Sei sulla pagina 1di 6

PuntoZero

I MIRACOLI
DELLA PSICHE
di Antonio Pala

78
Studio e pratico discipline energetico-spirituali da cir-
È ormai assodato che, nel bene e nel ca trent’anni, cercando di trovare la via che mi permetta
male, tutti noi siamo il prodotto delle di gestire la mia vita in modo funzionale, in una visione
nostre personali credenze, gran parte dell’uomo che oggi definiremmo “olistica”, e mi sono oc-
cupato di approfondire i nessi e le implicazioni risultanti
delle quali sono radicate nel subconscio. dalle discipline della psicologia, della fisica quantistica e
La soluzione alla maggior parte dei nostri dell’epigenetica, confluendo quasi senza accorgermene in
problemi e lo sviluppo del nostro pieno un’area al confine con quella che è ormai definita come
la nuova scienza della psiconeuroendocrinoimmunologia.
potenziale risiedono nella possibilità All’interno di questo percorso, approcciandomi sempre
di “riprogrammare” le nostre errate come un “S. Tommaso”, tra le altre metodologie ho sco-
perto il sistema PSYCH-K, uno degli elementi fonda-
convinzioni subcoscienti e sincronizzare mentali che mi ha permesso di arrivare alla “quadratura
fra loro i due emisferi cerebrali. del mio cerchio”. Infatti il mio agire è sempre stato gui-
dato dall’intento di riuscire ad assumere il pieno con-
Ho lavorato molto a lungo per riuscire a strutturare un si- trollo della mente e delineare e vivere la vita in modo
stema completo che permettesse di guarire olisticamente, conforme e coerente alla mia volontà. Negli anni le tante
un sistema integrato alla portata di tutti. Integrando PSY- esperienze mi avevano già permesso di vedere risultati
CH-K con le mie competenze terapeutiche psicologiche, impressionanti sia su di me che sui miei pazienti, ma
energetiche e quantistiche, ho realizzato con facilità il so- non ero ancora abbastanza soddisfatto in ordine a tre cri-
gno di portare a tutti il modo per realizzare nella propria teri: tempi, costi e “fatica”. Infatti avrei potuto vantarmi
vita facilmente il ben-essere, la salute, la felicità e la pienez- dell’incredibile percentuale di successo delle terapie che
za, in totale autonomia. Ritengo che sia il più moderno effettuavo e degli obiettivi che in prima persona ero in
contributo alla psico-neuro-endocrino-immunologia per grado di raggiungere, ma ero insoddisfatto in relazione
facilitare guarigioni fisiche e cambiamenti del comporta- ai tempi che erano, a mio parere, sempre eccessivamen-
mento umano. te lunghi. Ad esempio in una terapia, mediamente, gli

Nexus New Times 97


PuntoZero

Rob williams, creatore del metodo PSYCH-K


79
obiettivi venivano raggiunti in circa un anno nei ragaz- ...al giorno d’oggi, spesso ci vuole un reddito
zi e in circa due anni negli adulti, e i costi erano a mio “da ricchi” per permettersi una terapia, e la
parere discriminanti, nonostante il successo. Infatti, al
fatica e l’impegno emotivo richiesto sono,
giorno d’oggi, spesso ci vuole un reddito “da ricchi” per
permettersi una terapia, e la fatica e l’impegno emotivo talvolta, di per sé un ostacolo insormontabile
richiesto sono, talvolta, di per sé un ostacolo insormon- per chi è stretto nell’angolo dal disagio, dalla
tabile per chi è stretto nell’angolo dal disagio, dalla sof- sofferenza, dalla malattia e dalle paradossali
ferenza, dalla malattia e dalle paradossali e, a loro volta, richieste e pressioni che la cosiddetta
patogene richieste e pressioni che la cosiddetta società
società moderna effettua su ognuno di noi.
moderna effettua su ognuno di noi.
È facile capire che effetto abbia avuto su di me riuscire a
scoprire un modello operativo, perfettamente integrato bile facilità e rispetto dell’integrità dell’utente, che riesce
alla mia visione olistica e agli altri strumenti a mia di- a constatare con piena consapevolezza e partecipazione
sposizione, che permette di raggiungere gli stessi obiettivi come la sua salute, le sue relazioni, il suo lavoro, la sua
in tempi sorprendentemente rapidi, con costi economici prosperità, la sua spiritualità, quindi le sue condizioni esi-
minimi e con una estrema facilità rispetto alle esigenze stenziali possano cambiare donandogli finalmente uno
dell’utente. stato di “ben-essere”.
Nel dettaglio, basti considerare che attualmente quando Attualmente, quindi, il mio modus operandi “olistico”
lavoro con i ragazzi (notoriamente a livello mentale meno prevede una seduta di reciproca esplorazione in cui si ve-
sovrastrutturati degli adulti) riusciamo a raggiungere gli rificano le condizioni di partenza (ovvero le problemati-
obiettivi con tempi che vanno da una a sei-otto sedute, e che patologiche esplicite ed implicite portate dall’utente)
quando lavoro con gli adulti, ci vogliono da due a dieci- e si procede a “ristrutturare” il sistema su alcune prioritarie
dodici sedute e i costi, ovviamente paragonati a quelli ne- e propedeutiche “definizioni di sé e della propria condi-
cessari per sedute (quantomeno settimanali) moltiplicate zione e funzionamento”. Successivamente si procede se-
per qualche anno, sono assolutamente irrisori. Tutti gli guendo le indicazioni che il sistema fornisce in relazione
obiettivi inoltre vengono sempre raggiunti con incredi- al da farsi e al come procedere in relazione alla soluzione

97 Nexus New Times


PuntoZero
del problema-guarigione. Talvolta utilizzo a supporto del- scio che lo supportano. Negli anni passati tutto questo
la procedura alcune arti proprie di antiche tradizioni ma si riusciva a fare ma con dei tempi lunghi e risultati non
facilissime sia nell’apprendimento che nell’uso: le arti del sempre certi (soprattutto per l’utente che partecipava
Kausay Purij, che insegno anche a chi lo desidera, e la suc- in forma quasi esclusivamente passiva). Aver introdotto
citata “reconnection healing”. PSYCH-K nel mio processo terapeutico ha prodotto tutti
Per meglio comprendere come opera questo processo, i cambiamenti che da anni cercavo di apportare. Basato
bisogna prima capire come funziona la nostra mente e su anni di ricerca riguardo alla differenziazione funziona-
come il suo funzionamento possa condizionare la nostra le degli emisferi cerebrali, conosciuta anche come teoria
vita. Potremmo definire l’organismo essere umano come della predominanza emisferica (Brain Dominance Theo-
un sistema psichico che si serve del corpo per muoversi ry), PSYCH-K offre diversi metodi per identificare ve-
su “questo” piano di realtà; per sistema psichico, ricor- locemente e trasformare le credenze che ci sabotano, in
rendo al significato originario del termine ψυχέ (anima, credenze che invece ci supportano, in ogni area della no-
spirito, vita), intendo un’anima che “alimentandolo con stra vita. Ma che cos’è PSYCH-K?
le energie (spirito) gestisce il corpo attraverso la mente”. PSYCH-K, come sostiene il suo “originatore” Rob Wil-
Noi generalmente abbiamo familiarità con la nostra men- liams, “consiste in una serie di principi e di processi pro-
gettati per cambiare le convinzioni a livello subconscio che
limitano l’espressione del tuo pieno potenziale di creatura di-
Il “vero” problema è che queste credenze,
vina che sta vivendo una esperienza umana”.
di solito a livello subconscio, sono molto Io ritengo, in totale accordo con ciò che sostiene Robert
spesso il frutto di una programmazione che M. Williams, che la nostra realtà sia formata dalle nostre
inizia dai primi anni della nostra vita “credenze”, e “preformata” dalle credenze. Infatti in con-
e che ha un’influenza molto forte formità alle “leggi della scienza quantistica” e a quelle di
parte della psicologia costruttivistica, la nostra realtà, la
sul nostro comportamento.
realtà che ci circonda viene continuamente creata, costru-
80
ita dalla nostra mente e da ciò che crediamo “possibile
te conscia, ma sappiamo, grazie ai contributi che vanno e vero”; di contro le nostre percezioni, ovvero la nostra
dalla psicoanalisi all’ipnosi, passando per la psicosintesi, esperienza della realtà, sono a loro volta definite e limitate
quanto sia importante e che ruolo rivesta nella nostra vi- a ciò che crediamo essere possibile e vero. Il “vero” pro-
ta la parte inconscia, ovvero la parte della mente che non blema è che queste credenze, di solito a livello subcon-
conosciamo e di cui ci rendiamo conto esclusivamente scio, sono molto spesso il frutto di una programmazione
attraverso i suoi “esiti”, dai sogni agli atti mancati, agli che inizia dai primi anni della nostra vita e che ha un’in-
impulsi, agli automatismi per finire con tutte le sintoma- fluenza molto forte sul nostro comportamento: tutto il
tologie possibili. È infatti noto ormai a tutti che diver- nostro comportamento messo in atto nel mondo (mondo
si studi nelle varie discipline delle neuroscienze indicano costruito dalla nostra mente) è determinato dagli schemi
che quasi il 95% della nostra coscienza è gestita dal nostro mentali, a loro volta condizionati dalle credenze, abitu-
subconscio. La nostra mente subconscia è il deposito per dini e atteggiamenti “programmati” nella nostra mente
i nostri atteggiamenti, le nostre attitudini, abitudini, at- subcosciente. Molte persone hanno credenze auto-sabo-
teggiamenti, i nostri valori e le nostre credenze. Come ci tanti, abitudini e atteggiamenti disfunzionali che deter-
dimostrano le acquisizioni scientifiche delle neuroscienze minano a livello subconscio i loro esiti comportamentali
e in particolare della PNEI, della psicologia e fisica quan- per quanto riguarda la salute, la prosperità economica,
tistica, tramite le nostre credenze creiamo quella che è la l’autostima, le relazioni personali, il successo lavorativo,
nostra percezione del mondo e di noi stessi, attraverso l’evoluzione spirituale. Henry Ford (fondatore di una no-
un’immagine, uno schema mentale e, condizionati da ta casa automobilistica) una volta disse: “Se credi di po-
queste percezioni, sviluppiamo i nostri comportamenti. tere o se credi di non potere…hai comunque ragione!”
Di solito abbiamo il desiderio di cambiare i comporta- Questo è particolarmente vero quando le credenze sono
menti disfunzionali, che quasi sempre si rivelano essere subconscie. Molti di noi sono d’accordo, e gli studiosi del
comportamenti auto sabotanti, residui dei meccanismi di comportamento lo confermano: i nostri comportamenti
premio-punizione attraverso i quali siamo stati “educati” sono il riflesso diretto delle nostre credenze, percezioni e
o meglio “ammaestrati” durante la nostra crescita. valori, generati dalle esperienze passate. In altre parole, le
Spesso il modo migliore per cambiare un comportamen- nostre credenze stabiliscono i limiti di ciò che possiamo
to disfunzionale è cambiare le credenze a livello subcon- ottenere.

Nexus New Times 97


PuntoZero
Potremmo pensare che sia già abbastanza fastidioso che della tua mente, per cambiare la matrice della tua vita”.
le credenze negative siano un riflesso della realtà, ovve- Per come è nato e per come si è evoluto, potremmo dire
ro che siamo pessimisti perché la realtà che ci circonda che l’attuale sistema di PSYCH-K sia il risultato di “una
è “quantomeno preoccupante”, ma quello che potrebbe serie di intuizioni” generate e perfezionate in anni di ri-
disturbarci ancora di più è sapere che sono proprio queste cerca durante migliaia di sessioni individuali e di gruppo.
credenze negative che concorrono a creare quella realtà. Il gruppo di esperti formatori di PSYCH-K si confronta
Le credenze stabiliscono i limiti e le condizioni di ciò pos- continuamente su prassi, problemi, procedure semplifi-
siamo raggiungere. cative al fine di rendere questo “strumento” alla portata
Nel mio modello operativo utilizzo, a livello diagnostico, di tutti. Prova ne sia che se ne ottiene padronanza in soli
le 5 leggi della medicina Germanica del dr. R. G. Hamer, due giorni di apprendimento. Questa è stata l’altra “ri-
un paradigma completo per definire l’eziopatogenesi del- voluzione” nella mia terapia: invece di avere dei pazien-
le problematiche, quindi le cause e i processi sistemici del ti che vengono da me – e dipendono da me! – dopo un
loro “esprimersi”. Questo paradigma, la conoscenza e la paio di sedute, vista la rapidità, la facilità e l’efficacia del
comprensione delle cause, sono però elementi raramente metodo, comprendono che possono diventare autonomi
sufficienti a permettere una guarigione dell’interessato. Se nel gestirsi le problematiche; a quel punto li invito a im-
non interviene un profondo cambiamento negli schemi parare a loro volta per aiutare non solo sé stessi ma anche
mentali, un cambio di configurazione, una trasmutazione chiunque altro. Ovviamente molti dei miei “colleghi” psi-
di significato in cui l’elemento patogeno viene sublimato coterapeuti o medici non vedono di buon occhio il mio
e reindirizzato verso la sua forma originaria, integrata e approccio, non appartiene alla nostra “cultura” che i ma-
armonica nel nostro sistema olistico, non può avvenire lati si autoguariscano!
una guarigione. Quindi, la difficoltà sembra essere quel- Il problema (il loro problema) è che la salute e il benes-
la di capire come cambiare le vecchie credenze, percezio- sere (o meglio il ben-essere) per me non sono un merca-
ni, definizioni e valori limitanti e trasformarli in nuove to, sono dei diritti o delle caratteristiche intrinseche del
modalità creative positive e costruttive. I cosiddetti mo- nostro “essere umani”, che una società disfunzionale e
81
delli “Cyber” ci danno una mano suggerendoci che il ri-
scrivere le nostre credenze limitanti a livello subconscio
è come riprogrammare un computer. Usando le tecni- ...quando gli emisferi destro e sinistro sono in
che di PSYCH-K, come una specie di “tastiera menta- comunicazione e lavorano simultaneamente,
le” che comunica con il cervello, possiamo incrementare le qualità e le caratteristiche di entrambi
la “comunicazione incrociata” tra i due emisferi cerebra-
li, raggiungendo uno stato di “integrazione emisferica”, gli emisferi sono disponibili in uno stato
condizione ideale per il cambiamento delle credenze sub- sincronizzato per massimizzare
conscie. In aggiunta, quando gli emisferi destro e sinistro il nostro potenziale.
sono in comunicazione e lavorano simultaneamente, le
qualità e le caratteristiche di entrambi gli emisferi sono
disponibili in uno stato sincronizzato per massimizzare il patogena ci ha portato via con la “collaborazione” più o
nostro potenziale. In questo stato di integrazione emisfe- meno cosciente o più o meno ignorante di chi si è arro-
rica, la nostra mente massimizza la sua “risonanza” con gli gato il diritto di detenerne il potere (medici e psicologi
elementi fisici apportando in maniera spesso istantanea il che ridotti a sudditi di una falsa scienza in cui credo-
cambiamento desiderato. Tutte le particelle del sistema, no, privati di senso critico, non si danno l’opportunità
trovandosi all’interno di un sistema coerente, indipen- di conoscere prospettive diverse e spesso più complete,
dentemente dal loro stato fisico, risuonano armonica- funzionali ed efficaci). La differenza è determinata dal
mente, “allineandosi” al modello di coscienza originaria e considerare l’essere umano in una visione olistica; ciò im-
permettendo, così, alla parte “supercosciente” della mente plica l’ispirarsi ad un paradigma basato su un modello
di esprimersi in maniera creativa e generativa in qualsiasi unitario dell’essere umano che ha come centro interiore
piano del sistema. L’espressione creativa della mente su- l’unità della coscienza che, coordinando i vari livelli (da
percosciente genera guarigioni e mutamenti imprevedibi- quelli somatici a quelli mentali e spirituali) si esprime nei
li nella realtà di appartenenza del sistema (il suo mondo, diversi piani di realtà attraverso forme fisico-energetiche.
il suo ambiente di vita). Ogniqualvolta eliminiamo dalla nostra vita la dimensio-
Rob Williams descrive PSYCH-K come “una metodologia ne spirituale, piombiamo in uno squallido mondo dua-
che ti permette in modo amichevole di riscrivere il software lista, positivista e materialista le cui massime espressioni,

97 Nexus New Times


PuntoZero
che lo rappresentano paradigmaticamente, sono le osce- minano le resistenze subconscie al cambiamento. Si tratta
ne brutture prodotte dalla moderna società tecnocrati- di una metodologia sviluppata per creare una integrazio-
ca che vive sfruttando ogni singolo membro del genere ne ottimale di entrambi gli emisferi del cervello, armoniz-
umano a beneficio dei pochi soliti noti! zandoli per raggiungere l’obiettivo preposto.
È proprio per cambiare direzione e sciogliere i legami Questo stato di integrazione emisferica è l’ideale per ri-
con ciò che interiormente o esteriormente ci affligge, che programmare la mente con nuove credenze positive, fa-
abbiamo bisogno di incorporare la dimensione spiritua- cendo scomparire lo stress non necessario e aiutandoci ad
le nel nostro vivere. Dal mio punto di vista potrei an- accedere al nostro “massimo potenziale”, indispensabile
che definire PSYCH-K come un processo spirituale che per rendere efficace la nostra volontà nell’affrontare le sfi-
si concretizza portando benefici sul piano psicologico, de della vita.
fisico e ambientale. Infatti, durante il processo di cam- I risultati di un bilanciamento si possono osservare imme-
biamento che viene attivato è indispensabile la partecipa- diatamente o possono richiedere più tempo (ore, giorni,
settimane o più, dipende dalla complessità della sua rea-
lizzazione). Per esempio, se l’obiettivo è quello di trovare
È normale osservare un repentino un nuovo lavoro, già durante il processo di bilanciamento
cambiamento nel modo di vivere e affrontare è possibile percepire il sentirsi liberi dalla paura di cam-
biare lavoro o di rimanere disoccupati. Ad ogni modo, il
la vita, che, invece di essere una faticosa lotta
trovare un nuovo lavoro può richiedere più tempo e può
quotidiana, diviene un ambito di realizzazione necessitare azioni come la ricerca di nuove opportunità di
della volontà, dove agisce in maniera creativa carriera, effettuare colloqui, ecc.
una sorta di profezia che si auto-avvera in Il processo di cambiamento utilizzato da PSYCH-K im-
relazione alle (finalmente) sagge prospettive plica anche il fare chiarezza nella nostra mente attraverso
l’acquisizione di consapevolezze molto profonde rispetto
e proiezioni della nostra mente.
alle nostre credenze. Se infatti non sappiamo esattamente
82
“chi siamo e che cosa vogliamo” sarà molto difficile as-
zione di tutti i livelli della mente (conscia, subcosciente e sumere decisioni e scegliere quali siano le credenze più
supercosciente), l’attivazione delle risorse energetiche e il armoniche con il nostro essere profondo. Risulta, così,
coinvolgimento del corpo fisico. Ciò permette al metodo molto più importante la qualità dei bilanciamenti fatti,
di essere estremamente sicuro, non invasivo ed efficace che non la quantità.
per cambiare credenze e percezioni antiquate radicate a Le credenze, quando agiscono in linea con il programma
livello della nostra mente subconscia, dove tutti i com- da noi stabilito, rappresentano un potere personale. Co-
portamenti umani, sia costruttivi che distruttivi, hanno me sostiene Gregg Braden, infatti, le credenze sono un
origine. Inoltre, obiettivo esplicito di PSYCH-K è anche enorme potere personale e hanno tutto il potere che serve
quello di accelerare l’evoluzione spirituale individuale e per fare tutti i cambiamenti che vogliamo: “il potere di in-
collettiva. Ciò è permesso dalle leggi che regolano il no- viare le istruzioni guaritrici al nostro sistema immunitario,
stro funzionamento che, interpretate attraverso la volon- alle cellule staminali e al DNA; quello di porre fine alla vio-
tà decisionale del conscio, in riferimento alle più grandi lenza nelle nostre case o comunità o intere aree geografiche, e
tradizioni intellettuali e spirituali del mondo, permetto- quello di guarire le nostre ferite più profonde, di dare vita al-
no di integrarne la saggezza anche a livello subconscio. È le nostre gioie più grandi e, letteralmente, di creare la nostra
normale osservare un repentino cambiamento nel modo REALTÀ quotidiana: attraverso le nostre credenze abbiamo
di vivere e affrontare la vita, che, invece di essere una fati- il dono della singola forza più potente dell’universo: la capa-
cosa lotta quotidiana, diviene un ambito di realizzazione cità di cambiare la nostra vita, il nostro corpo e il mondo,
della volontà, dove agisce in maniera creativa una sorta di per nostra scelta.”
profezia che si auto-avvera in relazione alle (finalmente) A questo punto, è facile capire quanto sia utile poter usare
sagge prospettive e proiezioni della nostra mente. L’appli- PSYCH-K e che, una volta appreso, ci accompagnerà per
cazione e l’espressione pratica di questa saggezza nella no- tutta la vita rendendosi utile in innumerevoli situazioni.
stra vita personale e professionale porta un senso di pace, Potremmo sostenere che gli ambiti di applicazione sono
soddisfazione e realizzazione mentale, emozionale, fisica sconfinati, ma per semplicità li sintetizziamo in catego-
e spirituale. rie: salute, corpo, sofferenza, perdita, autostima, relazioni,
PSYCH-K, servendosi di una procedura che chiamiamo prosperità, successo, lavoro, potere personale, spiritualità.
“bilanciamento”, permette di creare i presupposti che eli- Per esempio, nel caso di uno sportivo che tenti di diventa-

Nexus New Times 97


PuntoZero
re un atleta Olimpico, posto che questi faccia il necessario insieme ai miei collaboratori, diffondo una nuova visio-
allenamento per ottenere una condizione fisica ottimale ne di sé, del mondo e della vita, fornendo potenti ed ef-
per realizzare il suo obiettivo, utilizzeremo un bilancia- ficaci strumenti di cambiamento per creare insieme una
mento per trasformare tutte le resistenze a livello subcon- condizione naturale in cui tutti condividiamo il ben-essere
scio che gli impediscono di raggiungere il suo obiettivo, e sosteniamo il mondo in un percorso verso un presente
così che l’impegno che metterà nell’allenamento produca migliore. „
i massimi risultati, permettendogli il massimo rendimen-
to possibile anche nel momento della gara.
Un altro esempio, in riferimento ad una situazione legata
alla salute, può prevedere l’utilizzo di bilanciamenti per L’autore:
aiutare a ridurre lo stress e i conflitti interiori che suppor- il Dr. Antonio Pala (www.antonio-
tano la presenza della malattia nel corpo dell’interessato, pala.org) studia e pratica discipli-
compiendo tutto ciò che è necessario dal punto di vista ne energetico-spirituali da circa
30 anni. Dopo la laurea in psico-
olistico per aiutare il corpo a guarire sé stesso, come l’eli-
logia ha completato la formazione
minazione dei fattori ostacolanti, trattamenti clinici, die-
accademica con una formazione
ta, esercizio fisico, riposo, ecc. in psicologia analitica (allievo di
La metodologia di PSYCH-K è anche straordinariamente Aldo Carotenuto) e un training in
efficace per trasformare le difficoltà relazionali, permet- psicoterapia transpersonale e in
tendoci di conoscere ed esprimere tutto l’amore di cui psicologia dello sport; successi-
siamo capaci, restituendoci la capacità di perdonare o di vamente ha integrato la propria
rielaborare i traumi il cui solo ricordo continua a ferirci formazione con master e specializzazioni varie tra cui in ipnosi cli-
profondamente e a condizionare la nostra vita, donandoci nica (allievo di Ernest Rossi), P.N.L. e psicologia quantistica. Paral-
finalmente la serenità, la fiducia e l’apertura al mondo che lelamente alle vie “ortodosse”, ha percorso un itinerario formativo
abbiamo sempre desiderato. nell’ambito delle medicine tradizionali, conseguendo un dottorato in
Qi-Gong e un dottorato in agopuntura (Beijng College e Colombo Uni- 83
Ancora, potremmo ipotizzare un intervento richiesto-
versity) e, riuscendo a entrare in contatto con i depositari di svariate
ci da una persona con difficoltà lavorative: il processo di
tradizioni, si è dedicato in particolare alle conoscenze sciamaniche.
scoperta interiore e i bilanciamenti di PSICH-K possono
Negli ultimi anni ha studiato e sperimentato a fondo le leggi della
farci scoprire il nostro vero valore e le nostre reali attitudi- “Nuova Medicina Germanica” del dott. Hamer, che ritiene il miglior
ni, dando energia, efficacia e successo a nuove soluzioni, sistema diagnostico esistente in ambito medico. Il suo attuale lavoro,
a nuove scelte e opportunità, aiutandoci a trasformare il oltre che sugli studi sopra citati, si fonda sull’integrazione delle cono-
nostro modo di lavorare… o il nostro lavoro. scenze acquisite, come Krjiaban, dalla tradizione del Krjia Yoga, come
Tra le numerosissime testimonianze (omesse per ragioni paqo di 4° livello dalla tradizione degli Inkas di Q’Eros, dagli indios
di spazio; NdR), alcune sono assolutamente emblemati- Huicholes, dagli indios oklachactaw, dagli “cham” tuvini e russi, de-
che degli effetti del sistema. Per me ascoltare quotidiana- gli Jankhri di etnia Newar nepalesi, e dai “titiouoli” del Burkina Faso
mente testimonianze e racconti simili a questi significa africano, da sciamani amazzonici ayahuascheros, ed altri sciamani
moltissimo, significa aver trovato un sistema efficiente ed andini. Durante la sua attività professionale di psicologo – psicotera-
efficace per aiutare gli altri nei problemi quotidiani e nei peuta, di consulente aziendale e psicologo dello sport, ha collaborato
col ministero di Grazia e Giustizia come Consulente Tecnico e con
grandi problemi della vita.
il Ministero della Pubblica Istruzione come formatore e responsabi-
Per concludere, PSYCH-K può permetterci di sviluppare
le d’area in progetti multimediali nell’ambito della comunicazione e
la nostra dimensione “interiore”, permettendoci l’accesso della formazione didattica. Oltre a numerose altre qualifiche ed espe-
a livelli di consapevolezza, conoscenza e pienezza spiri- rienze professionali, attualmente è presidente dell’Istituto di Scienze
tuale tali da farci vivere esperienze di pace, espansione e Olistiche di Cagliari (www.istitutodiscienzeolistiche.org), che si occu-
amore che mai avremmo immaginato. pa di ricerca, divulgazione e formazione nell’ambito delle “nuove me-
Conseguenza naturale di tutte le consapevolezze che ho dicine”, altrimenti dette medicine non convenzionali.
sopra descritto è stata la volontà di condividerle tramite Da diversi anni si occupa di medicina e psicologia quantistica e ciò
lo strumento principale. Questo è il motivo per cui ho gli ha permesso di accedere alle conoscenze e ai processi più efficaci
deciso di creare una struttura che mi permettesse di coin- in questo campo: “The Reconnection” e PSYCH-K®, che utilizza abi-
volgere chi lo desidera. Perché chi desidera essere libero tualmente nelle sue terapie . Attualmente vive in Sardegna e lavora
e artefice degli avvenimenti della propria vita divenendo “ovunque” come psicoterapeuta, facilitatore ed istruttore di PSYCH-
K® (www.psychintegration.org) e come professionista de “La ricon-
co-creatore della propria realtà, vuole capire e apprendere
nessione”, tenendo conferenze, corsi e seminari.
come si fa. Adesso mi occupo prevalentemente di questo:

97 Nexus New Times