Sei sulla pagina 1di 4

Lospitalit deve essere talmente inventiva, regolata sullaltro e sullaccoglienza dellaltro, che ogni esperienza dellospitalit deve inventare

un nuovo linguaggio Jacques Derrida

Storica residenza dei Conti Guidi e successivamente della nobile famiglia degli Alessandri, la Tenuta di Petriolo testimone di questo grande passato. Ancora oggi possibile scorgervi tracce dell antica residenza di delizia di messer Alessandro, nominata in vari documenti gi nel 1574. Gli Alessandri, nell'arco di quattro secoli, hanno reso Petriolo una meravigliosa propriet, ricca di ville, giardini, orti, boschi e fornaci, come quella del podere Golpaja, dove nel Cinquecento furono cotti i mattoni della Villa Medicea di Cerreto Guidi. La storia di Petriolo, nei secoli successivi, si snoda su un duplice registro, come centro produttivo e luogo di otium del proprietario, fino ai giorni nostri. Nell'austera semplicit dei fronti dell'edificio signorile di Petriolo si ritrovano i caratteri peculiari dell'architettura di villa toscana della tardo Rinascimento. Oggi, larea produttiva della tenuta si estende su 160 ettari dei quali 14 di vigneto e 13 di uliveto. La tenuta stata acquistata negli anni 60 dalla famiglia Maestrelli, e oggi Silvia e Simona sono decise a far diventare Villa Petriolo un luogo di aggregazione e promozione per giovani artisti, anche se naturalmente gli sforzi maggiori - a partire dalla recente ristrutturazione e dai nuovi impianti di Sangiovese del 2002 - sono stati rivolti a farla diventare un efficiente azienda agricola vocata alla produzione di alta qualit.

I nostri vini. I terreni di Villa Petriolo risalgono al periodo pliocenico, ossia a 5 milioni di anni fa. Questi terreni risultano molto interessanti per la viticoltura, particolarmente adatti a produrre vini fini, sottili, molto eleganti, con una buona concentrazione zuccherina, e quindi con una buona alcolicit naturale, mai pesanti o stucchevoli. In questi suoli leleganza laspetto che viene maggiormente premiato nella produzione dei vini. Tra i nostri prodotti, il Chianti DOCG Rosae MnemoSis, Sangiovese in purezza, che ha gi donato grandi soddisfazioni nelle tornate di assaggi della Guida de L'Espresso 2009 e 2012: complessit e bevibilit i due parametri in base ai quali stato valutato il Chianti dell'anno , segnalazione di cui andiamo molto orgogliosi, fonte di un forte, rinnovato, entusiasmo. Una grande attenzione sia in vigna che in cantina, oltre ad un'opera continua di comunicazione - al Rosae stato dedicata la prima edizione del Concorso letterario di Villa Petriolo, a diffusione internazionale sui temi del vino - ha portato al Chianti successi dei quali siamo davvero molto soddisfatti. Oltre al Sangiovese - che in unione al Colorino, per un 10%, ci d il Chianti cosiddetto "base", menzionato tra i migliori Chianti per un rapporto ottimo prezzo/qualit e vino quotidiano per la Guida Slow Wine 2012 -, vinifichiamo in purezza il Canaiolo per L'Imbrunire, che sulla Guida 2010 ViniBuoni dItalia, edita dal Touring, si onora della menzione "miglior canaiolo degustato in Toscana". Golpaja, IGT Rosso Toscana da Sangiovese e Merlot, e Serberto, Merlot in purezza, i nostri vini pi internazionali. Entrambi i vitigni coltivati in vigneti aziendali, come prassi per l' intera produzione di Villa Petriolo. Vin Santo del Chianti DOC chiude la produzione toscana, a cui si aggiunge l'olio extravergine d'oliva IGP di Villa Petriolo. Tra i futuri progetti, realizzare tanti cru aziendali di Sangiovese quanti il territorio naturalmente permetter: le diverse esposizioni, i suoli, le cure, consentiranno di ottenere, negli anni, diversi vini capaci di esprimere, al meglio nelle nostre intenzioni, le varie particolarit di Chianti del Montalbano.

Laccoglienza enoturistica. In questa particolare cornice naturale vengono organizzate visite guidate a vigneti, oliveti e frutteti, al giardino che circonda la Villa e, naturalmente, alle cantine di vinificazione e invecchiamento, oltre che alla vinsantaia. Lofferta gastronomica varia, dalla merenda toscana sul prato, a base di pane, formaggi e salumi locali, a pranzi e cene con minestre contadine, carne alla brace, pane e pizze rustiche cotti nel forno a legna. Ampi locali, oltre alla suggestiva aia settecentesca, potranno ospitare aperitivi, pranzi, cene-evento, cerimonie, feste di laurea, compleanni, per grandi e piccini, con intrattenimento musicale e teatrale sul tema del vino. Numerosi, e tutti curati da educatori specializzati, i laboratori ludico-didattici dedicati alla promozione della cultura agricola presso le generazioni pi giovani.

Azienda agricola Villa Petriolo Via di Petriolo, 7 - 50050 Cerreto Guidi (FI) ITALIA tel. +39 0571 55284 - fax. +39 0571 55081 e-mail: winetasting@villapetriolo.com info@villapetriolo.com silviamaestrelli@villapetriolo.com website: www.villapetriolo.com - blog: www.divinando.blogspot.com