Sei sulla pagina 1di 8

STORIA DELLA GUERRA FREDDA (Bruno Bongiovanni)

1. I sistemi internazionali. Ci sono stati 3 grandisistemi di balance of power. Il primo stato il sistema viennese che ha garantito pace per un secolo (1815-1914). Si trattava di un negoziato politico tra Eu centro-orientale (Austria, Prussia, Russia) e Eu occ (Ingh). Stabilito con il Congresso di Vienna, questo sistema reazionario, rigido e da Anciem Regime ma si dimostrato flessibile e resistente in cui sono avvenute molte fasi (restaurazione imperfetta, periodo rivoluzionario e restaurazione, sottosistema della Crimea, fino alle unificazioni ita e germ). Il secondo sistema il sistema versagliese, delle relazioni internazionali (dal 1919, Trattato di Versailles) ma ormai la Prima aveva innescato una logica di divisione che Versailles non poteva risolvere anzi per certi aspetti la peggior. Le divisioni sono tante, c anche l Urss, cordoni, vendette etc. L Urss l unico imperdo sopravvissuto, sono caduti quello dei Kaiser, quello turco, quello austroungarico. Ma l Urss non riuscita a innescare una rivoluzione internazionale, anzi ha generato una reazione internazionale. Dunque abbiamo detto che il sistema versagliese non pu nulla contro i revisionismo statali, l avvento delle dittature, le crisi economiche. Insomma la pace tra le due guerre non affatto una pace, la si chiamata guerra dei trent anni del XX sec (1914-45). con la Seconda Guerra che intervengono gli Usa e diventano la massima potenza economica di mare ma altrettanto forte l Urss, la pi grande potenza di terra. Il terzo ordine (dal 45 in poi) fu un ordine di fatto e non di diritto perch non fu negoziato. I vincitori infatti non avevano concordia d intenti n affinit ideologiche, i vicnitori sono cio nemici. Il secondo sistema, quello liberaldemocratico del 1919 era caduto perch era fallita la scommessa della Societ delle nazioni sulle democrazie. Il sistema del 1945 crolla per l implosione dell Urss intesa come impero e come socialismo. Insomma il terzo sistem a basato non su un trattato (si far quello di Helsinky nel 75) ma da una situazione militare. In Urss abbiamo una serie di repubbliche-satelliti (Polonia, DDR, Ungheria, Romania, Bulgaria, Jugoslavia, Albania e poi Cecoslovacchia). Poi la Jugo si distacca da Mosca e si fa indipendente, l Albania si avvicina alla Cina. Ma cmq l Urss, pur essendo povera, una superpotenza che si estende dall Adriatico al Baltico fino al mar del Giappone passando per Cuba e Indocina. Erano repubbliche non avevano alcuna indipendenza, era pi libere le repubbliche sotto il sistema statunitense. Questo bipolarismo pi simile al sistema unipolare di Vienna che a quello multipolare di Versailles. Infatti il blocco viennese era autoritario, insofferente verso gli indipendentisti, pronto all intervento armato e pronti all ideologia. E proprio come il sistema viennese, quello nuovo riesce a mantenere la pace, non come quello versagliese. Vi fu una pax armata sovietico-americana dei quarantacinque anni (1946-1991), successiva alla seconda guerra dei trent anni. Alcuni preferiscono parlare non di pax ma di guerra fredda. Aggiungiamo che i tre sconfitti (Ita, Germ e Jap) vengono s spezzati e degradati ma godono della protezione dell America e del piano Marshall e si sviluppano molto ( e in senso anti-sovietico). Inizio, conclusione e tappe intermedie della Gf. La Gf comincia nel 1953 (non vero per tutti) e finisce nel 1975. La politica dei blocchi invece finisce nel 1991 (natale 91 la bandiera rossa viene tolta dal Cremlino), gli anni della Perestrojka della fine dell impero esterno (89) e interno (91). La data pi emotivamente simbolica il 9 nov 1989, la caduta del muro. A essere ancora pi fiscale il 3 ott 1990 giorno della riunificazione tedesca. Insomma finito nel 1989-91? No perch il periodo classico stato 1946-53 e il periodo movimentistico finisce nel 1975; s perch con la caudta dell Urss venuta a meno la ragione stessa della Gf. QUANDO INIZIA: forse il 5 mar 1946 quando Churchill parl di cortina di ferro parlando della divisione europea, ma ne parla tutto sommato bene come fosse ancora un alleato quindi non siamo ancora allo scontro ideologico. Anche in Ita De Gasperi e Saragat ammirano per certi versi Stalin. Il termine guerra fredda lo inventa Walter Lippmann nel 1947 per parlare di isolazionismo e containment. Secondo George Kennan infatti l Urss naturalmente aggressiva e occorre contenerla, per questo gli Usa devono vigilare in tutto il pianeta. Diciamo allora che nasce nel 1946-47 e si percepisce progressivamente. Addirittura Tocqueville l aveva previsto nel 1835. Altri hanno detto che l inizio della Gf stato il 1917 quando gli Usa sono entrati in guerra in Europa e poi scoppiata la rv russa, ma una datazione ideologica troppo retrodatata. Solo nel dopoguerra si pu parlare di Gf e sono nella Seconda Guerra si possono scorgere i presupposti della Gfm, non prima. Finita la guerra fredda c stato uno strascico, un ideologizzazione della guerra fredda stessa. Mentre si faceva la Gf si era mossi da principi che non erano la Gf stessa ma il

2.

marxismo, il liberalismo, l aspirazione al welfare etc...Ma invece dopo la Gf, la Gf stessa diventata ideologia: sono stati 45 anni di intrepido ed altetico contrapporsi di potenze senza respiro. Vengono pubblicati libri su libri con termine guerra fredda . Ma cos la guerra fredda: costante succedersi di eventi, strategie nella seconda met del 900. Ma troppo facile dire cos. Le Monde Diplomatique la divide in due periodi: gli anni del confronto eurotedesco (1947-49, cacciata dei comunisti fr e ital dai governi, colpo di Praga stalinista) e la fase calda asiatica (1949-53, riv cinese, fino alla guerra di Corea). Il 1953 anche la morte di Stalin e Truman. I periodici cominciano a parlare di distensione e di coesistenza pacifica. Nell Urss stessa c erano i progressisti che volevano la pace e gli imperialisti che volevano la guerra. Insomma possiamo suddividere ufficialmente l et della guerra fredda nei seguenti periodi: a. 1944-54 progressiva frattura euro-germ-asiatica con inizio della decolonizzazione. b. 1955-64 disgelo con periodiche crisi c. 1965-75 coesistenza pacifica ma con la guerra in Indocina e contrasti cino-sovietici che rende imperfetto il bipolarismo. d. 1976-1979 nervosismo sovietico e sindrome del Vietnam americana. e. 1980-1985 riglaciazione meno ideologizzata e pi geopolitica del confronto f. 1985-94 fine dei due blocchi, catastrofe sovietica, fine dell embargo americano in Vietnam e partenza da Berlino delle ultime truppe alleate. In realt in ognuno di questi punti avvengono infinite cose che smentiscono il punto stesso e che fanno capire quante infinite cose sono avvenute nella cosiddetta Guerra fredda , fenomeno per nulla omogeneo. La grande divisione e la guerra fredda di posizione. Alleati sospettosi. Nel 1941 Urss e Usa si ritrovano dentro la Seconda Guerra perch Hitler attacca l Urss (22 giu 41, Operazione Barbarossa) con partecipazione di Ita, Rom, Slov, Ungh, Finl, Sp. Allo stesso tempo il Giappone attacca gli Usa a Pearl Harbor (Hawaii). qui che Usa e Urss collaborano nella Grande Alleanza, molto pi che con l Ingh. Si cominci a sperare che l accostarsi dell urss alle democrazie occidentali e antifasciste potesse democraticizzare anche lei. Ma cmq avevano timore che Hitler potesse fare una pace separata con l altra, non si fidavano l un l altra del tutto perch: 1 nel Patto di Monaco del 38 l Urss era stata esclusa come una nemica, 2Stalin e Hitler erano gi stati alleati e l Urss si era conquistata molte terre (Pol, Finl, Rep baltiche), 3 gli Usa hanno escluso l Urss sull organizzazione dell armistizio in Ita, 4 l Urss ha escluso gli Usa nell armistizio nei Balcani. Le percentuali. Nella conferenza di Teheran (28 nov 1943) non si decide l assetto della Polonia. Nei colloqui di Mosca (10 ott 1944) invece Churchill e Stalin spartiscono le terre in percentuali: Romani alla Russia per il 90%, Grecia all Ingh per il 90%, Jugoslavia 50e50, Ungheria 50e50, Bulgaria alla Russia per il 75%, Stalin firm questa proposta che poi successivamente verr modificata in favore dell urss (Bulgaria al 90%, Ungheria 80%, Jugoslavia 60%). Conferenza di Yalta (4 febb 1945), qui si deve essere pi formali e meno brutali, occorre tener in considerazione i princpi della Carta atlantica (libere elezioni, autodet, no conquiste colon, cooperazione...) ma anche la politica del fatto compiuto (l Urss ha occuato delle terre). Quindi ogni principio pu essere interpretato a piacere e Yalta sembra essere una vera spartizione del mondo. L Urss si espande. L urss occupa tutto quello che pu (Rom, Bulg, Pruss, Ungh, Jugo) e arriva in Eu centrale. Quella che prima era l Eu centrale ora si chiama orientale, quelli che erano gli Stati cuscinetto per allontanare l Urss ora sono il cordone sanitario per allontanare l occ. Oriente e Occidente acquisiscono connotazioni ideologiche e centro non vuol dire pi nulla. Ma l espansione dell Urss (a livello di confini) sembrava non essere il vero problema della questione per l occ, il problema era la sua imposizione di assetti interni che caus la Gf. Cos l Eu si divide in due e l Urss, con il suo impero, crea paradossalmente organizzazione e contenimento. Muore Roosevelt (12 apr 1945) e sale Truman, pi intransigente con l Urss. Il 25aprile stesso l Urss invade la Germ e arriva a Berlino spaccando a met il cuore dell Europa come era accaduto ai tempi di Francesco I, Carlo V, Napoleone etc. L ONU. L 8 maggio 1945 Churchill, Stalin e Truman dichiarano finita la Seconda guerra e il 26 giugno nasce a San Francisco l ONU che sostituisce la sfortunata Societ delle nazioni. Si firma la Carta delle Nazioni Unite con i seguenti principi: pace e sicurezza, diritti senzadistinzioni di razza, cooperazione, autodeterminazione, tenore di vita. L Urss accetta a patto di creare il diritto di veto per i cinque stati permanenti (Usa, Urss, Ingh, Fr e Cina). L Urss lo user continuamente e cos l Onu, invece di essere strumento di risoluzione e disinnesco dei conflitti

diventa cassa di risonanza dei conflitti stessi. Almeno questa animosit in pubblico disincentiva la diplomazia segreta. Inoltre con l Onu si cap che era impossibile sia un vero internazionalismo sia un puro nazionalismo. La Conferenza di Potsdam (17 lug 1945) conclude il trittico di conferenze Teheran-Yalta-Potsdam, c sempre Churchill, Stalin e Truman e confermano i confini ma rimproverano Stalin di non aver rispetta l impegno di fare elezioni libere in Bulg e Rom. Quindi Stalin non ha risettato Yalta. Pare che Stalin abbai detto che ogni elelzione libera un elezione anti-sovietica. L et nucleare. Intanto gli Usa provano l atomica in New Mexico e per far entrare l Urss in guerra contro il Jap fece scoppiare l atomica a Hiroshima il 6 ago (per accelerare la guerra? Come monito per i sovietici?) e poiu a Nagasaki il 9 ago. Fatto sta che l 8 ago l Urss inizia la guerra contro il Jap. Questo strumento bellico chiude un epoca di violenze atroci, tecniche di battaglia logoranti, campi di concentramento etc. l et nucleare dove le superpotenze si armano sempre di pi e dove la pace duratura impossibile ma lo scontro totale improbabile. Ora l Urss che combatte contro il Jap chiede di avere un pezzo di Jap e gli Usa dicono di no: cominciato il containment, basta con la politica del fatto compiuto. In compenso per, come atto di buona volont riconoscono il gov Bulgaro ma se ne pentirono perch tutte le democrazie popoli vennero sovietizzate. Containment. Nel 1946 la cortina di ferro un dato di fatto. Truman dice che insoddisfatto della situazione, Stalin dice che il capitalismo destinato a crollare, Kennan (diplomatico pro-containment) sottolinea come l Urss non rispetter mai l autodeterminazione e quindi occorre contenerla. Si agisce su Iran, Turchia e Grecia. In Grecia c una guerra tra le sinistre e le forze inglesi, difficile sia imporre la dem che il comunismo. Germania: si vuole impedire che i sovietici abbiano proprie truppee che abbiano influenza delle zone pi ricche. Clark Clifford, consigliere Truman, dice che tutto il mezzo mondo sovietico un mondo chiuso e anche l occ deve diventare autosufficiente: insomma il containment un effetto pi che una causa. Cmq viene presentata questa dottrina il 12 mar 1947 da Truman al Congresso, come aiuto ai paesi minacciati dal comunismo come Grecia e Turchia. Si fa intuire che l Urss non un nemico da respongere ma da contenere e che la pol del fatto compiuto finita. Ma un discorso del genere nonmette in discussione la sovranit dell Urss in tutto il suo blocco anzi la conferma. Nel 47 si diffonde la voce che anche l Urss ha l atomica, voce confermata nel 49. Ora la dottrina Monroe veniva sostituitadalla dottrina Truman o meglio allargata da America agli americani a l Occidente agli occidentali . Pulizia interna e adunata occidentale. Infatti De Gasperi sciolse il 13 magg 47 in suo gov (Dc, Pci e Psi) e lo ricompose senza comunisti e socialisti (Dc, Pli, Psli e Pri). E lo stesso avviene in Francia. Si allontanano insomma le forze politiche fa hanno un riferimento con l Urss. In tutto l occidente la paura dell Urss provoca un adunata di tutti gli anticomunisti:liberali, dem, laburisti, socialdem, cristiani, keynesiani etc. Ma si aggiungono anche forze estremamente conservatrici e oscurantiste, razziste, imperiali. Allo stesso tempo in Urss venivano allontanati tutti quelli che chiedevano libert e benessere. A volte anche in occ coloro che si battevano per i diritti furono tacciati di essere filo-sovietici. Guerra fredda e guerra vera tra Europa e Asia y Il piano Marshall. Il 5 giu 1947 il segretario di Stato George Marshall presenta il piano Marshall: lo fa perch l Eu in una sitiazione di economia distrutta e inattivit politica, questo pu solo favorire l avanzata dell Urss. L Urss infatti non ha nessuna intenzione di migliorare il tenore di vita dei cittadini, anzi, fa deportare molti partigiani e antifascisti perch sono portatori potenziali di democrazia. L Urss ha usato l antifascismo come propaganda, ma ora solo un ostacolo. Il piano Mashall ha permesso l esistenza dell Germ, la gratitudine verso gli Usa. Lo stesso piano fu proposto anche all Eu orientale ma alla conferenza di Parigi (luglio 1947) le cose precipitano: Polonia e Cecoslovacchia, che avevano accettato il piano, ora lo rifiutano su pressioni sovietiche. Gli Usa se l aspettavano, per l Eu orientale fu un occasione di sviluppo persa e si cap chiaramente che l Urss era destinata a perdere la guerra fredda. Decolonizzazione. L Ingh invece fa il contrario col suo nuovo governo laburista: si concentra sulla pol interna e sociale e smantella il proprio impero. Il 15 ago 1947 l India libera e si attua una reazione a catena che d il via alla decolonizzazione e che interferisce con la guerra fredda dal momento che rende imperfetto il bipolarismo. La Decolonizzazione per rafforza gli Usa (perch si indeboliscono Fr e Ingh) e anche l Urss che preferisce la guerra calda delle colonie a quella fredda che richiede soldi che non ha.

Praga e Jugoslavia. Siamo nella fase classica della Guerra fredda (47-49), quando l Urss tenta di forzare il containment e si irrigidisce ideologicamente. I comunisti, spesso eliminati dai governi, si riuniscono a in Polonia (il Cominform) e sono presenti anche gli italiani Longhi e Reale, lo scopo inasprire il conflitto capitalismo-socialismo. Si parl di un occ antidemocratico e imperialista contro le forze democratiche e antimperialiste. La parola democrazia quindi considerata positiva (ogni blocco accusa l altro di non essere democratico). In Cecoslovacchia avviene il colpo di Praga (febb 1948) cio viene imposto un gov comunista, si fanno epurazioni, fu un avvenimento che spavent l occ e in Ita i comunisti persero di molto alle elezioni del 48. Quindi l Urss guadagna la Cecoslovacchia ma perde la Jugoslavia di Tito (nazione che voleva stare distante dall Urss) perch viene esclusa dal Cominform. E questo uno schiaffo per il consolid dell Urss. Fino al 1956 infatti si arriver a un alleanza Jogo-Grecia-Tirchia-Egitto-India di neutralit e distanza dall Urss. Il blocco di Berlino. Il 24 giu 1948, col pretesto di un incidente tecnico, a Berlino i sovietici interrompo il traffico merci fino al maggio 1949. L unica soluzione era portare il cibo per via aerea, ponte aereo consentito dall Urss stessa. I berlinesi ovest restarono l e diedero prova di coraggio non andandosi a rifornire all est. L Urss si accorge che stata una iniziativa-boomerang, l occ stava pagando cifre altissime ma sapeva che ne valeva la pena. Ormai Berlino si stava dividendo ufficialmente. Intanto a Washington, 4 apr, 1949, viene stipulato il Patto Atlantico (Nato) con Ingh, Fr, Belg, Port, Dan, Norv, Isl, Olan, Luss, Ita, Canada, Usa. L 8 magg 1949 a Bonn si vota la nuova Costituzione tedesca ( Legge fondamentale ) con la quale nasce la Repubblica Federale Tedesca (Brd) e i sovietici ripristinano la circolazione di merci. Nell ott 1949 viene anche proclamata la Repubblica Democratica Tedesca (Ddr). D ora in poi la fisionomia d Eu sar cos fino al 1989. L Urss si indebolisce politicamente. Ma in definitiva l Urss, pur essendo forte militarmente, debole come immagine: perdei comunisti fr e ita, il suo Cominform non conta a nulla, il blocco di Berlino. Ormai l Urss capisce che non esistono pi paesi europei in grando di fare rivoluzioni comuniste e deve quindi aumentare il suo dominio solo con la guerra. Cos facendo ovviamente crescono i sentimenti di anti-sovietismo e anticomunismo. Crea il Comecon (1949) promessa di aiuto economico reciproco tra Urss e democrazie popolari. Cina, Corea e i decolonizzati comunisti. Le rivoluzioni comuniste arrivano ma sono sottoforma di decolonizzazione. Ora la tradizione comunista diventa asiatica ed un pdrif per tanti. In Cina c una guerra civile tra comunisti e nazionalisti ma questi ultimi sono sempre meno appoggiati dal popolo e i veri nazionalisti alla fine sono i comunisti. Nel 1949 Mao fa la grande offensiva e il 1ott 49 proclama la Repubblica Popolare Cinese: abbiamo una nuova potenza comunista che ben presto staccata, anzi, in collisione con l Urss. Questo d una forte scossa al periodo di decolonizzazione: Filippine (46), Birmania (48), Indonesia (49), Malesia (57). In tutti questi paesi scoppia una guerra tra nazionalisti a sfondo terzomondista e comunisti rurali-decolonizzatori. Questi scontri influiscono sulla Gf. La Corea per esempio si divisa in due: a Sud un gov filoamericano e a nord la repubblica filosovietica (1948). Nel 1950 il Nord invade il Sud, il Sud chiede aiuto agli alleati. Come fa a intervenire l Onu se dentro c l Urss con diritto di veto? Facile: l Urss era momentaneamente uscita per protesta perch l Onu aveva riconosciuto la Cina nazionalista e non quella popolare. Quindi l Onu dichiara guerra alla Corea Nord. Gli Usa potevano coprirsi dietro l Onu in modo da non farlo sembrare uno scontro occ-socialismo. E lo stesso accadr alla guerra del Golfo (91) e nella Serbia di Milosevic (99), e intanto il comunismo comincia a non servirsi pi della rivoluzione ma dell invasione armata. Truman, preoccupato anche dell espansione cinese, rafforza i suoi aiuti a Formosa, Filippine e Indocina. Ma l epicentro in Corea: quile truppeamericane arrivano fino all estremo nord, frontiera con la Cina e allora la Cina invia dei volontari . Ora i casi sono due per gli Usa: o sibombarda la Cina (come vuole il generale MacArthur) o ci si ritira per non fare le cose da soli e tener conto degli alleati. Truman sceglie la prudenza, il 27 luglio 53 l Onu si ritira e si torna sul 38 parallelo. Con l armisitizio di Panmunjon si determina la definitiva divisione della Corea. Il Giappone firma con gli Usa la pace di San Francisco l 8 sett 51 e si avvia allo sviluppo industriale. Tutto il pacifico (Corea Sud, Hong Kong, Singapore, Cina) si avvia allo sviluppo. conclusa l epoca classica della Guerra Fredda. Conclusione della fase classica. finita la Gf classica perch si tornati alla situazione del 49 ed assicurato lo status quo sia degli Usa che dell Urss. Glu Usa erano ormai in grado di intervenire ovunque e con l allontanamento di Mac Arthur sono anche legali . L equilibrio anche tenuto dal terrore nucleare, gli Usa usano la prima bomba H il 31 ott 1952 e l Urss il 12 ago 1953. Per ora il comunismo resta forte grazie alla Cina

e alla decolonizzazione, altrimenti l Urss sarebbe gi molto debole da sola. Con la fine del processo di decolonozzazione si esauriranno sia Urss che comunismo. Intanto gli Usa rafforzano la loro area di influenza salvando gli stati decolonizzati dal comunismo, non difendendo il colonialismo. una differenza ormai fondamentale che la Francia non capisce in Indocina: la Fr combatte contro la Repubblica Democratica del Vietnam (del 45). Qui ci sono i Viet-Minh di Ho Chi-minh riconosciuti dall Urss. Gli Usa aiutano i francesi, la Cina aiuta il Vietnam. Con gli accordi di Ginevra la Fr si ritira e si divide in due il Vietnam: comunismo a nord e occidentale a Sud. La guerra poi ricomincia nel 57 fino al 75. Dottrina Stalin e Maccartismo. Il mondo libero conosce uno sviluppo industriale incredibile. questa et dell oro che ha disinnescato le potenzialit esplosive della guerra fredda. Intanto, a fianco della dottrina Truman (o dottrina del containment) si sviluppata la dottrina Stalin: il mondo socialista un mondo di pace che si sviluppa economicamente e che non necessita della guerra, il mondo capitalistico invece si basa sulla guerra, quindi prima o poi gli Usa faranno guerra con l Eu. Insomma aveva ragione Lenin quando parlava di guerra tra capitalismo ma nel mondo esiste coestistenza tra capitalismo e socialismo. chiaro che lo scopo non far guerra al capitalismo ma contenerlo laddove necessario (Corea). Il problema dell Urss era ormai una grande claustrofobia, si sente sempre accerchiata mentre gli Usa sviluppano un isteria circa la fantomatica minaccia dei comunisti nei confronti del loro potere. Intanto in tutto il mondo comunista si fanno epurazioni e uccisioni all interno dei partiti e in Urss, dato che morto Stalin, emerge una nuova classe politica: Malenkov, Berija e Cruscev. La situazione di tensione per la successione si fa sempre pi isterica, aumentano le accuse e i timori antisemiti. Negli Usa continua lo sviluppo (con la prosecuzione del New Deal, il Fair Deal) e la pol si fa conservatrice per paura del comunismo. Infatti durante i 50 c il periodo maccartiano (McCarthy) e si avvia un inquisizione antcomunista, torna la vecchia america isolazionista, puritana, xenofoba, provinciale, anti-intellettuale. McCarthy infatti interpreta questa america ma anche quella america che non vuolefare guerre all estero per non internazionalizzarsi e farsi meticci, l importante sconfiggere i comunisti nel proprio paese. McCarthy diventa sempre pi isterico e viene isolato anche dai suoi ma l anti-comunismo sopravvive. IL DISGELO E LA GUERRA FREDDA DI MOVIMENTO

Cruscev e l inizio della fine. Lo scrittore sovietico Ehrenburg scrive nel 53-55 il romanzo Il disgelo. Questo evidenziava il clima di risveglio primaverile dopo la morte di Stalin. Ma comunque il suo successore Cruscev (segretario generale) manteneva i caratteri autoritari e in Urss c era ancora un partito-Stato dal potere decrescente. Pian piano l Urss allentava la presa sugli stati satelliti e questi, a ogni speranza di libert, si facevano sempre pi antisovietici. la legge di Tocqueville: ogni volta che un regime autoritario cerca di mutare direzione e fare riforme, incontra le speranze e le attese di queste riforme che demoliscono il regime. Il roll-back e Suez. Nel maggio 55 avvengono cose: la Repubblica Federale Tedesca libera dagli alleati e ora pienamente sovrana di s ed entra nella Nato. L Urss fa il patto di Varsavia che non strumento antioccidentale ma di controllo dei propri territori in Eu. Del resto tutta la Gf, per quanto esportata in tutto il mondo, era una guerra fatta per l Eu. Ormai era finito lo stalinismo e il maccartismo e proprio per questo ci voleva una dottrina pi aggressiva: il repubblicano John Foster Dulles, futuro segr di Stato di Eisenhower, dice che il containment non pi sufficiente, anzi ha favorito l antagonismo dell Urss. Occorre liberare i popoli sottomessi dal comunismo. Ora la parola d ordine non contenere ma far arretrare . Eisenhower fece propria questa dottrina ma non la applic mai veramente nonostante le occasioni di rivolta aBerlino Est e in Ungheria. Dulles progettava rappresaglie massicce ma erano irrealizzabili perch il terrore nucleare era un dato di fatto Eisenhower non avrebbe mai rischiato troppo. Inoltre nel 57 l Urss invia lo Sputnik, non avrenno bombe potenti ma hanno una tecnologia spaziale e missilistica superiore. In pi l Urss si vantava dai tempi di Stalin di possedere un triangolo geopolitico inattaccabile (Napoleone e Hitler fallirono). Insomma il roll-back non mai stato applicafo (solo nell intervento disastroso franco-inglese a Suez con la nazionalizzazione egiziana del canale nel 56). Suez fu la Waterloo del colonialismo europeo, il colonialismo non poteva pi vivere. Questo significa che gli Usa devono proteggere le colonie libere dal comunismo. Il Terzo Mondo. Intanto la Cina ormai da tempo portatrice di un comunismo non sovietico ma decolonizzatore, ispirazione per le colonie. Presto la Cina si distaccher dalla solidariet con l Urss e in

effetti l unione del comunismo mondiale durata solo dieci anni (1949-59). Nel 1955 nasce a Bandung (Indonesia) una Conferenza neutralista e anticolonialista formata da 29 stati di Asia e Africa, i cosiddetti paesi non-allineati (in realt alcuni lo erano), il Terzo Mondo. In mezzo c erano la Cina e il Giappone. Nascono cos tante forme di alleanze non pi incentrate sul duopolio: Osa (Org degli Stati Americani, 45), Nato (49), Patto del Pacifico (Australia, Nuova Zel, Usa, 51), Seato (Trattato Asia Sud Orentale, 54), Org del trattato centrale (Ingh, Iran, Pakistan, Turchia, Iraq, 55), Patto di Varsavia (55), Patto blacanico (Jugo, Grecia, Turchia, 55), Lega Araba (45) e la Ceca (Comunit Europea, Carbone e Acciaio, 51). La rivoluzione cubana. Dunque il roll-back non viene applicato in paesi gi sovietizzati, solo in Libano (58). Discorso a parte Cuba che nel gennaio 1959 sotto Fidel Castro che ha battuto la dittatura di Fulgencio Batista. Gli Usa riconoscono il regime ma non vogliono aiutarne la ripresa economica, Castro espropria i proprietari statunitensi. Nel 60 Cuba fa un accordo con commerciale con l Urss, gli Usa rompono le relazioni con Cuba. Alch nel 61 c un esempio di roll-back dal basso: gli esuli anti-castristi provano a rientrare in Cuba ma sono scacciati (Baia dei porci). Nel 62 Castro si definisce marxista-leninista e partners dell Urss. Sempre nel 62 l Urss vuole installare dei missili a Cuba ma poi Cruscev fa un passo indietro. Ma almeno l Urss ha un alleato. Questo un periodo (57-62) di consolidata coesistenza pacifica ma che ha visto tanti rischi di guerra. La Cina si distacca dall Urss. La Cina popolare attacca Formosa, sede della Cina nazionalista nel 58. Anche gli americani intervengono ma alla fine la Cina nazionalista giura di non avere pi mire verso la Cina popolare. In vari congressi comunisti nel 59-60 la Cina di Deng Xiaoping si distacca sempre di pi dall Urss fino a dire che la coesistenza era decisa a tavolino da Urss e Usa. L Urss ritira i suoi tecnici in Cina e i suoi progetti industriali, la Cina intanto fa la repressione in Tibet (59), attacca India e si avvicina al Pakistan (62), dice che l Urss punta al capitalismo e non la marxismo. Crisis Years. nel 58-61 si erge il muro di Berlino, prova che l Urss non ha finito con l Eu, e chiede anche che Berlino Ovest diventi citt libera. Nel 59 Cruscev fa un viaggio negli Usa importantissimo che d prestigio alla sua immagine ma la questione berlinese resta grave. Il 1 maggio 1960 l Urss abbatte un aereo americano per sospetto spionaggio, gli Usa credevano il pilota morto e dicono che non era cos, ma il pilota salta fuori e ammette lo spionaggio. Il pilota viene condannato a 10 anni in Russia, i rapporti Usa-Urss peggiorano. Cruscev si arrabbia e si ritira da molti congressi per il disarmo: fa sempre cos, alterna stati di bonomia popolare a momenti iracondi. in questo clima che la DDR, stanca delle fughe in occ, costruisce il muro tra mondo libero imperialista e mondo comunista dispotico. stato preso come simbolo della Gf ma in realt la conseguenza della sconfitta sovietica del 48-49 e della riuscita del containment occidentale. Berlino la citt in cui inizia la caduta dell Urss. Il containment non solo aveva vinto nel breve periodo ma anchenel lungo. Stiamo entrando nello storico periodo di papa Giovanni XXIII, Kennedy e Cruscev, sono i Crisis Years (circa 5862). Sono anni caldissimo dove le minacce arrivano fino alla spazio, erano pi sicuri gli anni della Corea. I Crisis Years sono anni di disgelo costellati da tanti tentativi di destabilizzazione. Sono anni di tentativi di golpe e minacce romantiche: golpe di De Lorenzo, golpe bianco di Sogno, strage di piazza Fontana (69)...tutto frutto di una sorta di roll-back politico italiano contro la sinistra. Il roll-back non serve a nulla contro i paesi socialisti ma nelle societ avanzate pare un modo clamoroso di avvisare i detentori di potere. La distensione un periodo che si presta pi della Gf a un colpo di mano o a gesti individuali (come Cruscev). Di nuovo in Vietnam. L Urss ormai superatissima dagli Usa, prevedeva in modo grottesco un grande sorpasso economico nel 1970: voleva puntare quindi sulla guerra di posizione, l unica che non avrebbe mai potuto vincere. Al posto di Cruscev sale Breznev nel 1964. Il 1963 sembra un anno di pace dopo la il disastro evitato a Cuba. Ma muoiono papa Giovanni e Kennedy e arriva l incidente del golfo di Tonchino (2 ago 1964): due motosiluranti nord vietnamite attaccano un cacciatorpedine americano, si sospetta che dietro ci sia la Cina che vuole essere il capo del Terzo Mondo, del comunismo-decolonizzazione. Cos il nuovo presidente Johnson d il via alla seconda guerra di Indocina (1964-75) bombardando il Vietnam Nord. Sebbene gli Usa stiano vincendo sul piano economico, ora si creano l inimicizia delle sinistre europee e sentimenti antiamericani da parte del Terzo Mondo attratto e respinto dall occ. Inoltre il suo roll-back non attuabile e quindi gli Usa mostrano debolezza. LA CONTRADDITTORIA COESISTENZA E LA FINE DELLA GUERRA FREDDA

Tensione e dialogo, di pari passo. Dal 1945 c erano stato centinaia di esperimenti atomici, nel 63 si decide allora di creare la linea rossa un collegamento diretto per telescrivente per evitare la catastrofe per errore . Nell ago 63 si era deciso lo stop agli esperimenti atomici in atmosfera e sottacqua (Kennedy e Cruscev). Nel 1965 gli Usa propongono lo stop alle armi atomiche, l Urss addirittura il ritiro di tutte le truppeall estero. Nel 1967 si firma l utilizzazione pacifica dello spazio (Ingh, Urss, Usa) ma Cina e Francia rifiutano (in Fr c era De Gaulle critico contro la Nato). Nel 1968 tra l offensiva del Tet e l invasione russa della Cecoslovacchia si arriva al trattato di non proliferazione delle armi nucleari firmato da 58 stati (offensiva e distensione crescono di pari passo!). Intanto gli Usa vanno sulla Luna (Neil Armstrong, Apollo 11, luglio 1969). La guerra in Vietnam seguita istante per istante in tv porta a un certo orrore per la guerra, si vota Nixon presidente di destra pi isolazionista e conservatore. In piena distensione (apr 1965) gli Usa intervengono in Rep Dominicana occupandola. Il contrasto Russia-Cina inizia a farsi sentire: i contrari a Mao sono bollati agenti del socialimperialismo russo e la Russia dice che la Cina dittatoriale. Usa accusa l Egitto di essere filosovietico. La Russia invade la Cecoslovacchia (68) come politica di containment, del resto l Urss non aveva alleati in Eu. De Gaulle critica infatti l invasione come logica dei due blocchi, il problema non il comunismo, ma la spartizione dell Eu. De Gaulle dice che ci vuole distensione ma la Germ a praticarla con l Ostpolitik nei confronti dell est. Usa non sono entusiasti e alcuni dicono che questa strategia avvantaggiu l Urss: in realt la fine della politica di movimento e della politica del fatto compiuto e quindi l Urss viene ingabbiata in una stabilizzazione ufficializzata. 19 marzo 1970 il cancelliere ovest Willy Brandt incontra il primo ministro est Willi Stoph: l inizio della riunificazione tedesca. Brandt poi va a Mosca, va nel ghetto di Varsavia e si inginocchia davanti alle vittime dell olocausto, nel 72 firmano il trattato fondamentale che regola i loro rapporti, nel 73 entrano nell Onu. [Nel frattempo il mondo non in pace, c il colpo di Pinochet in Cile e la quarta guerra araboisraeliana, guerra di Kippur a cui segue lo shock petrolifero]. Il 1 ago 1975 trentacinque paesi firmano a Helsinki l atto finale della Conferenza sulla sicurezza e cooperazione europea. Qui siedono Schmidt (success di Brandt), Tito, Ford (success di Nixon) e altri. la fine di diritto della Seconda Guerra. Si giuridizza ci che aveva fatto la Secondo e che aveva stabilito la Gf. Sembra che l Urss, che ha espanso il suo comunismo dal Baltico al Vietnam, sembra la vera vincitrice. Gli Usa restano forti ma il Vietnam li ha logorati. Gli Usa capisconoanche che la Cina non una minaccia comunista ma solo un paese ultranazionalista che cerca un posto al sole: Nixon va a Pechino nel 72 e poi anche nell Urss e firma il Salt1 (Strategic Armament Limitation Talk). L Egitto si fa meno legato all Urss, la Cina ricomincia la diplomazioa col Giappone. Sono gli Usa a esser visti male con la salita al pot di Pinochet.si capisce che gli Usa c entravano e che l anticomunismo solo una scusa per consolidare il pot. Intanto in Eu si rafforzano le demcrazie e quindi l autonomia: si conclude in Grecia il regime dei colonnelli (filo occ), nel74 c la rivoluzione dei garofani in Portogallo cio il passaggio da dittatura a democrazia, nel75 muore Franco in Spagna. Dopo Helsinki la vittoria era della Russia: l unica a cui riuscito il roll-back (Vietnam del Nord) e a lei sono stati riconosciuti i possedimenti in Europa dell est. Ma l Urss poteva solo vivere e sopravvivere nella Gf classica e di movimento e vincendola ha perduto se stessa. Ora sta per stramontare il comunismo-bolscevico e lo spazio imperiale russo che esisteva almeno dal 1917. La Gf finita e riprende nel 1979-85 e poi nuova distensione 1985-89. LA CADUTA DEI COMUNISMI E LA FINE DEI BLOCCHI Il XX sec si conclude con la fine dei comunismi e la mercantilizzazione capitalistica. Perch? Prerequistiti di pi lungo periodo. Durante Cruscev (53-64) comincia la stagnazione economica, impossibile il sorpasso ma anche impossibile non retrocedere. Con Breznev (64-82) la stagnazione si fa permanente. L Urss riuscita nella proto-industrializzazione pesante e militare (la fase pi epica). Ma poi non riuscita a convertirsi in industria per i prodotti di consumo. La guerra fredda ha aiutato l Urss nell industria bellica. Prerequisiti di pi breve periodo. Dal 1975 gli Usa sono sconfitti a Saigon e la Russia si espande in tutto l emisfero comunista (Cina e Jugo esclude) fino in America e Africa. Il comunismo si differenzia poi in ogni stato e si fa nazionalista. Gli Usa sono in preda alla sindrome del Vietnam e perdono forza (durante Carter 77-80). Intanto il comunismo si vuole espandere in Africa (Etiopia, colonie portoghesi) e nel mondo arabo (Afghanistan). Poi tanti elementi che colpiscono l immagine dei comunisti: khmer rossi omicidi, o gli orrori emersi nella Cina

della riv culturale.In questo periodo un po buio per il comunismo si ha un ritorno di Guerra fredda di movimento (1979-85) con un Urss che cerca di essere guida della decolonizzazione (Yemen, Corno d Africa, ex col portoghesi, Afghanistan), tentativi fallimentari. anche un periodo di revisionismo in cui si capisce che lo spazio territoriale il principio pi importante dell ideologia o della forma economica. Fattori precipitanti endogeni. Fallimento del tentativo di ridare unspinta produttiva e di promuovere rinnovamento, Gorbacev riesce a bloccare la pseudo guerra fredda degli anni 80 ma non riesce a riformare il vecchio sistema sovietico (immodificabile). Uno stato totalitario non pu fare grandi riforme senza venir travolto dalle riforme stesse. Fattori precipitanti esogeni. Trasformazioni economiche in tutto il mondo come la rivoluzione informatica e globalizzazione economica e le pachidermiche aziende di stato sovietiche non potevano adeguarsi. Tanto meno nell et pacifica di Gorbacev. Detonatore. Sicuramente l eslodere dei nazionalismi per effetto della Perestrojka. Non finisce tanto la guerra fredda (che era gi finita nel 75) ma finiscono i due blocchi. L Urss subisce una sorta di Versailles etno-nazionale. Nacquero 14 stati dalla sua dissoluzione: Federazione russa, Ucraina, Bielorussia, Lituania, Lettonia, Estonia, Georgia, Armenia, Azerbaigian, Kazakistan, Uzbekistan, Tirkmenistan, Kirghizistan, Tagikistan. Si temevanoora tanti ultranazionalismo ma la globalizzazione economica servita per limitare le sovranit. Risultati della guerra fredda. Intanto i 45 anni di pax amrata sovietico-americana hanno favorito la globalizzazione politica e economica, salvo poi aver messo in pericolo la global economica stessa (ortatrice di tentazioni secessionistiche). La Guerra fredda stata, grazie al terrore nucleare, la forma realistica di pace che si poteva mantenere dopo la seconda guerra dei trent anni. Ma quando si conclusa?? Una prima volta nel 53 e poi nel 75. Chi ha vinto? Diciamo gli Usa nel 1949 a Berlino, la battaglia pi importante. Con la riv cinese (sempre 49) ha vinto la Russia ma sul piano ideologico ha perso nel tempo. In Corea c stao il pareggio che ha rafforzato gli Usa e in Asia si rafforzata anche l Urss. Nel 1975 ha vinto a Saigon e a Helsinki l Urss ma ha vinto anche l Ostpolitik occidentale. Con la fine della guerra di movimento l Urss si autosconfitta.