Sei sulla pagina 1di 30

1

I QUADRATI MAGICI



Gruppo B. Riemann*

Francesco Di Noto, Michele Nardelli, Pier Francesco Roggero

*Gruppo amatoriale per la ricerca matematica sui numeri primi, sulle
loro congetture e sulle loro connessioni con le teorie di stringa.



Abstract

In this paper we show the magic square and some connections with
Fibonaccis numbers and other considerations as the number of magic
square of an order not counting rotations and reflections.



2



1.QUADRATO MAGICO................................................................................................................... 7
1.1 PARTIZIONE DI UN INTERO .............................................................................................. 11
2. REGOLA PER DETERMINARE IL NUMERO DI QUADRATI MAGICI DI UN DATO
ORDINE............................................................................................................................................. 24
2.1 NUMERO DEI QUADRATI MAGICI PERFETTI DI ORDINE 4........................................ 25
2.2 FORMULA APPROSSIMATIVA PER CALCOLARE IL NUMERO DEI QUADRATI
MAGICI PERFETTI DI ORDINE O 5 ...................................................................................... 27
2.2.1 CONNESSIONI CON I NUMERI DI FIBONACCI............................................................ 28
3. RIFERIMENTI .............................................................................................................................. 30




3


Introduzione

Un po di storia sui quadrati magici . Dal Rif. 1 riportiamo:

Un po' di storia sui quadrati magici
(Simbolismi, credenze e poteri divinatori, ma, fortunatamente, non
solo...)

La configurazione del quadrato magico Lo Shu stata considerata un
simbolo dell'armonia universale: i numeri da 1 (l'inizio di tutte le cose)
a 9 (il completamento), ancora oggi, sono considerati benauguranti,
soprattutto il 5 centrale. La costante magica 15 si interpreta come la
durata di ciascuno dei 24 cicli dell'anno solare cinese. Nell'antica Cina
ci si ispirava a questo quadrato per progettare templi e citt suddivise
in 3 3 settori.
Il quadrato numerico divent uno dei simboli sacri della Cina e la
rappresentazione dei pi arcani misteri della Matematica e
dell'Universo.
Quella cinese non stata l'unica cultura a scorgere l'aspetto mistico
del Lo Shu. I quadrati magici in genere erano oggetti spirituali per gli
ind, i mussulmani, gli ebrei ed i cristiani. In Turchia ed in India, alle
vergini veniva chiesto di ricamare quadrati magici sulle tuniche dei
guerrieri. Si credeva che un quadrato magico posto sul ventre di una
donna in travaglio facilitasse il parto. Lo-Shu divent anche forma di
ornamento in ampie aree dell'Asia, assumendo un valore simbolico e
propiziatorio legato alla credenza che un quadrato magico inciso su
una piastra di metallo prezioso o nel cuoio, e portato al collo, potesse
proteggere da gravi malattie e calamit. Questa tradizione perdura
ancora oggi in alcuni paesi dell'Oriente, dove questi simboli vengono
incisi anche su utensili di uso quotidiano come ciotole e recipienti per
la conservazione di erbe o di pozioni medicinali.
L' ordine del quadrato Lo Shu (3X3), il pi semplice, cominci ad
"espandersi" e fecero la loro prima comparsa quadrati magici di
ordine pi grande (4X4, 5X5, ...10X10,...). Ampliando l'ordine, i
quadrati magici aumentavano di complessit combinatoria, ma, al
contempo, permettevano di celare "messaggi" e significati ancor pi
articolati e fantasiosi, pieni di "fascinoso" mistero.
4

Il primo quadrato magico di ordine 4 venne realizzato dall'astrologo
indiano Varahamihira nel VI secolo d.C, da l, l'ordine dei quadrati
non ebbe pi alcun limite.
I quadrati magici erano ben noti ai matematici arabi probabilmente
fin dal settimo secolo, quando questi entrarono in contatto con la
cultura indiana e quella sud-asiatica. Impararono la matematica e
l'astronomia indiane, comprese altre funzioni della Matematica
combinatoria.
I quadrati magici furono importati in Europa durante il Medioevo e il
loro influsso esoterico e la scia di misticismo cinese ed indo-arabo
contribuirono ad alimentare teorie e congetture. Sembrava che grazie
a queste griglie numeriche si potesse spiegare qualsiasi fenomeno
dell'universo sia materiale che umano.
Per gli astrologi e gli studiosi di magia, poi, avevano speciali significati;
cos per Cornelio Agrippa il quadrato magico di ordine 1
simboleggiava l'unit e l'eternit, l'inesistenza del quadrato magico di
ordine 2 indicava l'imperfezione dei quattro elementi, mentre i sette
quadrati magici degli ordini da 3 a 9 rappresentavano i sette pianeti
allora conosciuti (la numerazione stata assegnata rispettando
l'ordine della sequenza planetaria nel sistema magico caldeo: 3 Giove,
4 Saturno, 5 Marte, 6 Sole, 7 Venere, 8 Mercurio, 9 Luna).
Durante il rinascimento forte fu il connubio con l'arte e numerosi
artisti inserirono nelle loro opere quadrati di ordine diverso; incisioni
o rappresentazioni su tela a cui i quadrati davano un alone di
simbolismo e misticismo, rendendo l'opera stessa un "pensiero" da
decifrare.
"E' facile prendersi gioco della predisposizione dei nostri antenati per
l'occulto,eppure l'uomo moderno pu capire il fascino esercitato dai
quadrati magici.
Semplice e sottilmente complesso al contempo, un quadrato magico
come un mantra numerico, un oggetto che si pu contemplare
all'infinito, un'espressione isolata di ordine in un mondo disordinato",
scrive Alex Bellos nel suo Il meraviglioso mondo dei numeri (Enaudi).
Bisogna attendere il 1300 per avere una prima vera analisi sui
quadrati magici da un punto di vista meramente matematico.
Analizzando il lavoro dell'arabo Al-Buni, l'erudito bizantino greco
Manuel Moschopoulos (circa 1265 - 1316) scrisse un trattato
matematico a proposito dei quadrati magici, andando oltre il
5

misticismo dei suoi predecessori. Si pensa che Moschopoulos fu il
primo occidentale ad occuparsi dell'argomento. Intorno alla met del
XV secolo, l'italiano Luca Pacioli studi queste strutture e raccolse
tantissimi esempi. Si cominciava cos a dare la giusta interpretazione
della struttura logico-matematica di queste griglie di numeri.
Nel 1599 Diego Palomino pubblic a Madrid un'opera sui quadrati
magici, ma non indic alcun procedimento generale per costruirli. Un
elegante metodo per trovare quelli di ordine dispari fu pubblicato nel
1612 da C. G. Bachet nei suoi Problmes plaisant. Quello pubblicato
nel 1691 dal De La Loubere non ne differisce in maniera particolare.
Un procedimento per la costruzione dei quadrati di ordine pari fu
dato da B. Frenicle De Bessy in un'opera pubblicata nel 1693; in essa
si trovano elencati gli 880 quadrati magici di ordine 4. Le
pubblicazioni sui quadrati magici divennero, poi, sempre pi frequenti
ed cos che apparvero le Rcrations di Ozanam, il Trait des
quarrs sublimes di Poignard (Bruxelles, 1704) e varie memorie di L.
Eulero.
Nel 1838 ci fu l'opera di Violle Trait complet des carrs magiques
pairs et impairs, simplex et composs, a bordures, compartiments,
chassis, querre, etc., suivi d'un trait des cubes magiques, in due
volumi. Dal 1866 videro la luce diversi studi come quelli di A. H. Frost
ed M. Frolow, mentre nel 1894 E. Maillet pubblic le sue ricerche per
una teoria generale dei quadrati magici fondata sulla teoria generale
delle sostituzioni di "n" lettere. G. Arnoux pubblic Les espaces
arithmtiques hypermagiques (Parigi, 1894), in cui espose un metodo
notevole per la costruzione dei quadrati magici d'ordine primo, poi
esteso da A. Margossian in De l'ordonnance des nombres dans les
carrs magiques impairs (Parigi, 1908) al caso di ordine composto
qualunque.
Oggi, grazie anche a Martin Gardner, che ne ha data ampia diffusione
nei suoi articoli su "Scientific American" prima e nel suo Enigmi e
giochi matematici poi, i quadrati magici sono diventati parte
fondamentale di quella branca della Matematica che va sotto il nome
di Matematica Ricreativa. Molti giochi, test, quiz ed enigmi
matematici sono stati "creati" e molti libri su questi argomenti sono
stati scritti, quasi tutti contemplano i quadrati magici o una loro
particolare riformulazione, a dimostrazione dell'importante aspetto
ludico s, ma anche logico-didattico, che le griglie numeriche
6

ricoprono.



1 X 15 34 65 111 175 260 399 505 671 870 1105 1372
1695



7


1.QUADRATO MAGICO

Riportiamo parzialmente la voce Quadrato magico da Wikipedia,

per introdurre largomento e per poi passare alle tabelle per la

distribuzione delle somme magiche fino a 10
n
:


Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.


Un quadrato magico perfetto . Il numero magico 15.
Un quadrato magico uno schieramento di numeri interi distinti in
una tabella quadrata tale che la somma dei numeri presenti in ogni
riga, in ogni colonna e in entrambe le diagonali dia sempre lo stesso
numero; tale intero denominato la costante di magia o costante
magica o somma magica del quadrato. In matematica, una tabella
quadrata detta matrice quadrata.
Un quadrato magico di ordine contenente tutti gli interi da 1 a
detto perfetto o normale. La costante magica di questi quadrati data
dalla formula:

8

I primi 15 componenti di questa successione sono: 1, 5, 15, 34, 65, 111,
175, 260, 369, 505, 671, 870, 1105, 1379, 1695 (successione A006003
dell'OEIS). .
Per tutto il resto rinviamo alle voci correlate della stessa voce, ai

riferimenti ecc.

La nostra ricerca della distribuzione riguarda le successive somme

magiche Sn indicate nellelenco di cui sopra:


TABELLA 1

10^n Somme magiche Sn
fino a 10^n

(parte intera della
stima logaritmica a
partire da 13? )
Stima logaritmica
Sn ln(10^n)((n-1)

Stima F(n)
alternati
o loro medie
(mancano 3 e 8
iniziali)

10^1 3 2,3 3
2
10^2 6 4,60
5
10^3 13 13,81

13
10^4 28 27,63

Media artim. tra 21
e 34 = 27
34481 42 41,79

Media tra 34 e 55
9

=44,5
10^5 47 ? 46,05
Media tra 34 e 55
=44,5
10^6 70 ? 69,07
Media tra 55 e 89 =
72
10^7 97 ? 96,70
Media tra 55 e 144 =
99,5
55 e 144 non
consecutivi
10^8 129 ? 128,94
Media tra 89 e 144 =
116,5



Osservazioni

La stima logaritmica Sm (ln(10^n)((n-1) funziona molto bene fino

a 34 481, ultimo numero della lista OEIS sotto riportata, e forse

meglio della stima con i numeri di Fibonacci anche dopo 34 481,

ultimo numero della lista OEIS.

Lista OEIS
0, 1, 5, 15, 34, 65, 111, 175, 260, 369, 505, 671, 870, 1105, 1379, 1695,
2056, 2465, 2925, 3439, 4010, 4641, 5335, 6095, 6924, 7825, 8801, 9855,
10990, 12209, 13515, 14911, 16400, 17985, 19669, 21455, 23346, 25345,
27455, 29679, 32020, 34481

Questa formula vale approssimativamente anche per qualsiasi

numero della lista: per esempio, fino a 12 209 ci sono 30 somme

10

magiche, la stima logaritmica d 28,22 che approssimato allintero

superiore d 29, vicinissimo a 30 valore reale. Infatti 12 209 di poco

superiore a 10 000 = 10^4, quindi consideriamo 4 come n precedente, e

quindi n-1 = 3. Essendo ln (12209) = 9,40, la stima che si ottiene di

9,40*3 = 28, 22 29 30 valore reale.

Altro esempio 21 455, fino al quale ci sono 36 somme magiche:

ln (21 455)* (4 - 1) = 9,97*3 = 29,91 30 36, ma se usiamo

direttamente 4, abbiamo 39,88 , pi vicino a 36 Ma anche un valore

medio (29 +40) /2 = 34,5 attendibile, e molto vicino a 34,90 35 36

se , per numeri compresi tra 10^(n-1) e 10^n prendiamo come media

[(n -1) +n] /2 , in questo caso (3+4) /2 = 3,5, infatti

ln (21 455) *3,5 = 34,90 35 36

Quindi una stima logaritmica attendibile per il numero di somme

magiche fino ad un qualsiasi inumero N compreso tra 10^(n -1) e

10^n pu essere anche Sn ln(N) * [(n -1) +n] /2

Vediamo ora qualche possibile relazione con le partizioni di numeri

essendo i numeri di ogni riga, colonna o diagonale di un triangolo

magico, un modo per scrivere M(n) come loro somma.


Numeri di partizione p(n), oppure anche, parzialmente da Wikipedia:
11


1.1 PARTIZIONE DI UN INTERO

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Una partizione di un intero positivo n un modo di scrivere n come
somma di interi positivi, senza tener conto dell'ordine degli addendi.
Formalmente, una partizione di n una sequenza di interi positivi
tali che

Spesso si chiede che n sia un intero positivo; talora per risulta
opportuno considerare anche come unica partizione dello 0 la
sequenza vuota.

Esempi
Le partizioni di 4 sono le seguenti:
1. 4
2. 3 + 1
3. 2 + 2
4. 2 + 1 + 1
5. 1 + 1 + 1 + 1
Le partizioni di 8 sono invece le seguenti:
1. 8
2. 7 + 1
3. 6 + 2
4. 6 + 1 + 1
5. 5 + 3
6. 5 + 2 + 1
7. 5 + 1 + 1 + 1
8. 4 + 4
9. 4 + 3 + 1
12

10. 4 + 2 + 2
11. 4 + 2 + 1 + 1
12. 4 + 1 + 1 + 1 + 1
13. 3 + 3 + 2
14. 3 + 3 + 1 + 1
15. 3 + 2 + 2 + 1
16. 3 + 2 + 1 + 1 + 1
17. 3 + 1 + 1 + 1 + 1 + 1
18. 2 + 2 + 2 + 2
19. 2 + 2 + 2 + 1 + 1
20. 2 + 2 + 1 + 1 + 1 + 1
21. 2 + 1 + 1 + 1 + 1 + 1 + 1
22. 1 + 1 + 1 + 1 + 1 + 1 + 1 + 1

La funzione di partizione
La funzione di partizione indica, per ogni intero positivo n, il numero
di partizioni esistenti per n. Per esempio, per quanto mostrato negli
esempi,

mentre

La funzione partizione non n moltiplicativa n additiva e cresce
molto in fretta al crescere di n. Viene solitamente indicata con p(n). I
primi valori di p(n) , partendo da 0, sono:
1, 1, 2, 3, 5, 7, 11, 15, 22, 30, 42, 56, 77, 101 ... (Sequenza A000041
della OEIS-On-Line Encyclopedia of Integer Sequences) .


Poich i numeri di una riga, colonna o diagonale un modo per

scrivere una somma magica M(n) con un gruppo di k numeri tutti

diversi, e quindi costituiscono una partizione di M(n) vediamo i casi
13


per n = 3


Premesso che i numeri 4 e 8 hanno entrambi rispettivamente uno e

due modi (segnati ora in rosso nella lista delle rispettive partizioni))

di essere scritti rispettivamente come somma di due (k=2) numeri e

di tre (k = 3) numeri diversi tra loro, nei quadrati magici vige lo

stesso principio: la somma magica deve essere scritta come somma di

k numeri tutti diversi tra loro, non essendo ammesse ripetizioni

(qualcosa di simile avviene pure nel sudoku).

Un quadrato di 3*3 = 9 deve avere gruppi di 3 numeri affinch la

somma di due numeri sia 15, che corrispondono alle partizioni di 7,

quindi k deve essere un sottoinsieme di 15 , e pure i numeri che ne

costituiscono la somma.

Vediamo il quadrato magico di 3*3 = 9




Abbiamo 8 modi ( 3 righe, 3 colonne e 2 diagonali) quindi 7 + 1= 8
14


= n +1 modi di rappresentare 15 come somme di tre (k=3) numeri , su

un totale di p(15) = 176 partizioni di 15 ( modi di scrivere 15 come

somma di k numeri minori di 15). Per i quadrati magici servono solo

quelli di k=3 numeri ciascuno , e che sono 8 (per esempio 2+7+6 =15

(prima riga), 2+5+8=15 (una delle diagonali), 7+5+3 =15 (seconda

colonna) ecc. ecc.

Ecco quindi che il meccanismo aritmetico dei quadrati magici si

riduce, alla fin fine, ad un problema di partizioni di numeri. (Lo

stesso ovviamente vale, in proporzione, per tutti i possibili quadrati

magici)

La prossima somma magica, 34, si riferisce invece ad un quadrato di

4*4 = 16 caselle.

Vediamo ora di fare una tabella con la colonna n e la colonna

M(n) delle rispettive somme magiche, per trarne qualche novit

matematica:








15



TABELLA 2

n*n = n^2 Somma magica M(n) Relazione matematica
M(n)/ n^2
(1,618)^(n-1) =
1,27^(n-1) valori
reali di 1,27^(n-1)
1*1=1 1 1
2*2=4 5 1,25 1,27 1,27
3*3=9 15 15/9 = 1,666 1,61
4*4=16 34 34/16= 2,125 2,04
5*5=25 65 2,60 2,60
6*6 = 36 111 3,08 3,52
7*7 = 49 175 3,57 3,94
8*8= 64 260 4,06 4,42
9*9 = 81 369 4,55 4,95
10*10=100 505 5,05 5,54


La relazione 1,618)^(n-1) = 1,27^(n-1) vale per fino ad n = 5, poi

pi precisa la relazione

2*1,618)^(n-1) = 2*1,12^(n-1), che da valori pi precisi

Possiamo dire che una connessione con le radici di =1,618 c,

anche se eventualmente ancora da approfondire.

Osserviamo i valori della quarta ed ottava riga della Tab. 2, che

abbiamo segnato in rosso.

Nella prima colonna i valori sono 16 e 64, nella seconda 34 e 260 e

nella terza 2,125 e 4,06. I valori 16 (2 * 8) e 64 (64 = 8
2
) sono connessi
16


al numero inerente i modi che corrispondono alle vibrazioni fisiche

delle superstringhe e cio l8, attraverso la seguente equazione

modulare di Ramanujan:


( )
(
(

|
|

\
|
+
+
|
|

\
|
+

(
(
(

4
2 7 10
4
2 11 10
log
'
142
'
cosh
' cos
log 4
3
1
8
2
'
'
4
0
'
2
2
w t
itw e
dx e
x
txw
anti
w
w
t
w x

.


Le somme magiche 34 e 260 possono essere nuove soluzioni delle

equazioni della teoria delle stringhe di tipo E8 X E8; inoltre 34 un

numero di Fibonacci e 260 dato dalla somma 233 + 21 + 5 + 1, tutti

numeri di Fibonacci. Infine, i valori 2,125 e 4,06 sono connessi al

rapporto aureo e/o alla sezione aurea: 2,125 = 1,618 + 0,618 = 2,236;

1,618
3
0,618/3 = 4,029.

Il problema principale dei quadrati magici per la formula per

stabilire quanti quadrati magici ci sono per ogni quadrato (o matrice

n*n), poich il loro numero cresce esponenzialmente al crescere di n.







17


TABELLA 3


n Quadrati n*n Numero di
quadrati magici
di ordine n

(Qn)
Relazione
matematica
(rapporti
successivi
grossi numeri di
Fibonacci
1 1 1
2 4 0
3 9 1
4 16 880 880/1 = 880
798.5 media tra
610 e 987
5 25 275 305 224 275 305 224/880
= 312 846,84
317 811=28
numero di
Fibonacci

6 36 stima
1.7754 10
19

= 17754 000 000
000 000 000
17754 000 000
000 000 000/
275 305 224=
64 888 423,94
63 245 986 =39
numero di
Fibonacci


Rapporti successivi tra numeri di quadrati ed n^2

880/16 = 55 = numero di Fibonacci

275 305 224/ 25 = 11 012 208, 96.

Circa la media aritmetica tra i due numeri di Fibonacci:
18

35 (7 cifre) : 9 227 465 +
36 (8 cifre) : 14 930 352
24 157 817 /2 = 12 078 908,5 11 012 208,96 Media



17754 000 000 000 000 000/36 = 493 166 666 666 666 , 666

72 (15 cifre) : 498 45 4 011 8 79 264 numero di Fibonacci

Quindi unaltra connessione tra il rapporto tra numero di quadrati di

ordine n e d n^2 numeri di Fibonacci oppure loro medie

aritmetiche .

Ma vediamo i numeretti in blu nella tabella 3:

al numero 25 corrisponde il 28 numero di Fibonacci, e 28 =25 +3

al numero 36 corrisponde il 39 numero di Fibonacci, e 39 =36 +3

se questa regola fosse attendibile, per il quadrato 49 del quadrato

magico di ordine 7, dovremmo avere 49 + 3 = 52 = 52 numero di

Fibonacci come rapporto approssimativo di Q7/Q6 ancora maggiore

della stima fatta nelle conclusioni, trattandosi ora del 52 numero di

Fibonacci anzich del 50.

Per rapporti successivi verticali (Numero di quadrati/numero di

quadrati precedente) vedi Tabella 3 quarta colonna

19

Conclusioni

Rimane da cercare e trovare la formula generale per calcolare il

numero di quadrati magici per ogni n, come si legge nella voce

Quadrati magici di Wikipedia:


Bernard Frnicle de Bessy (1605-1665), matematico francese amico
di Cartesio e di Pierre de Fermat, nel 1663 calcol il numero dei
quadrati magici perfetti del quarto ordine: 880, con somma costante
34, su righe, colonne e diagonali. Solo grazie al computer si riusc ad
estendere il risultato, nel 1973, agli ordini superiori: i quadrati magici
di ordine 5 sono 275.305.224. Non noto il numero preciso dei
quadrati magici di ordine 6, anche se molti sono impegnati nella sua
determinazione. Secondo alcune indagini, il loro numero nell'ordine
di 1.7754 10
19
. Resta comunque insoluto il problema pi generale di
trovare la regola che permetta di determinare il numero di quadrati
magici di ordine n.

(Levidenza in rosso nostra)

Speriamo che quanto sopra detto possa essere utile a trovare la

formula o regola deterministica per risolvere il problema del calcolo

del numero di quadrati magici i quadrati magici di ordine n.

Considerato che il rapporto di Q6 /Q5 circa il 39 numero di

Fibonacci, e il precedente rapporto Q5/Q4 circa il 28 numero di

Fibonacci, con 39 - 28 = 11, ci sarebbe da pensare che Q7/Q6 potrebbe

essere un numero vicino al 39+11= 50 numero di Fibonacci, e cio

dellordine di grandezza di 12 586 269 025, da moltiplicare per
20


17754 000 000 000 000 000 per avere allincirca Q7, e quindi

Q7 sar approssimativamente 21 528 256 620 269 850 000 000 000 000,

in breve circa 21*10^27 approssimato per difetto.

Ma si potrebbe trattare anche del 52 numero di Fibonacci (o media

con il 51 o il 53 ) come accennato subito dopo la Tabella 3, e quindi

il numero di quadrati magici di ordine 7 sarebbe ancora pi grande

di quello da noi stimato, Q7 21*10^27 approssimato per difetto.

Se questo approccio approssimativo al problema tramite i numeri di

Fibonacci come attendibili rapporti Qn/Qn-1 fosse attendibile, lo dir

la formula precisa quando sar scoperta, paragonando i due risultati:

il nostro, Q7 21*10^27 oppure il valore pi grande ottenibile col 52

numero di Fibonacci, e quello esatto delleventuale futura formula

o regola risolutiva.

Avremmo infatti:

17754 000 000 000 000 000 * 52 numero di Fibonacci =

17754 000 000 000 000 000* 32 951 280 099 (= 52 (11 cifre) numero di
Fibonacci)

58 501 562 237 646 000 000 000 000 000 Q7

Applicando questa stima a 880/16 = 55, vediamo per che 55 non il

21

16 + 3 = 19 numero di Fibonacci, ma il 19/2 = 9,5 10 numero di

Fibonacci. Potrebbe per trattarsi di una piccola irregolarit iniziale,

che non si ripeterebbe pi in seguito, lasciando il posto alla regolarit

approssimativa del rapporto Qn/n^2 [(n^2) + 3)] numero di

Fibonacci, forse con leccezione iniziale di Q4 /4^2 = 55 = 10 numero

di Fibonacci anzich il 16 + 3 = 19 numero di Fibonacci, che invece

4181.

22


Si pu notare che generalmente LE SOMME MAGICHE SONO
VICINE A QUADRATI:

TABELLA 4


somme magiche
A
RADICE
QUADRATA
B
QUADRATO
PIU VICINO
DIFFERENZA
A - c

1 1 1 0
5 2,23 4 1
15 3,87 4 9 16 -1
34 5,83 6 25 36 -2
65 8,06 64 -1
111 10,5 11 121 -10
175 13,22 169 6
260 16,12 256 4
399 19,97 20 400 -1
505 22,47 484 21
671 25,90 26 676 5
870 29,49 841 29
1105 33,24 1089 16
1372 37,04 1369 3
1695 41,17 1681 14

14911 122,11 14884 27




Notiamo che la differenza tra somme magiche e quadrati pi vicini
non supera, almeno fino a 870, il 3,33 della somma magica (29/8,70 =
3,33333). Questo perch

la formula , che contiene
n^2 +1, prossima al quadrato n^2, e quindi, nel suo complesso,
23

essa produce le piccole differenze, positive ma pi raramente
anche negative osservate nella suddetta tabella.
Questa osservazione potrebbe essere utile nei futuri studi sui
quadrati magici, possibilmente anche nel calcolo dei quadrati
magici di ordine n.





24


2. REGOLA PER DETERMINARE IL NUMERO DI
QUADRATI MAGICI DI UN DATO ORDINE

Il problema pi generale, ovvero trovare la regola che consenta di
determinare il numero di quadrati magici di un dato ordine, rimane
da risolvere.
Questo numero non deve considerare i quadrati ottenuti con rotazioni
e simmetrie.

Dalla Tab. 3 vediamo che finora stato calcolato con lavvento del
computer il numero di quadrati magici di ordine 5 che sono
275.305.224.
Il numero preciso dei quadrati magici di ordine 6 invece non stato
ancora calcolato con precisione, ma si ha una stima di circa 1.7754
10
19
per quelli di ordine 6.




25


2.1 NUMERO DEI QUADRATI MAGICI PERFETTI DI ORDINE 4

Studiamo in dettaglio il caso dei quadrati magici di ordine 4

E stato calcolato che il numero dei quadrati magici perfetti del quarto
ordine, con somma costante 34, su righe, colonne e diagonali 880
ottenuti senza rotazioni e simmetrie

Questo vuol dire in pratica che bisogna spostare i singoli elementi in
modo da mantenere il numero magico 34

1)
1 2 15 16
12 14 3 5
13 7 10 4
8 11 6 9

2)
1 2 15 16
13 14 3 4
12 7 10 5
8 11 6 9

3)
1 2 16 15
13 14 4 3
12 7 9 6
8 11 5 10

1 3 14 16
10 13 4 7
15 6 11 2
8 12 5 9


26


4)
1 3 14 16
12 13 4 5
15 8 9 2
6 10 7 11

5)
1 3 14 16
15 13 4 2
10 6 11 7
8 12 5 9

6)
1 3 14 16
15 13 4 2
12 8 9 5
6 10 7 11


Ora per il calcolo combinatorio il numero totale di quadrati con
allinterno i 16 numeri da 1 a 16 disposti in 16 posizioni differenti
dato dalla seguente formula:

16
16
= 18.446.744.073.709.551.616

(per curiosit, questo numero 1 anche il numero totale di chicchi di
riso messi su una scacchiera che vengono raddoppiati di casella in
casella 2
64
1) .

E chiaro che per avere dei quadrati magici perfetti non possiamo
spostare a caso i numeri allinterno di un quadrato magico.

Ad esempio fra il quadrato magico 1) e 2) si sono effettuati solo 4
spostamenti e fra il quadrato magico 5) e 6) si sono effettuati 8
spostamenti.
Inoltre in questi 2 esempi ogni casella pu assumere solo 2 valori
diversi e non tutti i possibili 16.
27


Abbiamo quindi delle limitazioni che portano dal valore massimo
possibile 18.446.744.073.709.551.616 al valore 880.

2.2 FORMULA APPROSSIMATIVA PER CALCOLARE IL
NUMERO DEI QUADRATI MAGICI PERFETTI DI ORDINE O 5

Non possibile calcolare con una formula il numero esatto di
combinazioni che danno luogo a 880 quadrati magici perfetti, per
possiamo trovare un valore limite inferiore approssimativo per i
quadrati magici di ordine superiore al 4:

TAB. 5

Ordine del quadrato magico O Numero di quadrati magici N
3 1
4 880
5 5
12
= 244.140.625
6 6
24 =
4.738.381.338.321.616.896
7 7
36=
2.651.730.845.859.653.471.779.023.381.601



La formula approssimata per O 5 la seguente

N = O
12(O-4)


Questa formula deriva dalle seguenti considerazioni:

Lesponente 12*(O-4) d il numero medio di spostamenti allinterno di
un quadrato magico di ordine O, mentre la base coincidente con
lordine O il numero medio di cambiamenti allinterno di una
singola casella.
Ad esempio per i quadrati magici perfetti di ordine 5 possiamo avere
12 spostamenti medi allinterno delle 25 caselle con 5 cambiamenti
28

allinterno di una singola casella (se la casella contiene il numero 8, ad
esempio, pu cambiare il suo valore in media 5 volte).

Notiamo che gli esponenti di 5
12
e 6
24
, corrispondenti al numero dei

quadrati magici N della Tab. 5, sono numeri connessi ai modi

corrispondenti alle vibrazioni fisiche delle stringhe bosoniche (24)

attraverso la seguente equazione modulare di Ramanujan:


( )
(
(

|
|

\
|
+
+
|
|

\
|
+

(
(
(

4
2 7 10
4
2 11 10
log
'
142
'
cosh
' cos
log 4
24
2
'
'
4
0
'
2
2
w t
itw e
dx e
x
txw
anti
w
w
t
w x

.



2.2.1 CONNESSIONI CON I NUMERI DI FIBONACCI

5
12
= 244.140.625 275.305.224 con differenza 31 164 599 11,32%

del valore reale 275.305.224, con 31 164 599 media aritmetica tra

37 (8 cifre) : 24157 817 + (37 numero di Fibonacci)
38 (8 cifre) : 39088 169 (38 numero di Fibonacci)
63 245 986/2 = 31622993 31 164 599
Osserviamo che 880 ha 3 cifre, (c=3)
244.140.625 ha 9 cifre (c=9)
4.738.381.338.321.616.896 ha 19 cifre (c= 19)

Con 3 - 1 = 2 numero di Fibonacci
29


9 - 1 = 8 numero di Fibonacci

19-1 = 18 17 media di (13 + 21)/2 con 13 e 21 numeri di Fibonacci.

Il prossimo numero di cifre dovrebbe avere un numero di cifre

molto vicino a 34 =35 1.

Difatti per i quadrati magici di ordine 7 si ha per difetto che la
formula d 31 cifre ma in realt sono di pi.



30



3. RIFERIMENTI


1) Quadrati Magici, storia, schemi, trucchi e giochi Briciole tra i
Numeri



sul sito www.marcosroom.it/

2) La grande avventura matematica dei quadrati e dei cubi magici
di Federico Peiretti
sul sito areeweb.polito.it/didattica/polymath/htmlS/Interventi/A...
3) Lequazione da un milione di dollari, libro di Marcus du Satoy,

Rizzoli, pagg. 202-205

4) Le serie di Fibonacci I primi 1000 numeri
Sul sito www.readme.it/libri/M/M00101.shtml