Sei sulla pagina 1di 7

Lorigine dellacqua sulla Terra

Ing. Silvano DOnofrio

Vi siete mai domandati da dove arriva lacqua degli oceani?

Sommario
Lorigine dellacqua sulla Terra .......................................................................................................................... 1
Lorigine dellacqua sulla Terra Parte prima ............................................................................................... 2
Lorigine dellacqua sulla Terra Parte seconda ........................................................................................... 5

Lorigine dellacqua sulla Terra Parte prima


Lho chiesto ai miei amici seduti sul bordo della
piccola fontana del centro citt, tanto per parlare
di cose diverse che non siano la solita politica o
calcio.
Il primo a dire la sua Aldo: Lo dice la
Genesi, capitolo 1,9-10.
Aldo un ex pescatore, un credente osservante e
conosce a memoria gran parte della Bibbia.
In principio recita Aldo Dio cre il cielo e la
terra. La terra era informe e deserta e le tenebre
ricoprivano labisso e lo spirito di Dio aleggiava
sulle acque.
Dio disse: Le acque che sono sotto il cielo, si
raccolgano in un solo luogo e appaia lasciutto.
E cos avvenne. Dio chiam lasciutto terra e la
massa delle acque mare. E Dio vide che era cosa
buona.
Luigi il mio amico laureato in chimica.
Caro Aldo interviene la Terra nel momento della sua formazione doveva essere troppo calda
perch lacqua si mantenesse allo stato liquido. Per questo gli scienziati ipotizzarono che lacqua
della Terra venne portata dalla pioggia di comete che colp il pianeta dopo il suo raffreddamento. I
planetesimi che hanno dato origine alla Terra dovevano, quindi, essere formati da composti
refrattari e non contenere acqua.
Nicola un altro amico. Non ha una istruzione scientifica, ma molto pratico.
Se tutta lacqua degli oceani proviene dalle comete dice devono essere cadute una gran quantit
di comete sulla Terra alle sue origini.
Luigi: Proprio cos.
Quello che dice Luigi vero, ma solo parzialmente intervengo io.
Se mi ascoltate un attimo vi aggiorno sulle ultime ricerche scientifiche.
Quindi mi rivolgo ad Aldo.
Dimentica per un attimo quello che dice la Genesi dal momento che coloro che hanno contribuito
alla sua stesura non potevano avere alcuna conoscenza scientifica a quellepoca.
Ma non altrettanto corretto dire che tutta
lacqua stata portata dalle comete. Infatti i
conti non tornano sulla grande quantit dacqua
degli oceani e la quantit dacqua che le comete
avrebbero dovuto portare sulla Terra.
Le simulazioni al calcolatore della formazione
del Sistema solare confermano che le comete
provenienti da una regione remota del sistema

solare hanno una probabilit di collisione con la


Terra molto bassa.
Le comete possono aver portato al massimo il 5% dellacqua attualmente presente sul nostro
pianeta.
Quindi lacqua dei mari della Terra non arriva dalle comete.
Allora da dove arriva, vi domanderete?
Diccelo tu, che sei uno scienziato mi dice Aldo che mi sembra un po contrariato.
Non sono uno scienziato rispondo mi tengo informato. Ti chiedo solo di lasciare da parte, per un
attimo, le motivazioni divine e ascolta, poi mi dirai.
La far un po lunga continuo ma necessario per capire come stanno le cose. Abbiamo molto
tempo stamattina, visto che siamo tutti pensionati. Se volete andiamo a sederci al bar cos stiamo
pi comodi.
Bene. Ci sono due tipi di oggetti che cadono sulla Terra: gli asteroidi e le comete.
Lasteroide formato da rocce ed privo di acqua. Proviene dalla parte interna (pi vicina al Sole, a
circa 300 milioni di km dal Sole) della cintura degli asteroidi compresa tra Marte e Giove.
Le comete sono formate per il 50% della loro massa da ghiaccio dacqua e provengono dalla parte
pi esterna della cintura, tra i 400 e i 500 milioni di km dal Sole.
Cosa vuol dire mi domanda Nicola.
Apparentemente lacqua non dovrebbe provenire dalla fascia degli asteroidi che non la contengono
spiego ma la questione pi complicata.
Per fare un po di chiarezza dobbiamo parlare un attimo dellidrogeno che la chiave che risolve il
mistero e dei suoi isotopi.
Lidrogeno presente in gran quantit
nelluniverso. In natura esistono tre isotopi
dellidrogeno (che ha numero atomico Z=1).
Lidrogeno propriamente detto (H) con numero
di massa A=1, il deuterio (D) con A=2 e il trizio
(T) con A=3.
Le molecole di acqua pi abbondanti sono
quelle di formula chimica H2O e, in misura
minore, HDO.
Sulla Terra su 6667 molecole, 1 del tipo HDO. Nellacqua presente sugli asteroidi (condriti) su
6667 molecole dacqua, 1 del tipo HDO. Nellacqua che proviene dalle comete, su 6667
molecole, 2 sono del tipo HDO.
La cosa interessante che le molecole di tipo HDO sono le pi stabili nelluniverso rimanendo
invariate per milioni di anni.
Non ho capito nulla mi interrompe Nicola.
Lasciami spiegare rispondo.
Gli scienziati hanno analizzato campioni provenienti da 85 condriti carboniose (un particolare tipo

di meteoriti caduti sulla Terra), e sono riusciti a dimostrare che esse probabilmente non si
formarono nelle stesse regioni del Sistema Solare delle comete, perch hanno un contenuto di
deuterio molto pi basso. Il team suggerisce che le condriti carbonacee si siano formate nella fascia
di asteroidi che esiste tra le orbite di Marte e Giove.
Quindi, si ritiene che la maggior parte degli elementi volatili sulla Terra arriv da una variet di
condriti, non dalle comete.
In definitiva interviene Luigi gli oggetti che si sono formati pi lontano dovrebbero
generalmente avere un contenuto di deuterio pi alto rispetto a quelli formatisi vicino al Sole.
Allo stesso modo, gli oggetti che si sono formati nelle stesse regioni devono avere composizioni
isotopiche simili allidrogeno.
Da questo si dedurrebbe che lacqua sulla Terra deriva da questi asteroidi chiamati condriti perch
hanno lo stesso contenuto di deuterio.
Esatto rispondo ma ci sono ancora delle cose che andrebbero spiegate per bene per avere un
quadro completo su questo mistero.
I dubbi derivano dalla considerazione che gli asteroidi provenienti dalla fascia interna non
contengono acqua. Eppure gli studi ci dicono che lacqua trasportata sulla Terra non pu che
arrivare dalla fascia degli asteroidi da un particolare tipo di asteroidi del tipo carbonifero in base al
basso rapporto deuterio su idrogeno.
Inoltre secondo la teoria corrente una volta che il Sole ha acceso la sua luce, il vento solare avrebbe
spazzato via gli elementi pi leggeri, come lidrogeno e lelio, dalle regioni vicine, lasciando nelle
sue vicinanze solo materiali pesanti che hanno dato origine ai mondi rocciosi, Terra e cintura degli
asteroidi comprese.
A questo punto i miei amici mi guardano in silenzio aspettando un chiarimento mentre io sorseggio
con calma il mio latte macchiato e mordicchio il mio gustoso bombolone alla crema.

Lorigine dellacqua sulla Terra Parte seconda

Come si sono formati gli oceani? Da dove venuta lacqua che scorre nei nostri rubinetti?
Sembra certo che sia piovuta dal cielo sotto forma di ghiaccio dagli asteroidi.
Ma da dove?
La questione tuttora aperta.
Dallanalisi dellidrogeno nelle molecole dacqua e nella fattispecie del contenuto del deuterio, un
suo isotopo, nelle meteoriti di tipo condriti carbonifere, gli scienziati hanno dedotto che lacqua non
arriva dalle regioni estreme del sistema solare trasportata dalle comete, ma dalla zone interna del
sistema solare dove risiede la fascia degli asteroidi.
Ma proprio cos? mi domanda Nicola.
Non lo so. So che i pianeti nelle immediate vicinanze al Sole, come la Tera, non potevano contenere
elementi volativi a causa dellalta temperatura nel periodo della loro formazione. N potevano
venire dalle zone dei pianeti giganti che li avevano assorbiti spinti dal vento solare. N tanto meno
lacqua poteva essere trasportata sotto forma di ghiaccio dalle comete provenienti dalla fascia di
Kuiper, estrema regione del sistema solare, per la bassa probabilit di collisione con la Terra.
Allora?
La risposta pi semplice che gli scienziati hanno saputo dare la provenienza dalla fascia degli
asteroidi, la regione di spazio compresa tra Marte e Giove. Le analisi isotoposcopiche degli
asteroidi primordiali lo dimostrerebbero.
Questo significa che in tempi remoti tutti gli asteroidi contenenti acqua ghiacciata sono caduti sulla
Terra lasciando in quella fascia solo pezzi e pezzettini di roccia e qualche abbozzo di pianeta.
Allora chi ha spinto questi asteroidi sulla Terra? Cerano davvero cos tanti asteroidi da riempire
dacqua la Terra? Perch ora questa cintura priva dacqua? mi domanda ancora Nicola.

Gran bella domanda Nicola rispondo.


La spiegazione pi plausibile che sia stato il pianeta Giove la causa di tutto questo interviene
Luigi.
Quello che dici tu Luigi- intervengo sembra essere la causa.
Infatti si ritiene che la grande azione gravitazionale esercitata dal pianeta Giove nei suoi
cambiamenti orbitali primordiali abbia disperso il 99% della massa iniziale della fascia degli
asteroidi che and persa nei primi 100 milioni di anni di vita del Sistema Solare ogni qual volta
Giove entrava in risonanza con il Sole.
Attualmente la massa di questa fascia composta essenzialmente da quattro asteroidi, Cerere,
Vesta, Pallade, Igea. I restanti corpi hanno dimensioni pi ridotte, fino a quelle di un granello di
polvere tanto che una astronave la attraverserebbe senza problemi.
Ho sentito abbastanza di questa storia interviene Aldo come se non aspettava altro per intervenire.
Quello che dici sono solo ipotesi di scienziati che tuttora non sono capaci di giungere ad una
spiegazione certa. Insomma solo fantasie. La verit che dietro tutto questo, anche se non lo volete
ammettere, c solo la mano di un essere superiore che ha dato ordine a tutto.
Non ti scaldare troppo risponde Luigi nessuno ce lha con la teoria della creazione divina, ma
non ti farebbe male ascoltare anche altre versioni di gente che spende la loro vita studiando
luniverso per conoscere le nostre origini.
Giusto. Ora non ci rimane cha dare spiegare alla presenza dellacqua nel nostro sistema solare
riprendo nella mia esposizione.
Lacqua presente in moltissimi luoghi del Sistema Solare: nei ghiacci delle comete, negli oceani
terrestri, nelle lune ghiacciate dei pianeti giganti, nelle zone in ombra di Mercurio, e non solo.
Ghiaccio dacqua stato trovato intorno a giganti gassosi.
Lacqua ha lasciato segni del suo passaggio nei meteoriti, nei crateri lunari e nelle rocce di Marte e
soprattutto la sua presenza ha facilitato lemergere della vita sulla Terra.
C di pi, gli scienziati hanno trovato deboli firme di tali nubi intorno alla nana bruna W0855.
Per la prima volta, quindi, gli astronomi hanno scoperto nubi di ghiaccio dacqua, come quelle che
avvolgono la Terra, attorno ad un corpo celeste debole al di fuori del nostro sistema solare.
La scoperta che si riferisce allatmosfera della nana bruna WISE 0855, a circa 7,2 anni luce dalla
Terra proverebbe lesistenza di nubi di ghiaccio dacqua aliene, fredde come il Polo Nord.
Per anni, gli scienziati hanno cercato di capire se lacqua contenuta nel nostro Sistema Solare
provenisse dal ghiaccio che veniva ionizzato dal Sole mentre i pianeti si formavano attorno ad esso,
o se essa avesse avuto origine nella freddissima nube molecolare che ha preceduto la nascita della
nostra stella.
Secondo una teoria, il ghiaccio dacqua di tutti questi corpi si sarebbe formato allinterno del disco
protoplanetario di gas e polveri che circondava il Sole allepoca della sua nascita, mentre unipotesi
concorrente sostiene che avrebbe avuto origine negli spazi interstellari.
Un recente studio, prova a rispondere alla domanda sullorigine dellH2O nel nostro sistema
planetario.
Un modello matematico in grado di ricostruire la storia chimica del deuterio (un isotopo
dellidrogeno presente nellacqua del Sistema Solare sin dalla formazione del Sole) ha mostrato che
lo scenario in cui lacqua aveva avuto origine dalla ionizzazione del ghiaccio da parte del Sole non

sarebbe stato attuabile.


Ecco la svolta.
I ricercatori hanno studiando le reazioni
chimiche che avevano luogo nei dischi
protoplanetari che formavano il neonato Sistema
Solare e grazie ad esse, sono stati in grado di
stimare la quantit di deuterio che sarebbe
contenuta oggi nel sistema nei due casi. I
risultati hanno mostrato che la ionizzazione del
ghiaccio da parte della nostra stella
semplicemente non sarebbe stata in grado di
giustificare i valori attuali di deuterio.

Lunica spiegazione rimasta, sostengono gli scienziati, che dellacqua, inizialmente contenuta nel
mezzo interstellare, sia riuscita a sopravvivere alla formazione del Sistema Solare e si sia
incorporata in una variet di precursori di corpi celesti, come ad esempio i dischi protoplanetari.
Ma questo non vale solo per il nostro Sistema Solare: i ricercatori sostengono infatti che se la
formazione del nostro sistema tipica, allora questo sarebbe valido per tutti gli altri sistemi
planetari giovani come il nostro, che avrebbero quindi accesso a una riserva di acqua al momento
della loro origine.
Tutto questo sta solo a dimostrare che la presenza dellacqua nelluniverso non casule ma voluta
proprio da una mente divina per dar vita agli esseri sulla Terra e magari in altri mondi interviene
Aldo, ammutolendo tutti noi.
Io propongo di farci una passeggiata lungomare interviene Luigi.
Credo che sia meglio cos rispondo approfittiamo della bella mattinata.
Con chi gioca il Milan domenica prossima? domanda Nicola.