Sei sulla pagina 1di 2

Definizione di ESAMETRO

Metro della versificazione latina e greca (dal greco esa-, “sei, in numero di
sei”, metron, “misura, metro”), composto da sei piedi dattilici ( _ ‿ ‿ ), di

cui l’ultimo, detto “catalettico”, è composto da due sole sillabe.

Lo schema di base dell’esametro, considerando che ogni dattilo (il quinto solo
in casi eccezionali) può essere sostituito da uno spondeo, è il seguente:

_ ‿ ‿  _ ‿ ‿  _ ‿ ‿  _ ‿ ‿  _ ‿ ‿  _ _

 Per convenzione, nella lettura le sillabe lunghe vengono pronunciate come


toniche (cioè, accentate), come nell’esempio (Eneide, I, 1):

Árma virúmque canó* Troiáequi prímus ab óris

CESURE

L’esametro è poi caratterizzato da alcuni tipi di cesure molto diffuse, tra cui
quella

 PENTEMIMERA (o semiquinaria) È
definita pentemimera o semiquinaria la cesura che,
nell'esametro dattilico, è collocata dopo le prime cinque
metà di piede, come dire dopo la prima sillaba del terzo
piede.
˘˘ ˘˘ ‖ ˘˘ ˘˘ ˘˘ ˘
ˉˉˉ ˉˉˉ ˉ ˉˉ ˉˉˉ ˉˉˉ ˉˉ

 EFTEMIMERA (o semisettenaria): è detta così perché trova


collocazione dopo prime le sette metà di piede, come dire dopo
la prima sillaba del quarto piede.
˘˘ ˘˘ ˘˘ ‖ ˘˘ ˘˘ ˘
ˉˉˉ ˉˉˉ ˉˉˉ ˉ ˉˉ ˉˉˉ ˉˉ

In qualche caso questa cesura è preceduta dalla cesura 


tritemimera, che si colloca dopo le prime tre metà di piede, cioè
dopo la prima sillaba lunga del secondo piede.
Ecco lo schema di un verso caratterizzato dalla presenza sia
della cesura semiternaria che della semisettenaria.
˘˘ ‖ ˘˘ ˘˘ ‖ ˘˘ ˘˘ ˘
ˉˉˉ ˉ ˉˉ ˉˉˉ ˉ ˉˉ ˉˉˉ ˉˉ

 TRITEMIMERA: è detta così perchè trova collocazione


dopo le prime tre metà di piede, come dire dopo la
prima sillaba del secondo piede.
˘˘ ‖ ˘˘ ˘˘ ˘˘ ˘˘ ˘
ˉˉˉ ˉ ˉˉ ˉˉˉ ˉˉˉ ˉˉˉ ˉˉ

Normalmente questa cesura, così vicina all'inizio del verso, si


accompagna alla cesura semisettenaria

 TROCAICA: Cade dopo la prima sillaba breve del terzo


piede, a patto naturalmente che esso sia costituito da
un dattilo e non da uno spondeo.
˘˘ ˘˘ ˘˘ ‖ ˘˘ ˘
ˉˉˉ ˉˉˉ ˉˉˉ ˉ˘ ˘ˉˉˉ ˉˉ

Il nome le deriva dal fatto di cadere subito dopo


un trocheo(— ∪ ) successione di una lunga e una breve

 Lucrezio
o De rerum natura

♫ Aēnĕădūm gĕnĕtrīx hŏmĭnūm dīvōmquĕ vŏlūptās

 Virgilio
o Georgiche

♫ Quīd făcĭāt laētās sĕgĕtēs, quō sīdĕrĕ tērrām