Sei sulla pagina 1di 10

Giovanni LABORATORIO DI

Oggiana DESIGN
DISPENSE DEL CORSO
LABORATORIO DI DESIGN – Dispense del corso

1.INTRODUZIONE
1. Cosa si intende per Design
Il termine Design letteralmente significa Progettazione (es. Progettazione architettonica =
architectural design), ma viene usato come abbreviazione di Disegno Industriale ossia
il processo di progettazione tecnica ed estetica di prodotti in serie, cioè realizzati con una
produzione industriale.

2. Obiettivi del corso


Il corso di Laboratorio di Design si propone di introdurre gli studenti nella logica di un
processo progettuale di un oggetto di uso quotidiano e in particolare di una lampada.

2.LE LAMPADE: CENNI TIPOLOGICI


LAMPADE A LUCE INDIRETTA LAMPADE A LUCE DIRETTA

LAMPADA DA LAMPADA DA TERRA LAMPADA A LAMPADA DA


TAVOLO SOFFITTO SCRIVANIA

Per motivi legati alla relativa semplicità costruttiva l'obiettivo ultimo del corso di Design
sarà quello di progettare una lampada a luce indiretta.

1. Elementi tipologici della lampada a luce indiretta


LAMPADA DA TAVOLO

1. Supporto del corpo illuminante

2. Paralume

3. Corpo illuminante

2
LABORATORIO DI DESIGN – Dispense del corso

3.PROGETTAZIONE E COSTRUZIONE DEL PROTOTIPO


1. Costruzione del supporto del portalampade
Materiale occorrente:

• squadre 45° e 30°-60°

• matita 2H e 2 B

• gomma bianca

• compasso

• taglierino cutter

• colla vinavil

• fogli A4 da schizzo

• Foglio di cartone ondulato 35 x 25 cm

1 DISCO DI CARTONE

2 GAMBE DI SOSTEGNO DI
CARTONE

3
LABORATORIO DI DESIGN – Dispense del corso

3 COSTRUZIONE SISTEMA
FISSAGGIO: tagliare 4
fessure radiali a intervalli
di 90°, larghe 3-5 mm (a
seconda dello spessore
del cartone) e profonde 1
cm.

4 ASSEMBLAGGIO

2. Costruzione del paralume: design della superficie filtrante


Il paralume ha lo scopo di filtrare la luce diretta consentendo di ottenere l'illuminazione
“morbida” propria delle lampade a luce indiretta.

Per la costruzione del paralume ci serviremo di fogli di acetato trasparente la cui


superficie sarà opacizzata con un motivo decorativo. Otterremo ciò con un riempimento
con una texture.

4
LABORATORIO DI DESIGN – Dispense del corso

COSA È UNA TEXTURE


Una texture (letteralmente trama, tessuto) è una serie di immagini uguali tra loro,
costruite in modo tale da formare un rivestimento uniforme quando vengono affiancate -
senza che si possa più stabilire dove finisce una ed inizia la seguente - per tutti i lati di
ogni immagine.

Le texture sono particolarmente utilizzate per la decorazione superficiale di oggetti di uso


quotidiano: es. borse, stoffe etc.

MATERIALE OCCORRENTE
(oltre quello richiesto nel precedente paragrafo):

• 4 fogli A4 di acetato trasparente;

• 1 pennarello indelebile nero (per scrittura su CD) punta sottile;

• 1 pennarello indelebile nero (per scrittura su CD) punta media;

DISEGNO DELLA TEXTURE

1 Tracciare un quadrato di
10 cm di lato su un foglio
A4.

5
LABORATORIO DI DESIGN – Dispense del corso

2 Disegnare all'interno un
motivo decorativo di
fantasia prestando
particolare attenzione alla
continuità tra i lati
opposti.

3 Per aiutarsi in questa fase


si può tracciare una griglia
ausiliaria.

4 Una volta terminato il


disegno preparatorio,
ripassare i contorni
definitivi con una penna e
evidenziare i confini della
texture tracciando delle
piccole croci agli angoli
del quadrato.

5 Ridurre il disegno del 50%


con la fotocopiatrice.

6
LABORATORIO DI DESIGN – Dispense del corso

PREPARAZIONE DEL FOGLIO DI ACETATO

1 Centrare sul foglio un


quadrato 20 cm x 20 cm e
tracciare all'interno dello
stesso una griglia di
quadrati 5 cm x 5 cm.

2 Attaccare, sullo stesso


lato in cui si è
disegnata la griglia, il
modulo 5x5 della texture,
precedentemente
preparato, con il lato
disegnato rivolto verso
l'acetato.

3 Girare il foglio di acetato


e, usando il pennarello
indelebile a punta sottile,
ricalcare il modulo della
texture.

7
LABORATORIO DI DESIGN – Dispense del corso

4 Al termine di questa
operazione spostare il
modulo di un quadrato e
ripetere l'operazione
precedente.

5 Una volta terminati tutti i


moduli usare il pennarello
indelebile a punta media
per riempire gli spazi
opachi della texture.

6 Al termine si possono
cancellare (con la
gomma), dal retro
dell'acetato, tutte le linee
del riquadro e della griglia

8
LABORATORIO DI DESIGN – Dispense del corso

3. Costruzione del paralume: assemblaggio delle superfici filtranti

1 Effettuare due tagli


verticali contrapposti, alti
metà del foglio, uno a
destra e l'altro a sinistra
della texture.

2 Innestare un foglio di
acetato sull'altro
attraverso i tagli
precedentemente
effettuati.

3 Assemblando tre, quattro


o più fogli di acetato si
otterrà il paralume finito.

9
LABORATORIO DI DESIGN – Dispense del corso

4. Assemblaggio finale della lampada

1 ASSEMBLAGGIO DEL
PORTALAMPADE

2 ASSEMBLAGGIO DI
PARALUME E
PORTALAMPADE

10

Interessi correlati