Sei sulla pagina 1di 2

18/10/13

Mitologia greca e latina, Molorco, Momo, Mopso, Morfeo

MITOLOGIA CLASSICA

home

dossier.net

motti latini

aforismi

grammatica

galateo

Mitologia greca e latina : lettera M

Molorco, Momo, Mopso, Morfeo.

SOMMA RI O
Mitologia classica: lettera A Mitologia classica: lettere B, C Mitologia classica: lettere D, E Mitologia classica: lettere F-I Mitologia classica: lettere L-N Mitologia classica: lettera O-Q Mitologia classica: lettere R, S Mitologia classica: lettere T -Z

MOLORCO: pastore di Cleone, vicino a Nemea, il quale ospit Eracle che si accingeva a compiere la prima Fatica: uccidere il leone Nemeo che devastava l'intera regione. Giunto a Cleone, tra Corinto e Argo, Eracle alloggi nella casa del pastore chiamato Molorco, il cui figlio era stato ucciso dal leone. Il pastore gi si preparava a offrire un capro a Era come sacrificio propiziatorio, ma l'eroe lo trattenne e gli disse: "Aspetta trenta giorni. Se ritorner sano e salvo sacrificherai a Zeus Salvatore; se no sacrificherai a me siccome a eroe!" Con la carcassa del leone sulle spalle, Eracle ritorn a Cleone; vi giunse al trentesimo giorno e trov Molorco sul punto di offrirgli un sacrificio eroico; invece, sacrificarono assieme a Zeus Salvatore. Molorco fond la vicina citt di Molorca e piant il Bosco Nemeo, dove ora si svolgono i Giochi Nemei.

aggiungimi ai siti preferiti imposta come home page

MOMO: divinit minore dell'Olimpo graco. Figlio del Sonno e della Notte, era personificazione del sarcasmo e dello scherzo crudele. Si vuole che gli di, irritati per il suo comportamento, lo cacciassero dall'Olimpo. Una leggenda narra che, avendo un giorno Atena, Poseidone ed Efeso sottoposto al suo giudizio tre loro opere, la casa, il toro e l'uomo, Momo le criticasse tutte e tre: la casa, perch non si pu trasportarla da un luogo all'altro, il toro perch ha le corna ai lati della testa anzich sulla fronte e perci pi scomode per colpire, e l'uomo infine perch non ha nel petto una finestra che permetta di sapere cosa c' nel suo cuore. Era raffigurato come un nano, calvo, nudo e con una maschera in mano. Non trovando nessun difetto in Afrodite, si mise a dire che i sandali della dea scricchiolavano.

cerca nel sito - cerca nel web Cerca

SOMMA RI O DOSSI ER.NET


La prima pagina di Dossier.Net Impost a comunale immobili Guida ai cont rat t i di locazione Benefici fiscali per la prima casa Casa e principali norme fiscali I pi frequent i errori fiscali Pagine ut ili e calcolat rici online Migliaia di giochi online Il relax ed il t empo libero Video e musica di t ut t i i generi Migliaia di ricet t e da cucina I campionat i it aliani di calcio BlogSera, fat t i ed opinioni

MOPSO: 1. Eroe greco intorno al quale si hanno versioni diverse. E' detto Lapita di Ecalia, figlio di Ampige e della ninfa Cloride, uno di coloro che presero parte alla caccia di Calidone, alla lotta violenta scatenatasi fra i Centauri e i Lapiti al matrimonio di Peritoo con Ippodamia, ai giochi funebri celebrati per le esequie di Pelia, e alla spedizione degli Argonauti, tra i quali compiva l'ufficio di indovino. Durante la navigazione degli Argonauti, pos il piede su un serpente libico che lo morsic al tallone: una fitta nebbia scese sui suoi occhi e mor tra spasimi atroci. Gli Argonauti gli tributarono onori funebri come si conviene a un eroe. MOPSO: 2. Gli antichi distinguevano un secondo Mopso, figlio di Apollo e di Manto, figlia di Tiresia. Una tradizione lo considerava come figlio di Racio, re della Caria, che Manto aveva incontrato uscendo dal tempio di Delfi, e che era stato cos designato dal dio come suo sposo. A Claro, fondata da Manto, Mopso divenne profeta di Apollo; a Colofone e a Mallo nella Cilicia aveva oracoli e culto di eroe. Famoso indovino, fu causa della morte dell'indovino Calcante. A Colofone vi era un fico selvatico coperto di frutti e Calcante, sperando di mettere Mopso in imbarazzo, lo sfid chiedendogli di dire esattamente quanti fichi saranno raccolti da quell'albero. Mopso rispose che l'albero avrebbe dato dapprima diecimila fichi, poi uno staio di fichi accuratamente pesati, e infine sarebbe rimasto un fico solo sui rami. Calcante rise ironicamente all'idea di quell'ultimo fico, ma quando l'albero fu spogliato dai suoi frutti, la predizione di Mopso si rivel esattissima. Mopso vide una scrofa gravida, e chiese a Calcante quanti lattonzoli di ciascun sesso si celavano nel ventre e quando si sarebbe sgravata. "Otto lattonzoli e tutti maschi, e la scrofa partorir tra otto giorni", rispose Calcante a caso, sperando di poter ripartire prima che la sua predizione si scoprisse falsa. Mopso subito replic: "Secondo me nasceranno tre lattonzoli, di cui solo uno maschio, domattina all'ora sesta, non un minuto prima, non un minuto dopo". Mopso ebbe ragione ancora una volta e Calcante mor di crepacuore. I suoi compagni lo seppellirono a Nozio. Mopso e Anfiloco avevano fondato la citt di Mallo in Cilicia e quando Anfiloco si ritir nella sua citt natale di Argo Anfilochia, Mopso divenne l'unico sovrano. Alfiloco, dopo dodici mesi, ritorn a Mallo certo di poter riassumere i poteri, ma Mopso gli intim di andarsene. I Malli, imbarazzati e sgomenti, proposero di risolvere la vertenza con un duello. I rivali si affrontarono e morirono tutti e due per le ferite riportate. I roghi funebri furono disposti in modo che Mopso e Anfiloco non potessero scambiarsi insulti durante la cremazione, ma inspiegabilmente le loro ombre si
1/2

mitologia.dossier.net/molorco.html#morfeo

18/10/13
Port alini: dal met eo ai t elefoni

Mitologia greca e latina, Molorco, Momo, Mopso, Morfeo

legarono di profonda amicizia e istituirono un oracolo in comune; tale oracolo ha ora fama di essere pi veridico di quello di Delfi.

MORFEO: era la divinit dei sogni per gli antichi che collegarono il suo nome con la parola greca che significa la "forma"; per, siccone genealogicamente derivava dalla Notte, sembra migliore interpretazione quella che lo collega con Hypnos ("buio"). Figlio e ministro del Sonno (Ipno ) si mostrava mandato dal padre ai dormienti sotto l'aspetto di qualche persona nota per fare rivelazioni, o per suggerire consigli, o per dare notizie. Era raffigurato come un vecchio, con una corona di papaveri e una cornucopia, provvisto di ali con le quali giungeva senza essere avvertito. Tra i numerosi suoi fratelli, Fantaso fa apparire ai dormienti case e paesaggi, Fobetore (o Icelo) assume nelle sue apparizioni ai dormienti forme di animali.

OPERA REALIZZATA IN ESCLUSIVA PER DOSSIER.NET - RIPRODUZIONE VIETATA. XHTML - CSS.

WEB DESIGN CURATO DA FLASH GALLERY

mitologia.dossier.net/molorco.html#morfeo

2/2