Sei sulla pagina 1di 2

GUIDA AL FITWALKING

Il fitwalking è “l’arte del camminare”, è una forma di praticare il cammino che ne evidenzia tutte le
potenzialità e va oltre il semplice camminare.

Il termine inglese significa letteralmente “camminare per la forma fisica”; è il denominatore comune
per tutte le attività di cammino che escono dalla normale locomozione quotidiana e diventano atti
vità motorio-sportiva, per il tempo libero per il relax, per il divertimento, per il fitness, per la salute,
per il benessere, ma che mantengono la comune radice del CAMMINARE BENE.

“L’arte del fitwalking” sta proprio nella scoperta che non è sufficiente camminare per fare al meglio
la passeggiata, il trekking, lo sport, il tour culturale e turistico o l’attività salutistica, ma è necessario
camminare bene, ossia camminare osservando una corretta meccanica del movimento, acquisita
conoscendo e praticando la tecnica del fitwalking.

Una tecnica semplice ma indispensabile per trasformare il normale camminare in forma sportiva
ed adatta a tutti.

Breve guida al fitwalking: 9 cose fondamentali da sapere prima di allenarti


Qual è il giusto movimento del piede? E le braccia? Ma durante la camminata si può bere? 9 cose
che devi sapere sul fitwalking spiegate dall'ideatore del progetto fitwalking Maurizio Damilano Se
stai pensando di perdere peso con la camminata sportiva o hai iniziato a praticare fitwalking ma
hai qualche dubbio su come farlo bene, ti diamo le informazioni base per allenarti in maniera effi
cace grazie ai consigli di Maurizio Damilano, campione olimpico di marcia e ideatore del progetto
fitwalking. Maurizio oltre a essere un ex atleta, uno sportivo e un coach, è promotore di moltissime
attività legate al fitwaliking come la prima edizione del Walking day che si tiene il 5 e il 6 novembre
a Milano.

1. Le tre categorie del fitwalking


La camminata sportiva è definita così perché si distingue dalla passeggiata o da una camminata
normale: il passo è più veloce e alla base c'è una tecnica di movimento che va imparata. All'inizio è
utile seguire un istruttore e qualche lezione base per avere i fondamenti di una corretta camminata
sportiva. Il fitwalking si divide in tre grandi categorie:

Life style: lo pratichi se ti piace camminare e conosci i benefici della camminata, ma non ti preoc
cupi in modo specifico della prestazione sportiva. Cammini appena puoi, percorrendo anche lunghi
tratti a piedi in modo continuativo (senza fermarti per fare shopping per intenderci). Performer style:
sei una performer se hai deciso di porti un obiettivo e di camminare affinando la tecnica. Oltre al
benessere, pratichi la camminata sportiva per essere più veloce e resistente, stu diando l'aspetto
fitness legato alla camminata.
Sport style: lo pratichi se ti alleni quotidianamente con l'obiettivo di partecipare a eventi e gare. La
camminata è un vero e proprio sport nel quale mettere alla prova te stessa e le tue abilità sportive.

2. L'appoggio del piede


Il movimento del piede è fondamentale ed è importante prestare attenzione all'appoggio e alla fal
cata perché dà ritmo a tutto il corpo. Il piede prende vigore nella camminata sportiva: poggia prima
il tacco poi la pianta e le punte. La camminata è rapida, ma il piede poggia bene a terra e in manie
ra decisa. A ogni passo i muscoli spingono al meglio, se il movimento del piede è vigoroso e cor
retto senti le gambe lavorare in sincronia.

3. L'oscillazione delle braccia


Il secondo motore della camminata sono le braccia. Puoi tenerle distese fino a una certa velocità,
l'importante è l'oscillazione armoniosa che segue il piede. Quando aumenti la velocità ti verrà
natu-
rale piegare le braccia perché sfrutti una regola della fisica: per avere più spinta, accorgi la leva.
Le braccia si piegano fino a 90 gradi e ti dai la spinta per essere più veloce.

4. Fitwalking e velocità
Per convenzione un uomo percorre circa 4,5 - 5 chilometri all'ora. Perché tu possa praticare fitwal
king e non una semplice camminata continuativa devi percorrere almeno 6 chilometri all'ora. Un
camminatore sportivo arriva a percorrere 9, 10 chilometri all'ora.

5. L'idratazione
Bere è fondamentale. Il corpo ha bisogno di idratarsi ogni 30 minuti di camminata. Perciò se hai
previsto un allenamento di almeno un'ora porta con te dell'acqua.

6. Fitwaling: scarpe e abbigliamento


Il bello della camminata sportiva è che non hai bisogno di attrezzature particolari, ti bastano un
buon paio di scarpe adatte per la camminata. Puoi usare anche quelle da running purché non ab
biano la gomma troppo morbida e la suola non troppo alta. L'abbigliamento semplice, maglietta e
pantaloncino d'estate e un abbigliamento traspirante e caldo, ma adatto allo sport d'inverno.

7. Bastoni si o no?
Chi pratica fitwalking prima o poi si chiede se non siano utili i bastoni usati per il nordic walking.
«Meglio di no», consiglia Damilano. «Sono utili quando cammini in montagna ma se sei in città o il
percorso è in pianura rallentano il movimento».

8. Fitwalking: l'allenamento
Puoi partire con un allenamento base di 150 minuti alla settimana, divisi in 4 sezioni da 50 minuti.
Il che vuoi dire praticare fitwaking 4 volte alla settimana. Con il tempo puoi aumentare i giorni op
pure i minuti e i chilometri percorsi. Per avere benefici visibili è necessario porsi un obiettivo da
raggiungere con gradualità e mantenere la continuità negli allenamenti.

9. Il giusto percorso
Puoi scegliere di praticare la camminata dove preferisci: al parco, in città (non in una zona traffica
ta), o nel centro storico. Meglio scegliere un terreno stabile, va benissimo l'asfalto o una strada
battuta, ma non la spiaggia dove l'appoggio del piede sarebbe troppo morbido per praticare la
camminata sportiva in modo corretto.