Sei sulla pagina 1di 39

WE ARE ART LOVERS IN PUGLIA

Arte e Cultura

GARGANO E DAUNIA

FOGGIA

PUGLIA IMPERIALE

BARLETTA
TRANI

BARI E LA COSTA

ANDRIA
BARI

BRINDISI
Martina Franca
TARANTO

LECCE

MAGNA GRECIA, MURGIA, GRAVINE


VALLE DITRIA E MURGIA DEI TRULLI
SALENTO

Arte e Cultura

ARCHEOLOGIA CHE PASSIONE

20

CULTURE IN MOSTRA

34

CASTELLI E TORRI, BALUARDI DI PUGLIA

52

BORGHI DI PUGLIA, STORIE DI ARTE E BELLEZZA

Arte e Cultura

Non solo mare, trulli, masserie e ulivi. La Puglia una regione darte e cultura, con i suoi tesori
nascosti. Chi di voi conosce Passo di Corvo, il villaggio neolitico pi grande dEuropa a pochi
chilometri da Foggia? O il giardino megalitico pi vasto del vecchio Continente, con numerosi
dolmen e menhir a due passi da Otranto? Sapete che i Messapi erano gli antichi padri dei
Salentini? Escursioni a piedi, al tramonto, vi faranno scoprire le monumentali tombe affrescate
conservate nel Parco Archeologico di Egnazia. divertente trovare i tasselli di questo enorme
puzzle della storia pugliese, a partire dalla Preistoria e fare un giro per musei a scovare i
reperti pi interessanti: dai famosi Ori di Taranto, gioielli risalenti al IV II sec. a.C. esposti
al MarTa, alle opere impressioniste di Giuseppe De Nittis a Palazzo della Marra di Barletta,
allarte contemporanea di Pino Pascali nella Fondazione di Polignano a Mare.
suggestivo seguire, dal Gargano al Salento, la cortina difensiva, che nei secoli ha portato
Bizantini, Normanni, Svevi e Angioini a costruire torri, castelli e borghi fortificati. Un grande
contributo fu dato da Federico II, che arriv a una quarantina tra manieri e residenze imperiali.
Certo il pi noto ed enigmatico Castel del Monte, ma appassionanti sono le storie e gli intrighi
che si celano dietro il Castello di Monte SantAngelo di Foggia o quello di Gioia del Colle.
Piccoli gioielli di architettura sono anche i numerosi borghi sparsi da nord a sud, da Orsara
di Puglia e Pietramontecorvino, passando per Alberobello e Locorotondo, sino a Otranto
e Specchia, gioielli del Salento. Scoprite il gusto dello slow living, dove sapori, tradizioni e
folklore vivono immutati; andate per botteghe e rivivete la tradizione millenaria del fatto a
mano con materiali antichi, come la terracotta, la ceramica, la cartapesta e la pietra leccese.

Arte e Cultura

1
FOGGIA
5

BARLETTA
TRANI
ANDRIA

ARCHEOLOGIA CHE PASSIONE

BARI

2
6

7
9

10

BRINDISI
Martina Franca

TARANTO
11 12

LECCE
13 14
15
16

Foggia
Parco Archeologico Passo di Corvo

Anfiteatro Romano Augusteo

San Severo
MAT Museo dellAlto Tavoliere

Ascoli Satriano

Parco Archeologico dei Dauni

Lucera

Barletta - Parco Archelogico


Canne della Battaglia
5

Ruvo di Puglia
Museo Nazionale Archeologico Jatta

Savelletri di Fasano
Parco Archeologico di Egnazia

9
10

Brindisi - MAPRI
Museo Archeologico Provinciale
Francesco Ribezzo
11
8

11

del Colle - Museo Archeologico


Nazionale e Parco Archeologico
11
di Monte Sannace

Taranto Sotterranea

13

12 Taranto
MarTa
Museo Archeologico Nazionale

14

13 Lecce

Anfiteatro Romano

15

14 Cavallino

12

10 Gioia

Altamura
Grotta di Lamalunga

Museo Diffuso

16

15 Lecce

- Museo Provinciale
Sigismondo Castromediano

16 Lecce

Dolmen e Menhir

16

17

A pochi km da Foggia, tra sconfinati campi di


grano, in direzione San Marco in Lamis, c
il pi grande villaggio neolitico dEuropa, un
insediamento di 6000 anni fa, su una superficie
di 40 ettari (tel. +390881700693).

Ascoli Satriano - Parco Archeologico


dei Dauni

Archeologia che passione

Foggia - Parco Archeologico


Passo di Corvo

Sulla Collina del Serpente visitate il Parco


Archeologico dei Dauni (tel. +390885662186)
con un santuario del VI sec. a.C. e tombe di prima
et imperiale, come quella della Principessa,
del Guerriero, delle Coppe di vetro.
In localit Faragola ci sono i resti di una villa
romana, con gli ambienti termali con
i pavimenti a mosaico e la sala da pranzo con un
raro stibadium, sul quale i convitati si sdraiavano per
banchettare (cell. +393346613414).
Non perdete il Polo Museale
Civico Diocesano e la mostra
permanente Policromie del
sublime con i grifoni policromi
del IV sec. a.C. (tel. +390885651756,
www.ascolisatrianofg.it).

Lucera - Anfiteatro Romano Augusteo

Edificato in et augustea in una depressione


naturale del terreno, i suoi spalti potevano ospitare
circa 18 mila spettatori. Si accede da due maestosi
portali, uno di fronte laltro, il primo verso Lucera
e il secondo verso Foggia, entrambi decorati
a bassorilievo e retti da due colonne di stile ionico
(tel. 800767606, www.comune.lucera.fg.it).

Archeologia che passione

San Severo - MAT Museo


dellAlto Tavoliere

in un convento francescano
del 200, espone reperti
archeologici dalla preistoria alla
romanizzazione come i corredi
funerari delle tombe del villaggio
daunio di localit Casone, la
produzione ceramica apula a
figure rosse e la Pinacoteca Luigi
Schingo con 40 opere del maestro
sanseverese (tel. +390882334409,
www.comune.san-severo.fg.it).

Barletta - Parco Archelogico


Canne della Battaglia

A met strada tra Canosa e Barletta tra i pi


grandi siti archeologici dellet del bronzo. il
celebre campo di battaglia che vide nel 216 a. C.
la vittoria dei Cartaginesi per opera di Annibale
sui Romani. Qui ammirate i resti di una domus
depoca tiberiana con pavimenti in mosaico e pareti
affrescate. Visitate gli scavi delle terme di San
Mercurio, litinerario che porta alla cittadella di
Canne, larea dei sepolcreti funerari e il villaggio dei
Dauni, la popolazione locale pre-romana.
Poco distante, il Museo dellAntiquarium, con reperti di tutte
le epoche: dal Neolitico alle guerre
puniche, fino al Medioevo (tel.

+390883510993, cell +393476089190).

Ruvo di Puglia - Museo Nazio6


nale Archeologico Jatta

Espone una collezione di vasi in


terracotta di origine attica e locale.
Splendido il grande cratere Talos
del V sec. a.C., dov raffigurata
luccisione del gigante da parte degli
Argonauti (tel. +390803612848,
www.ruvosistemamuseale.it).

Archeologia che passione

Savelletri di Fasano - Parco


Archeologico di Egnazia

uno dei siti pi importanti dItalia. Sono visibili


vestigia che risalgono allet del bronzo; poderose
mura e necropoli messapiche con monumentali
tombe a camera affrescate; resti dellantico centro
romano a partire dal III sec. a. C.; parte della Basilica
Civile con laula delle Tre Grazie, del Sacello delle
divinit orientali, dellanfiteatro e del foro;
il criptoportico e due basiliche paleocristiane.
Visitate anche le 13 sale del Museo
con reperti dallEt del bronzo al
Medioevo (tel. +390804829056).

Brindisi - MAPRI Museo


Archeologico Provinciale
Francesco Ribezzo

10

Gi nel porticato del Museo


Archeologico Provinciale Ribezzo
trovate ceppi di ancore, sculture,
stele onorarie, sarcofagi e capitelli.
Allinterno passate dalla sezione
antiquaria (ceramiche, terracotte,
vetri, monete) a quella epigrafica e
statuaria, dalla Preistoria
allet romana, per terminare con
linteressante sezione dedicata
allarcheologia subacquea e ai
bronzi di Punta del Serrone (tel.

+390831565501, www.provincia.
brindisi.it).

Gioia del Colle - Museo


Archeologico Nazionale
e Parco Archeologico
di Monte Sannace

10

Ospitato nelle sale del Castello


Normanno-Svevo custodisce i
corredi funerari dellabitato apulo
di Monte Sannace, dove gli scavi
hanno portato alla luce tombe
con affreschi, edifici aristocratici,
popolari e di culto.
Si possono vedere nel piano
superiore i ritrovamenti dal VII
al V secolo a.C.: grandi olle a
decorazione geometrica, brocche,
vasi attici, ionici e corinzi, tra
cui lo splendido cratere del VI
sec. a. C. decorato con la scena
di combattimento tra Achille e
Memnon (tel. +390803481305).

Un sistema di cavit carsiche e stretti cunicoli nel


territorio di Altamura accoglie nel suo ventre
un reperto archeologico straordinario: lUomo di
Altamura, lo scheletro fossile di un uomo vissuto nel
Pleistocene medio-superiore, quindi circa 250mila
anni fa, in ottimo stato di conservazione.
Al Centro Visite di Lamalunga potete osservare
le immagini in 3D dellominide e della grotta
(tel. +393396144164).

Non perdete il Museo


Archeologico Nazionale ad
Altamura con reperti dal Neolitico
allAltomedievo (tel. +390803146409,
www.altamura.cchnet.it).

Taranto Sotterranea

11

Affascinate tour tra i siti archeologici di et greca


e tardo romana di Taranto, dai reperti della citt
vecchia, un tempo lacropoli della polis greca, come
lo spettacolare Ipogeo Delli Ponti, che conserva
otto tombe ad arcosolio e undici tombe a fossa
(IV-V sec. d.C.) alle tombe dellantica Necropoli, oggi
importante sito archeologico con centoquaranta
sepolture di et tardoclassica ed ellenistica, sino alle
monumentali tombe a camera, veri e propri tesori
ipogei di questa Taranto Sotterranea
(cell. +393476204700, www.tarantosotterranea.it).

Archeologia che passione

Altamura - Grotta di Lamalunga

12

Archeologia che passione

Taranto - MarTa Museo


Archeologico Nazionale

12

uno dei musei pi importanti


dItalia, illustra la storia di Taranto
e del suo territorio dalla preistoria
allalto medioevo. Qui potete
vedere i famosi Ori: anelli con
sigillo, bracciali, diademi a foglia
di quercia, che testimoniano la
prolifica oreficeria locale tra il
IV e il II sec. a.C. E poi i corredi della
necropoli della citt, pavimenti a
mosaico di edifici pubblici e privati
di et imperiale e la Pinacoteca
con importanti dipinti di scuola
napoletana (tel. +390994532112,
www.museotaranto.org).

14

Lecce - Anfiteatro Romano

13

Lo ammirate in piazza S. Oronzo, cuore della


citt. Della grande struttura, che ospitava 25 mila
spettatori, potete osservare solo lordine inferiore
con le gradinate, i due corridoi, di cui uno porticato
con i tanti pilastri su cui poggiava la parte superiore
(tel. +390832246517).

14

Lecce - Museo
Provinciale Sigismondo
Castromediano

15

il pi antico museo di Puglia,


fondato nel 1868. Tra piano terra
e primo piano vedete le collezioni
storiche e la sezione Preistoria e
Messapi, con sculture del teatro
romano, vasi attici e la collezione
dei bronzi. Al terzo piano la
Pinacoteca con dipinti dal 400 al
700 e artisti salentini 800-900
(tel. +390832683503).

Lecce - Dolmen e Menhir

16

Giurdignano, Minervino di Lecce, Uggiano la Chiesa


e Giuggianello rappresentano il giardino megalitico
pi grande dEuropa. Dei tanti menhir - espressioni
di culti solari infissi nella roccia e orientati sullasse
est-ovest - il pi alto dItalia sembra essere
il San Totaro a Martano (5,20 metri); mentre il pi
piccolo quello di San Paolo a Giurdignano, poco pi
di 2 metri. A Minervino di Lecce Li Scusi il dolmen
- camera funeraria di tipo megalitico pi grande del
Salento (cell. +393485175369, www.amicideimenhir.it).

Archeologia che passione

Cavallino - Museo Diffuso

un museo storico-ambientale,
dove si sta a contatto con la
natura ed lo stesso scenario
a costituirne le teche, mentre
le testimonianze archeologiche
sono disseminate lungo il
percorso: resti di dimore, tombe,
cisterne, monumenti, strade e
canalizzazioni (tel. +393892886687,
www.comune.cavallino.le.it).

16

Nicandro Garganico
Parco Arch. di Monte Delio

18 Rignano

Garganico
Grotta Paglicci

20

21
22

18

23
24 BARLETTA
TRANI
27

FOGGIA

25

ANDRIA

26

19 Ischitella

19

17

28

29

BRINDISI
Martina Franca

- Oasi Naturalistico-Archeologica
La Salata

33

Naz. Archeologico
nel Castello di Manfredonia

24 Manfredonia

di Siponto

- Parco Archeologico

- Museo Archeologico del Pulo

Sotterranea - Palazzo Simi

32 Conversano

- Museo Archeologico

33 Ginosa

- Parco Archeologico
Santa Maria Dattoli

34 Taranto

- Area Archeologica
ex Convento San Domenico

35 Leporano

- Parco Archeologico di Saturo


Porto Perone

- Parco Archeologico
degli Ipogei

39

28 Canosa

31 Bari

27 Trinitapoli

- Museo Civico
Archeologico C. G. Nicastro

30 Molfetta

LECCE

38

- Scavi di Herdoniae

26 Bovino

36 37

40

25 Ordona

34

TARANTO

35

- Parco Archeologico
di Monte Saraceno

23 Museo

32

- Grottone di Manaccore

22 Mattinata

BARI

31

21 Vieste

30

Necropoli di Monte Civita

20 Peschici

Archeologia da scoprire

17 San

di Puglia - Ipogei;
Parchi Archeologici e Antiquarium
di S. Giovanni e di S. Leucio

29 Bisceglie

- Area Archeologica
Dolmen La Chianca

18

36 Lizzano

- Museo della Paleontologia


e dellUomo

37 Manduria

- Parco Archeologico
Mura Messapiche

38 Poggiardo

- Parco Archeologico
e Cripta dei Santi Stefani

39 Pat

- Monumento megalitico
Centopietre
40 Ugento

- Museo Archeologico

39

Arte e Cultura

FOGGIA
1

BARLETTA
5
TRANI
ANDRIA

CULTURE IN MOSTRA

BARI
8

9 10 11

12

13

Martina Franca

BRINDISI
6

TARANTO

LECCE

14

15 16

17

20

Foggia
Museo Civico

22

Lucera
Teatro Garibaldi

22

Foggia - Teatro Comunale


Umberto Giordano

22

Barletta
Pinacoteca Giuseppe De Nittis

23

Barletta
Teatro Curci

24

Brindisi
Fondazione Nuovo Teatro Verdi

10 Bari

11

di Bari
Teatro Van Westerhout

28
28

13 Polignano a Mare

25

Bari - Pinacoteca Provinciale


Corrado Giaquinto

26

12 Mola

Bitonto
Galleria Nazionale della Puglia
Girolamo e Rosaria Devanna

Museo Nicolaiano

Fondazione Pino Pascali,


29
Museo dArte Contemporanea

14 Taranto

MuDi Museo Diocesano di Arte Sacra 30

15 MUST

Museo Storico
della citt di Lecce

31

16 Lecce

26

Bari
Museo Diocesano

26

Bari
Teatro Petruzzelli

27

Teatro Politeama Greco


Leccese
Museo di Borgo Terra

31

17 Muro

31

Culture in mostra

Foggia - Museo Civico

A pochi metri da Porta Grande trovate Palazzo Nigri,


le cui sale sono adibite a museo e pinacoteca. Partite
dal Lapidario al piano terra con resti che vanno dal
VI sec. al periodo medievale fino all800 e le tombe
della Medusa e dei Cavalieri provenienti dagli
scavi di Arpi. Ai piani superiori trovate la sezione
etnografica, al secondo quella archeologica, dal
Neolitico al periodo romano, e la Pinacoteca con
lesposizioni di artisti locali dal 700 all800 (tel.
+390881814041, +390881814042, www.musenet.it).

Lucera - Teatro Garibaldi

Nacque nel 1837 allinterno del Palazzo


Mozzagrugno, fu ampliato allinizio del 900,
diventando una copia in piccolo, ma elegantissima
del teatro Petruzzelli: decorato con stucchi, statue
e una volta affrescata in stile neoclassico. Chiuso
per molti anni, ha riaperto nel 2005, dopo un lungo
restauro (tel. +390881541350).

Foggia - Teatro Comunale


Umberto Giordano
Progettato da Luigi Oberty in stile neoclassico,
fu inaugurato nel 1828 e rappresenta un gioiello
di armonia, con il bel frontone a dentelli e la forma
a ferro di cavallo allinterno con tre ordini di palchi
decorati e il loggione. Velluto rosso nel foyer e
in platea (tel. +390881774640).

Barletta - Pinacoteca
Giuseppe De Nittis

Siete nel luogo giusto se amate limpressionismo.


Palazzo della Marra, che gi da solo vale una visita
per leleganza dei suoi balconi e della loggia interna,
ospita la Pinacoteca De Nittis con 200 opere del
pi illustre degli impressionisti italiani
(tel. +390883538372, www.barlettamusei.it).

22

Culture in mostra

Barletta - Teatro Curci

Splendido esempio di neoclassico pugliese.


Inaugurato nel 1872, dedicato al musicista
barlettano Giuseppe Curci, che ne fu direttore
per alcuni anni. Qui potete assistere a
unimportante stagione teatrale, che va dalla prosa
alla concertistica, dalla danza alla commedia

(tel. +390883332456, +390883332522,


www.teatrocurci.it).

24

Brindisi - Fondazione
Nuovo Teatro Verdi
Disegnato da Enrico Nespega, ha una superficie
4.500 metri quadrati e 995 posti a sedere. Il palco
fra i pi grandi dItalia. Sulla facciata dingresso
osservate il bassorilievo in bronzo di Amerigo
Tot. Nellimmenso foyer, grazie alle aperture sul
pavimento, vedrete ci che emerso dagli scavi
del teatro: costruzioni di epoca romana, strade
e basamenti (tel. +390831562554, +390831229230,
www.fondazionenuovoteatroverdi.it).

Nel magnifico palazzo Sylos Cal ammirate cinque


sezioni, dove sono esposte 170 opere darte,
seguendo un criterio cronologico dal 500 al 900

(tel. +39080099708, www.gallerianazionalepuglia.


beniculturali.it).

Bari - Museo Diocesano

Lo trovate al primo piano dellantico palazzo


vescovile. famoso per gli Exultet, preziose
pergamene miniate del X-XI sec. Visitate le sale
dei reperti lapidei e la Pinacoteca, dove potete
ammirate lAdorazione dei Magi di Corrado Giaquinto.
E ancora la sala del tesoro con il reliquiario di
San Donato e il busto di San Sabino di Andrea
Finelli del 1674 e la sala dei paramenti sacri
(cell. +393482775587).

Bari - Museo Nicolaiano

Culture in mostra

Bitonto - Galleria Nazionale della Puglia


Girolamo e Rosaria Devanna

10

Ha aperto da poco e merita una visita attenta,


scoprite quel mondo legato a doppio filo alla
Basilica di San Nicola e alla storia della citt.
Nelle sale trovate esposte epigrafi, pergamene
che vanno dal 939 al 1015, codici miniati, stemmi,
reliquiari, argenti, dipinti e reperti archeologici

(tel. +390805231429, www.basilicasannicola.it/


museonicolaiano).

26

Bari - Teatro Petruzzelli

Simbolo universale di cultura, ogni anno porta


in scena opere, balletti e concerti di rilievo
internazionale. nel cuore della Bari murattiana,
su Corso Cavour, circondato da strade elegantissime
e palazzi maestosi. Inaugurato nel 1903, ospit
grandi artisti internazionali, come Rudolf Nureyev,
Carla Fracci, Ray Charles, Frank Sinatra, Luciano
Pavarotti. Lo ammirate riportato agli antichi
splendori dopo lincendio del 1991, con interni
di Raffaele Armenise e decorati in oro zecchino
(tel. +390809752840, +390809752810).

Culture in mostra

Bari - Pinacoteca Provinciale Corrado


Giaquinto

11

Se amate la pittura e la scultura, in queste sale con


vista sul centro storico e il porto vecchio, trovate le
proposte sullarte pugliese, ma anche dipinti veneti
del Vivarini, del Tintoretto; napoletani o di scuola
napoletana di Paolo Finoglio e Luca Giordano.
Preziosi dipinti di Giaquinto, opere di De Nittis,
di Gioacchino Toma, che rivelano quanto fosse
vivace la pittura nell800. E ancora i macchiaioli
De Chirico e Morandi (tel. +390805412420,
+390805412422, www.pinacotecabari.it).

Mola di Bari - Teatro Van Westerhout

12

Prospetto neoclassico progettato da Vittorio Chiaia,


con tre portali a tutto sesto, che vi introducono
allinterno del piccolo foyer: un vero salotto
decorato con stucchi, ori e specchi, con la grande
porta che d sulla platea e le due scale di accesso ai
palchi (tel. +390804738227 Ufficio Cultura).

28

Giuseppe Teofilo, Cradle

Polignano a Mare - Fondazione Pino Pascali,


13
Museo dArte Contemporanea
Visitate la nuova sede della Fondazione Museo
Pino Pascali, nellex mattatoio comunale.
Dedicata al maggior protagonista pugliese
dellarte contemporanea internazionale, il nuovo
suggestivo spazio ospita mostre, eventi, seminari,
laboratori didattici e il Premio Pino Pascali (tel.
+390804249534, www.museopinopascali.it).

Culture in mostra

Taranto - MuDi Museo Diocesano


di Arte Sacra

14

Tra i vicoli della citt vecchia, a due passi


dallArcivescovado e dalla Cattedrale di San Cataldo,
il Museo Diocesano di Arte Sacra racconta
la storia della diocesi di Taranto attraverso oltre
trecento reperti tra cui le splendide tele di Paolo
De Matteis, Domenico Carella e Corrado Giaquinto.
Il Museo ha sede nelledificio che per pi di quattro
secoli stato sede del Seminario Arcivescovile,
oggi grandiosa struttura a corte su tre piani (tel.
+39099470961, +393335661281).

30

Lecce - Teatro Politeama Greco

16

Inaugurato nel 1884, era dotato di un palcoscenico


mobile che si abbassava a livello platea. Nel 1913
fu ristrutturato e ampliato, il soffitto fu dipinto
dal maestro Carmine Palmieri e la sala arricchita
con decorazioni. Dal 1979 monumento nazionale
(tel. +390832241468, www.politeamagreco.it).

MUST Museo Storico della citt di Lecce 15


il nuovo complesso museale di 3000 metri
quadrati, ospitato nellex Monastero di Santa
Chiara. Suggestivi gli spazi interni, con vista
spettacolare sul teatro romano. Visitate al paino
terra la galleria di arte contemporanea con la
permanente dedicata allo scultore salentino
Cosimo Carlucci. Nelle altre sale potete ammirare
esposizioni e allestimenti temporanei
(tel. +390832241067, www.mustlecce.it).

Muro Leccese - Museo di Borgo Terra

17

Nel Palazzo del Principe Protonobilissimo vedete


importanti reperti archeologici dellera messapica
e medievali, un grande plastico del borgo nel
Medioevo, la sala del tesoretto con monete
dargento dal 1200 al 1500. Nei sotterranei ci sono
le prigioni ricolme di graffiti originali incisi dai
prigionieri tra il 500 e il 600 e nellannesso frantoio
semi-ipogeo (1602) illustrata, su graffito,
la battaglia di Lepanto del 1571 (tel. +393397738048,
www.proloco-muroleccese.it).

Severo - Teatro Verdi

19 Terlizzi

- Pinacoteca
Michele De Napoli

18
FOGGIA
BARLETTA
TRANI

20 Rutigliano

Musei e teatri da scoprire

18 San

- Museo
del Fischietto in Terracotta
Domenico Divella

ANDRIA
BARI

19

20

21
22 23

BRINDISI

Martina Franca
TARANTO

24

26

25

LECCE

27
28

20

21 Monopoli

- Museo Diocesano

22 Alberobello
23 Martina

32

24 Grottaglie

- Museo Casa Pezzolla

Franca - Palazzo Ducale

- Museo della Ceramica

25 Latiano

- Palazzo Imperiali

26 Brindisi

- Palazzo Granafei Nervegna

27 Palmariggi

- Museo
della Conchiglia e del Corallo

28 Gallipoli

23

- Museo del Mare

24

Arte e Cultura

1
2
FOGGIA
BARLETTA
3
TRANI
4
ANDRIA

CASTELLI E TORRI,
BALUARDI DI PUGLIA

BARI
5

6
7

8
9
10
Martina Franca
TARANTO

BRINDISI
11

12
LECCE

13

15

14

16
17

19
18

34

Monte SantAngelo
Castello Normanno Svevo

36

Manfredonia
Castello Svevo Angioino

36

Barletta
Castello Svevo

10 Carovigno

11

36
37

Castelli di Brindisi

42
42

Castello Episcopio

42

13 Taranto

Castello Dentice di Frasso

12 Grottaglie

Trani
Castello Svevo

Castel SantAngelo

43

14 Lecce

Andria
Castel del Monte

38

Bari
Castello Normanno Svevo

39

Sannicandro di Bari
Castello Normanno Svevo

40

Conversano
Castello Aragonese

41

Castello Aragonese

47

Gioia del Colle


Castello Normanno-Svevo

40

LE TORRI

48

Castello Carlo V

16 Castello

di Acaya

15 Copertino

Castello Normanno-Svevo

17 Corigliano

dOtranto
Castello de Monti

18 Otranto

44
45
44
46

Castelli e Torri, baluardi di Puglia

Monte SantAngelo - Castello


Normanno Svevo

Visitate questo maniero costruito nell837 d.C. da


Orso I, vescovo di Benevento e scopritene i dieci
secoli di storia tra cambiamenti architettonici e
intrighi. Qui fu detenuta la principessa sveva Filippa
dAntiochia e assassinata la regina Giovanna. Sotto
Federico II diventa uno dei tre castelli privilegiati
del Gargano, da lui stesso diretti. Una volta
dentro, ammirate oltre alla prigione alla base della
torre dei giganti, la sala del tesoro, il salone degli
appartamenti e la torre quadrata, che ospita una
sala multimediale (tel. +390884565444).

Manfredonia - Castello Svevo Angioino

Voluto da Manfredi di Svevia e terminato sotto


Carlo I dAngi, fu ampliato dagli Aragonesi
nel XV sec. con laggiunta del fossato, delle mura
esterne e due nuove torri cilindriche. Oggi
sede del Museo Archeologico Nazionale (tel.

Barletta - Castello Svevo

+390884587838, www.archeopuglia.beniculturali.it).

Trani - Castello Svevo

Gioiello di fortificazione sveva voluto da Federico


II, alla cui originaria pianta quadrangolare, nel
500 stato aggiunto il bastione lanceolato. Da
centro nevralgico di difesa a contenitore di cultura
dei giorni nostri. Al suo interno potete visitare un
piccolo museo con vasellame di epoca medievale
(tel. +390883506603).

Fu Carlo V a trasformare il maestoso edificio


normanno in fortezza inespugnabile. Qui tutto
imponente: dallampio fossato alla piazza darmi,
fino ai sotterranei. Al primo piano c il Museo
Civico, con la Galleria Antica che raccoglie dipinti
dal 400 al 700; la Galleria dell800 con opere di
artisti barlettani. Nellex cappella potete vedere
lunico busto al mondo, in pietra, che raffigura
Federico II di Svevia (tel. +390883578621).

36

Castelli e Torri, baluardi di Puglia

Andria - Castel del Monte

Patrimonio Mondiale riconosciuto dallUnesco,


troneggia solitario e imponente a 540 metri
di altezza. Noto per la sua forma ottagonale
un capolavoro dellarchitettura medievale,
emblematica espressione della variegata
personalit del suo committente, Federico II di
Svevia. Di certo non fu una rocca difensiva, forse
fu pensato come residenza di caccia o come
centro per dotti intrattenimenti sulla matematica
e lastronomia (tel. +390883569997, www.
casteldelmonte.beniculturali.it).

Bari - Castello Normanno Svevo

38

La costruzione voluta dal re normanno Ruggero II, nonno di Federico II di Svevia, fu in parte distrutta nel 1156
dagli stessi baresi, stanchi di lotte e ribellioni contro i Normanni. Nel 1233 Federico lo ristruttura, dandogli
nuove forme. La pietra si fa leggera, si aprono finestre nelle torri, per mitigarne lausterit e avvicinarla il pi
possibile a una residenza. Il vestibolo coperto da volte a crociera e ornato da capitelli tutti diversi.
Nel 500 con Isabella dAragona e sua figlia Bona Sforza raggiunge il massimo splendore, diventando residenza
rinascimentale. Potete visitare due delle tre sale della Gipsoteca con la ricca collezione di calchi in gesso, che
riprendono i particolari dei monumenti pi importanti della regione, dal Medioevo al primo Novecento
(tel. +390805286210).

Sorprende per i due prospetti differenti e le


numerose torri. La facciata posta a nord risale
probabilmente allepoca sveva; mentre quella
di levante con tre torri, che ricorda una severa
fortezza, del periodo normanno. Visitate
le scuderie, i magazzini, le aule normanne
e quelle sveve (tel. +390809936317, +393335964325,
www.sannicandronline.it).

Gioia del Colle - Castello


Normanno-Svevo

Si narra che nella torre dellimperatrice, Federico


II abbia rinchiuso Bianca Lancia, con laccusa di
infedelt. Entrate nella suggestiva piazza darmi,
con le finestre gotiche e la trionfale scala di accesso
al piano nobile. Le sue sale ospitano il Museo
Archeologico Nazionale, che custodisce i corredi
funerari dellabitato apulo di Monte Sannace
(tel. +390803481305).

Castelli e Torri, baluardi di Puglia

Sannicandro di Bari - Castello


Normanno Svevo

40

Conversano - Castello Aragonese


Da fortezza difensiva a dimora dei potenti Acquaviva, con quattro torri normanne e grandiosi saloni
di rappresentanza. Al suo interno visitate la Pinacoteca (tel. +390804958525) con lo straordinario ciclo
pittorico della Gerusalemme Liberata di Paolo Finoglio, la mostra del pittore ottocentesco Francesco Netti,
la sezione abiti storici e quella darte con mostre temporanee (tel. +390804956517, +390804951027,
www.comune.conversano.ba.it).

Vi appare imponente con la sua struttura


triangolare e il poderoso bastione a mandorla.
Linterno ospita la biblioteca e un Museo delle
Tradizioni Popolari. Bello il cortile dominato
da alti alberi, una scala daccesso e un ballatoio
rinascimentale (cell. +393288399196).

10

Castelli di Brindisi

11

La citt ne ha due. Il Castello Alfonsino o di Mare


sullisola di SantAndrea, che Alfonso dAragona
fece costruire nel 1445 e si compone di una rocca
in carparo rosso e di un forte per alloggiare le
guarnigioni. Il Castello Svevo o di Terra, che si
affaccia sul seno di ponente e fu voluto da Federico II
nel 1227 come propria residenza fortificata.
Alla fine del 400 Ferdinando dAragona lo ampli
e potenzi con quattro torrioni cilindrici e Carlo V
poi aggiunse altre cinte murarie: fu penitenziario
nell800 e dal 1909 sede della Marina Militare
(tel. +390831642002).

Grottaglie - Castello Episcopio

Castelli e Torri, baluardi di Puglia

Carovigno - Castello Dentice di Frasso

12

Simbolo del potere feudale dei vescovi tarantini,


in parte risalente al XV secolo, nellala sud-est ospita
il Museo della Ceramica con pezzi interessanti,
dalla sezione archeologica alla ceramica
contemporanea (tel. +390995623866, 800545333,
www.museogrottaglie.it).

42

Taranto - Castel SantAngelo

13

Noto come Castello Aragonese, sorge su precedenti


strutture greche, bizantine e normanno-svevoangioine, come hanno rivelato gli scavi, ma fu
ricostruito negli anni 1487-1492, per volont di
Ferdinando dAragona. Durante la visita guidata
gratuita di 90 minuti, potrete ammirare i 4 torrioni
cilindrici, i camminamenti, le gallerie e la cappella
rinascimentale di S. Leonardo (tel. +390997753438,
www.castelloaragonesetaranto.it).

Castelli e Torri, baluardi di Puglia

Lecce - Castello Carlo V

14

Su base normanno-angioina, dal 1539 al 1549 fu


riedificato dallarchitetto militare Gian Giacomo
dellAcaya per volont dellimperatore Carlo V.
Ha pianta trapezoidale, con quattro bastioni a
forma di lancia. Bello il piano nobile con il salone
Maria DEnghien e le sale attigue aperte a mostre
ed eventi. Ospita il Museo della Cartapesta
con oltre 100 opere dei maggiori artisti leccesi
dal XVIII secolo ai giorni nostri (tel. +390832244845,
www.comune.lecce.it).

Copertino - Castello Normanno-Svevo 15


Ripensato nel 1540 dallarchitetto Menga su
richiesta dei Castriota, con grande fossato,
quattro bastioni angolari e un bel portale in stile
catalano-durazzesco. Allinterno la cappella
di San Marco e ampie gallerie che uniscono i bastioni

(tel. +390832931612, www.castellodicopertino.


beniculturali.it).

44

16
Castello di Acaya

Un vero borgo fortificato del 500, opera di Gian Giacomo dellAcaya. Ha forma quadrilatera con bastioni
robusti su tre angoli, mentre nel quarto di sud ovest fu costruito il castello, che ha pianta trapezoidale ed
collegato alla terraferma da un ponte. Entrando nel cortile, ammirate nella zona archeologica laffresco della
Dormitio Virginis del XIV secolo. Bella la sala ennagonale, decorata con un fregio in pietra leccese ispirato alla
classicit e due volti scolpiti sopra la porta dingresso (tel. +393472535235).

Castelli e Torri, baluardi di Puglia

Corigliano dOtranto - Castello de Monti


Simpone per la ricca facciata del XVII sec. con statue allegoriche allinterno di nicchie, mensole decorative,
figure antropomorfe e una splendida balconata barocca. Ha quattro torri rotonde e un grande fossato.
Visitate allinterno la stanza degli scavi, la sala medievale, quella della cavallerizza e il torrione di S. Giovanni
Battista. Sostate in terrazza per un caff con vista panoramica (cell. +393397737001).

Otranto - Castello
Aragonese
Ricostruito nel 1481 da Alfonso
dAragona, dopo aver liberato
la citt dai Turchi, fu potenziato
da artiglierie e bombarde.
Ammirate il bastione Punta di
Diamante, la sala triangolare,
esempio innovativo di
architettura militare e le grandi
mostre darte, che ospita nel
periodo estivo (199151123, www.
castelloaragoneseotranto.it).

18

17

46

Castelli e Torri, baluardi di Puglia

LE TORRI
Antichi baluardi delle coste pugliesi, le torri di
avvistamento, dette di Carlo V, sono state costruite
dagli spagnoli alla fine del 500, come sistema di
difesa dalle incursioni saracene.
Hanno vigilato senza sosta per tutti questi secoli,
con lo sguardo fisso allorizzonte. Hanno affrontato
mareggiate e tempeste, hanno resistito agli attacchi,
alle calamit, alla violenza e poi allusura del tempo.
Si parla di 400 torri in tutta la Puglia.
Quelle a pianta rettangolare avevano scopi difensivi
ed erano dotate di catapulte, colubrine e armi da
fuoco. Nel Gargano scopriamo Torre Mileto tra i laghi
di Lesina e Varano, Torre San Felice a Vieste e Torre
Rivoli a nord di Zapponeta; lungo la costa adriatica
Torre San Vito a Polignano a Mare, Torre Incina a
Monopoli e Torre Guaceto a Carovigno allinterno
della Riserva Naturale Statale. Numerose e ben
conservate le torri costiere del Salento, tra il versante
adriatico e quello ionico, come Torre dellOrso,
Torre San Foca, Torre SantAndrea nel territorio di
Melendugno, a pochi chilometri da Lecce; sul litorale
a sud di Taranto bellissime Torre Lapillo, Torre
Colimena e Torre Saturo, questultima allinterno di
un parco archeologico.
Le torri cilindriche, invece, servivano allavvistamento
e ne sono un esempio Torre di S. Emiliano a Otranto,
Torre Vado, Torre Mozza, Torre Sabea a Gallipoli.

48

- Castello Ducale

20 Lucera

- Castello
Svevo Angioino

21 Deliceto

19
20

FOGGIA
BARLETTA
TRANI

- Castello Normanno

22 SantAgata

di Puglia
Castello Imperiale

23 Rocchetta

Castelli da scoprire

19 Torremaggiore

ANDRIA

21
22
23

BARI

24

25

S. Antonio - Castello dAquino

BRINDISI
Martina Franca
TARANTO

26

27
LECCE

19

24 Bitonto

50

- Torrione Angioino

25 Mola di Bari - Castello


Angioino-Aragonese
26 Ceglie

Messapica - Castello Ducale

27 Castello

di Mesagne

26

25

Arte e Cultura

9
1

FOGGIA
BARLETTA
TRANI

6
5
2

ANDRIA

4
3

BORGHI DI PUGLIA,
STORIE DI ARTE E BELLEZZA

BARI
7

11

10 12

BRINDISI

Martina Franca
TARANTO

13

LECCE

14
15
16

52

Pietramontecorvino

54

12 Cisternino

64

Orsara di Puglia

54

13 Oria

64

SantAgata di Puglia

54

ARTIGIANATO SUI MONTI

55

Bovino

56

Roseto Valfortore

57

15 Specchia

68

Alberona

57

16 Presicce

68

Rocchetta SantAntonio

57

Vico del Gargano

58

Monte SantAngelo

59

10 Locorotondo

11

60

LE BOTTEGHE COLORATE

61

Alberobello

62

IL FERRO OLTRE LA TRADIZIONE

63

LE BOTTEGHE DEI VASARI


14 Otranto

LA LEGGEREZZA DELLA PIETRA

MERLETTI, PIZZI E RICAMI

65
66

67

69

un piacere perdersi nel reticolo di strade tortuose


e vicoli in declivio della Terra Vecchia, il cuore di
questo borgo con le case abbarbicate sulla roccia.
Ammirate lo splendido torrione normanno alto
trenta metri, il bel giardino pensile accanto alla
Chiesa Matrice e limponente palazzo ducale che si
impongono sul resto del paese, tra i pi belli dItalia
e bandiera arancione.

Orsara di Puglia

SantAgata di Puglia

Dominato dallimponente castello in stile romanico,


il paese bandiera arancione si sviluppa con armonia
lungo il versante della collina. Belle le case in pietra
e i portali con stemmi gentilizi, le chiese, i vicoli e le
botteghe artigiane.

Borgo bandiera arancione, racchiude tra le sue


mura i segni di una storia millenaria. Nel XIII secolo
si stabilirono qui i Cavalieri dellordine di Calatrava.
Visitate la Grotta di San Michele Arcangelo
e poi fate tappa allantico forno a paglia del 1526
Pane e Salute.

Borghi di Puglia, storie di arte e bellezza

Pietramontecorvino

54

ARTIGIANATO SUI MONTI


Tra i borghi dei Monti Dauni, il
gusto dello slow living legato
alla scoperta dei piccoli e grandi
gioielli dellartigianato che
rivivono nelle botteghe dei centri
storici: qui si lavora abilmente il
legno, il ferro, il vimini e la pietra,
come a Roseto Valfortore, il paese
degli scalpellini. Avventurandosi
tra i boschi e le campagne, non
mancher occasione di ammirare
le opere dellingegno delluomo
negli antichi mulini ad acqua: li
troviamo a Roseto Valfortore,
Castelluccio, Deliceto e Panni,
la piccola citt famosa per la
zampogna, lo strumento musicale
dei pastori costruito oggi come
allora secondo metodi tradizionali.

Bovino

Circondato da boschi, conta circa 800 portali


in pietra di case e palazzi gentilizi.
Bello il Castello Ducale con torre normanna
e annesso Museo Diocesano. Imperdibili i vicoli
dei quartieri pi antichi, che conservano
la configurazione originaria. Bandiera arancione
da dicembre 2013, questo piccolo centro
del sub-appennino dauno si fregia anche della
menzione di borgo pi bello dItalia.

Roseto Valfortore

56

il paese degli scalpellini con originali portali,


colonne e bassorilievi, ma anche la citt del miele
e del tartufo e uno dei borghi pi belli dItalia.
Scoprite il centro partendo da Piazza Vecchia e
percorrete i tanti vicoli (strttole), ammirate la
maestosa la Chiesa Madre cinquecentesca con la
balaustra scolpita in pietra e il Palazzo Marchesale.

Alberona

Qui tutto ricorda la presenza dei Templari, a partire


dalla Chiesa Madre con il campanile che fu torre
militare e due lastre di pietra con lo stemma dei
Cavalieri di Malta. Ammirate i portali e gli stipiti del
centro, lArco Calabrese in legno del XIV sec., fino
a scoprire la monumentale Fontana Muta, con gli
abbeveratoi in pietra. tra i borghi pi belli dItalia e
bandiera arancione.

Rocchetta SantAntonio

Nella parte pi alta la parrocchia dellAssunta con


campanile ottagonale e il Castello DAquino con
torre ogivale. Intorno viuzze, palazzi medievali
e rinascimentali, chiese, santuari mariani e
numerose fontane, come quella di Pescarella. Il
borgo, bandiera arancione, circondato da campi
di grano e boschi. Fede e folklore rivivono a gennaio
nellaccensione di enormi fal per festeggiare il
patrono S. Antonio Abate.

Borghi di Puglia, storie di arte e bellezza

8
Vico del Gargano

un pittoresco borgo, tra i pi belli dItalia, nel cuore della Foresta Umbra e delloasi agrumaria, dove
far incetta di agrumi Igp del Gargano. Intatti i tre quartieri medievali di Civitas con limponente Castello
federiciano, Terra e Casale. Sarete rapiti dal continuo saliscendi di scale, piazzette e stretti selciati,
che si inerpicano tra case e antichi trappeti come il Maratea, frantoio ipogeo che ospita il Museo Permanente
della Civilt Contadina.

58

Monte SantAngelo

Un luogo ricco di storia, arte e fede.


Bello il quartiere Junno, con i vicoli stretti e gli
scorci del paesaggio garganico. La citt inserita
nella lista dei beni Unesco con il Santuario di San
Michele Arcangelo, da oltre quindici secoli punto di
riferimento per il mondo cristiano e per i pellegrini
di tutto il mondo. Il complesso costituito dallatrio
superiore con il prospetto monumentale a due archi
e il campanile ottagonale del XIII secolo e, al livello
inferiore, dalla scalinata angioina che conduce alla
Sacra Grotta, dove, secondo la tradizione apparve
lArcangelo Michele.

10

Il nome lo deve alla tonda planimetria del suo


borgo, fra i pi belli dItalia e bandiera arancione,
che domina dallalto il resto del paese e tutta la
Valle dItria. Tra le pittoresche viuzze, cinte dai
bianchi muri delle case, notate le cummerse, antichi
insediamenti abitativi, a pianta rettangolare e tetto
spiovente fatto di chianchette, tegole di roccia
piatta. Alcune fanno parte dellalbergo diffuso e
sono aperte allospitalit.

Borghi di Puglia, storie di arte e bellezza

Locorotondo

60

LE BOTTEGHE COLORATE
Oggetti di piccole dimensioni,
colorati, bizzarri, dal valore
ludico e simbolico. Sono i
fischietti di terracotta di
Rutigliano. La tradizione della
lavorazione artigianale di questi
piccoli e divertenti fischietti si
tramanda. Li potete trovare
a forma di gallo o di rospo, di
maschere grottesche o umane,
di preti, carabinieri con il
pennacchio, dame poppute. A
gennaio, alla Fiera del Fischietto
in Terracotta, si confrontano
in una simpatica competizione
artigiani locali e di altre regioni.

11

tra i borghi pi belli dItalia, bandiera arancione


e Patrimonio Mondiale riconosciuto dallUnesco
per i suoi 1400 trulli. Realizzati a secco con pietre
sovrapposte, base imbiancata a calce e tetto a
forma di cono con simboli e pinnacoli di svariate
forme sono divisi nei due rioni di Monti e Aia Piccola.
Muovetevi tra le stradine tortuose e arrivate
al grande Trullo Sovrano e poi a Casa Pezzolla,
composta da 15 trulli tra loro comunicanti, dove
allestito il Museo del Territorio, del vino e dellolio.

Borghi di Puglia, storie di arte e bellezza

Alberobello

62

IL FERRO OLTRE LA TRADIZIONE


unantica tradizione a Martina
Franca, Alberobello, Fasano e, nel
Salento, a Taurisano e Cavallino:
potete contattare gli artigiani del
ferro, visitare le loro botteghe,
veri e propri luoghi darte dove
il ferro forgiato a mano, spazi
sorprendenti e creativi che
si aprono al visitatore in cerca
del pezzo unico, tra tradizione e
innovazione.

Borghi di Puglia, storie di arte e bellezza

Cisternino

12

Con il cuore medievale rievoca un villaggio orientale,


con case imbiancate a calce, vicoli, archi, scalinate,
piazzette e ballatoi fioriti. Allingresso del centro
storico, tra i pi belli dItalia e bandiera arancione,
svetta la torre quadrangolare normanno-sveva,
mentre piazza Vittorio Emanuele il punto di ritrovo
per laperitivo. A cena fermatevi in uno dei tanti
fornelli annessi alle macellerie e gustate le mitiche
bombette allo spiedo.

Oria

13

Antica citt messapica e comune bandiera arancione,


sorge su tre colli, con il Castello che domina nel punto
pi alto, la Cattedrale ricca allinterno di stucchi e
marmi policromi e il quartiere ebraico (rione Giudea),
dove nel IX-X secolo viveva una fiorente comunit.

64

LE BOTTEGHE DEI VASARI


Tappa imperdibile Grottaglie,
tra le botteghe artigiane del
Quartiere dei Ceramisti lungo
via Crispi e via Caravaggio, per
acquistare ceramiche di antica
lavorazione, ma con colori e
forme innovative. Non andate via
senza la pupa con i baffi, famosa
fiasca antropomorfa, il cavaliere
candeliere o una pigna per
decorare camini e balconi.

Per la maestria nel lavorare


la terracotta, gli abitanti di
Cutrofiano sono soprannominati
figuatari. Delle oltre quaranta
botteghe di un tempo, divise
in cotimari, piattari e pignatari,
oggi ne restano solo otto.
In passato largilla gialla veniva
purificata, impastata, poi
lavorata, essiccata, cotta e infine
smaltata a mano.

Ogni anno ad agosto si svolge


la Mostra Mercato della Ceramica
artigianale, dove trovate
una grande variet di vasellame,
piatti, pupi per il presepe e
fischietti a forma di galletto.

Borghi di Puglia, storie di arte e bellezza

Otranto

14

La citt pi a oriente dItalia e uno dei borghi pi


belli dItalia, affascina per il centro storico protetto
da possenti mura, per il Castello Aragonese e per
la romanica Cattedrale dellAnnunziata con lo
splendido rosone a 16 raggi del XV secolo. Allinterno
ammirate il prezioso pavimento a mosaico (XII sec.)
del monaco Pantaleone, raffigurante lalbero della
vita con scene, che mescolano sacro e profano.
Inoltratevi tra i vicoli fioriti alla ricerca di scorci
panoramici e di piccoli gioielli, come la bizantina
Basilica di San Pietro.

66

LA LEGGEREZZA DELLA PIETRA


Tipica del Salento, la pietra leccese
una calcarenite color giallo
paglierino, morbida, gentile,
cangiante. Facile da plasmare,
sindurisce con il passar del
tempo. Famosa in tutto il mondo
per i fregi, i capitelli, i rosoni di
palazzi e chiese barocche. La
migliore si estrae dalle cave a
cielo aperto tra Lecce, Corigliano
dOtranto, Melpignano, Cursi e
Maglie. A Lecce e provincia potete
imbattervi in qualche artigiano
che realizza sculture e decorazioni
in pietra leccese, dai tavoli alle
lampade e perfino i gioielli. Come
riconoscere quella vera, lavorata
a mano, usando scalpello, sega,
pialla e raspa? Diffidate delle
forme estremamente precise, che
rivelano produzioni seriali;
del colore bianchissimo simile a
gesso, perch quella vera ha una
tonalit pi scura.

15

Il borgo, tra i pi belli dItalia, un gioiello da scoprire


a piedi. Inoltratevi per le stradine, alle spalle del
Castello Risolo, che lasciano il passo a improvvise
scale, piccole corti, vecchie case trasformate in albergo
diffuso, frantoi ipogei e cappelle affrescate, come
quella di S. Caterina Martire con la cripta scavata nella
roccia. La campagna intorno nasconde rare chiese
paleocristiane di rito greco, come S. Eufemia.

Presicce

16

pieno di sorprese questo piccolo borgo tra i pi


belli dItalia. Visitate le chiese barocche di S. Andrea
e della Madonna del Carmine, il settecentesco giardino
pensile del Palazzo Ducale ricco di piante ornamentali,
la cappella Arditi con decorazioni rococ e sotto
piazza del Popolo i frantoi ipogei (trappeti) rimasti
in uso fino a un secolo fa e il Museo della Civilt
Contadina. Tanti i palazzi e le case a corte, gli stemmi
e i giardini segreti.

Borghi di Puglia, storie di arte e bellezza

Specchia

68

MERLETTI, PIZZI E RICAMI


Larte del merletto si tramanda
di madre in figlia ed legata al
corredo. Lattivit di merlettaie e
ricamatrici ancora in auge nei
paesi del Gargano, come a Vico
del Gargano e nel Salento, come
nellelegante cittadina di Maglie,
che ha una solida tradizione
artigianale.
A Castrignano dei Greci, nel
palazzo baronale De Gualtieris,
trovate il curioso Museo del
Ricamo a mano e dei Pizzi e dei
Merletti, dove si possono vedere
trine e ricami, trame preziose
dall800 al secondo dopoguerra,
anche ferri da stiro a carbone,
attrezzi da ricamo, telai antichi
e riviste specializzate. A Ruffano
lAssociazione Non solo Fili porta
avanti lantica tradizione del
tombolo, grazie a un gruppo di
artigiane abilissime, che danno
vita alla tipica Rosa del Salento
e decorano tovaglie, tende,
lenzuola, capi di abbigliamento,
come gli abiti da sposa.

Organizza il tuo viaggio su


www.viaggiareinpuglia.it
Scopri tutti gli eventi in programma su
www.pugliaevents.it
Condividi la tua esperienza
#weareinpuglia

Cerca e colleziona
le miniguide territoriali e la mappa completa della Puglia.

UNIONE EUROPEA
PO FESR PUGLIA 2007-2013
ASSE IV azione 4.1.2

REGIONE PUGLIA

ASSESSORATO AL MEDITERRANEO,
CULTURA E TURISMO

INVESTIAMO NEL VOSTRO FUTURO.

PHOTO
Franco Cappellari, Andrea Ruggeri, Vanda Biffani, Leonardo DAngelo - NIKON PROFESSIONAL SERVICE
Archivio MIRABILIA sistemi
Carlos Solito, Nunzio Pacella, Franco Zerruso, Pierluigi Siena, Giuseppe Leone, Francesco Quitadamo, Rosa Petrelli, Salvatore Stagira
Ministero dei Beni e delle Attivit Culturali e del Turismo - Soprintendenza per i Beni Archeologici della Puglia,
Museo dellAlto Tavoliere - San Severo, Museo Diocesano di Arte Sacra - Taranto, Pinacoteca Provinciale di Bari Corrado Giaquinto, Teatro Politeama Greco - Lecce, GAL - Colline Joniche
COPYRIGHT PUGLIAPROMOZIONE - EDIZIONE 2014

ISOLE
TREMITI

Monte S. Angelo

Foggia
Barletta
Trani
Andria

BARI
Castel
del Monte

Alberobello

Martina
Franca

Brindisi

Taranto
Lecce

UNIONE EUROPEA
PO FESR PUGLIA 2007-2013
ASSE IV azione 4.1.2

REGIONE PUGLIA

ASSESSORATO AL MEDITERRANEO,
CULTURA E TURISMO

INVESTIAMO NEL VOSTRO FUTURO.

#weareinpuglia

www.viaggiareinpuglia.it
www.weareinpuglia.it