Sei sulla pagina 1di 2

18/10/13

Mitologia greca e latina, Melanippo, Meleagro

MITOLOGIA CLASSICA

home

dossier.net

motti latini

aforismi

grammatica

galateo

Mitologia greca e latina : lettera M

Melanippo, Meleagro.

SOMMA RI O
Mitologia classica: lettera A Mitologia classica: lettere B, C Mitologia classica: lettere D, E Mitologia classica: lettere F-I Mitologia classica: lettere L-N Mitologia classica: lettera O-Q Mitologia classica: lettere R, S Mitologia classica: lettere T -Z

MELANIPPO: 1. Figlio di Astaco tebano, era discendente della stirpe degli Sparti; durante la guerra dei Sette contro Tebe fu uno degli eroi che difesero la citt. Uccise Mecisteo, fratello d'Adrasto, e avendo ferito a morte l'eroe Tideo, Anfiarao gli tagli la testa e la gett al morente, il quale la addent; Atena, che aveva pensato di rendere Tideo immortale per il suo valore, inorridita lo lasci morire. Dante, che riprende l'episodio dalla Tebaide di Stazio, lo ricorda a proposito del conte Ugolino (Inferno , XXXII, 130-32). MELANIPPO: 2. Mitico giovane di Patrasso, in Acaia, am e sedusse la sacerdotessa Cometo presso l'altare del tempio di Artemide Triclaria. Artemide stessa uccise i due giovani nel suo tempio. Segu nel paese una tremenda epidemia, per far cessare la quale l'oracolo di Delfi impose che si offrissero ogni anno in sacrificio alla dea il pi bel giovane e la pi bella fanciulla. Questo orrendo tributo cess con l'arrivo in citt dell'eroe Euripilo.

aggiungimi ai siti preferiti imposta come home page

cerca nel sito - cerca nel web Cerca

SOMMA RI O DOSSI ER.NET


La prima pagina di Dossier.Net Impost a comunale immobili Guida ai cont rat t i di locazione Benefici fiscali per la prima casa Casa e principali norme fiscali I pi frequent i errori fiscali Pagine ut ili e calcolat rici online Migliaia di giochi online Il relax ed il t empo libero Video e musica di t ut t i i generi Migliaia di ricet t e da cucina I campionat i it aliani di calcio BlogSera, fat t i ed opinioni

MELEAGRO: principale eroe dell'Etolia, intorno al quale si concentrano tutti i miti della regione. Figlio di Eneo, re di Calidone, e di Altea, partecip alla spedizione degli Argonauti. Al ritorno spos Cleopatra, figlia di Ida. Avendo il padre, durante la sua assenza, trascurato il culto di Artemide, si vide devastate in punizione le terre da un terribile cinghiale. Eneo ordin al figlio di affrontarlo, e Meleagro, organizz la caccia con l'aiuto dei pi abili e coraggiosi principi greci, fra cui Peleo ed Eurizione, Ida e Linceo, Telamone, Teseo, Castore e Polideuce, Anfiarao, gli zii materni Plessippo e Tosseo, e Atalanta, unica figlia di Iaso. Eneo intrattenne i cacciatori per nove giorni in festeggiamenti, promettendo che chiunque avesse ucciso la belva se ne sarebbe assicurato la pelle e le zanne. Il decimo giorno partirono tutti contro il cinghiale, non senza qualche resistenza da parte d'un certo numero di essi, che rifiutavano di aver una donna nella loro schiera. Anceo e un buon numero di altri eroi vennero uccisi dalla crudele bestia, ma infine Atalanta vers il primo sangue del cinghiale colpendolo con una freccia all'orecchio, mentre Anfiarao riusc ad accecare la belva dopo di lei. Teseo, che aveva lanciato un giavellotto a vuoto, stava per essere travolto, allorch Meleagro conficc il giavellotto nel ventre del cinghiale e lo trafisse con un colpo di lancia che gli giunse al cuore. Meleagro ricevette, secondo l'uso, le spoglie che egli don ad Atalanta, essendo innamorato di lei. Gli zii di Meleagro furono molto offesi. Il maggiore, Plessippo, protest dicendo che Meleagro meritava la pelle per s e che, se la rifiutava, bisognava assegnarla alla persona pi autorevole tra i presenti, cio a Plessippo stesso, come cognato di Eneo. Suo fratello minore, Tosseo, lo appoggi. Meleagro, in un impeto d'ira, li uccise entrambi. Altea, disperata per la morte dei fratelli, maledisse allora il figlio, il che gli imped di difendere Calidone quando gli altri due zii superstiti dichiararono guerra alla citt e uccisero molti dei suoi abitanti. Infine sua moglie Cleopatra lo indusse a prendere le armi ed egli uccise anche questi due zii, bench fossero protetti da Apollo; allora le Moire consigliarono ad Altea di prendere dal cofano il tizzone spento e di gettarlo sul fuoco. Meleagro sent un improvviso bruciore agli intestini e i nemici lo sopraffecero facilmente. Altea e Cleopatra si impiccarono e Artemide trasform tutte le gementi sorelle di Meleagro, salvo due, in galline faraone, e le port nell'isola di Lero, dimora dei malviventi. Secondo un'altra versione del mito, quando Meleagro comp i sette anni, le Moire apparvero nella stanza di Altea e le annunciarono che il ragazzo avrebbe potuto vivere soltanto finch un certo tizzone del focolare non si fosse consumato. Altea tolse subito quel tizzone dal fuoco, lo spense e lo nascose in un cofano. Ma quando le giunse la notizia dell'uccisione dei fratelli, nell'ira Altea gett nelle fiamme il tizzone, e Meleagro, appena esso fu consumato, mor. Un'ulterione versione del mito, pi antica di quelle riportate, narra come dopo l'uccisione del cinghiale, sorgesse, per opera di Artemide, una disputa per le sue spoglie fra Etoli e Cureti: i primi
1/2

mitologia.dossier.net/meleagro.html#meleagro

18/10/13
Port alini: dal met eo ai t elefoni

Mitologia greca e latina, Melanippo, Meleagro

riuscirono vincitori finch Meleagro li aiut, poi, maledetto dalla madre per aver ucciso un fratello di lei, Meleagro si ritir, e allora gli Etoli ebbero la peggio. Ma per le preghiere della sposa Cleopatra, Meleagro ritorn nella lotta, salvando gli Etoli, ma scomparendo nella mischia. Fra le altre imprese riferite a Meleagro, si cita che i pastori di Corito scoprirono, esposto sul monte Partenio, il figlio neonato di Atalanta che essa aveva avuto da Meleagro; lo chiamarono Partenopeo, che significa "figlio di una vergine violata", perch Atalanta pretendeva d'essere ancora vergine. In Colchide, Meleagro lott accanto agli Argonauti e uccise il re Eete. Ai giochi funebri per le esequie di Pelia, vinse la gara di lancio del giavellotto. Quando Eracle discese al Tartaro per catturare il cane Cerbero, incocc una freccia per colpire Meleagro che indossava una splendida armatura, Meleagro rise e disse all'eroe che non aveva nulla da temere dai morti e conversarono amichevolmente per un po'. Infine Eracle gli promise di sposare la sua sorella, Deianira.

OPERA REALIZZATA IN ESCLUSIVA PER DOSSIER.NET - RIPRODUZIONE VIETATA. XHTML - CSS.

WEB DESIGN CURATO DA FLASH GALLERY

mitologia.dossier.net/meleagro.html#meleagro

2/2