Sei sulla pagina 1di 16

www.fabiocianci.

com
Size: 7
Ruoli Distanza
Caratteristiche Percorsa Salti e Altre Info
NBA (Braum et al. 1995) FIP [Promozione] Tiri

detta il gioco
> distanza rispetto Agile e veloce abile nel
Playmaker Playmaker Ali,Centrali per lo più palleggio, buona visione di
con palla gioco
ottimo tiratore > n° di tiri
VAM > dei centali (Sallet
Guardie Basse Guardia (tiratrice) P, 2005)

1vs1 ottimo palleggio


Ali Alte Ala Piccola In genere molto
3 - 3,5 km in atletico
buon tiro 3, blocchi sotto canestro media per lo più
Centrali Bassi Ala Grande (o forte) senza palla - 70
Percentuali di grasso
salti circa - media
corporeo più alte
tiri 17 (Weineck, rispetto agli altri
Più alto, gioco sotto canestro, di 1999)
Centrali Pivot Centrale (Pivot) spalle e a rimbalzo ruoli (Sallet P, 2005)

Attività sportive e sistema energentico in esse


Distribuzione dettagliata degli predominante.*
Corsa sforzi in un match [Gilles Cometti: La Importanza % atribuita ai vari sistemi
lenta preparazione fisica nel basket. Roma 2002. Società Stampa energetici
Sportiva.]
con e Corsa Sport o attività
senza Difesa veloce sportiva ATP-PC e AL AL-O2 O2
pallone 10% con e
17% senza Baseball 80 20 -
Sprint pallone
2% 6% Pallacanestro 58 15 -
Difesa
aggressiva Tennis 70 20 10
Pausa 2%
24%
Marcia con e Panchina Pallavolo 90 10 -
senza pallone 3% Tabella Parzialmente tratta da Fox E.L. et al., Allenare Allenarsi, Il Pensiero
36% Scientifico Editore,2005, Pag.5.
Capacità Condizionali &
Sistemi Energetici Muscolatura maggiormente
utilizzata
 Il giocatore di  Resistenza Specifica: Resistenza
pallacanestro compie sforzi che Anaerobica [resistenza alla  Core Training & Prevenzione
vanno ad intaccare molto i sistemi velocità, cambi di direzione
ATP-PC e AL repentini]
[anaerobico e anaerobico lattacido].  Sistema di Stabilizzazione e
Sistema di Movimento
 Alta percentuale di contrazione
 Il Sistema Aerobico fonti
delle fibre rapide FTF (Segrgej M et al. 2006)
secondarie di
fornitura dell’ energia → è  Esercitazioni in Situazioni di
 Ripetersi di azioni motorie
essenziale per ripristino di Instabilità
massimali (terzi tempi, salti a
fosfocreatina nel basket
rimbalzo, stoppate, tiri in sospensione)
caratterizzato da high intensity e
gioco intermittente  Globalità del Movimento (e non
(Narazaki K et al. 2008).
 L’allenamento degli arti inferiori
isolamento)
rappresenta lo scopo principale
 Valori medi di VO2max per i dell’allenamento speciale della
giocatori di basket d'elite forza del giocatore; senza però
relativamente più bassi rispetto  L’allenamento del Core deve
trascurare la muscolatura del
agli atleti di resistenza contenere una combinazione di
tronco e degli arti superiori.
forza, flessibilità e controllo
assumendo un carattere
 Sforzo
funzionale (Ferrante, Bollini 2011).
anaerobico-aerobico alternato
con netta prevalenza però del
sistema anaerobico
, non realmente attuata sul campo

Obiettivo Societario Obiettivo del Prep. Fisico

Vincere il campionato di
Promozione per approdare in Garantire condizione fisica
serie D. Arrivare nei primi posti adeguata dall’inizio alla fine
della classifica per giocare della stagione, prevenendo
almeno i Play Off l’insorgere di infortuni
In una situazione di SPORT DILETTANTISTICO bisogna ricordare e premettere che:
• I giocatori non sono professionisti, al di fuori del basket hanno una loro attività lavorativa più o
meno intensa (a seconda delle professioni) e sono soggetti ad un incostanza dettata dalla loro vita
quotidiana

• Gli spazi palestra,le attrezzature e le ore a disposizione per la preparazione fisica sono ridotte al minimo
indispensabile (adattarsi ad orari, strumenti, attrezzi, staff, etc.)

• Nel periodo di Preparazione Fondamentale (PPF) non c’è la possibilità di affrontare un ritiro o di
fare doppia seduta

• Il periodo di preparazione Specifica (PPS) è spesso integrato con partite amichevoli


infrasettimanali che tolgono spazio alla Preparazione

• Nel periodo Competitivo (PC) le sedute potranno subire variazioni per quanto riguarda durata
e giorno a causa di imprevedibili situazioni come ad esempio spostamento di gare o impraticabilità
palestre, etc.

• Il periodo di Transizione (PT) è più lungo rispetto a quello di una squadra professionistica o
semi-professionistica
Premessa: Arrivo da PT in scarse/scarsissime condizioni Atletiche.
Fondo Lento: inteso come allenamento Resistenza di Lunga Durata Rld I (comprendente i carichi fino a 30’) applicato al
basket.
Circuit Training: si combina l’allenamenti di forza e lavoro cardiovascolare - ottimi risultati per potenziamento muscolare
& dimagrimento [perdita di massa adiposa] (Paoli, Pacelli et al. 2010)
Aspetti Speciali della Resistenza (Forza Resistente o Resistenza alla Forza): eseguita con Traino (Weineck 2001)
chiamata anche Resistenza alla Velocità .
Cross Lane Shuffles: Resistenza Specifica inserendo movimenti e posizioni fondamentali.

Lavori su sabbia: come mezzo di allenamento alternativo e di scarico tendineo legamentoso per giocatori che non curano
molto il periodo precedente (PT)

Ripetute: sui 1000 e 800 m come incremento cap.aerobica . Solo nel PPF e solo per la 2°e3° sett.
Lunghezza media degli scatti in partita e di soli 7,5m con un recupero di 50 sec circa (Barbieri 2013).
I Lavori Intermittenti si avvicineranno di più alle esigenze di gara.
– incremento graduale intensità → incremento % sovraccarico negli es. di
muscolazione

– discesa graduale quantità → diminuzione reps x set

Il PPS è anche contraddistinto dai match ‘’di passaggio’’ dove il tecnico testerà le
condizioni emotive ed organizzative/strategiche dei suoi atleti (Gollin, Vota 2004).
Allenamenti a carattere tecnico-tattico aumentano in durata e numero in
confronto a quelli atletici.

Q diminuirà drasticamente per dar spazio alla I.


DRILL & Esercitazioni per Sviluppo Rapidità [di solito più vicine alla gara]

Giorni dedicati alla preparazione fisica, ma non esclusivamente, sono solo più due:
Martedì e Giovedì

Nei campionati di bassa Lega non esiste un giorno di gara unificato .


MATCH: Sabato-Domenica o eventualmente Venerdì e/o Giovedì
Per i Giocatori: Ferie Lavorative & Scolastiche

Periodo di recupero muscolare e psichico della durata di circa un mese (Gollin, Vota 2004), ma che per
dilettanti è notevolmente più lungo quasi a volte del doppio.

 Fartlek svedese in solitaria con variazioni di ritmo casuali a scelta


 Sala pesi Total Body con set e reps più vicine alla resistenza (3x15-20) e con poco peso
 Sport diversi da quello praticato
 Per i più attenti si andrà a lavorare su scompensi e problematiche sorte durante il PC.
· Baechle T.R., Earle R.W., Il Manuale Del Personal Trainer, Edizioni Calzetti e Mariucci,Perugia 2010

· Barbieri D., Elementi Di Base Per L’allenamento Funzionale, Edizioni Calzetti e Mariucci, Perugia 2013

· Cometti G., La Preparazione Fisica Nel Basket, Società Stampa Sportiva, Roma 2002

· Delextrat A., Cohen D., Physiological testing of basketball players: toward a standard evaluation of anaerobic fitness, J Strength Cond Res.
2008, 22(4):1066-072

· Ferrante, Bollini, Il Core Training. Edizioni Calzetti e Mariucci, Perugia 2011

· Gollin M.,Vota G., Progettare L’allenamento Sportivo, Ed.Libreria Cortina, Torino 2004

· Hodges, Richardson, Il Ruolo del Core Training nella Performance Atletica, nella prevenzione delle lesioni e nel loro trattamento, Strength &
Conditioning (Ita). 2011 Sept, (0):77-83

· McInnes S.E., Carlson J.S., Jones C.J., McKenna M.J. The physiological load imposed on basketball players during competition, Journal of
Sports Sciences. 1995, Oct; 13 (5):387-97

· Narazaki K., Berg N., Stergiou B., Chen, Physiological demands of competitive basketball Department of Integrative Physiology, Scandinavian
Journal of Medicine & Science in Sports. June 2009, 19 (3):425-32

· Regolamento Tecnico Ufficiale della Pallacanestro 2012, sito FIBA, http://www.fiba.com/downloads/Rules/2012/OfficialBasketballRules2012.pdf ,


anno ultima consultazione 2013

· Sallet P., Perrier D., Ferret J.M., Vitelli V., Baverel G., Physiological differences in professional basketball players as a function of playing
position and level of play, J Sports Med Phys Fitness. 2005, 45 (3):291-4

· Sergej M., Ostojic, Sanja, Mazic, Nenad, Dikic, Profiling In Basketball: Physical And Physiological Characteristics Of Elite Players, Journal of
Strength and Conditioning Research. 2006, 20 (4):740-44

· Vittori C., L'allenamento della forza nello sprint, Atletica Studi. 1990; 21 (1-2): 3-25

· Weineck J., L’allenamento Ottimale, Edizioni Calzetti e Mariucci, Perugia 2001

· Weineck J., Haas H., La Preparazione Fisica Ottimale del Giocatore di Pallacanestro, Edizioni Calzetti e Mariucci, Perugia 1999