Sei sulla pagina 1di 385

Propriet letteraria dell'Autrice. I diritti di riproduzione e di traduzione sono riservati per tutti i paesi, comprese la Svezia, la Norvegia e l'Olanda.

INTRODUZIONE

Una edizione ridotta della mia Grammatica teorico-pratica della Lingua Araba mi era stata richiesta da pi parli. Infatti in quelle scuole, ove l'arabo stato inserito fra le materie d'insegnamento, si trovava difficolt ad adottare quel libro come testo soprattutto a causa del suo prezzo. Mi sono quindi accinta per invito dell'Istituto per l'Oriente, che anche, di questa edizione ridotta ha voluto farsi promotore, al lavoro di abbreviare il pi possibile La mia prima grammatica, evitando per di ridurre quella parte di esercizi metodici che l'aveva resa tanto bene accetta agli studiosi e che tuttora rimasta senza imitatori. Siccome abbreviare si doveva, ho soppresso le letture con gli esercizi orali che le accompagnavano, pur sapendoli utili. Con questa soppressione non pochi vocaboli sono caduti anche dai glossari, indubbiamente con svantaggio per gli studiosi, in quanto la cernita delle parole fra quelle di pi largo uso era stata fatta da me accuratamente col criterio di facilitare il passaggio dalle frasi staccate alla lettura dei testi continui. Non mancher tuttavia modo agli insegnanti di supplire a questa deficienza con altri esercizi e letture di loro scelta. Poche relativamente le riduzioni nella parte espositiva della grammatica ; esse sono state apportate soprattutto alle regole dei verbi deboli, cui ho dato un carattere empirico pi adallo alle men(i giovanili degli scolari.

Spero che la mia nuova fatica, semplificando il pi possibile lo studio di una lingua diffcile come l'arabo, rechi un utile contributo alla diffusione di studi cui oggi molti Italiani si dedicano con interesse. Il mio animo si volge anche per questo lavoro con gratitudine a coloro che mi aiutarono per la redazione e la pubblicazione del primo : all'indimenticabile Maestro Carlo Alfonso Nallino, a S. E. Michelangelo Guidi, al Cav. Uff. Giorgio Naama, e sopprattutto a S. E. Mons. Basilio Cattan, sempre pronto a darmi il suo prezioso consiglio. Ringrazio infine gli insegnanti che, usando la mia prima grammatica, ebbero la cortesia di comunicarmi le loro osservazioni. Laura Veccia Vaglieri Roma, gennaio 1940

Vocali brevi - . 4 Gli Arabi inventarono ben presto altri segni per precisare la pronuncia delle parole ; per si limitarono a segnare tre vocali soltanto : a, i, u (1). Quando queste

10

11

12

13

14

15

16

17

18

19

20

21

22

23

24

25

26

27

28

29

30

Alfabeto Arabo

31

32

33

34

35

36

37

38

39

40

41

44

45

48

49

50

51

52

53

54

CAPO III

Lo stato costrutto

55

56

57

58

59
CAPO V

I NUMERI :

I) Il plurale

60

61

62 CAPO VII

A. Plurali fratti

B.

Accordo dell'aggettivo

63

c. Negazione innanzi all'aggettivo

CAPO VIII Il duale

64

IL PRONOME
CAPO IX

A.

Pronomi personali

65

66

67

68

69

70

71

72

73

74

75

76

77

78

79

CAPO

XII

Modi di tradurre

altri nostri pronomi o aggettivi pronominali

80

Tutto

Qualcuno

Qualcosa :

81

Alcuni, alquanti, certi, qualche, un qualche,

82

83

CAPO XIII

L'AGGETTIVO

A.

Sue forme

B.

gradi

I) Il comparativo

84

Per il comparativo non esiste che questa forma

Il secondo termine di paragone,

85

II) Il superlativo

Il superlativo relativo si ottiene.

86

Declinazione del comparativo e del superlativo


a) Comparativo

Superlativo relativo

88 III) Note sintattiche

89

90

91

92

93

94

95

96

97

98

99

100

101

102

103

104

105

106

107

108

109

110

111

112

113

114

115

116

117

118

119

120

121

122

123

124

123

126

127

128

129

130

131

132

133

134

135

136

137

138

139

140

141

142

143

144

145

146.

147

148

149

150

151

156

157

158

159

160

161

162

163

164

165

166

167

168

169

170

171

172

173

174

175

176

177

178

179

180

181

182

183

184

185

186

187

188

189

190

191

192

193

194

195

196

197

198

199

200

201

202

203

204

205

206

207

208

209

210

211

212

213

214

215

216

217

218

219

220

221

222

223

224

225

226

227

228

229

230

231

232

233

234

235

236

237

238

239

240

241

242

243

244

245

246

247

248

249

250

251

252

253

254

255

256

257

258

259

260

261

262

263

264

265

266

267

268

269

270

271

272

273

274

275

276

277

278

279

280

281

282

283

284

285

286

287

288

289

290

291

292

293

294

295

296

297

298

299

300

301

302

303

304

305

306

307

308

GLOSSARIO ITALIANO-ARABO

TAVOLE SINOTTICHE

DECLINAZIONI

NORMALI

DECLINAZIONI

ANOMALE

CONIUGAZIONE DEL VERBO TRILITTERO

REGOLARE, Ia FORMA, VOCE ATTIVA(*) :

Voci di guida per FORME PRIMITIVA E DERIVATE

la coniugazione delle DEL VERBO TRILITTERO REGOLARE

Tavola in

VERBO

S O R D O : r a l l e g r a r e
( le voci regolari
sono m lUs;

Tavola I V

VERBO DI 1a RADICALE HAMZAH la FORMA E FORME DERIVATE (1)

VERBO DI 2a RADICALE HAMZAH : l a FORMA E FORME DERIVATE

VERBO DI 3a RADICALE HAMZAH : Ia FORMA E FORME DERIVATE

CONIUGAZIONE DEL VERBO DI 3a HAMZAH : la FORMA VOCE ATTIVA (*)

VERBO DI

PRIMA. DEBOLE

VERBO DI

MEDIA DEBOLE

VERBO DI

MEDIA DEBOLE

VERBO DI

ULTIMA DEBOLE

FORME DERIVATE del

VERBO DI ULTIMA DEBOLE O

VERBO CONCAVO-HAMZATO

VERBO HAMZATO-DIFETTOSO

VERBO HAMZATO-DIFETTOSO

VEBO CONCAVO-DIFETTOSO

INDICE