direttive di prodotto
A) Prodotti recanti la Marcatura CE
Sar onere del Direttore dei Lavori, in
fase di accettazione, accertarsi del
possesso della marcatura stessa e
richiedere ad ogni fornitore, per ogni
diverso prodotto, il Certificato (o la
Dichiarazione di Conformit alla
norma armonizzata specifica (o allo
specifico Benestare Tecnico
Europeo).
Sar inoltre onere del Direttore dei
Lavori verificare la corrispondenza tra
i prodotti e le caratteristiche
(tipologie, classi e/o famiglie)
riportate nella documentazione.
%'
Corso di Formazione per Coordinatori di Sicurezza Docente: Ing. Davide Molinas
%'
Le normative europee e la loro valenza
Le norme di buona tecnica e le direttive di prodotto
B) Prodotti NON recanti la Marcatura CE
Il Direttore dei Lavori dovr accertarsi del
possesso e della validit dell'Attestato di
Qualificazione o del Certificato di Idoneit
Tecnica all'impiego, rilasciato dal Servizio
Tecnico Centrale del Consiglio Superiore
dei Lavori Pubblici
E04 Atte0tato di 7uali.icazione barre di acciaio per
calce0truzzo armato
%(
Corso di Formazione per Coordinatori di Sicurezza Docente: Ing. Davide Molinas
%(
Le normative europee e la loro valenza
Le norme di buona tecnica e le direttive di prodotto
C) Materiali innovativi per cui non esiste la Marcatura CE
In tali casi il produttore potr pervenire alla Marcatura CE in conformit a
Benestare Tecnici Europei (ETA), ovvero, in alternativa, dovr essere in
possesso di un Certificato di Idoneit Tecnica allImpiego rilasciato dal
Servizio Tecnico Centrale sulla base di Linee Guida approvate dal
Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici.
%)
Corso di Formazione per Coordinatori di Sicurezza Docente: Ing. Davide Molinas
%)
Le normative europee e la loro valenza
Le norme di buona tecnica e le direttive di prodotto
Le Specificazioni Tecniche dei prodotti, vengono definite allinterno di Norme
Armonizzate.
Sono norme tecniche comunitarie indirizzate ad armonizzare requisiti, prestazioni e
regolamentazioni nazionali che possono costituire un ostacolo alla libera
circolazione del prodotto oggetto della norma stessa
La Norma armonizzata di riferimento per lo specifico prodotto, chiarisce quali sono le
caratteristiche del prodotto, le procedure da applicare, gli attori coinvolti nel
processo di marcatura e le informazioni che accompagnano la Marcatura CE
Le procedure da seguire per ottenere la Marcature CE sono basate sui:
Sistemi di Attestazione di Conformit - AoC (CPD)
Sistemi per la Valutazione e la Verifica della Costanza della Prestazione - Avcp
(CPR)
Che cosa una norma armonizzata?
%*
Corso di Formazione per Coordinatori di Sicurezza Docente: Ing. Davide Molinas
%*
Le normative europee e la loro valenza
Le norme di buona tecnica e le direttive di prodotto
6a struttura della *orma 8rmonizzata
Campo di applicazione
Ri,erimenti normativi
<ermini e de,inizioni
Re.uisiti
Metodi di prova
8pparecc/iature di prova
Designazione e classi,icazione
Marcatura ed etic/ettatura
;alutazione della con,ormit0
8llegati
&+
Corso di Formazione per Coordinatori di Sicurezza Docente: Ing. Davide Molinas
&+
Le normative europee e la loro valenza
Le norme di buona tecnica e le direttive di prodotto
costituita da tre prospetti:
ZA.1: Caratteristiche e requisiti rilevanti
Descrive le caratteristiche essenziali e/o requisiti rilevanti che il
prodotto deve possedere per dichiararne la conformit alla norma
armonizzata
ZA.2: Procedure per lattestazione della conformit
Identifica il sistema di attestazione della conformit da applicare
per la marcatura CE del prodotto in relazione alle caratteristiche
e/o agli usi previsti descrive i ruoli ed i compiti di valutazione della
conformit tra il Fabbricante e lOrganismo Notificato
ZA.3: Marcatura ed Etichettatura CE
Descrive le modalit di apposizione della Marcatura CE ed i
contenuti relativi alle informazioni tecniche di accompagnamento
alla marcatura.
6-8ppendice >8
&1
Corso di Formazione per Coordinatori di Sicurezza Docente: Ing. Davide Molinas
&1
Le normative europee e la loro valenza
Le norme di buona tecnica e le direttive di prodotto
Il sistema di attestazione di conformit (AoC) o il sistema
per la valutazionazione e verifica della constanza della
prestazione (Avcp) indica quella particolare procedura
da seguire per garantire la conformit del prodotto
rispetto alla norma e stabilisce quali siano gli attori
coinvolti nel processo che porta alla marcatura CE.
Lattore principale del processo il FABBRICANTE
ovvero colui che immette nel mercato il prodotto
soggetto a Marcatura CE.
&#
Corso di Formazione per Coordinatori di Sicurezza Docente: Ing. Davide Molinas
&#
Le normative europee e la loro valenza
Le norme di buona tecnica e le direttive di prodotto
6e procedure per la valutazionazione e veri,ica della
constanza della prestazione (8vcp
&$
Corso di Formazione per Coordinatori di Sicurezza Docente: Ing. Davide Molinas
&$
Le normative europee e la loro valenza
Le norme di buona tecnica e le direttive di prodotto
CHI E COINVOLTO .
Ai sensi della CPD e del CPR, a secondo del prodotto e delle
prescrizioni normative, gli attori coinvolti nel processo di
certificazione sono vari, ciascuno dei quali ha specifiche
caratteristiche ed obblighi
?rganismo di
Certi,icazione
F8@@RIC8*<E
?rganismo di
Ispezione
6a(oratorio di
5rova
8utorit0
*azionali
&%
Corso di Formazione per Coordinatori di Sicurezza Docente: Ing. Davide Molinas
&%
Le normative europee e la loro valenza
Le norme di buona tecnica e le direttive di prodotto
I differenti sistemi non sono altro che la combinazione di differenti fasi cos
come di seguito riassunte:
a) Prove Iniziali di Tipo (ITT) Effettuate dal Fabbricante e/o dallOrganismo
Notificato(NB).
b) Prove su campioni prelevati in fabbrica in accordo con uno specifico piano
di prova effettuate dal Fabbricante e/o dallOrganismo Notificato
c) Prove di verifica su campioni prelevati in fabbrica o nel mercato o nel
cantiere effettuare dal Fabbricante o dal NB.
d) Prove su campioni del lotto di produzione o dal lotto stoccato effettuate dal
Fabbricante o dal NB.
e) Controllo di Produzione in Fabbrica (FPC) effettuato dal fabbricante
f) Ispezione Iniziale della fabbrica e del FPC effettuata da un NB
g) Sorveglianza continua, valutazione ed approvazione del FPC da parte di
un NB.
&&
Corso di Formazione per Coordinatori di Sicurezza Docente: Ing. Davide Molinas
&&
Le normative europee e la loro valenza
Le norme di buona tecnica e le direttive di prodotto
Dir. 89/106/EEC relativa ai prodotti da costruzione
Adottata il 21 Dicembre 1988 (OJEU L 40 of 11.02.1989)
Modificata dalla Dir. 93/68
Obbligatoria dal 1 Gennaio 1997
Ritirata il 30 Giugno 2013
Direttiva prodotti da costruzione (CPD 89/106)
Regolamento prodotti da costruzione (CPR 305/2011)
Regolamento (UE) N. 305/2011 pubblicato sul OJEU il 4 aprile 2011
Entrata in vigore 20gg dopo la pubblicazione
Piena applicabilit dal 1 luglio 2013
&'
Corso di Formazione per Coordinatori di Sicurezza Docente: Ing. Davide Molinas
&'
Le normative europee e la loro valenza
Le norme di buona tecnica e le direttive di prodotto
prodotto da costruzione: qualsiasi prodotto o kit fabbricato e
immesso sul mercato per essere incorporato in modo permanente in
opere di costruzione o in parti di esse e la cui prestazione incide
sulla prestazione delle opere di costruzione rispetto ai requisiti di
base delle opere stesse
materiali (prodotti) da costruzione: qualsiasi prodotto
fabbricato al fine di essere permanentemente incorporato in opere
di costruzione, le quali comprendono gli edifici e le opere
d'ingegneria civile.
"P
"PR
opere di costruzione: gli edifici e le opere di ingegneria civile
Documento interpretativo RE1
&(
Corso di Formazione per Coordinatori di Sicurezza Docente: Ing. Davide Molinas
&(
Le normative europee e la loro valenza
Le norme di buona tecnica e le direttive di prodotto
Il Regolamento Prodotti da Costruzione (CPR) dal 1 Luglio 2013 sostituisce la CPD
Obbligatorio in ogni suo elemento per tutti gli Stati Membri
Immediatamente applicabile come legge nazionale senza trasposizioni e
senza modifiche
Maggiore chiarezza
Riduzione dei carichi amministrativi che impone la CPD
Maggiore flessibilit per le Piccole e Medie Imprese nelluso delle Specifiche
Tecniche (riduzione dei costi per leffettuazione delle prove)
Alleggerimento delle procedure tecnico-amministrative (ad es. per il rilascio degli
ETA, per prodotti innovativi, per lutilizzo dei risultati di prova)
Maggiore sensibilit allutilizzo sostenibile delle risorse naturali
Armonizzazione di procedure e criteri per la designazione degli Organismi
Miglioramento e coordinamento delle attivit di sorveglianza del mercato
&)
Corso di Formazione per Coordinatori di Sicurezza Docente: Ing. Davide Molinas
&)
Le normative europee e la loro valenza
Le norme di buona tecnica e le direttive di prodotto
Lo 0copo del "on0truction Product0 Re1olamento 2"PR3 / 7uello
di 1arantire in.ormazioni a..idabili 0ui prodotti da co0truzione in
relazione alle loro pre0tazioni4
Bue0to ri0ultato / ottenuto .ornendo un Clin1ua11io tecnico
comuneC6 c8e o..re metodi di valutazione uni.ormi le pre0tazioni
dei prodotti da co0truzione
&*
Corso di Formazione per Coordinatori di Sicurezza Docente: Ing. Davide Molinas
&*
Le normative europee e la loro valenza
Le norme di buona tecnica e le direttive di prodotto
Il "PR 0i ba0a 0ul "P e mira ad abbattere le barriere tecnic8e al
commercio di prodotti da co0truzione allDinterno dello ,pazio
economico europeo 2EEA34
Per ra11iun1ere 7ue0to obiettivo6 la "PR prevede 7uattro elementi
principali9
Un 0i0tema di <8armoni0ed tec8nical 0peci.ication0?
Un accordato 0E0tem o. con.ormitE a00e00ment per o1ni
.ami1lia di prodotto
Un 7uadro dei noti.ied bodie0
"E marFin1 dei prodotti
'+
Corso di Formazione per Coordinatori di Sicurezza Docente: Ing. Davide Molinas
'+
Le normative europee e la loro valenza
Le norme di buona tecnica e le direttive di prodotto
Il "PR / ba0ato 0ui 0e1uenti concetti 5 obiettivi 2come parte
dellDiniziativa Cle1i.erare me1lioC39
&'iarimento dei concetti di (ase e lAutilizzo di marcatura CE:
La sempi(ica%ione del 0i0tema attuale ba0ato "P 2ad e0empio prendendo in
con0iderazione le procedure 0empli.icate di medio 5 piccole 5 micro impre0e3
Per aumentare la cre!ibiit) di tutto il 0i0tema 2ad e0empio attraver0o
lDimpo0izione di nuovi e pi= ri1oro0i criteri di de0i1nazione di or1ani0mi coinvolti
nella valutazione e veri.ica della co0tanza della pre0tazione dei prodotti da
co0truzione3
Per aumentare *armoni%%a%ione allDinterno UE delle condizioni per la
commercializzazione dei prodotti da co0truzione
Sulla (ase degli oltre #" anni di esperienza di C5D
'1
Corso di Formazione per Coordinatori di Sicurezza Docente: Ing. Davide Molinas
'1
Le normative europee e la loro valenza
Le norme di buona tecnica e le direttive di prodotto
Elementi di c/iari,icazione concettuale
Il .atto di 0o0tituire la direttiva con un re1olamento
Il re1olamento evidenzia pi= c8iaramente della direttiva le
principali di..erenze con il Gnuovo approccioH9
Re7ui0iti di ba0e delle opere 2invece di requisiti essenziali3
"aratteri0tic8e e00enziali del prodotto 2new concept34
T8e oP 2eclaration o. Per.ormance3 / il concetto c8iave del "PR4
La marcatura "E 8a un 0i1ni.icato c8iaro4
'#
Corso di Formazione per Coordinatori di Sicurezza Docente: Ing. Davide Molinas
'#
Le normative europee e la loro valenza
Le norme di buona tecnica e le direttive di prodotto
6 requisiti essenziali (CPD) 7 requisiti di base delle
opere (CPR):
1. RESISTENZA MECCANICA E STABILIT
2. SICUREZZA IN CASO DI INCENDIO
3. IGIENE, SALUTE E AMBIENTE
4.SICUREZZA E ACCESSIBILIT NELL'USO
5.PROTEZIONE CONTRO IL RUMORE
6.RISPARMIO ENERGETICO E RITENZIONE DEL CALORE
7.USO SOSTENIBILE DELLE RISORSE NATURALI
I requisiti di base delle opere di costruzione costituiscono la base per la preparazione dei mandati di
normalizzazione e delle specifiche tecniche armonizzate (hEN).
Le caratteristiche essenziali dei prodotti da costruzione sono stabilite nelle specifiche tecniche
armonizzate in funzione dei requisiti di base delle opere di costruzione.
CPR!!!
'$
Corso di Formazione per Coordinatori di Sicurezza Docente: Ing. Davide Molinas
'$
Le normative europee e la loro valenza
Le norme di buona tecnica e le direttive di prodotto
Titolo
Rif.
Aggregati per calcestruzzo
EN 12620
Aggregati per calcestruzzi bituminosi e finiture superficiali per strade,
aeroporti e altre aree trafficate
EN 13043
Aggregati leggeri - Parte 1: Aggregati leggeri per calcestruzzo, malta e
malta da iniezione/biacca
EN 13055-1
Aggregati leggeri - Aggergati leggeri per miscele bituminose e trattamenti
superficilai e per applicazioni legate e non legate
EN 13055-2
Aggregati per malte
EN 13139
Aggregati per miscele non legate e miscele legate utilizzati nelle opere di
ingegneria civile e nella costruzione di strade
EN 13242
Aggregati grossi per opere idrauliche (armourstone) - Parte 1 Specifiche
EN 13383-1
Aggregati per massicciate ferroviarie
EN 13450
5roducts : Sa((ia+ 1/iaia+ Riciclato+ Filler+ 6eca
'%
Corso di Formazione per Coordinatori di Sicurezza Docente: Ing. Davide Molinas
'%
Le normative europee e la loro valenza
Le norme di buona tecnica e le direttive di prodotto
Titolo Rif.
Additivi per calcestruzzo, malta e malta per iniezione - Parte 2: Additivi per
calcestruzzo - Definizioni, requisiti, conformit, marcatura e etichettatura
EN 934-2
Additivi per calcestruzzo, malta e malta per ignezione - Parte 3: Additivi per
malte per opere murarie. Definizioni, requisiti, conformit, marcatura ed
etichettature.
EN 934-3
Additivi per calcestruzzo, malta e malta per iniezione - Parte 4: Additivi per
malta per cavi di precompressione - Definizioni, requisiti, conformit,
marcatura e etichettatura.
EN 934-4
Pigmenti per la colorazione di materiali da costruzione a base di cemento e/o
calce - Specifiche e metodi di prova
EN 12878
'&
Corso di Formazione per Coordinatori di Sicurezza Docente: Ing. Davide Molinas
'&
Le normative europee e la loro valenza
Le norme di buona tecnica e le direttive di prodotto
Titolo Norme Rif.
Fibre per Calcestruzzo - Parte 1 : Fibre di acciaio - Definizioni, specifiche
e conformit
14889-1
Fibre per Calcestruzzo - Parte 1 : Fibre polimeriche- Definizioni,
specifiche e conformit
14889-2
Fi(re per uso strutturale+ dove l-aggiunta di ,i(re & progettata per contri(uire alla
resistenza del calcestruzzo.
''
Corso di Formazione per Coordinatori di Sicurezza Docente: Ing. Davide Molinas
''
Le normative europee e la loro valenza
Le norme di buona tecnica e le direttive di prodotto
Titolo delle norme Rif.
Aggiunte per calcestruzzo, malta e malta per iniezione - Fumo di silice per
calcestruzzo - Parte 1: Definizioni, requisiti e criteri di conformit.
EN 13263-1
Aggiunte per calcestruzzo, malta e malta per iniezione - Ceneri volanti per
calcestruzzo - Parte 1: Definizioni, specifiche e criteri di conformit.
EN 450-1
Fumo di silice: una polvere
estremamente fine e sferica
che viene utilizzato come
additivo per migliorare le
prestazioni del calcestruzzo.
E un materiale molto fine
pozzolanico, composto
principalmente da silice
amorfa prodotta da forni
elettrici ad arco come un
sottoprodotto della
produzione di silicio
elementare o leghe di ferro-
silicio"
L'uso del carbone per la produzione
di energia elettrica produce grandi
quantit di ceneri volanti.
'(
Corso di Formazione per Coordinatori di Sicurezza Docente: Ing. Davide Molinas
'(
Le normative europee e la loro valenza
Le norme di buona tecnica e le direttive di prodotto
Titolo Rif. AoC
Cemento - Composizione, specificazioni e criteri di conformit per cementi speciali a calore
d'idratazione molto basso.
EN 14216 1+
Cementi alluminosi Composizione, specificazioni e criteri di conformit. EN 14647 1+
Cemento - Parte 1: Composizione, specificazioni e criteri di conformit per cementi comuni EN 197-1 1+
Cemento -Parte 4: Composizione, specificazioni e criteri di conformit per cementi d'alto forno
con bassa resistenza iniziale.
EN 197-4 1+
Cemento per muratura - Parte 1: Composizione, specifiche sistema di conformit EN 413-1 1+
Calci da costruzione - Parte 1: Definizioni, specifiche e criteri di conformit EN 459-1 2+
')
Corso di Formazione per Coordinatori di Sicurezza Docente: Ing. Davide Molinas
')
Le normative europee e la loro valenza
Le norme di buona tecnica e le direttive di prodotto
Titolo Rif.
Parte 1: Conglomerato bituminoso prodotto a caldo. EN 13108-1
Parte 2: Conglomerato bituminoso per strati molto sottili. EN 13108-2
Parte 3: Conglomerato con bitume molto tenero. EN 13108-3
Parte 4: Conglomerato bituminoso chiodato. EN 13108-4
Parte 5: Conglomerato bituminoso antisdrucciolo chiuso. EN 13108-5
Parte 6: Asfalto colato. EN 13108-6
Parte 7: Conglomerato bituminoso ad elevato tenore di vuoti. EN 13108-7
'*
Corso di Formazione per Coordinatori di Sicurezza Docente: Ing. Davide Molinas
'*
Le normative europee e la loro valenza
Le norme di buona tecnica e le direttive di prodotto
Titolo Rif.
Bitumi e leganti bituminosi Specifiche per i bitumi per applicazioni stradali. EN 12591
Bitumi e leganti bituminosi Quadro delle specifiche per le emulsioni cationiche
bituminose.
EN 13808
Bitumi e leganti bituminosi Specifiche per bitumi di grado duro per pavimentazioni. EN 13924
Bitumi e leganti bituminosi Quadro di riferimento delle specifiche dei leganti
bituminosi fluidificati e flussati.
EN 15322
Trattamenti superficiali di irruvidimento Requisiti EN 12271
Trattamenti superficiali con malte a freddo Requisiti EN 12273
Malte super,iciali a ,reddo: il trattamento di
0uper.icie co0tituito da una mi0cela di
a11re1ati6 ac7ua emul0ione bitumino0a e
additivi6 c8e viene mi0celato e 0te0o in opera4
Le Malte 0uper.iciali a .reddo po00ono e00ere
co0tituite da uno o pi= 0trati:
Rivestimento super,iciale di irrudivimento: /
co0tituito da almeno uno 0trato di binder e
almeno uno 0trato di pietri0co:
Ra,,inerie
(+
Corso di Formazione per Coordinatori di Sicurezza Docente: Ing. Davide Molinas
(+
Le normative europee e la loro valenza
Le norme di buona tecnica e le direttive di prodotto
Titolo Rif.
Componenti prefabbricati armati di calcestruzzo
alleggerito con struttura aperta.
EN 1520
Elementi strutturali monodimensionali.
EN 13225
Elementi speciali per coperture.
EN 13693
Elementi per garage - Parte 1: Elementi monolitici o da
assemblare
EN 13978-1
Lastre per pavimentazioni di stalle
EN 12737
Solai a travetti e blocchi - Parte 1: Travetti
EN 15037-1
Elementi per muri di sostegno
EN 15258
Lastre per solai.
EN 13747
(1
Corso di Formazione per Coordinatori di Sicurezza Docente: Ing. Davide Molinas
(1
Le normative europee e la loro valenza
Le norme di buona tecnica e le direttive di prodotto
Titolo Rif.
Pali di fondazione EN 12794
Pali ed antenne. EN 12843
Elementi nervati per solai
EN 13224
Lastre alveolari
EN 1168
Scale EN 14843
Elementi scatolari
EN 14844
Elementi di fondazione
EN 14991
Elementi di parete
EN 14992
Elementi da ponte
EN 15050
<a(le
(#
Corso di Formazione per Coordinatori di Sicurezza Docente: Ing. Davide Molinas
(#
Le normative europee e la loro valenza
Le norme di buona tecnica e le direttive di prodotto
Titolo della norma Rif.
IProdotti di lana minerale ottenuti in fabbrica (MV) Specifica.
EN 13162
Prodotti di polistirene espanso ottenuti in fabbrica (EPS) Specifica.
EN 13163
Prodotti di polistirene espanso estruso ottenuti in fabbrica (XPS) Specifica.
EN 13164
Prodotti di poliuretano espanso rigido ottenuti in fabbrica (PUR) Specifica.
EN 13165
Prodotti di resine fenoliche espanse ottenuti in fabbrica (PF) Specifica.
EN 13166
Prodotti di vetro cellulare ottenuti in fabbrica (CG) Specifica.
EN 13167
Prodotti di lana di legno ottenuti in fabbrica (WW) Specifica.
EN 13168
Prodotti di perlite espansa ottenuti in fabbrica (EPB) - Specifica
EN 13169
Prodotti di sughero espanso ottenuti in fabbrica (ICB) Specifica.
EN 13170
Prodotti di fibre di legno ottenuti in fabbrica Specifica.
EN 13171
Prodotti di aggregati leggeri di argilla espansa realizzati in situ - Parte 1 : specifiche per i
prodotto sfusi prima della messa in opera
EN 14063-1
5rodotti : 5rodotti per l-isolamento termico prodotti in ,a((rica soggetti alla
Regolamentazione al ,uoco.
($
Corso di Formazione per Coordinatori di Sicurezza Docente: Ing. Davide Molinas
($
Le normative europee e la loro valenza
Le norme di buona tecnica e le direttive di prodotto
Titolo Rif.
Prodotti di lana minerale (MW) ottenuti in fabbrica
EN 14303
Prodotti di elastomero flessibile espanso (FEF) ottenuti in fabbrica
EN 14304
Prodotti di vetro cellulare (CG) ottenuti in fabbrica
EN 14305
Prodotti di calcio silicato (CS) ottenuti in fabbrica- Specificazione
EN 14306
Prodotti di polostirenen espanso estruso (XPS) ottenuti in fabbrica Specificazione
EN 14307
Prodotti di poliuretano espanso (PUR) e poliisocianurato espanso (PIR) ottenuti in fabbrica
Specificazione
EN 14308
Prodotti di polistirene espanso (EPS) ottenuti in fabbrica Specificazione
EN 14309
Prodotti di polietilene espanso (PEF) ottenuti in fabbrica Specificazione
EN 14313
Prodotti di resine fenoliche espanse (PF) ottenutiin fabbrica Specificazione
EN 14314
Prodotti di polistirene espanso (EPS) ottenuti in fabbrica Specificazione
EN 14933
Prodotti di polistirene estruso (XPS) ottenuti in fabbrica Specificazione
EN 14934
5rodotti : 5rodotti per l-isolamento termico prodotti in ,a((rica soggetti alla
Regolamentazione al ,uoco.
(%
Corso di Formazione per Coordinatori di Sicurezza Docente: Ing. Davide Molinas
(%
Le normative europee e la loro valenza
Le norme di buona tecnica e le direttive di prodotto
TITOLO Rif.
Parte 1: Elementi di muratura di laterizio EN 771-1
Parte 2: Elementi di muratura di silicato di calcio EN 771-2
Parte 3: Elementi di muratura di calcestruzzo con aggregati normali e
alleggeriti
EN 771-3
Parte 4: Elementi di muratura di calcestruzzo areato autoclavato EN 771-4
Parte 5: Elementi per muratura di materiale lapideo fabbricato EN 771-5
Parte 6: Elementi di muratura di pietra naturale EN 771-6
Specifiche per malte per opere murarie - Parte 2: Malte da muratura EN 998-2
(&
Corso di Formazione per Coordinatori di Sicurezza Docente: Ing. Davide Molinas
(&
Le normative europee e la loro valenza
Le norme di buona tecnica e le direttive di prodotto
TITOLO Rif.
Prodotti laminati a caldo in acciaio per impieghi strutturali -Parte 1: Condizioni
tecniche di forniture generali
EN 10025-1
Profilati cavi finiti a caldo di acciai non legati e a grano fine per impieghi
strutturali - Parte 1: Condizioni tecniche di fornitura.
EN 10210-1
Profilati cavi formati a freddo di acciai non legati e a grano fine per strutture
saldate - Parte 1: Condizioni tecniche di fornitura.
EN 10219-1
Alluminio e leghe di alluminio Prodotti strutturali per impieghi nelle
costruzioni Condizioni tecniche di controllo e fornitura
EN 15088
5rodotti: 5ro,ili e sezioni metallic/e strutturali: 8cciaio a caldi di varia ,orma (<+ 6+ B+ U+ >+ I+ Cavo+
angolare+ prodotti piani (5astre+ strisce+ (o(ine+ (arre.
5er uso strutturale nell-edilizia con o senza calcestruzzo.
('
Corso di Formazione per Coordinatori di Sicurezza Docente: Ing. Davide Molinas
('
Le normative europee e la loro valenza
Le norme di buona tecnica e le direttive di prodotto
TITOLO Rif.
Acciai inossidabili - Parte 4: Condizioni tecniche di fornitura dei fogli, delle
lamiere e dei nastri di acciaio resistente alla corrosione per impieghi nelle
costruzioni
EN 10088-4
Acciai inossidabili - Parte 5: Condizioni tecniche di fornitura delle barre,
vergelle, filo, profilati e prodotti trasformati a freddo di acciaio resistente alla
corrosione per impieghi nelle costruzioni
EN 10088-5
Getti di acciaio per impieghi strutturali EN 10340
Acciai da bonifica da utilizzare nelle costruzioni - Condizioni tecniche di
fornitura
EN 10343
5rodotti: 5ro,ili e sezioni metallic/e strutturali: 8cciaio a caldi di varia ,orma (<+ 6+ B+ U+ >+ I+ Cavo+
angolare+ prodotti piani (5astre+ strisce+ (o(ine+ (arre.
5er uso strutturale nell-edilizia con o senza calcestruzzo.
((
Corso di Formazione per Coordinatori di Sicurezza Docente: Ing. Davide Molinas
((
Le normative europee e la loro valenza
Le norme di buona tecnica e le direttive di prodotto
TITOLO
Rif.
Materiali di apporto per saldature - Norma di prodotto generale per i
metalli di apporto ed i flussi utilizzati nella saldatura per fusione dei
materiali metallici.
EN 13479
Bulloneria per uso strutturale ad alta resistenza per precarico -
Parte 1: Requisiti generali
EN 14399-1
Bulloneria strutturale non a serraggio controllato Parte 1:
Requisiti generali
EN 15048-1
Strutture di legno - Connettori Requisiti (Vedasi anche Legno) EN 14545
()
Corso di Formazione per Coordinatori di Sicurezza Docente: Ing. Davide Molinas
()
Le normative europee e la loro valenza
Le norme di buona tecnica e le direttive di prodotto
TITOLO Rif.
Componenti per sistemi a sprinkler e a spruzzo d'acqua - Parte 1: Sprinklers
12259-1
Componenti per sistemi a sprinkler e a spruzzo d'acqua - Parte 2: Valvole di
allarme idraulico.
12259-2
Componenti per sistemi a sprinkler e a spruzzo d'acqua - Parte 3: Valvole di
allarme a secco
12259-3
Componenti per sistemi a sprinkler e a spruzzo d'acqua - Parte 4: Allarmi a
motore ad acqua
12259-4
Componenti per sistemi a sprinkler e a spruzzo d'acqua - Parte 5: Rilevatori
del flusso d'acqua.
12259-5
Sistemi a polvere - Parte 1: Requisiti e metodi di prova per componenti
12416-1
Sistemi a polvere - Parte 2: Progettazione, costruzione e manutenzione.
12416-2
Sistemi a schiuma - Parte 1: Requisiti e metodi di prova dei componenti
13565-1
(*
Corso di Formazione per Coordinatori di Sicurezza Docente: Ing. Davide Molinas
(*
Le normative europee e la loro valenza
Le norme di buona tecnica e le direttive di prodotto
TITOLO Rif.
Pali per illum. pubb. - Parte 4: Prescrizioni part. per pali di calcestruzzo armato normale e
precompresso.
EN 40-4
Pali per illuminazione pubblica - Parte 5: Specifiche per pali per illuminazione pubblica di acciaio.
EN 40-5
Pali per illuminazione pubblica - Parte 6: Specifiche per pali per illuminazione pubblica di
alluminio.
EN 40-6
Pali per illuminazione pubblica - Parte 7: Prescrizioni particolari per pali in materiale polimerico
rinforzato con fibre.
EN 40-7
)+
Corso di Formazione per Coordinatori di Sicurezza Docente: Ing. Davide Molinas
)+
Le normative europee e la loro valenza
Le norme di buona tecnica e le direttive di prodotto
TITOLO Rif.
Pannelli a base di legno per impieghi edilizi -
Caratteristiche, valutazione della conformit e marcatura
EN 13986
5rodotti: 5annelli a (ase di legno in ,orma di pannelli di legno
massiccio+ pannelli di legno compensato+ ?S@+ pannelli di particelle di
legno (pannelli truciolari legate con resina o cemento+ pannelli di ,i(ra
ottenuti per via umida (pannelli duri+ pannelli semiduri+ pannelli teneri e
pannelli di ,i(ra prodotti per via secca (MDF per lAutilizzo nelle costruzioni.
Essi possono contenere agenti c/imici per migliorare la loro reazione al
,uoco e la loro resistenza ad attacco (iologico+ causato per esempio da
,ung/i e insetti.
Uso 5revisto : 5er elementi strutturali in
applicazioni interne o esterne
)1
Corso di Formazione per Coordinatori di Sicurezza Docente: Ing. Davide Molinas
)1
Le normative europee e la loro valenza
Le norme di buona tecnica e le direttive di prodotto
TITLE OF STANDARD
Standard
Ref.
AoC
Strutture di legno - Legno lamellare incollato - Requisiti. EN 14080 1
Strutture di legno - Classificazione della resistenza del legno strutturale
a sezione rettangolare - Parte 1: Requisiti generali (M/112)
EN 14081-1 2+
Strutture in legno - Requisiti di Prodotto per elementi strutturali
prefabbricati assemblati con elementi di conglomerato di lamiera
metaliica punzonata
EN 14250 2+
Legno strutturale - LVL per applicazioni strutturali Requisiti EN 14374 1
)#
Corso di Formazione per Coordinatori di Sicurezza Docente: Ing. Davide Molinas
)#
Le normative europee e la loro valenza
Le norme di buona tecnica e le direttive di prodotto
TITLE OF STANDARD
Rif.
Welding consumables - General product standard for filler metals
and fluxes for fusion welding of metallic materials
EN 13479
High-strength structural bolting for preloading - Part 1: General
requirements
EN 14399-1
Non-preloaded structural bolting assemblies Part 1: General
requirements
EN 15048-1
Timber structures - Connectors - Requirements EN 14545
Execution of steel structures and aluminium structures - Part 1:
Requirements for conformity assessment of structural components
EN 1090-1
)$
Corso di Formazione per Coordinatori di Sicurezza Docente: Ing. Davide Molinas
)$
Le normative europee e la loro valenza
Le norme di buona tecnica e le direttive di prodotto
La 8EN .orni0ce i metodi e i criteri per valutare la
pre0tazione dei prodotti da co0truzione in relazione alle
loro caratteri0tic8e e00enziali
Le norme armonizzate6 ove appropriato e 0enza mettere
in pericolo lDaccuratezza6 lDa..idabilit> e la 0tabilit> dei
ri0ultati6 .orni0cono metodi meno onero0i delle prove
per valutare la pre0tazione dei prodotti da co0truzione
in relazione alle loro caratteri0tic8e e00enziali
)%
Corso di Formazione per Coordinatori di Sicurezza Docente: Ing. Davide Molinas
)%
Le normative europee e la loro valenza
Le norme di buona tecnica e le direttive di prodotto
-li or1ani0mi europei di normalizzazione 0tabili0cono
nelle norme armonizzate il controllo della produzione in
.abbrica applicabile6 c8e tiene conto delle condizioni
0peci.ic8e del proce00o di .abbricazione del prodotto da
co0truzione intere00ato
)&
Corso di Formazione per Coordinatori di Sicurezza Docente: Ing. Davide Molinas
)&
Le normative europee e la loro valenza
Le norme di buona tecnica e le direttive di prodotto
La "ommi00ione pubblica nella Gazzetta ufficiale dell'Unione europea
lDelenco dei ri.erimenti delle norme armonizzate6 con.ormi ai pertinenti
mandati4
Per cia0cuna norma armonizzata6 lDelenco .orni0ce 9
ri.erimenti a 0peci.ic8e tecnic8e armonizzate 0o0tituite6 0e del ca0o :
data di inizio del periodo di coe0i0tenza :
data della .ine del periodo di coe0i0tenza 4
Fine periodo coesistenza+ Marcatura CE
o((ligatoria e ritiro delle disposizioni
*azionali in contrasto
Ri,erimento e <itolo
della norma
inizio periodo di
coesistenza Marcatura CE
)'
Corso di Formazione per Coordinatori di Sicurezza Docente: Ing. Davide Molinas
)'
Le normative europee e la loro valenza
Le norme di buona tecnica e le direttive di prodotto
alla data di inizio del periodo di coe0i0tenza / po00ibile
u0are una norma armonizzata per redi1ere una
dic8iarazione di pre0tazione di un prodotto da
co0truzione c8e rientra da e00a4
-li Or1ani0mi nazionali di normalizzazione 8anno
lDobbli1o di recepire le norme armonizzate
con.ormemente alla irettiva *)5$%5"E IJ Re1olamento
EU n4 1+#&5#+1#4
)(
Corso di Formazione per Coordinatori di Sicurezza Docente: Ing. Davide Molinas
)(
Le normative europee e la loro valenza
Le norme di buona tecnica e le direttive di prodotto
L;applicazione della nuova norma armonizzata alla "PR per
la produzione di componenti 0trutturali in acciaio e
alluminio4
E* !"C"D!:#""CE8! #"!!
Recepimento Italiano: U*I E* !"C"D!:#"!#
))
Corso di Formazione per Coordinatori di Sicurezza Docente: Ing. Davide Molinas
))
Le normative europee e la loro valenza
Le norme di buona tecnica e le direttive di prodotto
"ENTRO I TRAAORMAZIONE 2NT"#++)3
Possibile dal 1 gennaio 2011
Obbligatoria dal 1 Luglio 2014
MAR"ATURA "E dei "OMPONENTI ,TRUTTURALI METALLI"I
EN1+*+I1 E,E"UZIONE I ,TRUTTURE IN A""IAIO e I ALLUMINIO
Parte 19 Re7ui0iti per la valutazione di con.ormit> dei componenti
0trutturali
)*
Corso di Formazione per Coordinatori di Sicurezza Docente: Ing. Davide Molinas
)*
Le normative europee e la loro valenza
Le norme di buona tecnica e le direttive di prodotto
6e *orme <ecnic/e per le Costruzioni
D.M. del !' 1ennaio #""=
al !6uglio #""C6 tutte le carpenterie in acciaio per u0o
0trutturale devono e00ere lavorate e pre.abricate da
Centri di <ras,ormazione con re1olare Atte0tato di enuncia
rila0ciato dal ,ervizio Tecnico "entrale
e.inizione di Centro di <ras,ormazione degli 8cciai9
Impianto esterno alla ,a((rica e%o cantiere+ ,isso o mo(ile c/e riceve il materiale (ase
((arre+ rotolo+ lamiere+ reti+ pro,ilati+ tu(i eccF e con,eziona elementi strutturali
direttamente impiega(ili in cantiere+ pronti per la messa in opera o per successive
lavorazioni.
*+
Corso di Formazione per Coordinatori di Sicurezza Docente: Ing. Davide Molinas
*+
Le normative europee e la loro valenza
Le norme di buona tecnica e le direttive di prodotto
I requisiti minimi secondo le NTC 2008 per lattestazione di un Centro di
Trasformazione che esegue strutture saldate, erano i seguenti:
Sistema gestione qualit certificato in accordo UNI EN ISO 9001:2008
rilasciato da un ENTE Terzo
In relazione alla tipologia dei manufatti saldati il costruttore dovr essere
certificato in accordo UNI EN ISO 3834:2006 parte 2, 3 o 4 rilasciata da
un ENTE Terzo. La scelta del livello della ISO 3834 legata alla
tipologia del manufatto secondo tabella 11.3.XI
Qualifiche del personale che esegue i giunti saldati (saldatori) in
accordo alla ISO 9606-1
Qualifiche dei processi di saldatura in accordo alle EN 15614-1
rilasciate da un ENTE Terzo
Gli operatori dedicati al controlli non distruttivi dei giunti saldati devono
essere qualificati come II livello in accordo alla ISO 9712
Nominare un Direttore Tecnico di Stabilimento
*1
Corso di Formazione per Coordinatori di Sicurezza Docente: Ing. Davide Molinas
*1
Le normative europee e la loro valenza
Le norme di buona tecnica e le direttive di prodotto
1i0 CE
6a maggior parte di .uesti
prodotti & sottoposta a
marcatura CE o al DM *<C
(es.(arre per c.a.
8ttestato S<C oggi
marcatura CE
Sta(ilimento siderurgico
Centri di
tras,ormazioni acciai
per uso strutturale
"apriate6 capannoni6 0cale6
nodi 0trutturaliK4 etcK
!arre6 rotoli6 lamiere6
bobine6 pro.ilati444 etc
@ulloneria
Materiali
d-apporto per
saldatura
Semilavorazione
Filiera del 2metallo4
Centri di tras,. acciai per uso strutturale
8ttestato S<C oggi marcatura CE
Imprese di Costruzione
LA FILIERA DEL METALLO
*#
Corso di Formazione per Coordinatori di Sicurezza Docente: Ing. Davide Molinas
*#
Le normative europee e la loro valenza
Le norme di buona tecnica e le direttive di prodotto
QUALIFICAZIONE DEI MATERIALI E PRODOTTI DA UTILIZZARE IN
CANTIERE
A seconda del materiale o prodotto il Direttore dei Lavori deve sapere quale
tipologia di qualificazione deve richiedere.
CASO A E disponibile una norma europea armonizzata, ovvero una
specificazione tecnica emanata dal CEN secondo quanto
previsto dalla Regolamento n.305/2011 (CPR). Il loro impiego
possibile solo se in possesso di MARCATURA CE.
CASO B Non disponibile una norma armonizzata e per essi prevista
una procedura di qualificazione identificata nel D.M.
14/01/2008.
CASO C Materiali innovativi non contemplati da norme europee o italiane,
per i quali si adotta la marcatura CE solo se in possesso di un
Benestare Tecnico Europeo (ETA), oppure si ottiene un
Certificato di Idoneit Tecnica allimpiego, rilasciato dal servizio
tecnico centrale del Consiglio Superiore dei LL.PP.
*$
Corso di Formazione per Coordinatori di Sicurezza Docente: Ing. Davide Molinas
*$
Le normative europee e la loro valenza
Le norme di buona tecnica e le direttive di prodotto
EN 1090-1
Requisiti per la valutazione di
conformit dei componenti
strutturali
EN1090-2
Parte 2: Requisiti tecnici per la
realizzazione di strutture in
acciaio
EN1090-3
Parte 3: Requisiti tecnici per la
realizzazione di strutture in
alluminio
*%
Corso di Formazione per Coordinatori di Sicurezza Docente: Ing. Davide Molinas
*%
Le normative europee e la loro valenza
Le norme di buona tecnica e le direttive di prodotto
La norma specifica i requisiti per la valutazione della conformit
delle caratteristiche di performance per i componenti strutturali in
acciaio e alluminio, nonch per i kit immessi sul mercato come
prodotto da costruzione.
La valutazione di conformit riguarda le caratteristiche di
fabbricazione e, ove applicabile, le caratteristiche di progettazione
strutturale.
Il libero mercato tra gli stati membri del EU
stato uno dei principi fondanti della nascita
dellEU stessa.
Rimuovere le barriere e armonizzare le
legislazioni per permettere il libero movimento
dei prodotti allinterno del EEA.
*&
Corso di Formazione per Coordinatori di Sicurezza Docente: Ing. Davide Molinas
*&
Le normative europee e la loro valenza
Le norme di buona tecnica e le direttive di prodotto
Componente strutturale: componente utilizzato come parte di
supporto del carico delle opere, progettato per fornire resistenza
meccanica e stabilit alle opere e/o resistenza al fuoco, compresi
aspetti della durabilit e della funzionalit in condizioni di esercizio,
che possono essere usati direttamente come forniti oppure possono
essere incorporati in unopera di costruzione.
*'
Corso di Formazione per Coordinatori di Sicurezza Docente: Ing. Davide Molinas
*'
Le normative europee e la loro valenza
Le norme di buona tecnica e le direttive di prodotto
La norma copre anche la valutazione della conformit dei
componenti in acciaio utilizzati in strutture composte acciaio-
calcestruzzo.
I componenti possono essere utilizzati direttamente, o nei lavori di
costruzione, o come componenti strutturali in forma di kit.
La norma si applica ai componenti strutturali prodotti sia in serie
che non in serie, compresi i kit.
*(
Corso di Formazione per Coordinatori di Sicurezza Docente: Ing. Davide Molinas
*(
Le normative europee e la loro valenza
Le norme di buona tecnica e le direttive di prodotto
I componenti possono essere fatti di prodotti laminati a caldo o a
freddo, o prodotti fabbricati con altre tecnologie. Possono essere
prodotti in sezioni/profili di varia forma, prodotti laminati (piastre,
lamiere, nastri), barre, forgiati da acciaio e alluminio, protetti o non
protetti contro la corrosione da rivestimenti o altri trattamenti
superficiali, ad esempio anodizzazione dellalluminio.
La norma copre i profilati strutturali piegati a freddo e le lamiere
come definito nella EN 1993-1-3 ed EN 1999-1-4.
*)
Corso di Formazione per Coordinatori di Sicurezza Docente: Ing. Davide Molinas
*)
Le normative europee e la loro valenza
Le norme di buona tecnica e le direttive di prodotto
**
Corso di Formazione per Coordinatori di Sicurezza Docente: Ing. Davide Molinas
**
Le normative europee e la loro valenza
Le norme di buona tecnica e le direttive di prodotto
G.T.
Filter
House
G.T.
Inlet Duct
Filter House
& Inlet Duct
Supporting
Structures
Acoustical
Enclosure\Building
Gas
Turbine(G.T.)Package
Compressor
Package
GT Exhaust
Duct
Free
Standing
Chimney
GT Exhaust Duct
Supporting
Structure
1++
Corso di Formazione per Coordinatori di Sicurezza Docente: Ing. Davide Molinas
1++
Le normative europee e la loro valenza
Le norme di buona tecnica e le direttive di prodotto
1. Pianificare ed effettuare i controlli iniziali previsti dalle norme di
riferimento (ovvero effettuare delle prove iniziali di tipo ITT o ITC
per la caratterizzazione del prodotto fabbricato).
2. Implementare un Controllo della Produzione di Fabbrica (FPC)
(ovvero implementare un controllo interno permanente della
produzione atto a garantire la conformit dei prodotti alla norma
armonizzata di riferimento)
3. Pianificare un programma di controlli periodici sui prodotti
(ovvero implementare un piano di prove e controlli periodici per
garantire la conformit della produzione alla norma armonizzata
di riferimento)
COSA DEVE FARE IL FABBRICANTE...
1+1
Corso di Formazione per Coordinatori di Sicurezza Docente: Ing. Davide Molinas
1+1
Le normative europee e la loro valenza
Le norme di buona tecnica e le direttive di prodotto
EAINIZIONE ELLA
"LA,,E I E,E"UZIONE 2EGC3
5R?;E I*I>I86I
2TE,T5"AL"OLI3
EAINIZIONE EL F5C
S5ECIFIC8 DE6
C?M5?*E*<E
C?*<R?66I I*
5R?DU>I?*E
C?*<R?66I
FI*86I
1+#
Corso di Formazione per Coordinatori di Sicurezza Docente: Ing. Davide Molinas
1+#
Le normative europee e la loro valenza
Le norme di buona tecnica e le direttive di prodotto
Necessit di rispettare Requisiti
e Controlli pi o meno stringenti
da effettuare in funzione delle
caratteristiche del prodotto da
realizzare
EXC
EN1090-2
Introduce il concetto di Execution Class in termini di requisiti
specificati classificati per l'esecuzione di un opera nel suo complesso,
di un singolo componente o di un dettaglio di un componente.
Seleziona e specifica quindi il livello di qualit appropriato relazionato
alla sicurezza che quel componente avr nellopera di costruzione
1+$
Corso di Formazione per Coordinatori di Sicurezza Docente: Ing. Davide Molinas
1+$
Le normative europee e la loro valenza
Le norme di buona tecnica e le direttive di prodotto
Sono definite 4 classi di esecuzione con un incremento di
requisiti che va da EXC 1 a EXC 4
AFFIDABILITA Consequence Class CC
Service Categories SC
Legate al rischio dellinstallazione
Production Categories PC
Legate alla complessit di esecuzione
Come scegliere lappropriata EXC? Annex B
EXC 1 - 4
RISCHI
POTENZIALI
1+%
Corso di Formazione per Coordinatori di Sicurezza Docente: Ing. Davide Molinas
1+%
Le normative europee e la loro valenza
Le norme di buona tecnica e le direttive di prodotto
Eurocodice " E*!CC" Criteri generali di progettazione strutturale
855E*DICE @ D DIFFERE*>I8>I?*E DE66-8FFID8@I6I<H S<RU<<UR86E 5ER
6E C?S<RU>I?*I
CC! I loJ CC# I standard CC) I /ig/
Consequence Class CCi (i = 1, 2 o 3)
1+&
Corso di Formazione per Coordinatori di Sicurezza Docente: Ing. Davide Molinas
1+&
Le normative europee e la loro valenza
Le norme di buona tecnica e le direttive di prodotto
Service Categories SC
Categoria Parametri
SC1
-Strutture e componenti progettati soltanto per azioni quasi statiche
-Strutture e componenti le cui connessioni sono progettate per lazione sismica in regioni
con bassa sismicit e classe di duttilit DCL
-Strutture e componenti progettati per azioni a fatica da carroponti/gru meccanici (classe
S0)
SC2
-Strutture e componenti progettati per la resistenza a fatica in accordo alla EN 1993 (es.
ponti stradali e ferroviari, gru, carriponte Classi da S1 a S9...), strutture suscettibili a
vibrazioni indotte da vento, folla o macchinari in rotazione
- Strutture e componenti progettati per lazione sismica in regioni con media o alta
sismicit ed in classe di duttilit DCM o DCH
SC# I ,atigue SC! I static
DCL, DCM, DCH: classi di duttilit in accordo alla EN 1998-1
(E*!"C"D# 8ll.@
1+'
Corso di Formazione per Coordinatori di Sicurezza Docente: Ing. Davide Molinas
1+'
Le normative europee e la loro valenza
Le norme di buona tecnica e le direttive di prodotto
Categoria Parametri
PC1
-componenti non saldati fabbricati con qualsiasi classe di acciaio
-componenti saldati fabbricati con classe di acciaio inferiore alla S355
PC2
-componenti saldati fabbricati con classe di acciaio uguale o superiore alla
S355
-componenti essenziali per l'integrit strutturale che vengono assemblati in situ
mediante saldatura
-componenti prodotti a caldo o che ricevono trattamenti termici durante la
produzione
Production Categories PC
5C! L,$&& 5C# M,$&&
(E*!"C"D# 8ll.@
1+(
Corso di Formazione per Coordinatori di Sicurezza Docente: Ing. Davide Molinas
1+(
Le normative europee e la loro valenza
Le norme di buona tecnica e le direttive di prodotto
(E*!"C"D#8ll.@
PRO"EURA PER LA ETERMINAZIONE ELLA EN"9
a3 ,elezionare la Classe di Conseguenza 2""i: iO16#6$3 e0pre00a in termini di perdita di
vite umane6 di con0e1uenze economic8e6 0ociali ed ambientali 2vedere EN 1**+3:
b3 ,elezionare la Categoria di Servizio e la Categoria di 5roduzione 2vedi Tab4 !41 e !4#
EN1+*+I#3:
c3 eterminare 7uindi la Classe di Esecuzione come ri0ultato delle due operazioni
precedenti6 0econdo 7uanto previ0to dalla Tab4 !4$ della EN1+*+I#
In Relazione alla EPecution
"la00 varieranno modalit> e
.re7uenza di prove e
controlli 0ul prodotto in
7ue0tione
1+)
Corso di Formazione per Coordinatori di Sicurezza Docente: Ing. Davide Molinas
1+)
Le normative europee e la loro valenza
Le norme di buona tecnica e le direttive di prodotto
1+*
Corso di Formazione per Coordinatori di Sicurezza Docente: Ing. Davide Molinas
1+*
Le normative europee e la loro valenza
Le norme di buona tecnica e le direttive di prodotto
La valutazione legata a due possibili attivit svolte dal produttore:
a) Initial Type Calculation (ITC) per valutare la capacit di
progettazione strutturale, quando il produttore dovr dichiarare le
caratteristiche strutturali regolate dal progetto del componente;
b) Initial Type Testing (ITT) ovvero una prova fisica di laboratorio
per accertarne le caratteristiche dichiarate.
11+
Corso di Formazione per Coordinatori di Sicurezza Docente: Ing. Davide Molinas
11+
Le normative europee e la loro valenza
Le norme di buona tecnica e le direttive di prodotto
Le Prove di Tipo Iniziale vanno eseguite prima di fabbricare un
nuovo tipo di prodotto da immettere sul mercato. Prove effettuate
in precedenza possono essere ritenute valide se rispettano la
conformit alla norma.
Le prove iniziali di tipo sono il completo set di test ed altre
procedure necessarie per determinare le prestazioni dei campioni
di prodotto rappresentativi del tipo di produzione.
Lo scopo quello di dimostrare e valutare che
il produttore abbia le capacit di fornire
componenti strutturali e kit in accordo alla
Norma Europea e alle caratteristiche di
prestazione dichiarate.
111
Corso di Formazione per Coordinatori di Sicurezza Docente: Ing. Davide Molinas
111
Le normative europee e la loro valenza
Le norme di buona tecnica e le direttive di prodotto
UN FPC BEN STRUTTURATO DEVE AVERE COME SCOPO IL
CONTROLLO DEL PROCESSO PRODUTTIVO AL FINE DI GENERARE
UN PRODOTTO CONFORME
Ci pu essere ottenuto attraverso:
La preparazione di procedure ed istruzioni documentate per la gestione
del FPC in conformit ai requisiti stabiliti dalla norma armonizzata
Limplementazione delle stesse allinterno del modus operandi
dellazienda
Le registrazioni dei risultati dei parametri e dei processi descritti
Lutilizzo di questi risultati per correggere eventuali non conformit
riscontrate
Lattuazione di azioni correttive e/o preventive necessarie per eliminare le
cause dellanomalia riscontrata
11#
Corso di Formazione per Coordinatori di Sicurezza Docente: Ing. Davide Molinas
11#
Le normative europee e la loro valenza
Le norme di buona tecnica e le direttive di prodotto
8spetti minimi relativi all-implementazione di un F5C secondo la E*!"C"D!
!. 5ersonale
#. 8ttrezzature%Strumentazione
). 5rocesso di progettazione strutturale
'. 5rodotti costituenti utilizzati in
produzione
$. Speci,ic/e dei componenti
7. ;alutazione prodotto
K. *on con,ormit0 dei prodotti
11$
Corso di Formazione per Coordinatori di Sicurezza Docente: Ing. Davide Molinas
11$
Le normative europee e la loro valenza
Le norme di buona tecnica e le direttive di prodotto
Speci,ic/e dei componenti
D De,inizione della 9Speci,ica del componente:
D C/iara e corretta identi,icazione delle speci,ic/e del componente
D Implementazione di inspection e test plan per il controllo e la
registrazione dei parametri realizzativi in accordo a .uanto indicato nelle
speci,ic/e
11%
Corso di Formazione per Coordinatori di Sicurezza Docente: Ing. Davide Molinas
11%
Le normative europee e la loro valenza
Le norme di buona tecnica e le direttive di prodotto
LAnnex A fornisce una linea guida per la preparazione della Specifica
del Componente (PCS).
2 Possibilit
MPCS (Manufacturer Provided Component Specification)
PPCS (Purchaser Provided Component Specification)
In molti casi entrambi (costruttore e cliente) contribuiscono
insieme nella definizione del PCS.
E necessario che i documenti dofferta e contrattuali
forniscano chiare evidenze su come sono divisi i compiti e le
responsabilit in merito alla preparazione del PCS.
11&
Corso di Formazione per Coordinatori di Sicurezza Docente: Ing. Davide Molinas
11&
Le normative europee e la loro valenza
Le norme di buona tecnica e le direttive di prodotto
PPCS (Purchaser Provided Component Specification)
Specifiche del Componente Fornite dal Committente
Il committente fornisce al fabbricante tutte le specifiche tecniche necessarie per
produrre il componente, inclusi i dati geometrici e le indicazioni per eseguire il
lavoro come un disegno costruttivo (Metodo 3a)
MPCS (Manufacturer Provided Component Specification)
Specifiche del Componente Fornite dal Fabbricante
Il produttore dichiara la geometria, le
propriet del materiale del componente e
le caratteristiche strutturali derivanti dalla
progettazione del componente
Il produttore dic8iara la 1eometria e le
propriet> del materiale del
componente e 7ual0ia0i altra
in.ormazione nece00aria per
permettere ad altri di e0e1uire una
pro1ettazione 0trutturale4
(Metodo !
Metodo 2 per progetti secondo Eurocodice
Metodo 3b per progetti secondo altre
specifiche indicate dal cliente nellordine
11'
Corso di Formazione per Coordinatori di Sicurezza Docente: Ing. Davide Molinas
11'
Le normative europee e la loro valenza
Le norme di buona tecnica e le direttive di prodotto
4. Specifiche e Documentazione (4, Annex A, B, C)
5. Materiali Costituenti (5, 12.1, 12.2)
6. Preparazione e assemblaggio (6, 12.3)
7. Saldatura (7, 12.4, Annex E)
8. Fissaggio meccanico (8, 12.4, Annex H, J, K, M)
9. Montaggio (9, 12.7)
10.Trattamento superficiale (10, 12.6, Annex F)
11.Tolleranze geometriche (11, 12.3, Annex D)
11(
Corso di Formazione per Coordinatori di Sicurezza Docente: Ing. Davide Molinas
11(
Le normative europee e la loro valenza
Le norme di buona tecnica e le direttive di prodotto
6a marcatura CE:
& costituita dalle iniziali LCEL secondo il sim(olo gra,ico c/e segue
in caso di riduzione o di ingrandimento+ deve rispettare le proporzioni indicate per il sim(olo
gra,ico graduato di cui alla lettera aM
deve avere sostanzialmente i suoi diversi elementi della stessa dimensione verticale+ c/e non
puN essere in,eriore a $ mmM
& seguita dal numero di identi,icazione dellAorganismo c/e interviene durante la ,ase di
controllo della produzioneM
& accompagnata dal nome o dal marc/io speci,ico del produttore+ dalle ultime due ci,re
dellAanno di apposizione della marcatura CE+ nei casi appropriati dal numero del certi,icato CE
di con,ormit0 e+ se del caso+ da indicazioni c/e permettano di individuare le caratteristic/e del
prodotto in ,unzione delle speci,ic/e tecnic/e.
Art. + D,# -.. !e 1../0 comma +
11)
Corso di Formazione per Coordinatori di Sicurezza Docente: Ing. Davide Molinas
11)
Le normative europee e la loro valenza
Le norme di buona tecnica e le direttive di prodotto
Ri.erimento del prodottoItipo per il 7uale la
dic8iarazione di pre0tazione / 0tata redatta
Il 0i0tema o i 0i0temi di valutazione e veri.ica
della co0tanza della pre0tazione del prodotto
da co0truzione
Il numero di ri.erimento e la data di
pubblicazione della norma armonizzata o della
valutazione tecnica europea u0ata per la
valutazione di cia0cuna caratteri0tica e00enziale
,e del ca0o6 il numero di ri.erimento della
documentazione tecnica 0peci.ica u0ata ed i
re7ui0iti ai 7uali il .abbricante dic8iara c8e il
prodotto ri0ponda
LDu0o o 1li u0i previ0ti del prodotto da
co0truzione6 con.ormemente alla 0peci.ica
tecnica armonizzata applicabile
DICHIARAZIONE DI PRESTAZIONE N.001-2013/1
(Regolamento UE n.305/2011)

Fabbricante:

Steel Co. S.r.l.
Sede legale: via Ponte 14 01234 Roma (CA)

Descrizione del prodotto e uso
previsto:

Carpenteria metallica in acciaio per uso industriale
Identificazione/lotto: Rack sostegno tubazioni impianto BioGas Coop Agricola
Centrale Roma
S/N: 001-2013; Lotto: 1/1

Commessa/ordine dacquisto:

P.O.: 007.0.09 CBEPT

Specifica di Prodotto:

In accordo ai disegni n. S.16.11.023.01 rev.0 e n. S.16.12.045.07.
rev.0 (forniti dal cliente) ed in accordo allordine dacquisto.

Sistema di AVCP:

2+

Organismo Notificato:

Bureau Veritas Italia S.p.A. O.N. n1370 ha effettuato lispezione
iniziale dello stabilimento di produzione e del controllo di
produzione in fabbrica, sorveglianza, valutazione e verifica
continua del controllo della produzione in fabbrica secondo il
sistema AVCP 2+ ed ha rilasciato il certificato di conformit del
controllo della produzione in fabbrica n1370-CPR-1234.

Caratteristiche essenziali Prestazione Dichiarata Specifica tecnica armonizzata
Tolleranze sui dati geometrici secondo EN 1090-2
Saldabilit acciaio S275JR (EN 10025-2)
Resilienza 27J alla temp. di 20C
Capacit di carico in accordo alla Spec. Prod.
Deformazione agli stati limite di esercizio in accordo alla Spec. Prod.
Resistenza a fatica in accordo alla Spec. Prod.
Resistenza al fuoco NPD
Reazione al fuoco Classe A1
Rilascio di cadmio NPD
Radioattivit NPD
Durabilit zincatura a caldo EN ISO 1461
Classe di esecuzione EXC2
EN 1090-2:2008+A1:2011

La prestazione del prodotto di cui sopra conforme alla prestazione dichiarata in tabella.
Si rilascia la presente Dichiarazione di Prestazione sotto la responsabilit esclusiva del fabbricante.


Nome: Ing. Mario Rossi

Posizione: Responsabile Qualit

Data: 29 Maggio 2013 Firma: __________________________

11*
Corso di Formazione per Coordinatori di Sicurezza Docente: Ing. Davide Molinas
11*
Le normative europee e la loro valenza
Le norme di buona tecnica e le direttive di prodotto
1#+
Corso di Formazione per Coordinatori di Sicurezza Docente: Ing. Davide Molinas
1#+
Le normative europee e la loro valenza
Le norme di buona tecnica e le direttive di prodotto
Es. di informazioni da
fornire in etichetta
-Dati geometrici
-Resistenza alla frattura (acciaio)
- Reazione al fuoco
- Rilascio di cadmio
- Emissione di radioattivit
CARATTERISTICHE
STRUTTURALI:
- Riferimento al progetto eseguito
dal Cliente
-Produzione: Riferimento alla
specifica del componente e EXC
Il produttore dic8iara la 1eometria6 le propriet> del materiale del componente e le caratteri0tic8e 0trutturali
derivanti dalla pro1ettazione del componente 0viluppata direttamente dal committente
1#1
Corso di Formazione per Coordinatori di Sicurezza Docente: Ing. Davide Molinas
1#1
Le normative europee e la loro valenza
Le norme di buona tecnica e le direttive di prodotto
In14 avide Molina0
Tel4 $%)I11$%*$(
davide4molina0Q1mail4com
1razie per l-attenzione