Sei sulla pagina 1di 2

30 il GIORNALE dell’INGEGNERE N.

1-2 - Gennaio/Febbraio 2015

meno soddisfano i principi di


I controlli non distruttivi in cantiere gerarchia delle resistenze.
Nelle Norme Tecniche per le
Costruzioni, al capitolo 11
“Materiali e prodotti per uso
Fabio Benati* strutturale” paragrafo 11.2.6
METODI INDUSTRIALI METODI CIVILI “Controllo della resistenza del
In relazione ai cambiamenti in- Metodo Simbolo Metodo Simbolo calcestruzzo in opera”, si indica
tervenuti nel panorama norma- Emissioni Acustiche AT Ultrasonore UT che per la modalità di determi-
tivo nazionale ed europeo, con Correnti indotte ET Sonore SO nazione della resistenza definita
l’entrata in vigore del regola- Prove di tenute LT Sclerometriche SC “strutturale” si potrà fare riferi-
mento 305/2011 (CPR), l’arti- in pressione Magnetometriche MG mento alle norme del set UNI
colo illustra quali e quanti in- Magnetoscopia MT Chimiche in sito CH EN 12504-1 (prove a compres-
terventi possano essere neces- Liquidi PT Di permeabilità PB sione); - 2 (indice sclerometri-
sari e richiesti in cantiere per Penetranti Del potenziale di corrosione delle armature PZ co); - 3 (forza di estrazione); -
soddisfare le nuove richieste e Estensimetrica ST Di estrazione ES 4 (propagazione impulsi ultra-
cogenze. Radiografico RT Delle tensioni residue TR sonici), nonché alle Linee Guida
Partendo dalla performance at- per la messa in opera del calce-
Ultrasonoro UT Di penetrazione PE
tesa dal componente, sino alla struzzo strutturale e per la valu-
verifica ed al corretto montag- Visivo VT Monitoraggi strutturali di quadri fessurativi MO tazione delle caratteristiche mec-
gio l’escursus passerà dalle Termografia ad infrarossi TT Esame visivo delle opere VT caniche del calcestruzzo pubblicate
strutture metalliche al controllo (Civile, elettronico, Georadar GR dal Servizio Tecnico Centrale del
di fabbricati e ristrutturazioni. ed Analisi di Processo) Prove con martinetti piatti MP Consiglio Superiore dei Lavori
Non mancheranno cenni sulle Onde Guidate GW Prove di carico PC Pubblici (febbraio 2008).
attrezzature tipicamente impie-
gate, sulle capacità e le qualifi- VOLONTARIETÀ
che del personale specializzato regolamento qualifica del per- monizzate, forniscono ai pro- cerche nella CNR-DT 473:2008 almeno di secondo E COGENZA: ESEMPIO
e sugli eventuali impatti in am- sonale NDT industriale dotti la conformità ai requisiti 200/2004 “Istruzioni per la Pro- livello (ora da leggeri ISO SULLE STRUTTURE
bito sicurezza. Una qualsiasi n CIVILE basato su un rego- essenziali di una direttiva eu- gettazione, l’Esecuzione ed il Col- 9712). METALLICHE
opera o parte di essa, per poter lamento Bureau Veritas che si ropea. laudo di Interventi di Consolida- Ed inoltre nelle opere di inge- L’azienda ha la possibilità di
essere utilizzata, deve corri- ispira alla ISO 9712 ed alle in- Norme sulle NdT rientrano nei mento Statico mediante utilizzo gneria civile la turbata sensibi- partecipare a forniture di enti
spondere alle caratteristiche di dicazione delle NTC2008 co- mandati che la Commissione di Compositi Fibrorinforzati” lità nazionale scaturita dalle re- o grandi aziende nazionali od
progetto. Nell’immediato o nel me da procedura IND-REG- Europea ha dato al CEN in (Materiali, strutture di c.a. e di centi tragedie verificatesi in estere che, sempre più spesso,
tempo, l’insorgere di difetti o 02_NDT regolamento qualifica settori quali le attrezzature a c.a.p. e strutture murarie) indica concomitanza di eventi natu- indicano nei capitolati la certi-
di inconvenienti possono com- del personale NDT civile. pressione (Direttiva espressamente, nel paragrafo rali, ha di fatto posto all’ordine ficazione EN 1090 del produt-
promettere il suo utilizzo; da 97/23/CE), i recipienti semplici 4.8.4. “Qualifica degli operatori del giorno in modo dramma- tore come requisito essenziale
ciò l’esigenza da parte di com- SETTORI D’IMPIEGO E a pressione (Direttiva per l’esecuzione delle prove”, che tico il tema della sicurezza delle per la fornitura di carpenterie
mittenti, progettisti, direttori PRODOTTI NDT 87/404/CEE) e gli impianti a i profili professionali preposti costruzioni ad uso abitativo e metalliche.
dei lavori, costruttori e degli Fabbricazione di metalli; Prova fune adibiti al trasporto di per- alle prove devono corrispon- strategico in area sismica. In La certificazione EN 1090
enti che questi rappresentano pre-servizio e in servizio di at- sone (Direttiva 2000/9/CE). dere ai livelli di qualifica in con- particolare gli eventi calamitosi dell’azienda è un’alternativa al
(Enti Statali, parastatali, regio- trezzature, impianti e strutture; Diversi sono gli Organi Tecnici formità alla UNI EN 473 e insegnano che anche le strut- rilascio, da parte del Servizio
nali, ecc.) di effettuare dei con- Manutenzione ferroviaria; Ae- che hanno il compito di elabo- UNI 45013. ture in calcestruzzo armato Tecnico Centrale, dell’Attestato
trolli cautelativi. rospaziale; Fabbricazione ed rare norme del settore NdT e Nelle Norme Tecniche per le possono essere vulnerabili se di Denuncia Attività per i centri
La normativa prescrive che tali esercizio di attrezzature, im- sono suddivisi in due gruppi: Costruzioni al paragrafo mal progettate o realizzate con di trasformazione degli acciai
controlli siano effettuati attra- pianti e strutture; Fabbricazione n Organi Tecnici per Norme 11.3.4.5 per le modalità di ese- materiali di scarsa qualità e con per carpenteria metallica pre-
verso l’analisi dei materiali co- ed esercizio di attrezzature, im- Metodologiche (ad es. cuzione dei controlli distruttivi una non corretta disposizione vista dalle Norme Tecniche per
stituenti sottoponendoli a pro- pianti, strutture e veicoli ferro- CEN/TC 138) e non distruttivi relative alle delle armature, sia principali le Costruzioni del 2008
ve a campione significative. viari; Civile e patrimonio arti- n Organi Tecnici per Norme strutture metalliche saldate si che secondarie (staffe di con- (NTC2008). L’azienda è così
Fondamentalmente il controllo stico; Ecologia; Trasporti; Ri- di Prodotto (ad es. CEN/TC definisce che tutti gli operatori finamento). sgravata da pratiche burocra-
non-distruttivo offre la possi- cerca. 121/SC 5 per i giunti saldati). che eseguiranno i controlli do- Strutture che se non corretta- tiche con le autorità ministeriali.
bilità di indagare lo stato del Sono numerosi i settori nei Inoltre, si fa presente che il vranno essere qualificati secon- mente realizzate non possiedo- L’attività di certificazione è in-
materiale senza compromettere quali norme tecniche, dette ar- Consiglio Nazionale delle Ri- do la norma UNI EN ISO no l’adeguata duttilità e tanto fatti eseguita da un organismo
il suo servizio.
Inoltre la metodologia di tali
controlli permette che questi
siano effettuati senza manomet-
tere minimamente il manufatto,
senza interrompere il lavoro di
cantiere, con una casistica
Le saldature: qualifiche e controlli non distruttivi
d’analisi statistica esplicativa, ing. Elena Benzoni* Uni En Iso 9606-1 da parte di corretta applicazione del si- pleta; difetti di forma e di- d’acqua ad alta pressione) o
senza richiesta di particolari p.i. Umberto Ricciardi* un ente terzo. I saldatori che ese- stema di gestione delle salda- mensionali; altri difetti diversi. chimica (prodotti adeguati).
predisposizioni e con costi re- guono giunti a T con cordoni ture è ricompreso nella valu- Per evidenziare i difetti di sal- Dopo la pulizia si procede
lativamente convenienti. In questi mesi è stato affron- d’angolo dovranno essere speci- tazione o sorveglianza En datura si può ricorrere sia a all’asciugatura e all’applicazio-
I controlli sono effettuati su ele- tato diverse volte il tema della ficamente qualificati e non po- 1090-1 eseguita da organismo metodi non distruttivi che di- ne del liquido penetrante at-
menti o su parti di questi, scelti marcatura Ce delle strutture tranno essere qualificati soltanto notificato; struttivi. I metodi non distrut- traverso nebulizzazione, pen-
sia in numero sia in ubicazione, metalliche. Si è parlato del- mediante l’esecuzione di giunti n caso b), saldature eseguite in tivi possono essere sia super- nello, umettazione o immer-
secondo i criteri di sicurezza e l’entrata in vigore della norma testa-testa”. officina non coperta da marca- ficiali – esame visivo, magne- sione. A seconda del mate-
le esigenze del caso. Natural- En 1090-1, delle ripercussioni I patentini in corso di validità toscopico, con liquidi pene- riale da analizzare varia il
mente la validità delle meto- che la sua applicazione ha ed emessi secondo la norma tranti - sia volumetrici: esame tempo di penetrazione. Si ri-
dologie di controllo dipende avuto in ambito progettuale, Uni En 287-1 rimangono va- radiografico e ultrasonoro. muove il liquido in eccesso e
dall’estensione delle prove ese- delle nuove prescrizioni da lidi fino alla naturale scaden- si applica il rilevatore. Il me-
guite in modo da ottenere la inserire nei capitolati, dei cer- za. La frase delle norme tec- ESAMI todo è economico e facile da
migliore rappresentatività tra tificati da richiedere alle car- niche relativa alla deroga a NON DISTRUTTIVI utilizzare, ma presenta diversi
campione esaminato e globalità penterie in fase di accettazio- quanto previsto dalla norma SUPERFICIALI limiti: non è adatto in caso di
della struttura. ne dei materiali in cantiere, Uni En 287, invece, deve es- Esame visivo. Sia le Norme superfici difficilmente acces-
Il fattore umano rappresenta nonché delle problematiche sere considerata nulla in tecniche delle costruzioni, sia sibili, rileva solo difetti super-
inoltre una componente fon- legate al collaudo. quanto la Uni En Iso 9606-1 la norma En 1090 prevedono ficiali non chiusi. Inoltre se il
damentale nei controlli non di- La rivoluzione normativa che recepisce già questa richiesta. tura Ce secondo la Uni En che i controlli visivi vengano difetto è troppo grande il la-
struttivi, pertanto la conduzione sta interessando le strutture “Gli operatori dei procedimenti 1090-1 (lavorazioni in outsour- fatti sul 100% delle saldature vaggio asporta il liquido pe-
delle prove deve essere affidata metalliche, però, non riguarda automatici o robotizzati dovran- cing). In questo caso il sistema e si usano per rilevare difetti netrante e l’interpretazione
a personale adeguatamente solo la En 1090-1 o la pros- no essere certificati secondo la di gestione delle saldature de- superficiali come ad esempio dei risultati non è univoca.
qualificato, di provata capacità, sima revisione delle Norme norma Uni En Iso 14732. Tutti ve essere certificato da un or- la mancanza di allineamento. Con questo metodo è possi-
serietà professionale e che abbia tecniche delle costruzioni i procedimenti di saldatura do- ganismo terzo indipendente; Questi esami consentono di bile rilevare cricche, sovrap-
maturato una notevole espe- (Dm 14/01/2008), ma anche vranno essere qualificati (Wpqr) n caso c), saldature eseguite rilevare solo difetti macrosco- posizioni, piegature e manca-
rienza nel settore specifico. il mondo delle saldature: le secondo la norma Uni En Iso in cantiere. Come sopra: il si- pici superficiali; sono però un te fusioni affioranti. Rif. Uni
qualifiche dei saldatori, le cer- 15614”. stema di gestione delle sal- ottimo strumento per piani- En Iso 3452-1, En 571-1
BREVE DISAMINA tificazioni Iso 3834 delle ditte dature deve essere certificato ficare i più opportuni metodi
TECNICA che eseguono saldature, i con- QUALIFICHE da un organismo terzo indi- strumentali di indagine da ap- Controllo magnetoscopico,
DEI METODI NDT - trolli da effettuare. DELLE DITTE pendente. plicare. Rif. Uni En Iso metodo diretto. Con questo
ACCREDITAMENTI CHE ESEGUONO 17637:2011, En 970. metodo si possono rilevare
E SCHEMI QUALIFICHE SALDATURE CONTROLLI difetti superficiali o poco pro-
ISO 9712 Bureau Veritas ha lo DEI SALDATORI Per le ditte che eseguono le SULLE SALDATURE Controllo con liquidi pene­ fondi, sia aperti che chiusi.
schema accreditato in accordo In base al cap. 11.3.4.5 del saldature rimane l’obbligo di Le principali difettosità rile- tranti, metodo diretto. Que- Non è applicabile a materiali
ad UNI CEI EN ISO/IEC Dm 14/01/2008, gli operatori implementare un sistema di vabili in una saldatura sono: sto controllo rileva la presen- porosi ed è poco sensibile a
17024. che eseguono saldature strut- gestione delle saldature con- cricche generate da sforzi di za di difetti di tipo superficiale. difetti sferici. Il pezzo viene
ASNT recommended practice turali devono essere qualificati forme alla norma Uni En Iso ritiro o da fessurazioni del Il liquido penetra per capilla- opportunamente magnetiz-
SNT-TC-1A da un organismo accreditato 3834 (per la parte pertinente materiale; microcricche di ori- rità all’interno delle fessure, zato e cosparso con una pol-
API RP 2X – Applicazione par- Uni Cei En Iso/Iec 17024, pe- 2, 3 o 4) con dei distinguo: gine metallurgica o meccani- successivamente viene richia- vere magnetica: secca per la
ticolare rò le norme di qualifica citate n caso a), saldature eseguite in ca; cavità, soffiature e fori di mato in superficie utilizzando ricerca di difetti poco profon-
Lo schema NDT di Bureau sono superate. I paragrafi due officina coperta da marcatura varie dimensioni, talvolta pas- particolari polveri che lascia- di, umida per difetti superfi-
Veritas è accereditato per 2 set- e tre attualmente vigenti van- Ce secondo la Uni En 1090-1. santi; inclusioni costituite da no una traccia cromatica. Pri- ciali. Quando c’è una imper-
tori: no letti come segue: “I salda- Non sussiste l’obbligo della scorie intrappolate nel metallo ma di applicare il liquido si fezione/difetto, questo causa
n INDUSTRIALE: basato tori nei procedimenti semiauto- certificazione Iso 3834 da par- fuso; mancanza di fusione tra deve procedere alla pulizia un’interruzione delle linee di
sulla ISO 9712 come da pro- matici e manuali dovranno es- te di un organismo terzo in- metallo base e metallo depo- della superficie, meccanica flusso magnetico, con la con-
cedura IND-REG-01_NDT sere qualificati secondo la norma dipendente. Il controllo della sitato; penetrazione non com- (spazzolatura, sabbiatura, getti seguente disposizione della
N. 1-2 - Gennaio/Febbraio 2015 il GIORNALE dell’INGEGNERE 31

Controlli non distruttivi in cantiere


notificato (Bureau Veritas, per NDT - PROVE NON DISTRUTTIVE / ISPEZIONI E VERIFICHE DELL’AFFIDABILITÀ E DELLE PRESTAZIONI DI IMPIANTI INDUSTRIALI, gli operatori per l’esecuzione lità di forza lavoro, di macchine
esempio) che è in grado in IMPIANTI DI GENERAZIONE DI ENERGIA, RAFFINERIE E IMPIANTI PETROLCHIMICI. STRUTTURE CIVILI delle prove” che i profili pro- e di attrezzature, in riferimento
tempi rapidi di rispondere alle fessionali preposti alle prove de- ai lavori da realizzare”.
esigenze dell’azienda. n RoiM ­ Risk Oriented Inspection and Maintenance (API 581 ­ RIMAP) n Analisi delle vibrazioni vono corrispondere ai tre livelli Questo significa che una mera
n SIL ­ Safety Integrity Level (IEC 61508 / 61511) n Metallurgia di qualifica (livello 1, 2 e 3) in verifica documentale è insuffi-
ESTRATTO DA NTC n Progettazione strutturale n Analisi della corrosione conformità alla UNI EN 473 ciente, una verifica limitata alle
2008: 11.3.4.5 n Analisi di componenti n Collaudo dei materiali (da leggersi ISO 9712) e UNI modalità documentali non eso-
PROCESSO n Valutazione dell’integrità strutturale n Analisi di sicurezza 45013. nera il committente dalla re-
DI SALDATURA n Analisi a fatica e dei guasti n Resistenza e affidabilità sponsabilità di aver scelto in
Sono richieste caratteristiche n Durata degli impianti ATTORI PRINCIPALI modo negligente l’appaltatore
di duttilità, snervamento, resi- «IN CANTIERE»: che si dimostri professional-
stenza e tenacità in zona fusa IDONEITÀ! mente inadeguato e incompe-
e in zona termica alterata non e solo ultrasuoni per i giunti a prestazioni di progetto. ATTORI PRINCIPALI La verifica dell’idoneità tecni- tente (si confronti l’art. 43 del
inferiori a quelle del materiale T a piena penetrazione. Per le «IN CANTIERE»: co-professionale delle imprese Codice penale ai sensi del quale
base. Nell’esecuzione delle sal- modalità di esecuzione dei con- ATTORI PRINCIPALI LE AZIONI appaltatrici o dei lavoratori au- “il delitto: è colposo, o contro
dature dovranno inoltre essere trolli ed i livelli di accettabilità «IN CANTIERE»: Infine, si constata che sempre tonomi cui il datore di lavoro l’intenzione quando l’evento,
rispettate le norme UNI EN si potrà fare utile riferimento IL CAMBIAMENTO più spesso le stazioni appaltanti affida lavori, servizi e forniture, anche se preveduto, non è vo-
1011:2005 parti 1 e 2 per gli alle prescrizioni della norma L’approfondimento ingegneri- pubbliche (regioni, provincie, deve obbligatoriamente essere luto dall’agente e si verifica a
acciai ferritici e della parte 3 UNI EN 12062:2004. (da leg- stico delle varie fasi e figure comuni, ecc…) richiedono, co- attuata (art. 26 comma 1 D.Lgs. causa di negligenza o impru-
per gli acciai inossidabili. Per la gersi EN 17635). Tutti gli ope- professionali coinvolte nella me titolo preferenziale per la n. 81/2008) anche, ma non so- denza o imperizia, ovvero per
preparazione dei lembi si ap- ratori che eseguiranno i con- “filiera delle costruzioni”, pre- partecipazione ai bandi, di es- lo, attraverso l’acquisizione del inosservanza di leggi, regola-
plicherà, salvo casi particolari, trolli dovranno essere qualificati vede: sere dotati di personale tecnico certificato di iscrizione alla Ca- menti, ordini o discipline”), non
la norma UNI EN ISO 9692- secondo la norma UNI EN n il controllo di accettazione Qualificato e Certificato da ap- mera di Commercio, inerente esercitando il potere impeditivo
1:2005. 473:2001 (da leggersi ISO 9712) dei materiali forniti per la rea- positi Organismi secondo le i lavori affidati, e dell’autocer- che la legge attribuisce al com-
Le saldature saranno sottopo- almeno di secondo livello. lizzazione delle opere (calce- prescrizioni impartite dalla UNI tificazione dell’impresa appal- mittente che deve scegliere l’ap-
ste a controlli non distruttivi fi- struzzo, acciaio per strutture in EN ISO 9712:2012 (Prove non tatrice o dei lavoratori autono- paltatore, previa verifica del-
nali per accertare la corrispon- PASSAGGIO c.a. e acciaio per la carpenteria distruttive - Qualificazione e mi del possesso dei requisiti di l’idoneità tecnico-professionale
denza ai livelli di qualità stabiliti CONCETTUALE SULLA metallica); le verifiche strutturali certificazione del personale ad- idoneità tecnico professionale, formale e sostanziale (art. 40
dal progettista sulla base delle PRESTAZIONE... per la definizione del livelli di detto alle prove non distruttive), ai sensi dell’articolo 47 del DPR Codice penale: “non impedire
norme applicate per la proget- ORA E NEL TEMPO conoscenza e il controllo della la figura professionale, al termi- 445/2000. L’obbligo di verifica un evento, che si ha l’obbligo
tazione. In assenza di tali dati Una delle novità salienti intro- resistenza del calcestruzzo in ne del percorso, sarà già in gra- dell’idoneità tecnico professio- giuridico di impedire, equivale
per strutture non soggette a fa- dotte dall’avvento delle Norme opera mediante indagini non do di sostenere tali esami di cer- nale richiede il massimo di at- a cagionarlo”).
tica si adotterà il livello C della Tecniche per le Costruzioni distruttive (prova magnetome- tificazione senza dover frequen- tenzione, cautela e professio- Dunque la verifica dell’idoneità
norma UNI EN ISO 2008 è che, come anche in altri trica, sclerometrica e prova ul- tare ulteriori percorsi formativi. nalità da parte del committente tecnico-professionale deve
5817:2004 (ora in edizione settori (impianti, ingegneria trasonora) e determinazione Si fa presente che il Consiglio tenendo conto in particolare estendersi alla verifica diligente
2014) e il livello B per strutture dell’antincendio, ecc), si assiste della profondità di carbonata- Nazionale delle Ricerche nella che le modalità di cui all’art. 26 e perita della effettiva capacità
soggette a fatica. L’entità ed il al passaggio da un sistema nor- zione; CNR-DT 200 R1/2012 “Istru- comma 1 D.Lgs. n. 81/2008 tecnico professionale della par-
tipo di tali controlli, distruttivi mativo di tipo prescrittivo ad n la Direzione dei Lavori e la zioni per la progettazione, l’ese- non esauriscono l’obbligo di ve- te contraente di svolgere i la-
e non distruttivi, in aggiunta a un sistema di tipo prestaziona- Direzione di cantiere; il collau- cuzione ed il controllo di inter- rifica, posto che detta verifica vori commissionati in modo si-
quello visivo al 100%, saranno le, ovvero basato non sull’ob- do statico (compiti e doveri del venti di consolidamento statico riguarda il concetto così defi- curo, rispettosi del DUVRI o
definiti dal Collaudatore e dal bligo di adozione di misure tec- Collaudatore) e la progettazio- mediante utilizzo di compositi nito dall’art. 89 c. 1 d.lgs. n. del PSC e non lesivo dell’inte-
Direttore dei Lavori; per i cor- niche, ma sul raggiungimento ne, esecuzione ed interpreta- fibrorinforzati” (Materiali, strut- 81/2008: grità psicofisica altrui.
doni ad angolo o giunti a par- dei risultati. L’applicazione di zione dei risultati sperimentali ture di c.a. e di c.a.p. e strutture “l) idoneità tecnico-professio-
ziale penetrazione si useranno norme prestazionali impone un ottenuti dalle prove di carico murarie) indica espressamente nale: possesso di capacità or- *Divisione Industria ­ Area nord
metodi di superficie (ad es. li- maggiore sforzo e responsabi- statiche. nel paragrafo 6.3 “Qualifica de- ganizzative, nonché disponibi- Bureau Veritas Italia
quidi penetranti o polveri ma- lità per il Progettista, per il Di-
gnetiche), mentre per i giunti rettore dei lavori ed il Collau-
a piena penetrazione, oltre a datore, sia in fase di collaudo
quanto sopra previsto, si use- che di esercizio dell’opera per
ranno metodi volumetrici e verificare, secondo periodicità
cioè raggi X o gamma o ultra- definite, la rispondenza ai re-
suoni per i giunti testa a testa quisiti e livelli di funzionalità e Fiera leader mondiale
Il mondo del bagno, tecnica degli edifici,
dell’energia e della climatizzazione,
polvere lungo la geometria zioni delle onde. Il segnale di energie rinnovabili
del difetto. È un metodo più partenza e il segnale riflesso
costoso rispetto ai liquidi pe- vengono visualizzati sullo
netranti, ma più affidabile e schermo: se tra i picchi dei Francoforte sul Meno
meno influenzato dalla ma-
nualità dell’operatore. Rif. Uni
En Iso 17638, En 1290.
due segnali ne vengono regi-
strati altri, questi indicano i di-
fetti incontrati. È un metodo
10 – 14. 3. 2015 Energy
molto accurato e preciso, ri-
ESAMI NON leva anche piccoli difetti, li po-
DISTRUTTIVI siziona correttamente e con-
VOLUMETRICI sente un’analisi in profondità,
Esame radiografico, metodo
diretto. Si usano raggi X o
ma i risultati sono difficili da
interpretare. La geometria dei
Aircontec:
gamma. Attraversando il ma- pezzi non deve essere troppo
teriale i raggi vengono assor- complessa e le superfici non Where Efficiency meets Comfort.
biti e la loro quantità varia in devono presentare grosse ru-
funzione dello spessore. Uti- gosità. Rif. En 1714, En 1713. Soluzioni sostenibili e all’avanguardia per la climatizzazione e la ventilazione
lizzando una pellicola sensi-
degli edifici: l’area espositiva Aircontec presenta l’intera gamma dei sistemi
bile posta alla fine del pezzo CONCLUSIONI
è possibile impressionarla dal- Ogni metodo quindi presenta innovativi per la ventilazione in grado di offrire non solo efficienza energetica,
le onde residue. Lo sviluppo vantaggi e svantaggi, sia di ca- benessere termico e qualità dell’aria negli ambienti, ma anche maggiore
della lastra permette di indi- rattere tecnico che economi- comfort e igiene.
viduare, mediante macchie co. Applicare metodi di con-
scure o più chiare, difetti co- trollo non distruttivo per la www.ish.messefrankfurt.com
me cavità, discontinuità, fes- valutazione della qualità delle
visitatori@italy.messefrankfurt.com
sure. Non è un metodo molto saldature eseguite richiede di Tel. +39 02-880 77 81
costoso ed è anche abbastan- conseguenza, oltre a specifi-
za semplice, ma sono neces- che conoscenze delle norme
sarie particolari protezioni di prova, anche la necessaria
dalle radiazioni per gli ope- esperienza per individuare le
ratori. Inoltre richiede un tipologie di controllo appro-
tempo di sviluppo e pertanto priate per l’opera specifica e
non fornisce risultati imme- per pianificare con precisione
diati. È applicabile a geome- i costi dell’intervento.
trie semplici e ha limiti di Il mondo delle strutture in ac-
spessore (max 180 mm con i ciaio come già detto è in evo-
raggi ). Rif. Uni En Iso 5579, luzione; in questi ultimi anni
En 1435. molte norme sono state revi-
Esame ultrasonoro, metodo sionate e sostituite e per un
indiretto. Il metodo ad ultra- controllo in cantiere efficace
suoni sfrutta le proprietà di è quanto mai necessario ag-
propagazione delle onde ela- giornarsi. ICMQ organizza di
stiche nei materiali. Vengono frequente corsi di aggiorna-
generati ultrasuoni, le onde si mento e approfondimento
propagano nel pezzo da esa- inerenti i vari aspetti delle
minare con la stessa frequenza norme della serie En1090 e
del generatore e una velocità collegate. I dettagli si possono
che è funzione del materiale. trovare sul sito www.icmq.it
La presenza di difetti provoca alla voce “formazione”.
riflessioni, diffrazioni e devia- *ICMQ Spa