Sei sulla pagina 1di 23

Fermentazione alcolica del lievito di birra .

Con questo esperimento vogliamo mostrate l attivit fermentativa del comune lievito di birra , utilizzato tra l altro per la panificazione ; essendo anaerobio facoltativo , si ciba degli zuccheri attraverso la Fermentazione Analcolica . Il termine fermentazione deriva dal latino fervere (ribollire), termine usato per indicare l'aspetto del mosto durante la preparazione del vino.

Occorrente per l esperimento

2 Matracci Acqua di rubinetto Zucchero Lievito di birra Liofilizzato ( in polvere ) Palloncini colorati Una candela

1 ) Nel primo matraccio sciogliamo 10 grammi di zucchero in 250 ml di acqua , a cui aggiungiamo 20 grammi di lievito di birra disidratato . 2 ) Nel secondo sciogliamo solo l acqua e il lievito nelle stesse quantit . 3 ) MESCOLIAMO

Chiudiamo entrambi i matracci con palloncini colorati . Dopo alcuni minuti , nel primo matraccio , si comincia a sviluppare un gas , mentre , il secondo rimane sgonfio . Attendiamo altri minuti, per consentire al lievito di prelevare altro zucchero .. Intanto nell altro matraccio non c sviluppo di gas .

Il

processo si stabilizzato .

VERIFICHIAMO SE SI TRATTA DI CO2 COME NEL CASO DI UNA COMUNE FERMENTAZIONE ANALCOLICA ..

Accendiamo la candela , avviciniamo l apertura del palloncino alla fiamma .. Il flusso di gas , del primo metraccio causa lo spegnimento della fiamma , invece il flusso d aria non riesce a spegnerla .

Il fatto che il secondo palloncino rimasto sgonfio , ci fa capire , che in assenza di zucchero non si produce gas perch non avviene la fermentazione .

Abbiamo anche capito che si nutrono di glucosio in assenza di ossigeno, e che lo trasformano in alcool , perch per produrre energia effettuano la fermentazione alcolica, inoltre, da questa reazione si ottiene anche anidride carbonica .

I lieviti sono anaerobi facoltativi, cio possono vivere sia in presenza di ossigeno sia in assenza di ossigeno: I lieviti sono dotati di attivit respiratoria e si moltiplicano in presenza di ossigeno utilizzando molti composti del carbonio; essi sono dotati anche di capacit fermentativa che si manifesta in carenza di ossigeno solo nei confronti del glucosio.

La fermentazione un processo che consente di ricavare energia per via anaerobica a partire da composti organici. Le cellule di lievito, per esempio, fanno fermentare gli zuccheri presenti nella birra, nel vino e nel pane convertendo il glucosio in biossido di carbonio ed etanolo (alcol etilico) C6H12O6 2 C2H5OH + 2 CO2 I lieviti e tutti i tipi di cellule sfruttano lenergia immagazzinata negli zuccheri scindendo le molecole di glucosio in un processo metabolico chiamato Glicolisi che avviene nel citosol della cellula.

In PRESENZA DI OSSIGENO molte cellule possono ricavare unulteriore quantit di energia attraverso la via metabolica della respirazione cellulare. In ASSENZA DI OSSIGENO, alcuni tipi di cellule possono realizzare il processo della fermentazione, che non comporta un ulteriore guadagno di energia per la cellula, ma permette di riciclare un trasportatore di energia indispensabile allo svolgimento della glicolisi.

Nella FERMENTAZIONE ALCOOLICA, ad esempio, il prodotto organico finale costituito dalletanolo, tipici organismi che operano tale fermentazione, in cui si ha sviluppo di CO2 , sono lieviti del genere Saccharomyces. Con questa fermentazione si ottengono molte bevande alcooliche Nella FERMENTAZIONE LATTICA il piruvato della glicolisi ridotto ad acido lattico; lo yogurt ed altri latti fermentati sono ottenuti proprio grazie allintervento dei batteri lattici. La fermentazione lattica ed alcoolica avvengono in presenza di O2 e si parla quindi FERMENTAZIONI ANAEROBIE. Esistono casi in cui la riduzione del piruvato richiede la presenza dellO2 esempio la FERMENTAZIONE ACETICA (FERMENTAZIONE AEROBIA)

BICARBONATO, ACETO E PALLONCINI

Scopo dell'esperimento Osservare cosa succede mescolando bicarbonato di sodio ed aceto. Che cosa fare Riempire circa a met una bottiglietta con aceto Versare un po' di bicarbonato di sodio in un palloncino Fissare il palloncino sull'imboccatura della bottiglietta Rovesciare il bicarbonato nell'aceto, sollevando il palloncino

Osservazioni Nella bottiglietta si forma molta schiuma ed il palloncino si gonfia.

Conclusioni

Mescolando le due sostanze si sviluppa un gas proprio come nel caso del lievito con lo zucchero; in questo caso il gas molto pi abbondante perch il palloncino si gonfiato di pi. Infatti in alcune ricette, al posto del lievito di birra, si usa proprio il bicarbonato, che una sostanza chimica. [Il gas che fa gonfiare il palloncino anidride carbonica]