Sei sulla pagina 1di 15

il giornale della tua citt

2 quindicinale di attualit, politica e cultura


21 DICEMBRE 2011 - ANNO XL - n. 22

1971-2011
Quarantanni vissuti con orgoglio e sacrifici
di Pietro Mentana
QUARANTA! Tanti sono gli anni che sono trascorsi da quando, era lottobre del 1971, stato pubblicato il primo numero di Segrate Oggi. San Felice stentava a popolarsi e i commercianti avevano abbassato per giorni le saracinesche perch non riuscivano a pagare il canone. Il Consiglio comunale litigava sulle modifiche alla convenzione con la Societ San Felice, i cittadini di Novegro rivendicavano gi da allora una Farmacia, o almeno un armadio farmaceutico. Io sapevo dellesistenza di Segrate solo perch ne aveva parlato la televisione. Una vita fa. Segrate Oggi era un bollettino bimestrale a cura delle sezioni del Partito comunista. Era appena caduta lamministrazione PCIPSI sostituita dal nuovo Centrosinistra DC-PSI e guidata da due longevi uomini politici locali, Gianfranco Rosa sindaco, Renato Turri vicesindaco, tutti e due tuttora presenti sul territorio, il primo ancora sui banchi del Consiglio. Bisogner aspettare il 1974 per vedere nelle edicole il Nuovo Segrate Oggi indipendente e regolarmente registrato in tribunale. Allinizio con cadenza mensile e, cinque anni dopo, quindicinale. Incredibile! Un giornale che esce ininterrottamente per quarantanni. Una vera e propria anomalia nel panorama editoriale, soprattutto per un piccolo giornale come il nostro con scarsi mezzi economici a disposizione.

Segrate Oggi compie 40 anni. Li ripercorriamo attraverso i ricordi e i messaggi di collaboratori e personaggi della comunit segratese, raccontando la nostra storia anche facendo parlare le nostre prime pagine.

alle pagine 7, 8-9 e 10


Le accuse avanzate da cinque consiglieri della minoranza provocano la reazione dellamministrazione

Pgt taroccato? Parte la querela


La politica segratese, impegnata la scorsa settimana in uno sprint finale con due Consigli comunali a distanza di pochi giorni, va in vacanza tra le polemiche. Protagonista dello scontro, ancora una volta, il Pgt. E la mozione presentata da cinque consiglieri di minoranza Paolo Micheli e Gianfranco Rosa di Segrate Nostra, Fabrizio Ciapini dell'Idv, Manuela Mongili e Silvia Carrieri del Pd che, accusando l'amministrazione di aver aumentato illegittimamente del 2% le aree edificabili attraverso cartografie artefatte in contrasto con il piano di coordinamento provinciale.

In una mozione avevano evidenziato presunti falsi materiali per aumento illegittimo delle aree edificabili

Il pm antimafia Antonio Ingroia inaugura via Falcone-Borsellino Le ruspe abbattono la scuola di sci nautico a cava Binella Grande esibizione dei cori segratesi al tradizionale Natale insieme

A PAGINA 5

Ennesimo botto allincrocio tra via Battisti e Conte Suardi


una delle vie pi trafficate della citt. Ma anche una delle pi pericolose. Ennesimo incidente, questa mattina, in via Suardi. Protagoniste due auto che, a causa di uno stop non rispettato, si sono scontrate con violenza. Nessun ferito, per fortuna, ma solo lultimo di una lunga serie di tamponamenti che continuano a verificarsi da quando sono stati modificati i sensi di marcia nella zona dopo le modifiche alla viabilit sulla Cassanese.

A PAGINA 5

a pagina 3

A PAGINA 14

Si incatena per amore 76enne blocca via Gramsci


Si presentato alle prime luci dellalba al negozio di famiglia dellex compagna, in via Gramsci. E l si incatenato, davanti al cancello, per chiedere di poter rivedere la donna che alcuni mesi prima lo aveva lasciato e di cui, per volotn della famiglia, non ha pi notizie. Protagonista della vicenda, che ha paralizzato la via per unoretta, un uomo di 76 anni. Per convincerlo a desistere dal suo gesto (ha minacciato anche di darsi fuoco), sono intervenuti due camion dei vigili del fuoco, arrivati a sirene spiegate da Milano, la stazione mobile della polizia locale e unambulanza della Misericordia. Luomo, in stato confusionale, stato trasportato al reparto psichiatrico dellospedale di Melzo.

Processo T-Red, il Gup ammette le parti civili


Entra nel vivo il processo T-Red, che vede coinvolti, tra i trentatr imputati, il sindaco Alessandrini, il comandante della polizia locale Lorenzo Giona e il suo vice Dario Zanchetta, con l'accusa di abuso d'ufficio il primo e abuso d'ufficio e turbativa d'asta gli altri.

a pagina 2

Come di consueto, Segrate Oggi, in occasione delle festivit natalizie, si prende una piccola vacanza. Il giornale torner in edicola mercoled 18 gennaio. Ai lettori i nostri migliori auguri di buon Natale e di un sereno 2012.

Online meteogiuliacci.it Il portale del colonnello


Il Colonnello torna al comando con un nuovo portale di previsioni meteo. Dopo il divorzio dal centro Epson e Mediaset, Mario Giuliacci, ora su La7, riparte anche da Internet. Con il sito www.meteogiuliacci.it restituir professionalit alle previsioni del tempo sul web, la promesse del nostro Colonnello.

RB SERRAMENTI
SNC

segue a pagina 9

SERRAMENTI IN ALLUMINIO CASSONETTI - TAPPARELLE - PERSIANE ZANZARIERE - PORTE BLINDATE E INTERNE - CASSEFORTI E INFERRIATE FABBRO - PORTE BASCULANTI BOX ANCHE MOTORIZZATE INFISSI IN PVC *Possibilit di detrazione fiscale fino al 55%

20090 Segrate (MI) - Via Borioli, 8 Tel. e Fax 02.26923131 Cell. 336 444 776

Politica

21 DICEMBRE 2011

PROCESSO T-RED Nel processo coinvolti anche il sindaco e il comandante Giona

Il pm chiede 33 rinvii a giudizio Il Gup ammette le parti civili


Entra nel vivo il processo TRed, che vede coinvolti, tra i trentatr imputati, il sindaco Alessandrini, il comandante della polizia locale Lorenzo Giona e il suo vice Dario Zanchetta, con l'accusa di abuso d'ufficio il primo e abuso d'ufficio e turbativa d'asta gli altri. Lo scorso 15 dicembre, dopo il rinvio del 29 novembre, durante la quinta udienza preliminare il procuratore Alfredo Robledo, titolare dell'inchiesta partita nell'ottobre 2007 con il sequestro degli apparecchi per il rilevamento dei passaggi con il rosso posizionati sugli incroci della Cassanese, ha presentato richiesta di rinvio a giudizio per tutti gli imputati, tra i quali sindaci, comandanti e ufficiali di polizia locale, funzionari e titoLavvocato Francesca Fuso nel suo studio di Milano.

lari delle ditte che, a partire dal concessionario unico della tecnologia T-Red, la Citiesse di Rovellasca (Come) fornivano ai Comuni gli impianti dietro un pagamento a cottimo con per-

Assistenza sociale a Segrate Servizi fino a 2018 Micheli: Pi confronto con le associazioni
Il Consiglio comunale ha affidato a Segrate Servizi - societ interamente partecipata dal Comune di Segrate per altri sette anni, i servizi di assistenza ai minori e domiciliari per persone in difficolt. A commentare la scelta della maggioranza, che ha votato compatta per proseguire la strada intrapresa con Segrate Servizi, il capogruppo di Segrate Nostra Paolo Micheli. Nell'ultimo Consiglio comunale dell'anno si parlato, finalmente, di cose buone - spiega Micheli - il Consiglio ha approvato la gestione interna dei servizi sociali affidata per sette anni all'azienda comunale Segrate Servizi. Una scelta condivisibile, anche se abbiamo dovuto esprimere qualche severa riserva: la presentazione un po' frettolosa di un argomento cos importante (all'ultimo momento, senza alternative praticabili, praticamente una ratifica), la mancanza di un piano finanziario (la sostanza che il Comune rimborsa i tutti i costi), la durata dell'affidamento (sette anni, non pochi per una decisione calata sul Consiglio senza alternative). Dubbi poi, anche sulla mancanza di confronto pi volte lamentata dalle associazioni di volontariato locali. I servizi comunali contano molto sulla collaborazione con le associazioni - secondo Micheli - un peccato che le pi importanti associazioni del volontariato sociale continuino a chiedere di essere ascoltate di pi: il Comune fa molto, ma deve ascoltare di pi.

centuali sulle contravvenzioni incassate. Intanto, il gup Giovanna Ferrero ha ammesso la richiesta di costituzione di parte civile dei 180 automobilisti di Segrate e Pioltello rappresentati dall'avvocato Francesca Fuso (nella foto), il legale che prepar - con il supporto dell'ex comandante della polizia locale segratese Franco Fabietti e di Luciano Stoppani, che costituirono un comitato ad hoc in difesa degli automobilisti multati - l'esposto che fece scattare l'inchiesta della procura milanese. Insieme con loro, i multati seguiti dalla Codacons e quelli di Sevese. Non stata accolta invece l'analoga richiesta dei cittadini di Spino d'Adda e Paullo: a Segrate infatti la procura ipotizza che ci sia stato abuso dufficio da parte di sindaco e comandante dei vigili e

questo pone anche gli automobilisti nella posizione di parti offese. A Spino e a Paullo, invece, lipotesi di reato solo di turbativa dasta, reato che ipotizza una lesione dellinteresse pubblico, non di privati cittadini. Sono gi state fissate le prossime udienze preliminari, previste per oggi (21 dicembre), per il 22 e per il 28 gennaio. Probabilmente in quest'ultima occasione il gup si pronuncer sulla richiesta di rinvio a giudizio, che potrebbe spalancare le porte del processo davanti al Tribunale. Almeno per quanto riguarda gli imputati eccellenti di Segrate, che pare non solleveranno questioni di competenza territoriale, scegliendo di difendersi nel merito delle accuse per dimostrare lestraneit ai fatti contestati dalla procura, che, secondo quanto dichiarato dal difensore di Alessandrini, avrebbe accusato il sindaco per ottenere risalto mediatico. Il processo potrebbe per spezzarsi, se verranno accolte le probabili richieste di trasferimento annunciate da alcuni imputati, tra i quali Raoul Cairoli, patron della Citiesse. E un'altra ondata di richieste di rimborso: tutti i multati, infatti, prima dell'inizio del procedimento, potranno presentare richieste di costituzione di parte civile in aggiunta a quelli gi ammesse. F.V.

VILLAGGIO Viabilit e sicurezza al centro dellattivit de Le voci del Villaggio Ambrosiano

Nato nuovo comitato per affrontare gli annosi problemi del quartiere
Le voci del Villaggio Ambrosiano, il nome del nuovo nuovo comitato nato per cercare di affrontare e risolvere i problemi del quartiere.L'organizzazione, costituita nello scorso novembre, gi attiva e inizier a operare a pieno regime dopo il 16 gennaio, data in cui si prevede la prima convocazione di assemblea. Il Comitato aperto a tutti gli abitanti del quartiere e si compone di 8 membri costituiti, che intendono raccogliere ed evidenziare criticit di ogni genere inerenti al quartiere, per contribuire alla risoluzione dei problemi comuni e vigilare sull'operato degli organi di governo territoriali. Il consigliere del Comitato Gianfranco Bettiol ci ha meglio illustrato gli obiettivi dei cittadini che si sono associati. Lo scopo generale proprio occuparsi di tutto ci che riguarda il Villaggio spiega Bettiol - si era pensato di estendere ai Mulini e a Rovagnasco, ma forse per questa attivit sono pi efficaci comitati locali. Del programma comune, il consigliere passa ai particolari. Innanzitutto raccogliamo le lamentele degli abitanti del quartiere che, per la verit, si dimostrato molto attivo: abbiamo gi avuto un'ampia partecipazione. I temi principali, quelli di sempre: viabilit e sicurezza. Sul primo punto interessante la posizione del quartiere circa la realizzazione, ancora in corso delle rotonde sulla Cassanese. un problema ammette Bettiol che riguarda tutti i segratesi, in cui si intersecano rischi di incidenti stradali e l'arcano di lavori fermi ormai da luglio. Io stesso continua ho avvertito del pericolo, ma, a quanto pare, incidenti ci sono stati e nessuno si interessato alla soluzione (il riferimento allo sfondamento di una barriera delle rotonde). Il comitato, tuttavia, insiste soprattutto sulla questione della sicurezza. I furti in casa al Villaggio dichiara ancora il consigliere sono quasi quotidiani. Si tratta di una vera piaga. Noi pensiamo che il problema sia anche culturale. Spesso fra i cittadini vige la regola che, quando si in casa, il Villaggio resta fuori: vogliamo cambiare questa mentalit, vogliamo sensibilizzare gli abitanti e far capire loro che c' qualcuno a cui denunciare, a cui rivolgersi. Vorremmo fare attivit di prevenzione per mantenere la sicurezza. Ma a questo punto sorto spontaneo domandare all'intervistato se non ci fosse una certa somiglianza fra questa attivit e altre forme di improvvisazione della si-

curezza. In altre parole, il Comitato pensa forse di organizzare ronde cittadine? Bettiol lo ha escluso categoricamente: Non pensiamo assolutamente a ronde, n di sostituirci a chi mantiene l'ordine e alle autorit, ma di collaborare, e sono grato di poterlo precisare. Siamo un'organizzazione apartitica e il nostro scopo quello di promuovere una cultura dell'aggregazione, spesso assente nei quartieri. Contiamo sulla partecipazione di massa per discutere i problemi che ci riguardano da vicino. In altri termini, il Comitato si pone come strumento di partecipazione diretta al governo, a partire dai dissensi e dalle lamentele di ogni cittadino, attraverso una continua azione di stimolo e sorveglianza delle istituzioni locali. Un esperimento di democrazia diretta, di coinvolgimento negli interessi comuni, di collaborazione e di responsabilit. A tal proposito, Bettiol ricorda che il Comitato ha iniziato a riunirsi nella parrocchia di zona e che si aprir ufficialmente al pubblico da gennaio, definendo anche la propria sede. S. R.

21 DICEMBRE 2011

Politica

IL CASO Polemiche dopo laccusa dei consiglieri dopposizione Micheli e Rosa (Segrate Nostra), Ciapini (Idv), Carrieri e Mongili (Pd)

Falsi materiali nel Pgt? La giunta querela


Mandato allavvocato per la lesione prodotta dalla mozione che insinuava lillegittimit dellaumento del 2% delle aree edificabili
La politica segratese, impegnata la scorsa settimana in uno sprint finale con due Consigli comunali a distanza di pochi giorni, va in vacanza tra le polemiche. Protagonista dello scontro, ancora una volta, il Pgt. E la mozione presentata da cinque consiglieri di minoranza Paolo Micheli e Gianfranco Rosa di Segrate Nostra, Fabrizio Ciapini dell'Idv, Manuela Mongili e Silvia Carrieri del Pd che, accusando l'amministrazione di aver aumentato illegittimamente del 2% le aree edificabili attraverso cartografie artefatte in contrasto con il piaUna nuova linea urbana a servizio del passante ferroviario, un percorso rinnovato per la 924 a Segrate Centro e, finalmente, la 38 a Novegro. Si annuncia ricco di novit, sul fronte del trasporto pubblico locale, l'inizio del 2012. Lo ha annunciato in Consiglio comunale il presidente della commissione viabilit Claudio Gasparini, che ci ha fornito documenti e piantine relativi ai punti in fase di discussione tra amministrazione comunale e Atm. Andiamo per ordine. UNA NUOVA LINEA Segrate intende farsi promotrice di una nuova linea di trasporto pubblico che colleghi con la locale stazione ferroviaria la frazione di San Bovio e l'area di San Felice interessata dalla presenza di importanti realt produttive e industriali. Nella lettera del sindaco inviata all'assessore ai trasporti milanese Pierfrancesco Maran e ad Atm, l'idea sul piatto, elaborata in collaborazione con il Comune di Peschiera Borromeo: predispor-

no di coordinamento provinciale, avvertivano i consiglieri di maggioranza che approvando il Pgt sarebbero potuti incorrere nel reato penale di falso materiale, in qualit di pubblici ufficiali. La mozione, che chiedeva la revoca o una sostanziale modifica del piano urbanistico predisposto dall'amministrazione, iscritta all'ordine del giorno dal presidente dell'assemblea Luciano Zucconi contro il parere della sua stessa maggioranza, stata stoppata all'ultimo con una mozione d'ordine del Pdl. Il dibattito saltato in aula (la mozione era

frutto di una forzatura di parte della minoranza dato che, hanno spiegato i firmatari, la questione era stata dichiarata inammissibile in fase di adozione del Pgt) potrebbe per trasferirsi presto in tribunale. Perch lo scorso luned la giunta ha dato mandato all'avvocato Gabriele Roveda, che gi difende il sindaco nel processo T-Red, di querelare i cinque consiglieri che hanno sottoscritto la mozione redatta da Paolo Micheli per tutelare lEnte nelle opportune sedi giudiziarie in relazione alla lesione prodotta dalla mozione.

La minoranza: dialogo impossibile


difficile dialogare quando non si condivide il desiderio di farlo.... La riflessione di fine anno dellopposizione, che intanto ha perso definitivamente per strada lUdc, che insieme con Fli, continua le astensioni in attesa di decidere il da farsi, punta il dito contro falchi e falchetti, come li ha definiti Micheli in aula, della maggioranza. Non si pu pensare che il dialogo ed il confronto siano sempre una richiesta e mai unazione - spiegano Pd, Segrate Nostra, Insieme per Segrate e Ciapini (Idv) in una nota congiunta - la maggioranza a Segrate continua a rendere difficile il confronto. Il regolamento viene spesso piegato ad uso e consumo della discussione in corso: la percezione che abbiamo dalle istituzioni che dietro a molte parole non ci sia mai stato il desiderio di discutere assieme del futuro di Segrate e che le minoranze siano continuamente considerate come un orpello inutile della democrazia, piuttosto che un interlocutore con cui fare un percorso. speriamo che lanno nuovo porti con s la buona politica, quella del confronto schietto e sincero, del dialogo e della reciproca legittimazione.

TRASPORTI Il 2012 si annuncia ricco di novit (ancora allo studio) per migliorare il trasporto locale

Nuova linea dalla stazione a San Bovio La 924 modificata e la 38 a Novegro


re un nuovo mezzo di collegamento con il passante per i lavoratori delle grandi ditte sanfelicine, per gli studenti del Machiavelli, per i residenti della frazione di San Bovio. Microsoft, Mondadori, IBM, 3M, Segreen, Covidien e Bulher, le aziende che beneficerebbero dell'iniziativa, che potrebbe mettere a disposizione fermate in prossimit delle loro sedi. Partendo dalla stazione, infatti, il nuovo bus dovrebbe passare dal liceo Machiavelli per poi raggiungere il capolinea ipotetico di viale Abruzzi, a San Bovio, attraversando via per Mirazzano in prossimit delle grandi ditte segratesi. Caratteristiche richieste per il servizio per il quale i Comuni hanno chiequale gi stato eseguito un sopralluogo da parte di Comune di Milano e Atm gli uffici comunali hanno sollecitato Atm a rivedere le fermate del bus a Segrate Centro, modificate dopo la rivoluzione della viabilit del quartiere seguita alla realizzazione delle nuove rotonde sulla Cassanese. Troppi i disagi per gli utenti del vie del centro, che erano state completamente bypassate dal nuovo percorso. La proposta dell'amministrazione, mantenendo inalterato il tragitto Lambrate-Segrate, quella di far entrare gli autobus in citt attraverso via Gramsci non pi da via Morandi coprendo in questo modo via Roma e le zone limitrofe prima di dirigersi a Redecesio attraverso il consueto percorso in via Modigliani. In fase di studio, inoltre, il prolungamento del percorso all'interno del centro direzionale di Milano Oltre, attualmente privo di collegamenti. LA 38 A NOVEGRO - Tempi rapidi, sulla carta, per larrivo della 38 a Novegro. Entro fine anno, secondo lamministrazione, o comunque entro gennaio. Dopo il via libera da parte dei tecnici Atm (che hanno per bocciato lidea di un capolinea allinterno della frazione) dovrebbe a breve sbloccarsi la situazione, portando in citt il bus che fa capolinea a piazzale Susa, a Milano. F.V.

sto uno studio di fattibilit e un preventivo di spesa la frequenza elevata nelle fasce lavorative e una forte flessibilit in attesa del completamento dell'insediamento Segreen, atteso nel 2015.

LINEA 924 Mentre si attende il nulla osta tecnico definitivo di Milano per lo spostamento del capolinea da piazza Monte Titano a via Viotti, in prossimit della stazione di Lambrate per il

IL CASO Bocciata la mozione Pd per regolamentare le manifestazioni, se ne riparler in commissione?

Basta ordinanze ad personam


Troppa discrezionalit per il comandante della polizia locale che vieta banchetti e volantinaggi
Se ne riparler, forse, pi avanti, in commissione. Con i voti contrari di Pdl e Lega, per, naufragato per il momento il tentativo di affrontare il problema della regolamentazione di banchetti e attivit di volantinaggio in occasione di manifestazioni o feste sul territorio segratese. Che, incredibile ma vero, ormai da tempo vengono regolarmente vietati dal comandante dei vigili Lorenzo Giona attraverso ordinanze che, puntuali pochi giorni prima delle feste organizzate dallamministrazione, vietano la presenza di attivisti (di qualsiasi colore o orientamento) nel perimetro di 200 metri per motivi di ordine pubblico. Pena lallontanamento coatto da parte della forza pubblica. E stato il Pd a portare la questione in aula, per convincere la maggioranza a fissare regole precise per questi casi dato che, in mancanza di indicazioni nel regolamento di polizia urbana, si lascia al comandante la possibilit di agire a sua discrezione. Secondo la minoranza, infatti, le ordinanze sarebbero spesso ad personam, per evitare infiltrazioni di contestatori dellamministrazione in occasioni festose promosse dal Comune. Le feste sono un momento di incontro per i cittadini e unoccasione per parlare anche dei problemi della citt - ha spiegato Liliana Radaelli, firmataria della mozione lamministrazione durante le feste propine suoi stand, questa non forse attivit politica?. Sulla stessa linea Ciapini e Berardinucci (Idv)

LASMORFIA
Dalla Segrate natalizia uno spunto per il futuro

e Monti (Insieme per Segrate). A far scoppiare le polemiche, per, stato lintervento del portavoce del gruppo Pdl, il consigliere Enzo Gervasoni, che ha parlato di atteggiamenti persecutori verso i cittadini da parte di chi raccoglie firme spesso strumentalizzandole. Quando un cittadino partecipa a un momento di

festa ha voglia di godersi la tranquillit di poter passeggiare senza essere continuamente assaltato da chi chiede firme o contributi per le cose pi svariate - ha spiegato Gervasoni - e in questo momento difficile per la politica chi fa questa attivit non fa altro che delegittimarci ulteriormente. F.V.

Stavolta, il caso di dirlo, lamministrazione ha fatto centro. Perch il nuovo centro di Segrate, vestito a festa per Natale, con l'interessante mercatino francese e la pista di pattinaggio presa d'assalto dai pi piccoli, era qualcosa di cui in citt si sentiva la mancanza. Passeggiando per la piccola zona commerciale di via Roma dove coraggiosi commercianti hanno aperto svariate attivit, che, pare, abbiano cominciato col piede giusto la prima impressione era di non essere a Segrate. I giardini, la roggia, il palazzetto in fermento per la partita, tanta gente a spasso nonostante il freddo: Segrate dava l'impressione di essere una citt, con una sua identit come alcuni dei paesi vicini ben pi fortunati in quanto a storia e sviluppo urbanistico. Certo, la medaglia ha unaltra faccia. Perch via 25 Aprile deve essere valorizzata, collegata con il nuovo, resa pi viva. Anche per un dovere verso i commercianti che non meritano di essere dimenticati. In questo senso, speriamo presto, aiuter la riapertura del vecchio palazzo comunale. Nel frattempo, questo bello scorcio offerto dal Natale pu essere uno spunto per il futuro, con politiche di sostegno al commercio innovative ma intelligenti, con un occhio al portafoglio e senza gli sprechi del passato.

La penna al lettore
dando che questi animali sono portatori di 17 virus di malattie diverse con possibilit di trasmissione all'uomo.
SULLA 923 ATM

21 DICEMBRE 2011

SCRIVETE A SEGRATE OGGI:

 Allindirizzo: Redazione Segrate Oggi via Conte Suardi 84, 20090, Segrate  Con una mail a: segrateoggi@tiscali.it  Inviando un fax al numero: 02.2139372 tazioni. Ricordo che quest'estate vennero avvistati e prontamente catturati alcuni esemplari. Da allora sono avvenuti molti altri avvistamenti in varie zone di Mi 2, questo uno recente... Ecco che cosa accaduto ad una mia vicina di scala : venerd 02 dicembre verso l'ora di pranzo (per cui pieno giorno) la Signora. L.G stava percorrendo la strada dei box (piano seminterrato) per rientrare a casa. Ad un tratto dalle grate di recinzione della residenza che delimitano i ns. parcheggi, a livello stradale, posti tra la ns. residenza ed il San Raffaele letteralmente'piombata gi dall'alto' una nutria che impaurita forse anche dal notevole salto che aveva appena compiuto, si poi nascosta dietro ai cassonetti dell'immondizia posti a fianco della ns. zona box (livello stradale: seminterrato). La signora L.G. ha provveduto a chiamare la vigilanza di MI2 che intervenendo prontamente ha catturato' l'animale. Ora sappiamo tutti che queste bestioline arrivano probabilmente dal parco Lambro e non solo... anche da tutti i piccoli corsi d'acqua e che le stesse sono spesso portatrici di malattie (es. leptospirosi). L'aumentare degli avvistamenti e la sempre maggior intraprendenza dell'animale in questione, mi induce a pensare che sia giunto il momento di trovare ed adottare con estrema urgenza una soluzione preventiva affidandosi a persone/enti competenti in materia ovviamente. Nella speranza che tale segnalazione sia utile a far intervenire tempestivamente chi di competenza, saluto cordialmente. Emy Tandi Lo stanno gi facendo. Se chiamate la guardia forestale o i vigili o altre istituzioni arrivano puntuali, prelevano questi animali erbivori che vengono soppresi. Mi stato confermato che la Guardia Forestale ha gi in atto un piano di "bonifica" (cattura e uccisione) di questi animali. Anche la coppia che viveva nella casettina del nostro laghetto stata prelevata. Sono roditori pi grandi di un gatto, ma non hanno nulla a che fare con i topi, sembrano pi dei castori. Si tratta di animali innocui. Non mia intenzione ostacolare il lavoro delle Istituzioni, ma chi decide di fare le segnalazioni sappia che poi l'animale verr ucciso. Laura Eid Pubblichiamo i due interventi arrivati in redazione la scorsa settimana. Per completezza segnaliamo che anche lamministratore del supercondominio si espresso per motivare gli interventi gi messi in campo per risolvere il problema, ricor-

PAROLA AL COLONNELLO

PAESE IN CRISI

Cari deputati vergognatevi


Egr. Sig. Deputati, ma non riuscite proprio a vergognarvi del vostro meschino cinismo? A fronte di continue richieste di sacrifici alle classi meno abbienti della cittadinanza italiana e anzich perseguire con rigore levasione fiscale dei ceti alti, voi continuate a far sfoggio dei vostri enormi e, spessissimo immeritati, privilegi, minacciando di dimettervi se solo osassero toccarne una piccola parte, per il bene comune? Dimettetevi pure! Almeno noi italiani risparmieremmo considerevoli tasse, che versiamo allo Stato, per il mantenimento di scansafatiche, quali sono molti di voi che, nonostante i lauti compensi, si permettono sovente di non presenziare alle sedute parlamentari. Al mattino, davanti allo specchio, non avete mai un sussulto di riprovazione, fissando la vostra immagine riflessa? Quando eravate adolescenti o giovani sognavate questo schifo di societ, piena di ingiustizie e sperequazioni, che avete largamente contribuito a costruire? Vergognatevi! Accettate di perdere qualche piccolo privilegio per sanare i bilanci di un Italia dove sono sempre i soliti che pagano e sempre gli stessi che si arricchiscono. Quale padre di famiglia chiede sacrifici ai propri figli, senza essere disposto a farne lui stesso, continuando a vivere nell opulenza, come se la crisi non esistesse? Tutti i governi degli ultimi anni hanno tagliato fondi nei pi svariati settori, penalizzando spesso i settori pi indispensabili (quali sanit o scuola) ma nessuno finora ha mai tagliato un solo centesimo dai vostri stipendi. E noi dovremmo ancora credere alle vostre continue e ridondanti parole sulla necessit dei sacrifici, sentendoci anche in colpa perch l Italia non si adegua alle norme europee? Siamo stanchi! Lo ripeto: vergognatevi! Elisa Facciamo una piccola (e inconsueta per noi) incursione nel dibattito politico nazionale pubblicando questa lettera-sfogo arrivata in redazione. Densa di antipolitica, demagogia e qualunquismo, certo. Ma anche specchio dello stato danimo di tantissimi italiani. E segratesi.
ALLARME NUTRIE A MI2

Quasi costretti a viaggiare gratis


Caro direttore, le scrivo per segnalare una situazione di grave disagio per quanto riguarda il trasporto pubblico urbano, in particolare della linea 923. A parte il fatto che il 70% delle persone che utilizzano il bus non pagano il biglietto, devo dire che in effetti dallospedale San Raffaele non possibile acquistarlo, in quanto nessuno li vende. Pazienti e parenti che prendono la 923 in direzione Linate sono spesso costretti a viaggiare gratis, sperando di non veder salire i controllori. Controllori che invece dovrebbero controllare molto di pi a Segrate, dove tante, troppe persone viaggiano regolarmente gratis mentre noi poveri pensionati paghiamo sempre anche a fronte degli aumenti di biglietti e abbonamenti. Tra le altre cose, ne approfitto per segnalare che in tutta Rovagnasco non possibile trovare i biglietti per il passante ferroviario, in quanto nemmeno ledicola li tiene. Ada Vanoni

La strana danza notte-giorno del barometro


Va allins e allingi nelle 24 ore a causa della variazione del peso della colonna daria che grava sulla nostra testa: salefino alle 10, saliscende e poi minima alle 4 della notte Osservate con attenzione il vostro barometro in una bella e quieta giornata. Scoprirete che la lancetta nelle ventiquattro ore fa una specie di danza allins e allingi. la variazione giornaliera del peso della colonna daria che grava sulla vostra testa a far s che al mattino la pressione atmosferica salga fino ad un valore massimo intorno alle 10. Ma poi inizia a scendere e solo intorno alle 16 arresta la sua caduta, dopo di che per lindice segnare valori crescenti fino alle ore 22. Ma a questo punto ancora una volta inverte rotta, toccando un nuovo minimo intorno alle 4 del mattino. A guidare la danza giornaliera della pressione ora il sole. Infatti i suoi raggi surriscaldano gli strati atmosferici dellemisfero illuminato, specie nel primo pomeriggio. La colonna daria surriscaldata diviene pi leggera e quindi la pressione al suolo cala. Per motivi che qui tralasciamo, il calo si palesa anche agli antipodi. Di sera invece il raffreddamento della colonna daria ne provoca un appesantimento e da qui il valore massimo osservato alle 22 e di riflesso anche sul meridiano opposto.
Il barometro lo strumento di misura per la pressione atmosferica. usato nell'ambito della meteorologia per rilevare dati utili per le previsioni del tempo. Il primo barometro fu costruito da Evangelista Torricelli nel 1643.

Trenta figuranti in costume per il presepe della Causa Pia dAdda


Il Presepe Vivente, per la prima volta nella nuova sede della scuola materna Causa Pia dAdda, stato animato da una trentina di figuranti in costume. Distribuiti su dieci stand ogni figurante era impegnato a rappresentare gli antichi lavori che per millenni sono stati il patrimonio dellUmanit e che ora stanno per essere completamente dimenticati. Cardatrici , tessitrici, ricamatrici, lavandaie, panettieri con il forno a legna, falegnami con gli antichi attrezzi del mestiere, contadini, mungitori, commercianti con le loro piccole mercanzie, zampognari. Giuseppe e Maria (i coniugi Pizzolante), con il loro
DIRETTORE RESPONSABILE: Pietro Mentana PUBBLICIT: Vittorio Scaratti (Tel. 349.4595084) REDAZIONE: Federico Vigan, Beppe Maseri

Bambino erano in una stalla vera, quella dove vengono ricoverate di notte le pecorelle del piccolo zoo della scuola. Il coro delle Ragazze di S. Stefano ha allietato con i canti natalizi le centinaia di persone che

hanno visitato il Presepe. Don Stefano Rocco ha benedetto i numerosi Bambinelli presenti e la direttrice della scuola Cinzia Guffanti ha avuto parole di augurio per tutti. E.S.

REALIZZAZIONE GRAFICA: Federico Vigan HANNO COLLABORATO: Santina Bosco, Anna Olcese, Enrico Sciarini, Giacomo Lorenzoni, Alessandro Cassaghi, Giulia Di Dio, Simone Risoli Milano Communication srl Proprietaria ed Editrice SEDE SOCIALE E REDAZIONE: via Suardi 84 20090, Segrate (MI) Registrazione Tribunale di Milano n. 369 - 19/11/1974 ABBONAMENTI c.c.p.n 76712751 1 anno: 18 Euro (22 numeri) E-MAIL: segrateoggi@tiscali.it Tel/Fax: 02.2139372 Stampa: A.G. Bellavite s.r.l. - via I Maggio 42 23873 - Missaglia (LC)

CARITAS Cena multietinica per la scuola di italiano per stranieri

Ricetta dal Mondo per Natale


Come ogni anno insegnanti e studenti dei corsi di italiano per stranieri si sono ritrovati luned 19 dicembre per una cena natalizia comunitaria, multietnica e multiculturale nelloratorio della parrocchia di Santo Stefano. I cibi sono stati preparati da tutti secondo ricette provenienti da dieci diverse nazioni. Le ricette erano state elaborate in classe e, corrette, sono state stampate su un piccolo ricettario da titolo: Ricette dal Mondo. Sarebbe troppo lungo riportarle qui, tutte sono state molto apprezzate. Ma al di l dei cibi preparati, la cena ha dato lopportunit a studenti e docenti di sedere alla stessa mensa e di parlarsi in una lingua che accomunava tutti: la lingua italiana. Seduti uno di fianco allaltro cinesi e congolesi, peruviani e rumeni si sono sforzati, nel loro ancor stentato italiano, di dialogare e di conoscersi. Erano in trentadue e alcuni di loro si incontravano per la prima volta perch, oltre ad essere divisi in tre classi, c chi frequenta il corso serale del luned e chi quello pomeridiano del mercoled. Le signore ucraine del corso serale hanno poi riservato a tutti una graditissima sorpresa con dopocena a base di giochi di societ che hanno coinvolto anche i pi restii. Una serata indimenticabile, per gli studenti e soprattutto per gli insegnanti. E.S.

Ormai assedio urge rimedio

Buongiorno, abito a MI2 ...da un p di tempo stiamo assistendo all'aumento della presenza di nutrie nei pressi delle ns. abi-

21 DICEMBRE 2011

Cronaca

EVENTO Antonio Ingroia procuratore antimafia di Palermo ospite di Segrate per lintitolazione di una via a Falcone e Borsellino

Lotta alla mafia, profumo di libert


Rifiutare il puzzo del compromesso, combattere la battaglia morale, rinunciare anche ai vantaggi dell'indifferenza e della contiguit. Venerd 16 dicembre, Antonio Ingroia, sostituto procuratore della Repubblica dal 1992, componente della commissione ministeriale per il riordino della normativa antimafia e procuratore aggiunto antimafia di Palermo dal 2009, ha ribadito il pensiero quanto mai attuale di Giovanni Falcone e Paolo Borsellino. L'occasione dell'intervento stata l'intitolazione a Falcone e Borsellino, a quasi vent'anni dalla strage, di una via segratese, nel quartiere di Rovagnasco, all'angolo con via Olgetta. Un quartiere dichiara il sindaco Adriano Alessandrini che commemora gi altri eroi della Nazione, come Nenni, Pertini e le vittime delle Brigate Rosse. Per questioni di sicurezza, il magistrato ha incontrato i cittadini nella sala consiliare durante il pomeriggio, scoprendo simbolicamente il segnale su cui sono indicati i nomi dei due giudici. Presenti il sindaco e parte dell'amministrazione, assieme agli ufficiali delle forze dell'ordine e a un gruppo di giornalisti del TG3, che ha trasmesso frammenti della giornata in un servizio dell'edizione regionale del 17 dicembre. Quasi un'ora de-

La battaglia devessere prima di tutto culturale -Rischio di infiltrazioni in un momento di crisi socio economica
sentato il pericolo attuale di una occupazione dei vuoti sociali creati dalla crisi economica da parte delle mafie. La forza economica della mafia fa temere effettivamente il rischio di infiltrazioni in periodi di crisi sostiene e in questi anni si parlato spesso di cultura della legalit, condivisa solo a parole, mentre nei fatti abbiamo assistito a privilegi e impunit. Molti di noi ha congedato i presenti il magistrato hanno vissuto quei giorni, ma oggi si apre una fase storica nuova, di una generazione che prenda a modello l'atteggiamento di chi ha combattuto la mafia: ispirarsi a questi uomini credo sia il miglior augurio che posso rivolgere alle giovani generazioni. Simone Risoli

Il procuratore antimafia Antonio Ingroia. In basso, la nuova via intitolata ai giudici Falcone e Borsellino, a Rovagnasco. dicata al ricordo dei fatti, alle considerazioni sul fenomeno mafioso e alla percezione di chi, come Ingroia, a diretto contatto con questo contesto: Un'occasione ha spiegato il magistrato che aiuta i cittadini del Nord a capire che la mafia non un problema lontano nel tempo e nello spazio. D'altra parte, precisa il sindaco in proposito, sequestri di beni alle mafie hanno riguardato nel passato prossimo anche Segrate, che ha provveduto a restituirli ai cittadini. Non sono mancati, nel pomeriggio, riferimenti alle infiltrazioni delle mafie nel Nord Italia, spesso oggetto di negazionismo. Gran parte dell'incontro stato dedicato alla proiezione di un filmato che ripercorreva gli eventi del '92: i fatti, le immagini tragicamente entrate nella cronaca e nella storia, ma, secondo Ingroia, forse poco note a chi non ha vissu-

to quell'epoca. Intervenendo, il Procuratore ha riconosciuto in alcune parole dei due giudici il testamento morale di Borsellino e Falcone, uomini di istituzioni, capaci di incarnare l'intransigenza etica che rifiuta ogni forma di compromesso. La lotta alla mafia dev'essere innanzitutto un movimento culturale che abitui tutti a sentire la bellezza del fresco profumo della libert che si oppone al puzzo del compromesso morale, dell'indifferenza, della contiguit e quindi della complicit, ha ricordato il magistrato, citando Falcone. Tutto ci ha consentito di occuparsi dello stato attuale dei fatti. La mafia, oggi, , una mafia imprenditrice, sempre pi mafia finanziariae, fortunatamente, sempre meno militare, una mafia che ri-

nuncia alla guerra aperta. Questo il risultato che si potuto raggiungere grazie alla coesione sociale e dello Stato. , in altre parole, il concretizzarsi del lascito morale di uomini come Falcone e Borsellino. Nello stesso tempo, Ingroia ha pre-

CAVA BINELLA Blitz della polizia locale con mezzi Amsa per un contenzioso che durava da un anno

Con le ruspe hanno raso al suolo la sede della scuola di sci nautico
Con un blitz durante il ponte di sant'Ambrogio, venerd 9 dicembre, la polizia locale di Segrate, con l'ausilio di operai e mezzi di Amsa, ha sgomberato la sponda della cava Binella dove, dal 2007, aveva sede l'associazione Parco Sud Watersky School, che organizzava corsi e manifestazioni di sci nautico per bambini e adulti. finita cos l'avventura segratese del presidente Gianni Andronico, che con i suoi tremila iscritti ha portato in citt, in quattro anni, campionati europei e mondiali di specialit. Un braccio di ferro lungo un anno, quello con l'amministrazione. Iniziato con le carte bollate e finito con le ruspe, che hanno demolito le case mobili rimaste sui terreni sbancati e bonificati da Andronico che li aveva prima avuti in concessione dalla societ Holcim e poi dal Comune, che nel 2010 ha acquisito le aree della cava nell'ambito del progetto Centroparco, fino alla decisione del sindaco che lo scorso febbraio comunic al presidente dell'associazione la decisione di liberare la zona destinata, pare, ad altri progetti. Sull'area comunale il contratto con l'associazione per l'utilizzo, proroga dopo proroga e nonostante le rassicurazioni di Alessandrini nei confronti della scuola, era scaduto a fine 2010 pendeva dal 6 luglio un'ordinanza di sgombero per abusivismo edilizio. Atto contro il quale Andronico aveva fatto ricorso al Tar per la seconda volta, dopo un primo passaggio dai giudici amministrativi che avevano rinviato la questione alla magistratura ordinaria. Prima del secondo ricorso, a nulla era servito poi il tentativo di

senza nessun avviso n scritto n verbale e hanno distrutto tutto racconta il presidente della Watersky School pochi giorni prima avevo dato l'ultima comunicazione, restavano solo due prefabbricati in legno che stavo cercando di vendere. Ora finiti in pez-

mediazione proposto dall'associazione sportiva, rifiutato dall'amministrazione comunale. Che nel frattempo aveva negato la licenza per il pubblico in occasione dell'ultima manifestazione sportiva, l'europeo di sci nautico, andata in scena alla fine dell'estate. Il Comune aveva comunque ricevuto notifica del ricorso

a fine ottobre: in attesa della fissazione della prima udienza, per, i ghisa sono entrati in azione facendo a pezzi ci che era rimasto delle strutture dell'associazione, che Andronico aveva iniziato a smontare dandone, spiega lui, costante informazione agli uffici comunali. Non so cosa dire, sono entrati quando ero via,

zi. Gi, hanno tranciato i lucchetti, sono entrati e poi con le ruspe li hanno demoliti si sfoga Andronico li avevo pagati quasi 20mila euro l'uno.... E ora? Ora... mi sono rivolto ai miei legali con i quali valuteremo come muoverci, di certo ci che successo un fatto gravissimo. F.V.

Cronaca

21 DICEMBRE 2011
CASSANESE Spettacolare incidente allincrocio con via Suardi, lievi ferite per il conducente

CRACK DEL SAN RAFFAELE

Lindagine rivela protagonisti e trame che sconcertano


Si complica, si fa sempre pi pesante e diventa sorprendente la vicenda della bancarotta da un miliardo e mezzo di euro del San Raffaele. Un'associazione a delinquere ha scritto nell'ordinanaza d'arresto effettuato nei giorni scorsi di Mario Valsecchi, ex direttore finanziario dell'ospedale, firmata dal gip Vincenzo Tutinelli su richiesta dei pm Gaetano Ruta, Laura Pedio e Luigi Osi. Il giudice ha ricostruito il programma di depredazione sistematica che per molto tempo ha sottratto milioni di euro al gi malandato bilancio della Fondazione Monte Tabor fondata da don Verz. Un vero e proprio meccanismo finalizzato scrive il giudice a creare un fiume nero di soldi contanti che poi sparivano con destinazioni incerte, serviti anche a soddisfare esigenze economiche personali dei vertici dell'ospedale guidato da Don Verz e dal vicepresidente Mario Cal suicidatosi come noto nel luglio scorso con un colpo di pistola nel suo ufficio. Nell'ordinanza di arresto di Valsecchi vengono ipotizzate l'associazione per delinquere finalizzata all'appropriazione indebita, alla frode fiscale, alla distrazione di beni e al riciclaggio. In particolare l'indagine giudiziaria sembra individuare in Mario Cal colui che ha orchestrato l'intera vicenda e ne ha tenuto le redini e in Valsecchi il tenutario della contabilit illecita e il collettore delle somme restituite in nero dai fornitori. Negli interrogatori resi dagli imprenditori Zammarchi e Lora, fornitori del San Raffaele, infatti emerso che da anni era prassi versare in nero ai vertici dell'ospedale il 3% del fatturato. Una vicenda intricata che promette altri sviluppi clamorosi nella quale aveva un ruolo importante l'imprenditorefinanziere Dacc, residente a Londra, arrestato alcune settimane fa, e il suo fiduciario in Svizzera, Gianluca Grenci, artefice degli schermi societari su base internazionale. Una vicenda sconcertante che rischia di minare il futuro del San Raffaele, ospedale d'eccellenza e centro di ricerca di fama internazionale.

Furgone si schianta alla rotonda Nuove polemiche sulla sicurezza


Un botto nella notte che ha svegliato i residenti di via Cassanese, all'altezza di via Suardi. E che ha riaperto le polemiche sulla sicurezza della nuova rotonda a otto in fase di realizzazione sulla strada ex provinciale. successo luned, alle prime luci dell'alba, quando un grosso furgone con a bordo un giovane 27enne andato a schiantarsi contro le barriere di cemento (new jersey) che tracciano la rotatoria. Procedeva in direzione Milano, il veicolo, quando, probabilmente per la velocit sostenuta sull'asfalto reso scivoloso dalla temperatura molto rigida della notte, alla prima delle due curve del rond andato dritto impattando contro il cemento armato di due degli spartitraffico utilizzati per disegnare la nuova viabilit sulla Cassanese. Un colpo violento, che ha letteralmente abbattuto i pesanti new jersey poi ripristinati il mattino successivo, ancora malconci dopo lo scontro. Per fortuna, solo qualche ferita lieve e un forte spavento per il conducente del furgone, soccorso da un'ambulanza della Croce Verde di Pioltello e trasportato al pronto soccorso del San Raffaele in codice verde. Sul posto, tra pattuglie dei carabinieri della Compagnia di San Do-

RIFIUTI Cestini troppo pieni o sempre vuoti


In generale per le vie di Segrate non si pu dire che manchino i cestini per i rifiuti, ma Ci sono cestini che rimangono vuoti per settimane o mesi e altri che invece non ce la fanno a contenere i rifiuti tra uno svuotamento e laltro. Abbiamo fatto una rapida verifica di quanto sopra per le vie di Segrate Centro e abbiamo scoperto in particolare tre posizioni da segnalare. La prima allangolo di via Grandi con il passaggio pedonale che va verso lingresso della scuola De Amicis e la piazza del
nato, che hanno effettuato i rilievi del caso coordinando le operazioni per liberare la strada. L'incidente, pur senza conseguenze gravi per le persone, ha per acceso nuovamente i riflettori sulla nuova viabilit, da pi parti giudicata come poco sicura oltre che poco funzionale per il traffico. Colpa dei ritardi del cantiere, ha spiegato poche settimane fa l'assessore ai lavori pubblici Martino Rebellato, causati da difficolt impreviste durante i lavori - come il ritrovamento di tubature non previste o il passaggio di una roggia -

mercato. La seconda in fondo alla via Martiri della Libert, davanti allingresso del parco con i giochi per i bambini. La terza quello tra la Biblioteca Comunale e la ciclofficina nel parco Europa. Le nostre foto documentano le prime due situazioni. Dopo la segnalazione la proposta: riteniamo che, una volta individuate tutte le posizioni sovrautilizzate, sia opportuno sperimentare contenitori che permettano di diversificare i rifiuti, affiancando tre contenitori, per la plastica/metalli, per la carta e per altri oggetti.
con l'arrivo del grande freddo invernale, portatore di ghiaccio, neve e foschie, si rende sempre pi urgente. Probabilmente la scelta stata quella di dare un impatto visivo forte agli automobilisti, per indurli a rallentare, oltre che con la segnaletica, anche da questi spartitraffico spiega Fabietti come ho gi chiesto pi volte, per, importantissimo sostituirli perch sono troppo pericolosi: stavolta andato a sbatterci contro un mezzo pesante, abbatendoli, ma se la prossima fosse un'auto?. F.V.

frutto, secondo l'amministrazione, di mancanze di comunicazione da parte della Provincia, che gestiva l'arteria prima del declassamento a strada comunale. Ma anche di una scelta, quella di posizionare new jersey di cemento armato, fortemente criticata. Dall'ex comandante dei vigili Franco Fabietti, prima, e dall'opposizione poi in Consiglio comunale. Abbiamo gi chiesto alla ditta incaricata del cantiere di sostituirli con barriere in pvc (plastica), aveva spiegato Rebellato. A oggi, per, l'operazione ancora da portare a termine. E

ASL-MI2 Nuovo servizio telefonico per agevolare gli utenti

Come prenotare le visite per i consultori familiari Lincontinenza colpisce


a cura di Santina Bosco

Salute

Uno studio del San Raffaele propone come rimedio la cannabis

Continua il percorso di semplificazione che la nostra ASL ha iniziato per facilitare i cittadini ad accedere ai suoi servizi: lultima nata in ordine di tempo lagenda prenotazioni unica per i servizi dei Consultori Familiari. Queste strutture, nate nel 1975, si possono considerare come servizi socio-sanitari di base, con competenze multi-disciplinari ma con una visione di genere, dedicate all'individuo, alla coppia e alla famiglia nelle diverse fasi della vita; vi lavorano ginecologi, andrologi, ostetriche, psicologi, assistenti sociali e avvocati. E logico pensare ai consultori come strutture di servizio ai cittadini e alla comunit. Come gi avvenuto per altre scelte sanitarie, anche in questo caso ci si pu avvalere del telefono: chiamando la struttura prescelta tra le 13 del territorio dalle ore 9 alle 12 di un giorno lavorativo si pu prenotare una visita ginecologica, una prestazione dellostetrica, un consulto con lo psicologo o con lassistente sociale, un pap test. Ma la particolarit risiede nel fatto che, qualunque sia la sede

soprattutto le donne
maci anticolinergici o ormonali, sulla chirurgia o sul trattamento riabilitativo; nessuno di questi risolutivo ed anzi farmaci e chirurgia mostrano diversi effetti collaterali. Per questo motivo i ricercatori dell'Istituto di ricerca per l'urologia (Uri) del San Raffaele, in collaborazione con una universit tedesca e una svedese, hanno tentato di aprire una via terapeutica nuova. Si sa da tempo che certi pazienti riferiscono un miglioramento dei sintomi d'incontinenza dopo utilizzo terapeutico di marijuana (cannabis); poich lorganismo umano capace di produrre cannabinoidi endogeni, i ricercatori hanno testato lipotesi che si possa innalzarne il livello inibendo lenzima che li metabolizza e li degrada. Per fare ci hanno studiato solo nei ratti gli effetti

prescelta, lagenda di prenotazione unica; perci qualora la data o lorario proposti non fossero soddisfacenti per lassistito, loperatore in grado, consultando lagenda unica delle prenotazioni, di offrire al cittadino altre date ed orari disponibili nelle altre sedi dei consultori familiari dellASL. Naturalmente, le visite successive, per una continuit di assistenza, saranno sempre fissate presso il consultorio dove avvenuto la prima. Per noi di Segrate, restando in zona, il numero del Consultorio di via Amendola 02.92654907 (oppure 4928 finali), ma se volessimo ad esempio chiamare Pioltello

potremmo fare lo 02.92654019 (in alternativa linterno 4023), se desiderassimo quello di Vimodrone dovremmo comporre lo 02.92654907 (oppure 4928). Ci sono 13 Consultori e 13 numeri di telefono, ma una sola agenda di prenotazione: un bel miglioramento rispetto al numero telefonico unico, che sarebbe sempre occupato. Anche chiamando da Segrate si pu chiedere lappuntamento in un altro Consultorio qualsiasi dei 13 dellASL Mi2 una scelta fiduciaria - e la molteplicit di numeri telefonici rende pi facile prendere la linea. S.B.

Lincontinenza urinaria un problema sociale rilevante soprattutto nel sesso femminile, ma per un 10% circa colpisce anche luomo. In Italia si stima che circa il 13% della popolazione femminile ne soffra e che l'incidenza aumenti con l'et: ne sono affette circa il 7% delle donne sotto i 30 anni e pi del 20% delle donne over 60. Pu essere del tipo da sforzo ( quella di quando si ride, si tossisce, si starnutisce, si salgono le scale o si sollevano pesi) o da urgenza (molto comune nelle persone anziane, con un bisogno di urinare cos urgente da non permettere loro di arrivare al bagno); pu essere anche da rigurgito nei malati di tumore alla prostata, a causa di una vescica troppo piena che non riesce mai a svuotarsi completamente. La terapia si basa su far-

dellinibizione di questo enzima sulla minzione, dopo aver verificato che esso si esprime a livello genetico e proteico nella vescica sia dei ratti, che dei topi e degli esseri umani. I risultati della ricerca, pubblicati sulla rivista scientifica European Urology, dimostrano che bloccare questo enzima, almeno nei ratti, pi efficace nel trattare l'incontinenza rispetto alla somministrazione di farmaci a base di cannabinoidi, e ne minimizza anche gli effetti collaterali. Secondo il coordinatore dello studio Francesco Montorsi, professore di urologia al San Raffaele, questi risultati aprono la strada allo sviluppo di farmaci che, inibendo l'azione dell'enzima, potranno aiutare tante pazienti a vincere l'incontinenza urinaria e a recuperare una buona qualit di vita.

1971-2011 quarantanni insieme

Da bollettino di partito a giornale aperto: breve ricostruzione della vita del giornale tra rivoluzioni grafiche ed editoriali

Una storia lunga ottocento numeri...


quindicinale dal 1979, comparve per la prima volta come ciclostilato a cura del Pci
Con qualche settimana di ritardo era la fine di ottobre del 1971 quando Segrate Oggi nacque ufficialmente abbiamo deciso di dedicare questo piccolo speciale ai quarantanni del nostro giornale. Allinterno, nel paginone, abbiamo raccolto i ricordi e i messaggi di alcuni storici collaboratori insieme con gli auguri di importanti membri della comunit segratese. IN quarta di copertina, abbiamo poi passato in rassegna il nostro archivio per proporvi una piccola collezione di prime pagine per ricostruire graficamente levoluzione del giornale, che, come la citt, negli anni ha cambiato pelle molte volte, nel tentativo di stare anche nella sua veste al passo coi tempi. Qui, tenteremo di tracciare una breve storia del giornale, dedicata ai nostri fedeli lettori e abbonati che hanno seguito in prima persona le vicende e i cambiamenti che hanno accompagnato il giornale di Segrate e soprattutto a quelli pi giovani e ai tanti nuovi che hanno iniziato a seguirci anche grazie alla campagna di diffusione che abbiamo deciso di cominciare tempo fa per essere sempre pi presenti, in modo capillare, in tutti i quartieri.

LA CANZONE
(Composta intorno al 1981 per i dieci anni di Segrate Oggi, successivamente in parte modificata, fa tuttora parte del repertorio delle Voci Stanche & S-Concerto. Quella che segue la prima versione). Questa canzone fa parte del primo (e finora unico) CD inciso dalle Voci Stanche circa 2 anni fa, dal titolo Colorami e contenente canzoni originali di Anna Olcese e Paolo Federici.

LA CITT
La mia citt era un paese: un po di case le cascine, tanto verde e un ponte sulla ferrovia. Dieci anni fa un campanile, laeroporto, la metropoli vicina, eppure aveva un cuore suo. Cerano strade e tanta terra dove gi si cominciava a costruire, cera un giornale che gi allora ti portava a casa tua le voci del paese che oggi una citt. Dieci anni sono tanti, o forse sono niente di certo troppo poco per cambiare una citt; adesso nuove strade, quartieri uno sullaltro, e tanta tanta gente che non si conosce pi Ma il tempo ch passato, non pu pi ritornare, ora di provare a riscoprire la citt, andare per quartieri, estranei luno allaltro, che guardano soltanto alla metropoli, eppure una citt! La mia citt ora cambiata, si ingrandita, gente nuova a sud e a nord del ponte sulla ferrovia. Ma poi chiss se questa gente si ricorda, se lo sa comera prima quando aveva un cuore suo. Adesso strade, sempre pi strade, lo sviluppo vuole pi mobilit, e il tuo giornale che ti porta come allora a casa tua le voci del paese che oggi una citt. Dieci anni sono tanti, o forse sono niente di certo troppo poco per cambiare una citt; adesso nuove strade, quartieri uno sullaltro, e tanta tanta gente che non si conosce pi Ma il tempo ch passato, non pu pi ritornare, ora di provare a riscoprire la citt, andare per quartieri, estranei luno allaltro, che guardano soltanto alla metropoli, eppure una citt! guire pi da vicino il giornale con la direzione di Mario Lizzero, che dura due anni. Il giornale, passato poi sotto la guida di Walter Polga, vive anni di grande fermento con larrivo in redazione di giovani di grande talento che danno sempre pi peso alla cronaca locale, che si apre allo sport. Segrate Oggi attraversa la tempesta politica di Tangentopoli, abbattutasi sulla nostra citt con particolare violenza, continuando a informare i cittadini senza perdere nemmeno un numero. Gi da alcuni anni, la responsabilit del giornale, prima come amministratore e poi come direttore, passata a Pietro Mentana, che tuttora guida Segrate Oggi. F.V.

egrate Oggi compare per la prima volta nel 1971 come bollettino interno delle sezioni del Partito comunista, che allora erano a Segrate, a Redecesio e nelle fabbriche. In quel periodo, il Pci aveva lanciato iniziative simili in molte citt, per sti-

molare il dibattito e la partecipazione diretta dei cittadini non tanto ai problemi pi immediati del territorio ma partendo da essi per indurre militanti, simpatizzanti e residenti a riflessioni non strettamente municipaliste ma su tematiche pi generali. Il giornale esce sotto forma di ciclostilato (un sistema di stampa meccanico oramai obsoleto, utilizzato in passato per produrre stampe di bassa qualit in piccola tiratura a costi estremamente contenuti, molto utilizzato in quegli anni per le pubblicazioni a carattere politico), ha cadenza irregolare ma, rispetto ad altri esperimenti simili nati ma poi spentisi in altre citt, continua a uscire grazie al lavoro del nucleo iniziale dei fondatori e dei sostenitori, che lo distribuiscono porta a porta. Nel 1974 avviene la prima rivoluzione: a novembre esce un numero zero di prova e il mese successivo, dopo la registrazione in Tribunale,

LA RANA BEPPA Nel 1980 "Segrate Oggi", da mensile, assume l'odierna periodicit quindicinale. La redazione, diretta da Anna Olcese, pensa a un logo per rinnovare la veste grafica del giornale. La citt, allora circondata dai campi e con una vocazione ancora agricola, ispira il disegnatore Maurizio Comi, segratese, che sceglie un animale caratteristico della campagna, la rana. La redazione organizza un concorso nelle scuole cittadine per trovare un nome alla "mascotte": vince la proposta di uno studente di Novegro, che la battezza "Beppa". Negli anni a seguire, il nome diventa lo pseudonimo con il quale i collaboratori firmano articoli di satira sulla vita politica cittadina.

appare il primo numero diretto da Anna Maria Scaltriti, moglie dellallora consigliere comunale Spatti. Il bollettino si trasforma in giornale vero e proprio, esce nelle edicole segratesi e viene spedito per abbonamento con periodicit fissa, inizialmente mensile, sostenuto per la prima volta dalla vendita di spazi pubblicitari. Cambia anche il formato, che si riduce assumendo una veste grafica pi moderna. Il 1978 anno di grandi novit: scompare la dicitura a cura delle sezioni del Pci e Segrate Oggi diventa giornale aperto, ospitando contributi e idee proveniente di tutti gli schieramenti. A novembre cambia nuovamente la veste grafica, e fa la sua prima apparizione la Rana Beppa. La citt, allora circondata dai campi e con una vocazione ancora agricola, ispira il disegnatore Maurizio Comi, segratese, che sceglie un animale caratteristico della campagna, la rana. La redazione organizza un concorso nelle scuole cittadine per trovare un nome alla "mascotte": vince la proposta di uno studente di Novegro, che la battezza "Beppa". La simpatica rana far compagnia ai lettori fino alla fine degli anni Ottanta. Nel gennaio del 1979, poi, la redazione decide di fare il grande salto: il giornale diventa quindicinale. Direttore in questi anni Anna Olcese, che tuttora continua a collaborare con il giornale pubblicando lormai mitica ru-

brica Andare a piedi. Mi sono ritrovata a fare il direttore una volta che, tornando dalle mie ferie, ho saputo che Anna Maria Scaltriti si era dimessa e che la redazione aveva deciso che il direttore dovessi farlo io racconta Anna - erano comunque anni di grande entusiasmo: si faceva tutto a mano lavorando di domenica e in ore assurde e tutto era allinsegna del pi completo volontariato. Per giunta, in quel periodo si decideva che il giornale dovesse diventare quindicinale, il che stato un grande sforzo per tutta la redazione. Inoltre, da poco tempo il giornale era stato dichiarato giornale aperto nel senso che non era pi ufficialmente lorgano del PCI ma aperto ad altre collaborazioni e idee. Questo cambiamento stato, per molti vecchi compagni, piuttosto traumatico, e suscitava appassionate discussioni fra iscritti e simpatizzanti. Gli avversari politici, comunque, continuavano a considerarlo lorgano del PCI e mi sa che anche adesso alcuni politici lo considerino un giornale comunista, specie quando questo fa comodo. Gli anni successivi sono caratterizzati da una grande vitalit, non solo strettamente giornalistica. La redazione, composta da molti collaboratori, organizza eventi e iniziative come la Novegrina, celebre maratona non competitiva e Segrate Viva. A met degli anni Ottanta, poi, il Pci torna a se-

1971-2011: quarantanni insieme


un traguardo unico di cui andiamo fieri
Ricordo i primi anni 80, quelli in cui ero direttore di Segrate Oggi, come anni di grande entusiasmo. Erano anche anni di grandi battaglie politiche, ma nonostante questo o forse proprio per questo eravamo in molti a occuparci di questo giornale con grande passione. Naturalmente il lavoro era molto diverso: non cerano i computer e si faceva tutto a mano, compreso il conteggio dei caratteri, degli spazi e delle colonne, e compresa pure lapplicazione delle etichette per linvio a mezzo posta. Anzi, questultima operazione era quasi una festa collettiva: ci si trovava tutti la sera nella legatoria di Danila, armati di colla e pennelli, e quando tempo dopo Migliorati ha costruito una improbabile macchinetta dentro la quale si passavano le etichette una per una, ci sembrava di aver scalato un importante gradino tecnologico. Erano gli anni in cui il giornale ha deciso di passare da mensile a quindicinale, il che ha costituito, come si pu immaginare, una grande sforzo per tutta la Redazione. Il lancio della cadenza quindicinale avvenuto con il testimonial della Rana Beppa, personaggio inventato e disegnato dal grafico Maurizio Comi, che ancora adesso compare nelle pagine del giornale per invitare i lettori ad abbonarsi. Ricordo con molta riconoscenza e nostalgia gli amici che hanno lavorato in redazione e che non ci sono pi, in particolare Carlo Maiocchi, con le sue precise e puntuali note tecniche che spiegavano ai lettori come comprendere i nodi della burocrazie e dellente pubblico; e Fabrizio Bonetti, che per anni ha tenuto su il morale di tutti facendo divertire i lettori con i suoi corsivi satirici che non risparmiavano nessuno. A loro, e a tutti quelli che hanno vissuto nella redazione di Segrate Oggi, va il merito di aver permesso questo straordinario, e forse unico nellhinterland, traguardo dei quarantanni! Anna Olcese - Direttore dal 1980 al 1986

Orgogliosi di aver dato voce alla nostra citt


Con passione e sacrificio noi fondatori sottoscrivevamo il grande impegno di far nascere da uno sgangherato ciclostilato la prima copia di Segrate Oggi. Da quel momento la macchina pensante dei volontari si mise in moto. Non faccio i nomi per non incorrere in qualche dimenticanza. Ricordo per che in quarantanni ne sono passati tanti e tutti con lobiettivo di dare voce alla citt di Segrate. Noi tutti sentimmo che avevamo costruito qualcosa di importante, ma mai avremmo pensato che saremmo arrivati a festeggiare il quarantesimo anno. Che soddisfazione! Ci vuol dire che i suoi giornalisti sono di qualit. Auguri Segrate Oggi. Enzo Migliorati Fondatore e responsabile redazione sportiva fino al 2002

SEGUE DALLA PRIMA

Esperienza straordinaria con un gruppo fantastico


Era il febbraio del 2005 quando il direttore e il sottoscritto ci incontrammo a Milano. Ancora adesso non so come mi abbia scovato in quanto ero appena andato in pensione dopo ben 33 anni a Il Giorno come inviato. Scusi mi disse Pietro Mentana dopo avermi sottoposto alla visione alcuni numeri del giornale a iniziare dalla prima storica copertina - disposto a darci una mano? Perch voglio assolutamente rilanciare questo periodico. La richiesta, com'era stata formulata, sembrava una preghiera alla quale era impossibile dire di no. Guardato a vista da Cristina, discreta e attenta segretaria di redazione, accettai con curiosit ed entusiasmo buttandomi in un'avventura che mano a mano mi ha ricaricato come una batteria. Era bello sognare e programmare al fianco di antichi collaboratori come Enrico Sciarini, Anna Olcese. Valentino Gazzina, Enzo Migliorati e insieme a un gruppo di ragazzi (Enrico, Giada, Liala, Alessandra, Federico, Ivan, Giulia, Valentina, Giacomo, Dario etc) la maggior parte studenti universitari, ma anche lavoratori e professionisti che avevano voglia di mettersi alla prova con questo mestieraccio che affascina sempre, nonostante tutto. Ho scoperto come Segrate Oggi sia una palestra formidabile per scoprire il loro talento (ed alcuni l'hanno davvero) o semplicemente il loro entusiasmo. Con loro abbiamo raccontato e setacciato Segrate in lungo e in largo con iniziative anche originali, con inchieste e polemiche che non hanno risparmiato niente e nessuno come ci sembrava giusto per far uscire Segrate Oggi dal torpore nel quale era sprofondato. Iniziative che senza dubbio gli hanno ridato vigoria e visibilit e che ci hanno fatto scoprire un territorio ricco di valori, ma un po' chiuso (retaggio forse della sua tradizione contadina) ma pronto ad aprirsi agli influssi della metropoli. Sono stati anni stupendi di battaglie che ci hanno dato soddisfazione. Per me un'esperienza straordinaria che mi ha arricchito molto sotto ogni profilo. E che ancora continua. Di cuore grazie a tutti. E, ad majora. Perch Segrate Oggi Segrate. Beppe Maseri Ex inviato de Il Giorno e opinionista sportivo di Telelombardia e Antenna 3 Con quasi ottocento (800!) numeri del giornale pubblicati in quarantanni di storia, ci vorrebbe una ricerca darchivio imponente per recuperare e registrare i nomi di tutti coloro che hanno partecipato come redattori, collaboratori, fotografi, rendendo possibile luscita costante di Segrate Oggi. In questo paginone abbiamo pensato di chiedere ad alcuni di loro un contributo, un pensiero, un ricordo della loro esperienza al giornale. Consapevoli del fatto che tanti altri avrebbero meritato la stessa possibilit. Per motivi di spazio, di tempo e di difficolt nello stabilire i contatti con tanti dei nostri storici collaboratori, li vogliamo ricordare qui, ringraziandoli per il loro impegno che ci permette ora di continuare a scrivere da queste colonne informando la citt. Come ringraziamo tutte le personalit segratesi (della cultura, dellassociazionismo, dello sport e anche della politica) e i semplici cittadini che hanno accompagnato questi quarantanni con le loro azioni e le loro idee, facendo crescere la citt. E anche noi.

Stima e complimenti a chi lo tiene in vita


Gi quaranta? Segrate Oggi li compie e non li dimostra. Lentusiasmo linfa che tiene vivi mente e cuore. E cos restano fresche, appassionate, le pagine di questa pubblicazione che racconta e partecipa la nostra citt anche ai residenti Milanocentrici. Agli inizi della mia carriera (che poi si dipanata fra network tv e radio) anchio, appena presa casa da queste parti, ho speso tanti mesi fra le tastiere e le belle persone di Segrate Oggi. Lo ricordo con piacere ed affetto. E stata una occasione privilegiata per vivere il territorio e la sua gente. E stata anche una prova di pluralit: non sempre i punti di vista tra noi colleghi coincidevano. Eppure, no: non ho subto censure. Lo ritengo uno dei migliori complimenti ad una testata giornalistica. Oggi la mia stima ed i miei auguri vanno a chi questa testata continua a farla vivere: chi la amministra e chi la scrive. Mestiere duro, quello del giornalista della testata locale. Faticoso, poco remunerato, per una impagabile palestra professionale. E noi segratesi: b, continuiamo (o cominciamo) a comprare Segrate Oggi. Eun punto di vista che non possiamo non ascoltare, per farci poi una opinione nostra sulla citt. Auguri. Mat Belmondo Giornalista Radio Monte Carlo

Risultato che stato raggiunto grazie a tutti i nostri lettori, e sono tanti, che in questi anni ci hanno seguito, acquistandoci nelle edicole, in abbonamento, oppure trovandoci nei loro negozi di fiducia. Lettori che interagiscono con noi attraverso lettere (che vengono pubblicate, tutte, anche le pi scomode), telefonate, molto spesso passando in redazione (che aperta a tutti) con notizie e testimonianze dirette, contribuendo cos alla fattura del giornale consentendo al nostro Segrate Oggi di qualificarsi come un organo dinformazione altamente attendibile (e di questi tempi vi assicuro non poco). Io che dirigo questo giornale e da oltre ventanni ne sono responsabile, curandolo come un figlioletto, di ci non posso che essere orgoglioso. Ed forse anche per questo che, nonostante tutte le difficolt e le proble-

Con orgoglio, tanti sacrifici e indipendenza


matiche, non sono mai riuscito, nemmeno nei momenti peggiori, a trovare il coraggio di dire basta e staccare la spina. Ritengo Segrate Oggi un patrimonio della nostra collettivit, quindi libero, senza condizionamenti. Un organo di informazione locale funzionale alla nostra comunit. Sappiamo che non facile e che spesso il nostro lavoro non viene tollerato da chi questa collettivit - i politici di turno, soprattutto i sindaci con i quali talvolta i rapporti sono piuttosto difficili la amministra. Spiace, ma abbiamo scelto di fare un giornale locale che privilegi linformazione, non ce lha mica ordinato il medico. E dato che lo facciamo cerchiamo di farlo nel modo migliore di cui siamo capaci, con gli strumenti che abbiamo a disposizione, finch ci riusciamo. per questo che quando ci viene riferito del politico (di sinistra, quella democratica!) che avrebbe detto questo non ditelo a Mentana perch quello pubblica tutto, per me solo un riconoscimento. Un riconoscimento che voglio condividere con i miei collaboratori, con quelli che ci sono adesso ma anche con quelli che da questa bellissima fucina che la redazione sono passati e adesso fanno i giornalisti di professione. Quale soddisfazione per me leggere lapertura di un articolo di Aldo Grasso sul Corriere della Sera con i complimenti proprio al nostro allora timidissimo Federico Casotti che la sera prima, durante una partita di calcio trasmessa in diretta, aveva intrattenuto come telecronista i telespettatori colmando un vuoto della Rai; o ascoltare la voce da Radio Monte Carlo dellottima, cos lha definita il mitico Everaldo Della Noce, Mat Belmondo; oppure leggere le cronache di Barbara Sanaldi sul Corriere della Sera. Tutti giovani che hanno avuto lopportunit, ma anche il talento e la tenacia per affermarsi, cos come sono sicuro che capiter ad altri giovani collaboratori, come il nostro Federico Vigan che queste caratteristiche ce le ha tutte e che, insieme al mitico Beppe Maseri, mi consentono di curare quel figlioletto che per la verit nel frattempo cresciuto, ha 40 anni e pu continuare, se riterr, anche da solo. Pietro Mentana Direttore Responsabile

Ha laffetto della nostra gente


Formulo i migliori auguri per i primi 40anni di vita al nostro quindicinale Segrate Oggi che apprezzo molto e che molto apprezzato dalla nostra gente. uno strumento di informazione utilissimo per la comunicazione allinterno della nostra citt. Sono certo che Segrate Oggi, a differenza di altri, avendo amore per la verit e mettendo in rilievo tutto il bene che nonostante tutto c in citt, contribuisce efficacemente alla crescita della civilt dellamore. Giorgio Moniotto - Governatore Confraternita Misericordia Segrate

Impegno apprezzato, buona fortuna


Gentile Direttore, in occasione dei 40 anni del suo giornale voglia accettare i miei pi cari auguri per questo importante traguardo e per i tanti altri che seguiranno. L'importanza della stampa si misura anche dal livello della sua libert e indipendenza e l'augurio migliore che io possa fare a Lei e a tutti i redattori, anche a nome dell'Amministrazione che rappresento, quello di riuscire a riportare sempre la realt in modo oggettivo e sincero. Il vostro lavoro di fondamentale utilit per un Paese veramente democratico, dunque coraggio e buona fortuna per proseguire sempre meglio nel vostro impegno. Adriano Alessandrini - Sindaco di Segrate

Felice che sia riemerso dopo un periodo grigio


Sono passati quasi esattamente trentanni da quando ho messo piede per la prima volta nella redazione di Segrate Oggi, allepoca diretto da Anna Olcese. Mi ero iscritto da poco a Lettere e lidea di fare il giornalista mi frullava nella testa, in mezzo a uno sciame di altre, tutte confuse: e Segrate Oggi, pensavo, era unottima occasione per tastare il terreno, e mettermi alla prova, e fare un po di chiarezza. Voglio rendere omaggio qui (finora lho fatto solo a voce) alle straordinarie qualit di Anna Segrate dovrebbe onorare, e so che non sono lunico a pensarlo, una donna che in epoche pi civili della nostra sarebbe stata additata ai visitatori come una delle glorie locali, e non solo per lattivit giornalistica, naturalmente. Ma se vogliamo limitarci a questa, ebbene si deve a lei, credo, larmonia davvero unica, il clima di familiarit, anzi di festa, che cera tra le persone che facevano il giornale, alcune delle quali sono ancor oggi fra i miei amici pi cari. Allora il giornale era di propriet del Partito Comunista: io (come altri pochi) non ero iscritto, e mai, dico mai, ebbi la minima pressione, anche quando i nostri articoli (capitava spesso) non erano perfettamente coerenti con la linea della segreteria. Anni dopo, quando Anna dovette lasciare lincarico, la situazione degener rapidamente, i dirigenti politici, per usare il loro gergo, presero in mano la situazione e ridussero un organo di informazione vivace e amato dai lettori a un grigio bollettino di partito. Io stavo per trasferirmi altrove (e avevo capito, anche grazie a Segrate Oggi, che il giornalismo non sarebbe stato la mia strada) e mi ritirai in buono o in cattivo ordine, a seconda dei punti di vista. Ebbi comunque la piccola, amarissima soddisfazione di vedere dietro le sbarre - per qualche tempo - alcuni di coloro che avevano contribuito a distruggere il giornale che amavo. Adesso che seguo da lontano le vicende segratesi (pur essendo stato riacchiappato per qualche incontro culturale da un altro grande, Luigi Favalli), ho la soddisfazione di vedere che Segrate Oggi ha ripreso a vivere e a svolgere la sua preziosa funzione, in un contesto completamente diverso. Non posso che compiacermene: forse quella lontana esperienza non andata tutta perduta, forse davvero quello che si semina, in qualche modo misterioso, trova il modo di germinare in tempi e forme imprevedibili. Cos sia. Alberto Cristofori - Scrittore e traduttore

Incredibile, il mio sogno ha preso il volo da qui


Se vero che il primo amore non si scorda mai, la cosa non pu che valere per tutti gli aspetti della vita. E quello per il giornalismo per me tuttora, pi che amore, una vera passionaccia, iniziata proprio nella redazione di via Grandi. Di Segrate Oggi sentivo parlare pi che altro da mio cugino, Fabrizio Bonetti, che ogni quindici giorni, davanti a due pizze fumanti in zona Lambrate, mi faceva leggere in anteprima i suoi formidabili articoli di satira. Avevo appena iniziato luniversit, e la voglia di provare a respirare laria di una redazione vera mi port a farmi avanti, e a proporre i miei primi articoli da aspirante giornalista. Era la primavera 1997: un servizio a puntate (scritto a macchina!) sulle facolt universitarie di Milano, per aiutare i maturandi nella loro scelta. Di quei primi mesi ricordo la mia timidezza nelle riunioni di redazione, in mezzo a personalit spiccate come Fabrizio ma anche il direttore Mentana, Anna Olcese, Enrico Sciarini. La percezione di essere in un gruppo animato dalla passione e dalla voglia di offrire, attraverso 16 pagine ogni quindici giorni, una voce e un servizio alla comunit segratese. E dal punto di vista professionale, una palestra formativa come poche: gestire le scadenze, gli imprevisti, limpaginazione, la chiusura del numero... e quindi la soddisfazione di un giornale vero, con la tua firma, pronto da leggere e sfogliare. Per un ragazzo di 20 anni, quale ero io, non poteva esserci soddisfazione pi grande. Quando passavo le domeniche pomeriggio tra lo stadio di via 1 Maggio e le telefonate in sede alla Fulgor o allAC Segrate, sentivo che quella era la mia gavetta e che stavo imparando il mestiere. Ma se qualcuno, sui gradoni del 1 Maggio, mi avesse detto che, dieci anni pi tardi, mi sarei trovato a Montecarlo come telecronista della Supercoppa UEFA per una TV nazionale che allora nemmeno esisteva, avrei chiamato senza esitazioni il reparto di Neuropsichiatria del San Raffaele. E allora, ai ragazzi che ora compongono la spina dorsale di Segrate Oggi, dico: avete una grande occasione, quella di informare e rendere pi consapevole la vostra comunit. Prima ancora che un mestiere, una missione, piccolo o grande che sia il vostro pubblico. E spero che tutti i segratesi, anche chi pi distante da questo foglio, capiscano limportanza di avere in citt una voce libera, autorevole, radicata nel territorio da due generazioni. A Segrate Oggi dico solo: 40 volte 40 di questi giorni! E soprattutto, grazie. Federico Casotti - Telecronista e commentatore SportItalia

Passione ed entusiasmo il mio cuore rimasto l


Quaranta, mamma mia tempo di bilanci. E ricordi Con la Rana Beppa che ha segnato buona parte della mia infanzia, e le riunioni, appena quindicenne (io) in uno scantinato freddo e semibuio, a disegnar pagine e inventare aperture Il primo pezzo me lo ricordo bene: uninvettiva contro il critico musicale posso fare il nome? Il grande Alberto Cristofori che aveva osato criticare i miei idoli, i Pink Floyd di The Wall. Carta e penna e tanta presunzione, ma che emozione quando lho visto pubblicato con la sigla che anni dopo diventer la mia firma, quel B.S. che mi ha accompagnato e mi accompagna tuttora. Poi cronaca, racconti, pezzi e pezzulli, in unavventura che non sapevo, o forse non speravo, sarebbe diventata vita. Perch quando nell87, dopo una pausa di qualche anno, sono tornata a Segrate Oggi per diventare redattrice impaginatrice tuttofare mica ci pensavo che fosse davvero la mia strada. Ma scrivere, ah scrivere su un periodico libero, che racconta della tua citt e del mondo attorno, beh, scusate, sar nostalgia di giovinezza, ma davvero esperienza impagabile. E persino litigate e discussioni, allordine del giorno, ti sembrano arricchimento. E la fatica di trasformare in italiano corretto certi deliri grafici che ti fanno comprendere lossessione per la penna rossa di tanti insegnanti di italiano La fatica di disegnare 16 pagine 16 anche quando a tenere in piedi Segrate Oggi ceravamo io, Anna Olcese e Enzo Migliorati. O quando arrivati la mattina abbiamo trovato la redazione devastata e i computer nuovi nuovi svaniti. La rabbia quando levento si ripetuto. Ma Segrate Oggi in edicola ci doveva andare, costasse quel che costasse. Perch quel foglio nato per passione e forse per caso, in unepoca tanto diversa, ha dimostrato, e dimostra, che c un modo di raccontare il mondo che ci sta attorno con occhi aperti e voglia di esserci e partecipare. E quarantanni saranno anche tanti, per un foglio nato per caso. Ma lasciatemi dire che i 40 sono anche gli anni della maturit e della saggezza. O no? Barbara Sanaldi Giornalista Corriere della Sera

Contributo alla crescita culturale e sociale


Era il febbraio del 1984 quando mia figlia, che aveva collaborato per qualche numero a Segrate Oggi con lallora direttore Mario Lizzero, chiese a me di continuare in vece sua. Accettai quasi per gioco e, salvo una breve interruzione, da 27 anni che la mia collaborazione sta continuando. Nel 1984 a Segrate si stava incominciando a parlare di ecologia e si era formato anche il Gruppo ecologico del quale ero entrato a far parte. Segrate Oggi mi diede lopportunit di contribuire alla diffusione di una coscienza ecologica. I miei articoli trattarono per anni di raccolta differenziata, ma non solo. Nel 1989 curai per un paio danni Langolo del dialetto. Poi passai ad interessarmi di scuola; entrai in tutti gli istituti scolastici di Segrate a fare interviste in classe e curai una pagina scritta dagli stessi alunni delle scuole medie che portava come titolo Redattori di classe. Nel 92, mi fu chiesto di occuparmi di Cultura, cosa che continuo a fare. Il mio sogno nel cassetto quello di realizzare con Segrate Oggi la diffusione della voglia di conoscere; una voglia da diffondere tra i giovani, ma che deve essere mantenuta anche in et avanzata. In occasione del decennale di fondazione del giornale, su un libretto pubblicato per celebrare la ricorrenza ho trovato scritto: Quanto pi un giornale si dichiara indipendente, tanto pi necessario usare capacit di giudizio e di critica. Ma senza la conoscenza non pu esserci n la capacit di critica, n quella di giudizio. Segrate Oggi questa capacit lha avuta, se non per tutti i suoi quarantanni, almeno per gli ultimi trenta. Ci sono tutti i presupposti perch continui a farlo ancora per molti decenni. Enrico Sciarini

Ironia, polemiche, ma critiche stimolanti


Segrate Oggi una voce critica ma attenta alle vicende della citt ed uno strumento molto utile alla democrazia della nostra comunit. Negli anni in cui sono stato sindaco, non sono mancate le occasioni di duro confronto, che si sono per sempre risolte con la correttezza e la stima reciproca che hanno segnato il mio rapporto con il giornale. Ricordo sempre con divertimento i celebri resoconti delle riunioni di giunta che puntualmente, ogni due settimane, Segrate Oggi proponeva ai lettori: pezzi ironici ma garbati, critiche stimolanti che servivano allamministrazione come strumento di autocoscienza e anche a me, come sindaco per capire meglio certe situazioni allinterno della mia squadra. Non mi sono mai seccato, anzi ero sempre molto curioso di leggere quei retroscena di cui, ancora oggi, mi chiedo lorigine dato che non ho mai capito da chi e in che modo Segrate Oggi venisse a conoscenza di tutto ci che accadeva durante le nostre riunioni. Ricordi meno piacevoli, per me, sono legati a una vicenda che mi hai coinvolto, quando fui condannato insieme con i miei consiglieri a risarcire laumento di stipendio da sindaco che avevamo approvato con il via libera dellallora segretario comunale, un ritocco che oggi varrebbe pi o meno 700 euro. In quelloccasione fu durissimo il confronto con il giornale e il suo direttore, ci volle del tempo per ricucire lo strappo, ma alla fine tutto si risolse con la consapevolezza del funzione fondamentale che questo giornale ricopre per la citt. Bruno Colle - Ex sindaco di Segrate (1995-2005)

1971
Dallottobre 1971, per tre anni, Segrate Oggi esce sotto forma di ciclostilato (un sistema di stampa meccanico oramai obsoleto). il bollettino interno del Partito Comunista di Segrate, redatto e diffuso dalle sezioni locali.

1987
Si cambia ancora, a partire dal colore. Al posto del consueto verde, per due anni, fa capolino sulle pagine del giornale il rosso e sparisce dalla prima pagina la mascotte Beppa. Titoli pi in evidenza e fotografie rendono Segrate Oggi pi moderno, anche grazie alle novit portate dalla videoimpaginazione.

1971-2011 quarantanni di prime pagine....

1974
Nel dicembre del 1974 dopo un numero zero di prova, la testata viene registrata presso il Tribunale di Milano: il giornale comincia a uscire regolarmente con periodicit mensile.

1989
Si conclude lesperimento e si torna al verde. La nuova testata, con qualche piccolo ritocco nel corso degli anni, dura dieci anni.

Da gennaio 1978 Segrate Oggi diventa un giornale aperto: sulla testata scompare la dicitura a cura delle sezioni Pci di Segrate. Dal novembre dello stesso anno cambia veste tipografica e fa la sua comparsa la Rana Beppa. Dal 1979 il giornale diventa quindicinale.

1978

Sceglie il Primo Maggio, Segrate Oggi, per rivoluzionare integralmente la propria veste grafica. Insieme con la nuova testata, che da dodici anni caratterizza il giornale, unapertura di rottura, tutta dedicata allo sport, che sottolinea linteresse sempre pi vivo verso tutti gli aspetti della vita cittadina.

1999

1984
Resta la Rana Beppa, ma si rinnova interamente il giornale, che continua a uscire ogni quindici giorni ma in formato ridotto, a otto pagine.

2011
Dopo tanti cambiamenti, grafici, organizzativi, editoriali, eccoci come entriamo oggi nelle case di tenti segratesi, arrivati quasi al traguardo degli 800 numeri stampati, senza interruzioni.
il giornale della tua citt
2 quindicinale di attualit, politica e cultura
12 OTTOBRE 2011 - anno XL - n. 17
Editore Milano Communication srl - Redaz. via Conte Suardi 84 - 20090 Segrate (MI) - Poste Italiane Spa - Spediz. in abb. postale - D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n. 46) art. 1, comma 2, DCB Milano - Reg. presso Trib. di Milano n. 369 19/11/1974 - Costo di una copia: 1 euro

Nelle ultime settimane segnalati in citt e dintorni numerosi episodi criminosi

Anziani, attenti alle truffe


Diverse le tecniche che si basano su destrezza e psicologia per sorprendere le vittime
PGT CONTESTATO

BOFFALORA

Trattative aperte per far rinascere il decimo quartiere


Una road-map per far ripartire il progetto Boffalora. E per risolvere i problemi delle famiglie residenti. Trapela cauto ottimismo dalla assemblea di condominio degli abitanti del primo lotto di edilizia convenzionata del quartiere Santa Monica, l'unico terminato, alla quale luned sera ha partecipato anche il sindaco Alessandrini. Sul piatto, in prima battuta, il problema degli allagamenti del secondo piano interrato degli edifici di edilizia convenzionata. Ma al contenzioso tra il condominio e l'operatore Vegagest legato a doppio filo anche il futuro stesso del decimo quartiere di Segrate, l'ambizioso progetto edilizio naufragato negli anni tra guai finanziari e clamorose mancanze nella gestione del progetto. segue a pagina 6

Festival dellambiente per suggerire correzioni


fatta di fiaccolate, incontri pubblici e attivit ricreative la controffensiva lanciata dalla lista civica Insieme per Segrate contro il piano di governo del territorio che nelle prossime settimane andr in Consiglio comunale per ladozione. Un puzzle di iniziative, quello iniziato lo scorso venerd con una fiaccolata notturna nel Golfo agricolo, che si concluder il 20 ottobre.

a pagina 2

Anziani nel mirino di truffatori, borseggiatori, professionisti del raggiro. Quattro episodi in citt negli ultimi giorni - ma sono solo quelli di cui veniamo a conoscenza, data anche la vergogna che a volte si prova nel denunciarli riportano alta l'attenzione su un fenomeno drammatico che colpisce quasi sempre chi ha meno mezzi per difendersi. C il trucco della monetina al supermercato, quello del telefonino caduto, c il raggiro fatto da finti conoscenti e quello dei soldi da versare per coprire debiti o impegni presi dai figli. Ma c anche chi ha il coraggio di denunciare per evitare che certe situazioni si ripetano.

Concorso fotografico, vince Ai piedi delle montagne

a pagina 5

a pagina 11

Scuola, accorpati gli istituti di Redecesio e Milano Due Salute, prevenzione Screening gratuiti per ludito e la mammella Volley Segrate Quel manipolo di irriducibili della curva

LUCCHINI ARTONI In Consiglio acceso dibattito sul futuro dellazienda

A PAGINA 8

Battaglia su trasferimento o radicale ristrutturazione


Lo scontro politico sul futuro della Lucchini Artoni l'asfaltificio di via Tiepolo al centro negli ultimi mesi delle critiche dei residenti di Segrate Centro arrivata in Consiglio comunale. Sotto forma di due interrogazioni e una mozione, presentate da Pd e Segrate Nostra, la vicenda ha fatto emergere una frattura insanabile tra maggioranza e opposizione. Perch se da una parte la volont quella di tentare di mettere una pezza al problema attraverso una ristrutturazione radicale degli impianti della societ, dall'altra la richiesta perentoria: il trasloco della ditta altrove. Questo il punto politico del lunghissimo dibattito che per quasi tre ore ha tenuto banco lo scorso luned in consiglio comunale, sotto gli occhi di una cinquantina di cittadini residenti nelle aree vicine allo stabilimento, la cui attivit di produzione di asfalto da almeno un anno e mezzo crea enormi disagi in termini di odori e irritazioni alle vie

CENSIMENTO ISTAT

A PAGINA 9

aeree degli abitanti di via Morandi, Cristei, Tiepolo e Palach. Miasmi insopportabili, ma, secondo l'amministrazione, non dannosi per la salute. Tutti i valori rilevati dai monitoraggi atmosferici a nostra disposizione rientrano nei livelli di legge ha spiegato l'assessore all'ambiente Ferdinando Orrico abbiamo provveduto autonomamente all'analisi dei dati che poi abbiamo spedito ad Arpa per una verifica.

Iniziata la consegna (obbligatoria) dei moduli


Ci risiamo: dopo 10 anni ritorna il censimento della popolazione italiana. Era il 21 ottobre del 2001 e Segrate si affermava come Comune in posizione 246 (su 8.100), con i suoi 33.199 abitanti. Dieci anni dopo, il quindicesimo censimento della popolazione e delle abitazioni avr come data di riferimento il 9 ottobre 2011: il questionario si potr compilare entro il 20 novembre.

A PAGINA 14

segue a pagina 3

a pagina 6

BASKET Cestista milanese di 38 anni pluricampione con lOlimpia

Alberti, colpo grosso del Village


Segrate Village perde 85-77 contro la corazzata Siziano. Ma non la notizia del momento, perch a movimentare le giornate in casa giallorossa ci pensa il mercato, non ancora chiuso. Potrebbe esordire nelle prossime partite di Segrate Village, rullo di tamburi, niente meno che Paolo Alberti. Il cestista milanese, classe, 38 anni, ha un passato da superstar: con la casacca dellOlimpia Milano ha vinto scudetto, Coppa Italia e Coppa Korac.

RB SERRAMENTI
SNC

segue a pagina 14

SERRAMENTI IN ALLUMINIO CASSONETTI - TAPPARELLE - PERSIANE ZANZARIERE - PORTE BLINDATE E INTERNE - CASSEFORTI E INFERRIATE FABBRO - PORTE BASCULANTI BOX ANCHE MOTORIZZATE INFISSI IN PVC *Possibilit di

21 DICEMBRE 2011

Cultura e spettacoli
I Appuntamenti

11

SCELTI PERVOI
21 dicembre 6 gennaio

I Il 22 concerto

alla Sabin di Mi2

al circolo Magnolia alla Magorium

I Natale e Befana

I Camp di Natale

di Volley Segrate

I Alla Commenda

brindisi del C.P.S

di G.D.D.

Lorchestra e il coro dellIstituto A. B. Sabin di Milano 2 presentano Concerto di Natale. Musiche per chitarra, flauto, pianoforte e violino (strumenti insegnati nella scuola media) ed ensemble finale. Direttore dorchestra Angelo Franzi, docente di chitarra. Appuntamento domani 22 dicembre alle ore 21 presso il salone centrale (ingresso gratuito).

Ma che colpa abbiamo noi Magnolia beat 60 il 22 dicembre alle ore 22 (gratuito). Il 25 alle ore 23 Xmass reggae night con dj set Vito War (gratuito). A Santo Stefano torna The Zen circus con Sakee Sed e Casanovas live e Davide Facchini dj set (8 euro). A San Silvestro Lultimo capodanno dalle ore 22 (10 euro). Tessera ARCI obbligatoria.

Due appuntamenti con il Laboratorio natalizio organizzati alla ludoteca Mr Magorium. Il 21 e il 22 si personalizzano i biglietti dauguri. Il 4 e 5 gennaio si prepara la calza aspettando la Befana (il 21 e il 4: per bambini dai 4 anni; il 22 e il 5 per bimbi 0-3 anni accompagnati). Ore 16.45, 12 euro con prenotazione: 02-36572992; 347-9205988.

Volley Segrate 1978 organizza il Camp di Natale per bambini della scuola primaria e scuola secondaria di I grado. Appuntamenti di dicembre il 27, 28 e 29. Appuntamenti di gennaio il 3, 4 e 5. necessaria la prenotazione entro venerd 23 dicembre (posti limitati). Costo 25 euro al giorno. Per info e prenotazioni: 334-1654359; camp@volleysegrate.it.

Oggi a Cascina Commenda a Rovagnasco doppio appuntamento per gli auguri di Natale. Alle ore 17 il Circolo Culturale Ricreativo dei Pensionati Segratesi C.P.S. invita al Brindisi Natalizio. Alle ore 20.45 Buone Feste per tutti!, incontro dei soci e dei simpatizzanti di Arciallegri (aula 2 del Centro Civico). Ingresso libero. Via Amendola, 3.

MUSICA Allenoteca Ligera di via Padova concerto-laboratorio per un approccio diverso dalla canzone dautore

Un sorprendente Elfo a Tantautori


Un concerto-laboratorio per invitare ed educare allascolto con un approccio diverso alla canzone dautore. lidea di un gruppo di artisti segratesi e del cantautore calabrese e milanese dadozione Pino Cerrigone. Sul palco tanti autori, o meglio Tantautori cantautori riuniti a Milano, in un progetto ambizioso che nasce dalle necessit artistiche, vitali e sociali di un gruppo di autori, musicisti e cantanti di dar vita a un laboratorio live, itinerante e aperto ad ogni intrusione artistica, ha spiegato Cerrigone che, insieme a Giovanni La Monica, Daniele Marrabello, Fabrizio Donadoni e Niccol Lavelli ha presentato la prima serata live. Allenoteca Ligera di via Padova , davanti a una sala gremita di ospiti, gioved 7 dicembre, ha aperto il concerto proprio Cerrigone che questanno ha inciso il suo primo disco e che da 5 anni porta in giro per Milano lo spettacolo AcoustiCountryBlues dautore. Dopo lironico e pungente Marco Levi e loriginale gruppo Il cielo ha un bel colore, entramNella foto, Elfo e Daniele Marrabello. In basso, Niccol Lavelli (foto Emilo Camera)

Il segratese La Monica (alla chitarra) ha presentato la prima serata live con Cerrigone, Marrabello, Donadoni e Lavelli
GRUPPO DI LETTURA

Commentato Una donna Poi gli auguri di Natale


Nella foto sono ritratti le ventotto donne e tre uomini appartenenti al Gruppo di lettura della Biblioteca di Segrate che gioved 15 dicembre si sono scambiati gli auguri di Natale dopo aver approfonditamente discusso lultimo libro da loro letto. Che le donne siano in cos grande maggioranza non vi nulla di strano dato che il Gruppo si costituito pi di dieci anni fa grazie alla Biblioteca e allAssociazione femminile D come Donna. Casualmente il romanzo da commentare la sera del 15 dicembre stato Una donna di Sibilla Aleramo, scritto oltre un secolo fa, ma ancora di attualit perch il filo conduttore del libro lemancipazione femminile. Allepoca le-

NOVIT ALLIDROSCALO

La Provincia dedicher a Walter Chiari il teatro allaperto


Marted 20 dicembre nel ventennale della morte di Walter Chiari stato illustrato presso la sede della Provincia di Milano il progetto di realizzazione del nuovo teatro allaperto situato allIdroscalo (nella foto). Nella conferenza stampa il presidente della Provincia Guido Podest dopo aver precisato che il teatro sar pronto a primavera 2012 ha osservato che Walter Chiari rappresenta ancora oggi una delle figure pi belle dei nostri anni giovanili capace di influenzare per qualche decennio di vita degli italiani, soprattutto quelli appartenenti alla mia generazione. Dedicargli il teatro che stiamo realizzando un modo per onorare e ricordare come merita un attore del suo calibro. Desideriamo quindi rendere omaggio a colui che consideriamo a tutti gli effetti un grandissimo milanese. Personalmente indicher Chari per lassegnazione alla memoria del Premio Isimbardi la massima onorificenza della Provincia di Milano.

Andrea DallOlio (violino). Il racconto scivola tra le atmosfere di 5 brani, attraverso i quali varie figure si dibattono tra storie damore e bassezze umane spiega Lavelli - Giuda la parte che non si vuole raccontare, laltra faccia della bont, un ritornello promesso e mai mantenuto. possibile acquistare il disco nel corso delle serate live o ascoltare i brani su youtube e myspace. Lesordio dei Tantautori stato bi di Milano, stata la volta del segratese Giovanni La Monica, in arte Elfo, che ha accompagnato alla chitarra gli amici e cantanti Andrea Cesati, Sara Colantuoni, Marta Gimigliano e Daniele Marrabello. Solo sale, Altamarea, Impareggiabile e Bimba non sono i primi inediti che presenta al pubblico. Per dieci anni in veste di batterista, autore, compositore e arrangiatore Elfo ha fatto parte della punkband Angrybeans con cui si esibito in tutto il nord Italia al fianco di note band del settore, dagli Shandon ai Verdena, Persiana Jones e Tre allegri ragazzi morti. Dopo questa esperienza ho deciso di cambiare genere musicale ha dichiarato La Monica lesperienza Tantautori mi ha permesso di presentarmi in chiave cantautorale e di esibirmi per la prima volta alla chitarra, strumento che ho iniziato a suonare da autodidatta ancora adolescente. Nati 5 anni fa dalla collaborazione tra Fabrizio Donadoni (basso, synth e cori) e Daniele Marrabello (voce e chitarra), ai quali si aggiunto Alessandro Puricelli (batteria e cori), il gruppo pop cantautorale dei Damar ha presentato i pezzi Il treno, Cappello blu, Aviatore accompagnati dalla chitarra di Cerrigone, e i due bis Lady Sibilla e Conigli. Ispirati dal cantautorato moderno di Venuti, Fabi, Gazz e Silvestri e dai grandi classici Battisti, De Gregori e Dalla, i Damar stanno registrando il loro primo disco con 11 pezzi che uscir nel 2012. Nel frattempo possibile ascoltarli su youtube e myspace. Prima dellultimo autore milanese Davide Tafuri, stata la volta della romantica e malinconica voce di Niccol Lavelli che ha proposto Le chiavi, Nuovo mondo e Lamore in aria. Pianista dallet di 9 anni e compositore prodigio (a 12 anni ha composto la sua prima canzone Rispettabile Indecenza) ha inciso il suo primo disco Giuda uscito lo scorso novembre, sintesi di un lavoro di un anno insieme con Silvio Centamore (batteria, percussioni), Alessandro Rigamonti (basso) e

SANFELICINEMA Piazza Centro Commerciale


Tel. 02.7530019 Il cinema chiude per le festivit da luned 19 dicembre a gioved 5 gennaio, data in cui riprenderanno regolarmente le proiezioni. Al momento di andare in stampa con il giornale, i responsabili di Sanfelicinema non sono in grado di comunicare la programmazione per le prime settimane del 2012.

un successo. Il pubblico ha apprezzato la formula del cantautorato easy listening, serio e non serioso, impegnato e non impegnativo cui aspirano gli organizzatori dellevento. Lidea ha concluso Cerrigone di andare oltre lesibizione e il sottofondo musicale da aperitivo. Noi desideriamo raccogliere tanti artisti che si susseguono sul palco, si amalgamano e si influenzano tra loro proponendo nuovi progetti artistici e anche performance occasionali open stage. Un microfono aperto, insomma. Per info sulle prossime serate e collaborazioni visitare il sito internet: www.tantautori.com. Giulia Di Dio

mancipazione era solo quella dei figli nel confronto del padre. E poi diventata quella delle donne nel confronto degli uomini. E sempre interessante assistere alla discussione delle signore del Gruppo di lettura quando si confrontano sui contenuti di un libro, ma pi interessante sarebbe se il confronto avvenisse alla presenza di un maggior numero di uomini. Proprio perch emancipate le donne dellAssociazione e del Gruppo di lettura sono ben disposte al confronto con gli uomini.E loro? E.S.

12

Rubriche

21 DICEMBRE 2011

La C02 oltre a surriscaldare la Terra causa la morte di tante di persone


METEO E... SALUTE
Lanidride carbonica un efficace gas serra e anche per questo, a torto o a ragione, indicata fra i principali responsabili del recente surriscaldamento della Terra. Una recente ricerca per sembra dimostrare che oltre ad aver potenzialmente causato la febbre del nostro Pianeta le eccessive emissioni di CO2 potrebbero essere assai nocive anSempre pi spesso si parla di stress e di quanto questo possa incidere fortemente sulla qualit della vita di molti individui. Per affrontare questo silenzioso nemico, le scienze psicologiche hanno introdotto un concetto fondamentale che prende il nome di gestione dello stress. Con il termine gestione dello stress, gli psicologi e pi in generale chi si occupa di scienze umane, intendono indicare tutte quelle metodiche e comportamenti che si possono attuare per fronteggiare in modo efficace questo elemento che delle volte risulta essere realmente peri-

di Andrea Giuliacci III CENTRO EPSON METEO III www.giuliacci.it


le e Ambientale presso la Stanford University (California), ha difatti quantificato attraverso un modello matematico limpatto della CO2 sulla salute negli Stati Uniti nel suo complesso e poi, scendendo pi nel dettaglio, prima in California e successivamente in particolare nella citt di Los Angeles. Ebbene, in base ai risultati da lui ottenuti, in tutte e tre le aree considerate la mortalit risulterebbe inferiore se le emissioni di anidride carbonica, e quindi anche la locale presenza di questo gas, fossero inferiori: insomma, oltre a riscaldare il clima, la CO2 presente nellatmosfera sarebbe anche in grado di causare direttamente la morte di diversi individui. In particolare alle 50.000-100.000 persone che ogni anno negli Stati Uniti si stima muoiano prematuramente a causa dellinquinamento atmosferico secondo Jacobson bisognerebbe aggiungere fra i 300 e i 1000 individui a causa delle emissioni locali di CO2, e di questi fra le 50 e le 100 persone nella sola California. Insomma, combattere le emissioni di anidride carbonica potrebbe essere no, si portano gli individui a seguire una sequenza precisa di esercizi di contrazione e di distensione muscolare dei vari distretti corporei oppure anche solamente di distensione di vari muscoli del corpo. Si pu anche passare ad altre modalit di rilassamento pi complesse, che portano alla sovrapposizione di immagini mentali positive su quelle parti del corpo che sono doloranti o contratte.
Per parlare al dottor Lupo, scrivete una mail a: dlupo2005@libero.it o telefonate al 339.1985441

che per la nostra salute. Uno studio pubblicato sulla rivista scientifica Environmental Science and Technology sostiene difatti che la cappa di anidride carbonica che si forma sopra le grandi citt sia direttamente responsabile dellaumento della mortalit nelle grandi aree urbane. Mark Jacobson, autore della ricerca e professore di Ingegneria Civi-

RISPONDE LO PSICOLOGO
di DARIO LUPO

Tecniche di rilassamento per la gestione dello stress


finizione di cosa sia il rilassamento. Per rilassamento sintende una risposta, in senso contrario, rispetto ad uno stato di attivazione fisiologica che risulta nociva per alcuni organi o manifestazioni corporee quali cuore, pressione arteriosa, aumento della temperatura corporea, forte sudorazione ed altro ancora. Queste tecniche chiedono al corpo letteralmente di invertire la rotta, raggiungendo una distensione profonda. Andando verso una spiegazione su cosa siano le tecniche di rilassamento, possiamo dire che sono delle metodiche che hanno come obiettivo principale quello del raggiungimento di una piena e progressiva distensione muscolare. Attraverso queste tecniche, come ad esempio avviene nel training autoge-

coloso per la salute delle persone. Tra le tecniche che risultano essere pi efficaci per la gestione dello stress si trovano le cosiddette tecniche di rilassamento. Prima, per, di spiegare cosa siano le tecniche di rilassamento, bene dare una de-

PARERE LEGALE

Ci separeremo... Quale sar lassegno di mantenimento?


Ho intenzione di separarmi da mio marito, con cui la convivenza oramai divenuta impossibile. Abbiamo un figlio di 7 anni e un altro di 4. Siamo entrambi impiegati e percepiamo uno stipendio pressoch identico. La casa in cui abitiamo stata acquistata in compropriet. Quanto posso chiedere a mio marito per il mantenimento dei miei figli? La legge di riforma del diritto di famiglia, con cui stato affermato limportante principio della bigenitorialit, ossia laffido condiviso ad entrambi i genitori come regola e quello esclusivo a uno solo dei genitori come eccezione, ha finalmente specificato i parametri in base ai quali determinare il mantenimento dei figli. Infatti il novellato articolo 155 del codice civile stabilisce che Salvo accordi diversi liberamente sottoscritti dalle parti, ciascuno dei genitori provvede al mantenimento dei figli in misura proporzionale al proprio reddito; il giudice stabilisce, ove necessario, la corresponsione di un assegno periodico al fine di realizzare il principio di proporzionalit, da determinare considerando: le attuali esigenze del figlio; il tenore di vita goduto dal figlio in costanza di convivenza con entrambi i genitori; i tempi di permanenza presso ciascun genitore; le risorse economiche di entrambi i genitori; la valenza economica dei compiti domestici e di cura assunti da ciascun genitore. Criteri che risultano tuttavia assai generici e di difficile applicazione concreta. Recentemente il Tribunale di Monza che ha provveduto alla predisposizione di vere e proprie tabelle di quantificazione dellassegno di mantenimento: A) Nel caso in cui al coniuge affidatario dei figli minori ed assegnatario della casa coniugale non sia liquidato alcun assegno per il proprio mantenimento la liquidazione del contributo al mantenimento dei figli, da porsi a carico dellaltro coniuge, potr variare in relazione al numero dei beneficiari. Nelle situazioni reddituali medie (operaio/impiegato, euro 1.200/1.600 mensili per 13 o 14 mensilit), in assenza di particolari altre condizioni valutative, la liquidazione ipotizzabile quindi: in presenza di un solo figlio: assegno pari al 25% circa del reddito (euro 300/400), in presenza di due figli: assegno pari a circa il 40% del reddito (euro 480/640), in presenza di tre figli: assegno pari al 50% circa del reddito (euro 600/800). B) Nel caso in cui al coniuge affidatario dei figli minori ed assegnatario della casa coniugale sia liquidato un assegno per il proprio mantenimento, nelle situazioni reddituali medie i criteri liquidativi sopra ipotizzati dovranno essere contemperati alla opportunit di salvaguardare le esigenze di vita del coniuge obbligato (spesso chiamato ad esborsi per il reperimento di una abitazione). La liquidazione, pertanto, potr essere effettuata con riferimento ai seguenti parametri: in presenza di un solo figlio: assegno pari ad 1/5 circa del reddito (euro 240/320); in presenza di due figli: assegno pari a circa 1/3 del reddito (euro 400/535); in presenza di tre figli: assegno pari a 2/5 circa del reddito (euro 480/640). Tali parametri dovranno essere variati con specifico riferimento alla misura dellassegno liquidato per il mantenimento del coniuge affidatario dei figli.

di LIVIA ACHILLI

Che cartolina dalle Prealpi con quel micio e la cagnetta


ndare a piedi
a cura di DI-HO

Questa volta non ci possiamo lamentare: la data era il 17 dicembre e in questo periodo di solito siamo in pieno inverno; per di pi sulle Alpi stava nevicando, e nella pianura il cielo era sereno ma, si sa, mai troppo azzurro. Normale, per la stagione. E tuttavia, forse abbiamo centrato quella zona delle Prealpi dove il cielo era non solo sereno, ma proprio sereno-blu, e la temperatura mite, quasi da primavera, tanto vero che nei prati cerano margherite e altri fiori. La meta era molto vicina, lOsteria di Montalbano (unora e un quarto a piedi da Lecco), tanto che alcuni Bigfoot (camminatori veloci) hanno proseguito un pezzo in direzione del vicino Monte Melma, ma senza allontanarsi troppo perch erano stati informati della presenza in zona di un nutrito branco di cinghiali, con i quali nessuno ha molta voglia di trovarsi faccia a faccia. Ma non abbiamo certo lamentato lassenza di animali: per oltre met dellandata siamo stati seguiti da un

bel gattone nero che, uscito da una casa a Lecco, ci ha accompagnato per un bel pezzo strofinandosi alle gambe e cercando coccole; al ritorno, siamo stati pure accompagnati da un bel cane, altrettanto nero, di nome Itaca, appartenente al personale dellosteria Insomma, la signorina Itaca corsa gi con noi per un bel pezzo, finch un ragazzo dellosteria ci ha raggiunti trafelato e ha convinto la medesima a ritornare a casa. Il tempo era talmente bello che durante il ritorno ci siamo stesi su un invitante prato con fiori a prendere il sole, in vista delle rocce del Medale, del San Martino, e della Grignetta gi innevata. Cosa si vuole di pi in una giornata dinverno?!?

Adesso, i primi mesi dellanno saranno ancora dedicati a escursioni a bassa quota, ma non facciamoci spaventare: bisogna tenersi in un minimo di allenamento se poi, in primavera, si vuole fare qualcosa di pi impegnativo e interessante. E si pu giurare che, appena le giornate si allungheranno, le Tartarughe segratesi allungheranno anche i loro percorsi. Rigorosamente a piedi. Nella foto: Tartarughe sul prato in vista delle montagne lecchesi. Il micio escursionista
Per informazioni sulle attivit delle Tartarughe scrivete una mail a: yoonkyun@fastwebnet.it

21 DICEMBRE 2011

Mercatino
3473834138 (23/11/11) -Vendo Alfa Romeo 1.9 JTD diesel 3P grigio metallizzato giugno 2002 km 80.000, gomme, batteria e cinghia nuovi, in garanzia fino a gennaio 2012 e bollo pagato fino ad aprile 2012 a Euro 4.000. Tel. 3393283077 (23/11/11) -Vendo cisterne usate da litri 1000 cad. in plastica complete di gabbia. Tel. 3460287194 (23/11/11) -Affittasi a MI2 appartamento arredato P.R. mq 80 (cucina a parte, soggiorno, letto, doccia, WC, ripostiglio, cantina) esposto sud/est tutto verso verde condominiale a euro 1000/mese pi spese condominiali e consumi. Tel. 02-2155854 (23/11/11) -Vendo al miglior offerente auto nuova vinta ad un con-

13

CERCO LAVORO
-Docente chimica lunga esperienza insegnamento offresi per ripetizioni singole o di gruppo a ragazzi di qualunque et e livello scolastico, anche per preparazione test di ingresso alluniversit. Massima seriet e risultati garantiti. Tel 3487746083 (21/12/11) -Perito meccanico con esperienza tecnico commerciale e ottimo inglese, disponibile per mansioni di ufficio varie, gestione documentazione sistemi: qualit, ambientale, salute e sicurezza e disponibile ad eventuali trasferte anche allestero. Tel. 3403623726 (21/12/11) -Signora dello Srilanka cerca lavoro come baby-sitter, pulizie, stiro, colf, full-time. In possesso di permesso di soggiorno e referenze. Tel. 328-0561800 (21/12/11) -Docente di lettere impartisce lezioni di italiano e latino. Tel. 340-9324023 (21/12/11) -Signora ecuadoregna con permesso di soggiorno, ottime esperienze e referenze cerca impiego come badante zona Segrate. Tel. 3298272940 (7/12/11) -Signore cerca lavoro come magazziniere a Segrate e zone limitrofe. Libero subito. Tel. 02-2134455 (7/12/11) -Signora italiana referenziata offresi come collaboratrice domestica/badante il marted e gioved per 3/4 ore giornaliere per Milano 2 o Pioltello. Tel. 349-5142022 (23/11/11) -Offresi badante molto disponibile, capace, professionale. Per referenze tel. 3383189841 (23/11/11) -Signore paraguaiano referenziatissimo, in possesso di patente, offresi per lavori di levigatura marmi, piccoli trasferimenti in auto, imbiancatura e pulizie domestiche. Tel. 366-4191110 (23/11/11) -Signora 25enne con esperienza cerca lavoro come baby-sitter, assistenza anziani a ore, full o part/time. Tel. 331-7412200 (23/11/11) -Signora italiana cerca lavoro come badante per anziani. Tel. 334-3454836 (09/11/11) -Giovane signora ecuadoregna con referenze in Italia da 12 anni cerca lavoro come domestica, operaia, baby-sitter, assistenza anziani tra le ore 9,00 e le 16,00. Tel. 348-3401867 (09/11/11) Pensionata dinamica e precisa pratica lavori ufficio uso pc offresi part-time. Ottime referenze. Tel. 347-3591702 (09/11/11) -Laureata in lettere impartisce lezioni di italiano e storia. Tel. 335-6503843022132811 (09/11/11)

Nome Cognome Indirizzo Inserzione

corso: Honda Insight Elegance 1.3 grigia metallizzata; consumo urbano 21,74 km/l, extraurbano 23,81 km/l, misto 22,73 km/l, immatricolata pochi giorni fa. Tel. 339-3291821 (23/11/11) -Vendo apparecchi fotografici Canon A1 me AT1 + ottiche 28mm e 200mm, flash Metz 45CT1 + accessori vari. Prezzo da concordare. Tel. 339-8917053 (26/10/11)

ALTRO
-Regalo cyclette Rovera 5011 Record computerizzata. Tel. 340-2208005 (7/12/11)
La Direzione del giornale non si assume alcuna responsabilit sul contenuto delle inserzioni.

Telefono Firma

Fax data

(Ai sensi della Legge sulla privacy dichiaro che la firma autentica)

LE INSERZIONI SONO GRATUITE E DEVONO ESSERE INVIATE A SEGRATE OGGI - VIA CONTE SUARDI 84, 20090 SEGRATE OPPURE POSSONO ESSERE SPEDITE VIA FAX AL N. 02.2139372 O VIA EMAIL ALLINDIRIZZO: segrateoggi@tiscali.it PREGHIAMO DI FORMULARE INSERZIONI BREVI.

-Cerchi un servizio di cucina a domicilio, una cena o per una festa? Ci occupiamo noi di tutto. Semplicit, discrezione, qualit, genuinit e professionalit. Tel. 3355646335 (09/11/11) -Signora 53enne cerca lavoro mezza giornata come pulizie, assistenza anziani. Tel. 328-0329763 (09/11/11) -Signora 45enne responsabile, referenziata di carattere sereno ed educata cerca lavoro come badante a giornata, mezza giornata o a ore. Tel. 338-5968662 (09/11/11)

VENDO-AFFITTO
-Vendo Ford Focus berlina TD 90 cv, anno 2001, km 73.000. Sempre in box, gomme e batterie seminuove, cinghia rifatta. Euro 2.500. Tel. 338-4573766 (21/12/11) -Vendo annate Time Magazine in inglese dal 1984 ad oggi a euro 12 per annata da 52 riviste. Tel. 02-26411783 (21/12/11) -Vendo 12 pacchi di pannolini Chicco n.5 (18 pannolini/pacco) a 45 euro. Tel. 349-3105787 (21/12/11) -Affittasi box auto res. Spiga MI2 scala 9/10. Tel. 349-3266052 (21/12/11) -Con offerta a piacere arredamento anni 70 noce nazionale tarsiato a mano, sala completa e stanza da letto, frigorifero classe A con 3 cassetti nuovo; da vedere. Tel. 346-5174783 (21/12/11) -Vendo appartamento a Rivolta DAdda (20 km da Segrate) ristrutturato, in palazzina da 5 piani al 3 piano con ascensore composto da 3 locali, cucina abitabile, box e cantina mq. 85; 3 bal-

coni su 3 fronti, libero, a prezzo interessante. Tel. 338-1902905 (21/12/11) -Residenza Mestieri vendo sottocosto box doppio in larghezza, piastrellato, elettrificato, mai utilizzato. Tel. 02-2640305 (21/12/11) -Eredi vendono camera matrimoniale anni 30 a euro 200 e camera matrimoniale in stile veneziano a euro 600. Tel. 347-5287539 (7/12/11) -Vendo (a Redecesio) pianoforte verticale nero lucido, in ottimo stato. Tel. 348.8207061 (7/12/11) -Privato vende Scanner Epson Perfection 1250 photo formato max 21.6x29.7 cm, velocit scansione: 36 ms/line colore, 12 ms/line greyscale. Tel. 335-5999624 (7/12/11) -Vendo passeggino doppio Jan Twin Two, per bambi-

ni dalla nascita a 3 anni ideale per gemelli o bambini di et diverse,compreso di capottine e parapioggia, pi un ovetto omologato per l'auto e cestina inferiore. A euro 400. Tel. 347-2772102 (7/12/11) -Vendo box in Redecesio via Trieste. No perditempo Tel. 328-1792924 (7/12/11) -Vendo enciclopedia Garzanti n. 17 volumi a Euro 150,00 nuovissima. Tel. 022135320 (7/12/11) -Vendo pelliccia di visone scuro tg. 42-44 in buono stato per euro 150. Tel. 3345607640 dopo ore 18,30 (7/12/11) -Vendo vogatore marca High Power con due pistoni regolabili singolarmente. Usato molto poco. Tel. 328-3093445 (23/11/11) -Vendo Game Boy Nintendo DS azzurro in ottimo stato a 20 euro, regalo due giochi. Tel. 333-1130037 (23/11/11) -Vendo 4 gomme invernali 185/60/15 complete di cerchi in acciaio originali Toyota a Euro 200. Tel.

La citt a portata di mano


NUMERI UTILI Polizia Locale: 02.2693191 Carabinieri: 02.2133721 Enel: pronto intervento 800-023426 Aem: 02.77201 800.199.955 Pronto Intervento: 02.5255 Vigili del fuoco: 115 Soccorso stradale: 116 Ufficio per l'Impiego: 02.9559711 San Marco riscossione tributi: 02.26923026 Sportello lavoro: 02.26902287 SEA aeroporti milanesi: 02.7485200 Trenitalia: 848.888.088 Misericordia Segrate: 02.2139584 / 02.26920432 Protezione civile Idroscalo: 02.7561068 Palazzetto dello Sport: 02.2136198 Taxi Mi 2: 02.2153924 Radiotaxi Martesana: 2181 Cimitero comunale: 02.02 26920638 Poste: via Conte Suardi 69 tel.02.26954814 Associazione segratese Lotta al Cancro: 02.21871332 MUNICIPIO Tel. 02.269021 (20 linee) S@C: lun-merc-gio 8.0012.15/13.15-15.00; mar 8.00-12.15/13.45-17.30 venerd: 8.00-12.45 OSPEDALI Cernusco: 02.923601 San Raffaele: 02.26431 Melzo: 02951221 ASL ROVAGNASCO 02.92654.01- 02-03 Orari: lun-mar-gio 8.30-13/ 14-16; mer-ven 8.30-13 FARMACIA NOTTURNA Il servizio farmaceutico notturno svolto dalla farmacia comunale di Pioltello in via Nenni 9 02.2136198 AMBULANZE Coordinamento sos: 118 Misericordia: 02.26920432 Croce Verde Pioltello: 02.92101443-02.92109686 Croce Bianca Cernusco: 02.92111520 Guardia Medica Melzo.: 02.95.12.21 Guardia Medica Pioltello: 02.92103610 RACCOLTA RIFIUTI Amsa: 800.33.22.99 Centro raccolta differenziata via Rugacesio: da lun a sab 912; 15-18,30 02.2136486 BIBLIOTECA CIVICA via degli Alpini 34 Orari: 9,30-12,15-14,0018,30. Chiusa il luned, domenica e gioved mattina. Tel. 02.21870035 ORARI SS. MESSE S. Stefano - Segrate Centro Fer.: 8,30-18,00. Fest.: 8,0010,00 - 11,30 -18,00 Prefestivi 18. Tel. 02.2131016 SS. Carlo e Anna - S. Felice Fer.: 9,00-18,00. Fest.: 10,0011,30 -18,30. Prefest.: 18,30. Tel. 02.7530325 Beata Vergine Immacolata Lavanderie Fer.: 17. Fest.: 8,30-10,30-18. Prefestivi: 18. Tel. 02. 2136535 S. Alberto Magno - Novegro Fer.: 17 - Fest.: 8 -10,30. Prefest.: 18 (Tregarezzo). Tel. 02.7560204 Dio Padre - Milano Due Fer.: 7,30. Merc. 18,30. Fest.: 11-19. Prefest.: 18.30. Tel. 02. 2640640 Madonna del Rosario Redecesio Fer.: 9,00 (mer. a S. Ambrogio). Fest.: 8,30 (S. Ambrogio). Pref.: 18,30. Tel. 02.2138808 S. Ambrogio ad Fontes Villaggio Ambrosiano Fer.: 8,30-18. Fest.: 8,30-1011,30-18,30. Pref.: 18,30.

TENDAGGI CLASSICI TENDAGGI A PACCHETTO TENDE A PANNELLO TENDE A RULLO TENDE PLISSE TENDE DA SOLE ZANZARIERE VENEZIANE

via Borioli, 34 - 20090 Lavanderie di Segrate tel./fax. 02.26950424 - cell. 338.9975098 orario: da mar a sab 9 - 12.30 / 15.30 - 19.30 (lun. chiuso)

Esclusiva punto

ISTITUTO PER LA CREMAZIONE DISPERSIONE CENERI

ACCETTAZIONE DISPOSIZIONI TESTAMENTARIE

14

Sport e tempo libero

21 DICEMBRE 2011

SANTO STEFANO Allinsegna della lingua inglese la tradizionale esibizione segratese

Un tocco di internazionalit nei cori di Natale insieme


Sabato 17 dicembre guardando il gruppetto delle Ragazze di S. Stefano, tutte in maglietta bianca, che si apprestavano a sfilare cantando sotto la navata della loro chiesa, pensavo che quando venti anni fa, per merito di Arturo Borsari, lallora direttore del Coro della Biblioteca, venne organizzato il primo Natale insieme, loro non erano ancora nate. Questo significa che a Segrate si radicata una tradizione capace di rinnovarsi e mantenersi espressione e coesione sociale, suscitando interesse e ammirazione tra i cittadini. Quanto questa tradizione natalizia abbia saputo rinnovarsi lo si pu constatare scorrendo il programma di questo concerto del ventennale. Nove i cori che si sono esibiti (otto di Segrate e

uno di Vimodrone, fondato e diretto da una segratese), e tra i 22 titoli dei canti proposti, la maggioranza sono stati canti moderni in lingua inglese che hanno dato alla celebrazione natalizia un notevole valore aggiunto. Lo stesso Stille Nacht (Notte silente) stato tutto cantato in lingua originale tedesca.

A tale internazionalit si sono contrapposti la prima assoluta di una Ave Maria composta dal maestro Renato Finazzi, attuale direttore del Coro Polifonico della Biblioteca di Segrate, e due canti natalizi di altri due segratesi: Anna Olcese e Paolo Federici. Un confronto con i brani anglosassoni che ha retto

bene e che fa onore alla nostra citt. Ma la sorpresa finale della serata stato il racconto animato Maria di Vanna Laterza al quale hanno partecipato sette interpreti per la parte recitata e tutti i cori in qualit di figuranti e di accompagnatori musicali. La chiesa di Santo Stefano si cos trasformata in un

luogo di celebrazione fuori dagli schemi comuni e contemporaneamente ha saputo raccogliere il meglio della tradizione. Una menzione merita anche il testo in italiano del famosissimo brano di John Lennon Immagina, pubblicato sul programma della serata: spero che tutti lo

abbiano letto perch linvito a immaginare il mondo come dovrebbe essere. E non solo a Natale. Enrico Sciarini Nelle foto, alcuni dei cori segratesi che si son esibiti nella chiesa di Santo Stefano.

VOLLEY/SERIE A2 Brutta e prima sconfitta casalinga stagionale del Segrate contro lIsernia che non compromette il primato

Campione dinverno con pile scariche


Prima sconfitta casalinga per Volley Segrate. Al Palazzetto di Via XXV Aprile il sestetto di coach Ricci subisce un pesantissimo 1-3 che porta i giallobl a condividere con Castellana Grotte il primo posto in classifica a quota 35 punti. Segrate rimane prima in classifica per quoziente set e si laurea campione dinverno. La fine del girone di andata coincide con gli accoppiamenti dei quarti di finale della Coppa Italia di serie A2: i leoni, da testa di serie numero uno del torneo saranno impegnati contro la Energy Resources Loreto classificatasi ottava dopo le prime quindici giornate di campionato. Tornando alla partita, Segrate parte bene e vince dominando il primo parziale di gioco. Da quel momento in poi un monologo da parte dei molisani. Il primo set vede i leoni di Ricci in vantaggio al primo tempo tecnico sull8-4, grazie ad un buon lavoro a muro di Botto. Baranek schiaccia nella met campo avversaria il punto del 12-7 costringendo lallenatore avversario al time-out. Un errore in battuta di Isernia regala a Segrate il punto del 25-18 per i padroni di casa. Il secondo set pi equilibrato del precedente, con Segrate avanti di due punti sul 10-8. tremenda reazione degli ospiti che ribaltano la situazione sull11-12. Ricci chiama time-out, Baranek non sembra lucido per concretizzare le palle messe a disposizione e in difesa non lavora bene, sbaglia la battuta che porta Isernia sul 2225. Il terzo set molto combattuto, Segrate va avanti sul 5-3 ma Isernia trova il pareggio a quota 7, quando Mengozzi mura Van Den Dries. Ricci sostituisce uno spento Baranek con lidolo dei tifosi Canzanella, ma la musica non cambia, soprattutto in attacco. Sul 16-20 le speranze si affievoliscono e i segratesi tirano i remi in barca. Il terzo set si chiude a favore degli ospiti molisani.

Ricci: Calo di tensione dopo un periodo stressante per da sopperire con la tecnica Si torna in campo il 26 dicembre
che era una partita difficile e che ci avrebbe riservato molte insidie. Purtroppo abbiamo commesso troppi errori. Probabilmente avevamo le pile scariche, in campo ho visto molta stanchezza. Il prossimo appuntamento vedr i leoni in campo Luned 26 dicembre per la prima sfida del girone di ritorno, in casa contro Reggio Emilia. Alessandro Cassaghi Classifica serie A2 Sustenium: Volley Segrate, Castellana Grotte 35, Perugia 33, Molfetta 31, Milano 28, Citt di Castello, Sora 27, Loreto, Genova 25, Santa Croce, Corigliano 23 Isernia 18, Club Italia Roma 16, Cant 7, Reggio Emilia 5, Atripalda 2 Prossimo turno: luned 26 dicembre, ore 18.00, palazzetto dello sporto via 25 Aprile, Segrate Centro: Vollley SegrateReggio Emilia

Nel quarto parziale i giallobl partono bene, conquistando il 5-2, ma Isernia molto determinata e trova di nuovo la parit, sul 6-6. Il set continua in parit fino a quota 18, ma Mengozzi e Sesto di Isernia trovano il break decisivo per portare la propria squadra in vantaggio di due lunghezze. I punti di vantaggio saranno 4 al

termine del set, il tabellone luminoso segner il punteggio di 21-25. A fine gara, deluso il tecnico ravennate: Abbiamo giocato male. Probabilmente stata la conseguenza delle tre partite difficili (contro Castellana, Sora e Genova, ndr) giocate la scorsa settimana. Un calo di tensione ci poteva stare, ma doveva essere con-

trollato tecnicamente. Invece abbiamo commesso molti errori di fila contro una squadra che aveva tutto da guadagnare e che ne ha approfittato. Anche Alletti, centrale segratese, rimarca la stanchezza data dallaver giocato spesso durante lultimo periodo: Dopo il primo set abbiamo avuto un calo di tensione. Sapevamo

21 DICEMBRE 2011

Sport

15

CALCIO/1A CAT. I gialloblu chiudono il girone dandata con un successo che d ossigeno alla classifica prima della pausa invernale

Segrate, punti doro prima del letargo


Omini: Finora abbiamo raccolto meno del dovuto, ma sono ottimista: la squadra viva. Si riprende il 29 gennaio
La Polisportiva Citt di Segrate chiude nel migliore dei modi il girone di andata conquistando quella vittoria che mancava ormai da 10 giornate. Nel penultimo turno i gialloblu avevano perso di misura sul campo dellAccademia S. Leonardo, ma il successo per 2-1 colto contro la compagine del Valentino Mazzola porta certamente un po di ossigeno alla squadra e le permette di passare le feste in maniera pi serena. Le reti di Loconsole e di Marco Sircana (nella foto), su rigore, hanno legittimato la superiorit giallobl al termine di un ottimo primo tempo; nella ripresa c stata la reazione degli ospiti che sono riusciti ad accorciare le distanze, ma poi il Segrate, seppur con qualche affanno, riuscito comunque a portare a casa tre punti meritatissimi e davvero fondamentali, sia per il morale che per la classifica. Mister Alberto Omini mostra soddisfazione per questo importante successo e anche ottimismo per il futuro: Avevamo bisogno di stagione. Ora avremo un po di settimane per poter ricaricare le pile, sia fisicamente che mentalmente; sicuramente meglio non dover giocare ad inizio Gennaio (con freddo e campi gelati) come accadeva in passato. Continueremo comunque ad allenarci e disputeremo delle amichevoli per non perdere il ritmopartita. La squadra chiude quindi il girone di andata al quartultimo posto con 15 punti allattivo, frutto di 3 vittorie, 6 pareggi e 6 sconfitte. Come ha sottolineato lallenatore, i punti avrebbero potuto essere almeno quattro o cinque in pi, visto che in alcune partite la squadra segratese ha raccolto meno di quanto avrebbe meritato; a questi ragazzi rimane comunque la certezza di aver fatto tutto il possibile e di non essere stati messi sotto da nessun avversario. Ci sono alcune cose da migliorare, soprattutto in fase di attacco dove il Segrate appare troppo dipendente dal gioiellino Sircana, ma la squadra ha molto carattere e comincia ad avere una sua fisionomia ben delineata. Ora il campionato si fermer per pi di un mese per la pausa invernale: il girone di ritorno riprender solamente a fine gennaio (domenica 29), quando il Segrate affronter in casa la forte Agnelladese, attualmente terza forza del torneo. Giacomo Lorenzoni CLASSIFICA: Accademia Sandonatese 33, La Locomotiva 30, Agnelladese 29, Accademia S. Leonardo 26, Pantigliate 25, Palazzo Pignano 22, Garibaldina 20, Savorelli 20, Valentino Mazzola Pieve 19, Nuova Acop Zelo 19, Crespi Morbio 17, Sporting Linate 16, Citt di Segrate 15, Centro Schuster 14, Borgolombardo 10, Vercellese 10. Prossimo turno: domenica 29 gennaio 2012, ore 14.30, campo don Giussani-Redecesio (Segrate): Citt di SegrateAgnadellese

CALCIO/ TERZA CATEGORIA

Fulgor mette in frigo un bel secondo posto


La Fulgor chiude un buon girone di andata al secondo posto con 22 punti allattivo, ma la classifica avrebbe potuto essere ancora migliore se i ragazzi rossoneri non avessero perso lultima partita per 3-2 in casa della Nuova Bolgiano. In precedenza le vittorie per 5-2 sul campo del Mecenate e quella per 1-0 sullAlgo avevano portato la squadra del Presidente Brunelli fino alla prima posizione (grazie alla contemporanea sconfitta della Medigliese nella gara dell8 Dicembre). Nellultima gara invece la Fulgor si fatta sorprendere da una squadra in netta crescita come la Nuova Bolgiano ed incappata nella quarta sconfitta stagionale, al termine di una gara comunque molto combattuta. Il Presidente Brunelli ha comunque commentato con la sua consueta ironia: Lultima partita andata male, hanno vinto gli altrisi vede che a noi non piace stare in collina e preferiamo sempre rimanere nella mischia A parte gli scherzi, va bene cos: siamo secondi ed in lotta per i play-off, quindi tutto in linea con quelle che erano le aspettative iniziali. Nel girone di ritorno faremo il possibile per continuare a fare bene, poi si vedr. Ora ci sar una lunga sosta invernale: il campionato riprender il 12 Febbraio 2012 (la Fulgor andr a giocare sul terreno del Fiera) G.L. CLASSIFICA: Medigliese 25, Fulgor Segrate 22, Abanella 20, Cimiano 20, A.L.G.O. 19, Nuova Bolgiano 17, Macallesi 14, Fiera 14, Sacro Cuore 14, Peschiera Borromeo 13, Dindelli 12, Mecenate 12, Golden Ausonia 11.

una vittoria ed arrivata al termine di una gara giocata molto bene. Questi tre punti sono una fondamentale boccata di ossigeno e ci hanno permesso di recuperare punti, evitando che la classifica si allungasse troppo. In generale sono soddisfatto del girone di andata disputato dai ragazzi; rimane il rammarico per alcune partite in cui avremmo certamente meritato di raccogliere di pi, ma la squadra ha sempre giocato ad armi pari con tutti e questo mi fa ben sperare in vista del girone di ritorno. Il gruppo vivo, combattivo, quindi sono certo che dar tutto fino al termine della

BASKET/SERIE D Dopo aver asfaltato il Gaggiano, gran colpo fuori casa

Miracolo Village col San Carlo vince e ipoteca il terzo posto


Segrate Village torna a far parlare di s, e dimostra di essere viva e vegeta e punta alle prime della classe. La Gamma Basket prima asfalta 90-62 al palazzetto di Via Trento una spenta Matteotti Gaggiano, poi con orgoglio e determinazione porta a casa due punti fondamentali contro la Pallacanestro San Carlo Milano. Contro gli azzurri di coach Zani il quintetto segratese vince 52-49, in una gara non ricca di canestri e dal punteggio basso, ma importantissima per il morale perch permette agli uomini di Michele Colombi di superare per differenza punti, negli scontri diretti, proprio i milanesi. Al palazzetto di via Zenale la partita sembra messa in ghiacciaia da Segrate Village quando nel secondo quarto i giallorossi si trovano avanti nel punteggio di 12 lunghezze a tre minuti dallintervallo. Un calo di concentrazione porta le squadre a soli 6 punti di distanza. Dopo i quindici minuti di sospensione, le distrazioni in casa Gamma aumentano e in un

IMPARARE IL BRIDGE

Dal 15 gennaio corsi gratuiti a Milano Due


Il bridge, per tutti, a Milano 2. L'associazione del Bridge e degli Scacchi di quartiere - che lo scorso sabato ha presentato liniziativa con un open day al centro civico - organizza un corso di introduzione al gioco, riconosciuto dal CONI, dal 1993, come disciplina sportiva. Gli incontri, gratuiti e aperti a tutti, si terranno presso il centro civico di Milano 2, nei pressi della residenza Campo, la domenica dalle 15 alle 17 con il calendario: 15 gennaio, 22 gennaio, 29 gennaio, 5 febbraio, 12 febbraio. Per informazioni e iscrizioni: 02.26410114 o 02.2155172.

to contro San Carlo ci ha dato una scossa, ci siamo ripresi il terzo posto in virt degli scontri diretti. Ottima partita per Perego e Bellotti, menzione donore per il capitano Livio Polo che si dovuto inventare esterno, con ottimi risultati, per sopperire alle mancanze degli infortunati Ricci e Travaglini. Il prossimo impegno vedr i ragazzi di coach Colombi fronteggiare in casa lAsd Mojazza, stabile nella parte bassa della classifica a ridosso della zona play-out. Alessandro Cassaghi Classifica serie D regionale: Voghera 24, Siziano 22, Segrate Village 18, San Carlo Milano 18, Basketown 18, Ombriano 18, Social Osa 16, Bocconi 14, Pavia 12, Castiglione 10, Mojazza 10, San Pio X 8, Lodi 8, Inzago 6, SantAmbrogio 4, Gaggiano 2.

terzo quarto imbarazzante per tutte e due le compagini in lotta (parziale di 9-5 per San Carlo) i padroni di casa si portano avanti di cinque lunghezze. Nel finale di partita, uno straordinario capitan Polo e un buon Perego in cabina di regia, con tranquillit gestiscono il possesso palla segratese e portano i giallorossi un punto in vantaggio. A pochi secondi dalla fine delle ostilit un fallo di San Carlo porta Bellotti alla linea dei liberi, il centro si prende la gustosa ven-

detta dellex e segna due su due a cronometro fermo. Ultimo possesso per San Carlo con la possibilit di tirare per il pareggio, ma la palla a spicchi non centra il bersaglio. Positivo a fine gara il commento del preparatore atletico dei giallorossi , Daniele: Nei momenti topici della partita non ci siamo mai scomposti, dimostrando di avere una buona concentrazione. La partita in s non stata bella a vedersi, ma limportante aver portato a casa i due punti. Aver vin-

Per la Vostra pubblicit su SEGRATE OGGI Dott. Vittorio Scaratti Tel. 02.45487372 Cell. 349.4595084

16

21 DICEMBRE 2011