Sei sulla pagina 1di 341

€ 1,80

settimanale n. 40
28/9/2016
DIOR.COM Dior OnLine 02 38 59 88 88 #IFEELGOOD
35 COLORI COUTURE DA SATINATI A MAT
PLANET OCEAN
[shimmering electronic tones]

gucci.com
GR AZIA 40• SOMMARIO
-Pagina-

226 MASCHILE,
CONTEMPORANEO
Giacca in double di
lana e angora su
pantaloni ampi (tutto
Max Mara).

42 EDITORIALE
di Silvia Grilli
e la posta di GRAZIA
51 GLI INDISPENSABILI
DELLA SETTIMANA
54 PERSONE Antonia Truppo,
Andrea Sartoretti
AT T UA LI TÀ
63 LE 10 NOTIZIE DI CUI
PARLARE
•America, sei ancora in guerra
•Quel f iglio che ha chiesto
l’eutanasia •Questi sono i miei
(e i veri) U2 •Una sanità da
ricoverare •Grazie Riccardo,
avevamo dimenticato uomini come
te •Putin vince anche quando la
Russia ha fame •Mamma, non mi
servi più •Angela, la “ragazzina”,
non si ferma mai •Il ritratto secondo
Francesco •Il Trono di cui non posso
più fare a meno
88 E ANCHE Questa settimana
90 E ANCHE WEB
102 STAR DI COPERTINA
Monica Bellucci: «Il vero amore
non ti oscura»
117 L’INCONTRO Denzel
Washington. L’ultimo cowboy
123 L’APPUNTAMENTO Venite con
noi alla mostra dell’anno
126 VUOI STAR ZITTA,
PER FAVORE? di Annalena Benini
129 VITTIME DUE VOLTE Non è
mai colpa delle donne
132 SENZA LIMITI Miley Cyrus:
«Sono pazza ed è meglio così»
139 A CUORE APERTO Francesca
Michielin: «La musica non
aspetta, l’amore chissà...»
145 INCHIESTA Le nostre famiglie
nel caos della scuola
148 FACCIA A FACCIA Nigella NUOVI
Lawson: «Io cucino per dare piacere»
VOLUMI
Foto XAVI GORDO

157 ENIGMI Il ritorno di Amanda


163 VINCENTI Evelina Christillin:
«Sono qui per cambiare il calcio»
169 VOTA IL LOOK

25
GR AZIA 40• SOMMARIO
-Pagina-

102 NERO SEXY


Per l’attrice Monica
Bellucci tubino in crêpe
di lana (Dolce &
Gabbana). Anello Paris
Nouvelle Vague con 172 ANIME AFFINI Eleonora Carisi
diamanti (Cartier). e Kristina Bazan. Noi due
nel deserto
181 SCOPERTE I migliori amici
di Chanel
184 L’EVENTO La notte di Bridget Jones
188 CONTO ALLA ROVESCIA
Serena Rossi: «La bella favola che
racconterò a mio figlio»
195 TALENTI Stefano Fresi: «La vita mi
piace cruda»

M O DA
200 IL CARATTERE DELLA CITTÀ
214 SENTITI UNICA
226 NUOVI VOLUMI
238 IL LATO PREZIOSO
254 SHOPPING Il gioco del monocolore
259 TENDENZE Perfetta con quattro
must
266 WE LOVE IT Un cuore per tutte
268 INTERVISTA Anna Molinari
270 STILE LADY Bianco e nero ultrachic
272 L’ACCESSORIO DELLA
SETTIMANA Non solo perle
275 FASHION NEWS
278 WE LOVE IT Fiori e cristalli sulla
borsa
281 STREET STYLE Un altro bon ton

B ELLEZ Z A
287 I NOSTRI TRUCCHI
294 ICONE BEAUTY Georgia May
Jagger, l’angelo rock
296 IRRINUNCIABILI DELLA
SETTIMANA
298 WE LOVE IT Il siero su misura

MONICA LI F ES T Y LE
Foto RALPH WENIG/H&K/KARMA PRESS PHOTO

303 CULT CULT CULTURA DELLA


BELLUCCI: SETTIMANA •Arte •Shawn Mendes

«IL VERO •Fumetti •Libri •Mostre •Danza


•Calendari
AMORE NON 312 VIAGGIO Tokyo, l’imprevedibile
321 GNAM Arrivano i primi
TI OSCURA» 324 LIVING La mia casa fa il doppio gioco
331 E INFINE...
334 INDIRIZZI
336 OROSCOPO di Melissa P.
338 LA POSTA DEL CUORE
di Victoria Cabello

26
REALIZZATA DA
BRUCE WEBER
IN COPERTINA
GR AZIA 40• SOMMARIO

-Pagina-

132
MADRI SENZA
OVULI
Una scrittrice
e una ricercatrice
spiegano per
Grazia la loro
posizione dopo
le ultime scoperte
in materia di
-Pagina-
fecondazione.

200
-Pagina-
L’attrice Monica Bellucci

LA NUOVA MODA
Volumi e abiti glam, i look da città
83 indossa un abito in cady
con stampa a fiori e
applicazioni (Dolce &
Gabbana). Bracciale Paris
e i dettagli di stagione. Grazia li ha Nouvelle Vague in oro
scelti per voi. rosa e diamanti (Cartier).
L’IDEA BELLEZZA:
Synchro Skin Lasting
Liquid Foundation Spf
MILEY CYRUS
Grazia ha incontrato
20 di Shiseido, qui nella
la popstar più ribelle tonalità Neutral 2, è un
e orgogliosa che ora fondotinta “intelligente”
ha fatto perdere che esalta la bellezza
la testa al regista naturale della pelle
Woody Allen. sincronizzandosi
con il tono cutaneo,
-Pagina-
per cancellare le

129
LE VITTIME NON
85
-Pagina- imperfezioni. FOTO:
Ralph Wenig/H&K/
Karma Press Photo.

SONO COLPEVOLI
Dopo il caso di Tiziana
Cantone e quello della HILLARY E DONALD
ragazza violentata in DOPO GLI ATTENTATI
discoteca, Grazia indaga sul Il 26 settembre i due candidati
pregiudizio più umiliante. alla Casa Bianca si sfidano
in tv. E, nel frattempo, non
risparmiano i colpi proibiti.
E anche le bombe di New York
diventano terreno di scontro.

A PRO S S IM A S E T T IM A NA
L
C ON G R A Z I A
Foto FOTOGRAFO FOTOGRAFO

SPECIALE MODA / 3
Gli accessori must, gli stili più
gettonati, la sera più chic.
ARMANI.COM
GR A ZI A• 28 SET TEMBRE 2016 •
POSTA scrivete a GRAZIA: Segrate (MI)

EDITORIALE
palazzo Mondadori 20090
EMAIL:
lapostadigrazia@mondadori.it
SOCIAL: m/grazia
facebook.com/grazia -ittwitter.co
instagram.com/grazia.
WEB: GRAZIA.IT

LETTERE AL DIRETTORE
Email di Paola Dinca
Caro direttore, leggendo il suo editoriale di
questa settimana resto basita per come una
donna in carriera come lei, moglie o forse
compagna, mamma, figlia, possa scrivere un
così cinico editoriale sul diritto alla privacy di
Virginia Raggi. Parlo della Raggi donna,
moglie, mamma e non personaggio pubblico.
Credo che tutti, indistintamente, abbiamo
Sopra, Matteo Cagnoni. diritto alla nostra privacy, a un confine che
A destra, il direttore separi il privato (di casalinga disperata,
di Grazia, Silvia Grilli. mamma o moglie incazzata o spettinata)
dalla vita pubblica ed è l’operato che va
giudicato e reso noto con la giusta trasparenza
La violenza da entrambe le parti (personaggio e
giornalisti). Non mi sembra professionale
nelle nostre case screditare una persona per un minimo difetto.
Ognuno di noi in privato deve essere libero di
Gulia Ballestri, 40 anni, voleva separarsi. È stata uc- essere se stesso. L’azienda va giudicata per il
cisa a bastonate e abbandonata nello scantinato della suo rendimento, per la capacità o meno
sua villa a Ravenna. Aveva tre figli tra i 6 e gli 11 anni. dell’imprenditore di portare risultati e fare le
Il marito è stato arrestato. Gli hanno trovato addosso scelte giuste. Se poi la sera a casa sua si mette le
dita nel naso, sono solo affari suoi.
il passaporto suo e quelli dei ragazzi, con un’ingente
somma di denaro. Probabilmente voleva scappare «Cara Paola, i giornalisti non erano fuori
all’estero. dalla casa di Virginia Raggi per
Questa è la cronaca, che conoscete. Che cosa accade fotografarla mentre si mette le dita nel
nella testa di un uomo che fracassa il cranio di una don- naso, ma per fare il loro lavoro di cronisti.
na è tenebra assoluta, delirio di passioni. Ma non si im- La sindaca non ha il diritto di sottrarsi alle
pazzisce così, per caso, alla fine di una relazione. Solo chi domande, né di decidere a suo piacimento
ha coltivato l’odio e la violenza può arrivare a massacra- quando andare in scena. E sono d’accordo
re una donna che un giorno aveva detto di amare. sul chiedere la privacy per il figlio, ma la
Matteo Cagnoni, il marito di Giulia Ballestri, è un der- stessa prima cittadina ha voluto posare con
matologo noto, ospite di trasmissioni televisive, e con il bambino sullo scranno del Campidoglio
l’inferno in casa. In quanti appartamenti italiani, dietro il giorno dell’insediamento».
la facciata di rispettabilità, s’infliggono sofferenze? La Email di Cristina Bellina
violenza sulle donne è democratica. Una volta chiusa la Gentile direttore, sono d’accordo con lei, ma lo
porta di casa, si nasconde dal professionista, dall’impie- sarei molto di più se gli stessi giornalisti mi
gato, dall’imprenditore, dal disoccupato. È un male che fornissero, oltre a “tutto su Virginia Raggi”,
avvelena il fisico e la mente di chi la subisce, taglia il
Foto JULIAN HARGREAVES, CONTRASTO

anche una cronaca dettagliata sull’assunzione


futuro ai figli che assistono e crescono in un ambiente a chiamata diretta, vicino casa, della “moglie
dove i padri infieriscono sulle madri. I conoscenti della di...”, visto che devo ancora trovarne notizia
Foto FOTOGRAFO FOTOGRAFO

coppia raccontavano di gravi problemi di relazione tra i sui giornali a conferma dello scandalo urlato,
due. Non so chi avesse ragione nel rapporto finito tra giustamente da tutti, sui social network.
Giulia e suo marito, ma non mi interessa. So che la
vittima non è mai colpevole e che se lui ti fa male, non SC «Cara Cristina, sul numero scorso la
RIVI AL chiamata diretta di Agnese Renzi è stata
ti ama. Non ti ha mai amata. DIRETTORE: raccontata da Grazia. In un incontro con la
grazia
Silvia Grilli, direttore direttore@. moglie del presidente del Consiglio le ho
mondadori.it
LETTER
• EMAIL E
GR AZIA POSTA FACEBO
TWITTER OK
INSTAGR
AM

infatti fatto presente le critiche e le perplessità che grande scrittura. Non a caso stiamo parlando di due
questa ha suscitato. L’abbraccio». menti del nostro tempo che ho avuto la fortuna di
leggere. Apprezzo immensamente quando il suo
Email di Doriana Brini giornale pubblica articoli di tale caratura.
Gentile direttore, vorrei commentare l’articolo
apparso su Grazia del 10 agosto riguardante Nichi «Caro Renzo, cara Carmen, mi unisco ai vostri
Vendola in vacanza con il suo pargolo. Perché si vuole complimenti a Fiamma per il ricordo coraggioso
a tutti i costi far passare per normale quello che di Oriana».
normale non è. Io non sono assolutamente contraria
alle unioni gay, ma pagare l’utero di una donna per Email di Anna Savini con Bruna Colombo e Laura
avere un figlio è vergognoso e umiliante per tutte Savini
quelle donne che hanno lottato per i loro diritti. Il suo Grazia è superlativo. Ricordo le perplessità
Questo ti fa capire che con i soldi si compra tutto, iniziali quando era cambiato il direttore. Adesso non
anche i figli. La saluto e spero di non vedere più riuscirei a immaginare un giornale diverso dal suo.
questi elogi ingiustificati, sono altre le persone su cui Che come al solito è traboccante di “Oddio quanto
fare articoli e andarne fieri. vorrei comperare (quasi) tutto”, tipo i cappotti e gli
abiti dello scorso numero, ma anche tonnellate di
«Cara Doriana, in Canada come negli Stati Uniti, pagine da leggere. Come il suo editoriale fulminante e
la pratica della madre surrogata è regolata da leggi la mostra dell’anno con Chiara Ferragni. Ma anche
che impediscono lo sfruttamento fisico e psicologico tutte le iniziative come Venezia e Spotorno. Ah, e il
delle donne. Sarò sempre per la libertà dell’individuo: pianista? Che meraviglia, vogliamo parlarne?
anche quella di dare in affitto il proprio utero».
«E ora, carissime Anna, Laura e Bruna mi
Email di Renzo Pilli commuovo».
Complimenti a Fiamma Nirenstein per il ricordo di
Oriana Fallaci. Complimenti anche al direttore per Email di Laura Bizzarri
aver scelto la persona giusta per far rivivere questa Gentile direttore, volevo farle i complimenti per il
grande scrittrice i cui libri dovrebbero entrare in “mio” giornale che divoro con estremo entusiasmo tutte
modo assoluto in tutte le scuole. Purtroppo manca il le settimane. Per favore, le chiedo di girare i miei
coraggio civile delle istituzioni. complimenti alla bravissima Valeria Parrella, che mi
fa scoprire moltissimi libri che puntualmente compro.
Email di Carmen Bonfitto Le sue recensioni sono perfette.
Gentile direttore, grazie per l’articolo di Fiamma
Nirenstein su Oriana Fallaci. Questo è vero «Brava Valeria e grazie, cara Laura».
giornalismo, lucidità, profondità, onestà intellettuale,
Email di Ester C.
BUONGIORNO Gentile direttrice, chi le scrive è una lettrice che ha
DIRETTORE, 65 anni, ancora non si è stancata di seguire la moda
GRAZIA È SEMPRE (quella su Grazia è strepitosa!) e di adeguarla al
CON ME. RIVISTA proprio stile e alla propria età. Ciononostante, non
INTERESSANTISSIMA! approvavo quella sua “sfilata” di abiti diversi ogni
Email di Lorena Bertoldo settimana. Constatavo che si parlava di lei più per il
suo look che per le sue capacità professionali. Uso i
verbi al passato perché forse qualcosa sta cambiando.
Ho avuto la gradita sorpresa di vedere la sua foto a
mezzo busto: è un’immagine splendida e più consona
al suo ruolo. Tantissimi complimenti per Grazia.

Email di Patrizio Pesce


Foto FOTOGRAFO FOTOGRAFO

Gentile direttore, un gioco, semplicemente un gioco:


tutti noi, lettori e le lettrici del suo settimanale,
abbiamo potuto conoscere la varietà di abiti di cui
dispone e che sono molto sobri ed eleganti, senza per
questo sminuire la sua intelligenza, la sua arguzia, la
sua bravura e la sua capacità di scrivere molto bene e
in modo conciso. Vorrei proporle un gioco: perché non

44
RIGENERATA DAL MARE
Idratazione continua. Per un aspetto più giovane.
NUOVA The Moisturizing Soft Lotion.
Il segreto originale del mare in una nuova formula fluida. Una continua
azione idratante e il Miracle Broth™ aiutano a lenire e a mitigare i segni dell’età.
Un tocco leggero. Una sensazione infinitamente ricca.

NUOVA

www.CremedelaMer.it
LETTER
• EMAIL E
GR AZIA POSTA FACEBO
TWITTER OK
INSTAGR
AM

si sottopone, solo una volta, al “Vota il look”?. Cara Cristina, sono d’accordo con lei. Un abbraccio
grande a entrambe».
Email di Francesca Lazzer
Gentile Signora, in risposta a Milena, Eleonora, Email di Chiara Muratore
Sara e altri, sul numero 33 di Grazia lei si chiede se Gentilissima Silvia, le faccio i complimenti per la
dovrebbe travestirsi per essere più autorevole o rivista che mi piace tantissimo, tant’è che mi sono
cambiarsi d’abito a seconda degli argomenti trattati. abbonata. Che delusione però non ricevere il mascara
Secondo me potrebbe semplicemente evitare ai lettori Lancôme in regalo con il numero 38. Chi è abbonato
la settimanale esibizione del suo guardaroba. Una avrebbe diritto a ricevere qualsiasi omaggio allegato
discreta foto tessera con un bel sorriso sono sicura che al giornale.
le basterebbe per farsi riconoscere e benvolere.
 «Cara Chiara, grazie per i complimenti. Lei, come
tutte le nostre adorate abbonate, riceve già un segno
«Care Ester e Francesca, il dibattito sui miei look del nostro amore ogni settimana. L’abbonamento
continua su ogni numero e mi stupisce ogni volta. viene infatti offerto a prezzi estremamente van-
Ringrazio per l’attenzione anche chi mi critica per taggiosi rispetto al costo di vendita in edicola. Un
come mi presento, ma soprattutto sono felice che, no- abbraccio grande».
nostante il mio aspetto, apprezziate la mia direzione
di Grazia. Caro Patrizio, grazie per i complimenti,
CARE LETTRICI, dalle vostre lettere può nascere l’idea di
però sottopormi alla prova del “Vota il look” mi un’inchiesta o di nuove storie da raccontare. Firmate con
sembra troppo esibizionista, no? Un caro saluto». nome e cognome: sarà più facile contattarvi! E… scriveteci!
A cura di Lucia Valerio
Lettera di Laura Botta
Ciao Grillina, sono Laura Botta e volevo dirti che
ora mi piace come conduci Grazia e che tante tue •
opinioni le condivido. Anche le fotografie con i tuoi INSTAGR A M T W I T T ER
graziosi vestiti tanto criticati dalle noiose GRAZIA NEL WEEKEND
bacchettone. Ma ora spero non farai linguacce, quasi a
giustificare quei miserabili di Parigi dicendo che è Daniela Granata @ilpuntod
satira. Spritz time! #thursday
Mi riferisco alla miserabile vignetta che hanno avuto #afternyfw #nyfw #aperitivo
il coraggio di pubblicare sul terremoto in Centro
Italia. Questa non è satira, ma idiozia. Noi italiani Fipav @
abbiamo toccato il fondo, ci sarà anche la mafia, ma federazioneitalianapallavolo
almeno cerchiamo di debellarla. Loro, invece, hanno Un pallavolista un po’ rockstar,
poliziotti e sicurezza che, come a Nizza, lasciano l’#azzurro@zaytsev_official
entrare un tir a fare una strage tra una marea di intervistato da @grazia_it
persone senza neanche un controllo. Non so se #iogiocoapallavolo #volleyball
procuratori e giudici avranno la coscienza di castigare #sport
chi se lo merita veramente. Ma, purtroppo, non ho
molte speranze. È una miserabile vergogna. Lucy @lucydimauro
Giovedì... Manca poco
Email di Cristina Albenga per il weekend...
Leggo Grazia 37, mi soffermo sull’articolo sul
terremoto, che grande dolore leggere quelle parole, e Chiara Besana @
nella mente si creano le immagini, e poi penso alla chiarabesana84
vignetta del settimanale satirico francese Charlie Spotorno in bianco e nero sotto
Hebdo, e penso, se loro fossero stati là, a vedere con i il temporale e si parla di colore
propri occhi tutto quel dolore, forse quella vignetta
Foto FOTOGRAFO FOTOGRAFO

con @silviagrilli e un giornale di


non l’avrebbero fatta. grande successo.
«Cara Laura, grazie per gli apprezzamenti, purtrop- Romina Mattoni
po ti deluderò. Nonostante quella vignetta non mi @RominaMattoni
piaccia assolutamente, difenderò sempre la libertà di Ultimo weekend d’estate.
satira estrema di Charlie Hebdo. E non la prenderei Per fortuna ci sono @Grazia
come spunto per uno scontro tra Italia e Francia. e @m_hunziker a tenermi
compagnia :-) #solocosebelle
46
SHOP BLUMARINE.COM
GR A ZI A• TA BLET
SCOPRI UN NUOVOE
MODO DI LEGGER

DIRETTORE RESPONSABILE_SILVIA GRILLI


grazia.direttore@mondadori.it
VICEDIRETTORE_PIERO MACCHIONI piero.macchioni@mondadori.it
ART DIRECTOR_DANIELE COSTA daniele.costa@mondadori.it
CAPOREDATTORE CENTRALE_LAURA INCARDONA
laura.incardona@mondadori.it
FASHION CONSULTANT_PAULA REED paula.reed@mondadori.it

UFFICIO CENTRALE Lucia Tirabassi


caposervizio Paola Sara Battistioli lucia.tirabassi@mondadori.it
paola.battistioli@mondadori.it
caposervizio Anna Santini PHOTO EDITOR
anna.santini@mondadori.it caposervizio Chiara Spat
vicecaposervizio Maurizio Dalla Palma chiara.spat@mondadori.it
maurizio.dallapalma@mondadori.it Valentina Di Bernardo
redattore ordinario Annalia Venezia valentina.dibernardo@mondadori.it
annalia.venezia@mondadori.it (ricerca iconografica)
Daniela Paris
daniela.paris@mondadori.it
ATTUALITÀ (ricerca iconografica)
Monica Bogliardi Federico Melegaro
monica.bogliardi@mondadori.it graziaphoto@mondadori.it
redattore esperto Simona Coppa
simona.coppa@mondadori.it SEGRETERIA
Alessia Ercolini segretaria del direttore
alessia.ercolini@mondadori.it, Simona Salvatori
inviato Stefania Rossotti grazia.direttore@mondadori.it
stefania.rossotti@mondadori.it, simona.salvatori@mondadori.it
redattore esperto Marina Speich Salvina Giordano
marina.speich@mondadori.it segreteria.grazia@mondadori.it
Lucia Valerio
lucia.valerio@mondadori.it
HANNO COLLABORATO
MODA A QUESTO NUMERO
caporedattore Carlotta Marioni Lorenzo Agius, Nike Antignani, Alessandra
carlotta.marioni@mondadori.it Avallone, Michele Bagnara, Camilla
production Gianna Rauto Baresani, Antonella Bigotto, Elsa Bonfiglio,
G RAZ IA È S EMPRE PIÙ D I GI TAL E! grazia.moda@mondadori.it Annalena Benini, Chiara Brusa Gallina,
Victoria Cabello, Valentina Calzavara,
— È d i s p o n i b i l e p e r t u t t i i d e v i c e : i Pa d , BELLEZZA Claudia Catalli, Fabrizio Cestari, Elisabetta
iPh o n e , d i s p o s i t i v i A n d r o i d (s i a t a b l e t c h e caporedattore Stefania Bellinazzo Colangelo, Maria Teresa Cometto, Lucio
stefania.bellinazzo@mondadori.it Convertini, Paolo Cornaglia Ferraris, Csaba
s m a r tph one) . vicecaposervizio Paola Spezi Della Zorza, Martina D’Amico, D’Aprano/
paola.spezi@mondadori.it Mondadoriphoto, Veronica De Romanis,
S U B I T O DA S F O G L I A R E S U TA B L E T Catia Donini, Erica Fava, Francesco
GRAFICI Federico, Felix Forest, Armando Gallo,
E SMARTPHONE A UN PREZZO SPECIALE! Tamara Gianoglio, Gaia Giovetti, Xavi
caposervizio Laura Cavezzana
— Sf og lia og ni n u mero del la riv ista laura.cavezzana@mondadori.it Gordo, Antonin Guidicci, Julian Hargreaves,
caposervizio Myriam De Poli Lena Kalfleche, Flavia Liberatori, Roberta
— Seleziona e archivia le pagine preferite Lombardi, Giulia Malnati, Cristina
miriam.depoli@mondadori.it
di ogni numero di Grazia all’interno della vicecaposervizio Graziella Brambilla Marinoni, Simone Monguzzi, Michael
Muller, Flavia Neviani, Marzia Nicolini,
f u n z i o n e “Bi n d e r ” : r e s t e r a n n o m e m o r i z z a t e graziella.brambilla@mondadori.it
Melissa P., Diego Perugini, Valeria Parrella,
Giuliana Gilioli
a n c h e se il num ero verrà c anc el lat o. giuliana.gilioli@mondadori.it Stella Pende, Anne Raybaud, Alessandra
— Acquista la copia singola al prezzo di 99 (vicecaposervizio ad personam) Rodinò, Thiemo Sander, Fiamma Sanò,
vicecaposervizio Gabriella Magnago Isabella Santacroce, Gloria Satta, Lorenza
c e n te s imi, o sc eg li di abbon arti per u n m e se gabriella.magnago@mondadori.it Sebastiani, Donatella Sgroj, Stefano Trovati,
a l pre z z o di €2 ,99, per 3 m esi a €7 ,99 o p er vicecaposervizio Federica Pensieri Enzo Truoccolo, Riccardo Slavik, Anna
federica.pensieri@mondadori.it Zafesova, Ralph Wenig.
un anno a solo €29,99. Per ogni abbonamento Chiara Broggi
a ttiv a to , il prim o mese è G RATI S! chiara.broggi@mondadori.it People contributor Ildo Damiano

SE SEI ABBONATA ALLA VERSIONE


CARTACEA, QUELLA DIGITALE È GIÀ GRAZIA INTERNATIONAL NETWORK DIRETTORE_CARLA VANNI
INCLUSA!
Grazia Albania Direttore: Bora Prifti Grazia Marocco Direttore: Aïda Semlali
— Seleziona la voce “Accedi” dal menu Grazia Arabia Direttore: Bianca Brigitte Bonomi Grazia Messico Direttore: Toni Salamanca
Grazia Australia Direttore: Rachel Sharp Grazia Middle East Direttore: Alison Tay
che trovi in alto a sinistra e inserisci il tuo Grazia Bosnia-Erzegovina Ines Kunovac Grazia Olanda Direttore: Annelies Pijper
codice cliente e la provincia per leggere Grazia Grazia Bulgaria Direttore: Polia Alexandrova
Grazia Cina Direttore: Sun Zhe
Grazia Polonia Direttore: Anna Janicka
Grazia Russia Direttore: Aliona Peneva
a n c h e in v ersion e dig ital e! Grazia Corea Direttore: Ahn Sunghyun Grazia Serbia Direttore: Dunja Jovanovic
Grazia Croazia Direttore: Selma Terlevic Grazia Slovenia Direttore: Špela Štamol
Grazia Francia Direttore: Joseph Ghosn Grazia Spagna Direttore: Patricia Rodríguez
Grazia Germania Direttore: Klaus Dahm Grazia Sudafrica Direttore: Zanele Kumalo
Grazia India Direttore: Mehernaaz Dhondy Grazia Turchia - Direttore: Isik Simsek
Grazia Indonesia Direttore: Tenik Hartono Grazia UK Direttore: Natasha Pearlman
GR A ZI A• MODA

1MINI
La nuova Baguette Lace Up è in pelle con
un profilo in nappa tono su tono e tracolla removibile
(Fendi, € 1.500).

2
ESCLUSIVI
Sono solo 200 gli occhiali da
sole a forma romboidale che,
grazie a una clip, diventano
da vista (Balenciaga Eyewear,

3
€ 395).

SENSUALE
La tuta in cady
con bustier
e pantaloni
affusolati scopre
le spalle
ed esalta la
silhouette (Max
Mara, € 550).

5
4
MASCHILE
Il bomber in pelle e lana
RAFFINATA
La versione in
rosa pallido
delle décolletées
Dioressence è in
fa parte della collezione Soho
vitello
Punk ed è già il preferito spazzolato
della top model Kate Moss (Dior).
(Coach 1941, € 1.250).

51
GR A ZI A• MODA

6
DORATE
Le scarpe con cinturino alla
caviglia e plateau sono
realizzate in pelle laminata
e pvc (Ermanno Scervino,
€ 730).

7TECNICI
Lenti a specchio e gusto rétro
per la montatura in acetato
con paraocchi laterali in pelle
staccabili (Moncler Lunettes,

8
€ 350).

EFFETTO TATUAGGIO
La tracolla Double T media è
stata appena presentata
alla London Fashion Week. La
versione nella foto è disponibile
su richiesta (Tod’s).

PIÙ NG
H O PPI
S
SU:
grazioam
shop.c

9
DETTAGLI
La giacca
in cotone bianco
con bande
laterali
a contrasto
unisce eleganza

10
e dettagli
sportivi (Pinko,
€ 365).

LUCENTE
La gonna midi plissé si può
indossare dalla mattina alla sera
(ottod’Ame, € 125).

52

GR A ZIA PERSONE
Non sono più solo
quella di Jeeg Robot
ANTONIA TRUPPO è stata
la sorpresa del film rivelazione
Lo chiamavano Jeeg Robot. Ora
la sua carriera non le dà tregua:
tanto che si trova ad allattare le sua
neonata proprio mentre, al cinema,
interpreta una madre senza scrupoli

Poco più di un anno fa l’attrice Antonia


Truppo, 39 anni, aveva appena avuto il
primogenito Diego quando ha girato il
film di Edoardo De Angelis Indivisibili.
E «l’ultimo giorno di riprese», racconta,
ha concepito la piccola Alice: è con il
pancione che ha ritirato il David di
Donatello come migliore attrice non
protagonista per Lo chiamavano Jeeg
Robot di Gabriele Mainetti. La bambina
è nata ad agosto e Antonia ha
accompagnato alla Mostra del cinema di
Venezia Indivisibili (nelle sale dal 29
settembre), in cui interpreta la mamma
di due gemelle siamesi che cantano ai
matrimoni e alle feste.
Che tipo di personaggio è?
«Una cantante fallita che vive per inerzia.
Non reagisce nemmeno quando le figlie,
stanche di essere esibite come fenomeni
da baraccone, si ribellano e vogliono
affrontare l’operazione per dividersi».
È faticoso lavorare con due bimbi piccoli?
«Sì, ma sono felice di avere dato una
sorellina a Diego. Ho l’aiuto del mio
compagno, il regista Nicola Prosatore.
Gli amici ci avevano terrorizzati: “Dopo
i figli non uscirete più, litigherete”.
Invece siamo più felici di prima».
Il David di Donatello ha cambiato la sua
carriera?
«Ha aperto scenari imprevisti, sembra
tutto più facile».
Non teme di rimanere ingabbiata nei
ruoli di napoletana?
L’attrice
«Le radici, per un attore, possono essere
Antonia un limite, ma rappresentano anche una
Truppo, risorsa: le storie locali sono le più
39 anni. universali». n
INDIVISIBILI , NELLE SALE DAL 29 SETTEMBRE.

54

GR A ZIA PERSONE
Da Romanzo
criminale ai miracoli
È diventato famoso con la serie
tv dove era Bufalo. Adesso
ANDREA SARTORETTI
è il protagonista di un film in cui si
cimenta in un’impresa impossibile.
Anche se, confida a Grazia, il suo
sogno è una commedia d’amore

A 2.400 metri di altezza le cose si


vedono in modo più chiaro. Me lo dice
Andrea Sartoretti, 44 anni, quando parla
dell’esperienza sul set del film Monte, per
cui ha trascorso giorni in Alto Adige
insieme con il regista iraniano Amir
Naderi. Al cinema dal 29 settembre, l’ex
Bufalo della serie Romanzo criminale
interpreta Agostino, che nel 1300 prova
a riportare la luce in un villaggio
semiabbandonato, spaccando la
montagna che lo oscura.
Lei crede nel destino?
«Dipende dai giorni. A volte mi sembra
che le coincidenze esistano, altre realizzo
che i miracoli non vengono dall’alto: è
l’uomo a superare gli ostacoli».
Che tipo di uomo sente di essere?
«Uno che ama la libertà. Anche in
amore: non devo sentirmi in gabbia per
essere felice. Libertà intesa non come
“faccio come mi pare”, ma come bisogno
di uguaglianza: devo sapere di avere gli
stessi diritti e doveri della mia lei».
Ha un bel rapporto con le donne?
«Sono cresciuto con una mamma e una
sorella che mi hanno insegnato il
rispetto. Ho tre amiche del cuore da
almeno 15 anni. L’amicizia tra uomo e
donna esiste: la scintilla non è per forza
attrazione, può anche essere solo affetto».
Amore fa rima con?
«Sentirsi a casa».
Una volta ha dichiarato: «Dentro di me c’è
L’attore Andrea
Sartoretti, 44
Meg Ryan». Che cosa intendeva?
anni. Qui indossa «Volevo dire che ho un animo sensibile.
una camicia Mi piacerebbe poter interpretare un eroe
Trussardi Jeans. romantico in una commedia d’amore.
Anche se, da attore, mettere il diavolo in
scena è un’esperienza unica». n 
MONTE , NELLE SALE DAL 29 SETTEMBRE.

56
GR A ZI A•
IN IZ IA T IV E S P E C IA L I

58
o stile di Gigi Hadid e la personalità della it girl di Grazia.it Chiara Capitani
si sono incontrati alla Rinascente di Milano sabato 17 settembre per un evento
speciale. Protagonisti della giornata sono stati la collezione TOMMYXGIGI, creata
dalla top model in collaborazione con Tommy Hilfiger, e tantissime lettrici di Grazia, che hanno
assistito alla sfilata esclusiva. Una passerella, sei indossatrici, tutta la collezione da vedere e pro-
vare, e il tocco personale di Chiara Capitani, che ha scelto i suoi outfit preferiti e ha creato uno
styling originale e divertente, sono stati la chiave per entrare nel mondo sporty-chic di Tommy.
La prima scelta di Chiara è un bomber militare, reinterpertato in chiave oversize: «Mi ha
subito colpito il blouson, perché amo lo stile vintage e passo molto tempo facendo ricerca nei
mercatini; questo capo è l’idea giusta per dare un tocco militare al guardaroba, anche indossato
su semplici jeans». Così spiega la influencer, che fa indossare a una modella un pullover lungo a
trecce, molto seducente portato a pelle, con gli anfibi. «Che cosa riconosci di Gigi Hadid in
questa collezione?», le chiediamo durante un cambio d’abito. «C’è tutto di lei: è sexy e ironica, di
tendenza, ma i capi sono assolutamente portabili da tutte», risponde.
Chiara è bionda, ha i capelli raccolti in uno chignon morbido e indossa un body più pantaloni
skinny effetto pelle; una delle spettatrici ha detto che assomiglia molto a Gigi e glielo diciamo:
«Grazie, questo è davvero un grande complimento. In effetti l’outfit che ho scelto per me è un
omaggio a lei e al suo stile, nel quale mi riconosco molto. Come lei amo lo stile marinaro e i jeans,
bellissimi quelli firmati TOMMYXGIGI, vero?».
Tra un selfie con le modelle e Chiara Capitani, le lettrici guardano,
provano, commentano. La collezione è trasversale, piace alle giovanissime e
alle più grandi e gli accessori sono super gettonati: i mocassini con il platform
hanno personalità, gli zaini sono funzionali e amplificano lo stile army, il sec-
chiello con la base effetto pelliccia è super stilosa, il cappello con la visiera è
già un’icona. Lo spazio di Tommy Hilfiger alla Rinascente in poco tempo si
trasforma in un laboratorio di idee: si sperimentano abbinamenti nuovi, si va
alla ricerca dell’accessorio giusto, si gioca a fare le modelle. E per un’ora ci
sentiamo tutte un po’ Gigi. n

UN’OCCASIONE SPECIALE
SABATO 24 SETTEMBRE APPUNTAMENTO
A MILANO CON GIGI HADID PER IL
LANCIO DELLA COLLEZIONE TOMMYXGIGI.
LA SUPERMODELLA AMERICANA SARÀ
OSPITE DELLA BOUTIQUE TOMMY
HILFIGER, IN PIAZZA OBERDAN 2A,
A PARTIRE DALLE ORE 18.
1O
Le
Il luogo sulla 23esima strada di New York
dove il 17 settembre c’è stato un attentato
terroristico. Al centro, da sinistra, il sindaco
Bill de Blasio, 55 anni, e il governatore
dello Stato di New York, Andrew Cuomo, 58.

DI CUI PARLARE

1
L’ , LE AGGRESSIONI A COLPI DI COLTELLO
NEL MINNESOTA E IL RITROVAMENTO DI UNA SERIE DI ORDIGNI HANNO RISVEGLIATO
IL TIMORE DELL’ . SU GRAZIA UNO DEI MAGGIORI
ESPERTI DI SICUREZZA SPIEGA PERCHÉ LA MINACCIA È PIÙ GRANDE DI QUANTO
SI PENSASSE. E CHE, PER SCONFIGGERLA, NESSUN POLITICO PUÒ CAVARSELA
CON

a verità è che attacchi come quelli che hanno Quello che il mondo ha capito è che ovunque ci sono
scosso il quartiere Chelsea di Manhattan e il i cosiddetti “lupi solitari”: individui che si radicaliz-
centro commerciale in Minnesota potrebbero zano da soli, seguendo su internet le lezioni su come
essere più frequenti.Tanto imprevedibili e fabbricare le bombe; oppure che fanno parte di una
incontrollabili sono coloro che li compiono. rete internazionale del terrorismo, governata dall’Isis
La sera del 17 settembre il 28enne Ahmad Khan o da un’altra organizzazione simile.
Rahami, un afghano che appartiene a una famiglia Dagli elementi emersi finora, pare che Rahami abbia
agiata di ristoratori, ha messo una serie di bombe a confezionato le bombe in modo amatoriale. Ma basta
New York e nel New Jersey, una delle quali - a Chel- questo per avere meno paura di folli di questo genere?
sea - è esplosa ferendo 29 persone. Quasi nello stesso La risposta è no.
momento il 22enne somalo Dahir Adan ha accoltellato Un’altra interessante osservazione è che l’attentato
nove persone gridando «Allah è grande» al Crossroads di Chelsea non ha avuto nell’immediato un impatto
Foto GETTY IMAGES

mall di St. Cloud, nel Minnesota. L’Isis - lo Stato significativo sulla campagna elettorale. L’ho visto da
islamico dell’Iraq e della Siria - ha rivendicato l’azione un sondaggio istantaneo, la cui fonte è riservata: la
di Adan, che è stato ucciso da un poliziotto. Rahami, gente non sembra aver cambiato idea sui candidati alla
arrestato lunedì 19, è sotto interrogatorio dell’Fbi per Casa Bianca, per ora, nonostante le loro dichiarazioni
capire se fa parte di una cellula più grande. siano state molto diverse.
* Giornalista e membro del Carnegie Endowment for International Peace, ha scritto La fine del potere (Mondadori)
65
1O
Donald Trump ha subito parlato di “bomba” ancor campagna presidenziale dove abbiamo imparato solo
prima che la polizia rivelasse la causa dell’esplosione che è difficile fare pronostici e che la condotta degli
a Chelsea. Hillary Clinton, invece, è stata cauta e elettori è estremamente volatile, senza precedenti nella
ha aspettato l’evoluzione dell’inchiesta prima di fare storia americana.
dichiarazioni. Per ora Trump non sembra aver con- Nel primo dibattito televisivo in onda il 26 settembre,
quistato nuovi voti, forse perché a Chelsea e nel New Clinton cercherà di enfatizzare la sua esperienza.
Jersey non ci sono stati morti, fortunatamente. Trump ribadirà la sua promessa di rendere “sicura”
Se invece una settimana prima del voto dell’8 no- l’America. La gente dovrebbe chiedersi come mai
vembre ci fosse un attacco grave, tipo quello del 2015 nessun governo al mondo - non i francesi, non gli in-
a San Bernardino in California o quelli a Parigi e glesi, non i tedeschi - sia riuscito a fermare i terroristi.
Bruxelles, con molti morti, allora sì che ci sarebbero Per me è chiaro che Trump non potrà mantenere le sue
conseguenze rilevanti sull’esito elettorale. A favore audaci promesse, ma molta gente continua a credergli.
di chi? Impossibile dirlo. Domina l’incertezza in una (testo raccolto da Maria Teresa Cometto) n

UNA SERA CALDA, LE FINESTRE APERTE, UN’ESPLOSIONE: UNA


CHE VIVE A NEW YORK RACCONTA IN UN LA PAURA DELLE

Passata la paura, mi è rimasta finestre, al nono piano, erano dovuto tornate a piedi a casa,
un’orribile sensazione di aperte. Alle 20,30 un boato ha camminando per ore.
incertezza. È come se ci volessero fatto tremare il palazzo. Proprio Certo, non si possono paragonare
ricordare ogni tanto che non sotto di noi - sulla 23esima le 3.000 vittime dell’11 settembre
siamo mai davvero sicuri. Già, strada fra la Sesta e la Settima con i feriti di oggi. Ma mentre
ma chi sono “loro”? Me lo avenue a Manhattan - è esploso cercavo disperatamente notizie
chiedono i miei due figli, Bianca l’ordigno che ha ferito 29 online e in tv su quello che era
di 13 anni e Lorenzo di 9. E io persone e solo per miracolo non appena successo sotto casa mia,
non so che cosa rispondere. ha ucciso nessuno. mi sentivo persa come negli
Che fosse una bomba l’ho attimi dopo l’impatto del primo
Bianca era a casa con me, sabato pensato subito. Il rumore era aereo nelle Torri Gemelle,
sera. Lei in camera sua a finire i troppo forte per essere uno dei quando nessuno sapeva ancora se
compiti, io in salotto a leggere un tanti fracassi - come quello era “solo” un incidente o
libro. Faceva caldo e le nostre assordante dei camion qualcos’altro.
dell’immondizia - a cui siamo
abituati qui a New York. Scossa dal boato, sabato sera, ho
E ovviamente ho anche subito guardato giù e ho visto della
temuto fosse un attentato gente ferma agli angoli della
terrorista. È normale per noi che strada, con lo sguardo sconvolto.
abbiamo vissuto l’11 settembre Nell’aria c’era odore come di
2001. gomma bruciata. Bianca è
arrivata di corsa da me,
Quindici anni fa abitavo nel spaventatissima. L’ho stretta
Queens, a Forest Hill, ma il mio forte forte.
ufficio era a Manhattan, vicino a Un minuto dopo abbiamo
Union Square: ricordo come sentito le sirene della polizia e
fosse oggi che dal tetto ho visto quelle dei pompieri. Per fortuna
crollare le due Torri. Poi ho sia la polizia sia i vigili del fuoco

* L’autrice di questo diario, Sara Matiz, 44 anni, è architetto. Dopo essersi laureata a
Venezia, ha fondato a New York con suo marito Juan Carlos Matiz lo studio MAD-Matiz
Architecture & Design. Ha firmato progetti prestigiosi in varie città degli Stati Uniti.

66
MOSCHINO BOUTIQUE
via Sant’Andrea 25 - Milano
1O
Polizia a Chelsea,
il quartiere
di New York
dove è esploso
l’ordigno.

hanno la sede a meno di due comando e non faceva passare la famiglia per rassicurarla, ma
isolati da noi. nessuno. Finalmente alle 22,30 ovviamente volevano sentire la
Che cosa fare? È meglio stare un maresciallo dei pompieri li ha nostra voce.
chiusi nell’appartamento o scortati fino al nostro palazzo e Poi abbiamo cercato di seguire il
abbandonarlo? Mille domande anche su per le scale, perché non consiglio del sindaco e del
mi frullavano in mente. Ho potevano usare gli ascensori. Ci governatore di New York: avanti
deciso di scendere da sola ha ordinato anche di chiudere le con la nostra vita, senza paura!
all’ingresso, perché non sapevo finestre e aspettare. Ma in realtà non abbiamo potuto
che cosa avrei trovato al piano seguire i nostri piani, perché fino
terra e non volevo che mia figlia Lorenzo, che è ancora un alle 11,30 non ci hanno permesso
vedesse scene drammatiche. bambino, era più eccitato che di lasciare casa nostra. Quando
Giù mi sono ritrovata con gli spaventato. Mi ha tempestato di finalmente siamo usciti per
altri inquilini e i portinai, tutti domande, anche le più bizzarre. strada, scortati dalla polizia, la
sconvolti. L’ordine dei poliziotti «Mamma, abbiamo anche noi scena davanti a noi era
era: non uscite per strada, tornate una pentola a pressione?», mi ha scioccante: vetrine infrante, tante
nel vostro appartamento e state chiesto quando è uscita la notizia schegge ovunque, l’asfalto tutto
tranquilli. del secondo ordigno ritrovato, punteggiato dai numeri che
inesploso. «Come hanno fatto a contrassegnano i reperti utili
Ma come fai a stare tranquilla? trasformarla in una bomba? E all’inchiesta.
Bianca piangeva. E dov’erano perché?».
Lorenzo e Juan, mio marito? Me lo chiedo anch’io. «Ci sono Bianca e Lorenzo avevano
Alle 17,30 erano andati al pazzi», ho provato a spiegare, «che veramente bisogno di pensare ad
Yankee Stadium per vedere la purtroppo compiono atti cattivi altro. Così li abbiamo portati dai
partita della squadra di calcio contro persone innocenti. loro cuginetti, coetanei, che
New York City Football Club. L’importante adesso è che noi abitano nel Bronx. Hanno
Siamo riusciti a scambiarci dei stiamo bene. Non preoccupatevi». giocato, chiacchierato fra loro.
messaggi con il cellulare: loro Ci ha confortato, la notte, l’affetto Quando torniamo a casa
erano ok, grazie al cielo. e la solidarietà di tanti amici e domenica sera, la strada è ancora
L’unico problema era tornare a semplici conoscenti che ci hanno sbarrata, e lo rimarrà a lungo,
casa, con il traffico bloccato e le chiamato offrendosi di ospitarci. piena zeppa com’è di macchinari
fermate della metropolitana di È stato bellissimo non sentirci della polizia scientifica. Ma
Chelsea chiuse. Hanno dovuto soli. Come sempre i newyorkesi si mostrando i documenti che
farsi un pezzo di strada a piedi e fanno avanti quando è necessario. provano che abitiamo qui, ci
Foto GETTY IMAGES

poi aspettare un’ora e mezza lasciano passare.


prima di poter salire da noi. Domenica mattina, alle 8, ci ha Metto a letto i miei figli e
All’angolo fra la 22a e la Settima svegliato la telefonata di mio prometto loro che “tutto andrà
avenue la polizia aveva papà dall’Italia, ansiosissimo. bene”. Speriamo. (testo raccolto da
organizzato il suo posto di Avevo mandato messaggi a tutta Maria Teresa Cometto) n

68
1O Qui, la candidata
democratica alla
Casa Bianca, Hillary
Clinton, 68 anni.
A sinistra, il suo
avversario repubblicano,
Donald Trump, 70.

L’ATTENTATO DI NEW YORK È SOLO L’ULTIMO EPISODIO CHE HA VISTO SCONTRARSI


ASPRAMENTE I DUE . PERCHÉ, DEL
DEL 26 SETTEMBRE, OGNI OCCASIONE È QUELLA GIUSTA
PER METTERE IN IMBARAZZO L’AVVERSARIO
«Io ho detto che si trattava di subito la parola “bombe”. Più mor- Fondazione della famiglia Clinton
bombe prima dei telegiornali», bida la reazione della sua avversaria, ha accettato soldi da Paesi stranie-
dice Donald Trump. In questi Hillary Clinton, che ha parlato di ri mentre Hillary era Segretario di
giorni convulsi di campagna eletto- “attacchi” e non ha puntato il dito Stato e, in cambio, ha procurato fa-
rale persino la reazione agli attentati contro il terrorismo. La carta della vori ai donatori. Ma è la fondazione
di New York può dare o togliere con- spavalderia giocata da Trump avrà la benefica di Trump a essere finita nel
sensi elettorali ai candidati alla Casa meglio sul profilo da statista cauto e mirino di un procuratore, ricorda
Bianca. Tutti gli occhi sono puntati rassicurante scelto da Clinton? ancora Hillary: «Ha usato i fondi per
sul primo dibattito Hillary Clinton- RAZZISMO Trump per anni ha fatto corrompere i possibili concorrenti».
Donald Trump, in programma il 26 parte del movimento dei “birthers”, TRASPARENZA Trump chiama Hil-
settembre, a 41 giorni dal voto dell’8 che sostengono che Barack Obama lary “crooked”, corrotta: insinua che,
novembre che deciderà chi sarà il non sia nato in America e quindi da Segretario di Stato, ha cancellato
presidente degli Stati Uniti. non potesse fare il presidente. Ora migliaia di email per cancellare le
Le reti tv che lo mandano in onda Donald ha ribaltato le carte: «La tracce dei misfatti. Clinton, però,
si aspettano un record di audience: campagna della Clinton nel 2008 ribatte che l’inchiesta dell’Fbi sul-
più degli 81 milioni di spettatori iniziò la polemica dei “birthers”. Io le sue email non ha scoperto alcun
che seguirono il confronto Ronald l’ho finita. Obama è nato negli Sta- reato. E contrattacca: come mai il
Reagan-Jimmy Carter nel 1980. I ti Uniti. Punto». Hillary ha subito miliardario non vuole pubblicare le
Foto REUTERS/CONTRAST, GETTY IMAGES

due candidati ci arrivano sull’onda di twittato: «Trump ha diffuso per anni sue dichiarazioni dei redditi?
una raffica di accuse che negli ultimi una cospirazione razzista per dan- SALUTE Dopo la rivelazione che
giorni ha surriscaldato la campagna neggiare il presidente afroamericano. Clinton ha nascosto di avere la pol-
politica. Non può rimangiarsela così». monite, è scattata la corsa a dimo-
TERRORISMO Il commento di CONFLITTI D’INTERESSE Gli af- strare chi è più in forma. Trump ha
Trump a pochi minuti dagli attentati fari internazionali di Trump sono reso noto solo un rapporto medico
del 18 giugno a New York, è stato vasti, ha sottolineato Hillary: «Co- secondo cui l’unico suo problema è
da leader deciso di sé: «Dovremo me potrà fare una politica estera a essere sovrappeso, e rilancia: «Hilla-
essere duri, gente», ha detto durante favore dell’America e non dei suoi ry ha poca energia». Ma questa, for-
un comizio in Colorado, citando profitti?». Donald ribatte che la se, è proprio l’accusa più infondata. n

70
1O Quel
FIGLIO che mondo su un minore, quasi tutto questo avesse

ha chiesto chissà quale importanza, a paragone anche di una


sola giornata di sofferenza irreversibile, lancinante,
vissuta da un innocente che sicuramente tanto ha
combattuto nel sogno di non dover scegliere la

l’EUTANASIA
IN BELGIO PER LA PRIMA VOLTA UN
morte per salvarsi. Servirebbero rispetto, silenzio,
comprensione.

Grottesco e osceno è chi sbraita biasimo


chiedendo a gran voce maggior impegno
MINORENNE MALATO TERMINALE nella sopportazione dell’estremo strazio
È STATO FATTO MORIRE PER METTERE compiuto dal male, resistenza implacabile per
FINE ALLE SOFFERENZE. QUI LA mai cedere alla lusinga di riposare in pace final-
mente. Perché inneggiare a tanto sadismo? È da
SCRITTRICE ISABELLA SANTACROCE ESPRIME brividi, da film horror. In nome dell’indiscusso
IL SUO PUNTO DI VISTA: DOBBIAMO valore della vita che mai bisogna calpestare, squa-
CAPIRE LA DISPERAZIONE DI GENITORI CHE droni di creature a mio parere fintamente altruiste
HANNO ACCETTATO LA SCELTA PIÙ DIFFICILE si proclamano sconvolte, preoccupate, pronte a
scacciare l’eutanasia quasi fosse un improvviso
ritorno di peste bubbonica. A loro chiederei: si è
vivi quando si muore ogni giorno? Si può essere

D ell’adolescente che in Belgio ha scelto


la dolce morte, sappiamo solo che
aveva 17 anni, e che viveva nell’insopportabilità
vivi in un’esistenza dalle grida sedate dai farmaci?
A me sconvolge la terribilità della vita, il suo essere
impietosa anche davanti agli angeli. Il mondo
di un dolore infinito, consapevole di non poterne cattolico che insorge rivendicandone la sacralità
guarire, di non poter gioire, correre, sperare, mai dovrebbe capire che più sacra della vita è la libertà
più. Di lui non sappiamo neppure se era un ma- di poter decidere, per chi ne sperimenti l’atrocità, se
schio o una femmina, non sappiamo il suo nome, porre fine a un martirio che è viva morte, supplizio
ma il suo nome non era Eutanasia. fisico e spirituale insanabile.
L’essere umano scompare al cospetto della disuma- E dovrebbe capire che sacro è anche ciò che è rima-
na ipocrisia? Mi dispiace l’irriverente e collettivo sto di chi amava e per sempre amerà quel ragazzino
gridacchiare la parola eutanasia, resa ancora più che ha dovuto veder morire. Parlo dei genitori, che
altisonante poiché praticata per la prima volta al presumo divelti da un uragano di disperazione, e

2 che ora si ritrovano da tanti additati come possibili


carnefici di un figlio ingiustamente creduto, da chi
neppure ne ha mai ascoltato la voce, incapace di
intendere e di volere, quasi fosse un cerebroleso da
zittire. Questo tirar pietre è per me mostruosità,
Il Belgio è l’unico non l’eutanasia. In Italia ogni anno più di mille
Paese al mondo suicidi sono compiuti da malati terminali che
ad avere una legge avrebbero forse preferito la legalità di un dignitoso
che autorizza
l’eutanasia dei trapasso a loro negato. Mi fa sorridere il cardinale
minorenni bioeticista Elio Sgreccia, il suo sostenere che in
malati terminali. Belgio lo Stato ha deciso la morte di un adolescente
mascherandola da terapia consensuale. Secondo
lui l’ha decisa lo Stato, forse gli alieni. Cardinale
bioeticista, lei parla di abuso su un minore, di un
salto nell’abisso, e di abominio. Ma l’abuso su un
Foto GETTY IMAGES

minore l’ha compiuto il massacro di una malattia


che non si è fermata, perché nessuno ha saputo
trasformarla in salvezza, nemmeno un miracolo.
Ancora oggi esiste l’incurabilità del male: questo è
per me intollerabile, salto nell’abisso, abominio. n

72
3
LA GRANDE BAND IRLANDESE STA PER COMPIERE 40 ANNI DI CARRIERA. IL REPORTER
CHE HA ACCOMPAGNATO BONO E SOCI SULLA STRADA DEL SUCCESSO RACCONTA
A GRAZIA COME LI HA CONOSCIUTI. E CHE COSA HANNO DI DAVVERO SPECIALE

Q uando penso che gli U2 compiono 40 anni di


carriera il 25 settembre e sono una band planetaria
simbolo del rock, mi viene in mente la notte del
1989 in cui, da semplice fotografo al seguito del
loro tour in Giappone, ho brindato con loro al
futuro. Eravamo al bar di un hotel di Osaka, quando Bono
mi ha raggiunto al bancone chiedendomi che cosa stessi
grande e il nuovo disco poteva essere la consacrazione.
Quella sera ho comprato una cassetta da ascoltare sul mio
walkman (allora c’era solo quello) e un cd, il primo in asso-
luto, quasi a battezzare una nuova epoca musicale. L’album
mi è sembrato subito straordinario, profondo e commovente.
E lì ho preso una decisione: avrei raggiunto la band che
stava suonando a Las Cruces, New Mexico, una cittadina
bevendo. «Un whisky Jack Daniel’s», ho risposto ordinando americana in mezzo al nulla.
anche per lui. Paul McGuinness, il manager del gruppo, era Sono riuscito a ottenere un pass per fotografare
riuscito a far tenere aperto il locale esclusivamente per la l’intero concerto a patto di mostrare le immagini
band. Erano giorni strani quelli: la settimana prima il muro al gruppo. Siamo diventati amici la settimana do-
di Berlino era stato buttato giù a martellate e la Romania po, quando ho mostrato il mio lavoro alla band al Sunset
era in piena rivoluzione contro la dittatura di Ceaușescu. Marquis Hotel di West Hollywood: avevo preparato lo
Quella sera, però, Bono mi avvicina con la com- schermo, il proiettore e 120 diapositive. All’ultimo momento
plicità di chi sta per confidarti un segreto. «Vedrai, mi hanno chiesto di lasciare la stanza. Ammetto di esserci
Armando, gli Anni 90 saranno meravigliosi e gli rimasto male. Ma 20 minuti dopo sono stato chiamato. Non
U2 saranno grandissimi». Poi alza il bicchiere e mi dimenticherò mai l’elettricità che c’era nell’aria quando sono
invita a brindare. «Ma voi siete già grandissimi», gli ho entrato e quattro paia d’occhi mi hanno dato il benvenuto.
risposto ridendo. Non dimenticherò mai l’umiltà di una Bono era seduto vicino al proiettore, in accappatoio bianco.
grande rockstar di fronte a quello che era un dato di fatto. Con voce roca mi ha detto: «Le tue foto ci piacciono molto».
In questi giorni uscirà l’album Songs of Experience (la seconda E cliccando sul proiettore fa scorrere gli scatti prescelti,
parte di Songs of Innocence uscito due anni fa), mentre a marzo soffermandosi su una diapositiva che trovava straordinaria
2017 partirà il tour mondiale. Ma io, ora che si festeggiano e che io avevo recuperato dal cestino, infilata nel telaietto e
i 40 anni, conservo una grande gioia tutta mia: c’ero quando messa in prima posizione all’ultimo minuto. «Puoi venire a
Bono, David Howell Evans in arte The Edge, Adam Clayton fotografarci oggi?», mi ha chiesto a quel punto The Edge. E
e Larry Mullen Jr. sognavano un futuro in grande. così è iniziata la mia avventura. Era il 21 aprile del 1987 e
Due anni prima di quella notte a Osaka, nel 1987, con The gli U2 erano al primo posto delle classifiche e in copertina
Joshua Tree avevano già venduto 20 milioni di copie. Eppure di giornali come Rolling Stone e Time.
in quel tour giapponese dove io li avevo seguiti, ogni pome- I quattro ragazzi irlandesi che si erano trovati per
riggio guardavano le mie foto con grande interesse come la prima volta a casa di Larry, il batterista, il 25
se volessero scoprire perché funzionassero. E facendomi settembre del 1976 per provare e vedere se potevano
sentire importante. diventare una grande band, ce l’avevano fatta. E mi
La prima volta che ho avuto a che fare con Bono è stato il stavano dicendo che ero l’unico fotografo ad aver agguantato
16 dicembre del 1986. Gli U2 erano arrivati di sorpresa a un la loro vera energia sul palco. Cinque anni dopo, durante il
concerto di Peter Gabriel, ex voce dei Genesis, al Forum di tour di Achtung Baby, mi hanno chiamato per un progetto:
Los Angeles. Era stato un faccia a faccia nel backstage. Mi produrre un video clip, Even Better Than The Real Thing. Tre
ero presentato così: «Mi scusi, mi chiamo Armando Gallo anni fa mi hanno ringraziato pubblicamente quando hanno
e non so quando avrò la possibilità di incontrarla ancora, vinto il Golden Globe per Ordinary Love, dedicata a Nelson
ma le volevo dare una copia del mio libro su Peter Gabriel». Mandela. E l’anno scorso hanno voluto che fotografassi il
Bono mi ha steso con una risposta: «Conosco il tuo lavoro, concerto che hanno tenuto il giorno dopo la morte del loro
Armando, e ho già il tuo libro sui Genesis». tour manager Dennis Sheen, che ha lavorato per 30 anni
Tre mesi dopo ho ascoltato per la prima volta The Joshua al loro fianco. E quando penso a tutte le occasioni che ho
Tree: era il 9 marzo del 1987, a Londra. L’album era andato vissuto con loro, mi viene in mente una sola cosa: sono stati
in vendita allo scoccare della mezzanotte nel nuovo Tower momenti rari, straordinari in cui mi sono trovato al centro
Records di Kensington. Gli U2 stavano emergendo alla del mondo senza sapere come ci fossi capitato. n

74
1O

ALCUNE DELLE IMMAGINI CHE IL FOTOGRAFO E GIORNALISTA ARMANDO GALLO HA SCATTATO NELLA SUA CARRIERA AGLI U2. DA SINISTRA,
IL CANTANTE BONO A KYOTO, IN GIAPPONE, NEL 1989 E, LO STESSO ANNO, A DUBLINO, SUL PALCO CON BB KING.

SOPRA, LA BAND
DEGLI U2
FOTOGRAFATA
DA ARMANDO
GALLO
IN GIAPPONE NEL
1989. A SINISTRA,
L’INCONTRO CON
BONO A LOS
ANGELES NEL
1986. A DESTRA,
ARMANDO
GALLO CON GLI
U2 NEL 2014.

75
1O
LISTE D’ATTESA INFINITE, COSTI DEGLI ESAMI SEMPRE PIÙ ALTI E SISTEMI PER LE PRENOTAZIONI
CHE NON FUNZIONANO. AL RIENTRO DALLE VACANZE MOLTI ITALIANI HANNO DIFFICOLTÀ A
OTTENERE LE TERAPIE DI CUI HANNO BISOGNO. QUI UN MEDICO CONTROCORRENTE DICE
QUALI DOVREBBERO ESSERE LE SOLUZIONI

4
Nel 2015
11 milioni di italiani
hanno rinunciato
a esami e terapie
a causa delle
liste di attesa
troppo lunghe.

re incollati al telefono con il centralino dell’o- nel frattempo il piccolo abbia sviluppato una sordità
spedale per non perdere “la priorità acquisita”. curabile solo con una serie di interventi chirurgici
E poi un’altra lunga attesa. Tredici mesi per e terapie che dovrà fare per tutta la vita, molto più
una risonanza magnetica, un anno per una mam- onerosi di una semplice visita. Per accorciare i tempi,
mografia o per una Tac. Per le visite specialistiche, al momento, esistono solo due modi: pagare una visita
dall’oculista all’odontoiatra e il cardiologo, l’attesa privata o “avere qualche conoscenza”. Secondo il rap-
media è di sette mesi. Il piano del ministero della porto di Trasparency International, infatti, un’azienda
Salute prevede un mese per le visite e due per gli ospedaliera su tre ha avuto casi di corruzione. Se devo
esami diagnostici, ma dal rapporto Pit Salute 2015, essere sincero, io penso che sia una sottostima, la punta
realizzato dal Tribunale del Malato, emerge una realtà dell’iceberg di un fenomeno molto più diffuso.
molto diversa fatta di tempi inaccettabili. Eppure, in un panorama così devastante, ci sono
Il Servizio sanitario nazionale gratuito non esiste eccellenze che ci fanno sperare che qualcosa cambi
più. Sono tanti i motivi. È cambiata la demografia: in meglio. L’Istituto dei tumori dell’ospedale Regina
sono aumentate le persone over 60 e, di conseguenza, Elena di Roma, per esempio, ha eliminato i tempi di
anche la spesa per curarle. I medici di famiglia spesso attesa: bastano due giorni per l’esame Pet e la diagnosi.
prescrivono più esami di quanti siano effettivamente Ci sono riusciti riorganizzando i turni del personale,
necessari: per mancanza di tempo o di voglia, perché snellendo il processo di prenotazione e investendo in
non conoscono i loro pazienti e non sempre li ascoltano. nuovi macchinari. Nessun miracolo, quindi.
E anche per non rischiare: meglio una Tac in più che Bisogna avere il coraggio di abbattere i clientelismi, di
una in meno, per non prendersi una denuncia. eliminare le gare di appalto per acquistare un macchi-
Il risultato è negli ultimi dati diffusi dal Censis: nel nario che, invece, andrebbe preso in leasing e sostituito
2015, 11 milioni di italiani - un milione e mezzo in dopo qualche anno con uno più nuovo, come si fa con
più rispetto all’anno precedente - hanno rinunciato a le automobili.
curarsi a causa dell’attesa troppo lunga e dell’impos- Bisogna avere il coraggio di licenziare il primario di
sibilità di pagare esami e visite private. un reparto che accumula liste di attesa e inefficienza.
Non solo è profondamente ingiusto, ma questo allo La legge lo consente, ma quasi nessuno lo fa. La rivo-
Stato costa. La prevenzione fa risparmiare. Se richiedo luzione parte anche dai cittadini che hanno diritto a
la visita di un otorinolaringoiatra in ospedale per un un Servizio sanitario pubblico che funzioni. Un diritto
Foto AGF

bambino con il timpano perforato e passa quasi un di cui dobbiamo ricordarci non solo quando stiamo
anno prima che lo specialista lo veda, il rischio è che male. (testo raccolto da Simona Coppa) n
* Ematologo e pediatra, fondatore della Onlus Camici & Pigiami di Genova.
76
JAEGER-LECOULTRE BOUTIQUE
Firenze Milano Roma Venezia

Orologio Rendez-Vous Night & Day

Carmen Chaplin, Attrice e Regista


1O
GRAZIE RICCARDO,
IL CALCIATORE DEL CHIEVO CHE HA SOCCORSO UNA DONNA
AGGREDITA IN STRADA È DIVENTATO UN SIMBOLO. PERCHÉ,
SPIEGA LA SCRITTRICE CAMILLA BARESANI, LE CRONACHE
DI QUESTI ANNI CI HANNO FATTO CONOSCERE SOLO MASCHI
VIOLENTI O CHE SI VOLTANO DALL’ALTRA PARTE
DI Camilla Baresani

A
forza di leggere di femminicidi, del quotidiano stillicidio di
maschi che non accettano la fine di una relazione e pensano
di risolvere il problema cancellando la vita della ex (vedi anche
l’editoriale a pagina 42); a forza di leggere di stupri subiti anche
in luoghi apparentemente sicuri; a forza di leggere che la gelosia, persino
quella del tutto ingiustificata, scatena negli uomini rabbia omicida, ho
cominciato a guardarmi intorno con sempre maggior preoccupazione.
Con gli sconosciuti sono più cauta che in passato, evito di passeggiare
o andare a correre in luoghi poco frequentati e, soprattutto, mi faccio
prendere dall’ansia ogni qual volta un’amica mi racconta di una reazione
verbalmente violenta e minacciosa dell’uomo con cui sta (o stava). La
settimana scorsa, però, all’improvviso, come fosse una folgorazione, mi
sono ricordata che un tempo la mia immagine preponderante della fi-
gura maschile era assai diversa. Di colpo, mi è tornato in mente che ero
cresciuta in un mondo in cui, a parte sconsigliarmi di andare a zonzo
mezza svestita in luoghi pericolosi e poco illuminati, mi era anche stato
insegnato che gli uomini sono cavallereschi, e sono più forti non per
ammazzarti bensì per proteggerti, e che devi ricorrere a loro quando le
tue forze non bastano. Questo ruolo maschile negli ultimi anni me lo
ero proprio dimenticata, presa come sono dallo sdegno per la catena di
violenze, dalla conquista di pari opportunità femminili, dalla condivisione
delle battaglie per i diritti dei gay e dei transessuali, dai ragionamenti
sulla liceità morale delle fecondazioni eterologhe e degli uteri in affitto.
Di fatto, mi ero quasi completamente scordata che un tempo credevo
nel maschio che aiuta più che in quello che ostacola. Insomma, questa
premessa per dirvi che grazie a Riccardo Meggiorini, attaccante del
Chievo, improvvisamente mi è tornato il sapore, il ricordo, forse anche
la nostalgia dell’uomo-uomo. Voglio ringraziare personalmente, per me
stessa oltre che per tutte noi, questo calciatore che non ricorderemo per
i tatuaggi o le smargiassate su auto sportive, ma perché mentre dormiva
con la finestra aperta nella sua casa del centro di Verona, è stato svegliato
dalle grida di una ragazza aggredita dall’uomo che la accompagnava.
«Aiuto, lasciami, mi fai male», urlava mentre quello le strappava gli abiti e
la tratteneva. Così Meggiorini, senza pensare al rischio di venire
ammazzato da un’eventuale arma del bruto e senza ascoltare

5
il consiglio della fidanzata che gli chiedeva di aspettare l’ar-
rivo delle forze dell’ordine, si è vestito in un lampo, è corso in
strada, ha dato una spallata all’uomo e lo ha immobilizzato.
Foto LA PRESSE

Grazie Riccardo. Con il tuo gesto ci ricordi che il mondo è pieno di uomini
leali, pronti a rischiare la vita per difendere una donna sconosciuta, nel
SOPRA, IL CALCIATORE DEL CHIEVO RICCARDO
MEGGIORINI, 31 ANNI. MENTRE DORMIVA NELLA SUA
cuore della notte. Quanti ce ne vorrebbero come te, maschi che non si
CASA DI VERONA HA SENTITO LE URLA voltano, che non ironizzano, che non sbuffano, che non pensano il solito
DI UNA RAGAZZA ED È CORSO IN SUO AIUTO. banale, ingiusto: «Se l’è voluta». n
78
1O Al centro, il presidente russo Vladimir
Putin, 63 anni, alle celebrazioni dell’8690
anniversario della fondazione della città di
Mosca, il 10 settembre.

IL PRESIDENTE DIVIDE GLI


AVVERSARI, MA NON CONQUISTA
IL CUORE DELLA GENTE.
CHE, STANCA DEI SACRIFICI,
HA SCELTO L’ASSENTEISMO.
UNA GIORNALISTA ESPERTA
DI CREMLINO SPIEGA PERCHÉ
LE ULTIME ELEZIONI
INFLUENZERANNO IL FUTURO
DELLO “ZAR”

russi hanno votato con i piedi. La campagna


elettorale più sottotono della storia ha prodotto
un assenteismo di massa: meno della metà
Giusta al terzo posto. Gli altri 10 partiti in lizza, tra
cui i liberali critici del Cremlino, ricevono percentuali
da prefisso telefonico, e nessun oppositore è riuscito
6
degli elettori si è presentata al voto di domenica 18 a conquistare un seggio. Il controllo del governo sulla
settembre per eleggere la Duma, la Camera bassa società russa quindi rimane saldo e non si vede chi
del Parlamento. La protesta oggi ha assunto questa possa sfidarlo. Ma come referendum sul presidente,
forma. I russi che erano scesi in piazza negli ultimi a più di due anni dallo scoppio della crisi Ucraina
mesi per contestare i tagli della spesa sociale - medi- e l’annessione della Crimea, non è stato un risul-
ci, camionisti, insegnanti, operai, malati di tumore tato eccezionale. A Mosca e Pietroburgo due terzi
rimasti senza medicine - non sono andati a votare. degli elettori non sono andati a votare, in Crimea
Anche perché il leitmotiv della campagna elettorale metà della popolazione è rimasta a casa. I brogli e
del governo è stato riassunto dal premier Dmitry le manipolazioni, che cinque anni fa avevano fatto
Medvedev con l’ormai storica frase indirizzata ai scendere in piazza i moscoviti, stavolta non hanno
pensionati crimeani: «I soldi non ci sono, ma dovete suscitato sorpresa né rabbia.
tenere duro». A pochi giorni dal voto la presidente
del Senato Valentina Matvienko ha proposto di I russi, che si ricordano ancora bene il sistema
cancellare la sanità gratuita per i disoccupati: «Cia- sovietico, hanno colto il segnale: non cam-
scuno deve portare la propria valigia». Una frase bierà nulla e non bisogna aspettarsi nulla. E
che avrebbe fatto franare i consensi in qualunque hanno scelto come forma di protesta contro la crisi
democrazia occidentale. economica, le sanzioni e la corruzione di non votare.I
consensi di Vladimir Putin, almeno dai sondaggi,
La partecipazione “non altissima” è stata restano altissimi, e il voto con i piedi per la Duma
notata anche da Vladimir Putin, che però ha non significa che gli elettori disapprovano quello
lodato il 54 per cento del suo partito Russia per cui viene contestato in Occidente: l’annessione
Unita: «La gente fa fatica, è in difficoltà, ma vuole la
Foto REUTERS/CONTRASTO

della Crimea, la repressione delle libertà o la legge


stabilità politica». Infatti dal voto emerge una Duma anti-gay. Contestano la fine del benessere, e una
sostanzialmente identica alla precedente: Russia nomenclatura che sentono troppo remota dai loro
Unita conquista la maggioranza assoluta, le “oppo- bisogni. Alla maggioranza dei russi piace Putin, e non
sizioni sistemiche” dei comunisti e dei nazionalisti piace il modo in cui sono governati. Un paradosso
di Vladimir Zhirinovsky si contendono il secondo che ora il Cremlino deve risolvere nei due anni che
posto con il 16 per cento circa ciascuno, con Russia restano alle elezioni presidenziali. n

80
IN FUTURO NON CI SARÀ PIÙ
BISOGNO DI OVULI FEMMINILI. LO
7 1O
DICE UNA FAMOSA UNIVERSITÀ
INGLESE CHE HA TROVATO UNA
NUOVA STRADA PER CREARE
EMBRIONI IN PROVETTA. UNA
SCOPERTA CHE POTREBBE SALVARE
LE SPECIE IN ESTINZIONE, MA ANCHE
TOGLIERE PER SEMPRE VALORE AL
RUOLO DELLA DONNA. GRAZIA HA
RACCOLTO I PARERI, OPPOSTI, DI
UNA SCRITTRICE E DELLA SCIENZIATA
ITALIANA CHE IL MONDO CI INVIDIA

MAMMA
NON MI SERVI PIÙ
Università inglese di Bath ha annunciato
un importante risultato scientifico raggiun-
to dai ricercatori coordinati dall’embriologo
molecolare Tony Perry. Sono nati in laboratorio i primi
topi da embrioni formati senza che spermatozoi e ovo-
citi venissero a contatto. In pratica non c’è stata fecon-
dazione dell’ovulo femminile. Questo apre scenari fu-
turi nella cura dell’infertilità e nella salvaguardia delle
specie in estinzione. Ma segnerebbe anche la fine della
necessità di una madre in ogni procreazione. Grazia ha
raccolto due pareri opposti su questo tema, che fa riflet-
tere e discutere.

Intravedo la voglia di sostituirsi a Dio quando accade


che in un laboratorio della Gran Bretagna nasca una
cucciolata di topi che hanno avuto origine dalla bozza
di un embrione in cui non c’è stato contatto tra ovulo e
spermatozoo. Provo la stessa sensazione quando penso
che gli scienziati stanno tentando di ricreare la cellula
uovo partendo dalla pelle umana. E penso: ma a che
cosa serve?
Sono contraria a questo tipo di esperimenti e credo che
i loro risvolti non servano a dare risposte, ma piuttosto
a creare grandi dubbi. In questi tentativi di costringere
la vita tra le pareti di una provetta, togliendo definiti-
vamente alla donna il suo ruolo di madre, la Scienza sta
valicando confini pericolosi, punta all’onnipotenza. Ma
quando c’è di mezzo l’essere umano bisognerebbe stare
molto più attenti e ponderare in modo profondo le
scelte. Siamo sempre più convinti di riuscire a trasfor-

83
1O DACIA MARAINI: «DOVREMMO
PARTIRE DALLE ADOZIONI DEI
BAMBINI, INVECE DI CONCENTRARCI
SOLO SUI FIGLI IN PROVETTA».
ILARIA CAPUA: «NON SI POSSONO
mare tutto a nostro piacimen- BOLLARE SEMPRE GLI ESPERIMENTI schile, il genere umano potreb-
to, di piegare la natura alla COME MOSTRUOSITÀ» be sopravvivere, grazie alle
nostra volontà e dominarla banche degli spermatozoi e
senza rispetto. Che cosa si alle tecniche già collaudate di
vuole fare con questi embrioni, eliminare le madri per fecondazione artificiale. Ma se il nostro ipotetico
il futuro? Colei che fin dalle origini dell’umanità ha virus uccidesse tutte le donne, ecco che con la tecno-
sempre portato dentro di sé la vita, l’unica capace di logia a disposizione oggi, l’umanità scomparirebbe.
farlo, sarebbe rimpiazzata artificialmente da una fe- Il vero fattore limitante per la trasformazione di un
condazione senza ovulo. Ma che senso ha, mi chiedo, prodotto del concepimento a essere un bambino, un
cercare di sostituire una delle cose più belle che ci topolino, un gattino, è infatti l’utero materno. In la-
siano: la partecipazione di un uomo e di una donna boratorio gli scienziati non sono riusciti finora a ri-
nel compiere il miracolo della vita. Certo, l’appunto produrre un ambiente capace di sostituire quello ute-
che può venir mosso è che la ricerca, con metodi rino. Possono quindi far evolvere delle cellule, anche
sempre più sofisticati, possa arrivare a dare una solu- tutte solo maschili, come hanno fatto i ricercatori
zione a tutte le coppie sterili che desiderano un figlio. della University of Bath, in Inghilterra, fino a  un
Così come rispondere alle coppie gay che ricorrono certo punto, ma poi devono impiantarle in un utero.
alla maternità surrogata. Ma quello che la scienza ci Ma la domanda fondamentale resta: è possibile far
sta prospettando adesso è qualcosa di estremamente nascere un bambino, o in generale un mammifero -
diverso, si profila il rischio di tradire la maternità in senza madre? No. Se anche gli scienziati riuscissero
quanto tale, intesa come presenza femminile indispen- a mettere a punto una tecnica di fecondazione in
sabile per il concepimento. La fecondazione senza vitro con il coinvolgimento solo del padre, comunque
ovulo cancella il grembo caldo di una madre riponen- non potrebbe prescindere dal bisogno di un utero
do tutta la sua fiducia in una gelida provetta. Propo- materno. Quindi il ruolo della madre, che è molto più
nendo delle alternative di embrioni sintetici, capaci ampio della sola produzione di gameti, non viene
di sostituite in tutto una madre, le si toglie il valore messo in discussione.
dell’unicità. Credo allora che si dovrebbe frenare l’ec- Non possiamo bollare i nuovi esperimenti come mo-
cesso di potere che sta abbagliando il nostro tempo. struosità da Frankenstein. Dobbiamo invece chieder-
Piuttosto, sarei per facilitare l’adozione. Forse dovrem- ci se sono fine a se stessi o se hanno una motivazione
mo partire da lì, dai figli di questo mondo che hanno razionale applicabile nel giro di 100 anni.
bisogno di avere dei genitori che li accudiscano e li Gli scienziati di Bath sostengono di voler applicare
allontanino dalla fame, dall’abbandono e dalle guerre. questa tecnica per salvare dall’estinzione alcune spe-
La mia posizione non è contro la scienza ma contro cie minacciate, allora può avere un senso. Non è il mio
lo strapotere che la porta a voler essere onnipotenza. campo ma potrebbe essere che in una specie animale,
Invece, ho fiducia e sostengo quella ricerca che per- per qualche motivo o malattia, il numero dei maschi
mette di trovare nuove terapie per aiutare le persone si sia ridotto al minimo. Il che sarebbe un problema
malate, o che indaga l’universo e manda sonde sempre perché cuccioli di maschio possono nascere solo con
più lontane nello spazio per capire da dove veniamo. l’apporto degli spermatozoi, che hanno la possibilità
Mi piace la scienza quando non pretende di sostitu- di contenere entrambi i cromosomi sessuali X o Y,
irsi a Dio. (testo raccolto da Valentina Calzavara) quello maschile e quello femminile, mentre gli ovuli
di una femmina possono “fornire” solo cromosomi X,
femminili. Allora, immagino, usando solo cellule
maschili si potrebbe aumentare il numero di maschi
per ripopolare in modo equilibrato quella specie e
salvarla dall’estinzione. Rimane però la questione
In questa surreale discussione sulla possibilità di rea- della variabilità genetica, che nel medio lungo termi-
lizzare una fecondazione in vitro senza bisogno di un ne diventerebbe in ogni caso un fattore limitante per
ovulo femminile, si è perso di vista un punto centrale. la sopravvivenza della specie. Insomma sul tema c’è
Il prodotto del concepimento, ottenuto in questo caso da lavorare. In sintesi, possiamo stare tranquille da
con tecniche di laboratorio abbastanza sofisticate, questo punto di vista: il ruolo della madre non è né
viene comunque impiantato in un utero, e la gravidan- minacciato né messo in discussione dalla scienza. Spes-
za è portata avanti da un animale di sesso femminile. so invece lo è dagli uomini irrispettosi o peggio anco-
Lancio una provocazione: se arrivasse un virus a uc- ra violenti. E questo mi preoccupa molto di più. n
cidere tutti gli uomini, cioè tutta la popolazione ma- (testo raccolto da Maria Teresa Cometto)

84
1O
8
LA CANCELLIERA ANGELA
MERKEL È STATA SCONFITTA
ALLE ELEZIONI REGIONALI DI
BERLINO, CHE HANNO
PREMIATO LA DESTRA ANTI-
IMMIGRATI. EPPURE, DICE A
GRAZIA UN’ESPERTA, LA
DONNA CHE GUIDA QUEL
PAESE DA 11 ANNI RIMANE
INSOSTITUIBILE. PERCHÉ IL La cancelliera
SUO METODO DEI “PICCOLI Angela Merkel,
PASSI” RASSICURA TUTTI 62 anni, con
alcune studentesse
a Berlino.

C
’è chi pensa che con gli ultimi risultati elettorali non può essere preso come indicatore affidabile di ciò
sia iniziato, in Germania, il declino politico della che avverrà al voto del 2017 per il parlamento nazionale.
cancelliera Angela Merkel. L’esperienza passata Certamente, la politica delle “porte aperte” della cancel-
insegna, tuttavia, che chi ha sottovalutato la capacità liera ha creato profondi malcontenti. «Le porte erano
di ripresa della “ragazzina” - come veniva chiamata dal già aperte», ribatte Merkel. «Io semplicemente non le
suo padre politico, Helmut Kohl - si è dovuto ricredere. ho chiuse», perché, ha detto, «offrire asilo a chi fugge
Più volte la cancelliera ha dimostrato di sapere reagire da guerre e torture è previsto dalla Costituzione tede-
alle fasi di debolezza. sca». Motivo per cui Angela Merkel non torna indietro.
Domenica scorsa, al voto per il rinnovo del parlamento Non intende mettere tetti numerici agli arrivi («E se,
regionale di Berlino, il partito della cancelliera Angela superato il tetto, arriva una bambina», risponde la can-
Merkel - l’Unione cristiano-democratica (Cdu) - ha celliera, «che cosa facciamo? La rimandiamo indietro?»)
registrato un significativo calo dei consensi. Un risul- né tantomeno intende chiudere le frontiere. Costruire
tato simile si era già verificato due settimane prima, in muri non è la soluzione. Avendo vissuto per 35 anni
Meclemburgo-Pomerania. In entrambi i casi, il pieno nella Germania dell’Est, Merkel sa bene che i muri,
di voti lo ha fatto Alternative für Deutschland (AfD), prima o poi, cadono. Inoltre, valori come l’accoglienza
un movimento di destra nato nel 2013 per protestare e la solidarietà sono alla base del modello di sviluppo
contro gli aiuti alle economie europee in crisi. Ma è tedesco. La solidarietà, però, deve andare di pari passo
grazie alla svolta anti-immigrati dell’attuale leader, con la responsabilità. Questo significa pieno rispetto
l’imprenditrice 40enne Frauke Petry, che il partito è delle leggi tedesche da parte di tutti, a cominciare da
riuscito a mobilitare un elettorato più ampio. Eppure, chi arriva nel Paese. Altrimenti c’è l’espulsione.
anche in questo caso, ci sono validi motivi per ritenere Nonostante il calo di popolarità, Merkel resta la fa-
che la leadership di Angela Merkel sia ancora solida. vorita per vincere nel 2017 e ottenere così un quarto
Innanzitutto, il significato dei risultati delle recenti mandato come cancelliera. Alla sua leadership, almeno
amministrative va ridimensionato. Il partito della per ora, non sembrano esserci alternative. In questi anni
Foto GETTY IMAGES

cancelliera ha perso in due Regioni dove hanno sempre è riuscita a rassicurare i tedeschi. Li ha convinti che
vinto i socialdemocratici. Nessuna sorpresa, quindi. bisognava venire in soccorso ai Paesi in crisi per tenere
In Germania, poi, queste elezioni sono strettamente insieme l’Europa. Lo ha fatto senza strappi, lentamente,
legate a temi locali. Si vota sulla capacità della politica con il suo “metodo” dei piccoli passi. Un metodo che,
di risolvere i problemi della comunità. Pertanto, l’esito in fin dei conti, sta funzionando. n
* Economista, ha scritto Il caso Germania (Marsilio)
86
1O

In questa pagina
alcuni dei ritratti di
Francesco Escalar
(nella foto sopra) in
mostra al Maxxi di
Roma nella personale
Glamour’n Soul.

2
Il ritratto secondo
A Roma è stata inaugurata la mostra che celebra Francesco Escalar,
il fotografo che trasformava gli attori in divi. Grazia c’era

G lamour’n Soul, glamour e anima. Non poteva avere un


titolo più appropriato la mostra dedicata al fotogra-
fo delle star Francesco Escalar, in programma fino al 16
ci», ha detto Silvia Grilli, direttore di Grazia. «Escalar aveva
un animo nobile e amava le donne: con lui mi sono sempre
sentita al sicuro», ha spiegato Monica Bellucci. «Ha catturato
ottobre a Roma al Maxxi, il Museo Nazionale delle Arti il lato giocoso della mia personalità», ha rivelato Pierfrancesco
del XXI secolo. Francesco, scomparso prematuramente nel Favino. «Con lui ho fatto i miei primi servizi fotografici», ha
2013 a nemmeno cinquant’anni, è stato il primo a coniugare raccontato Alba Rohrwacher. «Ricordo il suo entusiasmo e
cinema e moda. Sapeva catturare i sentimenti più intimi e il suo rigore che sul set non gli impedivano di divertirsi». «È
l’eleganza innata degli attori e registi che si mettevano in vero», ha aggiunto Beppe Fiorello. «Di Francesco mi tornano
fila per avere un suo ritratto: hanno posato per lui Monica in mente il buon umore e la disponibilità».
Bellucci (che abbiamo intervistato a pag. 102), Margherita Prodotta da Luce Cinecittà, organizzata da Eleonora Pratelli
Buy, Isabella Ferrari, Sophia Loren, Robert De Niro, Mi- e Camilla Cormanni, allestita da Martino Crespi, Francesco
chelangelo Antonioni, Mario Monicelli, Gabriele Muccino, Escalar - Glamour’n Soul nasce dall’amore e dalla dedizione
Carlo Verdone. Ed è stata ricca di glamour e commozione della curatrice Luigia Greco Escalar, che per 26 anni è
l’inaugurazione della mostra, con Grazia media partner e il stata la sua compagna e collaboratrice più preziosa, madre
cinema italiano al completo: accolti dal presidente e AD di di Federico, Giorgio e Riccardo, ai quali la mostra è dedi-
Istituto Luce Cinecittà, Roberto Cicutto, hanno partecipato cata. «Francesco ha creato una scuola del ritratto che ispira
tra gli altri Monica Bellucci, venuta appositamente da Parigi, tanti giovani fotografi», spiega Luigia, che ha curato anche
Jane Campion, Valeria Golino, Alba Rohrwacher, Carolina il catalogo omonimo edito da Skira e da Luce Cinecittà.
Crescentini, Pierfrancesco Favino, Francesco Scianna, Beppe «Questa mostra», ha concluso Roberto Cicutto, presidente
Styling LUIGIA GRECO

Fiorello, Vinicio Marchioni, Nicoletta Romanoff, Maria e amministratore delegato di Luce Cinecittà, «testimonia
Grazia Cucinotta, produttori, agenti cinematografici ed la grande e ininterrotta bellezza del cinema italiano: molti
esponenti dell’arte come la direttrice della Galleria Gagosian attori appartengono al passato, ma altrettanti continuano a
Pepi Marchetti Franchi. lavorare». E al ricordo di Francesco, Valeria Golino si asciuga
«Celebriamo questa sera un artista che rendeva dive le attri- una lacrima. n

89
All’esposizione
di Escalar
al Maxxi
di Roma sono
arrivati tanti
artisti italiani.
Grazia
li ha ritratti in
questo
portfolio
esclusivo

I volti del
L’attrice italiana, 50 anni, qui indossa un abito a piccoli fiori Prada e una collana Bulgari.
1O

Per l’interprete, 37 anni, un abito di Prada. 91


L’attrice romena, 30 anni, qui L’attrice, 51 anni (vedi anche a pagina 102), indossa L’attore siciliano, 34 anni, ha una camicia
è in total look Zara. un abito Mariella Burani e gioielli Cartier. Dolce & Gabbana.

Alba Rohrwacher ricorda il suo primo servizio con Escalar,


Valeria Golino si asciuga una lacrima

Per l’attrice romana, 36 anni, un abito nero L’attrice e produttrice, 48 anni, in un abito Per l’attrice romana, 37 anni, un abito corto
Black Blessed. di sua creazione. bianco di Wandering.

92
1O

L’attore, 47 anni, protagonista della serie tv Marco Polo, qui indossa una giacca in pelle Goosecraft.
1O
38 PREMI IN 6 STAGIONI. DOPO GLI ULTIMI EMMY AWARDS, IL TRONO DI SPADE
È LA SERIE TV PIÙ PREMIATA DELLA STORIA. LA CANTANTE ANNALISA,
CHE È UNA FAN DELLA PRIMA ORA, SPIEGA PER GRAZIA QUAL È IL SEGRETO DI UNO
SHOW CHE TI SPIAZZA SEMPRE

La seguo dall’inizio, dalla prima no particolari che si rivelano in modo secondo piano di fronte alla genialità
puntata della prima serie. Ero a graduale, 30 pagine, che sullo schermo, della trama, a quel trono che sembra
casa, tranquilla, sul divano. Il Trono sono meno di 30 secondi. Senza nulla maledetto (a guardare la fine che fa
di Spade mi è piaciuto, ma non ne ho togliere agli sceneggiatori, il loro lavoro chi ci si siede sopra) e al tentativo co-
colto subito l’imponenza. Perché ci parte un po’ avvantaggiato: Martin, munque di tutti di salirci.
vuole un po’. All’inizio si fatica a met- che deve ancora pubblicare gli ultimi In questa serie tv può succedere ve-
tere insieme parentele, fatti e intrighi. romanzi della saga, è un genio. Ha già ramente di tutto, niente è mai scon-
Ma già alla fine della prima stagione, tutto in mente da anni, ci pensate? È tato. Puoi appassionarti alla figura di
quando a quello che credevi fosse il l’unico che sa come tutto andrà a finire. Jon Snow, il guerriero simbolo della
protagonista, l’eroe, succede qualcosa A chi storce il naso spiego sempre che rivincita contro ogni difficoltà. Puoi
di inaspettato, non puoi fare a meno Il Trono di Spade non è solo un fan- sognare di vederlo sconfiggere l’im-
di chiederti: «E ora?». tasy. Niente elfi o Hobbit, come nel battibile esercito degli Estranei, che
Oggi che siamo alla sesta stagione, la Signore degli anelli di J. R. R. Tolkien: sono spietate creature di ghiaccio. Puoi
serie ha battuto ogni record di pre- gli elementi fantastici sono solo di odiare Dito Corto, il personaggio che è
mi. E l’attesa per la settima è sem- contorno. Ci sono i draghi, vero, ma l’incarnazione dell’intrigo. Puoi sperare
plicemente insopportabile. Evito gli la loro presenza non interferisce con che la regina cattiva e incestuosa, Cer-
spoiler, ogni tipo d’informazione che la credibilità della storia. Più lo guardi sei Lannister, un giorno venga uccisa
possa rivelarmi il più piccolo dettaglio. e più sei convinto che i fatti raccontati dal suo stesso fratello. Ma sai che ogni
Il Trono di Spade è così: se perdi una possano essere accaduti realmente nel nuovo episodio ti spiazzerà.
messa in onda, e non riesci a recuperare passato. Morte, crudeltà, violenza non Per me ogni puntata è un rito: ci vuole
in poche ore, allora il giorno dopo devi sono il centro della storia, nonostante il divano, la luce giusta, l’audio per-
stare attentissima a non aprire Twit- siano perennemente presenti. La forza fetto. Se incrocio in tv una puntata a
ter, altrimenti qualcuno ti rovinerà la di tutto è la trama. In alcuni momenti caso, cambio canale. E chissà, magari
sorpresa. è come andare sulle montagne russe. prima o poi riuscirò a farmi un selfie
Dopo aver iniziato la serie, ho letto Ci sono intrighi complicatissimi che con uno dei personaggi. Di sicuro lo
anche i libri che l’hanno ispirata, Le ogni volta si chiudono come cerchi metterei sul mio Instagram, certa di
cronache del ghiaccio e del fuoco di Ge- perfetti. C’è la politica, ci sono per- avere migliaia di like. n
orge R. R. Martin: nei romanzi ci so- sonaggi eccezionali, ma passa tutto in (testo raccolto da Fiamma Sanò)

VINCITORI E FAN
Foto FEDERICA PUTELLI, AP/ANSA

Da sinistra, gli attori della serie


tv Il Trono di Spade Nikolaj
Coster-Waldau, 46 anni,
Maisie Williams, 19, Emilia

10
Clarke, 29, Sophie Turner, 20,
e Kit Harington, 29, alla 68ª
edizione degli Emmy Awards,
a Los Angeles. In alto,
Annalisa Scarrone, 31. La
cantante, in tournée con Se
avessi un cuore tour, è in radio
94 con il singolo Used to You.
QUESTAANA
SETTIM
L’ IN C ON T RO
ROBERTA, A SPOTORNO CON GRAZIA
Che cosa c’è dietro la copertina di Grazia? A Spotorno
Subito 2016, premio internazionale nuovo giornalismo
di Spotorno, il direttore Silvia Grilli ha raccontato come
nascono le cover del giornale. Qualche numero
fa ha voluto dare alle lettrici l’opportunità di inviare
una domanda via email, e una di loro è stata selezionata
per porla dal vivo. Ce l’ha fatta Roberta Maddalena,
siciliana, 24 anni, laureata in Giurisprudenza, aspirante
giornalista. «La moda è arte, il mio sogno è raccontarla
da vicino con occhio critico», ha spiegato. «Oggi
il giornalismo di settore sta perdendo la vena
provocatoria alla Suzy Menkes, storica firma
dell’Herald Tribune, per affidarsi solo ai social?», è
stata la domanda della donna, che collabora con
un’agenzia di moda, ed è stagista in un ufficio stampa.
Pronta la risposta di Grilli: «I due mondi possono
Sopra, Roberta Maddalena, la lettrice
convivere molto bene. Da una parte l’autorevolezza
scelta per partecipare a Spotorno Subito. della carta, dall’altra la condivisione dei social».

L’ E V E N T O
UN CAFFÈ CON CRISTIANA
Il sindaco di Milano Giuseppe di ha voluto una cena di gala con
Sala ha cercato di portarsi a ca- un’asta silenziosa (in collabora-
sa un vaso di Venini per 600 zione con l’associazione Charity
euro, la pierre Andreina Longhi Stars) che ha permesso di rac-
IL P E R S ON A GG IO ha offerto più di mille euro per
una puntata di X Factor 10 da
cogliere fondi per le Onlus Mis-
sione Sogni, Associazione Bianca
vedere sugli spalti e una fan è Garavaglia e Fondazione Arché.
Il cantante riuscita a conquistare un caffè Tra i lotti dell’asta spiccavano
Manuel
Agnelli.
con l’attrice Cristiana Capoton- anche un aperitivo con gli idea-
di per 1500 euro. Per inaugura- tori di Zelig Gino e Michele, un
re la prima edizione di Fuoricine- giro sul set del regista Silvio Sol-
ma all’Auditorium di Piazza Gae dini, una visita guidata al Corrie-
Aulenti a Milano, l’attrice e pa- re della Sera e una al palazzo
drona di casa Cristiana Capoton- Bosco Verticale con l’architetto
IL FASCINO DEL CATTIVO ideatore Stefano Boeri, oltre a
CONTINUA CON MANUEL un’opera d’arte in legno dell’ar-
tista Duilio Forte e a oggetti
«Non sopporto il vostro conformismo da offerti dai marchi di moda più
anticonformisti», ha dichiarato durante la conosciuti per cui si sono visti
prima puntata di X Factor 10. Ed è ardui “combattimenti” tra i ta-
diventato subito cult. Uscite spiazzanti, voli. Tra gli ospiti della serata, i
giudizi diretti, nessuna frase di circostanza: più fotografati anche dai presen-
il nuovo giudice Manuel Agnelli, 50 anni, ti alla cena sono stati gli attori
ha subito conquistato i fan del programma Carlo Verdone, Silvio Orlando,
diventando il nuovo “cattivo”. Leader della Teresa Mannino, la conduttrice
band indie rock Afterhours e artista della tv Camila Raznovich e il cantan-
scena alternativa, allergico al mezzo te Omar Pedrini. (A.V.)
Foto SGP

televisivo, per ora ha offuscato gli altri


giudici Arisa, Fedez e Álvaro Soler. A sinistra, gli attori Carlo Verdone e
Cristiana Capotondi.
96
WEB DI GI TA L S C HO OL
SOCIAL MEDIA
DA PROFESSIONISTI
Che cosa, come e dove
comunicare per farsi trovare sul
web. Ma anche come costruire
una strategia sui social. Per chi
ama i nuovi media e cerca una
formazione adeguata per farne la
propria carriera, dal 15 ottobre
partono a Milano i nuovi corsi
della Digital School (digitalschool.

A MILANO Da sinistra: la maratoneta Valeria it), la scuola di formazione firmata


Straneo, il mezzofondista da Donna Moderna, CasaFacile
Giordano Benedetti, la e Sale&Pepe. Come il corso di
LA CORSA DEGLI specialista dei 400 metri Libania
Grenot, il dj Linus, l’ostacolista
Content e social media
management: 42 ore di lezioni in
INFLUENCER Ayomide Folorunso
e la saltatrice Alessia Trost.
aula e testimonianze tenute dai
direttori e dai professionisti digitali
Dieci chilometri attraverso i luoghi simbolo di dei tre giornali Mondadori.
Milano in compagnia di dj, personaggi dello
spettacolo e influencer appassionati di running.
RIO
Sono gli ingredienti della Deejay Ten, la corsa non
competitiva legata al network di Radio Deejay, in
ANNIVERSA
programma a Milano il prossimo 9 ottobre. Ogni L’ITALIA DI SAMSUNG
È il marchio che ha portato in Italia le
partecipante che si registrerà al programma di Smart Tv e i primi tablet e che promette di
allenamento (su Nike.com/Milano) riceverà connettere al web i gadget di casa grazie
indicazioni per la preparazione alla 10 chilometri e all’“Internet of Things”. Samsung ha
l’aiuto di 100 “pacers”, cioè corridori che festeggiato i suoi 25 anni in Italia con una
accompagneranno al traguardo gli iscritti. Inoltre, serie di eventi a Milano e con una ricerca
chi cerca un allenamento personalizzato lo dell’Università Bocconi, che ha stimato
troverà sulla rinnovata applicazione Nike+ Run l’impatto dell’azienda: 47 mila prodotti
venduti al giorno e un fatturato pari allo
Club, che offre un programma adattabile alle 0,2 per cento del Pil italiano. «Ma dietro a
diverse esigenze e, soprattutto, permette di questi numeri», ha dichiarato il presidente
tenere traccia dei propri tempi, consumi calorici dell’azienda Carlo Barlocco (a destra nella
e battiti cardiaci. Come veri campioni. (C.M.) foto, con il sindaco di Milano, Giuseppe
Sala, e la giornalista Costanza Calabrese),
«c’è la volontà promuovere lo sviluppo».

I MUST
DI LONDRA
DALLE SFILATE
BRITANNICHE, I PEZZI SU GRAZIA.IT
QUESTA
MODA DEL MOMENTO SETTIMANA
BELLEZZA:
UN MAKE UP
DA SFILATA.
PERSONAGGI:
Foto COURTESY NIKE

ARRIVA NOAH,
LA SORELLA
DI MILEY CYRUS.

98
Quest’autunno rendi unico il tuo stile e lascia che siano i tuoi gioielli a parlare di te.
gioielli in Argento sterling 925 a partire da €15.
scopri la nuova collezione, lasciati ispirare e condividi #thelookOfYou
sceglI Il tuO ANellO,
me tà te lO RegAl A* PANDOR A

pandora.net
estore-it.pandora.net

A fronte di una spesa minima di €59 in gioielli PANDORA (scontrino unico – multipli inclusi) potrai contestualmente ed in aggiunta acquistare
*

un anello PANDORA da €39, €45, €49, €55 o €59 tra quelli al momento disponibili alla metà circa del suo valore: rispettivamente
€19, €22, €24, €27 o €29 (prezzi di vendita consigliati al pubblico). Operazione a premi valida in Italia dal 17 settembre al 2 ottobre 2016
nei negozi PANDORA e nelle gioiellerie aderenti. Regolamento completo su www.pandora.net.
GR A ZI A• STA R DI COPERTINA

IL VERO
NON TI OSCURA
È l’attrice più famosa, la nostra ultima diva.
monica bellucci interpreta per Grazia
lo stile italiano. E qui la star, dopo l’addio
dato a Vincent Cassel, che ora appare felice
con una giovane fidanzata, racconta
gli anni passati a rispondere alle critiche
di chi la considerava troppo sexy o troppo
indipendente. E di come oggi insegni
a sua figlia a combattere in un mondo che
vive ancora di pregiudizi sulle donne
Foto H&K/KARMA PRESS PHOTO

102
GR A ZI A• X X X X X X X X X X

L’attrice Monica
Bellucci, 51 anni.
Per lei abito
in duchesse
di seta a stampa
Cupido con
fiocco in vita,
sandali in pelle
con maxi plateau
(tutto Gucci).

103
GR A ZI A• X X X X X X X X X X

Foto FOTOGRAFO FOTOGRAFO

Abito in maglia
di lana stretch
(Versace).
104
GR A ZI A• MONICA BELLUCCI

C i sono momenti in cui Monica Bel-


lucci smette di essere l’ultima diva
italiana «da esportazione» e torna
a essere una donna. Le copertine, i red carpet, i
gioielli da favola, i viaggi e le conferenze stampa
cedono il posto a una quotidianità che somiglia a
quella di tante altre donne: i figli di cui occuparsi,
un po’ di tempo per sé, le cene con gli amici, un
la vedremo in due serie tv internazionali: la pre-
miatissima Mozart in the Jungle, in cui interpreta
una cantante lirica in declino che viene convinta
a tornare sulla scena, e l’attesa nuova versione di
Twin Peaks su cui, mi spiega, «per il momento non
posso anticipare nulla». Ma sulla sua intimità, su
un eventuale nuovo amore, in tre anni non è mai
trapelata una foto, un’indiscrezione, un pettegolezzo.
dolce far niente che ricarica. Ma questi momenti Tuttavia, mi basta vederla per capire che attraversa
appartengono solo a lei che li difende gelosamen- un momento felice.
te. «Rappresentano il mio giardino segreto in cui Sembra più serena e più appagata che mai. Dipende
nessuno ha il diritto di entrare», mi spiega l’attrice, da un avvenimento, da un incontro?
52 anni il 30 settembre, quando la incontro in una «La vita è fatta a tappe. Forse do un’impressione
pausa della sua vita da star «sempre vissuta a 1000 di pienezza perché sono contenta di entrare in una
chilometri l’ora», mi spiega ridendo. Deva e Léo- fase nuova».
nie, 12 e 6 anni, le figlie che Monica ha avuto dal E come la def inirebbe?
matrimonio con l’attore Vincent Cassel, finito nel «Non posso risponderle che mi sento matura, perché
2013 dopo 18 anni di passione, l’aspettano per fare lo sono già da un po’» (ride). «Ma sono più consa-
una passeggiata. Semplice e disponibile, soprattutto pevole. Sto attraversando quel momento della vita
sincera, l’attrice accetta di raccontarmi questa fase in cui prendi coscienza che la giovinezza biologica
della sua vita in cui, mi dice, «sto imparando a invec- lascia il posto a un altro tipo di giovinezza: quella
chiare senza traumi e anche le rughe mi sembrano che ti crei lavorando sull’anima».
una benedizione». In che consiste, per lei, questo “lavoro”?
Alcuni giorni prima l’avevo incrociata alla Mostra «Con gli anni ho imparato ad accettare i compro-
del cinema di Venezia dove il suo arrivo come pro- messi con la vita. Oggi apprezzo cose diverse, che
tagonista del film di Emir Kusturica On the Milky un tempo non consideravo affatto. Per esempio non
Road (“Sulla Via Lattea”) ha scatenato il delirio vedo l’ora di diventare nonna: se una delle mie figlie
dei fan, dei paparazzi e della stampa. L’attrice ha avesse un bambino molto presto sarei prontissima ad
colpito tutti nel ruolo, intenso e credibile, di una allevarlo. Mi dà molta forza pensare alla vecchiaia
donna che vive un grande amore sotto le bombe, senza tristezza».
una delle interpretazioni più convincenti della sua Crede di essere un’eccezione o vede intorno a lei altre
carriera: il film, una favola surreale dallo stile movi- donne mature felici nella loro pelle?
mentato e coloratissimo tipico di Kusturica (anche «Non credo di essere l’unica. La nostra generazione
protagonista maschile), è ambientato durante la deve tutto alle femministe che 40 anni fa hanno
guerra che negli Anni 90 insanguinò i Balcani. «Il combattuto per liberarci dai pregiudizi degli altri
regista non voleva un sex symbol, ma la mia verità. e dalle nostre paure. Allora prendevamo in giro i
A 50 anni la sensualità femminile diventa più ricca loro gonnelloni a fiori, ma dobbiamo ringraziarle:
e più sfaccettata», mi dice Monica. ci hanno insegnato che siamo esseri umani, non
E il privato? Dal divorzio sono passati tre anni. Il oggetti sessuali e che i nostri seni non sono solo
mese scorso Cassel, 49, per la prima volta è uscito armi di seduzione, ma servono ad allattare. Ci hanno
allo scoperto e da Ibiza ha postato su Instagram dato sicurezza».
le foto del suo flirt con la giovane modella anglo- E gli uomini oggi sono spiazzati, addirittura im-
italiana Tina Kunakey Di Vita. Monica, allora, pauriti dalle donne troppo indipendenti e sicure di
non ha commentato. Le chiedo di farlo adesso, loro stesse?
vorrei sapere che cosa ha provato quando ha visto «Non è cambiato molto, mi creda. Io ricevo oggi
l’immagine, che ha fatto il giro del mondo, del suo gli stessi attacchi che ricevevo 20 anni fa perché
ex con la ragazza. Ma con gentilezza l’attrice si sono sempre stata troppo indipendente, per niente
sottrae, coerente con quella riservatezza che l’ha gestibile».
sempre portata a tenere per sé la sua vita intima. Che cosa la seduce, oggi, in un uomo?
Al contrario, la sua immagine pubblica ha pochi «La forza che viene dall’esperienza. La trovo erotica.
segreti. Del lavoro sappiamo infatti tutto. Presto E l’erotismo non è questione di età: il mio primo

105
GR A ZI A• MONICA BELLUCCI

servizio fotografico lo feci con Helmut Newton che regalo, non come una maledizione. All’inizio mi ha
aveva 81 anni, ma dentro era rimasto un ragazzo. protetta, facendo da schermo tra la mia timidezza
Adoro gli uomini navigati che hanno combattuto e il mondo. Poi ho imparato a gestirla».
le guerre della vita». In che maniera si può gestire un’immagine, come la
E lei, Monica, ha dovuto affrontare molte battaglie sua, che per milioni di persone rappresenta l’oggetto
per diventare quella che è? del desiderio?
«Sì. Sempre. Ma non si vede, vero? A volte ho «Ho capito presto che per concludere qualcosa di
schivato i colpi, altre ho preso delle gran botte. buono nella vita l’aspetto fisico non basta, bisogna
Mi sono sempre rialzata. Sarà perché vivo ad alta coltivare lo spirito. Lo dico sempre alle mie figlie:
velocità. Forse è come se le tante, piccole morti “Siete belle, intelligenti, furbe, privilegiate. Prepa-
che ho affrontato mi avessero aiutata a preparare ratevi: dovrete affrontare molte prove”».
la prova finale». Nel suo rapporto con Deva e Léonie, oggi che cosa
Dopo il divorzio da Vincent nessun uomo è stato viene al primo posto?
visto al suo f ianco: prevede di tornare in coppia, un «Le bambine non hanno chiesto di venire al mondo
giorno? e devono sapere che per me sono più importanti di
«E chi le dice che già non lo sia?» (ride maliziosa). tutto: del lavoro e anche della mia vita di donna».
Mi sta regalando uno scoop, mi sta annunciando che Sarebbe disposta a rinunciare a un uomo se non an-
ha un nuovo amore? dasse d’accordo con le sue f iglie?
«Ho molta difficoltà a parlare della mia vita privata. «In quel caso non entrerebbe nemmeno in casa».
Come attrice sono un personaggio fin troppo pub- Sarebbe contenta, se le piccole volessero fare le attri-
blico, ma sono stata sempre attenta a mantenere uno ci come lei?
spazio invalicabile riservato alla mia vita di madre «Tutti i bambini hanno un senso artistico innato
e di donna. Adoro mangiare, bere, dormire: ho un e inconsapevole. Recitano con naturalezza, sen-
atteggiamento epicureo verso la vita». za sovrastrutture: noi attori dovremmo prendere
Che cosa è rimasto della Monica di 20 anni, affama- esempio dalla loro spontaneità. Lascio le mie figlie
ta di vita e di successo? libere di esprimersi. Se è destino reciteranno, ma
«La leggerezza. Non l’ho mai perduta, per fortuna, chi comincia a lavorare troppo presto rischia di
anche se a volte posso essere triste, come tutti. Ma entrare nei meccanismi degli adulti e francamente
mi riprendo subito». l’idea mi spaventa».
Qual è stato il pregiudizio nei suoi confronti più Di quale aspetto del carattere è più orgogliosa?
diff icile da digerire? «Della pazienza. È una dote tipicamente femminile
«Potrebbe risponderle il regista Giuseppe Tornatore, e mi ha aiutato molto. Ma quando serve, passo
che su questo tema ha girato un film, Malèna, affi- all’azione».
dandomi il ruolo di una donna che a causa della sua E come reagisce di fronte a un’offesa o a un torto?
bellezza attira maldicenze e cattiverie di ogni tipo». «Rimango sconcertata dalla fatica che viene sprecata
Allora è vero, come dice il suo personaggio nel f ilm per darmi fastidio».
di Emir Kusturica, che «la bellezza tira fuori il me- È capace di perdonare o mette in conto la vendetta?
glio, ma anche il peggio delle persone»? «Se non avessi perdonato, sarei già morta».
«Sacrosanta verità. L’aspetto fisico è un’arma a dop- Un difetto che è felice di non avere?
pio taglio: attira gli altri, ma ti espone al loro giu- «La rabbia fine a se stessa, che ci accomuna agli
dizio. Ho sempre considerato la bellezza come un animali. Ma c’è anche una rabbia sana, costruttiva

Segue a pagina 112

«TROVO EROTICA LA FORZA


106
DELL’ESPERIENZA»
GR A ZI A• X X X X X X X X X X
Foto FOTOGRAFO FOTOGRAFO

Blazer in lana
gessata su abito
coordinato
(tutto Trussardi).
Collana Maillon
Panthère de
Cartier in oro
bianco e diamanti
(Cartier).

107
GR A ZI A• X X X X X X X X X X

Foto FOTOGRAFO FOTOGRAFO

108
G R A ZG IRAA•ZMI AO•N XI CXAX XB EX LXLXUXCXCXI

Abito longuette
Foto FOTOGRAFO FOTOGRAFO

in maglia di lana
stretch con tagli
e zip (Versace).
Pagina accanto:
tubino in cady
stampato con
fiori e bottoni
applicati (Dolce
& Gabbana).

109
G R A Z I A • MX XO XN XI CXAX BX EX LXLXU C C I

Cappa in panno
di lana double
su pantaloni
(tutto Salvatore
Ferragamo).
Pagina accanto:
cappotto in
tessuto jacquard
Foto FOTOGRAFO FOTOGRAFO

ricoperto
di fiori su abito
a sottoveste
(tutto Dolce &
Gabbana). Anello
Paris Nouvelle
Vague in oro
rosa e diamanti
(Cartier).

110
GR A ZI A• X X X X X X X X X X
Foto FOTOGRAFO FOTOGRAFO

111
GR A ZI A• MONICA BELLUCCI

Segue da pagina 106

che ti dà la spinta per andare avanti».


Qual è la spinta che oggi motiva le sue azioni, le sue
scelte?
«È sempre l’entusiasmo. Prima era concentrato sulla
mia persona. Da quando sono madre l’equilibrio si è
spostato sulle figlie. Il mio scopo primario è aiutarle a
crescere, ad attraversare le difficoltà e i dolori della vita,
a coltivare loro stesse e a riconoscere il vero amore».
Un’impresa per niente facile, me lo lasci dire. Secondo
lei come si fa?
«Raccomando alle bambine di trovare un uomo che
sia innamorato della loro anima, non solo del corpo.
E che le lasci libere di esprimersi. Non è vero amore
quello che pretende di brillare attraverso di te oscu-
rando le tue doti».
È cambiato, con gli anni, il suo rapporto con il corpo?
«Quello è uno strumento del mio mestiere, ma ho
imparato a non diventarne schiava. Sono pigra, pre-
ferisco un piatto di spaghetti a un’ora di ginnastica».
Qual è la cosa più pazza che ha fatto di recente?
«Girare il film di Kusturica. La lavorazione è durata
tre anni, ho dovuto imparare il serbo, ho nuotato
nell’acqua ghiacciata, mi sono gettata dalle rocce
senza controfigura. Se non è follia questa, ma ne
valeva la pena».
Perché?
«Mi sono pienamente rispecchiata nel ruolo di una
donna matura, materna, sensuale, pronta al sacrificio.
E pensare che Emir ha scritto la sceneggiatura senza
conoscermi. Non è stata la prima volta: anche Sam
Mendes, il regista del film Spectre, aveva creato il ruolo
di Lucia Sciarra, la vedova di un boss che seduce James
Bond, senza avermi mai incontrata. I registi sono dei
maghi, vedono lontano».
E lei come si vede tra 10 anni?
«Non me lo chiedo mai. Sono felice di vivere nel
presente. Ha ragione: sto attraversando un momento
meraviglioso della mia vita». n
Foto FOTOGRAFO FOTOGRAFO

«C’È UNA GIOVINEZZA CHE TI CREI


112
SOLO LAVORANDO SULL’ANIMA»
GR A ZI A• X X X X X X X X X X
Foto FOTOGRAFO FOTOGRAFO

Mantella lunga
a doppio strato di
tulle su tuta in
velluto con scollo
a incrocio,
ballerine a punta
sfilata con
cinturino (tutto
Giorgio Armani).

113
GR A ZI A• MONICA BELLUCCI

Foto FOTOGRAFO FOTOGRAFO

114
IL GUARDAROBA
A SINISTRA E
SOTTO, ABITI,
SCARPE E MAKE UP
SCELTI DA MONICA
PER IL SERVIZIO.

SUL SET
IN POSA SUL
FONDO BIANCO
PER IL FOTOGRAFO
RALPH WENIG.

Blusa con collo


a fiocco in
pizzo chantilly Trovare Monica Bellucci sul set è di vento. Poi li abbiamo raccolti per
più gonna con
ramage floreali sempre una sfida entusiasmante. sottolineare la linea delle sue spalle.
a intagli e ricami Perché lei riesce a mettere tutti a Per il trucco, invece, ci siamo con-
di perline proprio agio e a creare un clima po- centrati sul suo sguardo, rendendolo
e cristalli (tutto sitivo sin dal primo minuto. Siamo a ancora più intenso.
Blumarine). Parigi, per lei abbiamo scelto uno stile Ralph, il fotografo, ha scelto per Mo-
Ha collaborato
sofisticato e, soprattutto, italiano: nica una luce pulita, cinematografica,
Foto FOTOGRAFO FOTOGRAFO

Ludovica
Brugnoli. Trucco: tanto nero, pizzo, fiori e un tocco di e ha deciso di lavorare spesso su un
Christophe rosso per valorizzare le sue forme. fondo bianco. L’idea era non solo di
Daunschaud Rispetto a come me la ricordavo, Bel- evidenziare la silhouette dell’attrice,
@B Agency lucci è arrivata sul set con un nuovo ma anche di far risaltare i gioielli di
using Shiseido.
Pettinature taglio di capelli: così “giusto” che ab- Cartier arrivati direttamente dalla
John Nollet biamo deciso di lasciarli sciolti sulle boutique di Parigi. Monica, alla fine,
@Tatiana Diaz. spalle e valorizzarli solo con un po’ era entusiasta. E noi con lei. (T.G.)

115
G R A Z I A • L’ I N C O N T R O

COWBOY
DOPO TANTI FILM D’AZIONE,
IL PREMIO OSCAR DENZEL
WASHINGTON HA ACCETTATO
DI PARTECIPARE A UN WESTERN.
MA A TU PER TU CON GRAZIA
L’attore L’ATTORE CONFESSA CHE NIENTE
americano È PIÙ LONTANO DA LUI DEL
Denzel RUOLO DEL VENDICATORE CON
Washington,
61 anni. LA PISTOLA. «CON LA VIOLENZA»,
DICE, «NESSUNO HA MAI
CANCELLATO IL MALE»
di Armando Gallo da Los Angeles
fot o di Lorenzo Agius e di Armando Gallo
Foto CPI SYNDICATION/KARMA PRESS

117
G R A Z I A • D E N Z E L WA S H I N G T O N
Washington
fotografato
da Armando Gallo,
autore di questa
intervista.

D enzel? È un leader nato. Se vuoi imparare


che cosa sia un leader, devi guardare quello
che fa lui». Siamo all’hotel Four Seasons
di Beverly Hills e con queste poche parole
il regista Antoine Fuqua mi introduce a Denzel Wa-
shington, star per la terza volta di un suo film dopo
Training Day e The Equalizer. L’attore afroamericano
Non ci dica che è un fanatico delle armi.
«Stiamo sempre parlando di un film e di una pistola
giocattolo: è come tenere in mano un bicchiere d’acqua.
Invece con i cavalli è diverso: quella con loro è una vera
e propria relazione di fiducia. Ho dovuto imparare a
cavalcare mesi prima delle riprese, ma non solo: di
un cavallo devi prenderti cura, devi lavarlo, dargli da
vincitore di due premi Oscar (nel 1989 per Glory - mangiare, seguirlo. Non puoi semplicemente saltare
Uomini di gloria e nel 2002 per Training Day) è ora su e dire: “Andiamo”».
il protagonista di I magnifici 7, nelle sale, remake del All’inizio del f ilm il suo personaggio si trova a dover
celebre I sette samurai di Akira Kurosawa. Diventato guadagnare il rispetto della gente. Le è mai successo?
con la maturità un eroe di film d’azione, Washington «Certo, ci sono spesso situazioni in cui la diffidenza
si gode ormai il suo status di saggio di Hollywood degli altri ti mette a un bivio: può renderti più forte
e sembra avere tutta l’intenzione di fare solo quello oppure spezzarti. In 30 e più anni di carriera mi sarà
che lo diverte. A parte le statuette d’oro, nella vita ha successo mille volte, ma credo sia parte della vita».
raggiunto obiettivi unici per uno che fa il suo lavoro: Già, ma nell’esistenza quotidiana il rispetto non si gua-
un matrimonio di 33 anni con la donna conosciuta sul dagna con la violenza.
suo primo set e ben quattro figli avviati nel mondo del «No, le vere armi sono la pazienza, la continuità e la
cinema. Che cosa mancava a Denzel, dunque? «Un voglia di fare bene il proprio lavoro».
western», mi risponde lui senza pensare. E così, dopo Come si è trovato nei panni del cowboy non certo gio-
averlo visto sul grande schermo, nei panni del fuorilegge vanissimo?
chiamato a difendere una cittadina, eccolo davanti a «Mia madre mi ripeteva sempre: “Più passa il tempo,
me per parlare di tutto il resto. più invecchi”. Aveva ragione: con gli anni devi impa-
Quando era bambino giocava a “cowboy contro indiani”? rare a fare le cose in maniera semplice e pulita, senza
«No, ero più fissato con lo sport: football, baseball, pretendere troppo. In fondo, col tempo si diventa più
niente pistole e frecce. Ma ho avuto un’infanzia diversa saggi, si impara a fare le cose meglio e più in fretta,
dagli altri perché mio padre era un ministro pentecostale cercando di schivare complicazioni e imprevisti».
(una sorta di pastore protestante, ndr), quindi non sono Lei deve esserci riuscito bene: oltre a essere una star, ha
cresciuto con i western, ma con film religiosi come I avviato al mondo del cinema ben quattro f igli.
dieci comandamenti o Il re dei re». «Questa è una vera benedizione, sono stato molto
E come mai ha accettato di fare il cowboy? fortunato. John ha 32 anni ed è entrato a far parte del
«Anche se non avevo un’idea romantica del genere, cast della serie tv Ballers. Katia, che ne ha 28, lavora
ho pensato che sarebbe stato divertente giocare con nella produzione cinematografica. Olivia, a 25, già fa
pistole e cavalli, per una volta. Ma prima ho preteso di parte del New York Theater, e Malcolm, il suo gemello,
leggere il copione: volevo sapere a tutti i costi se, alla si è appena diplomato in regia. E questo fa di me un
fine, i magnifici sette avrebbero vinto». padre felice perché ho sempre desiderato che i miei
Che sensazioni prova quando ha in mano una pistola? figli amassero il cinema».

118
G R A Z I A • D E N Z E L WA S H I N G T O N
Che cosa sognava, invece, per sé quando era solo un che cosa vuoi fare ora con il resto della tua vita?”. Allora
bambino? ho deciso di iniziare a eliminare le cose che mi danno
«Volevo diventare un campione di football americano, sensazioni negative, mi sono impegnato a essere un
non ho pensato ad altro per tutta l’adolescenza. Ma marito e un amico più presente, a esserci ancora di più
l’unico in famiglia a riuscirci è stato mio figlio John. per i miei figli. Sembra poco, ma tutto questo richiede
Non ho mai pensato che salire su un set mi avrebbe impegno».
dato la gioia che si prova in campo durante una partita». Nei Magnifici 7 il suo personaggio è combattuto tra
E come ci è arrivato a Hollywood? la voglia di aiutare gli altri e un desiderio di vendetta.
«Al liceo mi dissero che, se avessi seguito le lezioni Anche lei, se qualcuno le fa uno sgarbo, cerca una rivalsa?
di letteratura shakespeariana avrei preso facilmente «No, credo che sia uno spreco di energie. La vita è
un buon voto. Mi sono iscritto subito ed era vero, ma troppo breve per passarla a pensare ai pesi morti. E
soprattutto il teatro mi piaceva. Così sono andato poi con la vendetta e la violenza nessuno ha mai can-
avanti: a 20 anni ho capito che quella poteva essere cellato il male».
la mia strada». Il f ilm ha sette protagonisti maschili, ma ad assoldarli è
Già, ma come si diventa Denzel Washington? una donna, interpretata dall’attrice Haley Bennett. Ha
«Lavorando sodo, studiando, ascoltando i consigli dei mai avuto una donna come superiore?
tuoi genitori». «Sempre. Prima mia madre, ora mia moglie. Ma a me
È questo il suo testamento artistico? va bene così, l’importante è far parte della squadra».
«Ma quale testamento! La mia carriera non è certo Ecco che viene fuori il suo senso dell’umorismo. Da dove
finita, magari sto disputando il “secondo tempo”, questo nasce?
lo ammetto, ma la partita non è certo finita». «Dalla voglia di cambiare, di non annoiare. L’attore
Nel f ilm non ci sono solo pistole, ma si parla anche di Bruce Lee diceva: “Usa tutto quello che è necessario”.
amore e di amicizia. Che cosa ha imparato su questi temi Io sono d’accordo: crescere è un processo e non c’è un
durante la sua vita? momento della vita in cui dici: “Ecco, sono arrivato,
«Che i veri amici sono quelli che ti restano vicino da adesso resterò così per sempre”. Devi metterti in
anche durante le esperienze più dure. Nessuno di noi discussione, provare cose nuove, sbagliare, ricominciare.
può vivere come se fosse un’isola. Quanto all’amore, Ci vuole anche un po’ d’ironia, sennò non vivi. C’è un
mia moglie Pauletta - che ho sposato 33 anni fa - è altro modo di dire che mi piace molto: “Cadi sette volte,
la mia amica più cara, la donna che mi ha aiutato a ma rialzati otto”. Per me la vita è così».
crescere quattro figli meravigliosi. Non ci sono altri Alla prima del f ilm c’era un fan che aveva un cartello
segreti: siamo noi esseri umani che vogliamo sempre con su scritto “Mi chiamo Denzel in onore di Denzel
complicarci la vita, facendo scelte sbagliate, o ignorando Washington”. Che cosa prova quando vede cose del genere?
il nostro cuore». «Ci sono tantissimi Denzel in America ormai. E, quan-
Lei ha superato i 60 anni, che cos’altro ha capito con la do ero bambino io, non ce ne era nessuno. Lo ammetto:
maturità? fa un certo effetto che qualcuno veda in te qualcosa
«Più che altro mi sono fatto una domanda: “Denzel, di buono al punto di dare il tuo nome a suo figlio». n

Denzel
Washington
in una scena del
film I magnifici 7,
nelle sale. Foto IPA

120
Pauline
Pauline è stata la modella della nostra campagna
Primavera–Estate 2003, a fianco della madre,
Pascale, e delle sorelle Morgane e Marguerite. Nel frattempo,
Pauline è diventata anche lei mamma.

Abbiamo pensato che fosse il momento di ritrovarsi :


#ComptoirStories

comptoirstories.com
comptoirdescotonniers.com
G R A Z I A • L’A P P U N T A M E N T O

A destra, la fashion
influencer più famosa,
Chiara Ferragni,
29 anni.

Venite con noi


FOTO ANDREW ARTHUR, GARETH CATTERMOLE/GETTY IMAGES, ENRICO LABRIOLA

A sinistra Bill
Cunningham,
il fotografo
di moda
newyorkese
che per primo
ha immortalato
lo street style.
A destra,
il direttore
di Grazia
Silvia Grilli.

123
G R A Z I A • L’A P P U N T A M E N T O

Sopra, il direttore di Grazia, Silvia Grilli,


con il sindaco di Milano, Giuseppe Sala. Grilli. «E il nostro sito, Grazia.it, nel 2011 ha creato la
A destra, la copertina di Grazia prima scuderia di IT girl come Eleonora Carisi, Elisa
del 21 maggio 2014, con Chiara Ferragni.
Nalin, Candela, Giorgia Tordini, che in questi anni
sono cresciute diventando poi imprenditrici di se stesse».
Le loro vite, i loro look, le loro scelte si sono trasformate
arà una mostra-evento quella che abbiamo in un racconto quotidiano che tante altre donne
preparato per voi dal 7 al 13 ottobre nel Salone continuano a seguire in tempo reale sui social network.
d’Onore del Museo della Triennale di Milano. «Grazia è stata nel 2014 il primo giornale a dedicare
«Si chiama YOU», dice Silvia Grilli, direttore di Grazia una copertina a Chiara Ferragni », spiega Grilli. «Certo,
che ha avuto l’idea dell’esposizione. «Realizzata insieme a qualche stilista allora la scelta non era piaciuta, ma
con The Blonde Salad, il sito della più potente influencer tutti hanno riconosciuto che le digital influencer hanno
al mondo Chiara Ferragni, e in collaborazione con cambiato la moda». Come esattamente? «Era stata
Tiffany & Co., la rassegna è il racconto per immagini sempre rappresentata come sogno e aspirazione», dice
e parole, attraverso percorsi interattivi, degli ultimi dieci il direttore di Grazia. «Queste pioniere hanno contribuito
anni che hanno rivoluzionato la moda, la fotografia, il a renderla più partecipativa. Con le immagini che
linguaggio. È la storia dello street style, che all’inizio è postano ogni giorno sulle strade delle città, le fashion
stato visto con diffidenza dal mondo della moda, poi si blogger dimostrano che il sogno della moda è realizzabile.
è affermato, cambiando il modo in cui interpretiamo Ecco perché la mostra si chiama YOU: perché anche tu
lo stile. Nessuno aveva mai pensato prima a una mostra puoi diventare protagonista, non solo follower dello
che esponesse questo fenomeno in modo organico, stile», dice Grilli. «Ogni donna può essere protagonista
affrontandone gli esordi e seguendone il cammino fino di questa rivoluzione».
alla sua consacrazione, grazie alla diffusione dei blog Chi visiterà la mostra potrà partecipare a workshop
e dei social network. Ecco perché YOU è un gratuiti organizzati da Apple e Instagram, con il
appuntamento da non perdere per chi vuole esplorare sostegno di American Express. Il marchio Tiffany avrà
una rivoluzione mai prima d’ora raccontata. Ed è un uno spazio dedicato: i visitatori infatti potranno
richiamo per la città di Milano: per questo l’ho presentata accedere a un photowall dal quale avranno la possibilità
al sindaco Giuseppe Sala. E per questo la mostra di inviare alla propria email gli scatti con i background
proseguirà nei Paesi dove Grazia è pubblicato», afferma Tiffany tramite un iPad e un iPhone di Apple.
Grilli.
«YOU è l’occasione per fermarsi e osservare quanto Ci saranno anche alcuni pezzi che hanno fatto
l’universo fashion si è adattato a questi cambiamenti», la storia di The Blonde Salad. «Qualche esempio?»,
dice Chiara Ferragni, che ha 6 milioni e mezzo di continua Ferragni. «Il computer Mac con cui io e
Foto ANDREA SCURATI- COMUNE DI MILANO

follower su Instagram. «Aiuta a riflettere su come il mondo Riccardo Pozzoli, co-fondatore del sito, abbiamo creato
digitale abbia cambiato le nostre vite, a partire dalla mia». The Blonde Salad, con l’adesivo del primo logo», dice
Le protagoniste di questa trasformazione sono Chiara. «Ma ci sarà anche la prima pagina dell’Harvard
state sicuramente le fashion blogger diventate Study Case che ci ha studiato come caso di successo, e
vere influencer. «The Blonde Salad è nato nel 2009, la Barbie a me dedicata».
quando i blog erano diffusi per lo più negli Stati Uniti. Eppure, nonostante una storia di successo digital, ogni
Il nostro è stato uno dei primi in Italia dedicato alla influencer aspira a essere pubblicata sui giornali di carta,
moda», dice Ferragni. che sono sempre il punto di arrivo e la consacrazione.
«In controtendenza rispetto alla diffidenza generale, «C’è bisogno di tutte e due», dice Silvia Grilli. «Solo
Grazia ha avuto da subito il coraggio di credere nella insieme la carta e il digitale possono davvero rappresentare
forza dello street style e delle influencer», dice Silvia tutti i mondi possibili». n

124
featuring CAROLINE VREELAND
shop at santonishoes.com
GR A ZI A• Tiziana Cantone,
31 anni, si è tolta
VUOI STAR ZITTA, la vita il 13 settembre.
Un anno fa aveva
PER FAVORE? denunciato
la diffusione in rete
di un video
privato che aveva
girato per gioco.

TIZIANA AVEVA GIÀ FLASH


SMESSO DI ESISTERE
TIZIANA CANTONE HA PROVATO PER DUE ANNI A IMMAGINARSI UN FUTURO,
UN OBLIO, una vita lontana dalla ferocia degli altri, ma non ce l’ha fatta. Si è
impiccata nello scantinato della villetta di sua madre, dove era tornata a vivere
dopo essere scappata per farsi dimenticare, dopo avere cercato di ottenere
giustizia. Per cancellare i video hard, con lei protagonista, che sono passati di
mano in mano, di telefono in telefono, di amico in amico e sempre meno amico,
e sono finiti online, e diventati virali, e tutto il piccolo mondo crudele attorno
a Tiziana, tutta la provincia di Napoli ma non solo quella, tutti i guardoni della
Rete, persino i siti dei giornali hanno parlato e riso e giocato con la vita di una BARBIE DIVENTA REGINA
ragazza in carne e ossa, che però aveva già smesso di esistere, era già diventata Barbie Letizia e Ken Felipe sono le
un nulla a disposizione di chiunque, un giocattolo, un corpo, un nome a cui bambole ispirate alla regina consor-
tirare calci, una faccia da stampare sulle magliette. te di Spagna, Letizia Ortiz (nella
Sua madre ha detto che Tiziana soffriva troppo, che aveva già cercato altre foto a destra), e al re Filippo VI.
due volte di uccidersi, e ha aggiunto che forse è stato proprio l’ex fidanzato a Saranno messe all’asta per la cam-
distruggerla, a chiederle di fare quelle cose e a divertirsi con la sua vita e con pagna Un juguete, una ilusión, che
regala giocattoli ai bambini poveri.
la sua dignità massacrata. Tiziana si è fidata, è stata imprudente, sventata, di-
sinibita, forse non abbastanza sicura da decidere che era bella lo stesso, anche
senza quelle prove di spavalderia e di libertà, ma in cambio di un’imprudenza,
e di un atto di fiducia, è stata linciata. Da tutti, da chi la conosceva e da chi
non l’aveva mai vista, da chi pensa che la gogna sia uno stile, un modo di stare
al mondo. Una gogna leggera, ridanciana, allegra, spesso anonima, una gogna
quasi inconsapevole dentro la quale tutti hanno diritto a insultare, a diffamare,
Foto KARMA PRESS, SGP, OLYCOM GETTY IMAGES

a distruggere.
Le hanno portato via tutto, alla fine anche la voglia di continuare a vivere. Hanno
fatto parodie, cantato canzoni, l’hanno chiamata “puttana” ovunque. Il sito del
Fatto Quotidiano, un anno fa, aveva trattato questa storia come fosse un feno- LEONARDO CONTRO I PIRATI
meno di costume, immaginando la possibilità che fosse una trovata pubblicitaria, «Tutti possono aiutarci a proteggere
che dietro quella ragazza con gli occhi grandi in video privatissimi si nascondesse l’ecosistema marino». Lo ha detto
un’attrice porno. Peter Gomez, direttore del Fatto online, ha chiesto scusa per l’attore Leonardo DiCaprio al lancio
dell’iniziativa Global Fishing Watch
l’errore, ha detto che se i giornalisti avessero fatto fino in fondo il loro mestiere, (nella foto, la star con il segretario di
con accuratezza e senza superficialità, nessun articolo su Tiziana sarebbe mai Stato americano, John Kerry). Sul
stato pubblicato. È vero, ma è vero anche che se ogni persona avesse fatto in sito del progetto si possono segnala-
fondo il mestiere di essere umano, nessun linciaggio sarebbe mai avvenuto. n re le navi che entrano illegalmente
nei tratti di mare sotto tutela.

126
Create the campaign – Star with Georgia – pepemixitup.com
PH. JACKIE NICKERSON

WOOLRICH SINCE 1830


AMERICA'S OLDEST OUTDOOR CLOTHING COMPANY
WOOLRICH RESERVOIR, PENNSYLVANIA

woolrich.eu
GR A ZI A• COLPITE DUE VOLTE
TIZIANA E CAROLINA SI SONO UCCISE PER LA VERGOGNA DOPO CHE I VIDEO PRIVATI
CHE LE VEDEVANO PROTAGONISTE SONO STATI DIFFUSI IN RETE. UNA RAGAZZA
DI RIMINI È SOTTO SHOCK DA QUANDO È STATA VIOLENTATA IN UN BAGNO E FILMATA
DA UN’AMICA. IN QUESTI E TANTI ALTRI CASI LE DONNE CONTINUANO A ESSERE
CONSIDERATE LE RESPONSABILI. «SE LA SONO CERCATA», DICONO. GRAZIA
HA CERCATO DI CAPIRE COME SI COMBATTE IL PREGIUDIZIO PIÙ UMILIANTE

Tiziana Cantone,
31 anni:
si è uccisa per
un suo video

MAI
privato diffuso
in Rete.

Non è
colpa delle donne
Questo pezzo avrebbe dovuto par- mini, mentre un’amica riprendeva sì, improponibili persino nel co-
tire dalla storia di un giudice che in la scena e la girava alle amiche. pione di un film di serie Z, sono
un’aula di un tribunale canadese ha Sono loro le due ultime vittime e state pronunciate davvero. In un
accusato la vittima, una donna abu- da loro dobbiamo partire per capi- processo vero. Da un uomo (vero?):
sata, invece che il colpevole. Ma la re perché per le donne è così diffi- Robin Camp, giudice federale ca-
cronaca di questi giorni ci ha tra- cile difendersi. nadese. Uno che, dopo aver assol-
volto con altre terribili vicende: Lo spiega bene proprio la storia di to l’imputato, gli ha raccomandato
quella di Tiziana Cantoni morta quel giudice, che ha detto alla vit- di andarci piano e di dire ai suoi
Foto KARMA PRESS

suicida per un video privato dive- tima di uno stupro: «Non poteva amici, ai macho come lui, di «stare
nuto virale in Rete. E quella di una tenere le ginocchia unite? E, scusi, più attenti» con certe ragazze, per-
ragazza, 17 anni appena, stuprata perché non ha girato il bacino per ché da quelle «bisogna tutelarsi».
nei bagni di una discoteca di Ri- evitare la penetrazione?». Frasi co- Ora: a parte il voltastomaco che si

129
G R A Z I A • N O N È M A I C O L PA N O S T R A

prova a ricostruire questa vicenda,


occorre ammettere che questo ri-
baltamento dei ruoli (la vittima che
tano colpevoli. Perché succede? «È
un meccanismo complesso che na-
sce dal bisogno di dare agli eventi
R iprendere un’amica che sta su-
bendo violenza e postare le im-
magini dell’abuso in Rete. È un
diventa colpevole) è un fatto fre- una spiegazione paradossalmente modo, agghiacciante, per dire che
quente, anche se magari avviene in rassicurante», spiega Anna Costan- “sta succedendo a lei e non a me”:
modo più velato, coperto, mistifi- za Baldry, psicologa e criminologa, parole che sono l’innesco del pen-
cato. Oppure inconsapevole e sfac- che ha creato un sito (sara-cesvis. siero successivo: «È colpa sua».
ciato, come nel caso dei cinque org) per la valutazione del rischio «Il caso della ragazza di Rimini è
ragazzi che nel giugno scorso han- di recidiva della violenza. «Crede- sintomatico di una totale assenza
no assaltato e stuprato una 16enne re che un stupro sia dovuto a un di empatia nei confronti del pros-
di Sarno (Salerno). «Che cosa ab- comportamento inadeguato, a una simo», spiega l’avvocato Lorenzo
biamo fatto di male?», hanno chie- gonna troppo corta o a una cami- Puglisi, creatore del sito sos-stalking.
sto a chi li arrestava. Già: che cosa cetta troppo scollata, è una sempli- it. «Una schizofrenia dei sentimen-
c’è di male ad abusare di una donna? ficazione che ci dà l’illusione di ti che ci impedisce di percepire la
Magari una ragazza come quella poter controllare una violenza che sofferenza dell’altro e dunque di
che a Melito (Reggio Calabria) è invece non dipende da noi», dice considerarlo quello che è: vittima».
stata violentata per tre anni da al- Baldry. Nessuno rimprovera a un Più facile quindi allearsi con il car-
meno otto uomini. Molti sapevano, gioielliere di aver messo in vetrina nefice. Il caso del giudice canadese
ma nessuno parlava. E noi adesso la collana che gli hanno rapinato, è estremo, ma anche nei tribunali
non possiamo che immaginarla, nessuno va a dirgli “non dovevi met- italiani accade che ci siano pregiu-
quella bambina sola, usando questi tere in mostra quel che hai di più dizi verso le donne che hanno
numeri: un metro e 55 di altezza, prezioso, te la sei cercata”. Questa subìto uno stupro? «Lo dico con
40 chili, 16 anni oggi, 13 quando è semplificazione vale solo per le don- grande dolore: sì, in alcuni casi
stata violentata la prima volta. Sono ne abusate. Perché? «Perché la vio- succede ancora. Soprattutto se la
la misura esatta della sua fragilità, lenza sulle donne e il giudizio che donna che ha subìto un abuso è
diventata impotenza. ne diamo sono ancora pregni di una straniera», spiega l’avvocato. «Una
cultura profondamente, magari ragazza russa che sporge denuncia
Tacere perché non si dica quella fra- anche solo inconsciamente, sessi- per violenza ha meno probabilità di
se terribile: «Se l’è cercata». Che è sta», spiega ancora la criminologa. essere creduta. Per molto donne il
poi anche il giudizio lapidario dato «Lo provano molti studi fra cui una percorso da affrontare è lungo, do-
dal fotografo Oliviero Toscani che ricerca che ho curato. Ho formato loroso, in molti casi umiliante».
ha definito Tiziana Cantoni “una due gruppi composti da operatori,
fessa” perché non poteva non sape-
re che un video hot viene fatalmen-
te condiviso e dunque «la colpa è
assistenti sociale sociali e poliziot-
ti. Ho sottoposto a tutti una storia
reale di violenza domestica: un ma-
I l Telefono Rosa, associazione in
difesa delle donne vittime di vio-
lenza, ha quasi 30 anni. È il posto
solamente sua». E non importa se rito che picchiava la moglie. Al giusto dove chiedere se e quanto è
si è uccisa, come Carolina, morta primo gruppo ho rivelato che la cambiato lo sguardo sulle vittime.
tre anni fa perché non reggeva la donna aveva una relazione extraco- «Sta mutando e molto l’atteggia-
vergogna di un suo video molto niugale, al secondo ho taciuto que- mento delle famiglie», spiega Ga-
privato finito in Rete. Fatti suoi. sta informazione. Il risultato è sta- briella Carnieri Moscatelli, presi-
Una condanna senza appello quan- to che il primo ha espresso un dentessa dell’associazione. «Oggi,
do a pronunciarla è la faccia grigia atteggiamento molto meno tute- in caso di violenza subìta da una
e compita del giudice Camp, ma lante nei confronti della signora». minore, sono tanti i genitori che
anche quando a mormorarla è il Un modo inconsapevole e terribile accompagnano la figlia da noi in
brusio di un intero Paese. L’effetto per dire che in fondo, appunto, se cerca di protezione. Molto più len-
è sempre quello: le vittime diven- l’era cercata. ti, invece, sono i tempi della socie-
tà. Non mi stupisce per niente: in

ACCUSE
30 anni nulla è stato fatto nelle
scuole per scardinare questa men-
talità. Investire nella formazione di
una cultura contro la sopraffazione,
dovrebbe essere una delle priorità.
«NON POTEVI TENERE LE GINOCCHIA CHIUSE?», Purtroppo non è così: di violenza
HA CHIESTO UN GIUDICE CANADESE si parla, spesso a sproposito, solo
A UNA RAGAZZA STUPRATA dopo l’ennesima tragedia». n

130
GR A ZI A• X X X X X X X X X X

Miley
Cyrus
SONO PAZZA
ED È MEGLIO COSÌ
VIVE CON UNA MAIALINA,
È CONVINTA CHE SOLO CHI
ESAGERA POSSA FARE DEL
BENE, MA È PRONTA A
CAMBIARE PAESE SE DONALD
TRUMP DOVESSE VINCERE
LE ELEZIONI. GRAZIA HA
INCONTRATO LA
La cantante
Miley Cyrus,
DI ESSERLO. CHE HA FATTO 23 anni.
PERDERE LA TESTA ANCHE
A WOODY ALLEN
Foto FOTOGRAFO FOTOGRAFO

132
GR A ZI A• SENZ A LIMITI

Q uando Miley Cyrus


arriva all’Hotel Four
Seasons di Los An-
geles quasi non la
riconosco. È vestita
con un look Anni 70,
hippie quasi quanto
la ragazza che inter-
preta nella serie tv Crisis in Six Scenes, scritta e
diretta dal regista di culto Woody Allen, in arrivo
dal 30 settembre negli Stati Uniti. «È vintage»,
mi spiega lei indicando la camicia. Poi mi mostra
i pantaloni decorati con strani disegni: «Li crea
un’artista di Los Angeles. Volevo essere super
questo, imparerò durante la nostra chiacchierata,
è il suo segno distintivo.
Ci siamo incontrati tante volte quando era più
giovane. Adesso Woody Allen ha scelto lei per il suo
primo progetto televisivo. Sente di essere diventata
un’artista matura?
«Non lo so, questa serie inizialmente non era
nei miei piani. Mi andava bene quello che stavo
facendo senza cercare altre sfide. Mi ero appena
trasferita nella mia nuova casa di Malibu, una
fattoria con sette cani, cavalli e piena di altri
animali. Pensavo solo a godermeli. Ma non po-
tevo certo dire a Woody Allen: “No, scusa, non
posso partecipare al tuo film: ho troppo da fare
originale e il miglior modo è stato scegliere un con il mio nuovo maialino”. E poi lui era l’uomo
capo che potesse essere solo mio». Quando parla, del destino».
questa ragazza terribile del pop, non scandisce le Perché?
parole, ma si esprime come se stesse pronunciando «Quando ho traslocato, non ho portato quasi
uno scioglilingua. nulla della mia vecchia casa con me, tranne una
Quando sono stato sul set di questa serie, Woody cosa: una foto d’autore di Woody che un mio
Allen, il flemmatico regista newyorkese, ha usato amico mi aveva regalato tempo fa, quando aveva
poche, ma chiare parole per descrivere Miley: saputo che volevo scrivere qualcosa per Allen.
«Un’autentica forza della natura». Ed è difficile Così sono andata a New York per conoscerlo,
contraddirlo. «Woody ha detto tante cose carine non per recitare nel suo film: non volevo essere
sul mio conto», continua Cyrus. «Ma l’ha fatto un suo personaggio. Poi ho visto il copione e lui
solo una volta terminate le riprese. Non è il tipo mi chiedeva di interpretare me stessa, solo in
di regista che, dopo ogni ciak, viene a darti una un’altra epoca. Così ho accettato».
pacca sulla spalla: devi essere certa di quello che La serie tv dura sei episodi ed è ambientata alla
fai dall’inizio perché non ci sarà mai un momen- f ine degli Anni 60. Come si è trovata in quel pe-
to per festeggiare una scena ben fatta. Almeno riodo storico?
finché non sarà tutto finito. Meglio così: a me «Credo che per noi 20enni non importi tanto
piace questo modo di lavorare». l’epoca in cui viviamo, ma il fatto di trovare subito
qualcosa per cui valga la pena lottare. Per esem-
Miley, parlantina a parte, è ancora una ragazza pio, mentre giravamo, accendevo la tv e vedevo
indecifrabile. Ha solo 23 anni, ma si muove come le provocazioni del candidato repubblicano alla
la collaudata professionista che viaggia verso i 20 Casa Bianca, Donald Trump. Poi leggevo delle
milioni di album venduti. Era un’innocua star da proteste della gente e pensavo che, tutto som-
telefilm Disney, è diventata in pochissimo tempo mato, 40 anni fa non era molto diverso: si tratta
una popstar ribelle, la più celebre performer di di mondi paralleli. Alla fine, anche se con un
“twerking” (una mossa tra il sexy e lo sconcio look diverso dal mio solito, quella che vedrete in
fatta con il fondoschiena), una delle più seguite televisione non è molto lontana dall’attivista che
star di internet (51 milioni di follower su In- sono nella realtà».
stagram) e una rispettata militante per i diritti Questo settembre, con la sua fondazione The Happy
degli omosessuali grazie alla sua fondazione The Hippie ha lanciato una campagna per prevenire il
Happy Hippie. suicidio dei ragazzi omosessuali. Essere una pop-
Foto GETTY IMAGES

Una che un anno fa era seminuda sul tappeto star un po’ sopra le righe non rende più diff icile il
rosso dei Video Music Awards e che oggi sostiene compito di fare del bene?
che, finché c’è gente che soffre la fame, non vorrà «Non mi dà fastidio che la gente dica di me
più mettere piede su un red carpet. Insomma, ho che sono un po’ pazza. Però voglio anche che,
davanti una forza della natura imprevedibile. Ma allo stesso modo, ammetta che sono una grande

133
GR A ZI A• MILEY C Y RUS

cantante, una che ama la musica e tiene


al suo lavoro, che sono una filantropa,
che voglio davvero aiutare gli altri e lo
faccio alla luce del sole».
Se, come accade nella serie tv, potesse
scappare e nascondersi da qualche parte,
dove andrebbe?
«Forse a casa mia. È il posto più sicu-
ro, quello che non vorrei mai lasciare.
È strano perché parte del mio lavoro
è proprio vivere sotto i riflettori, ma
se potessi, ne farei volentieri a meno.
Quello che amo è solo l’esperienza con-
divisa con altri professionisti. Quindi,
se potessi, me ne starei a casa con i miei
animali, la mia maialina Pig Pig e il maiale
Puddles, che va matto per i biscotti al
cioccolato».  
È vero che li ha portati anche con sé in
tour?
«Veramente è durante la tournée che
qualcuno mi ha regalato Pig Pig: “Sap-
piamo che ti piacciono gli animali, ecco
un regalo per te”, mi hanno detto. Così
l’ho portata con me a Chicago, nell’hotel
in cui stavo: la prima notte l’ho fatta
Sopra, la popstar Miley Cyrus. Sotto, la cantante con il regista Woody Allen, dormire nella cabina armadio».
80 anni, che l’ha voluta come protagonista della serie tv Crisis in Six Scenes. Ecco che torna la ragazza scatenata e
senza regole.
«Voglio essere chiara: io sono una gran lavora-
trice. La gente non fa che ripetermi di essere
meno eccessiva, ma io penso che il problema delle
persone è che sono troppo equilibrate. Amano
troppo la comodità».
Ed è un peccato?
«Ti dicono che devi prenderti cura di te stessa e
raggiungere il tuo equilibrio, ma la verità è che, se
sei in equilibrio, non ti stai veramente prendendo
cura di te stessa. Non basta dire di essere brave
persone, bisogna agire. E io preferisco di gran
lunga essere una persona con qualche eccesso,
ma che si dà da fare, piuttosto che una brava a
Foto GETTY IMAGES

parlare e basta. “Blah blah” è qualcosa che non


vedrete mai scritto sulla mia tomba».
Essere senza freni è il suo pregio, ma forse può
diventare anche un difetto, non crede?
«Posso essere eccessiva, anzi lo sono molto, come

134
GR A ZI A• MILEY C Y RUS

e soprattutto il fatto che riesca a


tenerle per sé, nonostante tutto».
Lei va spesso in Australia?
«Be’, se Donald Trump dovesse
vincere le elezioni presidenzia-
li, in novembre, forse non rim-
piangerò di avere un fidanzato
australiano a cui chiedere asilo».
Se doveste sposarvi, l’Australia
sarebbe felice di adottarla, im-
magino.
«Il più felice sarebbe Liam, an-
zi, comincio a pensare che sotto
sotto faccia il tifo per Trump».
Quest’anno lei è anche coach nel
talent show The Voice. È vero
che ha detto ai partecipanti di
essere come Bernie Sanders, il
candidato democratico radicale
che alle primarie aveva messo in
diff icoltà Hillary Clinton?
«Sì, ho detto loro di essere la star
che le persone vorranno amare,
non necessariamente quella che
piacerà a tutti. Desidero solo che
gli aspiranti artisti trovino la loro
voce, senza preoccuparsi troppo
del resto».
Lei dice così, ma in Rete ha un
seguito quasi senza eguali. Se
tornasse davvero negli Anni 60
non le mancherebbero nemmeno
Facebook e Instagram?
«La verità è che da un po’ di tem-
po ho tolto dal mio telefono tutte
le app social. Ho dato le password
a una persona di fiducia e dico io
La cantante e attrice Miley Cyrus è legata all’attore australiano Liam Hemsworth. che cosa e quando postare. Non
voglio più avere la distrazione
direbbero i miei genitori. Però lo sono sempre continua di guardare che cosa stanno facendo gli
stata. Se devo realizzare qualcosa, vado avanti altri o che cosa mangiano per colazione o se è il
senza mangiare e dormire. A volte penso che la compleanno di questa o quella zia. Spero di non
mia battaglia personale sia sfidare le persone che essere l’unica millennial che, se dovesse tornare
cercano quella vita ordinata in cui non credo. Io indietro di 40 anni, non sentirebbe la mancanza
sto meglio di loro e, sì, sono pazza». dello smartphone. Piuttosto ritroverei il piacere di
A proposito di follia, come si concilia questo aspetto telefonare alle amiche: adesso, con i messaggini,
del suo carattere con la tranquillità del suo f idan- non lo facciamo più». n
zato, l’attore australiano Liam Hemsworth?
«Sembra calmo perché sfoga tutta la sua energia
Foto GETTY IMAGES

quando è con me. O forse riesce a essere più


controllato in pubblico perché, a differenza mia,
è un vero attore. Ma quello che mi piace di Liam,
e che forse voi ignorate, è che è un surfista, un
fotografo e anche un pittore. Amo le sue passioni

136
GR A ZI A• A CUORE A PERTO

La MUSICA
non aspetta
l’amore chissà…
A 16 ANNI È DIVENTATA
LA GIOVANE PROMESSA
DELLA CANZONE ITALIANA
ED È DOVUTA CRESCERE
IN FRETTA. ORA CHE NE HA 21,
FRANCESCA MICHIELIN CANTA,
STUDIA IN DUE UNIVERSITÀ
E SI PREPARA PER UN TOUR.
A GRAZIA CONFIDA IL SUO
UNICO RIMPIANTO: «NON
POTER STARE CON LA PERSONA
A CUI VOGLIO BENE PERCHÉ
SONO TROPPO IMPEGNATA»

Q
uando, poco dopo la metà di questa in-
La cantautrice tervista, mi accorgo che Francesca ha
Francesca spento per errore il mio registratore, e
Michielin, glielo dico, un’ombra le attraversa il vi-
21 anni.
Qui indossa so. Diventa scura, è preoccupatissima.
un abito in pizzo Persino più di me. Sono sicura che sta pensando:
e stivaletti «Ricominciamo da capo?». Perché in quello sguardo
(tutto Philosophy c’è tutto quello che ho imparato di questa 21enne di
di Lorenzo Bassano del Grappa nel nostro pranzo insieme, di
Serafini).
Il 23 settembre cui non c’è più traccia nel mio registratore. E cioè
esce il suo che Francesca Michielin è rigorosa, severa, prima
nuovo singolo, di tutto con se stessa. Serissima, sul lavoro. Ma ha
Almeno tu, brano anche un cuore sensibile che si addice alla sua età.
principale In cinque anni di carriera - è esplosa che era 16enne,
del film Piuma.

139
GR A ZI A• FR A NCESCA MICHIELIN
Francesca Michielin sarà in tour dal 5 ottobre, a Brescia.
Il 6 sarà a Milano, il 14 a Torino, il 25 a Roma e il 27 a Napoli.
Qui indossa una giacca (Maison Scotch) e una T-shirt in rete
(Golden Goose). Trucco e acconciature: Daniela Zeqo.

vincendo il talent show X Factor 5 - ha mietuto


un successo dopo l’altro, ha collaborato con i più
grandi musicisti, ha scritto canzoni per il cinema.
Come il brano di chiusura del film Piuma di Roan
Johnson, antipasto del suo prossimo tour, che parte
da Brescia il 5 ottobre.
«Dopo avere visto Piuma, ho iniziato a scrivere. Ma
più andavo avanti, più mi rendevo conto che avevo
già una canzone perfetta, Almeno tu, nell’album
Di20are. Era in linea con le sonorità della colonna
sonora di Lorenzo Tomio. Il testo, che racconta una
storia di speranza e la voglia di stare uniti, coincideva
con la trama. Come la mia canzone, il messaggio è:
“Ce la posso fare, ma devi starmi vicino”».
Lei a chi lo dice, di starle vicino?
«Alla persona per cui ho scritto Almeno tu. Che non
è più accanto a me, ma che è stata molto importante.
Vuole sapere una cosa curiosa? Piuma esce il 20 ot-
tobre, lo stesso giorno del compleanno di lui. È un
cerchio che si chiude, ed è bello che si chiuda così».
Crede alle coincidenze e al destino?
«Tantissimo. La mia vita è sempre piena di coinci-
denze. Come nel caso dei palloncini rossi ».
Scusi?
«Nel testo con cui introduco Di20are parlo di pal-
loncini: tutti quelli che ti sono scappati dalle mani
da bambina, e che mi immagino di notte insieme,
sul soffitto, a rappresentare i sogni. Mi capita spesso
di vedere dei palloncini rossi e, quando li incontro,
penso che siano il mio sostegno nei momenti di
difficoltà».
Qual è, tra le sue, la canzone che preferisce?
«25 febbraio. È quella che mi rappresenta di più. È
un dialogo immaginario, il giorno del mio com-
pleanno (Francesca è nata il 25 febbraio del 1995,
ndr) tra la me stessa di adesso e quella nella pancia

«Vorrei rendere della mamma».


E se parlasse a sé stessa tra vent’anni, invece? Che

SPECIALE
cosa le direbbe?
«Mi accerterei di avere reso ogni giorno speciale, e
di non essermi risparmiata».
Ma non è un po’ stanca?
ogni mio giorno «Solo fisicamente. Per il resto la vita frenetica mi
piace. Amo riuscire a piantare tanti semi, sperare
e avere la certezza che germoglino, e anche riuscire a capire che non
tutti lo fanno subito».
di non essermi risparmiata» Ora che cosa sta seminando?
«L’università. Ne frequento due: studio composizio-
ne al Conservatorio di Castelfranco Veneto e Beni

140
GR A ZI A• FR A NCESCA MICHIELIN

«Quando sei GIOVANE


e hai tante responsabilità,
non puoi fare sempre le SCELTE GIUSTE »
Culturali alla Ca’ Foscari di Venezia». Lei come la sente, la vita?
Non crede che in queste due facoltà le insegnino cose «A volte bisogna anche un po’ smettere di pensare,
che già sa? ma uscire, incontrare le persone e ascoltarle, mettere
«No, c’è sempre da imparare. Io ho l’esperienza, ma la loro vita nella tua».
non ho metodo e conoscenze che solo i libri ti sanno Qual è una vita che le è piaciuto mettere nella sua?
dare. Mio fratello, che è un insegnante, in camera «Da quando ero in terza media faccio volontariato,
ha appeso un motto: “Insegnare non è riempire un con gli immigrati, in un centro di cooperazione. Ho
secchio, ma accendere un fuoco”. Se smetti di stu- visto tante realtà difficili e, quando ascolto le storie
diare a 21 anni, il fuoco non si accende, il cervello ti di queste persone e guardo i loro occhi, ridimensiono
si blocca per sempre. Come nella ginnastica artistica: quello che vivo io. Bisognerebbe non mettersi mai
se riesci a fare una spaccata fino a 18 anni, poi non troppo comodi, perché sennò non si cresce».
la perderai più. Ma se smetti prima, come ho fatto Ma lei comoda sembra non ci si metta mai.
io, non la riprenderai». «Lo farò a novembre, dopo il tour. Prenderò un mese
Iniziare una carriera come la sua a 16 anni signif ica o due per ricominciare l’università, riposarmi, creare
rinunciare a molto. Oltre alla ginnastica artistica, a una routine, fare un qualche bilancio».
che cos’altro ha dovuto dire di no? Ha già organizzato anche il periodo di riposo?
«Alla perfezione. L’ho capito a 16 anni, ascoltando «Il mio motto è: “Anche la noia deve essere pro-
Costruire di Niccolò Fabi. Non potevo lavorare e duttiva”».
avere tutti 9 e 10 a scuola. Ho mantenuto voti alti, A chi vorrebbe dire grazie, oltre che a se stessa?
ma un po’ meno. E poi ho rinunciato a tutto quello «A mamma, tantissimo. Lei fa di tutto per me.
che fanno gli adolescenti. Andavo a scuola, e subito Però, anche se il nostro telefilm preferito era Una
dopo a Milano a lavorare. Non ho vissuto quasi mamma per amica, ci siamo sempre promesse che lei
nulla, e mi dispiace. Sa, non ho nessun ricordo di non avrebbe fatto l’amica. Una madre, è una madre.
un sabato sera fuori a 16 anni. Li passavo tutti a Altrimenti è diseducativo».
casa a studiare». Che cos’è educativo per lei?
Rimpianti? «Il rapporto di mamma e papà, che stanno insieme
«No, ho imparato che, quando sei giovane e hai tante da 33 anni, ma hanno sempre entusiasmo e voglia
responsabilità, non puoi fare sempre le scelte giuste. di sorprendersi. Papà è un “orso”, mamma ha i suoi
Ma accidenti, è normale! A volte mi guardo allo difetti, però mantengono sempre il fuoco acceso».
specchio e mi dico: “Francesca, hai solo 21 anni”». Ma una coppia di genitori così non le fa venire un
Chi altro glielo dice? po’ d’ansia da prestazione sentimentale?
«Solo io, mi sa». «Sì, certo, ma sono dovuta crescere in fretta, a 16
Neanche i suoi genitori? anni. Ho avuto storie importanti da piccola e mi
«No, i miei sono molto particolari. Si sono sposati sono resa conto che serve anche un po’ di leggerezza».
a 20 anni, hanno fatto un figlio subito, poi io sono Ed è f idanzata?
arrivata dopo 10 anni. Hanno rinunciato a tanto per «No, però sono innamorata».
noi, ci hanno cresciuti con tutto l’amore del mondo, E che differenza c’è?
ci hanno lasciati sempre liberi, però ci hanno anche «Ho incontrato una persona, a cui voglio un bene
responsabilizzati molto. Loro mi dicono: “Devi immenso, spero che un giorno possa succedere
comportarti bene”. Che mi aiuta tantissimo, però qualcosa. Gliel’ho anche detto, ma ora proprio non
quando fai questo lavoro devi ricordare a te stesso posso. Non ho il tempo, ho un tour da fare. Al ri-
che, pur comportandoti da grande professionista, torno, quando inizierò l’università, chissà...».
ci sono cose che non puoi conoscere perché sem- Come può una ragazza di 21 anni mettere la respon-
plicemente devi ancora viverle». sabilità anche davanti all’amore?
D’altronde, ha solo 21 anni. «Quest’estate ho conosciuto il cantautore Damien
«Non è una questione di quantità di tempo, ma di Rice, e lui mi ha detto: “Let it go”. Allora ho capito
qualità. Di come tu decidi di alzarti al mattino e che bisogna anche “lasciare andare”, che volere bene
sentire la vita». non significa “volere”, ma “bene”». n

142
recarlo.it
GR A ZI A• INCHIESTA

In settembre
quasi 9 milioni di
bambini e ragazzi
sono tornati in
classe. Mancano
però i docenti.

LE NOSTRE FAMIGLIE NEL CAOS


DA UNA PARTE CI SONO I GENITORI DEI RAGAZZI APPENA TORNATI SUI BANCHI:
SI PREOCCUPANO PERCHÉ LA MANCANZA DI INSEGNANTI NON GARANTISCE LEZIONI
REGOLARI E ORARI COMPLETI. DALL’ALTRA CI SONO DOCENTI COME SILVANA, CHE È
APPENA STATA TRASFERITA A 1.200 CHILOMETRI DALLA SICILIA, DOVE HA LASCIATO
MARITO E FIGLIE. GRAZIA RACCONTA I GIORNI PIÙ DIFFICILI DELL’ISTRUZIONE PUBBLICA

C
attedre ancora vuote, presidi costretti ad accorcia- Vicenza con l’incarico di rappresentante dei genitori.
re l’orario delle lezioni, supplenti e insegnanti di «Mia figlia Cloe va in seconda elementare e non ci sono
sostegno che mancano all’appello. La legge della ancora i rientri pomeridiani. Nicolò va alle medie e al
Buona Scuola, nata per riformare l’istruzione nel momento ha tre insegnanti, ma non si sa quando arri-
nostro Paese, ha visto l’anno scolastico iniziare tra mille veranno gli altri. Jacopo e Tobia stanno frequentando il
difficoltà che impensieriscono i genitori. liceo, ma con orario ridotto, visto che mancano docenti.
In tutta Italia il suono della campanella ha riportato Sono una madre che lavora e ovviamente gestire degli
sui banchi quasi 9 milioni di studenti, ma molte classi orari incerti complica molto le cose». Ma c’è anche un
sono sguarnite dei docenti o seguite da personale che altro aspetto che Keren considera attentamente. «Mi
sarà cambiato tra qualche settimana. «Sono molto pre- interrogo sul tipo di insegnamento che la scuola sta
Foto ANSA

occupata, l’incertezza regna sovrana e pesa sulle spalle offrendo agli alunni. I docenti non devono impartire
delle famiglie», sottolinea Keren Ponzo, una mamma di solo nozioni, sono i responsabili della crescita educativa

145
GR A Z I A• L E NOS T R E FA MIGL IE N EL CAOS DEL L A SC UOL A

dei ragazzi e hanno in mano un pezzo del loro futuro. segretario generale della Flc Cgil Sicilia. A pagare il
Non ci può essere qualità, se c’è precarietà». prezzo più alto: le insegnanti mamme. Molte sono state
Un’opinione che ritrovo parlando con Erika Moretti, costrette a separarsi dai figli, anche se piccoli, pur di
una mamma di Gavardo, in provincia di Brescia. «Mio non rinunciare al contratto a tempo indeterminato. È
figlio Marcello frequenta la prima elementare in una il caso di Emma Stocola, 45 anni, originaria di Caserta.
scuola pubblica e mi hanno avvisato che le maestre L’anno scorso è andata a insegnare a Foligno. Doveva
potrebbero cambiare a breve. L’altro figlio, Lorenzo, va essere una situazione provvisoria con successivo riav-
in quarta elementare in una scuola privata e ha iniziato vicinamento a casa, e invece è arrivata la doccia fredda:
regolarmente. Credo nella capacità formativa di entrambi un trasferimento a Padova. «Sto vivendo il dramma di
questi percorsi e mi aspetto costanza nell’insegnamento dover lasciare i miei tre figli e dall’altra c’è il bisogno
e capacità di preparare bene i miei figli», spiega Erika. di avere un lavoro. Andrea, il mio piccolo di 7 anni, si
Ma questo nuovo anno scolastico appare più sveglia la notte terrorizzato dal fatto di non poter stare
che mai complicato anche per gli insegnanti. «È con me. Mi chiedo con che spirito potrò affrontare tutto
iniziato con il 30 per cento in meno di docenti ciò, anche se insegnare mi gratifica molto», dice Emma.
in classe», denuncia Tina Cupani, segretario generale Come lei tante altre docenti sono state spostate altrove,
Cisl Scuola del Veneto. «I posti ci sono ma non il per- ma pochissime hanno portato con sé i bambini.
sonale, perché le procedure di inserimento non sono Calcolato che lo stipendio medio di un inse-
state ultimate, quindi c’è chi attende le assegnazioni gnante è di 1.280 euro, affrontare anche i costi
provvisorie e chi si ritrova all’interno di concorsi non di asilo nido e baby-sitter diventa proibitivo se si
conclusi». devono pagare anche affitto, bollette e magari insegnare
L’obiettivo, però, rimane ambizioso: il ministro dell’I- in una sede provvisoria. Con tutte le difficoltà del caso
struzione, Stefania Giannini, promette l’assunzione a anche Silvana Pino, 48 anni di Messina, ha detto sì al
tempo indeterminato di 180 mila docenti entro il 2018. trasferimento. «Dal 29 luglio è finita la pace nella mia
Sotto accusa è finito l’algoritmo ministeriale, il pro- famiglia. Ho saputo di essere destinata a Legnano,
gramma che ha abbinato i docenti immessi in ruolo Lombardia, a oltre 1.200 chilometri da casa. Mi sono
alle scuole, fissando i trasferimenti per rispondere al ritrovata in un gran pasticcio», racconta Silvana. Dopo
fabbisogno in un’ottica nazionale. L’operazione ha por- vent’anni di insegnamento in Sicilia ha fatto le valigie e
tato oltre 200 mila docenti a cambiare sede. L’80 per salutato il marito Domenico e le figlie, la primogenita
cento risiede al Meridione, determinando un esodo Concetta e Chiara, che va al liceo. Mentre mi racconta
massiccio dal Sud verso il Nord. C’è chi ha ottenuto la sua storia sta facendo nuovamente i bagagli. «Nel
una cattedra a centinaia di chilometri da casa, tantoché frattempo ho fatto richiesta di conciliazione. Ero arrivata
il famigerato algoritmo è stato ribattezzato lo “straccia in Lombardia e mi hanno avvisata che avrei dovuto
famiglie”. «Regna il caos perché non si capisce la logica prendere servizio a Bari. Certo, mi sono avvicinata un
dei trasferimenti. Il programma non ha garantito il ri- po’ alla mia terra, ma mi sento come un pacco postale.
spetto dei titoli di studio, di servizio e delle esigenze di Potrò vedere la famiglia solo nel fine settimana. Sono
famiglia degli insegnanti, provocando un generale senso sette ore di viaggio in pullman. Se gli orari di lezione mi
di disorientamento», sottolinea Graziamaria Pistorino, permetteranno di ripartire il venerdì alle 13 arriverò a
casa per cena, altrimenti alle 4 del mattino, con la corsa
successiva. Psicologicamente e moralmente è dura, ma
allo stesso tempo voglio fare bene il mio lavoro, gli
alunni sono al primo posto», spiega Silvana.
Un po’ dappertutto si registrano delle criticità
IL GOVERNO SI È IMPEGNATO AD ASSUMERE e gli uffici scolastici stanno correndo contro il
180 MILA INSEGNANTI ENTRO IL 2018 tempo per completare le assunzioni. A Milano
La moglie del premier Matteo ci sono 2.500 cattedre scoperte, a Torino sono previste
Renzi, Agnese Landini, 3.000 assunzioni ma è scontro sulle graduatorie dei
al primo giorno di scuola. concorsi di matematica e fisica. A Palermo altri 5.000
posti ancora da coprire. Il quadro continua a mutare
ma il ministero dell’Istruzione assicura che la riforma
centrerà l’obiettivo, con l’immissione in ruolo di 180
mila docenti nell’arco di tre anni. L’efficacia della Buona
Scuola si delineerà quindi nei prossimi mesi. Nonostante
gli intoppi iniziali la speranza è che in tutta Italia ci siano
Foto ANSA

docenti sempre più motivati, studenti ben preparati e


famiglie attente a investire nell’educazione dei figli. n

146
www.paolocasalini.com
GR A Z I A• FAC CI A A FAC CI A

Foto FOTOGRAFO FOTOGRAFO

148
NIGELLA LAWSON È LA SCRITTRICE DI
RICETTE PIÙ FAMOSA E SEXY DEL MONDO.
CSABA DALLA ZORZA, ESPERTA DI FOOD,
E SUA FAN, L’HA INCONTRATA PER GRAZIA.
Da sinistra, la scrittrice Csaba Dalla Zorza,
46 anni, con Nigella Lawson, 56, autrice di libri E QUESTA È LA CRONACA DI UNA
di ricette che sono bestseller in tutto il mondo. GIORNATA DOVE IL CIBO E UN NUOVO
LIBRO SONO STATI LO SPUNTO PER
PARLARE DI UOMINI, DELLE PAURE DELLE
DONNE E DEL PERCHÉ IL SUCCESSO È
COME UNA TORTA A STRATI

I
n una domenica di settembre alle sette di
sera Nigella Lawson varca la soglia degli
arrivi all’aeroporto milanese di Linate, ve-
stita di nero. Niente occhiali scuri da diva: non
ne ha bisogno, perché la cosa che le riesce meglio,
confessa subito, è essere se stessa. E lei è una star. Non ci
sono dubbi. Indossa un abito fasciato stretto sul seno e un
sorriso ampio e luminoso. Gli occhi sono accesi, pieni di
vita, esattamente come li ricordavo. Ma anche diversi da
quella volta, qualche anno fa, quando a Londra avevamo
preso un tè insieme nel retro di una piccola sala stipata
di tazze e di cioccolata. Erano i mesi della sua grande
battaglia mediatica dopo il divorzio dal manager inglese
Foto FOTOGRAFO FOTOGRAFO

Charles Saatchi e lo sguardo di Nigella portava i segni


dei giorni bui.
«Ognuno di noi ha le sue debolezze e i suoi punti di for-
za», ripete spesso Nigella, senza retorica, perché ci crede
davvero. Ed è bilanciando ad arte queste due parti della
stessa umana medaglia che la scrittrice inglese è uscita
dal suo periodo di silenzio. Una pausa di vita, tra il best

149
G R A Z I A • N I G E L L A L AW S O N
«NON HO UN PIATTO PREFERITO, ASCOLTO IL CORPO E I MIEI DESIDERI.
OGGI LA RISPOSTA PUÒ ESSERE POLLO E DOMANI CIOCCOLATO»

seller da un milione di copie Nigellissima (con ricette


italiane ispirate dai giorni che ha trascorso nel nostro
Paese) e Simply Nigella, il nuovo libro con il quale ha
messo a nudo una nuova dea della cucina: solare, leggera,
consapevole. Il volume, pubblicato lo scorso autunno in
America e in Gran Bretagna e appena uscito in Italia
(Ed. Luxury Books), segna il ritorno di Nigella a tutto
campo: in cucina, sui giornali, in tv e nella vita.

S
ono in tanti ad avere un’opinione su Nigel-
la Lawson. Troppo brava, troppo bella, troppo
sexy in quel modo che seduce gli uomini e affasci-
na le donne. Se non puoi essere come lei, spesso
si finisce per giudicarla. Ma lei va avanti per la
sua strada e così i detrattori la dipingono come una
che non si ferma davanti a nulla. Io questa sua forma
di algida superiorità la chiamo, invece, determinazione.
E francamente mi piace. È questa la stoffa di cui è fatta
la donna che si è imposta al pubblico inglese con uno
stile controcorrente. Nigella si è infilata un grembiule,
ha acceso la luce della cucina e ha stregato i mariti di
quella schiera di femmine in pantaloni che si vantavano
Sopra, Nigella Lawson. È l’autrice di Simply
di non saper cuocere un uovo perché – si sa – donne e
Nigella (Ed. Luxury Books). fornelli sono uno stereotipo piuttosto antiquato.
Sotto, Csaba Dalla Zorza. Si ringrazia l’Hotel «Che cosa c’è di male nel voler stare in cucina? Per-
Gallia di Milano per l’ospitalità. sonalmente, non sono una di quelle scrittrici di libri
di ricette che si scusa perché cucinare richiede tempo.
È proprio qui, nella mia cucina, il posto dove voglio
essere ora», mi dice.
Era il 1998 quando in Inghilterra usciva How to eat: the
pleasures and principles of good food (“Come mangiare: i
piaceri e le fondamenta del buon cibo”). Ma il successo
vero, quello planetario che l’avrebbe, nel giro di poco
tempo, trasformata nella Dea della Cucina doveva
ancora arrivare. E avrebbe cambiato la storia dei libri
sul cibo, del foodwriting contemporaneo, ispirando
centinaia di autrici e, più avanti, di blogger, desiderose
di essere come lei.
Nel 2001, quando Nigella ha 41 anni esce, infatti, How
to be a domestic goddess (pubblicato poi anche in Italia
come Delizie divine: come diventare una dea in cucina).
È dedicato a John Diamond, il suo primo marito, del
quale è rimasta vedova. Lo aveva sposato nella amata
Venezia e da lui ha avuto i suoi due figli: Cosima e Bru-
Foto JULIAN HAGREAVES

no. Il libro ha un successo internazionale vertiginoso e


lancia Nigella in una carriera mediatica invidiabile, che
la vede scrittrice di successo e conduttrice televisiva.
Un bel salto per una 40enne inglese, che aveva esordito
come giornalista e critica enogastronomica, lavorando
come vicedirettore al Sunday Times. Il suo impero (oggi

150
G R A Z I A • N I G E L L A L AW S O N

valutato 15 milioni di sterline) è stato costruito a strati viaggiando e assaggiando. La mia ispirazione non arriva
esattamente come una torta. da un modello: io sono io». Molte donne ancora oggi
A 15 anni da quell’esordio, Nigella Lawson oggi torna hanno paura del cibo. Di mangiarlo e di cucinarlo. Ma
sotto le luci dei riflettori in una veste diversa. La dea dovrebbero mettere da parte questo timore e lasciarsi
della cucina non ha cambiato idea. Ha solo traslocato andare, perché il cibo provoca immediato piacere. «Se
dopo il divorzio dal secondo marito, Charles Saatchi. qualcuna mi dice di non essere capace, la sprono a cu-
«Quando cambi cucina, come quando affitti una casa cinare per se stessa. Perché quando cucini per te sola,
al mare, tutto è diverso: gli spazi sono differenti, il tuo non hai aspettative e diventi immediatamente creativa».
modo di cucinare è differente e, se ti dai una possibi- Non faccio fatica a pensare che Nigella abbia dispensato
lità, puoi migliorare le cose, trasformandole». Nigella questo consiglio sincero più volte, perché aiutare gli altri
si racconta volentieri e sul divanetto della sala Library è qualcosa che le viene bene. Quando scendiamo in cu-
dell’Hotel Gallia, a Milano, sembra che sia perfetta- cina per fare scattare le foto di questo servizio, osserva i
mente a suo agio: «Non voglio rinnegare nulla del mio cuochi al lavoro, fa domande, annusa nell’aria il profumo
passato, ma mi sono trovata nel mezzo di un’evoluzione. di ingredienti che adora, quelli della tradizione italiana.
Avevo bisogno di calma, di serenità e di un passo lento. «Sai una cosa? Sono ingorda: mi piace mangiare, certo,
Questo libro, Simply Nigella, è stata la risposta alla mia ma anche pensare a come potrei cambiare un piatto.
ricerca: ricette facili, delicate come i colori pastello Sperimentare, togliere, aggiungere», racconta.
che fanno da ambientazione ai piatti, eppure piene di Le chiedo cosa ne pensa del fatto che ormai il cibo sia
gusto, di sapore e di genuino piacere». Apre il libro e una moda, e che cosa pensa delle ricette vegane, visto
va alla pagina di una torta. «Questa l’hai cucinata?», mi che lei mi ha anche detto di non poter vivere senza una
chiede. «Devi farla, perché è pazzesca, non smetterai bistecca alla fiorentina. «Trovo i libri di ricette vegane
più di preparare la torta di albicocche e mandorle con interessanti. In quel tipo di cucina c’è moltissima spe-
acqua di rose». Ecco, la vera Nigella Lawson è questa: rimentazione, perché devono creare consistenze diverse
una donna che, anche dopo aver mangiato sette portate e sapori che non siano piatti e monotoni».

C
in un sabato sera, seduta davanti a me al ristorante
milanese Ratanà, ha ancora voglia di parlare di cibo. on il libro Simply Nigella Lawson ritrova le sue
E di mangiare. origini: è una donna che fa fatica a fare colazione
Nigella non rinnega il “foodporn”, ovvero la tendenza al mattino, che beve un tè e poi fa yoga, prima
a esibire il cibo e a mostrarlo dappertutto, dai giornali di poter affrontare qualcosa di solido, ma poi
ai social, con piatti che letteralmente “si mangiano con ammette di dover davvero mangiare tre volte al
gli occhi”: è un fenomeno che ha inventato lei. Ma giorno, e di provare gioia a condividere questa esperienza
oggi le cose stanno diversamente: «Io non sono uno con gli altri: amici, figli, persone. Tradotto in sette lingue
chef, non ho bisogno di fare tendenza. Sono una cuoca, (dal Brasile alla Thailandia) il libro è un inno alla cucina
insegno a cucinare in casa. A chi importa di che cosa va facile, pura, meravigliosamente leggera.
davvero di moda oggi? Vogliamo solo mangiare bene, «Non mi piace chiamarla cucina sana, il cibo non è mai
poter affrontare ricette non complicate e dare piacere dannoso», dice, sorridendo con gli occhi mentre tira su
attraverso il cibo», spiega. un mestolo di brodo dalla grande pentola che ci hanno

P
messo davanti. «Queste sono le mie ricette di oggi, e
er Nigella le donne dovrebbero amare probabilmente di domani, almeno per un po’. Ci sono
il cibo e cucinare per se stesse. «La mia persone che sanno esattamente che cosa vogliono fare
ricetta preferita non esiste. Se ti piace il cibo, ti nei prossimi cinque anni. Io amo la sorpresa. Faccio
piace tutto. Dipende dai giorni. Oggi hai voglia tantissime liste, ma non pianifico. La vita arriva, da
di pollo, domani di cioccolato. Ciò che conta è sola», mi spiega.
ascoltare i propri desideri». Su una cosa la pensiamo uguale: nella nostra lista c’è una
Le chiedo se ha un modello di riferimento, magari casa nella natura. Nigella mi rivela: «Mi penso alle Eolie,
l’amica Anna Del Conte, che ha citato spesso tra le tra qualche anno, a gestire un piccolo locale. Potresti
pagine di Nigellissima. «No, sono terrorizzata dall’idea venire anche tu. Andrei in giro con una Vespa, e riderei
di prendere a modello un’altra persona, snaturerebbe me di gusto sentendo la gente del luogo dire: “Quell’inglese
stessa», risponde subito. «Non guardo neanche troppo i è proprio pazza”».
programmi di cucina. Come trovo le mie idee? Attraver- Sì Nigella, hai ragione. Ogni libro è un diario. E ci sono
so un percorso di curiosa ricerca, passando dagli errori, ancora molte pagine da scrivere. n

«SONO GOLOSA, MI PIACE MANGIARE. MA OGNI VOLTA CHE ASSAGGIO UNA COSA
152
NUOVA PENSO ANCHE A COME POTREI CAMBIARLA»
GIAMs.r.l. iepa
GR A ZI A• ENIGMI
Amanda Knox, 29
anni, durante
una conferenza
stampa a Seattle
nel 2015. A
destra, con lei, la
madre Edda
Mellas.

LE INDAGINI CONTROVERSE, LA CACCIA AL COLPEVOLE, L’ASSOLUZIONE


DEFINITIVA. UN DOCUMENTARIO RACCONTA L’OMICIDIO DELLA
STUDENTESSA MEREDITH E LA PRINCIPALE ACCUSATA AMANDA KNOX.
GRAZIA HA PARLATO CON I PROTAGONISTI DI QUESTA VICENDA.
PER I QUALI IL CASO È ANCORA APERTO

S
ono passati nove anni dalla sera in cui sono A parlare è Raffaele Sollecito, accusato insieme con
stato chiamato in commissariato per il primo Amanda Knox dell’omicidio della giovane inglese
interrogatorio, e ancora oggi ho gli incubi. Dopo Meredith Kercher, che la notte del primo novembre
tutti i gradi di giudizio per cui alla fine sono risultato del 2007 è stata uccisa nella sua camera di studen-
innocente, dopo il carcere, dopo le menzogne e la tessa Erasmus a Perugia. Dopo quattro anni di
carcere e sette anni e sei mesi di indagini e
Foto REUTERS/CONTRASTO

diffamazione che ho subito, capita sempre che


qualche autorevole penna si svegli una mattina e processi, nel marzo 2015 sono stati assolti
decida di scrivere un articolo che alimenta il dubbio entrambi dalla Cassazione. Unico a pagare,
sulla mia colpevolezza o quella di Amanda. Ed è condannato a 16 anni di prigione per concorso in
dura andare avanti. Non ci si abitua mai. Spero che omicido dopo aver chiesto il rito abbreviato, è l’ivo-
il documentario di Netflix serva a fare luce su un riano Rudy Guede.
caso che ha coinvolto degli innocenti». Il motivo per cui si torna oggi a parlare del caso è il

157
GR A ZI A• IL R ITOR NO DI A M A NDA

documentario di Netflix, visibile in Italia dal 30 chiuso il caso con solo 50 pagine di motivazione
settembre e che ha come titolo proprio il nome della sentenza», commenta l’avvocato Francesco
della protagonista, l’ex sospettata numero uno della Maresca, difensore della famiglia della vittima.
storia, l’americana Amanda Knox. «Abbiamo fatto un lavoro enorme a fianco della
Una storia che ha avuto molti colpi di scena, perso- Procura, il processo si è giocato sugli accertamenti
naggi reali che a tratti sembravano ideati dal mi- scientifici e sugli errori che sono stati fatti per rile-
gliore dei giallisti, un dramma non risolto in cui, vare le impronte. Io rimango convinto della mia
dopo nove anni, la giovane vittima e la sua famiglia tesi, ho vissuto ogni passo, conosco a memoria tut-
sono in attesa di giustizia. Visti così gli elementi per ti gli accertamenti scientifici e so di che cosa parlo
diventare un successo ci sono tutti. I registi del film quando dico che certi alibi non reggevano. L’arti-
documentario, gli americani Rod Blackhurts e Brian colo 530, secondo comma, citato dal giudice della
McGinn (vedi a pagina 160) hanno iniziato a lavo- Cassazione Gennaro Marasca, è in pratica un’as-
rare alla storia nel 2011, quando il processo ha in- soluzione per insussistenza di prove. Oggi ciò che
teressato gli Stati Uniti ed è finito sulle prime pa- resta evidente è che la giustizia italiana non è riu-
gine delle più importanti testate del Paese. La scita a dare una risposta a un omicidio», continua
famiglia di Amanda, originaria di Seattle, fece in l’avvocato della vittima. Ciò che brucia è l’assolu-
modo che la storia diventasse di interesse naziona- zione della Cassazione senza rinvio. «Non è quasi
le, fu aperta una petizione per sostenere le spese mai successo, sono rimasto stupito. Ma evidente-
legali, arrivando persino a scomodare il segretario mente ci sono decisioni che vanno oltre la nostra
di Stato, oggi candidata alla Casa Bianca, Hillary comprensione», aggiunge. Qualche giornale ha par-
Clinton, che prese a cuore la storia. La giovane, che lato anche di influenza americana molto forte sul
nel 2007 aveva vent’anni, aveva tutte le caratteristi- governo italiano. «Preferisco non dare un parere su
che per piacere ai media, tanto che nell’ultima fase questo argomento», taglia corto. «Di sicuro Clinton
del processo furono accreditati 550 giornalisti arri- ha seguito il caso», aggiunge.
vati da tutto il mondo. Cosa mai accaduta. «O sono

L
una psicopatica travestita da pecora, o sono voi», e prove del dna sono state il tema caldo del
afferma Amanda nella prima scena del film guar- processo, e anche il documentario, nonostante
dando in camera con gli occhi che tutti noi abbiamo lo stile distaccato, affronta ampiamente l’ar-
visto migliaia di volte in tv. gomento. «Sono curioso di vederlo, mi dicono che
«È un processo che ha vissuto un’alternanza di giu- mette in dubbio l’integrità dei giudici e la correttezza
dizi, con una condanna in primo grado e con un’i- delle prove rilevate. So che ha preso parte alle inter-
naspettata assoluzione della Cassazione, che ha viste il pm Giuliano Mignini, convinto sostenitore

Sopra, Amanda Knox nel 2011, appena atterrata a Seattle dopo essere stata
scarcerata, scagionata dalla corte d’Assise d’appello. A destra come appare
nel documentario Amanda Knox, dal 30 settembre su Netflix.

158
GR A ZI A• IL R ITOR NO DI A M A NDA

Rod Blackhurst e Brian McGinn sono due registi


mericani, uno di New York e l’altro di Los Angeles,
che hanno dato vita al documentario Amanda Knox
su Netflix. Le riprese, iniziate nel 2011 a Perugia,
si sono concluse pochi mesi fa e il film è arrivato
al Festival di Toronto.
Perché avete scelto di raccontare questa storia?
«Eravamo scioccati dalla tragedia. Il documentario
non entra nel merito della giustizia, volevamo scoprire
il confine tra la realtà e ciò che raccontavano i giornali».
Rudy Guede, 29 anni, A questo proposito, perché nel documentario l’unico
si affaccia alla finestra della struttura giornalista che parla è l’inglese Nick Pisa del Daily Mail?
che lo ha ospitato per un permesso
di 36 ore a Viterbo. «Nick si è occupato della storia fin dal primo giorno.
Volevamo qualcuno super partes, che non fosse
coinvolto, meglio se non italiano, che fosse stato in
grado di raccogliere elementi realmente accaduti».
Come avete convinto Knox a prendere parte al film?
della colpevolezza di Amanda Knox. Certo, per la «Le abbiamo proposto di raccontarci chi fosse lei
famiglia Kercher è una ferita ancora aperta. davvero, al di là della storia, nella sua vita reale. Abbiamo
Ci sentiamo spesso e di sicuro dopo averlo fatto la stessa cosa con Raffaele Sollecito e il pubblico
visto ne parleremo. Spero non sia ulteriore ministero Giuliano Mignini, dando a tutti la possibilità
motivo di sofferenza», conclude Maresca. di raccontarci la loro versione dei fatti, prima senza
telecamera. Quella è arrivata dopo».

T
ra le voci del documentario c’è anche quella Il vostro documentario piacerà agli italiani che per anni
di Nick Pisa, giornalista inglese del Daily hanno sentito parlare della vicenda?
Mail che per primo ha seguito la storia e ha «Non sappiamo quale sarà la reazione, di certo abbiamo
sostenuto Amanda Knox. «Era perfetta come capro voluto raccontare chi erano le persone coinvolte più
espiatorio, aveva le caratteristiche per piacere alla che l’esperienza in sé. Questo non era mai stato fatto
stampa. Dell’altro imputato, Rudy Guede, si è par- prima. Consegniamo allo spettatore gli esseri umani,
lato poco perché la sua storia risultava meno inte- non pretendiamo di giudicare o trovare il colpevole».
ressante», spiega. L’unico che è in carcere è proprio Avete pensato a come potrebbe reagire la famiglia
Guede, condannato a 16 anni, di cui nove già tra- della giovane ragazza uccisa Meredith Kercher?
scorsi. Con gli sconti di pena previsti dalla legge «Certo, la madre appare fin dalle prime scene e abbiamo
Gozzini potrebbe essere fuori nel settembre 2021. voluto portarle molto rispetto. Il pm Mignini fa il resto
Dal carcere di Viterbo si fa sentire il suo portavoce, parlando di lei, di quanto si è sentito coinvolto
Daniele Camilli, convinto che il documentario pos- da quella madre. È un momento chiave per noi».
sa aprire un nuovo capitolo e riaprire il caso. «Gue-
de, consigliato dai suoi avvocati (Valter Biscotti e
Nicodemo Gentile, che recentemente hanno rinun-
ciato al mandato, ndr) ha chiesto il rito abbreviato,
non ha patteggiato. Sono due cose ben diverse. Vo-
leva dare la sua versione dei fatti convinto della sua
innocenza, purtroppo questo è stato un boomerang», Nel mirino del documentario finisce la giustizia
dice. «Rimane il fatto che è condannato per italiana, tra contaminazione della scena del crimine
concorso in omicidio, ma alla luce dei fatti e dubbi sugli inquirenti. «Ho quattro figlie, credo in
e della sentenza di Cassazione, oggi non Dio, la legge morale ha grande valore per me», af-
sappiamo con chi sarebbe stato ferma il pm Giuliano Mignini nel film, quando
questo concorso. Dalle prove scientifiche racconta del suo incontro con la madre di Meredith.
Foto ANSA

risulta che non è stato lui a infliggere il col- Difficile in quel momento non provare compassio-
po mortale alla Kercher», conclude Camilli. ne per lei. n

160
GIAN PAOLO BARBIERI
shop elenamiro.com
Sotto, da sinistra: Evelina Christillin GR A ZI A• V INCENTI
nel 2005 con l’attuale presidente della
Juventus, Andrea Agnelli, e il manager
Gabriele Galateri. A lato, Christillin
nel 1999 a Seul, in Corea del Sud: ha
appena saputo che le Olimpiadi invernali
del 2006 sono state assegnate a Torino.

Sono qui per cambiare


LA MANAGER ITALIANA EVELINA CHRISTILLIN È LA PRIMA DONNA A RAPPRESENTARE
LE FEDERAZIONI EUROPEE NEL MONDO. ORA ALLA GIORNALISTA STELLA PENDE
PROMETTE DI REALIZZARE QUELLA RINASCITA DELLO SPORT CHE SOLO LA PRESENZA
FEMMINILE PUÒ GARANTIRE. E LEI, CHE GIÀ DA BAMBINA PREFERIVA LE FIGURINE
DEI GOLEADOR A BIANCANEVE, HA LE CARTE PER FARLO

Sms diretto a Evelina Christillin. “Accidenti, che rappresenta la Uefa, la più potente delle Federcalcio
prima donna eletta nel consiglio della Fifa, il mondiali. Puoi raccontarmi l’attimo esatto in cui l’hai
governo mondiale del calcio! Onore alla nuo- saputo?
va regina del pallone! A proposito, Grazia mi «Una bomba nel cervello e nel cuore».
chiede un’intervista. Batti un colpo!”. Risposta Hai pensato che ce l’avresti fatta come sempre?
immediata: “Thanks, ma sono al Festival della Co- «Non penso mai che ce la farò. Mi tuffo nell’avventura
municazione di Camogli. Subito dopo ho un altro e combatto. Un’atleta di sci come me sa che per vincere
impegno...”. bisogna allenarsi più degli altri. Questa è una storia che
Ho sempre avuto serie certezze sulle doti di ubiquità che ha avuto molti attori. Comincia tutto con il cambio dello
Evelina possiede. Lei, 60 anni, può essere nello stesso statuto della Fifa che finalmente apre alle donne. A quel
tempo allo stadio con la sua Juventus (è stata partorita punto Carlo Uva, il direttore generale della Federcalcio,
con la maglia bianconera), oppure tra un sarcofago e una e quello della Figc, Carlo Tavecchio, mettono gli occhi
mummia del Museo Egizio di Torino, dove dal 2012 sul mio curriculum».
fa il presidente, o ancora negli uffici di Enit (Agenzia Curriculum appetitoso: atleta nello sci, varie volte ma-
Nazionale Turismo) dove ricopre la stessa carica. Co- nager, presidente della Filarmonica ’900 e del Teatro
munque non salta mai un convegno, la presentazione Stabile di Torino, docente di Storia dello sport e, dulcis in
del libro di un amico (per gli amici c’è sempre) o un fundo, anima del Comitato Olimpico per i Giochi inver-
festival. L’appuntamento tra noi è all’alba della mattina nali di Torino 2006.
dopo. Lei desaparecida. «Scusa ero a messa: per trovare «Curriculum trasversale. “Ci starebbe?”, mi chiede Ta-
un po’ di silenzio. Non parlare per un’ora scappando dai vecchio. “È un onore”, rispondo mentre tremano le
telefonini e da tutto…». labbra. Si va! A maggio comincio a frequentare gli stadi
Ormai non puoi scappare da niente: sei la prima donna per allenarmi. Finché la Fgci mi mette “embedded”».

163
GR A ZI A• EV ELINA CHRISTILLIN
Da sinistra: Evelina
Christillin sulla panchina
della Juventus, nel 2001,
con l’avvocato Gianni
Agnelli e l’allenatore
Marcello Lippi; insieme
con la star della danza
classica Roberto Bolle nel
2002; con il ciclista
Marco Pantani nel 1998.

“Embedded”, la parola che usano gli americani quando glamour cito Roberto Benigni e Luciana Littizzetto.
prendono i giornalisti nelle loro truppe? “Boya Faust! Non avevi già qualcosina da fare?”, ha
«Esatto: mi mettono dentro al loro gruppo durante detto Luciana. “Se finisci in galera, son pronta con le
gli Europei in Francia. Sfodero il mio sapere di calcio. arance nè”».
Insomma, a Torino direbbero “comincio a comprar Ma tu, in galera, non ci vai perché, come dice qualcuno,
l’aria”. Ma d’improvviso, suspense: appare all’orizzonte sei abbastanza intelligente per fare sempre il meglio e
una nuova candidata, la signora Laura McAllister è abbastanza ricca per essere da sempre onesta.
gallese. Penso: ci siamo. Invece la Gran Bretagna ha «Più di qualcuno. Anche il critico televisivo Aldo Grasso,
già un consigliere e lo statuto non ne permette due. l’altra sera, mi ha detto che sono una collezionista di
Ad agosto sono sola. Mega riunione della Federcalcio poltrone. Sarà così, ma troppi non conoscono neanche
con i presidenti europei. Devono abituarsi alla fem- la stoffa delle poltrone che avrei collezionato. Dunque
mina nelle grandi vene dello sport. Mi scrutano come per cercare di risanare l’Enit faccio davvero il possibile
un ornitorinco. Io faccio la mia figura sfoderando con e l’impossibile. Il mio stipendio? Per adesso zero. Per il
noncuranza qualche lingua straniera. Ma, soprattutto, Museo Egizio ho fatto il geometra 24 ore al giorno. E
confesso l’emozione potente di rappresentare l’Italia e con l’aiuto del direttore Christian Greco, oggi abbiamo
la felicità di essere io a rompere il pregiudizio che vede un milione di visitatori all’anno. Ma anche lì stipendio
lontane dallo sport le donne. Sapendo, invece, che lo nullo. Ci ho rinunciato. Al Teatro, invece…».
cambieremo profondamente». Alt! Ma chi te lo fa fare?
E adesso? «La voglia di fare, per l’appunto, e quella di incontrare
«Adesso all’Uefa c’è il sostituto del mio amico Michel il nuovo. E ogni cambiamento è stato una rinascita.
Platini: il nuovo presidente sloveno Aleksander Čeferin». Godere del talento dei grandi artisti del teatro, incon-
Che cosa pensi di Platini e dello scandalo che lo ha co- trare la genialità dei giovani manager, infine insegnare
stretto a dimettersi? ai ragazzi, mi ha arricchito molto di più che raccogliere
«Non penso: gli voglio bene». stipendi milionari. E, guarda caso, ogni nuova poltrona
E che cosa direbbe Gianni Agnelli davanti al nuovo collezionata ha finito per valorizzare il lavoro di squadra.
corso della Fifa che vuole protagoniste le donne? Proprio quello che farò ora alla Fifa. Ma attenzione:
«Per lui lo sport era maschio e la femmina calcistica una dobbiamo partire dal basso, dalle scuole e dallo sport
perversione. Però si divertiva molto a sciare con mio puro e pulito».
padre e con quella “piccola Christillin” che era arrivata Hai detto che bisogna dare più spazio al calcio femmini-
perfino nella Nazionale di sci. Con quei due il copione le.
era fisso: sci, spuntino coi calciatori della Juve al ritiro «Ho detto: diamo fiducia alle donne. Perché non esiste
e, dopo, alla partita. Per questo, dal 1970 in poi la mia ancora una signora presidente di federazione? E poi
faccetta grassoccia appare nelle foto dell’Avvocato allo basta con gli sfottò sulla calciatrice lesbica. Concedia-
stadio. Non dimenticherò mai il suo appoggio per la mo a queste ragazze, atlete appassionate, campi per
mia candidatura alle Olimpiadi del 2006». gli allenamenti e dignità di talento. Mi chiedo: perché
Una confessione? dare 150 miliardi di euro al Qatar per refrigerare gli
«No: una verità. L’idea è stata di Franco Romano, ge- stadi dei Mondiali del 2022? Perché buttare oceani di
nerale dei Carabinieri che sovrintendeva alla sicurezza denaro per le Olimpiadi di Rio de Janeiro costruendo
dei Mondiali di sci del 1997 a Sestriere. Lui va dal cattedrali che ammuffiranno nella giungla, quando
presidente della Regione Piemonte, Enzo Ghigo, che sarebbero stati utili per togliere i ragazzini brasiliani
va dal sindaco di Torino, Valentino Castellani, che va dalla strada e dalla droga?».
dall’Avvocato che mi dice: “Ti ho preso appuntamento Insomma, alla Fifa ci va “Santa Evelina di Calcutta”?
con gli uomini che comandano il Comitato olimpico «Alla Fifa ci va una che a 9 anni aveva la varicella.
internazionale: Jean-Claude Killy e Juan Antonio Sa- Allora sua madre le portò a casa le figurine di Bambi
maranch”. Non conoscevo nessuno. Gli devo molto». e Biancaneve. La sua adorata sorella era felice, ma la
Gli auguri più speciali per questa nomina? grassottella Evelina brontolava: “Uffa, voglio le figurine
«Quelli di tutti gli amici. Se, però, vogliamo un filo di coi calciatori”. Quell’anno la Juve vinse lo scudetto». n

164
DEBORAH LA PASSIONE ITALIANA PER LA BELLEZZA
GR A ZI A• MODA
AL FESTIVAL DEL CINEMA DI TORONTO,
IN CANADA, NON CI SONO SOLO I FILM
IN CONCORSO. PER LE ATTRICI È UNA
GARA DI ELEGANZA. ECCO CHE COSA
NE PENSANO I NOSTRI ESPERTI

Michelle Williams Kate Hudson


E S S E NZIALE AU D AC E
SIMONETTA 5/10 SIMONETTA 7/10
Il monospalla è difficile L’eleganza è rétro
e il colore dell’abito non è e le proporzioni sono belle.
adatto all’incarnato e al Non amo la trasparenza,
colore dei capelli dell’attrice. ma la pochette è elegante.
CHRISTIAN 9/10 CHRISTIAN 8/10
La ragazza ha stile da vendere Belli l’abito, i capelli e
e questo abito ne è la prova. il trucco. Peccato per l’intimo
L’acconciatura è troppo a vista che non le dona.
rigorosa, avrei preferito ELENA 7/10
un taglio più naturale. L’attrice è sexy e rock.
ELENA 8,5/10 Non mi piace la collana
Questo look è molto puro di perle che invecchia
e raffinato. Il risultato chic. un po’ il look.

ALEXANDER MCQUEEN
LOUIS VUITTON

Amy Adams Suki Waterhouse


INC E ND IA R I A BON TO N
Foto GETTY IMAGES, IPA. A cura di SIMONE MONGUZZI

SIMONETTA 9/10
SIMONETTA 7/10
Molto sexy e femminile: Bella la proporzione della
il rosso le sta bene. gonna impreziosita dal top:
Peccato per la collana chic e un po’ bon ton.
che appesantisce lo scollo CHRISTIAN 6/10
a V dell’abito. La modella è di una bellezza
strepitosa, quindi perché
ALEXANDER MCQUEEN

CHRISTIAN 7/10
Scegliere un abito rosso mortificare il proprio corpo
per un red carpet è sempre con una gonna così lunga
rischioso, ma Amy e delle calzature dal tacco
è davvero sexy. midi? Il mio voto è 6,
ma è davvero generoso.
ELENA 7,5/10
ERDEM

ELENA 6,5/10
Il rosso è una scelta decisa:
brava, ma la collana di Il look è elegante, ma forse
troppo toglie allure all’abito. un po’ troppo casto.

169
GR A ZI A• MODA L A GIURIA

SIMONETTA CHRISTIAN ELENA


RAVIZZA PELLIZZARI GHISELLINI
Stilista Stilista Creatrice
di borse
Sophie Nélisse
S B AG L I ATA
SIMONETTA 5/10
Nonostante la preziosità Jennifer Garner
dell’abito, il look dell’attrice A S I M M E TR I C O
canadese risulta poco
appropriato SIMONETTA 7/10
Indovinata la silhouette
BCBGENERATION

.
che sottolinea il fisico
CHRISTIAN 5,5/10 a clessidra di Jennifer, ma
Sophie è giovane e forse avrei preferito un ricamo
non ha ancora capito come più discreto.
esaltare al meglio il proprio
corpo. La gonna CHRISTIAN 7/10
da ballerina era da evitare Le decorazioni evidenziano
e il corpetto mi sembra troppo i fianchi dell’attrice
troppo elaborato. e l’orlo asimmetrico non mi
ELENA 5/10 piace. Jennifer è radiosa,
È tutto un po’ ma poteva sforzarsi di più.
infantile. Troppo. ELENA 5,5/10
C’è poco da dire: l’abito
non le dona.
BURBERRY

PETER PILOTTO

Lily James
T R AS PAR E NZE
SIMONETTA 8/10
Seducente, ma allo stesso Emma Stone
tempo fresca ed elegante MINI
grazie alla scollatura
Foto GETTY IMAGES, OLYCOM. A cura di SIMONE MONGUZZI
perfetta. I sandali SIMONETTA 7/10
completano il look Bella la scelta del colore, ma l’abito
in modo sofisticato. è forse un po’ troppo corto.
CHRISTIAN 6/10 CHRISTIAN 6/10
La lunghezza del vestito Lo stile bon ton è una tendenza
è difficile e i sandali scelti intramontabile, però ho
dall’attrice non valorizzano l’impressione che l’attrice
CHANEL

le sue caviglie. non abbia corso nessun rischio.


Il look è un po’ impersonale.
ELENA 7/10
L’abito è strano, con
ELENA 8/10
le strisce orizzontali.
Ma Lily è così sensuale Emma è classica e femminile.
che si merita un bel voto. Ma poteva osare di più.

170
.
G R A Z I A P E R L A N C O^ M E

t to b re 2 0 16. à
7o oprire la fe
licit
Vieni a sc s Event Lancôme
al Generôu io Monte Carlo.
presso Radividila con una
promessa

INVITO A L L A F E I
E poi conddi generosità

L C I TÀ

D
ue cose che sappiamo Milano. Sarà una giornata all’insegna
sulla felicità? Che dipende della felicità e della generosità,
da noi per il 40% e che potrai anche registrare la tua dedica
si moltiplica quando con un’esperienza unica nella radio
viene condivisa. Da qui più chic.
nasce l’idea del Generôus
Event Lancôme, il primo
evento in cui si può ritirare Il profumo della felicità
il prodotto preferito in Ormai una fragranza diventata un
cambio di una promessa manifesto di libertà e di felicità,
di buona azione. Lancôme La vie est belle continua a
ha selezionato 10 gesti che generano reinventarsi con grazia e sincerità.
felicità, come regalare un fiore o Le ricette del suo successo?
portare la colazione a letto. Registrati, Un accordo gourmand e delicato^
vieni a scegliere un prodotto e il tuo che diventa una dichiarazione
gesto felice negli studi di RMC a universale alla bellezza della vita.

SHARE YOUR Generôus Event Lancôme - 7 ottobre 2016


dalle 10.00 alle 19.00 - Studi Radio Monte Carlo
HAPPINESS Largo Donegani, 1 - Milano
Lancôme ti aspetta all’evento dell’anno! Registrati , vieni a scegliere il tuo prodotto preferito
e condividi su Facebook il tuo gesto felice dedicandolo alle persone care. Perché la generosità
porta nuova felicità. Info e registrazione dal 23 settembre su www.radiomontecarlo.net/lancome
GR A ZI A• A NIME A FFINI

Noi due
nel deserto

Foto FOTOGRAFO FOTOGRAFO

172
GR A ZI A• X X X X X X X X X X
Foto FOTOGRAFO FOTOGRAFO

Per brillare
DA SINISTRA: ELEONORA CARISI, 32 ANNI, INDOSSA UN LUNGO CHEMISIER IN LUREX (Missoni); DALLA COLLEZIONE CACTUS
DE CARTIER IN ORO GIALLO CON DIAMANTI TAGLIO BRILLANTE: ORECCHINI, COLLANA E ANELLI (TUTTO Cartier). KRISTINA BAZAN, 22,
HA UN ABITO IN LUREX (Missoni). DALLA COLLEZIONE CACTUS DE CARTIER: COLLANA, BRACCIALE E ANELLO CON LAPISLAZZULI
E DIAMANTI (TUTTO Cartier).
173
GR A ZI A• ELEONOR A CA RISI E K RISTINA BA Z A N

artire per una meta sconosciuta.


Fare il viaggio con un jet privato.
Avere a propria disposizione una
villa con piscina in mezzo al deserto. Provare
esperienze incredibili, come volare su una
mongolfiera all’alba e indossare in esclusiva
una collezione di gioielli firmati Cartier. Sa-
rebbe il sogno di ognuna di noi. Ma per due
delle più celebri digital influencer del mondo,
Kristina Bazan ed Eleonora Carisi, tutto que-
sto si è trasformato in realtà. Grazia le ha
seguite in quest’avventura.
La destinazione è Marrakech in Marocco. Le
nostre web influencer lo hanno scoperto solo
un giorno prima della partenza, giusto il tem-
po per preparare la valigia con gli abiti adatti
al clima del deserto. E questa è stata la prima
di una lunga serie di sorprese. «Non ero mai
stata in questo Paese», dice Kristina, 22 anni,
cresciuta in Svizzera ma nata in Bielorussia,
considerata una delle under 30 più potenti del
mondo dalla rivista americana di economia e
finanza Forbes: la pagina Facebook del suo
fashion blog Kaiture è seguita da più di 2
milioni di iscritti. «Sono rimasta incantata dai
colori del Marocco. Mi sarebbe piaciuto an-
dare a curiosare nel suk, avere tempo per sco-
prire la loro architettura e le tradizioni. Devo
assolutamente tornare». Eleonora Carisi, che
è stata una delle prime IT girl di Grazia.it e
oggi è brillante manager di se stessa e segui-
tissima influencer, il Marocco lo amava già.
«L’ho scoperto quando avevo 19 anni. Quel-
la volta sono arrivata dall’Italia in automobi-
le. Stavolta, invece, ho provato per la prima
volta nella mia vita a viaggiare a bordo di un
jet privato: una grande emozione».
Le due ragazze sono partite da Parigi
dove sono salite su un aereo firmato
Cartier. «Dall’aereoporto di Marrakech ci
hanno portato in una villa meravigliosa, a
mezz’ora di macchina dal centro, in un’oasi

Dall’alto
con vista sulla catena montuosa dell’Atlante,
dove ci siamo sentite subito a casa», mi dice
Kristina Bazan. Nei momenti di relax l’in-
fluencer svizzera canticchiava Out, il suo sin-
golo, perché oltre a essere appassionata di
moda, ama anche la musica e all’inizio dell’an-
no prossimo pubblicherà il suo primo album.
«Il giorno dopo siamo andate nel deserto a
pranzare sotto le tende in un’oasi vicino a un
villaggio berbero», racconta Eleonora. «Co-
nosco le tradizioni marocchine e amo il loro

174
Linee sexy
ABITO CON FIOCCO
E DRAPPEGGI
(Dsquared2). COLLANA
CACTUS DE CARTIER IN
ORO CON SMERALDI
E DIAMANTI TAGLIO
BRILLANTE SU ORO
GIALLO PIÙ BRACCIALE
COORDINATO (TUTTO
Cartier). PAGINA
ACCANTO: TUTA IN
LANA (Vicolo). DALLA
COLLEZIONE CACTUS
DE CARTIER: ANELLO
CON SMERALDI,
CORNIOLE E
DIAMANTE CENTRALE,
BRACCIALE CON
CRISOPRASI,
SMERALDI, CORNIOLE
E DIAMANTI (TUTTO
Cartier).

175
GR A ZI A• ELEONOR A CA RISI E K RISTINA BA Z A N

Trasparenze
ABITO DI PIZZO (Alberta Ferretti). DALLA COLLEZIONE CACTUS DE CARTIER: ORECCHINI E COLLANA CON PENDENTE IN ORO GIALLO
CON DIAMANTI TAGLIO BRILLANTE (TUTTO Cartier). SI RINGRAZIA L’ HOTEL ROYAL PALM DI MARRAKECH, IN MAROCCO.
GR A ZI A• X X X X X X X X X X
Stampe
PER ELEONORA, TUTA
A MOTIVI STAMPATI
(Norya Ayron). DALLA
COLLEZIONE CACTUS
DE CARTIER: COLLANA
CON PENDENTE,
BRACCIALE E ANELLO
IN ORO GIALLO CON
LAPISLAZZULI (TUTTO
Cartier). KRISTINA HA
UNA TUTA FANTASIA
(Norya Ayron). ANELLI
CACTUS IN ORO GIALLO
CON DIAMANTI TAGLIO
BRILLANTE (TUTTO
Cartier).

177
GR A ZI A• ELEONOR A CA RISI E K RISTINA BA Z A N

Maschile
GIACCA DA cibo: come la tajine con pollo e olive, un piat-
SMOKING SU to delizioso, da accompagnare con insalate
PANTALONI AMPI
(Dsquared2). molto fresche a base di verza o carote e men-
DALLA COLLEZIONE ta». Tornati nella villa, Kristina ed Eleonora
CACTUS DE CARTIER: hanno trovato appoggiati su alcuni plateau i
COLLANA CON
SMERALDI E gioielli della nuova collezione Cactus de Cartier,
DIAMANTI TAGLIO ispirata alle piante del deserto: volumi gene-
BRILLANTE rosi, architetture geometriche, cupole d’oro
CON BRACCIALE
COORDINATO illuminate da lapislazzuli e sfere piene di sme-
(TUTTO C artier). raldi ornate da corniole e diamanti. «Una bel-
TRUCCO: PIERRE lissima idea ispirarsi ai cactus, simbolo della
ORLANDO.
vita nel deserto, per realizzare dei gioielli»,
dice la influencer svizzera, che ora vive a Los
Angeles. «Sono molto originali ed è stato di-
vertente provarli. Il mio preferito è il grande
bracciale con gli smeraldi che assomiglia dav-
vero a una pianta del deserto».
«Sembrano sculture», aggiunge Eleonora Ca-
risi. «Amo la lunga collana con i lapislazzuli:
elegante e raffinato, adatto a una donna come
me perché può essere portato ogni giorno».
Ma la grande sorpresa di questo viaggio-
avventura in Marocco è arrivata il gior-
no dopo. «Ci hanno svegliato alle 4 del
mattino, dopo che eravamo tornate appena
tre ore prima», racconta la web influecer ita-
liana. «Quando siamo uscite dalla villa, era
ancora buio. Ci aspettava un breve viaggio in
macchina per una destinazione segreta. Invase
di una sensazione mista di stanchezza e stor-
dimento, abbiamo messo la musica a tutto
volume e cantato mentre si vedevano le prime
luci del giorno», dice Carisi. «Non avrei mai
immaginato che dopo poco avrei provato una
delle più incredibili esperienze della mia vita:
un viaggio in mongolfiera», dice Kristina Ba-
zan. «All’inizio avevo paura, soprattutto nel
momento in cui il pallone si staccava da terra.
Ma quando fluttui nel cielo sei invasa magi-
camente da una sensazione di serenità e pace.
Ti rilassi e godi l’incredibile panorama del
deserto e dell’Alto Atlante. Poi, tra le nuvole,

L’esperienza
ci hanno servito una colazione a base di pan-
cakes e té». Difficile ripartire dopo un viaggio
indimenticabile come questo. «Per questo do-
po solo una settimana sono ritornata a Mar-
rakech con alcuni miei amici», dice Eleonora
Carisi, che a giugno è stata al centro della
cronaca per il suo matrimonio con l’hair stylist
Paolo Soffiatti. «Ma questo viaggio in compa-
gnia di Cartier è stato speciale anche perché
ha segnato l’inizio di un’amicizia, quella con
Kristina». Come dire: non sempre le influencers
sono concorrenti. A volte possono diventare
alleate. n

178
www.pleasefashion.com
GR A ZI A• SCOPERTE

UNA GRANDE
MOSTRA A VENEZIA
FA ENTRARE NEL
MONDO PIÙ SEGRETO
DI COCO CHANEL.
E ATTRAVERSO
I SUOI LIBRI
E I SUOI OGGETTI
SI SCOPRONO
NUOVI ASPETTI
DI UNA DONNA
CHE CONTINUA
A INFLUENZARE

I migliori amici di IL NOSTRO STILE


E LA NOSTRA VITA

CHANEL
rovate a immaginare di entrare per
la prima volta in casa di qualcuno.
Foto BRIGITTE MORAL/PHOTO JEAN MORAL. FERRÉOL DE NEXON

Il vostro ospite vi chiede di avere un


po’ di pazienza, è in ritardo. Se ci
sono dei libri esposti, viene naturale osservare i
titoli e, in base a questo, capire un po’ di più del
padrone di casa.
È la sensazione che si ha dopo aver visitato a
Venezia la mostra La donna che legge, dedicata alla
passione per i libri di Coco Chanel, la stilista che,
con le sue intuizioni, ha cambiato il mondo della
moda e, soprattutto, ha contribuito a dare libertà
alle donne, facendo dimenticare corsetti e abiti
ingombranti e scomodi. Per festeggiare l’evento,
c’è stata una serata a Palazzo Contarini Polignac
che ha attirato ospiti da tutto il mondo. Tra loro,
Qui sopra, Gabrielle Chanel nel 1908.
Sopra, ritratta da Jean Moral all’Hotel Ritz nel 1937. anche le attrici amiche della maison. La britan-
nica Keira Knightley, radiosa in un abito bianco,

181
GR A ZI A• I MIGLIORI A MICI DI CH A NEL
osservava incantata la magia del luogo, illuminato Per la prima volta il pubblico può vedere una parte dei
da candele bianche. E a chi le chiedeva se avesse un volumi di Gabrielle Chanel, solitamente conservati
luogo segreto dove dedicarsi alla lettura a Venezia, nel suo appartamento di Rue Cambon, a Parigi (e,
ha risposto: «Non conosco così bene la città, ma direi dalla sua morte, avvenuta nel 1971, tenuto esatta-
decisamente il Caffè Florian: mi sembra quasi obbli- mente com’era) e, con loro, comprendere molto dei
gatorio». Il gioco è continuato con Kasia Smutniak, gusti, della sensibilità e delle influenze che Coco
in bianco e nero, con un top fatto da camelie in tre subì e diffuse. Si possono ammirare i volumi con
dimensioni. «Se dovessi lasciare su un vaporetto un dedica del poeta futurista Filippo Tommaso Mari-
libro destinato a uno sconosciuto, sceglierei Il piccolo netti, manoscritti di Jean Cocteau, amico intimo di
Principe di Antoine de Saint Exupéry, per ricordare Mademoiselle, lettere di un altro poeta, Max Jacob,
a chi lo trovasse l’importanza di restare bambini». perché proprio con la poesia Chanel ebbe un rapporto
Alessandra Mastronardi, invece, immagina: «Se stretto e continuo. Ma non sono esposti solo i libri
incontrassi a Venezia Coco Chanel, mi piacerebbe e le carte più segrete della stilista: ci sono anche
parlarle delle donne di oggi e chiederle che cosa quadri prestati per l’occasione da grandi musei. Gli
pensa della nostra quasi totale emancipazione, se autori sono Pablo Picasso, Amedeo Modigliani, Joan
abbiamo perso qualche cosa di magico e femminile Miró. E poi, abiti disegnati per la maison da Karl
che ci caratterizzava nella sua epoca o se ama la Lagerfeld, sfolgoranti gioielli ispirati a Chanel dalle
nostra trasformazione in esseri sempre più forti». stelle disegnate da Cocteau, foto, oggetti personali
Luisa Ranieri ha detto di condividere alcuni gusti della stilista. Li ha scelti Jean-Louis Froment, il
letterari con la stilista: «Soprattutto i libri di Jean curatore delle mostre riunite sotto il titolo Culture
Cocteau e Madame Bovary di Gustave Flaubert». Chanel (questa è la settima), che dice: «Vorrei che
Ed è proprio un raro manoscritto del romanzo di l’esposizione fosse vista come un momento di si-
Flaubert ad aprire l’esposizione, a Ca’ Pesaro fino lenzio nel nostro mondo dominato dal frastuono.
all’8 gennaio. Entrare nella biblioteca di Chanel è come entrare nei
segreti della sua creazione. Per questo non ho voluto
mettere nessuna didascalia accanto alle opere: voglio
LE ATTRICI CHE AMANO CHANEL che il visitatore si lasci trasportare dalle emozioni,
HANNO PARLATO DI LIBRI dalle sensazioni». E Gabrielle Chanel diventa una
E HANNO IMMAGINATO presenza quasi tangibile nella sua forza di donna
DI INCONTRARE A VENEZIA che ha precorso i tempi. n
LA STILISTA E DI PARLARE CON LEI

Foto VENTURELLI/GETTY IMAGES PER CHANEL

Da sinistra,
le attrici ospiti
della serata:
Kasia Smutniak,
Keira
Knightley,
Luisa Ranieri
e Alessandra
Mastronardi.
Tutte
in Chanel.

182
shop at ottodame.it

Un’altra, altrove.

FIRENZE MILANO
G R A Z I A • L’ E V E N T O
A destra, il channel
manager di La5
Giuseppe Betti,
il direttore di Grazia
Silvia Grilli
e Cristina Casati,
di Universal Pictures
Italia. Sotto,
a sinistra: Silvia La coda di lettrici invitate
Ferrario e Francesca da Grazia all’anteprima milanese
Viberti di Roger del film Bridget Jones’s Baby.
Vivier con Ginevra
Niccolini di Brooks
Brothers. Accanto,
Rinaldo Modenese
dell’agenzia
di relazioni
pubbliche Modenese
& Modenese.
VI ABBIAMO INVITATO A MILANO,
ALL’ DI ,
LA COMMEDIA PIÙ ATTESA DELL’ANNO
CON RENÉE ZELLWEGER, COLIN FIRTH
E PATRICK DEMPSEY. CI AVETE SCRITTO
A CENTINAIA PER PARTECIPARE. ECCO
LA DI UNA SERATA
CHE HA VISTO INSIEME LETTORI E PROTAGONISTI
DEL MONDO DELLA MODA E DELLO STILE

Qui accanto, Silvia Grilli con


Cristina Casati, Sotto, Gaia
Bertolazzi con Giulia Rocca.
A destra: in alto, la stilista
Simonetta Ravizza con
Luca Giberna, presidente
e produttore esecutivo
BlowUpFilm; sotto,
Cristina Puja di Mediamond,
Michele Leoni di Beside
Communications,
Fiamma Sanò di Grazia.

Sopra, Silvia Grilli


tra Chiara Colombo
ed Erika Maspes
di L’Oréal Luxe.
A destra: in alto,
Marco Achilli,
direttore
comunicazione
e marketing di
Ermanno Scervino;
Foto SGP

sotto, le lettrici
Luisella Murtas e
Annabella
D’Argento.
184
GR A ZI A• PER C A L Z EDONI A

C’è un’energia nuova l’intera silhouette,


nella collezione anche nella versione
Calzedonia Fitness. Seamless, senza
Lo stile dinamico e cuciture. Versatile
contemporaneo ed elegante, la proposta
dei modelli si fitwear Calzedonia
sincronizza con per l’autunno inverno
performance si completa con top
d’avanguardia grazie strutturati in tessuto
all’apporto tecnico tecnico dry fit e canotte,
di LYCRA® SPORT. sempre illuminati da
I leggings assicurano tocchi fluo sul nero,
il massimo comfort, ideali per lo sport
sostengono i glutei e glam sotto la camicia
e l’addome e slanciano o il pull oversize.

LYCRA ® è un marchio di INVISTA


GR A ZI A• CON TO A L L A ROV ESCI A

AL CINEMA LA
VEDREMO RECITARE
ACCANTO AI SEX
SYMBOL LUCA
ARGENTERO
E GIAMPAOLO
MORELLI. MA
L’ATTRICE SERENA
ROSSI, IN QUESTO
MOMENTO, PENSA
SOLO A DIEGO,
IL SUO BAMBINO
CHE ARRIVERÀ
A OTTOBRE. E A
GRAZIA RACCONTA
CHE LA FELICITÀ DI
OGGI NASCE DA UNA
SCOPERTA: CHE IN
AMORE, ALLA FINE,
SONO SEMPRE LE
DONNE A DECIDERE

La bella favola che racconterò


A MIO FIGLIO
PHOTOMOVIE

188
GR A ZI A• X X X X X X X X X X
L’attrice Serena
Rossi, 31 anni,
indossa una
camicia
in jersey di seta
(Equipment).
Collana
e bracciali (tutto
Iosselliani);
orologio Petite
Promesse
in acciaio con
bracciale a
doppio giro
(Baume
& Mercier).
Pagina accanto:
abito in chiffon
stampato
(Annarita N).
Foto FOTOGRAFO FOTOGRAFO

189
GR A ZI A• SERENA ROSSI
Mi spieghi intanto tutto questo entusiasmo sul set
per Luca Argentero.
«Nella vita è il professionista e il ragazzo gentile che
conosciamo. Nel film incarna il cliché del mascalzo-
ne sciupafemmine e irresistibile che piace a tutte. Il
mio e il suo personaggio fanno scintille dal primo
incontro e si trascinano per tutto il film un rapporto
di attrazione e repulsione».
E lei ha mai ceduto al fascino di un donnaiolo?
«Tutte ci siamo passate, ammettiamolo. Il mio Davi-
de non è mai arrivato a quei livelli per fortuna, però
sicuramente all’inizio il suo carisma da bel tenebroso
mi ha colpito. Anche se non lo sopportavo».
In che senso?
«Ci siamo incrociati nei corridoi della Rai di Napoli,
aveva avuto un imprevisto sul set della fiction Un
posto al sole e sbraitava contro la mia città (Napoli
appunto, ndr). L’ho guardato e mi sono detta: “Ecco
il tipico collega con la puzza sotto il naso”. Invece poi
ci siamo conosciuti e per sei anni siamo stati amici.
L’attrazione c’era, ma passavamo il tempo a confidarci
Serena Rossi i reciproci amori».
con il compagno, E l’amore tra voi quando è scoppiato?
l’attore Davide «In treno, un giorno per caso. Io avevo appena smesso
Devenuto, di lavorare in Un posto al sole, ci siamo incontrati e,
42 anni, al quale un po’ per gioco, innamorati».
è legata
da 7 anni. Che cosa la seduce in Davide da così tanto tempo?
«La sua ironia, la simpatia, l’intelligenza. È un uomo
colto, preparato, curioso. Forse un po’ meno intra-
prendente di me: al primo appuntamento mi sono
invitata io a casa sua».
è gente che ama mille cose... Io Davvero?
che amo solo te…”. Mentre mi «Ma sì, in fondo sono sempre le donne che decidono.
apre la porta Serena Rossi sta Non ha neanche cucinato, siamo andati a un risto-
cantando questa vecchia can- rante giapponese: portarmi a mangiare le cose che mi
zone di Sergio Endrigo. Il piacciono è una buona tattica di conquista. All’inizio
suo sorriso è solare, generoso, di quelli contagiosi. Lo non avevo voglia di un legame vero, ma dopo quattro
sguardo, però, ha una nuova consapevolezza: ha su- mesi, invece, già vivevamo insieme».
perato l’ottavo mese di gravidanza (il parto è previsto Momenti negativi ne avete attraversati?
per il 30 ottobre), la pancia è rotonda e accarezzata «Ci siamo allontanati quattro anni fa, siamo stati un
da un abito bianco che esalta la sua abbronzatura. anno separati. Mi mancava, lo sognavo spesso. Un
Non è truccata, non le serve: è già radiosa così. giorno ci siamo incontrati per caso alla stazione. È
Mi chiede, come prima cosa, se ho voglia di pasta con bastato uno sguardo, ci siamo detti a vicenda: “Sapevo
pomodorino fresco e pecorino, il piatto di cui va pazza che ti avrei rivisto”. Lì ho capito che era lui quello
in questo periodo, e mi mostra i completini e i peluche giusto. Ci siamo messi a chiacchierare, siamo usciti a
comprati per il nascituro. Si chiamerà Diego, per la cena e timidamente tra di noi è ricominciata».
gioia del papà, l’attore Davide Devenuto, a cui piaceva Ripartire non dev’essere stato facile.
un nome con la D. Ride spesso mamma Serena mentre «La paura di soffrire di nuovo è sempre in agguato,
parliamo. Commenta ammiccando la bellezza di Luca ma ho capito che dalle incomprensioni e dalle liti puoi
Argentero, suo partner nel film Al posto tuo (al cinema imparare tanto. Noi siamo tornati insieme perché ci
dal 29 settembre), ma si commuove quando le faccio siamo resi conto di essere stati sempre innamorati:
Foto DANIELE VENTURELLI

notare che quella sua e di Davide è la storia d’amore dalle crisi si esce anche grazie alla lontananza, ti fa
che tutte sognano. Quella fatta di alti e bassi, andate capire tante cose».
e ritorni. «Certi amori non finiscono, fanno dei giri Come vivete la distanza oggi, quando per lavoro
immensi e poi si ritrovano: è proprio vero», mi dice. siete fuori casa e lontani per mesi?
«IO E IL MIO COMPAGNO SIAMO STATI LONTANI PER UN ANNO. POI CI SIAMO
RINCONTRATI PER CASO. E TIMIDAMENTE ABBIAMO RICOMINCIATO»
190
HERITAGE.DIADORA.COM
GR A ZI A• SERENA ROSSI
Tuta (Marella).
Orologio Petite
Promesse in acciaio
(Baume & Mercier).
Trucco e pettinature
Emanuele Romano
e Mara Giannini @
Making Beauty. per le scene d’azione, tra corse e motoscafi».
Si ringrazia il Relais Giampaolo Morelli, Luca Argentero, presto
Appia Antica, Roma una f iction con Adriano Giannini: i suoi
(tel. 06/7182535). partner di scena sono tutti uomini molto
seducenti. Davide non è geloso?
«La fiducia tra noi è tutto e poi facciamo lo
stesso lavoro. Certo, qualche battuta quando
mi baciavo con Argentero me l’ha fatta, ma
per ridere».
Ha conquistato lei con l’ironia. E con la sua
famiglia come ha fatto?
«Con un vassoio di pasticcini, una camicia
stirata e i capelli a posto. Lui che odia i pranzi
di famiglia e va in giro sempre in T-shirt».
Sua madre che tipo è?
«Bellissima, giovane, mi ha sempre fatto
ascoltare tanta musica e spero di farlo an-
che io con Diego. Non vedo l’ora di vederlo,
sono pronta a ritornare bambina con lui, a
giocare e trasmettergli tutto l’entusiasmo per
le piccole cose. Spero mi assomigli: Davide è
un po’ stonato, io ho iniziato prima a cantare
che a parlare».
Maternità a parte, che periodo sta vivendo?
«Sono orgogliosa. Tutto quello che ho fatto
l’ho raggiunto solo con le mie forze: ricordo la
fatica degli inizi, i primi spettacoli ai villaggi
turistici, il piano bar con papà, a 16 anni il
musical C’era una volta scugnizzi, a 17, Un
posto al sole, poi c’è stato il successo di Tale e
Quale Show. Si parla sempre male del mondo
dello spettacolo, ma a me non è mai successo
di incontrare personaggi ambigui. E poi io
non sgomito mai, vivo il mio mestiere senza
ansie. Sapesse quante proposte mi arrivano
ora che sono incinta. Ma Diego è la priorità:
non voglio mettere la mia vita in mano ai
produttori o al lavoro, vorrà dire che, casomai,
salirò sul prossimo treno».
Dopo il parto quali progetti la attendono?
«Con la voglia di tornare a riabbracciarci. Noi fac- «Uscirà il film dei fratelli Manetti, in cui sono una
ciamo i salti mortali pur di vederci. I nostri momenti giovane infermiera di Scampia: è anche un musical,
di massima felicità sono in questa casa, con la nostra quindi ho ballato e cantato. Non per fare paragoni,
cagnetta Emma, una trovatella di sette anni che ora ma in fondo con il musical La La Land Emma Stone
che ho il pancione è iperprotettiva». ha appena vinto la Coppa Volpi. In seguito sarò in
Davide come ha reagito alla bella notizia? tv con Il sogno di Rocco in cui interpreto Monica, una
«Mi ha abbracciato forte. Abbiamo comprato il test manager che si occupa di pugili e saprà restituire
insieme, è già un papà molto presente. Mi aiuta a fiducia ad Adriano Giannini».
stare tranquilla. Io ho lavorato fino al sesto mese nel Fiori d’arancio in vista?
nuovo film dei fratelli Manetti Nun è Napule che mi «Non abbiamo fretta: ora pensiamo a Diego, mi pia-
vedrà protagonista con Giampaolo Morelli». cerebbe che ci accompagnasse lui all’altare. Sogno
Non si affaticava? nozze da fiaba in cui far commuovere i miei genitori.
«Avevo mia sorella Ilaria che mi faceva da controfigura E poi io Davide lo chiamo già “marito”». n

192
MANGANO

MILANO / FIRENZE / DESENZANO / FORTE DEI MARMI / MILANO MARITTIMA / MANGANO.COM


GR A ZI A• TA L EN TI

LA VITA
MI PIACE
IN POCO TEMPO L’ATTORE
STEFANO FRESI È DIVENTATO
UNO DEI VOLTI PIÙ POPOLARI
DELLA COMMEDIA ITALIANA.
E NEL SUO ULTIMO FILM SI
CALA NEI PANNI DI UN
IMPROBABILE LATIN LOVER.
PERCHÉ LUI AMA SORPRENDERE,
A COMINCIARE DA QUANDO
È ORA DI ANDARE A TAVOLA

M
e l’avevano preannunciato in tanti: «Ti
conquisterà, è simpaticissimo». Qualcu-
no aveva aggiunto: «È vegano, crudista»,
sottintendendo che il suo stile alimentare
radicale rappresenta il valore aggiunto di
una personalità già di per sé interessante.
Poi, quando ho incontrato per questa intervista l’attore
romano Stefano Fresi, 42 anni, ho scoperto che era tutto
vero: è colto, ironico, versatile (fa anche il musicista e ha
composto jingle, brevi motivi musicali per programmi
tv). Per quanto riguarda il cibo, poi, per fortuna non
dimostra alcuna intransigenza. «Anche se provengo da
una famiglia di cacciatori, da qualche anno sono diven-
tato vegano e non mangio più alimenti di derivazione
animale», mi spiega Stefano con naturalezza. «Ora sto
lavorando d’impegno per abolire qualsiasi cottura dalla
dieta: ho capito che i cibi crudi mi fanno sentire meglio,
dormire profondamente, magari dimagrire».
Ma la sua taglia forte è ormai familiare al grande pub-
blico, che l’ha scoperto due anni fa nella commedia di
Foto GETTY IMAGES

Sydney Sibilia Smetto quando voglio. In mezzo a un


gruppo di laureati disoccupati costretti a fare i mestieri
più improbabili, Stefano interpretava un brillantissimo
chimico, riciclato lavapiatti per necessità in un ristorante L’attore Stefano
cinese. Quel film è stato un successo e l’attore ha comin- Fresi, 42 anni.

195
GR A Z I A• S T EFA NO F R E SI

ciato a saltare da un set all’altro: ha girato Ogni maledetto


Natale, Noi e la Giulia, Gli ultimi saranno ultimi. Sposato Fresi in una
con la sassofonista e cantante Cristiana Polegri, padre di scena del film
Lorenzo, 6 anni, è attualmente impegnato nelle riprese Al posto tuo,
contemporanee dei due sequel di Smetto quando voglio nelle sale dal
29 settembre.
(il primo sarà in sala a febbraio 2017). Di recente ha
anche girato la fiction In arte Nino dedicata al matta-
tore Nino Manfredi (interpretato da Elio Germano) mi sono fatto una grigliata di pesce. Senza pentimenti».
con la regia del figlio Luca, in onda su Rai Uno nei È vero che il suo bambino ha già un grande senso del
prossimi mesi. Intanto, dal 29 settembre lo rivedremo ritmo?
al cinema: nella commedia di Max Croci, Al posto tuo, «Sì, e non poteva essere altrimenti. Subito dopo la sua
Fresi scambia la sua vita con quella di Luca Argentero. nascita, mia moglie è stata ingaggiata per accompagnare
Per quale motivo, visto che siete due tipi tanto diversi? come corista la tournée del cantautore Mario Biondi.
«Nel film siamo i direttori creativi di due aziende di Io, che in quel periodo scrivevo una colonna sonora
sanitari che, a un certo punto, si fondono. Rimarrà un e potevo lavorare a distanza, l’ho seguita. Tenevo il
solo posto di lavoro e, per capire a chi di noi affidarlo, bambino sotto il palco, in corrispondenza del batterista,
la padrona della nuova fabbrica ci chiede una prova per permetterle di allattarlo negli intervalli. Ci siamo
estrema di carattere: entrare uno nella vita dell’altro. divertiti da matti».
Ne succedono di tutti i colori: Luca, all’inizio, è un Che ruolo ha nella f iction su Nino Manfredi?
single amante delle donne e della bella vita; io faccio «Faccio il grande attore di teatro Tino Buazzelli» (scom-
il marito fedele, ho tre figli e disegno ancora a mano». parso nel 1980). «È la prima volta che interpreto un
Anche nella vita somiglia al suo personaggio? personaggio realmente esistito e sono paralizzato dal
«Senza dubbio. Sono legatissimo alla famiglia e mi timore reverenziale: Buazzelli è un gigante, spero di
ritengo un grafomane, anzi un feticista della carta. essere all’altezza».
Scrivo a mano anche la musica, utilizzando una penna E con Elio Germano com’è andata?
con cinque pennini che tracciano il pentagramma. La «Magnificamente. Non solo è un attore fantastico, ma
mia carriera nello spettacolo è cominciata proprio come mi ha dato una lezione di vita. Cresci sempre quando
compositore di brani per il teatro. Poi, come attore, mi ti accompagni a quelli più bravi di te».
sono fatto le ossa sul campo e un giorno la fortuna si è Compone musica e recita, vuole anche diventare regista?
materializzata nella persona di Michele Placido: mi ha «Non mi sento pronto e non voglio passare da velleita-
visto nello spettacolo I tre moschettieri e mi ha affidato rio. Il dramma dell’Italia è che tutti pretendono di saper
il ruolo del Secco nel film Romanzo criminale. Non mi fare tutto, anche nel cinema. L’unico che può provarci
sono più fermato». è l’attore, sceneggiatore e regista Edoardo Leo».
Per talento, simpatia e corporatura lei viene considera- Ha un sogno che vorrebbe realizzare a breve scadenza?
to da qualcuno la “risposta romana” all’attore friulano «Mi piacerebbe essere diretto da registi come Paolo
Giuseppe Battiston: lo ha mai incontrato? Virzì, Paolo Genovese e Giuseppe Tornatore, con cui
«Non solo l’ho conosciuto, ma lo stimo talmente che ho già lavorato: quando ho composto la musica per
gli ho proposto di interpretare il mio gemello in un un suo spot pubblicitario, mi ha affidato un’orchestra».
film che si progetta da tempo. Spero che vada in porto». E c’è un ruolo in cui si sentirebbe a suo perfetto agio?
Se dimagrisse troppo, non avrebbe paura di perdere il «Quello di Falstaff, il grasso cavaliere protagonista
lavoro? della tragedia di William Shakespeare: mi piacerebbe
«Probabilmente correrei lo stesso rischio se, toccando essere diretto da Gigi Proietti al Globe Theatre, il
ferro, mi ammalassi. Spero di dimostrare che sono un teatro costruito all’interno di Villa Borghese, a Roma».
bravo attore al di là della taglia». Ho una curiosità, Fresi: se mi invitasse a mangiare a
Ha convinto sua moglie e suo f iglio a diventare vegani? casa sua, che cosa mi preparerebbe?
«No, li lascio liberi di scegliere. Cristiana mangia an- «Spaghetti al pesto con le zucchine, il mio cavallo di
Foto PHOTOMOVIE

cora un po’ di carne, Lorenzo è abituato ai cibi sani e battaglia».


da grande deciderà la sua alimentazione. Per ora non Ma è un piatto che richiede la cottura.
lo porto al fast food, questo è certo. Ma ogni tanto mi «Per diventare crudista coerente e incorruttibile ci
concedo una trasgressione: tempo fa, sull’isola di Ponza, vuole tempo. E io, gliel’ho detto, mi sto attrezzando». n

«QUANDO È NATO NOSTRO FIGLIO, MIA MOGLIE


ERA IN TOUR COME CORISTA. PORTAVO IL BAMBINO
A TUTTI I CONCERTI E LEI LO ALLATTAVA NELLE
PAUSE. CI SIAMO DIVERTITI COME MATTI»
196
SURKANA.COM
ROYAL
GR A ZI A• SPECI A L E MODA

200
ABITO
ASIMMETRICO IN
MAGLIA DI
ALPACA E SETA SU
CAMICIA IN
COTONE CON
DECORO DI
CRISTALLI, GONNA
A TUBO IN CRÊPE
DE CHINE
STAMPATO, CALZE
RICAMATE E
SANDALI IN
Foto FOTOGRAFO FOTOGRAFO

VELLUTO CON
FIBBIA (TUTTO
N° 21); PETTORINA
CON RICAMI DI
FIORI (L’Autre
Chose, € 150).

201
GR A ZI A• X X X X X X X X X X

Foto FOTOGRAFO FOTOGRAFO

202
GR A ZI A• X X X X X X X X X X

ABITO – TUTÙ IN
TULLE RICAMATO
DI STRASS E
PERLINE SU
MAGLIA A COLLO
ALTO IN
CASHMERE (TUTTO
Valentino).
CIONDOLO CON
MOSCHETTONE E
Foto FOTOGRAFO FOTOGRAFO

NAPPA (Dondup).
PAGINA ACCANTO:
ABITO IN TWEED
DI COTONE CON
ORLI SFRANGIATI
E SCIARPA
COORDINATA,
MAXICOLLANA
DI PERLE (TUTTO
Chanel).

203
GR A ZI A• X X X X X X X X X X
DOLCEVITA A
RIGHE CON
MAXIFIOCCO IN
SATIN SU GONNA
A MATITA IN LANA,
MOCASSINI CON
TACCO E PLATEAU
(TUTTO Maison
Margiela). BORSA
DI VOLPE CON
TRACOLLA A
CATENA (Tod’s,
€ 2.500), FINTE
MANICHE
DI PAILLETTES
(Mes Demoiselles,
€ 100), CINTURA
CON FIBBIA
DI VISONE
(Blumarine,
€ 500 ca.).

Foto FOTOGRAFO FOTOGRAFO

204
GR A ZI A• X X X X X X X X X X
Foto FOTOGRAFO FOTOGRAFO

205
GR A ZI A• X X X X X X X X X X

Foto FOTOGRAFO FOTOGRAFO

206
GR A ZI A• X X X X X X X X X X

GIACCA RICAMATA
E GONNA
COORDINATA PIÙ
TOP A STAMPA
ANIMALIER
E DÉCOLLETÉES
EFFETTO
PATCHWORK
(TUTTO Dior).
OCCHIALI
Foto FOTOGRAFO FOTOGRAFO

(Eyepetizer, € 109),
ORECCHINI
(Pr Series, € 390
ca.). PAGINA
ACCANTO:
CAPPOTTO IN
VISONE CON
INTARSI, OCCHIALI
CON CRISTALLI
(TUTTO Gucci).

207
GR A ZI A• X X X X X X X X X X

ABITO IN SETA
CON CORPINO
A BALZE (Bally,
€ 895). CAPPELLO
CON VELETTA
(Gucci),
Foto FOTOGRAFO FOTOGRAFO

ORECCHINI
EFFETTO
PELLICCIA
(Mango, € 9,99).
IL SERVIZIO
È STATO
REALIZZATO
NEL QUARTIERE
DI CHINATOWN,
A NEW YORK.

208
GR A ZI A• X X X X X X X X X X
Foto FOTOGRAFO FOTOGRAFO

209
GR A ZI A• X X X X X X X X X X

Foto FOTOGRAFO FOTOGRAFO

210
GR A ZI A• X X X X X X X X X X
TRENCH
IMBOTTITO E
DECORATO (€ 899)
SU ABITO A RETE
(€ 399) E ABITO IN
SATIN (€ 469,
TUTTO Sportmax).
ORECCHINO
DORATO
(Ca&Lou, € 225),
TRONCHETTI
(Emilio Pucci,
€ 1.050). PAGINA
ACCANTO: ABITO
IN JERSEY DI
COTONE STRETCH
CON MANICHE
DI PELLE
PIÙ ORECCHINI
(TUTTO
Louis Vuitton),
CAPPELLO
VINTAGE.
Foto FOTOGRAFO FOTOGRAFO

211
GR A ZI A• X X X X X X X X X X

Foto FOTOGRAFO FOTOGRAFO

212
GR A ZI A• X X X X X X X X X X

GIACCA FANTASIA
(Gentucca Bini)
SU MAGLIA A
RIGHE (Massimo
Rebecchi, € 115),
PANTALONI,
ORECCHINO
(TUTTO Marni).
PAGINA ACCANTO:
SAHARIANA (H&M
Studio, € 99)
SU MAXIABITO
(Blumarine).
ORECCHINO
(Marina Rinaldi),
PETTORINA
(L’Autre Chose,
€ 150), STIVALETTI
DORATI (Bally).
HA COLLABORATO
GIULIA MALNATI.
CASTING:
ISADORA
BANAUDI. LA
MODELLA: MARGA
Foto FOTOGRAFO FOTOGRAFO

ESQUIVEL@W360
MANAGEMENT.
TRUCCO HECTOR
SIMANCAS
@FACTORY
DOWNTOWN.
PETTINATURE:
FELIX FISCHER
@FACTORY
DOWNTOWN.
GR A ZI A• SPECI A L E MODA

Sentiti unica
214
ABITO (DOLCE
& GABBANA) E
PETTORINA
CON BORCHIE
(ZANA BAYNE).
A SINISTRA,
ORECCHINO
(MESSIKA),
ORECCHINO
A CERCHIO,
ANELLO E
COLLANA CON
TURCHESI
(TUTTO HARPO),
TRONCHETTI IN
VERNICE
(PIERRE HARDY,
€ 480). PAGINA
ACCANTO:
GIACCA IN
JACQUARD
(GUCCI). DENIM
(LEVI’S).
ORECCHINO
E ANELLO
(TUTTO
REPOSSI).
CINTURA
(MAISON
MARGIELA).

215
CORSETTO IN BROCCATO (CADOLLE) SU PANTAPALAZZO (€ 634) E BLAZER (TUTTO DRIES VAN
NOTEN). A SINISTRA, ORECCHINO (MESSIKA), ORECCHINO A SEMICERCHIO E BRACCIALE
A MANETTA (TUTTO HARPO); BRACCIALI A CERCHIO NEI TRE ORI (TUTTI CARTIER); CINTURA
E SCARPE (TUTTO AZZEDINE ALAÏA). PAGINA ACCANTO: ABITO IN RASO, ORECCHINI
E ANELLI (TUTTO DIOR). PETTINI (ALEXANDRE DE PARIS, € 63), CINTURA (DRIES VAN NOTEN).

216
GR A ZI A• X X X X X X X X X X

217
GR A ZI A• X X X X X X X X X X

Foto FOTOGRAFO FOTOGRAFO

218
G R A Z I A • X X XTIGRATO
X X X BOLERO
X X(€ X950)X
SU ABITO IN
CRÊPE DI SETA
(TUTTO
KENZO),
TRONCHETTI
(AZZEDINE
ALAÏA). PAGINA
ACCANTO:
MAGLIA (€ 390)
SU MINIGONNA
IN VELLUTO
(€ 490), CINTURA
(€ 290, TUTTO
CARVEN).
ORECCHINI PIÙ
ANELLO
(TUTTO
REPOSSI);
PETTINI CON
CRISTALLI
SWAROVSKI
(ALEXANDRE DE
PARIS, € 63).

219
ABITO DI PAILLETTES CON INTRECCIO (CHANEL). CERCHIETTO (EDDIE BORGO), PETTINE
(ALEXANDRE DE PARIS), ORECCHINO A BARRA (REPOSSI), ORECCHINO PENDENTE (BURMA);
TRONCHETTI (AZZEDINE ALAÏA). PAGINA ACCANTO: TOP (AZZEDINE ALAÏA), ORECCHINO
IN OTTONE (LOUIS VUITTON), BRACCIALI (CARTIER).

220
221

GPARKA
R A Z I A
(ÉTOILE
ISABEL MARANT)
X BYX X X X X X X X X
SU TOP E GONNA
PLISSÉ PIÙ CINTURA
(TUTTO BOTTEGA
VENETA). PETTINI
(ALEXANDRE
DE PARIS, € 63),
ORECCHINO
(MESSIKA), ANELLO
(REPOSSI),
OROLOGIO
(HERMÈS).
PAGINA ACCANTO:
SOPRABITO
RICAMATO
SU SHORTS,
CINTURA E
CIABATTINE
(TUTTO
MIU MIU).
A SINISTRA,
ORECCHINO
(MESSIKA),
ORECCHINO
PENDENTE E
BRACCIALE
(TUTTO BURMA).

Foto FOTOGRAFO FOTOGRAFO

222
223
ABITO SU GONNA FANTASIA, ORECCHINI (TUTTO LOUIS VUITTON). PETTINI (ALEXANDRE
DE PARIS), BRACCIALI (CARTIER), STIVALETTI (PIERRE HARDY, € 480). PAGINA ACCANTO:
ABITO (FENDI), CINTURA (SALVATORE FERRAGAMO, € 550), STIVALETTI (CARVEN).
HA COLLABORATO: LÉNA KALFLÈCHE. LA MODELLA: DENISA DVOŘÁKOVÁ@WHY NOT
MODELS. TRUCCO RAFAEL PITA. PETTINATURE MARC ORSATELLI.

224
GR A ZI A• X X X X X X X X X X

225
GR A ZI A• SPECI A L E MODA

226
GIACCA IN DOUBLE DI LANA E ANGORA (€ 950) PIÙ PANTALONI AMPI IN JERSEY DI LANA (€ 370,
TUTTO MAX MARA). BALLERINE IN RASO (MARNI). PAGINA ACCANTO: BLUSA CON BASCHINA
ARRICCIATA (TER ET BANTINE, € 483) SU GONNA A TUBO IN NEOPRENE CON MOTIVO A LOSANGHE
(ANTONELLI FIRENZE, € 275). CHOKER IN PELLE CON NAPPINE (ZANA BAYNE FOR & OTHER STORIES).
228
GIACCA AMPIA
DI PIUMINO
A GRANDI POIS
(€ 797) SU GONNA
COORDINATA
(€ 508, TUTTO
MSGM). PAGINA
ACCANTO:
CAPPOTTO IN
CASHMERE CON
NERVATURE E
COLLO AMPIO SU
GIACCA
SAGOMATA IN
LANA E SETA
(TUTTO DIOR).
230
CAPPOTTO CON MANICHE DI PELLICCIA (MARC JACOBS) E DOLCEVITA (BLUGIRL, € 375 CA.).
ORECCHINI (MANGO, € 7,99), DÉCOLLETÉES CON LACCI (MARNI). PAGINA ACCANTO: CAPPOTTO IN
PELLE GOMMATA (€ 1.500) E CINTURA (TUTTO ACNE STUDIOS) SU PULL (ERIKA CAVALLINI, € 200).
MINIABITO
IN LANA CON
MANICHE
A CAMPANA E
DETTAGLI
TECNICI (MARNI).
PAGINA ACCANTO:
CAPPOTTO
DOPPIOPETTO
AMPIO CON
REVERS E
TASCHE (H&M
STUDIO, € 199)
SU DOLCEVITA
(CRISTINAEFFE,
€ 125).

233
MAGLIA IN LANA CON MAXICOLLO SU GONNA LONGUETTE COORDINATA (TUTTO JIL SANDER).
DÉCOLLETÉES IN LAPIN (BLUGIRL). PAGINA ACCANTO: GIACCA IMBOTTITA IN COTONE A RIGHE
SU CAMICIA COORDINATA (TUTTO A.W.A.K.E.), PANTALONI (FENDI).
235
CAPPOTTO E STIVALI (TUTTO EMILIO PUCCI), ABITO (SEVENTY, € 199). OCCHIALI (ACNE STUDIOS, € 350).
PAGINA ACCANTO: GILET SU GONNA (TUTTO LES COPAINS).
HA COLLABORATO GIULIA MALNATI. CASTING: ISADORA BANAUDI. LA MODELLA:
GEORGINA@WOMEN MODEL MANAGEMENT. TRUCCO ERIKA VELLINI@GREENAPPLEITALIA.COM.
PETTINATURE MARCO MINUNNO@WM MANAGEMENT FOR MOROCCAN OIL.

237
GR A ZI A• SPECI A L E MODA

Foto FOTOGRAFO FOTOGRAFO

FOTO DI Thiemo Sander ST YLING DI Tamara Gianoglio

238
MAXI CAPPOTTO IN VELLUTO CON COLLO DI VOLPE, ABITO IN CHIFFON IMPREZIOSITO
DA RICAMI DORATI, STIVALI IN VELLUTO FANTASIA (TUTTO ROBERTO CAVALLI).

239
ABITO IN SETA CON STAMPA BAROCCA (RALPH LAUREN COLLECTION). ORECCHINO
CON NAPPA PENDENTE (DSQUARED2), SABOT IN VELLUTO ( N°21).

240
ABITO IN VELLUTO CON INSERTI DI PIZZO E COLLARETTA GIOIELLO (DOLCE & GABBANA). IL SERVIZIO
È STATO REALIZZATO AL MARITIM HOTEL, BERLINO. INFO: TEL. +496151905760 - MARITIM.COM.
CAPPOTTO IN LANA CON COLLETTO DI PELLICCIA SU GIACCA IN PATCHWORK DI PELLE E PITONE, SHORTS
IN LANA, STIVALI SCAMOSCIATI CON TACCO IN VERNICE (TUTTO GIVENCHY BY RICCARDO TISCI).
ABITO CON PROFONDO SCOLLO A GOCCIA, RICOPERTO DI PAILLETTES CON
ALAMARI RICAMATI E PICCOLO COLLETTO GIOIELLO (HILFIGER COLLECTION).

243
TOP A BUSTINO IN RASO DI SETA E PIZZO (€ 940) SU GONNA IN TESSUTO JACQUARD LAMINATO (€ 890,
TUTTO ROCCOBAROCCO). DÉCOLLETÉES CON CINTURINO E PERLA (GUCCI).
VESTITO DA SERA CON BALZE SOVRAPPOSTE, INSERTI BICOLORI, DETTAGLI IN VISONE E RICAMI
GIOIELLO, GUANTI LUNGHI DI PIZZO, ZEPPE DI PELLE (TUTTO GUCCI).
CAPPA IN PANNO DI LANA CON PROFILI A ZIG ZAG SU TOP E GONNA IN LANA DOUBLE (TUTTO SALVATORE
FERRAGAMO). CHOKER CON PIETRE (DSQUARED2), BRACCIALE (CHANEL), STIVALI (BALLIN, € 990).

246
CAPPA EFFETTO MILITARE CON INSERTI IN SETA E BOTTONI DORATI SU GIACCA IN VELLUTO
E PIZZO E TOP SENZA MANICHE, COLLARETTA RICAMATA DI PIETRE (TUTTO DSQUARED2).
ABITO IN TESSUTO FIL COUPÉ DI SETA A STAMPA FANTASIA, CON POLSINI E PANNELLO
CENTRALE DELLA GONNA PLISSÉ (ERMANNO SCERVINO).

248
ABITO LUNGO IN FAILLE NERO CON DECORI DI CATENE IN NICHEL APPLICATE
E FILI DI PERLE PIÙ CINTURA IN NAPPA (MOSCHINO).
ABITO IN SETA E VELLUTO, GHETTE IN PELLE CON PROFILI A ONDA (€ 680) E SABOT COORDINATI (€ 790, TUTTO
FENDI). PETTINATURE E TRUCCO ELENA PIVETTA@GREENAPPLEITALIA.COM USING YSL TOUCHE ÉCLAT.
ABITO IN PIZZO BORCHIATO (LAURA BIAGIOTTI, € 5.500). CASTING: ISADORA BANAUDI. LA MODELLA:
DORA STASTNA@NEW MADISON. PRODUZIONE: PIERRE SCHWAB@PIRATE PRODUCTION.
GR A ZIA• PER

Una borsa
NON MI BASTA
ANIME ECLETTICHE E COLLEZIONISTE, PREPARATEVI:
TRUSSARDI JEANS LANCIA LA PRIMA IT BAG DALL’ANIMA “3 BORSE IN 1”,
PER SEGUIRVI IN TUTTO IL VOSTRO MONDO

V
olete un’idea precisa del Play your game scegliendo innanzi tutto dall’animalier ai pitonati 2017 in inediti
concetto di indecisione? il modello: maxi dome, mini dome o tote blu e arancione zafferano. Qui in alto,
Chiedete a una donna di da portare a spalla. Gli interni cambiano il modello in ecopelle reversibile: da
partire portando con sé una di conseguenza: pochette con doppi un lato stampa liscia in giallo, dall’altro
sola borsa. Non si tratta manici, pochette con catena, pochette tinta neutra passe-partout. Al suo
di mania di possesso, ma di ricerca della con tracolla. Le versioni cromatiche interno la pochette stampa pitone con
perfezione tramite un twist particolare. spaziano dal black ai toni metallici, catena. Anche online su trussardi.com
Da qui l’idea Trussardi Jeans per la
collezione Fall Winter 2016-17: una it
bag sfoderata e reversibile, da portare nella
“faccia” preferita per effetti diversi. E al
suo interno, una pochette che moltiplica
gli outfit possibili. Ogni Aspen Bag (così
SPICCO
si chiama) comprende quindi tre borse e
apre gli orizzonti fashion della giornata.
QUANDO VOGLIO
Blu elettrico o stampa
coccodrillo scura?
Scegli il volto di oggi.
At night, brilla la
pochette con catena.
NOME IN CODICE:
ASPEN BAG.

SEGNI PARTICOLARI:
LA BORSA CON I MANICI
È COMPLETAMENTE
REVERSIBILE CON DUE
COLORI E FANTASIE
DIVERSE. AL SUO
INTERNO, UNA POCHETTE
CHE PUÒ DIVENTARE
ANCHE TRACOLLA

TUTTE PER TRE

Tre borse in una: un lato a toni


naturali per il meeting, uno a pieno
colore per lo shopping, pochette con
catena per la sera.
LA TINTA DEGLI
ACCESSORI PUÒ 1
CAMBIARE TOTALMENTE
UN LOOK. ECCO LE
QUATTRO TONALITÀ
INDISPENSABILI PER
L’AUTUNNO-INVERNO

3
4

1. BORSA VIV’ MICRO FRILL


IN PELLE CON RUCHES
(ROGER VIVIER, € 2.600).
2. OCCHIALI ARROTONDATI
CON LENTI A SPECCHIO (FENDI,
€ 450). 3. OROLOGIO CON CASSA 6
Foto FOTOGRAFO FOTOGRAFO

IN ACCIAIO LUCIDO, CRISTALLI


E CINTURINO EFFETTO
COCCODRILLO (GUESS WATCHES,
€ 99). 4. SPILLA - CAMELIA IN PELLE
(CHANEL, € 650). 5. FRANCESINE
CON TACCO GROSSO IN CAVALLINO
E PELLE (MAX MARA, € 435).
6. TRACOLLA MIA IN PELLE BIANCA
(MICHAEL KORS, € 1.060).

254
GR A ZI A• SHOPPING

1. BORSA LE SAC
DI MISURA PICCOLA
IN PELLE ROSSA
(GIORGIO
ARMANI, € 1.350).
2. DÉCOLLETÉES
A PUNTA SFILATA IN
CAMOSCIO CON TACCO
5
A SPILLO (DIOR).
3. ORECCHINI PENDENTI
A GOCCIA IN RESINA
(SODINI, € 22).
4. OCCHIALI DA VISTA IN
METALLO ROSSO
(POLAROID BY SAFILO,
€ 79). 5. BORSA
A MANO IN PELLE
CON IMPUNTURE
GEOMETRICHE
(FENDI, € 1.950).
6. CINTURA IN PELLE
Foto FOTOGRAFO FOTOGRAFO

CON FIBBIA SMALTATA


(HERMÈS, € 455).

255
1

1. COLLARETTA RIGIDA
IN RESINA NERA E VELLUTO 6
(GIORGIO ARMANI, € 650).
2. TRACOLLA IN VITELLO
LISCIO (ANTONELLO SERIO,
€ 112). 3. OCCHIALI IN ACETATO
CON LENTI SFUMATE
(LIU JO BY MARCHON, € 135).
4. OROLOGIO CON BRACCIALE
Foto FOTOGRAFO FOTOGRAFO

A MAGLIA MILANESE IN PVD


NERO (CALVIN KLEIN
WATCHES, € 260). 5. POCHETTE
A BUSTA CON PROFILO DI
RUCHES (J&C JACKYCELINE,
€ 99). 6. SANDALI CON TACCO
A SPILLO E FASCETTA
AD ALA (CHRISTIAN
LOUBOUTIN, € 775).

256
GR A ZI A• SHOPPING
1. DÉCOLLETÉES
IN CAMOSCIO CON TACCO
A SPILLO E FIOCCO
(EMPORIO ARMANI, € 410).
2. OCCHIALI TONDI CON
MONTATURA IN METALLO
E LENTI SFUMATE (DOLCE
& GABBANA EYEWEAR,
€ 190). 3. BORSA
GUCCISSIMA IN PELLE
CON TRACOLLA A CATENA 1
DORATA (GUCCI).
4. OROLOGIO CON
MOVIMENTO AL QUARZO
E CRISTALLI (JUST CAVALLI,
€ 129). 5. BRACCIALE
IN ACCIAIO DORATO
E SMALTO (DIOR).
6. BORSA A MANO CÉCILE
DEUX IN PELLE CON ZIP 2
(TWINSET SIMONA
BARBIERI, € 270).

6
Foto FOTOGRAFO FOTOGRAFO

257
GR A ZI A• TENDENZE
STRINGHE E NAPPE, RICAMI E VOLANT: LO STILE D’AUTUNNO SI VEDE
DA QUESTI PARTICOL ARI
A cura DI Nike Antignani T EST I DI Simone Monguzzi
ILLUST RAZIONI DI Daniele Costa

PROENZA
SCHOULER

GIAMBAT TISTA
VALLI

Mix chic
Stivali
in pelle
e tweed
con lacci LUISA
(Chanel). BECCARIA

EFFETTO GRUNGE

Sensualità e un tocco fetish


AIGNER
sono gli ingredienti di questa
tendenza. Jimmy Choo
e Giambattista Valli sono solo
alcuni dei marchi che hanno
reso intrecci e stringhe
Foto D’APRANO/MONDADORIPHOTO

i veri protagonisti delle loro


Nero rock
collezioni.
Sandali Koko IL CONSIGLIO
con lacci DI GRAZIA: amate borchie,
e borchie pelle nera e dettagli rock?
(Jimmy Le stringhe quest’inverno
Choo,
€ 1.095).
saranno un’ottima alternativa
per rendere sexy
il vostro look.
259
GR A ZI A• TENDENZE L ANVIN

Nude
Sandali
con ruches
(Oscar Onde Mini Peekaboo in nappa (Fendi, € 2.700).
Tiye,
€ 623).

RODARTE

Metal
Dorsay Frill,
in pelle
(Roger
CHIARA BONI Vivier,
€ 1.100).

NINA RICCI

MARCO DE
VINCENZO

STELL A
MCCARTNEY

ANIMO ROMANTICO
Foto D’APRANO/MONDADORIPHOTO

La collezione di Stella McCartney è un tripudio di tessuti


impalpabili e volant. Le ruches sono state avvistate anche nelle
sfilate di Marco De Vincenzo, Nina Ricci e Rodarte.
IL CONSIGLIO DI GRAZIA: il vostro stile è minimalista,
ma non volete rinunciare a una sfumatura romantica?
Indossare una borsa con ruches o un paio sandali in pelle
con mille arricciature può essere la soluzione ideale.

260
Rétro DD Bag in velluto con
nappe (DSquared2).
GR A ZI A• TENDENZE

Preziosi
Sandali
con
pietre
(Santoni).

BALMAIN

KENZO

TORY BURCH

DETTAGLI IN PRIMO PIANO


L’ispirazione è il mondo vintage,
che ha contagiato marchi
come Kenzo, Balmain e
Foto D’APRANO/MONDADORIPHOTO

DSquared2.
IL CONSIGLIO DI GRAZIA:
Santoni le utilizza per rendere le
sue calzature di punta sensuali
ed eleganti, mentre Tod’s
preferisce abbinarle allo stile
country chic. Fate come loro e
giocate con i colori.

262 TOD’S
GR A ZI A• TENDENZE

Icona Borsa Dionysus con applicazioni (Gucci).

Animalier
Guanti in
nappa
(Dior,
Ricamati € 1.050).
Stivaletti
in velluto
(Alberta
Ferretti,
€ 1.148).

APPLICAZIONI
RAFFINATE
Floreali, ispirati al mondo animale
e in stile liberty: sono protagonisti
i ricami delle collezioni
di Gucci, Alberta Ferretti e Dior.
IL CONSIGLIO DI GRAZIA
Amate gli accessori vintage e il
vostro è uno stile iper romantico?
BALENCIAGA Se la risposta è sì i ricami
ALICE+OLIVIA non possono mancare nel vostro
guardaroba.

Foto D’APRANO/MONDADORIPHOTO

ETRO

TODS
264 ROCHAS
GR A ZI A• MODA

WE LOVE IT

Foto LUCIO CONVERTINI

Un cuore per tutte


La collezione Return to Tiffany è un classico della gioielleria, che ora si evolve aggiungendo un po’ d’amore in più. La nuova
edizione Return to Tiffany Love, infatti, presenta gli stessi temi: il lucchetto, la scritta, la catena e naturalmente il cuore, declinati
in forme nuove e ancora più accattivanti. Nella foto, il bracciale rigido e l’anello a fascia costellati di cuori, entrambi in argento,
ma disponibili anche in oro rosa e oro bianco (Tiffany & Co., € 2.200 e € 550).
266
GR A ZI A• MODA
Intervista
ALLA VIGILIA DELLA SFILATA DI
BLUMARINE, LA STILISTA RACCONTA
LA SUA IDEA DI DONNA. E COME IL
FOTOGRAFO HELMUT NEWTON L’HA
INFLUENZATA

Sopra, la
stilista Anna
L a femminilità è l’elemento chiave di tutte le collezio-
ni Blumarine. Durante la preparazione della sfilata
del 24 settembre a Milano, ci facciamo raccontare dalla
Molinari.
Accanto, stilista Anna Molinari come sarà la donna della prima-
uno schizzo vera-estate 2017.
della Che cosa c’è sulla passerella di Milano Moda Donna?
collezione
primavera-
«Una femminilità glam, sempre più contemporanea. Ci
estate 2017. sono molti abiti lunghi anche da giorno, perché questo è
il trend che si coglie dallo street style, ma tutti declinati
anche in versione corta, per venire incontro alle esigenze
delle donne meno alte. I tessuti sono leggeri, comodi,
preziosi, spesso ricamati o stampati, e i colori sono freschi:
rosa pallido, aragosta, verde lime. La mia donna è sensuale,
romantica e molto femminile. Mai volgare».
Ai Musei di Palazzo dei Pio a Carpi è in corso, f ino all’11
dicembre, una retrospettiva d’immagini di campagne pub-
blicitarie Blumarine scattate dal fotografo Helmut Newton
negli Anni 90. Qual è il f ilo rosso che lega lo stile di allora
con quello di oggi?
«Il concetto di una sensualità che nasce dalla mente e non
dall’esibizione del corpo. Quando mi hanno proposto di
affidare a Newton le mie campagne pubblicitarie, ho avuto
timore di confrontarmi con un’immagine forte, lontana
dai miei standard. In realtà, in quegli anni il marchio è
molto cresciuto in tutto il mondo, anche grazie alla visione
del grande fotografo. Allora non era possibile ritoccare le
immagini e tutta la bellezza che traspare dagli scatti era
reale. Una lezione di cui oggi dovremmo tenere conto».
Nuove versioni per la seconda Quali sono per lei i tratti di una donna seducente?
stagione di Odette, borsa «Un bel personale, armonioso e calibrato. Il tacco alto,
icona di Blumarine, dalla il rossetto vivace, una collana importante sono solo il
forma rétro, femminile e tocco in più».
aggraziata. Per l’autunno- Per la sf ilata di Milano è stata scelta una location presti-
inverno Anna Molinari ha giosa, Palazzo Archinto: perché le piace?
proposto due colorazioni «È un luogo affascinante, con affreschi, stucchi dorati,
sofisticate, bordò e grigio pavimenti preziosi e una nuance cromatica nei toni del
canna di fucile, illuminate da rosa. Appena l’ho visto, ho sentito che poteva essere la
un decoro di borchie dorate, cornice ideale per esaltare lo spirito romantico e seducente
discreto e molto glam. della mia collezione». n
268
GIAMs.r.l. Moami
GR A Z I A• S T I L E L A DY

ORECCHINI
In bronzo
a losanghe
BICOLORI (Rebecca,
Décolletées in € 79).
velluto (Alain
Tondowski,
€ 495).
LOGO Manchette con perle (Chanel).

FIOCCO
Camicia
incrociata
(Nara
Camicie,
€ 72).

DAMIER
Bauletto
effetto pelle
Carmen (Emporio
Dell’Orefice, Armani,
85 anni. € 480).

METALLO
Occhiali oversize
(Givenchy by
Riccardo Tisci,
€ 350).

OROLOGIO
Memories TANGO Scarpe in camoscio
con cristalli con cinturino a T
(Swarovski, (Lella Baldi, € 229).
€ 379).

AVVOLGENTE Giacca-kimono in AMPI


cotone (Max & Co., € 129). Pantaloni in
gabardine
(iBlues,

Bianco e nero LA MODELLA E ATTRICE CARMEN DELL’OREFICE TROVA


€ 139).

L’ELEGANZA NEI CONTRASTI FORTI


G R A Z I A • L’A C C E S S O R I O D E L L A S E T T I M A N A

1 2 3 4

1. Orecchini in bronzo in bagno d’oro giallo con zirconi (Rebecca, € 149). 2. In oro con perle (Sophie Bille Brahe, € 1.370).
3. In oro bianco con perle (Bluespirit, € 269). 4. A dischi di ottone rutenio con glitter (Stroili, € 89,90).

6 7 8

5. Maxiboule pendenti (Isabel Marant, € 150). 6. Effetto piercing con cristalli


(Swarovski, € 79). 7. Con sfere di seta, personalizzabili (Rebecca de Ravenel,
€ 368). 8. Asimmetrici in bronzo rodiato con perle bijoux (Boccadamo, € 45).
5

Non solo
GLI ORECCHINI CHE NON PASSANO INOSSERVATI SONO PENDENTI, CON ELEMENTI DORATI
E IL TOCCO LUCCICANTE DI CRISTALLI E GLITTER

13
9 10 11 12

9. A monete, con messaggi su acciaio e oro pvd (Morellato, € 69). 10. Dorati a disco (Elisabetta Franchi, € 134). 11. Art Déco con pietra
(Balenciaga, € 645). 12. Pendenti con piccole boule (Marni, € 220). 13. Dior Ever, a cascata di perle dorate (Dior, € 390).

272
www.carlaferroni.it
SETTE BORSE PER
SETTE CITTÀ
Pechino, Hong Kong, Milano,
GR A Z I A• FA SHION

New York, Parigi, San Paolo,


NE WS Di Elsa
Bonf igl
io

Tokyo. Sono le città celebrate


nell’edizione speciale della
borsa Palazzo Empire di
Versace. Dopo un concorso,
le foto vincitrici sono state
utilizzate per personalizzare la
it bag, creando sette pezzi
unici in vendita in alcune
boutique selezionate
(palazzoempire.versace.com).

Non è solo la perfetta interprete dei look Elena


Mirò- sofisticati, femminili e solari - ma da questa
stagione ne è anche la designer. La showgirl e attrice
spagnola Vanessa Incontrada (nella foto) ha disegnato
una capsule collection per il marchio del gruppo
Miroglio Fashion. «Ho iniziato nel campo della moda a
16 anni e solo dopo sono passata alla tv e al cinema»,
racconta l’attrice. «Era da tempo che desideravo creare
una vera e propria collezione di abbigliamento con il
mio nome e, quando ho ricevuto la proposta di Elena
Mirò, ho capito che era arrivato il momento giusto per
mettermi alla prova». Qual è lo stile della capsule
Vanessa Incontrada disegna Elena Mirò? «Informale, ma
ricercato. Ho creato capi destrutturati e facili da
indossare, come piacciono a me: caratterizzati da linee
essenziali, con tagli minimali e contemporanei»
(elenamiro.com).

DÉCOLLETÉES hi-tech
Si chiama Selene e s’illumina
a ogni passo. È la scarpa
in edizione limitata creata
dal marchio Loriblu
con tecnologia Dreamlux.
Disegnate dallo stilista
Graziano Cuccù, queste
décolletées in camoscio
hanno punta affusolata, fibre
ottiche e luci al led ricamate
(loriblu.com).
GLAM PER QUATTRO
L’attrice italiana Elisa Sednaoui, la cantante e modella
francese Joséphine de La Baume, la top model olandese
Saskia de Brauw e la fashion editor tedesca Veronika
Heilbrunner (nella foto, da sinistra). Sono loro le
protagoniste della campagna, tutta al femminile del sito
di e-commerce Zalando.it. Il nome? “This is Now”,
questo è il presente.
275
NE WS
GR A Z I A• FA SHION

Un’eleganza innata e la sua autentica passione


per gli UGG, hanno portato il marchio
australiano di stivaletti a eleggere l’attrice e
modella inglese Rosie Huntington-Whiteley,
(nella foto) prima ambasciatrice del brand nel
mondo. Rosie, che ora abita negli Stati Uniti,
a Malibu ha imparato ad adottare lo stile di
vita rilassato dei californiani. «Quando non
sfilo mi piace comunque avere un look
curato», racconta. «Però per lavoro mi trovo
spesso a portare tacchi vertiginosi, quindi
durante il tempo libero preferisco sentirmi
più a mio agio». Il suo modello preferito sono
gli UGG Classic Slim, «per via della loro
silhouette snella». Già, ma come abbinarli?
«Prima di tutto», risponde l’attrice, «con jeans,
una camicia di seta e un blazer, per dare un
tocco di eleganza in più». Altrimenti, Rosie ha
posato per altri cinque abbinamenti, li vedete
qui a fianco: dal top corto alla minigonna, ce
ne è per tutti i gusti (ugg.com).

TEMPO DI MODA
Si chiamano Eva, Linda, Diana, Valentina i nuovi
segnatempo firmati Furla. Sono femminili, come i nomi
di donna che portano, colorati, essenziali, rigorosamente PARIGI in un trolley
“small size” e con i cinturini intercambiabili. A questi Evoca una Parigi da
si aggiunge la linea Metropolis (nella foto), ispirata alla sogno la capsule
tracolla simbolo della maison (furla.com). collection di articoli da
viaggio Toile de Jouy
firmata Lipault. Una
passeggiata per le strade
della capitale francese
tra i suoi simboli, dalla
Tour Eiffel all’Arco di
Trionfo, è il motivo della
stampa che decora la
trama del tessuto amato
da Maria Antonietta e
Giuseppina Bonaparte
(lipault.com).

LE SNEAKERS MILANESI
Bata Tennis celebra il 25° anniversario del concept store milanese 10 Corso Como con una
reinterpretazione della classica sneaker, ma con il logo della boutique disegnato dall’artista americano Kris
Ruhs: un gioco di forellini che crea un sofisticato effetto optical (bata.it; 10corsocomo.com).
276
KIABI EUROPE SAS RCS Lille Métropole B 344 103 270. Prezzo massimo consigliato dal 21 settembre al 4 ottobre 2016.
*BLUSA ref. VA248, 100% poliestere, dalla S alla XL, disponibile in 6 colori, 15E 9E (-40%).

15€

blusa*
9 €
GR A ZI A• MODA

WE LOVE IT

Foto LUCIO CONVERTINI

Fiori e cristalli sulla borsa


Lucia è la it bag con tracolla che illuminerà l’autunno-inverno 2016/17. In collezione sono previste numerose varianti
per dimensioni, colori, decorazioni, ma noi abbiamo scelto il modello più scintillante e vivace. Questo è in vitello lucido
con fiori multicolori di strass e cristalli. La chiusura è un elemento chiave: è dorata, importante e ricorda la serratura
dei bauli di una volta (Dolce & Gabbana).
278
MADEI
NITAL
Y

OL
TRELA46

www.
l
att
ement
a.i
t
Promosso da In collaborazione con

VETTORIALIZZAZIONE DELLO STEMMA E DEL LOGOTIPO.

10 Settembre - 11 Novembre 2016


10 Settembre ~ 11 Novembre 24 e 25 Settembre 1 e 2 Ottobre 9 Ottobre
Focus 2016: Iran Tutto il Mondo a Lecco I Viaggi dell’Anima Natura e Cultura
Fatebenefratelli, Valmadrera (Lc) Piazze e sedi Monastero del Lavello, Parco Monte Barro,
Palazzo delle Paure, Lecco del centro storico Calolziocorte (Lc) Galbiate (Lc)
di Lecco Villa Canali, Civate (Lc)

Les Cultures Onlus - Via Cavour, 90 / M - 23900 Lecco - T +39.0341.284828 - www.immagimondo.it


GR A ZI A• MODA

UN ALTRO
BON TON
GONNE LONGUETTE, TAILLEUR,
COLORI PASTELLO.
COSÌ LE TRENDSETTER
COSTRUISCONO IL NUOVO
LOOK DA SIGNORA

KATE
FOLEY
BICOLORE
La stylist
indossa un top
a maniche
corte in
cotone con
collo
arricciato di
CHIARA Marni e una
gonna a ruota
FERRAGNI in seta
METROPOLITANO Un plissettata di BARBORA ONDRACKOVA
completo composto da Gucci. La CONFETTO La influencer di
giacca corta in tessuto grande borsa voguehaus.com ha scelto un
Foto GETTY IMAGES, ANTHEA SIMMS

operato bordata in pelle a mano stile abito senza maniche con ampio
e metallo su gonna dritta al origami è di scollo ovale decorato da
ginocchio nello stesso Claudia Li, i volants, corpetto aderente e
tessuto per la web influencer sandali in pelle gonna a mezza ruota in organza
italiana. Tutto Chanel, metallizzata lavorata a balze, di Beata
come la camicia in pizzo con di Céline. Rajská. La borsa in pelle con
bottoni gioiello, la borsa a tracolla in metallo e borchie
tracolla a forma di cinepresa sulla pattina è di Valentino,
e le scarpe bicolori. le décolletées in vernice sono di
Christian Louboutin.
281
GR A ZI A• MODA
I
SEGUALE
N
IL CAREET
ST E DI
ST YL a.it
IL LOOK Grazi
DELLA SETTIMANA
NICOLE WARNE
CHRISELLE LIM FIOCCHI Una T-shirt a maniche
CIPRIA La web influencer corte decorata da un fiocco
di thechrisellefactor.com bicolore e una gonna longuette
indossa un abito con piega cucita laterale
senza maniche con scollo e nodi in tessuto a contrasto,
a sottoveste, corpino tutto Christopher Esber:
aderente e gonna ampia è la scelta della influencer
a pieghe sopra una maglia di garypeppergirl.com. Ai piedi
a maniche lunghe in jersey, décolletées a punta di Dior.
tutto di Valentino,
come i sandali color nudo.

EVANGELIE SMYRNIOTAKI
PLISSETTATO La influencer
di styleheroine.com indossa
una maglia a maniche lunghe
in jersey e una gonna a ruota
lunga al polpaccio a pieghe,
tutto di Valentino, come la
borsa in pelle con borchie e i
sandali intrecciati in velluto.
Foto ANTHEA SIMMS

282
GR A ZIA• PER

Martina, Alice,
Chiara e Lucia
sono sono
4 amiche
che vivono
intensamente
tutto ciò che
amano. Perché
hanno un segreto
anti-age

MARTINA: Ragazze!!!!
ho trovato qualcuno
che segue i nostri ritmi!

ALICE: Fa lo stuntman
o i cento metri?!?

MARTINA:
Trattamenti per il viso, vera
riparazione anti age!

CHIARA: Ma abbiamo la pelle


diversa non ti ricordi?!

MARTINA: Questo è il bello!!!


Sono 4 creme tutte diverse

LUCIA:
Come noi?

MARTINA: Sì! Per


te che non ti fermi
mai c’è Blue Therapy
Accelerated

LUCIA:
In effetti sono ancora in
ALICE: Thanxxx! CHIARA: Ma MARTINA:
ufficio!!!
Mi serve proprio come fai a Vai su
una coccola!! scegliere wonderwoman-biotherm.it
MARTINA: Per te Alice quella giusta? e puoi ricevere a casa
che sei sempre al sole,
un campione della crema
Blue Therapy Spf 15
più adatta a te
NON
CI FERMA
NESSUNO
VIVERE INTENSAMENTE NOVITÀ
È LA FILOSOFIA VINCENTE,
SE HAI IL GIUSTO
TRATTAMENTO ANTI-AGE

Qualcuno ti ha detto che per evitare le rughe è meglio ridere


poco, non stare all’aperto o non fare troppo tardi la sera? Non
farti fermare! Continua con il tuo stile wonder woman, ma scegli
un alleato altrettanto dinamico per combattere i segni del tempo.
Blue Therapy è la linea anti-age Biotherm che risponde alle Blue Therapy Blue Therapy
esigenze specifiche di ogni tipo di pelle, con una piacevolissima Cream-in-Oil Accelerated
Le 24 ore non ti bastano? Vivresti sempre all’aria
sensazione di nutrimento leggero.
Per te l’azione nutriente di aperta? Per te il nuovo
un’inedita crema in-olio, con trattamento che ripara
una texture piacevolissima in tempi record e che si fonde
color del miele e una immediatamente con la pelle.
fragranza golosa. RIPARAZIONE ACCELERATA
FAI IL TEST ON LINE: NUTRIMENTO E PROFONDA.
+ RIPARAZIONE.
SCOPRI IL TUO TIPO DI PELLE
E RICEVI VANTAGGI ESCLUSIVI
Fai il test su wonderwoman-biotherm.it ,scopri le esigenze della
tua pelle e il trattamento anti-age più adatto. Se vuoi puoi riceverlo
direttamente a casa! Dal 19 settembre.

Dal 19 Settembre al 2 Ottobre, acquistando un trattamento


Biotherm Blue Therapy in profumeria, in regalo un KIT
di 7 giorni di trattamento anti-età o luminosità*.
Blue Therapy Blue Therapy
SPF 15 Lift & Blur
Adori il sole? Per te l’anti-age Vita da socialite? Per te
arricchito dal fattore solare l’anti-age con retinolo blu
anche in città, per rendere che sublima la pelle in 7
la tua pelle invincibile e secondi e agisce a lungo
perfettamente idratata. termine levigando le rughe.
PROTEZIONE PERFEZIONAMENTO
ALICE: + EFFETTO LIFTING.
CHIARA: Blue Therapy + RIPARAZIONE.
Bello, cosa dicono Lift & Blur: la mia è quella!
per chi fa le ore A proposito, ho già
piccole? prenotato, stasera tutte
bellissime eh!
*Nei punti vendita aderenti, fino a esaurimento scorte
GR A ZI A• BELLEZZ A

TOM
PECHEUX

I nostri TOM
FORD

SEI GURU DEL MAKE UP


RACCONTANO A GRAZIA
LE TENDENZE DI STAGIONE,
I COLORI PROTAGONSTI
E I PRODOTTI MUST. DALLA
SENSUALITÀ NEI TONI SEPPIA
DI GIORGIO ARMANI ALLE TINTE LUCIA
PICA
FORTI ANNI 80 DI YVES SAINT
LAURENT, AL TOTAL LOOK IN
ROSSO FIRMATO CHANEL, ECCO
LINDA
CANTELLO
I LORO CONSIGLI PER ESSERE
SEMPRE ALLA MODA
di Stefania Bellinazzo e Paola Spezi

PETER
PHILIPS LLOYD
SIMMONDS
GR A ZI A• BELLEZZ A

GLI ANNI 80 ISPIRANO LOOK A TINTE FORTI


PER OCCHI E LABBRA. VIETATO ESSERE TIMIDE

LLOYD SIMMONDS, direttore creativo make up YSL Beauté.


«Amo gli abbinamenti insoliti di colore, soprattutto se sfrontati come il verde, l’arancio
e il bordeaux. Il make up di stagione deve diventare un gioco intrigante, ai limiti dello
scandalo. Il mio suggerimento? Osate sempre con i contrasti». La “Scandal Collection”
creata da Lloyd Simmonds per Yves Saint Laurent non è sicuramente un trucco per
donne e ragazze timide. L’ispirazione arriva dal passato: come le silhouette Anni 80 che
lo stilista Hedi Slimane ha portato sulla passerella Saint Laurent, riprendendo l’Haute
1
Couture d’archivio. «È il momento di infrangere la regola “mai labbra e occhi marcati
insieme”», continua Simmonds. «Chiunque voglia sperimentare, ora può farlo. Per esem-
pio, con ombretti a tinte forti, un tratto spesso di eyeliner nero e un rossetto provocante».

1. Ombretti da
usare a contrasto:
due colori,
al massimo tre.
Come il verde
petrolio, il bordeaux
e il nude luminoso
della Couture
Palette Collector
(€ 61,90).

Foto KATJA RAHLWES - GETTY IMAGES - Courtesy CHANEL

2
2. Lloyd Simmonds lo definisce un verde “vintage”
e lo usa sia in versione ombretto (vedi sopra), sia
smalto: La Laque Couture 76 Fur Green (€ 27,20).
3. Per accendere di colore labbra e guance, il rosso corallo
di Baby Doll Kiss & Blush 19 Corail Sulfureux (€ 35).
3
288
NON SOLO ROSSETTI E SMALTI. ORA ANCHE
FARD E OMBRETTI SI TINGONO DI ROSSO

1. Per far arrossire


3
le guance, il fard
Joues Contraste 320
Rouge Profond
(€ 41). 2. Sulle
palpebre, rosso
mattone e marroni
caldi: con Les 4
LUCIA PICA, global creative make up and colour designer Chanel. Ombres 268
«Sono una donna che parla alle donne e penso che il trucco debba riflet- Candeur et
tere una personalità, non creare un personaggio. La mia passione per il Expérience (€ 51).
rosso mi ha portato a immaginare una collezione fatta per make up ve- 3. Per un effetto chic
loci e incisivi allo stesso tempo. L’idea è di sfruttare il potere seduttivo di basta una passata.
Per un effetto rock si
questo colore in modo pratico e il più liberamente possibile». applica più volte:
Nata a Napoli, ma londinese d’adozione, Lucia - considerata una talentuo- Le Vernis Gloss 530
sa del maquillage 2.0 - è alla sua prima collezione con la maison Chanel. Rouge Radical
E mentre la moda disegnata da Karl Lagerfeld fa del rosso uno dei (€ 25). Tutto dal look
protagonisti di stagione (dall’abito in maglia al tailleur in tweed), lei lo Le Rouge-Collection
N°1 Chanel.
declina in tante sfumature e prodotti: ombretti e matite occhi compresi.

289
GR A ZI A• BELLEZZ A

TRUCCO ROMANTICO NEI TONI DEL ROSA O AD


ALTO IMPATTO CON LABBRA E UNGHIE
SCURISSIME? A VOI LA SCELTA: TRA UN FARD
“DA PRINCIPESSA” E UN ROSSETTO CIOCCOLATO

TOM PECHEUX, international make


up artist.
I look delle modelle nelle ultime cam-
1 pagne beauty di Dolce & Gabbana
sono opera sua. Ed è sempre lui, Tom
1. Le tonalità 20 Rosa Calizia e 30 Pecheux, l’autore dei make up realizza-
Rosa Canina di Blush of Roses: ti per la collezione Wild about Fall e i
la collezione è composta da quattro nuovissimi Blush of Roses Creamy Fa-
fard, un bronzer e un illuminatore,
tutti in crema, utilizzati in sfilata ce Colour. Due le idee trucco da copia-
per dare alle guance un tocco re subito. Per chi ama i colori scuri ad
naturale di colore, scolpire i alto impatto, vestire labbra e unghie in
lineamenti del viso, creare punti nuance, con caldi marroni. Per chi, in-
luce. 2-3. Dalla collezione Wild vece, ha un’attitudine più romantica,
about Fall, il rossetto Shine Lipstick
79 Chocolate (€ 32) e lo smalto puntare sui rosa e sui nude prendendo
Intense Nail Lacquer 827 Ebano ispirazione dalla sfilata autunno/inver-
(€ 25) ispirati ai legni autunnali. no.Tema: le principesse delle favole in
chiave moderna, vestite sì con abiti da
sogno, ma decise a conquistare il prin-
cipe da sole. Foto courtesy DOLCE&GABBANA e GIORGIO ARMANI

290
COLORI EFFETTO SEPPIA PER OTTENERE UN LOOK CALDO,
MORBIDO E LUMINOSO. TRA DISCREZIONE E RAFFINATEZZA

LINDA CANTELLO, international


make up artist per Giorgio Armani.
«L’ispirazione della collezione
viene dalle vecchie fotografie
color seppia, una tonalità che
aggiunge calore e raffinatezza
alle stampe fotografiche. Anche
sulla pelle, regala una luminosi-
tà color bronzo, che sottolinea
e ammorbidisce i tratti allo stes-
so tempo, donando a tutte le
carnagioni. Per il rossetto in
1 particolare, è stata scelta la ver-
sione brillante dei Rouge d’Ar-
mani Sheers in modo che non
risultassero pesanti e opachi». In
1. Rouge d’Armani Sheers 203 Sepia sintonia con il guardaroba d’i-
(€ 31): un’alta percentuale di cera e spirazione maschile della colle-
olio nutriente assicura idratazione per otto zione autunno-inverno, che sve-
ore. 2. Per illuminare il viso e definire l’ovale la imprevedibili dettagli ironici
con un effetto contouring, la polvere
micronizzata in marrone chiaro e scuro della come una collana-papillon, ma
Palette Sepia (€ 75): la grafica geometrica anche tocchi lucidi e metalliz-
riprende il motivo a spina di pesce “chevron” zati a fare da contrasto alla seta
che ricorre nei tessuti Giorgio Armani. e alla lana più opache.

3. Da abbinare alla palette star e ai


rossetti, Nail Lacquer 200 Sepia
(€ 22), un beige caldo e cremoso:
assicura una resa brillante grazie al
polimero crystal shine che intensifica
il colore e aumenta la brillantezza. Tutto
dalla collezione Sepia di Giorgio Armani.

291
IL CIELO DI PARIGI IN AUTUNNO SI TRADUCE
IN MARRONI PORPORA E ROSA RAMATI.
MENTRE L’ARTE DI SCOLPIRE IL VISO CON
LUCI E OMBRE DIVENTA ALLA PORTATA
DI TUTTE CON IL BLUSH PRÊT-À-PORTER

3
1. Doppia estremità chiara e scura
per Diorblush Light & Contour
002 Medium Contour (€ 45,06):
nasconde, scolpisce e illumina, 4
rimodellando i volumi. 2. Dior
Vernis 848 Skyline (€ 25,61) fa
parte di una palette di cinque
nuances di marrone rielaborate in
mezzi toni. 3. Dior Addict Lipstick
927 Sophisticated (€ 35,84)
accende le labbra di un marrone
ramato ammaliante. 4. Nella stessa
nuance del rossetto, Dior Addict
Ultra-Gloss 929 Scandalous
(€ 30,64), un velo di colore lucido
e metallico insieme.

PETER PHILIPS, direttore della creazio-


ne e dell’immagine del make up Dior.
«La collezione Skyline fa eco alla Tour Eif-
fel, capolavoro architettonico di solidità e
trasparenza che attira su di sé tutti gli sguar-
di». Un inno ai colori autunnali di Parigi,
scolpendo il viso con prodotti che esplora-
no le tecniche del contouring e dello stro-
bing. «Ogni donna può diventare la per-
fetta make up artist di se stessa perché
queste sono formule che creano un risul-
tato perfetto senza bisogno di specifiche
abilità, pensate proprio per il rituale quo-
5. In edizione limitata, la tidiano», dice Philips. Vedi lo stick
palette 5 Couleurs Skyline Diorblush Light & Contour: lo scuro sca-
806 Capital of Light
(€ 59,54), che ripropone va i tratti, il chiaro illumina e riempie. Tut-
il design a reticolo della Tour to in solo prodotto. Il risultato è un gioco
Eiffel. Una sofisticata di luci e ombre tra beige glacé, marroni
armonia di prugna, beige porpora, rosa ramati: gli stessi colori che si
tortora e marron glacé da ritrovano anche nella collezione prêt-à-
contrastare con il rosa
e il bianco per intensificare porter Dior dell’autunno-inverno. Da co-
lo sguardo. A destra, piare dal look di sfilata, la bocca: perfetta,
Peter Philips al lavoro su magnetica e audace in un intenso marrone-
una modella. prugna che vira al nero.

292
GR A ZI A• BELLEZZ A

IN CONTEMPORANEA CON
LA COLLEZIONE MODA, ESCE UN
LOOK INTRIGANTE E SOFISTICATO
GIOCATO SU OMBRETTI
LUMINESCENTI E UN DUO TUTTO
COLORE. PER LABBRA DA STAR

TOM FORD, creatore di Tom


Ford Beauty.
Lo stilista, architetto, designer e
1. e 2. Protagonista
regista texano è anche l’autore della Seasonal
della collezione trucco che porta Color Collection
il suo nome. Il look ha sfilato da AI16 Tom Ford, Lip
poco a New York durante la pre- Contour Duo
sentazione “see now-buy now” (€ 50) nelle
tonalità sexy
(“vedi ora, compra ora”) della Secret Escort e
collezione moda autunno-inver- Dream Obscene:
no 2016/2017 tra dettagli fetish, presenta un Lip
1
accessori scultura, linee affusola- Shaper a matita
te e lusso evocativo. Dice Tom che definisce e un
Lip Color in stick
Ford: «Questa collezione trucco per colorare le
è un tripudio di tonalità neutre labbra. In otto
e sensuali, complemento ideale tonalità provocanti.
alla mia visione della stagione». 2
3. Cream Color for
Tutte le modelle sono state truc- Eyes Pink Haze
(€ 45) è un
cate con l’ombretto in crema ombretto in crema
nelle tonalità champagne e quar- ultra pigmentato
zo rosato. Sulle labbra, sfumatu- che rimane sempre
re rosa nude appena percettibili perfetto senza
grazie al Lip Contour Duo: ma- sbavature (il look è
in vendita in
tita modellante per definire il esclusiva nelle
contorno più rossetto morbido boutique Tom
a copertura totale. Ford, da
La Rinascente
Duomo e da
Mazzolari Galleria
San Babila).
3

293
GR A ZI A• ICONE BE AU T Y

Georgia May Jagger


Mar zia Nicolini

A
DI

nni 24, una bellezza per niente scontata e dice Georgia May. Immancabili nella sua playlist le hit del
due genitori superfamosi come il leader dei chitarrista Jimi Hendrix: «Il mio preferito».
Rolling Stones Mick Jagger e l’ex modella
Jerry Hall. Georgia May Jagger, passaporto
britannico, appartiene alla generazione del-
5 PICCOLI SEGRETI DI BELLEZZA. Il suo must è l’olio di
cocco in stick. «Lo uso per tutto: lucidare le palpebre,
sulle labbra, per lenire la pelle secca». Altri suggerimenti:
le nuove top model e, nonostante il celebre cognome, è una «Bere tanta acqua, dormire il più possibile e assumere vita-
ragazza che ama camminare sulle sue gambe. Nuovo vol- mina C tutti i giorni».
to del profumo Angel Muse di Mugler (vedi nella pagina
accanto), mentre scriviamo è a quota 805mila followers su
Instagram. Non tanti, ma a differenza di molte altre sue
6 IL RUOLO DI MUSA. Georgia è il volto di Angel di Mu-
gler dal 2015 e ora anche della nuova eau de parfum
Angel Muse, nella campagna firmata dal regista e fotogra-
colleghe, Georgia May non impazzisce per i social e il suo fo norvegese Sølve Sundsbø ambientata in un cosmo da
profilo Instagram conta, oltre ai selfie, molte foto ispira- sogno tra galassie luminose. Si tratta del primo “vetiver
zionali, copertine di album, animali (adora i cani), ritratti gourmand” nel mondo delle fragranze femminili: tra l’ap-
di amici e famiglia. Sarà il suo modo di fare anticonformi- petitoso e il magnetico. Piccola curiosità: anche sua madre
sta, sarà la scelta di mostrarsi spesso struccata e in tuta: di è stata testimonial di Angel negli Anni 90.
fatto, è diventata un’icona per i Millenial. Ed ecco perché
ha già conquistato il ruolo di musa. 7 LA SOMIGLIANZA CON BRIGITTE BARDOT. In molti le
hanno fatto notare la somiglianza con Brigitte Bardot

1 BUON GENE NON MENTE. Georgia May è la terza figlia


di Mick Jagger e Jerry Hall. Ha tre fratelli (Elizabeth,James
e Gabriel) e tre fratellastri da parte del padre (Karis, Jade
per via della lunga chioma bionda e delle labbra carnose e
imbronciate. La modella britannica sembra aver apprez-
zato il paragone e spesso sui set gioca con i fotografi rifa-
e Lucas). In diverse occasioni ha dichiarato di amare la sua cendosi alle pose dell’attrice-icona francese.
famiglia allargata, anche se poco “normale”.

2 SEGNI PARTICOLARI. Alta un metro e 70, grandi occhi


verdi, labbra carnose (vedi quelle di papà Mick), pelle
8 SOGNI NEL CASSETTO. Oltre a continuare a fare la
modella, in futuro Georgia vorrebbe anche provare a
disegnare abiti. «Mi piacerebbe creare una mia linea: qual-
di porcellana, Georgia non si è mai voluta far correggere cosa di piccolo, ma molto personale», ha confessato.
il diastema che le divide gli incisivi. «Mi sono sempre ri-
fiutata di mettere l’apparecchio: odio l’idea che dobbiamo
tutti avere lo stesso perfetto sorriso all’americana. Sono
9 VIVA LA MAMMA. La madre Jerry Hall è la sua prima
confidente. Non solo: è lei che, sul lavoro, le dà i mi-
gliori consigli. «Mia madre mi ha insegnato tutto di moda,
affezionata ai miei denti “vecchio stile”. E non m’importa a partire da come individuare i capi che più mi donano.
delle critiche», ha dichiarato. Mi ha sempre incitato a sviluppare un mio stile. E, soprat-

3 FASCINO BIONDO. Come mamma Jerry, anche lei è


una bionda naturale, che ha sempre avuto i capelli lun-
tutto, a divertirmi facendo questo lavoro, senza prendermi
troppo sul serio. Cerco di non scordarlo mai».

10
Foto ENZO TRUOCCOLO

ghi, preferibilmente sciolti sulle spalle in morbide onde. DIFETTI. Trova i suoi capelli troppo secchi. «A volte
Però, dato che può permettersi tutto, ha anche sperimen- mi sveglio con una chioma orribile», ha dichiarato in
tato chiome di diversi colori: dal lampone e viola punk diverse interviste. Inoltre, da ragazza, Georgia May odiava
alle ciocche arcobaleno. la sua carnagione chiara. Adesso, però, ha fatto pace con la

4 PASSIONI MUSICALI. «Non conosco molto le band del


momento, ma vado pazza per il rock Anni 60-70»,
tintarella di luna. Anzi, evita di esporsi troppo al sole e di
pasticciare con gli autoabbronzanti. n

294
A sinistra, un primo piano di Georgia, che evidenzia
la somiglianza con il padre Mick Jagger. Sopra, durante
gli scatti per la campagna della nuova fragranza
Angel Muse di Mugler, di cui è testimonial.

Dopo il mito di Angel,


prima fragranza
gourmand nel mondo
della profumeria,
Mugler firma Angel
Muse (da euro
64,50), continuando
a stimolare l’appetito
olfattivo con una
fragranza golosa e
luminosa, per niente
stucchevole. Il “naso”
Quentin Bisch ha
siglato un originale
accordo di crema di
nocciola e vetiver,
nota caratteristica dei
bouquet maschili,
creando un mix inedito:
vibrante e vellutato,
delicato e di carattere
allo stesso tempo.
Anche il flacone è di
rottura: un frammento
cosmico, cinto da un
anello ellittico e con
un cuore di cristallo che
custodisce il jus e
porta l’impronta della
stella, da sempre
simbolo di Angel. (S.B.)

295
GR A ZI A• BE AU T Y
Spe zi
di Pa o l a

1
I TRUCCHI DI MISS AMERICA
Con una laurea in Chimica e il titolo
di Miss America conquistato nel 1992,
Doris Dalton ha fondato il marchio
Doll 10: una linea di prodotti make up
che promette di ringiovanire il viso di 10
2
CIGLIA AL TOP Il marchio che ha
creato il primo mascara in tubetto
anni in 10 minuti. In alto, il kit composto della storia non si smentisce:
da due fard e un illuminante per Helena Rubinstein Lash Queen
ravvivare il colorito (€ 41,40, qvc.it). Wonder Blacks è un mascara-gioiello
che volumizza le ciglia rivestendole
di un brillante nero inchiostro.
In più, se ne prende cura con
pro-keratina e ceramide R, due tra
gli ingredienti ristrutturanti
più efficaci per i capelli (€ 32,50).

3
RITOCCO EXPRESS
Perfetto per prepararsi
R DA
GUAUST
I M A SU:
EZZ
BE L
L
.it
a
Grazi
a un happy hour o a

4 5
una cena, dopo una
giornata di lavoro:
Renew di Deborah
Milano è un siero-gel
trasparente che
IL FILLER PER CAPELLI DOPPIA AZIONE ANTIETÀ
si applica sulle ciglia già
truccate per renderle Acido ialuronico e acido Un siero hi-tech
morbidi e flessibili, lattico: sono gli e preziosi oli da
pronte a una nuova ingredienti che Bottega miscelare prima
passata di mascara. Verde ha utilizzato nel dell’uso.
Sulle ciglia struccate, Fluido Istantaneo Per rinforzare la
invece, funziona da Rimpolpante barriera protettiva
trattamento protettivo per cambiare subito della pelle e
e idratante (€ 10, l’aspetto dei capelli contrastare i segni
edizione limitata). stressati. Come del tempo: Avon
un’iniezione di lucentezza Dual Elixir Anew
e corposità. Dopo Ultimate Supreme
lo shampoo (€ 14,99). (€ 30, avon.it).

296
YvesRocherItalia
GR A ZI A• BE AU T Y

DI
WE LOVE IT
Paola Spezi

Il siero su misura
Sul flaconcino l’etichetta da antica farmacia riporta il tuo nome e gli ingredienti che servono per preparare la tua ricetta.
Foto ENZO TRUOCCOLO

Ovvero il siero più giusto per te, prescritto dai consulenti Kiehl’s dopo aver analizzato bisogni e problematiche della pelle.
Apothecary Preparations è l’ultima novità del marchio nato 165 anni fa a New York. Tre le formule da mixare a casa,
al momento della prima applicazione: un concentrato rinforzante per la barriera cutanea e due Booster su misura, selezionati
tra l’Anti-rughe, il Levigante, l’Anti-Rossore, l’Illuminante e il Pori Minimizzati. Solo nelle boutique di via Dante
e La Rinascente Piazza Duomo a Milano; via Roma a Torino; via del Corso a Firenze; via del Babuino a Roma (95 euro).
298
IL GESTO
ASSOLUTO
EYES-ABSOLUTE®
TRATTAMENTO OCCHI ANTI-ETÀ SUPREMO
FORMULA 6 IN 1 - CRIOTECNOLOGIA

RISULTATI VISIBILI(1) :

83% CONTORNO LEVIGATO


67% PALPEBRE RISOLLEVATE
73% OCCHIAIE SCHIARITE
73% BORSE DECONGESTIONATE(2)
70% EFFETTO LUMINOSITÀ
52% CIGLIA PIÙ FOLTE E FORTI(3)

I L P R I M O L A B O R AT O R I O F R A N C E S E D I M E D I C I N A E S T E T I C A
(4)

Percentuali risposte positive ai test di autovalutazione: (1)Risultati a 28 giorni - 30 soggetti; (2)Risultati a 56 giorni - 30 soggetti; (3)Valutato da chi ha ciglia rade. (4)Fondato nel 1978.
GR A ZIA• PER

PERCHÉ
LA TUA ETÀ
VALE ORO?
CON QUESTA DOMANDA È PARTITO IL CONCORSO CHE HA MESSO IN PALIO
UN WEEK END DA SOGNO A VENEZIA E HA SCATENATO QUASI 500 RISPOSTE!

C’è una nuova generazione di donne


con più di 50 anni incredibilmente
attive e consapevoli. Donne che
accettano la loro età, ma vogliono
sentirsi femminili e vivere appieno
ogni momento. Per loro è nata la
linea Age Perfect Golden Age, che
esalta il colorito roseo naturale della
pelle. Per loro Grazia e L’Oréal hanno
organizzato il concorso “La mia età
vale oro”, che ha premiato la vincitrice
con un week end alla 73a Mostra
Cinematografica di Venezia.

RIFIORIRE, OGNI GIORNO


COLORITO NATURALMENTE ROSEO,
PELLE COMPATTA E RADIOSA
LA RISPOSTA
È un dato di fatto: la pelle matura è più fragile,
si assottiglia e perde la sua naturale funzione di barriera,
CHE HA VINTO VENEZIA
con conseguenti cedimenti e alterazione del colorito. LA MIA ETÀ VALE ORO PERCHÉ...
La formula di Age Perfect Golden Age si adatta perfettamente
alle esigenze della pelle a questa età, combinando ingredienti
PERCHÉ LA VITA
esclusivi come il Pro-Calcium, dalle proprietà fortificanti È UN FILM EMOZIONANTE
per ridonare sostanza alla pelle, e i polifenoli di peonia per E ORA MI SENTO
ridonare alla pelle il colorito sano e roseo della giovinezza. PIÙ CHE MAI
PROTAGONISTA_Rosalba
ACUTE, CREATIVE,
SPIRITOSE, EMOZIONANTI.
SONO COSÌ LE RISPOSTE
CHE CI AVETE MANDATO
CON ENTUSIASMO DA
TUTTA ITALIA, GRAZIE!

LA MIA ETÀ VALE


PERCHÉ LA MIA ORO PERCHÉ
PERSONA DEVE GLI ANNI MI HANNO
RISPECCHIARE LA GIOIA VESTITA DI LUCE.
E LA RADIOSITÀ _Franca
CHE PORTO
NEL CUORE. _Giorgina

PERCHÉ SONO
PERCHÉ DOPO IN PENSIONE
AVER RAGGIUNTO DA POCO, HO MOLTI
LE METE INTERESSI E STO
CHE MI ERO VIVENDO
“La nostra età PREFISSATA ORA... AL MASSIMO
è una potenzialità! HO VOGLIA _Maria Rosa
DI RICOMINCIARE.
Diventare più consapevoli, _Maria
acquisire fiducia in noi
stesse e soprattutto
PERCHÉ A 50 ANNI
prendersi cura di sé” HO RISCOPERTO
Jane Fonda QUANTO SIA IMPORTANTE
PERCHÉ PRENDERMI CURA DI ME
HO IMPARATO STESSA._Felicita
AD ESSERE
ME STESSA. _Cinzia

LA MIA ETÀ VALE ORO


PERCHÉ HO LA PERCHE’ HO PIÙ
CONSAPEVOLEZZA FIDUCIA IN ME STESSA
PERCHÈ È E LA MATURITÀ CHE E NEL TEMPO
UNA MINIERA MI RENDONO TROPPO CHE VERRÀ!!!_Carmen
DI SOGNI, AFFASCINANTE!_Aly
DI ESPERIENZE
E VITA VISSUTA PERCHÉ SEI
E DA VIVERE PIÙ CONSAPEVOLE
ANCORA!!!_Rosa DI QUELLO CHE VUOI
DALLA VITA E AFFRONTI
LA VITA CON PIÙ SERENITÀ
E GIOIA DI VIVERE. _Francesca PERCHÉ SE DENTRO E FUORI RIMANI
GIOVANE GLI ANNI NON PASSANO MAI,
SI INTEGRANO. _Marina

PERCHE’ OGNI GIORNO SOGNO CHE MI CAPITI


QUALCOSA DI BELLO _Anna Pina

L’autrice ha vinto un week end da sogno per due persone alla Mostra del
Cinema di Venezia. “Il red carpet mi ha confermato che dovremmo imparare
da certe affascinanti dive over 50” dice la vincitrice, “perché un aspetto curato
e luminoso è il primo passo per piacersi e sentirsi più sicure, come ho avuto
modo di riscontrare anche nel mio lavoro di psicoterapeuta psicoanalista”.
GR A ZI A•

Cult cult cultura


Anna Di
Prospero,
Autoritratto
con mia
madre, 2011

ARTE
LE GRANDI FOTOGRAFE ITALIANE, INSTALLAZIONI METAFISICHE E I TALENTI
DELL’ARCHITETTURA: A MILANO ARRIVANO TRE MOSTRE DA NON PERDERE

LE SORPRESE
F otografia, ma non solo. Anche architettura, arti vi-
sive, design. Alla Triennale di Milano è in arrivo un
autunno di grandi mostre.
un’intervista esclusiva a una fotografa e una sequenza
delle sue opere.
Con Maybe Metaf isica è invece la suggestiva architet-
Primo appuntamento, tutto al femminile, L’Altro Sguar- tura del Palazzo dell’Arte, sede della Triennale, la pro-
do. Fotografe italiane 1965-2015. Frutto della nuova tagonista assoluta. Per la sua prima personale in un’i-
partnership con il MuFoCo, il Museo di Fotografia stituzione italiana, l’artista francese Marc Camille
Contemporanea di Cinisello Balsamo, propone circa Chaimowicz crea un inedito dialogo tra gli spazi del
150 scatti, provenienti dalla Collezione Donata Pizzi, museo e l’opera del metafisico Giorgio de Chirico, con
che costituiscono una testimonianza unica del ruolo di installazioni che si richiamano alle atmosfere malinco-
artiste come le pioniere Paola Agosti, Letizia Battaglia, niche e sospese tipiche del pittore italiano.
Lisetta Carmi, Carla Cerati, Paola Mattioli, solo per L’evoluzione dell’architettura contemporanea è raccon-
citarne alcune, fino alle generazioni emergenti: Anna tata invece da Made in Europe 1988-2013. Dedicata al
Di Prospero, Alessandra Spranzi, Silvia Camporesi. prestigioso premio di architettura Mies van der Rohe,
Completa l’esposizione l’installazione multimediale giunto alla 14ª edizione, mostra una selezione di 150
Parlando con voi: 30 schermi ognuno dei quali con modelli e una sequenza di proposte. n
TRIENNALE DI MILANO ( TRIENNALE.ORG ): L’ALTRO SGUARDO, FOTOGRAFE ITALIANE 1965-2015 , 5 OTTOBRE – 8 GENNAIO 2017;
MADE IN EUROPE 1988-2013 ,13 OTTOBRE – 8 GENNAIO 2017; MAYBE METAFISICA , 14 OTTOBRE – 8 GENNAIO 2017.
303
GR A ZI A• CULT

La popstar
canadese
Shawn
Mendes,
18 anni.

MUSICA
DA SHAWN
CON LE SUE CANZONI D’AMORE IL 18ENNE SHAWN MENDES HA CONQUISTATO MILIONI DI FAN. E
ORA CHE ESCE IL NUOVO ALBUM, AVVERTE: «VI STUPIRÒ CON LA MIA MATURITÀ» DI Diego Perugini

Un vero e proprio ragazzo prodigio, nato sul web dirette, brani semplici e una scrittura già sicura, come
e diventato a soli 18 anni una star internazionale. nell’album bestseller Handwritten. E ora esce il nuovo
Amatissimo dalle teenager (ma non solo), la popstar lavoro, Illuminate, più maturo: «I miei fan saranno
canadese Shawn Mendes vanta numeri da record an- sorpresi dalla profondità dei testi», spiega lui.
che sui social: quasi 5 milioni di follower su Facebook, Si parlerà tanto d’amore, anche se Shawn mette al
7 e mezzo su Twitter e oltre 13 su Instagram. Tanto primo posto la musica. In un brano, Patience, racconta
che la rivista americana Time l’ha inserito nella lista di un’avventura con una ragazza più grande: «Ma la
dei giovani più influenti al mondo. mattina dopo lei era spaventata dalla mia giovane età».
È di sicuro un fenomeno questo adolescente dalla Il tutto esaurito è garantito per l’unico show italiano,
faccia pulita e dal look casual, che canta di storie il 6 maggio 2017 al Mediolanum Forum d’Assago.
quotidiane e palpiti del cuore. Voce calda, melodie ILLUMINATE, SHAWN MENDES (UNIVERSAL), DAL 23 SETTEMBRE

FUMETTI
DYLAN DOG, 30 ANNI DI BRIVIDI
Il nome lo ha preso dal poeta Dylan Thomas, il volto
dall’attore Rupert Everett, e da sempre veste solo jeans
e camicia rossa. Dylan Dog, “indagatore dell’incubo”
e cacciatore di zombie, killer e altre orribili creature,
compie 30 anni (nella foto, una tavola del numero
in uscita il 26 settembre). Creato da Tiziano Sclavi e
Angelo Stano, il fumetto all’inizio fu un flop. Ma grazie
Foto GETTY IMAGES

all’editore Sergio Bonelli sarebbe diventato, negli Anni


90, un fenomeno di culto. Ora Dylan Dog festeggia il
suo compleanno con due numeri speciali, una mostra
celebrativa e il Dylan Dog Horror Day, a Milano. (E.C.)
DYLAN DOG HORROR DAY, MILANO, 26 SETTEMBRE, INFO
WWW.SERGIOBONELLI.IT, #DYD30
304
Perché noi
amiamo le scarpe .

al paio

24.90
1 142 320

deichmann.com
GR A ZI A• CULT
LIBRI

LE SCELTE
LA MAGIA SUDAMERICANA, SHAKESPEARE A BALTIMORA, UNO SCRITTORE ALLO SPECCHIO,
INCONTRI E OMBRE: CINQUE ROMANZI CHE PARLANO DI VITE STRAORDINARIE
di Valeria Parrella

Generazionale Biografico Esistenziale


❤❤❤ ❤❤❤❤ ❤❤❤
L’hanno definita la nuova Un romanzo strepitoso, Bella storia di come si
promessa della Teatrale che sa di altri scrittori Appassionante invecchia nella vecchia
letteratura brasiliana. Di ❤❤❤ nordamericani: porta in ❤❤❤ America. Bella perché
questo libro hanno Prosegue per i 400 sé l’ambizione sociale di L’autore è giovane, bello, Cathleen Schine
scritto che è uno dei anni dalla morte di Francis Scott Fitzgerald e ha un curriculum è brava, e perché riesce
migliori dell’anno ed è in William Shakespeare, la e la realtà aberrante di di tutto rispetto: attore a tratteggiare con
corso di traduzione in più collana di Rizzoli per Charles Bukowski. Nel e cantante, ha debuttato verosimiglianza il
di dieci Paesi, senza ospitare le riscritture paesaggio di una New a Broadway, dove vive. passaggio esistenziale di
contare che ne sono stati di grandi opere del Bardo York Anni 60 scorre una Quando è uscito il suo Joy: curatrice di un
già acquistati i diritti fatte dalla penna Cadillac decappottabile primo libro, questo, museo, madre di due figli
cinematografici per un dei più grandi scrittori guidata da un è subito schizzato tra i adulti e vaccinati,
film. E c’è qualcosa contemporanei. Qui improbabile autista: lo primi dieci titoli della matriarca formidabile
che i lettori che amano la Una ragazza intrattabile scrittore stesso, reduce classifica del New York del clan dei Bergman,
letteratura sudamericana di Anne Tyler è la da cinque anni di corsi Times. La lingua è che all’improvviso si trova
riconosceranno rivisitazione in chiave di letteratura a Berkeley, semplicissima, la storia vedova, e vede baluginare
chiaramente, un rumore moderna della Bisbetica rientrato a casa dei un po’ melò: in Italia in lontananza il pensiero
di fondo che abbiamo domata. Ambientata a suoi a Manhattan, senza si direbbe un romanzo della morte. Elegante,
chiamato “realismo Baltimora, negli Stati un’idea di che cosa fare “young adult”, senza pieno di verve, il romanzo
magico”. Questa è la Uniti, ha per protagonista fuorché scrivere. Ispirato che i giovani lettori ne sottolinea una nuova
storia di Eurídice e Kate Battista, giovane alla vicenda coniugale abbiano colpa. Anna linea d’ombra nella
Guida, da quand’erano donna di 29 anni che si dell’autore, Leonard incontra l’uomo delle vita di tutti, che viene
giovani, mentre a Rio vi sente “intrappolata” Michaels, e della rondini a sette anni, in raccontata dalla
erano cadaveri impilati nella cura famigliare sua prima moglie morta piena Seconda guerra letteratura molto
per le strade a causa di un padre, scienziato suicida, è un bell’esempio mondiale, al centro meno di frequente
dell’epidemia di febbre rinchiuso nel suo di come l’autofiction dell’Europa devastata. di quella dell’altro
spagnola, fino a quando laboratorio 24 ore al sia una cosa che puzza E inizia con lui un lungo passaggio generazionale
diventeranno nonne. giorno, e di una sorella, del proprio ombelico solo viaggio. fondamentale, cioè
vegetariana intransigente. in Italia. l’adolescenza.
MARTHE BATALHA, GAVRIEL SAVIT,
EURIDICE GUSMAO ANNA E L’UOMO DELLE CATHLEEN SCHINE,
ANNE TYLER, LEONARD
CHE SOGNAVA RONDINI LE COSE CAMBIANO
UNA RAGAZZA MICHAELS,
LA RIVOLUZIONE Sperling & Kupfer, Mondadori,
INTRATTABILE SYLVIA Adelphi,
Feltrinelli, pag. 200, pag. 130, € 16 pag. 240, € 17,90 pag. 296, € 19,50
€ 16 Rizzoli, pag. 204,
€ 19,50

❤ trascurabile ❤❤ passabile ❤❤❤ amabile ❤❤❤❤ formidabile ❤❤❤❤❤ irrinunciabile

306
primadonnacollection.com FW 2016-17
SHOES - BAGS - ACCESSORIES
GR A ZI A• CULT
MOSTRE
A ROMA

DALLE MAIOLICHE PORTOGHESI ALLE


INSTALLAZIONI MULTIMEDIALI: ALLA GALLERIA
GAGOSIAN VANNO IN SCENA LE OPERE DI
ADRIANA VAREJÃO CHE HANNO IN COMUNE IL
SUO AMORE PER UN COLORE

T ele sventrate, ispirate al Barocco e alla tradizione degli


azulejos, le maioliche coloratissime che fanno parte
della cultura del Portogallo. Sono questi i temi al centro
delle opere di Adriana Varejão, 52 anni, una delle artiste
brasiliane più interessanti, che sta per arrivare a Roma
alla Galleria Gagosian.
Qui saranno esposte le interpretazioni degli azulejos
che Varejão riproduce su grande scala. I lavori in mostra,
concepiti per l’occasione, sono i più grandi che l’artista
abbia finora realizzato e raggiungono i 180 centimetri
per lato. Sono tele ricoperte da uno spesso strato di
gesso, che seccandosi produce crepe e fessure. Sopra
Varejão dipinge teste di angeli, rose, conchiglie usando
solo il blu. In mostra ci sarà anche un’unica scultura e,
dal 29 settembre al 2 ottobre, l’Accademia di Francia a
Sopra, una testa d’angelo al contrario è l’opera To be Titled, Roma ospiterà la videoinstallazione Transbarroco, opera
dell’artista brasiliana Adriana Varejão.
multimediale dell’autrice.
ADRIANA VAREJÃO, AZULEJÃO, ALLA GALLERIA
GAGOSIAN DI ROMA DAL PRIMO OTTOBRE AL 10

DANZA DICEMBRE ( GAGOSIAN.COM )

DUE CITTÀ SULLE PUNTE


Un tuffo tra musica, arte, teatro e danza d’avanguardia. La 31ª edizione del Romaeuropa Festival, dal
titolo Portati Altrove, sta per animare 20 spazi della Capitale con 524 artisti e 34 compagnie. La
rassegna durerà fino al 3 dicembre: da vedere lo spettacolo di Hofesh Shechter, con Barbarians, e le
performance di Cinématique - Les Subsistances con scenografie multimediali. A Milano dal 30 settembre

Foto VICENTE DE MELLO/COURTESY GAGOSIAN GALLERY, ADRIEN MONDOT


al 16 ottobre è, invece, di scena il festival MilanOltre, con incontri e masterclass di ballo per giovani
talenti. Tra le compagnie protagoniste quella di Marie Chouinard che è stata appena nominata direttrice
della Biennale di Venezia Danza. (L.S.)
ROMAEUROPA FESTIVAL, ROMA IN DIVERSE LOCATION, FINO AL 3 DICEMBRE (ROMAEUROPA.NET).
MILANOLTRE , MILANO AL TEATRO ELFO PUCCINI, DAL 30 SETTEMBRE AL 16 OTTOBRE (MILANOLTRE.ORG).

Una scena di
Cinématique - Les
Subsistances. E, a
sinistra, una
coreografia di
Marie Chouinard.

308
GR A ZI A• CULT L’ESOR
DIENTE

TRADIMENTO
UNA FAMIGLIA VA IN PEZZI E UNA SCRITTRICE
ANTEPRIMA
RIVELAZIONE, JULIA PIERPONT, RACCONTA LA CRISI DA
OGNI PUNTO DI VISTA DI Elisabetta Colangelo
Una famiglia newyorkese dell’Upper West Side - lui artista, lei
ex ballerina, con due figli di 11 e 15 anni - va in frantumi
quando l’amante di lui spedisce a casa una scatola contenente
le centinaia di lettere erotiche scambiate tra loro. Il pacco, per di
più, finisce in mano ai figli. Il matrimonio termina e i ragazzi
crescono con la madre. Il padre cambia città e la storia procede a
sbalzi fino alla vecchiaia e alla morte dei personaggi.
Tra le infinite cose, nato dalla penna della 28enne newyorkese
Julia Pierpont, durante un master di scrittura con Jonathan
Safran Foer, l’autore di Molto forte, incredibilmente vicino e del
12 MESI IN DIFESA
recentissimo Eccomi, negli Stati Uniti è stato un caso letterario DELLA TERRA
e ora è arrivato in Italia, tradotto da Mondadori. «Noi siamo ciò che abitiamo», dice
Tra tanti temi, perché ha scelto proprio il tradimento? a Grazia Francesca Lavazza
«Mi interessava raccontare una crisi familiare vista dalla (nella foto), presentando in
prospettiva di ogni personaggio: il marito, la moglie, i figli, gli anteprima il Calendario Lavazza
amici. Il tradimento è sempre affascinante, offre molti spunti». 2017. «E questo è più vero per le
E che cosa ha imparato lavorando con Safran Foer? popolazioni per le quali il rispetto
«Soprattutto a superare le delusioni, che per uno scrittore sono della propria terra è l’unico modo
inevitabili. E a non mollare». per garantirsi la sopravvivenza».
Lei è troppo giovane per aver sperimentato quello di cui scrive, L’edizione 2017 è il terzo capitolo
eppure la critica l’ha premiata per la sua capacità di del progetto, realizzato in
immedesimazione. Come ci è riuscita? collaborazione con Slow Food,
«Ho lavorato sui miei sentimenti, immaginando come mi sarei con cui il Calendario Lavazza
sentita al posto dei personaggi. Ed è proprio per questo che amo celebra i Difensori della Terra
scrivere. Mi permette di vivere le vite che non ho». e il loro rapporto simbiotico con
JULIA PIERPONT, TRA LE INFINITE COSE, MONDADORI, PAGINE 285, E 19. l’ambiente. Quest’anno il
calendario mostra 12 scatti del
fotografo francese Denis Rouvre,
che a ogni viso ha affiancato un
paesaggio del Sud Est asiatico:
dall’India al Laos, dal Vietnam allo
Sri Lanka. «È il capitolo più
simbolico e misterioso», continua
Lavazza. «Si propone di raccontare
come i Difensori della Terra, con la
propria dedizione, permettono
di migliorare le condizioni di vita
La scrittrice delle comunità locali contrastando
americana le minacce dei cambiamenti
Julia Pierpont, climatici. Abbiamo incontrato
28 anni.
persone con un’energia
Foto LEONARDO CENDAMO / LUZ

straordinaria che abbiamo


supportato negli studi e che hanno
avviato piccole imprese».
IL CALENDARIO LAVAZZA SARÀ
IN MOSTRA DURANTE IL SALONE
DEL GUSTO DI TORINO,
FINO AL 26 SETTEMBRE;
CALENDAR2017.LAVAZZA.COM

310
La faccia golosa delle vitamine.

NEW

Benegum gusto Junior è una linea di caramelle morbide e gustose che abbinano
alla bontà la funzionalità delle vitamine. Completano la linea:
l’integratore di vitamine, in morbide gelée con 9 vitamine, ideale nei casi di
aumentato fabbisogno fisiologico
il nuovo integratore di Vitamina C e Ferro, in deliziose gommose al gusto frutta.
La vitamina C e il ferro aiutano il regolare funzionamento del sistema immunitario.
I N FA R M A C I A Bene, Buoni,
GR A ZI A• X X X X X X X X X X

312
GR A ZI A• V I AG GIO

LE RAGAZZE PIÙ CREATIVE D’ORIENTE, I LOCALI DOVE BALLARE CON


I ROBOT O PRENDERE UN TÈ IN COMPAGNIA DI UN GATTO. MA
ANCHE I TEMPLI NASCOSTI NEI BOSCHI ALL’OMBRA DEI GRATTACIELI
E I NEGOZI DOVE FANNO SHOPPING LE ROCKSTAR. LA METROPOLI
GIAPPONESE HA UNA SORPRESA IN OGNI ANGOLO E QUESTI SONO
GLI INDIRIZZI DI UN GIORNALISTA A CACCIA DI NUOVE TENDENZE

P
er capire Tokyo e non perdermi niente di quel-
lo che la rende unica ho deciso di partire da un
punto d’osservazione molto speciale: il New
York Bar al 52° piano dell’hotel Pak Hyatt
SOPRA, ILDO Shinjuku (3-7-1-2 Nishi Shinjuku). Una scelta sugge-
DAMIANO DI GRAZIA,
IN UNA VIA DI TOKYO. rita dal cinema: qui infatti è stato girato uno dei più
A SINISTRA, LO famosi film di Sofia Coppola, Lost in Traslation con
SKYLINE DELLA CITTÀ Scarlett Johansson e Bill Murray. E qui naturalmente
CON VISTA SULLA
TOKYO TOWER, si può godere di una vista a 360 gradi su tutta la città,
LA TORRE DELLE dopo essere accolti da un plotone di ragazze che, appa-
COMUNICAZIONI. rentemente identiche nei loro tailleur neri, ti accompa-
gnano al tavolo.
Davanti a un drink e allo skyline che va dalla Torre
delle comunicazioni alla baia, ho appuntamento con
Nicola Formichetti, il direttore artistico del marchio
Foto FOTOGRAFO FOTOGRAFO

Diesel che conosce molto bene la città e mi ha dato gli


indirizzi più divertenti. Figlio di un pilota romano e di
una hostess giapponese, Nicola è cresciuto nella patria
dei manga e delle geishe. Tutto questo ha alimentato la
sua creatività e una carriera che lo ha visto anche auto-
re dei look di Lady Gaga. Attualmente si divide tra New
York, il Veneto e Tokyo dove sono stati appunto festeg-

313
GR A ZI A• V I AG GIO

QUI SOTTO, IL LOOK DI ALCUNE RAGAZZE. SOPRA, LA BAIA giati i 30 anni di Diesel in Giappone (vedi anche a
DI TOKYO E IL RAINBOW BRIDGE. IN ALTO, A DESTRA, pagina 331). Per l’occasione è stata organizzata una
ALCUNI DEI PIATTI CHE SI ASSAGGIANO AL RISTORANTE
KOJYU NEL QUARTIERE DI GINZA.
mostra di capi icona della maison, una sfilata e un
party in un locale super esclusivo: il Seacret, fre-
quentato dalla gente più glam in città.
Ma se volete scoprire lo street style direttamente
dai giovanissimi giapponesi, la cosa migliore da
fare è un giro nella zona di Harajuku, famosa per
le “Harajuku girls”, le ragazze dallo stile eccentrico
che mischiano abiti tradizionali a pezzi di grandi
stilisti. Non a caso a loro è anche dedicata una fa-
mosa canzone di Gwen Stefani.
Non lontano da qui si trova il quartiere di Akiha-
bara, meglio conosciuto come Electric Town, che
tutti chiamano, abbreviando, Akiba. Qui si può
comprare tutta la tecnologia più avanzata e parte-
cipare a una delle attrazioni più frequentate in
città: i Robot Bar. In questi locali, in un’atmosfera
psichedelica fatta di arredi fluo e luci coloratissime,
ballerini e ballerine partecipano a coreografie dove
i robot sono protagonisti. Stessa atmosfera surrea-
le si respira al Sanrio Puroland, il parco diverti-
menti nella zona di Tama, dove il pubblico può
interagire con personaggi dei fumetti come My
Melody o Hello Kitty, che qui si materializzano per
animare spettacoli surreali.
Foto GETTY IMAGES

Se, invece, dopo esservi divertiti con robot e olo-


grammi cercate un po’ di tregua dalla tecnologia,
l’ideale è una tappa in un “cat cafè”, ovvero un lounge
bar frequentato anche da gatti che girano libera-
mente tra gli avventori. I “Neko cafe” (“Neko” vuol

314
CURA&BELLEZZA
DAL 22 SETTEMBRE AL 5 OTTOBRE

PROMOZIONE RISERVATA AI POSSESSORI DI CARTE FÌDATY.

Oltre 700 prodotti per la cura della persona,


cosmetica, make up, capelli, igiene corpo e viso.
Scopri tutte le offerte nei negozi Esselunga.

LA PROMOZIONE È PRESENTE NEI NEGOZI INDICATI SU


GR A ZI A• V I AG GIO

A DESTRA, IL
TEMPIO SENSOJI
NELLA ZONA DI
ASAKUSA. SOTTO,
I TIPICI GATTI CON
IL BRACCIO
ALZATO DEL
TEMPIO GOTOKUJI.

dire gatto) sono abbastanza diffusi in Giappone:


tra i più suggestivi c’è l’Hapi Neko a Shibuya (2-
28-3 Dpgenzaka/Dogenzaka Kratos Bldg. 3F):
ospita ben 16 gatti che vi gireranno intorno mentre
farete uno spuntino. Per gli appassionati di felini è
imperdibile una visita al Tempio di Gotokuji (2-
24-7 Gotokuji, Setagaya 154-0021) dedicato al
Maneki Neko, il celebre “gatto che chiama” con la
zampa alzata. È il posto giusto dove esprimere,
secondo la tradizione, un desiderio scrivendolo su
un foglio da attaccare a un albero o incidendolo su
una tavoletta.
Fare shopping a Tokyo è un esperienza unica. Se
siete appassionati di architettura, fate un giro nei
negozi di moda di Omotesando, tutti progettati da
archistar. Oppure visitate negozi vintage come Chi-
cago (6-31-21 Jingumae), dove comprare kimoni,
o Dog (3-23-3 B1 Jingumae), molto amato da La-
dy Gaga e dove trovare pezzi unici come i giubot-
ti punk Anni 80. Irrinunciabile a Tokyo una sosta
gourmande da Kojyu (Carioca Bldg., 5 Chome-4-8
Ginza): questo ristorante si trova nel cuore del
lussuoso quartiere di Ginza. Qui assaggerete i piat-
ti dello chef Toru Okuda che recupera ingredien-
ti da ricette antichissime.
E dopo pranzo, vi consiglio una gita al tempio: il
coloratissimo Sensō-ji nel distretto di Asakusa op-
pure il Meiji Jingu, il santuario simbolo della città
che è protetto da un bosco di 100 mila alberi. Qui
scoprirete una Tokyo silenziosissima, anche se traf-
Foto SIMEPHOTO

fico e grattacieli sono a pochi metri dal cancello


principale. Un mondo incantato che sfugge a chi
osserva la citta dall’alto, prendendo l’aperitivo al
52° piano del Park Hyatt. n

316
R A Z I A •
C UCINA
G

GNAM

TEMPO: 40 minuti. Per 4 persone.


PREPARAZIONE: per questo sugo ci vuole il “capuliato”, che
è fatto con pomodoro secco macinato grossolanamente,
a coltello o nel mixer. Per prima cosa mettete l’acqua della
pasta a bollire e stemperate 2 cucchiai di capuliato in 4
cucchiai di acqua calda della pasta e 6 cucchiai di olio.
PASTA LUNGA E CORTA DA Aggiungete 4 filetti di acciuga spezzettati, 150 grammi di
tonno sott’olio spezzettato, mezzo cucchiaino di origano
CONDIRE CON I SAPORI secco sbriciolato, un cucchiaio di capperi sottaceto e una
E I PROFUMI DEL SUD. manciata di foglie di basilico. Tagliate a bastoncini 8 mandorle,
QUATTRO RICETTE tostatele leggermente in padella, unitele al condimento
VELOCISSIME DOVE IL insieme con 320 grammi di mezze penne lessate, scolate ma
SUGO FA LA DIFFERENZA non troppo asciutte. Mescolate e completate con olio e
peperoncino a piacere.

ziti
passata
di pomodoro salsiccia finocchio
cavolfiore
selvatico
TUBETTI CON BROCCOLO E SALSICCIA mescolando continuamente. Nel frattempo cuocete
Sbriciolate direttamente nella padella calda 200 in acqua bollente una testa di broccolo diviso
grammi di salsiccia, aggiungete una presa di semi in cimette, scolatelo ancora croccante e unitelo alla
di finocchio e fatela rosolare nel suo stesso salsiccia con un mestolo di acqua di cottura. Fate
grasso. Scolatela, eliminate il grasso e rimettetela restringere ancora 5 minuti mentre cuocete 320
in padella con un cucchiaio di olio. Aggiungete 2 grammi di tubetti (o di ziti spezzati) nell’acqua della
cucchiai di concentrato di pomodoro (in siciliano si verdura. Scolate la pasta, ripassatela in padella
dice “stratto”) e fatelo tostare nel condimento con il sugo alla salsiccia e servite con ricotta salata.

321
GR A ZI A• CUCINA

TEMPO: 30 minuti. Per 4 persone. PREPARAZIONE: sbollentate una manciata


di finocchietto fresco nell’acqua salata per la pasta, scolatelo e strizzatelo bene,
mettetelo nel mixer con 3 cucchiai di pistacchi sgusciati, non salati, e un cucchiaio
di mandorle tritate grossolanamente. Frullate e incorporate 2 cucchiai di bottarga
prezzemolo
di muggine grattugiata al momento, 4 cucchiai di olio, un cucchiaino di scorza
di limone grattugiata, una presa di sale, pepe a piacere. Versate il pesto in una
ciotola. Se volete potete incorporare 2 cucchiai di pecorino grattugiato.
Stemperate con un mestolino di acqua di cottura del finocchietto. Cuocete 320
grammi di spaghettoni nella stessa acqua, scolateli e uniteli al condimento.
Mescolate, completate con un cucchiaio di pistacchi sminuzzati grossolanamente, gamberetti
abbondante bottarga affettata sottile, scorza di limone e un giro di olio.

pistacchi

vongole fettuccine

FETTUCCINE ALLE VONGOLE E PISTACCHI


Foto ENZO TRUOCCOLO

Aprite sul fuoco 500 grammi di vongole, sgusciatele (tranne olio e trasferitelo in una ciotola. Aggiungete le vongole
qualcuna per decorare) e filtrate l’acqua di cottura. Sgusciate con la loro acqua e i gamberetti. Cuocete 320 grammi
16 gamberetti, saltateli in padella 2 minuti con un filo di fettuccine sottili in acqua bollente salata, scolatele senza
di olio e uno spicchio di aglio che scarterete a fine cottura. asciugarle troppo e mescolatele immediatamente con il
Tritate nel mixer 3 cucchiai di pistacchi sgusciati e salati, pesto di pistacchi. Aggiungete un giro di olio crudo
30 grammi di pecorino, 30 grammi di grana, una manciatina e servite subito con pistacchi tritati grossolanamente, pepe,
di prezzemolo fresco. Stemperate il trito con 4 cucchiai di prezzemolo e le conchiglie tenute da parte.

322
INFORMAZIONE PUBBLICITARIA

PROTAGONISTA:
LA FRUTTA!
DAL 1968, MARMELLATE E CONFETTURE SANTA ROSA SONO PREPARATE
SECONDO LA MIGLIORE TRADIZIONE UTILIZZANDO SOLO FRUTTA DI
ELEVATA QUALITÀ.

Preservare la bontà originale e tutte le caratteristiche


organolettiche della frutta partendo da una materia prima
scelta e di qualità elevata è da sempre l’imperativo categorico
del marchio Santa Rosa. Assaporando uno dei tanti prodotti
si avverte subito al palato l’eccellenza della frutta impiegata,
che grazie anche ad esclusivi processi di produzione, conserva
tutte le sue proprietà organolettiche. Genuinità e naturalità
sono racchiuse nelle Classiche, con tutto il gusto della
tradizione, nelle Delizie, con la frutta prelibata per i palati
più fini, e nelle Confetture per dolci, dedicate ai più golosi.

Grande concorso Santa Rosa


La bontà ti premia!
Acquista le confetture e marmellate Santa Rosa, conserva lo scontrino di acquisto parlante, vai su
www.santarosalabontachetipremia.it segui le istruzioni e scoprirai subito se hai vinto uno dei
Tostapane Smeg 4 fette della linea 50s Style in palio ogni settimana. E più vasetti acquisti, più possibilità hai
di vincere! E con almeno due scontrini di acquisto giocati in ognuno dei 3 periodi di riferimento previsti dal
concorso partecipi alle estrazioni fedeltà che mettono in palio ciascuna 1 Minifrigo Sottotavolo Smeg!

Concorso valido dal 14/06/16 al 28/11/16. Tre periodi fedeltà dal 14/06/16 al 08/08/16 estrazione entro il 15/09/16; dal
09/08/16 al 03/10/16 estrazione entro il 31/10/16; dal 04/10/16 al 28/11/16 estrazione entro il 31/12/16. Montepremi
€ 6.300,00. I premi settimanali non sono cumulabili. Regolamento, privacy, caratteristiche premi e modalità di partecipazione
e convalida premi su www.santarosalabontachetipremia.it. Le immagini e il colore dei premi sono a titolo illustrativo
GR A ZI A• X X X X X X X X X X

La mia casa
A PARIGI C’È L’APPARTAMENTO DI UNA COPPIA CHE COLLEZIONA
ARTE, MA VUOLE ANCHE SPAZI A MISURA DI FAMIGLIA. PER
Foto LIVING INSIDE

QUESTO HA PUNTATO SU MATERIALI NEUTRI E FUNZIONALI CHE


INCORNICIANO PEZZI UNICI DI GRANDE EFFETTO

324
GR A ZI A• LI V ING

Un particolare
del soggiorno. La
grande opera in
bianco e nero è
Figure dell’artista
americano
Daniel Arsham.
Le poltrone in
primo piano sono
pezzi scandinavi
ricoperti di
denim. La
lampada colorata
è Totem di
Jean-Charles de
Castelbajac.
Nella pagina
accanto, la zona
intorno al
camino: al centro
un tavolo
scultura di
Stefan Nikolaev.

325
GR A ZI A• LI V ING

La cucina della
casa di Alice e
Paul è tutta
aperta, con un
tavolo Anni 50
e gli oggetti
allineati su
semplici
mensole. Le
lampade in
lamiera sono un
prototipo della
designer Marine
Breynaert.

326
GR A ZI A• LI V ING

A
lice e Paul sono la coppia che abita questa casa parigina:
lui si è sempre occupato d’arte, lei è un’ ex modella che
oggi disegna mobili per bambini. E nel loro apparta-
mento l’amore per il bello e i pezzi unici si fondono con un
modo giocoso e conviviale di concepire la vita.
La richiesta fatta in fase di ristrutturazione all’architetto è stata
quella di creare ampi spazi interni, separabili solo in alcune
occasioni. Obiettivo: ricevere con facilità e dare alle due figlie
la tranquillità e l’agio di giocare protette.
Il cuore della casa è la cucina dove la famiglia si riunisce e
ospita gli amici. Si tratta di un ambiente vasto e luminoso con
un’isola di marmo centrale e una vista su sei enormi vetrate
da cui entra la luce. Il corridoio è stato trasformato in un
ufficio-studio con un lungo tavolo di quercia e due finestre
interne che danno sul soggiorno. La zona living è aperta, ma
con due aree ben definite: quella con le poltrone e il divano
da una parte e quella con la biblioteca dall’altra. In mezzo, a
fare da confine, il camino d’epoca, in marmo.
«La nostra collezione d’arte e di mobili antichi era piuttosto
importante, per questo abbiamo scelto come base tonalità
neutre e materiali naturali per tutte le stanze», spiegano Alice
e Paul. Il vero piacere è stato divertirsi con i colori o con i
dettagli a sorpresa: dalla lampada Totem che è un incastro di
coni colorati al tappeto che riprende il motivo delle radici di
una quercia. Perché in una casa dove tanti sono gli oggetti
preziosi, l’ arte è interpretarli con leggerezza. n

Qui a fianco,
uno scorcio
dell’ingresso
con un’opera di
Jean-Charles
de Castelbajac,
un piccolo
quadro di
Florian &
IDEE da copiare
1. SE AVETE UNA PASSIONE PER I VINI,
Michael POTETE FAR COSTRUIRE UNA CANTINETTA
Quistrebert, TEMPERATA ALL’INTERNO DI UN MOBILE
un tavolino di
ANTICO. L’EFFETTO SARÀ QUELLO
Eero Saarinen
e un mobile DI UN PEZZO UNICO E NON INDUSTRIALE.
buffet di 2. I PAVIMENTI DI RESINA MONOCOLORE
Christophe SONO LA SOLUZIONE IDEALE E PIÙ NEUTRA
Delcourt. PER ALLEGGERIRE L’IMPATTO VISIVO
In alto, un DI UNA CASA DOVE CI SONO MOLTE OPERE
particolare PROTAGONISTE.
della cucina 3. QUALCOSA DI POP PER NON PRENDERSI
e della TROPPO SUL SERIO: UNA GIGANTOGRAFIA IN
cantinetta
Foto LIVING INSIDE

BIANCO E NERO, UNA COLLEZIONE DI VETRI


per i vini
COLORATISSIMI, UN RIVESTIMENTO IN DENIM
ricavata in un
mobile d’epoca. PER POLTRONE D’EPOCA. SONO TUTTI
PARTICOLARI CHE REGALANO UN TOCCO
IMPREVISTO A UN ARREDO IMPORTANTE.

328
E i n f i n e ...
IL MIO NOME È JANE BOND

Paris Tiffany
Jackson Trump

Rocco Karsten
Ritchie McVay

AMORI DI FIGLI
CHE COS’HANNO IN COMUNE L’ATTRICE UMA MAYA THURMAN-HAWKE, 18 ANNI, ERA DA ALL-
THURMAN, LA CANTANTE MADONNA, IL CANDI- SAINTS COME VOLTO DELLA COLLEZIONE PRIMA-
DATO ALLA CASA BIANCA DONALD TRUMP E L’IN- VERA-ESTATE 2017. TIFFANY TRUMP, 22 ANNI, SI È
DIMENTICABILE MICHAEL JACKSON? OLTRE ALLA FATTA FOTOGRAFARE CON L’AMICA KARSTEN
CELEBRITÀ ANCHE AVERE FIGLI CHE, ALLE RECEN- MCVAY ALLE SFILATE DI JUST DREW E DI TAORAY
TI SFILATE NEWYORKESI, SI SONO FATTI NOTARE. WANG. MENTRE LA 18ENNE PARIS JACKSON HA
ROCCO RITCHIE, 16 ANNI, CHE MADONNA HA POSATO BIONDISSIMA E TATUATA PER IL PRIMO
Maya AVUTO COL REGISTA GUY RITCHIE, È STATO SCEL- SERVIZIO FOTOGRAFICO DI MODA DELLA SUA
Thurman TO DALLO STILISTA ALEXANDER WANG COME MO- VITA, SCATTATO DA TYLER MITCHELL PER LA RIVI-
DELLO DI SFILATA. STA DI MODA FRANCESE DULL. ED È SOLO L’INIZIO.
-Hawke

SU E GIÙ


Non ha fatto un plissé la modella
Bella Hadid, 19 anni, quando è
inciampata sulla passerella di
Michael Kors. Si è subito rialzata e
ha continuato la sua “missione” su
tacchi vertiginosi. Come solo una
vera icona della moda può fare.

Victoria
Beckham

Bella Hadid

Un’ambientazione alla Blade Runner quella voluta dal direttore


artistico della maison Diesel Nicola Formichetti (nella foto col
patron di Diesel, Renzo Rosso) per festeggiare i 30 anni del
marchio in Giappone. Una rassegna di look del brand hanno Camicia di taglio maschile, pantaloni
Foto GETTY IMAGES, IPA

accolto alla Warehouse Terrada di Tokyo gli 800 invitati arrivati ampi e sandali in cuoio. Qualcuno ha
da tutto il mondo, mentre in passerella sfilavano le creazioni persino urlato allo scandalo quando
dell’autunno-inverno. Ad applaudire in prima fila - oltre a Rosso la stilista Victoria Beckham, 42 anni,
con la compagna Arianna Alessi e la figlia India - c’erano i figli si è mostrata così dopo la sua sfilata.
Andrea e Stefano Rosso. Tante le influencer presenti tra cui Proprio lei, incontrastata regina dello
Diletta Bonaiuti e Chiara Capitani di Grazia.it (I.D.) stiletto. Victoria, non ci tradire!

331
E i n f i ne ...
Jamie Adriana
Foxx Lima

Katie
Holmes
E IO MI RISPOSO
Negli ultimi anni ha fatto parlare
poco di sé e il motivo ora è chiaro.
Katie Holmes, 37 anni, ha nascosto
finora il fidanzato attore Jamie
Foxx, 48, per via di un accordo
di divorzio con l’ex marito, l’attore Suri
Tom Cruise, 54, che prevedeva di Cruise
non divulgare frequentazioni nei Irina
cinque anni successivi. Ora, però,
il tempo sta per scadere e a Shayk
Hollywood si parla di nozze addirittura
il 26 settembre. E la piccola Suri si
prepara a fare da damigella.

LA TV È IL
NOSTRO
RED
CARPET IRINA VA A NOZZE,
ADRIANA SI DIVERTE
Ilaria Belle, ricche e desideratissime. Le
modelle Irina Shayk, 30 anni, e
Diletta D’Amico Adriana Lima, 35, sembrano godere di
Leotta un ottimo momento, e non solo
professionale. Dopo aver sofferto per
Foto GETTY IMAGES, SGP, IPA. ITALYPHOTOPRESS, LA PRESSE
i tradimenti del fidanzato calciatore
Cristiano Ronaldo, Shayk ha trovato
la felicità con l’attore di Hollywood
Bradley Cooper che, senza attendere
troppo, pare le abbia chiesto di
diventare sua moglie. Più movimentata
la vita di Adriana Lima dopo aver
La presentatrice Aurora Ramazzotti, ufficializzato il divorzio dal cestista
19 anni, ha brillato in simpatia, la Marko Jaric. Durante i Giochi di Rio è
regina del calcio di serie B Diletta stata paparazzata col produttore Ryan
Leotta, 25, è stata tra le più inseguite Seacrest, subito dopo a Mykonos in
e la conduttrice Ilaria D’Amico, 43, atteggiamenti di complicità col
era radiosa. Sono state loro le star calciatore juventino Sami Khedira e
Aurora della presentazione dei palinsesti Sky pochi giorni fa a New York, a cena col
Ramazzotti a Milano. Tanto da offuscare campione di football Julian Edelman.
il bel giudice di X-Factor Álvaro Soler.
332
GR A ZI A• INDIRIZZI

Acne Studios: +468/55119400 Chanel: 840/000210 Giambattista Valli: +331/83620904


Aigner: 02/58328454 Chiara Boni: 055/2344441 Giorgio Armani: 02/723181
Alain Tondowski: +331/44789880 Christian Louboutin: +800/10191919 Givenchy by Riccardo Tisci: 02/723341
Alberta Ferretti: 02/760591 Coach: 02/65569898 Gucci: 055/759221
Alexandre de Paris: +336/80202226 Cristinaeffe: 051/8659491 Guess Watches: 02/76394678
Antonelli Firenze: 02/25061272 Dior: 02/38595959 Harpo +331/40261003
Antonello Serio: 051/8659004 Dolce & Gabbana: 02/774271 Hermès: 02/76398517
Azzedine Alaïa: +331/42723069 Dolce & Gabbana Eyewear: 02/863341 H&M Studio: 06/45554111
Balenciaga: 02/760841 Dondup: 0721/741707 Hilfiger Collection: 02/29544800
Balenciaga Eyewear: 049/6985111 Dries van Noten: 02/89407444 iBlues: 0522/927411
Ballin: 041/5137211 DSquared2: 02/976951 Isabel Marant: +331/49237540
Bally: +4191/6129111 Elena Mirò: 800/016608 J&C Jackyceline: 055/317701
Bata: 041/8620719 Elisabetta Franchi: 051/6647370 Jil Sander: 02/8069131
Bluespirit: 02/77871611 Emilio Pucci: 02/885821 Jimmy Choo: 02/36599800
Blugirl: 02/784340 Emporio Armani: 02/723181 Just Cavalli: 02/762091
Blumarine: 02/784340 Erika Cavallini: 02/810861 Kenzo: 02/72080735
Boccadamo 0775/290525 Ermanno Scervino: 055/649241 Lanvin: +331/44713173
Bottega Veneta: 02/70060611 Etoile by Isabel Marant: +331/49237540 Laura Biagiotti: 0774/571311
Burma: +331/42662709 Etro: 02/57931 L’Autre Chose: 0734/878011
Cadolle: +331/42609494 Eyepetizer: 02/92853654 Lella Baldi: 0734/64411
Ca&Lou: 02/36512525 & Other Stories: 199/318678 Les Copains: 051/536011
Calvin Klein Watches: +800/74636499 Fendi: 06/334501 Levi’s: +800/53847501
Cartier: 02/30261 Furla: 049/9323777 Lipault: +331/40179792
Carven: +331/42256652 Gentucca Bini: 02/713613 Liu Jo by Marchon: 0437/476311

334
brand
Loriblu: 02/76341350
Louis Vuitton: 02/7771711
Luisa Beccaria: 02/86460018
Pubblicità: Sede centrale: Mediamond
S.p.A., Palazzo Cellini, Milano Due, 20090
Segrate, tel. 02 21025259 - sito internet
www.mediamond.it, contatti@mediamond.
it. Distribuzione: a cura di Press-Di srl, via
news
“KORALLINE’S SENSUAL WOMAN”

Maison Margiela: 02/76017087 Mondadori 1, 20090 Segrate (Milano). Nuova CampagNa autuNNo INverNo 16-17

Mango: +848/350042 Numeri arretrati: tel. 045.8884400, fax Un appartamento, un divano illuminato
045.8884378, al costo del triplo del prezzo dalla luce del giorno, fanno da sfondo
Marc Jacobs: 02/00685222
di copertina attuale al momento dell’ordi-
Marina Rinaldi: 0522/3591 ne. Modalità di pagamento: c/c postale n. alla nuova campagna KORALLINE autunno
Marni: 02/70005479 77270387 intestato a Press-Di Distribuzio- inverno 16 -17 dove protagonista assoluta
ne Stampa e Multimedia srl “Collezionisti”,
Massimo Rebecchi: 02/54107275 è una giovane donna insieme al suo compagno,
specificando sul bollettino il proprio indirizzo
Max & Co.: 0522/537711 e i numeri richiesti; carta di credito (CartaSi, ritratti in atteggiamenti carichi di sensualità
Max Mara: 0522/3581 American Express, Visa, MasterCard e Di- e spontaneità.
Mes Demoiselles: +331/40220576 ners) inviare l’ordine via fax (02 95103250) Giochi di luce e di sguardi esprimono al massimo
o via email (arretrati@mondadori.it, col-
Michael Kors: 02/5748061 lez@mondadori.it) indicando il proprio la passionalità della protagonista, che conscia
Miu Miu: 02/3498121 indirizzo, numero e scadenza della carta. della sua femminilità, gioca attraverso i suoi
Moncler Lunettes: 02/422041 Per spedizioni all’estero, maggiorare l’im- abiti KORALLINE ad essere una femme fatale
porto di un contributo fisso di € 2,06 per
Morellato: 02/77871611 contemporanea.
spese postali. Non si effettuano spedizioni
Moschino: 02/6787731 in contrassegno. Per gli ordini via internet: Jumpsuit, abiti in seta con stampe e minidress
MSGM: 02/36754950 servizioarretrati.mondadori.it brillanti dal sapore anni ’70 diventano complici
Abbonamenti: è possibile avere informazioni
Nara Camicie: 02/86461806 di questa storia.
o sottoscrivere un abbonamento tramite
Nina Ricci: +331/47237888 sito web (www.abbonamenti.it/mondadori), La campagna scattata dal fotografo Leonardo
N° 21: 0541/959111 email (abbonamenti@mondadori.it), telefo- Bigagli, sarà on air sui maggiori magazine
Oscar Tiye: 02/20240313 no (dall’Italia 199.111.999; per telefoni fissi:
euro 0,12 + IVA al minuto senza scatto alla italiani a partire da settembre, mentre la
Ottod’Ame: 055/8732054 risposta, per cellulari costi in funzione dell’o- collezione sarà disponibile dal 1 settembre
Pierre Hardy: +331/53191119 peratore; dall’estero +39 041.509.90.49). sul sito http://shop.koralline.it/.
Pinko: 02/23345210 Il servizio abbonati è in funzione dal lunedì al
venerdì dalle 9 alle 19, fax 030.77.72.387.
Polaroid by Safilo: 049/6985111
Posta, scrivere all’indirizzo: “Press Di
Proenza Schouler: Servizio Abbonamenti - C/O CMP Bre-
+1212/3431360 scia - 25126 Brescia. L’abbonamento può
avere inizio in qualsiasi periodo dell’anno. C&A
Ralph Lauren Collection:
L’eventuale cambio di indirizzo è gratuito: 10 Nuove aperture IN vIsta
02/550571 informare il Servizio Abbonati almeno 20 Continua l’espansione dello storico marchio
Rebecca: 0571/980811 giorni prima del trasferimento, allegando
l’etichetta con la quale arriva la rivista. olandese di abbigliamento per la famiglia,
Repossi: +331/42964234
Grazia è regolarmente distribuita nei se- riconosciuto anche in Italia per l’ottimo rapporto
Roberto Cavalli: 055/32421 guenti Paesi: Arabia Saudita (via aerea) - qualità/prezzo e per i continui riconoscimenti per
Roccobarocco: 02/76006269 Argentina (via aerea) - Australia (via aerea)
- Austria - Belgio - Brasile - Cipro (via aerea) l’impegno sulla sostenibilità (nel 2015 ha ricevuto
Rochas: 02/5748061
- Danimarca - Egitto (via aerea) - Finlan- per il quarto anno consecutivo il riconoscimento
Rodarte: +1212/2262196
dia - Francia - Germania - Gran Bretagna come “Maggior utilizzatore mondiale di cotone
Roger Vivier: 02/76025614 - Grecia (via aerea) - Israele - Kenya (via
aerea) - Lussemburgo - Malta (via aerea) organico” da parte di Textile Exchange,
Salvatore Ferragamo: 02/7711141
- Monaco - Olanda - Portogallo (via aerea) l’organizzazione internazionale non profit
Santoni: 0733/281904
- Somalia (via aerea) - Spagna - Sud Africa impegnata nella sostenibilità delle produzioni
Seventy: 041/5899555 - Svezia - Svizzera - Svizzera Ticino - Tunisia
Sodini: 0583/927839 (via aerea) - Turchia (via aerea) - U.S.A. (via tessili). Il ciclo di aperture debutta il 1 settembre

Sophie Bille Brahen: +4528/728703 aerea) - Canada (via aerea) - Uruguay - Ve- 2016 a Vercelli, con l’inaugurazione del decimo
nezuela (via aerea) - Zimbabwe. punto vendita a insegna C&A in Italia, situato
Sportmax: 0522/3991 2013 Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.
Stroili: 800/637300 - Milano in Corso Torino 56, nella zona della città con

Swarovski: 02/722601 Tutti i diritti di proprietà letteraria e artistica maggior fermento dal punto di vista commerciale.
riservati. Questo periodico è iscritto alla Ad ottobre apriranno invece altri tre punti
Ter et Bantine: 02/58310450
FIEG, Federazione Italiana Editore Giornali.
Tiffany & Co.: 02/76022321 Stampa: ELCOGRAF S.p.A. - via Monda- vendita. Il primo vedrà la luce il 6 ottobre a Biella,
Tod’s: 02/772251 dori, 15 – Verona. Stabilimento di Melzo: all’interno del Centro Commerciale “Gli Orsi”,
centro Stampa Amedeo Massari - via Marco
Tory Burch: 02/60063044 mentre nelle settimane successive apriranno
Polo 2, Melzo (MI). Pubblicazione registrata
Trussardi: 02/8068821 Trib. di Milano n. 3667 del 5.3.1955. Grazia anche quelli di Udine, all’interno della nuova area
Twinset Simona Barbieri: 059/6257511 è pubblicata settimanalmente da Arnoldo del Centro Commerciale “Città Fiera”, e di Rovigo
Ugg: 055/215844 Mondadori Editore, 20090 Segrate (Mi- presso il Centro Commerciale “La Fattoria”.
lano), Italia.
Valentino: 02/624921 ISSN 1120-5113 Nel 2017 sono inoltre previste altre 6 aperture
Versace: 02/760931 che andranno a rafforzare la presenza
Certificato Nº 8026 del 6 aprile 2016
Zalando: 800/175015 della catena olandese in Italia, soprattutto
Zana Bayne: +331/42760000 al Nord Italia.

Grazia 28 settembre 2016


G R A Z I A • O R O S C O P O DA L 2 6 S E T T E M B R E A L 2 O T T O B R E
Leone 23 LUGLIO • 23 AGOSTO
Amore: c’è il lavoro a cui pensare e non vi sentite in
vena di romanticismi. Anche se il vostro compagno
è vicino a voi, non avete molta energia da regalargli.
Quando siete a casa preferite stendervi sul divano
a guardare la tv. Le single sono poco propense agli
incontri. Eros: il letto vi serve solo per dormire. Pigre.

Vergine 24 AGOSTO • 22 SETTEMBRE


Amore: ottime notizie per chi è in cerca di emozioni,
Di Melissa P. anche fugaci. Venere e Marte collaborano aiutandovi
a fare colpo su qualcuno e la buona notizia è che
il vostro interesse è corrisposto. Eros: quale modo
migliore per fare la pace che buttarsi fra le braccia
dell’altro? Scoppiettanti.
OGN
IL
I GIO
RN
O R O VO S T R O O
Bilancia 23 SETTEMBRE • 22 OTTOBRE
Amore: in casa può esserci un po’ di subbuglio,
S CO P
O SU
Gr azia.it un trasloco oppure semplicemente non vi trovate
d’accordo con il partner su alcune decisioni
da prendere. Riuscirete comunque a mantenere il
sorriso. Eros: l’agitazione toglie tempo e desiderio,
preferite il piacere solitario. Contraddittorie.

Scorpione 23 OTTOBRE • 22 NOVEMBRE


Amore: baciate da Venere riuscite a trovare equilibrio
fra cuore, corpo e mente. Chi è in coppia sarà
più presente con la persona amata, chi è single farà
un incontro molto piacevole grazie ai social.
Eros: una variazione sul tema sarà molto eccitante.
Raccontatevi le vostre fantasie. Fulminanti.

Ariete 21 MARZO • 20 APRILE


Amore: se da poco avete detto addio a una persona
Sagittario 23 NOVEMBRE • 21 DICEMBRE
Amore: Marte se ne va, sarete meno petulanti
è probabile che si rifaccia viva. Chi è impegnata e aggressive con il partner e tornerete ad accoglierlo
potrebbe avere strane fantasie su qualcuno che fra le vostre braccia. Uno di voi, inoltre, potrà
non è il suo partner. Eros: Marte entra in posizione correre in aiuto dell’altro per risolvere un problema
sfavorevole, in qualche caso non vi troverete che vi assilla. Ottimo momento per le single. Eros:
d’accordo sul come e sul quanto. Inaffidabili. meno ansie da prestazione, più dolcezza. Serene.

Toro 21 APRILE • 20 MAGGIO


Amore: Venere continua a essere opposta, ma Marte
Capricorno 22 DICEMBRE • 20 GENNAIO
Amore: Marte nel segno vi dà quella spinta di cui
entra in un’ottima posizione per tutte coloro forse da un po’ avete bisogno. Vi farete avanti, senza
vogliono lanciarsi in un’avventura spericolata. Chi mezzi termini, dichiarandovi alla persona che vi
è in coppia noterà una certa tendenza alla gelosia piace. Con il partner potreste essere un po’ più dure
che aggiungerà un po’ di pepe alla relazione. del solito. Eros: la voglia si fa sentire, sarete non più
Eros: andate a briglie sciolte, vi piacerà. Scalmanate. spettatrici ma protagoniste. Tenaci.

Gemelli 21 MAGGIO • 21 GIUGNO Acquario 21 GENNAIO • 19 FEBBRAIO


Amore: i figli possono dare qualche pensiero, ma Amore: da lui volete più di quello che è disposto o
il cuore ritorna al centro della vostra vita. Le coppie capace di darvi. Se lo frequentate da poco, sarà il
che hanno resistito possono ritrovare la complicità caso di limitare le vostre richieste, perché potrebbe
perduta, mentre chi è da sola potrebbe cominciare spaventarsi e scappare. Eros: non c’è un gran
una relazione pericolosa. Eros: vi avvicinate al sesso desiderio, per il momento preferite mantenere una
con prudenza. Scaltre. certa distanza fisica. Fredde.

Cancro 22 GIUGNO • 22 LUGLIO


Amore: Venere positiva, Marte opposto, una
Pesci 2O FEBBRAIO • 20 MARZO
Amore: un’amica vi aiuterà ad avvicinarvi a una
settimana che si annuncia elettrizzante tanto per persona che da tempo osservate da lontano. Chi
chi è da sola quanto per chi è in coppia. Chi è single dovesse ancora avere troppo timore sarà certamente
comincia a frequentare una persona misteriosa. stupita dell’effetto che suscita su un uomo più
Eros: lui vi insegue e voi vi negate: ma è solo un maturo, che forse conosce da tempo. Eros: vi fate
gioco. Ricercate. guidare senza opporre resistenza. Graziose.

336
Che Pasticcio, Bridget Jones!: FILM © 2004 Universal Studios and Studio Canal and Miramar Film Corp. All Rights Reserved.
Il Diario di Bridget Jones: FILM © 2001 Universal Studios and Studio Canal and Miramar Film Corp. All Rights Reserved.

Collection Artwork: © 2016 Universal Studios. Tutti i diritti riservati.

cofanetto da collezione
2 FILM e 12,90*

Dalle pagine del suo diario, il pubblico scopre che


Bridget Jones è una trentenne che lavora in una casa
editrice, fuma più di 5000 sigarette l’anno, è sempre
in lotta con la bilancia e ha storie sentimentali
decisamente complicate. La bravissima
Renée Zellweger dà il volto a uno dei più adorabili
personaggi, in due commedie che hanno
fatto storia, grazie anche all’interpretazione
di Hugh Grant e Colin Firth.
*Prezzo rivista esclusa

DAL 22 SETTEMBRE in EDicoLA con


Se hai perso le uscite precedenti acquistale su mondadoriperte.it www.facebook.com/superanteprimeinedicola
GR A ZI A• L A POSTA DEL CUORE
SCRIVETE A: Emy
victoria.cabello HO ROVINATO UNA BELLA SORPRESA
@mondadori.it
Cara Victoria, qual è la cosa più pazza che un uomo ha
fatto per te? Il mio mi ha bendata e mi ha portata
in auto in un agriturismo in campagna in mezzo alle
stelle. Bellissimo. Solo che poi sono stata male e abbiamo
litigato furiosamente. Adesso ho paura di aver
rovinato per sempre un momento nostro. Non riesco a
fargli capire quanto mi dispiaccia.

Cara Emy, in passato mi hanno fatto alcune


belle sorprese, ma mai niente di veramente pazzo.
Diciamo che la creatività in una relazione è
importante, ma una dose di buon senso aiuta sempre,
o quasi, ogni coppia.
Chissà che cosa ti sei immaginata, quando in
macchina ti ha bendata. Quando hai capito che la
destinazione era un agriturismo, prima di vedere
le stelle, hai avuto un attimo di delusione o ti
sei sentita sollevata? Perché con quell’esordio una si
aspetterebbe di finire legata in uno scantinato o in
un club privato nella tavernetta di Jay-Z e Beyoncé.

CARA Mi piacerebbe sapere che cosa ti ha fatto star male


e le cause del litigio, ma sono sicura che riuscirai
in ogni caso a farti perdonare. Per far capire al tuo
uomo che hai apprezzato l’impegno e tutta la
situazione, proponigli di rifarlo. Oppure bendalo tu e
portalo in un posto che lo sorprenda e lo faccia felice.
Ma pensaci bene, perché dev’essere una sorpresa
per lui, non per te. Insomma, spero tanto che non ti
tocchi di portarlo bendato allo stadio.

NON PUOI Manila


NON ACCETTA I MIEI “NO”
attraversando, ma questo
potrebbe essere il momento per

continuare a vivere Ciao Victoria, ho perso il mio papà


e anche il lavoro. Ma il mio cuore
soffre perché sto con un uomo che
lavorare sui sentimenti di tuo
marito e fargli rispettare il lutto
e la tua stanchezza. Se non riesce
CON UN UOMO non rispetta i miei desideri e non
sopporta mai un “no” come risposta,
a mettersi al tuo posto
e a comprendere le esigenze che

che ignora anche quando dico di essere troppo


stanca per uscire la sera o per
fare qualcosa insieme. Ho paura di
hai, forse ti ha poco cuore, e tu
dovresti capire se veramente
desideri continuare a vivere con
I TUOI BISOGNI averlo abituato io a fare sempre
come vuole.
uomo che ignora i tuoi bisogni.
A volte essere arrivate al limite
della sopportazione aiuta a
Cara Manila, mi dispiace molto liberarsi, come unica possibilità
per il periodo nero che stai di sopravvivenza.

Davide79 Purtroppo, nel frattempo, Caro Davide, succede mio consiglio è di iniziare
AMO LA SUA AMICA? sto sviluppando una semplicemente che non sei a preparare il terreno e
Cara Victoria, ho una esagerata attrazione verso più innamorato della tua concludere nel modo meno
fidanzata da più di tre anni, una sua amica, che mi sono fidanzata. Temo che anche doloroso possibile una
ma non mi appaga. All’inizio trovato più volte a seguire se smettessi di pensare relazione che rischia solo
di più, poi sempre meno, ma via Facebook. Che cosa a questa ragazza, tra un po’ di complicarsi e portare
pensavo che fosse normale. mi succede? ne arriverebbe un’altra. Il sciagure.
oppure scrivi a: Victoria Cabello - Grazia - Palazzo Mondadori - 20090 Segrate (Mi)
338