Sei sulla pagina 1di 39

1

Teoria matematica dei nodi, fisica quantistica, teoria di


stringa

(connessioni con i numeri di Fibonacci, di Lie e i numeri
di partizione)

Parte Prima

Michele Nardelli, Francesco Di Noto
Gruppo B. Riemann

Abstract


In this paper we show some possible connections between
knot theory and string theory, based on Fibonaccis numbers,
Lie numbers and partition of numbers.


Riassunto

Qui mostriamo qualche possibile relazione tra la teoria di
stringa e teoria matematica dei nodi, tramite la comune
connessione con i numeri di Fibonacci , di Lie e i numeri di
partizione



Sul sito del quotidiano Il sole -24 ORE
www.ilsole24ore.com/art/...10.../nodi-stringhe-fisica-085759_PRN.shtml
si parla
2
della teoria dei nodi in fisica, e anche sulledizione cartacea
del 20.10.2013 c un articolo di Umberto Bottazzini, Nodi
e stringhe della fisica, con una lezione a Milano del fisico
Edward Witten, noto studioso delle stringhe, e reperibile sul
web alla omonima voce su Google. Incuriositi dalla notizia
per il nostro interesse circa le teorie di stringa con la quale
la teoria dei nodi sembra interconnessa, e con il sospetto
che centrassero in qualche modo i numeri di Fibonacci (e
poi anche i numeri di Lie e le partizioni di un numero),
abbiamo trovato un documento adatto al nostro scopo, e
che riportiamo integralmente:
Nodo nell'Enciclopedia Treccani
www.treccani.it Enciclopedia

avendovi trovato un sia pur timida connessione con i numeri di
Fibonacci (e le partizioni di un numero n), gi trovati anche nelle
teorie di stringa. Evidenziamo in rosso tale possibile connessione
(e in blu un riferimento alla classificazione completa), che poi
vedremo meglio in apposita tabella.

2. Teoria dei nodi
In topologia, studia le propriet geometriche, in particolare i gruppi di omotopia dellinsieme
complementare in R
3
, di un o circuito annodato , ossia di una curva semplice chiusa non riducibile
con deformazione continua a una circonferenza (n. banale ). Tutti i n. sono omeomorfi tra loro,
tuttavia a causa della diversa maniera con cui si immergono in R
3
essi vengono classificati in tipi di
n. equivalenti o dello stesso tipo, che si possono cio corrispondere mediante un omeomorfismo. La
proiezione ortogonale su un piano permette di classificare i diversi tipi di n.: ne esistono un solo
tipo per i n. con 3 o 4 autointersezioni (sul piano), 2 e 3 tipi per quelli con 5 o 6
autointersezioni, 7 e 21 per quelli con 7 o 8 autointersezioni rispettivamente (in fig. 2 sono dati
alcuni esempi). Tuttavia, anche se stato possibile distinguere i vari tipi con al massimo 10
autointersezioni, una classificazione completa di tutti i possibili casi tuttora sconosciuta. A
partire dagli anni 1980, la teoria dei n. ha mostrato, oltre al notevole interesse intrinseco, un numero
sempre crescente di punti di contatto con svariate problematiche della fisica. Ci non sorprende, se
si considera che la teoria dei n. ha avuto origine proprio da un problema di fisica. Nel 19 sec. lord
Kelvin ide una teoria, la cosiddetta teoria degli atomi vortice, in cui gli atomi erano considerati
come mulinelli (vortici) nelletere (onnipervasivo substrato fluido dello spazio a tre dimensioni).
Kelvin immaginava questi mulinelli come anelli di fumo che fossero annodati individualmente ed
eventualmente luno con laltro a formare le molecole. Questa teoria coinvolse alcuni matematici in
un progetto per la compilazione di tavole di tutti i n. topologicamente distinti. La teoria degli atomi
3
vortice scomparve quando la teoria di Einstein della relativit speciale e i risultati dellesperimento
di Michelson-Morley mostrarono che lo spazio vuoto, qualunque ne fosse la natura, non poteva
essere considerato analogo a un fluido onnipervasivo.
La correlazione tra la teoria dei n. e la fisica moderna fu stabilita allinizio degli anni 1980, quando
L.H. Kauffman riusc a trovare il modo di descrivere il polinomio di Alexander (e pi tardi il
polinomio di Jones) nella forma di una funzione di partizione della meccanica statistica, e V. Jones
scopr invarianti del tutto nuovi di n. e link (un link lunione di un numero finito di n. che non
abbiano tratti di corda in comune), direttamente correlati a problemi di meccanica statistica. Pochi
anni pi tardi, E. Witten mostr come tutte queste costruzioni potessero essere comprese in termini
di teoria quantistica dei campi, dando con ci origine al nuovo settore di studio riguardante la
topologia quantistica e la teoria topologica dei campi quantizzati.
Come possiamo notare facilmente , tutte le coppie di numeri
segnati in rosso riguardano uno dei numeri di Fibonacci
2,3,5,8,21 (non figura per il numero 13)
Ma con la voce d Wikipedia Nodo primo, troviamo la seguente
tabella:
I nodi primi pi semplici
I nodi primi sono generalmente descritti tramite diagrammi, con ordine crescente di incroci. Il nodo
primo pi semplice in questa descrizione il nodo a trifoglio con 3 incroci, seguito dal nodo a otto
con quattro incroci. La tabella seguente mostra il numero di nodi primi con incroci.

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10
Numero di nodi primi con incroci 0 0 1 1 2 3 7 21 49 165

Dove si nota la connessione con la nostra tabella riepilogativa,
infatti 8 il numero di incroci (autointersezioni) connesso a 21,
numero di nodi primi, con 8 e 21 numeri di Fibonacci; per 9
incroci si hanno 49 nodi, e con 10 incroci si hanno 165 nodi. La
connessione con Fibonacci da noi ipotizzata si allenta sempre pi
(49 non numero di Fibonacci e nemmeno 165)


4


TABELLA 2

Tipi
Numero di
nodi
Autointersezioni
(incroci)

Numeri di
Fibonacci in
numero di nodi
o
immediatamente
precedenti
Numeri di
Fibonacci in
numero di
nodi o
differenze
1 3 o 4 1 3
2 e 3 5 o 6 2 e 3 5
7 e 21 7 o 8 7 8 e 21 8
49 9 34 49-34 = 15
13
165 10 144 165-144= 21


Ora possiamo creare una nuova tabella, TABELLA 3, con i
rapporti successivi tra numero di nodi e numero di incroci, per
vedere landamento medio della loro crescita:





5

TABELLA 3
Numero di nodi
N(n)
Numero di incroci n Rapporti successivi
r = N(n) /n
0 1 -
0 2 -
1 3 0,33
1 4 0,25
2 5 0,4
3 6 0,5
7 7 1
21 8 2,62
49 9 5,44
165 10 16,5
435 ? 11 39,6 ? Vedi sotto
1188 ? 12 99 ?

Notiamo che a partire da Nn = n = 7, il rapporto raggiunge e poi
supera lunit, e poi cresce mediamente e proporzionalmente a
circa 2,4*r
val. stimati valori reali
Infatti 1*2,4 = 2,4 2,65 = r
2,65 * 2,4 = 6,36 5,44 = r
5,44*2,4 = 13,05 16,5 = r
16,5*2,4 = 39,6 ? valore reale di r
41,25 *2,4 = 99 ? valore reale di r

6
Dai quali si risale ad N(n) per n = 11 ed n = 12, moltiplicandolo
per 11 e 12, ottenendo i valori stimati N(n) 435 e 1188
rispettivamente per n =11 ed n =12.

Ma lasciamo per un momento la serie Fibonacci, e passiamo alle
partizioni, poich la serie dei numeri Nn, numero dei nodi,
somiglia stranamente alla serie numerica dei numeri di partizione
p(N), e cio N(n) p(n). Confrontiamo le due colonne fino ad n =
10


1 2 3 4 5 6 7 8 9 10
Numero di nodi primi con incroci 0 0 1 1 2 3 7 21 49 165
Numero di partizioni fino ad n = 10 1 1 2 3 5 7 11 15 22 30
Tale somiglianza si limita fino ad n = 8, poi le due serie si
allontanano per n = 9 per n =10
Per i valori successivi, 11 e 12, abbiamo i valori stimati 435 e
1188 che come valori di partizioni, abbiamo 435 come circa media
aritmetica tra i numeri di partizione 385 e 490, infatti:
(385+490)/2 = 875/2 = 437,5 435 valore stimato per n = 11.
Idem per 1188, come media tra 1002 e 1255, infatti (1002 +
1255)/2 = 2257/2 = 1128 1188 valore stimato per n = 12.
Ma anche i valori precedenti di N(n) possono approssimarsi a
medie aritmetiche di numeri di partizioni:
49 = (42 + 56)/2 = 98/2 = 49
165 = (135 + 176)/2 = 311/2 = 155,5 165
7
Ma anche i numeri N(n) precedenti pi piccoli possono essere
media di numeri di partizione



1 2 3 4 5 6 7 8 9 10
Numero di nodi primi con incroci 0 0 1 1 2 3 7 21 49 165
Numero di partizioni fino ad n = 10 1 1 2 3 5 7 11 15 22 30


Vedi lista seguente con le coppie dei numeri di partizioni in blu
interessati alle medie aritmetiche, sebbene 1, 2, e 3 e 7 sono essi
stessi numeri di partizione
1 = (1+1)/2 = 1
2 = (2+3)/2 = 5/2 = 2,5 2
3 =(2+3)/2 = 5/2 = 2,5 3
7=(5+7)/2 = 12/2= 6 7
21 = (15+30)/2 = 45/2 = 22,5 21
Per 49 e 165 vedi sopra
Praticamente, una coppia si e una coppia no da origine ad una
media che molto vicina ad un numero N(n)

1, 1, 2, 3, 5, 7, 11, 15, 22, 30, 42, 56, 77, 101, 135, 176, 231, 297, 385, 490,
627, 792, 1002, 1255, 1575, 1958, 2436, 3010, 3718, 4565, 5604, 6842, 8349,
10143, 12310, 14883, 17977, 21637, 26015, 31185, 37338, 44583, 53174, 63261,
75175, 89134, 105558, 124754, 147273, 173525
8
La prossima coppia, per n = 13 incroci, dovrebbe essere 2436 e
3010 con media (2436 + 3010)/2 = 5446 = 2723, invece
99*2,4*13 = 3088, che molto vicino a 3010 numero di partizione:
per n = 14, avremo 99*2,4*2,4 *14 = 7983,36 (6842 +8349)/2
= 15191/2 = 7595,5, si ritorna ad una media aritmetica, ma con
una coppia non pi alternata.
Ne possiamo dedurre che i numeri N(n) hanno una curva
logaritmica simile a quella delle partizioni, solo che i suoi
valori, tranne quelli iniziali 1, 2, 3, 7, sono molto spesso circa
una media di due numeri di partizioni consecutivi, ma i valori di n
incroci di N(n) ed n di p(n) partizioni non coincidono
perfettamente, e si presenta il problema di connetterli;
chiamiamoli rispettivamente n ed n, e cerchiamo la possibile
connessione, anche per trovare il modo di andare a ritroso:
ponendo n il numero degli incroci, risalire al numero di nodi che
abbiano n incroci ciascuno, allo scopo di trovare una via, sia pure
approssimativa, alla classificazione completa dei nodi.

Per esempio, vogliamo sapere quanti sono , approssimativamente,
i nodi con 13 incroci. Lo abbiamo stimato in 3088, molto vicino al
numero di partizione 3010, con n = 27, poich 3010 il
27numero di partizione


0 0 1 1 2 3 7 21 49 165


9
. A000041 as a simple table
n

a(n)
0

1
1

1
2

2
3

3
4

5
5

7
6

11
7

15
8

22
9

30
10

42
11

56
12

77
13

101
14

135
15

176
16

231
17

297
18

385
19

490
20

627
21

792
22

1002
23

1255
24

1575
25

1958
26

2436
27

3010
28

3718
29

4565
30

5604
31

6842
32

8349
33

10143
34

12310
35

14883
36

17977
37

21637
38

26015
39

31185
10
40

37338
41

44583
42

53174
43

63261
44

75175
45

89134
46

105558
47

124754
48

147273
49

173525
E ora si ritorna ai numeri di Fibonacci o loro medie, poich n di
p(n) , prima colonna della lista OEIS, costeggia la serie di
Fibonacci 1,2,3,5 8, 10 13, 2221, 27 media 27,5 tra 21 e 34,
3134, e cos via. Per n = 13 incroci, se la nostra stima risultasse
esatta, n di n(p) dovrebbe essere circa 27 come media tra 21 e
34.

Vediamo ora un confronto tra n incroci e ed n di partizioni









11

TABELLA 4
n di N(n)
(numero di incroci)
n di p(n) Fibon.
corrispondente
N(n)
reale e stimato
0 0 0
1 0 0
2 0 0
3 1 1
4 1 1
5 2 2
6 3 3
7 5 7
8 8 21
9 10 media 8 e 13 49
10 1413 165
11 18 media 13 e 21 435?
12 22 21 1188?
13 27 media 21 e 34 3088?
14 31 34 7983?


Il rapporto n/n cresce lentamente da 1 per i primi numeri, a 2,21
tra 31 e 14, per cui poco utile per essere utilizzato al fine di
trovare n di N(n) a partire da un numero di Fibonacci o una loro
media (con una curva grafica si potrebbe fare di meglio). Ma
potrebbe essere utile il rapporto n/n



12
TABELLA 5
n connesso alle
partizioni
n incroci n/n reale o stimato
0 1 -
0 2 -
1 3 0,33
1 4 0,25
2 5 0,40
3 6 0,50
5 7 0,71
8 8 1
10 9 1,11
14 10 1,4
18 11 1,63
22 12 1,83
27 13 2,07
31 14 2,21
Osservazione: la
parte decimale
cresce mediamente
di 0,2
36 15 2,4 ?
41 16 2,6?

Potrebbe essere utile anche linverso: ad un numero di Fibonacci
f o una loro media f , il f-esimo numero di partizione, al quale
corrisponde un numero approssimativo N(n) di numero di nodi
con n incroci, e trovando n nel possibile grafico dei rapporti n/n .
Abbiamo n f /r, n f/r . Se per esempio prendiamo 31
numero prossimo al numero 34 di Fibonacci, troviamo nella lista
OEIS sopra riportata che il 31 numero di partizioni 6842
13
( N(n) stimato ) vicino ad un N(n) pi preciso, 7983 ,
corrispondente a n = incroci, 14 , corrispondente al rapporto
31/2,21 , infatti n = f/r = 31/2.21 = 14,02 14 dei rapporti n/n.
Per losservazione in tabella, il prossimo rapporto sarebbe 2,4, che
per 15 fa 36, il 36 numero di partizione 17977numero prossimo
o come media con il successivo 21637, e quindi (17977+ 21637)/2
= 39614/2 = 19807 circa il numero di nodi con 15 incroci.
Facciamo un esempio con numeri reali. Prendiamo il numero di
Fibonacci n= 13. Il 13 numero di partizione 101. Poich nella
curva dei rapporti 13 si trova a circa 1,3, dividendo 13/1.3
abbiamo 10 , corrispondente a N(n) = 165 valore reale. Altro
esempio di problema pratico: vogliamo sapere quanti sono i nodi
N(n) con n = 16 incroci. Moltiplichiamo 16 *2.6 = 41.6 (con 2.6
dalla tabella per r), e otteniamo 41,6 = compreso tra 41 e 42. Il
41 numero di partizione 44583, il 42 53174 (da tabella
OEIS). Probabilmente, N(16) sar compreso tra tali due numeri ,
o vicino alla loro media (44583 + 53174) /2 = 97757/2 = 48878, 5.
Non molto per una classificazione completa dei nodi (numeri di
nodi con n incroci), ma potrebbe essere un primo tentativo,
seppure non ancora deterministico ma solo probabilistico, in tal
senso. La connessione con le partizioni p(n) dovuta al fatto che
esse sono tutti i possibili modi in cui un numero intero n pu
essere scritto come somma di numeri pi piccoli; mentre il numero
di nodi N(n) sono tutti i possibili nodi con un numero n di incroci
. Come abbiamo visto, tali numeri N(n) sono essi stessi numeri di
partizioni, come 1, 2, 3, 7, o prossimi alla media tra due numeri di
partizioni. Solo che il problema dei nodi un po pi difficile,
poich mentre per le partizioni ci sono gi formule
deterministiche, per il numero di nodi N(n) con n incroci ancora
non ce ne sono. Questo lavoro potrebbe aiutare i matematici in tal
senso, e in caso di successo, ne seguiranno possibili miglioramenti
nelle teorie di stringhe.
14
Qui il confronto, interessante, a conferma di quanto sopra, con i
numeri di Fibonacci, di Lie e soprattutto, dei numeri di partizioni:
Numero di nodi N(n) con lequazione preferita dalla natura
n
2
+ n + 1
che d i numeri di Lie, molto vicini ai numeri di Fibonacci e ai
numeri di partizione. Numero di nodi in rosso



1 2 3 4 5 6 7 8 9 10
Numero di nodi primi con incroci 0 0 1 1 2 3 7 21 49 165

TABELLA 6

Fibonacci Numeri di Lie Numero di partizioni
1 1 1
1 1
2 2
3 3 3
5 5
8 7 7 7
13 13 11, 15
21 21 22 21
34 31 30
55 57 42, 56 media
(42+56)/2= 49
89 91 77, 101
144 133 135, 176 media
(135+176)/2 =
155,5 165
233 240 231



15
Come vediamo, tutti i primi numeri noti di N(n), numero di nodi
per n incroci, coincidono, o sono vicinissimi, o sono medie di
numeri di partizioni (e, in misura minore, anche ai numeri di
Fibonacci e ai numeri di Lie). Ampliando ancora la tabella, sar
cos anche per i successivi numeri di nodi con n incroci che
saranno scoperti e contati in futuro.

Questa la nostra ipotesi di base, che connette la teoria dei nodi
alle partizioni e , pi in generale, alle teorie di stringa, come si
accenna nellintervita ad Eward Witten citata allinizio. Il modo
in cui cresce il numero di nodi N(n) al crescere degli incroci n,
potrebbe essere utile ad approfondire la relazione tra la teoria
matematica dei nodi e le teorie di stringa.
Conclusioni prima parte
Constatata la suddetta evidente relazione tra tipi di nodi e serie di
Fibonacci F(n), dei numeri di Lie e delle partizioni di numeri
p(n), tramite formule e varie tabelle, soprattutto la Tabella 6
finale, lasciamo agli esperti di fisica e matematica delle stringhe
e della teoria dei nodi la classificazione completa di tutti i
possibili casi, che potrebbe essere facilitata in qualche modo dalle
nostre Tabelle.
Per inciso, vogliamo qui ricordare che abbiamo scoperto come
cresce il numero di partizioni p(n) al crescere di n: il rapporto tra
un numero di partizioni p(n) e il numero di partizioni precedente
p(n-1) sempre pi piccolo, e tende a 1 al crescere di n; il che
significa che p(n) cresce sempre pi lentamente al crescere di n:

p(n) / (pn-1) 1 per n

Invece per i numeri N(n) il rapporto successivo tra due numeri
consecutivi di circa, mediamente, 2,36

16



N(n) N(n-1) r =N(n) / N(n-1) da
1 in poi
1 1 1
2 1 2
3 2 1,5
7 3 2,3
21 7 3
49 21 2,33
165 49 3,36
435 165 2,63
1188 435 2,73
3088 1188 2,59
7983 3088 2,58


Media degli ultimi valori (stimati) 2,63; media totale 2,36;
rapporto 2,718/2,36= 1,1516
8
718 , 2 = 1,13
Quindi sembra essere coinvolto in qualche modo il numero e =
2,718, frequente in molte formule di fisica.
Approfondiremo la cosa in eventuali nuovi lavori sullargomento



17



Riferimenti

Tutti gli articoli recenti sul nostro sito che riguardano la teoria
di stringa e la successione di Fibonacci come Lequazione
preferita dalla natura, ecc.
1) Wikipedia Teoria dei nodi
La teoria dei nodi una branca della topologia, a sua volta branca della matematica, che si occupa
di nodi, ovvero di curve chiuse intrecciate nello spazio. La teoria ha applicazioni in fisica
subatomica, chimica supramolecolare e biologia.


Fregio del cancello del dipartimento di matematica di Cambridge.
Per i suoi stretti legami con lo studio delle variet di basse dimensioni (1, 2, 3 e 4), la teoria dei nodi
spesso considerata una branca della topologia della dimensione bassa.


2) Wikipedia Nodo primo
18
I nodi primi pi semplici
I nodi primi sono generalmente descritti tramite diagrammi, con ordine crescente di incroci. Il nodo
primo pi semplice in questa descrizione il nodo a trifoglio con 3 incroci, seguito dal nodo a otto
con quattro incroci. La tabella seguente mostra il numero di nodi primi con incroci.



1 2 3 4 5 6 7 8 9 10
Numero di nodi primi con incroci 0 0 1 1 2 3 7 21 49 165


3) Nodi e stringhe della fisica sul sito de Il Sole 24 Ore, dal
quale riportiamo brevemente

Ancora nelle pi avanzate regioni di confine tra matematica e fisica, nella interazione tra teoria dei
quanti, teoria delle stringhe e teoria matematica dei nodi si collocano le sue ricerche pi
recenti. Un nodo un oggetto familiare e a prima vista non sembra offrire argomento di interesse
matematico. Umberto Bottazzini - Il Sole 24 Ore - leggi su http://24o.it/hfOqI



Teoria dei nodi.

Parte seconda.

Michele Nardelli, Pierfrancesco Roggero, Francesco Di Noto

Abstract

In this second part we show other observations about Knots Theory
19

Riassunto

In questa seconda parte approfondiremo il nostro precedente
lavoro (Rif. 1)


Unificando le liste dei vari numeri potenzialmente connessi

con N(n), numeri di nodi con n incroci, abbiamo la seguente

tabella generale, seguita da nostre nuove osservazioni rispetto

al nostro precedente lavoro (Teoria matematica dei

nodi, Rif. 1)

TABELLA 1


1 2 3 4 5 6 7 8 9 10
Numero N(n) di nodi primi con incroci 0 0 1 1 2 3 7 21 49 165
Numeri di Fibonacci 0 1 1 2 3 5 8 13 21 34
Numeri di partizioni 1 1 2 3 5 7 11 15 22 30
Numeri di Lie 1 3 7 13 21 31 43 57 73 91
Come vediamo, inizialmente le tre serie sono molto vicini, e connessi
alla formula della geometria proiettiva n^2 + n +1 che da i numeri di
Lie 1 3 7 13 21 31 43 57, in cui 3, 7, 21 sono anche numeri N(n)
Vedi lavori precedente (Rif. 1)
Vediamo ora con la piramide dei numeri (alla base dellequazione
20
preferita dalla natura) , con i numeri N(n) in rosso)




1
2 3
4 5 6
7 8 9 10
11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21
1,3,7,21 sono numeri di Lie, ma non lo sono poi 49 e 165
I numeri di Fibonacci sono in verde

1
2 3
4 5 6
7 8 9 10
11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21


21
I numeri di partizione sono in blu



1
2 3
4 5 6
7 8 9 10
11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31 32 33 34 35 36


Per i numeri di Lie, in lilla , abbiamo questa piramide

1
2 3
4 5 6
7 8 9 10
11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21
22
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31 32 33 34 35 36
37 38 39 40 41 42 43 44 45

Come vediamo, nelle quattro piramidi di numeri consecutivi sono
ovviamente compresi i vari numeri interessati, ma in una posizione
preferenziale verso il lati esterni, pi raramente verso linterno.
Pi significativa e utile invece la piramide dei numeri dispari, con la
verticale centrale contenente i quadrati dispari 1, 9, 25, mentre i
quadrati Pari sono medie dei due numeri centrali, per es.
16 = (15+17)/2
1
3 5
7 9 11
13 15 17 19
21 23 25 27 29
31 33 35 37 39 41
43 45 47 49 51 53 55

In questa piramide, i numeri N(n) dispari, in rosso sono inizialmente
tutti sulla diagonale sinistra, tranne il 49 quadrato perfetto, si trova
sulla verticale centrale. Per i primi, tranne 49, i numeri N(n) sono
23
quindi della forma n^2 +n +1 per n = 0, 1, 2, 4. Per 49, abbiamo
solo 7^2 quadrato perfetto, Per 165, invece abbiamo n =12, poich
12^2+12 +1 = 144 +12 +1 =157, prossimo a 165, con differenza
165 - 157 = 8. Ma n =12, mentre n di N(n) = 10
I vari n sono quindi 0, 1 ,2, 3, 4, 7, 12
La successione 0, 1, 2, 3, 4, 7 , 12 costeggia da vicino la serie di
Fibonacci, con 4, 7 e 12 differenti di una sola unit con numeri di
Fibonacci, infatti 4 = 5 - 1, 7 = 8 - 1, 12 = 13 - 1
Potrebbe essere questa una relazione dei numeri di nodi N(n) con i
numeri di Fibonacci , da approfondire quando si conosceranno
esattamente i futuri numeri N(n). Per la relazione con le partizioni di
numeri vedi Rif. 1, il nostro lavoro precedente, dove abbiamo visto che
essi sono connessi al n esimo numero di partizioni ,
N(n) n- esimo numero di partizione, o ad una media tra questo e il
successivo, per esempio 49 in modo esatto e 165 in modo
approssimativo.
49 anche quasi la media tra i due numeri di Lie 43 e 57. infatti
(43+57)/2 = 50 = 49 +1, con 43 e 57 rispettivamente 7 e 8 numero di
Lie. 49 il 9 numero di nodi, mentre la media perfetta del 10 e
dell11 numero di partizione, e cio di 42 e 56, molto vicini ai numeri
di Lie 43 e 57.
10

42
24
11

56
(estratto dalla lista OEIS dei numeri di partizioni).
Facendo la media tra 7, 8, 10 e 11, abbiamo n = 9 per cui 49 il
numero di nodi per n = 9 incroci.
Ma per numeri maggiori di nodi tale tentativo non funziona per
molto bene. Circa la vicinanza dei numeri N(n) a numeri di Fibonacci,
di Lie e soprattutto partizioni di numeri, osserviamo le parti decimali
de i numeri N(n) , in quanto quella dei numeri di Fibonacci tende, sia
pure irregolarmente, a 0,40, quella di Lie a 0,50 e quella dei numeri di
partizioni a 0,60, il che significa che tutti e tre i tipi di numeri si
trovano quasi tutti nella fascia centrale (dal 40% al 60%) degli
intervalli tra due quadrati successivi, fascia evidentemente preferita
dalla Natura per scegliere i numeri con i quali regola i suoi fenomeni
vedi Lequazione preferita dalla Natura sul nostro sito).
TABELLA 2
N(n) fino ad n =10:
0 0 1 1 2 3 7 21 49 165

N(n) N(n) Osservazioni
0 0
0 0
1 1
1 1
2 1,41
25
3 1,73 > 0,50
5 2,23
7 2,64 > 0,50
21 4,58 > 0,50
49 7,00 (= 1, per 6^2=36)
165 12,84 > 0,50


La media a partire da 1,41, la seguente:
(0,41+0,73+0,23+0,64+0,58 + 1 + 0,84 = 4,43 /7 = 0,63, maggiore di
0,60 e quindi leggermente maggiore della media 0,60 per i numeri di
partizioni, e quindi una nuova possibile connessione con questi
numeri: i numeri N(n) dei nodi con n incroci sono leggermente pi
grandi dei numeri di partizioni p(n).

Ulteriori tabelle con nuovi numeri N(n) reali per n > 10
confermeranno tale tendenza , sottolineando ancora la connessione dei
numeri di nodi con n incroci e le partizioni di numeri, anche questi
presenti in natura come i numeri di Fibonacci e i numeri di Lie (questi
presenti nel numero di dimensioni dei gruppi di simmetria importanti
in fisica e nel Modello Standard).

Riportiamo la tabella finale del Rif. 1, leggermente modificata, per
ricordare tale possibile relazione, emersa gi con i soli primi dieci
valori gi noti di N(n):
26




TABELLA 6

Fibonacci Numeri di Lie Numero di partizioni
1 1 1
1 1
2 2
3 3 3
5 5
8 7 7 7
13 13 11, 15
21 21 22 21
34 31 30
55 57 42, 56 media
(42+56)/2= 49 > 42
89 91 77, 101
144 133 135, 176 media
(135+176)/2 =
155,5 165 > 135
233 240 231



Come vediamo, tutti i primi numeri noti di N(n), numero di nodi
per n incroci, coincidono, o sono vicinissimi, o sono medie di
numeri di partizioni (e, in misura minore, anche ai numeri di
Fibonacci e ai numeri di Lie). Ampliando ancora la tabella, sar
cos anche per i successivi numero di nodi con n incroci che
saranno scoperti e contati in futuro.
27

Questa la nostra ipotesi di base, che connette la teoria dei nodi
alle partizioni e , pi in generale, alle teorie di stringa, come si
accenna nellintervista ad Edward Witten citata allinizio. Il modo
in cui cresce il numero di nodi N(n) al crescere degli incroci n,
potrebbe essere utile ad approfondire la relazione tra la teoria
matematica dei nodi e le teorie di stringa.
Conclusioni seconda parte.

Possiamo terminare dicendo che le novit riportate in questa

seconda parte confermano le conclusioni della parte

precedente (Rif. 1) sulla possibile relazione tra nodi n, incroci

e numero N(n) di nodi con n incroci e particolarmente con le

partizioni di numeri .


Nota 1


Riprendiamo la Tabella 1:

TABELLA 1


1 2 3 4 5 6 7 8 9 10
Numero N(n) di nodi primi con incroci 0 0 1 1 2 3 7 21 49 165
Numeri di Fibonacci 0 1 1 2 3 5 8 13 21 34
Numeri di partizioni 1 1 2 3 5 7 11 15 22 30
Numeri di Lie 1 3 7 13 21 31 43 57 73 91
28

Riguardo il numero N(n) di nodi, i numeri 2 e 3 sono anche numeri di
Fibonacci e numeri di partizioni e 3 anche numero di Lie. Il 7
numero di partizioni e numero di Lie e somma dei due numeri di
Fibonacci 2 e 5. Il 21 numero di Fibonacci e numero di Lie, ed
anche la somma dei tre numeri di partizione 1, 5 e 15. Il 49 dato
dalla media dei due numeri di Lie 91 e 7 ((91 + 7)/2 = 98/2 = 49) ed
anche la media tra il 10 e l11 numero di partizione, cio tra 42 e 56
(42+56 = 98; 98/2 = 49). Il 49, inoltre, anche la somma dei tre numeri
di Fibonacci 2, 13 e 34. Infine, 165 dato dalla somma dei due numeri
di Fibonacci 144 + 21 = 165 e dalla somma dei tre numeri di Lie 91, 43
e 31 (91+43+31 = 165). Il 165 anche la somma del 9 numero di
partizione, 30, e del 14 numero di partizione 135 (135+30 = 165).

Nota 2
Analizziamo le liste pi complete dei numeri dei nodi e dei numeri di
partizioni.
A002863 as a simple table
Lista pi completa numero dei nodi
n

a(n)
1

0
2

0
3

1
4

1
5

2
6

3
7

7
8

21
9

49
10

165
11

552
12

2176
13

9988
14

46972
15

253293
29
16

1388705
[0,0,1,1,2,3,7,21,49,165,552,2176,9988,46972,
253293,1388705]
A000041 as a simple table

Notiamo che l11 numero di nodi 552 molto vicino a quello da noi
stimato (435, differenza 117). Mentre per il 12, il 13 ed il 14 numero
di nodi abbiamo 2176 1188 * 2 (2376 diff. 200), quindi circa il doppio
del valore da noi stimato, 9988 3088 * 3 (9264 diff. 724), quindi circa
il triplo del valore da noi stimato ed infine 46972 7983 * 6 (47898
diff. 926), quindi circa il sestuplo del valore da noi stimato. Il 15
numero di nodi 253293, il valore da noi stimato era 19807 che circa
13 * 19807 = 257491. Il 16 numero di nodi 1388705, il valore da noi
stimato era 48878 che circa 28 * 48878 = 1368584.

Lista pi completa numero di partizioni
n

a(n)
0

1
1

1
2

2
3

3
4

5
5

7
6

11
7

15
8

22
9

30
10

42
11

56
12

77
13

101
14

135
15

176
16

231
17

297
18

385
19

490
20

627
30
21

792
22

1002
23

1255
24

1575
25

1958
26

2436
27

3010
28

3718
29

4565
30

5604
31

6842
32

8349
33

10143
34

12310
35

14883
36

17977
37

21637
38

26015
39

31185
40

37338
41

44583
42

53174
43

63261
44

75175
45

89134
46

105558
47

124754
48

147273
49

173525
[1,1,2,3,5,7,11,15,22,30,42,56,77,101,135,176,231,
297,385,490,627,792,1002,1255,1575,1958,2436,3010,
3718,4565,5604,6842,8349,10143,12310,14883,17977,
21637,26015,31185,37338,44583,53174,63261,75175,
89134,105558,124754,147273,173525]

Vediamo che 552 dato dalla somma dei numeri di partizione 176,
135, 101, 77, 56 e 7. Il numero 2176 dato dalla somma dei numeri di
partizione 1958, 176 e 42. Il numero 9988 dato dalla somma dei
numeri di partizione 8349, 1575, 42 e 22. Il numero 46972 dato dalla
somma dei numeri di partizione 37338, 8349, 1255 e 30. Il numero
31
253293 dato dalla somma dei numeri di partizione 147273, 105558,
385 e 77.


Quindi, dall11 al 15 numero di nodi abbiamo numeri
corrispondenti esattamente a somme di numeri di partizioni.
Mentre fino al 10 numero di nodi abbiamo numeri corrispondenti a
numeri di Fibonacci, di Lie e di partizioni (e/o loro medie e somme).


Per quanto concerne il polinomio di Jones inerente un nodo, il geniale fisico teorico
e matematico Edward Witten ha elaborato la seguente espressione:
( ) ( ) ( )


0
, exp K A Hol Tr ikCS D
R
(1)
Definiamo la funzione di Chern-Simons ( ) CS , per qualche connessione ,
possibilmente dal valore complesso, attraverso la seguente espressione:
( )

\
|
+ =
V
Tr x d CS

3
2
4
1
3
. (2)
Indicando con h il doppio del numero di Coxeter del gruppo di gauge G , possibile
scrivere una formula equivalente alla (2) nei termini di una traccia
ad
Tr nella
rappresentazione aggiunta di G
( )

\
|
+ =
V
ad
Tr x d
h
CS

3
2
8
1
3
. (3)
Inoltre, nella (1) il termine ( ) K A Hol Tr
R
, pu anche scriversi nel seguente modo:
( ) ( )

= =
K
R R R
A P Tr K A Hol Tr K W exp , . (4)

Quindi, la (1) pu riscriversi nel seguente modo:
[


0
exp ik D |

\
|
+

]
3
2
8
1
3
V
ad
Tr x d
h


K
R
A P Tr exp . (5)
32
Lazione di Chern-Simons per una teoria di gauge con un gruppo di gauge G (dove G
un gruppo di Lie compatto) ed un campo di gauge A su una variet tridimensionale
orientata W , pu essere scritta:

\
|
+ =
W
A A A dA A Tr
k
I
3
2
4
. (6)
Ricordiamo che nella teoria di gauge
YM
g la costante di accoppiamento di gauge e
langolo-theta della teoria di gauge. Lazione I della teoria 4 = N di super Yang-
Mills su una variet quadridimensionale V la somma di un termine proporzionale a
2
/ 1
YM
g , che contiene lenergia cinetica per tutti i campi, ed un termine proporzionale a
:


+ =
V V
kin
YM
F TrF x d i g x d
g
I

4
2
4
2
32
1
L . (7)
La parte di
kin
L che riguarda soltanto , A (in metrica Euclidea) :
[ ]
|

\
|
+ + + =
2 ,
,
2
1
2
1

R D D F F Tr
A
kin
L . (8)
Possiamo quindi connettere la (6) e la (7), ottenendo:
|

\
|
+ =

W
A A A dA A Tr
k
I
3
2
4

+
V V
kin
YM
F TrF x d i g x d
g

4
2
4
2
32
1
L . (9)
Allora, la (1) pu anche scriversi nel seguente modo:

+
0
exp
32
1
exp
4
2
4
2
K
R
V
kin
V
YM
A P Tr F TrF x d i g x d
g
ik DA

L , (10)
che connessa con la (5), quindi, in definitiva:
[


0
exp ik D |

\
|
+

]
3
2
8
1
3
V
ad
Tr x d
h

K
R
A P Tr exp

+
0
exp
32
1
exp
4
2
4
2
K
R
V
kin
V
YM
A P Tr F TrF x d i g x d
g
ik DA

L . (11)
Notiamo come nella (11) ci siano i numeri di Fibonacci 2, 3 ed 8 e che tale numero
connesso con i modi corrispondenti alle vibrazioni fisiche delle superstringhe
attraverso la seguente funzione di Ramanujan:


33

( )
(
(

|
|

\
|
+
+
|
|

\
|
+

(
(
(

4
2 7 10
4
2 11 10
log
'
142
'
cosh
' cos
log 4
3
1
8
2
'
'
4
0
'
2
2
w t
itw e
dx e
x
txw
anti
w
w
t
w x

.
Inoltre notiamo come 32 = 1 + 2 + 3 + 5 + 8 + 13 che sono tutti numeri di Fibonacci.
Abbiamo anche 32 = 24 + 8 dove 24 anchesso connesso con i modi corrispondenti
alle vibrazioni fisiche delle stringhe bosoniche attraverso laltra funzione di
Ramanujan:

( )
(
(

|
|

\
|
+
+
|
|

\
|
+

(
(
(

4
2 7 10
4
2 11 10
log
'
142
'
cosh
' cos
log 4
24
2
'
'
4
0
'
2
2
w t
itw e
dx e
x
txw
anti
w
w
t
w x

.

Sempre presente nella (5) , inoltre, il che connesso con la sezione aurea
attraverso le seguenti relazioni:


5
cos 2

= oppure
10
3
sin 2

=

Il legame tra e , ossia tra 3.14 e 0.618 , pu ottenersi anche dalla semplice
relazione:
arccos = 0.2879 ;
vale a dire

arccos 0.618 = 0.2879

che in radianti con luso della calcolatrice si effettua cos:

rad inv(cos) 0,61803398 = 0,9045569 e 0,2879 3,14159265 = 0,9044645.

Da cui notiamo come 0,90455 sia vicinissimo allaltro valore, cio 0,90446 con una
differenza 0,00009 trascurabilissima.


34

Riferimenti
1) Teoria dei nodi e i numeri di Fibonacci
Sul nostro sito http://nardelli.xoom.it/virgiliowizard/
2) Teoria dei nodi
Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
La teoria dei nodi una branca della topologia, a sua volta branca della matematica, che si occupa
di nodi, ovvero di curve chiuse intrecciate nello spazio. La teoria ha applicazioni in fisica
subatomica, chimica supramolecolare e biologia.


Fregio del cancello del dipartimento di matematica di Cambridge.
Per i suoi stretti legami con lo studio delle variet di basse dimensioni (1, 2, 3 e 4), la teoria dei
nodi spesso considerata una branca della topologia della dimensione bassa.





3) sito http://www.aromatic.com/rudi/026.pdf :

4) http://www.unimib.it/open/news/I-polinomi-che-governano-la-
complessita/6413442428496323404

I polinomi che governano la complessit
35

Grazie ai formidabili progressi fatti in questi ultimi anni, in particolare dalla teoria dei nodi,
ora possibile identificare e seguire nel tempo lannodamento e lo snodamento di filamenti
fluidi nello spazio. Semplici polinomi come x+x
3
x
-4
identificano in modo univoco ognuno
degli infiniti ed evanescenti nodi e legami che si formano nel fluido, a cui si associano poi
propriet dinamiche ed energetiche

5) The Jones Polynomial

http://math.berkeley.edu/~vfr/jones.pdf


6) Intervista a Vaughan Jones
di Francesco Vaccarino - Politecnico di Torino
da "La Stampa - Tuttoscienze" del 18 marzo 2009
http://areeweb.polito.it/didattica/polymath/htmlS/Interventi/Articoli/VaccarinoNodi/Vaccarin
oNod...

7)Nodi e fisica
Enciclopedia della Scienza e della Tecnica (2007)

di Louis H. Kauffman
http://www.treccani.it/enciclopedia/nodi-e-fisica_(Enciclopedia-della-Scienza-e-
della-Tecnica)/


8)Edward Witten A new look at the Jones Polynomial of a Knot Clay
Conference, Oxford, October 1, 2013


9)Edward Witten Fivebranes and Knots arXiv:1101.3216v2 [hep-th] -
11/08/2011



36
Nota finale su una nuova stima pi attendibile:
Osserviamo meglio il brano sulla divergenza tra le nostre stime i valori reali dall11
al 15 numero di nodi:
Notiamo che l11 numero di nodi 552 molto vicino a quello da noi
stimato (435, differenza 117). Mentre per il 12, il 13 ed il 14 numero
di nodi abbiamo 2176 1188 * 2 (2376 diff. 200), quindi circa il doppio
del valore da noi stimato, 9988 3088 * 3 (9264 diff. 724), quindi circa
il triplo del valore da noi stimato ed infine 46972 7983 * 6 (47898
diff. 926), quindi circa il sestuplo del valore da noi stimato. Il 15
numero di nodi 253293, il valore da noi stimato era 19807 che circa
13 * 19807 = 257491. Il 16 numero di nodi 1388705, il valore da noi
stimato era 48878 che circa 28 * 48878 = 1368584.


Quindi, dall11 al 15 numero di nodi abbiamo numeri
corrispondenti esattamente a somme di numeri di partizioni.
Mentre fino al 10 numero di nodi abbiamo numeri corrispondenti a
numeri di Fibonacci, di Lie e di partizioni (e/o loro medie e somme).



Notiamo che tale divergenza potrebbe essere legata, ancora una volta, ai numeri di
Fibonacci, come da seguente tabella:
nostra stima precedente
moltiplicata per i primi
numeri di Fibonacci
Numeri di Fibonacci Nuove stime pi
attendibili
11 numero
stima 435 valore reale552
Rapporto stimato reale
435/552 = 0,78 1
(1,26 1,618=1,27)
435* 1 = 435
435/1 = 435
435/0,78= 557,69

37
Differenza intera 5
12 numero
Stima 1188
valore reale 2176
2176/1188 = 1,83 2


2176/2 = 1088 1188
Differenza 100

13 numero
Stima 3088
valore reale
9988
3,23 3
3088*3 = 9264 diff.724
9988/3088 = 3,23
9988/3 = 3329
Differenza intera 241

14 numero
Stima 7983
reale 46972
46972/7983 = 5,88 5 46972/5 = 9394,4
Differenza intera 1411
46972/5,88= 7988

15 numero
Stima 19807
Valore reale 253293
253293/19807= 12,78 13
253293/13 = 19484
Differenza intera 323

16 numero
Stima 48878
Valore reale 1388705
1388705/48878 = 28,41 27
Media ar. tra 12 e 34 = 27,5
1388705/27 = 51433,51
Differenza intera
51433- 48878 = 2555

Dal 11 al 15 numero, quindi, un valore stimato v ancora pi attendibile
v = stima * numeri di Fibonacci successivi 1, 2, 3, 5,13, o loro medie, per es. 27 per
il 16 numero
Previsione di stima dei numeri di nodi per il 17 numero numero :
nostra stima precedente * 34 successivo numero di Fibonacci dopo la media 27, e
cosi via.

38
Ma riprendiamo la precedente tabella di pag. 16 e completiamola ora con i numeri
N(n) esatti, dall11 al 16


N(n) Valori reali
Valori stimati (in
rosso)
N(n-1) r =N(n) / N(n-1) da
1 in poi .Valori reali
Valori stimati(in
rosso)
1 1 1
2 1 2
3 2 1,5
7 3 2,33
21 7 3
49 21 2,33
165 (10) numero) 49 3,36
552 165 3,34
2176 552 3,94
9 988 2 176 4,59
46 972 9 988 4,70
253 293
46 972 5,39
1 388 705 253 293
5,48
1 388 705*6=8 332 230 1 388 705 6?
8332230*6,5=54159495 8 332 230 6,5 ?
54159495*7=379116465 54 159 495 7 ?
379 116 465*7,5=
2 843 373 487 intero
379116465 7,5?

In tal modo possiamo stimare con buona approssimazione i valori del 17, 18,
19 e 20 numero di nodi , e cio N(17), N(18), N(19) ed N (20), stimando i
rapporti tra uno di essi e il precedente, leggermente crescenti (mediamente di
circa 0,5 ad ogni nuova stima. Ulteriori calcoli per i valori reali confermeranno o
meno queste nostre attuali stime provvisorie, il 20 numero, per esempio, non
dovrebbe essere molto lontano dai tre miliardi di nodi con 20 incroci
39
Una stima per difetto potrebbe essere il prodotto tra un valore reale e lultimo
rapporto noto, per esempio 1388 705*5,48 = 7 610 103 intero, circa 8 332 230 del
valore stimato con il pi attendibile rapporto (ora anchesso stimato), e cio 6,
possibilmente pi vicino al valore reale