Sei sulla pagina 1di 16

Disciplina: Musica a.s.

2016/2017
Classe II

UNITÀ DI APPRENDIMENTO 1
(L'ambiente: conoscere per riconoscersi)
Bimestre . Ottobre/Novembre
– le regole del vivere civile: essere cittadini nel proprio ambiente e nel mondo
– il rapporto tra beni culturali, materiali ed immateriali e contesto territoriale
– il pasesaggio raccontato dai ragazzi
– il viaggio tra cultura e sostenibilità
– l'agire bene per “ben- essere”

TRAGUARDI DI COMPETENZE IN USCITA:

L'alunno partecipa in modo attivo alla realizzazione di esperienze musicali attraverso


l'ascolto, l'esecuzione e l'interpretazione di brani sul tema ambientale e non.
E' in grado di ideare e realizzare, anche attraverso l'improvvisazione o partecipando a
processi di elaborazione collettiva, semplici messaggi musicali e/o multimediali.
Comprende materiali, opere musicali riconoscendone significati.

OBIETTIVI FORMATIVI TRASVERSALI:


Educare gli alunni a valutare e progettare il proprio ambiente e ad attivare forme di
sviluppo sostenibile.
Educare al senso civico e alla cittadinanza attiva.

Osservare, comprendere e applicare trasformazioni.

OBIETTIIVI FORMATIVI DELLA DISCIPLINA:

• Potenziamento delle capacità cognitive e linguistiche.

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO:
• conoscere i criteri di organizzazione formale tradizionale,
• rappresentare graficamente la costruzione di frammenti musicali e/o la forma
di facili brani musicali, individuando la ripetizione o la diversità delle parti.
• riconoscere ed analizzare con linguaggio appropriato le fondamentali strutture
del linguaggio musicale.

ABILITÀ
CONOSCENZE
• Leggere e scrivere frasi ritmico –
• Il discorso musicale melodiche
• La linea melodica e i segni • Utilizzare la simbologia musicale
d’espressione per trascrivere i parametri relativi
• La legatura di valore, semiminima alla dinamica all’andamento,
puntata e sincope all’agogica, all’espressione
• Semicrome crome puntate musicale
• Eseguire facili brani melodici
tramite lettura intonata delle note
• Riprodurre con la voce, per
imitazione e/o per lettura, brani
corali a una o più voci anche con
appropriati arrangiamenti
strumentali

ATTIVITÀ:
Le attività a sostegno del percorso didattico saranno:
attività corali (canti per imitazione e lettura, a una o più voci, da soli o in gruppo);
attività strumentali (esercitazioni individuali, musica d’insieme);
attività uditive (ascolto di brani musicali tratti da repertori vari, senza preclusioni di
generi e destinazioni);
attività creative (produzioni creative ritmico-melodiche, interpretazioni grafico-
pittoriche di brani musicali, sonorizzazioni ecc.);
attività informatiche con materiali sonori multimediali.

CONTENUTI:
Ascolto e produzione di brani anche relativi al tema ecologico.
Scrittura musicale
Strumenti didattici melodici e repertori
Brani strumentali per orchestra di classe
Brani vocali tratti dal repertorio vocale
Forme musicali complesse
Brani musicali per l’ascolto finalizzato al riconoscimento delle strutture e delle forme
studiate

METODOLOGIA

Nella seconda classe, essendo già state acquisite le nozioni di tempo e di ritmo,
daremo più spazio all’improvvisazione, alle esecuzioni strumentali e all’analisi di
realtà sonore diverse che spazieranno dal brano d’autore alla musica contemporanea.
La riflessione post-ascolto sarà fondamentale per mettere l’alunno in grado di
comunicare e trasmettere la propria interiorità, ma anche per farlo sentire partecipe
dei valori culturali della musica.
Le metodologie saranno coerenti con gli obiettivi disciplinari delineati e tali da
consentire l’adattamento alle diverse situazioni ambientali e culturali. I criteri di
scelta saranno:
metodi che consentano l’acquisizione ordinata dei contenuti e lo sviluppo delle abilità
attraverso motivazioni e scoperte personali;
itinerari didattici che permettano di privilegiare il processo formativo mediante
esperienze operative e creative.
Sarà pertanto necessario creare una situazione stimolante all’interno della classe
facendo in modo che ogni contenuto proposto, ogni esperienza musicale siano
motivati e si concretizzino in un interesse autonomo e gratificante da parte dei
ragazzi.

VERIFICA
• Formativa: in itinere per monitorare l’effettivo raggiungimento degli obiettivi
(prove d’ascolto, produzione strumentale/vocale.
• Sommativa: a fine unità, per controllare il grado di conoscenze degli
argomenti trattati. (Verifiche bimestrali pratico/orali).
VALUTAZIONE DELLE COMPETENZE
Valutazione della prova oggettiva totale punti: 10.
Padronanza
Punteggio (9-10)
Autonomia
Punteggio (7-8)
Base
Punteggio (6)

Criteri di valutazione delle prove:


Padronanza: suona semplici brani musicali con sicurezza e padronanza . Conosce in
modo completo gli aspetti teorici della notazione musicale. Sa essere fantasioso ed
originale nel suggerire scelte relative agli aspetti espressivi di un brano da cantare, da
suonare. Sa ideare interessanti sequenze ritmico – melodiche.

Autonomia: suona i brani proposti con sicurezza.. Conosce in modo abbastanza completo la
notazione musicale. Sa suggerire scelte relative agli aspetti espressivi di un brano da cantare,
da suonare. Sa variare semplici frasi musicali e conosce i principali aspetti teorici e tecnici
della notazione musicale.

Base: Sa usare in modo accettabile gli strumenti didattici nella esecuzione di facili
brani musicali.
Conosce in modo accettabile gli aspetti teorici della notazione musicale. Sa definire
in modo complessivo gli aspetti espressivi di un brano da cantare o da suonare,
suggerendo qualche variazione personale.

Inadeguatezza:Utilizza in modo incerto gli strumenti didattici nell’esecuzione di


facili brani o frammenti di essi. Conosce qualche aspetto teorico e tecnico della
notazione musicale. Sa definire solo alcuni aspetti espressivi elementari di un brano
da cantare o da suonare.
Disciplina: Musica a. s. 2016/2017
Classe II

UNITÀ DI APPRENDIMENTO
Bimestre : Dicembre/Gennaio
La tolleranza : rispettarsi per rispettare .
Usi, costumi e tradizioni dei popoli.

TRAGUARDI DI COMPETENZE IN USCITA:

L’alunno partecipa in modo attivo alla realizzazione di esperienze musicali attraverso


l’esecuzione e l’interpretazione di brani musicali e vocali appartenenti a generi e
culture differenti. Sa dare significato alle proprie esperienze musicali, scolastiche ed
extra scolastiche, dimostrando la propria capacità di comprensione di eventi, opere
musicali, riconoscendone i significati anche in relazione al contesto storico- culturale,
facendo uso di un lessico appropriato, adottando codici.

OBIETTIVI FORMATIVI TRASVERSALI:


Sapere che tutte le religioni hanno come finalità la pace fra gli uomini e il benessere
dei popoli.
Educare alla pace.
Educare al rispetto delle altrui culture e alla loro accettazione.

OBIETTIVI FORMATI DELLA DISCIPLINA:

• Instaurare relazioni interpersonali e di gruppo, fondate su pratiche


compartecipate e sull’ascolto condiviso
• In quanto mezzo di espressione e di comunicazione, la musica interagisce
costantemente con le altre arti ed è aperta agli scambi e alle interazioni con i
vari ambiti del sapere
OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO:
• Eseguire brani vocali e strumentali in modo espressivo collettivamente e
individualmente oltre l’ambito dell’ottava utilizzando anche le alterazioni
* Saper cogliere l’evoluzione degli elementi costitutivi del linguaggio musicale
in relazione ai periodi storici differenti.
• Cogliere relazioni tra la musica e le altre arti

CONOSCENZE ABILITÀ
• Conoscere le peculiarità stilistiche • Confronta linguaggi e prodotti
di epoche e generi musicali diversi musicali di diverse culture e di
• Conoscere le famiglie strumentali differenti periodi storici
dell’orchestra tradizionale • Riprodurre con la voce brani
• Conoscere le relazioni tra natalizi corali a una o più voci
linguaggi musicali e non musicali • Leggere ed eseguire brani
strumentali natalizi
• Riconoscere e analizzare con
linguaggio appropriato le
fondamentali strutture del
linguaggio musicale e la loro
valenza espressiva, anche in
relazione ad altri linguaggi,
mediante l’ascolto di opere
musicali scelte come
paradigmatiche di generi, forme e
stili storicamente rilevanti

ATTIVITÀ:
Le attività a sostegno del percorso didattico saranno:
attività corali (canti per imitazione e lettura, a una o più voci, da soli o in gruppo);
attività strumentali (esercitazioni individuali, musica d’insieme);
attività uditive (ascolto di brani musicali tratti da repertori vari, senza preclusioni di
generi e destinazioni);
attività creative (produzioni creative ritmico-melodiche, interpretazioni grafico-
pittoriche di brani musicali, sonorizzazioni ecc.);
attività informatiche con materiali sonori multimediali.
CONTENUTI:
Scrittura musicale
Strumenti didattici melodici e repertori
Brani strumentali per orchestra di classe
Brani vocali tratti dal repertorio vocale
Formazioni strumentali
Brani d’autore e di interesse storico il cui ascolto permetta di comprendere
l’evoluzione della musica.

METODOLOGIA

Nella seconda classe, essendo già state acquisite le nozioni di tempo e di ritmo,
daremo più spazio all’improvvisazione, alle esecuzioni strumentali e all’analisi di
realtà sonore diverse che spazieranno dal brano d’autore alla musica contemporanea.
La riflessione post-ascolto sarà fondamentale per mettere l’alunno in grado di
comunicare e trasmettere la propria interiorità, ma anche per farlo sentire partecipe
dei valori culturali della musica.
Le metodologie saranno coerenti con gli obiettivi disciplinari delineati e tali da
consentire l’adattamento alle diverse situazioni ambientali e culturali. I criteri di
scelta saranno:
metodi che consentano l’acquisizione ordinata dei contenuti e lo sviluppo delle abilità
attraverso motivazioni e scoperte personali;
itinerari didattici che permettano di privilegiare il processo formativo mediante
esperienze operative e creative.
Sarà pertanto necessario creare una situazione stimolante all’interno della classe
facendo in modo che ogni contenuto proposto, ogni esperienza musicale siano
motivati e si concretizzino in un interesse autonomo e gratificante da parte dei
ragazzi.

VERIFICA
• Formativa: in itinere per monitorare l’effettivo raggiungimento degli obiettivi
(prove d’ascolto, produzione strumentale/vocale.
• Sommativa: a fine unità, per controllare il grado di conoscenze degli
argomenti trattati. (Verifiche bimestrali pratico/orali).

VALUTAZIONE DELLE COMPETENZE


Valutazione della prova oggettiva totale punti: 10.
Padronanza
Punteggio (9-10)
Autonomia
Punteggio (7-8)
Base
Punteggio (6)

Criteri di valutazione delle prove:


Padronanza: Riconosce e descrive in modo dettagliato gli elementi costitutivi
richiesti, comprendendo appieno il messaggio musicale
Autonomia: . Sa riconoscere e descrivere all’atto dell’ascolto gli elementi
costitutivi richiesti, con buona comprensione del messaggio musicale
Base: Sa riconoscere e descrivere in modo non del tutto preciso all’atto dell’ascolto
gli elementi costitutivi richiesti, comprendendo parte degli aspetti del messaggio
musicale
Inadeguatezza: Sa riconoscere nell’atto dell’ascolto solo alcuni dei più semplici
elementi costitutivi di un brano; comprende alcuni aspetti del messaggio musicale.
Disciplina: Musica a. s. 2016/2017
Classe II

UNITÀ DI APPRENDIMENTO 3
Febbraio- Marzo

L'allegoria e la satira : giocare per crescere

In occasione del Carnevale, si riflette sull'allegoria, la satira, la caricatura delle


maschere... organizzando anche Giochi di Logica, mini tornei di scacchi.

Europa: 60 anni

le tematiche sulla nascita dell'Europa

TRAGUARDI DI COMPETENZE IN USCITA:

L’alunno partecipa in modo attivo alla realizzazione di esperienze musicali attraverso


l’esecuzione e l’interpretazione di brani musicali e vocali appartenenti a generi e
culture differenti. Sa dare significato alle proprie esperienze musicali, scolastiche ed
extra scolastiche, dimostrando la propria capacità di comprensione di eventi, opere
musicali, riconoscendone i significati anche in relazione al contesto storico- culturale,
facendo uso di un lessico appropriato, adottando codici.

OBIETTIVI FORMATIVI:

Scoprire, collocare e comparare.


Sviluppare adeguate relazioni interpersonali
Acquisire la responsabilità verso la propria salute fisica e mentale.
OBIETTIVI FORMATIVI DELLA DISCIPLINA:

la musica induce gli alunni a prendere coscienza della sua appartenenza a una
tradizione culturale e nel contempo fornisce loro gli strumenti per la conoscenza, il
confronto e il rispetto di altre tradizioni culturali e religiose.

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO:

• Confrontare linguaggi e prodotti musicali di diverse culture e di differenti


periodi storici
• Riprodurre con la voce e/o strumento didattico alcuni brani proposti all’ascolto
• Riconoscere e analizzare con linguaggio appropriato le fondamentali strutture
del linguaggio musicale e la loro valenza espressiva, anche in relazione ad altri
linguaggi, mediante l’ascolto di opere musicali scelta come paradigmatiche di
generi, forme e stili storicamente rilevanti.Saper cogliere l’evoluzione degli
elementi costitutivi del linguaggio musicale in relazione ai periodi storici
differenti.

CONOSCENZE ABILITÀ
• Il quattrocento • Riconoscere e analizzare con
• Il cinquecento linguaggio appropriato le
• Il periodo barocco fondamentali strutture del
• Il settecento linguaggio musicale e la loro
valenza espressiva, anche in
relazione ad altri linguaggi,
mediante l’ascolto di opere
musicali del periodo trattato
• Correlare la costruzione dei
messaggi musicali con la funzione
espressivo- comunicativa
ATTIVITÀ:

attività strumentali (esercitazioni individuali, musica d’insieme);


attività uditive (ascolto di brani musicali tratti da repertori vari, senza preclusioni di
generi e destinazioni);

CONTENUTI:
Brani musicali per l’ascolto finalizzato al riconoscimento delle strutture e delle forme
studiate
Brani d’autore e di interesse storico il cui ascolto permetta di comprendere
l’evoluzione della musica dal Quattrocento al periodo barocco.

METODOLOGIA

La riflessione post-ascolto sarà fondamentale per mettere l’alunno in grado di


comunicare e trasmettere la propria interiorità, ma anche per farlo sentire partecipe
dei valori culturali della musica.
Le metodologie saranno coerenti con gli obiettivi disciplinari delineati e tali da
consentire l’adattamento alle diverse situazioni ambientali e culturali. I criteri di
scelta saranno:
metodi che consentano l’acquisizione ordinata dei contenuti e lo sviluppo delle abilità
attraverso motivazioni e scoperte personali;
itinerari didattici che permettano di privilegiare il processo formativo mediante
esperienze operative e creative.
Sarà pertanto necessario creare una situazione stimolante all’interno della classe
facendo in modo che ogni contenuto proposto, ogni esperienza musicale siano
motivati e si concretizzino in un interesse autonomo e gratificante da parte dei
ragazzi.

VERIFICA
• Formativa: in itinere per monitorare l’effettivo raggiungimento degli obiettivi
(prove d’ascolto, produzione strumentale/vocale.
• Sommativa: a fine unità, per controllare il grado di conoscenze degli
argomenti trattati. (Verifiche bimestrali pratico/orali).

VALUTAZIONE DELLE COMPETENZE


Valutazione della prova oggettiva totale punti: 10.
Padronanza
Punteggio (9-10)
Autonomia
Punteggio (7-8)
Base
Punteggio (6)

Criteri di valutazione delle prove:


Padronanza: suona semplici brani musicali con sicurezza e padronanza . Conosce in
modo completo gli aspetti teorici della notazione musicale. Riconosce e descrive in
modo dettagliato gli elementi costitutivi richiesti, comprendendo appieno il
messaggio musicale.
Autonomia: suona i brani proposti con sicurezza.. Conosce in modo abbastanza
completo la notazione musicale. Sa riconoscere e descrivere all’atto dell’ascolto gli
elementi costitutivi richiesti, con buona comprensione del messaggio musicale.
Base: Sa usare in modo accettabile gli strumenti didattici nella esecuzione di facili
brani musicali.
Conosce in modo accettabile gli aspetti teorici della notazione musicale. Sa
riconoscere e descrivere in modo non del tutto preciso all’atto dell’ascolto gli
elementi costitutivi richiesti, comprendendo parte degli aspetti del messaggio
musicale.
Inadeguatezza:Utilizza in modo incerto gli strumenti didattici nell’esecuzione di
facili brani o frammenti di essi. Conosce qualche aspetto teorico e tecnico della
notazione musicale. Sa riconoscere nell’atto dell’ascolto solo alcuni dei più semplici
Disciplina: Musica a.s. 2016/2017

UNITÀ DI APPRENDIMENTO 4

Aprile- Maggio

Il viaggio: esplorare per conoscere

La vita come un viaggio: le capitali europee

TRAGUARDI DI COMPETENZE IN USCITA:

L’alunno partecipa in modo attivo alla realizzazione di esperienze musicali


attraverso l’esecuzione e l’interpretazione di brani musicali e vocali appartenenti a
generi e culture differenti. Sa dare significato alle proprie esperienze musicali,
scolastiche ed extra scolastiche, dimostrando la propria capacità di comprensione di
eventi, opere musicali, riconoscendone i significati anche in relazione al contesto
storico- culturale, facendo uso di un lessico appropriato, adottando codici.

OBIETTIVI FORMATIVI TRASVERSALI:


• Sviluppare adeguate relazioni interpersonali
• Educare a prestare attenzione ai differenti punti di vista della comunità
sviluppando il pensiero critico.
• Educare al senso civico e alla cittadinanza.

OBIETTIVI FORMATIVI DELLA DISCIPLINA:

• acquisizione di strumenti di conoscenza e di autodeterminazione


• valorizzazione della creatività e della partecipazione.
OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO:
Improvvisare, rielaborare, comporre brani musicali e/o strumentali, utilizzando
sia strutture aperte, sia semplici schemi ritmico – melodici.
Comprendere le regole della notazione musicale
Leggere e scrivere frasi ritmico – melodiche
Rielaborare e organizzare semplici strutture musicali anche utilizzando appositi
software di scrittura musicale

CONOSCENZE ABILITÀ
• La scrittura musicale • Usare la voce per variare i fattori
• Forme musicali prosodici di frasi parlate e/o
cantate.
• Improvvisare sequenze ritmiche.
• Inventare, scrivere e produrre
sequenze ritmico – melodiche.
• Rielaborare la corrispondenza
suono/segno con il linguaggio
grafico –pittorico.
• Rielaborare in maniera personale
una semplice melodia,
intervenendo sugli aspetti ritmici,
dinamici, agogici e melodici.

ATTIVITÀ:
attività creative (produzioni creative ritmico – melodiche, interpretazioni
grafico - pittoriche di brani musicali, sonorizzazioni ecc. );
attività informatiche con materiali sonori multimediali.
CONTENUTI:
Scrittura musicale
Strumenti didattici melodici e repertori
Brani strumentali per orchestra di classe
Brani vocali tratti dal repertorio vocale
Formazioni strumentali
Strumenti e linguaggi della musica etnica europea
Forme musicali complesse
Brani musicali per l’ascolto finalizzato al riconoscimento delle strutture e delle
forme studiate
Brani d’autore e di interesse storico il cui ascolto permetta di comprendere
l’evoluzione della musica dal Rinascimento al Romanticismo

METODOLOGIA

Nella seconda classe, essendo già state acquisite le nozioni di tempo e di ritmo,
daremo più spazio all’improvvisazione, alle esecuzioni strumentali e all’analisi di
realtà sonore diverse che spazieranno dal brano d’autore alla musica contemporanea.
La riflessione post-ascolto sarà fondamentale per mettere l’alunno in grado di
comunicare e trasmettere la propria interiorità, ma anche per farlo sentire partecipe
dei valori culturali della musica.
Le metodologie saranno coerenti con gli obiettivi disciplinari delineati e tali da
consentire l’adattamento alle diverse situazioni ambientali e culturali. I criteri di
scelta saranno:
metodi che consentano l’acquisizione ordinata dei contenuti e lo sviluppo delle
abilità attraverso motivazioni e scoperte personali;
itinerari didattici che permettano di privilegiare il processo formativo mediante
esperienze operative e creative.
Sarà pertanto necessario creare una situazione stimolante all’interno della classe
facendo in modo che ogni contenuto proposto, ogni esperienza musicale siano
motivati e si concretizzino in un interesse autonomo e gratificante da parte dei
ragazzi.

VERIFICA
• Formativa: in itinere per monitorare l’effettivo raggiungimento degli obiettivi
(prove d’ascolto, produzione strumentale/vocale.
• Sommativa: a fine unità, per controllare il grado di conoscenze degli
argomenti trattati. (Verifiche bimestrali pratico/orali).

VALUTAZIONE DELLE COMPETENZE


Valutazione della prova oggettiva totale punti: 10.
Padronanza
Punteggio (9-10)
Autonomia
Punteggio (7-8)
Base
Punteggio (6)

Criteri di valutazione delle prove:


Padronanza: suona semplici brani musicali con sicurezza e padronanza . Sa ideare
interessanti sequenze ritmico – melodiche . Conosce in modo completo i principali
aspetti teorici della notazione musicale.
Autonomia: suona i brani proposti con sicurezza.. Conosce in modo abbastanza
completo la notazione musicale. Sa suggerire scelte relative agli aspetti espressivi di
un brano da cantare, da suonare. Sa variare semplici frasi musicali e conosce i
principali aspetti teorici e tecnici della notazione musicale.

Base: Sa usare in modo accettabile gli strumenti didattici nella esecuzione di facili
brani musicali. . Sa definire in modo complessivo gli aspetti espressivi di un brano
da cantare o da suonare, suggerendo qualche variazione personale. Conosce in
modo accettabile i principali aspetti teorici e tecnici della notazione musicale.
conosce qualche aspetto teorico e tecnico della notazione musicale.

Inadeguatezza:Utilizza in modo incerto gli strumenti didattici nell’esecuzione di


facili brani o frammenti di essi. Conosce qualche aspetto teorico e tecnico della
notazione musicale. ; comprende alcuni aspetti del messaggio musicale. Sa definire
solo alcuni aspetti espressivi elementari di un brano da cantare o da suonare;
conosce qualche aspetto teorico e tecnico della notazione musicale.

Potrebbero piacerti anche