Sei sulla pagina 1di 66

ALLA SCOPERTA

DEI VIGNETI DI
FRANCIA

.
Territori
.
Vigneti
Esperienze .
Esplorate i nostri territori,
aprite le porte delle nostre
10.000 cantine

Per maggiori informazioni sui vigneti francesi http://it.france.fr/visitfrenchwine

ebook prodotto da Atout France in Italia - Agenzia per lo svilluppo del Turismo Francese
www.france.fr

Seguici su:

Le informazioni, i prezzi e i crediti fotografici contenuti in questo ebook sono stati controllati.
Atout France in Italia non si ritiene responsabile per ulteriori variazioni.
L’abuso di alcol è pericoloso per la salute, consumare con moderazione.
SOMMARIO
ALSAZIA. ..................................................................... 4

ARMAGNAC. ............................................................... 8

BEAUJOLAIS. ............................................................. 11

BERGERAC E DURAS. ................................................. 15

BORDEAUX. .............................................................. 18

BORGOGNA. ............................................................. 23

CHAMPAGNE. ........................................................... 26

COGNAC. .................................................................. 30

CORSICA. ................................................................... 34

GIURA. ...................................................................... 38

LINGUADOCA. .......................................................... 41

PAYS D'OC. ................................................................ 44

PROVENZA. ............................................................... 47

ROUSSILLON. ............................................................ 50

SAVOIA. .................................................................... 53

SUD-OVEST. .............................................................. 56

VALLE DELLA LOIRA. ................................................. 59

VALLE DEL RODANO. ................................................ 63


ALSAZIA.
Alsazia

Una terra di terroir


e di tradizioni per
vini di eccellenza

Il vigneto alsaziano offre una gamma di vini incomparabili. Ricco


di un patrimonio storico, architettonico e naturale unico, propone
tutto l’anno svariati eventi.

DENOMINAZIONI
53 denominazioni - AOC Alsazia, AOC Alsazia grandi cru, AOC Crémant-d’Alsazia

VITIGNI DOMINANTI
Riesling, Moscato, Pinot grigio, Gewurztraminer.

4
Alsazia

di villaggi medievali con le case a gra-


ticcio ornate di fiori, di roccaforti e di
chiese romaniche e gotiche. La strada
dei vini è inoltre un luogo di aggrega-
zione popolare: da aprile ad ottobre,
le feste delle vendemmie e dei vini ani-
mano i numerosi villaggi vitivinicoli.
Senza dimenticare i celebri mercatini
di Natale.

A piedi, sui sentieri vinicoli e gli itine-


rari di scoperta, o in bicicletta sulla
Véloroute du vignoble, la ciclovia che
attraversa i vigneti, le passeggiate per

P rotetto dalla barriera naturale dei


Vosgi, il vigneto alsaziano gode di
un clima privilegiato e di un’impor-
le vigne rivelano il lavoro dei vignaioli e
l’arte del vino d’Alsazia. Incontri diretti
con i produttori e degustazioni scan-
tante varietà di territori. Adatto allo discono queste passeggiate attraverso
sviluppo di numerosi vitigni, offre una terre di tradizioni e di vini.
gamma di vini incomparabili, ricchi
di aromi, dai più secchi e leggeri ai più Per saperne di piu’
ricchi e corposi. E’ attraversato dalla
Strada dei Vini d’Alsazia, una delle Sito ufficiale della Strada dei Vini d’Alsazia
più antiche di Francia. Da Marlenheim Sito ufficiale dei vini d’Alsazia
a Thann, la strada permette di scopri-
E-mail: civa@civa.fr
re 170 km di paesaggi tipici costellati

3 buone ragioni per venire

1. Percorrete la Strada dei Vini d’Alsazia su più di 170 km, ai piedi dei Vosgi.
2. Incontrate i produttori vitivinicoli nelle loro cantine.
3. Pedalate sulla Véloroute du vignoble : segnalata da un logo specifico, collega Mar-
lenheim a Thann seguendo in parte il tracciato dell’Euro Vélo 5.

5
Alsazia

L’ALSAZIA LUNGO LE VIGNE .


Scoprite la Strada dei Vini a piedi o in
bicicletta

P artite sulla Strada dei Vini passione per il proprio lavoro, nel cuo-
d’Alsazia in uno scenario re di incredibili paesaggi dal patrimo-
eccezionale per indimentica- nio pittoresco per diventare imbattibili
bili passeggiate che vi svele- sull’arte del Vino d’Alsazia, i suoi terroir
ranno tutti i segreti della vigna. e i suoi vitigni. Che siate patiti della mar-
cia o del ciclismo, lasciatevi guidare da
una cinquantina di sentieri segnalati
ALLA SCOPERTA DEI SENTIERI e vivete una vera e propria immersione
DEL VINO nel mondo vitivinicolo andando in giro

U scite dai sentieri battuti e venite


a godervi, con amici o in famiglia,
un soggiorno speciale sotto il segno
attraverso le vigne . Qualunque sia il pe-
riodo dell’anno, i produttori locali il cui
savoir-faire non mancherà di affascinar-
della condivisione e della convivialità. vi, saranno lieti di farvi scoprire i loro
Andate ad incontrare a vignaioli pieni di vini in degustazioni su misura.

6
Alsazia

ESPERIENZE INSOLITE SULLA che farà palpitare grandi e piccini!


STRADA DEI VINI D’ALSAZIA O ancora trasformatevi in randocro-

S ulla Strada dei Vini d’Alsazia,


i giorni si susseguono, ma non si
assomigliano, poiché ogni percorso
queur, un escursionista-disegnatore,
per imparare a disegnare il paesag-
gio percorrendo il sentiero di Andlau.
è unico e le attività sono numerose. Queste passeggiate ludiche saranno
Fate l’esperienza insolita del Geocaching l’occasione per scoprire l’Alsazia al vo-
a Pfaffenheim, nel cuore del vigneto, stro ritmo e per passare una giornata
lanciandovi in una caccia al tesoro 2.0 memorabile in famiglia.

Per saperne di piu’

Sito della Route des Vins d’Alsace

7
ARMAGNAC.
Armagnac

Nel paese di
d’Artagnan, la
più antica
acquavite di
Francia, fiore
all’occhiello
della Guascogna

Colori e profumi caratterizzano l’Armagnac, acquavite di vino an-


tica di secoli. Le viti ornano i valloni del Gers, animati da villaggi
guasconi che declinano benessere, mangiar bene e un incredibile
senso della festa.

DENOMINAZIONI
1 denominazione

VITIGNI DOMINANTI
Ugni bianco, Folle blanche, Bacò, Colombard

8
Armagnac

che conferiscono all’Armagnac una


spiccata personalità: il Bas-Armagnac
(tra Eauze e Nogaro), l’Armagnac-Tén-
arèze (nei dintorni di Condom e Vic-Fe-
zensac) e l’ Haut-Armagnac (tra Auch e
Lectoure).

L a sua dimensione artigianale fa


dell’Armagnac un liquore unico.
La più antica acquavite di Francia

N el cuore della Guascogna, il vigne-


to dell’Armagnac racchiude un
vero e proprio patrimonio locale:
si ottiene dalla distillazione di vino
bianco in un alambicco tradizionale.
Il suo metodo di lavorazione risponde
vestigia romane, castelli, l’abbazia di a regole stabilite dalla denominazione
Flaran, villaggi catalogati tra i “Più bei di origine controllata, ottenuta fin dal
villaggi di Francia“, come Larressin- 1936. L’Armagnac invecchia per lunghi
gle, la “piccola Carcassonne del Gers” anni in botti di quercia, legno a con-
o Fourcès, una “bastide rotonda” det- tatto del quale sviluppa i suoi aromi e
ta “circulade”. Tra la visita a un museo prende il suo colore ambrato.
o una tappa sul cammino di Santiago
di Compostela, nei villaggi guasconi Per saperne di piu’
tipici e accoglienti, incontrerete facil-
mente i produttori vitivinicoli per una Sito del Comitato regionale del turi-
smo d’Occitania / Sud della Francia
degustazione e assaporerete la ga-
stronomia locale, rinomata nel mondo Sito del Bureau National Interprofes-
sionnel de l’Armagnac (BNIA)
intero. La vigna si estende su tre terroir

3 buone ragioni per venire

1. Approfittate di paesaggi unici: la dolcezza dei valloni del Gers e di magnifici scorci
panoramici sui Pirenei.
2. Degustate i suoi rari millesimati dai numerosi produttori del circuito “Escapades en
Armagnac”.
3. Partecipate alle molte animazioni, alle feste autunnali intorno alla “Flamme de l’Ar-
magnac”, i mercati nelle aziende agricole...

9
Armagnac

CIRCUITO VIGNETO E PATRIMONIO


IN ARMAGNAC .
Un savoir-faire ancestrale tra tenute
vitivinicole, indirizzi di charme e patrimonio

M ogano, ramato, ambra- come le aziende vitivinicole la cui ele-


to: assaporate i colori ganza venata di semplicità contribuisce
dell’Armagnac e del suo scri- al patrimonio della prestigiosa DOP
gno, la Guascogna, un ter- Armagnac. Da non perdere: Condom,
ritorio caloroso dall’impor- la capitale storica, Saint-Puy, culla del
tante e ricco patrimonio. pousse-rapière, il tradizionale liquore
a base di Armagnac, l’abbazia cistercen-

T ra cantine e testimonianze antiche,


il Circuito «Vigneto e Patrimonio»
vi conduce nei più bei villaggi della
se di Flaran, Larressingle, “la piccola
Carcassonne del Gers”. Lungo l’intero
percorso, le più grandi cantine della
Guascogna, fra i monumenti storici così DOP aprono le porte per degustazioni.

Per saperne di piu’

Sito del Comité régional du tourisme d’Occitanie Sud de France


Circuito «Vigneto e Patrimonio»

10
BEAUJOLAIS.
Beaujolais

Il Beaujolais
fa rima con
festeggiamenti
e (ri)scoperte

Universalmente conosciuti, i vini del Beaujolais sono sinonimo di


feste e di convivialità. Il vigneto si estende su colline che ricorda-
no la Toscana, costellate da villaggi caratteristici.

DENOMINAZIONI
12 denominazioni - Brouilly, Chénas, Côte de Brouilly, Chiroubles, Fleurie, Juliénas, Mor-
gon, Moulin-à-Vent, Régnié, Saint-Amour, Beaujolais Villages, Beaujolais.

VITIGNI DOMINANTI
Gamay, Chardonnay.

11
Beaujolais

dei migliori Beaujolais, unita alle spe-


cialità gastronomiche della regione,
si fa nelle locande di campagna, nella
piazze dei villaggi, nelle cantine, nei ca-
stelli, nei ristoranti stellati...

N el Beaujolais, la vigna copre 15.733


ettari, ad un’altitudine media di 300
m. Il vigneto, situato tra Lione e le pri-
me terre della Borgogna, rivela a nord i
dieci cru, fiore all’occhiello della regione

P ronunciato con gli accenti più diver-


si, a tutte le latitudini, il Beaujolais è
conosciuto in tutto il mondo. La sua
che testimoniano a meraviglia la ri-
uscita dell’unione tra il suolo del
Beaujolais e un vitigno, il Gamay.
notorietà è essenzialmente legata al I beaujolais villages circondano i cru,
vino: il vino novello, i dieci cru del Be- prolungano la strada dei vini e propon-
aujolais e i Beaujolais e Beaujolais vil- gono vini gourmand e fruttati. Più a sud,
lages. Cosa c’è di meglio che imbocca- alle porte di Lione, i Beaujolais coniu-
re i 140 km della Strada dei Vini per gano freschezza e golosità in paesaggi
scoprire tutta la varietà del Beaujolais e che ricordano la Toscana.
incontrare circa 200 viticoltori fedeli
a una carta qualità. La strada solca il vi-
Per saperne di piu’
gneto dove i pendii disegnano una cam-
pagna ondulata costellata di castelli e Sito dei vini del Beaujolais
villaggi caratteristici. La degustazione

3 buone ragioni per venire

1. Percorrete la strada dei vini del Beaujolais: 140 km e numerosi percorsi audioguidati
da GPS.
2. Scoprite i Beaujolais bianchi, perle rare del vitigno.
3. Esplorate il Beaujolais delle Pierres Dorées, con il marchio «Vignobles & Découvertes»,
e i suoi deliziosi villaggi di pietra ocra.

12
Beaujolais

VINO & DIVERTIMENTO NEL PRIMO


“ENOPARCO” D’EUROPA .
Un approccio ludico alla viticcoltura e
all’enologia tra Borgogna e Beaujolais

«Voglio rivelare a
C reato per visite con tutta la
famiglia, tra la Borgogna e
il Beaujolais, l’Hameau Dubœuf
gastronomi, è un parco a tema unico in
escursionisti, Europa per scoprire divertendo-
visitatori curiosi si i segreti della vite e del vino.

il dietro le quinte di
uno scenario poco
conosciuto: quello A vvicinarsi ai segreti della vite e
del territorio dall’età di 3 anni?
Le Hameau Dubœuf ha raccolto questa
della vite e del vino» sfida diventando il primo parco d’Euro-
pa sul tema dell’enologia con 100.000
Georges Duboeuf
visitatori l’anno.

13
Beaujolais

V incitore del Premio Nazionale


dell’enoturismo 2010, il primo
parco di divertimenti sulla vite e il vino
tappi, delle bottiglie, i mestieri
della vigna svelano i loro segreti.
I bambini si accostano a loro volta al
propone quattro siti tematici da esplo- percorso dei cinque sensi, anche grazie
rare tutto l’anno su 30.000 m2 nel villag- a giochi, video e animazioni interattive.
gio di Romanèche-Thorins, tra Borgo- A partire dai 5 anni, si parte per un
gna e Beaujolais. sorvolo dei paesaggi ondulati del
Beaujolais e del Mâconnais grazie

F iori, scorze di frutti, spezie,


profumi di sottobosco, il Giardino
nel cuore delle vigne vi invita ad un
ai simulatori del cinema dinamico.
Salite poi a bordo del trenino nella vera
stazione del villaggio, che giocò un
approccio sensoriale agli aromi del ruolo importante nella commercia-
vino. Delle “Rosalies”, i quadricicli lizzazione del vino, in direzione delle
ecologici, sono a vostra disposizio- cantine, dove, circondati da 150
ne per pedalare tra le vigne, mentre i tini in acciaio inox, scoprirete
bambini cavalcheranno dei “sulkys” o tutto sul processo di vinificazione.
parteciperanno ad una caccia al tesoro.

CINEMA 3D, TRENINO E VISITA UN LANGUORINO?


DELLE CANTINE NEL CUORE DEL
BEAUJOLAIS Il Café des deux horloges vi propone,
dalle 10 alle 18, una grande varietà

V ecchi manifesti, cavatappi... nel


Museo della Vigna, una spettacola-
re collezione di 3.000 oggetti ripercorre
di formule adatte alla degustazione.
Voglia di shopping? Una boutique
propone una selezione di vini e
più di duemila anni di storia della vigna. prodotti regionali con la presenza di
Fabbricazione dei barili, dei sommelier-consulenti per gli acquisti.

Per saperne di piu’

Hameau Dubœuf
796, route de la Gare
71570 Romanèche-Thorins

E-mail: message@hameauduboeuf.com
Sito dell’Hameau Duboeuf

14
Bergerac e Duras

BERGERAC
E DURAS.
Vini frutto di
una natura
preservata che
riflettono la
dolcezza del
vivere del
Sud-Ovest

I vini di Bergerac e Duras sono parte integrante del ricco pa-


trimonio gastronomico e culturale del Périgord Agenais.
Presente nella Dordogne e nel Lot-et-Garonne dall’epoca romana,
il vitigno del territorio di Bergerac e Duras permette la produzione
di una grande gamma di vini rossi, bianchi e rosé.

DENOMINAZIONI
7 denominazioni - Monbazillac, Bergerac, Rosette, Pécharmant, Montravel, Saussignac,
Duras.

VITIGNI DOMINANTI
Rossi:
Merlot, Cabernet Franc, Cabernet Sauvignon, Malbec.
Bianchi:
Semillon, Muscadelle, Sauvignon.

15
Bergerac e Duras

G razie al clima caldo tempera-


to dalla Dordogna, il vigneto di
Bergerac e Duras si estende a perdita
d’occhio intorno alle omonime città.
Numerosi percorsi sono proposti
agli appassionati di enoturismo sulla
strada dei vini di Bergerac e Duras
con partenza dalle aziende vitivinicole.
D uemila anni di tradizione viticola
fanno di questto vitigno una par-
te essenziale della gastronomia e
della cultura del Périgord Agenais.
Rossi corposi, bianchi secchi o liquoro-
si, rosé fruttati, vini novelli o da invec-
chiamento, i vini di Bergerac e Duras
riflettono la varietà dei suoi territori.
Con una gamma viticola ricca di
5 colori e 7 AOC, offrono una vasta serie
di vitigni e di sapori.
I vignaioli vi accolgono nelle loro tenute
Per saperne di piu’
per una iniziazione alla degustazione,
visite commentate delle cantine, pranzi Sito della Maison du Vin di Bergerac
campestri con specialità gastronomi- Sito della Maison du Vin di Duras
che... La scoperta dei castelli e delle Sito dell’ufficio del turismo di Bergerac
tipiche case medievali rivela la ricchez- Vignobles et découvertes en Pays de Bergerac
za del patrimonio storico e culturale Sito dell’Ufficio del turismo del Pays de Duras
del Périgord Agenais.

3 buone ragioni per venire

1. Approfittate della natura: escursioni in mountain-bike, bicicletta, canoa, sport eque-


stri.
2. Scoprite un patrimonio storico protetto: visitate i castelli e le case medievali.
3. Unite degustazione e golosità: assaporate la gastronomia del Périgord Agenais con i
vini migliori.

16
Bergerac e Duras

GLI AVVENTURIERI, L’AVVENTURA


NEL CUORE DELLE VIGNE DI
BERGERAC .
Gastronomia del Périgord e navigazione
sulla Dordogne

V enite a giocare agli Av- degustazione di vino nel magnifico


venturieri nel cuore del- castello di Monbazillac, che sovrasta il
le vigne di Bergerac e di vigneto. La giornata si conclude sull’ac-
Monbazillac. Un percorso di qua, vogando sulla Dordogna a bordo
scoperta dove l’avventura è die- di una superba gabare, la tipica imbar-
tro l’angolo nelle nostre vigne! cazione dal fondo piatto, con partenza
dal porto di Bergerac.

D iventate un Avventuriero per un’in-


tera giornata! Uscite dai sentieri
battuti visitando l’atipico Domaine de
Per saperne di piu’

la Lande. La famiglia Camus vi accoglie MyPerigord.travel


nella sua cantina per una degustazione Barramier 24100 Bergerac

commentata della gamma completa Tel: +33 (0)6 81 69 72 05


dei suoi vini rossi, bianchi e rosé. E-mail: contact@myperigord.travel
Direzione Monbazillac, dove vi atten- Sito di MyPerigord.travel
de un pranzo tipico del Périgord. Programma degli Avventurieri (.pdf)
Nel pomeriggio, visita guidata e
17
BORDEAUX.
Bordeaux

Benvenuti nel
più antico
vigneto di vini
pregiati del
mondo

Universalmente rinomati, i vini di Bordeaux derivano da una


tradizione viticola di più di venti secoli. Grandi cru classificati,
prestigiosi castelli e siti storici, il vitigno bordolese rivela lungo le
Strade del Vino di Bordeaux un patrimonio di grande ricchezza.

DENOMINAZIONI
60 denominazioni

VITIGNI DOMINANTI
Rossi:
Merlot, Cabernet Franc, Cabernet-Sauvignon.
Bianchi:
Sémillon, Sauvignon, Muscadelle.

18
Bordeaux

solite: una degustazione di Sauterne in


cima a un cedro bicentenario, una not-
te in una botte di legno trasformata in
b&b, un laboratorio dove vinificherete il
vostro personale Bordeaux...

D ai Pirenei, dove la Garonna ha la sor-


gente, fino all’Atlantico dove si get-
ta la Gironda, l’acqua contribuisce alla
creazione dei paesaggi del vigneto bor-

Il vitigno di Bordeaux è il più vasto


vitigno di vini pregiati del mondo.
La varietà delle sue terre permette la
dolese. Questo territorio eccezionale
porta i nomi di Blaye, Margaux, Pauillac,
Pessac-Léognan, Saint-Émilion, Saint-E-
produzione di vini rossi, bianchi sec- stèphe, Saint-Julien, Sauternes...
chi o liquorosi, rosé, leggeri e frizzanti.
Terroir che costituiscono le tappe da Per saperne di piu’
non perdere sulle strade dei vini di
Bordeaux Wine Trip: portale
Bordeaux. Il vigneto bordolese rivela enoturistico del Bordelais
circa 6.000 castelli, villaggi classificati,
Sito ufficiale del turismo in Aquitania
piccole città medievali, siti archeolo-
Sapere tutto sul vino: sito di Bordeaux
gici, chiese romaniche... I viticoltori vi
Sito Gironde Tourisme
aprono le loro tenute per degustazioni,
corsi di enologia e numerose scoper- Ufficio del Turismo & dei Congressi
di Bordeaux Métropole
te culturali e gastronomiche. Lasciate i
Portale dell’enoturismo nel Bordelais
sentieri battuti e vivete esperienze in-

3 buone ragioni per venire

1. Degustate dei vini universalmente rinomati (Saint-Émilion, Sauternes, Médoc…) e dei


grandi cru catalogati.
2. Visitate dei siti dichiarati Patrimonio mondiale dell’umanità dall’Unesco: Bordeaux,
Saint-Émilion, le tappe del cammino di Santiago di Compostela...
3. Esplorate La Cité du Vin, inaugurata nel giugno 2016. Questo spazio unico, che ripren-
de la forma degli anelli che si disegnano in un bicchiere di vino quando lo si fa roteare,
vi farà scoprire l’immaginario del vino e la sua influenza sulle civiltà del mondo da
migliaia di anni.

19
Bordeaux

URBAN WINE TRAIL: LA STRADA


DEI BARS À VIN DI BORDEAUX .
Lasciatevi tentare da una «wine-rando» nel
cuore della città bordolese.

U niversalmente apprezzato è per lo meno intrigante. Di che gene-


dagli appassionati del vino, re di maratona può trattarsi? Un’escur-
il vigneto di Bordeaux non ha sione nel cuore del vigneto bordolese?
bisogno di presentazioni. E non Una corsa attraverso le sei Strade
smette di sorprenderci per la dei vini che l’attraversano? Niente af-
varietà e l’originalità delle atti- fatto! Si tratta semplicemente di un
vità enoturistiche che propone. percorso enoturistico in città, ideato
per fare il giro dei bar à vins, le enoteche
di Bordeaux.Un percorso originale ed

A vete già sentito parlare esclusivamente urbano che saprà in-


dell’Urban Wine Trail? Per comin- cantare gli appassionati di vini deside-
ciare, bisogna riconoscere che il nome rosi di uscire dai soliti percorsi...
20
Bordeaux

U na selezione di venti enoteche


compone le diverse tappe di que-
sto itinerario che vi porterà ai quattro
N ell’ambito della formula «Urban
Wine Trail» alla carta di ciascuno
dei luoghi partner, potrete anche appro-
angoli della capitale girondina e nei fittare di un abbinamento piatti e vini
dintorni. Grazie alla cartina dettagliata elaborato in esclusiva da ogni azienda.
scaricabile dall’applicazione o dal sito Un modo gourmande di valorizzare i
del percorso, potrete lanciarvi nelle prodotti della vigna affiancandoli alle
vie della città bordolese e passeggiare specialità culinarie locali.
nei diversi quartieri, prima di fare so-
sta in una delle aziende partner, alcu-
ne delle quali sono contrassegnate dal
marchio «Vignobles & Découvertes.»
A ppuntamento per esempio al
Métropolitain che propone delle
degustazioni alla cieca o ancora al Point
Rouge che offre una selezione di più di
1.000 referenze accompagnate da tapas.

M
eno convenzionale e pittoresco
di una visita guidata nel cuore
del vigneto, il percorso Urban Wine
Trail è comunque un’esperienza
enoturistica ricca e diversificata.
A piedi, in bicicletta o in tram, costitui-
sce una tour originale per andare alla
scoperta della città di Bordeaux, della
DALLE PICCOLE STRUTTURE IN-
sua architettura e delle ricchezze del
TIME E ACCOGLIENTI AGLI IN-
suo territorio.
DIRIZZI PIÙ FAMOSI CON AM-
PIE TERRAZZE SULLA VIA, NON
MANCANO CERTO LA DIVERSI-
TÀ DELLE ATMOSFERE E LA VA- E
poiché “Amare il vino, vuol dire an-
che avere un granello di saggezza”,
RIETÀ DEGLI STILI. I BAR À VIN secondo lo slogan della campagna sul
DEL CIRCUITO PROPONGONO bere con moderazione, vi raccomandia-
PER LA DEGUSTAZIONE UN’AT- mo di privilegiare una consumazione
TENTA SELEZIONE DEI MIGLIO- responsabile per esempio completan-
RI CRU DELLA REGIONE. do il percorso in più riprese.
21
Bordeaux

ECCO LA LISTA DELLE ENOTECHE DI BORDEAUX:

• Il bar à vin del CIVB


• Max Bordeaux / Wine gallery & Cellar
• Le Flacon
• Le Wine Bar du Boutique Hôtel
• Chez le pépère
• Aux 4 coins du vin
• Le Wine Bar
• Vins Urbains
• L’Oenolimit
• La ligne Rouge
• La Talenquère
• Le Milésime
• Le Point Rouge
• Le Métropolitain
• The Warehouse
• Wine Lounge
• Au Bon Jaja
• Secret d’Initiés
• Il bar à vins di Château Pape Clément

Per saperne di piu’

Office de Tourisme
12 cours 30 Juillet
33000 Bordeaux

Scoprite Bordeaux attraverso i suoi bars à vin


Scoprite il vigneto di Bordeaux

22
BORGOGNA.
Borgogna

Vini dall’identità
unica, nati da
piccoli appezza-
menti identificati,
i “Climats”, attual-
mente inseriti nel
Patrimonio
mondiale
dell’UNESCO.

La Borgogna viticola si estende su circa 230 km da nord a sud, da


Auxerre a Mâcon, e offre una grande varietà di vini, tra i più rino-
mati al mondo. Qui, il terroir è re e si esprime nei “Climats”, nome
attribuito agli appezzamenti delle vigne.

DENOMINAZIONI
100 denominazioni
23 DOC regionali
44 DOC villages (tra i quali gli appezzamenti più belli sono classificati in Village premier cru)
33 grandi cru

VITIGNI DOMINANTI
Rossi:
Pinot nero, Gamay.
Bianchi:
Chardonnay, Aligoté.

23
Borgogna

Pouilly Fuissé... e lasciatevi sedurre da


qualcuna delle 100 denominazioni che
conta questa regione rinomata per la
sua arte di vivere. Terra di elezione dei vi-
tigni pinot nero e chardonnay, il vitigno
di Borgogna offre una grande varietà
di vini, fra i più rinomati del mondo.
Il vitigno di Borgogna si esplora attra-
verso diverse Strade dei Vini che vi
condurranno a piedi, in bicicletta o in
auto fra proprietà viticole, «maison» di

D al Chablisien al Mâconnais, pas-


sando per i vigneti della regione
di Auxerre, la Côte de Nuits, la Côte
produzione e cantine. Scoprite il ricco
patrimonio storico della Borgogna,
con le città e gli edifici emblematici:
de Beaune o ancora la Côte Chalon- Digione, gli Hospices de Beaune, il Clos
naise, partite alla scoperta dei pae- de Vougeot, ma anche le chiese roma-
saggi viticoli della Borgogna, tra cui i niche, le abbazie, i castelli, il gran sito
“Climats”, nome attribuito ai piccoli di Francia di Solutré Vergisson.
appezzamenti delle vigne, che identi-
ficano i vari terroir e sono stati inseriti Per saperne di piu’
nel Patrimonio Mondiale dell’Unesco
Sito dei vini di Borgogna
nel 2015. A piedi, in bicicletta o a caval-
lo, attraversate i suoi villaggi dai nomi Week-end e vacanze in Borgogna

evocativi: Pommard, Gevrey-Chamber- Sito dei Climats del vigneto di Borgogna


Patrimonio mondiale dell’UNESCO
tin, Puligny-Montrachet, Saint Véran,

3 buone ragioni per venire

1. Percorrete questo patrimonio unico e diversificato imboccando le Strade dei Vini a


piedi, in bicicletta, in moto, a cavallo, attraverso i canali... o in aria!
2. Incontrate i produttori della Borgogna e condividete la loro passione, grazie alla carta
di accoglienza “De vignes en caves”, fra vigne e cantine
3. Vivete le tradizioni e lo spirito di festa con centinaia di manifestazioni viticole organiz-
zate lungo tutto l’anno.

24
Borgogna

CIRCUITO VIGNETO E PATRIMONIO


L’ASTA DEI VINI DEGLI HOSPICES DI
BEAUNE: UN EVENTO MITICO! .
La più celebre asta benefica vinicola del
mondo, che si svolge ogni anno il 3° weekend
di novembre, agli Hospices di Beaune, si
accompagna a tre giorni di festeggiamenti
nella più pura tradizione borgognona!

M illesimati rari, denominazioni di


tutta la Borgogna... la celebre asta
dei Vini degli Hospices di Beaune non si
limita a degustazioni prestigiose, tema-
tiche o golose. Numerose animazioni
contraddistinguono questo weekend
di festeggiamenti: spettacoli di strada,
sfilate folcloristiche, villaggio gastrono-
mico e mezza-maratona nelle vie e nei
vigneti di Beaune, Città d’Arte celebre
per il suo Hôtel Dieu dalle tegole smal-
tate.

Per saperne di piu’

Quando?
Il 3° weekend di novembre.

Dove?
Hospices de Beaune
Rue de l’Hôtel Dieu
21200 Beaune

Asta dei Vini degli Hospices di Beaune


I vini della Borgogna

25
CHAMPAGNE.
Champagne

Il terroir singolare
e autentico del
più famoso dei
vini

Vino effervescente il più conosciuto al mondo, lo champagne


è perfetto per tutte le celebrazioni. Il suo vitigno si estende su
colline, «maison» di produzione e cantine della Champagne
inserite nel Patrimonio mondiale dall’Unesco.

DENOMINAZIONI
1 denominazione - Champagne

VITIGNI DOMINANTI
Chardonnay, Pinot nero, Meunier.

26
Champagne

D
elimitata da una legge nel
1927, l’area di produzione della
denominazione di origine controllata
Champagne copre circa 34.000 ettari.
Il vitigno è ripartito in 4 grandi regioni:
la Montagna di Reims, la Valle della
Marna, la Côte des Blancs e la
Côte des Bar. Conta circa 278.000
T utto inizia in un territorio specifico
che ha dato vita al più originale dei
vini grazie al talento di uomini che ne
appezzamenti la cui superficie media è
di 2 ettari.
seppero esprimere la delicata tipicità e
la sublimarono con l’effervescenza.
Per saperne di piu’
L’originalità divenne famosa molto in
fretta sotto l’impulso di pionieri che fe- Sito Champagne-Ardenne Tourism
cero conoscere questo vino d’eccel-
Sito Tourisme en Champagne
lenza ad appassionati illustri del mon-
Sito Aube en Champagne Tourisme
do intero. Una stessa parola per indicare
Sito Ufficio del Turismo di Reims
una regione e il vino al quale ha dato
origine. Non esiste champagne che Sito Ufficio del Turismo d’Epernay
della Champagne. Scoprite il segreto Sito della Maison du Tourisme Les
Portes de la Champagne
dell’unione intima tra la Champagne e
Colline, maison e cantine della
lo champagne. Visitate i luoghi nei quali Champagne, patrimonio mondiale
prosperano il vitigno e i vini più presti- Il sito ufficiale dello Champagne
giosi al mondo.

3 buone ragioni per venire

1. Siti inseriti nel patrimonio mondiale: le Colline, Maison a Cantine dello Champagne,
la cattedrale di Reims...
2. La Strada Turistica dello Champagne: più di 600 chilometri di itinerari segnalati.
3. 450 km di vie verdi e 60 circuiti attraverso le vigne e sulle rive dei grandi laghi.

27
Champagne

SCOPRITE LA CHAMPAGNE
INSOLITA .
Visitate il vigneto della Champagne
attraverso una serie di esperienze uniche
nel loro genere.

T erritorio frizzante e auten-


tico, la Champagne non fi- E ppure, sui banchi degli scolari, por-
tapenne e calamai hanno lascia-
to il posto a coppe per lo champagne.
nisce mai di sorprendere e af-
fascinare. Lo testimoniamo E un motivo c’è: benvenuti alla
le esperienze tanto saporite Champagne School, il luogo ideale per
e incantatrici che vi riserva. tutti gli assetati di conoscenze enologi-
che!
UNA VENTINA DI BANCHI DI
SCUOLA, UNA LAVAGNA, AL- Per due ore, un’istruttrice vi intro-
CUNI GESSI BIANCHI: A PRIMA durrà alle nozioni elementari del-
VISTA, SI POTREBBE PENSARE la coltivazione della vigna e della
DI ESSERE ATTERRATI IN UN’AU- lavorazione dello champagne. Un la-
LA SCOLASTICA TRADIZIONALE boratorio pratico nelle vigne andrà a
USCITA DIRETTAMENTE DAGLI
completare l’insegnamento teorico.
ANNI ‘30...
28
Champagne

Una piccola interrogazione scritta al


termine vi permetterà di convalidare le U n altro sito sempre più insoli-
to vi condurrà a Romery, a in-
conoscenze acquisite sul vino dei re, il contrare Vincent Gobert e scopri-
tutto con divertimento e buonumore. re i suoi segreti di fabbricazione.
Poiché in materia di champagne,

P oco lontano da questa scuola questo produttore


consacrata allo champagne, la ha davvero una lunga esperienza, non
Cave aux Coquillages propone una c’è che dire!
appassionato

visita altrettanto didattica e originale.


Un luogo eccezionale che unisce Vincent vi accoglie nel suo spazio
l’enologia alla geologia: le vigne museo e degustazione all’interno
della tenuta si estendono in effet- di una bottiglia gigante in acciaio
ti su un antico mare tropicale di cui di 12 metri di altezza! Una costruzione
oggi non restano che conchiglie fos- che ha realizzato lui stesso e che offre
silizzate di più di 45 milioni di anni. una vista panoramica ineguagliabile su
La visita delle gallerie vi permetterà di tutto il vigneto, per la più grande felicità
ammirare i più begli esemplari conser- dei visitatori.
vati, tra i quali figura un gasteropode gi-
gante di circa 60 centimetri di lunghezza.
Una degustazione di champagne Le-
grand-Latour vi darà in seguito l’occa-
* Attività Champagne School con il
marchio Jeunes Talents du Tourisme

sione di meglio comprendere l’influenza


del sottosuolo della Champagne sulla * Attività «Bouteille Géante»/Bottiglia
Gigante con il marchio Jeunes Talents
produzione della regione per un espe- du Tourisme & Jeunes Talents du Cham-
rienza sensoriale inaspettata. pagne

Per saperne di piu’

Agenzia dello Sviluppo Turistico


della Marne Scoprite la Champagne
13 Bis Rue Carnot
Preparate la vostra visita alla
51000 Châlons-en-Champagne
Cave aux Coquillages
Tel: 0033(0)3 26 68 37 52 Prenotate uno stage alla Champagne School
E-mail: cdt51@tourisme-en-champagne.com Visitate la Bottiglia Gigante di Vincent Gobert

29
COGNAC.
Cognac

Un’acquavite
con gli aromi
dell’esperienza,
della passione,
dell’audacia e
del talento

Il vitigno del Cognac è la culla della celebre omonima acquavite.


Ritrovate i profumi di una Francia ricca di un passato leggendario:
antiche pietre, arte romanica, arte culinaria… nella bella provincia
del re Francesco I.

DENOMINAZIONI
1 denominazione - Sei cru: Grande Champagne, Petite Champagne, Borderies,
Fins Bois, Bons Bois, Bois Ordinaires o del terroir.

VITIGNI DOMINANTI
Bianchi:
Ugni bianco, Colombard, Folle blanche.

30
Cognac

I
l cognac è un’acquavite fine, prodot-
ta dalla doppia distillazione dei vini
bianchi del territorio seguita da una
lunga maturazione in botti di quercia,
poi dall’assemblaggio di acqueviti di
annate differenti. Affidato al mastro
di cantina, l’assemblaggio permette la
creazione di un cognac esclusivo per
ogni azienda. Queste «maison» tradi-
zionali organizzano numerose visite
tematiche per scoprire il dietro le quin-

E stendendosi su circa 75.000 ettari, te di uno dei liquori più prestigiosi del
il vitigno del Cognac ricopre la quasi mondo.
totalità della Charente e della Charen-
te-Maritime. Intorno alle città storiche
di Cognac e Saintes, cinque strade viti-
cole e turistiche permettono di esplora- Per saperne di piu’
re le ricchezze del vigneto. Corsi di de-
Sito del turismo nella Charente
gustazione, di cucina, il Museo delle arti
del cognac, escursioni insolite, introdu- Les Étapes du cognac
zione al lavoro della vigna completano Sito dell’ufficio del turismo di Cognac
la visita delle chiese romaniche, dei Site del Bureau National
Interprofessionnel du Cognac
resti gallo-romani e dei castelli.

3 buone ragioni per venire

1. Festeggiate la distillazione da dicembre a febbraio con i distillatori di cru.


2. Pedalate tra le vigne sui tre percorsi ad anello locali: Cognac, Jarnac e Segonzac.
3. Visitate Saintes (vestigia gallo-romane, architettura romanica) e Cognac, Città d’arte &
storia dove è nato Francesco I.

31
Cognac

SCOPRITE LA MAISON MARTELL A


COGNAC .
Entrate nella più antica delle grandi
«Maison» del cognac... Visitando il suo sito
storico, scoprirete tre secoli di savoir-faire
del cognac.

F ra territorio,
un’expertise
storia e
tricentena- N el silenzio e nell’oscurità delle
cantine, fra botti di quercia
ria, la Maison Martell vi apre allineate, la Maison Martell vi invita
le porte per un’immersione a scoprire i segreti di un savoir-faire
totale nel mondo del cognac. artigianale unico.

32
Cognac

Fondata nel 1715, continua da genera- dorati, e gli aromi intensi e sottili che
zioni l’arte della vigna, della distilleria, creano tutta l’autenticità del Cognac
dei maestri bottai, dell’ invecchiamento Martell.
e dell’assemblaggio dei vini.
Potete scegliere fra 4 proposte di visite
Entrando nel suo sito storico, fare- esclusive per vivere l’esperienza di una
te l’esperienza di un vero viaggio storia da scoprire, esplorare e... degu-
iniziatico immersi fra i colori ambrati e stare.

Per saperne di piu’

Martell & Co
16 avenue Paul Firino Martell
16100 Cognac

Tel: +33 (0)5 45 36 34 98

E-mail: visites@martell.com

Visite e boutique tutti i giorni, festivi compresi dalle 10 alle 18 - L’ultima visita inizia alle 16.30

Prenotate le vostra visita delle cantine alla Maison Martell

33
CORSICA.
Corsica

Unico vitigno
insulare di
Francia, coniuga
gli opposti

Riflesso di un’identità forte dalle radici millenarie, il vitigno corso


vi invita a sorprendenti scoperte sulle pittoresche strade dell’sola
della Bellezza, inondata dal sole.

DENOMINAZIONI
9 denominazioni - Ajaccio, Patrimonio, Corse, Corse-Calvi, Corse-Sartène,
Corse-Figari, Porto-Vecchio, Coteaux-du-Cap-Corse, Muscat-du-Cap-Corse.

VITIGNI DOMINANTI
Sciaccarellu, Niellucciu, Vermentinu.

34
Corsica

gneto tra Ile Rousse e Calvi, lungo una


fascia pedemontana orientata verso
il mare dominato dal Monte Grosso.
Terminate il giro dell’isola nelle colline
di Patrimonio, il vino più antico e il più
rinomato dell’isola.

R icca di un eredità viticola di più di


duemila anni, la Corsica possiede

Ivigneti occupano quasi tutto il


perimetro della Corsica. A nord,
le vigne di Cap Corse si aggrappano
oltre trenta vitigni tipici. Con rossi da
invecchiamento, raffinati e potenti, rosé
dalla forte personalità, moscati dalla
a piccole terrazze che dominano le reputazione leggendaria, e bianchi
pittoresche “marine”, villaggi costieri tra i migliori del Mediterraneo, i
nascosti nella macchia mediterranea. produttori di vino della Corsica (di cui
Andando verso Bastia, le vigne della un terzo sono donne!) vi aprono le loro
DOC Corse salgono verso le montagne. cantine, vigneti e proprietà, ma offrono
Più lontano, quelle di Porto-Vecchio anche camere in b&b, ristoranti tipici e
si mescolano a paesaggi di spiagge e gîtes nel cuore delle loro aziende.
pinete. Nel sud dell’isola si nascon-
dono gli appezzamenti di Figari e di Per saperne di piu’
Sartène. Le alte colline di Ajaccio sono a
strapiombo sul Mediterraneo. La Ba- Sito dell’Ufficio del Turismo della Corsica
lagne da parte sua estende il suo vi-

3 buone ragioni per venire

1. Fate il giro dell’isola scoprendo i vitigni delle 9 DOC, soprattutto costieri.


2. Da Cap Corse fino a Bonifacio, visitate luoghi spettacolari: le calanche di Piana, la cit-
tadella di Bonifacio, le vertiginose guglie di Bavella...
3. Approfittate del vigneto più soleggiato, sovrastato da 20 cime che si elevano a più di
2.000 metri.

35
Corsica

LA «STRADA DELLA FELICITÀ» DI


JEAN-PIERRE PINELLI: OBIETTIVO
CORSICA .
Lasciatevi conquistare dal fascino della
Corsica e della sua regione del vino:
la Balagne.

E ntrate nel cuore della giorno in Corsica, «l‘isola della bellezza»


Corsica per un viaggio sarà fatto di paesaggi selvaggi, acque
indimenticabile ideato da turchesi a perdita d’occhio, profumi
Jean-Pierre Pinelli e scoprire inebrianti, esperienze gastronimiche ed
le ricchezze dei vigneti della enologiche memorabili, luoghi ricchi di
Balagne dove vi aspettano vi- storia e incontri indimeticabili.
site e degustazioni, il tutto
in un contesto pittoresco.
C orte, Porto-Vecchio, Bonifacio, le
isole Lavezzi, sono altrettanti luoghi

D alla Provenza fino alla Costa incredibili per un cambiare davvero gli
Smeralda in Sardegna, il vostro sog- scenari cui si è abituati.
36
Corsica

L e vostre giornate saranno ricche di più alte dell’isola, in cui la vigna prospera
scoperte e le notti dolci e rilassan- per donarci tre vitigni nobili.
ti grazie ad hotel ultraconfortebvoli
e piccoli indirizzi segreti selezionati
con cura dall’autore della «Route du U
n vitigno bianco che dà vita a vini
secchi, il Vermentinu; un vitigno
Bonheur», una vera Strada della Felicità. nero per un vino tipicamente corso,
lo Sciaccarellu; e infine il Niellucciu,
“Oggi ho semplicemente voglia di il vitigno rosso di Patrimonio i cui vini
condividere l’amore profondo che più corposi liberano aromi di frutti rossi
provo per la mia isola, e di restituirle e di violetta.
un po’ della bellezza che ci dona...”
Jean-Pierre Pinelli, proprietario della Villa Spa
P er degustare questi vini DOC, nu-
merose proprietà viticole vi aprono

A vviso agli appassionati di vino, la


strada che rende onore al nome
che porta vi guida in Balagne, magnifica
le porte come il Domaine d’Alzipratu,
ai piedi del Monte Grossu, medaglia
d’oro al Salone dell’Agricoltura 2013
regione viticola della Corsica di cui per la cuvée Fiume Seccu Blanc 2012,
è originario Jean-Pierre Pinelli e che è o ancora il Domaine Orsini, sulle colli-
fanosa per i vini della DOC CORSE-CALVI, ne di Calenzana dove troverete anche
prodotti in particolare nella valle del- golose confetture e deliziosi biscotti.
la Figarella, ai piedi del comune di
Calenzana.
S
e viaggiare alla ricerca di tesori,
siete accontentati: sulla Strada della

Q ui troverete splendidi villaggi Felicità i tesori dell’Isola della Bellezza


arroccati fa il mare e le montagne sono tutti per voi.

Per saperne di piu’

La Villa Calvi
Chemin de Notre Dame de la Serra
20260 Calvi - Corse, France

Tel: +33 (0)4 95 65 10 10

E-mail: info@hotel-lavilla.com
Seguite la guida, la «Route du Bonheur»

37
GIURA.
Giura

Il più piccolo
vigneto di
Francia, terra
del vino giallo

E’ sul più piccolo vigneto di Francia che nasce uno dei più celebri
vini bianchi: il vino giallo. Rossi e rosé, effervescenti e liquorosi, i
vini del Giura offrono un gamma di colori ricca come il patrimonio
culturale e gastronomico della regione.

DENOMINAZIONI
7 denominazioni - Arbois, Château-Chalon, L’Etoile, Côtes-du-Jura, Macvin-du Jura,
Crémant-du-Jura, Marc-du-Jura.

VITIGNI DOMINANTI
Rossi:
Trousseau, Poulsard, Pinot Nero.
Bianchi:
Savagnin, Chardonnay.

38
Giura

temperamento autentico, ma anche


vini effervescenti e liquorosi, come il
famoso vino passito e il vino giallo.

S oprannominato l’oro del Giura,


il vino giallo presenta un colore
ambrato e dei sentori di noce incom-
parabili. Viene lavorato secondo un
processo di invecchiamento specifico

I mboccate la Strada dei vini del Giura


per incontrare i produttori di vino nel-
le loro proprietà e nelle aziende frutti-
e imbottigliato nel “clavelin”, un con-
tenitore unico. I vini del Giura si spo-
sano perfettamente con le specialità
cole (cooperative locali) vinicole, dove gastronomiche locali: i formaggi di lat-
potrete degustare i vini delle sette te vaccino morbier e comté, i polli della
DOC. Colline disseminate di vigne, Bresse...
grotte, cascate, “reculées” (profon-
de valli scavate nel pianoro calcareo) Per saperne di piu’
completano le visite delle città stori-
che, delle abbazie e dei villaggi tipici. Sito ufficiale del turismo del Giura
Tra i più antichi vitigni di Francia, il vi-
tigno del Giura si estende sui primi con- COMITÉ DÉPARTEMENTAL DU
TOURISME DU JURA
trafforti del massiccio. Su circa 80 km,
Tel: +33 (0)3 84 87 08 88.
da Salins-les-Bains a Saint-Amour,
la varietà dei terreni permette la produ- Sito del Consiglio Interprofessionale dei Vini
del Giura
zione di vini rossi, bianchi e rosé dal

3 buone ragioni per venire

1. Scoprite due dei “Più Bei Villaggi di Francia”: Château-Chalon, culla del vino giallo, e
Baume-les-Messieurs, per la sua abbazia imperiale.
2. Festeggiate il vino giallo: ogni primo weekend di febbraio ha luogo la «Percée du Vin
Jaune», una delle più grandi feste viticole di Francia.
3. Degustate i prodotti locali: imparate ad abbinare piatti e vini e gustate la cucina di
quattro chef stellati.

39
Giura

VENITE A VIVERE LA « PERCÉE » DEL


VINO GIALLO NEL GIURA! .
La prossima «Percée», grande festa del vino
giallo, verrà celebrata il 3 e 4 febbraio 2018
nei vigneti del Giura, a L’Étoile.

U n’occasione per scoprire questo


vino frutto del vitigno savagnin, che
è oggetto di un metodo di produzione
Per saperne di piu’

unico: completata la fermentazione, vie- Les Ambassadeurs des Vins


ne conservato per sei anni e tre mesi in Jaunes
botti di quercia. Abbigliati con la veste Château Pécauld - BP41
ufficiale dai colori dorati, gli ambascia- 39600 ARBOIS CEDEX
tori scorteranno la botte di vino giallo da Tel: 03 84 66 26 14
228 litri prima di quella che viene chia-
Fax: 03 84 66 10 29
mata la “mise en perce”, ovvero il rituale
di un foro praticato nella botte per tira- E-mail: contact@myperigord.travel
re il vino. Cerimonia religiosa, vendita
all’asta, degustazioni con 70 produttori, Percée del vino giallo
serata gastronomica... animeranno un Applicazione Vignoble du Jura - Jura Tourisme
weekend d’eccellenza dedicato all’ “oro
Sito ufficiale Vins du Jura
giallo del Giura“
40
LINGUADOCA.
Linguadoca

Il nuovo mondo
dei grandi vini

Nutriti dal sole mediterraneo e dalla richezza dei loro terroir, i vini
della Linguadoca hanno tutti una propria personalità, che essi
siano rossi, bianchi, rosé o spumanti. Fanno parte del ricco
patrimonio culturale e gastronomico della regione.

DENOMINAZIONI
36 denominazioni - 36 DOC e 20 IGP

VITIGNI DOMINANTI
Rossi:
Grenache, Mourvèdre, Syrah, Carignan.
Bianchi:
Bourboulenc, Grenache Blanc, Marsanne, Roussanne, Vermentino, Piquepoul.

41
Linguadoca

E stendendosi su 245 000 ettari,


il vitigno della Linguadoca è uno
dei più vasti vigneti di Francia e il più
e architettoniche: il Pont du Gard e
l’Arena di Nîmes, i castelli del Paese
Cataro, la città di Carcassonne...
antico. Da Nîmes ai confini dell’Au-
de, da Montpellier a Carcassonne, tra
montagne, macchia e mare, i paesag- I l clima mediterraneo della
Linguadoca, con inverni dolci ed esta-
ti calde, è ideale per la coltivazione
gi viticoli si declinano lungo diverse
Strade dei vini con una sola costante: della vigna. Qui si declinano vini rossi,
bianchi, rosé e spumanti, tutti con una
il Mediterraneo.
personalità unica. Dal Moscato alla
Blanquette di Limoux, il vino più antico
F este delle vendemmie, escursioni tra
i vigneti e animazioni enoturistiche
sono altrettante occasioni per celebrare
del mondo, nessuna denominazione
somiglia ad un'altra. La Linguadoca è
inoltre il primo produttore di «vins de
la vigna. I vignaioli della Linguadoca
pays» ovvero IGP, a indicazione geogra-
aprono le proprie cantine e insegna-
fica protetta.
no agli appassionati ad abbinare vini e
piatti mediterranei. La Linguadoca vuol
dire anche varietà e condivisione attra-
verso una gamma completa di vini pro- Per saperne di piu’
posti per la degustazione: vini bianchi,
Sito del Consiglio Interprofessionale dei
rosati, rossi, vini dolci naturali e pure Vini della Linguadoca
vini effervescenti. La regione possiede www.tourisme-occitanie.com
inoltre numerose attrattive culturali

3 buone ragioni per venire

1. Approfittate del clima mediterraneo: un sole quasi onnipresente e temperature miti


tutto l’anno.
2. Scoprite gli itinerari gastronomici con abbinamenti di piatti e vini della Linguadoca
proposti dai più grandi chef della regione.
3. Scoprite la ricchezza del patrimonio: un territorio dove si mescolano vini, gastrono-
mia, architettura e storia.

42
Linguadoca

CINQUE STRADE DEI VINI NEL


CUORE DELLA LINGUADOCA .
Andate a scoprire i vigneti della doc
Corbières come preferite.

P artite alla scoperta dei stabilito, nè una fine e nessuna sosta


vigneti della doc Corbières obbligatoria. Si degusta il vino e ci si
attraverso cinque strade dei vini innamora di questa Terra del Sud festosa
a tema. Ognuna si può percorrere e solare e dei suoi viticoltori, che hanno
in una giornata... o in più giorni. le radici nell’autenticità.

P ercorrete i vigneti della Linguadoca Per saperne di piu’


e della DOC Corbières attraverso Syndicat général de l'AOC cor-
cinque itinerari a scelta: la Strada delle bières
lagune e del mare, la Strada dei Siti 2 bis, chemin de l’Allée Le Château
Catari, la Strada del cru Boutenac, 11200 Boutenac

la Strada dell’Alaric e la Strada da Tel: +33 (0)4 68 27 73 00


Narbonne a Lézignan-Corbières. E-mail: syndicat@aoc-corbieres.com
Ci sono da visitare decina di cantine e
Sito della DOC Corbières
di proprietà viticole. Non c’è un inizio
43
PAYS D'OC.
Pays d'Oc

I vini del Pays


d’Oc trasmettono
nel loro aroma
l’anima della
terra in cui sono
nati

La vigna è onnipresente in Occitania, dove rappresenta un terzo


delle superfici coltivate. Dal Rodano ai Pirenei, il vitigno del Pays
d’Oc è cresciuto con l’obiettivo di un’alleanza perfetta tra i vitigni e
il territorio.

DENOMINAZIONI
1 denominazione - "Pays d’Oc IGP"

VITIGNI DOMINANTI
Rossi e rosé:
Merlot, Cabernet-Sauvignon, Syrah, Cabernet-Franc, Malbec, Mourvèdre.
Bianchi:
Chardonnay, Sauvignon, Viognier, Chenin, Colombard.

44
Pays d'Oc

cresciuti con un agglomerato circolare


attorno a una chiesa o un castello, di
porti di pesca come Sète e Marseillan,
degli stagni dove la fauna e la flora sono
uniche, infine dell’atmosfera delle
terrazze ombreggiate delle belle città
del Sud.

I l vitigno del Pays d’Oc beneficia


dell’intenso soleggiamento proprio
del clima mediterraneo. L’estensione

T eatro di un paesaggio modellato


dalla vite dalla notte dei tempi,
il vitigno del Pays d’Oc si declina su
del vitigno spiega la straordinaria
varietà dei terreni che qui si
incontrano: terreni sabbiosi, calca-
quattro dipartimenti vitivinicoli rei, scisti, argille o terreni ghiaiosi
d’Occitania: Gard, Hérault, Aude e permettono lo sviluppo della grande
Pirenei-Orientali, così come su sei co- varietà di 56 vitigni diffferenti.
muni della Lozère. Attraversare il
grande vigneto del Pays d’Oc vi porta
alla scoperta di monumenti storici
Per saperne di piu’
importanti come il Pont du Gard, il
Canal du Midi, la Cité di Carcassonne,
Sito dei Vini del Pays d'Oc IGP
un florilegio di abbazie, di villaggi
Vini del Pays d'Oc IGP su Twitter
dell’Anno Mille detti circulades perchè

3 buone ragioni per venire

1. Circa mille cantine ripartite sull’intero territorio vi accolgono in questo vigneto auten-
tico, frutto di 26 secoli di tradizione vitivinicola.
2. Tra i ripidi pendii dei Pirenei, cime ondulate, macchia e Mediterraneo, 200 km di spiag-
ge e un oceano di vigne inondate dal sole.
3. La "Route 33" vi invita ad attraversare un vigneto tra terra e mare, alla scoperta di 33
dei suoi vitigni.

45
Pays d'Oc

SUI PASSI DI MOLIÈRE A PÉZENAS .


Storia, arte e rosé attorno a un petit pâté.

A Pézenas, Città d’Arte e vicerè delle Indie, che soggiornò qui.


Storia cara a Molière, nel Per l’aperitivo, questa preparazione
cuore del Pays d’Oc, gustate il dolce-salata a base di carne d’a-
famoso petit pâté accompagnato gnello si abbina a meraviglia
dai migliori rosé della regione. con i vini rosés del Pays d’Oc, in
particolare i rosé d’assemblaggio

S coprite il Pays d’Oc, terra occitana. syrah-grenache.


Faite una sosta a Pézenas, classi-
ficata «Città d’Arte e Storia dal 1950».
In questa città cara a Molière, le Per saperne di piu’
strette stradine costellate di botteghe
Ufficio del Turismo di Pézenas
accolgono il viaggiatore. Place des États du Languedoc
34120 Pézenas

D egustate il famoso petit pâté


di Pézenas, importato nel XVIII se-
colo dai cuochi indiani di Lord Clive,
Tel: +33 (0)4 67 98 36 40
Sito dell’ufficio del turismo di Pézenas

46
PROVENZA.
Provenza

Una terra
generosa e di
contrasti,
luminosa e
accogliente

Specialista storica dei vini rosé, la Provenza ha una storia


vitivinicola millenaria. Le sue vigne si estendono tra paesaggi
sempre diversi, attorno a città storiche, sulle rive del Mediterraneo
o nelle zone interne.

DENOMINAZIONI
9 denominazioni

VITIGNI DOMINANTI
Rossi:
Syrah, Grenache, Cinsault, Mourvèdre, Tibouren, Carignan, Cabernet Sauvignon.
Bianchi:
Rolle, Ugni Blanc, Sémillon.

47
Provenza

D alle porte di Nizza fino a quelle del-


la Camargue, la Strada dei vini di
Provenza vi porta tra mare e montagna,
colline e villaggi pittoreschi, arroccati
sulle alture… Comprende più di 430
aziende e cantine cooperative impegna-
te in un percorso di qualità che vi garan-
tiscono un’accoglienza personalizzata
l’anfiteatro romano di Fréjus… I vigneti
si esplorano anche a piedi, in bicicletta
e persino in battello.

I
n Provenza, il rosé è radicato nelle
tradizioni viticole; il clima, i terreni,
i vitigni qui favoriscono la sua prepa-
razione. I vignaioli hanno sviluppa-
to da anni un autentico savoir-faire.
La Provenza produce anche vini rossi
e qualificata, una degustazione da invecchiamento, corposi e generosi,
commentata dei vini (talvolta a paga- e bianchi di grande freschezza, molto
mento) e la visita della cantina e del- aromatici.
le vigne (a volte su appuntamento).
Tra una passeggiata vinicola e l’al- Per saperne di piu’
tra, scoprite i palazzi antichi di
Sito dei Vini di Provenza
Aix-en-Provence, la montagna
Sito della strada dei vini di Provenza
Sainte-Victoire dipinta da Cézanne,

3 buone ragioni per venire

1. Esplorate la Provenza: le località marittime, le rinomate località turistiche, i luoghi


carichi di storia, i mercati autentici, la sua arte di vivere.
2. Giocate a fare l’apprendista vignaiolo: imparate a distinguere i differenti vitigni nei la-
boratori di enologia delle aziende.
3. Approfittate delle passeggiate gastronomiche tra le vigne con i produttori dei vini e dei
grandi ristoratori locali.

48
Provenza

CHÂTEAU LA COSTE: IL VINO,


L’ARTE E L’ARCHITETTURA .
Un museo d'arte contemporanea a cielo
aperto in 135 ettari di vigne di agricoltura
biologica.

A Château La Coste, la vi- opere d’arte e installazioni degli ar-


gna, l’arte e l’architettura si tisti e architetti invitati a creare qui.
esprimono liberamente. I vini E per finire la visita al centro d’arte
del domaine qui si degustano realizzato da Tadao Ando, dove potrete
fra opere d’arte e uliveti. gustare una cucina di stagione.

Per saperne di piu’

N el vasto Domaine du Château


La Coste, nel cuore dei vigneti
della Provenza, visitate le cantine opera
Château La Coste
2750, route de la Cride
13610 Le Puy-Sainte-Réparade
di Jean Nouvel, e iniziatevi alla viticoltu-
ra biologica e biodinamica e ai metodi Centre d’Art -Tel: +33 (0)4 42 61 92 92

di vinificazione. Dopo una degustazione E-mail: reservations@chateau-la-coste.com


dei vini, passeggiate fra gli ulivi
Sito di Château La Coste
e le vigne del domaine, costellate di
49
ROUSSILLON.
Roussillon

Tra Mediterraneo
e Pirenei, il
Roussillon si offre
infinitamente
a voi

Con 320 giorni di sole all’anno, 40 chilometri di spiagge di sabbia


fine, montagne e vigneti a perdita d’occhio, il Roussillon offre un
ambiente paradisiaco per degustare i suoi vini rossi, bianchi, rosé
e i suoi famosi vini dolci naturali.

DENOMINAZIONI
14 denominazioni
Vini secchi:
Côtes-du-Roussillon, Côtes-du-Roussillon Les Aspres, Côtes-du-Roussillon Villages (CRV),
CRV Caramany, CRV Lesquerde, CRV Latour de France, CRV Tautavel, Maury Sec, Collioure.
Vini Dolci Naturali:
Moscato di Rivesaltes, Rivesaltes, Maury, Banyuls e Banyuls Grand Cru.

VITIGNI DOMINANTI
Rossi:
Grenache Noir, Carignan, Lladoner Pelut, Mourvèdre, Syrah e Cinsault.
Bianchi:
Grenache Blanc, Macabeu, Malvasia del Roussillon, Moscato dai piccoli acini, Zibibbo, Mar-
sanne, Roussane, Vermentino.
Rosé:
Grenache gris.

50
Roussillon

Roussillon, esercitatevi... e diventate


degli esperti! Partite alla scoperta dei
vigneti e fate visita ai vignaioli,
i negozianti e le cantine cooperative
del Roussillon, dove degusterete
di vini d’eccellenza. Grenache nero
e bianco, Carignan, Syrah, Macabeu...
In totale 23 vitigni crescono su
terreni differenti e entrano nella
composizione di 14 DOP e 3 IGP.
R icco di paesaggi dalle molteplici
sfaccettature, il Roussillon vi
invita a « ricaricarvi » gustando i
Non c’è dunque un unico vigneto, ma
tanti vigneti diversi nel Roussillon e
una  gamma ricca e diversificata di
prodotti del territorio e i suoi grandi
vini, ognuno con una propria speci-
vini. Tra terra e mare, il Roussillon
ficità, una personalità e un posto nel
gode di un clima soleggiato, caldo,
mondo della gastronomia.
ideale per la coltivazione della vigna.
E’ un anfiteatro aperto sul
Mediterraneo a est, costeggiato da Per saperne di piu’
tre massicci: le Corbières a nord,
i Pirenei con il monte Canigou a ovest e Sito dell’agenzia di sviluppo turistico dei
Pirenei-Orientali
le Albères a sud. La pianura è percorsa
Sito del Consiglio interprofessionale dei vini
da tre fiumi: l’Agly, la Têt e il Tech. del Roussillon
Che siate neofiti, intenditori o semplici Strada dei vini dei Roussillon
curiosi, imboccate la strada dei vini del

3 buone ragioni per venire

1. Degustate un vino dolce naturale millesimato del vostro anno di nascita, eredità di un
medico del regno di Maiorca che inventò nel XIII secolo l’unione miracolosa del liquo-
re di uva e della sua acquavite.  
2. Scoprite i segreti della lavorazione dei rancios secs, vini maderizzati che hanno attra-
versato secoli di storia.
3. Visitate delle tenute dall’architettura atipica, mas catalani con muri di ciottoli arroton-
dati e mattoni rossi “cayrous” tipici della regione o ancora architetture borghesi della
Belle Époque.

51
Roussillon

IL CREST PETIT, UN PATRIMONIO


RURALE UNICO NEL ROUSSILLON .
Un sentiero del vino didattico in un
eccezionale paesaggio mediterraneo.

I viticoltori del Crest Petit


hanno reimpiantato nel cuore
della macchia 6 ettari di vigne
e di ulivi... Imboccate il sentiero
segnalato e degustate i vini del
Roussillon in un paesaggio ecce-
zionale.

U na  giornata gourmande nei
vigneti del Crest Petit comincia con mosaico viticolo tipico dell’entroterra
una prima colazione del viticoltore, mediterraneo. In visita libera o con
nel cuore di 6 ettari di un patrimonio un’audioguida, imboccate i 5 km di
rurale ricostruito con la massi- sentiero segnalato, scandito da
ma cura dai viticoltori di Baixas. pannelli informativi sui vini del
Scoprite i vigneti sostenuti da pali  Roussillon. Nel punto culminante,
(su cui si «arrampica» la vite), i muret- davanti a una tavola d’orientamento,
ti di pietra a secco, l’orry tradizionale vi aspetta un panorama straordinario
(un capanno di pietra)... in  un sul mare, il Mont Canigou e i Pirenei.

Per saperne di piu’

Vignoble Dom Brial


Tel. : +33 (0)4 68 64 22 37

E-mail : contact@dom-brial.com
Sito dei vigneti Dom Brial

52
SAVOIA.
Savoia

Un vigneto
alpino, ricco
di 25 vitigni,
tra laghi e
montagne

Dominato dal Monte Bianco, il vigneto della Savoia costituisce la


ricchezza insospettabile delle Alpi. Tra sci ed escursioni, qui i vini
bianchi e rossi si degustano trai i più bei paesaggi di montagna, in
estate come in inverno.

DENOMINAZIONI
3 denominazioni - 3 DOC e 20 denominazioni geografiche

VITIGNI DOMINANTI
Rossi:
Mondeuse, Pinot Nero, Gamay, Persan.
Bianchi:
Chardonnay, Jacquère, Roussanne, Altesse, Chasselas.

53
Savoia

Ipaesaggi savoiardi sono universal-


mente rinomati per la loro bellezza.
Amanti della natura o sportivi, la re-
gione Savoie-Mont Blanc vi accoglie in
tutte le stagioni nel cuore delle Alpi. Tra
escursioni o discese con gli sci, qui po-
tete anche scoprire un’altra ricchezza: i
vini della Savoia. I tre itinerari della Testimoni del patrimonio architettoni-
Strada dei vini percorrono il vigneto co savoiardo, fortificazioni e castelli
della Savoia attraverso paesaggi gran- medievali si scoprono tra alpeggi, ca-
diosi e sempre diversi, costellati da scate e corsi d’acqua.

R
iconosciuti per la loro qualità, i vini
della Savoia si declinano essenzial-
mente in rossi e bianchi, ma anche
in rosé e vini effervescenti (Crém-
ant-de-Savoie). I bianchi, chignin, Aby-
mes e Apremont hanno contribuito alla
grandi laghi (lago Lemano, lago di Bour- loro fama.
get, di Annecy e di Aiguebelette). La
strada è scandita da tenute e cantine Per saperne di piu’
aperte per la degustazione. Ric-
chi di una doppia cultura, montana- Sito Savoie-Mont Blanc tourisme
ra e vinicola, i produttori propongono Sito dei Vini della Savoia – Maison de la vigne
et du vin
escursioni enologiche, laborato-
Enoturismo in Rodano-Alpi Alvernia
ri di raccolta e spremitura delle uve...

3 buone ragioni per venire

1. Esplorate un vigneto di montagna: degustazioni, sistemazioni fra i vigneti, il museo


della vigna e del vino e i numerosi mercati di prodotti locali.
2. Vini e formaggi, l'accordo perfetto da degustare nelle cantine, negli alpeggi o a tavola
in uno dei 36 ristoranti stellati che conta il territorio Savoie-Mont Blanc.
3. Partite in 2CV per un originale tour tra le vigne, dove vi vengono proposti tre percorsi.

54
Savoia

UN ORTO-GIARDINO BIO AL
CASTELLO SULLA STRADA DEI VINI
DELLA SAVOIA .
Una tappa accogliente e gourmande in un
vigneto di montagna.

N el cuore dei vigneti della sue ricette, vi consiglia i migliori in-


Savoia, Château des Allues dirizzi e vi rivela tutti i segreti dell’arte
è una tappa di charme con del coltivare l’orto , nel corso di labo-
camere raffinate e un grande ratori-scoperta. Chiedetegli l’itinerario
orto-giardino bio. Nel menù, delle più belle randonnées tra i vigne-
cucina naturale, vini della ti della Savoia e godetevi panorami
Savoia e paesaggi incantati. spettacolari.

U n’affascinante residenza borghese


trasformata in b&b di charme dal
look attentamente curato, Château des
Per saperne di piu’

Allues è una tappa splendida e acco- Château des Allues


gliente sulla Strada dei Vini della Savoia. Stéphane Vandeville
335, rue Audibert
A tavola si gustano i piatti che Stéphane
73250 Saint-Pierre-d'Albigny
cucina con passione utilizzando i
prodotti del suo orto bio di 88 riquadri, Tel: +33 (0)6 75 38 61 56
e che accompagna con vini della Savoia.
Sito di Château des Allues
Ed è pieno di attenzioni: vi spiega le
55
SUD-OVEST.
Sud-Ovest

Un’incredibile
varietà di sapori
e terroir, a
immagine dei
suoi vignaioli

Il Sud-Ovest coltiva l’arte di vivere. Tra vigne, montagne e castelli,


la ricchezza del suo patrimonio è pari solo all’autenticità dei suoi
vini di carattere. Vini che si accordano perfettamente con una
gastronomia locale universalmente rinomata.

DENOMINAZIONI
15 denominazioni

VITIGNI DOMINANTI
Rossi:
Cabernet Franc, Cabernet Sauvignon, Merlot.
Bianchi:
Sémillon, Sauvignon, Muscadelle

56
Sud-Ovest

enoturistiche organizzate da vignaioli e


produttori locali. La scoperta dei vini del
Sud-Ovest va di pari passo con quella
della gastronomia locale e dei suoi
prodotti famosi in tutto il mondo: foie
gras, tartufo, roquefort...

G razie agli influssi oceanici,


mediterranei e montani del clima,
i terroir del Sud-Ovest sono moltepli-
D al Massiccio Centrale alle colline
della Guascogna e fino ai Pirenei,
il vigneto del Sud-Ovest copre dodici
ci. Ne deriva un gran numero di viti-
gni autoctoni e molto antichi. I 50.000
ettari di vigne coltivate in altura e
dipartimenti, in particolare nella
in terrazzamenti producono vini di
regione dell’Occitanie. Percorrendo
carattere: rossi leggeri o da invecchia-
la Strada dei vini del Sud-Ovest,
mento, rosé morbidi o vinosi, bianchi
scoprite siti inseriti nel Patrimonio
secchi, abboccati o spumanti.
mondiale dell’Unesco, Tolosa, Cahors,
Auch e Albi, gli antichi cammini che
Per saperne di piu’
portano a Santoiago di Compostela...
attraverso paesaggi sempre diversi.
Sito del Comitato Regionale Occitanie
Festival e feste per le vendemmie,
Maison dei Vini di Cahors: la Villa Cahors Malbec
visite delle cantine con corsi di
Sito dell’Interprofessionale dei
degustazione e di abbinamento vini del Sud-Ovest (IVSO)
piatti-vini sono le allettanti animazioni

3 buone ragioni per venire

1. Un ricco patrimonio culturale: 170 musei, 200 festival, 29 “Più bei villaggi di Francia”,
33 monumenti catalogati come Patrimonio mondiale...  
2. Sublimi abbinamenti piatti-vini: 120 prodotti del territorio garantiti da un marchio di
qualità, 22 chef stellati.
3. "Grandi Siti" internazionalmente riconosciuti: Albi, Rocamadour, il Canal du Midi,
Cahors e la valle del Lot, Conques, l'imponente viadotto di Millau...

57
Sud-Ovest

UN VIGNETO, UN MUSEO IN
OCCITANIE .
Gaillac, Marcillac, Cahors, Fronton... fra vino
e cultura.

A ttraversate i più bei vigne- vigneto di Gaillac e del museo


ti del Sud-Ovest seguen- Toulouse-Lautrec, nel cuore della
do un circuito attentamen- cité episcopale di Albi, iscritta nel
te preparato e scoprite, a ogni Patrimonio Mondiale dell'Unesco.
tappa, un museo prestigioso. Poi verso l'Aveyron, terra dello straor-
dinario museo Soulages, a Rodez, e
del vigneto di Marcillac. Il giorno dopo,

U n vigneto, un museo! In quattro


giorni, questo circuito permette di
scoprire i vigneti del Sud-Ovest e i più
visitate il Lot e il museo Henri Martin,
a Cahors. L’itinerario si conclude con
l’esplorazione del vigneto di Fronton
bei musei della regione dell'Occitanie, e la visita del museo Ingres, gioiello
l’Occitania. Prima tappa la visita del culturale di Montauban.

Per saperne di piu’


Descrittivo completo dell’itinerario
L’Atelier des Vacances
Tarn Tourisme
Sito della Maison du Vin di Gaillac
Loisirs Accueil Tarn
Sito della Maison desVins di
Tel: + 33 (0)5 63 77 32 30 Cahors:la Villa Malbec

E-mail: contact@atelier-des-vacances.com Sito della Maison des Vins di Fronton

58
Valle della Loira

VALLE DELLA
LOIRA.

Tutti i vini
nella natura

Iscritta nel Patrimonio Mondiale dell’Unesco per i suoi paesaggi e


i suoi castelli, la Valle della Loira coltiva l’arte di vivere e possiede
un vitigno di fama mondiale. Lungo i 1 000 km della sua Strada
dei Vini di scoprono monumenti storici e denominazioni dai nomi
prestigiosi.

DENOMINAZIONI
85 denominazioni

VITIGNI DOMINANTI
Rossi:
Pinot Nero, Cabernet Franc, Gamay, Grolleau, Pineau d'Aunis, Malbec.
Bianchi:
Chenin Blanc, Sauvignon, Melon de Bourgogne, Chardonnay.

59
Valle della Loira

passeggiate del gusto tra le vigne, bat-


telli tradizionali, una casa per dormire
fra i vigneti, avvenimenti insoliti sul
tema del vino, la Valle della Loira è una
destinazione ideale per svariati soggior-
ni enoturistici.

D all'Atlantico al Berry passando per

D a Nantes a Sancerre, il vigneto il Muscadet, l'Anjou, la regione di


della Valle della Loira si estende Saumur, la Touraine e il territorio di
lungo il fiume dei re, che percorrete se- Sancerre, i vini della Valle della Loira
sono prodotti a partire da una gran-
guendo la più lunga Strada dei Vini
de diversità di terroir e di vitigni. Rossi,
di Francia. Villaggi trogloditici, castel-
bianchi secchi, abboccati, effervescenti,
li, giardini e abbazie reali sfilano attra-
liquorosi e rosé, le denominazioni del-
verso paesaggi di colline e di pianure.
la Valle della Loira sono di tutti i colori.
Dietro ogni grande regione di denomina-
I suoi grandi nomi - Sancerre, Chinon,
zione si nasconde un famoso castello Coteaux-du-Layon... - sono rinomati
della Loira: Chenonceau, Chambord, nel mondo intero.
Brissac, Saumur, Chinon... Più di un
migliaio di proprietà viticole sono
aperte al pubblico, tra cui più di 400 Per saperne di piu’
cantine turistiche, dove potrete in-
Sito Val de Loire France
contrare i produttori e degustare le
Sito dei vini della Valle della Loira
numerose denominazoni della Valle
Sito dei vini Centre-Loire
della Loira. Cantine monumentali,

3 buone ragioni per venire

1. Per i Castelli della Loira e i paesaggi del più vasto sito inserito nel Patrimonio mondiale
dell’Unesco.
2. Per i suoi 800 km d’itinerari ciclabili lungo la Loira: "La Loire à Vélo", la Loira in
bicicletta.
3. Per degustare i vini della Valle della Loira in altro modo: in notturna al castello di Che-
nonceau, con un’ escursione tra le vigne, nelle sue monumentali cantine trogloditiche.

60
Valle della Loira

PARTITE ALLA SCOPERTA DELLE


STRADE DEI VINI DELLA VALLE
DELLA LOIRA .
Diciassette percorsi ad anello per scoprire
il patrimonio, i vini e i produttori della Valle
della Loira.

P aesaggi che incantano, diciassette nuovi percorsi ad anello


prodotti raffinati, incontri che conquisteranno gli enologi raffinati
indimenticabili: avventurarsi i neofiti e le famiglie in cerca di relax e
sulle Strade dei Vini della Valle natura. Avventurieri dei tempi moderni,
della Loira vuol dire vivere qualunque sia la vostra destinazione,
momenti di condivisione non perderete la bussola grazie a una
eccezionali! carta interattiva e un sistema di geolo-
calizzazione sul vostro smartphone.

I I
l vigneto della Valle della Loira n auto o in bicicletta, percorrete i nuovi
scrive un capitolo nuovo della sua anelli nel Pays de la Loire, e stupitevi
storia ridisegnando non solo LA SUA delle sorprese che vi riservano i suoi
ma LE SUE Strade dei vini, grazie a quattro territori viticoli.
61
Valle della Loira

A pprezzerete inoltre il savoir-


faire degli artigiani locali, i de-
liziosi indirizzi gastronomici, o
ancora le cantine aperte alle visi-
te dove vi verranno presentati vini
DOC famosi nel mondo e vini di nic-
chia da scoprire.

Il Vigneto di Nantes vi invita alla

I
scoperta di un vitigno emblematico n un’atmosfera calorosa, incontre-
come il Muscadet, di una città emble- rete i produttori del Savennières,
matica e del suo splendido scrigno di del Saumur e ancora dell’Anjou
verde solcato da corsi d’acqua. senza dimenticare quelli che
producono il Quarts-de-Chaume,

N ella Valle del Loir, approfitta- unico Grand Cru della regione.
te di una passeggiata fra le vigne Se i percorsi di scoperta sono un
per fare una sosta e andare a scopri- piacere in ogni stagione, i fortunati
re i produttori attorno a Jasnières o che andranno in giro per le vigne tra la
Coteaux-du-Loir. fine dell’estate e l’autunno avranno il
privilegio di apprezzare il savoir-faire

N ei Feudi Vandeani, fra il Marais dei viticoltori in piena vendemmia.


Poitevin e l’oceano Atlantico,
riempitevi i polmoni di aria pura e
attraversate un vigneto che produce vini NON RESTA CHE PREPARARE LE
giovani e leggeri. VALIGIE!

Il Vigneto d’Anjou-Saumur, reputato Le Strade dei Vini vi invitano al viaggio:


per la varietà dei suoi vini, in
particolare i vini Coteaux de l’Aubance,
• nella Valle del Loir
• nel Vigneto di Nantes
• nei Feudi Vandeani
Coteaux du Layon o ancora il Saumur
• nel Vigneto d’Anjou-Saumu
Blanc, permette a tutta la famiglia di
andare a spasso fra vigne, paesaggi e
splendidi castelli.

D ietro ogni destinazione viticola


si nasconde una ricca storia, in par-
ticolare per quei siti che fanno parte del
Per saperne di piu’

Trovate i percorsi delle Strade dei Vini


Patrimonio Mondiale dell’UNESCO.
62
Valle del Rodano

VALLE DEL
RODANO.
Dai terroir mitici
ai paesaggi
inondati di sole,
il vigneto della
Valle del Rodano
ha tanti volti

Secondo vitigno francese, il vigneto della Valle del Rodano si


estende sulle due rive del fiume. Sono nate qui alcune delle deno-
minazioni più prestigiose al mondo. E la Valle rivela pure un ricco
patrimonio architettonico.

DENOMINAZIONI
45 denominazioni
38 denominazioni in Côtes-du-Rhône: 16 cru, 2 vini dolci naturali, 18 Côtes-du-Rhône-
Villages comunali, Côtes-du-Rhône Villages, Côtes-du-Rhône regionali
7 denominazioni della Valle del Rodano: Luberon, Ventoux, Grignan-les-Adhémar, Co-
stières-de-Nîmes, Clairette-de-Bellegarde, Duché-d’Uzès, Côtes-du-Vivarais

VITIGNI DOMINANTI
Rossi:
Syrah, Grenache, Mourvèdre.
Bianchi:
Viognier, Roussanne, Marsanne, Grenache Blanc, Bourboulenc.

63
Valle del Rodano

no con voi momenti unici, scoperte


enologiche e centinaia di eventi sul
tema del vino. Sotto il sole del Sud,
scoprite il Palazzo dei Papi ad Avignone,
il Pont du Gard, la caverna del-
Pont-d’Arc...

L a diversità dei territori, dovuta


ai suoli complessi e alle variazioni
del clima mediterraneo, conferisce ai

D a Lione alla Camargue, passan-


do per la Provenza e il Luberon,
il vigneto della Valle del Rodano gioca su
vini del Rodano il loro carattere ben
definito. In maggioranza rossi, i vini
del Rodano si declinano in tre colori.
due grandi regioni vitivinicole: a nord, A nord, vini rossi corposi, ma
il vigneto settentrionale si aggrappa raffinati, e vini bianchi aromatici.
alle colline scoscese tra ripidi dirupi; A sud, rossi più generosi, bianchi
a sud, il vigneto meridionale si decli- espressivi e rosé rotondi e fruttati.
na fra pianure e colline dai dolci pendii. Dei vini dolci naturali completano que-
Le quattordici Strade dei vini sta vasta gamma.
attraversano i villaggi–gioiello inseriti
nei paesaggi più vari. Le Strade condu-
cono verso le tenute di denominazioni
prestigiose: Hermitage, Côte-Rôtie, Per saperne di piu’
Beaumes-de-Venise… Tra campi di Vini DOC Côtes du Rhône e Vallée du Rhône
lavanda e ulivi, i viticoltori condivido-

3 buone ragioni per venire

1. Visitate le città celebri della regione: Lione, Vienne, Valence, Vaison la Romaine, Oran-
ge, Avignone, Nîmes, i villaggi arroccati del Luberon...
2. Percorrete 14 Strade dei vini in auto, a piedi, in bicicletta, a cavallo... e in aria!
3. Abbinate i più grandi vini alle specialità locali: olive, tartufi, formaggi di capra...

64
Valle del Rodano

I VILLAGGI ARROCCATI DEL


LUBERON NELLA VALLE DEL
RODANO .
Assaporate l’arte di vivere provenzale nei
villaggi monumentali.

A dominare le vigne, i villaggi rinfrescatevi a una vecchia fontana e


arroccati del Luberon co- degustate un bicchiere di rosé bello
stellano il paesaggio provenzale. fresco in una terrazza, sotto il sole della
Colori splendidi e luce straordi- Provenza... Un’ immersione rigenerante
naria, costituiscono una visita nell’arte di vivere provenzale in questo
da non perdere durante un sog- angolo di paradiso nella Valle del
giorno nella Valle del Rodano. Rodano.

A nsouis, Bonnieux, Lourmarin,


Gordes... Nomi emblematici del
Luberon che fanno parte dei "Più
Per saperne di piu’

Relais & Châteaux


La Coquillade
bei villaggi di Francia". Scoprite un Le Perrotet
patrimonio intatto, godetevi la 84400 Gargas
luminosità straordinaria che illumina Tel: +33 (0)4 90 74 71 71
i vigneti dei vini della DOC Luberon.
E-mail: info@coquillade.fr
Andate in giro per le stradine di pietra,
65
Crediti fotografici

Alsazia • © Dom Brial


• © Zvardon Conseil Vins Alsace • © CIVR Guinguettes
• © Tourisme Barr • © Cru Banyuls Collioure
• © QUAD-ConseilVinsAlsace • © Paul Palau
• © Benoit Facchi
• © OT Kaysersberg Savoia
• © Christian Fleith • © Le Taillefer Lionel Daviet

Armagnac Sud-Ouest
• © Armagnac Domaine d'Aurensan • © CRT Midi Pyrénées - P. Thebault
• © JP Cazelles-Chronotours • © Chateau Montus - Chapuis
• © CRT Midi-Pyrenees D. VIET • © Caves de Labastide
• © Armagnac Castarede-JB. LAFFITTE
Valle della Loira
Bergerac • © E. Mangeat CRT - Centre Val de Loire
• © Victor Picon • © Frank Charel
• © Jazz en chais • © Domaine de Noire
• © Chateau des Vigiers • © Chateau de Fontenay
• © MC Grasseau • © C. Mouton
• © Saison d'or • © Interloire - Stevens Fremont
• © Perigord gabarres
• © Dan Courtice Valle del Rodano
• © My Perigord Travel • © Kelly Mc Auliffe
• © Hostellerie des Ducs • © Pauline Daniel - Thomas O'Brien
• © Objectif Duras • ©J érôme Ubassy
• © Domaine de Grange Neuve
Linguadoca
Bordeaux • © Céline Gilles Deschamps - CIVL
• © Pierre de Ferluc • © AOC Languedoc - Château de Pennautier
• © Philippe LABEGUERIE
• © Anaka la cite du vin Provenza
• © Jean-Michel DESTANG • © civp F. Millo
• © Camille Béranger Chambre d'agriculture du
Borgogna Var
• © BIVB-IBANEZ-A • © Vins Sainte-Victoire
• © BIVB-Armelle photographe.com
• © Office de tourisme Beaune et Pays beaunois - Pays d'Oc
Images associés • © Sourioux
• © Alain Doire - Bourgogne Tourisme • © Inter OC
• © Office de Tourisme de Dijon - Michel JOLY • © MS
• © BIVB Les Créations de l'Etoile - Louise Barillec
Ackerman
Champagne • © Direct Image
• © Champagne Rémy Massin • © Ackerman
• © Champagne Création
• © MB Sautel Advini
• © F. Canon • © clos-de-paulilles
• © CIVP F. Millo • © cazes
• © Obediencerie
Roussillon
• © Cru Maury Hameau Duboeuf
• © Laetizi Lazizi • © Coll Hameau Duboeuf

Potrebbero piacerti anche