Sei sulla pagina 1di 14

APPARATO

TEGUMENTARIO
APPARATO
TEGUMENTARIO
• Sistema più esteso dell’organismo umano

• 2m² di superficie per 15 kg di peso corporeo

• Ricopre l’intera superficie cutanea e si continua con le


mucose degli apparati digerente, urogenitale e respiratorio

• Il suo spessore varia a seconda dalla zona (è minima a


livello della membrana timpanica e delle palpebre e
massima a livello del palmo di mani, piedi, nuca e dorso)

• Cute e annessi cutanei (Peli, unghie, ghiandole sudoripare,


sebacee e mammarie)
APPARATO
TEGUMENTARIO
Funzioni
• Protettive
• Rivestimento
• Termoregolatrici
• Secretive
• Attività sensoriale
LA PELLE
• La pelle o cute è il rivestimento
più esterno del corpo

• Protegge i tessuti sottostanti


(Muscoli, ossa ed organi interni)

• Costituita da tessuti di origine


mesodermica ed ectodermica

• In corrispondenza degli orifizi la


cute continua con le rispettive
mucose formando uno strato
senza interruzioni
LA PELLE
Funzioni
• Difesa: Barriera anatomica contro agenti chimici, microrganismi,
radiazioni UV e traumi
• Regolazione Termica: Partecipa al processo di termoregolazione
(ghiandole sudoripare) e capacità di regolare il flusso sanguigno
aumentando (vasodilatazione) o rallentando (vasocostrizione) la
dispersione di calore
• Funzioni Sensoriali
• Riserva e ruolo sintetico: Serbatoio di lipidi e acqua, sintesi di Vitamina
D
• Controllo dell’evaporazione: La pelle costituisce una barriera asciutta e
impermeabile contro la perdita di liquidi (ritenzione di acqua)
STRUTTURA

 Epidermide; Strato più esterno, epitelio squamoso pluristratificato


cheratinizzato, non vascolarizzato. Protegge da tossine, patogeni e perdita di
liquidi Epidermide
 Derma; Strato di tessuto connettivo sottostante che conferisce resistenza ed
elasticità. E’ attraversato da vasi sanguigni (presenti nel connettivo nutrono le
cellule epidermiche e controllano la regolazione termica della pelle), fibre
nervose e recettori indispensabili per percepire sensazioni tattili, termiche e Derma
dolorose
 Ipoderma; Strato più interno, conosciuto anche come tessuto adiposo
sottocutaneo che svolge funzioni di riserva di energia, d’isolamento e
protezione del corpo Ipoderma
EPIDERMIDE
• L’epidermide è costituito da cinque strati di cellule cheratinocitiche

• Strato basale (più interno)


Strato Spinoso
Strato Granuloso
Strato Lucido (assente in cute sottile)
Strato corneo (più esterno)

• Cellule dell’epidermide
Cellule staminali
Cheratinociti (più abbondanti)
Melanociti
Cellule tattili (Merkel)
Cellule dendritiche (Langerhans)

• Queste cellule prodotte dallo strato basale più interno, migrano verso
la superficie della pelle, maturano e vengono sottoposte ad una serie
di trasformazioni (Cheratinizzazione)
DERMA E
IPODERMA
Derma
• Sottostante l’epidermide, tessuto connettivo denso, riccamente vascolarizzato e
innervato
• Strato papillare e reticolare
• I principali componenti strutturali del derma sono il collagene e l'elastina, tessuti
connettivi, che dona resistenza e flessibilità
• Annessi cutanei (follicoli piliferi, ghiandole sudoripare)
Ipoderma
• Sottostante il derma, separa la pelle dalla fascia profonda che riveste organi quali
muscoli e le ossa
• Tre strati di tessuto connettivo: Lamina superficiale, intermedia e profonda
• Composta principalmente da cellule adipose, fibre di collagene e vasi sanguigni
COLORE DELLA
PELLE
• Il colore della pelle è  determinato dalla
quantità e dal tipo di pigmento (melanina) nella
pelle

• Feomelanina (pigmento rosso-giallastro ricco


di zolfo) ed eumelanina (pigmento più scuro ed
insolubile)

• Altri fattori: Emoglobina e Carotene

• Protegge le cellule epidermiche dai raggi UV


PELI E UNGHIE
• I peli sono piccole formazioni • Le unghie sono strutture
sottili e filiformi che crescono semitrasparenti che si formano
sulla superficie cutanea di quasi sulla superficie dorsale della punta
tutto il corpo della dita di mani e piedi

• Composti da una proteina • Composto da più strati di


(cheratina) cheratinociti sovrapposti

• Nascono da bulbi piliferi • Ha origine dalla matrice ungueale,


e cresce lungo il letto ungueale,
• Funzioni: Percettiva, Protettiva, spuntando attraverso la cuticola
mantenere la temperatura
corporea, difesa contro predatori • Funzione: Facilitare la presa,
stabilità strutturale della dita,
taglio, raschiamento, limitare
l’usura delle estremità a contatto
con il terreno
GHIANDOLA
SEBACEA
• Piccola ghiandola esocrina tubulo-alveolare Sebo
situata nel derma, si trovano prevalentemente a • Miscela di diversi lipidi e la
livello del viso e del cuoio capelluto composizione varia a seconda
della specie animale
• Generalmente associate ad un follicolo pilifero
• Funzioni: Formazione di film
• Distinguiamo due zone: Porzione secernente idro-lipidico, Morbidezza,
(sebo), Dotto escretore Idratazione, Lubrificazione,
Determinazione odore della
• Produzione e secrezione di una sostanza grassa pelle, Controlla la perdita di
chiamata sebo (colesterolo e acidi grassi) acqua dall’epidermide (Fattore
di idratazione e
termoregolazione)
GHIANDOLA
SUDORIPARA
• Sono ghiandole esocrine avvolte a gomitolo
tipiche dei mammiferi e situate nel derma

• Secrezione merocrina o apocrina

• Regolazione della temperatura corporea


mediante l’emissione di sudore, un liquido
incolore leggermente acido

• Sudore: 99,9% acqua, 0,2% sostanze organiche


(urea, acido urico, creatinina, acido piruvico,
acido lattico..), 0,7% sostanze inorganiche
(cloruro di sodio, solfati, fosfati..)
GHIANDOLA
SUDORIPARA
• Le ghiandole sudoripare possono
essere distinte in due porzioni diverse

• Porzione glomerulare (passaggio di


elettroliti con acqua, pompe
sodio/potassio)

• Dotto escretore (riassorbimento degli


elettroliti)

• Funzioni: Produzione di sudore,


dissipazione del calore, unico sistema
di raffreddamento
GHIANDOLA
SUDORIPARA
Ghiandole sudoripare merocine o eccrine
• Sono presenti sin dalla nascita e sono diffuse in tutto il corpo, soprattutto nei palmi
delle mani, pianta dei piedi e sulla fronte

• Il sudore eccrino opera per raffreddare il corpo ed è inodore e incolore

• Funzione: Termoregolazione, Escrezione e protezione

Ghiandole sudoripare apocrine


• Piccole e inattive durante l’infanzia e si sviluppano con la maturità sessuale (pubertà)
• Si trovano in: Ascelle, zona perianale, genitali esterni, inguine, mammelle e capezzoli.
• Filogeneticamente più antiche.
• Non soltanto legate a funzioni termoregolatori. La presenza di ferormoni dà al sudore
apocrino il riconoscimento olfattivo di specie e sesso.
• Funge da nutriente per i batteri che ne alterano l’odore (Il sudore ha un odore acro-
salato)
• Secreto più denso e lattiginoso