Sei sulla pagina 1di 2

01/11/13

Mitologia greca e latina, Elle, Elleno, Empuse, Endimione

MITOLOGIA CLASSICA

home

dossier.net

motti latini

aforismi

grammatica

galateo

Mitologia greca e latina : lettera E

Elle, Elleno, Empuse, Endimione.

SOMMA RI O
Mitologia classica: lettera A Mitologia classica: lettere B, C Mitologia classica: lettere D, E Mitologia classica: lettere F-I Mitologia classica: lettere L-N Mitologia classica: lettera O-Q Mitologia classica: lettere R, S Mitologia classica: lettere T -Z

ELLE: figlia d'Atamante e di Nefele, e sorella di Frisso e Leucone. Con Frisso, fugg su un aureo ariete alato che doveva salvarli dalla morte e dall'odio della loro matrigna, Ino. Ma, mentre Frisso giunse sano e salvo in Colchide alla corte del re Eete, Elle, colta da vertigini, cadde in mare, nello stretto chiamato Ellespondo ("il Mare d'Elle", oggi Mare di Marmara) in suo onore. Un'altra leggenda racconta che Elle non anneg, ma fu salvata da Poseidone, il quale la am e la rese madre di tre figli,Peone, Edono e Almopo. Altri ancora dicono che Frisso ed Elle erano figli di Nefele e di Issione. Un giorno, mentre vagavano in un bosco, la loro madre li assal in preda alla frenesia bacchica, guidando un ariete d'oro per le corna. Disse che l'animale era figlio della loro cugina Teofane. Questa aveva tanti pretendenti, e Poseidone mut lei in pecora e se stesso in ariete, e la copr sull'isola di Crumissia. La piccola Elle chiese alla madre che cosa accadde ai pretendenti, e la madre le rispose che divennero lupi e ululavano per Teofane tutta la notte. Poi ordin di salire tutti e due sull'ariete, di galoppare verso il regno della Colchide, dove regnava Eete, figlio di Elio, e di sacrificate l'animale ad Ares, non appena arrivati. Frisso segu le strane istruzioni della madre e appese poi il vello d'oro nel tempio di Ares in Colchide, dove fu custodito da un drago.

aggiungimi ai siti preferiti imposta come home page

cerca nel sito - cerca nel web Cerca

SOMMA RI O DOSSI ER.NET


La prima pagina di Dossier.Net Impost a comunale immobili Guida ai cont rat t i di locazione Benefici fiscali per la prima casa Casa e principali norme fiscali I pi frequent i errori fiscali Pagine ut ili e calcolat rici online Migliaia di giochi online Il relax ed il t empo libero Video e musica di t ut t i i generi Migliaia di ricet t e da cucina I campionat i it aliani di calcio BlogSera, fat t i ed opinioni

ELLENO: figlio maggiore di Deucalione e di Pirra. Diede il suo nome agli Elleni, originariamente ristretto a una piccola parte dei Tessali, ma pi tardi applicato a tutti i Greci. Spos la ninfa Orseide e si stabil a Ftia in Tessaglia, dove il suo figlio maggiore, Eolo, gli succedette. Il pi giovane dei figli di Elleno, Doro, emigr sul monte Parnaso dove fond la prima comunit di Dori. Il secondo figlio, Suto, si era gi rifugiato ad Atene perch accusato di furto dai suoi fratelli, e col spos Creusa, figlia di Eretteo, che gli gener Ione e Acheo. E cos i pi famosi popoli ellenici, e cio gli Ioni, gli Eoli, gli Achei e i Dori, discendevano tutti da Elleno. Ma Suto non ebbe fortuna ad Atene; quando fu proclamato arbitro della successione al trono dopo la morte di Eretteo, egli dichiar che il suo cognato pi anziano, Cecrope Secondo, era il legittimo erede. La decisione non fu approvata dal popolo e Suto, condannato all'esilio, mor a Egialo, ora Acaia.

EMPUSE: erano figlie di Ecate, demonesse impudiche, avevano natiche d'asino e portavano sandali di bronzo. Si divertivano a terrorizzare i viandanti e avevano la facolt di mutarsi in vacche, in cagne o in belle fanciulle e, in quest'ultima forma, si giacevano con gli uomini la notte o durante la siesta pomeridiana, per succhiare le loro forze vitali portandoli alla morte. L'unico modo per liberarsi di loro era quello di prorompere in insulti, poich all'udirli esse fuggivano con alte strida.

mitologia.dossier.net/elleno.html#elle

1/2

01/11/13
Port alini: dal met eo ai t elefoni

Mitologia greca e latina, Elle, Elleno, Empuse, Endimione

ENDIMIONE: giovane pastore di particolare bellezza, figlio d'Etlio e di Calice, oppure dello stesso Zeus. Eolico di razza sebbene cario d'origine, strapp a Climeno il trono di Elide e si dice che avesse conquistato Olimpia al suo dominio. Sua moglie, nota con molti nomi diversi, come Ifianassa, Iperippa, Cromia e Neide, gli diede tre figli, Peone, Epeo ed Etolo, e una figlia, Euricide. Egli ebbe anche cinquanta figlie da Selene (la Luna), che si era perdutamente innamorata di lui. Per decidere la successione al trono fece partecipare i figli a una
corsa che venne vinta da Epeo. La leggenda pi celebre racconta i suoi amori con Selene. Endimione giaceva addormentato in una grotta del monte Latmo in Caria allorch Selene lo vide per la prima volta, si sdrai al suo fianco e dolcemente gli baci gli occhi chiusi. In seguito, come taluni narrano, egli ritorn nella stessa grotta e cadde in un sonno senza sogni, dal quale non si ridest mai pi. Ci accadde forse per sua volont, poich lo terrorizzava l'idea di invecchiare; o forse perch Zeus lo sospettava di intessere un intrigo amoroso con Era; o forse perch Selene preferiva baciare il suo corpo inerte anzich essere oggetto della sua troppo feconda passione. In ogni caso, Endimione serb intatto il fiore della giovinezza. Secondo un'altra versione del mito, Zeus diede a Endimione la possibilit di realizzare un desiderio ed egli scelse di dormire per l'eternit senza invecchiare. La popolazione di Eraclea, in Caria, nei pressi di Latmo, gli dedic un altare. In Elide si diceva che Endimione fosse sepolto a Olimpia.

OPERA REALIZZATA IN ESCLUSIVA PER DOSSIER.NET - RIPRODUZIONE VIETATA. XHTML - CSS.

WEB DESIGN CURATO DA FLASH GALLERY

mitologia.dossier.net/elleno.html#elle

2/2