Sei sulla pagina 1di 17

Cognome: Arossa

Nome: LEONARDO

La versione accessibile di questo file è stata realizzata


dalla Biblioteca Digitale dell’ Associazione Italiana Dislessia.

Copia concessa per uso personale di studio su concessione


del Gruppo Editoriale Raffaello
Tutti i diritti sono riservati.

Ad uso esclusivo e temporaneo per soggetti con D.S.A. o che


rientrano nella legge 104/92
VIETATA LA DUPLICAZIONE

Codice Fiscale: RSSLRD10B25A479I


Cognome: Arossa
Nome: LEONARDO

Come usare le mappe


Negli ultimi decenni sono state fatte grandi scoperte sul funzionamento del
cervello e della memoria e di conseguenza sono state individuate nuove
metodologie di studio e di apprendimento.
L’utilizzo di mappe cognitive è un metodo efficace per memorizzare le
informazioni ed esporre le proprie idee.
Questo progetto propone l’analisi di alcuni brani dell’antologia attraverso mappe
già completate e altre da completare per guidare l’alunno all’acquisizione delle
nuove conoscenze sulle tipologie testuali e aiutarlo a organizzare le informazioni
in una visione d’insieme.
Il percorso è di straordinaria utilità per i bambini, per acquisire quelle
metodologie adeguate con cui affrontare quotidianamente lo studio, che
rappresenta la massima espressione del nostro essere e la chiave attraverso la
quale ottenere il “sapere”.
Oltre che per gli alunni, il percorso risulta essere utilissimo anche ai docenti,
poiché introduce un importante e innovativo strumento di lavoro durante le
lezioni in classe, realizzando un maggiore coinvolgimento da parte degli alunni e
anche una maggiore facilità di apprendimento.
Esiste una grande differenza tra la struttura delle informazioni che si leggono
o si ascoltano e quella che si forma nella mente con l’apprendimento, perciò
si possono ottenere risultati migliori nell’apprendimento presentando le
informazioni con strutture adeguate al criterio di assimilazione. Uno dei
sistemi più adatti allo scopo è proprio quello dello schema organizzativo delle
informazioni, la mappa, che evidenzia i rapporti tra i vari argomenti.
Rispetto ai tradizionali sistemi di sintesi basati su criteri lineari, le mappe
presentano diversi vantaggi:
• l’idea principale è nettamente distinta dalle altre informazioni, perciò anche
un fugace colpo d’occhio è in grado di assicurare un corretto richiamo
mnemonico;
• i rapporti tra i vari concetti sono palesi e percepibili visivamente;
• le fasi di stesura di una mappa obbligano la mente dell’alunno a un’analisi
molto approfondita del testo, consentendo una buona comprensione e di
conseguenza uno studio attivo e critico;
• sono efficaci nella verifica e nell’esposizione di ciò che si è studiato, perché
aiutano a recuperare le idee e a rielaborare le informazioni.

Le autrici

1
Codice Fiscale: RSSLRD10B25A479I
Cognome: Arossa
Nome: LEONARDO

Una sorpresa
Apri la mappa a fianco alla pagina 24: dopo aver letto bene il testo, cerca gli elementi
del racconto nella mappa.

La bidella, la professoressa di matematica


Giova e quella di lettere, il preside.

PROTAGONISTA PERSONAGGI SECONDARI

PERSONAGGI

Un giorno Aula scolastica


TESTO
durante l’anno TEMPO LUOGO e ufficio del
scolastico. NARRATIVO preside.

FATTI

SEQUENZE

INIZIO CONCLUSIONE
SVOLGIMENTO

Giova era stato Giova aveva


chiamato dal • Il ragazzo si sentiva un po’ in asia, anche se era vinto il primo
preside. sicuro di non aver commesso nulla. premio.
• Ad attenderlo nell’ufficio, oltre al preside, c’era
anche l’insegnante di lettere.
• Il preside si complimenta con Giova.
• Giova ricorda che all’inizio dell’anno scolastico
aveva partecipato a un concorso di scrittura.

2
Codice Fiscale: RSSLRD10B25A479I
Cognome: Arossa
Nome: LEONARDO

Lo specchio
Leggi il testo alle pagine 26-27, poi inserisci gli elementi del racconto nella mappa.

..................................................................................
........................ ..................................................................................

PROTAGONISTA PERSONAGGI SECONDARI

PERSONAGGI

............................. TEMPO
TESTO ELEMENTO
NARRATIVO FANTASTICO ..............................
• ............................
LUOGO
• ............................

FATTI

SEQUENZE

INIZIO SVOLGIMENTO CONCLUSIONE

.............................. • ................................................................................... ..............................


.............................. • ................................................................................... ..............................
.............................. • ................................................................................... ..............................
.............................. • ................................................................................... ..............................
...................................................................................
• ...................................................................................
...................................................................................
3
Codice Fiscale: RSSLRD10B25A479I
Cognome: Arossa
Nome: LEONARDO

Il serpente a sonagli
Apri la mappa a fianco alle pagine 46-47: dopo aver letto bene il testo, cerca gli elementi
del racconto nella mappa.

Ictcinyan Un serpente a sonagli Riccardo e il padre.

PROTAGONISTA ANTAGONISTA PERSONAGGI SECONDARI

PERSONAGGI

RACCONTO
Sulla riva del
Una notte. TEMPO DI LUOGO Dragon Creek.
AVVENTURA

FATTI

SEQUENZE

INIZIO CONCLUSIONE
SVOLGIMENTO

Riccardo e suo L’indiano


padre trovarono • Ictcinyan era l’unico a non dormire. si riprese,
Ictcinyan ferito e • Il pellerossa vide un serpente a sonagli Riccardo gli
lo medicarono. avvicinarsi a Riccardo e si sforzò di strinse forte
rimanere immobile. la mano per
• Il grosso serpente continuò ad avanzare. ringraziarlo.
• Il pellerossa afferrò il rettile e lottò con lui.
• Il professore sparò alla testa del serpente.
• Ictcinyan svenne dalla fatica.

4
Codice Fiscale: RSSLRD10B25A479I
Cognome: Arossa
Nome: LEONARDO

In fondo al crepaccio
Leggi il testo di pagina 49, poi inserisci gli elementi del racconto nella mappa.

........................................................
........................................... ........................................... ........................................................

PROTAGONISTA ANTAGONISTA PERSONAGGI SECONDARI

PERSONAGGI

RACCONTO
.............................. TEMPO DI LUOGO ..............................
AVVENTURA

FATTI

SEQUENZE

INIZIO SVOLGIMENTO CONCLUSIONE

................................. • ................................................................................... .................................


................................. ................................................................................... .................................
................................. • ................................................................................... .................................
................................. ................................................................................... .................................
................................. • ................................................................................... .................................
...................................................................................
• ...................................................................................
...................................................................................

5
Codice Fiscale: RSSLRD10B25A479I
Cognome: Arossa
Nome: LEONARDO

Paura tra i ghiacci


Apri la mappa a fianco alla pagina 62: dopo aver letto bene il testo, cerca gli elementi del
racconto nella mappa.

Vlad Leo, Lucilla e il mostro delle nevi.

PROTAGONISTA PERSONAGGI SECONDARI

PERSONAGGI

Non definito. TEMPO


RACCONTO LUOGO Una grotta.
DI PAURA

FATTI

SEQUENZE

INIZIO CONCLUSIONE
SVOLGIMENTO

Vlad, Leo e I ragazzi


Lucilla entrarono • Il mostro avanzò verso i ragazzi. uscirono dalla
nella grotta, • Vlad suggerì agli amici di prendere le grotta.
dove si trovava borracce, poi versò per primo il contenuto
il mostro delle della sua.
nevi. • Il mostro annusò l’odore dolciastro.
• I ragazzi attesero che il mostro mangiasse la
granita: quella sarebbe stata la loro salvezza.
• Il mostro divorò la granita finché non crollò a
terra immobile.

6
Codice Fiscale: RSSLRD10B25A479I
Cognome: Arossa
Nome: LEONARDO

Qualcosa di nero
Leggi il testo di pagina 63, poi inserisci gli elementi del racconto nella mappa.

....................................................... ..................................................................................

PROTAGONISTA PERSONAGGI SECONDARI

PERSONAGGI

TEMPO
RACCONTO LUOGO • ............................
..............................
DI PAURA • ............................

FATTI

SEQUENZE

INIZIO SVOLGIMENTO CONCLUSIONE

................................. • ................................................................................... .................................


................................. ................................................................................... .................................
................................. • ................................................................................... .................................
................................. ................................................................................... .................................
................................. • ................................................................................... .................................
...................................................................................
• ...................................................................................
...................................................................................

7
Codice Fiscale: RSSLRD10B25A479I
Cognome: Arossa
Nome: LEONARDO

Amigo de pluma
Apri la mappa a fianco alla pagina 90: dopo aver letto bene il testo, cerca gli elementi della
lettera nella mappa.

Maria Amico di penna.

MITTENTE DESTINATARIO

20 febbraio. DATA LETTERA LUOGO Rio de Janeiro.

FORMULA DI
FORMULA DI
MESSAGGIO CHIUSURA
APERTURA
E FIRMA

Caro amigo de •L  a città è in festa per l’arrivo del Carnevale. Saluti da Rio,
pluma, • Il Carnevale di Rio è una festa molto sentita.
• Alla scuola di Samba tutti sono al massimo Maria
dell’impegno perché si vuole vincere il primo
premio.
• Quest’anno il tema della scuola è la giungla e
Maria sarà una ninfea amazzonica.

8
Codice Fiscale: RSSLRD10B25A479I
Cognome: Arossa
Nome: LEONARDO

Lettera al sindaco
Leggi il testo a pagina 92, poi inserisci gli elementi della lettera nella mappa.

....................................................... .......................................................

MITTENTE DESTINATARIO

.............................
DATA LETTERA LUOGO ..............................
.............................

FORMULA DI
FORMULA DI
MESSAGGIO CHIUSURA
APERTURA
E FIRMA

................................. • ................................................................................... .................................


................................. ................................................................................... .................................
• ...................................................................................
................................................................................... .................................
• ...................................................................................
.................................
...................................................................................

9
Codice Fiscale: RSSLRD10B25A479I
Cognome: Arossa
Nome: LEONARDO

Al buio
Apri la mappa a fianco alla pagina 125: dopo aver letto bene il testo, cerca gli elementi della
descrizione nella mappa.

Un ambiente al buio.

SOGGETTO DELLA
DESCRIZIONE

TESTO
LINGUAGGIO ORDINE Logico
DESCRITTIVO

Ricco di aggettivi,
similitudini e impressioni
personali dell’autore, quindi
è una DESCRIZIONE
SOGGETTIVA.

COME SI DESCRIVE

DATI SENSORIALI DATI DI MOVIMENTO

• Tatto •  llungò una mano.


A
• Vista • Si tirò sù.
• Udito • Si calò giù.
• Odorato • Diede un calcio a un telefono.
• Gusto • Una scopa s’infilò nei pantaloni.
• Brancolare.

10
Codice Fiscale: RSSLRD10B25A479I
Cognome: Arossa
Nome: LEONARDO

Ulisse il gufo
Leggi il testo di pagina 127, poi inserisci gli elementi della descrizione nella mappa.

..................................................................................

SOGGETTO DELLA
DESCRIZIONE

TESTO
LINGUAGGIO ORDINE ..........................
DESCRITTIVO

........................................................
........................................................
.......................................................,
quindi è una DESCRIZIONE
........................................................

COME SI DESCRIVE

DATI SENSORIALI DATI DI MOVIMENTO

• ............................... • .............................................................................
• ............................... • .............................................................................
• ............................... • .............................................................................
• .............................................................................
• .............................................................................
• .............................................................................
• .............................................................................

11
Codice Fiscale: RSSLRD10B25A479I
Cognome: Arossa
Nome: LEONARDO

La mimosa
Apri la mappa a fianco alla pagina 155: dopo aver letto bene il testo, cerca gli elementi della
poesia nella mappa.

Non è presente la rima:


Undici versi Non è suddivisa in strofe i versi sono sciolti

VERSI STROFE RIMA

STRUTTURA

TESTO
POETICO

LINGUAGGIO

FIGURE RETORICHE

SIMILITUDINE METAFORA PERSONIFICAZIONE

Non è presente. • Una montagna di luce gialla. Non è presente.


• Una torre fiorita.

12
Codice Fiscale: RSSLRD10B25A479I
Cognome: Arossa
Nome: LEONARDO

Torrente
Leggi il testo di pagina 156, poi inserisci gli elementi della poesia nella mappa.

Sono presenti .............. strofe:


la prima strofa è composta
da .............. versi;
le altre due strofe sono Rima ..........................
I versi sono ......................... composte da .............. versi. AABB

VERSI STROFE RIMA

STRUTTURA

TESTO
POETICO

LINGUAGGIO

FIGURE RETORICHE

...................................

................................................................................
................................................................................
................................................................................
................................................................................
................................................................................
................................................................................
................................................................................
13
Codice Fiscale: RSSLRD10B25A479I
Cognome: Arossa
Nome: LEONARDO

I mezzi di trasporto
Apri la mappa a fianco alle pagine 178-179: dopo aver letto bene il testo, cerca gli elementi
del testo informativo nella mappa.

• L’uomo: unico mezzo di trasporto.


• L’impiego di animali nel trasporto.
I mezzi di trasporto • La rivoluzione dei trasporti.

TITOLO PARAGRAFI

STRUTTURA

TESTO Cronologico
IMMAGINI ORDINE
INFORMATIVO

•D  isegni esemplificativi
dell’asino da soma e
della treggia.
• Foto di particolare dello
stendardo di Ur.

LINGUAGGIO

TERMINI SPECIFICI PAROLE CHIAVE

Termini specifici • Paleolitico • treggia


della storia. • trasportare • ruota
• palo • curri
• Neolitico • piene
• animali da soma • rivoluzioni

14
Codice Fiscale: RSSLRD10B25A479I
Cognome: Arossa
Nome: LEONARDO

Animali che vincono il freddo


Leggi il testo di pagina 181, poi inserisci gli elementi del testo informativo nella mappa.

Non è suddiviso in paragrafi,


le informazioni sono a forma di
....................................................... .................................................................

TITOLO PARAGRAFI

STRUTTURA

TESTO
IMMAGINI ORDINE ..........................
INFORMATIVO

......................................................
......................................................

LINGUAGGIO

TERMINI SPECIFICI PAROLE CHIAVE

Termini specifici ................................................................


delle .................................... ................................................................
e della .................................... ................................................................
................................................................
................................................................
................................................................

15
Codice Fiscale: RSSLRD10B25A479I
Cognome: Arossa
Nome: LEONARDO

Palline di cocco
Apri la mappa a fianco alle pagina 194: dopo aver letto bene il testo, cerca gli elementi del
testo regolativo nella mappa.

Elenco di ciò che serve Sequenze delle azioni da compiere

INGREDIENTI PROCEDIMENTO

RICETTA

TESTO Cronologico
IMMAGINI ORDINE
REGOLATIVO

Disegni esemplificativi
delle diverse fasi del
procedimento

LINGUAGGIO

Chiaro e preciso con frasi


brevi e versi all’infinito

16
Codice Fiscale: RSSLRD10B25A479I