Sei sulla pagina 1di 2

Gen 1:1-2

IL LIBRO DELLA GENESI

Genesi è un nome di origine greca e significa "libro della generazione o creazione" ed è così
chiamato poiché contiene un racconto sull'origine di tutte le cose. Non c'è nessun'altra storia
così vecchia. Non c'è niente tra i libri più antichi esistenti che lo contraddice, anzi, molte cose
riportate dagli scrittori pagani più antichi o rintracciate nelle usanze delle varie nazioni
confermano che sono collegate al libro della Genesi.
_________________________________________________________________

Capitolo 1

Schema del capitolo

Dio crea il cielo e la terra.

(1, 2)

La creazione della luce.

(3-5)

Dio separa la terra dalle acque e la rende feconda.

(6-13)

Dio crea il sole, la luna e le stelle.

(14-19)

Creazione degli animali.

(20-25)

L'uomo creato ad immagine di Dio.

(26-28)

Il suo nutrimento.

(29, 30)

L'opera della creazione è terminata e approvata.

(31)

Versi 1, 2

Il primo verso della Bibbia ci dà un resoconto soddisfacente e utile sull'origine della terra e
dei cieli. La fede dei Cristiani più umili comprende questo meglio della fantasia degli uomini
più colti. Da ciò che vediamo in cielo e in terra apprendiamo la potenza del grande Creatore.
E sebbene uomini, dobbiamo ricordarci del nostro dovere di Cristiani che tengono sempre il
cielo davanti agli occhi e la terra sotto i piedi. Il Figlio di Dio, uno con il Padre, era con Lui
quando creava il mondo; ci viene detto spesso che il mondo è stato fatto da Lui e niente è
stato fatto senza di Lui. Oh, quali alti pensieri dovrebbero albergare nelle nostre menti su quel
grande Dio che adoriamo e su quel grande Mediatore nel cui nome preghiamo! E qui,
all'inizio del libro sacro, leggiamo pure di quello Spirito Divino la cui opera dentro il cuore
dell'uomo è citata così spesso nelle altre parti della Bibbia.
Osservate, che all'inizio non c'era niente di piacevole da vedere, perché il mondo era senza
forma e vuoto; c'era solo confusione e vuotezza. Parimenti il lavoro della grazia nell'anima è
come una nuova creazione. In un'anima senza la grazia, che non è, cioè, nata di nuovo, c'è
disordine, confusione e ogni opera malvagia: essa è priva di ogni bene perché è senza Dio.
Essa stessa è tenebra ed oscurità: questa è la nostra condizione naturale, finché la grazia
onnipotente non opera un cambiamento in noi

Consiste nell'atto di portare il mondo all'esistenza, a partire dal nulla, mediante la sola volontà e potenza di Dio Ge 1:1, 21,
27; Sl 33:9. Dio è il creatore della materia e della vita. Mediante la risurrezione di Cristo , Dio vuole realizzare nell'uomo
una nuova creazione o creatura Gv 1:12-13; 2Co 5:17; Ga 6:15. Più tardi, dopo la distruzione della terra e dei cieli attuali,
appariranno nuovi cieli e nuova terra 2P 3:7-13; Ap 20:11; 21:1 .