Sei sulla pagina 1di 8

GUIDA ALLE SOLUZIONI

Ricezione ottimale del segnale digitale terrestre


------------------------------------ by http://www.terratec.it --------------------------------------------------

La caratteristica delle trasmissioni digitali è " tutto o niente ": o il segnale è sufficiente, e quindi si
riceve l'immagine, oppure è insufficiente, e allora l'immagine non c'è affatto. Non c'è quel graduale
deterioramento della qualità che invece si ha nelle trasmissioni analogiche. Inoltre per vedere la TV
in digitale, non basta che ci sia il segnale, ma occorre anche riuscire a catturarlo in condizioni
ottimale, altrimenti il segnale rischia di essere corrotto da troppi errori e gli algoritmi di
decompressione non sono in grado di risalire al segnale originario producendo audio a schioppi e
video a scatti o a quadrettoni.

A differenza del sistema televisivo analogico in cui il segnale era elettrico, i sistemi televisivi
digitali trasmettono il loro contenuto in codice binario “ bit 0/1“ quindi in digitale con un flusso a
pacchetti.

La trasmissione avviene impiegando gli attuali Siti da cui si trasmettevano i segnali analogici, per
questo non è necessario un nuovo orientamento delle antenne. La codifica in digitale terrestre
dell’audio e del video avviene utilizzando lo standard Mpeg-2, in cui è lasciata grande libertà nella
scelta dei parametri di codifica e trasmissioni sia in riguardo al bit-rate e alla risoluzione video, per
questo se controlliamo i parametri per ogni trasmissione sono differenti.

P.S. per verificare i parametri con THC è sufficiente accedere alle informazioni del segnale

Attenzione: ogni forma di pubblicazione di questi tutorials si richiede di citare la fonte. I marchi citati ™ © ® sono dei rispettivi proprietari e lo staff declina
ogni responsabilità per eventuali danni arrecati al Vostro sistema da queste guide. Pagina 1 di 8
GUIDA ALLE SOLUZIONI
Ricezione ottimale del segnale digitale terrestre
------------------------------------ by http://www.terratec.it --------------------------------------------------
In una frequenza detto anche MUX vengono trasmessi 4/5/6 canali TV digitali, il cui numero può
variare in base alla qualità che si vorrà trasmettere. Infatti ci sono anche dei MUX in cui vengono
trasmessi max 2 canali con un canale in HD alta definizione con standard H.264.

Impianto di ricezione TV

Il digitale terrestre è effettivamente ricevibile con le normali antenne TV, ma il problema sorge
sulla tipologia di impianto utilizzato. Per analizzarlo e individuare se e quali problemi ci possono
essere nella ricezione dei vari canali, è indispensabile considerare separatamente le parti
fondamentali che compongono l’impianto stesso: antenna, centralina TV, derivatore, prese TV

Attenzione: ogni forma di pubblicazione di questi tutorials si richiede di citare la fonte. I marchi citati ™ © ® sono dei rispettivi proprietari e lo staff declina
ogni responsabilità per eventuali danni arrecati al Vostro sistema da queste guide. Pagina 2 di 8
GUIDA ALLE SOLUZIONI
Ricezione ottimale del segnale digitale terrestre
------------------------------------ by http://www.terratec.it --------------------------------------------------
P.S. In un impianto condominiale possiamo trovare differenti modalità di distribuzione del segnale :

• Cascata è quando si ha un cavo unico su tutta la colonna senza interrompere la discesa


• Derivazione viene utilizzato per ottenere da una linea in ingresso più linee suddivise in uscita

ma anche con un segnale misto ( digitale terrestre + sat ) e poi su presa terminale in appartamento
suddiviso singolarmente.

1. L’antenna costruite con materiali inossidabili e in lega leggera serve per ricevere il segnale
e prevede un'installazione a un’altezza minima di 10 m rispetto al terreno. Un’ottima
antenna deve garantire un buon guadagno, sensibilità in ricezione dei canali VHF e UHF e
strutturata per la ricezione di più canali della stessa banda detto a “ larga banda “.
Nell’installare un’antenna è necessario quindi verificare l’altezza giusta e utile per eliminare
eventuali disturbi che possono sorgere dall’ambiente circostante e posizionarla lontana da
disturbi elettrici.

2. La centralina TV è la parte dell’impianto che consente di amplificare il segnale, in modo


da ricevere un segnale sufficiente per servire più punti prese TV. In genere è di tipo
modulare. e deve essere a larga banda. La centralina possedendo anche dei filtri è
determinante per ricevere tutte le frequenze dei MUX digitali, quindi è necessario siano
presenti tutti i moduli di selezione delle frequenze che si vorranno ricevere. In pratica se non
si riceve un canale e quindi un MUX ( frequenza ) può essere che manca il filtro nella
centralina per permettere la ricezione specifica di quella frequenza. ( una frequenza=MUX =
5/6 canali trasmessi ).

Miscelatore : è un dispositivo che permette di mixare e trasmettere, attraverso un unico cavo, un


determinato numero di segnali anche di canali diversi ( DVB-T + SAT ).

3. Derivatore = passante : cavo che entra in un terminale ed esce da un altro senza


attenuazioni e senza interrompere la discesa verso altre derivazioni, più un numero di uscite
derivate attenuate (10db). Utile nella distribuzione del segnale nella colonna di un
condominio e ad ogni piano di un palazzo. L’ultimo derivatore necessita di una resistenza di
75 ohm in chiusura.

Partitore = divisori : viene utilizzato nell’impianto privato in appartamento per permettere una linea in
ingresso più linee TV in uscita in parti uguali con attenuazione su ogni linea di 4db.

4. Cavo coassiale serve per collegare tutto l’impianto TV. Il cavo deve risultare ben schermato
per evitare disturbi e soprattutto da evitare l’installazione nelle canaline di cavi elettrici o
cavi che trasportano segnali magnetici. Inoltre, occorre garantire un’ impedenza costante di
75 ohm, dove il terminale del cavo deve essere sempre chiusa da una resistenza da 75 ohm.

Attenzione: ogni forma di pubblicazione di questi tutorials si richiede di citare la fonte. I marchi citati ™ © ® sono dei rispettivi proprietari e lo staff declina
ogni responsabilità per eventuali danni arrecati al Vostro sistema da queste guide. Pagina 3 di 8
GUIDA ALLE SOLUZIONI
Ricezione ottimale del segnale digitale terrestre
------------------------------------ by http://www.terratec.it --------------------------------------------------
5. Prese TV. In un appartamento abbiamo sempre un punto presa TV ( presa centrale ) dove
arriva il cavo antenna dal partitore del condominio. In genere, in un appartamento non si ha
solo un punto presa ( soggiorno ), ma anche in cucina, camera da letto etc. Questo significa
che dal presa TV centrale parte un altro cavo TV che va in un’altra presa TV e così di
seguito ( presa passante ) sino ad arrivare alla presa terminale, da cui non parte più nessun
cavo ( presa terminale ). In questi casi occorre fare attenzione ai collegamenti e soprattutto
alle prese TV in uso siano corrette, in quanto in commercio esiste la presa TV passante e la
presa TV terminale, questo perché come abbiamo visto prima il cavo deve sempre terminare
con una resistenza a 75 ohm, altrimenti si generano dei disturbi e segnale in riflessione. Il
problema classico utilizzando le prese derivate e non correttamente installate, o a causa di
giunzione dei vari cavi in/out, può essere o una visualizzazione del video a scatti o
quadrettoni, oppure anche se si vedono tanti canali non si riceve uno o una addirittura un
MUX ( frequenza ). Attenzione anche ai connettori ossidati.

Posso utilizzare gli amplificatori TV su linea ? meglio di no : genericamente è vero che


aumentano il livello del segnale, ma è anche vero che parallelamente aumentano anche il
livello di rumore, e rischiano di saturare il segnale, con disturbi e distorsioni che quindi
peggiorano inevitabilmente la qualità del segnale. Un cavo d'antenna di buona qualità, con
poche giunzioni e dispersioni e connettori non ossidati, vale più di un amplificatore ad alto
guadagno.

Attenzione: ogni forma di pubblicazione di questi tutorials si richiede di citare la fonte. I marchi citati ™ © ® sono dei rispettivi proprietari e lo staff declina
ogni responsabilità per eventuali danni arrecati al Vostro sistema da queste guide. Pagina 4 di 8
GUIDA ALLE SOLUZIONI
Ricezione ottimale del segnale digitale terrestre
------------------------------------ by http://www.terratec.it --------------------------------------------------

TEST

Per ricevere i programmi DVB-T in modalità ottimale, occorre rendere disponibile all’ingresso del
ricevitore un segnale con livello sufficiente e un basso rapporto segnale/rumore.

Per valutare la possibilità di ricevere il segnale digitale, si può dire che se il televisore di casa è in
grado di ricevere con buona qualità il segnale analogico, il ricevitore sarà in grado di ricevere i
programmi diffusi in digitale, No questo non è sempre vero, perché l’analogico non è sensibile
come il digitale al rumore. Un criterio ottimo per stabilire se la qualità del segnale analogico ha
livelli ottimali, può essere quello di consultare la ricezione del televideo sui vari canali. Se si
ricevono dei caratteri errati, evidentemente l'impianto d'antenna ha bisogno di una revisione prima
di essere efficace per il segnale della televisione digitale terrestre.

Attenzione: ogni forma di pubblicazione di questi tutorials si richiede di citare la fonte. I marchi citati ™ © ® sono dei rispettivi proprietari e lo staff declina
ogni responsabilità per eventuali danni arrecati al Vostro sistema da queste guide. Pagina 5 di 8
GUIDA ALLE SOLUZIONI
Ricezione ottimale del segnale digitale terrestre
------------------------------------ by http://www.terratec.it --------------------------------------------------

Antenna indoor

Per una ricezione ottimale con l'antenna indoor inclusa, a volte basta spostare di poco l'antenna per
migliorare il segnale, oppure basta applicare l'antenna su un supporto metallico per ampliare la
polarità. Questo succede, perchè il segnale DVB-T è soggetto a fenomeni di riflessione. La
normativa per una ricezione portatile equipaggiato con un’antenna omni-direzionale, prevede che
sia collegata a 1,5 m rispetto al terreno “ in ambiente esterno “ o rispetto al pavimento “ in
ambiente interno “. Inoltre evitare di installare l'antenna troppo vicina al ricevitore e in prossimità
di utenze che emettano interferenze elettromagnetiche. Fanno parte di queste utenze in particolare
computer, monitor, lampadine a risparmio energetico, telefoni cordless a basso prezzo, televisori,
forno a microonde, ripetitori di segnale, etc.. Evitare l'installazione in prossimità di acciaio o ferro
da calcestruzzo, meglio se posizionate l'antenna vicino ad una finestra e ricordarsi sempre che
modifiche minime dell'orientamento dell'antenna possono migliorare o peggiorare notevolmente la
ricezione.

Antenna amplificata

Le antenne amplificate che prevedono l'ingresso del segnale di antenna, non sono ideali per la
ricezione DVB-T. Inoltre il guadagno in dB " decibel " più alto non significa che l'antenna è
migliore rispetto a un' antenna con un dB più basso, in quanto un'amplificazione superiore
introduce anche una certa quantità di rumore, mandando in tilt la codifica di errore. Verificate
invece che l'antenna meglio se è attiva e a larga banda, abbia un circuito a basso rumore, riporti il
parametro in dB " figura di rumore ". ed sarà migliore se include anche filtri contro altri disturbi
elettromagnetici " GSM, WLan, etc.. ". Con la figura di rumore si quantifica, in decibel, il livello
del rumore: minore è questo valore " < 7db " migliore sarà il segnale.

Attenzione: ogni forma di pubblicazione di questi tutorials si richiede di citare la fonte. I marchi citati ™ © ® sono dei rispettivi proprietari e lo staff declina
ogni responsabilità per eventuali danni arrecati al Vostro sistema da queste guide. Pagina 6 di 8
GUIDA ALLE SOLUZIONI
Ricezione ottimale del segnale digitale terrestre
------------------------------------ by http://www.terratec.it --------------------------------------------------

Antenna attiva

Un'antenna attiva rispetto a un'antenna amplificata, non prevede un ingresso di antenna da


amplificare ma il termine stesso " antenna attiva " indica l’utilizzo combinato di un’antenna e di
un preamp montato all'interno dell'antenna stessa. In questo modo l'antenna amplifica il segnale
ricevuto Un elemento importante per l'antenna è il fattore rumore che deve essere il più basso
possibile. Inoltre si consiglia di posizionare l'antenna, lontano da disturbi elettrici come può essere
il monitor, neon, etc..

ATTENZIONE : i parametri per valutare un’ottima antenna per la ricezione in digitale, dove il
segnale trasmesso è un segnale formato da bit 0/1, non è un’antenna con un’amplificazione alta
che può introdurre dei rumori e quindi generare continue correzioni sul segnale con perdita di dati
con conseguenza di vedere un video e audio continuamente disturbato. Verificate invece che
l'antenna sia a larga banda, abbia un circuito a basso rumore, riporti il parametro in dB " figura
di rumore " e include i filtri contro altri disturbi elettromagnetici " GSM, WLan, etc.. ". Con la
figura di rumore si quantifica, in decibel, il livello del rumore: minore è questo valore " < 7db "
migliore sarà il segnale.

Il fenomeno della riflessione migliora la ricezione

I segnali diffusi via etere giungono alle antenne sia dall’emittente, sia sotto forma di segnali riflessi
da pareti, montagne , edifici etc... Il fenomeno della riflessione provoca disturbi nella ricezione
analogica con classiche immagini doppie o immagini fantasma, mentre per la ricezione digitale: la
riflessione non pregiudica la ricezione, anzi, la migliora, e questo spiega il motivo per cui in digitale
spostare la posizione dell'antenna indoor influisce negativamente o positivamente.

Visualizzazione a scatti e audio scoppiettante

Le interferenze o il rumore " rumore Gaussiano", possono generare una cattiva ricezione nei
sintonizzatori TV. Nella ricezione di una trasmissione TV analogica a fronte delle interferenze e
rumore, viene evidenziato in TV con il classico " effetto neve " o immagini con un peggioramento
graduale della qualità di visualizzazione. Nella TV in ricezione digitale nella stessa situazione il
segnale rimane perfettamente visibile. Con un ulteriore peggioramento del disturbo i sistemi di
correzione degli errori si rendono inefficiente causando rumori scoppiettanti, video a scatti o a

Attenzione: ogni forma di pubblicazione di questi tutorials si richiede di citare la fonte. I marchi citati ™ © ® sono dei rispettivi proprietari e lo staff declina
ogni responsabilità per eventuali danni arrecati al Vostro sistema da queste guide. Pagina 7 di 8
GUIDA ALLE SOLUZIONI
Ricezione ottimale del segnale digitale terrestre
------------------------------------ by http://www.terratec.it --------------------------------------------------
quadretti. Chiaramente se il rumore in ricezione peggiora, non si riceve più nulla. Questo
comportamento viene chiamato comportamento a gradino. Un altro elemento di disturbo per
un'ottima ricezione è il rumore impulsivo generato normalmente da disturbi elettrici, provocati da
elettrodomestici o da impianti non a norma EMC.

Fine

Attenzione: ogni forma di pubblicazione di questi tutorials si richiede di citare la fonte. I marchi citati ™ © ® sono dei rispettivi proprietari e lo staff declina
ogni responsabilità per eventuali danni arrecati al Vostro sistema da queste guide. Pagina 8 di 8