Sei sulla pagina 1di 14

ANIMALI IN

PERICOLO!!!
III media A
Scuola San Giuseppe, Lugo

Michele Stofella

27 Novembre 2009
BIODIVERSITA’

• Che cos’è la biodiversità?


La biodiversità è l'insieme di tutte le forme viventi, geneticamente dissimili e
degli ecosistemi ad esse correlati. Quindi la biodiversità implica tutta la
variabilità biologica: di geni, specie, habitat ed ecosistemi.
I PROBLEMI
I problemi della biodiversità derivano soprattutto dall’uomo, il quale
sfrutta gli habitat naturali e gli ecosistemi in modo che essi possano
essere vantaggiosi solo per l’uomo.

La biodiversità è ciò che permette la vita sulla Terra e l’uomo non ha il


diritto di privare altre creature del proprio ambiente, ma ha il compito
di preservare questi ambienti e le risorse della Terra per le
generazioni future.
ANIMALI IN PERICOLO!
Al problema della biodiversità si può collegare quello dell’estinzione
degli animali, perché ciò avviene anche a causa del degrado degli
habitat e, talvolta, degli ecosistemi.

Grafico di eea.europa.eu
PUNTI FONDAMENTALI
• Cosa abbiamo...
I biologi stimano che oggi sulla Terra esistano tra i 5 e i 15 milioni di specie di piante, animali,
microrganismi. Di questi solo 1,5 milioni sono stati descritti e hanno un nome. Il totale stimato
comprende circa 300.000 specie di piante e, per gli animali, tra i 4 e gli 8 milioni di specie di insetti e
circa 50.000 specie di vertebrati (dei quali circa 10.000 sono uccelli e 4.000 sono mammiferi).
... e cosa stiamo perdendo
Oggi, secondo l’ IUNC (the World Conservation Union), è minacciato di estinzione circa il 40% dei
mammiferi e il 30% degli uccelli.

• Perché le specie stanno estinguendosi? Tanto per citare alcune delle cause principali
dell’estinzione rapida delle diverse specie, possiamo parlare di:
 Uso delle terre.
 Aumento demografico.
 Introduzione specie invasive.
 Cambiamenti climatici.
 Inquinamento.
 Crescita continua della popolazione umana e di insostenibili stili di vita.
 Crescita dell'estensione delle aree urbane.
 Aumento della produzione di rifiuti e sostanze chimiche tossiche.
 Conflitti internazionali.
LA FOCA MONACA
• La foca monaca del Mediterraneo
è una delle specie animali
maggiormente minacciate
d'estinzione al mondo. I gruppi di
foca monaca sono avvistati
principalmente tra le Isole greche,
le coste mediterranee della
Turchia e il Mar Nero.
• La foca monaca corre un grande
rischio di estinguersi per via della
sua continua cattura e pesca che,
sebbene in alcuni stati vietata
(Croazia, Italia, Grecia), in altri
pescata per la sua pelle liscia e
della sua carne tenera (Turchia,
zona del mar Nero).
IL PANDA GIGANTE
• Le maggiori minacce per la sopravvivenza del
panda gigante sono la distruzione del suo
habitat e il bracconaggio per esportarne la
pelle. L'esame di immagini riprese da satelliti ha
evidenziato che l'habitat adatto a questa difficile
specie è diminuito del 50% durante gli ultimi 15
anni.

• La cattura accidentale in trappole poste per altri


animali rappresenta un'altra importante minaccia.

• Un’ulteriore grave problema per il panda


gigante è la fioritura dei bambù. A intervalli
regolari (da 10 a 100 anni, a seconda della specie)
le piante di bambù fioriscono tutte insieme su
grandi aree, e poi muoiono. Ci vuole circa un anno
prima che germoglino di nuovo dai semi, ma
possono passare 20 anni prima che la foresta
possa nuovamente dare rifugio e nutrimento ai
panda. In questi casi gli animali devono trasferirsi in
altre zone dove i bambù non sono fioriti. Nel
passato ciò non era un grosso problema, ma con
l'espansione delle popolazioni umane, vaste aree di
foresta sono state tagliate per lo sfruttamento
agricolo dei terreni e gli spostamenti dei panda
sono diventati difficili o addirittura impossibili.
L’ORSO POLARE
• L' orso polare ha bisogno delle banchise per
sopravvivere...
Il Mar Glaciale Artico offre poco cibo per il
nutrimento di questa specie. Gli orsi polari
trascorrono gran parte del tempo vicino, o sui
margini delle banchise. È qui che hanno maggiori
possibilità di trovare cibo. Durante l'estate, man
mano che il bordo meridionale della calotta glaciale
artica si scioglie, alcuni orsi seguono il ghiaccio che
si ritira verso nord, per rimanere vicini alle foche e
alle altre prede. Altri orsi trascorrono invece le loro
estati a terra, alimentandosi con il grasso corporeo
accumulato durante le fruttuose cacce primaverili e
invernali.
• ... ma con gli effetti del riscaldamento globale, le
banchise si riducono
Durante l'autunno, quando il ghiaccio ritorna, gli orsi
abbandonano la terraferma per riprendere la loro
vita sulle banchise. Il livello sempre crescente della
concentrazione dei gas serra nell'atmosfera sta
causando l'aumento delle temperature in tutto il
globo. Di conseguenza, le banchise dell'Artico si
stanno sciogliendo prematuramente, formandosi
sempre più tardi ogni anno che passa. Gli orsi
polari hanno quindi meno tempo a disposizione per
procacciarsi il cibo. Mentre il loro habitat si riduce,
gli individui che vivono ai margini meridionali
dell'Artico si trovano ad affrontare una grave
minaccia alla loro sopravvivenza. All’attuale ritmo di
riscaldamento climatico, gli esperti prevedono che
entro il 2080 ad Hudson Bay (Canada) non vi sarà
più ghiaccio.
QUINDI …
• Possiamo definire l’estinzione degli animali come causa
della globalizzazione: essa, infatti causa lo scioglimento
dei ghiacciai (estinzione orso polare); la deforestazione
(estinzione panda gigante) e la maggiore attività
balneare, peschiera e esportatrice di pellicce.
• L’estinzione degli animali è causa dell’uomo e del suo
progressivo sviluppo.
• Per contrastare l’estinzione degli animali l’uomo
dovrebbe accontentarsi di avere uno “sviluppo massimo”
per un certo periodo, ovvero ridurre emissione di gas
serra; ridurre il disboscamento; … perché abbiamo da
perdere ciò che è da preservare e amare!!!
CITAZIONI
• Se gli uomini continuano a disprezzare ciò che gli è
dato, allora il diavolo è un ottimista se pensa di
poter peggiorare gli uomini (Fabio Vettori).
• Il compito più alto che dovrebbe avere un uomo è
quello di sottrarre agli animali la crudeltà. (Fabio
Vettori)
• Puoi conoscere il cuore di un uomo già dal modo in
cui egli tratta gli animali (Oscar Wilde).
• La felicità non è avere ciò che si desidera, ma
desiderare ciò che si ha avuto (Oscar Wilde).