Sei sulla pagina 1di 14

Metodo Golfera Manuale per Bambini

INDICE

Introduzione ............................................................................ 1 E ORA DIAMOCI DA FARE!!! ............................................ 3 Ambiente ............................................................................ 3 Tempo ............................................................................ 3 I Requisiti Fondamentali delle Immagini Come Creare le Immagini .................... 4

............................................ 5 ............ 6 ............ 7

Come Creare le Associazioni tra le Immagini Come Studiare un Testo con la Teoria dei Loci

Come Usare le Informazioni ............................................. 8 Lingue Straniere ................................................................ 9 Numeri e Tabelline .......................................................... 10 Formule, Grafici e Tabelle ............................................... 11

www.metodogolfera.com - Numero verde 800 91.32.64 - Email: info@metodogolfera.com - Tutti i diritti sono riservati

Introduzione
Lapprendimento della lettura e della scrittura considerata una tappa fondamentale per lo sviluppo di ogni individuo. Tale tappa stabilita per tutte le culture che hanno sviluppato una forma di lingua scritta tra i cinque e i sette anni det; in questo periodo della vita un individuo dovrebbe aver raggiunto le abilit cognitive che costituiscono i prerequisiti per una normale acquisizione della letto-scrittura, vale a dire un completo bagaglio fonetico-fonologico, un buon livello di organizzazione morfosintattica, unadeguata organizzazione spaziale e temporale, una motricit fine ben pianificata nella programmazione e nellesecuzione.

Per quanto riguarda la lingua italiana, al termine della prima elementare, dopo circa nove mesi di esercitazione, un bambino in grado di leggere in maniera spedita un testo di narrativa, grazie alla trasparenza della nostra lingua. Ma in realt questo non sempre si realizza: alcuni bambini non imparano, non identificano i suoni che compongono una parola, non memorizzano la forma del grafema e il corrispondente fonema, invertono i suoni che formano una parola o li sostituiscono; la lettura rimane lenta, stentata, incerta; si manifestano difficolt a mantenere in memoria la stabilit delle acquisizioni come lassociazione tra fonema e grafema; per non parlare delle difficolt ortografiche associate ai suoni CHI e CI, GLI, GN, SCI e SCE, CU, QU, CQU A volte la lettura rimane sillabata e non raggiunge la modalit lessicale, e quando questa appresa, spesso sono presenti errori per anticipazioni errate. Tutto questo si ripercuote direttamente sullo scopo della lettura e cio sulla comprensione del testo, sia esso di carattere narrativo, storico, scientifico; ne segue una rielaborazione del testo sia orale che scritta, spesso frammentaria, priva di coerenza e di coesione tra le proposizioni, stilata il pi delle volte con una sintassi imprecisa e vocabolario ridotto e ripetitivo.

www.metodogolfera.com - Numero verde 800 91.32.64 - Email: info@metodogolfera.com - Tutti i diritti sono riservati

Metodo Golfera - Manuale per Bambini Anche il testo di carattere matematico, a volte non viene compreso adeguatamente con la conseguente difficolt nella risoluzione di problemi matematici e geometrici. Anche nella scrittura si manifestano la stessa tipologia di errori della lettura come sostituzioni di grafemi, grafemi inesatti, e difficolt ortografiche che tendono a persistere nel tempo. Negli anni il disturbo si modifica, ma la velocit e laccuratezza non raggiungono i livelli della media della classe frequentata, e lo studio perde di interesse perch diventa sempre pi complicato affrontare testi corposi e sempre pi specifici man mano che gli anni di scolarit passano.

Si instaurano nel bambino sentimenti di inadeguatezza, di disagio di fronte ad una situazione che provoca profonda frustrazione, in quanto comprende la manchevolezza delle proprie prestazioni nei confronti dei propri coetanei. A volte si ammala, o manifesta disturbi somatici o reazioni oppositive, a volte depressione.

Gli insegnanti si trovano di fronte a casi difficili, che non riescono a meglio definire se non con termini di disattenzione, svogliatezza, distrazione, problemi di comportamento. Cominciano a interrogarsi sullimpegno del bambino, sulle dinamiche relazionali familiari, sulleducazione attuata dalla famiglia. Rifacendosi al modello di apprendimento che definisce lacquisizione di unabilit attraverso lesercizio, invitano il bambino e i famigliari a moltiplicare gli sforzi e limpegno nellapplicazione alla lettura, ottenendo per lo pi il rifiuto da parte del bambino nei confronti della vita scolastica. I genitori rimangono perplessi di fronte a un figlio che, fino a prima dellingresso alla scuola primaria, non aveva dato nessun tipo di problema, e ora sono costretti a passare a comportamenti severi e punitivi di fronte ai capricci e al rifiuto di impegnarsi del bambino.

www.metodogolfera.com - Numero verde 800 91.32.64 - Email: info@metodogolfera.com - Tutti i diritti sono riservati

Metodo Golfera - Manuale per Bambini Cosa possibile fare di fronte a una situazione simile?

E ci che si deve chiedere ciascuna persona, genitore, insegnante o chiunque si trovi a educare bambini e ragazzi, accompagnandoli lungo quel percorso dellapprendimento di esperienze che ne faranno un domani un uomo e una donna adulti. E per questo che lapprendimento deve essere entusiasmante, pieno di emozioni e di interessi che faranno crescere il bambino in uno stato di autonomia e autostima che lo renderanno un adulto fiero e soddisfatto.

Il Metodo Golfera fornisce le strategie pi efficaci, generalizzabili e durature nel tempo per un apprendimento creativo, dinamico, dove limmaginazione e il proprio vissuto emozionale legato alle proprie esperienze di vita fanno da registi allintera trama delle conoscenze.

Luso delle immagini che ci coinvolgono emotivamente offrono la possibilit di personalizzare il ricordo e ci ci permette di ricordare pi facilmente un concetto; la collocazione delle immagini in un luogo consente un recupero dellinformazione ordinato e sequenziale; la creativit e la dinamicit del Metodo Golfera fanno s che i principi fondamentali che lo costituiscono vengano appresi con rapidit e facilit; lesercizio costante e generalizzato consente la verifica immediata dei risultati delle strategie di apprendimento acquisite.

www.metodogolfera.com - Numero verde 800 91.32.64 - Email: info@metodogolfera.com - Tutti i diritti sono riservati

Metodo Golfera - Manuale per Bambini

...E ORA DIAMOCI DA FARE!


Per affrontare serenamente e in maniera efficace lo studio necessario creare le premesse per ottenere i migliori risultati in tempi ottimali, osservando semplici accorgimenti che permettano allo studente di applicare le strategie del Metodo in maniera semplice e spontanea.

Ambiente
Lambiente dove si studia molto importante per aiutare a mantenere livelli di attenzione e concentrazione alti, al fine di portare a termine il compito prefissato. Lambiente deve essere ordinato, privo di fonti di distrazione, illuminato correttamente

in modo da non creare ombre sul piano di lavoro e ben arieggiato Sul piano di lavoro deve essere presente solo il materiale che serve in quel momento per

evitare qualsiasi motivo di distrazione E importante avere le fonti di informazione, come schermo del pc, lavagna, tv, testi, inse-

gnanti, o altro, di fronte a destra, per favorire la concentrazione uditiva e visiva. Se necessario consigliabile coprire la pagina su cui non si sta lavorando con un foglio completamente bianco Utilizzare un leggio per mantenere una postura corretta della colonna vertebrale, delle

spalle e delle braccia, favorendo un minor affaticamento anche a livello visivo

Tempo
E indispensabile pianificare il lavoro giornaliero, settimanale e per chi lo necessita anche mensile. In questo modo si distribuiscono in maniera equa i carichi di lavoro. Lorario migliore per apprendere certamente la mattina: se chiaramente lo studente

a scuola, il pomeriggio (a unora dal pranzo) pi indicato della sera, durante la quale si possono ripassare velocemente le informazioni, potenziandole con lesercizio. La durata massima dello studio per una ottimale assimilazione delle informazioni non deve mai superare le 4 ore durante un giorno

www.metodogolfera.com - Numero verde 800 91.32.64 - Email: info@metodogolfera.com - Tutti i diritti sono riservati

Metodo Golfera - Manuale per Bambini La durata massima dellattenzione in

una sola sessione di circa 40 minuti. E consigliabile poi fare una pausa di 10 minuti, passeggiando allaria aperta, bevendo acqua, mangiando frutta o verdura. Tutto questo aiuter ad ossigenare il cervello e a mantenerlo attivo nella rielaborazione delle informazioni e a predisponendo per affrontare un nuovo lavoro Se possibile, cambiare il materiale di studio dopo ogni pausa, programmando le ma-

terie pi complesse per prime e lasciando quelle pi facili alla fine. Ci aiuta a mantenere vivo linteresse e lo stimolo allapprendimento durante la nostra giornata di studio.

I Requisiti Fondamentali delle Immagini


Per essere efficaci nel processo di memorizzazione le immagini devono soddisfare 4 principali requisiti ricordati dallacronimo E.M.AI.CE. (ne dimenticheremo!): Esagerazione: pi le immagini sono esagerate nelle forme e nelle dimensioni, maggiore

lattenzione che catturano e pi vivido il ricordo che esercitano Movimento: creare immagini in movimento o che interagiscono effettuando delle azioni:

in questo modo pi facile collegare le immagini fra di loro, metterle in relazione con lambiente e recuperarle nella memoria Associazione Inusuale: pi strane, buffe e inusuali sono le relazioni tra le immagini, mag-

giore la loro forza di rimanere vivide nella memoria Coinvolgimento Emotivo: per le proprie immagini utilizzare tutto ci che fa parte del pro-

prio vissuto emozionale: persone, oggetti, animali, luoghi. Tutto ci che emotivamente legato a noi rimane nella nostra memoria a lungo termine ed immediatamente recuperabile in maniera conscia o inconscia.

www.metodogolfera.com - Numero verde 800 91.32.64 - Email: info@metodogolfera.com - Tutti i diritti sono riservati

Metodo Golfera - Manuale per Bambini

Come Creare le Immagini


Per rendere efficace luso del Metodo importante seguirne i principi che permettono di trarne benefici rapidi e immediati: luso delle immagini mentali favorisce la memorizzazione della rappresentazione visiva, naturalmente gi presente nel nostro cervello. Per le immagini usare persone, oggetti, luoghi che fanno parte del proprio vissuto emo-

tivo: il legame personale con le immagini rende profondamente vivido il loro ricordo. Per esempio, se si deve ricordare una maestra, immaginare la propria maestra della scuola primaria; una bicicletta la vecchia bici dinfanzia e un negozio la bottega sotto casa... Utilizzare sempre la stessa immagine per rappresentare la stessa cosa: rende il processo

di memorizzazione pi facile e rapido Utilizzare la concretezza quando possibile per

memorizzare le informazioni, anche solo attraverso una parte per il tutto: per ricordare il prof. Gallo possibile immaginarlo con un grosso gallo su una spalla; per la citt di Pistoia, una grossa pistola; per ricordare una telefonata basta immaginare la cornetta; per felicit una donna che ride E possibile utilizzare linizio o una parte della pa-

rola per creare limmagine, o scomporre la parola in pi immagini. Per esempio, per ricordare il sig. Tomilo immaginare un grosso tomo, per Recanati un re con un cane, per aristocrazia unaringa che sta con la propria zia Per ricordare una caratteristica utilizzare persone, oggetti, animali, eventi che la possiedo-

no o ai quali essa viene attribuita anche metaforicamente, simbolicamente o per abitudine popolare. Per esempio, per velocit immaginare una Ferrari, la furbizia una volpe e lallegria Mike Bongiorno, lautunno una foglia secca, il compleanno le candeline accese sulla torta

www.metodogolfera.com - Numero verde 800 91.32.64 - Email: info@metodogolfera.com - Tutti i diritti sono riservati

Metodo Golfera - Manuale per Bambini Per memorizzare una serie in un determinato ordine possibile utilizzare un acronimo,

cio le iniziali delle parole stesse o pi lettere a formare una nuova parola o frase. Per esempio, MA COn GRAn PENa LE RETi CAla GIU per ricordare il nome delle Alpi da ovest a est e cio MArittime, COzie, GRAie, PENnine, LEpontine, RETIche, CArniche, GIUlie; C.V.D. per Come Volevasi Dimostrare Creare immagini con parole che hanno una certa assonanza o che fanno rima con quella

da ricordare. Per esempio, un grosso mento per complemento, un ventaglio per luglio

Come Creare le Associazioni tra le Immagini


Una volta create le immagini E.M.AI.CE. soddisfacenti i principi fondamentali, possibile collegarle tra loro per ottenere legami efficaci e stabili. Sono possibili fondamentalmente due metodi: La concatenazione: utilizzata soprattutto per ricordare liste di parole o numeri con una

sequenza ben precisa. La regola fondamentale creare relazioni tra unimmagine e la successiva, due a due, mantenendo una direzione degli elementi secondo la loro successione da sinistra verso destra. Per esempio, per ricordare il nome Anna Paola si pu immaginare la stessa Anna che tiene nella mano destra un calendario, che ci ricorda anno e con la mano sinistra mangia la bresaola, che fa rima con Paola La teoria dei loci: utilizza in modo particolare la memoria spazio-temporale che ci

consente di ricordare luoghi e ambienti a noi familiari, gli oggetti e gli arredi che ne fanno parte. Possiamo cos inserire le nostre immagini E.M.AI.CE. in una stanza e farle interagire con gli arredi e gli oggetti in essa contenuti attraverso relazioni inusuali, buffe, ridicole, collocandoli in maniera sequenziale da un punto ad un altro della stanza.

www.metodogolfera.com - Numero verde 800 91.32.64 - Email: info@metodogolfera.com - Tutti i diritti sono riservati

Metodo Golfera - Manuale per Bambini

Come Studiare un Testo con la Teoria dei Loci


La teoria dei loci particolarmente efficace per lapprendimento di interi testi composti da capitoli e paragrafi, di qualsiasi argomento e disciplina. Si crea un elenco di 10 stanze, appartenenti anche ad edifici diversi purch familiari, di

dimensioni medie, ben illuminate e spaziose Si numerano le stanze in ordine logico-sequenziale, inserendo al loro interno limmagine

corrispondente al numero. Ci permette di recuperare immediatamente alla memoria lordine sequenziale delle stanze Si ispeziona il testo che si vuole studiare: titolo e sottotitolo, indice dei capitoli con i ri-

spettivi paragrafi e sottoparagrafi, analizzando le immagini, le figure, i grafici e le tabelle. Ci consente di avere unidea generale del testo e degli obiettivi che ci si prefigge di raggiungere studiandolo Si collocano i capitoli nella stanza corrispondente al numero del capitolo stesso, costruen-

do la struttura generale del testo Ora si affronta ogni capitolo, paragrafo per paragrafo: per ciascun paragrafo, si individuano

le parole chiave, cio parole che riassumono il concetto espresso nel paragrafo che abbiamo letto. Molto spesso le parole chiave sono gi scritte nel testo in grassetto. Ogni parola chiave viene sottolineata nel testo e trascritta in un foglio una sotto laltra, per isolare linformazione dal resto del testo. Ricordiamo di non sottolineare frasi intere, ma solo una o due parole Si crea per ogni parola chiave unim-

magine E.M.AI.CE. e la si colloca nella stanza mettendola in relazione con limmagine corrispondente alla parola chiave successiva, ciascuna facendola interagire con gli arredi e gli oggetti della stanza in maniera sequenziale e ordinata. Questo fondamentale per poter memorizzare e recuperare i concetti veicolati dalle immagini nella loro corretta sequenza

www.metodogolfera.com - Numero verde 800 91.32.64 - Email: info@metodogolfera.com - Tutti i diritti sono riservati

Metodo Golfera - Manuale per Bambini Si prosegue in questo modo fino alla fine del capitolo. Poi si passa al successivo cambian-

do stanza. Se la stanza piena di immagini e il capitolo non ancora finito, si pu comunque proseguire nella stessa stanza: i primi concetti infatti sono gi stati trasferiti dalla memoria a breve termine a quella a medio-lungo termine e quindi possono essere recuperati spontaneamente senza necessitare di essere veicolati dalle loro immagini che lasceranno spazio per quelle nuove

Come Usare le Informazioni


Esercizio, esercizio, esercizio, in qualsiasi momento e con qualsiasi informazione. Per gioco, per divertimento, per mettere alla prova la propria abilit immaginativa. Per ricordare nomi e cognomi dei giocatori di calcio, gli amici di facebook, i nomi dei Gormiti e dei Pokemon, password e codici, e tutto ci che per lo studente vale la pena di essere ricordato. Usare linformazione vuol dire farne un uso cosciente e consapevole, divenendo sempre pi abile nellelaborare le immagini, acquisire le informazioni che veicolano e recuperarle nella memoria. La fiducia in se stesso e nella proprie capacit aumenter insieme allabilit di ricordare e di apprendere, e alla motivazione nel farlo Prendere labitudine di ripassare sistematicamente le immagini e le associazioni ela-

borate, preferibilmente la sera prima di coricarsi e la mattina successiva. In questo modo si d lopportunit al proprio cervello di consolidare e rielaborare le informazioni attivando ampie zone cerebrali Esercitare la propria capacit di visualizzare con semplici esercizi. Osservare volti, foto,

immagini, disegni, cercando di visualizzare limmagine a occhi chiusi e focalizzando i particolari fino ad ottenere una visualizzazione estremamente simile alloriginale. Facendolo anche con strade e percorsi, si rafforza la propria capacit di orientamento spazio-temporale e sequenziale.

www.metodogolfera.com - Numero verde 800 91.32.64 - Email: info@metodogolfera.com - Tutti i diritti sono riservati

Lingue Straniere

Metodo Golfera - Manuale per Bambini

Applicare il Metodo allapprendimento delle lingue straniere richiede lapplicazione degli stessi principi e delle stesse modalit utilizzate per memorizzare qualsiasi altra informazione. Particolarmente efficace si rivela lassociazione tra unimmagine e il significato della parola, creando tra di loro un legame stabile e duraturo nel tempo. Creare limmagine E.M.AI.CE attraverso lassonanza o la rima con la parola straniera sia

per la sua dizione che per la sua scrittura. Per esemio, per swallow (boccone) uno squalo che divora un enorme boccone di cibo; per bureau (cattedra) il nostro insegnante che batte i pugni su un gigantesco burro schizzando ovunque! Creare limmagine evocata dal suono onomatopeico che la pronuncia della parola pro-

duce: per clatter (sbattere) il CLAT delle nacchere; per craie (gesso) lo stridio del gesso sulla lavagna Utilizzare una parte della parola per creare limmagine o scomporla in pi immagini:

per leg (gamba) la propria insegnante di inglese con le gambe legate; per cage (gabbia) lattore Nicolas Cage dietro le sbarre; per spring (primavera) si pu immaginiare uno spirito che si batte sul ring cinto di fiori primaverili; per soeur (sorella) la propria sorella vestita con la bandiera dellEuropa Con le stesse strategie possibile memoriz-

zare regole grammaticali delle lingue straniere: per esempio, per ricordare che il Past Simple (Passato) si forma per i verbi regolari aggiungendo allinfinito la desinanza ed, si pu immaginare un semplice piatto di erba (da cui la lettera e) che viene snobbato e preso a colpi di coda da un dinosauro (lettera d, anche per la somiglianza nella forma tra il grafema e la figura del dinosauro). Occorre ricordiare la direzione (da sinistra a destra) e la sequenza delle immagini: il dinosauro non pu mangiare lerba perch per alcuni bambini con difficolt di orientamento potrebbe assumere la forma di una b e neppure lerba pu cambiare la sua posizione (da sinistra a destra, prima del dinosauro), perch la desinenza diverrebbe de.

www.metodogolfera.com - Numero verde 800 91.32.64 - Email: info@metodogolfera.com - Tutti i diritti sono riservati

Metodo Golfera - Manuale per Bambini

Numeri e Tabelline
Anche i numeri si possono visualizzare associando a ogni cifra un colore, unimmagine e una lettera similari alla loro forma, e ai numeri combinati da 2 cifre unimmagine corrispondente alla parola formata dalle rispettive lettere. Si possono memorizzare numeri di pi cifre concatenando le immagini corrispondenti

alle cifre. Per esempio, il numero della stanza 508 visualizzabile come un cavalluccio marino (5) che lancia un salvagente (0) al collo di un pupazzo di neve (8), oppure la marmellata zuegg (z - 0, g - 8) colore fucsia (5, il colore sempre il numero antecedente quello rappresentato dallimmagine); il numero 7992 un topo (7 - t, 9 - p) che scrive a penna (9 - p, 2 - n). E sempre necessario ricordarsi di mantenere una direzione precisa degli elementi rappresentati (sempre da sinistra verso destra nella visualizzazione mentale) per evitare di commettere errori di inversione dei numeri. Per esempio, per 7614414224 immaginiamo un tubo (7 - t, 6 - b) tenuto nella mano destra da Lara Croft (1 - l, 4 - r) e nella sua mano sinistra un rullo (4 - r, 1 - l) che schiaccia una rana (4 - r, 2 - n) mentre questa, rivolta a destra, cerca di inghiottire il nero Barbabarba (2 - n, 4 - r) Si pu memorizzare la tabellina di un numero

(per il 7, ad esempio, 7x1=7, 7x2=14, 7x3=21, 7=4=28, ecc) attraverso la concatenazione di immagini corrispondenti ai numeri. Per esempio, la tabellina del 7 corrisponde allimmagine di una falce (7) tenuta in mano da Lara Croft (14) che sale su una nave nel Nilo (21), ma lindice di una mummia le dice di no (28) e cos via fino ad arrivare al termine della numerazione.

www.metodogolfera.com - Numero verde 800 91.32.64 - Email: info@metodogolfera.com - Tutti i diritti sono riservati

10

Metodo Golfera - Manuale per Bambini Possiamo memorizzare le tabelline costruendo cartoncini con entrambe le combinazioni nu-

meriche, per esempio: 7x8 = 56 8x7 e nel retro inserire limmagine corrispondente al risultato.

Formule, Grafici e Tabelle


Per memorizzare formule anche di dimensioni notevoli sufficiente dividerle in pi parti, secondo la loro difficolt e creare immagini E.M.AI.CE. per ciascuna parte. Poi ogni parte viene messa in relazione con le altre. Per grafici e tabelle importante creare unimmagine che sia simile a quella del grafico in modo da poterlo ricordare attraverso la sua forma.

http://www.metodogolfera.com/Bambini_bam_112.aspx numero verde 800 913264 email info@metodogolfera.com

Info Corsi Metodo Golfera per Bambini Servizio Clienti

www.metodogolfera.com - Numero verde 800 91.32.64 - Email: info@metodogolfera.com - Tutti i diritti sono riservati

11