Sei sulla pagina 1di 4

UNITA’ D’APPRENDIMENTO

RIFERIMENTI: Curricolo Verticale d’istituto (POF) Progettazione didattica annuale (POF)


Valutazione disciplinare (POF) Valutazione del comportamento (POF).

DISCIPLINA MUSICA
NUMERO UNITA’
1
D’APPRENDIMENTO

DATI IDENTIFICATIVI

TITOLO CRESCERE IN MUSICA


TUTTE le classi della Scuola Primaria dell’I.C.
CLASSI COINVOLTE
PLESSO: TUTTI
TUTTI i docenti della disciplina
DOCENTE
Esperti dell’Accademia di Musica

ARTICOLAZIONE DELL’UNITA’ DIAPPRENDIMENTO

COMPITO DI REALTA’/
Manifestazioni con performance strumentali e corali.
PRODOTTO FINALE

L’alunno esplora diverse possibilità espressive della voce


e degli strumenti musicali, imparando ad ascoltare sè
stesso e gli altri; fa uso di forme di notazione analogiche o
codificate.
TRAGUARDI DI COMPETENZE Articola combinazioni timbriche, ritmiche e melodiche,
applicando schemi elementari; le esegue con la voce e con
gli strumenti, ivi compresi quelli della tecnologia
informatica.
Esegue, in gruppo, semplici brani vocali o strumentali.

CONOSCENZE ABILITA’

-Gli elementi linguistici costitutivi L’alunno:


di un semplice brano musicale: il
tempo e l’andamento. -Ascolta la sua voce e quella dei compagni,
comprendendone le differenti intonazioni.
-I simboli convenzionali della
notazione musicale: la chiave di - Ascolta il suono del proprio strumento musicale e quello
violino, il pentagramma, la dei compagni, cogliendone gli aspetti gradevoli e quelli da
figurazione, le convenzioni di modificare.
scrittura.
-Lettura delle note e loro - Riconosce gli usi, le funzioni e i contesti della musica e
memorizzazione mediante la dei suoni nella realtà multimediale (cinema, televisione,
scrittura. computer).
-Ascolto e discriminazione di -Esegue semplici sequenze ritmiche con gesti-suono ed
diversi generi musicali strumentali oggetti di uso scolastico.
e/o vocali.
-Utilizza voce, strumenti e nuove tecnologie sonore in
-Conoscenza organologica di
modo consapevole, ampliando con gradualità le proprie
alcuni strumenti.
capacità creative e percettive.
- Uso consapevole e modulato
della voce, sia in funzione del -Esegue brani con strumenti musicali attraverso la lettura
“parlato”, sia in funzione del e/o la memorizzazione delle note.
“cantato”.

Comunicare:
comprendere semplici messaggitrasmessi, mettendo in
relazione il linguaggio musicale con quello verbale,
conquello simbolico e conquello non verbale;
cogliere e saper gestire: atteggiamenti, stati d’animo,
emozioni, sensazioni, utilizzando sia il linguaggio
musicale, sia linguaggi diversi.
Collaborare e partecipare:
mettere in atto azioni che favoriscono la performance,
creando piccole strategie: nella gestione dell’emotività,
COMPETENZE DI nella manifestazione delle proprie e/o altrui idiosincrasie,
CITTADINANZA negli imprevisti e nell’ ansia da prestazione;
interagire in gruppo, comprendendo i diversi punti di vista,
valorizzando le proprie e le altrui capacità.
Autonomia e responsabilità:
sapersi organizzare in modo attivo e collaborativo in
relazione alle indicazioni date e al contesto di riferimento;
avere un bagaglio di accorgimenti che favoriscano il
corretto utilizzo degli strumenti personali e di quelli altrui;
saper intervenire con accorgimenti idonei alla soluzione
delle problematiche proprie ed altrui.

1 - FRUIZIONE: ascoltare ed interiorizzare:

- l’alunno valuta aspetti funzionali ed estetici nei fenomeni


sonori che lo riguardano e che fruisce nel contesto classe;

- l’alunno riconosce e classifica gli strumenti musicali e le


voci di ciò che ascolta;
NUCLEI TEMATICI
- l’alunno sa esprimere le proprie sensazioni e riferisce le
proprie emozioni in relazione al contesto sonoro/musicale.

2- PRODUZIONE:

- l’alunno utilizza la voce in modo creativo e pertinente.

-l’alunno utilizza alcuni strumenti autoprodotti,


curandone:la qualità dell’intonazione, la tipologia dell’
espressività e la modalità interpretativa.

- l’alunno utilizza: tablet, computer, LIM e diffusori in


modo funzionale alle attività in fieri, dimostrando di
esserne consapevole nell’uso.

MEDIAZIONE-ORGANIZZAZIONE DIDATTICA

TEMPI DA OTTOBRE 2018 A GIUGNO 2019

AULA, AULA CON LIM, ATRIO, PALESTRA, AREA


SPAZI
ESTERNA (CORTILE)

FASI ATTIVITA’ TEMPI METODI e STRUMENTI


 Lezione partecipata e/o
Ottobre
Presentazione UDA: Il docente lezione espositiva, con
2018
predispone la classe all’ascolto tecniche di
1 e Febbraio
ed espone i contenuti e gli brainstorming.
2019
obiettivi dell’ UDA.  Audio registratore,
LIM.
Elaborazione:

-Performance esecutive  Musica d’insieme con


individuali con autovalutazioni e prove di concertazione,
riflessioni guidate. canto corale, ascolto
guidato, cooperative
STRUTTURA DELL’UDA

-Ascolto di brani musicali di learning, mastery


vario genere per coglierne le learning, tecniche di
caratteristiche (ritmo, funzione role play, simulata e
sociale, strumenti utilizzati, stile problem solving.
canoro, origine). Dicembre
2018/  LIM, P.C., tablet,
-Attivazione di procedure di Marzo e riproduttore di C.D.,
2
problem solving. Aprile strumenti autoprodotti,
2019 oggetti ritmici,
-Performance esecutive di
gruppo: canto corale ad una voce diffusori, impianto
in stile monodico, a canone ed surround, strumenti
imitativo. musicali di uso
personale, voce,
-Esecuzioni di semplici ritmi e/o schede, fotocopie.
di partiture con notazione
convenzionale e con notazione
internazionale.

3 Produzione Personale Dicembre  Musica d’insieme con


-Esecuzione di melodie vocali e/o 2017 8 prove di concertazione,
strumentali con la voce, con Maggio canto corale, ascolto
oggetti/strumenti ritmici, con il 2019 guidato.
corpo.
 LIM, P.C., tablet,
-Attività musicali: esecuzioni in riproduttore di C.D.,
classe ed in occasione di meeting flauto dolce, diapason,
e/o eventi significativi della vita quaderno
scolastica e delle festività. pentagrammato
personale, strumenti
-Registrazione audio delle
autoprodotti, oggetti
performance personali.
ritmici, diffusori,
impianto surround,
strumenti musicali di
uso personale, voce,
schede, fotocopie.
Gennaio e Autovalutazione delle
4 Autovalutazione Giugno performance individuali e di
2019 quelle di gruppo.
Dicembre
Valutazione svolta mediante
2018 e
prove strutturate.
Gennaio,
Valutazione Maggio,
Giugno
2019

CONTROLLO DEGLI APPRENDIMENTI

MODALITA’ DI VERIFICA La verifica avverrà in itinere e riguarderà essenzialmente le


abilità di ascolto e di esecuzione. Verrà, inoltre valutato il
livello qualitativo della performance relativa all’esecuzione
vocale e/o strumentale.

VALUTAZIONE Livello iniziale: l’alunno possiede conoscenze essenziali.

(LIVELLI DI Livello base: l’alunno possiede conoscenze abbastanza


PADRONANZA) complete.

Livello intermedio: l’alunno possiede conoscenze complete


dei contenuti che ha arricchito con nessi culturali.

Livello avanzato: l’alunno possiede conoscenze approfondite,


che ha consolidato con nessi culturali, critici e personali.

AUTOVALUTAZIONE Autovalutazione da parte degli alunni attraverso semplici


DELLO STUDENTE schemi, con essenziali indicatori.

Silvi lì, 25/10/2018