Sei sulla pagina 1di 66

ﺓَﻱ ِﺩَﺝْﺏ ﺃ ﻝﺃ ﻑﻭﺭ ُ ﺡﻝ ﺃ

Le lettere dell’alfabeto.

L’alfabeto della lingua araba è composto da 28 lettere che, come quelle dell’alfabeto latino, derivano da quello fenicio: gli arabi scrivono da destra vero sinistra. La lingua araba inoltre viene chiamata la lingua di “Dadﻩ ﻍ ﻝ ﺩﺍ ﺽﻝ ﺍ : una lettera difficilmente riscontrabile in qualsiasi altra lingua.

   

ﻑِﻝﺃ ﺍ ﻑ ﺍ ﻱ

ٌ

   
Casa

Casa

Fuoco

Alif

Jafa

Mamma

 
  ٌ ء ﺍ ﺏ    
 

ٌ

ء ﺍ ﺏ

   

Porta

ْ َ

Ba

Coniglio

Papà

ﺍ ﺏ ﺍ ﺏ

Gelso ُء ﺍ ﺕ ﺕ ُـ ﺕ ﻭ ﺕ Ta  

Gelso

ُء ﺍ ﺕ

ُـ

ﺕ ﻭ

Ta

 

Casa

ﺕ ﻱ َـ ﺏ

  ٌ ء ﺍ ﺙ    
 

ٌ

ء ﺍ ﺙ

   

Toro ﺭﻭ َـ ﺙ Abito ﺏ ﻭ َـ ﺙ

Tha

Mobili

َ ـ

Traccia

   
  ٌ    
 

ٌ

   

Scala

ﻡ ﻱ ِـﺝ ﺝَﺭ َﺩ

Jim

Glorificato

ِ ـ ﺝﺍ

َ

Polli

ﺝَﺩ

   

ٌ

ء ﺍ ﺡ

   
Animale ﺍ ﻭ َ ﻱ ـ َ ﺡ

Animale َ ـ َ

 

Peccato

ـ َ

Ha

Benedetto*

َ

Mare ﺭﺡ َـ ﺏ

   
 

Sale

ﺡﻝَﻡ

   

ٌ

ء ﺍ

   
ﻭ ﺭ َ ـ ﺥ

َ ـ

Agnello

Mio fratello

ِـ

Kha

Capanna

ُـ

Uscita

َ ﺭْ ـ ﺥَﻡ

   

   

Vuoto

ﻱِ ـ ﻝﺍ ﺥ

   

ٌ

ﻝﺍ ﺩ

   
Ruota ﺏ ﺍ ﻝﻭُﺩ ﺩ ﺍ ﺩ ِ ﻭ ﺏ ﻱ ِ ﺩ ﺃ ﺭ

Ruota

ﺏ ﺍ ﻝﻭُﺩ ِ ِ ِ ُ

Armonia

Educato

Dal

Direttore

Duro,difficile

ِ َ

 
   

   

ٌ

ﻝﺍ ﺫ

   
Mosche Colpa Orecchio ﺏ ﺍ ﺏ ُ ﺫ ﺏ ﻥ َ ﺫ ﻥ ُ ﺫ

Mosche

Colpa

Orecchio

ُ َ ُ

Thal

ﺍ ﺫ َﺭ Seme ﺭﺫ ِـ ﺏ

Permesso

 
   

ٌ

ء ﺍ ﺭ

   
 

ﻱِ ﻡ ﺍ ﺭ

Grande ﻱ ﺏ َ ـ ﻙ

Grande

َـ

 

Generoso

َـ

Ra

Mago

ﺭِ

ﺡﺍ ﺱ

ﺍ ﺏ َ ﺭ

   
 

Vicino

َ ـ

 

   

ٌ

ﻥﻱ َﺯ

   
Collega ﻝ ﻱ ﻡ َ ﺯ

Collega

َ

ﺯﺭ َ ﺯ

 

Zeen

Aumentare

َ ـ

 

   
 

Vincere

ُ ـ َـ

 

ﺯﻭ

   

ﻱ ِﺱ

   
  ٌ
 

ٌ

 

َﻉ ـ ﺱ

Ostaggio

ِ

Sin

Sensibile

َ

   

Lezione

َ ِـ

 

Aquila

   

ﻱ ِﺵ

   
 

ٌ

Alberi ﺍ ﺝ ـ ﺵ ﺃ

Alberi

ـ

Bosco

ﺵ ﺭُ ـ ﺡ

Shin

Cantante

ِ َ َ

Laboratorio

 

Giovani

َـ

   

   

ٌ

ﺩﺍ ﺹ

   
Pulcino ﻭ ُ ﺹ

Pulcino

ُ

Giallo

َ

Sad

Ladro

ِ َ ﻭﻍ

Tinto

   
   

ٌ

ﺩﺍ

   

Cieco

َ

  ﺭ
 

Giardino

َ

Dad

Luce

ء

ﻭَ

Bianco

َ ْ

 

   
 

Uova

َ

  ٌ ء ﺍ ﻁ    
 

ٌ

ء

ﺍ ﻁ

   

Alto

ﻝﻱﻭ َﻁ

Ta

Obbediente

ُِ

 

Volato

َ َ

   

Aeroporto

   

ٌ

ء ﺍ ﻅ

   
Ombra ﻝ ِ ﻅ ﻡ ِ ﻝ ﺍ ﻅ ﻅ َ ﺡ ﺍ ﺭ ﺍ

Ombra

ِ ِ

َ َ

Oppressore

Tha

Fortuna

Occhiali

 

   
 

Ha visto

َ َ

  ٌ ﻥﻱ َﻉ    
 

ٌ

ﻥﻱ

َﻉ

   

Storto

َ

Sentire

َ َ

Ayn

 

Cibo

ﻡ ﺍ ﻉَ ﻁ

   
 

Con

َﻉ َﻡ

   
Nuvole ٌ ﻥﻱ َﻍ ﻡ ﻱ َ ﻍ    

Nuvole

ٌ

ﻥﻱ َﻍ َ

   

Ruscello

ِ َ َ َ

Ghayn

Piscina

 

 

Lingua

ﺓ َﻍ ُـ ﻝ

   
   

ٌ

ء ﺍ ﻑ

   

Cavallo

َ

َ

  ﺱ
 

 

ِ ﻑ ﻝِﻑ

Pepe

Fa

Topo

Frusciare

ﻱِ ﻑ ﺍ ﺭ ِ َ

   
   

Caldo

ﻱِﻑ ﺍ ﺩ

   

ٌ

ﻑﺍ ﻕ

   
Disse َ ﻝ ﺍ ﻕ

Disse

َ

 

ِ َ

Parcheggio

Qaf

Vicino

َ

 

Titolo

َ ـ َـ

   
   

Gusto

ْﻕﻭَﺫ

  ٌ ﻑﺍ ﻙ    
 

ٌ

ﻑﺍ ﻙ

   

Re

ﻙ ِﻝَﻡ

Zucchero

َ ـ ُ

Kaf

 

 
 

Re (plurale)

ُ

   

ٌ

ﻡ ﺍ ﻝ

   
Dolore ﻡ َ ـ ﻝ ﺃ

Dolore

َـ

Lavagna

َـ

Colore

َـ ﻝﻱ ﻡ َﺝ

Lam

Bello

Sano

َ

 
   

  ٌ    
 

ٌ

   
 

ﻡ ﻱ

ِﻡ

Luminoso

ُ

Principe

ﻱِ ﻡ ﺍ ﺭ

Mim

Mia madre

  ٌ ﻥ ﻭُﻥ    
 

ٌ

ﻥ ﻭُﻥ

   

Denti

ﻥ ﺍ ﻥ ﺱ

Nun

(il) Uomo

   

ٌ

   
Piramide ﻡ ء ﺍ ﻩ َ ﻩ َ ﺭ

Piramide

ء ﺍ ﻩ َ

َ

Monaco

ِ

Ha

Facile

َ

Freccia

َ

 
 

Faccia

َ

ٌ ﻭﺍ ﻭ

ﻱﻭ ﺍ ﻭ ﺩ ﻱِ ﺡَ ﻭ

Waw

ﻭ ﻱ ﻭ ﺍ ﺭ ﺩ ﻱِ ﺡَ ﻭ Waw Lupo Valle Narratore Unico ﻭ ء

Lupo

Valle

Narratore

Unico

ﺩ ﻱِ ﺡَ ﻭ Waw Lupo Valle Narratore Unico ﻭ ء ﺍ ﻱ ﺩ َ ﻱ

ء ﺍ ﻱ َ Buono ﺩ ِّﻱَ ﺝ Nuovo ﺩ ﻱِ ﺩ َﺝ ِ ـ َ ﻱِ ـ ﺏ ﻱ Certo ﺩ ﻱِﻙ ﺃ

Amore mio

Mano

ٌ

Ya

Analisi Della Parola In Sillabe

  innanzitutto cominciamo a dire che: nella lingua araba esistono le vocali brevi e le vocali ( lettere) lunghe o di prolungazione.

Le vocali brevi sono tre e vengono poste “

secondo il tipo” sotto oppure sopra la lettera; esse sono la fatha (

ﺓ َـ ﺡْ ـﺕَ ـﻑ ْ ـﻝ ﺍ ) َ; la kasra

( َ ـﻙ ـﻝ ﺍ ﺓ َﺭﺱ )

ِ; e la dthamma ( ( ﺓ َـ ﻡ َ ـﺽ ـﻝ ﺍ ُ

riassumiamo le vocali brevi nella tabella seguente:

ُ

ِ

َ

Si pronuncia come u “breve”

Si pronuncia come i “breve”

Si pronuncia come a “breve”

la dthamma ( ( ﺓَـﻡ َـﺽ ـﻝﺍ

la kasra

( ﺓَﺭْـ ﺱَـﻙْـﻝﺍ )

la fatha ( ﺓَـﺡْ ـﺕ َـﻑْـﻝﺍ )

N.B. esistono altri segni ortografici come la sukun ( assenza di pronuncia) ْ ; ed il (raddoppiamento della pronuncia) tashdid ّ ; e la nunazione ( una pronuncia in un an rispettivamente) ٍ; ٌ ; ً. Che vedremo nel corso delle nostre lezioni.

lettere di prolungazione ossia quelle lettere alle quali allunghiamo la pronuncia ( le vocali lunghe). Sono :

, , . queste tre lettere si accordano ( si armonizzano ) con le tre vocali brevi precedentemente spiegate. Cioè

:

Le

Si accorda con la ِ

Si accorda con la ُ

Si accorda con la َ

I casi delle lettere di prolungazione:

tornando alla lettera di prolungazione, essa ha sempre una pronuncia consonante( priva di suono) e la vocale che

la precede si accorda con essa ad esempio:

- mentre invece se essa :

1- è vocalizzata cioè ( se ha ُ , ِ, َ )

ﺭﻭ ُ ﺩ

ﺩﻱِﻉ

ﺭﺍ َﺝ

; allora essa si pronuncia come una vocale breve ad esempio:

ٌ ﻝَﻭ ُ ﺩ

ٌ ﻡَﻱِﻕ

2- e se invece è una consonante( porta una sukun) e la pronuncia che la precede non è accordata con essa , allora si pronuncia come una vocale breve ; ad esempio

ٌ ﺯْ ﻭ َﻡ

ٌ ﺏْ ﻱَﻉ

- N.B. la non può che essere una lettera di prolungazione perché è sempre consonante ( sakinah) - La parola si analizza in diversi modi:

1- Le parole che non contengono né una prolungazione, né una consonante , né un raddoppiamento ; allora ogni lettera viene analizzato separatamente: per esempio

ٌ

ﻡ ـَ ﻝـَ ﻉ

ـَ ﻉ

/

َ ـﻝ

/

ٌ ﻡ

َ

ﺏَ ـﺕَ ﻙ

َ ﻙ

/

ـَ ﺕ

/

َ ﺏ

َ ﺡ ِ ﺭَ ـﻑ

َـﻑ

/

ِ ﺭ

/

َ ﺡ

َ

ﺡ ـَ ﺝ ـَ ﻥ

َ ـﻥ

/

ـَ ﺝ

/

َ ﺡ

2- se la parola contiene una prolungazione : allora ogni lettera prende la prolungazione che la segue per esempio:

 

َ ـﻡ

/

ﺍـﻥ

/

ُﺭ

ُﺭﺍــﻥ ــَ ﻡ

ُـﺥ

/ ﻭـﺵ

/

ٌ ﻉ

ٌ

ﻉ ﻭﺵ ـُﺥ

ْ ﻝﺍ

/

ـَ ﺝ

/

ـﻱﻡ

/

ُﻉ

ُﻉ ﻱﻡ ـَ ﺝ ـْ ﻝﺍ

 

ـَ ﺱ

/ ـﻱﺭ

/

ٌ ﻉ

 

ٌ

ﻉ ﻱﺭـَ ﺱ

3- se la parola contiene una consonante, allora la consonante si analizza( prende) la lettera che la precede. Per esempio

ْ ـﻝـَ ﻱ / َ ـﻉ ـ ُﺏ

/

ُﺏـَ ﻉ ـْ ـﻝـَ ﻱ

ـَ ﻱـْ ﺝ /

ﻱﺭ

ﻱﺭـْ ﺝ ـَ ﻱ

ْ ﻝﺍ

/ ْ ـﻝـِ ﻉـ ُﻡ

/

ُﻡ ْ ـﻝـِ ﻉ ـْ ﻝﺍ

ْ ﻝﺍ

/ ـَ ﻙ

/ ـﻱﺏ

ُﺭﻱﺏَ ﻙ ـْ ﻝﺍ

 

/

ُﺭ

4- nel caso della lettera raddoppiata, essa viene scritta due volte; la prima è consonante e prende la lettera che la precede, e la seconda è vocalizzata e si analizza come se fosse sola se non la segue prolungazione, oppure una consonante, oppure un raddoppiamento : per esempio

ـُﻱ

 

ْ ﺩ ـَ ﺡ

 

ُﺙ

ُﺙِ ّﺩ ـَ ﺡ ـُﻱ

ْ ـﺱ ﻝﺍ

/

ـَ ﺱ

/

ﺍﻝ

/

ُﻡ ﺍﻝَ ّﺱ ﻝﺍ

/

/

ِﺩ

/

 

ُﻡ

ُـﻱ

/

ْ ـﻝـَ ﺹ / ﻱﻝ

ﻱـ ّﻝـَ ﺹ ـُﻱ

ْ ـﻥ ﻝﺍ

/ ﺍـﻩـ / َ ـﻥ

/

ُﺭ

ُﺭﺍ ـﻩـَ ّﻥ ﻝﺍ

NOTA. Sul raddoppiamento ( shadddah)

la shaddah non è altro che due lettere simili( sovrapposti) , dove la prima è consonante e la seconda è vocalizzata. Ad esempio

َ ّﺩ َ ﻡ

Altri esempi:

è vocalizzata. Ad esempio َ ّﺩ َ ﻡ Altri esempi: Viena da ﺍﻩﻝﺹ ﺃ ﺍﺫ ﻙﻩ

Viena da ﺍﻩﻝﺹ ﺃ ﺍﺫ ﻙﻩ

ﻡ Altri esempi: Viena da ﺍﻩﻝﺹ ﺃ ﺍﺫ ﻙﻩ َ ﺩ ْﺩ َ ﻡ َ َ

َ ﺩ ْﺩ َ ﻡ

َ َ ﺩْ ﺩ َ ﺵّﺩ َ ﺵ ٌ ﺓَ

ّﺩ َ ﺵ

ٌ ﺓَ

ّﻁ ِ ﻕ

َ َ ﺩْ ﺩ َ ﺵ ّﺩ َ ﺵ ٌ ﺓَ ّﻁ ِ ﻕ ٌ ﺓَ

ٌ

ﺓَ ﻁ ْ ﻁ ِ

ﻥ ﻥ ﺍَ ﻡ ْ ﻡ ُﺭﺍَ ّﻡ ُﺭ

ﺍَ ّﻡ ُﺭ

ٌ ّﺩ َ ﺝ

ﻥ ﻥ ﺍَ ﻡ ْ ﻡ ُﺭ ﺍَ ّﻡ ُﺭ ٌ ّﺩ َ ﺝ ٌ ﺩْ

ٌ

ﺩْ ﺩ َ ﺝ

Come si procede per sillabare le parole col raddoppiamento? Prima si scioglie il raddoppiamento e poi procediamo a sillabare (come sopra): per esempio

ٌ

ﺓَ ّﻁ ِ ﻕ

ٌ ﺓَ ّﻁ ِ ﻕ ٌ ﺓَ ﻁ ْ ﻁ ِ ﻕ ٌ ﺓ / َ

ٌ

ﺓَ ﻁ ْ ﻁ ِ ﻕ

ٌ ﺓَ ّﻁ ِ ﻕ ٌ ﺓَ ﻁ ْ ﻁ ِ ﻕ ٌ ﺓ / َ

ٌ

/َ ﻁ ْ /ﻁ ِ ﻕ

ٌ

ﺓَ ّﺭَ ﺝ

ٌ ﺓَ ّﺭَ ﺝ ٌ ﺓَ ﺭْ ﺭَ ﺝ ٌ ﺓ / َ ﺭ / ْ

ٌ

ﺓَ ﺭْ

ﺭَ ﺝ

ٌ ﺓَ ّﺭَ ﺝ ٌ ﺓَ ﺭْ ﺭَ ﺝ ٌ ﺓ / َ ﺭ / ْ

ٌ

/َ ﺭ/ْ

ﺭَ ﺝ

ٌ

ﻡ ﺍَ ّﻡ ِ ﺵ

ٌ ﻡ ﺍَ ّﻡ ِ ﺵ ٌ ﻡ ﺍَ ﻡْ ﻡ ِ ﺵ ٌ ﻡ /

ٌ

ﻡ ﺍَ ﻡْ

ﻡ ِ ﺵ

ٌ ﻡ ﺍَ ّﻡ ِ ﺵ ٌ ﻡ ﺍَ ﻡْ ﻡ ِ ﺵ ٌ ﻡ /

ٌ

/ﺍَ ﻡ /ْ

ﻡ ِ ﺵ

  riassumiamo tutto dicendo che:

- una lettera vocalizzata ( َ, ِ

- una lettera vocalizzata + una consonante = sillaba breve ; per esempio ( , ْﺭَ ﺩ , ْﺩ َ ـﻡ ﻭَ ـﻡ )

- una lettera nunata ( ٍ; ٌ ; ً.) = sillaba breve ; per esempio ( ً ﺏ ,

- una lettera + una lettera di prolungazione = sillaba lunga ; per esempio ( ﻱِ ـﻡ ,

ESEMPI .

, ُ ) = sillaba breve ; per esempio

( ُﻡ

,

ٌ ﺏ , ﻭُـﻡ ,

َ ﻡ )

ِ ﻡ

,

ً ﺏ ) ﺍ َ ـﻡ )

, ﻭُـﻡ , َ ﻡ ) ِ ﻡ , ً ﺏ ) ﺍ َ ـﻡ )
, ﻭُـﻡ , َ ﻡ ) ِ ﻡ , ً ﺏ ) ﺍ َ ـﻡ )

- paragone fra le vocali brevi e le vocali lunghe:

 

َ

ـﺏ

ُﺏ

ﻭـﺏ

ِ

ﻱﺏ

 

َ

ـﺕ

ُﺕ

ﻭـﺕ

 

ﻱﺕ

   

ِ

 

َ

ـﺙ

ُﺙ

ﻭـﺙ

 

ﻱﺙ

   

ِ

 

َ

ـﺝ

ـﺝ

ُـﺝ

ﻭـ ﺝ

ِ

ـﺝ

ﻱﺝ

 

َ

ـﺡ

ـﺡ

ُـﺡ

ﻭـ ﺡ

ِ

ـﺡ

ﻱﺡ

 

َ

ـﺥ

ـﺥ

ُـﺥ

ﻭـ ﺥ

ِ

ـﺥ

ﻱﺥ

 

َ

ُﺩ

ﻭﺩ

 

ﻱﺩ

   

ِ

 

َ

ُﺫ

ﻭﺫ

 

ﻱﺫ

   

ِ

 

َ

ُﺭ

ﻭﺭ

ِ

ﻱﺭ

 

َ

ُﺯ

ﻭﺯ

ِ

ﻱﺯ

َ

ـﺱ

ـﺱ

ُـﺱ

ﻭـﺱ

ِ ـﺱ

ﻱﺱ

َ

ـﺵ

ـﺵ

ُـﺵ

ـﺵﻭ

ِ ـﺵ

ﻱﺵ

َ

ـﺽ

ـﺽ

ُـﺽ

ﻭﺽ

ِ ـﺽ

ﻱﺽ

َ

ـﺹ

ـﺹ

ُـﺹ

ﻭﺹ

ِ ـﺹ

ﻱﺹ

 

َ

ـﻅ

ـﻅ

ُـﻅ

ﻭـﻅ

 

ـﻅ

ﻱﻅ

   

ِ

 

َ

ـﻉ

ـﻉ

ُـﻉ

ﻭـﻉ

ِ

ـﻉ

ﻱﻉ

 

َ

ـﻍ

ـﻍ

ُـﻍ

ﻭـﻍ

ِ

ـﻍ

ﻱﻍ

 

َ

ـﻑ

ُﻑ

ﻭـ ـﻑ

 

ﻱﻑ

 

ِ

 

َ

ـﻕ

ُﻕ

ﻭـﻕ

ِ

ﻱﻕ

 

َ

ـﻙ

ـﻙ

ُـﻙ

ﻭـﻙ

 

ـﻙ

ﻱﻙ

   

ِ

 

َ

ُﻝ

ﻭـﻝ

ِ

ﻱﻝ

 

َ

ـﻡ

ـﻡ

ُـﻡ

ﻭـﻡ

ِ

ـﻡ

ﻱﻡ

 

َ

ـﻥ

ُﻥ

ﻭـﻥ

ِ

ﻱﻥ

 

َ

ـﻩ

ـﻩ

ُـﻩ

ﻭﻩ

 

ـﻩ

ﻱﻩ

   

ِ

 

َ

ُﻭ

ﻭﻭ

ِ

ﻱﻭ

 

َ

ـﻱ

ـﻱ

ُـﻱ

ﻭﻱ

ِ

ـﻱ

ﻱﻱ

- Esercizio : scrivere le sillabe lunghe delle seguenti parole

َ ﻝﺍﻕ ُﻡ ﻭﻕ َ ﻱ ٌ ﺩ ﻭﻡ ْ ﺡ َ ﻡ ٌ ﺏﺍﺏ
َ
ﻝﺍﻕ
ُﻡ ﻭﻕ َ ﻱ
ٌ
ﺩ ﻭﻡ ْ ﺡ َ ﻡ
ٌ
ﺏﺍﺏ
ٌ
ﺭﺍﻁ ِ ﻕ
ٌ
ﺡ ﺍﺱ ْ ﻡ ِ ﺕ
ٌ
ﻑ ﻭﺭَ ﺥ
ٌ
ﺭﻭﻑ ْ ﺹ ُﻉ
ٌ
ﺭﺍﺝ ْ ﺵ َ ﺃ
ٌ
ﺏﻱﻝَ ﺡ

- Esercizio: scrivere la sillaba corretta

ٌ ﺏﻱﻝَ ﺡ ٌ ﺭﻭﻑ ْ ﺹ ُﻉ ٌ ﻉ ﻱﻡ َ ﺱ ٌ ﻝﻭﺱ
ٌ ﺏﻱﻝَ ﺡ ٌ ﺭﻭﻑ ْ ﺹ ُﻉ ٌ ﻉ ﻱﻡ َ ﺱ ٌ ﻝﻭﺱ
ٌ ﺏﻱﻝَ ﺡ ٌ ﺭﻭﻑ ْ ﺹ ُﻉ ٌ ﻉ ﻱﻡ َ ﺱ ٌ ﻝﻭﺱ
ٌ ﺏﻱﻝَ ﺡ ٌ ﺭﻭﻑ ْ ﺹ ُﻉ ٌ ﻉ ﻱﻡ َ ﺱ ٌ ﻝﻭﺱ
ٌ ﺏﻱﻝَ ﺡ ٌ ﺭﻭﻑ ْ ﺹ ُﻉ ٌ ﻉ ﻱﻡ َ ﺱ ٌ ﻝﻭﺱ
ٌ ﺏﻱﻝَ ﺡ ٌ ﺭﻭﻑ ْ ﺹ ُﻉ ٌ ﻉ ﻱﻡ َ ﺱ ٌ ﻝﻭﺱ
ٌ ﺏﻱﻝَ ﺡ
ٌ ﺭﻭﻑ ْ ﺹ ُﻉ
ٌ ﻉ ﻱﻡ َ ﺱ
ٌ ﻝﻭﺱ َ ﺭ
ٌ ﺩ ِ ﻩَ ﺕْ ﺝ ُﻡ
َ ﺱ ٌ ﻝﻭﺱ َ ﺭ ٌ ﺩ ِ ﻩَ ﺕْ ﺝ ُﻡ ٌ ﺭﺍﺝ ْ
َ ﺱ ٌ ﻝﻭﺱ َ ﺭ ٌ ﺩ ِ ﻩَ ﺕْ ﺝ ُﻡ ٌ ﺭﺍﺝ ْ
َ ﺱ ٌ ﻝﻭﺱ َ ﺭ ٌ ﺩ ِ ﻩَ ﺕْ ﺝ ُﻡ ٌ ﺭﺍﺝ ْ
َ ﺱ ٌ ﻝﻭﺱ َ ﺭ ٌ ﺩ ِ ﻩَ ﺕْ ﺝ ُﻡ ٌ ﺭﺍﺝ ْ
َ ﺱ ٌ ﻝﻭﺱ َ ﺭ ٌ ﺩ ِ ﻩَ ﺕْ ﺝ ُﻡ ٌ ﺭﺍﺝ ْ
ٌ ﺭﺍﺝ ْ ﺵ َ ﺃ ٌ ﻑ ﻭﺭَ ﺥ ُﻝﻭﻕ َ ﻱ ٌ ﺓَ
ٌ ﺭﺍﺝ ْ ﺵ َ ﺃ
ٌ ﻑ ﻭﺭَ ﺥ
ُﻝﻭﻕ َ ﻱ
ٌ ﺓَ ﺭِ ﺉﺍﻁ
ٌ ﺓَ ﺱ َ ﺭْ ﺩَ ﻡ

Esercizio: unisci le lettere per formare le parole

ٌ ﺏ ﺍ ﺕ ِ ﻙ ٌ ﺓ َﻱ ﺍ ﻥ ِ ﺏ ٌ ﻡ
ٌ ﺏ ﺍ ﺕ ِ ﻙ
ٌ ﺓ َﻱ ﺍ ﻥ ِ ﺏ
ٌ ﻡ ﻭ ﺝ ُﻥ
ٌ ﺩ ِ ﻩ َﺕ ْ ﺝ ُﻡ
ٌ ﺡ ﺍ ﺱ ْ ﻡ ِ ﺕ
ٌ ﺓ َ ﺏ َ ﺕ ْﻙ َ ﻡ
ﺃٌ ﻝ ﺍ ﻍ ْﺵ َ
ٌ ﻉ ﺍ ﻡ ِ ﺕ ْﺱ ِ ﺇ
ٌ ﻡ ﺍ ﻡ ِ ﺕ ْ ﻩ ِ ﺇ
ﻱ ﻡ ﺍ ﺭ
La Waslah / o / hamzat-u-l-wasl .
( ُ ﺍ )

E’ un segno che sta sopra una

e lega due parole che si pronunceranno come se fossero una sola, ad esempio

ﺏﺍ ﺕﻙ ﻝﺃ

si legge facendo sentire

la

La waslah è quasi sempre tralasciata.

Perdono la ﻩ ﻝﺹﻭ

:

ء mentre ﺏﺍ ﺕﻙ ﻝﺍ ﻱﻑ

si leggerà “ fi-l-kitab” nel libro. N.B

1- I nomi che iniziano con una

come: . ﻥ ﺍ ﻥ ﺙﺇ , ﻡﺱﺇ , ﻥ ﺏﺇ , ﺓ ﺃ ﺭﻡﺇ

quando questi nomi sono preceduti da prefissi, particelle o verbi, la loro iniziale diventaﺓ ﻝﺹﻭ , per esempio:

- ﺇ ﺓ ﺃ ﺭﻡ ( una donna) si legge imràah ; mentre ﺇ ﻭ ﺓ ﺍ ﺭﻡ si legge “wamràah “ e non ”waimràah” esempio:

ﺇ ﻭ ﻝﺝ ﺭ

- ﺇ ﻩ ﻥ ﺏ

ﺓ ﺃ ﺭﻡ (un uomo e una donna)

si legge “ ibnuhu” (suo figlio) , mentre

ﺍ ﺍ ﺫﻩ ﻩ ﻥ ﺏ si legge “ hada-bnuhu” ( questo è suo figlio),

“alibn

ﺍ ﻝﺃ ﻥ ﺏ

ﻥ ﺏ“ ibn ” con l’articolo si legge

- ﻡﺱﺇ si legge “ ism ” (nome), aggiungendo la particella ـ ﺏ

bism ” (nel nome di ) e

ﻩ ﻡﺱ ﺍ (il suo nome) proceduta da

diventa ﻡﺱﺍ ﺏ e si leggerà

si leggerà “ wasmuhu”

ﻩ ﻡﺱﺍ ﻭ ( e il suo nome è )

2- se la

ﻝﺃ

non è all’inizio del discorso o non è preceduta da pausa, la

dell’rticolo viene

elisa, ma non nella pronuncia, ad esempio: ﺏﺍ ﺕِ ﻙ ﻝﺃ ( il libro) si legge “ al-kitab ”

mentre

ﺏﺍ ﺕِﻙ ﻝﺍ ﻱﻑ si

legge “ fi-l-kitab “ (nel libro).

3- la forma imperativa dei verbi ((la

vedremo più avanti)) che inizia con

o

,

esempio ﺱﺭ ﺩﺃ

“ udrus ” (studia!), mentre

ﺱﺭﺩﺍ ﻭ si legge “ wadrus “ ( e studia!) , ﺇ ﺏﻩ ﺫ

idhab ” ( vai!) mentre ﺏﻩ ﺫﺍ ﻭ

si legge “ wadhab “ ( e vai!) .

4- i verbi passati e i sostantivi o nomi verbali ( masdar

ﺭﺩﺹ ﻡ ) che iniziano con , es.:

ﺇ ﺭ ﺱﻙ ﻥ “ inkasara ( si è rotto ) preceduto dalla si è rotto ).

( e ) si legge ﺭﺱ ﻙ ﻥ ﺍ ﻭ

“ wankasara “ ( e

Vocale ausiliara eufonica.

( serve ad un suono dolce alla pronuncia)

in arabo scritto, la regola generale esclude la possibilità dell’incontro di due Consonanti non vocalizzate. Tutte le volte che si trova una sequenza di due parole che darebbero origine a due Consonanti non vocalizzate si inserisce una Vocale Ausiliara Eufonica.

Nella maggior parte dei casi la V eufonica è una

ِ ـ

ma può anche essere una

; il

1- la

ْ ـ

َ ـ

seguito “ waslah ” , si trasforma in una vocale breve:

, come V eufonica, è usata quasi esclusivamente con la preposizione

َ ـ

ﻥ ﻡ (

o una

di/da) e

solamente se questa è seguita da una parola con l’articolo, es.:

ﻥ ﻡ+ ﺕﻱ ﺏﻝ ﺃ

( min + al-bayti); diventa

ﺕﻱﺏ ﻝﺍ ﻥ ﻡ

( min-al-bayti)

2- se il

ْـ

è preceduto da una

ُ ـ la V eufonica diventa una

ُ ـ ,es:

ﺓ ﺫﺕ ﺍ ﺱﺍ ﻝﺃ ﻡﺕﻥ ﺃ

“ antum+ al-asatidah” diventa

ﺓ ﺫﺕﺍ ﺱﺍ ﻝُ ﺍ ﻡﺕﻥ ﺃ

ﺓ ﺫﺕ ﺍ ﺱﺍ ﻝﺃ ﻡﻩ

“ hum + al-asatidha” diventa

3- per il resto dei casi la Vocale eufonica è una

ﺓ ﺫﺕ ﺍ ﺱﺍ ﻝﺍ ﻡﻩ

ِـ

es.:

ﺫﺍ ﺕﺱ ﺃ ﻝﺃ ﻥ ﻡ diventa ﺫﺍ ﺕﺱﺃ ﻝﺃ ﻥ ﻡ ; ﻩ ﺏﻝﺍ ﻁﻝﺃ ﺕﺱﺭ ﺩ

diventa ﻩ ﺏﻝﺍ ﻁﻝ ﺍ ﺕﺱﺭﺩ

- la particella ﻝ ﻩ è una particella interrogativa, si usa per formare domande le cui risposte possono essere si o

no. Si mette in inizio frase,es.: ؟ ﺍ ﻥ ﻩ ﺫﺍ ﺕﺱﺃ ﻝﺍ ﻝﻩ “” nota come ﻝﻩ si comporta come ﻥ ﻡ “”. N.B. per una bella lettura è importante legare le parole e fare meno Pause possibili dando spazio alla musicalità dei suoni.

Leggere il seguente esempio :

؟ ٌ ﺓ َﻱِ ﺭْ ﺹِ ﻡ ُ ﺓ َﺩﻱ ِﺩ َﺝ ﻝﺍ ُ ﺓ َﻱ ِﺏَ ﺭَ ﻉ ﻝ ﺍ ُ ﺕْ ﻥ ِﺏ ﻝﺍ ِﻝَﻩ

- Guardiamo questo esempio:

ٍ ﻕﻱﺩ َﺹ َﻉ َﻡ ُ ﺕْ ﺱَ ﺭ َﺩﻡﻱ ﺱَ ﻭ ُ ﻩ ُ ﻡْ ﺱﺍ

ٍ ـ questo segno si chiama “tanwin” , notare che nella frase scritta , la Vocale Eufonica si è resa necessaria dopo “at- tanwin”

i tipi di “at- tanwin” la “ nunazione” sono tre:

ٍ ـ “tanwin-u-l-kasr”ﺭﺱﻙﻝﺃ ﻥﻱ ﻭﻥﺕ il nome deriva da al-kasrah ِ ـ

ٌ ـ

“ tanwin-u-ddamm” ﻡَّ ﺽ ﻝﺃ ﻥﻱ ﻭ ﻥﺕ il nome deriva da a-dammah ُ ـ

ً ـ “ tanwin-u-l- fath”

ﺡﺕ ﻑﻝﺃﻥﻱ ﻭ ﻥﺕ il nome deriva da al-fathah

َ ـ

I tre segni precedenti, sono dell’indeterminazione e sono il raddoppio della ِ ـ , ُ ـ ,

che diventano rispettivamente : ٍ ـ , ٌ ـ , ً ـ .

Essi si pronunciano come segue:

Vedi esempi e successive regole:

ٍ ـ “in” /

ٌ ﺏَﺕْ ﻙ َﻡ, ﺩً ﺍ ﺱْ ﺭَ ;

ٌ ـ

“un”

/

ً ـ “an” .

ٍﺏ َﺕ ْ ﻙ َﻡٌ ﻕﻱ ﺩَ ﺹ , ً

َ ـ

.

ﺭَﺩ , ٌ ﻙ ِﻝَﻡ , ٍّ ﻡُ ﺃ , ٌ ﺏَﺃ , ٌ ﺭﻱ ﺩُ ﻡ , ٌ ﺩِ ﻝِﻭ , ٌ ﺏِﻝ ﺍ ﻁً ﺍ ﺫﺍ ﺕْ ﺱُ ﺃ , ً ﺍ ّ ﻡُ ﺃ , ً ﺍ ﺏَﺃ , ٍ ﺱْ ,

ﻡﻱﺭ َﻙ ً ﺍ ﺭﻱ ﺙَﻙ , ً ﺍ ﻝﻱ ﻝَ ﻕ , ً ﺍ ﻝﻱ ﻡ َﺝ , ً ﺍ

1)

ٍ ـ

“tanwin-u- l-kasr

segna il caso indeterminato es( in arabo si dice ﺭﻭ ﺭْ ﺝَﻡ ,

vedremo avanti come si compone e come quando si usa)

- َـ ﻝَﻭ ِﻝٍﺩ

per un ragazzo. / َـ ﺕْ ـ ﻙ َﻡ ﻱﻑ ٍﺏ in un ufficio.

- ٍﺏِ ﻝﺍ ﻁ ﻥ ﻡ da uno studente.

2) ٌ ـ

“ tanwin -u-ddamm” segna il caso nominativo indeterminato

,

(

in arabo si dice

ﻉ ﻭ ﻑْ ﺭَ ﻡ …… es.: ٌ ﺩَـ ﻝَﻭ un ragazzo / ـ ْ ﻙ َﻡ ٌ ﺏَـ ﺕ un ufficio / ٌ ﺏِﻝﺍ ﻁ

)

studente

uno

3)

ً ـ

“ tanwin-u-l-fath” segna il caso accusativo indeterminato ( in arabo si dice

ﺏﻭ ﺹﻥ َـ ﻡ …….) , es.:

ً ﺍ ﺩَ ـ ﻝَﻭ

un ragazzo/ ً ﺍ ﺏَـ ﺕْ ـ ﻙ َﻡ un ufficio / ﺍ ﺏِﻝ ﺍ ﻁ ً uno studente .

(((le tre suddette

regole

verranno

trattate

in

un

secondo

momento,

l’idea

della

loro

presentazione è dovuta soltanto a completare le regole di lettura))) .

la taà marbutah / ﺓ ﻁﻭ ﺏﺭﻡ ءﺍ ﺕ - ﺓ ـ /

ha la stessa forma della già vista

ﻩ ـ /

,

ma con sopra due puntini e si pronuncia nella forma non

pausale , esattamente come una

; non si pronuncia nella forma pausale, es.:

َـ ﻝﻱﻡ َﺝ ٌ ﺓ َﺭ ﻱﺕ ِﺭ ﻙ ِﺱ َﻱﻩ ﺓ è una bella segretaria

ﺓ َـ ﻝﻱ ﻡ َﺝ

ﺓ َـ ﻝﻱ ﻡَﺝ,

Essendo in fine frase cioè seguita da una pausa, mentre ٌ ﺓ َﺭﻱ ﺕ ِﺭ ﻙ ِﺱ

ﺓ َﺭﻱ ﺕِ ﺭﻙ ِﺱ

perché è seguita dal predicato e non da una pausa.

La traslitterazione della ﺓ ـ ,

nella forma pausale, si fa con la

Finale per esempio ﺓ َﺭﻱ ﺕِ ﺭﻙ ِﺱ

e non

e non

ٌ

-

La

ﺓ ـ /

è, quasi sempre, indice del femminile nei nomi e negli aggettivi.

 

La

ﺓ ـ /

è sempre preceduta dalla

َ ـ

o da una

, es.: ٌ ﺓ َـ ﻝﻱ ﻡَﺝ

;

ٍﺓ ﺍ ﺕَـ ﻑ.

- La

ﺓ ـ /

prende la desinenza

ًﺍ senza la alif , es.:

 

, ً ﺓ َﺩِ ـ ﻱَ ﺱ , ً ﺓ َﺏِ ﻝﺍ ﻁ , ً ﺓ َﺭ ﻱﺩُ ﻡ , ً ﺓ ﺭﻱ ِ ﺯَ , ً ﺓ َﺭ ﻭ ﺕْ ـ ﻙ ُ ﺩ , ً ﺓ َﻡﻱ ﺭَـ ﻙ , ً ﺓ ﺍ ﺕَـ

. ً ﺓ َـ ﻕِ ﺩﺍ ﺹ , ً ﺓ َﺩﻱ ﺩَﺝ , ً ﺓ َـ ﻕﻱﺩ َﺹ

- ﻑ ﻱﺭﻉ ﺕﻝ ﺃ L’articolo determinativo

E’ l’unico articolo nella lingua araba. Si attacca all’inizio della parola per renderla determinata. Traduce tutti gli articoli italiani.

N.B. la parola con ﻝ ﺃ non può più prendere la nunazione “at-tanwin”

La

consonante con la quale inizia la parola alla quale vogliamo aggiungere l’articolo. Le consonanti

con le quali la dell’articolo non viene pronunciata si dicono “Solari” ﻩ ﻱﺱ ﻡﺵ ﻝ ﺃ

dalla parola sole ﺱﻡﺵ , ﺱﻡ ّ ﺵ ﻝﺃ .

Tutte la altre con le quali l’articolo si scrive e si pronuncia si dicono “lunari” ;

dell’articolo viene sempre scritta ma non sempre pronunciata e questo dipende dalla

ﺭ ﺡﺃ ﻝﺃ

ﻩ ﻱﺭ ﻡﻕ ﻝﺃ

dalla parola luna ﺭﻡﻕ , ﻡﻕ ﻝﺃ ﺭ .

Vedi gli esempi riportati di seguito:

, , , , , , , , , , , , : . ,

 

. , ,

. , , , , ,

. , , , ,

 

: ء , ,,, ,, , , , , , , ,

vedi esempi :

, , , , ,

ء , ,, , , , ,

L’articolo

Nome/agg.

 

ﺭﺕ ﻑ ّﺩ ﻝﺃ

ﺭﺕﻑ ﺩ

Quaderno

ﺏﺍ ﺕﻙ ﻝﺃ

ﺏﺍﺕﻙ

Libro

ﻝﻕ ﻝﺃ

ﻝﻕ

Penna

ﻡ ّﺵ ﻝﺃ

ﻡ ﺵ

Sole

ﺭﻡ ﻕ ﻝﺃ

ﺭﻡ ﻕ

Luna

ﻭّﺱ ﻝﺃ

ﻭﺱ

Mercato

ﻱﺩ ّﺹ ﻝﺃ

ﻱﺩ ﺹ

Amico

ﺭﻱﻍ ّﺹ ﻝﺃ

ﺭﻱﻍ ﺹ

Piccolo

ﺭﻱ ﺏﻙ ﻝﺃ

ﺭﻱﺏﻙ

Grande

ﺏﺍ ﺏﻝﺃ

ﺏﺍﺏ

Porta

ﻱﺩ ﺝ ﻝﺃ

ﻱﺩ ﺝ

Nuova

ﻝﻱ ﻭّﻁ ﻝﺃ

ﻝﻱﻭﻁ

Lungo

ﺭﻱﺹ ﻕ ﻝﺃ

ﺭﻱﺹ ﻕ

Corto

ﻕ ﻝﺃ

Gatto

ﺏﻝ ﻙ ﻝﺃ

ﺏﻝﻙ

Cane

ﺭﻭﻑ ﺹ ﻉ ﻝﺃ

ﺭﻭﻑ ﺹ ﻉ

Uccello

ﺃﻝﺃ

Fratello

ﺕﺥ ﺃﻝﺃ

ﺕﺥ ﺃ

Sorella

ﻝﻡ ﺝ ﻝﺃ

ﻝﻡ ﺝ

Cammello

ﻝﻑ ﻁ ﻝﺃ

ﻝﻑ ﻁ

Bambino

ﺯﺏ ﺥ ﻝﺃ

ﺯﺏﺥ

Pane

ﺕﻥ ﺏﻝﺃ

ﺕﻥ ﺏ

Figlia

ﻱﺏ ﺭﻉ ﻝﺃ

ﻱﺏﺭﻉ

Arabo

ﻩﺭ ﺝ ّﺵ ﻝﺃ

ﻩﺭﺝ ﺵ

Albero

ﻩﻝ ﺉﺍﻉ ﻝﺃ

ﻩﻝﺉﺍﻉ

Famiglia

ﺭﺍّﺩ ﻝﺃ

 

ﺭﺍﺩ

Casa

ﺕﻱ ﺏﻝﺃ

ﺕﻱﺏ

Casa

ﻩﺱ ﺭﺩ ﻡ ﻝﺃ

ﻩﺱ ﺭﺩ ﻡ

Scuola

ﻝﻉ ﻡ ﻝﺃ

ﻝﻉ ﻡ

Maestro

ﻱﻑ ﻡ ﻝﺃ

ﻱﻑ ﻡ

Utile

ﻱﻝﺃ

Mano

ﺩ ﻕ ﻝﺃ

ﺩ ﻕ

Piede

ﺩ ﻥ ﻑ ﻝﺃ

ﺩ ﻥ ﻑ

Albergo

ﻝﻭﻝﺃ

ﻝﻭ

Ragazzo

ﺏﺝ ﻝﺃ

ﺏﺝ

Formaggio

ﺭﺡ ﺏﻝﺃ

ﺭﺡ ﺏ

Mare

ﻝﺏ ﺝ ﻝﺃ

ﻝﺏﺝ

Montagna

ﺕﻱّ ﺯﻝﺃ

ﺕﻱﺯ

Olio

ﺭﻡ ﺡ ﺃﻝﺃ

ﺭﻡ ﺡ ﺃ

Rosso

ﺭﻑ ﺹ ﺃﻝﺃ

ﺭﻑ ﺹ ﺃ

Giallo

ﻱﺏ ﺃﻝﺃ

ﻱﺏﺃ

Bianco

ﻭﺱ ﺃﻝﺃ

ﻭﺱ ﺃ

Nero

ﺭﺽ ﺥ ﺃﻝﺃ

ﺭﺽ ﺥ ﺃ

Verde

 

ﺏﺕ ﻙ ﻡ ﻝﺃ

ﺏﺕﻙ ﻡ

Ufficio

 

ﻱﻉ ﻝﺃ

 

ﻱﻉ

Occhio

 

ﻥ ﺃﻝﺃ

 

ﻥ ﺃ

Naso

 

ﺃّ ﺭﻝﺃ

 

ﺃﺭ

Testa

 

ﺃﻙ ﻝﺃ

 

ﺃﻙ

Bicchiere

ﻩﻝﺍ ﺱ ّﺭﻝﺃ

ﻩﻝﺍﺱ ﺭ

Lettera

 

ﺭﺡ ﻝﺃ

 

ﺭﺡ

Lettera

ﻩﻕ ﻱﺩ ﺡ ﻝﺃ

ﻩﻕ ﻱﺩ ﺡ

Giardino

 

ﻡّ ﺱﻝﺃ

 

ﻡﺱ

Pesce

 

ﻍ ّ ﻝﻝﺃ

 

ﻍ ﻝ

Lingua

ﺩﻱ ﺭﺝ ﻝﺃ

ﺩﻱﺭ ﺝ

Giornale

ﺡﺍ ﺏّ ﺹﻝ ﺃ

ﺡﺍ ﺏﺹ

Mattino

ﺓﺭ ﻭُ ﺹْﻕ َﻡ ﻑِﻝ ﺃ ﻯ la alif maqsurah

I grammatici arabi chiamano così il suono /a / in fine di parola; lo si trova con la / alif/ ma molto spesso lo

troviamo scritto come una / ya/ senza puntini: per esempio

َ ـ ﻝﻱ َـ ﻝﻡ , ﻯﺱ ِﻉ , ﻯَ ﻭ ْ ﺩَـ ﻑ , ﻯَﻭ ﺝَﻥ , ﻯﺩُ ﻩ , ﻯﻩ ْ ـ ﻕَ ﻡ , ﻯﺕ َﻡ , ﻯَ ﺱﻭ , ﻯَﻭ ْ ـ ﻝَ ﺱ , ﻯ َـ ﻝَﻉ , ﻯَ ـ ﻑْ ﺵَ ـ ﺕْ ﺱُ ﻡ , ﻯَ ﻥ ْ ﺏَ ﻡ , ﻯَﻥ ُ ﻡ , ﻯَ ﻩ ُ ﺱ , ﻯَﻡ َﺭ , ﻯﻯَ ﺩَ ﺹ

N.B: il nome che finisce con una alif maqsurah si chiama maqsur ( ﺭ ﻭ ﺹْ ﻕَ ﻡ ﻡ ِﺱﺇ

ﺓ َّ ﺩ َﻡ

alif maddah

la maddah (prolungamento ) si pronuncia come una / hamzah/ seguita da una / a/ lunga e viene posta

orizzontalmente sopra la / alif/ per esempio :

َﺙﺃ َ ـ َـ ﻝﺃ

ﺭﺍ ﺙﺁ

; ; ْ ـ ﻝﺃ

ﻝ َﻡﺃ

ﻝﺍ ﻡﺁ ﺃ َﺭَـ ﻕ

ﻥ ﺁ ﺭُ ـ ﻕ

ﻡﺍ ﻝﺁ

 

ﺓ َﺯ ْ ﻡ َﻩ ْ ﻝ ﺃ, valore fonematica e scrittura

 

la

ﺓ ﺯﻡﻩ è un “ colpo di glottide”. In arabo ogni parola che inizia con una vocale viene preceduta, nella pronuncia,

dalla ﺓ ﺯﻡﻩ ; questa si emette trattenedo l’aria in gola e lasciandola uscire colpo. La ﺓﺯ ﻡﻩ

forma di un segno

ء e si pone:

ﺓ ﺯ ﻡ ﻩ

iniziale :

- sopra o sotto la

=

,

# All’inizio di parola la ﺓ ﺯ ﻡ ﻩ qualunque sia la sua vocale) ﺓ ﺯ ﻡ ﻩ mediana:

( ﻥ ﺍ ﺱْ ﻥ ﺇ ,

َﺕﻥ ﺃ , ﺓ َّ ﻡﺃ َﻥ ْ ﻱﺃ , ,)# =

viene sempre scritta con una

,

- sopra la lettera

= ـ ﺉ ( ﺓ َﺉﻱ ﻁَْ ﺱ ﻱِ ﺉَ ﺭ ,, ﺏِـ ْ ـ ﺉ , ﺓ َﺱ ﺍ ﺉِ ﺭ, )*

è una Consonate, ha la

,

ﺃﺇ

(

- sopra la lettera

= ( ﺱﻭ ﺅ ﺍ ﻁ, ﻑﻭ ﺅ َﺭ , ْ ﺱﻭ ﺅ ُ ﺭ , ﻝﺍ ﺅ ُ ﺱ ) **

- sopra la lettera

=

( ﻝﺃ َﺱ َُ ﻝﺃ ْ ﺱَﻱ

,

) ***

Se immediatamente prima o dopo la ﺓ ﺯﻡ ﻩ

trovasi la vocale

ِ ــــ , sostegno della ﺓ ﺯﻡ ﻩ sarà una

senza puntini

*

Se, esclusa la ِ ــ ــ trovasi prima o dopo la ﺓ ﺯﻡ ﻩ

la vocale

ُــ ــ

, sostegno della ﺓ ﺯﻡ ﻩ sarà una

**

Nel rimanente caso e cioè se vi sia, prima o dopo la ﺓ ﺯﻡﻩ , una

una

***

َ ــــ

, sostegno della ﺓ ﺯﻡﻩ sarà

 CASO PARTICOLARE: SE LA ﺓ ﺯ ﻡ ﻩ CON LA VOCALE َــ ــ SEGUE AD UNA

DETTE DI PROLUNGAMENTO” , SI SCRIVE SENZA SOSTEGNO : ( ﺓ َءﻭ ُ ﺭُ ﻡ

,

O AD UNA

َﻝَ ءﺍ ﺱ

)

 INVECE SE LA ﺓ ﺯ ﻡ ﻩ

ءﻱَ ﺵ )

CON LA VOCALE َـ ــ ـ SEGUE AD UNA ,

PRENDE SOSTEGNO : (

ﺓ ﺯ ﻡ ﻩ

finale:

per il sostegno della ﺓ ﺯ ﻡ ﻩ finale non si tiene conto della vocale finale della parola, se breve,

cioè di quella successiva alla ﺓ ﺯ ﻡ ﻩ , ma solo della breve precedente a quella : il sostegno sarà

quindi quello che, secondo le regole suesposte per la ﺓ ﺯ ﻡ ﻩ

mediana .

se invece la ﺓ ﺯ ﻡ ﻩ

sostegno: ****

- da sola, sulla riga

ءﻭ ُ ﺭْ ﻕَ ﻡ)****

è preceduta da un ْ ــــ

ء

(

ءﺍ ﻡَ ﺱ ,

o da una lettera di prolungazione , si scrive senza

ءﺍ ﻡءﺍ ﻑَ ﻝُ ﺥ

,

ٌ ءْ ﺯُ ﺝ ,

َ ءﺍ ﺝ

,

ءﺍ ﺭﺁ

,,

La lettera sulla quale la ﺓ ﺯ ﻡ ﻩ

è scritta si chiama ﻱ ﺱْ ﺭ ُ ﻙ

“ sedia”.

N.B. le regole suesposte non sono di un rigore assoluto perché anche altre grafie sono ammesse oltre quelle qui

come le più normali.

I GENERI

Vi sono due generi in arabo : il Maschile e il Femminile.

N.B. Sono di genere Maschile tutti i nomi che non sono designati nei seguenti paragrafi come appartenenti al

genere femminile

A - CLASSI DEI NOMI FEMMINILI

I nomi possono appartenere al genere femminile per:

1- Significato

2- forma

3- uso

1- sono femminili per significato :

I nomi propri di donna e i nomi comuni che designano esseri femminili. Es.

proprio femminile

ٌ ﻡﺃ

madre

ﺯْ ﻥ َﻉ

capra

ﺩْ ﻥ ِﻩ nome

I nomi propri di isole , città , tribù .( con eccezione: vedi nota 2 a pagina 26)

ُ ـ ﺕ ﺱِﻥ ﻭ

Maometto

Tunisi e Tunisia ﺱُ ﺭْ ﺏُ ـ ﻕ

,

Cipro , ْ ﺵـ ﻱَ ﺭُ ـ ﻕ la tribù a cui apparteneva

I sostantivi indicanti parti doppie del corpo e anche parecchi che indicano parti non doppie.

Es.

ٌ ﺩَﻱ mano

;

ٌ ﻥ ِﺱ

dente ( esiste qualche eccezione che vedremo più avanti

Il sostantivo ٌ ﺡﻱِﺭ vento , e i nomi dei venti . Es.

ٌ ﻝﺍ ﻡَﺵ il ventio del settentrione

Il sostantivo ٌ ﺭﺍ َﻥ fuoco , e i nomi dell’inferno e dei suoi fuochi. Es. ُ ﻡَﻥ َﻩ ُ ﺝ ( senza

articolo)

con qualche restrizione che si vedrà in seguito anche i nomi Collettivi designanti una

specie intera di animali o piante ( o anche un insieme di parti omogenee) .Es. ِـ ﺏﺇ ْ ﻝ cammelli

.

2-sono femminili per forma :

I nomi ( sostantivi e aggettivi ) terminati in ٌ ﺓ َـ

( eccetto quando si tratti di esseri di sesso

maschile come ad esempio َﻑْ ﻱِﻝ َﺥ ﺓ ٌ

, califfo ). Es. َﺝٌ ﺓ َﺭْ ﻱِﺯ isola.

I nomi ( sostantivi e aggettivi ) che hanno la desinenza ُ ءﺍ َـ o la desinenza ﻯَـ

aggiunta alle tre consonanti della radice ( vedremo in seguito questa regola)

3-sono femminili per uso :