Sei sulla pagina 1di 27

TAVOLA TECNICA SUGLI SCAVI

Art. 100 comma 1 del D. Lgs. 81/2008


´ D. Lgs. 81/2008:
« Art. 100 – Piano di Sicurezza e Coordinamento
² comma 1: “…il Piano di Sicurezza e Coordinamento è
corredato…..da una tavola tecnica sugli scavi.”
« Art. 118 – Splateamento e sbancamento
² Comma 1: “….le pareti dei fronti di attacco devono avere
un’inclinazione o un tracciato tali, in relazione alla natura del
terreno, da impedire franamenti…”
² Comma 2: “Quando per la particolare natura del terreno o per
cause di piogge, di infiltrazione , di gelo o disgelo, o per altri
motivi, siano da temere frane o scoscendimenti, deve essere
provveduto all’armatura o al consolidamento del terreno.”
´ D. Lgs. 81/2008:
« Art. 119 – Pozzi, scavi e cunicoli
² Comma 1 “….quando la consistenza del terreno non dia
sufficiente garanzia di stabilità, anche in relazione alla
pendenza delle pareti, si deve provvedere man mano che
procede lo scavo, all’applicazione delle necessarie
armature di sostegno.”
² Comma 4 “Idonee armature e precauzioni devono essere
adottate nelle sottomurazioni e quando in vicinanza dei
relativi scavi vi siano fabbriche o manufatti le cui
fondazioni possano essere scoperte o indebolite dagli
scavi.”
´ D. Lgs. 81/2008:
« Art.120 - Deposito di materiali in prossimità degli
scavi
² Comma 1 “E’ vietato costituire deposito di materiali
presso il ciglio degli scavi. Qualora tali depositi siano
necessari per le condizioni di lavoro, si deve provvedere
alle necessarie puntellature.”
« Art. 121 – Presenza di gas negli scavi
Ogni volta che eseguo uno scavo predispongo
una frana!
Ogni singolo elemento di terreno confinato è in
equilibrio con le forze orizzontali e le forze
verticali di natura litostatica.
Lo scavo produce il deconfinamento della parete
tramite la riduzione delle forze orizzontali che
non riescono più a contrastare le forze
litostatiche che rimangono pressochè costanti
Vengono indotti sforzi di taglio concentrati lungo
superfici che dalla base dello scavo raggiungono
la sua sommità.
Quando gli sforzi di taglio superano la resistenza
al taglio caratteristica del materiale, lungo tali
superfici si materializzano piani di rottura di
forme diverse.
CRITERIO DI ROTTURA: legge che mette in
relazione le combinazioni di forze verticali e
orizzontali critiche per un determinato materiale.
Criterio di Mohr Coulomb: Ƴ = c + (Ʋn – u) * tg Ƶ
´Caratteristiche geotecniche del materiale (angolo di
attrito, coesione, pressione dell’acqua)
´Altezza del fronte di scavo
´Presenza di sovraccarichi
´Azione dell’acqua: erosione ed aumento del peso di
volume del terreno per imbibizione
Scheda 1
Descrizione materiale di scavo
Aspetto affioramento Roccia poco fessurata, matrice resistente

Caratteristiche GSI Dr I c
(-) (-) (°) (kPa)
geotecniche
50- - 60-65 140-
70 1400

Inclinazione
parete di scavo
Scheda 2
Descrizione materiale di scavo
Aspetto affioramento Roccia mediamente fessurata, e/o matrice poco
resistente

Caratteristiche GSI Dr I c
geotecniche (-) (-) (°) (kPa)

25-50 - 42-60 20-140

Inclinazione
parete di scavo
Scheda 3
Descrizione materiale di scavo
Aspetto affioramento Roccia poco resistente e/o molto fessurata
(argilliti, flysch, scisti molto fratturati, rocce molto
alterate); terreni fini molto compatti o cementati
(terreni a matrice argillosa compatti, sabbie e
ghiaie cementati)

Caratteristiche GSI Dr I c
(-) (-) (°) (kPa)
geotecniche
15-25 - 25-42 10-20

Inclinazione
parete di scavo
Scheda 4
Descrizione materiale di scavo
Aspetto affioramento Terreni fini mediamente compatti o cementati
(terreni a matrice limosa compatti, sabbie e
ghiaie poco cementati o legati da terreno fine,
comunque dotati di coesione (supporto di
matrice)

Caratteristiche GSI Dr I c
geotecniche (-) (-) (°) (kPa)

- - 28- 5-10
32

Inclinazione
parete di scavo
Scheda 5

Descrizione materiale di scavo


Aspetto affioramento Terreni granulari bene addensati o debolmente
cementati (sabbie e ghiaie compatti o
debolmente cementati)

Caratteristiche GSI Dr I c
(-) (-) (°) (kPa)
geotecniche
- 40- 30- 3-5
60 35

Inclinazione
parete di scavo
Scheda 6

Descrizione materiale di scavo


Aspetto affioramento Terreni granulari poco addensati (sabbie e ghiaie
poco compatte, non cementate)

Caratteristiche GSI Dr I c
geotecniche (-) (-) (°) (kPa)

- 20- 30- 0-3


40 35

Inclinazione
parete di scavo
Un terreno dotato di attrito e coesione potrà rimanere
stabile indipendentemente dall’inclinazione delle pareti,
almeno per un certo periodo di tempo, se la sua altezza è
minore “dell’altezza critica” (Hc).

Hc è direttamente proporzionale ad attrito e coesione del


terreno ed inversamente proporzionale al suo peso di
volume.

In un terreno dotato di sola coesione (argilla poco


consolidata):

Hc= 4c/Ƣn
Presenza di sovraccarichi: norme di buona tecnica
Il ruscellamento concentrato dovuto a piogge intense e/o
scarichi non controllati (es. provenienti dal sedime
stradale, canalette rotte ecc.) porta all’erosione ed
all’aumento del peso di volume del terreno per
imbibizione.

PRESCRIZIONI:
´Controllo ed allontanamento delle acque superficiali.
´Protezione delle pareti dello scavo con teli in pvc
adeguatamente fissati.
Se non si possono rispettare gli angoli di scarpa o evitare i
sovraccarichi?

´Scavo a campioni
´Micropali
´Diaframmi
´Palancolate
´Soil Nailing
´Ecc.

Su fronti così estesi gli sbadacchi non sono efficaci


Contenuti tavola:
´ Andamento in planimetria dello scavo (ciglio e base)
´ Sezioni trasversali significative
´ Individuazione delle zone in cui sono necessarie
tecniche di scavo particolari e/o armature
´ Indicazioni sul posizionamento degli apparecchi di
sollevamento, macchinari, veicoli edili ecc.
´ Ulteriori prescrizioni.
ESEMPIO
Materiale di scavo: sabbia limosa (supporto di matrice)
non satura.
Interazione con falda: nessuna
Acque ruscellanti: possibile presenza in occasione di forti
piogge
Altezza di scavo: 3 m
Angolo di scarpa: 2:1 (3 m su 1.5 m)
Lotto rettangolare: 39 m x 20 m circa
Impronta interrato: 347 m2 circa
Spazio necessario per le lavorazioni a fondo scavo: 1 m
OBIETTIVO DELLA TAVOLA:
´ fornire gli elementi per poter eseguire in sicurezza gli
scavi e permettere alle maestranze di lavorare in sicurezza
all’interno di essi
« Valutazione caratteristiche geotecniche del materiali di scavo;
« Stesura del progetto con individuazione delle geometrie e delle
tecniche di scavo più idonee.
« Individuazione e soluzione delle criticità relative alle
installazione di cantiere e ai mezzi d’opera.