Sei sulla pagina 1di 40

La reazione dell Europa

1. Le invasioni del IX-X secolo

Nuove invasioni
La disgregazione dellimpero carolingio
e la formazione di nuove realt politiche
favorita anche da nuove invasioni
che interessano l Europa da ogni lato:
da Est: gli Ungari (o Magiari)
da Nord: i Normanni
da Sud: I Saraceni

Non si tratta solo di migrazioni di popoli,


ma di vere e proprie razzie.

Saraceni
DallAfrica conquistano la Sicilia (827902) e compiono scorrerie in Italia,
soprattutto al Sud, fino allinizio dellXI
secolo.
Dalla Spagna creano alla fine del IX
secolo la base di Frassineto (Provenza)
da cui muovono verso le Alpi e il
Piemonte.

Duomo di Monreale

Palermo, San Giovanni degli Eremiti

Qanat di
Palermo, opera
di ingegneria
idraulica

La Kalsa, il quartiere fortificato


arabo a Palermo

Normanni
O uomini del Nord, sono popoli di stirpe
germanica e divisi in:
Vichinghi: Norvegesi e Danesi
Vareghi: Svedesi

Per ragioni economiche (ricerca di nuovi


territori da coltivare) si mossero da
Scandinavia e Danimarca,
facilitati dalla loro abilit come navigatori.

Lespansione normanna

Luso di imbarcazioni veloci e agili, i drakkar,che


riuscivano a risalire dal mare lungo il corso dei fiumi,
permettevano ai Normanni di attaccare con successo
localit apparentemente protette dalla loro posizione
geografica.
Inizialmente si dedicano alle razzie, attaccando le Isole
Britanniche, la Francia e la Germania costiera (VIII
sec).

I Normanni
Allinizio del IX secolo si insediano in Russia,
aprendo, attraverso il Volga e il Dnepr, una via
commerciale tra Baltico e Mar Nero e Mar
Caspio.
In seguito cercano di insediarsi stabilmente In
Irlanda, Inghilterra e Francia.
Un gruppo raggiunse lItalia meridionale e la
Sicilia.

Le direttrici dellespansione normanna

Ungari
Nomadi di stirpe mongolica, si stanziano in
Pannonia a met del IX secolo.
Di qui partono per razzie in Germania, Francia e
Italia del Nord (fino al X secolo).

Sono fermati dai re di Germania della casa di


Sassonia (Enrico I e Ottone I),
ma anche dalla trasformazione in popolo
sedentario con stanziamento nellattuale
Ungheria
e dalla conversione al cristianesimo del re
Stefano (1001).

Le opere difensive
Il terrore generato nelle popolazioni europee dalle
nuove ondate di invasioni e dalle violenze
perpetrate da Saraceni, Normanni e Ungari port
alla realizzazione di opere di avvistamento e difesa.
Lungo le coste
furono costruite torri
di avvistamento (in
Italia meridionale le
cosiddette torri
saracene).

Lincastellamento
Nellinterno i feudatari si costruiscono edifici
fortificati abbastanza grandi da accogliere tutta
la famiglia del signore, i suoi cavalieri e la sua
servit: i castelli.
Attorno ai castelli sorgono villaggi la cui
popolazione poteva, in caso di necessit,
rifugiarsi allinterno delle mura.
Il feudatario diventa lunico punto di riferimento e
lunico ad organizzare la difesa del suo territorio.

Levoluzione del castello

2. I nuovi regni dEuropa


(X-XI sec.)

In Francia
Le incursioni si intensificano alla fine del
IX secolo, mettendo in difficolt i carolingi
Il re Carlo il Grosso (888-898) costretto
a pagare tributo per arrestare le scorrerie.
Nel 911 Carlo il Semplice concesse in
feudo la Normandia al capo normanno
Rollone.
I Normanni si convertirono al
cristianesimo e si francesizzarono.

I Capetingi
CARLO IL GROSSO
Ultimo imperatore
carolingio
Deposto dai nobili
nell887
100 ANNI DI ANARCHIA
FEUDALE

UGO CAPETO 987


RE DI FRANCIA
Dinastia capetingia

In Inghilterra
Il re vichingo Canuto il Grande (1018-35) unifica in un
solo regno Norvegia, Danimarca, Inghilterra e Scozia.
Ma alla sua morte gli anglosassoni ritornano
indipendenti con il re Edoardo il Confessore (10421066).
Il duca di Normandia Guglielmo invade allora lInghilterra
rivendicando il trono, sconfiggendo ad Hastings le
truppe anglosassoni.
Divenuto re dInghilterra con il nome di Guglielmo il
Conquistatore, da vita ad una monarchia stabile.

Larazzo di Bayeux
La conquista normanna dellInghilterra illustrata da un
arazzo (70 m. di lunghezza) conservato nella cattedrale
di Bayeux in Francia e realizzato nellXI secolo.
Esso costituito da tante
vignette che si succedono e
che corrispondono alle
singole fasi della conquista.
In questo modo la storia di
Guglielmo il Conquistatore
poteva essere letta anche
dagli analfabeti come in un
fumetto.

La partenza della flotta di


Guglielmo dalla Normandia

La cavalleria normanna allattacco

Morte del re Sassone

La situazione in Germania
I carolingi di Germania resistono
fino al 911
Poi si formarono alcune grandi
dinastie che governavano le 5
regioni principali (Sassonia,
Franconia, Svevia, Baviera e
Turingia)
Tra queste 5 famiglie si
decideva la dinastia regnante.
Dal 919 tocc ai Sassoni
Il Ottone I di Sassonia
sconfisse gli Ungari
definitivamente nel 955 di
Lechfeld
e viene proclamato re di
Germania

Il Regno di Ottone I
Lobiettivo di Ottone era
quello di riunire il regno di
Germania a quello di Italia
restaurando lImpero
Scese perci in Italia e
sconfisse il re Berengario
del casato di Ivrea
Poi si fece incoronare dal
papa Imperatore
restaurando il vecchio
Impero romano cristiano
di Carlo Magno

Incoronazione di Ottone I

Il Sacro romano impero diventa germanico

Nel 962
Ottone I re di
Germania si
fa incoronare
imperatore
dal papa

Ottone I restaura il Sacro


romano impero che fu
chiamato germanico
per sottolinearne il
carattere
prevalentemente tedesco

Ottone I assegna i feudi


pi importanti a vescovi e
abati. Cos, alla morte del
vescovo-conte, senza figli
eredi, il feudo ritornava in
possesso del re

I sassoni nel sud dItalia


Poi Ottone tent di conquistare
il sud dItalia, cosa non riuscita
nemmeno ai Franchi e dove
resistevano gli antichi ducati
longobardi e bizantini
Sia i Bizantini che i duchi
longobardi si sottomisero
allautorit dellimperatore
973 muore Ottone I gli succede
il figlio, Ottone II
Ottone II cerca di portare a
termine la conquista dellItalia
meridionale
Ma nel 982 sub una clamorosa
sconfitta da parte dei Saraceni
e pochi mesi dopo mor di
malaria
I suoi successori non furono in
grado di portare avanti
lambizioso progetto di impero
universale di Ottone I.

LImpero ai tempi di Ottone I

I Normanni in Italia
Agli inizi dellXI secolo un gruppo di
mercenari normanni viene chiamato in
Italia meridionale dai signori locali che si
erano ribellati ai Bizantini.
Come ricompensa, al capo guerriero viene
concesso in feudo la contea di Aversa.
Ben presto i Normanni, guidati dai membri
della famiglia degli Altavilla, cominciarono
ad estendere i loro domini.

La reazione papale
Nel 1043 il capo normanno Roberto il
Guiscardo conquist la contea di Melfi, in
Basilicata.
Preoccupato dallespansione normanna, papa
Leone IX organizz una spedizione contro di
loro
ma fu sconfitto e fatto prigioniero.
Successivamente Roberto si riappacific con il
papato e fu incoronato da Niccol II duca di
Puglia, Calabria e Sicilia.

Lo scisma dOriente
In cambio si impegnava a difendere lItalia
meridionale dagli Arabi e dai Bizantini.
Costoro infatti erano diventati nemici del
papa da quando la Chiesa di
Costantinopoli (ortodossa), non
riconoscendo pi lautorit di quella di
Roma (cattolica) si era separata da essa
(scisma, 1054).

Il regno di Sicilia
Tra XI e XII secolo i
Normanni
conquistarono tutta
lItalia meridionale.
Nel 1130 Ruggero II
dAltavilla fu incoronato
dal papa re di Sicilia,
Calabria e Puglia.
Nasce il regno di
Sicilia con capitale
Palermo.

CRISI E RINNOVAMENTO DELLA


CHIESA

Chiesa e Impero
910
Fondazione
del monastero
di Cluny

962
Ottone I imperatore
Privilegium Othonis

955
Sconfitta degli
ungari da parte di
Ottone I

1075
Dictatus
Papae

1054
Le Chiese dOriente
e dOccidente si
separano

La Chiesa e il feudalesimo

La Chiesa venne coinvolta nel sistema feudale


e molti dei suoi esponenti cominciarono a
esercitare un potere politico.

Ci contribu a limitare le violenze dei feudatari laici, ma in


molti casi allontan la Chiesa dai suoi compiti religiosi.

La Chiesa tra corruzione e riforma

Comportamenti dei religiosi


giudicati immorali:

nella vita privata:


sacerdoti con mogli e figli
(concubinato o
nicolaismo)

nello svolgimento della


loro missione: ricerca di
guadagno attraverso le
pratiche religiose
(simonia)

La Chiesa tra corruzione e riforma

In epoca feudale molti esponenti del clero coltivavano


interessi politici e ricercavano la ricchezza.
Dal secolo XI alcuni abati, vescovi e papi cercarono di
riformare la Chiesa.

La Chiesa tra corruzione e riforma

Il movimento di riforma part dai monaci. Vennero fondati nuovi ordini.

2. La Chiesa tra corruzione e riforma

Il movimento di riforma part dai monaci. Vennero fondati


nuovi ordini.

Lordine cluniacense:
autonomia dei monasteri
dai poteri politici; vita di
preghiera e di studio.

Certosini e
cistercensi: bonifica di
terre abbandonate, che
vennero trasformate in
campi coltivati.

Movimenti popolari
Milano: i Patari nel 1057 scatenarono una
rivolta contro i chierici indegni, rifiutando di
partecipare alle loro funzioni religiose
Li obbligarono gladiis et fustiis (con le
spade e con le fruste) a rispettare il
celibato.

Potrebbero piacerti anche