Sei sulla pagina 1di 2

1. In un piccolo paese esiste un unico negozio che vende al dettaglio abiti di alta moda.

L’unico

produttore di tale prodotto fornisce scarpe al rivenditore al prezzo w. La sua funzione dei costi

totali è pari a

C(q)=16q. La funzione di domanda finale di abiti è p = 80-4q, dove p è il prezzo

scelto dal rivenditore.

a. Supponete che produttore e rivenditore sono ciascuno monopolista nella sua fase

produttiva.

i. Calcolate il prezzo finale praticato dal rivenditore, la quantità venduta e il prezzo

all’ingrosso praticato dal produttore.

ii. Calcolate i profitti realizzati in equilibrio dal produttore e dal rivenditore.

b. Supponete che il produttore acquisti il negozio dal rivenditore e che, per l’impresa

verticalmente integrata, il trasferimento del prodotto dalla produzione alla vendita al

dettaglio abbia costi nulli.

2. Un famoso produttore di birra scura irlandese, vende birra all’unico pub del paesino Sperduto. Il

produttore di birra non ha concorrenti e fornisce al pub fusti di birra al prezzo PP sostenendo un

costo di produzione unitario pari a 10. Oltre al prezzo pagato al produttore, il pub sostiene un costo

unitario pari a 6. Sapendo che la domanda settimanale di birra è PD=100-3Q, dove PD è il prezzo

stabilito dal gestore del pub,

a. Calcolate il valore dei profitti realizzati in equilibrio dal produttore e dal dettagliante nel caso di

separazione verticale.

b. Calcolate il valore dei profitti realizzati in equilibrio dal produttore e dal dettagliante nel caso di

integrazione verticale e mostrate l’esistenza del problema della “doppia marginalizzazione”.

c. Mostrate che il problema della doppia marginalizzazione può essere superato se il produttore è in

grado di ricorrere alla pratica del “prezzo imposto”, con la quale, oltre al prezzo all’ingrosso PP

impone al dettagliante anche il prezzo di vendita ai consumatori.

d. Spiegate quale contratto di franchising, ottimale per il produttore, è in grado di risolvere il

problema della doppia marginalizzazione.

e. Discutete l’affermazione secondo cui una clausola di distribuzione in esclusiva (ad esempio di birra)
porti ad esiti di mercato efficienti.

3.Supponete che il mercato di vino di una piccola isola sia caratterizzato dalla curva di domanda

inversa P=100-Q. Il vino è prodotto in un’isola vicina. Calcolate il prezzo al dettaglio, il prezzo

all’ingrosso e i profitti delle imprese nelle seguenti situazioni:

a. La vendita al dettaglio è controllata da un monopolista (MD) che si rifornisce direttamente

dal produttore, anch’esso monopolista (MP). Il produttore, MP sostiene costi unitari di

produzione pari a 15. Oltre al prezzo all’ingrosso pagato al produttore, il rivenditore (MD)

sostiene costi marginali pari a 5.

b. Nel mercato a monte MP è l’unico produttore. Nel mercato a valle entra una seconda

impresa (ED) che oltre al prezzo all’ingrosso sostiene costi marginali pari a 3. MD ed ED

competono scegliendo simultaneamente i prezzi.

c. MD è monopolista nel mercato a valle. Nel mercato a monte entra una seconda impresa

(EP) con costi unitari di produzione pari a 10. MP ed EP competono scegliendo

simultaneamente i prezzi.

d. Sia il mercato a monte che il mercato a valle sono un duopolio. In ciascun mercato le

imprese competono scegliendo simultaneamente i prezzi (prima nel mercato a monte e poi

nel mercato a valle). I costi per ciascuna impresa sono quelli descritti nei punti precedenti.