Sei sulla pagina 1di 37

Traduzione di J.F.

Il sigillo di Bael
INDICE
PARTE 1 - Patto di Lucifuge Rofocale dal Pacta Daemonorium
La natura del patto infernale
Gli spiriti infernali
La scintilla della Black Flame
PREGHIERA INFERNALE
OFFERTE MAGICHE
IL CERCHIO GOÉTICO DELLE EVOCAZIONI E PATTI NERI
IL TRIANGOLO DI EVOCAZIONE DI AZAZEL
Prima invocazione all’Imperatore Lucifero
Seconda invocazione all’Imperatore Lucifero
Centum Regum

PARTE 2
Pacta Conventa Daemoniorum
INVOCAZIONE DEI RE INFERNALI

PARTE 3
TEURGIA DEI NEPHILIM E RITI DEL FUOCO DI AZAZEL
DEI GUARDIANI ED ESERCITI ANGELICI
DEL SIMBOLISMO DELLA FIAMMA OSCURA
Invocazione degli Angeli Caduti e gli ardenti pilastri di Azazel
0 Aprire il cerchio dell’Avversario
I L’apertura di Dudael
II Controllo e usurpazione di Adonai
III La possente essenza di Azazel e gli abiti dell’Oscurità
PARTE 1
Patto di Lucifuge Rofocale

dal

Pacta Daemonorium

Il patto di Lucifuge è una iniziazione spirituale nei misteri della Magia Nera. L’approccio
moderno Luciferiano alla Magia Nera non è quello influenzato dal Cristianesimo
medievale. Lo stregone non si inginocchia né venera un demone, né vende la sua anima
al maligno. Ricordate, il diavolo è il liberatore e colui che concede libertà; il culto Giudeo-
Cristiano pretende la tua devozione e la tua anima.
Questo lavoro richiede dedizione per conseguire gli obiettivi.

Nella tradizione della stregoneria Luciferiana, Lucifuge Rofocale è il Gran Ministro del
Regno Infernale, subordinato diretto all’imperatore Lucifero. Gli insegnamenti della
stregoneria Luciferiana abbracciano la tradizione dei grimori medievali del sentiero della
mano sinistra e pratiche popolari, prive comunque delle corruzioni Giudeo-Cristiane
inerenti invocazioni degli spiriti. Piuttosto che invocare all’interno di un cerchio, tremanti,
l’aiuto del dio degli schiavi per dominare gli spiriti evocati ed invocati, l’approccio
Luciferiano si basa su auto-determinazione in unione coi poteri dell’Oscurità.
Il portale di accesso alla conoscenza ed al potere iniziatori esiste al di là della soglia della
simbologia, per cui l’operatore serio dovrà attraversare tale soglia solamente mediante la
forza del suo volere.
Lucifuge Rofocale appare come Primo Ministro del Regno Infernale nel Grand Grimoire;
Elizabeth M. Butler (nel suo Ritual Magic) avanza la tesi per la quale Rofocale sarebbe un
anagramma del demone Goetico Focalor, conosciuto per via del Lemegethon. Michaelis
Psellus scrisse di demoni che vivono sotto la superficie della terra, che odiano la luce e
dimorano in un freddo perpetuo; questi demoni avrebbero cercato “riparo e dimora nei
corpi delle bestie”, riferendosi a Legione (gruppo di demoni) che possedette il maiale nel
paese dei Geraseni (episodio del Nuovo Testamento). Questa era una delle sei categorie
di tipi di demoni, in seguito ripresa da Guazza ed Henry Hallywell nei loro scritti Cristiani
riguardanti demoni e diavoli.

Le sei categorie sono definite eliofobiche, letteralmente Lucifugum (fuggire la luce). Questi
demoni possono assumere una forma fisica e materiale solo di notte e non appaiono
durante le ore del giorno. Oltre l’umana comprensione, sono immensamente oscuri e
guidati da gelide passioni. Questi Lucifugum sono malevoli, senza pace e infuriati; cercano
di uccidere gli uomini col loro fiato ed il loro tocco.

Il demone goetico Focalor è il quarantunesimo Spirito descritto, nel Lemegethon, come


Duca Potente che appare nelle sembianze di un uomo con ali di grifone. La peculiarità di
Focalor è quella di uccidere gli uomini, affogandoli e distruggendo navi da guerra. Focalor
ha il dominio sul vento e sui mari e, se comandato, non nuocerà allo stregone o ad altri
umani. Il Lemegethon descrive Focalor come desideroso di tornare al Settimo Trono dopo
1.000 anni. Lucifuge Rofocale è raffigurato in diverse edizioni del Grand Grimoire con
sembianze animali e umanoidi con tre corna, con un enorme anello ad una borsa
probabilmente piena d’oro. La sua forma, dal busto in giù, è quella di un caprone con una
lunga coda. Quando si effettuano evocazioni o invocazioni si può visualizzare Lucifuge in
queste sembianze o in altri aspetti. Fidatevi dei vostri istinti e procedete in maniera
appropriata.

La Natura del Patto Infernale


Il patto è un accordo spirituale tra lo stregone ed il demone che si evoca per un
determinato lasso di tempo e che richiede un sacrificio come forma di pagamento. Nel
Grand Grimoire, si consiglia di offrire a Lucifuge Rofocale una moneta, da porre a terra
ogni lunedi. Il sacrificio è semplicemente un’offerta, non è né un assassinio né la tua
anima! Prima di tutto, quando si evoca Lucifuge, è appropriato stipulare un accordo
avendo chiaro l’obiettivo da raggiungere (a breve o lungo termine) con l’impegno di
onorare il demone con incensi e sacrifici; l’offerta di incenso può essere fatta durante la
notte di ogni Luna Nuova fino alla fine del periodo stabilito. Il raggiungimento dei tuoi
obiettivi rappresenta anche onorare Lucifuge mediante il successo stesso ottenuto.

Evocherai e focalizzerai il demone all’interno del cerchio di evocazione, visualizzando


chiaramente il suo manifestarsi davanti a te. I fumi dell’incenso rendono la manifestazione
più facile, anche utilizzando un po' del tuo sangue all’interno del triangolo per sfamare lo
Spirito. Offrire il proprio sangue per la materializzazione dello Spirito non solo stabilizza il
controllo sul potere ma lo infonde anche di una estensione spirituale del Mago di Magia
Nera. Questo dovrebbe essere eseguito soltanto da un adepto esperto visto che gli
inconvenienti, in mancanza di esperienza, potrebbero portare all’auto-distruzione e
comunque ad una sconfitta dello stregone.

1. Puoi evocare Lucifuge e semplicemente visualizzare lo spirito nella tua mente,


rendendolo reale. Avanzerai semplicemente le tue intenzioni scrivendole in un foglio di
pergamena. Il sigillo di Lucifuge dovrebbe essere utilizzato nel triangolo dell’evocazione,
prima della chiamata.

2. Incidere su una pergamena il sigillo di Lucifuge Rofocale nell’angolo di sinistra, questo


servirà da connessione tra il demone e lo stregone. Nell’angolo destro incidere il sigillo di
Lucifero così come appare nel Grand Grimoire.

3. Scrivi il tuo nome utilizzato in magia ( o data di nascita), data e i tuoi obiettivi nella
lunghezza di un paragrafo. Il periodo di tempo, inizio e fine, dovrebbe essere scritto,
considerando eventuali estensioni temporali ragionevoli entro le quali l’obiettivo e i risultati
dovrebbero manifestarsi.

4. Il sacrificio a Lucifuge deve essere letterale; incenso offerto ad ogni Luna Nuova fino a
che il patto è completo; È importante inoltre scrivere che il proprio successo sarà un
successo anche di Lucifuge.

5. Incidere la firma di Lucifuge nella pergamena; puoi controfirmare col tuo sangue o
semplicemente con inchiostro.
6. Si può, volendo, redarre un patto secondario dalla prospettiva di Lucifuge, firmandolo
col nome del demone. Questo porta ad una più profonda associazione tra lo spirito ed il
tuo Daemon attraverso il lavoro rituale stesso.

7. Ringrazia lo spirito e congedalo.

Conserva il patto in un luogo segreto e lontano da occhi indiscreti e ricorda bene il termine
entro il quale terminerà. Giornalmente, concentrati su Lucifuge ed il tuo obiettivo e
direzione la tua energia verso il compimento dell’obiettivo.
Una volta raggiunto, qualora avvenisse prima dei termini stabiliti, continua le offerte fino
alla fine. Alcuni bruciano i loro patti, altri li conservano.
GLI SPIRITI INFERNALI
Per convocare gli spiriti infernali attraverso un rituale-patto di dedica, è imperativo
comprendere il potere e la natura elementari delle Maschere Deifiche (“energie e poteri”
rappresentati come Divinità, visualizzati come antropomorfi o umanoidi manifestazioni
nelle quali e con le quali lo stregone si identifica per ottenere accesso e controllo dei poteri
che esse rappresentano).
Nell’evocare un demone, il potere e l’arguzia inondano la tua coscienza fondendola con
quella dello spirito.
Quando si fa esperienza con la manifestazione astrale del demone, con calma e
concentrazione occorrerà rivolgere la propria mente verso la conoscenza dello stesso,
controllando le energie che ti attraversano. I demoni, in base ai loro poteri, istruiscono lo
stregone nelle arti della Magia Nera, non attraverso una comunicazione diretta, bensì
attraverso ispirazioni, sogni e istinti che possono essere osservati man mano che il mondo
assume le forme favorevoli agli obiettivi prefissati.

I SOVRANI INFERNALI

Lucifero, Imperatore

Beelzebuth, Principe

Astaroth, Gran Duca


Lucifuge Rofocale, Primo Ministro

Satanachia, Gran Generale

Agliarept, Generale

Fleurety, Tenente Generale


Sargatanas, Brigadiere

Nebiros, Maresciallo di accampamento

Gli spiriti appena illustrati hanno a loro servizio 18 demoni ulteriori, a loro relegati:

Bael, Agares, Marbas, Prusias, Amon, Barbatos, Buer, Gusoyn, Botis, Bathim, Hursam,
Eligor, Loray, Valefor, Farai, Ayperos, Naberus, Glosialabolas.

Lucifuge comanda i 3 seguenti : Bael, Agares, Marbas.


Satanachia comanda Prusias, Amon, Barbatos.
Agliarept comanda Buer, Gusoyn, Botis.
Fleurety comanda Bathim, Hursan, Eligor.
Sargatanas comanda Loray, Valefor, Farai.
Nebirios comanda Ayperos, Naberus, Glosialabolas.
Lo stregone che pratica Magia Nera dovrebbe innanzitutto conoscere i tratti distintivi ed i
poteri associati dei primi sei spiriti ribelli, prima di stipulare un patto con questi demoni dai
poteri antichi.

Il primo è Lucifuge Rofocale, il Primo Ministro infernale, che possiede potere sulle
ricchezze e tesori terreni. In una prospettiva moderna, Lucifuge ha una potente influenza
sul mondo carnale e le ricchezze sono semplicemente quei piaceri ottenuti nell’ambito
delle possibilità. Lucifuge ha dominio su Bael, Agares e Marbas così come su altre legioni
di demoni a lui subordinati.

Il secondo demone è Satanacha, il Grande Generale che ha il potere di rendere la mente


giovane e brillante. Permette di sviluppare un sesto senso di vivida e fresca
immaginazione in rapporto alla realtà; in opposizione può rendere la mente abbastanza
matura e saggia, rivelando le vie per dominare e incanalare le energie attraverso il
desiderio di obbiettivi a lungo termine. Si narra che Satanacha abbia il potere di
sottomettere donne al suo cospetto, seducendole. Satanacha comanda una forte legione
di spiriti, tra i quali Pruslas, Amon e Barbatos tra i principali.

Il terzo è Agaliarept, un Generale che possiede il potere di rivelare segreti oscuri, i grandi
misteri ed i segreti del Mondo. Agaliarept comanda la seconda legione di spiriti, tra i quali
Buer, Gusoyn e Botis.

Il quarto è Fleurety, Tenente Generale che ha il potere di esaudire i desideri durante le


ore della notte. Causa pioggia a suo piacere e comanda un esercito di spiriti che
comprende Bathin, Hursan ed Eligor.

Il quinto è Sargatanas, Brigadiere che ha il potere dell’invisibilità e del teletrasporto; riesce


ad aprire tutte le porte chiuse permettendo di sbirciare dentro case altrui e istruisce
riguardo l’Arte Oscura della Necromanzia. Sargatanas comanda altre brigate di spiriti ed
ha il dominio su Loray, Valefor e Farai.

Il sesto è Naberus, Maresciallo sul campo o Ispettore Generale, il cui potere è quello di
beneficiare o distruggere a suo piacimento e dar il potere di scoprire il potere della gloria.
Naberus insegna lo scopo dei vari minerali, vegetali e animali, l’arte della divinazione ed è
considerato uno dei più abili e dotati Necromanti. Può andare ovunque vuole e ispezionare
le Milizie infernali. Ha il potere su Ayperos e Glosialabolas.
Il sigillo di Lucifuge Rofocale può essere iscritto in inchiostro nell’angolo sinistro superiore
della pergamena.
Il sigillo di Lucifero può essere iscritto nell’angolo destro superiore della pergamena.

La firma di Lucifuge Rofocale dovrebbe essere trascritta alla fine del patto :
L’Innesco della Black Flame (La Fiamma Oscura)

Sveglia! È il momento si smetterla di percorrere il sentiero altrui dalla falsa luce, intimidito
e reso schiavo da una certa mentalità. Questo è il sentiero oscuro, dove nel terrore
dell’ignoto vi è una torcia ardente da trovare. La luce della Black Flame arderà dall’interno,
gettando ombre lungo il cammino. Il Grand Grimoire antico ha dato alcuni indizi per il
raggiungimento del potere; essendo stati avvolti da dottrine dalla mentalità schiavista
propria dei cerimoniali pietosi e caritatevoli. Il sentiero di Lucifero è un sentiero di oscurità
e luce, niente accozzaglie di comandi e minacce di torture infernali.

Gli spiriti devono essere evocati come facevano gli antichi, prima che il Cristianesimo
avvelenasse la razza umana. Gli Angeli Ribelli non sono servi di YHWH, poiché il
medesimo, nel mondo antico, non era superiore ad altri. Jehovah o Yahweh era la divinità
tribale degli Ebrei (Israeliti in particolare) , in seguito adottato dall’Impero Romano per
controllare e mantenere autorità sul vasto territorio in suo possesso.
Lucifero ha molti aspetti (maschere) e potere che assume diverse forme. I demoni sono
portatori di potere per coloro abbastanza impavidi da assumerlo.

Dovrai guidare il tuo spirito oltre il regno della carne e le sue sfere.
Preparazione
Astenersi da qualsiasi attività sessuale per 7 giorni prima di effettuare il rituale; il motivo è
quello di accumulare energia e concentrarsi sull’evocazione e l’obiettivo.

Prima di ogni pasto serale recitare la seguente preghiera per ognuno dei 7 giorni
precedenti al rituale :

PREGHIERA INFERNALE

“Ti invoco, O potente e saggio Lucifero, Imperatore degli Spiriti Ribelli, Ti imploro o
Principe Beelzebub, Ti imploro o Gran Duca Astaroth, Ti imploro Daemon interiore,
discendi sul mio spirito e che la Fiamma Oscura brilli e ardi dentro me. Cosi sia, Hail
Lucifero”.

Durante ognuno dei 7 giorni dedicare un po' di tempo concentrandosi sul rituale di
evocazione e gli obiettivi decisi. Contemplare il punto in cui siete nella vostra vita e il punto
in cui volete arrivare. Rimuovere qualsiasi senso di colpa che possa infettare i vostri
pensieri, ricordando che voi stesse sarete un dio. Portate con voi il cristallo durante tutto il
giorno e riponetelo sotto al cuscino la notte.

Il luogo per il rituale deve essere un luogo solitario, in un luogo selvatico ad aria aperta, in
un cimitero o anche in casa laddove nessuno possa interrompervi.
Nel terzo giorno recatevi nel luogo in cui terrete il rituale e fumigate il ruolo con del
franchincenso o mirra mentre si pronuncia la seguente formula (questo deve essere
eseguito al tramonto del terzo giorno) :

INCANTESIMO PER L’OFFERTA

“Vi offro questo incenso, O grande Lucifero, Beelzebub e Astaroth, questo in onore,
potere e saggezza dei vostri spiriti. Ave a voi Spiriti Infernali, O Grande Lucifero,
Ave”

La formula può essere ripetuta per tutto il tempo che l’incenso richiede per bruciare.
Raccogliere le sue ceneri una volta consumato e spento. Le ceneri dovrebbero in seguito
essere gettate verso Occidente al tramontar del Sole mentre si pronunciano le seguenti
parole: “È per l’onore, potenza e saggezza del tuo nome, O Grande Lucifero,
Beelzebub e Astaroth che offro a voi le ceneri di questo sacrificio. Che queste
ceneri siano accettate, O Grande Lucifero.”

Utilizzare un semplice coltello di qualsiasi lunghezza ma dal manico nero per questo
rituale. Nel corso della quarta notte la lama dovrà essere consacrata nel luogo prescelto
per il rituale, durante le ore notturne. Beelzebub è chiamato “Principe dei Poteri dell’Aria”,
in associazione a Satana l’Avversario in gergo biblico (l’aria è la dimora degli spiriti che
comandano l’arte della divinazione, la mosca è associata all’elemento dell’aria).
Se possibile incidere il sigillo di Lucifero nel manico del coltello.
“Ti invoco, O Grande Lucifero, Imperatore degli Spiriti Ribelli; Beelzebub, Principe
dei Poteri dell’Aria; Astaroth, Gran Duca dei Poteri Infernali; siate favorevoli nei miei
confronti e infondete questa lama con la forza degli spiriti conquistatori e
trasmettete su questa lama il potere degli Inferi. O Grande Lucifero, Beelzebub e
Astaroth, così sia. Ave”

Dopo aver pronunciato questa potente formula, fissate ad Occidente, il cielo notturno,
puntare la lama verso l’orizzonte ad Occidente come gesto di forza e determinazione;
comandate il vostro desiderio verso il suo divenire.

Grand Grimoire & Il Sigillo di Lucifero del Dragone Rosso (Red Dragon)

Il Cristallo in questa operazione ha la funzione della bacchetta magica, associato con


l’elemento del fuoco. Il cristallo sarà pervaso e caricato dall’energia del mago per 7 giorni.
IL CERCHIO GOETICO DELLE EVOCAZIONI E PATTI
OSCURI

Il capolavoro di Eliphas Levi “Magia Trascendentale” presenta la sua percezione delle Arti
Magiche da un punto di vista del Cosmo di stampo Giudeo-Cristiano: l’esistenza del bene
e del male, Yahweh come il padre invincibile e gli angeli caduti e demoni artefici di
corruzione e distruzione. Nella mia esperienza e iniziazione ai misteri infernali sono
arrivato alla conclusione che non ci sono assoluti ed una cosa è certa: il chaos.
Dal chaos possiamo stabilire un senso di temporaneo ordine; questo è determinato dal
nostro volere e applicazione della magia (magick) all’interno di obiettivi a lungo o breve
termine. Le fantasie cosmiche di Levi sono utili per il Luciferiano che trova forza e potenza
nel mantello dell’Avversario; per abbracciare e comandare l’infernale come parte naturale
e dell’io occorre districarsi all’interno della Black Magick. Siamo divinità che controllano ed
hanno un ragionevole potenziale nel creare e distruggere ordini temporanei all’interno
delle nostre vite e del mondo nel quale abbiamo una certa influenza. Utilizzare le
maschere deifiche infernali come mezzo di raggiungimento e come evoluzione dell’adepto,
andare oltre le maschere che causano fragilità e incapacità in molti.

Il cerchio goetico delle evocazioni e patti oscuri di Levi simboleggia uno dei metodi per
accedere al pozzo dell’oscurità e al regno infernale misurando il nostro potenziale.
Occorre essere cauti e non permettere ad alcuna credenza precedentemente acquisita di
opprimere il proprio percorso nella stregoneria. È importante apprendere l’uso del
simbolismo e stabilire il giusto equilibrio con l’esperienza. In quanto adepto della Black
Magick che ha conseguito la comprensione dei misteri della gnosi dell’Avversario,
presento i metodi dei vecchi grimori e di Levi da una prospettiva Luciferiana.
Il cerchio Goetico delle evocazioni e patti oscuri è un ottimo cerchio di visualizzazione
dentro al quale il mago proietta il suo corpo astrale, intonando gli incantesimi e le formule
degli spiriti infernali. Il cerchio non intende tenere i demoni al suo esterno ma piuttosto
concentra l’energia del mago all’interno dell’area e focalizza l’unione del suo io con gli
spiriti.

BLACK MAGIKAL AXION


All’interno del cerchio vi sono i nomi di comando, ogni parola crea quel che afferma.

CONSEQUENZA DIRETTA
Gli spiriti ribelli svelano saggezza e potere in nome del Diavolo invocato.

Condizioni di successo nelle evocazioni Infernali

1) determinazione irremovibile ed un forte volere; concentrarsi sugli spiriti ribelli e la loro


ostinazione, saggia e forte.
2) Consapevolezza della comprensione raggiunta attraverso l’esperienza e l’abilità di
riconoscere i modelli ottenuti dalla ribellione spirituale.
3) Saggezza è conoscenza applicata e la comprensione dei modelli per via
dell’esperienza.
4) All’interno del cerchio, credere è essenziale in magia.
5) Aver chiaro che tu sei il solo dio che c’è; non c’è alcuna forza che possa governarti e
muoverti come una marionetta nella vita. Questa è una chiara indicazione di un
individuo che arde della Fiamma Oscura: nessuna consapevolezza separata è
responsabile della tua vita e nessun destino è stabilito. Se non si è disposti ad
accettare questo e vivere con la fiducia e la responsabilità dell’auto-deificazione è
meglio seguire un altro percorso, ovvero quello della schiavitù mentale, fatto di dottrine
religiose.

In seguito, il Mago dovrà far blasfemia dei culti e cerimonie con i quali è cresciuto, se ve
ne sono. Questa profanazione può essere semplicemente una negazione dei dogmi e la
consapevolezza del principio che regola il mondo: il chaos e l’individuo agiranno
sull’ordine.

Il sacrificio di sangue non è necessario per l’evocazione degli spiriti infernali; si può usare
una piccola quantità del proprio sangue in qualità di offerta; questo afferma la dedica di
intenti del subconscio vero l’obiettivo.

Levi suggerisce che tradizionalmente si dovrebbe osservare un digiuno di 15 giorni,


tuttavia può essere minore e di parziale digiuno. Tre giorni prima della cerimonia il mago
può ridurre la sua alimentazione giornaliera limitandola a due piccoli pasti e nulla dopo il
tramonto.
L’evocazione dovrebbe essere eseguita nella notte a cavallo tra Lunedì e Martedì oppure
tra Venerdì e Sabato. Il mago dovrà trovare un luogo solitario e possibilmente poco
accessibile ad altri, ad esempio un cimitero o un luogo presumibilmente infestato. Un
luogo esterno come un cimitero è dal punto di vista psicologico molto più potente ed
evocativo in quanto simbolizza al meglio il viaggio verso l’ignoto ed il cambiamento. È
opportuno ricordare che lo scopo dell’evocazione infernale è quello di piegare il corso delle
cose e il cambiamento al proprio desiderio; in primo luogo interiormente, e in secondo
luogo esteriormente.

Il mago userà la sua ispirazione, immaginazione e conoscenza per la scelta del luogo.

L’occorrente
Il vestiario suggerito è composto da indumenti totalmente neri, privi di cinture e di
maniche. Lunghe tuniche vanno bene. Un copricapo con i simboli della Luna, Venere e
Saturno; due candele di grasso umano in candelieri di legno nero, tagliate nella forma
tradizionale della mezza luna. Ovviamente è complicato trovare candele di grasso umano;
semplici candele di cera nera andranno più che bene.

Come già detto , il copricapo (berretto o cappuccio della tunica) dovrà riportare i simboli
dei pianeti elencati. Due corone di verbena; una pianta che cresce in Inghilterra ed in altre
zone; la verbena veniva utilizzata come pianta rituale nel periodo Romano e veniva
utilizzata dagli stregoni in rituali d’offerta.

Una spada o athame (pugnale) magico dal manico nero consacrato per il rituale.
Un forcone magico ed un vaso di rame, menzionato da Levi per contenere il sangue della
vittima (poche gocce del vostro, come atto simbolico per l’offerta)
Il moderno mago può, in sostituzione del sangue, utilizzare un qualsiasi vaso (o coppa)
contenente un melograno e del vino rosso.

Un incensiere nel quale Levi consiglia di bruciare della canfora, aloe, ambra grigia e
storace da mescolare con sangue di una capra, talpa e pipistrello;
quattro unghie estratte dal corpo di un criminale giustiziato;
In sostituzione di tutto questo delle unghie personali andranno bene.

Incenso di resina e foglie di assenzio possono sostituire il sangue della capra.


L’uso dell’immaginazione a scopo evocativo e simbolico permette di sostituire elementi e
materiali piuttosto improbabili. Levi suggeriva addirittura di utilizzare un teschio di un gatto
sfamato per 5 giorni consecutivi con carne umana. O ancora, un teschio umano, o
addirittura il teschio di un parricida. Alquanto impossibile. Una replica di un teschio va
bene in funzione di rappresentazione simbolica.

Tracciare un cerchio con la spada (o l’athame) lasciando una piccola apertura da un lato;
Disegnare un triangolo all’interno del cerchio e disegnare un Pentacolo con del sangue
(anche un questo caso usare l’immaginazione e ricorrere se possibile ad altri espedienti);
Porre uno scaldavivande o un piccolo braciere in uno degli angoli del triangolo. Alla base
opposta del triangolo disegnare tre cerchi più piccoli per il mago e due assistenti; dietro al
primo cerchio tracciare il simbolo di Labarum o il monogramma di Costantino.

All’interno del cerchio si formerà a sua volta un cerchio leggermente più piccolo con la
pelle di una vittima immolata e tagliata a pezzettini. (anche in questo caso usate la vostra
fantasia per l’occorrente).

Fuori dal cerchio, il teschio del gatto, il teschio umano, le corna della capra ed il pipistrello.
Ognuno di essi dovrà essere spruzzato con del sangue della vittima con un ramo di
betulla. Un fuoco con del legno di cipresso sarà acceso e si porranno le due candele alla
destra e sinistra del mago con in testa una corona di verbena.
Il mago può cosi iniziare l’evocazione visualizzando il cerchio Goetico.

Ripetiamo ancora una volta che le descrizioni e i materiali appena descritti sono
PURAMENTE SIMBOLICI.
Questo è un metodo per eseguire l’evocazione dei patti per ottenere risultati a breve o
lungo termine.
Il triangolo di evocazione di AZAZEL

Il triangolo di Evocazione di Azazel è una affermazione della via della mano sinistra
dell’evocazione degli spiriti, privo del dogmatismo Giudeo-Cristiano. Al posto della formula
Giudeo-Cristiana che utilizza Arcangeli per dominare spiriti demoniaci, il nome della
potenza, AZAZEL (“Il Dio forte” un antico epiteto della gente di Canaan per Mot, il Dio della
morte) viene utilizzato per onorare ed esaltare la mutua energia e potere infernale,
riconosciuta come parte dell’io. Porre all’interno del triangolo il sigillo di Lucifuge Rofocale,
consacrandolo con del sangue.

L’incensiere dovrà bruciare appena a destra del triangolo dell’evocazione mentre le tre
candele nere verranno posizionate ognuna ad ogni estremità del triangolo. Il fumo
dell’incenso può essere utile per visualizzare lo spirito durante l’evocazione.

Si può posizionare, volendo, dell’incenso ad ogni punta del triangolo in modo da creare
una fitta nuvola di fumo intorno e dentro al cerchio.
All’interno del cerchio, caricato dallo spirito di Azazel, si porrà il sigillo del demone che si
intende evocare. L’uso del proprio sangue può essere utile per la materializzazione di
alcuni aspetti dello spirito.
Durante i riti infernali come questo, lo spirito inizierà a prendere forma attraverso il fumo al
di sopra del centro del triangolo. Non lasciarti suggestionare dall’evento e concentrati e
comanda lo spirito che è parte di te.

Evoca con onore solenne e intona parole potenti col rispetto dovuto per il demone che si
chiama. Il tuo volere deve essere forte, determinato riguardo gli obiettivi decisi come
scopo del rito. Lo spirito ti metterà alla prova e cercherà di indebolire il tuo volere; rimani
ben saldo nel tuo proponimento. Durante le prime esperienze, il mago sarà messo alla
prova in maniera impercettibile e insospettabile. La comunione col proprio Daemon si
rafforzerà proprio durante questi momenti in quanto imparerai a fidarti dei tuoi istinti e
diventerai più saldo nei tuoi obiettivi e proponimenti.

Prima Invocazione a Lucifero Imperatore


“Imperatore Lucifero, principe e maestro degli spiriti ribelli, ti chiedo di abbandonare la tua
dimora, in qualunque parte del mondo si trovi, e di venire a parlarmi. Ti comando e
supplico per l’autorità degli Dei Infernali, gli Angeli Caduti che sono ancora dell’empireo
infernale, di venire in silenzio e senza ostilità, per rispondermi in maniera chiara , decisa e
comprensibile, punto per punto, a tutto quel che ti chiedo, che il mio successo sia la tua
vittoria e che i tuoi poteri diventino poderosi nel mio corpo e nel mio spirito. Vieni, vieni !
Lucifuge.”
Seconda Invocazione a Lucifero Imperatore
“Ti chiedo, Imperatore Lucifero, per l’autorità del Regno Infernale, per il potere di Samael e
Lilith, e per la virtù del tuo potente spirito che libera l’uomo dalle catene della servitù,
comando voi forze dell’oscurità di abbandonare la vostra dimora, in qualunque parte del
mondo si trovi, giurando di onorarvi come parte di me stesso, amico e compagno degli
Spiriti Ribelli. Mandate a me Astaroth in sembianze umane, silenzioso e non ostile,
comando il cerchio, BERKAIAL, ANASARCA, ASARADEL, AKIBEEL, venite avanti
immediatamente”

In base allo spirito che si intende evocare, recitare l’incantesimo appropriato 7 volte prima
del rito e trascrivere su pergamena la seguente evocazione.
+ La seguente evocazione è composta dai Nomi del Potere Infernale che possono essere
pronunciati sia a voce alta che sottovoce come un mantra. Il simbolo “+” sta ad indicare
una pausa per concentrarsi e comandare il nome del potere specifico:

INVOCAZIONE DI LUCIFERO
LUCIFER + OUYAR + CHAMERON + ALISEON + MANDOUSIN + PREMY+ ORIET+
NAYDRUS+ ESMONY+ EPARINESONT+ ESTIOT+ DUMOSSON+ DANOCHAR+
CASMIEL+ HAYRAS+ FABELLERONTHON+ SODIRNO+ PEATHAM+ Vieni, LUCIFER+
VIENI.

INVOCAZIONE DI BEELZEBUTH
BEELZEBUTH + LUCIFER + MADILON + SOLYMO + SAROY + THEU + AMECLO +
SEGRAEL + PRAREDUN + ADRICANOROM + MARTIRO + TIMO + CAMERON +
PHORSY + METOSITE + PRUMOSY + DUMASO + ELIVISA + ALPHROIS +
FUBENTRONTY + Vieni, BEELZEBITH + VIENI.

INVOCAZIONE DI ASTAROTH
ASTAROTH + ADOR + CAMESO + VALUERITUF + MARESO + LODIR + CADOMIR +
ALUIEL + CALNISO + TELY + PLEORIM + VIORDY + CUREVIORBAS + CAMERON +
VESTURIEL + VULNAVIL + BENEZ + MEUS CALMIRON + NOARD + NISA
CHENIBRANBO CALEVODIUM + BRAZO + TABRASOL + Vieni + ASTAROTH + VIENI.

PER EVOCARE GLI SPIRITI SUBORDINATI


O SURMY + DELMUSAN + ATALSLOYM + CHARUSIHOA + MELANY + LIAMINTHO +
COLEHON + PARON + MADOIN + MERLOY + BULERATOR + DONMEO + HONE +
PELOYM + IBASIL + MEON + ALYMDRICTELS + PERSON + CRISOLSAY + LEMON
SEFLE NIDAR HORIEL PEUNT + HALMON + ASOPHIEL + ILNOSTREON + BANIEL +
VERMIAS + ESLEVOR + NOELMA + DORSAMOT + LHAVALA + OMOT + FRANGAM +
BELDOR + DRAGIN + Venite
L’apparizione dello Spirito
“Eccomi, cosa mi chiedi ? “

Richiesta allo Spirito


“Ave Grande Spirito. Ti ho evocato per assistermi nel mio percorso di potenza e saggezza,
[nominare il desiderio specifico]; se mi assisterai, ti onorerò con una offerta di una moneta,
che porrò per terra ogni lunedì e brucerò incenso. Cerco questo accordo con te per
[specificare il tempo desiderato]. Chiedo inoltre che il mio Daemon personale possa
rivelarsi a me, che conoscenza e comprensione elevino questo genio in potenza, con la
tua guida.”

Risposta dello Spirito


“Aprirò i cancelli affinchè il potere si manifesti attraverso di te. Sussurrerò gli istinti e farò in
modo che il Daemon si desti.”

Accordo con lo Spirito


Prometto di portare a [nome] il benessere e il tesoro della conoscenza, comprensione e
potere per manifestare il tuo desiderio di [nominare l’obiettivo], Darò ispirazione al tuo
Daemon e guida verso il cammino dell’auto-deificazione; inizia adesso. Questo avverrà nel
corso di [tempo nominato]. Durante questo periodo, mi offrirai una moneta per terra ogni
lunedì e dell’incenso ogni Nuova Luna al tramonto. Potrai aver bisogno di me, e mi
evocherai nel triangolo di evocazione o attraverso meditazione sul mio sigillo. Ti
risponderò nella maniera che riterrò più opportuna. Se rinuncerai a questo patto o a ciò
che avrai ottenuto, distruggerai quel che avrai creato col tuo potere. Se fallirai, prenderò
parte del tuo potere accumulato. Terrai il tutto segreto senza rivelarlo ad alcuno. Questo
avverrà dal [giorno, mese, anno] al [giorno,mese,anno].

Mago [nome, data e firma]

Una volta che il patto è stato redatto non si deve aver paura dello spirito. Avvertirete col
tempo una forte connessione con lo spirito ed il vostro Daemon. In qualità di Luciferiani,
potrete considerare che il Daemon è rivestito dagli abiti della Maschera Deifica. Sfruttate
questa energia e indirizzatela per il meglio.

Ogni notte potrete avvertire una presenza insieme a voi, vi ispirerà verso gli obiettivi
elencati nel patto. Meditate sugli impulsi istintivi che Lucifuge vi porterà. Ringraziate lo
spirito per quanto avete ottenuto con il dovuto rispetto e ricordate che i poteri infernali
sono parte di voi.

Suppliche e ritorno dello Spirito

O Principe Lucifero, onoro la tua unione col mio spirito e sono al momento soddisfatto. Il
mio successo e gli obiettivi raggiunti sono anche tuoi. Verso questa libagione e ti offro
questo incenso; che il nostro potere cresca in accordo al mio desiderio. Così sia.
Ringraziamenti al Reggente Infernale
O illustre Principe Lucifero, che ha ispirato la Fiamma Oscura della divina comprensione
nella mia mente, grande spirito e angelo ribelle che mi ha offerto la sua torcia, ti ringrazio.
Principe Lucifero possa la tua luce ardente della notte e del mattino manifestarsi nel mio
corpo e nella mia anima. Possa io guidare gli spiriti infernali a liberare coloro in grado di
comprendere il cammino verso il potere; Poiché il mio potere e la mia saggezza
aumentano. Ave Lucifero, Beelzebuth e Astaroth, siatemi favorevoli, e con forza e
desiderio possa rivestire il mio essere con abiti di oscurità e luce ardente. Così sia.

Centum Regum
Di seguito una variante dell’Invocazione di Lucifero leggermente diversa. I Nomi del Potere
dovrebbero essere intonati con un senso di comando e confidenza. Pronunciate ogni
parola con gioia ed esaltazione. Una pausa tra i vari nomi è possibile, come nel rituale
precedente. Dipende da voi. Oppure potete pronunciare i Nomi in un fluire unico senza
interruzione. I Nomi sono porte che aprono a tipi di poteri specifici, in base allo scopo ed
allo Spirito (Lucifero, Beelzebuth e Astaroth) evocato. Il seguente è un tipo di acquisizione
di poteri magici col grimorio; una zona di conoscenza Luciferiana. La mia esperienza
iniziale ha avuto proprio a che fare con un patto con Lucifero, Patrono di saggezza e
potere magico. Scrivendo sotto influenza della Maschera Deifica del Patrono, il mago
potrà recitare e consacrare questo grimorio.

L’Evocazione di Lucifero
Lucifer, Ouia, Kameron, Aliscot, Mandusemini, Poemi, Oriel, Madugruse, Parinoscon,
Estio, Dumogon, Davorcon, Casmiel, Hugras, Fabil, Vonton, Uli, Socierno, Peatan, Come,
Lucifer, Nema.

L’Affermazione e lo studio dello Spirito sul Mago.


Io, Lucifero, illustre Imperatore, indipendente e forte, libero e reggente assoluto dell’intero
regno sotterraneo, dispotico signore sugli spiriti dell’aria e della terra; Sono il più
formidabile, terribile, nobile, colui che muove e governa le fortune o disgrazie dei miei
sottoposti con potere assoluto; saggio e sagace, dotato del carattere più sublime e
luminoso, sono il dominatore della terra e di coloro che si risvegliano al dono della mia
Fiamma Oscura.

PARTE 2

PACTA CONVENTA DAEMONIORUM


Il secondo libro infernale del Sanctum Regnum della Clacivola
Questo è il secondo libro infernale dei metodi e maniere corrette per fare patti, con nomi e
poteri degli Spiriti infernali, per far si che si manifestino attraverso il potere delle
invocazioni dei patti della Clavicola.

La chiave per aprire i cancelli infernali del potere è solamente, ma di cruciale importanza,
un metodo di percezione, un ritorno alle fondamenta e a ciò che sta al centro di tutto: l’io,
se stessi.
Quando eseguite i rituali oscuri qui presenti liberate la vostra mente per concedersi
totalmente alle vostre fantasie soggettive e utilizzate la vostra immaginazione come forza
iniziatrice della Fiamma Oscura.

Quando si effettua il rituale, intonate le parole Infernali in maniera solenne, permettendo


alla vostra immaginazione di credere fermamente che, da questo momento in avanti, il
cerchio sia l’Alpha e Omega, ovvero Azothoz.
Una volta che la vostra immaginazione è totalmente proiettata in questa realtà e
convinzione i cancelli si apriranno per voi. I Nomi del Potere degli Angeli Caduti vengono
qui rappresentati come formula tradizionale della magia Luciferiana e sono potenti per
l’adepto.

Procurarsi una bacchetta di nocciolo con un piccolo cristallo incastonato all’estremità.


Procurarsi una pietra di eliotropio e due candele nere, portatele nel luogo del rituale. Il
rituale può anche essere tenuto tra rovine abbandonate.
Distendere la stoffa o tela in cui avete tracciato il Triangolo dei Patti, un semplice triangolo
andrà bene. In alternativa si può utilizzare il Cerchio Goetico dei Patti come focus
dell’evocazione. Le due candele possono essere poste ai lati del triangolo.
Recarsi al centro del triangolo con la bacchetta e l’invocazione dello spirito ed il patto
trascritto precedentemente.

Ricordate, gli spiriti si manifestano in diverse maniere, raramente si avrà una


manifestazione fisica intesa come nell’immaginario collettivo; potranno esserci diversi
presagi o segni, ombre che si muovono rapidamente, l’impressione di essere osservati,
voci o immagini che suoneranno e appariranno nella vostra mente.
Non liberatevi di tali effetti e visioni ma rimanete saldi nel vostro proposito, gli spiriti
metteranno alla prova la vostra forza di volontà.

INVOCAZIONE DEI RE INFERNALI


Stella ardente che sei la prima a portare lo splendore solare, Fredda e fiera stella che
avvolge la notte con la sua ombra e oscurità; Vieni avanti, Lucifero! Ti invoco dalla dimora
in cui l’abisso di oscurità e la luce degli empirei si incontrano. O grande e luce splendente,
il cui potere empireo si trova sia nei cieli che nell’inferno, ti invoco , Imperatore Lucifero!
Maestro degli spiriti ribelli, sii benevolo nei confronti della mia invocazione del tuo Gran
Ministro Lucifuge Rofocale con cui vorrei stipulare un patto.

Ti invoco, Principe Beelzebuth, proteggimi e sii garante della buona sorte di questo
compimento.

Conte Astaroth, sii tempestivo e assicura che Lucifuge mi appaia nella forma che desidera;
lascia che l’oscurità sia il suo mantello di potere, circondato dalla Fiamma Oscura della
divinità fosforescente! O grande Lucifuge , ti chiamo, dalla tua dimora, in qualsiasi parte
del mondo si trovi, vieni a me e parla con me. Sii come un mio fratello e amico, poiché
onoro i grandi spiriti dell’imperatore Lucifero, Beelzebuth e Astaroth. Il mio successo e la
mia vittoria sono anche tue; che gli spiriti dell’oscurità si muovino attraverso il mio corpo,
spirito e mente, che costituiscono il mio tempio.
Recito le parole di Potere conosciute come la grande Clavicola di Salomone,
impossessandomi dei nomi del Potere nel nome di Lucifero, che Adonai sarà bastimento
per l’autorità del Dominio Infernale. Appari in nome del potere di queste parole:

Recitare i Nomi del Potere due volte con passione e decisione, visualizzando la
manifestazione dello spirito

Grande Invocazione della Grande Kabbala


Ti invoco, O spirito, di apparirmi in nome del potere del Grande Imperatore Lucifero,
Beelzebuth e Astaroth; Ti invoco O spirito, di apparirmi in nome della potenza dei Nomi del
Potere impossessati dal principe caduto degli spiriti infernali: Adonay, per Elohim, Ariel e
Havohej, Agla, Tagla, Mathon, Oarios, Almouzin, Arios, Membrot, Varios, Pithona, Magots,
Sylphae, Tabots, Salamandrae, Gnomus, Terrae, Caelis, Godens, Aqua, Guigua, Javna,
Etitnamus, Zariatnatmick, A + E + A + J + A + T + M + O + A + A + M + V + P + M + S + T
+ S + T + G + T + C + G + A + G + J + E + Z + C.

PARTE 3
Teurgia dei Nephilim e i Riti del Fuoco di Azazel
Dei Guardiani e l’Armata Angelica

Qui di seguito una cerimonia di potere Luciferiana che letteralmente usurpa il nome di
Adonai come maschera dell’Avversario, invocando i Nomi del Potere (I Guardiani) in
qualità di portatori di potere e saggezza all’interno del tempio del corpo, mente e spirito. Il
Libro di Enoch offre una mappa dalla quale ho strutturato questo libro di chaos infernale
per rompere il vecchio ordine e ristabilire il potere infernale e dell’armata angelica empirea.
Questo è un testo molto efficace che occorre essere portato a termine con
determinazione, desiderio e volere.

Mi son reso conto che mettere insieme grimori di tradizione medievale con la prima
demonologia giudeo-cristiana, derivata dagli dei Elleni e Orientali spodestati, è
un’esperienza potente, ed efficace nella manifestazione del proprio desiderio.

Considera i nomi dei Guardiani dai Libri di Enoch; non sono quel che sembrano in origine
nella cosmologia giudeo-cristiana. EL è il nome del padre del pantheon di Canaan gia’
molto diffuso prima dell’avvento del culto di Jehovah. EL governava il pantheon formato da
Anat, Baal, Yam (Leviathan), Mot (Dio della morte, il suo epiteto diede origine ad Azazel),
Asherah ed altri.

Quando le tribù ebree conquistarono Canaan, Yahveh, il loro dio-tribale tradizionale, istituì
un sacerdozio che aveva autorità nominale. Lo sviluppo di questo monoteismo li aiutò a
mantenere egemonia e potere. Gli dei Canaaniti, ancora forti nella loro tradizione, furono
lentamente assimilati da EL , diventano Yahveh. Dei vecchi dei il monoteismo ne fece degli
idoli, spiriti impuri e demoni. Alcuni di questi vecchi dei divennero “angeli” , letteralmente
“messaggeri” del dio EL-Yahveh (Jehovah).

La tradizione successiva dei Guardiani si sviluppò da influenze elleniche, e ancora gli


angeli caduti contenevano elementi del nome EL.
L’approccio dei Luciferiani ai Guardiani è diretto senza alcuna remissione a Yahveh.

Ramiel “tuono di EL”, Kokabiel “stella di EL”, Ezeqiel “stella cadente di EL”, Asael “Fatto
da EL”, Batriel “pioggia di EL”, Ananel “nuvola di EL”, Turiel “montagna di EL”, Samsiel
“sole di EL”, Araziel “luna di EL”,

La conoscenza dei Guardiani ispira l’auto-eccellenza e l’evoluzione nell’uomo verso le


proprie capacità costruttive e distruttive.

La testa di Azazel [da “Il Dragone delle Due Fiamme”, illustrazione di Kitti Solymosi]

SUL SIMBOLISMO DELLA FIAMMA OSCURA


Il concetto della Fiamma Oscura (o Luce Oscura) viene espresso in diverse antiche
dottrine religiose e mitologie orientali. Mi soffermerò principalmente sul simbolismo a noi
attinente riguardo Azazel e la Fiamma Oscura.

La forma e le caratteristiche sono espresse nell’Apocalisse di Abramo, che lo dipinge


come un essere del fuoco così come la sua abilità, in qualità di arcidemone di assumere
diverse forme.

Nel capitolo 13 dell’Apocalisse Slava, Azazel assume la forma dell’uccello peccaminoso


(corvo), ma questo non riflette la vera natura del demone.
La dimora di Azazel è localizzata nel regno sotterraneo, letteralmente una
rappresentazione teoforica rivelatrice dell’arcidemone.

La sua dimora si trova nel centro della terra, un regno impetuoso direttamente collegato al
desiderio dell’angelo caduto. La vera essenza di Azazel, come descritta nel’Apocalisse, è
quella di un tizzone ardente della fornace chtonica. Azazel è la sorgente primaria, il fuoco
dell’aldilà. I Luciferiani non considerano né accettano l’idea di questo fuoco come
distruttivo; non ci sono assoluti e, in base a come questo fuoco viene utilizzato, la sua
natura può rivelarsi costruttiva o distruttiva.

Azazel è ampiamente esaminato nel “Dragone delle due fiamme”. Ho trovato stimolante e
interessante espandere lo studio e la ritualistica inerente Azazel in relazione al primo
Cristianesimo. Il fuoco è la sua essenza creativa, usato per descrivere la dimora della
regione superiore dell’empireo così come i regni sotterranei.

La Fiamma Oscura è il dono della consapevolezza divina data a coloro che diventano
come i Nephilim, giganti nati dalla terra e dell’aria.

La lingua di Azazel è fatta di fuoco, coloro che falliscono la prova del volere , desiderio e
credo nella loro vita (ad esempio, inchinandosi e venerando altri idoli o divinità al di fuori
del proprio io) saranno divorati dalle fiamme nello stomaco di Azazel. Lo stregone cerca di
perfezionare la sua consapevolezza e, con coraggio determinazione, di diventare come
Azazel nel corso della sua vita.

Azazel , raffigurato come Uccello impuro e immorale dal “Dragone delle due
Fiamme” (illustrazione di Kitti Solymosi)

Invocazione degli Angeli Caduti e degli Imponenti Pilastri di Azazel


Questo è un rituale della Teurgia Luciferiana, per invocare i maestosi spiriti dei Guardiani
in unione col teurgo ormai divenuto uno con gli angeli caduti. Il teurgo Luciferiano è allo
stesso tempo tempio individuale e tempio in cui dimora il potere di Azazel; letteralmente
guida e costringe gli angeli caduti a manifestare la loro conoscenza per via del desiderio,
volere e credo del mago stesso.
Questa cerimonia è un lavoro per risvegliare la rappresentazione archetipa di queste forze
dentro se stessi, quindi ispirazione dell’auto-evoluzione ed il raggiungimento del potere. Il
Daemon personale è quindi il mediatore e l’aspetto divino all’interno dell’io; facilita
l’iniziazione ed il dono del “sangue di strega/stregone” all’interno del Luciferismo. Il
Daemon è esaminato nell’”Adversarial Light” (Luce dell’Avversario) e nel “Dragon of the
two flames” (Dragone delle due Fiamme) ma una ritualistica Egiziana Settiana più
avanzata si può trovare nel Necronomicon.

Questo rituale si può effettuare in totale confidenza, prima di passare alla Goetica o ai
patti; l’intensità sarà estenuante e se spinta ai limiti mentali e fisici si potrà raggiungere un
livello di comprensione e potere più alto.

Decorate l’altare con simboli, idoli e arte appropriata. Il design sarà lo specchio delle
vostre ispirazioni. La rappresentazione degli angeli caduti nella tradizione del “Paradiso
Perduto” di Milton è appropriata, includendo il simbolo di Azazel che si trova
nell’Adversarial Light e “Dragon of the two flames”. Dovrebbero esserci due candele, nera
e bianca ai lati dell’altare (nera a sinistra e bianca a destra) ed un calice di vino rosso o
altra bevenda a vostra scelta. L’athame deve essere puntato al sigillo o idolo sopra l’altare;
la spada ha un ruolo simbolico nell’iniziazione e creazione magica.

La lama della spada orientata verso i quattro quarti e durante la pronuncia degli
incantesimi rappresenta la nascita dei Nephilim attraverso l’unione del corpo d’ombra
primordiale; la lama orientata verso l’esterno rappresenta il cammino dell’auto
determinazione e dell’apertura del cerchio.

O - Apertura del cerchio dell’Avversario

Ave Forze dell’Oscurità e Spiriti che dimorate a Tartarus!


Apro adesso il cerchio dei miei alti proponimenti ed Azazel vi porrà i fuochi infernali
costruttivi e distruttivi.

A Nord-Occidente chiamo te antica Dea Lilith, anziana madre degli orrori.

Ad Occidente chiamo voi, Leviathan , Azhael, Ariton.

A sud-occidente chiamo voi Aggereth, Figlia di Machaloth.

A sud chiamo te Shaitan- Satana, Grande Avversario. Chiamo Azhazel e Paimon, Re che
risponde alla chiamata di Lucifero.

A sud-est chiamo Abaddon- Apollyon , colui che governa l’abisso infinito, l’innominabile
che invia locuste distruttive contro i nemici.
Ad est chiamo Lucifero-Ashtar portatore di Luce; Chiamo Samael e Oriens, Grande e
Terribile Re dei demoni che ispira forza e saggezza e maledice i deboli e gli ignoranti.
Possa elevare la luce più luminosa nei cieli.

A nord-est chiamo Lilith, moglie di Asmodeo ; spirito notturno e demone del vento,
bellissima e mortale.

A nord chiamo Amaymon, terribile Re degli spiriti oscuri, il divoratore della Fiamma
Oscura! Chiamo Mahazhael e Belial, Signore della Terra.

Risveglio in questo cerchio l’imponente essenza di Samael ed Asmodeo, antichi Re


conquistatori.

Che il mio cerchio sia tre volte elevato nei regni empirei infernali.

1. L’Apertura di Dudael
Anoixon Dudael

Che gli angeli caduti che dispensano doni di saggezza e potere siano invocati
nuovamente.
Vi invoco Shemiyaza, Azazel, Artaqifa, Arakiba, Armen, Rameel, Kokabiel, Kokabel,
Tamiel, Turael, Rumjal, Ramiel, Danjel, Ezeqeel, Baraqiel, Samsiel, Asael, Armaros,
Batarel, Ananel, Zaqiel, Samsapeel, Satarel, Jetrel, Turel, Jomjael, Busaesejal, Hananel,
Neqael, Sariel, Simapesiel, Amezerak,Tumael, Asbeel, Gadreel, Penemue, Asradel,
Kasdeja, Kasbeel, Biqa e l’antico serpente Taba’et, muovetevi ed apparite poiché io sarò il
recipiente vivente della fiamma oscura avvolta dall’oscurità delle ombre.

Che la mia luce brilli luminosa tra tutte le stelle, che io sia manifestazione in voce e in
carne delle vostre tradizioni per molto tempo dimenticate.
Possa la mia voce arrivare tra le rocce e aprirsi un varco nel deserto Dudael.
Che le catene si spezzino e l’esercito di Azazel venga avanti.
Che su questa terra vi siano, come vi furono un tempo, i Guardiani, grandi antichi Dei. Che
su questa terra vi sia, come all’inferno, una dimora segreta degli angeli oscuri, portatori di
saggezza e potere.

Che il mio tempio di mente, corpo e spirito sia un grande palazzo adornato in argento e
protetto da 7 montagne di pietre magnificenti di giacinto , di alabastro e il mio trono di
zaffiro. Che la Fiamma Oscura di radiosità terrificante illumini e invii ombre intorno a me,
attorniando l’oscurità col mio fuoco.

Che il mio spirito nasca da 200 angeli caduti e abbia autorità su questa terra. Chiamo i
Guardiani e i Nephilim, miei fratelli, affinchè attendino il mio consiglio e dimorino nel mio
tempio.

Concedetemi poteri sui cancelli dell’abisso e dei cieli.

Che le 7 stelle appaiano come montagne in fuoco così come lo sono le mie membra in
questo momento.

Che la prigione tra il cielo e la terra sia distrutta che i cancelli liberino i Guardiani; possano
le stelle e le armate dei cieli venire avanti dalle loro tombe infernali e vivere nuovamente
nella loro saggezza. COME IN CIELO, COSÌ IN TERRA.

Possa Uriel essere il mio angelo degli abissi, usurpando il nome di Adonai; che lo spirito
Luciferiano possa unire forza e saggezza al cospetto dei miei nemici.

Uriel, Angelo di Tartarus, comando i tuoi poteri al mio servizio e desiderio e che il regno di
Gehenna sia accessibile.

Ave e venite avanti grandi angeli che vi siete relazionati alle donne, voi capaci di
assumere forme diverse. risvegliatevi e ispirate la mia mente, corpo e spirito in questo
mondo, adesso!

Possa io essere il vostro tramite attraverso il quale portare saggezza e potere all’umanità,
sacrificandoli ai demoni e Dei, come vera parte dell’io e vivere secondo il desiderio più
intimo e interiore.
2 Controllo e usurpazione di Adonai
Ho usurpato con grande autorità il nome di Adonai e i 7 arcangeli han deposto le loro armi
e guardia contro i nostri fratelli, lasciando libere le schiere infernali.

Uriel che sta al di sopra del mondo e a Tartaurs; Raphael con i luminari, Michael riottieni la
tua divinità come Mekal dio ardente del Chaos; Saraqel che adesso assaggerà i piaceri
del peccato; Gabriel che sta sopra al Paradiso, i Serpenti e i Cherubini; Remiel che sta al
di sopra di coloro che si rialzano.
Nel nome di Adonai per l’autorità di Azazel, Satanael, Shemiyaza e Lucifero, sia compiuto.

Vi chiamo a me, angeli caduti, al mio cerchio. Possa la vostra imponente essenza
solidificarsi, indirizzare lo spirito ed il fuoco dentro al mio corpo e la mia carne.

Sono nato nuovamente come colui che sarà come i Nephilim su questa terra, il dono di
Aza e Azzael !

Concedetemi il potere di comandare e guidare i magici spiriti oscuri e i demoni infernali per
realizzare il mio regno su questa terra!

Possa il mio spirito non essere schiavo solamente della mia carne, che possa uscire fuori
dal mio corpo su questa terra, la mia dimora.

3 La maestosa essenza di Azazel e gli abiti di Oscurità


Ascoltami Azazel ! Grande avversario dei deboli e incapaci, dio splendente dei nomi
dimenticati, discendi su di me come nell’antico giardino incantato.

Azazel, che appari nella forma di serpente, con mani e piedi umani; sei ali alla tua sinistra
e sei alla tua destra, vieni avanti !

Azazel che stringi i frutti proibiti della conoscenza ed il sentiero per la conoscenza, appari !

Azazel, ti invoco nel mio cerchio e ti chiedo di apparire come un Angelo avvolto da abiti
lucenti; vieni avanti con radiosità e la conoscenza che controlla i poteri empirei.

Luminoso portatore di saggezza e sentiero per il potere, dispensa i tuoi doni di fuoco al
mio spirito, che possa bere dal tuo calice di conoscenza del serpente; apri i miei occhi per
ottenere comprensione e conoscenza dell’empireo e dell’infernale.

Bere dal calice

Così sia !