Sei sulla pagina 1di 132

SETTIMANALE • PI, SPED IN APDL

ART DCB VR • AUT • BE


D • UK • CH CHF • CH CT
CHF • PTE CONT •E
21/27 dicembre 2018 • Numero 1287 • Anno 26
“Siate brevi e venite al punto”

Sommario Chris stokeL-WaLker a pagina 119

La settimana in Copertina

Usciamo dalla plastica


Corpi La lotta contro l’inquinamento da materie plastiche è diventata il più
grande movimento ambientalista degli ultimi anni. Ma liberarci da un
materiale così importante per il nostro stile di vita e per l’economia
globale non sarà semplice (p. 44). Elaborazione graica di Justin Metz
Giovanni De Mauro
Édouard Louis ha 26 anni e ha scritto il suo attuaLità portfoLio Cultura
primo romanzo nel 2014: Il caso Eddy 16 Passi troppo piccoli 74 Prove
94 Cinema, libri,
Bellegueule, 169 pagine ambientate nella per il pianeta d’amore
musica, arte
Francia profonda, la stessa in cui sono nati i Mediapart Pixy Liao
gilet gialli. Un racconto autobiograico di Le opinioni
europa ritratti
povertà, violenza ed esclusione sociale. 20 In Ungheria 80 Carlos Ghosn.
Intervistato dal New Yorker sul movimento 12 Domenico Starnone
è rinata Guida spericolata
francese, ha detto tra l’altro: “Ho deciso di 39 Slavoj Žižek
l’opposizione Le Monde
andare alle manifestazioni perché ho visto Hvg 42 Amira Hass
le foto. Ho visto persone povere, come mia viaggi 97 Gofredo Foi
madre, mio padre, persone esauste. Ho afriCa e medio 84 Saluti e baci 99 Giuliano Milani
riconosciuto un corpo, nel senso più nobile oriente Zócalo Public Square 102 Pier Andrea Canei
del termine. Un corpo che non sono 22 I fantasmi che
abituato a vedere nei mezzi aleggiano sulle graphiC
elezioni congolesi journaLism Le rubriche
d’informazione. E ho sentito che quelle
Mail & Guardian 88 Cartoline 12 Posta
foto mi parlavano. C’era l’emergere di un
dal Natale
tipo di corpo che non vediamo mai e di 15 Editoriali
ameriChe Noah Van Sciver
parole che non sentiamo mai. Le persone 127 Strisce
28 Le attrici argentine
dicono ‘non ho i soldi per mangiare, per far Libri 129 L’oroscopo
unite contro la
mangiare la mia famiglia. Natale sta
violenza di genere 91 Sul ilo 130 L’ultima
arrivando e non posso comprare i regali ai
Página 12 del rasoio
miei igli’. Per me una frase come questa è The New York Times
molto più politica, più forte, di tutti i asia e paCifiCo Articoli in formato
discorsi su ‘la repubblica’, ‘il popolo’, ‘la 31 Le speranze pop
mp3 per gli abbonati
convivenza’. È il corpo dell’esclusione del Tagikistan 106 Non fatevi illusioni
sociale. Di persone che vivono nella in una diga leggete Leopardi
precarietà, che vengono da famiglie che da Eurasianet Tim Parks
cinque generazioni non ricevono
sCienza
un’istruzione. (…) Cercano di liquidare il visti dagLi aLtri
34 L’Italia razzista 113 Il caso
movimento dicendo che ‘c’è del razzismo,
voluta da Matteo delle gemelle
c’è dell’omofobia’. Ma è esattamente la
Salvini geneticamente
ragione per cui dobbiamo esserci, per
Der Spiegel modiicate
combattere e costruire un nuovo
The Economist
vocabolario. Quando ero bambino,
niCaragua
persone come mio padre e mia madre teCnoLogia
54 I sogni di potere
esitavano tra votare la destra o la sinistra.
di Rosario Murillo 119 Gioie e dolori
Era un modo di dire ‘chi mi sosterrà? Chi mi
El Malpensante dei messaggi vocali
renderà visibile? Chi lotterà per me?’. The Guardian
internazionale.it/sommario

Dunque, che vocabolario userò? Dirò senegaL


‘sofro per colpa dei migranti’ o ‘sofro per 60 Lunga vita eConomia
e Lavoro
le disuguaglianze e il classismo’? (…) La al baobab
gran parte delle persone che ha votato per
120 Il destino
Neue Zürcher Zeitung
del petrolio
l’estrema destra lo ha fatto perché da tempo
eConomia
passa per il Texas
la sinistra non si preoccupa più di loro e ha
69 Amazon consegna Die Zeit
smesso di parlare di povertà, di durezza
delle condizioni di lavoro, di precariato. E senza corrieri Internazionale pubblica in
così i poveri, i lavoratori, hanno cominciato Die Zeit esclusiva per l’Italia gli articoli
a votare per l’estrema destra”. u dell’Economist.

Internazionale 1287 | 21 dicembre 2018 5


Immagini
A capo chino
Pyongyang, Corea del Nord
17 dicembre 2018

Celebrazioni per il settimo anniversa-


rio della morte di Kim Jong-il, di fronte
alla sua statua e a quella del padre, Kim
Il-sung. Con l’attuale leader, Kim Jong-
un, il governo nordcoreano ha comple-
tato il suo programma nucleare e messo
al centro lo sviluppo economico, su cui
pesano però le sanzioni internazionali.
Le più recenti tra queste le ha introdot-
te Washington contro tre alti dirigenti
del regime accusati di violazione dei
diritti umani. Il 15 dicembre Pyongyang
ha afermato che gli Stati Uniti rischia-
no di “bloccare per sempre il cammino
verso la denuclearizzazione della peni-
sola coreana”. Foto di Kim Won-jin (Afp/
Getty Images)
Immagini
Una ine ingiusta
Raxruhá, Guatemala
18 dicembre 2018

Una famiglia di migranti in viaggio ver-


so gli Stati Uniti. A destra Claudia Ma-
quin con in braccio la iglia di sei mesi.
La sera del 6 dicembre suo marito e la
iglia Jakelin, di 7 anni, erano stati fer-
mati dalla polizia di frontiera statuni-
tense insieme a un gruppo di più di 160
persone che avevano attraversato ille-
galmente il conine tra Messico e Stati
Uniti. La bambina è morta l’8 dicembre
a causa di uno shock settico nell’ospe-
dale di El Paso, in Texas. Le autorità
statunitensi hanno aperto un’inchiesta
per chiarire le cause della morte e le re-
sponsabilità della polizia di frontiera.
Foto di Daniele Volpe (The New York Ti-
mes/Contrasto)
Immagini
Bianco Natale
Washington, Stati Uniti
15 dicembre 2018

Il presidente statunitense Donald


Trump e la moglie Melania posano per il
ritratto ufficiale di Natale durante il
Congressional ball, la festa di ine anno
a cui partecipano i rappresentanti del
congresso. Negli stessi giorni Trump si è
scontrato duramente con i leader parla-
mentari del Partito democratico, mi-
nacciando di bloccare la legge di bilan-
cio se il congresso riiuterà di stanziare i
fondi per il muro al conine con il Messi-
co. Foto di Andrea Hanks (Casa Bianca)
Posta@internazionale.it
Contro la meritocrazia pleto” che è in lui. Nelle scuole
Montessori si sospende il giu-
gna” usato per denunciare le
vittime dei migranti nel Medi-
Parole
u Grazie per aver trattato in dizio perché premi, lodi e voti terraneo, la continua e ripetu-
Domenico Starnone
copertina il tema della merito-
crazia (Internazionale 1286).
inducono i bambini a compor-
tarsi come noi riteniamo sia
ta denuncia dell’ingiustizia
sociale nel mondo contempo- La rissa
Se il principio di meritocrazia
deve governare la nostra socie-
giusto, mentre dovremmo aiu-
tarli ad assumersi le proprie re-
raneo.
Lamberto Laccisaglia
europea
tà, è necessario garantire pari sponsabilità.
opportunità formative a tutti i Laura Sandini Errata corrige
cittadini. L’articolo “Un’utopia
feroce” di Le Monde descrive I silenzi del papa u Su Internazionale 1285, a pa-
la “competizione inevitabile” gina 84, l’Arco di Trionfo di
che si crea all’interno di un si- u Non condivido l’articolo Chișinău è stato costruito per
stema scolastico (nello specii- dello Spiegel su papa France- celebrare la vittoria delle trup-
co quello francese) che, nono- sco (Internazionale 1285). È pe russe sull’Impero ottoma- u Cupo gioco fantapolitico
stante l’obiettivo di ofrire a fazioso e contraddittorio cita- no; nel box “La prossima setti- prefestivo. I sovranisti, rafor-
tutti le stesse possibilità di suc- re le dichiarazioni di perso- mana”, Ometepe non si trova zati dai divieti dell’Unione eu-
cesso, non fa altro che “legitti- naggi come l’ex nunzio apo- in Guatemala ma in Nicara- ropea, stravinceranno dapper-
mare il sistema di disugua- stolico Carlo Maria Viganò, gua; nella tabella a pagina 123, tutto alle prossime elezioni sal-
glianze”. Un altro approccio apertamente schierato contro su Internazionale 1284, la cifra dando insieme scontentezze di
però è possibile. Per esempio tutte le aperture, gli atteggia- corretta della variazione per- poveri e ricchi. Cosa faranno?
le realtà scolastiche che seguo- menti e le dichiarazioni di centuale nel cerchio è 8,1. Si rintaneranno nei conini na-
no il metodo Montessori, dove Francesco, che è palesemente zionali? Torneranno alle doga-
il focus non è sui risultati da avversato da una parte rile- Errori da segnalare? ne, decreteranno la morte
raggiungere o sul merito che vante delle gerarchie ecclesia- correzioni@internazionale.it dell’eurozona, giocheranno a
gli individui hanno nel rag- stiche più conservatrici. Ad fare orticelli sovrani? No. Si ac-
giungerli ma sul percorso di accusare il papa di omertà su- PER CONTATTARE LA REDAZIONE capiglieranno su una loro nuo-
ogni bambino, coscienti che gli scandali di pedoilia sono Telefono 06 441 7301 va Europa, le tensioni andran-
Fax 06 4425 2718
ognuno nasce in circostanze e sempre e soltanto le persone Posta via Volturno 58, 00185 Roma no alle stelle e a forza di botte,
con capacità diverse. Il compi- contrarie alla sua politica di Email posta@internazionale.it mentre cede la destra audiovi-
Web internazionale.it
to degli educatori è quello di rinnovamento e cambiamen- siva modello Salvini e avanza
rimuovere gli ostacoli al per- to. Si ricordino le parole di INTERNAZIONALE È SU
la stradestra, arriveranno a una
corso che ogni bambino deve Francesco in merito all’omo- Facebook.com/internazionale stentata confederazione. Ma
fare per rivelare “l’essere com- sessualità, il termine “vergo- Twitter.com/internazionale non cesseranno le risse al grido
di: la mia nazione è assai me-
glio della tua, io ho un’identità
Dear Daddy Claudio Rossi Marcelli più forte, guarda quanti mi-
granti sto espellendo a calci nel
Ninna nanna sedere, guarda quanti ne sto
massacrando. Nel marasma, le
folle europee di poveri e ricchi
furiosi passeranno a rispolve-
Sono una cantante semi- ni, è sempre ichissimo quan- nove minuti, il doppio rispetto rare la grande tradizione impe-
professionista e sono da do una iglia può godere di a quello che si ottiene parlan- riale – un po’ di sacra romanità,
poco diventata mamma. una particolare abilità di un dogli e basta. E, cosa ancora un po’ di bonapartismo, un po’
La sera mi piace addor- genitore. E poi, diciamolo più rilevante per te, un team di austroungarismo, un po’ di
mentare mia iglia cantan- chiaramente: anche se canta- di ricercatori dell’università commonwealth, un po’ di mus-
do, ma ho il dubbio che in re servisse solo a te non ci sa- di Toronto quest’anno ha sco- solin-hitlerismo – allo scopo di
fondo serva più a me che a rebbe nulla di male, perché i perto che lo stato d’animo del spazzare via tutti i sovranetti
lei. Tu che ne dici? –Alessia primi mesi di vita di una bam- neonato tende a uniformarsi a smidollati. Si accavalleranno
bina sono faticosi tanto per lei quello del genitore che gli sogni diversi di imperi, si ten-
Intanto dico che invidio molto quanto per te. Quindi ben canta la ninna nanna. Quindi teranno vane coniugazioni di
la tua bambina. Perché, vedi, i venga qualsiasi tecnica per ri- puoi toglierti tranquillamente nostalgie. Finché tra ferro e
igli purtroppo si beccano tutti lassarti un po’. In ogni caso la il dubbio e continuare a can- fuoco nascerà un’Europa de-
i difetti e le issazioni dei loro scienza dice che ai neonati la tare felice, perché piace a te e nominata a furor di folle Quar-
genitori. Da questo non si musica fa benissimo: una ri- anche a lei. Tieni presente, to reich, senza oppositori, sen-
scappa. Ma per fortuna lo cerca dell’università di Mon- però, che se vuoi rilassarla de- za ebrei, senza gialli o neri, le
stesso vale per i talenti: che tréal del 2015 ha dimostrato vi evitare roba troppo scate- femmine a casa, solo supremi
sia fare la maglia, scrivere il che su un bambino tra i sette e nata tipo la Macarena. maschi bianchi pronti a suo-
codice di un programma in- i dieci mesi il canto ha un ef- narle agli svariati altri imperi
formatico o costruire aquilo- fetto calmante che dura circa daddy@internazionale.it del pianeta.

12 Internazionale 1287 | 21 dicembre 2018


Editoriali

La minaccia di Instagram
“Vi sono più cose in cielo e in terra, Orazio,
di quante se ne sognano nella vostra ilosoia”
William Shakespeare, Amleto
Direttore Giovanni De Mauro
The Guardian, Regno Unito
Vicedirettori Elena Boille, Chiara Nielsen,
Alberto Notarbartolo, Jacopo Zanchini
Editor Giovanni Ansaldo (opinioni), Daniele Ad aprile, quando era comparso di fronte al con­ Questo è preoccupante perché Instagram po­
Cassandro (cultura), Carlo Ciurlo (viaggi, visti
dagli altri), Gabriele Crescente (Europa), Camilla gresso degli Stati Uniti, il fondatore di Facebook trebbe superare i due miliardi di utenti nei prossi­
Desideri (America Latina), Simon Dunaway
(attualità), Francesca Gnetti (Medio Oriente), Mark Zuckerberg aveva difeso il suo social net­ mi cinque anni, raggiungendo Facebook. Il pub­
Alessandro Lubello (economia), Alessio
Marchionna (Stati Uniti), Andrea Pipino work dalle accuse secondo cui la scarsa protezio­ blico di Instagram è più giovane, e questo lo rende
(Europa), Francesca Sibani (Africa), Junko Terao
(Asia e Paciico), Piero Zardo (cultura, ne dei dati degli utenti rischia di essere una mi­ più attraente per gli inserzionisti pubblicitari. Le
caposervizio)
Copy editor Giovanna Chioini (web, naccia per la democrazia. Era un’ammissione at­ sue impostazioni sulla privacy non sono certo
caposervizio), Anna Franchin, Pierfrancesco
Romano (coordinamento, caporedattore), tesa da tempo: la raccolta dei dati è il motivo per ideali. Come Facebook, Instagram ricorre a un
Giulia Zoli
Photo editor Giovanna D’Ascenzi (web), Mélissa cui Facebook non riesce a estirpare le notizie false esercito di moderatori che controllano i contenu­
Jollivet, Maysa Moroni, Rosy Santella (web)
Impaginazione Pasquale Cavorsi (caposervizio), e le varie forme d’ingerenza da parte della Russia. ti, ma è un lavoro titanico.
Marta Russo
Web Annalisa Camilli, Andrea Fiorito, Stefania Ma Zuckerberg aveva glissato su un’altra minac­ L’aumento della disinformazione è una gran­
Mascetti (caposervizio), Martina Recchiuti
(caposervizio), Giuseppe Rizzo, Giulia Testa cia: Instagram. de sida per le democrazie. È stato detto che per
Internazionale a Ferrara Luisa Cifolilli,
Alberto Emiletti Recentemente due rapporti del comitato d’in­ i social network il trolling è l’equivalente della
Segreteria Teresa Censini, Monica Paolucci,
Angelo Sellitto Correzione di bozze Sara telligence del senato degli Stati Uniti hanno sot­ guerriglia, e che “i memi sono la sua moneta di
Esposito, Lulli Bertini Traduzioni I traduttori
sono indicati dalla sigla alla ine degli articoli. tolineato che nell’ingerenza della Russia nella propaganda”. È stato deludente vedere i giganti
Marina Astrologo, Stefania De Franco, Andrea
De Ritis, Federico Ferrone, Eleonora Gallitelli, campagna per le presidenziali del 2016 Instagram della Silicon valley schivare le domande del con­
Federica Giardini, Susanna Karasz, Giusy
Muzzopappa, Francesca Rossetti, Fabrizio ha avuto un ruolo molto più grande di quanto gresso. Questo raforza l’idea che l’impero di
Saulini, Andrea Sparacino, Claudia Tatasciore,
Bruna Tortorella Disegni Anna Keen. I ritratti l’azienda abbia riconosciuto. Anche se l’attività Zuckerberg – che comprende Facebook, Whats­
dei columnist sono di Scott Menchin Progetto
graico Mark Porter Hanno collaborato Gian dei troll russi su Facebook ha ricevuto più atten­ App e Instagram – sia ormai troppo grande. Il suo
Paolo Accardo, Cecilia Attanasio Ghezzi,
Gabriele Battaglia, Francesco Boille, Catherine zione, su Instagram sono circolati contenuti an­ immenso potere di raccolta dei dati deve ancora
Cornet, Sergio Fant, Andrea Ferrario, Anita
Joshi, Fabio Pusterla, Alberto Riva, Andreana cora peggiori e l’attività è stata più intensa. I ricer­ essere del tutto compreso, e lo stesso vale per le
Saint Amour, Francesca Spinelli, Laura Tonon,
Lorenzo Trombetta, Guido Vitiello, Marco Zappa catori hanno avvertito che Instagram sarà un conseguenze per la privacy, la società e la demo­
Editore Internazionale spa
Consiglio di amministrazione Brunetto Tini terreno fondamentale per la disinformazione crazia. La domanda è: se Facebook non correg­
(presidente), Giuseppe Cornetto Bourlot
(vicepresidente), Alessandro Spaventa russa alle prossime elezioni statunitensi. gerà se stesso, chi lo farà? u f
(amministratore delegato), Giancarlo Abete,
Emanuele Bevilacqua, Giovanni De Mauro,
Giovanni Lo Storto
Sede legale via Prenestina 685, 00155 Roma
Produzione e difusione Francisco Vilalta
Amministrazione Tommasa Palumbo,
Arianna Castelli, Alessia Salvitti

Le distorsioni del caso Battisti


Concessionaria esclusiva per la pubblicità
Agenzia del marketing editoriale
Tel. 06 6953 9313, 06 6953 9312
info@ame­online.it
Subconcessionaria Download Pubblicità srl
Stampa Elcograf spa, via Mondadori 15,
37131 Verona
Distribuzione Press Di, Segrate (Mi)
Copyright Tutto il materiale scritto dalla
redazione è disponibile sotto la licenza Creative
Commons Attribuzione - Non commerciale -
Folha de S.Paulo, Brasile
Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.
Signiica che può essere riprodotto a patto di
citare Internazionale, di non usarlo per ini
La sorte del terrorista italiano Cesare Battisti, at­ una maggioranza di appena un voto e diede via
commerciali e di condividerlo con la stessa
licenza. Per questioni di diritti non possiamo
tualmente latitante, ha assunto un rilievo spro­ libera all’estradizione, stabilendo tuttavia che
applicare questa licenza agli articoli che
compriamo dai giornali stranieri.
porzionato nel dibattito politico brasiliano a cau­ l’ultima parola spettava al presidente. Il 31 di­
Info: posta@internazionale.it sa di ossessioni di destra e di sinistra. cembre 2010, ultimo giorno del suo mandato,
Il caso in sé non sembra particolarmente com­ Lula autorizzò Battisti a restare in Brasile.
Registrazione tribunale di Roma plesso. Condannato all’ergastolo in Italia per aver Qualche anno dopo la fortuna del terrorista è
n. 433 del 4 ottobre 1993
Direttore responsabile Giovanni De Mauro ucciso quattro persone quando faceva parte di cambiata insieme a quella del Pt. Dopo la destitu­
Chiuso in redazione alle 19 di mercoledì
19 dicembre 2018 un’organizzazione di estrema sinistra, Battisti fu zione di Dilma Roussef il favore del governo fe­
Pubblicazione a stampa ISSN 1122­2832
Pubblicazione online ISSN 2499­1600
arrestato in Brasile nel 2007. A quel punto avreb­ derale è venuto meno. Nel 2017 la difesa di Batti­
PER ABBONARSI E PER be dovuto essere estradato rapidamente. Tutta­ sti ha ottenuto dal tribunale supremo un’ingiun­
INFORMAZIONI SUL PROPRIO
ABBONAMENTO via, a causa delle fascinazioni ideologiche del zione preliminare per evitare il rimpatrio. Questo
Numero verde 800 111 103
(lun­ven 9.00­19.00), governo del Partito dei lavoratori (Pt) e di una ru­ ha oferto un facile argomento a Jair Bolsonaro
dall’estero +39 02 8689 6172
Fax 030 777 23 87 morosa lobby di militanti, nel 2009 Battisti otten­ (che avrebbe poi vinto le presidenziali del 2018),
Email abbonamenti@internazionale.it
Online internazionale.it/abbonati ne lo status di rifugiato politico, come se l’Italia la cui posizione in politica estera inora si limita a
LO SHOP DI INTERNAZIONALE non fosse una vera democrazia capace di garanti­ cancellare tutte le iniziative del Pt e mostrarsi in
Numero verde 800 321 717 re i diritti dei suoi cittadini. sintonia con gli Stati Uniti di Donald Trump.
(lun­ven 9.00­18.00)
Online shop.internazionale.it Creando un inutile conlitto diplomatico con Negli ultimi giorni le cose sono cambiate. Il
Fax 06 442 52718
Imbustato in Mater­Bi
Roma, il caso Battisti fu trasformato in una que­ giudice Luiz Fux ha ordinato l’arresto del terrori­
stione di sovranità brasiliana, in un momento in sta, e il presidente Michel Temer ne ha decretato
cui la popolarità del presidente Luiz Inácio Lula l’estradizione. Ora il caso, inluenzato più dagli
da Silva era altissima. umori politici che dalla procedura giudiziaria,
Chiamato a esprimersi, il tribunale federale sembra doversi chiudere nello stesso modo disor­
supremo respinse la tesi del reato politico con dinato in cui si era aperto. u as

Internazionale 1287 | 21 dicembre 2018 15


Attualità
Passi troppo piccoli
per il pianeta
Christophe Gueugneau, Mediapart, Francia
La conferenza sul clima di vertice a Katowice, nel cuore della regione
Katowice si è conclusa con un carbonifera polacca (il paese ricava dal car-
bone l’80 per cento dell’energia elettrica).
accordo positivo ma insuiciente Inoltre, tra gli sponsor uiciali del vertice
per arginare il riscaldamento c’erano la Polska Grupa Górnicza, una delle
globale. I segnali di ottimismo più importanti aziende minerarie del mon-
arrivano dall’attivismo giovanile do, e il gruppo indiano Jsw, il principale pro-
duttore di carbone in Europa.
La presidenza polacca è stata criticata
a mattina di sabato 15 dicem- anche per la sua scarsa fermezza durante i

L bre a Katowice, nel grande


centro congressi che per due
settimane ha ospitato la con-
ferenza delle Nazioni Unite
sul clima (Cop 24), era ormai
arrivato il momento di smontare i padiglio-
ni dei duecento paesi partecipanti. Alle otto
le grandi sale erano quasi deserte. L’ultima
seduta plenaria era in programma per le
negoziati. Al di là delle congratulazioni di
rito arrivate alla ine del vertice, la Cop 24
non ha infatti dato molte risposte alle do-
mande più importanti. È vero che gli stati
hanno trovato un’intesa sul rulebook, l’in-
sieme delle misure che dovranno adottare
per attuare l’accordo di Parigi del 2015, ma
tutti gli altri grandi temi sono stati rinviati o
afrontati in modo supericiale.
OMAR MARQUES (SOPA IMAGES/LIGhTROCKET/GETTy IMAGES)

dieci. Poi è stata rinviata a mezzogiorno. La


tensione cominciava a crescere, mentre i Il rapporto della discordia
nuovi testi dell’accordo inale, annunciati È il caso, per esempio, del rapporto del
durante la notte, tardavano ad arrivare. Gruppo intergovernamentale di esperti sul
Un’ora e mezza dopo Mohamed Nashe- clima (Ipcc) sui rischi di un aumento delle
ed, ex presidente delle Maldive, ha preso la temperature globali di 1,5 gradi nei prossimi do che è stato commissionato dai paesi del-
parola durante una conferenza stampa: “Ci vent’anni. Quando il rapporto è stato pub- la Cop dopo la irma dell’accordo di Parigi
ribelliamo contro la nostra estinzione. Se blicato, a ottobre, ci si chiedeva se sarebbe del 2015, in cui i governi hanno concordato
necessario, ci ribelleremo anche contro riuscito a sconiggere l’inerzia dei governi. di contenere l’aumento della temperatura
questo negoziato”. C’è voluta una giornata In realtà il problema non è stato l’inerzia ma “ben al di sotto dei due gradi centigradi e di
di report e sessioni plenarie, di trattative l’opposizione feroce di un gruppo di paesi proseguire gli sforzi per limitarlo a 1,5”. Ma
segrete, di passi indietro e minacce, prima legati al petrolio: Russia, Stati Uniti, Arabia nel 2015 le conoscenze scientiiche non era-
che gli stati raggiungessero un accordo. Saudita e Kuwait. La loro ofensiva è arriva- no suicienti per stabilire quanto fosse im-
Intorno alle dieci di sera è inalmente ta alla ine della prima settimana di nego- portante la diferenza tra due e 1,5 gradi.
arrivato l’epilogo. Michał Kurtyka, ministro ziati, quando si ipotizzava che la “decisio- Oggi sappiamo che è molto importante.
dell’energia e dell’ambiente della Polonia e ne” (il testo inale della Cop approvato da Inoltre, grazie ai dati pubblicati dal grup-
presidente della Cop 24, ha tenuto il discor- tutti gli stati) “valutasse positivamente” po di scienziati indipendente Climate ac-
so conclusivo sottolineando che “tutte le (welcome) il rapporto dell’Ipcc. Nel testo tion tracker, sappiamo che, anche se saran-
nazioni hanno lavorato senza sosta. Tutti i pubblicato a ottobre si spiega che al ritmo no rispettati gli impegni presi degli stati,
paesi possono lasciare Katowice orgogliosi, attuale la temperatura media globale au- l’aumento della temperatura sarà di 3,3 gra-
consapevoli che i loro sforzi hanno prodotto menterà di 1,5 gradi centigradi tra il 2030 e di. “Se vogliamo prendere sul serio l’accor-
un risultato”. Poi ha aggiunto: “Le linee gui- il 2052 e che “limitare il riscaldamento glo- do di Parigi ci servono cifre diverse”, ha di-
da contenute nel pacchetto firmato a bale entro gli 1,5 gradi richiede transizioni chiarato Petteri Taalas, segretario generale
Katowice costituiscono la base per l’attua- rapide e profonde dei sistemi energetici, dell’Organizzazione meteorologica mon-
zione dell’accordo a partire dal 2020”. dello sfruttamento dei terreni, delle città, diale, ai delegati riuniti a Katowice. Taalas
Nelle due settimane della conferenza il delle infrastrutture e dell’industria”. ha anche sottolineato che nel 2018 le emis-
governo polacco è stato molto criticato. Pri- Valutare positivamente il rapporto sa- sioni mondiali sono aumentate.
ma di tutto per la scelta di organizzare il rebbe stato giusto, soprattutto consideran- L’attacco più duro è arrivato il 12 dicem-

16 Internazionale 1287 | 21 dicembre 2018


Attivisti per il clima a Katowice, in Polonia, il 14 dicembre 2018 degli altri”. È vero solo in parte. Efettiva-
mente l’Europa ha reso pubblica prima
dell’inizio del vertice la sua strategia a lun-
go termine per raggiungere la “neutralità
climatica” entro il 2050; ma è anche vero
che ha dimenticato un punto fondamenta-
le: l’obiettivo per il 2030. Il motivo è che i
paesi dell’Unione restano divisi. Per il mo-
mento siamo ancora a una riduzione del 40
per cento delle emissioni di CO2 entro il
2030, mentre sarebbe necessaria una ridu-
zione tra il 55 e il 65 per cento.
Una quindicina di paesi sono pronti ad
andare oltre e lo hanno fatto capire aderen-
do alla Coalizione degli ambiziosi a Katowi-
ce. Questo nuovo gruppo comprende, oltre
a undici paesi europei (tra cui Francia e Ger-
mania) anche Argentina, Messico, isole Fiji
e un gruppo di 47 paesi in via di sviluppo. Il
problema è che i paesi dell’Europa centrale,
a cominciare dalla Polonia, fanno muro.
Basta ricordare che durante il discorso
d’apertura della Cop il capo di stato polacco
ha detto che i posti di lavoro nell’industria
del carbone sopravviveranno per i prossimi
duecento anni.
Per quanto riguarda la società civile, la
voce più incisiva è stata quella di Greta
Thunberg, una ragazza svedese di 15 anni.
Presente per quasi tutta la durata del vertice
insieme al padre, Thunberg ha monopoliz-
zato l’attenzione. Da qualche mese in Sve-
zia la ragazza organizza un climate strike
(sciopero climatico) ogni venerdì davanti al
parlamento. ha lanciato un movimento che
bre da Ayman Shasly, il negoziatore saudi- cambiamento climatico, è evidente che la ha contagiato altri paesi, dalla Germania al
ta. In un’intervista concessa al sito Carbon Cop 24 non ha prodotto risultati adeguati. Regno Unito. Dal podio della conferenza, il
Brief, Shasly ha messo in dubbio il valore L’accordo di Parigi prevedeva che i irmata- 13 dicembre Thunberg ha pronunciato uno
scientiico del rapporto dell’Ipcc. ri proponessero nuovi contributi nazionali dei discorsi più forti ascoltati durante la
Il primo a rispondere al negoziatore sau- volontari entro il 2020, ma dopo la pubbli- Cop, rivolgendosi ai leader presenti: “Non
dita è stato Jean-Pascal van ypersele, ex vi- cazione del rapporto dell’Ipcc molte ong si siete abbastanza maturi da dire le cose co-
cepresidente dell’Ipcc ed esperto di isica aspettavano un segnale forte già a Katowi- me stanno. State lasciando ai vostri igli an-
del clima: “Il modo migliore per riconosce- ce. E invece solo due paesi hanno rivisto i che questo fardello”. Il 14 dicembre alcuni
re il lavoro compiuto dell’Ipcc sarebbe co- loro impegni volontari prima del 2020: le liceali polacchi sono arrivati a Katowice per
minciare a prenderne sul serio i dati”. Poi isole Marshall e le isole Fiji. Altri stati hanno annunciare che anche loro hanno intenzio-
sono arrivate le parole di Carlos Manuel creato gruppi informali per annunciare un ne di scioperare.
Rodriguez Echandi, ministro dell’ambiente aumento del loro contributo entro il 2020, Al di là di questi interventi, i corridoi e
della Costa Rica: “Mentre i paesi insulari ma senza fornire dati concreti. le sale della Cop non sono stati particolar-
parlano della loro sopravvivenza, gli stati mente turbati dalle mobilitazioni della so-
arabi parlano di economia”. Atto d’accusa cietà civile. C’è da segnalare un’azione per
Alla ine non è stato valutato positiva- Anche l’Unione europea è stata criticata per denunciare il sostegno ai combustibili fos-
mente il rapporto, ma solo il fatto che sia il suo contributo alla Cop. A metà della se- sili degli Stati Uniti, un’altra contro il fra-
stato consegnato nei tempi previsti, e i dele- conda settimana, quando gli hanno chiesto cking del Regno Unito e inine la comparsa,
gati si sono limitati a “invitare le parti a usa- della mancanza di leadership dell’Europa, il 14 dicembre, di un grande striscione de-
re nei loro dibattiti le informazioni conte- il commissario europeo per l’ambiente Mi- gli attivisti per il clima davanti alle sale do-
nute nel rapporto”. guel Arias Cañete ha risposto in modo pic- ve si svolgevano le sedute plenarie, nello
Per quanto riguarda l’impegno dei sin- cato: “La leadership signiica avere ambi- stesso momento in cui a Parigi alcuni mili-
goli paesi a fare di più per contrastare il zioni, e l’Unione europea è più ambiziosa tanti denunciavano gli investimenti del

Internazionale 1287 | 21 dicembre 2018 17


Attualità
gruppo bancario Société générale nei com- Katowice i governi di Arabia Saudita, Stati Queste valutazioni fanno nascere una
bustibili fossili. Uniti e Russia si sono battuti per fare in mo- domanda: i grandi vertici sul clima servono
Va detto che le autorità polacche hanno do che questo tema fosse messo da parte. ancora a qualcosa? Per l’ong Can
esercitato una forte pressione sulla società Dei diritti umani, alla ine, resta solo una international “la Cop 24 è stata un test sul
civile. Fuori dal centro congressi, il climate menzione nella parte che riguarda i mecca- multilateralismo climatico, un test che i pa-
hub sembrava più un bar alla moda che un nismi dei mercati, ma questo articolo non è esi hanno superato a stento”.
evento organizzato da attivisti che si batto- stato adottato dalla Cop 24, che ha deciso di Prima del vertice, durante un incontro
no contro il cambiamento climatico. Alla rinviarne l’esame al 2019. del Climate vulnerable forum, a cui parteci-
marcia per il clima dell’8 dicembre a Inizialmente l’articolo doveva fornire pano i paesi più pesantemente colpiti dal
Katowice hanno partecipato poche migliaia un quadro chiaro per permettere scambi di cambiamento climatico, l’ex presidente
di persone, che peraltro non avevano nes- emissioni di CO2 tra i paesi. Questa possibi- delle Maldive Mohamed Nasheed ha di-
sun legame con le altre manifestazioni che lità era già stata oferta ai paesi ricchi, che chiarato: “ho una iglia di 21 anni e non ab-
ci sono state nel resto del mondo. avrebbero potuto acquistare dai paesi in via biamo fatto passi avanti. È il momento di
di sviluppo crediti per inquinare. Ma l’ac- cambiare tattica, strategia. Dobbiamo cam-
La scomparsa dei diritti umani cordo di Parigi prevede che anche i paesi in biare linguaggio”. Un altro delegato ha ag-
Si può sostenere che la Cop 24 era un evento via di sviluppo riducano le emissioni, e di giunto: “A Katowice bisogna smettere di
strettamente tecnico, che doveva servire a conseguenza i loro governi hanno sempre essere apatici e di rimandare”.
stabilire un insieme di regole per attuare meno interesse a vendere le quote di CO2
l’accordo di Parigi. Da questo punto di vista non emesse, perché potrebbero averne bi- Noi resistiamo
ha funzionato, e in particolare sono state sogno in futuro. A quanto pare, queste parole non sono state
adottate le regole di trasparenza, molto im- Sul tema dei inanziamenti sono stati capite, ammesso che siano state ascoltate.
portanti perché indicano il modo in cui ogni fatti dei progressi. Germania e Norvegia Wells Griith, consigliere del presidente
paese dovrà rendere conto dei propri pro- hanno annunciato che raddoppieranno il statunitense Donald Trump sulle politiche
gressi. Un quadro normativo comune sarà contributo al Fondo verde per il clima (ri- energetiche, ha dichiarato che “queste poli-
creato nel 2024, ma sarà lessibile, cioè con- spettivamente 1,5 e 2,5 miliardi di euro). tiche mondiali in materia di energia e am-
cederà a ogni paese la possibilità di spiegare Inoltre sono stati promessi 128 milioni di biente avranno un impatto sugli interessi
in un rapporto perché non ha rispettato un dollari al Fondo per l’adattamento, che degli Stati Uniti” e che lui “proteggerà que-
dato impegno o perché non ha raggiunto un serve ad aiutare i paesi in via di sviluppo. sti interessi per fare in modo che la crescita,
dato obiettivo, con giustiicazioni tecniche Ma secondo il Religious act center “il ma- l’innovazione e lo spirito imprenditoriale
o inanziarie. nuale d’uso stabilisce regole troppo deboli degli Stati Uniti non siano ostacolati”.
Secondo Fanny Petitbon, dell’ong fran- per garantire che i inanziamenti saranno Laurence Tubiana ci ha creduto fino
cese Care, c’è un’altra questione importan- reali e adeguati”. Per Fanny Petitbon di all’ultimo. “È importante che tutti i paesi
te che non è stata afrontata in modo ade- Care questi annunci sono “una goccia nel possano lasciare la loro impronta sul testo
guato: quella che riguarda le “perdite” e i mare rispetto ai 300 miliardi di dollari inale, è così che abbiamo lavorato a Parigi
“danni irrecuperabili” dovuti agli efetti del all’anno che servirebbero per rispondere ai ed è così che possiamo salvare il multilate-
cambiamento climatico, un “elemento cru- bisogni di adattamento dei paesi più vul- ralismo”, ha dichiarato il 14 novembre du-
ciale per i paesi più vulnerabili”. I negozia- nerabili entro il 2030”. rante una conferenza stampa. “Il sistema
tori statunitensi hanno passato due setti- multilaterale non è più solo di pertinenza
mane a inserire parentesi nei documenti
per accertarsi che questo tema fosse coni-
Da sapere dei governi. Quando il governo degli Stati
Uniti si tira indietro, i singoli stati america-
nato ai documenti sull’adattamento ai cam-
Temperature possibili ni, le università, le aziende, le città e i citta-
biamenti climatici. “La questione delle Come possono cambiare le temperature in base dini dicono: ‘No, noi restiamo’”.
alle emissioni globali di Co2
perdite e dei danni è sempre sollevata dai Fonte: Climate Scoreboard
Di sicuro questi vertici permettono a pa-
paesi insulari, ma il problema riguarda tut- esi mai ascoltati di far sentire la propria vo-
ti”, ribadisce Laurence Tubiana, l’econo- Emissioni di Co2 all’anno, Aumento della temperatura ce, e consentono alle ong e alla società civi-
mista francese che ha contribuito a scrivere in miliardi di tonnellate entro il 2100, gradi centigradi le di avere un ruolo diretto nei processi de-
200
l’accordo di Parigi. Se non si fa niente 4,5 cisionali in corso. Ma fanno anche entrare
Un’altra assenza di rilievo è stata quella la volpe nel pollaio. Secondo Desmog, un
dei diritti umani. “Gli stati si sono riiutati di sito che cerca di contrastare le notizie false
inserire nel rulebook dell’accordo di Parigi 150 sul clima, almeno 35 delegati di Arabia Sau-
le questioni legate ai diritti umani e alla si- In base agli 3,5 dita, Kuwait, Russia e Stati Uniti erano sti-
impegni attuali
curezza alimentare, rimettendo in discus- pendiati o lavorano abitualmente per socie-
sione gli impegni di tre anni fa e producen- tà e organizzazioni coinvolte nell’industria
100
do un manuale incompatibile con gli accor- Obiettivo petrolchimica e mineraria, o fanno pressio-
minimo
di di Parigi”, sostiene Sarah Lickel di Se- ne per conto di queste industrie.
cours catholique-Caritas France. 2,0
A quanto pare, questa pressione ha por-
Nell’accordo di Parigi si parla dei diritti 0 tato i suoi frutti nel 2018. Succederà di nuo-
umani nel preambolo, ma alla Cop di 2000 2025 2050 2075 2100 vo nel 2019, alla Cop 25 in Cile? u as

18 Internazionale 1287 | 21 dicembre 2018


Europa
Budapest, 16 dicembre 2018 ne, probabilmente è perché solo ora è stato
possibile coinvolgere i lavoratori nelle pro­
teste. I cittadini comuni non erano stati toc­
cati dalle rivendicazioni dei lavoratori della
sanità e dell’istruzione, o degli iscritti ai
fondi pensione privati, dato che al di fuori
del ceto medio­alto e dei giovani intellet­
tuali di Budapest gli ungheresi non vanno in
ospedale, non hanno un’istruzione e non
andranno in pensione.
I partiti di opposizione e i lavoratori han­
no subito soprannominato la riforma “leg­
ge schiavitù” e hanno imposto una nuova
narrazione secondo cui il governo è dalla
parte delle multinazionali e dei datori di la­
MArTyN AIM (GETTy)

voro, mentre l’opposizione rappresenta gli


interessi del popolo lavoratore sfruttato.
Perché questa narrazione funzioni e l’oppo­
sizione formi una piattaforma comune con­
tro il neoliberismo, però, bisogna trascurare

In Ungheria il fatto che le multinazionali e i datori di la­


voro dicono di non aver mai chiesto un si­
mile favore. “È ovvio che una maggiore
è rinata l’opposizione flessibilità sarebbe un vantaggio per le
aziende, ma di certo non l’abbiamo chiesta
in questa forma”, ha dichiarato la camera di
commercio tedesco­ungherese.
László Seres, Hvg, Ungheria Nessuna certezza
Per la prima volta da otto anni, la società”. Oggi queste parole sembrano Se dalla piazza è nato davvero un movimen­
le proteste contro la legge sugli un’anticipazione di quello che sarebbe sta­ to che unisce vari gruppi sociali e diverse
to il suo programma del governo di Orbán. generazioni, è chiaro perché dopo otto anni
straordinari hanno creato un Dal 2010 ha tessuto un’ininita trama di si parla inalmente di tutti gli altri settori in
fronte comune tra i lavoratori menzogne, ha indebolito tutti i settori del­ cui il governo ha fatto danni. E i parlamen­
e i partiti ostili al governo di la società tranne quelli che lo sostengono e tari fanno bene a richiamare l’attenzione
Viktor Orbán ha costruito un’oligarchia la cui corruzione sul controllo totale imposto dal governo sui
non ha uguali. mezzi d’informazione, che diffondono
La crisi morale è arrivata solo ora, otto menzogne. Tanto più che in gioco c’è anche
embra ieri: nel settembre del 2006 anni dopo. A partire dall’8 dicembre decine quello che chiamavamo stato di diritto: nel­

S migliaia di persone si ritrovarono in


piazza Kossuth a Budapest per pro­
testare contro il governo. Per il pre­
mier socialista Ferenc Gyurcsány fu l’inizio
della fine. In quella piazza l’opposizione
di migliaia di ungheresi hanno protestato
contro la legge sugli straordinari. Se è stata
proprio questa misura a scatenare le prote­
ste, e non gli innumerevoli furti, le naziona­
lizzazioni, gli appalti truccati e la repressio­
lo stesso giorno in cui è stata votata la “leg­
ge schiavitù”, la maggioranza parlamentare
ha approvato anche l’introduzione dei tri­
bunali amministrativi, il che signiica che in
caso di contenzioso tra cittadini e stato a
conservatrice, e soprattutto il partito Fi­ decidere saranno dei giudici nominati e
desz, rinacquero. Quattro anni dopo riusci­ controllati da Fidesz.
rono a far fuori il governo “della menzogna” Da sapere Non sappiamo ancora che direzione
conquistando i due terzi del parlamento. Straordinari forzati prenderà questo movimento. Non c’è nulla
In un discorso a porte chiuse Gyurcsány di stabilito, non ci sono leader né program­
ammise di aver mentito ai cittadini sul re­ u Il 12 dicembre 2018 il parlamento ungherese mi: potrebbe essere un breve lirt o la nasci­
ale programma economico del suo gover­ ha approvato una legge sul lavoro in base alla ta di un’ampia alleanza. Una cosa però è
no. Il discorso trapelò all’esterno e fu difu­ quale le aziende potranno chiedere ai loro piuttosto probabile: il “governo di coopera­
dipendenti ino a 400 ore di straordinari
so dai mezzi d’informazione. Il 6 ottobre zione nazionale” di Orbán ha ricevuto un
all’anno, invece delle attuali 250, e potranno
2006 il leader di Fidesz Viktor Orbán di­ duro colpo, e questo potrebbe essere l’inizio
pagarle ino a tre anni dopo. Con questa misura
chiarò in piazza Kossuth che Gyurcsány il governo vuole risolvere la carenza di della sua ine. È ancora un mistero invece
aveva provocato una “crisi morale”: “Se si manodopera senza ricorrere all’immigrazione. chi riporterà nel paese una democrazia li­
va avanti così, la rete delle menzogne av­ In Ungheria la disoccupazione è al 4,2 per berale, un governo ragionevole, uno stato
volgerà tutto e indebolirà tutti i settori del­ cento, uno dei tassi più bassi in Europa. di diritto e un’economia aperta. u ct

20 Internazionale 1287 | 21 dicembre 2018


Spagna UCRAINA

La chiesa
Trasferta ad alto rischio lascia Mosca
ErIC VIDAL (rEUTErS/CoNTrASTo)

Nei rapporti tra Ucraina e rus-


La Vanguardia, Spagna sia si è aperto un nuovo capitolo
Barcellona attende in stato di di tensione. Il 15 dicembre a
Kiev i rappresentanti di tre giu-
massima allerta il 21-D (21 dicembre),
risdizioni ortodosse ucraine
quando il consiglio dei ministri hanno dato vita a una nuova
spagnolo si svolgerà nel capoluogo chiesa autonoma guidata dal
BELGIO catalano invece che a Madrid. Decisa patriarca Epifanio (nella foto).
Il premier dal premier Pedro Sánchez per Per secoli l’ortodossia ucraina

getta la spugna contribuire a stemperare le tensioni


in Catalogna, l’iniziativa è stata
era stata subordinata al patriar-
cato di Mosca, e la sua indipen-
denza ha un forte valore geopo-
Il primo ministro Charles Mi- invece presa come una provocazione
litico. “La chiesa ortodossa è
chel (nella foto) ha presentato le dagli indipendentisti, anche perché cade sempre stata uno strumento del
dimissioni il 18 dicembre. Mi- nell’anniversario delle elezioni anticipate imposte da colonialismo russo, ma ora è
chel non è riuscito a trovare una Madrid dopo aver sciolto il governo catalano. I Comitati stato posto un limite alla distru-
nuova maggioranza parlamen- per la difesa della repubblica hanno promesso di bloccare zione dell’identità ucraina”,
tare dopo che i nazionalisti della scrive Ukrainska Pravda. Se-
la città con manifestazioni e interruzioni del traico, e
Nuova alleanza iamminga (N- condo il sito russo Politcom “il
va) sono usciti dalla coalizione
diversi sindacati e gruppi studenteschi hanno indetto uno
vero vincitore non è il nuovo
per protesta contro l’adesione al sciopero. Sánchez, che dovrebbe anche incontrare il
patriarca Epifanio, ma il presi-
patto delle Nazioni Unite sulle presidente catalano Quim Torra, arriva all’appuntamento dente Petro Porošenko, che ha
migrazioni. Il governo potrebbe indebolito dalla recente sconitta del Partito socialista preso parte al concilio e ha pro-
comunque restare in carica ino alle elezioni in Andalusia. Come se non bastasse, nota La nunciato un discorso dai forti
alle elezioni, previste per il 26 Vanguardia, il 18 dicembre la corte suprema ha tenuto la toni politici. Non è un caso che
maggio. “Mentre aumenta la di- la nuova chiesa sia stata fonda-
seduta preliminare del processo ai 18 leader separatisti
stanza tra i cittadini e le élite, ta a pochi mesi dalle elezioni
mentre la preoccupazione si dif-
catalani arrestati a novembre dopo la dichiarazione
presidenziali del 31 marzo”.
fonde nella società e gli estremi- d’indipendenza e ancora in custodia cautelare, quattro
sti fanno vacillare le democrazie dei quali sono in sciopero della fame. ◆
VALENTyN oGIrENKo (rEUTErS/CoNTrASTo)

europee, i politici belgi sono oc-


cupati a gestire i loro interessi a
breve termine”, commenta Béa- KOSOVO ra riconosciuto l’indipendenza
trice Delvaux su Le Soir.
Tensioni proclamata dal Kosovo nel 2008
e continua a considerarlo una
sull’esercito sua provincia. Gli Stati Uniti so-
REGNO UNITO stengono l’iniziativa, mentre la
Verso Il 14 dicembre il parlamento ko-
sovaro ha approvato tre disegni
Nato, che garantisce la sicurezza
di Pristina, ha espresso “preoc-
l’emergenza di legge che dovrebbero trasfor- cupazione”. Poche settimane
mare le sue forze di sicurezza in prima il governo kosovaro aveva
Il governo ha annunciato che il un esercito regolare. La decisio- suscitato le proteste dell’Unione
voto del parlamento sull’accor- ne ha scatenato le proteste del europea alzando dal 10 al 100 IN BREVE
do per l’uscita dall’Unione euro- governo serbo, che non ha anco- per cento i dazi sui prodotti im- Francia Il 15 dicembre i gilet
pea, che avrebbe dovuto svol- portati dalla Serbia. “Un paese gialli hanno protestato contro il
60 km
gersi l’11 dicembre ma era stato isolato come il Kosovo dovrebbe governo per il quinto sabato
annullato per evitare una scon- CROAZIA chiedersi se vale la pena di far consecutivo. In tutto il paese i
itta, si terrà tra il 14 e il 18 gen- Belgrado arrabbiare i suoi alleati”, com- manifestanti sono stati 66mila,
ROMANIA
naio, a meno di ottanta giorni menta Balkan Insight. “L’idea circa la metà rispetto all’8 di-
dalla data prevista del 29 marzo. SERBIA che un esercito piccolo e male cembre.
BOSNIA
Intanto la Commissione euro- ERZEGOVINA armato basti a respingere Irlanda Il 13 dicembre il senato
BULGARIA
pea ha rivelato di aver preparato un’ipotetica invasione serba è irlandese ha approvato la legge
MONTENEGRO
un piano d’emergenza in 14 Pristina pura fantasia. Pristina preferisce che autorizza l’aborto ino alla
punti da adottare nel caso in cui KOSOVO ottenere le apparenze di uno dodicesima settimana di gravi-
il regno Unito uscisse ALBANIA stato sovrano invece di puntare danza. ora la legge dovrà essere
MACEDONIA
dall’Unione senza un accordo. alla sostanza”. irmata dal presidente.

Internazionale 1287 | 21 dicembre 2018 21


Africa e Medio Oriente
Sostenitori di Félix Tshisekedi a Kinshasa, 27 novembre 2018
JOhn WESSELS (AFP/GETTy)

I fantasmi che aleggiano sentimento nei confronti del suo governo.


Il fantasma di Tshisekedi getta comun-
que un’ombra su quest’enorme paese pove-
sulle elezioni congolesi ro e con 81 milioni di abitanti e sulle elezioni
presidenziali in programma per il 23 dicem-
bre 2018, in ritardo di due anni rispetto alla
scadenza del mandato di Kabila.
Simon Allison, Mail & Guardian, Sudafrica Per Félix Tshisekedi, iglio di Étienne e
candidato alle presidenziali, quell’ombra
Le elezioni del 23 dicembre nella Kinshasa è diicile trovare un posto dove prende la forma di un gigantesco ritratto del
Repubblica Democratica del seppellire i morti: la città è così sovrafolla- padre su un cartellone fuori della sede del
ta che è un’impresa trovare spazio per una suo partito, l’Unione per la democrazia e il
Congo potrebbero portare al tomba qualsiasi, igurarsi per il mausoleo progresso sociale (Udps). Sul manifesto c’è
primo passaggio di potere di un politico dell’opposizione. scritto: “Étienne Tshisekedi: immortale”.
democratico nel paese, ma Étienne Tshisekedi è morto in ospedale Félix non ha molta esperienza politica, il
le incognite sono ancora molte in Belgio. Era anziano e malato da tempo, nome di suo padre è la sua principale legit-
logorato dalla lotta contro tre regimi auto- timazione. E l’unica ragione per cui il suo
ritari: quello di Mobutu Sese Seko (1965- nome igura sulla scheda elettorale.
l posto dove un giorno potrebbe esse- 1997), quello di Laurent-Désiré Kabila La morte di Étienne Tshisekedi ha cam-

I re seppellito Étienne Tshisekedi non


è granché: un campo alla periferia di
Kinshasa, la capitale della Repubbli-
ca Democratica del Congo (Rdc), ricoperto
di erbacce alte ino alle ginocchia. La co-
(1997-2001) e, inine, quello di Joseph Ka-
bila (2001-2018). Il suo cadavere si trova in
una camera mortuaria a Bruxelles in attesa
che il governo congolese conceda il per-
messo di rimpatrio.
biato le cose anche per Joseph Kabila. Tra i
leader dell’opposizione, solo l’ex segretario
generale dell’Udps era in grado di tenere
insieme i diversi gruppi dell’opposizione e
di canalizzare l’ondata di rabbia verso l’am-
struzione della tomba del leader storico Ma l’autorizzazione non arriverà presto. ministrazione ineiciente e corrotta di Ka-
dell’opposizione congolese, morto il 1 feb- Il presidente Joseph Kabila teme, a ragio- bila, che ha drammaticamente fallito nel
braio 2017, non è ancora cominciata. A ne, che il funerale faccia divampare il ri- migliorare le vite dei congolesi. Oggi l’op-

22 Internazionale 1287 | 21 dicembre 2018


posizione è molto frammentata. Gli altri aver ordinato, in qualità di ministro dell’in- La storia congolese è piena di fantasmi.
grandi nomi, Moïse Katumbi e Jean-Pierre terno, una violenta repressione contro dei “All’inizio pare che gli africani, vedendo i
Bemba, sono stati esclusi dalla competizio- manifestanti, tanto da inire sulla lista nera marinai bianchi, abbiano pensato che non
ne dalla commissione elettorale e si sono delle persone colpite dalle sanzioni fossero uomini ma vimbi, spiriti ancestrali,
schierati a favore di Martin Fayulu, il candi- dell’Unione europea. poiché i kongo pensavano che la pelle di
dato scelto a sorpresa dai gruppi dell’oppo- Shadary è stato scelto perché è conside- una persona cambiasse colore all’ingresso
sizione riuniti a Ginevra l’11 novembre rato, come dice Al Jazeera, “un fedelissimo nel regno dei morti”, scrive lo storico
2018. Félix Tshisekedi all’inizio aveva so- di Kabila”, che lo manovrerà da dietro le Adam hochschild, che nel libro Gli spettri
stenuto la candidatura di Fayulu, ma poi ha quinte. Questa percezione è sostenuta da del Congo (Rizzoli 2001) racconta la storia
deciso di farsi avanti lui stesso. Il voto alcuni manifesti elettorali che ritraggono del fantasma più crudele di tutti: il re belga
dell’opposizione quindi sarà diviso, un van- Kabila alle spalle di Shadary. È uno schema Leopoldo II, che trasformò il Congo nel
taggio per Kabila. che ha funzionato per Vladimir Putin in suo feudo privato, uccidendo milioni di
Russia, ma non è eicace al cento per cento: persone e spogliando la terra di tutto quel-
Il successore di Kabila gli ex leader José Eduardo dos Santos, in lo che si poteva vendere.
Anche il presidente si tiene vicino il padre Angola, e Ian Khama, in Botswana, sono Patrice Lumumba, il primo a ricoprire
defunto, in un’elaborata tomba nel Palais stati messi da parte da successori che loro la carica di premier dopo l’indipendenza,
de la nation, il palazzo usato come residen- stessi avevano scelto. fu assassinato in un complotto orchestrato
za uiciale del capo dello stato. Joseph ave- non c’è neanche la garanzia che, in caso dai servizi d’intelligence britannici e statu-
va solo 29 anni quando Laurent-Désiré fu di “vittoria”, Shadary diventi efettivamen- nitensi, con la partecipazione dei belgi. A
assassinato il 16 gennaio 2001. Dieci giorni te il presidente. “Kabila è il simbolo delle volte si sente dire, soprattutto da giornali-
dopo assunse la carica di presidente. Uno nostre soferenze. Se mette al potere un suo sti e ricercatori, che il fantasma di Lumum-
dei suoi primi provvedimenti fu la costru- fedelissimo non cambierà niente. Conti- ba continua a perseguitare il paese. E ci si
zione del mausoleo. nel 2006 e nel 2011 si nueremo a essere poveri”, spiega Stéphie chiede come sarebbero andate le cose se
sono svolte due elezioni contestate, ma Jo- Mukinzi, un attivista del movimento civico gli fosse stato permesso di mettere in atto
seph Kabila ha avuto la meglio, aiutato dalla Lotta per il cambiamento (Lucha). “Se Sha- le sue politiche, improntate a un panafrica-
possibilità di accedere alle risorse dello sta- dary verrà eletto, ci mobiliteremo contro di nismo radicale.
to e da un atteggiamento “rilassato” di fron- lui”. Mukinzi dice che la mobilitazione sarà In tempi più recenti le proteste contro il
te alle irregolarità del voto. paciica, ma non tutti ne sono convinti. Par- governo Kabila hanno trasformato Kinsha-
E come quella di Félix Tshisekedi, anche te dell’élite di Kinshasa ha già pronti i visti sa in una città fantasma: le strade sempre
la legittimità politica di Joseph Kabila è le- per entrare in Europa e ha comprato i bi- traicate sono diventate stranamente silen-
gata in gran parte al fantasma del padre, glietti aerei per poter lasciare il paese in tut- ziose, perché molte persone si riiutano di
sebbene negli ultimi anni abbia cercato di ta fretta se fosse necessario. andare a lavorare. nel nordest della Rdc ci
presentarsi come uno statista. Per calarsi
nella parte si è perino fatto crescere la bar-
ba. Ma questi trucchetti non bastano a ma-
Da sapere Una storia di violenze
scherare i fallimenti fin troppo evidenti 2001 Dopo l’omicidio del padre, Joseph Kabila
della sua amministrazione: la corruzione diventa presidente della Repubblica Democra-
endemica; il perdurare dei conlitti nelle tica del Congo (Rdc). nel 2006 vince le prime
province dei Kivu, dei Kasai e dell’Ituri; l’in- elezioni libere. nel 2011 è rieletto in un voto se-
capacità di migliorare la qualità della vita; gnato da violenze e brogli.
lo sperpero della straordinaria ricchezza 2012 nel nord Kivu scoppia la ribellione del
Movimento del 23 marzo, formato da ex soldati
mineraria del paese.
dell’esercito governativo. La rivolta viene seda-
nel 2016 è finito il secondo mandato ta verso la ine del 2013.
presidenziale di Joseph Kabila. La costitu- 2015 Alla prospettiva che Kabila resti al potere
zione, da lui stesso promulgata, gli impedi- alla ine del secondo mandato scoppiano prote-
sce di ricandidarsi. Lui non è sembrato pro- ste contro il governo, represse con violenza.
penso a lasciare l’incarico, forse sapendo Muoiono decine di persone.
che un nuovo governo potrebbe indagare 2016 nel Kasai comincia la rivolta della milizia
sull’origine della sua ricchezza personale. Kamuina nsapu, dal nome di un capo tradizio-
Per due anni Kabila ha continuato a riman- nale ucciso dalla polizia. Verso la ine dell’anno
dare il voto, adducendo scuse di ogni tipo. un accordo politico permette a Kabila di restare
al potere per tutto il 2017; le elezioni sono ri- missione elettorale respinge le candidature di
nell’agosto di quest’anno ha trovato una
mandate al 2018. Molti scendono in piazza per Moïse Katumbi e Jean-Pierre Bemba. A novem-
soluzione più duratura: ha scelto come suc- chiedere che Kabila se ne vada, ma le proteste bre a Ginevra l’opposizione sceglie come candi-
cessore Emmanuel Ramazani Shadary, un iniscono nel sangue. dato Martin Fayulu, ma subito dopo alcuni poli-
arcigno e pressoché sconosciuto burocrate. Agosto 2018 nell’est del paese, vicino a Beni, tici, come Félix Tshisekedi, rompono il patto
Prima che il suo volto comparisse sui mani- scoppia la seconda epidemia di ebola dell’anno unitario. Il 10 dicembre il medico congolese
festi in tutto il paese, Shadary poteva vanta- (ancora in corso). Kabila designa come succes- Denis Mukwege riceve, con nadia Murad, il
re come unico motivo di notorietà il fatto di sore Emmanuel Ramazani Shadary. La com- nobel per la pace. Afp

Internazionale 1287 | 21 dicembre 2018 23


Africa e Medio Oriente
sono altre città fantasma, da cui le persone
sono fuggite in massa dall’epidemia di ebo-
L’opinione
Campagna infuocata
la e dalla minaccia dei gruppi armati. Inine
c’è il problema dei registri elettorali, che
secondo un’inchiesta dell’Organizzazione
internazionale della francofonia conterreb-
bero i nomi di almeno sei milioni di elettori
Colette Braeckman, Le Soir, Belgio
fantasma.
Gli ultimi comizi sono stati loro cittadini di evitare i viaggi nell’est e
Il sistema sotto accusa segnati dalle violenze, mentre un nel centro della Rdc e tutte le ambasciate
Ci sono altri motivi di preoccupazione sul- occidentali invitano alla prudenza.
lo svolgimento del voto. L’indipendenza
grande incendio ha distrutto nell’ultima settimana prima del voto i
della commissione elettorale è stata più migliaia di macchine per votare candidati più importanti hanno moltipli-
volte messa in discussione, così come quel- cato i comizi: Martin Fayulu, il capo della
la degli apparati di sicurezza dello stato. e le elezioni si svolgeranno come principale coalizione dell’opposizione;
Conlitti e instabilità rendono impossibile
il voto in alcune parti del paese. La preoc-
cupazione più grande, però, riguarda le
macchine per il voto elettronico. Sono si-
mili a grandi iPad montati su valigette ne-
S previsto, per la prima volta nella
storia della Repubblica Democra-
tica del Congo (Rdc) ci sarà un
passaggio di potere paciico. Finora nel
paese i cambiamenti di regime sono avve-
Félix Tshisekedi, accompagnato dal po-
tente alleato Vital Kamerhe; e Shadary, il
delino di Kabila. A oggi il bilancio per
Shadary è modesto: nonostante la forte
mobilitazione del suo partito, il Fronte co-
re. In teoria hanno senso: in un paese così nuti solo con la violenza. Il presidente Jo- mune per il Congo (Fcc), e perino di alcu-
vasto, la distribuzione e la raccolta delle seph Kabila, che ha prolungato di due anni ni stretti alleati di Kabila, il candidato è
schede cartacee richiede molto tempo e il suo secondo e ultimo mandato, ha deci- stato schernito e il suo corteo è stato preso
denaro. In pratica, però, si corre il rischio so di rispettare la costituzione e di nomi- a sassate perché, anche se promette il
che molti elettori, poco abituati alle nuove nare un successore, Emmanuel Ramazani cambiamento, è visto come colui che
tecnologie, facciano fatica ad adattarsi al Shadary. Parlando di sovranità e dignità, il manterrà in vita il “sistema Kabila”. Inve-
nuovo sistema e che le interruzioni di cor- governo congolese ha respinto ogni tipo di ce Félix Tshisekedi, il iglio di uno storico
rente ostacolino le operazioni di voto in aiuto dall’estero, limitandosi ad accogliere leader dell’opposizione, ha fatto proposte
alcune aree. poche centinaia di osservatori africani e moderate, accettando dall’inizio le mac-
“Vogliamo le elezioni, ma non le mac- dell’Organizzazione internazionale della chine per il voto elettronico.
chine per il voto elettronico”, proclama a francofonia. La chiesa cattolica ha co- Martin Fayulu era stato scelto come
un angolo di strada Jean-Pierre Bengwa, munque preparato 40mila osservatori lo- candidato unico dell’opposizione, ma poi
un attivista dell’opposizione che sostiene cali, la società civile congolese altri 20mila è stato abbandonato da Tshisekedi e Ka-
Martin Fayulu. “non sono previste dalla e i partiti invieranno i loro delegati negli merhe. È comunque considerato dal pote-
legge elettorale. Se il governo insiste nel 80mila seggi sparsi nel paese. “Tutti elet- re in carica il “più pericoloso” tra i conten-
volerle usare, allora non ci sarà nessun vo- tori, tutti osservatori” è il motto della so- denti, il più vicino agli occidentali. Sui ma-
to”. Sylvain Lumu, esperto di diritto, pun- cietà civile, che chiede a ogni cittadino di nifesti il suo volto appare vicino a quelli di
tualizza che il problema non sono tanto le vigilare. Jean-Pierre Bemba e di Moïse Katumbi,
macchine ma l’assenza di trasparenza e la due importanti politici a cui è stato impe-
scarsa iducia nel funzionamento di questi Attacchi ai depositi dito di fare campagna elettorale. Ai comizi
dispositivi. Si teme che i risultati possano Fino alla ine, la campagna elettorale è di Fayulu ci sono stati più volte scontri,
essere manipolati. stata caratterizzata da forti tensioni: il 13 che hanno causato quattro morti (dal 22
La strada principale di Kinshasa è il via- dicembre un deposito della commissione novembre la violenza politica ha causato
le del 30 giugno, il giorno del 1960 in cui il elettorale a Kinshasa è stato bruciato in un in tutto sette morti; il 19 dicembre il go-
paese ottenne l’indipendenza. Più o meno incendio doloso e ottomila macchine per vernatore di Kinshasa ha sospeso la cam-
a metà del viale, schiacciato da isolati di il voto elettronico sono andate distrutte. pagna elettorale in città per ragioni di si-
uici a forma di parallelepipedi e centri C’è da chiedersi chi possa aver appiccato il curezza, poco prima del comizio di Fayu-
commerciali, c’è un cimitero pieno di tom- fuoco a questo magazzino sorvegliato lu). È ormai probabile che, salvo incidenti
be ammassate l’una sull’altra. Mentre le dall’esercito. Il presidente della commis- gravi, le elezioni si svolgeranno davvero il
ombre della sera si allungano, un’appari- sione elettorale Corneille nangaa ha assi- 23 dicembre, ed è ancora più certo che alla
zione spunta da dietro una lapide. È Shi- curato che ci sono “macchine di riserva” chiusura dei seggi, se non prima, la regola-
kou, il custode. Conosce bene il cimitero, e per attrezzare i seggi della capitale. A Be- rità dello scrutinio sarà messa in discus-
spesso lo fa visitare alle persone interessa- ni, nel nord Kivu, un altro deposito della sione. u gim
te alle storie di chi è sepolto lì. Se ci fossero commissione elettorale è stato attaccato il
dei fantasmi, lui lo saprebbe. 16 dicembre da un gruppo di uomini ar- Colette Braeckman è una giornalista bel-
“Fantômes?”, chiede. “non ne ho mai mati, ma l’esercito è riuscito a respingerlo. ga esperta di Africa centrale. In Italia ha
visti. Quando il corpo viene seppellito ini- Intanto cresce la preoccupazione di nuove pubblicato Denis Mukwege. L’uomo che
sce tutto. non credo nei fantasmi”. u gim violenze: gli Stati Uniti hanno chiesto ai ripara le donne (Fandango libri 2014).

24 Internazionale 1287 | 21 dicembre 2018


Africa e Medio Oriente
yemen
Tunisia congo

Tregua fragile La tentazione


ad Al Hodeida La rivoluzione tradita di eni e Total
Il 18 agosto ad Al Hodeida, un rapporto dell’ong global wit-
nell’ovest del paese, è entrata in Al Araby al Jadid, Regno Unito ness denuncia i legami d’afari
vigore la tregua concordata cin- Sono trascorsi otto anni da quando tra il governo di Brazzaville, le
que giorni prima in Svezia tra il aziende petrolifere eni e Total,
Mohamed Bouazizi si diede fuoco il 17
governo sostenuto dall’Arabia José Veiga, imprenditore porto-
Saudita e i ribelli huthi. I com- dicembre 2010 dando inizio alla ghese indagato per corruzione,
battimenti scoppiati poco dopo primavera araba, e “nonostante le e yaya Moussa, ex rappresen-
la mezzanotte dimostrano che diicoltà la rivoluzione tunisina regge tante del Fondo monetario in-
la tregua, già rinviata varie volte ancora”, titola Al Araby al Jadid. Oggi, ternazionale (Fmi). nel 2010
a causa degli scontri, è molto però, il paese è vicino a una nuova l’Fmi ha cancellato 2 miliardi di
fragile, ma “dopo quattro anni esplosione di rabbia popolare. Le dollari di debiti del congo. nel-
di guerra e di fame gli yemeniti lo stesso periodo Moussa ha la-
proteste contro la situazione economica
osano sperare che possa mettere sciato l’organizzazione per fon-
ine al conlitto”, scrive Yemen si sono moltiplicate e nelle ultime settimane si è dare con Veiga la società Konti-
Online. L’accordo raggiunto afermato il movimento dei gilet rossi, ispirato a quello nent congo, che rilasciava li-
con la mediazione dell’Onu pre- dei gilet gialli in Francia, che chiede una maggiore cenze petrolifere, spiega il
vede anche uno scambio di pri- uguaglianza a livello sociale. Secondo l’analista Abdel Journal de Brazza. Secondo
gionieri e la consegna di aiuti a Latif al Hanashi, “i problemi risalgono al 1986, quando l’ong, l’eni e la Total erano
Taiz, una città del sud assediata la Tunisia lanciò un disastroso programma di riforme pronte a fare afari con Veiga e
dagli huthi. Moussa (anche se poi hanno ri-
imposto dal Fondo monetario internazionale”. Inoltre il
nunciato), senza preoccuparsi
terrorismo ha afossato il turismo e la crisi in Libia ha dei metodi opachi con cui la
giordAniA dato un duro colpo alle esportazioni tunisine, di cui il Kontinent otteneva le licenze.
di nuovo paese vicino era uno dei maggiori destinatari. Questi
elementi, conclude il giornale, hanno contribuito “a
in piazza tradire le promesse della rivoluzione”. ◆
circa mille persone hanno pro-
testato il 13 dicembre ad Am-
man contro una legge iscale ap-
provata a novembre nel quadro
Siria
di una serie di misure di austeri-
tà che hanno l’obiettivo di ridur-
eMAd HAJJAJ, AL ARABy AL JAdId, RegnO unITO

re il debito pubblico in cambio


di un prestito di centinaia di mi-
lioni di euro dal Fondo moneta-
rio internazionale (Fmi). Il sito
7iber ricorda che nei giorni pre- in breve
cedenti c’erano state altre due Somalia Il 17 dicembre gli Stati
manifestazioni. La legge iscale uniti hanno dichiarato di aver
aveva già scatenato un’ondata di condotto sei raid vicino a gan-
proteste a giugno, che aveva darsh, uccidendo 62 miliziani.
portato alle dimissioni del pre- Egitto Amal Fathy, moglie del
mier Hani al Mulki. consulente legale della famiglia
Amman, 6 dicembre 2018 Ainità tra presidenti di giulio Regeni, è stata scarce-
rata il 18 dicembre. era detenuta
“Il presidente sudanese Omar al Bashir è il primo capo di stato della da settembre per aver denuncia-
LAITH JOneIdI (AnAdOLu Agency/geTTy)

Lega araba a visitare la Siria dallo scoppio della guerra civile nel to le molestie sessuali nel paese.
2011”, commenta Middle East Eye. Al Bashir, ricercato dalla corte Madagascar Si è svolto il 19 di-
penale internazionale per genocidio, crimini di guerra e crimini cembre il ballottaggio delle pre-
contro l’umanità, è stato accolto all’aeroporto di damasco dal presi- sidenziali tra Andry Rajoelina e
dente siriano Bashar al Assad il 16 dicembre. Il 19 dicembre gli Stati Marc Ravalomanana, entrambi
uniti hanno annunciato che ritireranno “il più rapidamente possibi- ex presidenti. I risultati del voto,
le” le loro truppe da tutto il territorio siriano. Almeno duemila sol- per cui sarà determinante l’af-
dati statunitensi sono schierati nel nord della Siria per combattere luenza alle urne, saranno co-
contro il gruppo Stato islamico. municati dopo il 25 dicembre.

26 Internazionale 1287 | 21 dicembre 2018


Americhe
Le attrici argentine unite
contro la violenza di genere
Renata Padín, Página 12, Argentina
L’attrice Thelma Fardín ha Il collettivo Actrices argentinas a Buenos Aires, 11 dicembre 2018
denunciato che un collega di 45
anni l’ha violentata quando lei
ne aveva 16. Il suo caso ha spinto
molte donne del mondo dello
spettacolo a parlare

L’
11 dicembre il collettivo Actrices
argentinas, composto da più di
quattrocento donne, si è unito a
Thelma Fardín nella sua denun-
MArCELO CAPECE (AFP/GETTy)

cia contro il collega Juan Darthés: l’attore la


violentò in Nicaragua nel 2009 durante un
tour promozionale di una serie tv per bam-
bini. All’epoca lei aveva 16 anni, lui 45.
All’inizio della conferenza stampa le attrici
hanno letto un testo descrivendo il loro am-
biente di lavoro e i vari modi in cui la violen-
za si manifesta: “Secondo un recente son- qualcuno bussò alla porta e io riuscii a usci- ca, ma unite dalla volontà di sostenersi e
daggio della Società argentina per la gestio- re da quella stanza”. Poi attrici e attori, difendersi. Spiegano due delle fondatrici,
ne di attori e interpreti (Sagai), il 66 per guardando in camera, hanno lanciato la si- Zuleika Esnal e Carolina Costas: “La cosa
cento degli attori e delle attrici ha subìto da: “Guarda cosa siamo pronti a fare”. più importante è che si sappia che noi don-
molestie o violenze sessuali. Più che un’ec- ne non siamo sole. Ci siamo unite per la
cezione, è la norma”. Hanno spiegato quan- Sostegno reciproco prima volta per sostenere la battaglia per il
to sia diicile difendersi dalle molestie di Fardín ha sporto denuncia presso la procura diritto all’aborto in Argentina. Continuia-
produttori o registi, sottolineando che i ra- specializzata in reati di genere in Nicara- mo a organizzare assemblee e a incontrarci
gazzi e le ragazze che partecipano ai tour gua, dove avvenne l’abuso. Ha spiegato che per dare visibilità alle questioni di genere.
promozionali non sono abbastanza tutelati. ha impiegato molti anni per sbloccare certi È fondamentale parlare, perché non farlo
Hanno concluso riadattando una delle frasi ricordi e per riuscire a parlarne. All’epoca equivale a considerare normale la violenza.
dette da Darthés a Fardín: “Al mirá cómo me riuscì a raccontarlo solo a due colleghe sue Ci hanno cresciute per avere paura, per in-
ponés, guarda cosa mi fai, noi rispondiamo coetanee, vulnerabili e incapaci di reagire dossare gonne più lunghe, per non mostra-
dicendo mirá cómo nos ponemos, guarda co- come lei. Anni dopo, le denunce di altre ra- re il seno. È arrivato il momento di dire ba-
sa siamo pronte a fare. Siamo forti e unite gazze contro Darthés le hanno dato il co- sta. Non siamo sole, ci sono reti che ci aiu-
contro la tua violenza e la tua impunità”. raggio necessario per raccontare l’accaduto tano. Bisogna puntare il dito contro gli stu-
Poi è arrivato il video. Sola davanti alle e sporgere denuncia. pratori e proteggere le vittime, che subisco-
telecamere, ma con il sostegno di tutto il Poche ore dopo la conferenza stampa no una nuova violenza quando gli viene
collettivo, Fardín ha raccontato tra le lacri- Fabiana Tuñez, la direttrice del Consejo chiesto cosa indossavano o cos’hanno fatto
me cosa successe nel 2009 in Nicaragua: nacional de las mujeres, che promuove le per essere molestate”.
“Una sera Darthés cominciò a baciarmi sul politiche contro la violenza sulle donne, ha Zuleika ha scritto un libro, Estoy acá
collo, io gli dicevo di no. Mi prese la mano, detto su Twitter di essere “in contatto con (Sono qui), con storie di donne di tutta
mi obbligò a toccarlo e mi disse ‘guarda co- la ministra del Nicaragua” per avere detta- l’America Latina che sono state vittime del-
sa mi fai’, facendomi sentire la sua erezio- gli della situazione. la violenza di genere. “In questo libro ci
ne. Continuavo a dire di no. Mi stese sul Actrices argentinas è un collettivo nato sono le voci delle donne”, dice Esnal.
letto, mi tirò giù i pantaloncini e cominciò a per sostenere il diritto all’aborto legale, si- “L’obiettivo non è dare voce a chi non ce
farmi sesso orale. Gli dissi ‘i tuoi igli hanno curo e gratuito. L’attrice Laura Azcurra ha l’ha, perché le donne ce l’hanno sempre,
la mia età’, ma non gli importava. Si mise spiegato che il gruppo è formato da donne ma a volte non sanno come usarla. Oppure
sopra di me e mi penetrò. In quel momento di diversa ideologia e appartenenza politi- gli viene impedito”. u fr

28 Internazionale 1287 | 21 dicembre 2018


La redazione, 14 dicembre Migranti STATI UNITI

Una riforma
MANAurE QuINtErO (rEutErS/CONtrAStO)

La via verso casa necessaria


“Il 18 dicembre nel senato statu-
The California Sunday Magazine, Stati Uniti nitense è successa una cosa dif-
“Nell’anno in cui il governo degli Stati icile da credere”, scrive la Cnn.
“I democratici e i repubblicani
uniti ha mandato centinaia di
hanno votato insieme per ap-
bambini e ragazzi migranti a vivere in provare delle importanti modii-
una tendopoli, in cui gli aitti a San che al sistema di giustizia pena-
VENEZUELA Francisco hanno raggiunto il prezzo le, realizzando in parte una ri-
El Nacional medio di 3.750 euro al mese e in cui gli forma che molti attivisti e politi-

non circola più incendi hanno distrutto intere


comunità, la questione di cosa si
ci chiedevano da anni”. Il First
step act, che presto dovrà essere
approvato dalla camera, riduce
“Oggi è un giorno infelice per il possa deinire ‘casa’ è più urgente che
le pene per i reati legati al con-
giornalismo venezuelano”, ha mai”, scrive The California Sunday Magazine in un sumo di droga e raforza i pro-
scritto Prodavinci il 14 dicem- numero esclusivamente fotograico. Le immagini del grammi per la riabilitazione dei
bre. “El Nacional, quotidiano fotografo italiano Daniele Volpe raccontano la storia di detenuti. L’American civil liber-
fondato da Miguel Otero Silva il Florinda e David Xol, due genitori guatemaltechi che ties union, la più importante tra
3 agosto 1943, smette di circola- le organizzazioni che difendono
stanno cercando di ricongiungersi con Byron, il iglio di 7
re in formato cartaceo” perché i diritti civili, sostiene che la leg-
non riesce più a comprare la car-
anni, che è stato separato dal padre quando insieme hanno
ge è “tutt’altro che perfetta, ma
ta. Secondo i dati dell’Instituto attraversato il conine tra Messico e Stati uniti. Anche se il
è un passo avanti per afrontare
prensa y sociedad venezuelano, governo statunitense ha fatto marcia indietro sulla la questione dell’incarcerazione
è il 66° giornale che smette di separazione delle famiglie, le politiche migratorie volute di massa”.
uscire in Venezuela dal 2013. da Donald trump sono ancora molto criticate.
Nell’editoriale di commiato El L’8 dicembre Jakelin Caal Maquin, una bambina
Nacional, molto critico verso il IN BREVE
guatemalteca di 7 anni che aveva attraversato il conine
governo di Nicolás Maduro, ha Cuba Il 18 dicembre un rappre-
assicurato che si prenderà solo
con il padre, è morta mentre era sotto la custodia della sentante del governo ha fatto
“una pausa lungo il cammino”: polizia di frontiera. La bambina non avrebbe ricevuto in sapere che l’articolo sul matri-
“Il giornale non può battere in tempo le cure di cui aveva bisogno. ◆ monio tra persone dello stesso
ritirata e non cederà spazio a chi sesso non sarà introdotto nella
non rispetta i diritti umani”. nuova costituzione. Dai dibattiti
STATI UNITI sidente dell’epoca Barack Oba- popolari è emerso che i cubani

MESSICO
Sanità ma ed entrata in vigore nel
2010. “Il giudice ha bocciato
sono contrari al progetto.
El Salvador Il 17 dicembre un
La decisione per pochi l’articolo della legge che obbliga tribunale ha scagionato Imelda
i singoli individui a dotarsi di Cortez, una donna di vent’anni
di Obrador Il 14 dicembre il giudice di un un’assicurazione sanitaria, pena in carcere dal 2017 con l’accusa
tribunale federale di Forth il pagamento di una multa”, di aver cercato di abortire. Era
“Il 17 dicembre il presidente Worth, in texas, ha dichiarato spiega The Atlantic. Questa incinta del suo patrigno, che per
Andrés Manuel López Obrador incostituzionale una parte fon- misura, unita ai sussidi concessi anni aveva abusato di lei. Nel
(sinistra), il settore imprendito- damentale dell’Obamacare, la dal governo federale, ha per- paese l’interruzione di gravi-
riale e i rappresentanti sindaca- riforma sanitaria voluta dal pre- messo di ridurre da 47 milioni a danza è illegale.
li hanno raggiunto un accordo Adulti senza copertura sanitaria
26 milioni il numero di persone
per aumentare del 16 per cento negli Stati Uniti, milioni senza assicurazione sanitaria tra
il salario minimo a partire dal 1 50
il 2010 e il 2016. “La sentenza Stati Uniti
gennaio 2019”, scrive El Uni- avrà ripercussioni a livello na-
versal. “È l’aumento più alto zionale: un gruppo di attivisti e
Il paese delle armi
40
FONtE: KAISEr FAMILy FOuNDAtION

degli ultimi 23 anni”, aggiunge di funzionari democratici di vari Dati del 2018 aggiornati al 19 dicembre
FONtE: guN VIOLENCE ArChIVE

il quotidiano. Secondo López 30 stati ha detto che farà ricorso


Obrador, “la misura è un atto di contro la sentenza, ed è proba- Sparatorie 54.717
responsabilità politica che mi- 20 bile che alla ine a decidere delle Stragi* 334
gliorerà le condizioni economi- sorti dell’Obamacare, per la ter-
10 Feriti 27.063
che del Messico: se aumentano za volta in pochi anni, sarà la
le entrate dei lavoratori, cresco- corte suprema, il massimo orga- Morti 14.031
0
no anche i consumi”. 2008 2011 2014 2017 no della giustizia statunitense”. *Con almeno quattro vittime (feriti e morti).

Internazionale 1287 | 21 dicembre 2018 29


Asia e Paciico
La diga di Rogun, 14 dicembre 2018 circa 25 dollari. In famiglia siamo in otto,
mio padre vende frutta e verdura, mia ma-
dre fa dei lavoretti saltuari di cucito”. Il di-
stretto di origine dei Bobokhonov, Jabbor
Rasulov, mostra ancora le cicatrici del crol-
lo catastroico dell’Unione Sovietica. Qua-
si subito il paese rimase senza gas ed elet-
tricità e per scaldarsi la gente bruciava le-
gna nelle stufe. “Mio marito”, dice Bobo-
khonova, “andava da amici e parenti a
chiedere di comprare le azioni per la diga.
Gli spiegava che così saremmo stati al caldo
tutto l’anno”. La cifra raccolta, 185 milioni
di dollari, era alta per una popolazione in
gravi diicoltà, ma del tutto insuiciente. E
non si sa quando gli azionisti cominceran-
no a percepire i dividendi.
AfP/GETTY

A settembre del 2017 il Tagikistan ha


immesso sui mercati internazionali titoli di
stato per 500 milioni di dollari con un ren-

Le speranze del Tagikistan dimento iniziale del 7,1 per cento e l’obietti-
vo preciso di raccogliere fondi per la diga. Si
tratta di un pesante programma di rimborso
in una diga in dieci anni: nel periodo tra il 2025 e il 2027
il Tagikistan sarà in debito per più di 200
milioni di dollari.

Previsioni ottimistiche
Eurasianet, Stati Uniti
Le previsioni sulla produzione energetica
Povero e a corto di elettricità, il Emomali Rahmon ha presenziato alla mes- sembrano dare ragione a questa scommes-
paese dell’Asia centrale ha sa in funzione della prima delle sei turbine sa. Se l’impianto sarà completato entro i
progettate per la diga. Salini-Impregilo, tempi previsti, al culmine della sua capacità
obbligato i cittadini a investire in l’azienda milanese che si è aggiudicata l’ap- potrà produrre una quantità di energia suf-
una grande diga. Ma non è detto palto per costruire la diga, ha dichiarato in iciente a soddisfare otto volte l’attuale fab-
che la nuova infrastruttura un comunicato che una seconda turbina bisogno della capitale. Ma l’obiettivo è pro-
risolverà i loro problemi dovrebbe cominciare a produrre energia durre energia in eccesso da vendere all’Af-
entro il 2019. “A chi ha contribuito a inan- ghanistan e al Pakistan, dove la domanda
ziare la diga va la mia gratitudine. Grazie a supera l’oferta. Prima però serviranno pro-
ogunshoh ha nove anni, vive nel voi stiamo andando verso l’indipendenza gressi anche in un’altra impresa ambiziosa,

R villaggio di Madaniyat e non sa


bene che origine abbia il suo no-
me. È nato alla fine del 2009,
quando il governo stava pensando di recu-
perare il progetto, da tempo accantonato,
energetica”, ha dichiarato Rahmon. In real-
tà molti hanno contribuito solo per paura di
perdere il lavoro o il posto all’università.
“Nel 2009 ero uno studente”, dice Davlater
Kholmatov, di Dušanbe. “Ci chiesero di
che dovrebbe essere pronta nel 2020: una
rete elettrica che dovrebbe connettere Kir-
ghizistan e Tagikistan, paesi esportatori,
all’Asia meridionale.
Si teme però che molta dell’energia
della diga idroelettrica di Rogun, la più alta comprare azioni a 100 somoni ciascuna, prodotta a Rogun possa essere assorbita
del mondo. Ma c’era un problema: il paese dalla Talco, l’azienda che nel 2017 ha an-
era – ed è ancora – molto povero. Così, per UZBEKISTAN nunciato la costruzione di una nuova fon-
inanziare la diga, che dovrebbe costare cir- deria di alluminio da 1,6 miliardi di dollari
ca 3,9 miliardi di dollari, il governo ha emes- con la cinese Yunnan Company. Se
KIRGHIZISTAN
so delle azioni che molti sono stati costretti quest’impresa creerà, come dice, centinaia
CINA
a comprare. Alcuni erano entusiasti soste- di posti di lavoro, è meno chiaro quali sa-
Dušanbe Diga di Rogun
nitori dell’iniziativa. Il nonno di Rogun- ranno le conseguenze per le casse dello
shoh, Abdullo Bobokhonov, morto nel 2015, TAG I K I S TA N stato. Una combinazione di tarife agevo-
fu tra i primi a mettersi in ila per comprare late per l’elettricità e di vie per evitare di
Madaniyat
le azioni quando seppe che avrebbe avuto pagare le tasse fa sì che la Talco, a quanto
un nipote. “Disse che dovevamo chiamarlo AFGHANISTAN pare controllata da familiari del presidente
Rogunshoh”, dice la moglie. 150 km PAKISTAN Rahmon, sia un peso più che un vantaggio
Il 16 novembre il presidente tagico dal punto di vista inanziario. u gim

Internazionale 1287 | 21 dicembre 2018 31


Asia e Paciico
Bottiglie di sakè Cina GIAPPONE

Sessismo
Quarant’anni di riforme
TOMOHIrO OHSUMI (BLOOMBerG/GeTTY)

all’ingresso
Nove delle 81 scuole di medici-
Pil cinese, miliardi di dollari na del Giappone hanno manipo-
Fonte: Bbc lato i test d’ingresso per favorire
gli uomini, o i parenti degli ex
12.000.000 allievi. Lo rivela un rapporto del
ministero dell’istruzione pubbli-
10.000.000 cato il 14 dicembre al termine di
ECONOMIA un’inchiesta avviata ad agosto,
L’accordo
8.000.000
dopo che l’Università di medici-
na di Tokyo (Tmu) aveva am-
più grande 6.000.000
messo di aver discriminato ai
4.000.000 test d’ingresso le donne e i ripe-
Il 13 dicembre il parlamento eu- tenti. Il 17 dicembre un’associa-
ropeo ha approvato l’accordo di 2.000.000 zione di consumatori che rap-
libero scambio tra l’Unione eu- presenta le persone discrimina-
0
ropea e il Giappone, deinito il te dalla Tmu ha denunciato
1978 1983 1988 1993 1998 2003 2008 2017
più grande del mondo dato che l’ateneo, scrive il Japan Times.
coinvolge un terzo del pil globa- “Lo sviluppo della Cina non avverrà a scapito degli altri Un’altra università, la Juntendo
le. Il trattato, che dovrebbe en- paesi e Pechino non cercherà l’egemonia globale”, ha di Tokyo, è stata criticata per
trare in vigore il 1 febbraio 2019, aver spiegato che il diverso trat-
assicurato il presidente cinese Xi Jinping il 18 dicembre
cancellerà i dazi europei sulle tamento riservato ai candidati
auto giapponesi (oggi al 10 per nel suo discorso in occasione del 40° anniversario
serve a colmare il divario tra le
cento) e su gran parte dei com- dell’avvio delle riforme che aprirono l’economia cinese al abilità delle donne e quelle degli
ponenti per le auto (che oggi so- libero mercato. Nel dicembre del 1978 Deng Xiaoping, uomini. “Le donne sono più ma-
no al 3 per cento) ed eliminerà o allora leader della Cina, lanciò la campagna che avrebbe ture e hanno più capacità comu-
abbasserà le tarife sull’esporta- fatto diventare il paese la seconda potenza economica nicative degli uomini”, ha di-
zione in Giappone dei formaggi mondiale parlando di “socialismo con caratteristiche chiarato in una conferenza
(30 per cento), della carne di stampa un delegato dell’ateneo.
cinesi” e afermando che “arricchirsi è glorioso”. Più che
maiale, dei prodotti in pelle e
THe YOMIUrI SHIMBUN/AP/ANSA

dei vini europei. Inoltre aprirà i celebrare l’eredità di Deng, Xi Jinping ha incentrato il
mercati dei servizi inanziari, suo intervento sull’importanza del Partito comunista
delle telecomunicazioni, del nello sviluppo economico e sulle riforme da lui stesso
commercio online e dei tra- volute per raforzarne il ruolo. “Xi ha accennato solo
sporti. “Chi critica l’accordo so- indirettamente all’elefante nella stanza, la guerra
stiene che dia troppo potere alle commerciale con gli Stati Uniti”, commenta il New York
multinazionali e metta a rischio
Times. “Nessuno può dire ai cinesi cosa devono e non
gli standard ambientali e lavo-
rativi”, scrive l’Asahi Shim- devono fare”, ha detto il presidente, evidentemente
bun. Tokyo e Bruxelles, i cui riferendosi alle critiche mosse a Pechino per le misure
produttori di acciaio e allumi- protezionistiche che ha adottato. u Tokyo 12 dicembre 2018
nio devono sottostare ai dazi
imposti da Washington, avvie-
ranno colloqui commerciali se- CINA ti giustiicati da Pechino con IN BREVE
parati con gli Stati Uniti. I nego-
ziati per il trattato tra Ue e
La ritorsione l’accusa di “attentato alla sicu-
rezza nazionale”, sembrano a
Australia Il 15 dicembre il pri-
mo ministro Scott Morrison ha
Giappone erano cominciati nel di Pechino tutti gli efetti una ritorsione per annunciato che l’Australia rico-
2011 ma si erano arenati perché l’arresto in Canada di Meng nosce Gerusalemme ovest co-
gli europei puntavano a condi- Dopo Michael Kovrig dell’ong Wanzhou, capa inanziaria della me capitale dello stato d’Israe-
zioni migliori sull’esportazione International crisis group, e Mi- Huawei e iglia del presidente le, ma che non sposterà l’am-
di prodotti caseari. Ma nel 2017, chael Spavor, imprenditore, una dell’azienda leader delle teleco- basciata da Tel Aviv inché non
dopo l’introduzione di misure terza persona di nazionalità ca- municazioni. Meng è stata rila- ci sarà un accordo di pace.
protezionistiche da parte degli nadese è stata arrestata in Cina. sciata su cauzione e si trova in li- Sri Lanka Il 16 dicembre il pri-
Stati Uniti, Tokyo e Bruxelles L’hanno confermato le autorità bertà vigilata ma rischia l’estra- mo ministro ranil Wickreme-
hanno accelerato i tempi per ar- di Ottawa il 18 dicembre, scrive dizione negli Stati Uniti, dove singhe, destituito dal presiden-
rivare a un accordo, scrive la il Telegraph. Gli arresti, che nel sarebbe processata per violazio- te, è tornato in carica per ordi-
Nikkei Asian Review. caso di Kovrig e Spavor sono sta- ne delle sanzioni contro l’Iran. ne della corte suprema.

32 Internazionale 1287 | 21 dicembre 2018


Visti dagli altri
L’Italia razzista
voluta da Matteo Salvini
Walter Mayr, Der Spiegel, Germania
Foto di Giovanni Pulice
Gli atti ostili verso gli stranieri tono incoraggiati, come se l’odio verso gli
sono in aumento e sembrano stranieri fosse diventato socialmente accet­
tabile. Gad Lerner, autore di una serie tv sul
diventati socialmente razzismo, parla di “pulsione fascistoide di
accettabili. Questo clima cui sta cadendo preda il nostro paese”.
incoraggia gli estremisti di Seduto alla sua scrivania al ministero
destra, scrive Der Spiegel dell’interno, sotto un dipinto che raigura
la Madonna, Gesù bambino e sant’Anna,
Salvini si atteggia a uomo forte che non si
atteo Salvini non è neanche lascia intimorire. Ultimamente ha fatto

M sceso dall’aereo che già si


lancia all’attacco. È appena
tornato da un viaggio in Afri­
ca e annuncia che fermerà i migranti irrego­
lari che “stuprano, rubano, spacciano”, per­
chiudere i porti italiani alle navi che soccor­
rono i profughi riducendo il numero degli
arrivi, ha fortemente voluto una legge che
velocizza l’esame delle richieste del diritto
d’asilo e le espulsioni. Razzismo? Quando
ché l’Italia ne ha abbastanza di quelli che una bambina rom di tredici mesi è stata fe­
“non scappano dalla guerra, la guerra ce la rita da piombini sparati con un fucile ad aria
portano in casa”. compressa e un giornalista ha detto che la
Non passa giorno senza una sua dichia­ colpa era di Salvini, lui ha commentato:
razione bellicosa. Il leader della Lega, par­ “C’è un limite alla fesseria”. La bambina
CoNTRASTo

tito di destra, che dal 1 giugno è ministro abitava in una delle baraccopoli che Salvini
dell’interno, si è autodesignato portavoce aveva visitato prima di diventare ministro e
del governo presieduto da Giuseppe Conte. che aveva promesso di spianare con la ru­
Il motto di Salvini è “prima gli italiani” e i spa. È il campo di via di Salone 323, alla pe­
suoi toni sono combattivi. Le conseguenze riferia est della capitale. di preinfrazione, o procedura “pilota”, con­
si fanno sentire. tro l’Italia per il trattamento dei rom. Il pia­
C’è chi spara in pieno giorno contro i Atmosfera esplosiva no di Salvini prevede soprattutto di sgom­
passanti dalla pelle nera, come a Macerata, Sorvegliata ventiquattr’ore al giorno dalla brare i campi. Però prima vuole fare un
chi di notte ammazza di botte un marocchi­ polizia, la strada che porta al campo nomadi, censimento delle persone che ci abitano.
no, come ad Aprilia, spara contro dei malia­ come lo chiamano molti romani, si snoda Salvini può contare sull’approvazione della
ni, come a Caserta. L’aumento di gesti vio­ dietro a un muro di cemento armato alto maggioranza dei romani che abitano nelle
lenti commessi negli ultimi sei mesi è ap­ due metri. Qui 614 persone, la metà bambi­ vicinanze dei campi, compreso quello di via
parso intollerabile, non solo in Italia. Gli ni, abitano in container, camper e alloggi di Salone. E questo non solo da quando due
episodi di razzismo accertati tra giugno e improvvisati. Le fognature sono difettose e rom bosniaci hanno ammanettato e violen­
ottobre sono stati almeno settanta. Il presi­ quando piove forte il terreno si trasforma in tato due ragazze del quartiere vicino, ma
dente della repubblica Sergio Mattarella un lago. Il campo è circondato da cumuli di anche e soprattutto perché il campo rom è
mette in guardia dal farsi giustizia da sé e riiuti. Si sente puzza di latrina. Isolato dal una sorta di inceneritore di riiuti a cielo
dichiara che “l’Italia non può somigliare a mondo esterno e popolato prevalentemen­ aperto.
un far west”. L’Alto commissariato delle te da immigrati provenienti dai Balcani, ri­ Qui arrivano camionate di rottami di
Nazioni Unite per i rifugiati parla di un “nu­ corda un quartiere povero di Mumbai o di ferro e di materiali plastici, trasportati da
mero crescente di aggressioni contro mi­ Nairobi, anche se si trova ad appena quindi­ chi con l’aiuto dei rom vuole smaltire i riiu­
granti, richiedenti asilo, rifugiati e italiani ci chilometri dalla fontana di Trevi. ti illegalmente e a poco prezzo. Di notte le
di origini straniere”. La Conferenza episco­ Per ogni sette rom e sinti residenti in Ita­ colonne di fumo nero testimoniano che gli
pale italiana (Cei), che riunisce i vescovi del lia, uno abita in un campo popolato solo da afari vanno bene. Nel vicino comprensorio
paese, denuncia un “clima di diidenza e persone della sua etnia. Nel 2012 la Com­ residenziale di Case rosse sono stati misu­
disprezzo, di rabbia e di riiuto”. In Italia i missione europea, in base alla direttiva an­ rati livelli di sostanze inquinanti pari a quel­
neofascisti e gli estremisti di destra si sen­ tidiscriminazione, aveva lanciato una fase li di una discarica di riiuti tossici. “Impos­

34 Internazionale 1287 | 21 dicembre 2018


Roma, 22 novembre 2018. Un presidio
di CasaPound contro i migranti
che vivevano nell’ex fabbrica della
penicillina in via Tiburtina. L’ediicio
è stato sgomberato il 10 dicembre

noto per il suo impegno in difesa dei diritti


umani. È un uomo dai capelli ormai bianchi
che oggi coordina l’uicio nazionale antidi­
scriminazioni razziali, con sede nel centro
di Roma. Ironia del destino: l’ente dipende
ministero dell’interno, oggi guidato proprio
da Matteo Salvini.
A sentire Manconi, in Italia il tabù del
razzismo è durato più a lungo che in altri pa­
esi europei, a eccezione forse della Germa­
nia. Ma la colpa di questa crescente ostilità
nei confronti degli stranieri è di Salvini? “La
cosa nuova è che questo paese oggi è gover­
nato con un misto di sentimenti di pancia e
di rancore, quindi quella che prima era solo
una tendenza oggi sembra diventata un
programma di governo”.
Ciò che Manconi non dice ma sa, per
averne fatto esperienza diretta quando era
senatore, è che in Italia il razzismo in veste
istituzionale non è una novità. In passato
Roberto Calderoli, tuttora vicepresidente
del senato, ha detto della prima italiana ne­
ra a diventare ministra: “Quando la vedo
non posso non pensare a un orango”. Del
resto, di gafe razziste senza conseguenze
ce ne sono state sempre, e non le hanno
commesse solo persone di destra. Un noto
procuratore, poi ministro del governo di
sibile scoprire chi è che brucia quella roba”, mosfera è esplosiva”. Cappello bianco, ca­ centrosinistra guidato da Romano Prodi, si
dice con candore uno dei portavoce del micia sbottonata ino al petto e braccialetto fece notare a suo tempo per aver detto che,
campo rom. “Succede sempre di notte”. d’oro, Adzovic a Roma è una sorta di emis­ se non si fosse regolamentata l’immigrazio­
Qualcuno che abita lì vicino ha aisso ac­ sario tra due mondi. Media tra le autorità ne, l’Italia sarebbe diventata il “pissoir
canto all’ingresso del campo un cartello con italiane e la sua gente, fa da paciere tra i dell’Europa”.
su scritto: “Basta roghi. Volete la guerra? clan rom rivali e non nega che “nei campi
Noi siamo pronti”. girano piccoli criminali”. Ma è preoccupa­ Neofascisti romani
Ma chi ha sparato alla bambina rom to per l’umore facilmente infiammabile ottant’anni dopo le leggi razziali, varate da
mentre era in braccio alla madre? È stato nel paese. Per questo ha scritto una lettera Benito Mussolini, la mentalità di estrema
indagato un dipendente del senato in pen­ aperta in cui mette in guardia contro un destra è ormai legittimata e questo ha mol­
sione, che dal suo balcone al settimo piano nuovo “olocausto silenzioso” e annuncia to a che fare anche con l’atteggiamento in­
avrebbe sparato un colpo con un fucile ad resistenza ai facinorosi della destra italia­ dulgente di tanti italiani rispetto alla storia
aria compressa. La bambina è stata ricove­ na: “Questa volta non vi permetteremo di del paese. Nonostante i vent’anni di fasci­
rata e rischia di restare paralizzata. portarci nei campi di concentramento e di smo, in Italia non è mai stato istituito un
Le statistiche, però, dicono che è da pri­ sterminio”. tribunale neanche lontanamente parago­
ma dell’entrata in carica del nuovo gover­ “Non c’è dubbio che il razzismo in Italia nabile a quello dei processi di Norimberga
no che gli italiani nutrono una forte avver­ è aumentato”, dice Luigi Manconi. “Che è in Germania, in cui valutare davanti all’opi­
sione nei confronti dei rom e dei sinti, che pericoloso e che la situazione può peggiora­ nione pubblica ragioni e torti della nazione.
alcuni chiamano con disprezzo zingari. Ma re. Però bisogna guardare i numeri: nei pri­ Mussolini e i suoi complici hanno sulla co­
a sentire Najo Adzovic, la responsabilità mi anni novanta in Italia c’erano ottocento­ scienza circa due milioni di vite umane, ma
del crescendo di violenza sarebbe di Salvi­ mila stranieri, oggi sono quasi sei milioni”. di questo si parla poco. “Mussolini non ha
ni e di chi lo sostiene: “Questo governo ha Manconi è stato sottosegretario alla giusti­ mai ammazzato nessuno”, ha scherzato
dato agli italiani la licenza di odiare. L’at­ zia e senatore, e oltre che per i suoi libri è una volta Silvio Berlusconi. A suo dire, il

Internazionale 1287 | 21 dicembre 2018 35


Visti dagli altri
dittatore aveva solo mandato qualcuno al zativo eravamo ancora più vicini, ma re­ trice a vita, ebrea sopravvissuta ad Ausch­
conino, e a costo zero per il paese. stiamo aperti a una collaborazione”. Quan­ witz, ha suonato un campanello d’allarme
Per fare conoscenza con i neofascisti ro­ do il suo lavoro in un supermercato glielo in senato ricordando la complicità dei fasci­
mani basta andare nei pressi della basilica consente, Continisio è disposto a far quasi sti italiani con i crimini dei nazisti e ha rac­
di San Giovanni in Laterano, a Roma, e tutto quello che vuole il partito. Casa­ comandato “vigilanza”.
prendere la metropolitana in direzione est. Pound chiede ai suoi iscritti di avere un
Alla stazione di Santa Maria del Soccorso ci ruolo attivo in tutti i settori della vita, che si Azione frontale
aspetta Marco Continisio, 28 anni, il re­ tratti della militanza per strada o di lavora­ Complicità? “Macché, le leggi razziali di
sponsabile locale di CasaPound, il partito di re in palestre di arti marziali, in librerie vi­ Mussolini furono una concessione a Hit­
quelli che si deiniscono “i fascisti del terzo cine al partito o nelle osterie. ler”, dice Ernesto Moroni nel suo uicio in
millennio”. Fondato nel 2003, il movimen­ I dirigenti del partito si possono incon­ un centro estetico, decorato con elmetti
to, che prende il nome dal poeta statuniten­ trare di sera al Cutty Sark, un pub del quar­ d’acciaio, pugnali e ritratti di Benito Mus­
se Ezra Pound, grande ammiratore di Mus­ tiere Monti dove i “fascisti del terzo millen­ solini. A Roma Moroni è il leader della for­
solini, ha più di cento sezioni in tutta Italia e nio” si sentono a casa. A sinistra del banco­ mazione Azione frontale. Degli ebrei dice:
almeno ventimila iscritti. A Roma, e soprat­ ne, accanto a sciarpe con la scritta “all’armi “Hanno inanziato Hitler, quindi la sciagu­
tutto a Roma est, i neofascisti sono diventa­ siam fascisti”, è appeso un ritratto del presi­ ra se la sono voluta”. Ma come, sono morti
ti una potenza da prendere sul serio, perché dente della Siria, Bashar al Assad. quasi di proposito? “E perché no? Abramo
ofrono assistenza ai poveri e perché sono era pronto a sacriicare suo iglio…”. Moro­
presenti anche dove lo stato è assente da
tempo.
Un rosario che pesa ni, testa rasata, occhi azzurro chiaro, una
montagna di muscoli, una bella famiglia e
Continisio sale sulla sua Hyundai e par­ cinque chili da cui un’attività iorente, si è fatto conoscere in
te per un giro di pattugliamento del vasto
quartiere, dove ci sono palazzoni cadenti,
pendono bossoli tutti gli ambienti ebraici del mondo quan­
do nel 2014 ha spedito delle teste di maiale
fabbriche abbandonate e case diroccate. calibro 38 alla sinagoga di Roma e all’ambasciata
Quando il comune di Roma ha cercato di israeliana. Insieme ai suoi camerati di
sistemare dei profughi nei capannoni indu­ C’è anche il capo di CasaPound, Gianlu­ Azione frontale lotta “per il fascismo puro,
striali e negli ediici disabitati, gli attivisti di ca Iannone, un tipo massiccio con una cita­ che unisce tutti i ceti sociali e non trascura
CasaPound glielo hanno impedito. Conti­ zione di Mussolini tatuata sul collo. Con­ i più deboli”. E così, due sere alla settima­
nisio ci indica il centro di accoglienza per dannato in primo grado a quattro anni di na, quando Azione frontale distribuisce
migranti della Croce rossa, che si trova in carcere per aver picchiato un carabiniere, pasti gratuiti, i poveri si accalcano tra teglie
via del Frantoio, davanti al quale lui e i suoi deinisce il regime mussoliniano “l’espe­ di alluminio piene di pasta e reliquie
amici hanno protestato inché è stato sgom­ rienza più bella della storia d’Italia”. dell’era mussoliniana.
berato. Poi si dirige verso i cumuli di spaz­ I neofascisti sono organizzati a livello Quando scende la sera, Moroni e i suoi
zatura che circondano il campo rom di via internazionale e molto presenti su Face­ fascisti vanno a fare “la ronda”: disarmati,
di Salone, dove CasaPound spalleggia la book. La sede del partito è in via Napoleone ma a gruppi di otto uomini, fanno servizio
protesta degli abitanti vicini. Dice Contini­ III, in un ediicio di sette piani nel centro di pattugliamento. Fanno sentire la loro
sio: “I rom sono bestie prive di cultura che della capitale che gli attivisti oc­ presenza in un quartiere con mol­
non hanno la minima intenzione di inte­ cupano illegalmente dal 2003. ta criminalità. Intanto incollano
grarsi”. La strategia dei neofascisti a Roma Migliaia di metri quadrati di loca­ adesivi sui lampioni e distribui­
è chiara: annidarsi nelle pieghe della socie­ li in posizione invidiabile per cui scono volantini con scritto: “So­
tà. Stanno guadagnando terreno sempre di non pagano l’affitto. Salvini ha stenete i negozi di italiani”. Vo­
più nei comitati di quartiere un tempo do­ dichiarato che ha cose più urgenti gliono scoraggiare la frequenta­
minati dalla sinistra. Distribuiscono generi da fare che far sgomberare quel palazzo. zione degli esercizi commerciali gestiti da
alimentari a chi ne ha bisogno, di notte pat­ Nel 2015 il suo partito, la Lega nord, condi­ stranieri e proporre un gesto di resistenza a
tugliano quartieri poco sicuri e calano in videva con CasaPound l’associazione poli­ quella “invasione cui ci vediamo esposti”.
formazione ovunque si prepari uno sgom­ tica e culturale Sovranità. Cosa pensa di Salvini? “Per noi fascisti
bero di inquilini italiani abusivi per far po­ Marciare divisi per colpire uniti: l’estre­ non è certo il salvatore della patria”, dice
sto a stranieri che hanno diritto a un appar­ ma destra italiana guadagna terreno con Moroni, prima di partire per un soggiorno a
tamento. questo motto. Tutti i partiti di destra capi­ Predappio in compagnia dei suoi amici.
CasaPound sta sidando il monopolio scono che le persone hanno bisogno di co­ Predappio è il paese dove nacque Mussolini
dello stato sull’uso della forza, spesso con struirsi un nemico e poi di invocare un capo, e dove il sindaco svolge i suoi compiti ui­
il suo assenso. “Siamo pronti a tutto come scriveva Umberto Eco: dalla Lega di ciali da quella che fu la camera da letto del
nell’interesse degli italiani svantaggiati”, Salvini ai neofascisti di CasaPound, pas­ duce quando era bambino. Molti neofasci­
dice Continisio. “Siamo un movimento ra­ sando per i postfascisti di Fratelli d’Italia. sti vanno in pellegrinaggio a Predappio tre
dicale”. Ma Salvini è un bene per la causa? Ha ragione Liliana Segre, 88 anni, quan­ volte all’anno: per il compleanno di Musso­
“Sul piano dei contenuti siamo vicini: il suo do aferma che “esiste un ilo comune tra il lini, per l’anniversario della morte e per
motto ‘prima gli italiani’ lo sosteniamo da razzismo che cominciò a inquinare l’Italia quello della marcia su Roma. Visitano il pa­
quindici anni. In passato sul piano organiz­ di allora e quello di oggi”? A giugno la sena­ ese dove i negozi di souvenir vendono a cin­

36 Internazionale 1287 | 21 dicembre 2018


Roma, 22 novembre 2018. Striscioni di CasaPound davanti all’ex fabbrica della penicillina occupata
CoNTRASTo

que euro l’uno i manganelli con stampato il to, dà il segnale con il saluto fascista. Per glia del Gambia. È un ragazzo sveglio, porta
motto di Mussolini “Credere, obbedire, inire, ma prima del dessert, si canta la tra­ i dreadlock e ha alle spalle un’odissea. Ha
combattere” e si presentano puntuali alla duzione italiana dell’inno delle Ss Mar- attraversato il deserto ino alla Libia e da lì è
messa nel giardino di villa Carpena, un schiert in Feindesland, detto anche “canzo­ arrivato a Lampedusa. Poi è andato in Cala­
tempo residenza del dittatore. Arrivano, si ne del diavolo”. bria e inine a Roma.
salutano dicendo “a noi!” e si prendono a Sull’addome ha ancora le cicatrici delle
braccetto. Filo spinato violenze subite in Libia. Dall’occhio destro
A Villa Carpena, “padre” Giulio Tam, Fino a pochi giorni fa quando perdevano la non ci vede, da quando è stato picchiato,
discendente di una delle più antiche fami­ pazienza i neofascisti di Roma partivano in dice, dai poliziotti italiani nel corso di una
glie patrizie italiane e sacerdote scomuni­ corteo per protestare davanti all’ediicio di retata. Tuttavia Mustafa è stato più fortuna­
cato, si presenta con le parole: “Io non sono via Tiburtina, dove prima dello sgombero to di altri: il personale di Medici senza fron­
antisemita, ma gli ebrei hanno ucciso il i­ abitavano i più poveri dei poveri. tiere l’ha tirato fuori da un campo anche
glio di Dio e non ci si può far nulla”. Poi dalla L’ediicio è ormai uno scheletro di calce­ perché parla cinque lingue africane. ora fa
sua opel Vivaro tira fuori il vino da messa e struzzo contaminato dall’amianto. È un’ex l’interprete, prima accompagnava le squa­
il calice con le ostie: il servizio liturgico in fabbrica di penicillina trasformata in allog­ dre di medici con la divisa bianca che una
onore di Mussolini può cominciare. Gli gio di fortuna per i migranti. Mancano le i­ volta alla settimana si avventuravano
amici gli hanno regalato un rosario che pesa nestre e il pavimento è coperto di riiuti, tra nell’ex fabbrica di penicillina.
cinque chili da cui pendono bossoli di cali­ cui farmaci abbandonati e bottiglie di pla­ Dentro, sul ilo spinato è appeso un fo­
bro 38. Così predica il “padre”: chi vuole stica. Le seicento persone e più che avevano glietto in cui la polizia dichiara “inabitabi­
combattere “l’invasione islamica” deve trovato riparo nell’ex fabbrica di penicillina le” l’ediicio. Salvini di recente ha afermato
svegliarsi. “Bisogna conoscere il nemico sono prigioniere di un circolo vizioso: senza che per lui le rovine dell’ex fabbrica di peni­
che si vuole colpire”. un domicilio stabile non possono ottenere cillina erano l’emblema di ciò che deve
Arriva l’ora di pranzo: davanti ai tortelli il permesso di soggiorno e quindi non han­ cambiare nel modo di trattare gli immigra­
allo speck Ernesto Moroni distribuisce il no accesso all’assistenza sociale. ti. “Droga, alcol, degrado diffuso. Basta
testo di una canzone e i camerati intonano Prima dello sgombero chi non abitava lì caos, riporteremo ordine e tranquillità”,
l’inno dell’Italia fascista Giovinezza. ogni non poteva entrare dentro questo rudere aveva promesso. Ha mantenuto la parola e
volta che si nomina Mussolini, “padre” senza l’aiuto di Mustafa Drammeh. Musta­ un lunedì mattina la polizia ha fatto irruzio­
Tam, veste talare nera, braccio destro alza­ fa, 25 anni, è uno dei dodici igli di una fami­ ne nell’ediicio. u ma

Internazionale 1287 | 21 dicembre 2018 37


Le opinioni

I gilet gialli devono


chiedere l’impossibile

Slavoj Žižek
n Francia la protesta dei gilet gialli non si fer- national sia il leader della sinistra radicale Jean-Luc

I ma. La ribellione è nata come un movimento


di base alimentato dal difuso malcontento
per una nuova tassa ambientalista su petrolio
e gasolio, considerata penalizzante per chi
vive e lavora fuori dalle aree metropolitane,
dove non ci sono trasporti pubblici. Nelle scorse setti-
mane il movimento è cresciuto ino a includere tante
richieste diverse, tra cui la “Frexit” (l’uscita della
Francia dall’Unione europea), tasse più basse, pensio-
Mélenchon sostengono le manifestazioni). Come pre-
visto, i commentatori politici si stanno chiedendo qua-
le forza politica si approprierà dell’energia della rivol-
ta, se Le Pen o una nuova sinistra, mentre i puristi
chiedono che quello dei gilet gialli rimanga un movi-
mento di protesta “autentico” e si tenga a debita di-
stanza dalla politica tradizionale.
Una cosa dovrebbe essere chiara: i manifestanti
non sanno quello che vogliono davvero e non hanno
ni più alte e un miglioramento del potere d’acquisto una visione chiara della società che sognano. Avanza-
della classe media. no solo delle richieste impossibili da soddisfare all’in-
Siamo di fronte a un caso esemplare di populismo terno del sistema, anche se le fanno proprio al sistema.
di sinistra, un’esplosione di rabbia della popolazione Questa caratteristica è fondamentale: le loro rivendi-
in tutta la sua incoerenza: i contestatori vogliono im- cazioni esprimono interessi individuali che sono radi-
poste più basse e più fondi per l’istruzione e la sanità, cati nel sistema esistente.
carburante meno caro e lotta all’inquinamento, e così Non va dimenticato che stanno rivolgendo queste
via. Anche se la nuova tassa sul carburante era una rimostranze al sistema (politico) per eccellenza, che in
scusa, o meglio un pretesto, è importante notare che a Francia signiica Emmanuel Macron. La protesta se-
gna la ine del sogno del presidente francese. Ci ricor-
A diferenza delle proteste del diamo l’entusiasmo generato dall’idea che Macron
ofrisse una nuova speranza non solo di sconiggere la
sessantotto, i gilet gialli sono più minaccia populista di destra ma anche di incarnare
marcatamente un movimento un’identità europea progressista, portando filosofi
della “Francia profonda”, una molto diversi tra loro come Jürgen Habermas e Peter
rivolta di quest’ultima contro le Sloterdijk a sostenere l’Eliseo. Ci ricordiamo che ogni
critica da sinistra a Macron, ogni ammonimento sui
aree metropolitane. Signiica che limiti fatali del suo progetto, è stata bollata come so-
il loro orientamento politico stegno diretto a Marine Le Pen.
è molto più ambiguo Oggi, con le proteste che continuano in Francia,
siamo messi brutalmente di fronte alla triste realtà
sull’entusiasmo per Macron. Il discorso televisivo fat-
scatenare la protesta è stata una misura contro il ri- to dal presidente ai manifestanti il 10 dicembre, per
scaldamento globale. Non c’è da stupirsi che il presi- metà compromesso e per metà apologia, è stato deso-
dente degli Stati Uniti Donald Trump abbia sostenuto lante. Non ha convinto nessuno e si è distinto per man-
con entusiasmo i gilet gialli (immaginando perino che canza di lungimiranza. Può darsi che Macron sia il
alcuni manifestanti urlassero “Vogliamo Trump!”), meglio del sistema esistente, ma la sua politica si col-
visto che una delle tante richieste dei contestatori era loca all’interno delle coordinate liberaldemocratiche
proprio l’uscita della Francia dall’accordo sul clima di della tecnocrazia illuminata.
Parigi. Dovremmo quindi dire sì a queste proteste, ma con
Il movimento dei gilet gialli rientra nella tradizione riserva. Una riserva legata al fatto che il populismo di
speciica della sinistra francese, che prevede grandi sinistra non fornisce un’alternativa realistica al siste-
manifestazioni contro le élite politiche, più che contro ma. Immaginiamo per un momento che i manifestan-
quelle inanziarie o economiche. Tuttavia, a diferen- ti, in qualche modo, vincano, prendano il potere e agi-
za delle proteste del sessantotto, i gilet gialli sono mol- scano all’interno delle coordinate dell’attuale sistema
to più marcatamente un movimento della “Francia (come ha fatto il partito di sinistra Syriza in Grecia).
profonda”, una rivolta di quest’ultima contro le aree Che cosa succederebbe a quel punto? Probabilmente
metropolitane. Signiica che il loro orientamento poli- una catastrofe economica. Questo non vuol dire che
tico è molto più ambiguo (sia Marine Le Pen del Front abbiamo semplicemente bisogno di un sistema socio-

Internazionale 1287 | 21 dicembre 2018 39


Le opinioni
economico diverso, in grado di rispondere alla richie- l’impossibile” signiica bombardare il sistema esisten-
ste dei manifestanti: il processo di trasformazione ra- te con richieste che il sistema non può soddisfare: con-
dicale produrrebbe anche richieste e aspettative diver- ini aperti, una sanità migliore, stipendi più alti. Ecco-
se. Prendiamo per esempio il costo del carburante: ci qui oggi, nel mezzo di una provocazione isterica ri-
quello che serve non è solo benzina a basso costo; il volta ai nostri padroni (gli esperti tecnocrati).
vero obiettivo è diminuire la nostra dipendenza dal Questa provocazione dev’essere seguita da una
petrolio, per motivi ecologici, e per cambiare non solo mossa ulteriore: non chiedere l’impossibile al sistema,
i trasporti ma il nostro stile di vita. Lo stesso vale per la ma chiedere “impossibili” cambiamenti del sistema.
richiesta di tasse più basse e di una sanità e un’istru- Anche se questi cambiamenti sembrano “impossibili”
zione migliore. Dovrà cambiare il paradigma di tutta (impensabili all’interno del sistema), è la situazione
la società. ecologica e sociale in cui ci troviamo che ce li impone.
Lo stesso discorso vale per il principale problema È questa l’unica soluzione realistica. Ma dovremmo
etico-politico del nostro tempo: come gestire il lusso essere molto chiari: per fare questo passaggio fonda-
dei profughi? La soluzione non è semplicemente apri- mentale, dall’isteria bisogna arrivare per forza alla
re le frontiere a chiunque voglia entrare, giustiicando scelta di nuovi padroni. E qui emergono i limiti della
questa apertura con il nostro generalizzato senso di tanto elogiata natura “senza leader” delle manifesta-
colpa (“il colonialismo è il crimine più grande che esi- zioni francesi, della loro caotica autogestione: non
ste e dovremo risarcire l’umanità all’ininito”). Se re- basta che un politico ascolti il popolo e riformuli all’in-
stiamo a questo livello, faremo gli interessi di chi sta al terno di un programma quello che il popolo vuole.
potere e alimenta il conlitto tra migranti e classe ope- Il vecchio imprenditore Henry Ford aveva ragione
quando faceva notare che, ofrendo delle automobili
Perché non superare prodotte in serie, non stava seguendo quello che le
persone volevano. Se avesse chiesto alle persone cosa
il nostro sistema inanziario volevano, avrebbero risposto: “Un cavallo più veloce
trasformando il modo in cui per tirare il nostro carro”. Ritroviamo quest’intuizione
funziona il credito? Perché nella famosa citazione del fondatore della Apple, Ste-
non imporre nuove regole ve Jobs: “Le persone non sanno quello che vogliono,
inché non glielo mostri”.
contro lo sfruttamento Anche se ci sono molte cose discutibili nel suo ope-
dei paesi da cui provengono rato, Steve Jobs si avvicinava all’idea di un vero leader.
i migranti? Quando gli era stato chiesto quanta ricerca la Apple
dedicasse ai desideri dei suoi clienti, Jobs aveva rispo-
sto: “Nessuna. Non tocca ai clienti sapere cosa voglio-
raia locale (che si sente minacciata dai primi), lascian- no. Siamo noi a dover scoprire cosa vogliamo”. È sor-
do invariata la posizione di superiorità morale dei po- prendente la direzione che prende la sua argomenta-
tenti. Nel momento in cui si comincia a pensare in zione. Prima nega che i clienti sappiano quello che
questa direzione, la sinistra politicamente corretta gri- vogliono; poi non completa il pensiero con il rovescia-
da subito al fascismo: si vedano i feroci attacchi ad mento diretto della frase che ci saremmo aspettati,
Angela Nagle per il suo eccezionale articolo The left cioè “è nostro compito (il compito dei capitalisti crea-
case against open borders, in cui la scrittrice irlandese tivi) immaginare cosa vogliono i consumatori e poi
sostiene che la sinistra dovrebbe appoggiare la linea ‘mostrarglielo’ sul mercato”. Invece Jobs dice: “Siamo
dura sull’immigrazione come un modo per stare ac- noi a immaginare cosa vogliamo”. È così che si com-
canto ai lavoratori nei suoi paesi. porta un vero leader: non cerca d’immaginare cosa
Ancora una volta la “contraddizione” tra difensori vogliono le persone, semplicemente obbedisce al suo
dei conini aperti e populisti che sono contro l’immi- stesso desiderio, lasciando che siano le persone a de-
grazione è una falsa “contraddizione secondaria”, la cidere se seguirlo oppure no. In altre parole, il potere
cui funzione in in dei conti è nascondere la necessità del leader deriva dalla fedeltà alla sua stessa visione
di un cambiamento del sistema che, nella sua forma delle cose, dalla capacità di non tradirla.
attuale, produce profughi. Lo stesso discorso vale per i leader politici di cui
Quindi dovremmo pazientemente aspettare un abbiamo bisogno oggi. I manifestanti francesi voglio-
grande cambiamento? No, possiamo cominciare da no un cavallo migliore (più veloce e meno caro): in
subito con misure che sembrano modeste, ma che tut- questo caso un carburante più economico per le loro
tavia minano le fondamenta del sistema esistente co- auto. I politici invece gli dovrebbero proporre la visio-
me una talpa che scava sottoterra. Perché non supera- ne di una società nella quale il prezzo del carburante
re tutto il nostro sistema inanziario trasformando il non conta più, proprio come, dopo l’avvento delle au-
modo in cui funzionano il credito e gli investimenti? to, il costo del mangime per cavalli non ebbe più im-
Perché non imporre nuove regole contro lo sfrutta- portanza. u f
mento dei paesi da cui provengono i migranti?
Il vecchio motto del sessantotto, “Siamo realisti, SLAVOJ ŽIŽEK
chiediamo l’impossibile!”, è ancora attuale, ma va È un ilosofo e studioso di psicoanalisi sloveno. Il suo
adattato al nostro tempo. Per prima cosa “chiediamo ultimo libro è Il trash sublime (Mimesis 2018).

40 Internazionale 1287 | 21 dicembre 2018


Le opinioni

Oltre il conine
si prega e si sofre
Amira Hass
importante è arrivare in tempo Surda, a ovest di Jalazone. Per l’esercito era sospettato

“L’ per il burbara”. Il mio giovane di aver partecipato a una delle sparatorie contro i colo-
amico cerca di consolarsi per- ni. Quando l’hanno ucciso stava scappando.
ché non riusciremo a parteci- Aspettiamo un’ora e mezza il nostro turno per esse-
pare alla cerimonia ortodossa re controllati e poter prendere la strada per Aboud. Al-
in onore di santa Barbara, la cuni automobilisti ci superano, ma vengono ricacciati
martire del terzo secolo dC che, secondo alcuni reso- in ila. Tre soldati fanno i controlli con lentezza delibe-
conti agiograici, fu uccisa nel villaggio di Aboud, a nor- rata, dedicando cinque minuti a ogni macchina. Non
dovest di Ramallah. I credenti raccontano che era fug- sembra che abbiano paura di morire. Tutto questo sem-
gita dal padre pagano, contrario alla sua bra dopotutto una punizione collettiva.
conversione al cristianesimo. Era arriva- Nelle ultime due Padre Immanuel e il capo del consi-
ta in Palestina da Baalbek, in Libano, settimane l’esercito glio locale telefonano per sapere dove
dov’era nata, e viveva nutrendosi di ger- israeliano ha chiuso siamo. Il mio amico dice che non c’è
mogli di grano. Il burbara, un dolce a base di nuovo gli ingressi niente da fare, siamo bloccati al
di chicchi di grano cotti con zucchero e principali checkpoint. Quando arriva il nostro tur-
frutta secca, prende il nome da lei. I cat- all’enclave no, il fatto che io sia israeliana velocizza
tolici ricordano il giorno dell’uccisione di di Ramallah, le cose. Solo poche domande, in mezzo
santa Barbara il 4 dicembre, mentre gli alle quali uno dei soldati infila anche
ai villaggi
ortodossi il 17 dicembre. Ad Aboud vivo- l’espressione “nemica di Israele”, e ci la-
e ai campi profughi
no palestinesi cattolici, ortodossi e mu- sciano passare. Se avessero controllato la
sulmani. Siti archeologici, antiche chiese
della Cisgiordania macchina come hanno fatto con le altre,
e moschee testimoniano le radici profon- avrebbero trovato il casco e il giubbotto
de che gli abitanti hanno in questo luogo. Aboud si trova antiproiettile del mio amico.
a circa diciotto chilometri da Ramallah, capitale prov- Entriamo a preghiera cominciata in una chiesa le cui
visoria della Palestina. Lasciamo Ramallah il 16 dicem- fondamenta risalgono al quarto secolo dC. Ci uniamo
bre, un’ora e mezza prima dell’inizio della preghiera alla tradizionale processione verso il luogo di sepoltura
nella chiesa di Santa Maria. Sappiamo che alla ine del- di santa Barbara. Dalla collina, su cui si trovano i resti di
la preghiera ci sarà la processione in cima alla collina un’antica chiesa e di una grotta molto bella, che l’eser-
dove fu uccisa e sepolta santa Barbara. Sappiamo anche cito israeliano ha fatto esplodere nel 2002 perché non
che sulla strada per Aboud troveremo un posto di bloc- sapeva “quanto fosse importante”, guardiamo verso
co dell’esercito israeliano. ovest: si vedono le luci di Tel Aviv e dei suoi sobborghi,
Nelle ultime due settimane l’esercito ha chiuso di in primo piano gli insediamenti israeliani costruiti sulla
nuovo gli ingressi principali all’enclave di Ramallah, ai terra sottratta ad Aboud e il muro che separa la gente
villaggi e ai campi profughi della Cisgiordania. Ogni dai suoi uliveti. Poi gli abitanti di Aboud e dei villaggi
giorno attraverso gli accessi rimasti aperti silano lun- vicini partecipano alla cerimonia di accensione delle
ghe colonne di macchine, che procedono lentamente luci dell’albero di Natale. Alla ine ci servono il burbara
mentre i soldati perquisiscono ogni mezzo. Il pretesto o in bicchieri di carta. È molto dolce, perino troppo.
la ragione per cui sono stati ripristinati i posti di blocco Al ritorno il mio amico mi chiede d’indossare il ca-
e le barriere è che ci sono stati due attacchi a colpi di sco perché sul lato dell’auto dove sono seduta i coloni
arma da fuoco e un accoltellamento, nei quali hanno potrebbero tirarci delle pietre. Sappiamo che lungo la
perso la vita due soldati e un neonato, e sono rimaste strada principale i coloni stanno manifestando per
ferite una decina di persone tra soldati e coloni. chiedere il ripristino di tutti i checkpoint e impedire la
A Ramallah l’esercito israeliano fa incursioni giorno circolazione dei mezzi palestinesi. Alla radio sento che
e notte alla ricerca di sospetti. Nella città di El Bireh (vi- il gabinetto per la sicurezza ha approvato un disegno di
cino a Ramallah) un imprenditore di 67 anni, spaventa- legge in base al quale i familiari dei palestinesi respon-
AmirA hAss
to dalla presenza dei soldati e dalle pietre scagliate con- sabili di attacchi contro gli israeliani dovrebbero essere
è una giornalista
tro di loro, ha perso il controllo dell’auto. I soldati gli deportati dai luoghi dove abitano verso altri posti in
israeliana del
hanno sparato. Per l’esercito si è trattato di un “attacco Cisgiordania. La legge dev’essere approvata dalla com- quotidiano Ha’aretz.
terroristico”. Un ragazzo di 18 anni del campo profughi missione ministeriale e poi passare al parlamento isra- Vive a Ramallah, in
palestinese di Jalazone, vicino a El Bireh, è stato ucciso eliano. Chi oggi parla di deportazione “all’interno della Cisgiordania. Ha
negli scontri con i soldati. Un ragazzo di 29 anni è stato Cisgiordania” in realtà vuole spianare la strada alla de- scritto questo articolo
colpito dalle pallottole mentre guidava nel villaggio di portazione dei palestinesi oltre i conini d’Israele. u fg per Internazionale.

42 Internazionale 1287 | 21 dicembre 2018


In copertina

Usciamo
dalla plastica
Stephen Buranyi, The Guardian, Regno Unito
Foto di Mandy Barker
La lotta contro l’inquinamento da materie plastiche
è diventata il più grande movimento ambientalista
degli ultimi anni. Ma liberarci da un materiale
così importante per il nostro stile di vita
e per l’economia globale non sarà semplice
In copertina
a plastica è ovunque, e im- Da sapere cevuto telefonate e email dai loro elettori

L provvisamente abbiamo de-


ciso che questo è un male.
Fino a poco tempo fa, anche
se era dovunque, la plastica
godeva di un certo anonima-
to: ne eravamo circondati al punto che non
ci accorgevamo più della sua esistenza. Po-
trebbe meravigliarvi, per esempio, sapere
che per volume oggi le automobili e gli ae-
Crescita inarrestabile
Produzione mondiale di plastica,
milioni di tonnellate
Fonte: Geyer et al. (Science Advances 2017)

400

350

300
381
che dopo aver visto il programma sentiva-
no di dover fare qualcosa. A quel punto si è
cominciato a parlare di “efetto Blue planet
II” per spiegare perché l’opinione pubblica
era diventata così contraria alla plastica.
Tutto questo fa pensare che potremmo
essere vicini a una grande vittoria ambien-
tale, di quelle che non si vedono più dai
tempi delle piogge acide e dei cloroluoro-
rei sono fatti al 50 per cento di plastica. I 250 carburi trent’anni fa. Una grande ondata di
capi di abbigliamento in poliestere e nylon, rabbia popolare sta spingendo i governi a
200
entrambe materie plastiche, sono più di eliminare una singola sostanza dalla nostra
quelli in lana e cotone. La plastica è usata in 150 vita collettiva e, visti gli impegni già presi,
piccolissime quantità anche come adesivo 100
la situazione sembra promettente.
per sigillare la maggior parte dei 60 miliar- Ma per liberarsi della plastica non ba-
di di bustine di tè usati nel Regno Unito 50 stano un reparto per i prodotti senza imbal-
2
ogni anno. 0 laggi nei supermercati e qualche cannuccia
Se a questo aggiungiamo la massa di 1955 1965 1975 1985 1995 2005 2015 di cartone nei bar. La plastica non è diven-
giocattoli, utensili per la casa e imballaggi tata onnipresente perché era migliore dei
dei prodotti di consumo, le dimensioni del premier britannica Theresa May l’ha dei- materiali naturali che sostituiva, ma per-
suo impero ci appaiono evidenti. La plasti- nita un “lagello” e il suo governo si è impe- ché era più leggera e più economica, tal-
ca è il sottofondo multicolore e al tempo gnato a varare un piano di 25 anni per elimi- mente economica che si poteva gettare via.
stesso anonimo della vita moderna. Ogni nare le confezioni usa e getta entro il 2042. La gente la trovava comoda e le aziende
anno il mondo ne produce circa 340 milio- L’India ha dichiarato che farà la stessa co- erano ben felici di vendere un nuovo con-
ni di tonnellate, abbastanza per riempire sa, ma entro il 2022. tenitore di plastica per ogni bevanda o pa-
tutti i grattacieli di New York. L’umanità Julian Kirby, un attivista dell’ong nino comprato. Come l’acciaio ha permes-
sforna da decenni una quantità incalcola- Friends of the Earth, dice di non aver “mai so di superare nuove frontiere nel campo
bile di plastica e ha superato per la prima visto niente del genere in quasi vent’anni di delle costruzioni, la plastica ha reso possi-
volta la soglia dei cento milioni di tonnella- militanza”. L’ong ha avviato il suo program- bile la cultura del consumo usa e getta che
te all’inizio degli anni novanta. Ma per ma di lotta alla plastica solo nel 2016, men- ormai tutti diamo per scontata. Mettere in
qualche motivo solo di recente abbiamo tre Greenpeace non ha avuto una sezione discussione la plastica signiica mettere in
cominciato a preoccuparcene. dedicata a questo problema ino al 2015. discussione il consumismo stesso. Per farlo
Il risultato è una rivolta mondiale con- E poi c’è Blue planet II. A dicembre del dobbiamo prendere atto di quanto il nostro
tro la plastica che supera ogni conine e di- 2017 l’ultima puntata della serie di docu- stile di vita abbia modificato il pianeta
visione politica tradizionale. Nel 2016 mentari della Bbc ha dedicato sei minuti nell’arco di poche generazioni, e chiederci
un’iniziativa lanciata da Greenpeace per all’impatto della plastica sulla fauna e sulla se non stiamo esagerando.
mettere al bando le microplastiche nel Re- lora marina, mostrando una tartaruga irri-
gno Unito ha raccolto 365mila adesioni in mediabilmente intrappolata in una rete di Risveglio collettivo
appena quattro mesi, e alla ine è stata la plastica e un albatro ucciso dalle schegge La cosa più sorprendente del movimento
petizione ambientalista con il maggior nu- di plastica che gli si erano conficcate contro la plastica è la rapidità con cui è cre-
mero di irme che sia mai stata presentata nell’intestino. “È stata la cosa che ha susci- sciuto. Basta tornare indietro al 2015 per
a un governo. Dagli Stati Uniti alla Corea tato la reazione più grande in tutta la serie”, ritrovarci in un mondo in cui tutte le cose
del Sud, i gruppi di protesta hanno riporta- dice il responsabile dei programmi della che sappiamo oggi sulla plastica erano già
to ai supermercati montagne di imballaggi Bbc, Tom McDonald. “La gente non ci scri- note, ma la gente non era così arrabbiata.
di plastica che consideravano eccessivi e veva solo per commentare la puntata, co- Solo tre anni fa era semplicemente uno di
inutili. All’inizio del 2018 nel Regno Unito i me fa di solito, ma ci chiedeva come si po- quei problemi – come il cambiamento cli-
consumatori hanno rispedito tante di quel- teva risolvere il problema”. Nei giorni suc- matico, le specie in via di estinzione e la
le confezioni non riciclabili ai loro produt- cessivi, diversi politici britannici hanno ri- resistenza agli antibiotici – che tutti ritene-
tori da mettere a dura prova il servizio po- vano seri, ma per cui pochi pensavano se-
stale. Il principe Carlo ha tenuto discorsi riamente di fare qualcosa.
sui rischi della plastica, mentre la star dei Da sapere E questo non per mancanza d’impegno
social network Kim Kardashian ha postato Le foto di questo articolo degli scienziati. Le prove contro la plastica
su Instagram una serie di immagini sulla si stavano accumulando da quasi trent’an-
u La fotografa britannica Mandy Barker ha
“crisi della plastica” e ha annunciato che ni. All’inizio degli anni novanta i ricercato-
dedicato diversi lavori agli oggetti di plastica
non userà più le cannucce. raccolti negli oceani e lungo le spiagge di
ri si erano già accorti che dal 60 all’80 per
Ai livelli più alti della politica il panico tutto il mondo. Nel 2012 ha partecipato a una cento dei riiuti scaricati negli oceani era
sulla plastica somiglia alla risposta freneti- spedizione scientiica nell’oceano Paciico costituito da plastica non biodegradabile, e
ca a un disastro naturale o a un’emergenza per documentare il materiale inito in mare che la quantità di plastica che riluiva sulle
sanitaria. Le Nazioni Unite hanno dichia- in seguito allo tsunami che ha colpito il spiagge e nei porti era in aumento. Poi han-
rato “guerra” alla plastica usa e getta. La Giappone nel 2011. no scoperto che si stava accumulando nelle

46 Internazionale 1287 | 21 dicembre 2018


Internazionale 1287 | 21 dicembre 2018 47
In copertina

acque calme tra le correnti oceaniche e sta- era diicile sensibilizzare l’opinione pub- lo immondizia, una seccatura ma non un
va formando quelle che l’oceanografo Cur- blica. Ogni tanto una notizia allarmante pericolo. A farci cambiare idea è stata la
tis Ebbesmeyer ha deinito “grandi chiazze attirava l’attenzione – la chiazza di riiuti consapevolezza che è molto più pervasiva
di riiuti”. Secondo Ebbesmeyer ce ne sono era uno dei temi preferiti dai mezzi d’infor- e dannosa di quanto avessimo mai imma-
otto, la più vasta delle quali è grande tre mazione e ogni tanto scattava il panico per ginato.
volte la Francia e contiene 79mila tonnel- qualche discarica che stava traboccando o
late di spazzatura. per l’enorme quantità di spazzatura che il Nemico numero uno
Le dimensioni del problema sono risul- Regno Unito spedisce all’estero – ma era Questa svolta è cominciata con lo scalpore
tate ancora più evidenti nel 2004, quando molto diverso da oggi. Roland Geyer, un suscitato dai microgranuli, i minuscoli gra-
l’oceanografo dell’università di Plymouth inluente esperto di ecologia industriale nelli che le aziende hanno cominciato a
Richard Thompson ha coniato il termine dell’Università della California a Santa inserire nei cosmetici e nei prodotti per le
“microplastica” per descrivere i miliardi di Barbara, dice che tra il 2006 e il 2016 è sta- pulizie a metà degli anni novanta per ren-
minuscoli pezzi di plastica frutto della di- to intervistato sul problema della plastica derli più abrasivi (quasi tutti i prodotti di
sgregazione di oggetti più grandi o prodot- meno di dieci volte, mentre negli ultimi plastica hanno un antecedente naturale e
ti appositamente a scopi commerciali. I ri- due anni ha ricevuto più di duecento ri- spesso biodegradabile: i microgranuli han-
cercatori di tutto il mondo hanno comin- chieste. no sostituito i semi macinati o la pietra po-
ciato a catalogare i vari modi in cui queste Cosa abbia provocato questo cambia- mice). Gli scienziati hanno lanciato i primi
microplastiche raggiungono gli organi di mento è oggetto di grande dibattito. La ri- allarmi sulla minaccia che costituivano per
diverse creature marine, dal minuscolo sposta più plausibile, diventata poi l’ipotesi la vita marina nel 2010, e la gente è rimasta
krill a pesci enormi come i tonni. Nel 2015 di lavoro di molti degli scienziati e degli at- sconvolta nell’apprendere che i microgra-
un’équipe guidata da Jenna Jambeck, inge- tivisti con cui ho parlato, non è tanto l’accu- nuli erano contenuti in migliaia di prodotti,
gnera ambientale dell’università della Ge- mulo delle conoscenze scientifiche o il dagli esfolianti per l’acne della Johnson &
orgia, ha calcolato che ogni anno vengono fatto che siamo stati bombardati da imma- Johnson a quelli di aziende che si presume-
riversati negli oceani tra i 4,8 e i 12,7 milioni gini di adorabili creature marine sofocate va fossero più rispettose dell’ambiente,
di tonnellate di plastica, e ha previsto che dai nostri riiuti (anche se queste cose con- come la Body Shop.
entro il 2025 saranno il doppio. tano), ma piuttosto che il nostro modo di Secondo il responsabile della campa-
Sono cifre da capogiro e il problema pensare alla plastica è profondamente gna contro la plastica di Greenpeace nel
non ha fatto che aumentare, ma all’epoca cambiato. Un tempo la consideravamo so- Regno Unito, Will McCallum, a dare il via

48 Internazionale 1287 | 21 dicembre 2018


alla rivolta è stata la presa di coscienza del
fatto che le microplastiche stavano scor-
La storia della plastica mensioni di questa rivolta. “Mi lascia ogni
giorno più perplesso”, dice Erik van Sebil-
rendo nei tubi di scarico di milioni di doc- coincide con quella le, oceanografo dell’Imperial college di
ce: “Alla base c’è stato un errore di proget-
tazione che ha spinto la gente a chiedersi
dell’industria dei Londra. “Come ha fatto la plastica a diven-
tare il nemico numero uno? Dovrebbe es-
com’è potuto succedere”. Nel 2015 il con- combustibili fossili e sere il cambiamento climatico”. Altri
gresso statunitense ha esaminato una pro-
posta di parziale messa al bando dei co-
del boom dei consumi scienziati sostengono che l’inquinamento
da plastica è solo un problema fra tanti, che
smetici che contengono microplastiche, alimentato dal è riuscito a oscurare problemi più urgenti.
approvata da rappresentanti di entrambi i
partiti. “Siamo passati dalla quasi totale
petrolio Ma a diferenza del cambiamento cli-
matico, che appare vago, enorme e apoca-
mancanza di consapevolezza a una sorta di littico, il problema della plastica è più tan-
shock difuso”, dice Mary Creagh, presi- gibile, è qui e ora.
dente della commissione ambiente del
parlamento britannico. Nel 2016 Creagh Carbone, acqua e aria
aveva avviato l’indagine sulle microplasti- Nonostante la sua onnipresenza nella no-
che che alla ine ha portato a vietarne la stra vita, la maggior parte delle persone
fabbricazione e la vendita. questo problema, pensavano che se l’aves- non sarebbe in grado di dire cos’è esatta-
E le microplastiche sono state solo l’ini- sero voluto davvero, avrebbero potuto sba- mente la plastica, chi la produce e a partire
zio. Presto i cittadini avrebbero anche sco- razzarsene semplicemente gettandola da cosa. È comprensibile: è un prodotto in-
perto che a ogni ciclo di lavaggio i tessuti nella spazzatura. dustriale globale, che viene fabbricato lon-
sintetici come il nylon e il poliestere rila- Ma oggi non è più così. La plastica fa an- tano dagli occhi di tutti. La materia prima
sciano migliaia di fibre microscopiche. cora parte della nostra vita quotidiana, ma deriva dai combustibili fossili, e molte del-
Quando gli scienziati hanno dimostrato è diventata inaferrabile. Scivola tra le no- le grandi aziende che producono gas e pe-
che queste ibre iniscono nella pancia dei stre dita e attraverso i nostri iltri dell’acqua trolio producono anche plastica, spesso
pesci, i giornali hanno cominciato a pubbli- per andare a rovesciarsi nei iumi e negli negli stessi impianti. La storia della plasti-
care titoli come “I pantaloni da yoga stan- oceani come gli scarichi di una funesta fab- ca coincide con quella dell’industria dei
no distruggendo la Terra”, e le aziende più brica. Non è più rappresentata solo dalla combustibili fossili e del boom dei consu-
sensibili ai problemi ambientali come la scatola di un Big Mac gettata al bordo della mi alimentato dal petrolio nel secondo do-
Patagonia si sono afannate a cercare una strada. Ormai è più come una di quelle so- poguerra.
soluzione. Poi si è scoperto che anche i stanze chimiche che inora non avevamo Plastica è il termine generale per desi-
pneumatici (che sono fatti al 60 per cento notato nella lista a caratteri microscopici gnare una serie di prodotti ottenuti trasfor-
di plastica) rilasciano ibre plastiche, po- dei componenti di una lacca per capelli, mando una miscela di sostanze chimiche
tenzialmente più degli indumenti e delle pronta a produrre una mutazione nei pesci ricche di carbonio in strutture solide.
microplastiche messi insieme. o ad allargare il buco dell’ozono. Nell’ottocento i chimici e gli inventori fab-
Gli oggetti della vita quotidiana hanno La rivolta contro la plastica non era sta- bricavano già oggetti di uso quotidiano,
cominciato a sembrare fonti di contagio e ta prevista dagli scienziati e dagli ambien- come i pettini, a partire da un tipo di plasti-
c’era ben poco che ogni singolo individuo talisti, la maggior parte dei quali è abituata ca fragile prima chiamata parkesina e poi
potesse fare. Nei forum del sito per genito- al fatto che i suoi avvertimenti vengano ribattezzata celluloide, dal nome della cel-
ri Mumsnet ci sono centinaia di post sui ignorati. Anzi, oggi alcuni ricercatori sem- lulosa vegetale di cui era fatta. Ma l’era mo-
prodotti cosmetici alternativi che non con- brano vagamente imbarazzati dalle di- derna della plastica cominciò con la bache-
tengono microplastiche, ma non si parla lite, inventata negli Stati Uniti nel 1909. La
ancora di pneumatici senza plastica. La de-
putata Anna McMorrin, che ha sollevato il
Da sapere bachelite – un materiale completamente
sintetico a base di fenolo, una residuo del
problema al parlamento britannico, dice
Il peso degli imballaggi processo di trasformazione del petrolio
che i suoi elettori sono esasperati. “Mi di- Gli usi della plastica, percentuale greggio o del carbone in benzina – è dura,
cono: ‘Stiamo attenti a quello che compria- Fonte: Geyer et al. (Science Advances 2017) lucida e dai colori vivaci. In altre parole,
mo e ricicliamo, ma cosa possiamo fare somiglia a quella che oggi chiamiamo pla-
quando è dappertutto?’”. stica. I suoi inventori volevano usarla come
Imballaggi 35,9
Secondo Chris Rose, ex direttore di isolante per i ili elettrici, ma presto si rese-
Greenpeace e autore di un inluente blog Costruzioni 16,0 ro conto che aveva potenzialità quasi illi-
sull’ambiente, gli scienziati sanno da tem- mitate e cominciarono a pubblicizzarla
Tessili 14,5
po che la plastica è un pericoloso inquinan- come “il materiale dai mille usi”. Poi capi-
te, ma ino a poco tempo fa l’opinione co- Altro 11,5 rono di averla ugualmente sottovalutata.
mune era diversa. Per la maggior parte Prodotti
Nei decenni successivi furono sviluppa-
delle persone era facile capire cosa fosse la di consumo 10,3 te nuove varietà di plastica e la gente rima-
plastica. Era nelle cose che si potevano se afascinata da questo materiale meravi-
Trasporti 6,6
comprare e gettare via. La vedevano e la glioso e ininitamente malleabile creato
toccavano ogni giorno, e in un certo senso Elettronica 4,4 dalla scienza. Ma fu la seconda guerra
sembrava che tutto fosse sotto controllo. Macchinari mondiale a renderlo veramente indispen-
industriali 0,7
Anche se non stavano facendo nulla per sabile. Con la carenza di materiali naturali,

Internazionale 1287 | 21 dicembre 2018 49


In copertina
e le enormi richieste dello sforzo bellico, la bricate dalla Monsanto e della Standard tuibile eliminata comporta la vendita di
capacità della plastica di trasformarsi in oil. “La gerarchia delle sostanze è abolita: venti bottiglie non restituibili”. Nel 1965
qualsiasi cosa – usando solo “il carbone, una sola le sostituisce tutte”, scriveva il i- l’associazione di categoria annunciò che la
l’acqua e l’aria”, come disse nel 1941 uno losofo Roland Barthes nel 1972. plastica aveva battuto il record di crescita
dei suoi pionieri, il chimico Victor Yarsley Ma la plastica non si limitò a prendere il per il tredicesimo anno consecutivo.
– la rendeva fondamentale per la macchina posto dei materiali esistenti. Le sue pro- Ma plastica signiicava anche spazzatu-
bellica dello stato. In un articolo uscito sul- prietà uniche – il fatto che era non solo più ra. Prima del 1950, negli Stati Uniti il 96 per
la rivista Popular Mechanics nel 1943 si malleabile e facile da lavorare, ma anche cento dei contenitori riutilizzabili, come le
legge che le visiere e i mirini dei soldati sta- molto più economica e leggera dei mate- bottiglie di vetro, veniva restituito. Negli
tunitensi, i detonatori delle bombe da mor- riali che rimpiazzava – contribuirono ad anni settanta la restituzione dei contenito-
taio e gli abitacoli dei caccia erano tutti di avviare il passaggio al consumismo usa e ri di qualunque tipo era già scesa sotto il 5
plastica. Si diceva che le unità dell’esercito getta. “La nostra enorme produzione eco- per cento. Il trionfo del vuoto a perdere si-
avessero cominciato a usare anche trombe nomica ci impone di fare del consumo uno gnificava che un numero fino ad allora
di plastica. stile di vita”, scriveva nel 1955 l’economista inimmaginabile di oggetti iniva nelle di-
Negli Stati Uniti tra il 1939 e il 1945 la Victor Lebow. “Abbiamo bisogno che le co- scariche. Alla conferenza sul problema dei
produzione passò da 97mila tonnellate a se siano consumate, gettate via e sostituite rifiuti dell’Agenzia per la protezione
371mila, più del triplo. Dopo la a un ritmo sempre più veloce”. dell’ambiente del 1969, Rolf Eliassen, uno
guerra, i colossi della chimica e La plastica era l’acceleratore dei consulenti scientiici della Casa Bian-
del petrolio monopolizzarono il ideale di questo cambiamento, ca, dichiarò: “Il costo sociale della raccolta
mercato. La DuPont, la Monsan- semplicemente perché costava e dello smaltimento di questi oggetti indi-
to, la Mobil e la Exxon acquista- poco e si poteva gettare via senza struttibili è enorme”.
rono o costruirono impianti per rimpianti. Solo un anno prima, In seguito si scatenò una reazione con-
la produzione di plastica. Dal punto di vista nel 1954, Lloyd Stufer, direttore della rivi- tro la cultura dell’usa e getta in generale, e
logistico era sensato: producevano già la sta di settore Modern Plastics, era stato contro la plastica in particolare, non molto
materia prima, sotto forma di fenolo e di preso in giro dalla stampa per aver dichia- diversa da quella che stiamo vedendo oggi.
nafta, residui della loro attività. Sviluppan- rato durante un congresso: “Il futuro della Nel 1969 il New York Times scriveva che
do nuovi prodotti – come lo styrofoam in- plastica è nel bidone della spazzatura”. Nel “in tutte le grandi città del paese si sta ac-
ventato da Dow negli anni quaranta, o le 1963, quando tornò a parlare allo stesso cumulando una valanga di riiuti e di pro-
varie pellicole per imballaggi brevettate congresso, la realtà gli aveva già dato ra- blemi collegati a essi, che provoca una si-
dalla Mobil – queste aziende stavano cre- gione: “State letteralmente riempiendo i tuazione di emergenza simile a quella
ando un altro mercato per il loro gas e pe- bidoni della spazzatura, le discariche e gli dell’inquinamento dell’aria e delle acque”,
trolio. “Lo sviluppo del settore petrolchi- inceneritori di miliardi di bottiglie, bic- elevando così la spazzatura al livello dei
mico è probabilmente il fattore che ha chieri, tubi, blister, imballaggi, buste, fogli grandi problemi ambientali dell’epoca. Nel
maggiormente contribuito alla crescita e pellicole di plastica”, disse compiaciuto. 1979, due mesi prima che fosse celebrata la
dell’industria della plastica”, scriveva nel “È arrivato inalmente il giorno in cui nes- prima giornata mondiale della Terra, il pre-
1988 un ricercatore della National science suno pensa più che una confezione di pla- sidente Richard Nixon si lamentava dei
agency australiana. stica sia troppo preziosa per essere get- “nuovi imballaggi fatti di materiali non de-
Nei decenni di rapida crescita economi- tata”. gradabili” e osservava che “oggi spesso
ca successivi alla guerra, la plastica comin- Plastica signiicava proitto. Come scri- gettiamo via cose che una generazione fa
ciò l’inesorabile ascesa che l’avrebbe por- veva nel 1969 un ricercatore del Midwest venivano conservate”. Nel 1971 la città di
tata a sostituire il cotone, il vetro e il carto- research institute, un istituto di ricerca in- New York introdusse una tassa sulle botti-
ne come materiale ideale per i prodotti di gegneristica: “La forza motrice dello svi- glie di plastica. Nel 1973 il congresso statu-
consumo. I fogli di plastica sottili furono luppo del mercato dei contenitori usa e nitense discusse la possibilità di vietare
introdotti nei primi anni cinquanta, e an- getta è stato il fatto che ogni bottiglia resti- l’uso dei contenitori non restituibili, e nel
darono a sostituire la carta e la stofa per 1977 lo stato delle Hawaii dichiarò fuori
proteggere i beni di consumo e i capi di ab- legge le bottiglie di plastica. La guerra era
bigliamento nelle tintorie. Alla ine del de- Da sapere cominciata e, in quel momento sembrava
cennio la DuPont ne aveva già venduti più che fosse possibile vincerla.
Monouso, la parola dell’anno
di un miliardo ai commercianti al dettaglio.
Nello stesso periodo la plastica entrò in mi- u Il dizionario d’inglese Collins ha scelto Colpa della gente
lioni di case sotto forma di vernice acrilica single-use (monouso) come parola dell’anno Fin dall’inizio l’industria lottò con tutte le
e polistirolo isolante, che costituivano un 2018, inserendolo tra le sue voci con la sue forze contro ogni proposta di regola-
grande progresso rispetto alla maleodo- seguente deinizione: “Fatto per essere usato mentazione. La tassa sulle bottiglie di pla-
rante vernice a olio e a materiali costosi una sola volta”. Secondo i lessicograi del stica di New York fu annullata dalla corte
Collins la frequenza del termine è
come la lana di roccia e il truciolato. Ben suprema dello stato lo stesso anno in cui fu
quadruplicata dal 2013, soprattutto a causa
presto la plastica arrivò ovunque, perino introdotta in seguito a una causa intentata
della crescente consapevolezza del problema
nello spazio. La bandiera che Neil Arm- rappresentato dai riiuti di plastica. A ottobre il
dalla Society for the plastics industry. Il di-
strong piantò sulla Luna nel 1969 era di parlamento europeo ha approvato una proposta vieto delle Hawaii fu annullato da un tribu-
nylon. L’anno successivo la Coca-Cola e la di direttiva che proibirebbe molti oggetti di nale statale dopo una causa simile da parte
Pepsi cominciarono a sostituire le loro bot- plastica monouso, come le posate e le di un’azienda produttrice di bevande. Il di-
tigliette di vetro con quelle di plastica fab- cannucce, a partire dal 2021. battito al congresso non decollò mai per-

50 Internazionale 1287 | 21 dicembre 2018


solvere il problema dei riiuti, che aveva
deinito una “vergogna nazionale”.
Questo lavoro aveva i suoi meriti, ma a
metà degli anni settanta i legami della Kab
con l’industria spinsero l’Agenzia per la
protezione dell’ambiente (Epa) statuniten-
se e organizzazioni ambientaliste come il
Sierra club e la Izaak Walton league a ri-
nunciare al loro ruolo di consulenti dell’as-
sociazione. Nel 1976 i giornali riportarono
che il direttore dell’Epa Russell Train ave-
va reso pubblica una nota in cui afermava
che i inanziatori della Kab cercavano di
bloccare l’approvazione di qualsiasi legge
contro l’inquinamento.
La strategia di attribuire ai consumatori
la responsabilità dei riiuti funzionò perfet-
tamente. Nel 1988, l’anno in cui la produ-
zione globale di plastica raggiunse quella
dell’acciaio, la premier britannica Marga-
ret Thatcher ribadì il concetto mentre rac-
coglieva spazzatura in St. James park da-
vanti ai fotograi: “Non è colpa del gover-
no”, disse ai giornalisti. “È colpa delle per-
sone che sconsideratamente li gettano a
terra”. Ovviamente la sua denuncia non
faceva alcun accenno a chi fabbricava e
vendeva la plastica.
La seconda fase della strategia consi-
steva nell’alleviare le preoccupazioni per
l’inquinamento appoggiando un’idea rela-
tivamente nuova: quella del riciclaggio do-
mestico. Negli anni settanta le associazioni
ambientaliste e l’Epa stavano prendendo
in considerazione l’idea che il riciclaggio –
un concetto già familiare per quanto ri-
guardava oggetti di grandi dimensioni co-
me le automobili, i macchinari e i rottami
metallici – potesse essere esteso al crescen-
te problema dei riiuti.
Le industrie delle bevande e degli im-
ballaggi si afrettarono a difondere il mes-
ché i lobbisti sostennero che il divieto e intitolato “Non sono le pistole a uccidere saggio che il riciclaggio avrebbe impedito
avrebbe ridotto i posti di lavoro. le persone”, in cui invece dei produttori ve- ai loro prodotti di inire nelle discariche.
Dopo aver sventato queste minacce, nivano accusati “quelli che sporcano e de- Nel 1971, prima che le bottiglie di plastica
un’eterogenea alleanza di aziende chimi- turpano i nostri paesaggi”. fossero difuse ovunque, la Coca-Cola Bot-
che e petrolifere, aiancata dai fabbricanti Per diffondere questo messaggio le tling Company inanziò alcuni dei primi
di bevande e imballaggi, adottò una strate- aziende del settore inanziavano associa- depositi al mondo per il riciclaggio di riiuti
gia in due fasi che sarebbe riuscita a disin- zioni senza scopo di lucro che evidenziava- domestici, come il vetro e l’alluminio, a
nescare l’ostilità alla plastica per una gene- no la responsabilità dei consumatori nel New York.
razione. La prima fase consisteva nello problema dei riiuti. Una di queste associa- L’industria della plastica seguì una stra-
scaricare la responsabilità dello smalti- zioni, Keep America beautiful (Kab), fon- da simile, cominciando a esaltare le poten-
mento dei riiuti dalle aziende ai consuma- data nel 1953 e inanziata da società come zialità del riciclo dei suoi prodotti. Nel 1988
tori. Le stesse società che avevano intro- la Coca-Cola, la Pepsi, la Dow Chemical e la Society of the plastics industry fondò il
dotto le confezioni usa e getta guadagnan- la Mobil, sfornava centinaia di annunci Council for solid waste solutions per pro-
doci milioni, invece di assumersene la re- pubblicitari su questo tema. “È la gente che muovere il riciclaggio della plastica nelle
sponsabilità cominciarono a sostenere che provoca l’inquinamento. E la gente può città, sostenendo di poter riciclare il 25 per
il vero problema erano i consumatori irre- fermarlo”, fu il loro slogan per la giornata cento delle bottiglie di plastica entro il
sponsabili. Questa posizione è perfetta- della Terra del 1971. La Kab incoraggiava 1995. Nel 1989 l’Amoco (ex Standard oil),
mente riassunta da un editoriale uscito nel anche gruppi di cittadini a organizzare la Mobil e la Dow formarono la National
1965 su una rivista statunitense del settore operazioni di pulizia e a impegnarsi per ri- Polystyrene Recycling Company, che si

Internazionale 1287 | 21 dicembre 2018 51


In copertina
poneva lo stesso obiettivo per quanto ri-
guardava gli imballaggi per alimenti (un
La rivolta contro la questo materiale: scoprire le dimensioni
del problema ci ha spinto all’azione, ma più
annuncio della Mobil, pubblicato sulla rivi- plastica potrebbe cerchiamo di afrontarlo e più ci sembra
sta Time in quel periodo, sosteneva che gli
imballaggi alimentari erano “il capro
inire per diventare enorme e ingestibile quanto tutti gli altri
problemi ambientali che non siamo riusci-
espiatorio, non la causa” della crisi dei ri- una piccola ma ti a risolvere. E gli ostacoli che incontriamo
iuti, e la soluzione era “incrementare il
riciclaggio”). Nel 1990, un altro gruppo in-
incoraggiante vittoria, solo gli stessi: l’impossibilità di regolamen-
tare tutte le attività industriali, la globaliz-
dustriale, l’American Plastics Council, di- un modello per il zazione e il nostro stesso stile di vita inso-
chiarò che entro il 2000 la plastica sarebbe
stata “il materiale più riciclato”.
futuro stenibile.
Eppure la gente continua a lamentarsi
Il problema di queste rosee previsioni della plastica. Ed è giusto che lo faccia. No-
era che la plastica è uno dei materiali più nostante le diicoltà, questo movimento è
diicili da riciclare. Il vetro, l’acciaio e l’al- diventato forse la campagna ambientale
luminio possono essere fusi e riutilizzati mondiale di maggior successo dall’inizio
un numero quasi ininito di volte per fab- di questo secolo. Se conserverà il suo slan-
bricare nuovi prodotti della stessa qualità cio e imporrà ai governi di mantenere gli
dei precedenti. La plastica, invece, si de- Da allora la produzione mondiale di impegni presi, otterrà qualcosa. “È un
grada ogni volta che viene riciclata. Una plastica è salita alle stelle, passando dai grosso problema”, dice Steve Zinger, ana-
bottiglia di plastica non può essere usata 160 milioni di tonnellate del 1995 ai 340 di lista dell’industria chimica dell’azienda
per farne un’altra della stessa qualità. oggi. Il tasso di riciclaggio è ancora molto statunitense Wood Mackenzie. “In parti-
Quindi la plastica può essere trasformata basso: negli Stati Uniti ogni anno viene ri- colare nel 2018 l’avversione dei consuma-
in ibra tessile o in pezzi di arredamento, e ciclato meno del 10 per cento della plasti- tori per la plastica è aumentata. Le aziende
poi in materiale di riempimento per le stra- ca. E anche se questo tasso dovesse mira- dovranno adattare i loro piani alla realtà
de o isolante, tutte cose che non sono più colosamente salire, con la plastica riciclata dei divieti”. Secondo lui anche i produttori
riciclabili. Ogni stadio è fondamentalmen- si può fare solo un numero limitato di cose, di petrolio dovranno affrontare un calo
te un passo irreversibile verso la discarica quindi ci sarà sempre richiesta di nuova della domanda.
o l’oceano. “Il futuro del riciclaggio della plastica. Roland Geyer, l’esperto di ecolo- Questo è l’altro lato positivo del para-
plastica è ancora un mistero totale”, di- gia industriale dell’università della Cali- dosso. Se la plastica è il microcosmo di tut-
chiarava nel 1992 l’ingegnere dell’univer- fornia il cui rapporto del 2017 “Produzio- ti gli altri problemi ambientali, anche le
sità del Wisconsin Robert Ham, conside- ne, uso e destino di tutta la plastica mai soluzioni dovrebbero essere collegate. Nel
rando il numero limitato di cose che i pro- fabbricata” è diventato un testo di riferi- giro di pochi anni, la prove scientiiche dei
dotti di consumo di plastica potevano di- mento fondamentale per i politici europei danni ambientali hanno spinto le persone
ventare. e statunitensi, mi ha rivelato di essere a organizzarsi, i governi a regolamentare il
Per le aziende che riciclavano materiali “sempre più convinto che il riciclaggio non settore, e perino le grandi aziende petroli-
più redditizi come l’alluminio, riciclare la è la soluzione per ridurre la quantità di pla- fere a prendere atto del problema. I consu-
plastica era poco conveniente dal punto di stica nel mondo”. matori hanno cominciato a chiedere di
vista commerciale. Negli anni ottanta, trovare meno imballaggi nei supermercati
quando apparve chiaro che quell’operazio- Soluzioni comuni e nel giro di un anno il colosso petrolifero
ne non sarebbe stata molto redditizia, do- Anche se l’entusiasmo per le campagne Bp ha previsto che entro il 2040 l’industria
vette intervenire il settore pubblico. Il rici- contro la plastica è in parte dovuto alla sen- avrebbe prodotto due milioni di barili in
claggio fu inanziato essenzialmente dagli sazione che sia un problema più semplice meno di petrolio al giorno. La nostra osses-
stati, che cominciarono a prelevare la pla- da risolvere rispetto al cambiamento cli- sione per la plastica ha dato dei risultati.
stica insieme ai riiuti domestici, mentre matico, le due questioni sono collegate tra Nella grande battaglia contro il cambia-
l’industria continuava a produrne sempre loro più strettamente di quanto si pensi. mento climatico, la rivolta contro questo
di più. Come disse nel 1992 il deputato sta- Ancora oggi sette dei dieci maggiori pro- materiale potrebbe finire per diventare
tunitense Paul B. Henry durante un’audi- duttori di plastica sono aziende petrolifere, una piccola ma incoraggiante vittoria, un
zione al congresso sul riciclaggio dei con- e inché continueranno a estrarre combu- modello per il futuro.
tenitori, l’industria della plastica “aferma stibili fossili saranno fortemente incenti- Questo signiica prendere coscienza di
di essere una grande sostenitrice del riu- vate a produrla. Un rapporto del World quanto le due cose siano collegate tra loro:
so”, ma in realtà “i programmi di riciclag- economic forum prevede che entro il 2050 riconoscere che quello della plastica non è
gio sono essenzialmente inanziati dallo il 20 per cento del petrolio estratto in tutto un problema isolato ed eliminabile, ma so-
stato”. In altre parole, lo stato si era dovuto il mondo sarà usato per fabbricare plastica. lo l’efetto più visibile dei dissennati con-
assumere il compito di mantenere le pro- “In ultima analisi, l’inquinamento da pla- sumi degli ultimi cinquant’anni. Nono-
messe fatte dall’industria. E inché qualcu- stica è l’aspetto visibile e tangibile di come stante l’enormità della sida, l’oceanografo
no portava via la spazzatura dalle strade la gli esseri umani stanno cambiando il pia- Richard Thompson, l’uomo che ha coniato
gente era contenta. Ancora oggi alcuni am- neta”, hanno scritto in un recente saggio il termine microplastica, è ottimista: “Ne-
bientalisti chiamano i bidoni per la raccol- gli scienziati Johanna Kramm e Martin gli ultimi trent’anni non c’era mai stata una
ta della plastica “scatole magiche”, perché Wagner. simile convergenza d’intenti tra scienziati,
placano i sensi di colpa della gente senza Questo è il paradosso della plastica, o aziende e governi. Possiamo davvero met-
essere di grande utilità. almeno della nostra attuale ossessione per tere a posto le cose”. u bt

52 Internazionale 1287 | 21 dicembre 2018


Nicaragua
Rosario Murillo a Managua, 5 settembre 2018
JOrge TOrreS (epa/anSa)

I sogni di potere
di Rosario Murillo
Carlos Salinas Maldonado, El Malpensante, Colombia
È la moglie del presidente Ortega e la sua vice. Si preparava ad avviare una dinastia
familiare, ma le proteste scoppiate ad aprile stanno mandando all’aria i suoi piani

54 Internazionale 1287 | 21 dicembre 2018


cilmente alle rigidità del protocollo ino a pugno di ferro e niente nel paese si muove
quando i funzionari algerini assegnano le senza la sua approvazione. Ha accumulato
camere e ordinano ai facchini di portare i un potere quasi illimitato e lo usa in modo
bagagli. Lei chiede che le sue valigie siano autoritario. È la irst lady uiciale, ricono-
portate nella suite del comandante. I fun- sciuta come moglie di Ortega dalla chiesa
zionari le spiegano che non è possibile, ma cattolica, ed è anche vicepresidente. I igli
lei insiste. Si altera, esige che le ubbidisca- sono consiglieri del presidente. La coppia
no. alla ine, davanti a uno dei responsabi- ne ha nove: Carlos enrique, Daniel edmun-
li del protocollo, dice con tono indignato: do, Juan Carlos, Camila, Luciana, Maurice,
“Je suis la femme du commandant”, sono Laureano, rafael e Zoilamérica (Ortega è il
la moglie del comandante. patrigno degli ultimi due). La famiglia al
Una delle persone che faceva parte di completo governa il nicaragua. al vertice
quella delegazione ricorda che, all’epoca, della Comunità degli stati dell’america La-
Murillo creava sempre problemi nei viaggi tina e dei Caraibi (Celac), che si è tenuto nel
uiciali. Ma sembrava temere il coman- gennaio del 2015 in Costa rica, Camila e
dante, che doveva mostrarsi duro perché Luciana hanno partecipato come consiglie-
era il militare a capo del governo e il re- re del presidente, rafael da ministro e ro-
sponsabile della difesa di un paese nel mi- sario Murillo come cancelliera. Laureano è
rino degli Stati Uniti.
Murillo aveva conosciuto Ortega all’ini-
zio degli anni settanta. era andata a trovar-
lo in carcere e rimase affascinata da
quell’uomo segnato da una prigionia che
sarebbe durata sette anni, dal 1967 al 1974.
alcuni vecchi amici raccontano che Muril-
lo decise di diventare una persona di cui lui
non avrebbe potuto fare a meno. Strinsero
una sorta di patto: quando Ortega fosse
uscito dal carcere, sarebbero stati insieme.
Ma gli anni passavano e nel 1977 Murillo,
che l’anno prima era stata per un breve pe-
riodo in carcere per aver collaborato con i
guerriglieri sandinisti che volevano rove-
sciare il dittatore Somoza, andò in esilio in consigliere presidenziale per gli investi-
Costa rica. Lavorava in un teatro, la sala menti e responsabile dei rapporti con l’im-
garbo, e viveva con i suoi igli e con il com- prenditore cinese Wang Jing, che ha otte-
pagno dell’epoca. aveva dimenticato la nuto da Ortega una concessione di cent’an-
lotta sandinista e voleva trasferirsi a parigi ni per la costruzione di un canale interoce-
per studiare cinema. Ma un anno dopo, nel anico: un progetto fantasma, dal momento
1978, Ortega rientrò nella sua vita: s’incon- che ancora non si è scavato nulla.
trarono in Costa rica e lei diventò la com- La famiglia Ortega controlla almeno
pagna del comandante. cinque canali tv, comprati con i fondi della
cooperazione petrolifera venezuelana, per
Managua, 2018 al tramonto le luci della un valore di circa 3,9 miliardi di euro. Orte-
lgeria, 1980 Visita ui- città cominciano ad accendersi. enormi ga li gestisce a sua discrezione dal 2007.

A ciale del presidente del


nicaragua, il comandan-
te Daniel Ortega. È ac-
compagnato da funzio-
nari del governo, consi-
glieri, giornalisti del quotidiano ilogover-
nativo Barricada e da una persona che
scombina il protocollo uiciale: rosario
Murillo, una donna magra, con i capelli ne-
strutture metalliche colorate a forma di al-
bero illuminano l’avenida Bolívar, un’im-
portante arteria della capitale. Sono gli “al-
beri della vita” e formano un viale alberato
che nasce sulla riva del iume e arriva ino
alla rotonda dove una luminaria gigante
con il volto dell’ex presidente venezuelano
Hugo Chávez saluta gli abitanti. In questo
paesaggio ideato da Murillo compare anche
Tutti i pomeriggi la vicepresidente si rivol-
ge al paese dalle emittenti della famiglia:
legge le previsioni del tempo, i rapporti
sull’attività sismica, vulcanica o le allerte
sanitarie chiamando in causa anche la ma-
donna e i santi. a volte dà ordini ai ministri
del governo, rimprovera i funzionari che
non raggiungono i risultati previsti o illu-
stra i progetti dell’esecutivo. Ortega non
ri e mossi, le labbra sottili e la bocca gran- lei: la sua immagine è riprodotta su manife- compare quasi mai. È Murillo il volto e la
de. Cammina qualche passo dietro al co- sti che parlano di un nicaragua “benedetto, voce del governo.
mandante, l’uomo in divisa militare che ricco e vittorioso”.
dirige la rivoluzione sandinista. In pubbli- Oggi rosario Murillo non è la stessa per- Nicaragua, 1998 Il paese si è lasciato alle
co non gli parla mai direttamente, anche se sona che sopportava le severe regole della spalle la guerra degli anni ottanta e per la
nella lista della delegazione igura come la diplomazia nei viaggi con Ortega subito do- prima volta sperimenta la democrazia. Lo
sua assistente personale. Si sottomette do- po la vittoria dei sandinisti. Comanda con il stato rispetta gli ordini del Fondo moneta-

Internazionale 1287 | 21 dicembre 2018 55


Nicaragua
rio internazionale, della Banca mondiale e Cominciò così una nuova fase della po- che li contestò – e li contesta ancora – a li-
dei creditori internazionali. C’è un forte litica nicaraguense. Ortega aveva già con- vello internazionale.
malcontento popolare per la perdita dei quistato il potere nel Fronte sandinista di Murillo non ha mai simpatizzato con il
sussidi sociali, di per sé già esigui, che era- liberazione nazionale (Fsln), un partito en- movimento, anzi, ha perseguitato e attac-
no garantiti dal governo sandinista, scon- trato in crisi dopo la sconitta elettorale del cato le femministe nicaraguensi. Secondo
itto nel 1990 da Violeta Barrios de Cha- 1990. Un settore spingeva per democratiz- Karen Kampwirth, docente di scienze poli-
morro, moglie del giornalista e scrittore zare il partito, per renderlo più moderno e tiche del Knox college, negli Stati Uniti, e
pedro Joaquín Chamorro, ucciso nel 1978 vicino a una sinistra socialdemocratica; un studiosa dell’argomento, Murillo “ha sem-
durante la dittatura di Somoza. altro settore, più autoritario, voleva mante- pre avuto molto potere, quindi non ha mai
Ora al governo c’è arnoldo alemán, un nere la violenza di strada come metodo di sentito sulla sua pelle le discriminazioni su-
personaggio vulcanico, popolare nelle zo- pressione contro il nuovo regime. Zoila- bite dalle altre donne della rivoluzione”. Il
ne rurali e tra i contadini. Il 1998 è un anno mérica andò a vivere in una sorta di esilio in femminismo, aggiunge, “è considerato un
tragico per il paese centroamericano: a ot- Costa rica. gli intellettuali di spicco del nemico da Daniel Ortega e rosario Murillo
tobre l’uragano Mitch provoca più di tre- sandinismo lasciarono l’Fsln, e l’ex vicepre- per molte ragioni: per la richiesta di autono-
mila morti. Ma alcuni mesi prima, a mag- sidente e scrittore Sergio ramírez fondò il mia delle donne, percepita come una man-
gio, un fatto aveva cambiato per sempre la Movimento rinnovatore sandinista. Ortega canza di lealtà verso la rivoluzione; per il
politica nazionale. e la sua cerchia più stretta restarono alla caso di Zoilamérica narváez; e perché, in-
Il 31 maggio Zoilamérica narváez, la guida del partito, e il comandante ricom- sieme ad alcuni mezzi d’informazione, le
iglia di Murillo, aveva accusato parve per candidarsi alle elezioni femministe hanno denunciato problemi
pubblicamente di stupro il patri- del 2001. era un politico nuovo, politici e di democrazia. Il movimento è
gno e leader dell’opposizione vestito di bianco, che parlava di combattivo e autonomo, ed è logico che lo
Daniel Ortega: “Mi ha violentato pace, amore e riconciliazione. temano”.
nel 1982. non ricordo con preci- Murillo, responsabile della sua Secondo Kampwirth, allearsi con la
sione il giorno, ma ricordo bene i campagna elettorale, puntò su un chiesa cattolica fu una mossa che contribuì
fatti. È successo nella mia stanza. Mi ha discorso vagamente new age che univa ele- alla contrapposizione con il femminismo:
buttato sul tappeto, dove non solo mi ha menti mistici, rivoluzionari e religiosi. “Il punto non era cercare il sostegno della
messo le mani addosso, ma con aggressivi- Ortega perse le elezioni contro enrique chiesa, ma assicurarsi che la chiesa non
tà e movimenti bruschi ha anche abusato Bolaños. nel 2005 strinse un’alleanza con creasse più problemi. nel 2006 l’Fsln non
di me. Ho sentito dolore e un freddo inten- il cardinale Miguel Obando y Bravo, suo ha guadagnato voti con quell’alleanza, ma
so. Ho pianto e mi è venuta la nausea. È strenuo oppositore negli anni ottanta, ma non li ha neanche persi”.
stato un atto imposto con la forza, non de- in declino dopo essere stato destituito
siderato da parte mia, avvenuto senza il dall’arcidiocesi di Managua. Il 3 settembre Managua, 1972 La città è addobbata con
mio consenso. Mi ha eiaculato addosso va- di quell’anno Obando unì Ortega e Murillo ghirlande e alberi di natale. L’immagine
rie volte per evitare il rischio di una gravi- in matrimonio con una cerimonia religio- della capitale è gioiosa nonostante la ditta-
danza. Mi eiaculava in bocca, sulle gambe sa. Un anno dopo il Fronte sandinista die- tura. Ma la notte tra il 22 e il 23 dicembre, 35
e sul seno, nonostante la mia ripugnanza. de un segnale ai settori più conservatori minuti dopo la mezzanotte, la terra trema
Ha sporcato il mio corpo, l’ha usato senza del paese approvando una riforma che vie- con violenza, radendo al suolo in pochi se-
interessarsi di quello che sentivo o pensa- tava l’aborto terapeutico, ammesso in ni- condi la città.
vo. L’importante era il suo piacere, ha igno- caragua da più di un secolo. Questa deci- È uno dei terremoti più distruttivi che
rato il mio dolore”. sione espose Ortega e sua moglie alle criti- abbiano mai colpito il paese e provoca più
La ragazza cercò di portare il coman- che del movimento femminista del paese, di dodicimila morti.
dante in tribunale, ma grazie a un accordo Qualche anno prima rosario Murillo
politico clandestino tra Ortega e alemán,
che stabiliva una suddivisione del potere
Da sapere aveva avuto una relazione con Jorge nar-
váez, da cui era nata Zoilamérica. La fami-
tra i due, una giudice archiviò il caso. La ve- La carriera di Ortega glia l’aveva obbligata a sposarsi. avevano
ra salvezza di Ortega, tuttavia, fu rosario avuto un altro iglio, rafael, e poco dopo si
u nel 1979 i ribelli sandinisti destituiscono il
Murillo, che smentì la iglia e difese pubbli- dittatore anastasio Somoza. La dinastia dei
erano lasciati. poi Murillo aveva conosciu-
camente il compagno. Somoza governava il nicaragua dalla metà to il giornalista anuar Hassan, con cui ave-
“È il momento fondamentale per Muril- degli anni trenta. Daniel Ortega assume il va avuto un terzo iglio, che morì durante il
lo. Scredita e sacriica la iglia; sostiene che comando della giunta sandinista per la terremoto. Sembra che Murillo fosse usci-
sia pazza e diventa ancora più fondamenta- ricostruzione nazionale e nel 1984 è eletto ta a festeggiare lasciando il bambino a casa
le per Ortega”, aferma Sofía Montenegro, presidente. Dall’inizio degli anni ottanta gli dei genitori con una baby-sitter. Quando il
giornalista e militante femminista. Stati Uniti sostenevano e inanziavano le terremoto distrusse Managua, il piccolo
La pensa così anche Dora María Téllez, operazioni militari dei guerriglieri rimase intrappolato sotto le macerie. Chi
mitica comandante della rivoluzione sandi- antisandinisti, i cosiddetti contras. Ortega la conosce bene sostiene che Murillo non
governa ino al 1990, quando Violeta Barrios de
nista: “Dopo la denuncia per stupro da par- ha mai superato quel trauma.
Chamorro, alla guida di una coalizione di
te di Zoilamérica, Murillo interviene a so- centrodestra che si oppone al Fronte
all’inizio degli anni settanta Murillo
stegno di Ortega e questo le garantisce sandinista di liberazione nazionale, vince entrò a far parte del grupo gradas, un col-
molto potere nei suoi confronti, oltre a un le elezioni. Ortega è rieletto presidente nel lettivo di artisti che recitavano poesie sulle
credito da riscuotere. È un conto carissimo 2006, nel 2011 e nel 2016, quando nomina scalinate delle chiese, delle università e
per il comandante”. vicepresidente la moglie rosario Murillo. Bbc degli ediici pubblici. “Si opponevano a So-

56 Internazionale 1287 | 21 dicembre 2018


Matagalpa, 1987. Rosario Murillo, a sinistra, e Daniel Ortega, a destra, al funerale dell’ingegnere Ben Linder
SUSan MeISeLaS (MagnUM/COnTraSTO)

moza e qualcuno di loro simpatizzava con Nicaragua, 2016 rosario Murillo si muo- stata rosario Murillo. I social network so-
l’Fsln”, dice Dora María Téllez. ve al ritmo della musica. Fa ondeggiare i no in ibrillazione. Ortega la indicherà co-
Dopo il trionfo della rivoluzione, Muril- ianchi, ma la telecamera mostra un volto me candidata alla vicepresidenza?
lo diventò la direttrice dell’associazione teso: è nervosa. La musica si ferma e lei no, non lo fa. Si limita a tessere le sue
sandinista dei lavoratori della cultura, prende la parola per presentare gli invitati lodi e a dichiararla “l’eternamente leale”.
un’organizzazione potente che riuniva che questo 19 luglio, 37° anniversario della È comunque un segnale necessario per
poeti, pittori, scrittori e attori. “eravamo vittoria della rivoluzione sandinista in dissipare ogni dubbio. Quello che ino ad
soprattutto scrittori”, ricorda gioconda nicaragua, si sono riuniti sul palco addob- alcuni mesi fa era una semplice specula-
Belli. “eravamo quadri del Fronte sandini- bato con centinaia di decorazioni loreali. zione e un pettegolezzo politico, un’even-
sta e mettevano in discussione molte cose poi dà la parola al comandante Daniel Or- tualità considerata impossibile da vari
che faceva Murillo. Fu a quel punto che lei tega. È il momento tanto atteso: migliaia di analisti, sta prendendo forma: su quel pal-
cominciò a isolarci: è una persona che non nicaraguensi sono incollati allo schermo co di iori, Ortega apre alla possibilità di
tollera le critiche”. del televisore o del loro telefono. Twitter è trasformare sua moglie nell’erede uiciale
Incapace di sottomettere gli scrittori, in subbuglio. Mancano dodici giorni alla di un progetto politico familiare autorita-
Murillo organizzò una campagna contro il scadenza per presentare le candidature rio. Murillo potrebbe succedergli al potere,
poeta e teologo ernesto Cardenal, allora alle elezioni presidenziali del 6 novembre. se il presidente venisse a mancare.
ministro della cultura, ino a minare la sua L’opposizione è stata dichiarata illegale su Quest’eventualità si concretizza un mese
autorità e a privare il ministero di alcune ordine di Ortega, quindi non ci saranno dopo, quando inalmente Murillo riceve la
funzioni. veri avversari. L’unico interrogativo è cosa benedizione politica del marito.
“Organizzammo una protesta che fu deciderà l’Fsln. Il comandante sceglierà Un sorriso scaltro e soddisfatto si dise-
repressa in nome della disciplina militan- Murillo? gna sul suo volto. Saluta e bacia i compo-
te”, spiega Belli. per Murillo quel tentativo Lei aspetta, ascolta le parole di Ortega nenti della gioventù sandinista nella sede
di ribellione fu imperdonabile. Lei si con- con un’espressione dura. Sotto il palco, mi- del Consiglio supremo elettorale, presso il
sidera una poeta, ma il suo lavoro letterario gliaia di simpatizzanti del Fronte sandini- centro commerciale Metrocentro, e strin-
non è mai stato riconosciuto in un paese sta acclamano il presidente. Il bagno di ge la mano del presidente del tribunale
che ha dato alla letteratura latinoamerica- folla è necessario. Ortega attacca i dissi- elettorale, roberto rivas, che la invita a
na personaggi importanti come rubén denti del sandinismo, li chiama ratti, ricor- entrare in una sala riunioni. Lì rosario
Darío, Carlos Martínez rivas, ernesto da che l’unica a essere sempre stata al suo María Murillo Zambrana è uicialmente
Cardenal o la stessa gioconda Belli. ianco, nella buona e nella cattiva sorte, è nominata candidata alla vicepresidenza

Internazionale 1287 | 21 dicembre 2018 57


Nicaragua
per il Fronte sandinista di liberazione na- Da sapere taccare proprio gli alberi della vita voluti da
zionale. alle cinque del pomeriggio del 2 Murillo. Quando la prima struttura è caduta
attacchi alla stampa a terra, tra i nicaraguensi si è difuso un sen-
agosto, ultimo giorno utile per presentare
le candidature per le presidenziali, i citta- u “Dalla metà di aprile del 2018, quando sono timento di liberazione: alcuni testimoni del
dini di Managua, nel trambusto di fine cominciate le manifestazioni contro il governo trionfo della rivoluzione sandinista hanno
giornata, non sembrano accorgersi che del presidente Daniel Ortega e della moglie e paragonato quel momento all’abbattimen-
nella sede del tribunale si sta siglando un vicepresidente rosario Murillo, gli attacchi to della statua di Somoza nello stadio nazio-
accordo politico fondamentale per il contro la stampa e le intimidazioni ai giornalisti nale di baseball a Managua, nel 1979. Fino-
paese: il comandante nomina uicialmen- indipendenti si sono moltiplicati”, scrive il ra sono stati buttati giù più di venti alberi
Guardian. Il 27 novembre il giornalista
te la moglie come sua erede al potere. metallici, un’azione simbolica che può es-
nicaraguense Carlos Salinas Maldonado,
Da fonti vicine all’Fsln sapremo che è sere un avvertimento per Ortega.
autore dell’articolo pubblicato in queste pagine,
stata una decisione diicile, una battaglia ha denunciato che alcuni uomini con il volto Il nicaragua è in crisi da più di sette me-
dura all’interno di un partito controllato da coperto si sono appostati davanti a casa sua e si. Il presidente ha scatenato una repressio-
Ortega, ma dove ci sono anche persone l’hanno seguito in moto ino alla redazione del ne brutale contro i manifestanti causando,
contrarie a uno schema di successione fa- settimanale Conidencial. La commissione secondo le cifre uiciali della commissione
miliare che riporta alla memoria la dittatu- interamericana per i diritti umani e le nazioni interamericana per i diritti umani, più di
ra dinastica dei Somoza, a cui nessuno Unite hanno condannato gli attacchi alla 320 morti, duemila feriti e almeno duecen-
vuole essere paragonato. Sono stati giorni stampa, le detenzioni arbitrarie e le violenze to arresti. altre organizzazioni per i diritti
di tira e molla, e Murillo ha giocato tutte le contro i cronisti. La notte del 13 dicembre la umani parlano di più di quattrocento prigio-
polizia ha fatto irruzione nell’uicio del
sue carte per ottenere la benedizione del nieri politici. Sono andati persi 347mila po-
Conidencial, fondato nel 1996 e diretto da
marito: “Oggi veniamo a formalizzare la sti di lavoro e più di 20mila nicaraguensi
Carlos Fernando Chamorro, e ha coniscato
nostra candidatura per chiedere a Dio che computer, telecamere, documenti e materiali hanno abbandonato il paese per scappare
ci favorisca con la continuità di questo pro- redazionali. Lo stesso giorno il parlamento ha dalla violenza e dalla repressione. Ortega
getto di bene comune, di buon cuore e di dichiarato illegali cinque organizzazioni non ha accusato i manifestanti di voler organiz-
buona speranza”, dice quel giorno la mo- governative critiche verso il governo zare un colpo di stato per destituirlo, ma è
glie di Ortega. nicaraguense. stata Murillo, con un gesto disperato, a dei-
nirli “minuscoli”, “vandali”, “piaghe”, “de-
Managua, 2018 La collina di Tiscapa, nel dimostrazione indiscutibile del nuovo po- linquenti”, “vampiri”, “terroristi”, “golpi-
centro di Managua, è il vero simbolo del tere che governa il paese. sti” e “diabolici”.
potere in questo paese. Lì sorgeva la casa di a metà aprile del 2018 nella capitale so- “non riusciranno nei loro intenti. gli
anastasio Somoza, il patriarca della fami- no scoppiate delle proteste contro la deci- esseri diabolici non potranno mai governa-
glia, e da lì il dittatore governava con mano sione del governo di tagliare le pensioni e di re il nicaragua”, ha detto il 16 luglio. a cau-
dura. Lì si trovavano le celle dove il regime aumentare i contributi da versare all’Istitu- sa di questi insulti, i manifestanti l’hanno
torturava i prigionieri e sempre quella fu la to nicaraguense della previdenza sociale ribattezzata “lady Minuscola”, in riferi-
sede di alleanze e patti politici che per de- (Inss). poi le manifestazioni si sono estese a mento a lady Macbeth di William Shake-
cenni inluenzarono il futuro del nicara- tutto il paese. per “salvare” dal fallimento speare. alla ine di settembre Murillo, con
gua. Vicino alla collina i marines statuni- l’Inss, Ortega aveva promulgato una serie lo sguardo acceso e la voce pastosa, ha gri-
tensi vigilavano su quello che per anni fu di decreti poi pubblicati sulla gazzetta ui- dato davanti alle telecamere: “Di cosa vi
uno dei tanti protettorati di Washington. ciale senza che si fosse raggiunto un accor- lamentate? Di cosa vi lamentate?”.
Dopo il trionfo della rivoluzione, e più tardi do con il settore imprenditoriale. La riforma Ortega e la moglie cercano d’incassare il
sotto il governo di Violeta Chamorro, la era un duro colpo per i pensionati, per i di- colpo, ma in nicaragua, in piena primavera
collina si trasformò in un monumento sto- pendenti e le aziende, soprattutto per quel- politica, è chiaro che per il governo sandini-
rico. Le celle di tortura furono sigillate, ma le più piccole. sta c’è un prima e un dopo. Murillo, che se-
restano ancora oggi tracce della vecchia Tra le misure c’era una riduzione del 5 condo i suoi avversari sognava di diventare
villa di Somoza, con un carro armato ar- per cento delle pensioni, già molto basse, di la presidente di una nuova dinastia familia-
rugginito che Benito Mussolini aveva rega- centinaia di migliaia di persone. L’obiettivo re, guarda questi “terroristi” che stanno
lato al dittatore tropicale. Fu eretta era inanziare l’assistenza sanitaria. I con- mandando all’aria i suoi piani. rinchiusa
un’enorme scultura in metallo, progettata tributi versati dalle aziende sarebbero au- nel bunker di Managua, avvolto da un siste-
da ernesto Cardenal, dedicata al rivoluzio- mentati dal 19 al 22,5 per cento. Secondo ma di sicurezza che prevede la chiusura del-
nario augusto César Sandino, che veglia l’economista adolfo acevedo, questa misu- le strade a vari chilometri di distanza dalla
sulla città dall’alto. ra avrebbe obbligato gli imprenditori a cer- residenza, la moglie del comandante, come
Dal dicembre del 2013 sulla collina di care dei sistemi per non far iscrivere i di- una lady Macbeth dei tropici, vede che il
Tiscapa si staglia un nuovo simbolo: rosa- pendenti alla previdenza sociale, avrebbe suo bosco di Birnam, fatto di alberi di me-
rio Murillo ha fatto installare proprio in ridotto il personale di alcune aziende e tallo, si muove lasciando presagire la ine
quella zona i suoi alberi gialli di metallo, avrebbe anche potuto provocare la chiusura del suo sogno di potere. u fr
delle strutture ingombranti ispirate a un di quelle più piccole. I dipendenti avrebbero
quadro di gustav Klimt. Secondo le inchie- versato più contributi e quindi avrebbero L’AUTORE
ste della stampa indipendente del paese, riscosso di meno. Carlos Salinas Maldonado è un giornalista
sono costate circa ventimila dollari l’una. Dopo le proteste Ortega ha ritirato la ri- nicaraguense nato a León nel 1982. Cura
Murillo ha voluto piantare uno di questi al- forma, ma la gente, esaltata dalla scoperta l’edizione online del settimanale Conidencial
beri, alto come la scultura di Sandino, come della propria libertà, ha cominciato ad at- e collabora con il quotidiano spagnolo el país.

58 Internazionale 1287 | 21 dicembre 2018


Senegal

Lunga
vita
al baobab
David Signer, Neue Zürcher Zeitung, Svizzera
Foto di Tomas Munita
alcuni alberi fanno parte del paesaggio africano
da millenni e sono diventati dei potenti simboli
culturali. Negli ultimi anni, però, sono caduti
molti degli esemplari più antichi
l baobab è proprio come appare: gante degli alberi è così grande che in sene-

I strano e afascinante. Quest’albe-


ro può vivere più di duemila anni.
È così grande che al riparo della
sua ombra gli africani si riunisco-
gal ogni nuova strada viene progettata in
modo da aggirare i baobab, per non doverli
abbattere. e quando non è possibile, come
succede nell’afollatissima Dakar, il bao-
The New York TImes/CoNTrasTo

no per mercati e assemblee. si dice bab resta piantato in mezzo alla carreggiata
che sia abitato dagli spiriti e spesso è consi- e le auto lo evitano con prudenza.
derato il centro spirituale di un villaggio.
Il baobab bianco che si trova su un iso- Nella tradizione
lotto dell’arcipelago della madeleine, a a settanta chilometri da Dakar la riserva
mezz’ora dalla capitale senegalese Dakar, naturale di Bandia ospita una foresta di
è protagonista di molte leggende. L’isolotto baobab. Girafe, cinghiali, zebre e iene ripo-
nell’oceano atlantico sarebbe disabitato sano all’ombra dei grandi alberi, tra i quali
perché gli spiriti che vivono nell’albero non spicca un esemplare molto antico, che un Uno dei più grandi baobab del
tollerano la vicinanza degli esseri umani. tempo serviva come luogo di sepoltura. Senegal, nella regione di Fatick,
Verso la ine del settecento un francese si- all’interno di questi alberi si formano delle 9 agosto 2018
dò la credenza costruendo una capanna, cavità perché la pianta produce più tronchi,
ma il suo riparo crollò la prima notte. I resti disposti a forma di cerchio, che nel corso abolita nel 1960 da Léopold sédar senghor,
della capanna sono visibili ancora oggi, co- degli anni si uniscono tra loro lasciando dei il primo presidente del senegal, lui stesso
me monito. si dice che dall’isola non si deb- vuoti. In passato questi spazi venivano usa- serer. “Dieci anni dopo ci fu una grande sic-
ba portar via nulla, neanche una conchi- ti come magazzino, latrina, cella o tomba. cità”, continua la guida. “molti credettero
glia, altrimenti gli spiriti verranno di notte La sepoltura nei baobab era riservata ai che fosse una conseguenza della nuova se-
a riprendersi il maltolto. Il baobab dell’isola griot, i tradizionali cantastorie africani. poltura riservata ai griot”. Dentro il baobab
è bianco, forse per il guano degli uccelli che Questa usanza era seguita in particolare della riserva che veniva usato come tomba
vivono tra i suoi rami. al tramonto emana dal popolo serer. “I serer, che non pratica- ci sono un centinaio di teschi, fa notare la
una luce strana, quasi fosforescente. all’al- vano l’agricoltura, credevano che i corpi dei guida, che aggiunge: “Quando il tronco
ba arrivano i pescatori dalla terraferma per griot avrebbero contaminato il terreno”, se non è stato più usato per le sepolture, la
lasciare un’oferta alla pianta. fossero stati sepolti in terra, spiega una gui- porta pian piano si è richiusa”.
Il timore reverenziale suscitato dal gi- da della riserva di Bandia. Questa pratica fu “Non è vero”, interviene un turista sene-

60 Internazionale 1287 | 21 dicembre 2018


galese. “I serer addetti alla sepoltura aveva- zebra bufa, la cicogna deforme. stanco di desiderio fu esaudito, ma arrivò subito una
no poteri magici: potevano far aprire e chiu- questi commenti, Dio lo strappò dalla ter- nuova richiesta: una corteccia morbida e
dere il tronco a piacimento”. Presumibil- ra. ma non voleva distruggere quell’albero frutti vellutati. anche questa fu soddisfat-
mente nella cavità non ci sono solo un’ini- così particolare, così lo inilò nella terra a ta. all’ennesima pretesa, quella di avere
nità di ossa, ma anche molti serpenti. testa in giù. Da allora il baobab non dà più iori d’oro, la misura era colma: gli dèi lo
In africa, dovunque crescano i baobab fastidio. strapparono dalla terra e ce lo inilarono a
ci sono anche miti che spiegano la strana Un altro mito racconta che tanto tempo testa in giù. Da allora nessuno ha più senti-
forma dell’albero. molte di queste leggen- fa gli dèi piantarono il baobab nel bacino to il baobab lamentarsi.
de raccontano che il baobab è stato conic- del iume Congo. L’albero, però, si lamen- anche nella letteratura africana con-
cato nel terreno a testa in giù, con le radici tava del clima, troppo caldo e umido. Gli temporanea il baobab è sempre presente,
per aria. In Zimbabwe si racconta che, per trovarono posto sulle montagne della Lu- come simbolo dell’africa precoloniale e
via dei suoi molteplici usi, il baobab fosse na, in Uganda, ma protestò perché aveva incontaminata. Nel romanzo Le baobab fou
diventato molto presuntuoso e che pren- poco spazio. allora gli fu assegnato un po- della scrittrice senegalese ken Bugul l’al-
desse in giro tutti gli animali. ogni volta sto caldo e asciutto nella savana. a quel bero è un essere misterioso, che pensa, ri-
che Dio creava un nuovo essere vivente, il punto, però, il baobab pretendeva di avere de e si addolora. Gli enormi baobab sono
baobab lo criticava: la iena era brutta, la un tronco possente per distinguersi. Il suo usati dagli africani per orientarsi nella sa-

Internazionale 1287 | 21 dicembre 2018 61


Senegal
The New York TImes/CoNTrasTo

Un baobab a Dakar, in Senegal, dafrica i proprietari di una tenuta agricola chioma di un albero all’altra o ondeggiare
2 agosto 2018 ebbero la bella pensata di aprire un bar nel- sospesi su una piroga issata a due tronchi
la cavità del tronco di un baobab che aveva con funi metalliche. Queste trovate turisti-
vana ampia e piatta, e allo stesso modo 1.100 anni, noto come l’albero di Platland che e commerciali non sembrano aiutare
quest’albero ofre sollievo alla protagoni- o il baobab di sunland. all’albero non ha gli antichi giganti.
sta del libro, che è emigrata nella lontana fatto bene: è uno dei nove che si sono am- Bisogna riconoscere tuttavia che nel
Bruxelles. Per Bugul il baobab incarna la malati. La parte più grande e antica della corso della storia il baobab è sempre stato
generosità della natura e il bene: “Dava i pianta è morta tra il 2016 e il 2017. sfruttato dagli esseri umani, in ogni sua
frutti migliori. Da essi si ricavava un succo In senegal, nel delta dei iumi sine e sa- parte: come materiale da costruzione, per
che veniva versato sulla pappa di miglio, lo loum, tra canali, isolotti e mangrovie, c’è l’alimentazione, come farmaco o per farne
si dava da bere ai malati e se ne stillava un villaggio turistico dove si può pernotta- prodotti di bellezza. ha bisogno di pochis-
qualche goccia sugli occhi per guarirli dal re in casette di legno costruite tra i rami dei sima acqua. Il suo legno ibroso può tratte-
morbillo o dalla dissenteria. Le foglie es- baobab. ai margini della riserva di Bandia nere ino a 140mila litri d’acqua, motivo
siccate venivano sminuzzate in una polve- è stato aperto un parco dei divertimenti tra per cui sopravvive anche in paesi dal clima
re che si usava per condire il couscous, i baobab, accrobaobab adventure, dove si arido come la mauritania. Nei periodi di
dandogli un sapore di latte fresco; le foglie può camminare su scale di corda dalla siccità i boscimani del deserto del kalaha-
fresche tagliuzzate erano il miglior rime- ri, tra il Botswana e il sudafrica, intagliano
dio contro la stanchezza”. la corteccia per far uscire il liquido.
Negli anni novanta anche gli elefanti lacerano la corteccia
Morti improvvise
a questi alberi, però, sta succedendo qual-
i proprietari di una con le zanne, e con la proboscide strappa-
no le ibre umide dall’interno del tronco
cosa di preoccupante: dal 2005 sono morti tenuta agricola in per masticarle. La corteccia ricresce ma se
nove dei tredici esemplari più grandi e an-
tichi. La ragione è ancora da chiarire. Forse
Sudafrica aprirono un gli elefanti sono troppi, come a volte succe-
de nei parchi nazionali, le piante, che pesa-
è un caso, forse la colpa è dei cambiamenti bar nella cavità del no tonnellate, finiscono per crollare e a
climatici. Il baobab è in grado di resistere a
lunghi periodi di siccità, ma sofre se rice-
tronco di un baobab volte cadendo uccidono gli elefanti.
La corteccia grigia è così resistente che
ve troppa acqua. che aveva 1.100 anni i baobab sopravvivono agli incendi. Il le-
Negli anni novanta, nel nordest del su- gno, però, è l’unica parte dell’albero che

62 Internazionale 1287 | 21 dicembre 2018


The New York TImes/CoNTrasTo

Le sorelle Selbe e Mathia Dione re”. Le radici sono tante e aggrovigliate, e i che li sminuzzi e ne sprema l’olio. In sene-
raccolgono foglie di baobab per semi hanno proprietà straordinarie: il loro gal l’olio di baobab si mette sui capelli e
cucinare. Regione di Thiès, in guscio è così duro che possono volerci anni sulle unghie, per aiutarne la crescita. L’in-
Senegal, 4 agosto 2018 prima che germoglino. I frutti del baobab dustria cosmetica lo usa anche nell’olio per
non piacciono solo agli esseri umani e alle massaggi, nei saponi e nelle pomate. Gli
non si può usare: è troppo duro per essere scimmie, ma anche agli elefanti e ad altri scarti della spremitura, ricchi di princìpi
lavorato, è ibroso e marcisce presto. Con animali. Li ingoiano con tutti i semi, che nutritivi, vanno a inire nel mangime di pe-
l’interno della corteccia, invece, si possono generalmente escono intatti dall’apparato core e mucche.
fabbricare corde, funi, reti, stuoie, coperte, digerente e vengono poi beccati dagli uc-
ceste e cappelli, ricoprire i tetti e perino celli. solo le piogge prolungate o gli incendi Un fascino mostruoso
fare della carta. Il polline mescolato con riescono ad ammorbidire il guscio esterno Le foglie del baobab si mangiano, anche se
acqua crea una specie di colla. Dalle radici per permettere al seme di sbocciare. e que- l’albero rimane verde per breve tempo. Co-
degli alberi si ottiene un colorante rosso. sto succede solo in un caso ogni cinque. minciano a spuntare poco prima della sta-
Nemmeno la cenere del baobab bruciato è Poiché il guscio è così resistente, non è gione delle piogge. se la pioggia si fa atten-
sprecata: serve per fare il sapone. possibile pestare i semi nei mortai tradi- dere, come succede spesso da qualche an-
I frutti del baobab sembrano pagnotte e zionali. serve una macina molto resistente no, lo sviluppo del fogliame tarda. all’ini-
piacciono molto alle scimmie. Per questo il zio la pianta produce foglie di forma ellitti-
baobab è conosciuto anche come l’albero ca, che poi cadono. solo dopo spuntano le
del “pane delle scimmie”. all’interno della Le foglie vere e proprie foglie vere e proprie, che generalmente so-
polpa ci sono i famosi semi ricordati nel
Piccolo principe di antoine de saint-exupé-
generalmente sono no divise in cinque parti, come le dita di
una mano.
ry. Il protagonista del romanzo dice di ve- divise in cinque parti, Da qui deriva il nome scientiico della
nire da un pianeta dove ogni giorno deve
cercare i germogli di baobab per strapparli
come le dita di una pianta: Andansonia digitata. se digitata è
un riferimento alle dita, andansonia richia-
via: “Un baobab, se si arriva troppo tardi, mano. Da qui deriva ma il cognome di michel andanson, un
non si riesce più a sbarazzarsene. Ingom-
bra tutto il pianeta. Lo trapassa con le sue
il nome scientiico naturalista francese che nel settecento,
durante una battuta di caccia, s’imbatté in
radici. e se il pianeta è troppo piccolo, e i della pianta un baobab. Fu talmente affascinato da
baobab troppo numerosi, lo fanno scoppia- quell’albero così mostruoso che decise di

Internazionale 1287 | 21 dicembre 2018 63


Senegal
darne una descrizione scientifica, dedi- ta al Piccolo principe, un romanzo molto vende solo a novembre, quando nei merca-
candogli un intero libro. La parola baobab amato in Giappone. Di recente la Pepsi ha ti scarseggia e i prezzi sono più alti.
deriva invece dall’arabo bu hibab, che si- lanciato la Pepsi Baobab, che però non “Nel nostro vivaio possiamo garantire
gniica “frutto dai molti semi”. contiene veri estratti della pianta. Quindi prodotti biologici al 100 per cento”, dice
Le foglie di baobab si possono mangia- Commeat immagina di poter fare buoni Commeat. Un importante argomento per
re cotte, come spinaci, o si possono pesta- afari a Tokyo con la polvere ricavata dalla la clientela selezionata che si rifornisce
re, ricavandone una salsa viscosa. In Nige- polpa del frutto. esporta già a hong kong, dall’azienda. In senegal la polvere di bouye
ria con queste foglie si prepara la famosa in Cina, in australia e in Canada. saveurs in genere costa molto poco. È prodotta con
zuppa di kuka. de Baobab non vende al dettaglio, ma for- metodi semplici, senza molta attenzione
al mercato di Tilène, a Dakar, makhtar nisce il prodotto grezzo alle aziende che per gli standard d’igiene. Inoltre la produ-
Bousso vende prodotti della medicina tra- poi lo lavorano. zione, la distribuzione e la vendita sono
dizionale. “Le foglie di baobab fanno bene In senegal le foreste sono considerate gestite in maniera informale e non sono
alle ossa e alla digestione”, spiega. “La cor- un bene comune. Fino a poco tempo fa sa- tassate. L’azienda di Commeat potrà so-
teccia si usa contro la tosse e il mal di pan- veurs de Baobab non aveva alberi di sua pravvivere solo se i prodotti per i quali lui
cia. Con le radici si curano i reumatismi, proprietà, ma comprava la polvere di bao- fornisce la materia grezza continueranno
l’artrosi e altri problemi alle ossa. I frutti bab nei mercati locali. ora l’azienda ha ad avere prezzi molto alti. “I guadagni sa-
aiutano in caso di diarrea”. Bousso, che sa comprato un terreno nella regione della ranno garantiti anche dal fatto che non ci
queste cose perché gliele ha insegnate il Casamance, il sudovest del senegal, dove limiteremo a lavorare la polpa, ma perino
padre, fa notare che nella farmacopea afri- ha cominciato a coltivare questi alberi. i semi, per produrre oli e cosmetici”, so-
cana quasi tutte le piante sono in grado di Un pregio della polpa del “pane delle stiene l’imprenditore.
guarire diversi disturbi e per ogni disturbo scimmie” è che al momento della raccolta Quest’albero dall’aspetto imponente e
ci sono più rimedi. Inoltre bisogna valutare è già secca. Questo facilita l’immagazzina- misterioso può essere quindi usato in mol-
ogni caso singolarmente. Per non parlare mento e la conservazione. Nella Casaman- ti modi. sarà per questo che quando in se-
del possibile intervento di forze invisibili e ce i frutti si raccolgono tra gennaio e mag- negal muore una persona molto anziana e
immateriali che, a detta di molti guaritori, gio, poi vengono mandati a Thiès per esse- con molte esperienze di vita si dice: “È ca-
sono ancora più importanti dei fattori ma- re triturati e confezionati. La polvere si duto un baobab”. u ct
teriali.

Il superfrutto Da sapere alberi minacciati nel sud del continente


Dalla polpa bianca del frutto del baobab i u In africa i baobab più grandi e antichi stanno
senegalesi ottengono una bevanda chia- morendo, o crollando. Lo aferma un gruppo di
mata bouye. La servono in tutti i ristoranti. scienziati guidato dal chimico romeno adrian
In ogni mercato è possibile acquistare la Patrut che nel giugno del 2018 ha pubblicato su
polpa essiccata, sotto forma di polverina Nature Plants uno studio sulla scomparsa dei
da sciogliere nell’acqua. È ricca di vitami- baobab secolari. Patrut e i colleghi hanno esa-
minato una sessantina tra i baobab più grandi e
ne C, B1 e B2, di calcio e di magnesio. Viene
longevi del continente per capire come la loro
aggiunta nel brodo o nel latte per i bambi-
biologia e la loro struttura gli permettono di di-
ni. In alcuni paesi si lascia fermentare per ventare così imponenti. Il baobab, hanno sco-
produrre birra. e c’è chi mangia diretta- perto gli studiosi, sviluppa una serie di tronchi
mente la polvere, senza aggiungere acqua, che si dispongono come un cerchio e lasciano
come spuntino. un vuoto al centro. Usando la datazione al ra-
Generalmente questi prodotti sono diocarbonio, i ricercatori sono riusciti a stabili-
confezionati e venduti senza particolari re l’età delle parti più antiche di questi alberi.
controlli. ma un imprenditore francese, hanno inoltre scoperto che tra il 2005 e il 2017
Pierre-Gilles Commeat, ha deciso di inve- sono morti nove dei tredici alberi più antichi, e
FoNTe: NaTUre PLaNTs

cinque dei sei esemplari più grandi. La gran


stire sulla bouye, producendola, commer-
parte si trovava in africa meridionale.
ciandola ed esportandola a livello indu-
La siccità prolungata e l’aumento delle
striale. La sua azienda, saveurs de Baobab, temperature potrebbero aver seccato questi
ha sede a Thiès, in senegal. Commeat è un alberi secolari, che non sarebbero stati più in
agronomo di Lione, specializzato in frutti grado di sostenere il peso dei loro giganteschi
tropicali, e dal 2005 sta sperimentando la tronchi, scrive il New York Times. “Gli Nel 2010 è morto un altro albero straordi-
lavorazione di derivati del baobab. ha co- esemplari più vecchi e maestosi risentono nario: il baobab di Panke, considerato sacro,
minciato in un garage, dove produceva maggiormente dei cambiamenti climatici”, che cresceva in un’area remota dello Zimbab-
sciroppi e marmellate. Due anni fa ha aper- spiega Patrut. Nel gennaio del 2016, in Bot- we. aveva una circonferenza di 25,5 metri e
to uno stabilimento nella zona industriale swana, è caduto il baobab di Chapman, dal no- un’altezza di 15,5 e si stima che avesse più di
me di un esploratore sudafricano che lo vide 2.500 anni. Un terzo esemplare molto cono-
di Thiès.
per la prima volta nel 1852. L’équipe di Patrut sciuto e visitato era l’albero di Platland o bao-
In europa il frutto del baobab viene or- bab di sunland, in sudafrica. al suo interno
ha calcolato che l’albero aveva 1.400 anni, una
mai pubblicizzato da tempo come un su- circonferenza di quasi 26 metri e un’altezza di c’erano due false cavità collegate tra loro, in cui
perfood. Il succo, invece, si vende soprat- 22. Quand’è caduto conteneva solo il 40 per negli anni novanta aprì un bar. Nel 2016 l’albe-
tutto in asia. In estremo oriente, secondo cento di acqua, contro il 79 per cento di un ba- ro ha cominciato a perdere i primi tronchi e do-
Commeat, la popolarità del baobab è lega- obab in salute. po un anno è morto.

64 Internazionale 1287 | 21 dicembre 2018


Economia
Kerala, India. Corrieri di Amazon sulle isole del lago Vembanad
Vu/KARmA PREss Photo

Amazon consegna
senza corrieri
Kerstin Bund, Die Zeit, Germania. Foto di Mahesh Shantaram
Per conquistare il mercato delle spedizioni, il colosso del commercio online ha
deciso di fare a meno delle grandi ditte. E a pagarne il prezzo sono i lavoratori
artin Brandl suona il di casa”. Dopo un po’ ecco il ronzio del cito- arrivata lo stesso. Poche ore prima aveva

M campanello, aspetta
un po’ e poi suona di
nuovo. Non rispon-
de nessuno. Allora
prende il telefono e
accede a un’app per fare una chiamata. Ri-
sponde un uomo. Brandl gli dice: “Il suo
ordine Amazon l’aspetta davanti alla porta
fono. Brandl, un uomo abbronzato con le
braccia muscolose e i polpacci d’acciaio,
inila sotto il braccio le buste di carta marro-
ne con dentro insalata di wurstel, emmen-
tal e baguette, e prende l’ascensore. Al terzo
piano l’uomo con cui ha appena parlato al
telefono si scusa: quando è sul balcone non
sente il campanello. Per fortuna la cena è
ordinato lo spuntino su Prime now, il servi-
zio di consegne lampo riservato agli abbo-
nati Amazon. L’uomo che era sul balcone,
al momento dell’ordinazione aveva dovuto
dare il suo numero di telefono altrimenti
Brandl avrebbe violato il primo comanda-
mento del buon fattorino: “Recapitare l’or-
dine al primo tentativo di consegna”.

Internazionale 1287 | 21 dicembre 2018 69


Economia
È questa la preoccupazione principale di poste tedesche, ha dovuto correggere al ri- sione al ribasso sui prezzi. Il margine di gua-
tutte le ditte di spedizione: un ordine può basso la stima degli utili, riducendola di un dagno della Dhl ormai non supera i 21 cen-
anche fare il giro del mondo, ma dal punto miliardo di euro. sono diminuiti soprattutto tesimi di euro su ogni pacco che le viene af-
di vista dei costi a fare la diferenza sono i ricavi nel settore delle lettere e dei pacchi, idato da Amazon. “Con l’azienda di Bezos,
sempre gli ultimi metri prima della porta di un tempo molto redditizio. Lo stesso di- praticamente, la Dhl non fa più proitti”, os-
casa del destinatario. Per non dover tornare scorso vale per il corriere privato hermes. serva manner-Romberg. Insomma, pur di
una seconda volta, Brandl è costretto a met- “Insomma, nel settore stanno suonando i non indispettire il suo principale cliente, la
tercela tutta per recapitare la merce al pri- campanelli d’allarme”, spiega schröder. controllata delle poste si sobbarca le perdi-
mo tentativo. Il colosso del commercio on- La situazione del mercato dei pacchi è te? un portavoce dell’azienda nega: “senza
line di seattle per cui lavora sta tentando un paradossale. Nel 2017 in Germania è stato proitti non facciamo afari”.
nuovo balzo in avanti, nel settore della logi- consegnato un numero di pacchi mai visto occupandosi in proprio delle consegne,
stica. L’obiettivo è ambizioso: Amazon vuo- prima: 3,35 miliardi. E quest’anno dovreb- Amazon si sta progressivamente mangian-
le consegnare i pacchi prima e a costi più bero essere 168 milioni in più. Dal 2000 il do il mercato. In Germania, nelle aree di
bassi della concorrenza. volume delle spedizioni è quasi raddoppia- monaco di Baviera, Berlino, mannheim,
sempre più spesso la consegna dei pac- to, e quest’inondazione di pacchi non dà Francoforte e nella regione della Ruhr,
chi non è aidata ai corrieri di grandi azien- segno di voler inire. D’altro canto, però, chi l’azienda ha già 35 subappaltatori, per un
de di spedizioni, come la Dhl, la hermes o totale di circa duemila autisti. Di solito si

5
l’ups, ma a persone come Brandl, che lavo- tratta di piccole o medie imprese in grado di
ra per un subappaltatore di Amazon. I fat- fare consegne più rapide e lessibili rispetto
torini di Amazon non hanno la divisa. miliardi ai giganti del settore. Inoltre Amazon ha
Brandl guida un furgoncino bianco pieno circa 350 locker (punti di ritiro self service),
di grai, che non rivela chi sia il suo datore Nel 2017 Amazon ha consegnato in tutto a cui i clienti possono accedere 24 ore su 24:
di lavoro. Gli autisti di Amazon come lui il mondo cinque miliardi di articoli è un attacco frontale ai tremila punti di riti-
non si limitano a chiamare i clienti al tele- attraverso il servizio Amazon prime ro self service della Dhl. Amazon cerca di
fono, possono anche recapitare l’ordine a mascherare l’attacco con parole concilianti,
un altro indirizzo senza bisogno di preavvi- si occupa di logistica non fa che lamentarsi: sostenendo di coltivare con le grandi ditte
so, e se nessuno apre passano una seconda dell’aumento dei costi del recapito o della di spedizioni una relazione ispirata a “colla-
volta dopo aver completato il loro giro di carenza di autisti. ma più di ogni altra cosa borazione e iducia”. Il suo obiettivo sareb-
consegne. il settore accusa lo strapotere di Amazon. be semplicemente compensare le “capacità
Infatti, oltre a fare una concorrenza diretta insuicienti” del settore.
Film e musica ai servizi di spedizione dei pacchi, l’azienda In realtà la posta in gioco sembra un’al-
Da tempo l’ex libreria online si è lanciata statunitense è anche uno dei loro maggiori tra. Amazon vuole un controllo sempre più
alla conquista di nuovi mercati. ormai clienti. Praticamente ogni cinque pacchi pervasivo, ino a diventare l’unica azienda
Amazon produce ilm, gestisce un canale di consegnati dai fattorini della Dhl, un corrie- con cui il cliente debba avere a che fare: si
musica e una casa editrice, ofre servizi i- re controllato dalla Deutsche Post, ce n’è potrà ordinare su Amazon, pagare su Ama-
nanziari e pubblicitari, oltre a spazi per l’ar- uno su cui campeggia il logo di Amazon. zon e ricevere pacchi attraverso Amazon.
chiviazione online. Da quando è stata fon- Anche alla hermes la situazione è simile. Per idelizzare ancora di più i clienti, il co-
data, nel 1994, è cresciuta ino a diventare “Amazon è un cliente vitale per le azien- losso digitale sta perino cercando di spin-
un everything store, un negozio che vende de di spedizione, e di conseguenza sfrutta gerli verso nuove abitudini di acquisto.
qualsiasi cosa. oggi è una delle aziende che ampiamente il suo potere”, spiega il consu- Per rendersene conto basta andare al
valgono di più al mondo e il suo fondatore e lente horst manner-Romberg, esperto di primo piano di un centro commerciale di
presidente, Jef Bezos, è l’uomo più ricco questioni logistiche. Essendo uno dei prin- monaco di Baviera: qui in 2.200 metri qua-
del pianeta. ogni volta che entra in un nuo- cipali clienti, spiega manner-Romberg, dri Amazon immagazzina birra gelata, car-
vo mercato, Amazon ne sconvolge gli equi- Amazon può esercitare una costante pres- ta igienica e carbonella da distribuire alla
libri. È successo quando ha comprato la velocità della luce nell’area metropolitana
catena di supermercati bio statunitensi
Whole Foods e le azioni della concorrenza
Da sapere della città bavarese. Gli articoli che riem-
piono le lunghe ile di scafali nel secondo
hanno cominciato a perdere quota. È suc-
sciopero di Natale magazzino Prime now tedesco sembrano
cesso quando ha inglobato la farmacia on- u Il 17 dicembre 2018 il sindacato Ver.di ha gettati lì alla rinfusa: una lampadina tra gli
line PillPack. In inglese è diventato un mo- proclamato uno sciopero dei dipendenti in due omogeneizzati, e i pannolini insieme allo
do di dire: to be amazoned, essere incalzati centri di distribuzione di Amazon in Germania, strame per criceti e ai lego di star Wars. A
da Amazon nel proprio settore. quelli di Lipsia e di Werne. A Werne l’agitazione -19 gradi la pizza fa compagnia alle verdure
È quello che sta succedendo alle ditte di è durata ino al 18 dicembre, mentre a Lipsia surgelate. Nel frigo ci sono l’insalata di fa-
spedizioni. “In Germania le aziende che si dovrebbe andare avanti ino alla vigilia di gioli di soia e quinoa e lo yogurt mango e
occupano di consegne a domicilio hanno Natale. I sindacati chiedono da anni ad Amazon vaniglia. Quello che a prima vista sembra
di riconoscere ai suoi dipendenti le retribuzioni
sottovalutato a lungo Amazon”, dice Jürgen un caos, in realtà è un’organizzazione com-
applicate in Germania nei settori del
schröder, esperto di logistica per la società plessa, gestita da algoritmi che attraverso
commercio al dettaglio e delle spedizioni. Per
di consulenza aziendale mcKinsey. ma or- afrontare lo sciopero, l’azienda statunitense lo smartphone indicano ai dipendenti di
mai non è più possibile sottovalutarne ricorrerà a migliaia di lavoratori a chiamata e ha Amazon i percorsi più brevi nei corridoi, in
l’avanzata. Nel 2018 Frank Appel, ammini- annunciato premi per i dipendenti che non si modo che possano inilare la merce nelle
stratore delegato della Deutsche Post, le asterranno dal lavoro. Süddeutsche Zeitung buste marroni per la spedizione senza per-

70 Internazionale 1287 | 21 dicembre 2018


Attibele, India. Dipendenti di Amazon fanno stretching prima del lavoro
Vu/KARmA PREss Photo

dere neanche un secondo. Gli articoli del gni praticamente all’istante. A separare il individualizzate. È Amazon a dettare gli
magazzino Prime now sono destinati desiderio dal possesso non resta che un clic, standard”, dice schröder, il consulente del-
esclusivamente ai clienti abbonati al Prime un tocco delle dita sullo smartphone. ma la mcKinsey. La consegna in giornata, la
club. Per 7,99 euro al mese non solo puoi Amazon non si limita a soddisfare i bisogni, possibilità di indicare indirizzi di consegna
accedere ai video, alla musica e agli e-book ne crea anche di nuovi, legando ancora più alternativi, di cambiare indirizzo di conse-
sul sito di Amazon. strettamente a sé i clienti. Il consumatore gna con poco preavviso e di seguire il per-
A Berlino e monaco, le due città tede- che sta cercando di creare oggi non fa più la corso dei pacchi sono ormai servizi che chi
sche dove attualmente è disponibile Prime lista della spesa per la settimana né le scorte fa acquisti online si aspetta. E anche se per
now, puoi anche farti consegnare a casa gli ai grandi magazzini, non va più nel negozio soddisfare le sue esigenze le ditte di spedi-
ordini nella fascia di due ore che preferisci, all’angolo per comprare la birra per la cena zione devono sostenere costi più alti, il
dal lunedì al sabato tra le 8 e le 24. In cen- con gli amici con giorni di anticipo. I suoi cliente non è afatto pronto a pagare per la
tro, pagando qualcosa in più, i fattorini acquisti sono spontanei, impulsivi e umora- consegna sulla porta di casa. mentre gli
consegnano addirittura entro un’ora. li, perché la consegna non costa (quasi) esperti ritengono che i prezzi delle conse-
Il magazzino Prime now è un laborato- niente e nel giro di poche ore la merce nelle gne debbano aumentare, Amazon si fa pub-
rio per il futuro della logistica: ci sono solo buste marroni è sulla porta di casa. se Ama- blicità con la spedizione gratuita. Il cliente
gli articoli che i clienti Amazon ordinano zon saprà imporsi, il mondo degli acquisti si ha sempre ragione.
spesso e vogliono vedersi recapitare in fret- trasformerà radicalmente.
ta. Gli algoritmi di Amazon sanno benissi- La scritta customer obsession, ossessio- Sbalzi di temperatura
mo quand’è richiesto cosa: iori per la festa nati dai clienti, campeggia a caratteri cubi- ma quello che rappresenta un vantaggio
della mamma, costumi tradizionali e cal- tali nel magazzino Prime now. Non c’è per i clienti di Amazon non è necessaria-
zoncini di pelle per l’oktoberfest, alberi di praticamente nessun’altra azienda così mente un bene per i corrieri. Al contrario,
Natale per la sera della vigilia. orientata in tutto e per tutto dai (presunti) più comodità ottiene il cliente più pesante
I centri logistici di solito sorgono in mez- bisogni del cliente: in questo modo Ama- diventa il loro lavoro. Brandl si sta dirigen-
zo al nulla, mentre questo magazzino è in zon issa degli standard a cui poi la concor- do verso un quartiere ricco. mi ha fatto sa-
piena città, vicino alle migliaia di clienti di renza è costretta ad adeguarsi. “La tenden- lire sul furgone solo a condizione di restare
cui Amazon promette di soddisfare i biso- za è verso consegne più rapide, lessibili e anonimo (il suo vero nome non è martin

Internazionale 1287 | 21 dicembre 2018 71


Economia
Brandl). Dentro l’abitacolo l’impianto contratto di lavoro dura un anno. A ine in settimana, senza che possa essere ga-
dell’aria condizionata emette aria fredda e mese si mette in tasca 1.450 euro netti. rantito un orario di lavoro isso. Bisogna
secca, mentre fuori fa caldo. A furia di sbal- “secondo le informazioni a nostra disposi- darle atto della sua sincerità. Non cerca
zi di temperatura molti autisti si prendono zione, nessun subappaltatore incaricato da certo di illudere i suoi interlocutori: “Non
il rafreddore, ma Brandl fa spallucce: “Io Amazon si adegua ai contratti collettivi”, è un impiego a tempo pieno”, dice, al mas-
sono tosto”. Parcheggia in seconda fila, dice sigrun Rauch, del sindacato Ver.di. simo rappresenta una “fonte di guadagno
salta giù e si getta in spalla due borse frigo. un portavoce di Amazon si riiuta di com- collaterale”. A Berlino e monaco inora so-
Nella mano sinistra prende un pacco da mentare, ma sottolinea che l’azienda colla- no stati assunti poco più di cento autisti per
quattro bottiglie di spezi (una bibita anal- bora solo con chi paga gli autisti almeno Amazon lex.
colica) da un litro e mezzo, nella destra ne dieci euro all’ora. A piccoli passi Amazon sta impiegando
prende un altro. Capita che debba traspor- In ogni caso sul lungo periodo gli autisti i lavoratori a chiamata in un settore con i
tare trenta chili alla volta. Non ha un car- come martin Brandl non sono ritenuti ab- salari così bassi, i ritmi così serrati e i cari-
rello portapacchi. bastanza flessibili per Amazon. oggi chi di lavoro così pesanti da meritare già
Brandl scorre in fretta una ventina di l’azienda cerca lavoratori autonomi a Ber- ora le prime pagine dei giornali. Insieme
nomi sul citofono, a intuito comincia lino e a monaco, soprattutto per le conse- agli autisti di uber e ai corrieri di Delive-
dall’alto. sa per esperienza che chi si fa gne lampo di Prime now. Per questo in un roo, i fattorini di Amazon lex ingrossano
consegnare da bere a casa di solito abita al caldo pomeriggio dello scorso agosto le ile di chi prende piccole commesse a
quarto piano o ancora più su. Non c’è Amazon ha convocato i candidati nella sua breve termine che di solito non bastano
l’ascensore e Brandl imbocca le sede centrale tedesca, a nord di per vivere. Rauch, la sindacalista di Ver.di,
scale. Proprio al quarto piano gli monaco. una collaboratrice ha assiste “con grande preoccupazione” alla
apre la porta una giovane donna spiegato come funziona il pro- difusione di queste tipologie di lavoro in
che indossa una tuta. Con lo gramma Amazon lex: gli autisti cui si pretende “piena lessibilità a fronte
smartphone Brandl scansiona le autonomi, muniti del loro veico- di zero sicurezza”. secondo Rauch, in real-
buste e poi le consegna alla si- lo e del loro smartphone, conse- tà non ci guadagnano neanche i clienti:
gnora. Per lo più la conversazione non va gnano le buste marroni di Amazon guidati “Alla lunga solo i dipendenti a tempo inde-
oltre “salve”, “grazie” e “ciao”. da un’apposita app. terminato sono in grado di garantire con-
La mancia è molto rara. Nella sua testa La paga è di 34 euro per un giro di con- segne aidabili”.
Brandl ha suddiviso monaco in diverse zo- segne di due ore. La benzina, le riparazio-
ne, in base alle mance che riceve: Grün- ni, l’assicurazione e l’usura del veicolo so- Il limite al ribasso
wald e Bogenhausen, i quartieri più ricchi, no a carico dell’autista, e anche, natural- Per Amazon si prospetta un futuro diverso,
sono rossi. “Lì praticamente non ti dà nien- mente, l’assicurazione sanitaria e i contri- da cui l’essere umano è ormai completa-
te nessuno”, spiega. Invece i quartieri ope- buti pensionistici. secondo un portavoce mente estromesso, e la consegna è aidata
rai come Giesing e hasenbergl sono verdi: di Amazon alla ine agli autisti restano in a droni e robot. ma nel breve termine la
“Lì in due ore puoi incassare anche sei, set- tasca “almeno dodici euro all’ora”. martin sindacalista potrebbe avere ragione. se-
te euro”. Brandl, che conosce alcuni autisti di Ama- condo le stime dell’associazione delle ditte
zon lex, pensa che la cifra sia diversa: “A di spedizioni tedesche, nei prossimi quat-
Quattro casse di birra fare i conti onestamente gli resterà al mas- tro anni il settore avrà bisogno più o meno
Quando Brandl ha cominciato a lavorare simo l’equivalente del salario minimo”. di altri 25mila corrieri in Germania. man-
per Amazon, la merce per un giro di conse- All’evento informativo organizzato per ner-Romberg, esperto del settore, sottoli-
gne di due ore stava in un’utilitaria. La gli aspiranti autisti, la dipendente di Ama- nea che “la carenza di autisti rappresenta
gente ordinava cavi, schede di memoria e zon ha spiegato che le fasce temporali in la sida maggiore per le aziende”.
qualche volta un gioco per il computer. In- cui fare le consegne variano di settimana E così le ambizioni di Amazon alla ine
somma, merci piccole e leggere. oggi potrebbero infrangersi non contro la tecni-
Brandl guida un furgoncino, perché la gen- Da sapere ca, ma contro un problema banale: ci sono
te ordina soprattutto bibite: quattro casse sempre più persone che vogliono ordinare
di birra per degli studenti che vivono in una
Consegne in aumento online sempre più cose e sempre più velo-
mansarda nel quartiere di schwabing; 25 Fatturato delle ditte di spedizione tedesche, cemente, ma allo stesso tempo si trovano
miliardi di euro
casse per la festa di una parrocchia di peri- Fonte: Die Zeit
sempre meno corrieri per le consegne. Il
feria (ormai anche la chiesa fa shopping 20
principio che guida Amazon – esercitare
online). Ci sono percorsi lungo i quali Bran- una pressione al ribasso sui prezzi per es-
dl porta a spasso quattrocento chili di mer- 18 sere sempre più competitiva – potrebbe
ce. “Insomma, sostanzialmente sono un trovare un limite nella mancanza di perso-
distributore di bevande”, dice. 16 ne disponibili a fare da autisti, quanto me-
Brandl guadagna 12,50 euro all’ora: più no per quattro soldi.
del salario minimo tedesco, che per legge 14 Negli uici dove l’azienda di Bezos cer-
ammonta a 8,84 euro, ma decisamente ca di reclutare nuove persone per il suo
12
meno di quanto guadagnano per esempio i servizio di consegne, la dipendente può già
corrieri della Deutsche Post, cioè tra i 14,22 farsi un’idea di come sarà il mercato del
10
e i 18,27 euro all’ora. Al contrario delle po- lavoro del futuro: ad ascoltare la sua pre-
ste, poi, il datore di lavoro di Brandl non 8 sentazione, oltre alla giornalista di Die
paga né le ferie né la tredicesima. Il suo 2000 2005 2010 2015 2017 Zeit, c’è un unico aspirante autista. u sk

72 Internazionale 1287 | 21 dicembre 2018


Portfolio

Prove
d’amore
Nelle sue foto l’artista cinese Pixy Liao
posa con il idanzato per sidare gli
stereotipi sulle relazioni tra uomo
e donna. Un esperimento che dura da
dieci anni ed è appena diventato un libro
a fotografa Pixy Liao è nata a Shanghai, in Cina, nel

L 1979. È cresciuta pensando che avrebbe avuto ac-


canto a sé un uomo più adulto e maturo di lei, che
l’avrebbe guidata e protetta. Poi, quando è arrivata
negli Stati Uniti per studiare fotograia, ha incontra-
to Moro, un ragazzo giapponese più giovane di lei
di cinque anni, e le cose sono cambiate. “Appena l’ho visto mi
sono chiesta come sarebbe stato essere la sua ragazza. Era la pri-
ma volta che facevo un pensiero simile. Ci siamo ritrovati dopo un
anno e gli ho chiesto di posare per le mie foto”, racconta. Dopo un
po’ che si frequentavano, Liao ha cominciato la serie Experimental
relationship: “Ho capito che quello che avevo sempre pensato sui
ruoli all’interno di una coppia poteva essere ribaltato. Sentivo di
essere io ad avere più potere e autorità tra i due. Avevo corteggia-
to Moro nel modo in cui spesso fanno gli uomini con le donne”,
spiega. Il progetto fotograico va avanti da dieci anni, e nel 2018 è
diventato un libro: “Con le mie foto credo di sidare non solo i
luoghi comuni che ci sono in Cina, ma anche quelli diffusi nel
mondo occidentale. È un esperimento, non un racconto fedele
della mia relazione. Penso di andare avanti, almeno inché io e
Moro staremo insieme”. u

Pixy Liao è nata a Shanghai nel 1979. Vive a New York.

74 Internazionale 1287 | 21 dicembre 2018


Internazionale 1287 | 21 dicembre 2018 75
Portfolio

76 Internazionale 1287 | 21 dicembre 2018


Internazionale 1287 | 21 dicembre 2018 77
Portfolio

78 Internazionale 1287 | 21 dicembre 2018


Da sapere
Il libro
u Il libro di Pixy Liao
Experimental relation-
ship Vol. 1, 2007-2017 è
stato pubblicato all’ini-
zio del 2018 dalla
Jiazazhi Press, in Cina.
Liao ha ideato e segui-
to il progetto graico. Il
volume ha ricevuto
una menzione speciale
ai Paris Photo/Apertu-
re foundation photo-
book awards 2018.
Nel libro sono state in-
serite anche alcune
immagini del progetto
For your eyes only che
l’artista deinisce “una
lettera d’amore a un
amante immaginario”.

Internazionale 1287 | 21 dicembre 2018 79


Ritratti

Carlos Ghosn
Guida spericolata
Claire Gatinois, Marie-Béatrice Baudet, Benjamin Barthe, Philippe Mesmer
ed Éric Béziat, Le Monde, Francia. Foto di Simon Dawson
È l’imprenditore arteice lungo la spiaggia di Copacabana, incorag- che lo aspettava per andare direttamente
dell’alleanza Renault-Nissan. giato da migliaia di persone. È idolatrato alla riunione nonostante il fuso orario. Un
anche in Libano, il paese dei genitori. Dopo cyborg a tutti gli efetti. “Se ci pensate, an-
Ha vissuto tra Brasile, Libano, il suo arresto, avvenuto il 19 novembre, il che il suo arresto è stato esagerato”, dice
Francia e Giappone. Dal 19 ministro dell’interno libanese Nohad una fonte dell’Eliseo. “Il suo aereo, partito
novembre è in carcere con Machnouk ha dichiarato: “Il sole del Giap- dal Libano, è atterrato all’aeroporto di Tok-
l’accusa di aver sottratto soldi pone non brucerà la fenice libanese”. Nella yo. La porta si è aperta e Ghosn è passato
sua cella Ghosn, già costretto a dimettersi dal Campidoglio, dove i romani onoravano
alla sua azienda dalla Nissan (di cui era amministratore de- Giove, alla rupe Tarpea, dove venivano get-
legato) e dalla Mitsubishi (di cui era presi- tati i condannati a morte”.
a sua storia è incredibile. dente), penserà ancora alle conversazioni

L Quando mai si sono visti tan-


ti articoli e libri entusiastici
dedicati a un amministratore
delegato? Nella sua cella a
Kosuge, vicino a Tokyo, Car-
los Ghosn, accusato di evasione iscale dal-
le autorità giapponesi, ricorda i complimen-
ti che gli facevano? Per il Financial Times
era “the boss among the bosses”, il capo dei
con Donald Trump, Vladimir Putin e Xi Jin-
ping, i padroni del mondo?
“Super-Carlos” è un uomo fuori dal co-
mune. Come spiegare altrimenti la sua re-
sistenza ai viaggi incessanti tra Europa e
Giappone? Un uicio a Boulogne-Billan-
court, vicino a Parigi, nella sede della Re-
nault e un altro a Yokohama, grande porto
a sud di Tokyo, dove nel 2009 la Nissan
Vanità e complotto
Questa storia di successo interrotta così
bruscamente suscita mille interrogativi. È
stato un complotto? Una rivincita giappo-
nese? O più semplicemente Ghosn è vitti-
ma della vanità, che è stata fatale anche ad
altri capitani d’industria? La procura giap-
ponese lo accusa di aver “nascosto con l’in-
ganno la sua retribuzione tra giugno del
capi. In tutto il mondo la stampa elogiava aveva installato il suo nuovo quartier gene- 2011 e giugno del 2015”, dichiarando 4,9
“l’icona”, “l’imperatore”, “lo stratega” e rale. In tutto più di diecimila chilometri da miliardi di yen (38 milioni di euro) mentre
ovviamente “il samurai”, quando all’inizio percorrere in un Gulfstream G550, la Rolls- ne avrebbe guadagnati il doppio.
degli anni duemila l’imprenditore accettò Royce dei jet privati, il cui codice di regi- Come immaginare un compenso simi-
la missione impossibile di risanare la giap- strazione N155AN poteva essere letto co- le? Nel 2016 Ghosn ha guadagnato 15,4
ponese Nissan sull’orlo del fallimento. Ep- me “Nissan”. A volte Ghosn teneva dei milioni di euro, una cosa normale negli
pure “Ghosn sensei” (il padrone Ghosn) ci consigli d’amministrazione a bordo di que- Stati Uniti, dove il suo collega della Gene-
riuscì, chiudendo cinque stabilimenti, li- sto mini Air Force One, valutato più di cin- ral Motors lo stesso anno ha intascato più
cenziando 21mila dipendenti e mettendo in quanta milioni di dollari (44 milioni di eu- di 22 milioni di dollari (19,4 milioni di eu-
crisi il dogma giapponese del posto isso. ro), dotato di wifi e telefono satellitare; ro), ma non in Francia né in Giappone. “Il
Si prova un senso di vertigine quando si passava in quell’aereo quasi cento notti fatto che Ronaldo o Messi guadagnino una
pensa a tutte le attenzioni di cui ha benei- all’anno. E quando il N155AN atterrava, il fortuna è considerato normale, perché per
ciato l’amministratore delegato della Re- “cittadino del mondo”, come amava dei- noi è diverso?”, diceva spesso il dirigente
nault-Nissan-Mitsubishi, che nega tutte le nirsi, s’inilava nella macchina con autista dai tre passaporti (brasiliano, libanese e
accuse. In Giappone è diventato il perso- francese).
naggio di un manga, massimo riconosci- “Sono sbalordita per quello che è suc-
mento per questo primo gaijin (straniero) a Biograia cesso. Carlos Ghosn non può essere avido
occupare un posto così alto nell’establish- ino a questo punto”, dice Aude de Thuin,
◆ 1954 Nasce a Porto Velho, in Brasile, iglio di
ment locale. In Brasile, il paese dov’è nato, 68 anni, la fondatrice del Women’s forum,
padre brasiliano e madre libanese.
il 5 agosto 2016 Ghosn ha avuto il privilegio ◆ 1960 Si trasferisce in Libano.
il Davos delle donne, che lo ha ospitato in
di portare la iamma olimpica durante le ◆ 1978 Dopo la laurea comincia a lavorare alla diverse occasioni. La Renault sponsorizza-
Olimpiadi di Rio (la Nissan era uno degli Michelin, dove resta per diciotto anni. va l’evento che si tiene ogni anno a Deauvil-
sponsor principali). Così, per un centinaio ◆ 2001 Diventa amministratore delegato le, in Francia. “È padre di tre ragazze e un
di metri, Ghosn è passato a piccole falcate dell’azienda automobilistica Nissan. ragazzo, ha incoraggiato l’ingresso delle

80 Internazionale 1287 | 21 dicembre 2018


ragazza a Paris Match, seduta sulle ginoc-
chia del papà, i cui vestiti su misura erano
irmati da Louis Vuitton.
“Non c’è nulla di eccezionale a portare i
propri figli al ballo dei debuttanti, molti
grandi imprenditori l’hanno fatto”, assicura
un altro manager. “Ma poi le cose hanno
cominciato a prendere una piega strana con
la festa a Versailles. Ormai Carlos Ghosn si
era trasformato nel Borghese gentiluomo di
Molière”.

L’invito
Ghosn e la sua seconda e attuale moglie
Carole Nahas sono affascinati da Luigi
XIV. Marie Antoinette di Soia Coppola è
uno dei loro ilm preferiti. Nell’autunno del
2016, poco dopo essersi sposati nel comu-
ne di Parigi, i novelli sposi hanno invitato
gli amici a celebrare l’evento e i cin-
quant’anni di Carole al Grand Trianon di
Versailles. Intervistata dal mensile statuni-
tense Town & Country, la signora Ghosn
avrebbe poi detto: “Volevamo che i nostri
amici si sentissero come a casa nostra, nul-
la di troppo ricercato”. Certo, bicchieri in
cristallo Saint-Louis, piatti in porcellana e
attori in costumi d’epoca.
La scenograia era sontuosa. I centoven-
ti invitati non credevano ai loro occhi.
Ghosn indossava uno smoking nero. Sulle
foto, realizzate da un amico fotografo e che
in teoria non avrebbero dovuto circolare,
Ghosn è radioso. Anche lui si è conidato al
giornalista di Town & Country: “Quando
inviti delle persone a una festa, rispondono
BLOOMBERG/GETTY IMAGES

‘forse’. Ma quando li inviti a Versailles, ven-


gono di sicuro”. Cinismo? I grandi narcisisti
s’immaginano al di sopra delle leggi. Se-
condo la stampa giapponese il conto di Ver-
sailles sarebbe stato pagato dalla Nissan. E
se così fosse si tratterebbe di appropriazio-
ne indebita. L’azienda inoltre avrebbe con-
donne nei consigli d’amministrazione. È nato alla guida della Renault, il “padrone tribuito all’acquisto delle lussuose case del
vero che era celebrato e temuto. Che abbia sempre di fretta” ballò in smoking nero con suo ex dirigente, come quella di Beirut.
perso la testa? Non riesco a crederci”. Tut- la iglia Nadine, 16 anni, al quindicesimo Questo itinerario personale non si spie-
tavia dietro il volto severo dell’uomo che ballo delle debuttanti all’hotel Crillon in ga solo con le follie di un uomo che usava
aveva le giornate cronometrate al minuto, place de la Concorde. Grazie alla rivista Ex- una truccatrice personale per nascondere
si nascondeva un forte bisogno di farsi no- press si venne a sapere che il vestito nero le imperfezioni del volto, sempre coperto di
tare. Louis Schweitzer, il capo della Renault della ragazza era irmato da Didier Ludot. cerone. Ghosn ha raccontato la sua vita
che lo assunse nel 1996 e gli chiese di pren- Kim Kardashian e i cinesi ricchi vanno pazzi nell’autobiograia What drives Carlos Ghosn,
dere la nazionalità francese, se n’era accor- per il negozio di Ludot, tempio del vintage pubblicata sul sito del quotidiano economi-
to fin dall’estate del 2000, quando Paris nel cuore del quartiere parigino di Palais- co giapponese Nihon Keizai Shinbun.Nel
Match pubblicò un servizio sullo “shogun Royal. Un anno dopo toccò alla maggiore libro c’è un nome che ricorre in continua-
francese che ha resuscitato la Nissan”. Se- della famiglia, Caroline, 19 anni, festeggia- zione: quello di Bichara Ghosn, il nonno
condo la rivista a Tokyo Ghosn era famoso re l’entrata nel mondo che conta. Sfoggian- paterno, l’eroe della famiglia. All’inizio del
come Alain Delon. Nell’articolo l’uomo do un tubino di tafetà nero irmato dallo novecento, a 13 anni, da adolescente anal-
d’afari, che allora aveva 46 anni, posava stilista libanese Elie Saab, anche la ragazza fabeta lasciò il suo villaggio sul monte Liba-
nella sua casa con la famiglia e la prima mo- ballò sul parquet del Crillon. “Mio padre no, terra dei cristiani maroniti. Andò al por-
glie Rita, durante la colazione. Il 26 novem- ama la moda e mi piace accompagnarlo nei to di Beirut e s’imbarcò per il Brasile, por-
bre 2005, sei mesi dopo essere stato nomi- negozi. Mi diverto a vestirlo”, confessò la tando con sé solo una valigia. All’epoca il

Internazionale 1287 | 21 dicembre 2018 81


Ritratti
Libano, povero e ancora segnato dai massa- “Voleva farsi notare, dove l’aveva invitato a cena. “Perché no?”,
cri del 1860 che avevano coinvolto drusi e rispose Ghosn. “Louis Schweitzer cerca un
cristiani maroniti, faceva parte dell’impero frequentava i igli delino”, disse quello. L’ascesa era possibi-
ottomano. Quando la nave arrivò a Rio, do- di grandi imprenditori le. Per evitare esperienze come quelle con
po tre mesi, l’immigrato era diventato un la Michelin, a cui aveva dedicato diciotto
“turco”, soprannome dato dai latinoameri- e spendeva soldi anni della sua vita ricevendo poco in cam-
cani ai mediorientali della diaspora. Bicha- al lipper”, ricorda bio, si circondò di amici fedeli e sempre
ra Ghosn parlava solo arabo. Il suo spirito pronti a dargli ragione, “una corte degna di
avventuroso in seguito lo portò ai conini un ex compagno un re del Marocco”, dice un ex collega della
del Brasile e della Bolivia, in piena foresta di corso Renault. La “Ghosnmania” si difuse velo-
amazzonica, vicino a Sao Miguel do Gua- cemente. Ghosn scalò i vertici dell’azienda.
poré. Si fermò a Porto Velho, che in seguito Nel 2001 fu nominato amministratore dele-
sarebbe diventata la capitale dello Stato del Jamhour, a Beirut, era dotato ma troppo vi- gato della Nissan, otto anni dopo prese i
Rondônia. Un lavoro dopo l’altro, diventò vace. In quell’istituto scoprì una disciplina pieni poteri alla Renault e nel 2016 è diven-
imprenditore. Fece fortuna. quasi militare e trovò una competizione che tato presidente della Mitsubishi. Ghosn è
Poi le cose cambiarono: si sposò con una gli piaceva, come nel Risiko, il suo gioco di stato la chiave di volta dell’alleanza tra le
libanese, incontrata in un viaggio a Beirut, strategia preferito. A 17 anni entrò nella due aziende.
e nacquero otto igli tra cui Jorge, il futuro classe che preparava ai concorsi per le uni- Alcuni dicono che il suo modo di gestire
padre di Carlos. versità francesi, al liceo Saint-Louis a Pari- i dipendenti era basato sulla paura. Dopo il
Ma per Carlos Ghosn, che dice di “sen- gi. L’industria non sembrava afascinarlo suo arresto s’insiste sul suo desiderio di
tirsi brasiliano quando è in Brasile” (dove più di tanto ma gli ottimi voti in matematica mantenere il potere a qualunque costo, co-
vivono ancora due sorelle e la madre di 86 lo diressero verso il Politecnico e l’Ecole des me dimostra un episodio noto solo a pochi.
anni, Rose detta “Zetta”), l’avventura lati- mine. “Voleva farsi notare, frequentava i Nel 2008, in piena crisi inanziaria, Ghosn
noamericana inì quasi subito. A due anni si igli di grandi imprenditori e spendeva soldi fu convocato all’Eliseo da Nicolas Sarkozy,
ammalò perché una delle dipendenti della al lipper”, ricorda un compagno di corso. con cui aveva un pessimo rapporto. Il presi-
casa gli fece bere acqua non bollita, cosa da Ma per l’ingresso nell’élite degli afari dente francese aveva saputo che Ghosn vo-
non fare nelle regioni tropicali infestate dal- serviva pazienza. Nel 1978 Ghosn accettò di leva far passare la partecipazione della Re-
le zanzare. Dopo un soggiorno di quattro trasferirsi a Clermont-Ferrand, nel Puy-de- nault nella Nissan dal 43,4 a meno del 40
anni a Rio, dove la guarigione tardava ad Dôme, per entrare alla Michelin, perché per cento. Questa manovra avrebbe per-
arrivare, nel 1960 Zetta e i due primi igli l’azienda, interessata alle sue origini brasi- messo all’azienda giapponese, azionista
andarono in Libano. Il padre Jorge, che ave- liane, gli prospettò la possibilità di un posto della Renault con il 15 per cento, di recupe-
va ereditato l’attività familiare alla morte a Rio de Janeiro. Aspettò sette anni prima di rare il diritto di voto nel consiglio d’ammi-
del “turco”, rimase in Brasile facendo avan- arrivare nella terra promessa. Ma che meta- nistrazione dell’azienda francese. E a
ti e indietro tra Porto Velho e Beirut. morfosi tra il Carlos Ghosn del 1981, seduto Ghosn di avere lo stesso mumero di voti
alla scrivania in formica come direttore del- dello stato, di cui non sopportava la tutela.
Il padre fantasma la fabbrica Michelin di Puy-en-Velay, e A quanto pare la conversazione fu vivace.
Nell’autobiograia Carlos Ghosn non si di- quello che ha accolto gli ospiti al Grand
lunga molto sulla separazione dei genitori, Trianon nell’autunno 2016 o che saliva i Un pensiero nella cella
che considera “uno schema classico” nelle gradini del festival di Cannes. Nel 2011 Ghosn rischiò di cadere per il caso
comunità emigrate all’estero. Ma in realtà Dopo il Brasile la Michelin lo trasferì ne- delle “false spie”. Tre dirigenti della Re-
la cosa non fu semplice, e nel corso delle gli Stati Uniti per portare a termine la fusio- nault erano stati ingiustamente accusati da
pagine Jorge scompare dalla vita familiare. ne con la Uniroyal Goodrich, appena com- un responsabile del servizio di sicurezza di
Così alla igura del nonno succede quella prata dall’azienda francese. Il dirigente aver venduto alla concorrenza informazio-
della madre. Le Monde ha cercato senza portò a termine l’incarico, spezzando il mo- ni sulle batterie elettriche. Al telegiornale
successo tracce di Jorge Ghosn. In Brasile, nopolio dei sindacati americani. Questo del canale francese Tf1 l’amministratore
dove gli archivi non danno indizi, si ricorda coraggio gli diede il soprannome di cost cut- delegato annunciò di “avere delle certezze”
che dirigere gli afari ai tempi della dittatura ter (tagliatore di costi). Vicino a François sul tradimento dei dirigenti. Ma meno di
(1964-1985) era pericoloso. A Beirut e a Pa- Michelin, padrone e patriarca del gruppo, il due mesi dopo tornò in televisione e ammi-
rigi voci impossibili da veriicare parlano di giovane aspettava il suo momento, che però se che le sue accuse erano infondate.
un fallimento. Questo padre fantasma in- non arrivò. Infatti il re degli pneumatici vo- Il governo voleva la testa di qualcuno e
luì sulla carriera di Carlos, che si sarebbe leva mettere sul trono Edouard, il iglio più Ghosn sacriicò il suo numero due, Patrick
identiicato con Bichara, il pioniere, anzi- giovane, e lo mandò oltreoceano, chieden- Pélata. “La passò liscia per un solo motivo:
ché con Jorge l’invisibile? Voleva forse rida- do a Ghosn d’insegnargli le basi del mestie- la catastrofe nucleare di Fukushima”, rac-
re alla famiglia lo splendore perduto? re. “Non avevo il nome giusto”, dirà con conta un testimone. “Parigi non voleva far
Ghosn si appassionò all’industria auto- amarezza nella sua biograia. Perché voleva dimettere l’amministratore della Nissan
mobilistica perché pensava di poter rag- “il meglio in assoluto”, come il nonno. Una subito dopo che una delle fabbriche
giungere nuovi orizzonti, come il nonno? È sera d’aprile del 1996 un ex compagno del dell’azienda era stata colpita a Iwaki, non
probabile. Da giovane però la meccanica politecnico, che dirigeva uno studio inter- lontano dalle coste dove c’era stato lo tsu-
non lo afascinava, al contrario della lette- nazionale di cacciatori di teste, lo incontrò nami”. Il proiettile gli era passato vicino.
ratura e delle lingue. Quando studiava dai negli Stati Uniti. “T’interessa il settore au- Ma oggi in cella a cosa pensa Carlos Ghosn?
gesuiti del collegio Notre-Dame de tomobilistico?”, gli chiese nel ristorante A suo nonno o a suo padre? ◆ adr

82 Internazionale 1287 | 21 dicembre 2018


Viaggi
l più proliico stampatore della mi-

I tica cartolina di viaggio americana


fu un tipografo tedesco di nome
Curt Teich, immigrato negli Stati
Uniti nel 1895. Nel 1931 la tipogra-
fia di Teich stampò per la prima
volta le cartoline telate dai colori accesi che
tutti ricordano ancora oggi: quelle che
strombazzavano “Saluti da” minuscole cit-
tadine del Winsconsin, del Wyoming o del

FoUNd IMAGE HoLdINGS/CorbIS/GETTy IMAGES


Montana.
Come molti operosi imprenditori sbar-
cati negli Stati Uniti alla ine dell’ottocento,
Teich considerava la sua attività un mezzo
per mantenere la famiglia (e magari diven-
tare ricco, se gli andava bene). Nel sogno
americano di Teich, però, c’era qualcosa di
più. Con la loro rappresentazione ottimisti-
ca del paese, le cartoline telate fecero
esplodere il turismo interno raccontando il
paesaggio statunitense, dalle piccole città
alle più sfolgoranti bellezze naturali. Le
cartoline (e il conseguente, clamoroso suc-
cesso di Teich) sono anche il riflesso di
un’epoca in cui lo sviluppo delle autostrade
e le vendite di automobili stavano cam-
biando il modo in cui gli statunitensi lavo-
ravano, giocavano, andavano in vacanza e
comunicavano tra loro.
Le cartoline telate, così chiamate per la
trama della carta, ebbero un’incredibile po-
FoUNd IMAGE PrESS/CorbIS/GETTy IMAGES

polarità negli Stati Uniti negli anni trenta,


quaranta e cinquanta. Non ci sono dati pre-
cisi, ma i deltiologi (gli studiosi delle carto-
line) stimano che ne siano state realizzate
più di 150mila diverse per milioni di copie
stampate. Tipicamente le cartoline rappre-
sentavano scenari, luoghi d’incontro ed
elementi rappresentativi dell’economia del
posto. Si vendevano a un centesimo l’una

Saluti e baci
oppure erano lasciate in omaggio dagli im-
prenditori locali o dagli alberghi nelle loca-
lità turistiche.
Al loro enorme successo contribuì la na-
scente ossessione nazionale per le automo-
bili, i viaggi in macchina e la cultura auto-
mobilistica. Nel 1913 la Ford Model T era
stata la prima auto prodotta in serie a uscire
dalle catene di montaggio. Nei decenni
successivi i prezzi diventarono più accessi-
bili e le vendite aumentarono rapidamente.
Anne Peck-Davis e Diane Lapis,
Secondo le statistiche della Federal high-
way administration, nel 1935 nel registro Zócalo Public Square, Stati Uniti
automobilistico statunitense erano iscritti
circa 22 milioni di veicoli privati. Nel 1952 le
Le cartoline telate ebbero un enorme successo
immatricolazioni erano salite a quasi 44 negli Stati Uniti all’inizio del novecento. Erano il rilesso
milioni. di un nuovo spirito di avventura reso possibile dallo sviluppo
Per molti anni viaggiare negli Stati Uniti
era stata un’enorme seccatura: non c’erano
industriale e dalle reti stradali, e rappresentavano le
cartelli né indicazioni e le strade erano ster- speranze del sogno americano
rate e piene di buche. Era stato il Good

84 Internazionale 1287 | 21 dicembre 2018


roads movement, fondato nel 1880 dai ci-
cloamatori, a portare all’attenzione gene-
rale la scarsa qualità delle strade. In poco
tempo nei vari stati erano nate le Good
road associations, che si battevano per il
miglioramento della rete stradale e le au-
torità locali avevano risposto all’appello.
Nel 1913 Carl Fisher, imprenditore edile di
Miami beach e produttore dei fanali Prest-
o-Lite, aveva fondato la Lincoln highway
FoUNd IMAGE HoLdINGS/CorbIS/GETTy IMAGES

association, che progettò e poi costruì la


strada che collega New york e San Franci-
sco. Il Federal aid road act, entrato in vigo-
re nel 1916, aveva stanziato i primi fondi
per le strade a livello federale, favorendo lo
sviluppo di un sistema stradale nazionale e
dieci anni dopo erano cominciati i lavori
della famosa route 66, nota anche come
“Main street of America”. Completata nel
1937, con i suoi 3.940 chilometri di asfalto
permetteva agli automobilisti di viaggiare
da Chicago a Los Angeles attraversando
tre fusi orari e otto stati.

Mappe e valigie
Grazie a questi chilometri e chilometri di
nuove strade le famiglie potevano organiz-
zare viaggi in destinazioni lontane come il
Grand Canyon in Arizona, il monte rush-
more in South dakota o le spiagge tropicali
FoUNd IMAGE HoLdINGS/CorbIS/GETTy IMAGES

della Florida. Gli itinerari venivano pianii-


cati in anticipo e meticolosamente segnati
sulle mappe. Gli statunitensi – innamorati
della libertà oferta dalla loro auto e ansiosi
di scoprire luoghi nuovi e meravigliosi – fa-
cevano la valigia, caricavano la macchina e
partivano.
I produttori di cartoline colsero la palla
al balzo, immortalando le immagini di
quelle strade e stampandone a migliaia.
Quando Teich fondò la sua azienda, nel
1898, le cartoline illustrate esistevano già,
erano state introdotte in Francia, nel re-
gno Unito, in Germania e in Giappone
all’inizio degli anni settanta dell’ottocento
ed erano diventate subito molto popolari.
Ma le cartoline telate di Teich (e poi anche
quelle dei suoi imitatori) erano squisita-
mente americane, con le loro opulente raf-
igurazioni delle bellezze nazionali, dai ri-
storantini agli angoli delle strade alle ca-
scate del Niagara. Teich usava la stampa
ofset (un metodo di stampa che garantisce
THE PrINT CoLLECTor/GETTy IMAGES

una buona qualità delle immagini) per sa-


turare i colori, e l’aerograia e altri efetti
per ridurre i dettagli indesiderati. Il risulta-
to visivo era una rappresentazione fanta-
stica – e seducente – degli Stati Uniti. Le
immagini di strade sinuose screziate dal
sole coglievano in pieno lo spirito e il senso
dell’avventura del viaggio.

Internazionale 1287 | 21 dicembre 2018 85


Viaggi
ragazze in costume nella lettera “P” e pap-
pagalli nella “J”. In Missouri, gli automobi-
listi che percorrevano la route 66 trovava-
no nei negozi cartoline con grandi scritte e
minuscole immagini del parco Meramec o
degli spettacolari promontori lungo il iume
Gasconade, tra i paesaggi che si potevano
ammirare lungo la strada.
I viaggiatori spendevano un centesimo
per il francobollo e spedivano le cartoline
ad amici e parenti. Era un modo pratico per
comunicare informazioni, certo, ma con un
GrAPHICAArTIS/GETTy IMAGES

risvolto che qualsiasi utente di Instagram


oggi riconoscerebbe immediatamente:
vantarsi con un’immagine, raccontando
quanto ci si sta divertendo in un locale, in
un hotel, davanti a un monumento o a un
paesaggio in uno stato lontano. La cartoli-
na, con il suo immaginario gioioso e utopi-
stico, catturava quello spirito di speranza e
ottimismo che gli statunitensi avevano de-
siderato durante la grande depressione e la
seconda guerra mondiale e che avevano i-
nalmente trovato nel dopoguerra.

Alla ricerca del passato


A metà degli anni cinquanta, il sistema au-
tostradale interstatale voluto dall’ammini-
strazione del presidente dwight d. Eisen-
FoUNd IMAGE HoLdINGS/CorbIS/GETTy IMAGES

hower cominciò a rendere superlue le stra-


de panoramiche locali, e i nuovi centri com-
merciali soppiantarono i piccoli negozi cit-
tadini. I viaggiatori che compravano le car-
toline privilegiavano ormai una nuova
estetica, basata sulla fotograia a colori, con
scene realistiche (e sempre più generiche) e
vivide, su carta lucida. La produzione di
cartoline telate diminuì, così come il senso
di ottimismo che emanava da quelle imma-
gini colorate e ritoccate.
Le aziende che lavoravano nel settore caster, in Pennsylvania; cene di pollo a buf- Curt Teich morì nel 1974, a 96 anni.
turistico videro nelle cartoline di Teich uno fet allo Zehnder’s restaurant di Franken- Quattro anni dopo la sua azienda chiuse i
strumento prezioso per attirare i clienti, che muth, in Michigan. Anche le città usavano battenti. La famiglia donò quasi mezzo mi-
non resistevano alle immagini sugli esposi- le cartoline per farsi pubblicità, proponen- lione di cartoline e altri oggetti al Lake
tori degli empori, dei grandi magazzini do ai clienti club alla moda, sale da ballo e county discovery museum di Libertyville,
Woolworth o delle stazioni di servizio loca- rainati ristoranti con cocktail bar. in Illinois, che nel 2016 ha cominciato a tra-
li. Fiutando l’opportunità, Teich assunse Uno dei formati più amati era quello del sferire la collezione alla Newberry library di
una squadra di rappresentanti con il compi- “Greetings from”, ispirato alle cartoline Chicago. oggi i ricercatori s’immergono in
to di individuare e gestire i clienti in ogni “Gruß aus” (saluti da) che Teich aveva visto quelle cartoline che mostrano una natura
zona, e spesso fotografare i luoghi per le im- da giovane in Germania. Ma le cartoline straordinaria o la quotidianità della provin-
magini delle cartoline. tedesche raffiguravano vedute locali ac- cia per capire meglio il passato di un paese
Teich era convinto che qualsiasi città, compagnate da scritte sobrie e colori tenui. in continuo cambiamento. Quando Teich
per quanto piccola, meritasse di vedere le La versione americana di Teich, invece, ri- arrivò negli Stati Uniti poteva immaginare
sue attrazioni rese ancora più belle dai pro- letteva la semplicità dell’estetica popolare che la sua azienda avrebbe creato un archi-
cessi di colorazione del suo reparto graico. dell’epoca: il nome dello stato, della città o vio così tangibile e concreto della vita statu-
Le cartoline telate pubblicizzavano motel e dell’attrazione esibito in grandi lettere tridi- nitense? Forse no, ma le sue cartoline da un
alberghi con radio e stanze pulite. Quelle mensionali, e al suo interno immagini in centesimo, con le loro immagini pittore-
dei ristoranti lungo la strada mostravano le miniatura di scenari locali. Al Parrot jungle sche e utopistiche, ci riportano agli albori
loro prelibatezze: molluschi fritti nei risto- di Miami, in Florida, un’attrazione turistica dei viaggi in automobile e all’emozione di
ranti di Howard Johnson sulla costa orien- nel mezzo di una foresta tropicale inconta- scoprire la vastità sconinata e la profonda
tale; torta di melassa al dutch haven di Lan- minata, si potevano comprare cartoline con bellezza del paesaggio americano. u fas

86 Internazionale 1287 | 21 dicembre 2018


Graphic journalism Cartoline dal Natale

88 Internazionale 1287 | 21 dicembre 2018


Internazionale 1287 | 21 dicembre 2018
Noah Van Sciver è un autore di fumetti statunitense nato in New Jersey nel 1984. In Italia ha pubblicato alcuni suoi lavori per Coconino press e Oblomov edizioni. Il suo ultimo

89
libro è Fante Bukowski: un irresistibile anno dopo (Coconino 2018).
Cultura

Libri
Propaganda fascista per il plebiscito del 1934
KEySToNE-FrANCE/GAMMA/GETTy

Sul ilo
Jonathan Burnham, ha dichiarato: “È una
lettura afascinante per chiunque sia inte-
ressato alla storia del novecento”. E ha de-
inito il romanzo “un’indagine puntuale su

del rasoio
come il fascismo può mettere radici in una
società”.
Il volume, di ben 839 pagine, dà l’im-
pressione di essere una cosa molto seria,
come la sua copertina spartana che rappre-
senta una grande m nera su uno sfondo
Emma Johanningsmeier, The New York Times, bianco. Anche se è stato pubblicizzato co-
me un romanzo, in realtà è una via di mez-
Stati Uniti
zo tra il romanzo e il libro di storia. È costi-
Il romanzo di Antonio Scurati “Nella fantasia degli italiani, Mussolini tuito da una serie di brevi capitoli densi di
su Benito Mussolini accende è ancora una specie di totem, una igura di informazioni intervallati da testi di tele-
grande carisma, una sorta di perverso pa- grammi storici, articoli di giornale, lettere
un dibattito sull’eredità del dre della patria che abbiamo rimosso”, ha e rapporti della polizia. Il ilo conduttore è
regime fascista dichiarato Scurati, 49 anni, in una recente un narratore onnisciente, ma il punto di
intervista. “Il libro lo ha fatto uscire da que- vista è essenzialmente quello di Mussolini
sto stato di rimozione”. e dei suoi collaboratori.
a qualche settimana, M di Tutte le parole dei personaggi sono ci-

D Antonio Scurati, pubblicato


da Bompiani, un massiccio
volume sull’ascesa del ditta-
tore Benito Mussolini, è nella
lista dei best-seller italiani. Sembra già che
il romanzo diventerà una serie tv prodotta
dalla Wildside, la stessa società che sta co-
Nella mente del dittatore
In Italia, l’inattesa popolarità di M ha scate-
nato anche un nuovo dibattito sull’eredità
mussoliniana. Gli ammiratori di Scurati so-
stengono che il libro era necessario per ri-
cordare i mali del fascismo, soprattutto ai
giovani. Ma secondo altri, in un’epoca in cui
tazioni da fonti storiche, e Scurati ha di-
chiarato che anche la maggior parte delle
rielaborazioni romanzate dei pensieri dei
personaggi si basa sulle stesse fonti. Prima
di scrivere M, ha passato anni a leggere
materiale su Mussolini, e dice che nel suo
romanzo “niente è inventato”.
producendo la serie della Hbo tratta in tutta Europa, Italia compresa, vengono Alcuni critici temono che la neutralità
dall’Amica geniale di Elena Ferrante. E lo eletti governi di destra, questa nuova ver- del libro di Scurati, pubblicizzato come il
scorso autunno M ha avuto un discreto suc- sione di Mussolini confezionata per il ven- primo romanzo che racconta la storia del
cesso alla iera del libro di Francoforte, do- tunesimo secolo può essere pericolosa. fascismo “senza nessun iltro ideologico o
ve la HarperCollins è riuscita ad aggiudi- Per quel che vale, l’editore e presidente politico”, potrebbe ripresentare Mussolini
carsi i diritti per la versione in inglese. della sezione Harper della HarperCollins, non come una mostruosità della storia, ma

Internazionale 1287 | 21 dicembre 2018 91


Cultura

Libri
Milano, 12 marzo 1936. Raduno per la proclamazione dell’impero
KEySToNE-FrANCE/GAMMA/GETTy

come un protagonista con cui simpatizza- dopo aver visto alcuni famosi ilmati dei stanno attirando molti giovani, continuano
re. ruth Ben-Ghiat, una studiosa del fasci- discorsi di Mussolini dal balcone. Secondo a manifestare in varie città italiane.
smo dell’università di New york, lo deini- lui, gli italiani hanno guardato quegli spez- Lo scorso febbraio è uscito un ilm inti-
sce un “sintomo” della riabilitazione di zoni “troppe volte, tante di quelle volte che tolato Sono tornato, in cui s’immagina che
Mussolini. “La storia del fascismo è una ormai non li vedono più”. un Mussolini redivivo diventi una star del-
storia di dittatura e di culto della persona- “A un certo punto ho pensato: questa la tv e di youTube. La commedia, diretta
lità”, dice Ben-Ghiat. “E questo libro rien- persona, in qualche modo, è ancora nella da Luca Miniero, è l’adattamento di un ilm
tra in un fenomeno più generale di ritorno coscienza degli italiani”, racconta Scurati, tedesco, Lui è tornato di David Wnendt, a
del culto del capo”. che insegna letteratura e scrittura creativa sua volta adattato da un romanzo satirico
Scurati, che si deinisce un antifascista, all’università Iulm di Milano. in cui a risorgere era Hitler. La villa di Mus-
sostiene che lo scopo del libro è far com- In Italia, la igura di Mussolini non è solini nei pressi di rimini, sulla costiera
prendere il fascino esercitato da Mussolini mai stata stigmatizzata come quella di Hit- adriatica, è molto richiesta per i pranzi di
sugli italiani, senza che i lettori ne cadano ler in Germania. Durante i vent’anni del nozze, e la sua tomba a Predappio attira un
vittime. Dal punto di vista ideologico sape- suo governo, nonostante le persecuzioni lusso costante di visitatori.
va di muoversi sul ilo del rasoio. Ma, se- contro gli antifascisti e gli ebrei, il dittato- Scurati dice di essere stato bombardato
condo lo scrittore, la sua è una lezione di re, noto ancora come “il duce”, ebbe un da lettere di giovani lettori entusiasti del li-
antifascismo mascherata da romanzo. ampio sostegno popolare, e oggi qualcuno bro, che li ha coinvolti molto più di qualsiasi
Il racconto si apre nel 1919, in un’Italia è ancora disposto a sorvolare sulle sue col- lezione di storia a scuola. Quindi ha deciso
demoralizzata dalla guerra che si è appena pe per nostalgia della presunta stabilità di scrivere una trilogia, che si concluderà
conclusa, e narra l’improbabile ascesa al sociale dell’era fascista. con la morte di Mussolini nel 1945.
potere dei fascisti. Descrive gli omicidi “I giovani non vengono dalla cultura del
notturni dei socialisti e il rapimento e Tabulae rasae fascismo né dell’antifascismo. Sono tabu-
l’omicidio di Giacomo Matteotti, il più ac- Nella memoria collettiva, “l’Italia è sem- lae rasae”, afferma Antonio Tricomi, un
ceso oppositore del movimento ai suoi pri- pre stata percepita come il male minore professore di letterature comparate
mi passi, ma racconta anche momenti inti- rispetto alla Germania nazista”, dice anco- dell’università di Urbino che insegna anche
mi come la preoccupazione di Mussolini ra Ben-Ghiat. “E per questo gli italiani alle scuole superiori. Trova diicile parlare
per il iglio malato. E culmina con il discor- hanno potuto ripetersi: ‘In fondo non era- ai suoi studenti del fascismo, spiega, per-
so del 3 gennaio 1925 in parlamento, che gli vamo così cattivi. Non siamo stati noi gli ché per loro quell’epoca non è molto diver-
storici considerano l’inizio vero e proprio arteici dell’olocausto’”. sa dal medioevo. Ma a proposito del roman-
del suo regime autoritario. oggi parlare di Mussolini è meno che zo ha qualche perplessità. “Non mi sor-
Lo scrittore dice che l’idea gli è venuta mai un tabù. Matteo Salvini, leader di uno prenderebbe se una buona parte dei suoi
cinque anni fa, durante le ricerche per il dei due partiti al governo e ministro dell’in- lettori l’avesse comprato non perché condi-
suo romanzo Il tempo migliore della nostra terno, a volte lo cita. E le organizzazioni vide il sentimento antifascista dell’autore,
vita, sull’antifascista Leone Ginzburg, e neofasciste italiane, che secondo gli esperti ma perché ammira Mussolini”. u bt

92 Internazionale 1287 | 21 dicembre 2018


Cultura

Cinema
Italieni Dalla Francia
I ilm italiani visti da
un corrispondente straniero.
Tra Brexit e guerra fredda
Questa settimana Anne
Branbergen del settimanale
Cold war, del regista

DR
De Groene Amsterdammer. cortina durante la guerra
polacco Paweł Pawlikow- fredda, raccontando in chia-
Capri revolution ski, ha vinto quattro ve comica la lotta di potere
Di Mario Martone. European ilm award che si scatenò in Unione So-
Italia 2018, 122’ vietica nel 1953, dopo la mor-
●●●●● Cold war, bellissima e tor- te di Stalin. Il regista scozze-
Mica erano stupidi i igli di mentata storia d’amore nella se ha ricordato che il ilm è
papà nordeuropei, né i giova- Polonia degli anni cinquanta, Cold war stato messo al bando in Rus-
ni russi rivoluzionari, all’ini- ha vinto il premio come mi- sia, e ha scherzato sulla Bre-
zio del novecento. Niente era glior ilm alla 31a edizione de- per la migliore sceneggiatu- xit. Anche Ralph Fiennes,
meglio di Capri per preparare gli European ilm award, ra. Anche Marcello Fonte, vincitore di un premio alla
le loro “rivoluzioni mancate”. considerati gli Oscar del ci- protagonista di Dogman di carriera, ha voluto sottoline-
“Siamo tutti di buona fami- nema europeo. Il suo regista Matteo Garrone, ha bissato il are che si può essere britan-
glia”, dice nel ilm di Mario Paweł Pawlikowski ha bissa- premio vinto a Cannes come nici ed europei. Un altro pre-
Martone un componente del- to la vittoria di Cannes aggiu- miglior attore. La miglior mio alla carriera è andato alla
la comune fondata dal pittore dicandosi quello per la mi- commedia europea dell’anno spagnola Carmen Maura. In-
e naturalista tedesco Karl glior regia, mentre Joanna è stata Morto Stalin, se ne fa ine Chiamami col tuo nome
Wilhelm Diefenbach. Giran- Kulig, protagonista del ilm, un altro di Armando Iannuc- di Luca Guadagnino ha vinto
do nudi per i boschi dell’isola ha vinto come miglior attrice. ci. È curioso che anche que- il premio del pubblico.
più bella del mondo si rilette Inine Pawlikowski ha vinto sto ilm sia ambientato oltre Variety
bene su come migliorare le
cose. E il vero protagonista
del ilm è il paesaggio, così Massa critica
come Napoli era la protagoni- Dieci ilm nelle sale italiane giudicati dai critici di tutto il mondo
sta dei primi indimenticabili

ST
PH

ilm di Martone. Perché da

PO
IL

E
A

S
T
A

IM
E
R

N
EN
M

IM
EG

subito il regista napoletano

O
T
D

T
D

T
N

K
EL

G
N
A

R
A

N
N

L E i ti L E
L E i to T

L I i to P E

ha dimostrato di saper rende-


to I

T i t i YO
ni R D

ti I
E

IO
n Y

ni S H
E
n GE
a OB

n E
U L

a R

n W
a D
ci AT
o UA

o ND
o AI

ci A

iU A

re il paesaggio, la città e l’am-


ci N
iU N

iU E
ad L
an I G

at W
gn D

an R

an O

at N
an G

gn G

at A
gn I

Fr BÉ

a
U

Fr M
Re H E

Re E
Fr F

St S
C HE

Re E

St H E

St H E
H

LO

biente coprotagonisti dei suoi


H

Media
T

T
T

ilm. Più che il bravo attore


olandese Reinout Scholten il ritorno Di mAry… 11111 - 11111 11111 11111 - 11111 - - - 11111
van Aschat, è il paesaggio che
esprime lo stato d’animo del BohEmiAn rhAPsoDy 11111 11111 11111 11111 11111 11111 11111 11111 11111 11111 11111
ilm. Che è, dispiace dirlo, on-
divago o semplicemente va- colD wAr 11111 11111 11111 11111 11111 11111 11111 11111 - - 11111
go. La stessa sensazione che
ci avevano lasciato Noi crede-
lA DonnA ElEttricA - - 11111 11111 - - 11111 11111 11111 - 11111
vamo (2010) e Il giovane favo-
loso (2014), che insieme a Ca-
thE olD mAn AnD… 11111 - 11111 11111 11111 - 11111 - 11111 11111 11111
pri revolution sono da consi- un Piccolo fAVorE 11111 - 11111 11111 11111 - 11111 11111 11111 - 11111
derare una trilogia sulle intui-
zioni rivoluzionarie non an- rAlPh sPAccA… 11111 - 11111 11111 - - 11111 - 11111 11111 11111
date a buon ine. Aspettiamo
impazienti il ritorno a Napoli romA 11111 11111 11111 11111 11111 11111 11111 11111 11111 11111 11111
di Martone per il suo prossi-
mo ilm, Qui rido io, sul gran-
susPiriA 11111 11111 11111 11111 11111 11111 11111 11111 11111 11111 11111
de attore e mascalzone napo-
letano Eduardo Scarpetta,
VAn gogh. sullA… - - 11111 11111 11111 - 11111 - 11111 11111 11111
con Toni Servillo. Legenda: ●●●●● Pessimo ●●●●● Mediocre ●●●●● Discreto ●●●●● Buono ●●●●● Ottimo

94 Internazionale 1287 | 21 dicembre 2018


I ilm
dell’anno Dogman Tre manifesti In guerra
della Matteo Garrone a Ebbing, Missouri Stéphane Brizé
redazione (Italia/Francia, 103’) Martin McDonagh (Francia, 113’)
(Stati Uniti/Regno Unito, 115’)

Il gioco delle coppie re con se stesso e con la sua ar- precedenti ne ha aggiunte al-
te. Dafoe è un Van Gogh in- tre, messe in risalto soprattut-
candescente, magniico nella to da Robert Redford: la sua è
sua umiltà, nella sua intensità. un’interpretazione gloriosa e
Schnabel, da parte sua, riven- astuta di un ilm astuto che
dica la possibilità d’inventare maschera le idiosincrasie del
fatti e momenti. regista con una narrazione vi-
marie-noëlle tranchant, vace e irresistibile.
le figaro richard Brody,
the new yorker
The old man and the gun
Di David Lowery. Suspiria
Con Robert Redford, Sissy Di Luca Guadagnino. Con Da-
Spacek. Stati Uniti 2018, 93’ kota Johnson, Tilda Swinton.
DR

●●●●● Stati Uniti/Italia 2018, 152’


In uscita epico. Una storia d’amore feri- In una ilmograia non sempre ●●●●●
to che iorisce nel cuore oscuro all’altezza, il desiderio di Ro- L’idea di rifare Suspiria sem-
Il gioco delle coppie della Polonia. Il pianista e bert Redford di prendere par- brerebbe una follia. Perché il
Di Olivier Assayas. compositore Wiktor viaggia te a ilm di valore è entrato in capolavoro di Dario Argento
Con Guillaume Canet, Juliette nella campagna polacca insie- rotta di collisione con i suoi non è solo ineguagliabile, ma
Binoche. Francia 2018, 107’ me alla sua produttrice in cer- gusti. In quello che, almeno a anche inavvicinabile. Nella
● ● ● ●● ca di volti nuovi per mettere in quanto ha dichiarato, potreb- storia dei remake probabil-
Olivier Assayas è capace di fa- piedi una specie di reality di be essere il suo ultimo ilm, mente solo Psycho di Gus Van
re ilm di grande profondità, propaganda comunista. Wik- Redford ha aidato la sua for- Sant può essere messo accan-
ricchi dal punto di vista sia ci- tor è folgorato dalla giovane midabile arte a un ottimo regi- to a questo in quanto a follia. E
nematograico sia letterario. Zula, con cui intreccia un’ap- sta come David Lowery che, infatti Luca Guadagnino ha
Le parole, a volte tante, sono passionata relazione e che come risultato, ha scritto e di- saggiamente deciso di non
solo una parte di un disegno vuole trasformare in una star. retto uno dei migliori ilm in provare neanche lontanamen-
più ampio. La storia di due Ogni amore è destinato a lan- assoluto con Redford. The old te a fare il verso a Dario Argen-
coppie che afrontano grandi guire in una guerra fredda? O man and the gun è basato sulla to: sposta l’ambientazione a
cambiamenti nelle loro vite l’angusto mondo deinito dal storia vera, raccontata da Da- Berlino e l’enfasi della storia
personali e professionali è regime polacco è l’unico am- vid Grann nel suo primo arti- sulla politica. Non cerca di co-
davvero inzeppata di scontri biente possibile in cui può io- colo per il New Yorker, pubbli- struire la suspense e le scene
intellettuali, ma più si va rire quello tra Wiktor e Zula? cato proprio con quel titolo nel horror irrompono nella narra-
avanti più si alleggerisce, sug- Peter Bradshaw, 2003, di un attempato rapina- zione come canzoni in un mu-
gerendo che i rapporti tra per- the guardian tore di banche e artista della sical. Per cogliere a fondo il la-
sone hanno la priorità sulle fuga. Lowery ha preso in pre- voro di scrittura varrebbe la
dottrine. E Il gioco delle coppie Van Gogh. stito la struttura di una storia pena di restare concentrati i-
è un ilm in cui si ride, il che è At eternity’s gate perfetta per un ilm, e alle qua- no alla ine, ma non è facile.
sempre una bella notizia. Di Julian Schnabel. lità mostrate già nelle pellicole Kim newman, Empire
Jay weissberg, Variety Con Willem Dafoe. Francia/
Stati Uniti 2018, 110’ Suspiria
Cold war ●●●●●
Di Paweł Pawlikowski. Si poteva pensare che con Wil-
Con Joanna Kulig. Polonia/ lem Dafoe circondato da
Francia/Regno Unito 2018, 84’ Oscar Isaac, Rupert Friend,
● ● ● ●● Mads Mikkelsen, Emmanuelle
Il sipario strappato dell’amore Seigner e tanti altri, il ilm di
è il tema del misterioso, musi- Schnabel su Vincent van Gogh
calmente magniico e visiva- potesse essere poco più che
mente incantevole ilm di una silata di star. Ma non è co-
Paweł Pawlikowski, ambien- sì. Non è neanche una biogra-
tato nella Polonia della ine ia. I fatti e i personaggi, più o
degli anni quaranta. È un’el- meno noti, sono usati come
littica ed episodica storia di una guida per entrare in pro-
DR

prigionia e fuga, di respiro fondità nel confronto del pitto-

Internazionale 1287 | 21 dicembre 2018 95


TRACCIATO CMYK 200x270 30 nov 14 21 dic.indd 1 21/11/18 15:24
Cultura

Libri
I titoli dell’anno
del New York Times
Akwaeke Emezi

FRANCES F. DENNY (ThE NEw YoRK TImES/CoNTRASTo)


Cento romanzi e saggi pubblicati
negli Stati Uniti nel 2018, scelti dai critici
del supplemento letterario del quotidiano
newyorchese

Akwaeke Emezi
Fiction e poesia
Fiction
Tayari Jones Esordio che segue la traietto-
Un matrimonio americano ria della schizofrenia di una
L’ingiustizia degli anni rubati ragazza di origini nigeriane.
per errore a una coppia di neri Nana Kwame
di Atlanta dà forma alla rab- Adjei-Brenyah
bia che cresce nel romanzo. Friday black
Lisa Halliday Raccolta di racconti che rivela
Asimmetria una voce nuova e necessaria. no il romanzo, il più interes- Rebecca Makkai
Straordinario esordio diviso Sigrid Nunez sante è la sida del femmini- The great believers
in due sezioni distinte. Tra- The friend smo intergenerazionale. Lo spettro dell’aids dalla Chi-
sgressivo, accorto e politica- Quando l’anziano scrittore suo Jenny Erpenbeck cago di ieri alla Parigi di oggi.
mente impegnato. amico e mentore si suicida, la Voci del verbo andare Luis Alberto Urrea
Kevin Young protagonista eredita un alano. Romanzo tempestivo che met- The house of broken angels
Brown. Poems Meg Wolitzer te insieme un professore di let- Tenera, divertente, generosa e
Nuova raccolta di versi The female persuasion tere classiche di Berlino e un dilagante saga di una famiglia
dell’editor di poesia del Dei iloni politici che permea- gruppo di rifugiati africani. messicano-americana.
New Yorker.
Nico Walker
Cherry
Esordio di un detenuto che af-
Il libro Gofredo Foi
fronta l’epidemia di oppiacei
e l’incapacità degli Stati Uniti Sfacelo di ieri e di oggi
di sostenere i veterani.
Olivia Laing
Crudo Giuseppe Berto comunista e vive di espedienti perversione e l’egoismo”. Ciò
Tributo all’autrice iconoclasta Il cielo è rosso e da due ragazze, una delle che colpisce di quello
Kathy Acker con un pastiche Neri Pozza, 430 pagine, 18 euro quali prostituta. Giovanissimi, straordinario esordio è la sua
di voci e identità. Torna uno dei più bei romanzi sono adolescenti che hanno attualità. Poiché storie come
Andrew Martin del dopoguerra italiano, scoperto la crudeltà, e questa avvengono certamente
Early work scritto nella prigionia, in sopravvivono formando una oggi e troppo spesso, a
I travagli amorosi di uno scrit- Texas, da un soldato veneto strana famiglia, solidale migliaia e non lontano da noi.
tore, in tre varianti. sui trent’anni quando seppe quanto amorale, ma nella È forse migliore di com’era in
Dara Horn che la sua città, Treviso, era ricerca confusa di una nuova quegli anni, il mondo in cui
Eternal life stata quasi distrutta dai morale più piena, non ipocrita. viviamo? Di questo libro, che
Vivere per sempre ha i suoi bombardamenti alleati. Nella La verità dell’adolescenza si resta ancor oggi più
svantaggi. Rachel ha duemila sua Italia di macerie, vera e confronta con lo sfacelo di un “americano” che neorealista,
anni ed è un po’ stufa. immaginata, un ragazzo fugge mondo, la ine del fascismo, Claudio Gora trasse un ilm
Daisy Johnson dal collegio dopo che i suoi l’avvento di un’epoca non molto bello. Questa nuova
Everything under sono morti e trova rifugio nei ancora chiara. In quegli anni edizione è accompagnata da
Romanz0 d’esordio su una ra- resti di un casino, accolto da “aumentò la pietà e la carità”, un preciso studio di Domenico
gazza in cerca della madre. un giovane che si dichiara dice l’autore, ma anche “la Scarpa. u

Internazionale 1287 | 21 dicembre 2018 97


Cultura

Libri
Amitav Kumar romanzo autobiograico Leila Slimani vo da un padrone brutale e dal
Immigrant, Montana dell’autore norvegese. Ninna nanna suo mostruoso mastino.
Gli amori di un giovane immi- Ottessa Moshfegh Romanzo devastante su due Alan Hollinghurst
grato indiano negli Stati Uniti, My year of rest and bambini uccisi dalla loro tata. The sparsholt afair
all’inizio degli anni novanta. relaxation Alyssa Cole Il iglio di un uomo inito in
Joan Silber Una ragazza in crisi decide di A princess theory carcere per omosessualità può
Improvement dormire per un anno intero. Una giovane epidemiologa di vivere apertamente la sua
Una madre single è coinvolta Mario Vargas Llosa New York ha una relazione identità sessuale.
nel contrabbando di sigarette. Crocevia con un principe africano. Naomi Novik
Tom Malmquist Se la vita civile si deteriora gli Lionel Shriver Spinning silver
In every moment we still efetti ricadono su tutti, ricchi Property Novik conferisce alle iabe
are alive e poveri, vittime e carneici. Caustico catalogo delle derive classiche una piega originale
Un uomo fatica ad afrontare Omero a cui può condurre l’avidità. che ha la vastità di Tolkien.
la perdita della compagna e la Odissea Christine Schutt Neel Mukherjee
nascita della loro iglia. Nuova epocale traduzione in Pure Hollywood Redenzione
Romain Gary un inglese semplice e diretto. Storie inondate di soldi e sen- Cinque storie intrecciate am-
Gli aquiloni Lawrence Osborne so di minaccia. bientate in India.
Ultimo romanzo dello scritto- Only to sleep Nick Drnaso Tommy Orange
re francese prima del suicidio. L’investigatore di Raymond Sabrina There there
Rachel Cusk Chandler strappato alla sua Racconto gotico a fumetti Devastante esordio che esplo-
Kudos serena pensione in messico. sull’omicidio di una donna ra la condizione dei nativi
Capitolo inale di una sobria e Richard Powers dissezionata online da troll e americani urbanizzati.
bellissima trilogia. The overstory teorici del complotto. Caryl Phillips
Gary Shteyngart La scienza della botanica e Ling Ma A view of the empire
Lake success l’arte della narrazione si fon- Severance at sunset
Un broker di wall street, op- dono con un efetto geniale. Parodia semisurreale di un La vita dello scrittore metà
presso da lavoro e famiglia, in Nakote Tamirat luogo di lavoro e della sua uto- gallese e metà caraibico Jean
fuga verso ovest. The parking lot attendant pia fatta di regole. Rhys per parlare di alienazio-
Denis Johnson In una misteriosa comune Patrick Chamoiseau ne, colonialismo ed esilio.
The largesse of the sea un’adolescente etiope-ameri- Il vecchio schiavo e Tracy K. Smith
maiden: stories cana ricorda la sua infanzia a il molosso Wade in the water
Questa raccolta postuma se- Boston. La disperata fuga di uno schia- La poeta statunitense afronta
gna il culmine dell’ossessione
ChRISToPhER ANDERSoN (mAGNUm/CoNTRASTo)

di Johnson per la mortalità.


William Trevor
Last stories
L’ultimo dono di un grande
scrittore irlandese.
Jo Nesbø
Macbeth
La tragedia di Shakespeare di-
venta un giallo frenetico nella
Glasgow degli anni settanta.
Rachel Kushner
The Mars room
Attesissimo romanzo in cui
un’ex ballerina di lap dance
deve scontare due ergastoli.
Dorthe Nors
Angolo cieco
Brillante romanzo su una tra-
duttrice di mezza età che sta
imparando a guidare.
Karl Ove Knausgård
Min kamp. Sjette bok
Conclusione del mastodontico Mario Vargas Llosa

98 Internazionale 1287 | 21 dicembre 2018


I libri
dell’anno Sally Rooney Mary Beard Nick Drnaso
della Parlarne tra amici Donne e potere Sabrina
redazione (Einaudi) (Mondadori) (Coconino press)

Steven Pinker

BRYCE VICKmARK (REDUx/CoNTRASTo)


traumi nazionali come la storia della Silicon valley.
schiavitù e la guerra civile. Sam Anderson
Michael Ondaatje Boom town
Warlight Storia vivace e leggermente
L’autore del Paziente inglese surreale della “grande città
racconta la storia di una fami- minore d’America”.
glia di Londra spezzata dallo Marwan Hisham
spionaggio degli alleati. Brothers of the gun
Esi Edugyan Un giornalista di Raqqa rac-
Washington black conta nel dettaglio la discesa
Le avventure di uno schiavo agli inferi del suo paese. Illu-
che a metà ottocento fugge strazioni di molly Crabapple.
dalle Barbados in mongoliera. David Sedaris
Tana French Calypso
The witch elm Raccolta di saggi brillanti su
Romanzo teso e ossessivo su temi molto seri. Adam Tooze serie tv, è una fantasia sospesa
un omicidio irrisolto. Andrew Roberts Lo schianto tra desiderio e rabbia.
Deborah Eisenberg Churchill Le conseguenze politiche a Beth Macy
Your duck is my duck La migliore biograia di Chur- lungo termine della crisi. Dopesick
Sei racconti di ardente morali- chill in un unico volume. Catherine Nixey L’epidemia di oppioidi, tra avi-
tà e devastante obliquità. Greg Lukianof Nel nome della croce dità e indiferenza.
e Jonathan Haidt Le distruzioni inlitte dai cri- Tara Westover
Non iction The coddling of the stiani alla civiltà classica. L’educazione
american mind Paige Williams Tormentata autobiograia di
Jonathan Eig I pericoli della cultura del The dinosaur artist una donna cresciuta in una fa-
Ali “sicurismo” nei campus uni- Lo scheletro di tirannosauro miglia di survivalisti in Idaho.
Prima biograia completa di versitari statunitensi. rubato e il traico di fossili. Steven Pinker
muhammad Ali pubblicata Deborah Levy Alice Bolin Illuminismo adesso
dopo la morte. The cost of living Dead girls Ragione, scienza, umanesimo
Joseph J. Ellis La scrittrice britannica rilette La igura della ragazza morta, e progresso sono le chiavi per
American dialogue su sacriici e soddisfazioni. onnipresente nei ilm e nelle essere felici nonostante tutto.
Connessioni tra gli albori degli
Stati Uniti e la nostra epoca.
Victoria Johnson
American Eden
Non iction Giuliano Milani
Storia del leggendario giardi-
no botanico creato nell’otto- La pazzia di Trump
cento da David hosack.
Shane Bauer
American prison Allen Frances gli anni 1990 scrisse il Dsm- nald Trump, ma la società che
Allarmante inchiesta realizza- Il crepuscolo di una IV, ovvero il famoso Manuale lo ha eletto. Come in una lun-
ta sotto copertura in una pri- nazione diagnostico e statistico dei di- ga seduta di psicologia collet-
gione privata della Louisiana. Bollati Boringhieri, 337 pagine, sturbi mentali, punto di riferi- tiva, Frances presenta una se-
Eliza Griswold 25 euro mento per molti anni prima di rie di dati utili a contestare
Amity and prosperity Quando Donald Trump ha essere sostituito dal Dsm-5 nel Trump e le idee che sostiene,
I costi umani e ambientali del vinto le elezioni, più di 50mila 2013. Secondo Frances, ben- riesce a chiarire perché gli
fracking in una cittadina della professionisti della salute ché Trump manifesti molti dei elettori hanno deciso
Pennsylvania. mentale hanno lanciato un segni di quel disturbo, gliene di sostenerlo e inine, nella
Raymond Arsenault appello per interdirlo dalla ca- manca uno, fondamentale. parte più interessante, spiega
Arthur Ashe rica di presidente degli Stati Chi è afetto da quel disagio è come difendere la democrazia
La prima importante biograia Uniti afermando che presen- infatti colpito da “soferenze o senza assumere atteggiamenti
di uno degli sportivi che hanno tava i sintomi tipici di un serio disabilità signiicative”. di superiorità rispetto ai so-
cambiato l’America. disturbo narcisistico di perso- Trump provoca soferenze stenitori del “make America
John Carreyrou nalità. Tra loro non c’era lo agli altri, ma non sembra stare great again”, ma ritorcendogli
Bad blood psichiatra Allen Frances, re- male. A essere malata quindi – contro le loro stesse argomen-
Una delle frodi più gravi della sponsabile dell’équipe che ne- conclude Frances – non è Do- tazioni. u

Internazionale 1287 | 21 dicembre 2018 99


Cultura

Libri
Michael Messing bissamento del cargo El Faro, Deborah Blum traddizioni di cui è dissemina-
Fatal discord afondato dall’uragano Joa- The poison squad to il passato degli Stati Uniti.
Come la rivalità tra Erasmo da quin nel 2015. La crociata di un chimico, Casey Gerald
Rotterdam e martin Lutero ha Susan Orlean all’inizio del novecento, con- There will be no miracles
inluenzato gran parte della ci- The library book tro le adulterazioni e le conta- here
viltà occidentale. Afascinante apologia delle minazioni nel cibo. Da un quartiere diicile di
Zadie Smith biblioteche pubbliche. Ronen Bergman Dallas alla stanza dorata dove
Feel free Imani Perry Uccidi per primo si possono incontrare i veri
Difesa coerente della libertà Looking for Lorraine Il programma di omicidi privilegiati d’America.
sociale ed estetica. Ritratto della drammaturga e mirati messo in atto da Israele. Adam Winkler
Joanne B. Freeman attivista Lorraine hansberry. Carl Zimmer We the corporations
The ield of blood Craig Brown She has her mother’s laugh Come le aziende hanno cerca-
Risse, minacce e duelli al con- Ninety-nine glimpses Zimmer smonta convinzioni to di inluenzare le leggi arri-
gresso degli Stati Uniti avviati of princess Margaret errate su eredità genetica e de- vando ad avere quasi gli stessi
verso la guerra civile. Ritratto della sorella minore inizione biologica di razza. diritti degli individui.
Michael Lewis della regina Elisabetta, tra Lisa Brennan-Jobs Mona Hanna-Attisha
The ifth risk eccentricità e devozione Pesciolino What the eyes don’t see
Trump fa di tutto per indeboli- all’etichetta. Bella e inquietante autobio- Una pediatra di Flint, in mi-
re dipartimenti del governo Darnell L. Moore graia della iglia di Steve Jobs. chigan, capisce che i suoi pa-
come quelli di energia, agri- No ashes in the ire Wesley Yang zienti sono avvelenati dal
coltura e commercio. Feroce racconto autobiograi- The souls of yellow folk piombo nell’acqua potabile.
Keith O’Brien co di un’infanzia nel New Jer- Approfondimento sulla que- Hillary L. Chute
Fly girls sey, tra razzismo e omofobia. stione dell’identità asiatico- Why comics?
omaggio alle aviatrici pesan- Rania Abouzeid americana. Perché i fumetti sono una for-
temente discriminate No turning back David Quammen ma d’arte unica e importante.
nell’epoca d’oro del volo. Racconto della guerra siriana The tangled tree Anand Giridharadas
David W. Blight dal 2011 al 2016. Come funziona e come è stato Winners take all
Frederick Douglass Lauren Hilgers scoperto il “trasferimento Un resoconto feroce su quanto
monumentale biograia del Patriot number one orizzontale dei geni”. poco facciano per il mondo le
consigliere di Lincoln. Descrizione approfondita su Jill Lepore élite di Davos e Aspen e su
Ramachandra Guha come una coppia d’immigrati These truths quanto sostengano invece solo
Gandhi cinesi cerca di rifarsi una vita. Alcuni dei conlitti e delle con- i ricchi e i potenti.
Secondo volume della biogra-
BRITTANY GREESoN (ThE wAShINGToN PoST/GETTY)

ia di Gandhi.
Lawrence Wright
God save Texas
Complessità, contraddizioni e
idiozie dello stato che precorre
il futuro degli Stati Uniti.
Kiese Laymon
Heavy
Crescere a Jackson, mississip-
pi, negli anni ottanta, tra vio-
lenza, razzismo e obesità.
Michale Pollan
How to change your mind
Secondo nuovi studi le droghe
psichedeliche possono aiutare
a superare dei traumi.
Sally Field
In pieces
Autoritratto intimo, scritto
senza ghostwriter.
Rachel Slade
Into the raging sea
Ricostruzione serrata dell’ina- Mona Hanna-Attisha

100 Internazionale 1287 | 21 dicembre 2018


Cultura

Musica
Dal vivo Dall’Uganda
Young Signorino
Roma, 22 dicembre
Utopia africana
largovenue.com
Fucecchio (Fi), 28 dicembre
Il festival Nyege Nyege

BWETTE PHOTOGRAPHY
facebook.com/lmnfucecchio lefonica locale. Ma non è fa-
Foggia, 30 dicembre è un’esperienza unica cile organizzare un evento
facebook.com/therealalibi come questo in un paese con
Avellino, 31 dicembre In un’appiccicosa domenica così poche risorse. Bisogna
facebook.com/tilt.bar.events pomeriggio sulle rive del Ni- anche combattere contro
lo è in corso una rivolta a base l’ideologia conservatrice del
The Peawees di afro-punk e twerking. Una governo. Due giorni prima
Bologna, 22 dicembre rapper con un top rosa, Sho dell’ultima edizione del festi-
facebook.com Madjozi, muove le trecce Il festival Nyege Nyege val il ministro dell’etica
/freakoutclubbologna cantando su una base elettro- ugandese ha chiesto la can-
Lugo di Vicenza (Vi), nica gqom. Il pubblico, quasi vati nei villaggi remoti (come cellazione del Nyege Nyege,
23 dicembre tutto africano, intona il ritor- l’electro acholi) ai beat di gio- dichiarando che incoraggia
facebook.com nello della sua canzone Wa- vani produttori. I fondatori “i comportamenti sessuali
/freakoutclubbologna kanda forever. Il festival Nye- del Nyege Nyege, Derek De- deviati” come l’omosessuali-
ge Nyege di Jinja, in Uganda, bru e Arlen Dilsizian, vivono a tà. Ma nonostante tutto la
Max Gazzè sembra un’utopia africana, Kampala e hanno anche manifestazione è andata
Roma, 28-29-30 dicembre ma potrebbe presto diventa- un’etichetta discograica. Il avanti. Il Nyege Nyege è il fu-
auditorium.com re globale. Ospita vari generi festival, arrivato al quarto an- turo dei festival: variegato,
Torino, 3-4-5 gennaio dell’elettronica che si sta dif- no, ospita novemila spettatori sorprendente e scatenato.
hiroshimamonamour.org fondendo nell’Africa orienta- a ogni edizione ed è sponso- Kate Hutchinson,
le, dai suoni tradizionali sco- rizzato da una compagnia te- MixMag
Cor Veleno
San Salvo (Ch), 28 dicembre
facebook.com/pg
/beatcafeonstage
Playlist Pier Andrea Canei
Festa di Roma 2019
Rilasci augurali
Vinicio Capossela, Achille
Lauro, Piccola Orchestra
di Tor Pignattara Pentothal Pugile Emanuele Belloni
Roma, 31 dicembre
comune.roma.it 1 Serotonina
“Non mi importa niente
di vedere altra gente”. Ennui
2 Mathila ya mulvi (feat.
Victor Kwality)
“Gli occhi del guerriero” in po-
3 Solo cose più buone
Dei delitti e delle pene,
ma più ancora delle prigioni,
Le Luci della Centrale di due ventenni palermitani esia mozambicana (come le delle loro storie. Senza piagni-
Elettrica che lirtano con la noia, il zie del cantante ospite) di que- stei, anzi con sicuro piglio can-
Pesaro, 5 gennaio synth pop e i neurotrasmetti- sto trio torinese sprigionano tautorale un signor organetti-
teatrorossini.it tori. E anticipano il romanzie- magnetismo ancestrale. Come sta come Riccardo Tesi, che in-
re Michel Houellebecq (che tutto il loro ultimo album, Ica- fonde all’album Tutto sbagliato
DR

dal 10 gennaio sarà nelle libre- rian (uscito a ine ottobre), un tocco di gentilezza folk a
rie con Serotonina) per farne quasi un Mezzanine di suoni volte perino buscaglionesco.
uno dei pezzi di punta del loro generati da cervello e muscoli, Ma ciò non toglie che sia un ci-
ep Super cinico club, fatto di aidati a iltri e manopole, per clo di canzoni cresciute dietro
aplomb e di quel tocco sbruf- voci in lingue di varia afrome- le sbarre, con l’aiuto degli stes-
foncello. L’età da neoadulti diterraneità. Come a rivisitare si detenuti (tramite l’associa-
aiuta a ridisegnare con trucco il bazar della vita in un’oscuri- zione Chi come noi, a Rebib-
più fresco quella certa noncha- tà marcata da incandescenze bia). Marescialli, partitelle ore
lance seriosa anni ottanta, co- electro, etno, jazz, dub, cafè d’aria, esperienze vere e leg-
me una parente svampitella arabico e profondi bassi. Biso- gende (la fuga da Alcatraz) rac-
che in fondo fa piacere rivede- gna non ragionarci su troppo e contate da chi ne ha vissute di
The Peawees re per le feste. aprirsi all’ascolto. ogni. Auguri.

102 Internazionale 1287 | 21 dicembre 2018


I dischi
dell’anno Low Noname Prince
della Double negative Room 25 Piano & a microphone 1983
redazione Sub Pop Autopubblicazione Warner

Album in the dark è cantata con una The sound of music è un lavoro
sincerità che non ha mai avuto carico di idee e di provocazio-
Earl Sweatshirt in vita sua. I dischi dal vivo ni intelligenti ed è incredibil-
Some rap songs non sono facili da afrontare, mente divertente.
Tan Cressida/Columbia ma Springsteen on Broadway è Bekki Bemrose,
●●●●● un’esperienza ammaliante. Drownded In Sound
Alexandra Pollard,
STEVEN TRAYLOR

Nel suo nuovo disco lo statuni-


tense Earl Sweatshirt ha speri- The Independent Artisti vari
mentato nuovi modi per espri- Čajkovskij: opere liriche e
mersi. Con il suo suono a bas- Earl Sweatshirt Laibach musiche di scena
sa fedeltà, Some rap songs è The sound of music Solisti del teatro Bolšoj, direttori
uno dei progetti più intriganti blues haitiana che cresce len- Mute vari
dell’anno. La maggior parte tamente, carica di forza, senso ●●●●● Hänssler Proil
delle canzoni dura meno di del pericolo e teatralità tali da Nel 2015 gli sloveni Laibach ●●●●●
due minuti, e l’intero disco sembrare Patti Smith in ver- sono stati i primi artisti rock Sognavamo questa edizione
meno di 25 minuti. La qualità sione caraibica. Dopo un anno occidentali a suonare in Corea per vari motivi. Perché non
grezza delle registrazioni na- fortunato per la musica haitia- del Nord. Durante quei con- esisteva ancora una raccolta
sconde il vero senso del pro- na (RAM, Mélissa Laveaux), certi decisero di inserire in completa di quel che
getto: la diicoltà nel raccon- arriva Benjamin, musicista scaletta alcune canzoni del Čajkovskij aveva composto
tare il proprio dolore. Il primo che sperimenta con la tradi- musical del 1965 The sound of per le scene, compresi gli
brano, Shattered dreams, suona zione del suo paese, il rock oc- music (Tutti insieme appassio- estratti di opere incompiute.
nostalgico come un vecchio al- cidentale e il jazz. Siltane è un natamente), amato in Corea e Perché resuscitare le registra-
bum di famiglia e campiona album di blues rock haitiano usato per insegnare l’inglese ai zioni sovietiche del 1930-1960
gli Endeavors. L’atmosfera cu- serio e dominato dagli spiriti bambini. Da sempre appassio- signiica far rivivere un’età
pa è presente anche in Red wa- di Port-au-Prince. nati di iconograia dei regimi dell’oro. Perché presentare le
ter, brano dedicato alla morte Robin Denselow, totalitari, i Laibach non hanno opere cronologicamente, dal
del padre di Earl. In The bends The Guardian perso l’occasione di tirare fuo- Voevoda (1869) a Iolanta (1892)
il rapper sfodera un low stu- ri un musical che parla di una permette di seguire l’evoluzio-
pefacente su una vecchia base Bruce Springsteen famiglia che fugge dal regime ne del compositore attraverso
rnb. Il disco si conclude con Springsteen on Broadway nazista e in chiusura dell’al- le sue nove opere liriche, alcu-
Riot!, che campiona il musici- Sony bum hanno voluto aggiungere ne delle quali, come L’uiciale
sta jazz Hugh Masekela, zio di ●●●●● una loro versione di Arirang, della guardia o La maliarda,
Earl, morto due settimane do- Nel suo nuovo disco dal vivo, una canzone tradizionale con- meritano di essere riscoperte.
po suo padre, e s’interrompe Bruce Springsteen fa contem- siderata l’inno non uiciale Tutto in questo cofanetto è
all’improvviso, come una ca- poraneamente il poeta, il co- delle due Coree. Nonostante una testimonianza storica, da
tarsi imperfetta. Some rap mico, il prete evangelico e il tutto possa sembrare assurda- direttori straordinari come
songs ci insegna come superare performer. La rockstar del mente ironico i Laibach non Vassilij Nebolsin, Samuil Sa-
un trauma. New Jersey ha abituato i fan a mancano mai di rispetto al mosud, Aleksandr Gauk, Boris
Daniel Spielberger, concerti di oltre tre ore. Ma il musical originale. My favorite Chajkin o Aleksandr Melik-
HipHopDX tour newyorchese di 236 date things è una delle reinvenzioni Pašaev a voci irripetibili.
Springsteen on Broadway, di- più potenti e viene trasformata Didier Van Moere,
Moonlight Benjamin ventato ora un disco e uno in una sorta di valzer gotico. Diapason
Siltane speciale su Netlix, è un con-
Ma Case Records centrato di magnetismo tea-
●●●●● trale di 150 minuti. Spring-
Moonlight Benjamin descrive steen racconta la storia della
la sua musica come una mi- sua vita in una serie di mono-
scela di vudù e rock’n’roll. Na- loghi, presi dall’autobiograia
ta ad Haiti ma residente in Born to run. Le canzoni passa-
Francia, è una sacerdotessa e no quasi in secondo piano ri-
una cantautrice con un’esten- spetto alle parti parlate. Quan-
JOERUND F. PEDERSEN

sione vocale impressionante.È do canta – e lo fa senza band,


elettrizzante, rilessiva e in- solo con la chitarra o il piano-
quietante. Il brano che dà il ti- forte – la sua voce roca e operi-
tolo all’album è una delle can- stica è straordinaria. La versio-
zoni dell’anno: una ballata ne ridotta all’osso di Dancing Laibach

Internazionale 1287 | 21 dicembre 2018 103


Cultura

Arte
Martin Creed

Per GeNTILe CONCeSSIONe DeLL’ArTISTA e GAGOSIAN, NeW YOrK


Toast, Hauser & Wirth,
Londra, ino al 9 febbraio
La bellissima Lily Cole, in un
video di Martin Creed, guarda
dritto verso la telecamera
schiudendo le labbra come
per parlare in un primissimo
piano. Al posto della lingua,
una massa arancione, come
un frutto masticato. Tutti i
protagonisti di queste video-
vignette masticano qualcosa,
tranne la fetta di pane tostato
con burro di arachidi che gira
sul piatto del giradischi e che
dà il titolo a questa mostra. Il
toast è di bronzo e il burro di
arachidi è placcato d’oro. Le
buone maniere hanno ragione
di esistere perché non vor-
remmo vedere quello che si
vede nei video di Creed. Pro-
vando un misto di piacere e
disgusto questi video sorpren-
dono e la mostra, come sem-
pre nel caso di Creed, lascia
intuire che un signiicato ci
deve pur essere.
The Guardian
William Forsythe, Alignigung, 2017
All’ombra di Georgia
Dallas museum of art,
ino al 24 febbraio
Boston
Scopriamo che Georgia
O’Keefe probabilmente è la
Oggetti e soggetti
ragione per cui non abbiamo
mai sentito parlare della sorel-
la Ida, anche lei pittrice, alla William Forsythe guono a ogni movimento, in sulla isicità e sul fatto che un
quale il Dallas museum dedi- Choreographic objects, una simulazione in stile casa museo possa cedere al pubbli-
ca una retrospettiva. La ma- Ica, Boston, ino al 21 febbraio degli orrori, si atterra in The co almeno una parte della sua
dre del modernismo voleva Di solito i musei si tutelano fact of matter. Qui William autorità. Choreographic objects
essere l’unica O’Keefe in vi- cercando di prevenire i danni Forsythe ha allestito una fore- rende immediatamente dina-
sta, tanto da chiedere a Cathe- che i visitatori potrebbero fare sta di cinghie di nylon di lun- mica l’esperienza della mostra
rine e Ida, che avevano co- alle opere. È raro che scarichi- ghezza irregolare issate al sof- caricandola sulle spalle dello
minciato a esporre le proprie no ogni responsabilità per itto, con un robusto anello spettatore in un momento in
opere negli anni trenta, di in- eventuali danni isici o lesioni all’estremità inferiore. L’istin- cui i grandi musei s’interroga-
terrompere l’attività. In una personali agli spettatori. Un to spinge a scalare dal più bas- no sulle strategie di coinvolgi-
lettera a Catherine minaccia cartellone segnaletico all’in- so al più alto, ma la gravità ha mento del pubblico. Tranne
di fare a pezzi tutte le sue foto- gresso dell’Ica avverte: fai sempre la meglio anche sui più un paio di video, le opere sono
graie. Non possiamo evitare quello che vuoi ma non darci agili e giovani, scaraventati a tutti oggetti in attesa che qual-
di chiederci quale sarebbe sta- la colpa, la colpa è solo tua. terra o appesi per un piede a cuno faccia qualcosa. Il pub-
to il destino di Ida se avesse Passata la prima sala, dove Ci- testa in giù. Forsythe ha creato blico e il suo desiderio di sape-
avuto le stesse possibilità del- ty of abstract fa apparire le i- un circo popolare e un luogo di re sono il soggetto, l’opera è
la sorella. gure liquefatte degli spettatori contemplazione che invita alla l’oggetto.
Vulture a grandezza naturale che li se- rilessione sulla natura umana, The Boston Globe

Internazionale 1287 | 21 dicembre 2018 105


Pop
Non fatevi illusioni
leggete Leopardi
Tim Parks
mmagina di passare l’infanzia quasi sempre di sistemi ilosoici a renderti tanto interessante agli

I chiuso in biblioteca, la biblioteca di tuo padre. occhi dei lettori da qui a duecento anni.
Ci sono migliaia e migliaia di volumi, per lo Fatto sta che non vuoi più l’arida erudizione, vuoi la
più antichi, molti in lingue straniere. La tua poesia. Così traduci l’Odissea e l’Eneide e cominci tu
lingua madre è l’italiano, ma da quando hai stesso a scrivere poesie. La chiamerai la tua conversio-
dieci anni leggi anche in latino, greco, tedesco, ne letteraria, seguita, a diciott’anni, dalla conversione
francese. Inglese ed ebraico sono le prossime. politica. A un tratto volgi le spalle alla difesa del potere
Perché fai tutto questo? Per te, primogenito, tuo pa- papale e delle monarchie assolute di tuo padre per di-
dre ha grandi ambizioni. Ti vuole prete. A dodici anni ventare un patriota e un liberale. Vuoi un’Italia libera e
ricevi la tonsura, cioè ti tagliano i capelli come un mo- unita. Vuoi la rivoluzione. E cominci a scrivere inni pa-
naco per consacrarti a Dio. Ti mettono l’abito talare. triottici. Tuo padre è inorridito. Ma la vera bomba arri-
Più che un prete, o magari un vescovo, va quando hai ventun anni, con la con-
tuo padre vorrebbe fare di te un campio- Nessuno come versione ilosoica. All’improvviso ti ap-
ne della cristianità, un teologo; ti servirai Leopardi sa pare ovvio che la cristianità è un “errore”
della tua vasta cultura per confutare le guardare in faccia il quanto lo è credere in Zeus o in Apollo.
false dottrine, il liberalismo e l’ateismo. disastro, senza mai Perché il mondo è un “solido nulla”. Non
Fai progressi strabilianti. A quattordi- negare che di un ha alcun senso o direzione.
ci anni i tuoi precettori ti dicono che non disastro si tratti, ma E adesso cosa diavolo farai?
hanno più niente da insegnarti. Lasciato allo stesso tempo Il “tu” di questa storia, come qualsia-
ai tuoi capricci, ti eserciti con traduzioni trasformando si scolaretto italiano ha capito subito, è il
dei classici, commentari ilologici, dis- poeta e pensatore Giacomo Leopardi. Il
l’infelicità in un
sertazioni ilosoiche, tragedie, epigram- luogo è Recanati, una cittadina vicino
mi, una Storia dell’astronomia e un volga-
profumo o un colore alla costa adriatica a sud di Ancona, che
rizzamento della Vita di Plotino, inché, a al tempo di Leopardi apparteneva allo
diciassette anni, non ti dedichi alla tua prima grande stato pontiicio. Il periodo è il primo ottocento. Leo-
opera: il Saggio sopra gli errori popolari degli antichi. pardi nacque nel 1798 e completò le sue tre “conver-
Esordisci così: “Il mondo è pieno di errori, e prima cura sioni” nel 1819.
dell’uomo deve essere quella di conoscere il vero”. Tuo Così, in una delle zone più marginali dello stato
padre è entusiasta. Ma la verità è che, mentre nelle forse più arretrato e reazionario d’Europa, un ragazzo
stanze zeppe di libri il tempo scorre tra le “sudate car- arrivò alle stesse conclusioni che sarebbero state alla
te”, più scrivi di dèi, fantasmi e mostri mitici, più queste base dei primi scritti di Arthur Schopenhauer e che in
storie cominciano a sembrarti afascinanti, soprattutto seguito saranno alla base dell’opera di Friedrich Niet-
se paragonate alla razionalità cristiana che avrebbe do- zsche, dell’esistenzialismo novecentesco, degli scritti
vuto spazzarle via. di Samuel Beckett e Albert Camus, Thomas Bernhard
Ti stai avvicinando a una crisi. A un certo punto ti ed Emil Cioran.
guardi allo specchio e scopri di essere gobbo. Hai spre- Educato a perseguire la conoscenza, Leopardi eb-
cato la tua giovinezza in “sette anni di studio matto e be la semplice intuizione che, una volta raggiunta, la
disperatissimo”. Hai la vista debole, sei asmatico, stiti- conoscenza non ti aiuta a vivere. Al contrario, ti porta
TIM PARKS co. Per te matrimonio e igli sono talmente improbabi- alla disperazione. E quel che hai imparato non lo puoi
è uno scrittore li che tutto il patrimonio familiare viene lasciato in disimparare. Il suo enorme merito, nei diciott’anni che
britannico. Vive eredità al tuo fratello minore. Hai perso ciò che ti spet- gli restarono da vivere, fu di esplorare questa condi-
in Italia. Il suo tava per nascita. Ma soprattutto pensi troppo. Pensan- zione atea e moderna in tutte le sue ramiicazioni e
ultimo libro
do “sul modo di respirare”, ti accorgi che respiri male; implicazioni, di rilettere su come ci si era arrivati e
pubblicato in italiano
“pensando e sottilizzando sull’atto di orinare”, scopri cercare delle strategie per riuscire a viverci. In un’epo-
è In extremis
(Bompiani 2008).
di non riuscire a orinare. “Il pensiero”, riletterai poi, ca in cui molti, soprattutto i giovani, faticano a dare un
Questo articolo è può “martirizzare una persona”. senso e una direzione alla propria vita, Leopardi è una
uscito su Aeon con Non puoi ancora sapere che saranno proprio queste lettura essenziale. “Nessuno”, avrebbe osservato
il titolo The great rilessioni sui pericoli del pensiero compulsivo, la natu- Schopenhauer, ha afrontato il tema della vita come
disillusionist. ra psicosomatica delle tue malattie e la hybris dei gran- “tragica farsa” con “la precisione e l’esaustività” di

106 Internazionale 1287 | 21 dicembre 2018


DAVIDE BoNAZZI

Leopardi. Ma anche “in una tale molteplicità di forme solamente mi opprime e stanca, ma mi afanna e lace-
e di applicazioni, con una tale ricchezza d’immagini, ra come un dolor gravissimo”.
che non stanca mai, ma, al contrario, è sempre diver- Come facevano gli eroi del passato a compiere le
tente e avvincente”. loro imprese, si chiedeva? Dove trovavano la volontà di
La noia e l’inerzia, capì presto Leopardi, erano le raggiungere uno scopo? Nell’illusione. Erano mossi da
grandi nemiche di un mondo libero o privo di illusioni credenze palesemente vane, da quegli stessi errori che
e credenze. “Se in questo momento impazzissi”, scris- Leopardi aveva imparato a iutare e decostruire. D’altro
se nel 1819, “io credo che la mia pazzia sarebbe di se- canto, che meraviglia credere in simili idee e agire con
der sempre cogli occhi attoniti, colla bocca aperta, energia e intenzione. Appena compiuta la sua conver-
colle mani tra le ginocchia, senza né ridere né piange- sione ilosoica, essenzialmente nichilista, Leopardi
re, né muovermi altro che per forza dal luogo dove mi cominciò ad arrovellarsi su quest’essenziale parados-
trovassi. […] Questa è la prima volta che la noia non so: si studia e ci s’istruisce per un bisogno profondo di

Internazionale 1287 | 21 dicembre 2018 107


Pop
verità, mentre invece per una vita felice, che vuol dire glia”, osservava Leopardi in una nota velatamente au-
di necessità una vita attiva e rivolta a uno scopo, serve tobiografica, “che non era punto superstiziosa, ma
lo stimolo dell’illusione, non della verità, o comunque saldissima ed esattissima nella credenza cristiana, e
non delle verità ultime della ilosoia. negli esercizi della religione”. Convinta che contasse
Allora l’“illusione” è una qualità positiva? Davvero solo andare in cielo, questa madre sminuiva apposta le
è meglio non sapere, almeno certe cose? Nella sua pri- capacità e le ambizioni dei igli perché non peccassero
ma grande, per quanto breve, poesia, L’ininito, scritta d’orgoglio, e “invidiava intimamente e sinceramente”
nel 1819, il poeta, seduto su un colle, si rallegra del fat- i genitori che perdevano i igli da piccoli “perché questi
to che una siepe gli blocca la visuale. Non vedendo il eran volati al paradiso senza pericoli, e avean liberato i
paesaggio, può immaginare tutto quello che è oltre la genitori dall’incomodo di mantenerli”. Un’illusione
siepe, può immaginare l’ininito, e quindi scrivere po- come il cristianesimo, concludeva Leopardi, poteva
esie, cosa che non sarebbe in grado di fare se vedesse essere di vero conforto solo inché non gli si applicava
il paesaggio per quello che è. Libera dal lusso delle la stretta ragione; in caso contrario, non poteva che
nude informazioni, la fantasia viene stimolata, e que- condurre all’aberrazione e al disastro.
sto fa piacere. “Tutto quello ch’è determinato e certo”, In un brano straordinario che attacca al cuore il
commentava nel suo diario, “è molto più lungi dall’ap- pensiero occidentale da Platone in avanti, Leopardi
pagarci, di questo che per la sua incertezza non ci può sostiene che l’uomo era più felice in un lontano passa-
mai appagare”. La vaghezza è un valore in sé. Cento- to, quando si aidava alla verità dell’esperienza diretta
cinquant’anni dopo, l’aforista Cioran si fece incorni- ma sempre relativa; dal momento invece che ha cerca-
ciare questo testo, che teneva appeso nel suo apparta- to assoluti metaisici si è cacciato nei guai. “Noi stava-
mento parigino. mo bene come stavamo […] ma noi abbiamo cercato il
Nel giro di pochi anni, in questo diario che Leopardi bene come diviso dalla nostra essenza, separato dalla
chiamava il suo Zibaldone (quaderno di pensieri sparsi) nostra facoltà intellettiva naturale e primigenia, ripo-
cominciò a prendere forma un ampio studio psicologi- sto nelle astrazioni, e nelle forme universali”. Il che
co di come nel passato gli uomini, individualmente e portava quasi sempre alla persecuzione e alla tortura.
collettivamente, si siano difesi dal vuoto esistenziale, e Nel novembre del 1822 Leopardi inalmente riuscì
allo stesso tempo un’esplorazione di come nel presente ad andarsene di casa per spostarsi a Roma, dove visse
sia possibile, forse, conoscere la verità sulla vita ma co- presso uno zio, conobbe altri ilologi, accademici ed
munque coltivare l’illusione per trovare la spinta ne- ecclesiastici, e cercò un impiego di qualche tipo. Ma
cessaria per vivere. Per quanto possa apparire grosso- odiava Roma. Trovava i suoi interlocutori pomposi e
lano, dietro a questo pensiero si cela un impulso volgari, e immediatamente si rese conto che immagi-
all’autoaiuto. “Desidero […] il bene della mia specie”, nare che i viaggi potessero sanare la sua disperazione
scriveva laconico. Non sorprende che fosse il poeta più era stata un’illusione. “Tutta la grandezza di Roma”,
letto dalle truppe italiane nella desolazione delle trin- scrisse alla sorella Paolina, “non serve ad altro che a
cee della prima guerra mondiale. moltiplicare le distanze, e il numero de’ gradini che bi-
Storie vere Leopardi capì presto che per raggiungere una certa sogna salire per trovare chiunque vogliate”. “La più
Joseph Buenviaje,
positività d’animo poteva essere utile indurre uno stato brutta e gretta civettina di Recanati vale per tutte le mi-
53 anni, è stato di oblio temporaneo. In A un vincitore nel pallone, scrit- gliori di Roma”, scrisse al fratello. Tornò a casa già
arrestato con l’accusa ta nel 1821, il poeta assiste a una partita di calcio e para- nell’aprile del 1823. Anni dopo ricordò: “Andato a Ro-
di aver introdotto gona i giocatori infervorati agli eroi dell’antichità: “al- ma, la necessità di conviver cogli uomini, di versarmi al
illegalmente nel tro che gioco / Son l’opre de’ mortali?”, si chiede, “ed è di fuori […] mi rese stupido, inetto, morto internamen-
carcere di Berlin, nel men vano / Della menzogna il vero?”. In assenza di te. […] perdetti quasi afatto ogni opinione di me mede-
New Hampshire, credenze più nobili si ofre come soluzione, per quanto simo, ed ogni speranza di riuscita nel mondo e di far
telefoni cellulari, temporanea, alla crisi esistenziale l’idea assurda che frutto alcuno nella mia vita”.
droga e tabacco.
vincere una partita di calcio sia di fondamentale im- L’autostima, ragionava ora Leopardi, poteva essere
Buenviaje ha
portanza. un’illusione importantissima per l’uomo moderno, ma
ammesso di aver
venduto questi beni ai
era diicile da conquistare senza l’aiuto del prossimo.
detenuti per sette Nostra vita a che val? solo a spregiarla: Gli inglesi e i francesi, notava, avevano un’altissima
mesi guadagnandoci Beata allor che ne’ perigli avvolta, opinione di sé, del tutto ingiustiicata, che sosteneva il
12mila dollari, circa Se stessa obblia, né delle putri e lente loro amor proprio collettivo e creava un senso di auto-
10.500 euro, senza ore il danno misura e il lutto ascolta; compiacimento condiviso. Gli italiani, al contrario,
contare i circa Beata allor che il piede avevano una bassissima opinione dei loro connaziona-
cinquemila dollari Spinto al varco leteo, più grata riede. li, e ognuno cercava di costruirsi la propria autostima
che i detenuti devono parlando male degli altri. In generale, decise dopo il
ancora dargli. I soldi,
Ma Leopardi non avrebbe mai conosciuto l’ebbrez- viaggio a Roma, in Italia la conversazione si allontana-
ha spiegato l’uomo,
za del calcio. Seminvalido e senza una rendita persona- va raramente dalla “raillerie, il persilage”, la canzona-
gli servivano per
arrotondare la
le, era intrappolato a Recanati con un padre reazionario tura, la punzecchiatura Arrivato al punto più basso
paga del suo lavoro: e una madre spilorcia e ultracattolica che non aveva della sua vita, Leopardi s’impegnò a fare della stessa
Buenviaje era il intenzione di inanziare i viaggi nei grandi centri di cul- analisi della propria disperazione uno strumento di sal-
cappellano del tura dove suo iglio avrebbe potuto cadere nel peccato. vezza. Prima in poesia, poi in una serie di prose che
carcere. “Io ho conosciuto intimamente una madre di fami- volle chiamare Operette morali (1827).

108 Internazionale 1287 | 21 dicembre 2018


La strategia sottesa alle sue rainatissime poesie
consiste nel drammatizzare un evento come una perdi-
ta inconsolabile o una tragedia privata e al contempo
nel riscattarlo, quantomeno dal punto di vista estetico;
assaporando questa narrativa funesta, il lettore si me-
raviglia della capacità individuale di sentire e di sofri-
re per poi trasformare attraverso la lingua quella sofe-
renza in piacere, traguardo che diventa in sé motivo di
autostima e d’incoraggiamento sia per lo scrittore sia
per il lettore.
Nel Sogno il poeta riceve una visita da “colei che
amore / Prima insegnommi, e poi lasciommi in pian-
to”. “Vivi, mi disse, e ricordanza alcuna / Serbi di noi?”.
Lei è morta, gli dice. Il poeta è sgomento. È morta gio-
vane,

nel ior degli anni estinta,


Quand’è il viver più dolce, e pria che il core
Certo si renda com’è tutta indarno
L’umana speme.

Mentre la storia del loro rapporto viene lasciata nel

DAVIDE BoNAZZI
vago, e quindi incuriosisce, l’angosciosa conversazione
tra i due prosegue in un tono fresco, diretto e colloquia-
le, ma in uno stile curiosamente arcaico, quasi arrivasse
da una grande distanza temporale che, per così dire, ne
indora l’implicita irreparabilità. “Hanno questo di pro- sull’estinzione della razza umana e concordano che il
prio le opere di genio”, commentava Leopardi nel suo pianeta stia meglio senza. La Moda e la Morte, che sco-
diario, “che, quando anche rappresentino al vivo la nul- priamo sorelle, discutono su quale delle due sia più
lità delle cose, quando anche dimostrino evidentemen- utilmente distruttiva. Un’accademia progressista che
te e facciano sentire l’inevitabile infelicità della vita, crede nel miglioramento dell’uomo mette in palio tre
quando anche esprimano le più terribili disperazioni premi per altrettante invenzioni innovative: un amico
[…] servono sempre di consolazione, raccendono l’en- robot che raforzi l’autostima del suo proprietario, un
tusiasmo”. Solo “momentaneamente”, aggiunge. Al- uomo artiiciale a vapore “atto e ordinato a fare opere
trove rilette che in genere una poesia può indurre que- virtuose e magnanime” (visto che nessun altro le fa) e
sto stato mentale per sì e no una “mezz’ora”. A rendere una donna ideale conforme a quella immaginata da
Leopardi superiore a tanti altri pensatori e poeti è il suo Baldassarre Castiglione nel Libro del cortegiano (1528).
riiuto d’illudersi sul potere dell’arte e della consolazio- Essenzialmente Leopardi crea una mitologia bufa
ne estetica. Gestire l’angoscia è un lavoro costante; non di bizzarre illusioni le quali, tuttavia, annunciano la
si deve mai immaginare di aver risolto il problema. verità che fa strage di ogni illusione. L’operazione è
Nelle Operette morali, scritte tra il 1824 e il 1832, al ancora più stuzzicante per la molteplicità di sottili rife-
lirismo subentrano la burla e l’ironia. Il libro si apre con rimenti ai miti greci e cristiani, che il lettore si compia-
una Storia del genere umano in cui Giove prima escogita ce di riconoscere proprio mentre ingoia la pillola ama-
una vita semplice e indolore per l’uomo, ma poi è co- ra: la vita è vuota e assurda. Nel Copernico d’un tratto il
stretto a introdurre sempre più cambiamenti di fronte Sole si dice stufo di girare intorno alla Terra e chiede al
alla tendenza alla noia e all’insoddisfazione della sua ilosofo d’informare il pianeta che, se vuole continua-
creatura. Moltiplica e diversiica i fenomeni naturali, re a godere della luce e del calore dal Sole equamente
introduce nuovi climi e razze, stimola nuovi desideri e distribuiti, d’ora in poi dovrà essere lui a girargli intor-
ambizioni, che portano al concetto del lavoro e del pro- no. Copernico esita: un simile cambiamento sarebbe
itto. Alla ine inventa la malattia per dare all’uomo un anche possibile, dice, ma il fatto è che, con la Terra is-
ostacolo da superare, nonché un motivo di felicità se è sa e gli altri pianeti che le orbitano intorno, l’uomo, pur
in buona salute. Ma neanche questo basterà. Gli uomi- con le sue miserie, ha potuto immaginarsi al centro
ni sono “parimente incapaci e cupidi dell’ininito”. Ir- dell’universo, al vertice della creazione. Se la Terra si
ritato dai continui lamenti della razza umana, Giove le riduce a ruotare come qualsiasi altro pianeta, l’uomo
concede inine quel che invoca da sempre: la verità. Sa perderà il suo amor proprio e non gli resterà nient’altro
che sarà devastante. che le sue miserie. Ma il Sole invita Copernico a non
Insomma, il contenuto è spietato, la forma spasso- preoccuparsi: se la nuova situazione non gli piace,
sa. Come nelle migliori Finzioni di Borges (1944), ci l’uomo non avrà nessun problema a vivere contro l’evi-
divertiamo a rilettere sul nostro dramma esistenziale. denza, immaginando di essere ancora l’imperatore
Ercole e Atlante giocano a palla con il mondo e inisco- dell’universo. E poi chi se ne importa di quello che
no per farlo cadere. Un folletto e uno gnomo discettano pensano gli uomini? Così Leopardi satireggia le illu-

Internazionale 1287 | 21 dicembre 2018 109


Pop
sioni di grandezza umane, ma allo stesso tempo ci ri- Operette per confutare quelle critiche, ma sapeva che
corda quant’era bello pensare al Sole che si libra nel non sarebbe riuscito a sradicarle. “Due verità che gli
cielo con il suo carro dorato e quanto è scialba la nostra uomini generalmente non crederanno mai”, annotava
conoscenza meccanicistica dell’universo. Se viviamo sul diario nel 1832: “L’una di non saper nulla, l’altra di
in una condizione tragica, ci resta pur sempre l’imma- non esser nulla. Aggiungi la terza, che ha molta dipen-
ginazione, ci ricorda Leopardi, che respingiamo a fa- denza dalla seconda: di non aver nulla a sperare dopo
vore del dato scientiico a nostro rischio e pericolo. la morte”. Anche qui si dimostrò preveggente.
Queste energie antitetiche del pensiero leopardia-
no, che allo stesso tempo smaschera l’illusione e ne n Italia Leopardi è sempre stato letto e negli
compiange la perdita, hanno suscitato inevitabilmente
reazioni discordanti alla sua opera. Le poesie, dove il
nichilismo di fondo poteva passare in secondo piano
rispetto alla straordinaria intensità lirica, furono amate
e ammirate in da subito. Ma nelle Operette morali era
impossibile sfuggire al messaggio ateo del poeta e al
suo scherno nei confronti dell’ottimismo scientiico.
Più che morali, queste storie facevano “crollare la base
di ogni moralità”, osservò uno dei giudici del più presti-
I ultimi anni gli editori britannici e statunitensi
hanno vinto l’innato provincialismo anglosas-
sone ritraducendone e ripubblicandone l’ope-
ra omnia, ma la resistenza al suo pensiero ri-
mane. Però può darsi, ora che siamo abituati
alle cattive notizie che sono alla base del pensiero leo-
pardiano, che sia arrivato il momento di rivalutare le
strategie di sopravvivenza che il poeta elaborò per fron-
teggiarle.
gioso premio letterario d’Italia nel 1830. Inutile dire Nel 1833 Leopardi si trasferì con un amico a Napoli,
che Leopardi non vinse quel premio, e sapeva bene dove visse in povertà, abbandonò ogni tentativo di en-
perché: “La perpetua e piena dissimulazione della va- trare a far parte del mondo letterario e sospese anche il
nità delle cose”, scrisse, era d’obbligo in società, altri- diario, come se anche quello fosse stato un’illusione.
menti come avrebbe potuto la gente ingannare la ra- Nel 1836 scrisse la sua ultima grande poesia, La gine-
gione e mantenere le proprie illusioni? Insomma, nes- stra, o iore del deserto. Camminando sulle pendici del
suno ama chi porta cattive notizie. Vesuvio, dove la lava incandescente seppellì un’intera
Una delle operette, in cui si descrive la vita di un i- civiltà, trova conforto nel iore giallo e profumato della
losofo immaginario, comincia così: “Filippo ottonieri ginestra. Ben presto capiamo che l’arbusto è un’imma-
[…] visse il più del tempo, a Nubiana […] dove non si ha gine dell’opera di Leopardi: iorisce sulla distruzione
memoria d’alcuno che fosse ingiuriato da lui, né con delle illusioni umane, ma senza alcuna pretesa d’im-
fatti né con parole. Fu odiato comunemente da’ suoi mortalità, del tutto rassegnata a essere distrutta, anche
cittadini”. odiato semplicemente perché a lui non pia- lei, dalla prossima colata di lava. Malgrado ciò, lei “di
ceva quel che piaceva a loro, non condivideva le loro selve odorate / Queste campagne dispogliate” adorna.
opinioni, quindi diventò una minaccia alla loro nega- La poesia fu pubblicata postuma nel 1845, avendo Leo-
zione collettiva. E quando le illusioni su cui è basata la pardi lasciato questo mondo nel 1837, a 38 anni.
società diventano più fragili, prosegue Leopardi, può Perché leggere Leopardi oggi? E quale Leopardi? Se
solo aumentare la spinta al conformismo. È diicile vi sentite abbastanza corazzati per fare i conti con la
non riconoscere la sua preveggenza, e quando fa dire a realtà, scegliete le Operette morali: nessuno potrà rac-
ottonieri che si potrebbe misurare il grado di civiltà di contarvi con maggior onestà l’impaccio in cui vi trova-
un ambiente sociale dalla diversità di opinioni che è te, stampandovi allo stesso tempo un grosso sorriso in
disposto a tollerare, non possiamo fare a meno di ve- faccia. Se desiderate la compagnia di qualcuno che ha
derci una condanna dei nostri tempi. rilettuto a fondo e fuori dagli schemi su ogni aspetto
Il poeta lasciò di nuovo Recanati nel 1825, stabilen- del comportamento umano, della vita mentale e della
dosi prima a Milano e poi a Bologna, dove a causa del- lingua, prendete il suo poderoso Zibaldone e tenetelo
le sue idee le autorità papali gli negarono un impiego, sul comodino come faccio io. Se inine state attraver-
e ancora a Firenze e a Pisa. Sempre in bolletta e di sa- sando una crisi personale o avete subìto una perdita
lute cagionevole, collaborò con vari stampatori. S’in- terribile, quel che vi ci vuole è la poesia di Leopardi.
namorò tre volte, e ogni volta dovette riconoscere che È signiicativo che Iris origo, autrice dell’unica bio-
per lui quella era la più inverosimile delle illusioni. graia del poeta disponibile in inglese, abbia intrapreso
“Mia cara, puzzava”: così la sua ultima iamma spiegò il progetto subito dopo aver perso il iglio di sette anni
a un’amica il suo rifiuto del poeta. “or poserai per nel 1933. Nessuno come Leopardi sa guardare in faccia
sempre, / Stanco mio cor”, scrisse Leopardi nella poe- il disastro, senza mai negare che di un disastro si tratti,
sia tarda A se stesso. “Perì l’inganno estremo, / Ch’eter- ma allo stesso tempo trasformando l’infelicità in un
no io mi credei. Perì”. profumo o un colore che ci aiuta ad arrivare alla ine
Ancor più seccante dell’impiego negato per le sue della giornata. Perché, come scrisse Leopardi, “lo stes-
idee sovversive, era la costante insinuazione che il suo so conoscere l’irreparabile vanità e falsità di ogni bello
pensiero pessimista non fosse altro che un diretto risul- e di ogni grande è una certa bellezza e grandezza che
tato della sua scoliosi e in generale della sua cattiva riempie l’anima, quando questa conoscenza si trova
salute, peraltro basato, sosteneva il critico cattolico nelle opere di genio. E lo stesso spettacolo della nullità,
Niccolò Tommaseo, su qualche “osservazione parzia- è una cosa in queste opere, che par che ingrandisca
le”. “Desidero che sia vero”, rispose Leopardi all’edito- l’anima del lettore, la innalzi e la soddisfaccia di se stes-
re che gli riferì il commento. Aggiunse nuovi scritti alle sa e della propria disperazione”. u eg

110 Internazionale 1287 | 21 dicembre 2018


Vuoi pubblicare un annuncio su queste pagine? Per informazioni e costi contatta Anita Joshi • annunci@internazionale.it • 06 4417 301 Annunci

La prima scuola di agricoltura ecologica per i giovani

candidature aperte fino al 28 dicembre


www.scuolaemiliosereni.it
112 Internazionale 1287 | 21 dicembre 2018
Scienza
a Tempe, amplierà il dibattito coinvolgen-
do, oltre agli scienziati, studiosi di etica,
giuristi e rappresentanti dei governi e della
società civile. Per una curiosa coincidenza,
Hurlbut conosce He e ha avuto una corri-
spondenza con lui. E suo padre, William
Hurlbut, è un medico ed esperto di bioetica
a Stanford, dove He ha lavorato dopo il dot-
torato.
Non c’è da stupirsi che l’esperimento sia
stato condotto in Cina: le scappatoie nor-
mative, la mancata assunzione di responsa-
bilità, l’assenza di sanzioni per chi viola le
regole e l’ignoranza delle leggi, da parte del
personale sanitario e dei cittadini, sono val-
se al paese la fama di far west della biotec-
ANgELO MONNE

nologia.
La difusione di terapie non veriicate a
base di cellule staminali ha reso la Cina una
meta del turismo medico ino al 2012, quan-

Il caso delle gemelle do il governo le ha vietate. Lo stesso anno


un esperimento sugli efetti nutrizionali del
riso geneticamente modiicato, condotto su
geneticamente modiicate dei bambini senza il consenso dei genitori,
ha scatenato le proteste dell’opinione pub-
blica. Più di recente si sono moltiplicate te-
rapie geniche somatiche, in grado di modi-
ficare le cellule dopo la nascita, che non
The Economist, Regno Unito
erano state approvate correttamente. Pen-
Dopo che un ricercatore cinese dei geni di un ovulo fecondato da cui deri- sando alla competizione con l’occidente,
ha annunciato la nascita dei vano tutti i tessuti del corpo, ovaie compre- Lei Ruipeng, del Centro di bioetica dell’uni-
se, si può trasmettere alle generazioni suc- versità Huazhong per la scienza e la tecno-
primi esseri umani con genoma cessive. logia a Wuhan, deinisce il caso delle ge-
manipolato, la comunità Anche Lulu, sorella di Nana, ha subìto melline una “bomba a orologeria pronta a
scientiica internazionale ha una modiica del genoma, ma parziale, per- esplodere”. E chissà se ce ne sono altre.
deciso di reagire ché è stata disattivata la copia del Ccr5 di un Musunuru considera He, e chiunque
solo genitore, quindi la bambina non è im- l’abbia aiutato, il frutto di una cultura scien-
mune. Ma secondo una valutazione indi- tiica deviata, che in Cina e nel resto del
l 26 novembre He Jiankui, esperto di pendente effettuata da alcuni esperti di mondo alimenta la competizione, la ricerca

I sequenziamento del dna dell’Univer-


sità per la scienza e la tecnologia del
sud a Shenzhen, in Cina, ha annuncia-
to la nascita dei primi esseri umani geneti-
camente modiicati, due gemelline nate a
editing genetico, tra cui Kiran Musunuru
dell’università della Pennsylvania, negli
Stati Uniti, la riuscita dell’esperimento sa-
rebbe parziale in entrambi i casi.
sensazionale e l’afermazione personale:
“Se si attira l’attenzione è più facile ottenere
inanziamenti. Con una ricerca eclatante è
possibile aspirare al Nobel”.
Se per Benjamin Hurlbut la vicenda “fa
ottobre. Da allora, sommerso dalle critiche, Interrogativi etici emergere gli aspetti perversi della cultura
è scomparso dalla circolazione, anche se He potrebbe aver infranto le leggi cinesi (i scientifica internazionale”, suo padre è
non sembra che sia stato arrestato, come suoi esperimenti sono illegali in altri paesi) convinto che, nonostante l’errore, He sia
alcuni avevano suggerito. e l’università di Shenzhen ha aperto un’in- una persona eticamente consapevole. A
Ci sono dubbi anche sui risultati del suo chiesta. Ma al di là dei dettagli, la vicenda colpire entrambi è però l’assenza di basi eti-
esperimento. He sostiene di aver usato la suscita interrogativi etici importanti, in Ci- che in questa ricerca. “Non è quello che gli
tecnica di manipolazione genetica Crispr- na e nel resto del mondo. è stato insegnato negli Stati Uniti, e nean-
Cas9 per disattivare nell’embrione di una Questi interrogativi saranno discussi che in Cina”, sostiene William.
delle bambine, chiamata Nana, le copie del dall’Osservatorio globale sull’editing gene- L’osservatorio cercherà di rimediare alle
gene Ccr5 di entrambi i genitori. Dato che il tico, che sarà inaugurato in primavera a lacune, forse vietando il ricorso all’editing
gene codiica una proteina usata dal virus Cambridge, nel Massachusetts (Stati Uni- della linea germinale. Comunque sia, le ri-
dell’hiv per entrare nelle cellule, Nana po- ti). Il progetto, ideato da Sheila Jasanoff cerche di He hanno dimostrato che il pro-
trebbe essere immune dall’infezione. L’edi- dell’università di Harvard e da Benjamin blema è urgente e che gli scienziati non
ting della linea germinale, cioè l’alterazione Hurlbut dell’università statale dell’Arizona possono risolverlo da soli. u sdf

Internazionale 1287 | 21 dicembre 2018 113


Scienza
Ricerca

YUAN ZHANG/NATURE ECOLOGY & EVOLUTION


SALUTE

Bilancia
natalizia Gli scienziati del 2018
è scientiicamente provato: non
ingrassare a Natale è possibile. Nature, Regno Unito
Come? Basta tenere d’occhio la
bilancia, mangiare e bere di Dalle scoperte sulla supercondutti­
meno, e compensare le calorie vità a un contestato tentativo di
di troppo con il movimento, editing genetico di due bambine, IN BREVE
scrive il British Medical sono dieci i ricercatori che, secondo Paleontologia Gli pterosauri
Journal, che dedica l’edizione Nature, hanno segnato la ricerca erano ricoperti sia da peli sia da
natalizia a temi più o meno leg­ scientiica nel 2018. Yuan Cao ha strutture simili a penne. Questi
geri, trattati con ironia. Un’équi­ rettili, vissuti all’epoca dei dino­
scoperto le condizioni in cui un foglio
pe di ricerca britannica ha mo­ sauri, potevano volare grazie al­
nitorato per quasi due mesi, a di grafene, uno strato di atomi di le ali membranose. Il ritrova­
cavallo dell’ultimo Natale, il pe­ carbonio, trasmette elettricità senza mento in Cina di due fossili di
so di 272 volontari. Metà di loro resistenza. Viviane Slon ha rinvenuto le tracce genetiche pterosauro risalenti a circa 160
ha ricevuto informazioni gene­ di un individuo con madre neandertaliana e padre milioni di anni fa ha permesso
riche su uno stile di vita sano, denisoviano (due gruppi di ominidi estinti e separati). Il di individuare tracce di penne
l’altra metà indicazioni precise cinese He Jiankui ha annunciato di aver modiicato il dna primitive sulle ali. Finora si pen­
su come gestire il peso e conte­ sava che gli uccelli avessero ere­
di due gemelle per proteggerle dall’hiv, ma i risultati sono
nere le calorie, e su quanto eser­ ditato le penne dai dinosauri,
cizio isico svolgere a seconda incerti e lo studio ha sollevato dubbi etici. Jess Wade ha ma l’origine potrebbe essere più
dei cibi consumati. I volontari scritto centinaia di proili su Wikipedia dedicati a antica e risalire all’antenato co­
del primo gruppo hanno acqui­ ricercatori poco conosciuti. Valérie Masson­Delmotte ha mune di pterosauri e dinosauri,
sito in media 370 grammi, men­ contribuito all’ultimo rapporto dell’Ipcc sul clima, scrive Nature Ecology and Evo­
tre quelli del secondo ne hanno mentre Anthony Brown ha realizzato un catalogo con più lution.
persi 130. Il divario, statistica­ di 1,3 miliardi di stelle. Bee Yin Yeo, Barbara Rae­Venter, Salute L’attività isica contribu­
mente signiicativo, dimostre­ isce ad abbassare la pressione
Robert­Jan Smits e Makoto Yoshikawa sono invece
rebbe che un’adeguata preven­ quanto i farmaci, scrive il British
zione può aiutare a godersi il ricordati per la lotta alla plastica, l’uso innovativo del dna Journal of Sports Medicine. Tut­
Natale senza ingrassare. per le indagini criminali, un progetto per rendere tavia, non è ancora possibile ar­
accessibili le pubblicazioni scientiiche e la missione rivare a una conclusione deini­
Hayabusa2 sull’asteroide Ryugu. u tiva perché gli efetti dell’eserci­
ETOLOGIA zio isico sono stati studiati me­
Il piacere no di quelli dei farmaci, che re­

di spulciarsi Salute stano quindi indispensabili.


ATHIT PERAWONGMETHA (REUTERS/CONTRASTO)

Le scimmie si rilassano guar­ SALUTE


dando i compagni spulciarsi a
vicenda. Osservando una venti­
Vittime
na di femmine di bertuccia (Ma- delle mine
caca sylvanus) in semilibertà, i
ricercatori hanno notato che do­ I paesi che nel 2017 hanno regi­
po aver assistito alle operazioni strato più vittime per le mine
di cura del pelo erano meno fre­ antipersona sono stati l’Afgha­
quenti alcuni comportamenti nistan (2.300 vittime), la Siria
autodiretti, come per esempio (1.906) e l’Ucraina (429), segui­
sbadigliare e grattarsi, associati ti da Iraq, Pakistan, Nigeria,
a stress e ansia. Inoltre, spiega
Proceedings of the Royal So-
La carezza perfetta Birmania, Libia e Yemen. Com­
plessivamente sono morte
ciety B, le scimmie erano più Quando si accarezza un neonato, la sua percezione del dolore dimi­ 7.239 persone, soprattutto civili.
propense ad avere relazioni nuisce. Responsabili del fenomeno, scrive Current Biology, sono Secondo The Lancet, i inan­
amichevoli con altri componen­ alcuni neuroni sensoriali della pelle, già noti per la capacità di ridur­ ziamenti per i progetti di smi­
ti del gruppo. A quanto pare il re il dolore negli adulti. Nei neonati la risposta migliore è data da namento sono aumentati del 37
contagio emotivo che funziona una carezza con una velocità di tre centimetri al secondo. Lo studio per cento, ma quelli dedicati
da collante sociale non è una si basa sull’osservazione dell’attività cerebrale dei neonati durante all’assistenza alle vittime si so­
prerogativa degli esseri umani. alcuni trattamenti medici, come un prelievo del sangue. no ridotti.

Internazionale 1287 | 21 dicembre 2018 115


Il diario della Terra
Il nostro clima
NIChOLAS MUrrAy

Caos
normativo
u L’inceneritore di Baltimora,
nel Maryland (Stati Uniti),
produce più di 600mila ton­
nellate di anidride carbonica
all’anno, scrive Grist. Emette
anche monossido di azoto, un
altro gas inquinante. Eppure,
dato che brucia 2.250 tonnel­
late di riiuti ogni giorno, è
considerato un impianto “pu­
lito” e riceve incentivi pagati
dai contribuenti. Nello stato
del Maryland l’energia rinno­
vabile può essere prodotta, ol­
tre che dai riiuti, da altre fonti
Piane di marea È stato creato un catalogo globale delle piane di marea, le aree lungo le coste che
insospettabili, per esempio
ciclicamente sono sommerse dal mare. Questi habitat sono molto importanti per la protezione
delle coste e per la produzione alimentare. Secondo Nature, tra il 1984 e il 2016 è andato perduto bruciando la lettiera degli al­
il 16 per cento delle piane di marea a causa dell’antropizzazione (per esempio la costruzione levamenti di polli o gli scarti
di impianti di acquacoltura), dell’innalzamento del livello del mare, dell’erosione delle coste e delle cartiere. Nell’Oregon so­
dell’alterazione del corso dei iumi. Circa la metà delle piane di marea si trova in Indonesia, Cina, no invece considerate fonti
Australia, Stati Uniti, Canada, India, Brasile e Birmania. Lo studio si basa sull’analisi di circa rinnovabili il biogas e la legna,
700mila immagini satellitari. Nella foto: una piana di marea in Patagonia mentre il Maine premia l’uso
di scarti della lavorazione del
legno e di gas emessi dalle di­
Radar gnitudo 5,8 sulla scala richter è
stato registrato al largo della
re il declino della popolazione
degli insetti, che rischia di
scariche. Negli Stati Uniti non
c’è infatti una deinizione
Il declino costa ovest dell’Australia. Non
ci sono state vittime. Altre
causare una crisi alimentare
mondiale. Le api contribuisco­
standard di fonte rinnovabile
e ogni stato decide in autono­
dei caribù scosse sono state registrate
nell’est dell’Indonesia (6,1) e al
no infatti all’impollinazione
del 90 per cento delle princi­
mia.
Anche gli inceneritori pos­
nell’Artico largo della Papua Nuova Gui­ pali colture mondiali. sono essere molto diversi tra
nea (5,5). loro. Un impianto che brucia
Caribù La popolazione dei solo riiuti di plastica o altri
Alluvioni Almeno 13 persone Vulcani Il vulcano turrialba, caribù nella regione dell’Arti­ derivati dei combustibili fossi­
sono morte nelle alluvioni cau­ nel centro della Costa rica, si è co si è più che dimezzata negli li produce meno anidride car­
sate dalle forti piogge che han­ risvegliato proiettando cenere ultimi due decenni, passando bonica di un impianto a meta­
no colpito la provincia di ino alla capitale San José. da 4,7 a 2,1 milioni di esempla­ no e circa la metà di una cen­
Quang Ngai, nel centro del ri. Lo rivela un rapporto trale a carbone. E un inceneri­
Vietnam. Un’altra persona ri­ Rane Una nuova specie di ra­ dell’Amministrazione nazio­ tore che brucia anche materia­
sulta dispersa. Circa 160mila na, di piccole dimensioni, è nale oceanica e atmosferica le organico, come gli scarti ali­
capi di bestiame sono morti stata scoperta nei boschi dello (Noaa), un’agenzia federale mentari, produce più anidride
annegati e molti terreni agrico­ stato di yaracuy, nel nord del statunitense. carbonica del carbone per pro­
li sono stati distrutti. Venezuela. Chiamata Manno- durre la stessa quantità di elet­
V. FEdOSENkO (rEUtErS/CONtrAStO)

phryne molinai, è lunga 2,5 cen­ tricità. Un’iniziativa nel Mary­


Cicloni Il ciclone Owen, con timetri e ha una striscia nera land per eliminare i sussidi
venti ino a duecento chilome­ sotto la gola. agli inceneritori, riservando la
tri all’ora, ha portato forti deinizione di rinnovabile solo
piogge sullo stato del Queens­ Api Un’équipe di ricerca in­ all’eolico, al solare, all’idroe­
land, in Australia. landese ha messo a punto un lettrico e agli impianti che
vaccino che potrebbe proteg­ sfruttano le onde del mare,
Terremoti Un sisma di ma­ gere le api. L’obiettivo è blocca­ non è ancora stata approvata.

116 Internazionale 1287 | 21 dicembre 2018


Il pianeta visto dallo spazio 04.06.2018
Il Corno d’Africa, in Somalia

Nord
Golfo di Aden 5 km

Capo Guardafui

Dune

Delta

Montagne

Scogliere
eARthobSeRvAtoRy/NASA

Oceano Indiano

u Il Corno d’Africa, visibile in ne sudoccidentale, tra maggio e Capo Guardafui, in pochi giorni prima che
quest’immagine, è il punto più ottobre (quando la fotograia è Somalia, è il punto più quest’immagine fosse scattata,
orientale del continente. Capo stata scattata da un astronauta orientale dell’Africa. Nella la Somalia è stata raggiunta dal
Guardafui (Ras Asir in somalo) a bordo della Stazione spaziale regione sono frequenti le ciclone tropicale Sagar. Con
separa il golfo di Aden dall’oce- internazionale). Il vento tra- tempeste di sabbia, venti superiori ai cento chilo-
ano Indiano. Intorno la costa è sporta la sabbia nel promonto- soprattutto tra maggio e metri all’ora, ha toccato terra
molto frastagliata, con monta- rio, creando una serie di dune ottobre. nel Somaliland, vicino al coni-
gne, letti di iumi prosciugati, visibili dallo spazio. Una parte ne con Gibuti, causando la mor-
un piccolo delta e ripide sco- della sabbia raggiunge il golfo te di trentuno persone. È stato
gliere che proiettano le loro om- di Aden ed è riconoscibile nelle un evento molto raro, perché
bre sul paesaggio. striature più chiare sulla super- solitamente l’aria secca del de-
Questa regione arida è icie del mare. serto indebolisce le tempeste.
un’estensione del deserto del Nella regione del golfo di u
La Somalia ha una superi-
Sahara e di quello Arabico. Forti Aden e del mar Rosso sono cie di 637mila chilometri qua-
venti meridionali prevalgono molto frequenti le tempeste di drati e ha quasi quindici milioni
durante la stagione del monso- sabbia. Nel maggio del 2018, di abitanti.–Nasa

Internazionale 1287 | 21 dicembre 2018 117


Tecnologia
una telefonata è considerata un’intrusione,
un po’ come obbligare qualcuno a parlare
quando magari ha altro da fare (anche se
c’è chi sostiene che mandare un messaggio
vocale presenti gli stessi problemi). Inoltre
siamo sempre più riluttanti a rispondere
alle chiamate, un fenomeno particolar-
mente difuso tra i millennial. Con i social
network e le app che cancellano ogni im-
perfezione abbiamo talmente modellato la
nostra immagine da diventare dei maniaci
del controllo. Per alcune persone fare una
telefonata a ruota libera equivale ad avven-
RObIN bARtHOlICk (GEtty)

turarsi in un terreno minato.


4. Le aziende tecnologiche non hanno
nulla in contrario Anche se WhatsApp e
Messenger, entrambe di proprietà di Face-
book, non spingono troppo i messaggi vo-
cali, un loro impiego difuso non danneg-
gerebbe il modello economico dell’azien-

Gioie e dolori da. “A parità di numero di messaggi, la


banda di archiviazione e la potenza del
processore necessarie a consegnare un
dei messaggi vocali messaggio vocale sono solo leggermente
maggiori rispetto a quelli di testo”, spiega
l’analista Horace Dediu.
5. Il galateo è più o meno definito Se
quest’abitudine è destinata a consolidarsi,
Chris Stokel-Walker, The Guardian, Regno Unito
cosa possiamo fare per rendere il più dolce
Per alcune persone sono il modo negli Stati Uniti e in Europa, racconta che possibile il passaggio verso un futuro dei
perfetto per conciliare il calore “la maggior parte della comunicazione al messaggi radioso e asincrono? Prima di
lavoro avviene tramite l’app di messaggisti- tutto tenete conto di quel che state dicen-
di una telefonata con la brevità ca WeChat”. Ma non sempre sono la scelta do. Con un messaggio di testo potete de-
di un messaggio. Per altre, migliore. Una volta Hart aveva una doman- scrivere delicate questioni di salute restan-
invece, sono solo un’inutile da per una collega, a cui lei avrebbe potuto do discreti. I vostri vicini di autobus non
perdita di tempo rispondere con una breve email. Ma visto devono per forza sapere delle vostre un-
che stava andando in uicio, gli ha mandato ghie incarnite mentre tenete premuto il
due messaggi vocali da trenta secondi. “Ho tasto della registrazione. “Ricordatevi che
asta frequentare un po’ i social dovuto ascoltarli più volte per capire il con- state registrando un messaggio in pubbli-

B network o avere la sfortuna di


avere amici che seguono le mode
tecnologiche, per sapere che una
nuova forma di comunicazione è arrivata
tra noi. Non è un’app nuova di zecca: in un
tenuto”, racconta Hart. “Non puoi metterli
in pausa o tornare indietro, quindi se non
capisci qualcosa, in particolare se è in un’al-
tra lingua, devi riascoltarli dall’inizio”. Alla
ine una questione semplice ha portato via
co”, dice Cowan. “Non si tratta solo di pri-
vacy, ma anche d’imbarazzo”.
Pensate alle informazioni che state tra-
smettendo. Se sono di vitale importanza e
vanno affrontate subito, forse è meglio
certo senso è un ritorno agli anni ottanta e venti minuti. chiamare. Allo stesso modo, se è qualcosa
alla segreteria telefonica. I messaggi vocali, 2. Conviene (a chi li manda) Hart ha chie- di poco importante, ricordatevi che chi ri-
brevi audio registrati con WhatsApp o Mes- sto alla sua collega perché avesse preferito ceve il messaggio sta sottraendo tempo alla
senger, stanno vivendo un momento di glo- rispondere con un messaggio vocale. “Una sua giornata per trovare un posto tranquillo
ria. A diferenza della segreteria telefonica, telefonata ti assorbe completamente, men- dove poterlo ascoltare.
chi li riceve non può interrompere il mes- tre con un ile audio puoi continuare a fare Pensate sempre a chi lo ascolterà. Du-
saggio e cominciare a parlare. Inoltre questi altro”. Inoltre aiutano a trasmettere il giusto rante una telefonata, la persona con cui
messaggi possono essere alternati a quelli tono meglio di un testo. Ma ci sono con- parlate può interrompere la vostra tirata
di testo. Per chi non ha ancora avuto il pia- troindicazioni: ci siamo abituati a leggere sul battibecco che avete appena avuto con
cere di conoscerli, ecco cosa c’è da sapere. un testo in pochi secondi e a capire il conte- un collega. Questo è impossibile quando si
1. Milioni di persone li usano ogni gior- nuto. Quando l’icona del messaggio vocale ascolta un monologo registrato, quindi sia-
no I messaggi vocali non sono una novità. appare sullo schermo, è impossibile capire te brevi e venite al punto. O, ancora meglio,
In Cina sono popolari da anni. Alex Hart, se è un messaggio urgente. chiedetevi se è proprio necessario dire quel
che lavora per un’azienda cinese con clienti 3. Nessuno chiama più nessuno Ormai che volete dire. u f

Internazionale 1287 | 21 dicembre 2018 119


Economia e lavoro
Midland, Texas, Stati Uniti
DANIEL ACKER (BLOOMBERG/GETTy)

Il destino del petrolio ma a novemila chilometri di distanza in li-


nea d’aria, nel Texas occidentale. In un pa-
esaggio brullo, puntellato qua e là di me-
passa per il Texas squite e yucca, le strade si fanno sempre più
strette e conluiscono in un tracciato asfal-
tato da poco, in fondo al quale svettano tra
le dune alcuni silos. Lì vicino le ruspe cari-
Heike Buchter, Die Zeit, Germania cano sabbia sui nastri trasportatori: con i
suoi tubi lucenti, le ciminiere e i capannoni,
L’estrazione del greggio con la una delle più potenti istituzioni dell’econo- questa nuova creazione della Atlas Sand
tecnica del fracking ha ridato mia mondiale. Per decenni le sue direttive appare nel deserto come una fatamorgana.
sulle quantità giornaliere di greggio estrai- Nell’impianto, in funzione da luglio, la sab-
forza all’industria energetica bile hanno avuto il potere di favorire un bia viene lavata, asciugata e selezionata in
negli Stati Uniti. Che ora boom economico o provocare una reces- base alla dimensione dei grani. Ogni minu-
dipende meno dal Medio sione. Ora l’Opec è fortemente indebolita. to arriva un camion cisterna sotto i silos.
Oriente e dalla Russia In due mesi il prezzo del petrolio è crollato “Gli afari vanno a gonie vele”, dice Jordan
del 30 per cento. E nonostante tutto, dopo Seyy, responsabile della logistica. Lui e i
una lunga maratona di negoziati, all’ulti- suoi colleghi forniscono una materia prima
l colpo è arrivato il 3 dicembre. Al mo vertice i quindici paesi dell’organizza- indispensabile per il fracking, o fratturazio-

I quartier generale viennese dell’Or-


ganizzazione dei paesi esportatori di
petrolio (Opec) tutto era ormai pron-
to per il vertice del 6 e 7 dicembre, quando
il ministro dell’energia qatariota Saad She-
zione si sono accordati sulla riduzione del-
le quote di estrazione per far tornare stabi-
li i prezzi. Anche se perino l’Arabia Saudi-
ta, il paese più importante del cartello,
sembra poter fare a meno dell’Opec, come
ne idraulica, la tecnica usata in questa zona
per estrarre petrolio e gas.
Il fracking sfrutta la pressione dell’ac-
qua, di sostanze chimiche o, appunto, della
sabbia per agevolare la fuoriuscita di petro-
rida al Kaabi ha fatto al mondo un annun- ha dimostrato uno studio finanziato dal lio o gas naturale dal sottosuolo. In un’area
cio inaspettato: da gennaio il Qatar abban- governo di Riyadh. grande due volte e mezzo l’Austria sono in
donerà il cartello del petrolio. È la prima Cos’è successo? La spiegazione di que- azione 489 torri di trivellazione per cercare
volta che uno stato del Golfo lascia l’Opec, sto indebolimento non va cercata a Vienna, questi combustibili sotto la supericie roc-

120 Internazionale 1287 | 21 dicembre 2018


ciosa. Siamo nella regione del bacino Per- Elevation Resources, un’azienda che usa cava nuove opportunità d’investimento e,
miano, che l’agenzia inanziaria Bloomberg questa tecnica e ha sede in Texas, a Mid- com’era successo con le startup della Sili-
ha deinito “il giacimento di petrolio più land, capitale uiciosa del bacino Permia- con valley, cominciò a investire nelle picco-
caldo del mondo”. no. Nel corso della sua decennale carriera le aziende di fracking.
Grazie al greggio estratto qui, gli Stati da petroliere, Pruett ha girato il mondo, ma La concorrenza crescente del Texas mi-
Uniti hanno superato la Russia e l’Arabia ora si è stabilito con la famiglia qui, perché se in allarme l’Arabia Saudita, che invece
Saudita, diventando il principale produtto- crede che il boom del petrolio texano sia di pompare meno petrolio per prevenire il
re mondiale. Dieci anni fa sembrava che destinato a durare. crollo dei prezzi, nel 2014 convinse gli altri
fossero sul punto di esaurire le loro riserve, Da quando, il 28 maggio 1923, un geyser paesi dell’Opec a estrarne di più. Nei di-
mentre oggi le trivelle statunitensi estrag- di pece nera eruttò vicino alla torre di estra- ciotto mesi successivi il prezzo scese sotto
gono petrolio in quantità mai viste: più di zione Santa Rita n. 1, le sorti di Midland, che i trenta dollari a barile, un livello insosteni-
undici milioni di barili al giorno, di cui solo all’epoca era uno snodo ferroviario, sono bile per le aziende texane, che restavano in
tre milioni arrivano dal bacino Permiano. A legate agli andamenti del mercato petroli- attivo solo se il prezzo restava intorno ai 70
ogni barile si assottiglia il potere dell’Opec fero. All’inizio l’obiettivo era trovare e sfrut- dollari. Così, una dopo l’altra, le piccole
e cresce quello degli Stati Uniti. tare i giacimenti da cui il greggio fuoriusci- aziende di estrazione s’indebitarono e fal-
Con l’esplosione del fracking è diventa- va naturalmente. Se i primi esperimenti per lirono. Centocinquantamila persone per-
to più semplice per il presidente statuniten- sero il lavoro. Il boom del fracking sembra-
se Donald Trump attuare una politica este- Fu la crisi del 2008 va inito.
ra e commerciale aggressiva. Anzi, forse è I segni di questa crisi sono ancora visi-
stata proprio questa tecnica a permetter- a creare le condizioni bili a Midland. La città è disegnata da cen-
glielo. Trump ha potuto far saltare l’accordo ideali per la tri direzionali risalenti agli anni ottanta, il
sul nucleare con l’Iran e imporre sanzioni vento sferza le strade vuote, che portano il
alla terza potenza petrolifera dell’Opec sen- fatturazione idraulica nome degli stati federali. Inutile cercare
za dover temere una frenata dell’economia bar e negozi. A una vetrina impolverata è
statunitense causata dall’aumento dei prez- alzare la pressione dei giacimenti di petro- attaccato un cartello sbiadito che promette
zi del petrolio. Nei negoziati con il Canada lio con torpedini e acqua risalgono già agli l’apertura di negozi, uici e appartamenti
per i nuovi accordi sul libero scambio ha anni sessanta, la vera svolta arrivò solo nel di lusso “per dicembre 2016”. Cosa mai
potuto porre condizioni più dure dei suoi 1991, quando George Mitchell, il “padre del successa. Interi ediici sembrano abban-
predecessori, perché gli Stati Uniti non han- fracking moderno”, combinò la pressione donati. Con la ripresa economica globale,
no più bisogno d’importare gas naturale dal idrica con la trivellazione orizzontale. In però, il prezzo del petrolio è tornato a cre-
paese vicino. E ora Trump può far pressione questo modo le trivelle raggiungevano an- scere e, soprattutto, i sauditi hanno sotto-
sull’Arabia Saudita e sulla Russia, le cui eco- che il petrolio depositato negli strati roccio- valutato i rivali texani: non si sono accorti
nomie dipendono dall’esportazione di si. Ma questo metodo era troppo costoso che sono lessibili e si accontentano di po-
energia. Per quanto il presidente americano rispetto al prezzo di vendita del petrolio. co. Oggi il prezzo del greggio è intorno ai
difenda i due stati, sul piano energetico sta Fu la crisi del 2008 a creare le condizioni 50 dollari al barile ma, a diferenza di qual-
facendo una politica di potenza di prima ideali. Oltre al prezzo alto del petrolio, furo- che anno fa, ora le aziende del fracking
classe. Più volte ha invitato la Germania a no decisive soprattutto le politiche sui tassi possono sostenere questi prezzi. “Nel no-
rinunciare alla costruzione del gasdotto bassi delle banche centrali: Wall street cer- stro settore i costi si sono enormemente
Nord Stream 2 (dalla costa baltica della ridotti”, sottolinea Pruett.
Russia ino a Greifswald, in Germania) e a
importare gas naturale dall’America.
Da sapere I texani hanno aguzzato l’ingegno. Han-
no cominciato a usare risorse a portata di
Il sorpasso statunitense mano, come l’acqua. E invece di trasportare
Aree selvagge all’asta Produzione di greggio, milioni di barili al giorno la sabbia su rotaie per centinaia di chilome-
Fonte: Financial Times
Gli Stati Uniti devono sfruttare ogni punto tri, facendola arrivare dal vicino stato fede-
di forza per tenere a bada i rivali, si legge in rale del Wisconsin, sono andati alla ricerca
una nota strategica della Casa Bianca. Tra di fornitori locali come la Atlas Sand. Con il
12
questi c’è l’accesso a “fonti di energia puli- capitale fornito da Wall street, inoltre, han-
Russia
ta, idata e dai costi contenuti”. Trump ha 10
no puntato sull’informatica e sull’automa-
liberalizzato la costruzione di piattaforme zione. Per montare le torri di trivellazione e
su un’area di migliaia di chilometri di fronte 8 saldare gli oleodotti saranno impiegati ro-
alle coste statunitensi e vuole vendere Arabia bot, mentre i controlli delle pompe e delle
Saudita
all’asta alcune regioni disabitate alle azien- 6 punte delle trivelle si faranno con l’aiuto
de petrolifere. Ha intenzione d’investire dell’intelligenza artiiciale. Alle aziende pe-
4
nelle miniere di carbone e di annullare le Stati Uniti trolifere più eicienti del bacino Permiano
norme che tutelano l’ambiente. Inine, pun- basta ormai un prezzo di 47 dollari al barile
2
ta sul successo del fracking nel bacino Per- per coprire i costi di apertura di un nuovo
miano. “Stiamo vivendo una rivoluzione 0 giacimento, com’è emerso da uno studio
del petrolio”, dice Steven Pruett, capo di 2002 2005 2008 2011 2014 2018 della Federal reserve di Dallas. Nel caso dei

Internazionale 1218 | 21 dicembre 2018 121


Economia e lavoro
giacimenti più recenti è suiciente addirit- multinazionali ci sono ottime prospettive. la Theo T, carica di greggio texano, è salpa-
tura un prezzo di 25 dollari al barile. La mo- Secondo le ultime stime dell’Istituto geolo- ta da Corpus Christi verso l’Europa. “Quel
narchia di Riyadh, invece, vive dell’espor- gico statunitense, sotto la pianura un tempo giorno tutto è cambiato”, dice Jarl Peder-
tazione di petrolio e non può sostenere attraversata da comanche e cowboy ci sono sen, l’amministratore portuale di Corpus
troppo a lungo un prezzo inferiore agli 80 ancora 46 miliardi di barili di petrolio. Co- Christi. Mentre taglia il canale su una moto-
dollari al barile. Per questo il sindaco di me i sauditi, anche le multinazionali del vedetta, Pedersen indica a destra e a sini-
Midland, Jerry Morales, prevede una corsa petrolio avevano sottovalutato il potenziale stra i nuovi attracchi costruiti negli ultimi
all’oro nero e migliaia di nuovi abitanti per del fracking. Ora vogliono recuperare. La mesi per il greggio e il gas naturale. Il canale
la sua città. Sta progettando interi quartieri Chevron investe miliardi in diritti d’estra- dovrà diventare più profondo e si sta co-
con parchi e asili, che dovranno sostituire i zione e nell’apertura di pozzi petroliferi, ha struendo un ponte più alto. Presto nel porto
container dove oggi abitano i lavoratori del- perino aperto una sede a Midland. È un potranno attraccare i Vlcc, le superpetrolie-
le aziende petrolifere. “Diventeremo la complesso in vetro e acciaio con servizi co- re capaci di trasportare due milioni di barili
nuova capitale dell’energia”, proclama Mo- me palestra, parco e cafetteria. Ci lavore- a viaggio. A novembre la multinazionale
rales. Alla domanda se qualcuno a Midland ranno ottocento persone. energetica texana Cheniere ha annunciato
sia preoccupato per l’ambiente e la salute, Al sindaco Morales resta comunque che a breve salperanno, dirette oltreoceano,
scuote la testa. “Sappiamo tutti da dove ar- qualche preoccupazione, legata al fatto che le prime navi cisterna contenenti gas liqui-
riva il nostro benessere”. la sua città non è in grado di star dietro a do. Da Corpus Christi partirà il grosso delle
esportazioni di greggio e di gas del bacino
Le politiche di Trump
Molti qui credono che il loro benessere sia
Quest’estate la Bp Permiano, dice Pedersen, un danese tra-
piantato negli Stati Uniti: “Vogliamo diven-
stato reso possibile anche dalle politiche di ha comprato tare il più grande porto statunitense per
Trump sul petrolio. Tuttavia, mentre man-
giano una bistecca al Wall Street Grill, i
giacimenti per 10,5 l’esportazione di energia”.
Si apre una nuova era, non solo per il
dirigenti d’azienda si lamentano dei dazi e miliardi di dollari porto. La decisione dell’Opec di abbassare
delle politiche contro l’immigrazione. le quote di estrazione per far salire il prezzo
Trump è molto amato invece nel bar di questo rapido sviluppo. Mancano insegnan- del petrolio rappresenta una sfida per
fronte, frequentato da persone come ti, poliziotti, medici, operai, camerieri. Nel- Trump. Ma ad approittare dei prezzi più
Chris, che festeggia da solo il suo 47° com- le strade cittadine il traico è bloccato dai alti sono anche le aziende del fracking texa-
pleanno con una bottiglia di birra. La sua pickup, mentre fuori città sfrecciano mi- ne. Quello che spesso i giornali non dicono
famiglia vive a Dallas, a circa seicento chi- gliaia di automezzi pesanti che trasportano è che il gas estratto dall’argilla attraverso la
lometri da Midland: si vedono ogni due petrolio, sabbia, acqua e altri materiali spe- fratturazione idraulica è diventato una
settimane. Prima lavorava nel settore au- ciali, spesso a velocità eccessive. Il traico componente sempre più importante del
tomobilistico, ma questo lavoro gli piace di di Midland è tra i più pericolosi degli Stati mix energetico. E sul suo prezzo l’Opec non
più, qui sì che si può fare davvero qualcosa. Uniti. Ma soprattutto mancano i gasdotti e ha alcuna inluenza.
“Molti di noi sono orgogliosi. Perché il pe- gli oleodotti. Il trasporto su gom- Negli Stati Uniti cresce quindi
trolio e il gas che estraiamo servono a ren- me e su rotaie fa aumentare i la iducia del settore. Secondo i
dere il nostro paese più indipendente dagli prezzi. Una mezza dozzina di im- dati dell’associazione delle com-
stati canaglia del Medio Oriente”, dice un prese sta lavorando alla posa di pagnie petrolchimiche, dal 2010
altro cliente del bar. nuovi condotti. Entro il 2019 do- sono stati lanciati trecento pro-
Se questa volta Trump riuscisse ad assi- vrebbero esserne pronti tre. Cam- getti, per un volume d’investi-
curare posti di lavoro a lungo termine nel mineranno per settecento chilometri ino al menti che supera i duecento miliardi di
settore industriale, il boom del petrolio po- profondo sud del Texas, verso Corpus Chri- dollari, due terzi dei quali con partecipazio-
trebbe favorirlo non solo sul piano interna- sti, un porto nel golfo del Messico. ne straniera. A Corpus Christi l’economista
zionale, ma anche su quello interno. E la In fondo alla Highway 37 c’è ancora la Iain Vasey parla di una “rinascita dell’indu-
probabilità che questo succeda non sono vecchia Corpus Christi: alcune palazzine stria statunitense”. Uno studio dell’agenzia
poche. Morales è convinto che la crescita storte in stile coloniale color pastello che si PricewaterhouseCoopers aferma che gra-
sarà duratura, e la sua iducia ha dei nomi piegano le une sulle altre. Altre case sono zie al fracking entro il 2040 potrebbero es-
precisi: Exxon, Chevron, Shell e Bp. A dife- state abbattute per far spazio a parcheggi, sere creati circa 1,4 milioni di posti di lavoro
renza della prima ondata del fracking, ora per ora semideserti. Le palme ondeggiano nel settore della produzione industriale.
anche le multinazionali del petrolio inve- al vento, ma l’aspetto tropicale e sonnolen- E cosa succederà se nel 2020 Donald
stono nel bacino Permiano. Quest’estate la to inganna. In questa città portuale il boom Trump perdesse le elezioni e le politiche
Bp ha comprato giacimenti per 10,5 miliardi del fracking ha portato a una svolta storica. industriali facessero marcia indietro e si
di dollari. Nel 2017 la Exxon ha pagato sei Spaventato dalla crisi del petrolio, nel tornasse a mettere in primo piano l’ambien-
miliardi di dollari per i diritti di estrazione 1975 il congresso statunitense aveva vietato te? “La durata delle concessioni per gli at-
nella regione: “Abbiamo progetti a lungo l’esportazione di greggio, con la sola ecce- tracchi va dai trenta ai quarant’anni”, dice
termine nel bacino Permiano”, ha dichiara- zione di quello destinato al Canada. Nel un commerciante di Corpus Christi, e alza
to a novembre Darren Woods, l’ammini- 2015, con il successo del fracking, il divieto le spalle: “Trump se ne va, ma il fracking
stratore delegato della compagnia. Per le è stato annullato. È stato così che tre anni fa resta”. u ct

122 Internazionale 1287 | 21 dicembre 2018


Economia e lavoro
Globalizzazione

NADIrAh ZAkArIyA (BLOOMBerG/Getty)


eurozona

La Bce smette
di comprare i ricchi uici di famiglia
Il 13 dicembre la Banca centrale
europea (Bce) ha annunciato The Economist, Regno Unito
che entro la ine del 2018 termi- “Quando si pensa alle aziende
nerà il quantitative easing (qe, al-
inanziarie che amministrano i soldi
leggerimento quantitativo), il
programma di acquisto di titoli dei miliardari, vengono in mente le
immagini delle banche di Ginevra o Kuala Lumpur, Malaysia
lanciato nel 2015 per far risalire
l’inlazione dell’eurozona alla di Londra”, scrive l’Economist. “Ma maLaysia
soglia del 2 per cento e favorire ormai tutto questo appartiene al Goldman sachs
la ripresa economica. “È una de-
cisione molto importante, visto
passato. Un’immagine più vicina alla
realtà è quella di piccoli uici in
sotto inchiesta
che in più di tre anni la Bce ha
California o a Singapore che Il 17 dicembre le autorità della
immesso nel sistema inanziario
2.600 miliardi di euro”, scrive la investono in titoli di stato canadesi, proprietà immobiliari Malaysia hanno avviato un’in-
Süddeutsche Zeitung. “In re- europee o startup cinesi”. È una delle trasformazioni in dagine sulla banca d’afari sta-
altà l’istituto guidato da Mario corso nella inanza globale: molte famiglie miliardarie tunitense Goldman Sachs, scri-
Draghi continuerà a essere ge- mettono in piedi dei propri “uici di famiglia” con cui ve il Wall Street Journal.
neroso anche in futuro, dal mo- L’istituto, insieme a due suoi ex
investire sui mercati. “Praticamente sconosciute ai non
mento che il denaro incassato dipendenti, tim Leissner e ro-
addetti ai lavori, queste aziende d’investimento ger Ng, e ai inanzieri malesi
alla scadenza di crediti in suo
gestiscono attività per un valore complessivo di Jho Low e Jasmine Loo, è accu-
possesso sarà reinvestito nel ri-
acquisto dei titoli. A questo va quattromila miliardi di dollari, pari al 6 per cento dei sato di aver contribuito alla sot-
aggiunto il fatto che nell’eurozo- mercati azionari di tutto il mondo e comunque più di tutti trazione di 2,7 miliardi di euro
na i tassi d’interesse resteranno i fondi speculativi hedge fund. “Man mano che diventano dal fondo sovrano malese
invariati almeno ino all’autun- più grandi in quest’epoca dominata dal populismo”, 1Mdb. tra il 2012 e il 2013 la
no del 2019”. In questi anni, co- Goldman Sachs ha curato il col-
osserva il settimanale, “questi uici di famiglia sono
munque, la Bce ha centrato locamento di obbligazioni per
destinati ad afrontare domande scomode sul modo in 6,5 miliardi di dollari per conto
l’obiettivo dell’inlazione al 2
cui accrescono il loro potere e alimentano la dell’1Mdb, incassando proitti
per cento e ha fatto ripartire
l’economia. Certo, negli ultimi disuguaglianza”. ◆ per seicento milioni. Ma 2,7 mi-
mesi i dati economici sono peg- liardi sono spariti apparente-
giorati e sull’eurozona incombe mente nel nulla, facendo scat-
il rischio di una nuova recessio- stati uniti chi investimenti il giro d’afari tare una serie di indagini anche
ne. Cosa farebbe a quel punto la
Bce? “La ine del qe arriva in un
L’ascesa della cannabis arriverà a 31 mi-
liardi di dollari nel 2021, contro
negli Stati Uniti, a Singapore, in
Svizzera e in Lussemburgo.
momento diicile, mentre ci so- della marijuana gli otto miliardi registrati nel
no la Brexit, la guerra commer- 2017. L’arrivo delle grandi azien-
ciale e i problemi di Italia e All’inizio di dicembre la Altria, il de potrebbe emarginare i pio- in Breve
Francia”, osserva La Vanguar- gruppo che produce Marlboro e nieri del settore, ma altre multi- Francia Il governo di Parigi
dia. “Draghi ha spiegato che altri importanti marchi di siga- nazionali esitano ancora a inve- non aspetterà un eventuale ac-
l’istituto può reagire in molti rette, ha speso 1,8 miliardi di stire, perché il mercato della cordo europeo, che appare
modi, anche tornando a com- dollari per assicurarsi il Cronos cannabis in Nordamerica pre- sempre più lontano, per tassare
prare titoli”, conclude la Süd- Group, un’azienda canadese che senta un quadro legislativo mol- le grandi aziende tecnologiche.
deutsche Zeitung. produce cannabis, scrive il New to frammentato. Il 17 dicembre il ministro delle
Il bilancio della Bce, miliardi di euro York Times. Ad agosto la Con- inanze Bruno Le Maire ha an-
stellation Brands e la Molson nunciato che dal 1 gennaio 2019
Inizio del quantitative easing
FONte: FrANkFUrter ALLGeMeINe ZeItUNG

Coors, due grandi produttori di sarà applicata una nuova impo-


5.000
birre, avevano realizzato opera- sta sulle aziende digitali – in
ChrIS WAttIe (reUterS/CONtrAStO)

4.663 particolare Google, Apple, Fa-


4.000 zioni simili. “Ora che in Canada
e in molti stati degli Stati Uniti è cebook e Amazon – che riguar-
3.000
stato legalizzato l’uso ricreativo derà le entrate pubblicitarie, i
2.000 della marijuana, le grandi azien- servizi digitali e la rivendita di
de si stanno lanciando su questo dati personali. Grazie a questa
1.000 imposta, il governo francese
mercato”, osserva il quotidiano.
0 Secondo la società di ricerche prevede di incassare circa 500
2008 2015 2018 Brightield Group, grazie ai ric- milioni di euro nel 2019.

Internazionale 1287 | 21 dicembre 2018 125


Strisce

Internazionale 1287 | 21 dicembre 2018 127


L’oroscopo
COMPITI PER TUTTI

Rob Brezsny Scrivi una parabola o una iaba che riletta


com’è stata la tua vita nel 2018.

SAGITTARIO il russo per lavorare come tradut- che potrebbe esserti utile è della
Fino al 1920 la maggior parte delle donne statunitensi trice. Lo imparò in poco tempo e scrittrice Mignon McLaughlin:
nei quarant’anni seguenti tradusse “Ogni giorno della nostra vita sia-
non aveva diritto di voto, e poche erano state candida-
settantuno libri, tra cui alcune mo sul punto d’introdurre quei
te a ricoprire una carica pubblica. Nel 1866 Elizabeth
opere di Tolstoj, Dostoevskij, Tur- piccoli cambiamenti che farebbe-
Cady Stanton era stata la prima a candidarsi per un seggio al genev e Čechov di cui non esisteva ro la diferenza”. E aggiungo un
congresso. Nel 1875 Victoria Woodhull era stata la prima candi- ancora una versione in inglese. terzo motto come portafortuna
data alle elezioni presidenziali. Nel 1887 Susanna Salter era sta- Prevedo, Leone, che il 2019 sarà per il 2019: “Sei più coraggioso di
ta eletta sindaca di una cittadina del Kansas. Secondo la mia per te un anno alla Constance Gar- quanto credi, più forte di quanto
analisi dei presagi astrali, Sagittario, per te il 2019 sarà un anno nett. Qualche tuo talento tardivo sembri, e più intelligente di quan-
alla Stanton-Woodhull-Salter. Sarai originale e anticiperai i potrebbe entrare in una fase di ra- to pensi”.
tempi. Avrai il coraggio e l’intraprendenza necessari per tenta- pida maturazione. Avrai la possibi-
lità di avviare una nuova fase del CAPRICORNO
re imprese apparentemente irrealizzabili, e avrai la capacità di
tuo sviluppo che potrebbe appas- Alcuni studi hanno dimo-
portare il futuro nel presente.
sionarti per molto tempo. strato che la soluzione mi-
gliore al problema dei senzatetto è
VERGINE ofrirgli spazi abitativi economici o
ARIETE mazioni che inora nessuno è riu- Voglio lanciarmi in una pre- gratuiti. Oltre a essere il modo più
Secondo la rivista Consu- scito a realizzare. visione audace: il 2019 sarà eicace per aiutarli, è anche il me-
mer Reports, dal 1975 al un capitolo gratiicante della tua no costoso. C’è un problema simile
2008 il numero medio di prodotti GEMELLI vita, in cui ti sentirai più amata e nella tua vita personale? Una dii-
in vendita in un supermercato è Il presidente statunitense supportata del solito, più a tuo coltà cronica a cui continui ad ap-
passato da novemila a quasi 47mi- Donald Trump vuole co- agio con il tuo corpo e in pace con plicare rimedi provvisori senza ri-
la. E continua ad aumentare. struire un muro di cemento tra gli il tuo destino. Perciò ho scelto per uscire a risolverla? Sono lieto d’in-
Qualche anno fa potevamo sce- Stati Uniti e il Messico per ostaco- te una benedizione appropriata formarti che il 2019 sarà un anno
gliere fra tre o quatto marche di lare l’arrivo dei migranti. Nel frat- presa in prestito dalla poeta Claire favorevole per trovare soluzioni
zuppe o di shampoo. Oggi ne ab- tempo, dodici paesi nordafricani Wahmanholm. Pronuncia le sue deinitive. Finalmente potrai estir-
biamo a disposizione una ventina. stanno partecipando alla costru- parole come se fossero tue: “Sono pare il problema alla radice.
Sospetto che nel 2019 anche le tue zione di un muro lungo 7.500 chi- ancorata alla terra, coperta non
scelte di vita aumenteranno, Arie- lometri e fatto di alberi resistenti solo dal caprifoglio ma da tutto, ACQUARIO
te, soprattutto quando deciderai alla siccità ai margini del Sahara, dalle calendule, dalle piccole dro- In Islanda molte persone
cosa fare del tuo futuro e chi saran- per cercare d’impedire al deserto sere palustri, dal gelido profumo scrivono poesie, ma poche
no i tuoi alleati. Questo potrebbe d’inghiottire le terre coltivabili. degli abeti”. le pubblicano. C’è perino una pa-
essere un problema ma anche una Nel prossimo anno spero che pren- rola per indicare chi mette le sue
benedizione. Per ottenere risultati derai esempio dai secondi e non BILANCIA creazioni nel cassetto invece di
migliori, scegli alternative che sia- dal primo. Raforzare i conini ti “Stai molto attento a ciò proporle al pubblico: skúfuskáld,
no al tempo stesso divertenti, utili farà bene, ma solo se lo farai per che fai entrare in quella te- che signiica “poeta da cassetto”.
e signiicative. amore e per vivere meglio, non per sta, perché non potrai mai più ti- C’è qualcosa di paragonabile a
paura e per creare divisioni. rarlo fuori”. Questo consiglio vie- questo nella tua vita, Acquario?
TORO ne a volte attribuito a un politico e Produci qualcosa di buono che
Gli esseri umani cercano di CANCRO cardinale del cinquecento, Tho- non condividi mai? C’è una parte
trasformare metalli comuni Il poeta e regista Jean Coc- mas Wolsey, e ora lo ofro a te co- di te di cui vai iero ma tieni segre-
in oro almeno dal 300 dC. Fu in teau, del Cancro, consiglia- me uno dei temi chiave del 2019. Il ta? Un aspetto delle tue avventure
quegli anni che l’alchimista egi- va agli artisti di coltivare gli aspetti modo migliore per metterlo in atto che è importante ma rimane pri-
ziano Zosimo di Panopoli mescolò del loro lavoro che non piacevano è, prima di tutto, selezionare con vato? Se è così, il 2019 sarà l’anno
senza successo zolfo e mercurio. ai critici. Pensava che gli elementi grande cura le idee, le teorie e le in cui potresti cambiare idea.
Quattordici secoli dopo si cimen- meno apprezzati, anche se non opinioni a cui consenti di entrare
tò nell’impresa, fallendo, anche erano del tutto maturi, fossero il nella tua mente. Assicurati che sia- PESCI
uno scienziato importante come segno dell’unicità e dell’originalità no basate su fatti oggettivi e che I ricercatori dell’università
Isaac Newton. Ma procediamo ve- di un artista. Vorrei allargare que- vadano bene per te. In secondo Goldsmiths di Londra han-
locemente ino al secolo scorso: sta considerazione e applicarla a luogo, espelli senza pietà dalla tua no condotto uno studio per stabili-
ILLUSTRAZIONI DI FRANCESCA GHERMANDI

Glenn T. Seaborg, premio Nobel tutti voi granchi, artisti e non, per i mente le vecchie idee, teorie e opi- re qual è la canzone più orecchia-
internazionale.it/oroscopo

per la chimica nel 1951, condusse prossimi dieci mesi. Sofermati su nioni, soprattutto quelle che sono bile di tutti i tempi. Dopo aver esa-
con i suoi collaboratori un esperi- quello che la tua comunità sembra superate, infondate o tossiche. minato vari fattori, hanno scelto
mento con il bismuto, un elemen- non comprendere delle nuove ten- We are the champions dei Queen.
to adiacente al piombo nella tavo- denze che stai lanciando, e impe- SCORPIONE Questo inno trionfale sarà il tuo
la periodica. Con l’aiuto di un ac- gnati per portarle a maturazione. Memorizza questa citazio- tema musicale del 2019. Ti consi-
celeratore di particelle, riuscirono ne dello scrittore Peter glio d’impararne a memoria le pa-
a trasformarne una piccola quan- LEONE Newton e tienila presente nei role e di cantarla una volta al gior-
tità in oro. Ti propongo questa sto- Nel 1891 Constance Gar- prossimi mesi: “Nessun rimorso. no. Ti aiuterà a consolidare le in-
ria come ispirazione per il 2019, nett, una britannica di 29 Nessun se. Solo la consapevolezza luenze rassicuranti che entreran-
perché ti spinga a operare trasfor- anni, decise che avrebbe studiato dell’essere”. Un’altra massima no nella tua vita.

Internazionale 1287 | 21 dicembre 2018 129


L’ultima
HERNEMAN, REGNO UNITO

BERTRAMS, PAESI BASSI


Babbo Natale alla frontiera con il Regno Unito.

Prudenza: “No immigrati”.


MAN, FRANCIA

KOUNTOURIS, GRECIA
“Mi dispiace, non si passa”.
DELIGNE, FRANCIA

“Portare il velo è proibito. L’aureola del bambino non è


MARCUS

conforme alle norme europee. La paglia non è bio. Non c’è


nessuna tracciabilità per il bue. Sospetta gestazione per altri”.

Le regole Il cenone della vigilia


1 Il numero di candele sulla tavola non deve superare quello dei commensali. 2 La palette di colori
ammessi è rosso, verde e bianco, da ricoprire con uno strato di oro. 3 Vuoi tenere separati i parenti
litigiosi? Usa i segnaposto. 4 Per rendere la serata più trendy, riposiziona la cena di magro come
pescetariana. 5 No, non si possono aprire i regali prima di cena. regole@internazionale.it

130 Internazionale 1287 | 21 dicembre 2018