Sei sulla pagina 1di 9

MISURA 227

Sostegno agli investimenti non produttivi - Foreste


Azione 3: alorizzazione !uristi"o-Ri"reativa dei #os"$i

I%!&R &%!I %&''A F(R&S!A )&MA%IA'& R&*I(%A'&


MASS&RIA RUSS('I

R&'A+I(%&

)I SI%!&SI

PREMESSA
Il Programma di Sviluppo Rurale della Regione Puglia 2007/2013 , tra le varie misure, annovera la 227 Sostegno agli investimenti non produttivi - Foreste . In particolare lazione 3 Valorizzazione turistica-ricreativa del bosc i prevede investimenti in boschi governati a fustaia mediante la realizzazione di interventi finalizzati alla loro valorizzazione in termini di pubblica utilit mediante la realizzazione di sentieri attrezzati. Gli interventi ammissibili al finanziamento sono la realizzazione di percorsi naturalistici (percorso vita , ginnici (percorso salute e ricreativi (percorsi avventura , ma anche il recupero di piccoli ruderi per il rifugio della fauna selvatica, stanziale e migratoria. I percorsi naturalistici, ginnici e ricreativi rappresentano un elemento fondamentale ai fini della fruizione sostenibile del bosco. !ssi devono rispondere alle esigenze di osservazione, escursionismo, didattica, sport, rispettando rigorosamente lambiente. In particolare, le strutture e le tipologie costruttive, devono essere limitate al necessario ed essere concepite in modo che si inseriscano nel paesaggio col minimo impatto. I sentieri attrezzati, oltre a individuare interessanti spunti di riflessione di tipo didattico" ambientale, devono offrire la possibilit di far conoscere pi# parti di un territorio, senza alterarne le$uilibrio naturale. Gli elementi di arredo (panchine, staccionate, tabellazioni e segnaletica, aree sosta ecc. , devono essere funzionali alla fruizione dellarea interessata, nonch% funzionali alle attivit da svolgersi. Gli stessi devono essere ben visibili, in sintonia con lambiente in cui sono collocate. &anto premesso l'(I), ente gestore del patrimonio indisponibile forestale della (egione *uglia con +. ( 3,-./., nellambito delle attivit forestali, ha avviato una serie di iniziative finalizzate ad una corretta gestione del patrimonio forestale regionale miranti alla tutela, conservazione, valorizzazione e sviluppo dello stesso. *ertanto, in osse$uio al bando regionale pubblicato nel 01(* n. //2 del -,3,-./- l'.(.I.) si 4 candidata con una progettazione definitiva, collocandosi in graduatoria in posizione utile ed

ottenendo un finanziamento di

1.462.274,36, di cui 257.205,72 in provincia

di Taranto (17,58% del finanzia ento! e preci"a ente per la fore"ta de aniale re#ionale di $a""eria %u""oli.

1! "#$%RV%#$" PR%V"S$"
Il progetto da realizzarsi presso l'zienda (ussuli, in agro di 5rispiano e 6artina )ranca (&' , prevede i seguenti interventi7 (ealizzazione di un Parco &vventura, costituito da percorsi avventura, da posizionare nella pineta di pino d'leppo prossima alla 6asseria8 (ealizzazione di un Percorso #atura, sempre allinterno della stessa pineta di pino d'leppo8 Recupero di parti di trulli diroccati per esigenze didattico"faunistiche. +a 6asseria (ussoli, nel territorio di 5rispiano e di 6artina )ranca, in provincia di &aranto, 4 una realt aziendale regionale importante, con /9- ettari tra bosco, macchia mediterranea, seminativo ed ulivi secolari nel $uale spicca per eccellenza il 5entro di conservazione del patrimonio genetico dellasino di 6artina )ranca. +a finalit, $uindi, 4 $uella di offrire ai visitatori un ulteriore e sensibile miglioramento dellofferta ricreativa della 6asseria, da fruire durante il corso dellanno (situazioni meteorologiche permettendo , e richiamare a (ussoli gli amanti e gli appassionati di attivit ludico"sportive allaria aperta. +iniziativa, che permetter altres: un piacevole avvicinamento alla natura, in altri *aesi europei, come )rancia e ;vizzera in particolare, che rappresentano realt ormai consolidate, ha riscontrato notevole successo in $uanto trattasi di attivit a basso impatto ambientale. *eraltro, la realizzazione di un Parco avventura e di un Percorso didattico consentir di conoscere ed apprezzare la 6urgia tarantina e soprattutto lecosistema bosco e le attivit ad esso connesse. Il percorso, denominato *ercorso natura, da percorrere a piedi, sar realizzato su un tracciato esistente e sar dotato di cartelli indicatori che ne indicheranno le diverse specie vegetali presenti con le necessarie

motivazioni del loro inserimento nellambito della compagine boschiva e soprattutto di bacheche didattiche che illustreranno le tematiche salienti della tipologia bosco e degli asini di 6artina )ranca. Il percorso, inoltre, sar attrezzato con cestini porta rifiuto e sar delimitato da un lato da una staccionata direzionale del percorso in legno. 'nche la produzione di materiale divulgativo, $uale guida per coloro che fruiranno dei percorsi proposti, sar un strumento di conoscenza del territorio cos: come il recupero funzionale di alcuni trulli, nei pressi della 6asseria &arso, in agro di 6artina )ranca, permetter di valorizzare il patrimonio tipico della valle dItria, ossia il trullo.

&$'(%T( )(*)+,,(- 257.205,60

'&$" $%(#"(" "#$%RV%#$"


l percorsi natura saranno dei percorsi con scopo sia culturale che didattico da percorrere a piedi, su un tracciato esistente ed autoguidato, in parte, da una "taccionata in le#no e da frecce direzionali. +a staccionata sar realizzata in legno con paletti di castagno, con pali incrociati da - m di lunghezza e /."/- cm di diametro. I paletti saranno trattati con prodotti impregnanti, tagliati nelle misure necessarie, disposti a due file parallele ad incastro e fissati al suolo con materiali idonei allambiente. <urante il percorso una serie di cartelli indicatori illustreranno le diverse tematiche. In particolare il rilievo sar dato al posizionamento di .ac/ec/e didattic/e che avranno lo scopo di illustrare i principali aspetti connessi allambiente bosco mediante immagini disegnate e testi esplicativi. +a segnaletica che verr inserita seguir le direttive della (egolamento per lattuazione della (ete !scursionistica *ugliese. I temi che saranno trattati saranno8 La storia del bosco lambiente fisico del bosco; le funzioni del bosco; la flora del bosco; la fauna del bosco; i frutti del bosco; i pericoli per il bosco; gli incendi il comportamento del visitatore in bosco.

+a bacheca didattica sar fronte = retro7 da un lato sar posizionato il poster divulgativo serigrafico, che illustrer con disegni e descrizione sintetica i temi sopra citati, e, dallaltro, una serigrafia della foresta con la precisa ubicazione del percorso allinterno del complesso demaniale. +ungo il percorso, $uindi, si potranno meglio conoscere le varie associazioni vegetali, gli elementi della fauna locali, le attivit legate al bosco, ma anche precise norme di comportamento per il visitatore. I percorsi, inoltre, saranno attrezzati con aree di sosta allestite con tavoli e panche, portabici in legno, cestini porta rifiuti. Inoltre allinterno di alcune aree di sosta saranno posizionati dei giochi per bambini come ad esempio il ponte
6

mobile, gioco su molla, sartia a cavalletto, tunnel in listoni, giostra rotonda, palestra esagonale.

%sempio di tavolo in legno >erranno sistemati dei portabici in legno per accogliere in modo adeguato chi vuole raggiungere la foresta con le proprie bici e parcheggiarle in modo ordinato e senza pericoli. *articolare attenzione sar dedicata alla predisposizione della segnaletica in modo che il visitatore non venga lasciato a se stesso, ma guidato nellambito della )oresta.

%sempi di gioc i per bambini

I materiali da utilizzare, per tavoli panche e giostrine saranno legno, alluminio e ferro per garantire un idoneo inserimento ambientale. Gli attrezzi saranno realizzati in legno lamellare e,o massello impregnato a pressione con sali di rame (secondo le norme ('+ ?33.. in $uanto trattate a pressione allinterno di autoclavi.

Il Parco &vventura sar costituito da i seguenti percorsi7 /. Percorso con reti composto da n! 10 ateliers. &rattasi di un percorso adatto a bambini di et di -,3 anni.

-.

Percorso bab) composto da 1* ateliers. ;i tratta di un percorso adatto ai piccoli a partire dai - anni di et, che consente loro la possibilit di affrontare gli stessi ostacoli dei pi# grandi.

%sempio di parco avventura ;i prevede anche la realizzazione di una staccionata in legno, tabelle direzionali e bac ec e in legno con allinterno poster tematici dettaglianti le seguenti informazioni7 *unto di partenza, *unto di arrivo, +unghezza, <islivello, <escrizione del percorso, @orme comportamentali, @umeri utili in caso di soccorso, !d altre informazioni utili e necessarie8

%sempio di parco avventura