Sei sulla pagina 1di 2

LETTERATURA, ECONOMIA E LAVORO

LETTURE PER IL LICEO ECONOMICO SOCIALE

1) William Shakespeare, Il mercante di Venezia (1594)


(testo teatrale: nella Venezia mercantile affari e denaro si scontrano con i valori dell’amicizia e della giustizia; in libero
download da http://www.liberliber.it/mediateca/libri/s/shakespeare/il_mercante_di_venezia/pdf/il_mer_p.pdf)

2) Molière, L’avaro (1668)


(testo teatrale comico: affronta, oltre alla tematica dell'avarizia scellerata, i matrimoni combinati, l'incapacità dei
medici, il lusso e la sfarzosità eccessiva ed il gioco d'azzardo)

3) Carlo Goldoni, La locandiera (1753)


(testo teatrale comico: le astuzie di Mirandolina, imprenditrice ante litteram; in libero download da
http://www.letteraturaitaliana.net/pdf/Volume_7/t334.pdf)

4) Honoré de Balzac, Eugenie Grandet (1833)


(Romanzo: rigida disciplina familiare, avidità, assenza di scrupoli in affari e ambizioni sociali dietro la vicenda
dell’ingenua Eugènie, che insegue invece un autentico bisogno d’amore; in libero download da
http://www.liberliber.it/mediateca/libri/b/balzac/eugenia_grandet/pdf/balzac_eugenia_grandet.pdf)

5) Charles Dickens, David Copperfield (1850)


(Romanzo: attraverso l’infanzia e la giovinezza dell’adolescente, l’autore muove una dura critica verso le ipocrisie della
società londinese, verso l'incomunicabilità tra diverse classi sociali, volutamente mantenuta dai ricchi, che non
avevano nessuno scrupolo a infliggere miserie e sofferenze ai più deboli, soprattutto ai bambini e alle donne; in libero
download da
http://www.liberliber.it/mediateca/libri/d/dickens/david_copperfield/pdf/dickens_david_copperfield.pdf)

6) Emile Zola, Germinale (1885)


(Romanzo: alienazione, rivolte sociali e drammi umani tra i minatori della Francia dell’Ottocento)

7) Giovanni Verga, Mastro-don Gesualdo (1881)


(Romanzo: uno dei più emblematici protagonisti del culto della “roba”, Gesualdo dapprima cavalca con successo il
vettore del “progresso”, ma poi ne viene drammaticamente stritolato, diventando quindi uno dei "vinti" più
rappresentativi del ciclo verghiano. In libero download da
http://www.liberliber.it/mediateca/libri/v/verga/mastro_don_gesualdo/pdf/verga_mastro_don_gesualdo.pdf)

8) Luigi Pirandello, I quaderni di Serafino Gubbio operatore (1925)


(Romanzo: narra la la vicenda di Serafino, un cineoperatore di una casa cinematografica che quotidianamente annota
in un diario tutti gli avvenimenti che riguardano quelli che lavorano nel suo ambiente, consente una riflessione del
rapporto uomo-macchina. In libero download da
http://www.liberliber.it/mediateca/libri/p/pirandello/quaderni_di_serafino_gubbio_operatore/pdf/quader_p.pdf)

9) Italo Svevo, La coscienza di Zeno (1904)


(Romanzo: nelle pagine di un diario inteso come terapia psicoanalitica si dipana la storia di Zeno Cosini e della sua
“malattia”, l’inettitudine a vivere in un mondo che identifica salute e successo sociale e imprenditoriale. In libero
download da
http://www.liberliber.it/mediateca/libri/s/svevo/la_coscienza_di_zeno/pdf/svevo_la_coscienza_di_zeno.pdf)

10) Ignazio Silone, Fontamara (1933)


(Romanzo: la storia di una comunità di “cafoni” di un paesino del Sud in lotta con i baroni per il diritto all’acqua)
11) Ignazio Silone, Le terre del Sacramento (1950)

(Le terre del Sacramento è un romanzo che può venir definito una specie di epopea del lavoro contadino, che trova
nella gente meno agiata socialmente una commossa celebrazione rivolta pure alla loro terra)

12) Italo Calvino, Marcovaldo (1966)


[Racconti: epopea della vita in città e riflessione sul rapporto tra l’uomo e la natura)

15) Primo Levi, La chiave a stella (1978)


(Romanzo: le imprese di un operaio specializzato, Libertino Faussone, detto Tino, che le racconta a un amico scrittore)

14) Vasco Pratolini, Metello (1952)


(Romanzo storico di formazione che, attraverso le vicende del protagonista, abbraccia un arco di tempo che va
dal 1875 al 1902: gli anni delle violente repressioni governative nei confronti degli operai, che assumono progressiva e
decisa coscienza dei propri diritti)

15) Romano Bilenchi, Il capofabbrica (1935)


(otto racconti, in sé autonomi, ma interconnessi tra loro tramite il personaggio di Marco. Un’epopea il cui tratto
distintivo è quello di un’umanità sottomessa alla legge del più forte)

16) Lucio Mastronardi, Il calzolaio di Vigevano (1962)


(Ascesa e miserie della piccola borghesia imprenditoriale della provincia italiana)

17) Roberto Saviano, Gomorra (2006)


(Romanzo-inchiesta: viaggio nel mondo affaristico e criminale della camorra e dei luoghi dove questa è nata)

18) Silvia Avallone, Acciaio (2010)


(Romanzo: narra delle vicende di due ragazze adolescenti che vivono e crescono all'interno della realtà
operaia metallurgica piombinese)

19) Aldo Nove, Mi chiamo Roberta, ho 40 anni, guadagno 250 euro al mese (2006)
(Libro-inchiesta: l’autore intervista i protagonisti di storie drammatiche di precariato)

20) Edoardo Nesi, Storia della mia gente (2010)


(Un ricco imprenditore di Prato, destinato ad amministrare l’impresa di famiglia, si trova improvvisamente a dover
fare i conti con la più grande crisi economico-finanziaria dei tempi recenti)