Sei sulla pagina 1di 22

Dipartimento di Ingegneria Idraulica

ed Applicazioni Ambientali
Università di Palermo

CORSO DI INGEGNERIA SANITARIA

ESERCITAZIONE N.2

Dimenzionamento Canale Emissario & Grigliatura

Prof. G. Mannina
1
TRATTAMENTI PRELIMINARI

SCARICATORE by-pass by-pass


DI PIENA DISOLEATURA

LIQUAME GREZZO
AI TRATTAMENTI SUCCESSIVI

GRIGLIATURA DISSABBIATURA
by-pass

SCARICO DI PIENA E BY-PASS GENERALE

SCARICATORE by-pass by-pass


DI PIENA

LIQUAME GREZZO AI TRATTAMENTI SUCCESSIVI

GRIGLIATURA DISSABBIATURA
DISOLEATURA

SCARICO DI PIENA E BY-PASS GENERALE

2
PROGETTO DELL’UNITA’ DI GRIGLIATURA

TABELLA
PARAMETRI DA FISSARE Simbolo Valore U.M.
Larghezza canale emissario L1 m
Pendenza canale emissario i %
1/3 -1
Scabrezza pareti canale emissario: (Gauckel-Strickler) Ks 85-75 m s
" : (Bazin) γ 0,16 m1/2
" : (Kutter) m 0,20-0,25 m1/2
Franco F m
Spessore delle barre b mm
Luce libera tra le barre s mm
Velocità massima attraverso la griglia vmax m/s
Velocità minima a monte della griglia vmin m/s
Salto di fondo in corrispondenza della griglia Δz 0,10 m
Larghezza canale di by-pass L3 m

VARIABILI DA CALCOLARE Simbolo Valore U.M.


Altezza massima di moto uniforme h1 = h2 m
Larghezza teorica del canale di grigliatura L2* m
Larghezza effettiva del canale di grigliatura L2 m
Altezza massima di moro uniforme nel canale di by-pass h3 m
Perdita di carico attraverso la griglia pulita Δh m
3
PROGETTO DELL’UNITA’ DI GRIGLIATURA

PARAMETRI DA FISSARE Simbolo Valore U.M. PIANTA


Larghezza canale emissario L1 m
Pendenza canale emissario i %
1/3 -1
Scabrezza pareti canale emissario: (Gauckel-Strickler) Ks 85-75 m s
" : (Bazin) γ 0,16 m1/2
" : (Kutter) m L1
0,20-0,25 m1/2 L2
Franco F m
Spessore delle barre b mm
Luce libera tra le barre s mm
Velocità massima attraverso la griglia vmax m/s
Velocità minima a monte della griglia vmin m/s
Salto di fondo in corrispondenza della griglia Δz 0,10 m
Larghezza canale di by-pass L3 m
canale emissario canale della griglia

VARIABILI DA CALCOLARE Simbolo Valore U.M. SEZIONE LONGITUDINALE


Altezza massima di moto uniforme h1 = h2 m
Larghezza teorica del canale di grigliatura L2* m
Larghezza effettiva del canale di grigliatura L2 m
Altezza massima di moro uniforme nel canale di by-pass h3 F
f m f
Perdita di carico attraverso la griglia pulita Δh m
h1 h2
griglia

h1=h2

4
PARAMETRI DA FISSARE Simbolo Valore U.M.
Larghezza canale emissario L1 m
Pendenza canale emissario i %
1/3 -1
Scabrezza pareti canale emissario: (Gauckel-Strickler) Ks 85-75 m s
" : (Bazin) γ 0,16 m1/2
" : (Kutter) m 0,20-0,25 m1/2
Franco F m
Spessore delle barre b mm
Luce libera tra le barre s mm
Velocità massima attraverso la griglia vmax m/s
Velocità minima a monte della griglia vmin m/s
Salto di fondo in corrispondenza della griglia Δz 0,10 m
Larghezza canale di by-pass L3 m
PIANTA

VARIABILI DA CALCOLARE Simbolo Valore U.M.


Altezza massima di moto uniforme L3 canale
h1di= by-pass
h2 m
Larghezza teorica del canale di grigliatura L2* m
Larghezza effettiva del canale di grigliatura L2 m
Altezza massima di moro uniforme nel canale di by-pass h3 m
canale
Perdita emissario
di carico attraverso la griglia pulita Δh griglia m

canale della griglia

SEZIONE LONGITUDINALE

imbocco del canale di by-pass sbocco canale di by-pass

Δh
hmax
Δz 5
PROGETTO DELL’UNITA’ DI GRIGLIATURA

TABELLA
PARAMETRI DA FISSARE Simbolo Valore U.M.
Larghezza canale emissario L1 m
Pendenza canale emissario i %
1/3 -1
Scabrezza pareti canale emissario: (Gauckel-Strickler) Ks 85-75 m s
" : (Bazin) γ 0,16 m1/2
" : (Kutter) m 0,20-0,25 m1/2
Franco F m
Spessore delle barre b mm
Luce libera tra le barre s mm
Velocità massima attraverso la griglia vmax m/s
Velocità minima a monte della griglia vmin m/s
Salto di fondo in corrispondenza della griglia Δz 0,10 m
Larghezza canale di by-pass L3 m

VARIABILI DA CALCOLARE Simbolo Valore U.M.


Altezza massima di moto uniforme h1 = h2 m
Larghezza teorica del canale di grigliatura L2* m
Larghezza effettiva del canale di grigliatura L2 m
Altezza massima di moro uniforme nel canale di by-pass h3 m
Perdita di carico attraverso la griglia pulita Δh m
6
DIMENSIONAMENTO CANALE EMISSARIO

Il canale derivatore dello scaricatore di piena, che collega questo al successivo


manufatto di grigliatura deve essere dimensionato, nel caso di fognature unitarie, per
la portata massima in tempo di pioggia, Qmax,p, e nel caso di fognature
separate, per la portata nera di punta in tempo secco, Qmax,n.
PIANTA

L1 L2

canale emissario canale della griglia

SEZIONE LONGITUDINALE

f f

h1 h2
griglia

h1=h2
7
DIMENSIONAMENTO CANALE EMISSARIO

Il dimensionamento del canale, normalmente di forma rettangolare, si può eseguire


facendo l’ipotesi di moto uniforme.
Sotto questa condizione la portata Q è legata alle caratteristiche dell’alveo (pendenza,
scabrezza, forma della sezione trasversale) e della corrente (profondità, area della sezione
liquida, raggio idraulico) dall’equazione di Chezy:

Q = χ ⋅ A⋅ R ⋅i
Per il calcolo del coefficiente ξ potrà utilizzarsi una qualsiasi delle espressioni (Bazin,
Kutter, Strickler) che lo pongono in relazione con un indice di scabrezza e con il raggio
idraulico R.

1
Formula di Strickler: χ = ks ⋅ R 6

8
DIMENSIONAMENTO CANALE EMISSARIO

La formula di Chezy non è esplicitabile rispetto all’altezza ho, che figura anche in χ, A e
R; si può procedere allora per tentativi ricavando la Q corrispondente a fissati valori di ho
(scala delle portate di moto uniforme), avendo a priori fissato la larghezza “L1” del
canale, la pendenza “i” e le caratteristiche costruttive (tipo di materiale) in funzione dei
quali si può calcolare la portata.
Il procedimento iterativo si arresterà quando si raggiunge il valore di portata di progetto,
Qmax,p (nel caso di fognature unitarie) o Qmax,n (nel caso di fognature separate); al
valore della Q di progetto corrisponderà allora un valore di h che si indicherà con h1.

L’altezza effettiva del canale si otterrà quindi aggiungendo al valore di h1 un franco “f” pari
almeno al 25% di h1 (valore minimo 0.40 m). Il valore di pendenza da assegnare al canale
è in genere compresa tra lo 1% e l’1‰; va infine verificato che la velocità minima (ossia
quella in corrispondenza della Qmin ) sia sempre ≥ 0,3 ÷ 0,5 m/s.

ho

L1 9
ESEMPIO DI DIMENSIONAMENTO EMISSARIO

Dati :
· Popolaz. Servita = 30830 abitanti
· Qmax. p = 1542 m3/h
· Qmin = 122 m3/h
· i = 0,001(fissato)
· ks = 80 m1/3/s (fissato)
· L = 0,5 m (fissato)
Fissati i suddetti valori, mediante la formula di Chezy è stata costruita la seguente scala delle portate:

10
ESEMPIO DI DIMENSIONAMENTO EMISSARIO
Scala delle portate di moto uniforme
h (m) A (m ) 2
P (m) R (m) c (m1/2/s) i Q (m3/s) Q (m3/h) V (m/s)
0 0 0,50 0 0,000 0,0010 0 0 0
0,10 0,05 0,70 0,071 51,531 0,0010 0,022 78,4 0,44
0,14 0,07 0,78 0,090 53,529 0,0010 0,035 127,8 0,51
0,15 0,075 0,80 0,094 53,920 0,0010 0,039 141,0 0,52
0,20 0,1 0,90 0,111 55,469 0,0010 0,058 210,5 0,58
0,25 0,125 1,00 0,125 56,569 0,0010 0,079 284,6 0,63
0,30 0,15 1,10 0,136 57,395 0,0010 0,101 361,9 0,67
0,35 0,175 1,20 0,146 58,041 0,0010 0,123 441,6 0,70
0,40 0,2 1,30 0,154 58,560 0,0010 0,145 523,0 0,73
0,45 0,225 1,40 0,161 58,988 0,0010 0,168 605,7 0,75
0,50 0,25 1,50 0,167 59,347 0,0010 0,192 689,5 0,77
0,55 0,275 1,60 0,172 59,652 0,0010 0,215 774,2 0,78
0,60 0,3 1,70 0,176 59,915 0,0010 0,239 859,6 0,80
0,65 0,325 1,80 0,181 60,144 0,0010 0,263 945,5 0,81
0,70 0,35 1,90 0,184 60,345 0,0010 0,287 1032,0 0,82
0,75 0,375 2,00 0,188 60,523 0,0010 0,311 1118,8 0,83
0,80 0,4 2,10 0,190 60,682 0,0010 0,335 1206,0 0,84
0,85 0,425 2,20 0,193 60,825 0,0010 0,359 1293,5 0,85
0,90 0,45 2,30 0,196 60,954 0,0010 0,384 1381,2 0,85
0,95 0,475 2,40 0,198 61,071 0,0010 0,408 1469,2 0,86
0,99 0,495 2,48 0,200 61,157 0,0010 0,428 1539,7 0,86
1,00 0,5 2,50 0,200 61,178 0,0010 0,433 1557,3 0,87
1,05 0,525 2,60 0,202 61,276 0,0010 0,457 1645,7 0,87
1,10 0,55 2,70 0,204 61,365 0,0010 0,482 1734,2 0,88

11
ESEMPIO DI DIMENSIONAMENTO EMISSARIO

Scala delle portate di moto uniforme


1,2

hmax

0,9
h (m)

0,6

0,3

0
0 200 400 600 800 1000 1200 1400 1600 1800 2000
Qmax,p Q (m3/h)

dai valori riportati in tabella si ricavano in corrispondenza delle portate, massima e minima (1542 m3/h e
122 m3/h), le altezze hmax (1 m) e hmin (0,14 m).
In corrispondenza di tale portata, si può ricavare la velocità della corrente, utilizzando l’equazione di
continuità:
V= Q/A
da cui si ottiene Vmax= 0,87 m/s e Vmin= 0,51 m/s.
12
GRIGLIATURA A PULIZIA MANUALE
PIANTA

canale di by-pass

canale emissario griglia

canale della griglia

SEZIONE LONGITUDINALE

imbocco del canale di by-pass sbocco canale di by-pass

Δh
hmax
Δz

¾ Inclinazione max 30 gradi


¾ Spazio minimo 30-50 mm
¾ Pulizia 1-2 volte/giorno
¾ Rigurgito max 40 cm
¾ Canale di by-pass con griglia grossolana
13
GRIGLIE A PULIZIA AUTOMATICA
In base alla geometria si dividono in:
1. Griglie ad arco
2. Griglie piane

Griglie ad arco:
- La griglia è configurata a superficie cilindrica, con asse verticale o orizzontale
-Impianti di medie dimensioni
-Altezza max 1.20-1.30 m larghezza 1.0 m

Griglia ad arco ad asse orizzontale 14


GRIGLIE A PULIZIA AUTOMATICA

15
GRIGLIE A PULIZIA AUTOMATICA

Griglie piane:
- Le barre giacciono su un piano verticale o inclinato (fino a 80 gradi)
- Pulizia tramite pettine mobilitato da una coppia di catene

Funzionamento del pettine:


1. Temporizzatore
2. Misuratori di livello

Griglia piana inclinata a pulizia meccanica

16
GRIGLIE A PULIZIA AUTOMATICA

Qmin
Vmin = ≥ 0.3 − 0.5 m / s
Ltot × hmin

17
DIMENSIONAMENTO GRIGLIE

Obiettivo:
- Calcolo della larghezza del canale in cui va inserita la griglia, al fine di limitare il
rigurgito;
- Calcolo delle perdite di carico della corrente attraverso la griglia.

Calcolo della larghezza del canale:


Il calcolo della larghezza va ripetuto per le portate minime e massime di alimentazione
dell’impianto:
- portata minima Qmin: portata media in tempo secco;
- Portata massima Qmax: portata massima in tempo secco (fognature nere a sistema
separato) o portata massima in tempo di pioggia (fognature a sistema unitario).

18
DIMENSIONAMENTO GRIGLIE

Calcolo della larghezza del canale:


La velocità della corrente attraverso le sbarre non deve essere:
- troppo bassa: evitare fenomeni di sedimentazione subito a monte della griglia
- Troppo elevata: evitare il trascinamento attraverso la griglia dei solidi che si vuole
intercettare (abbattimento del rendimento griglia)
- Valori ottimali: 0.5 – 1.2 m/s

Ipotesi semplificativa:
Nel canale di monte permangono le condizioni di moto uniforme; è così nota, per ogni
regime di portata, l’altezza di moto uniforme nel canale stesso

19
DIMENSIONAMENTO GRIGLIE

Calcolo di progetto (portata di progetto Qmax):


- Si fissa la velocità attraverso la griglia Vmax (1.2-1.5 m/s)
- Si impone che l’altezza idrica nel canale attraverso la griglia hmax sia pari a quella del
canale di monte
- Applicando l’equazione di continuità, sotto l’ipotesi di moto uniforme, si calcola la
larghezza utile del canale occupato dalle sbarre:
Qmax hmax: eq. Chezy
L=
Vmax × hmax
- si fissa lo spessore delle sbarre b e la spaziatura s, ricavando il numero delle spaziature
Ns e quello delle sbarre Nb:

L
Ns = Nb = N s + 1
s

- La larghezza effettiva del canale Ltot: Ltot = L + N b × b


20
DIMENSIONAMENTO GRIGLIE

La larghezza del canale così calcolata si arrotonderà al valore intero superiore più prossimo
multiplo di 5 o di 10 (in cm); ciò sia per esigenze costruttive del manufatto in cemento
armato, sia, principalmente, per le dimensioni standard delle griglie (solo per i tipi a pulizia
automatica). A tal fine è necessario, una volta determinata la larghezza effettiva, consultare i
cataloghi dei Costruttori delle griglie e scegliere il modello con dimensione più vicina a quella
calcolata.

Calcolo di verifica (portata minima)


Occorre verificare che la portata minima Vmin nel canale in cui è posta la griglia, subito a
monte di questa, non risulti inferiore a 0.5 m/s (fognature miste - sabbie) e 0.3 m/s
(fognature unitarie):

Qmin
Vmin = ≥ 0.3 − 0.5 m / s
Ltot × hmin

21
CALCOLO PERDITE DI CARICO ATTRAVERSO LA GRIGLIA

Formula di Kirschmer, valida per griglie piane e per condizioni di griglia pulita:
4
⎛b⎞ 3 V
2
ΔH = K ⎜ ⎟ senα
⎝ s ⎠ 2g

b: spessore sbarre
s: spaziatura sbarre
V: velocità attraverso le sbarre
α: inclinazione della griglia sull’orizzontale
g: accelerazione di gravità
K: coefficiente adimensionale (2.42- 1.67)

22