Sei sulla pagina 1di 1

Tabella 1.1 Norme tecniche utilizzate per il testo.

Norma Descrizione

Impianti di distribuzione via cavo per segnali televisivi, sonori e


CEI 100-126
servizi interattivi Parte 11: Sicurezza.
Guida al cablaggio per le comunicazioni elettroniche negli edifici
CEI 306-2
residenziali.
Sistemi di cablaggio strutturato.
CEI 306-15
Parte 4: Abitazioni.
Cavi elettrici isolati con materiale elastomerico o termoplastico per
CEI UNEL
tensioni nominali non superiori ai 1000 V in corrente alternata e
35024/1 15000 V in corrente continua.
Identificazioni e prove da utilizzare per cavi per sistemi di categoria
CEI UNEL
0 in relazione alla coesistenza in condutture contenenti cavi per
36762 sistemi di categoria I.
UNI EN
Illuminazione di emergenza.
1838

I.3 Quadro elettrico, interruttori automatici e differenziali

Tra i componenti pi importanti di un impianto elettrico ci sono certamente il


quadro elettrico e gli apparec interruzione

persone.
Per gli impianti in bassa tensione, la corrente di cortocircuito (o meglio il valore
efficace della componente simmetrica) nel punto di connessone alla rete
convenzionalmente stabilita in 6 kA, nel caso di utenze monofase, o 10 kA, per le
utenze trifase. Non risulta essere un caso che la prima definizione interessi proprio
la corrente di cortocircuito, perch si deve garantire la sicurezza
soprattutto nelle condizioni di anormale funzionamento. Tale compito risulta essere

In ambito civile tale componentistica rappresentata dagli interruttori automatici e


da quelli differenziali. La loro mansione quella di interrompere una corrente
elettrica in un circuito in caso di sovracorrente. Questa situazione pu verificarsi in
un circuito elettricamente sano (sovraccarico) oppure in un circuito elettricamente
guasto (corto circuito). Per comprendere meglio il perch importante conoscere il
valore efficace della componente simmetrica della corrente di cortocircuito, bisogna
entrare pi nel merito dei sistemi di protezione.
Un sistema di protezione risulta essere composto essenzialmente da due parti; una
sensibile, che capace di percepire lo scostamento delle grandezze elettriche dai
valori che garantiscono il normale funzionamento, meglio nota come rel, e una