Sei sulla pagina 1di 1

Settimanale Data 29-11-2019

25
venerai ~~~
P
Pagina
Foglio 1

partite di pallone in piazzetta.


CARTOLINE E oggi che ha realizzato il sogno di
diventare scrittore e come molti ha
SBIADITE lasciato il Meridione,è proprio Carmi-
ne a raccontarci la canicolare estate
DAL SUD dei suoi dieci anni,in un tempo scan-
dito dall'albero di fichi che troneggia-
PERDUTO va sul quartiere fatto di «vecchie case»
ed «erbacce impolverate»: vale a dire,
di ANGELO MOLICA FRANCO dai primi fioroni di giugno ai frutti di
L'ALBERO DELLA FORTUNA settembre.È allora che il bambino ve-
AUTORE de partire suo padre alla volta della
CARMINE ABATE L NUOVO romanzo di Germaniain cerca dilavoro,come mol-
EDITORE Carmine Abate,L'albero ti altri uomini del
Aboca della fortuna, prova a Sud nel secondo Un romanzo
PAGINE raccontare quel momen- dopoguerra, e che ha
176 tofatale chesopraggiun- perde in seguìto il fascino
PREZZO ge in ogni esistenza,quando si smette alsuo abbandono seppiato
14 euro di essere bambini e si inizia il lungo e la spensieratezza delle fotografie
tortuoso cammino per diventare gran- della propria età. d'epoca
di. Nello sperduto eimmaginario Spil- Oltre allo
lace (luogo ricorrente dei romanzi di sguardoincantato del piccolo Carminù
Abate), uno di quei piccoli paesi della sul mondo,a conquistare in questo
Calabria «aggrappati alle colline che romanzo che hailfascino seppiato del-
parevano sul punto di franare verso il le fotografie d'epoca è l'uso concreto
mare» e abitati da «faticatori» - non che Abate fa dei ricordi. Accettare il
sembra essere passato molto tempo dolore del passato, epurato da ogni
dai racconti di Corrado Alvaro in Gen- retorica meridionalista -non c'è dun-
te in Aspromonte -la vita del piccolo que la rabbia dei personaggi diAlvaro,
Carminù èscandita solo da giochi,var- né ci sono ívinti diVerga-,diventa per
rànche(scorribande in aperta campa- il protagonista ormai adulto il solo
gna,furterelli di uova e primizie) e strumento di riconciliazione con la
Q
terra natia,l'unica possibilità di scor-
Carmine Abate è nato a Carfizzi, gere nel proprio futuro la felicità.
Crotone, nel 1954

Questo esordio narrativo si apre con un Capodanno Debiti e guai,ad Aadam Rymättylä non hanno mai
famigliare triste e ambiguo: i De Stefano sono in crisi fatto paura.E un ottimista: a quasi quarant'anni è
ma separarsi è difficile, sia perché bisogna ridotto a vivere nel capannone della sua ditta alla
comunicarlo a tutti, soprattutto ai genitori,sia periferia di Helsinki, ma anche se i suoi tentativi di
perché il piccolo Emanuele,amato figlio della sfondare come inventore non hanno avuto mai
coppia,attraversa una delicata fase di uscita dalla successo,sente che le cose prima o poi
dislessia,che tanta fatica è costata a lui e ai suoi. ingraneranno. Perfino quando finisce in prigione
Il fuoco della narrazione riesce a trovare un per l'incendio del suo magipino di lamiera, non
LA CASA MANGIA equilibrio tra fotografia di famiglia e panoramica AADAM perde le speranze. Grazie all'awocatessa Eeva
LE PAROLE collettiva, grazie anche al racconta della ED EEVA Kontupohja,che di lui s'innamora e ne diventa la
LEONARDO G. Bioambiente,azienda romana perla quale lavora De ARTO PAASILtNNA fedele compagna,esce di prigione e realizza così
LUCCONE Stefano(raccontata soprattutto attraverso dialoghi Traduzione di una batteria uttraleggera che rivoluziona il mercato
Ponte alle Grazie particolarmente accurati). II senso di un Marcello Ganassini energetico. Ma divenuto uno degli uomini più ricchi
528 pagine decadimento, persino di un disfacimento che Iperborea al mondo,Aadam rimarrà il cuorcontento di
040588

18 euro aleggia su tutto il romanzo,trova la sua dimensione 256 pagine sempre? Secondo l'amatissimo scrittore finlandese,
tanto nell'inverno di una famiglia borghese quanto 17 euro capace in questo romanzo del 1993 di rinverdire
in quello del «pianeta irritabile». (g.ser.) con ironia la fiducia nei buoni sentimenti,sì. (a.m.f.)

29 novembre 2019 il venerdì XXV

Ritaglio stampa ad uso esclusivo del destinatario, non riproducibile.

Ponte alle Grazie