Sei sulla pagina 1di 17

WE ARE MUSIC LOVERS IN PUGLIA

Musica

GARGANO E DAUNIA

FOGGIA

PUGLIA IMPERIALE

BARLETTA
TRANI

BARI E LA COSTA

ANDRIA
BARI

BRINDISI
Martina Franca
TARANTO

MAGNA GRECIA, MURGIA, GRAVINE


VALLE DITRIA E MURGIA DEI TRULLI
SALENTO

LECCE

Puglia in musica
Itinerari di viaggio alla scoperta
della Puglia musicale
Testi di Pierfrancesco Pacoda

Pizzica, storie di donne morsicate dal ragno

11

SOUND SYSTEM PARTY e Tarantamuffin: tradizione e contaminazione

14

Parole, musica e danza: la tarantella del Gargano

17

Il suono della festa

20

Poesia in musica

Puglia in musica

In Puglia ogni angolo, ogni paese, loccasione per scoprire la straordinaria ricchezza di un
patrimonio musicale unico. Ritmi che parlano un linguaggio semplice, ma incredibilmente
affascinante. Suoni che vivono tra le pietre dei muretti a secco, tra le aie e le pagghiare, tra le
testimonianze, vibranti, di una civilt contadina che riuscita a non diventare folklore, ma
appassionata quotidianit, aperta, pronta a essere condivisa con il visitatore.
Una terra che pu essere percorsa seguendo i flussi della musica, fuori dalle consuete
indicazioni turistiche. Dalla pizzica del Salento alle tarantelle del Gargano, tra festival,
piccoli concerti, le occasioni a volte quasi private, con gli appuntamenti nelle campagne
o in spiaggia. Dove non esiste alcuna differenza tra il musicista e lospite. Dove il turista
immediatamente uno del posto.
Non rimane che lasciarsi andare al piacere della musica e della scoperta, farsi travolgere dalle
note che raccontano questa terra e la sua gente, contagiati da una frenesia che sembra non
finire mai. Uno spettacolo che ci far entrare, sempre pi, nel cuore autentico della Puglia.

Puglia in musica

Pizzica, storie di donne


morsicate dal ragno
Basta il suono di un tamburello per evocare riti antichissimi e per entrare in quel miscuglio di
sentimenti autentici che vive nel Salento pi profondo; il set perfetto, quello originale, per
storie di tarante e di donne morsicate dal ragno maculato, di antiche abitazioni dove andava in
scena il rito della guarigione.
Cercatene le tracce a Nard, un posto al di fuori dei pi battuti circuiti turistici, un luogo di
misterica suggestione, con uno splendido ed esteso centro storico e la suggestiva piazza
Salandra, tripudio di barocco e rococ.
Qui viveva e aveva la sua bottega di barbiere, Luigi Stifani, la prima vera star della pizzica, il
virtuoso del violino che accompagna Ernesto De Martino, lo fa entrare, spettatore privilegiato
e primo ospite straniero, in quegli spazi cos intimi, privati dove lui e il suo gruppo di
musicisti suonavano per ore, facendo ballare le donne morse dalla taranta sino a farle crollare
in un sonno estatico dal quale si risvegliavano guarite.
Cercate le sue tracce nelle stradine del centro storico, tra i suoni della quotidianit, non molto
diversi allora da adesso.

Conosciuto dai gourmet pi sofisticati per una prelibatezza locale molto ambita, le municeddhe,
le lumache di terra, uno dei piatti simboli della gastronomia del posto, Cannole la casa di
un gruppo di anziane e arzille signore, le Cantrici di Cannole, che interpretano un repertorio
di canzoni che ti ipnotizzano con la loro semplicit e il susseguirsi delle melodie. Lasciatevi
trasportare in un mondo che, apparentemente non esiste pi e che loro invece, offrono al
visitatore, come le prelibatezze culinarie che, spesso, preparano per soddisfare anche il palato,
oltre che lorecchio e lanima, di chi le ascolta.

Puglia in musica

Le rotte che partono da Nard, si perdono nelle campagne, in quel panorama contadino che
non cambiato. Come a Cannole, un piccolo paese, a met strada tra Martano e il mare di
Otranto e poco distante da Galatina dove, di fronte alla Chiesa di San Paolo, le tarantate
andavano a chiedere di ritrovare la salute mentale perduta con il morso del ragno.

Fatevi travolgere dalle emozioni e scegliete di vivere unesperienza unica a Melpignano,


dove ogni anno ad agosto va in scena il grande spettacolo del concerto finale della Notte
della Taranta. Entrate in sintonia con il battere arcaico del tamburello e lasciatevi andare
alla frenesia artistica del festival che ha fatto emergere tanti antichi, bravissimi cantori.
Una rassegna dei gruppi pi rappresentativi della scena della pizzica salentina, un
grande festival itinerante che vi porter in giro tra i comuni della Greca Salentina dove
sopravvivono le tracce della lingua Grika. Andate alla scoperta di questi piccoli centri, tra
riti e tradizioni, chiese e palazzi nobiliari, autentici gioielli dellarchitettura barocca.

Il pi celebre stato sicuramente Uccio


Aloisi, cantante contadino, che girava per
le campagne portando le sue ballate nelle
osterie e nelle feste di piazza, agli incontri
tra amici. Passeggiare per il paese significa
vivere quelle atmosfere che hanno fatto
nascere le sue canzoni dallo straordinario
repertorio che andava dalle canzoni damore,
ai canti di lavoro, alle ballate contadine, sino a
commoventi espressioni di religiosit.

Sulla strada che da Otranto porta verso nord, tante emozioni riserva anche un altro
piccolo centro, Muro Leccese, un paese ricco di testimonianze di un passato che si snoda
tra la piazza e le tante stradine, facendoci scoprire a ogni angolo una facciata, un decoro,
un taglio nella pietra leccese. Uno dei luoghi del Salento dove la tradizione si offerta
alla modernit, alla reinterpretazione, allincontro con altre culture, in particolare quella
portata dalle popolazioni rom qui diventate stanziali. Una frenesia artistica che risuona
nelle feste che hanno reso Muro uno dei paesi pi vivi di tutto il Salento. Imperdibile quella
estiva di Ballati, che infiamma Muro sino allalba, con i canti e le musiche nella quale la
pizzica frenetica si arricchisce di suoni elettronici, di echi, di invasioni di altri mondi che
fanno ballare gli spettatori. Riti edonistici che fanno entrare nel vortice della danza, dove
non importante let o la provenienza.
E seguendo il flusso della musica, della tradizione, del folk, le vie portano nel nord del Salento,
dopo Lecce, in provincia di Brindisi, nelle terre delle immense distese di vitigni.
E qui la protagonista ancora una volta una bottega di barbiere, a San Vito dei Normanni, dove
tra un taglio di capelli e una accorciatura ai baffi, questi artigiani della bellezza imbracciavano
gli strumenti e suonavano per il piacere del ritmo, per lintrattenimento, per il Ballo di San Vito,
appunto. Quelle barberie erano scuole dove si perfezionava la maniera di suonare soprattutto il
mandolino e la mandola, strumenti principali per la loro versione della pizzica. Cercatele tra le vie
del centro storico dove, specie in estate, gli anziani musicisti del Circolo Mandolinistico di San Vito
si ritrovano, e molto spesso , si esibiscono per la gioia dei cittadini e dei turisti.

Puglia in musica

Tappa obbligata nei percorsi turistici sonori


della Puglia Cutrofiano il paese della
terracotta, degli artigiani che realizzano
oggetti bellissimi lontani dalla serialit delle
produzioni attuali. Qui, in questo centro
agricolo operoso, altro luogo appartato
rispetto agli abituali circuiti turistici, le
vie nascondono le memorie e le fonti di
ispirazioni di un gruppo di cantori che hanno
dato una impronta decisamente riconoscibile
alla musica tradizionale pugliese, Li Ucci.

Sound system party e tarantamuffin


Tradizione e contaminazione
Un Salento come nessuno potrebbe raccontarlo: il tarantamuffin, lincontro tra la pizzica e
i nuovi linguaggi delle musiche giovanili, il reggae e il ragamuffin, che danno vita al sound
system party, lontano dai circuiti definiti. Una sorta di ritorno alle origini, con impianti
acustici auto costruiti ed itineranti. Risuonano nelle notti stellate, in ogni periodo dellanno.
Una differente dimensione per ascoltare la musica, stando insieme, condividendo le stesse
emozioni, nei piccoli bar sul mare e nelle spiagge, tra Otranto e San Cataldo o nelle campagne
di Lizzanello. La rete il biglietto da visita, oppure ci si arriva seguendo labili tracce, inviti,
piccole locandine, il passa parola in spiaggia. Eventi privati, ma ai quali tutti sono i benvenuti
e, quando il dj fa girare il primo disco, spesso rigorosamente in vinile, il senso di comunit
che si percepisce davvero unico.

Lo scenario dove avvengono i sound system party sempre di incomparabile bellezza. E un


Salento inedito, quello che si offre al visitatore, accessibile sempre a tutti, orgoglioso della
propria cultura popolare, ma entusiasta nel condividerla con lospite che si avventurato
fuori dalle strade pi battute. Ospite che, ogni volta, sar ripagato del suo interesse
diventando un protagonista, linvitato pi importante della festa.

Puglia in musica
Itinerari di viaggio alla scoperta
della Puglia musicale
Foggia
barletta
trani
andria
Bari

Brindisi
Martina Franca

Pizzica, storie di donne morsicate dal ragno

Sound system party e tarantamuffin

Parole, musica e danza: la tarantella del Gargano

Il suono della festa

Poesia in musica

Taranto

Lecce

I festival da non perdere


6
1

Bari in Jazz - Bari Giugno

Time Zones Festival - Bari Novembre

Medimex - Bari Novembre

Meraviglioso Modugno - Polignano a Mare Agosto

Anima Mea - Acquaviva, Molfetta, Bari Settembre/Ottobre

Festambientesud - Monte SantAngelo Luglio

Carpino Folk Festival - Carpino Agosto

Locus Festival - Locorotondo Agosto

Festival della Valle DItria - Martina Franca Luglio/Agosto

10

La Ghironda - Locorotondo, Martina Franca, Ceglie Messapica Luglio/Agosto

11

La Notte della Taranta - Melpignano Agosto

12

Locomotive Jazz Festival - Lecce Luglio/Agosto

13

Giovanni Paisiello Festival - Taranto Settembre

14

Ballati - Muro Leccese Agosto

12

14

Ballate, serenate, dolcissime ninne nanna e canti


che accompagnavano il lavoro nei campi. Note che
riecheggiano sulle vie che salgono, portandoci su dove
le rocce ci regalano la visione di pianure infinite che si
estendono sino al mare azzurrissimo delle spiagge e delle
piccole baie. Siamo nel Gargano, laltra vasta zona della
regione dove molto forte il legame tra la vita e la sua
maniera di raccontarla con una ballata.
La Tarantella del Gargano risuona a Carpino, a San Giovanni
Rotondo, a Ischitella con le Cantatrici, a Mattinata con i
Cantori. Arrivare qui ha il sapore di un percorso iniziatico
che ti porta tra pietre che parlano un linguaggio che ancora
diffonde, con vigore e poesia, valori importanti come i
rapporti umani, la solidariet, la spiritualit. Cercatene
traccia a Carpino, con le case arroccate quasi una sullaltra,
intervallate soltanto da piccole scalinate, che hanno
naturalmente favorito la cultura dello stare insieme e dove il
fascino della tarantella tangibile.

Affidata soprattutto alla chitarra battente


e a quella francese, al tamburello e alle
castagnette, queste melodie raccontano
la storia di una comunit dalle solide radici
che, per via orale, ha tramandato sino ad
oggi questo immenso repertorio. Qui si tiene
ogni anno un festival dedicato proprio alle
tarantelle del Gargano. Grazie soprattutto
al lavoro dei Cantori di Carpino, che hanno
ricostruito e ordinato le tre forme principali di
tarantella, viestesana, montanara e rodiana,
suonando insieme ai vecchi depositari della
magia di questa musica e portando alla luce
gemme musicali dimenticate.
Un occasione per incontrare una realt fatta
di culture diverse, che variano in ogni paese,
proponendoci una variet incredibile di
stili, che, a soli pochi chilometri di distanza,
esprimono una esuberanza culturale che
adesso finalmente a disposizione del
viaggiatore.

Puglia in musica

Parole, musica e danza:


la tarantella del Gargano

14

Il suono della festa


E se un giorno nei vostri percorsi pugliesi vi
capitasse di essere accolti, appena arrivati
in un paese, dal suono irruento delle
fanfare, seguite la musica, fatevi guidare
dalla forza irrefrenabile degli ottoni, dal
battere sublime delle grancasse, dalla
carica delle trombe.
E vi ritroverete, allimprovviso, come su un
set di un film, sia mattina o sera, quando
i colori delle luminarie accenderanno il
vostro cammino.
Perch in Puglia la cultura delle bande
radicata nel cuore dei luoghi, parte della
cultura tradizionale ed anche uno dei
motivi che ci fanno comprendere perch
qui, la musica, il piacere di suonare per
stare insieme, sia cos diffuso.

Puglia in musica

Un viaggio dal Salento al territorio di Bari e alla Valle dItria, sulle strade delle bande da giro:
da Trepuzzi, Campi Salentina e Sogliano Cavour, passando per Cisternino, e Ruvo di Puglia,
altra area di importante tradizione bandistica, proseguendo in terra di Bari, altra area di
importante tradizione bandistica, come a Ruvo di Puglia e a Terlizzi, con la multietnica
Municipale Balcanica e la banda del Conservatorio di Nino Rota a Monopoli. Ogni centro ha
la sua banda, formazioni che sono lorgoglio degli abitanti, la dimostrazione che la diffusione
della passione per il suono e per gli strumenti qui coinvolge tutti.
Cercatele e ascoltatele dal vivo quando si esibiscono allinterno di una cassa armonica, quello
spazio che con la sua architettonica eleganza, con le mille luci che le fanno colorare il cielo
sono laspetto immediatamente riconoscibile delle tante feste popolari che in estate animano
le piazze pugliesi.

18

Scoprite le suggestioni di una natura che si trasforma in


poesia, immergetevi nella cultura del posto, vi sembrer
di conoscere questa terra come chi qui nato. Come
il grande Domenico Modugno, che dallo splendore di
Polignano a Mare, il suo paese, inizi lavventura che
port la sua musica in giro per il mondo. Perdersi tra i
vicoli di questo meraviglioso borgo, perdersi nel colore
blu profondo del suo mare, significa riuscire a svelare
quel mistero che avvolge le opere di immensa creativit,
proprio come le sue canzoni. Che, qui, rivivono, in ogni
angolo, negli odori che si respirano. Una bellezza che
lascia senza fiato e che ci fa immaginare cosa provasse
il grande cantante di fronte a uno spettacolo della
natura cos toccante. Percorrete la via che al cantante
stata dedicata, sino ad arrivare alla statua con la quale
Polignano ha voluto rendergli omaggio.
Camminare sulla scogliera, seguirne i contorni,
passeggiare sulle spiagge di ciottoli bianchi che si
aprono nel paese, entrare nel blu del mare sar davvero
come Volare.

Pi a nord, cercate i luoghi che hanno ispirato la poetica di Matteo Salvatore, il cantautore di
Apricena del quale uno scrittore come Italo Calvino disse, Le parole di Matteo Salvatore noi
le dobbiamo ancora inventare. Composizioni ambientate tra i panorami del Gargano e della
campagna foggiana, tra spazi, figure umane che, ancora oggi, sembrano uscite dalle rime
bellissime delle sue canzoni, incisive e delicate al tempo stesso.
Visitare questi luoghi con le sue canzoni nelle orecchie una stupefacente esperienza
multisensoriale che ci fa immedesimare, come altrimenti sarebbe impossibile. Scoprire la
vertiginosa tensione dellanima che circonda queste strade tra il bianco dei vicoli, la luce che si
riflette sulle case e il senso di tranquilla convivialit.

Puglia in musica

Poesia in musica

20

Organizza il tuo viaggio su


www.viaggiareinpuglia.it
Scopri tutti gli eventi in programma su
www.pugliaevents.it
Condividi la tua esperienza
#weareinpuglia

Cerca e colleziona
le miniguide territoriali e la mappa completa della Puglia.

Unione europea
po fesr Puglia 2007-2013
Asse IV azione 4.1.2

Regione Puglia

Assessorato
al mediterraneo, cultura
e turismo

INVESTIAMO NEL VOSTRO FUTURO.


In collaborazione con

Photo
H. Berta, C. E. Bevilacqua, V. Biffani, R. Cifarelli, F. Frasca, Mamanera Reggae Boom Beach, P. Petrignani, C. Solito, M. Tomaiuoli.
Testi di Pierfrancesco Pacoda.
Copyright Pugliapromozione - edizione 2014

ISOLE
TREMITI

Monte S. Angelo

Foggia
Barletta
Trani
Andria

BARI
Castel
del Monte

Alberobello

Martina
Franca

Brindisi

Taranto
Lecce

UNIONE EUROPEA
PO FESR PUGLIA 2007-2013
ASSE IV azione 4.1.2

REGIONE PUGLIA

ASSESSORATO AL MEDITERRANEO,
CULTURA E TURISMO

INVESTIAMO NEL VOSTRO FUTURO.

#weareinpuglia

www.viaggiareinpuglia.it
www.weareinpuglia.it