Sei sulla pagina 1di 32

ATENEAPOLI, l’informazione universitaria dal 1985

© riproduzione riservata Attualità

FEDERICO II
- Comincerà il 12 febbraio alle
ore 15.00 nell’Aula Carlo Romano
Appuntamenti e novità Innovazione Tecnologica. Dopo il
progetto pilota dello scorso giugno,
ripartono le attività che, tra l’altro,
(piano terra, Edificio 20, Policlinico consentono il riconoscimento di
collinare) il corso “Aspetti deonto- la prima Facoltà di Medicina, al si- cademico a seguito delle dimissioni crediti formativi nell’ambito del pro-
logici della professione medica” stema museale e bibliotecario, agli del prof. Andrea Manzo. Si vota il prio Corso di studi. Il calendario: 8
tenuto dal prof. Claudio Buccelli. Ri- spazi della ricerca e della didattica 19 febbraio, 28 gli aventi diritto. Il e 12 febbraio dalle 11.00 alle 18.00;
entra nell’ambito delle Attività Didat- e alla nuova sede del Rettorato di mandato dell’eletto durerà fino al 31 13 febbraio dalle 15.00 alle 18.00;
tiche Elettive (Ade) per gli studenti Caserta: c’è tutto questo nel libro ottobre 2019, ovvero fino a conclu- 2 e 3 aprile dalle 11.00 alle 18.00;
del Corso di Laurea in Medicina ed che racconta per parole e immagini sione del quadriennio accademico 4 aprile dalle 15.00 alle 18.00; 14 e
ha l’obiettivo di fornire conoscenze la storia di un Ateneo che dal 2016 dell’organo collegiale. Nuova torna- 21 maggio dalle 11.00 alle 18.00; 24
dei principi etici e delle regole de- ha deciso di rendere più chiara la ta elettorale il 27 e 28 febbraio per maggio dalle 15.00 alle 18.00. Per
protetta dal Diritto d’Autore
Copia digitale codificata

ontologiche che governano l’attività propria identità cambiando la pro- gli studenti dei Corsi di Studio partecipare gli studenti interessati
sanitaria e la ricerca clinica, abilità pria denominazione da Sun a “Uni- Magistrali afferenti al Dipartimen- devono far pervenire le candidatu-
che si riverberano nella gestione versità degli Studi della Campania to di Studi Letterari, Linguistici e re all’indirizzo talentedgraduates@
del rapporto medico-paziente. Me- Luigi Vanvitelli”. Interverranno all’in- Comparati. Le precedenti consulta- accenture.com. Ulteriori informazio-
dicina Legale, Istituzioni di Diritto contro il Rettore Giuseppe Paolisso, zioni sono andate deserte. Le can- ni possono essere richieste al prof.
Privato, Filosofia del Diritto, Logica la Prorettrice alla Cultura Rosanna didature devono essere presentate Raffaele Montella, referente dell’ini-
e Filosofia della Scienza: i settori di- Cioffi, il prof. Cherubino Gambar- entro il 12 febbraio. Nelle stesse ziativa (raffaele.montella@unipar-
sciplinari affini toccati dal corso. della, i curatori e gli autori del testo. date si elegge pure un rappresen- thenope.it).
- Appuntamento per gli studenti dei - La Vanvitelli ha redatto il proprio tante dei Dottorandi dell’Ateneo
Corsi di Laurea in Matematica l’11 Codice etico e di comportamen- nella Consulta Permanente Stu- SUOR ORSOLA
febbraio: alle ore 10.00 per quelli to. Ora fa partire la procedura di denti – Regione (nella precedente
della Magistrale e alle ore 15.00 per consultazione: personale, colla- consultazione elettorale è mancato BENINCASA
quelli della Triennale (in particolare boratori, organizzazioni sindacali, il raggiungimento del quorum pre- - Gli studenti afferenti ai Corsi
gli iscritti al secondo e terzo anno). associazioni, enti, studenti ed altri visto, ovvero la metà più uno degli di Laurea in Giurisprudenza ed
Gli incontri - tenuti dal Coordina- utenti che fruiscono delle attività e aventi diritto). Economia aziendale e Green
tore del Corso di Studi che fornirà dei servizi offerti dall’Ateneo sono - L’11, 13 e 15 febbraio, nell’Aula Economy interessati ad andare in
informazioni sull’offerta didattica invitati a formulare eventuali os- 4.2 di Palazzo del Mediterraneo, Erasmus nell’anno accademico
del secondo semestre e presenterà servazioni, proposte di modifiche dalle ore 10.30 alle 12.30, il prof. 2019/20 sono invitati a partecipare
l’orario delle lezioni - si terranno in o di integrazioni al testo entro il 21 Hori Makoto della Waseda Univer- all’Infoday che si terrà il 20 febbra-
Sala Professori (primo livello del Di- febbraio all’indirizzo mail: codicee- sity terrà un Laboratorio di intro- io (ore 12.30 - 13.30, aula 4, sede
partimento di Matematica a Monte ticocomportamento@unicampania. duzione al kanbun interamente in C.so Vittorio Emanuele 334). Sarà
Sant’Angelo) it. I rilievi formulati saranno valutati lingua giapponese. È destinato ai presente la prof.ssa Maria Pia Na-
- Partiranno dall’11 marzo e termi- in sede di stesura definitiva del Co- 20 studenti dei Corsi di Laurea Ma- stri, delegato Erasmus di Facoltà.
neranno a maggio le attività di tuto- dice. gistrale che si sono prenotati. - Si terrà a marzo (l’11, il 18, il 25)
rato per l’apprendimento del latino - Open Day Wind Tre il 13 febbraio - C’è tempo fino al 28 febbraio per e aprile (il primo e l’8) dalle ore 9.00
e del greco rivolte agli studenti del alle ore 11.00 nell’Aula Magna del iscriversi al Laboratorio di Fone- alle 12.00 presso il Suor Orsola il
Dipartimento di Studi Umanistici. Dipartimento di Economia. Sa- tica Sperimentale, responsabile il Laboratorio Crescere Danzando.
Gli interessati devono prenotarsi ranno presentate opportunità di sta- prof. Massimo Pettorino. Destinatari Ha l’obiettivo di sollecitare i parteci-
(c’è tempo fino al 18 febbraio) sui ge, curriculari e non, e si terrà una gli studenti delle Magistrali. L’attività panti, attraverso il percorso artistico
siti docenti della prof.ssa Marisa sessione di coaching. Chi intende ha la durata di 24 ore e attribuisce della danza, a creare uno spazio in
Squillante (latino) e Giulio Massi- partecipare deve registrarsi entro quattro crediti formativi. Il Laborato- cui entrare in relazione con il mon-
milla (greco). Sempre nell’ambito l’11 febbraio inviando una mail a rio, che si svolgerà presso l’aula in- do della disabilità e fornire stimoli e
del servizio di tutorato, gli studenti stage.economia@unicampania.it. formatica di via Duomo dal 6 marzo metodi da usufruire nel proprio la-
del Corso di Laurea in Filosofia - È tempo di Ade (Attività Didat- al 12 aprile, fornirà informazioni sul- voro di futuri professionisti nel cam-
potranno essere orientati e riceve- tiche Elettive) al Corso di Laurea la fisiologia della fonazione, le ca- po della formazione. È indirizzato
re supporto didattico rivolgendosi in Medicina, sede di Caserta. In ratteristiche acustiche del segnale agli studenti dei Corsi di Laurea
(aula 322 al terzo piano del Dipar- particolare, nel mese di febbraio fonico e l’analisi spettrografica della in Scienze della Comunicazione,
timento) ai tutor da febbraio fino a sono programmate quattro sessioni voce. Verranno presentate le mo- Scienze dell’Educazione, Scienze
settembre nei giorni e negli orari che attengono all’ambito della Ga- dalità di utilizzo del software PRA- della Formazione Primaria, Scienze
indicati in calendario. A febbraio la stroenterologia coordinate dal prof. AT, mediante il quale gli studenti e tecniche di Psicologia Cognitiva.
dott.ssa Antonia De Vivo riceve il 19 Alessandro Federico. I temi: “Uso potranno segmentare, etichettare Gli studenti interessati devono in-
e 26 (dalle 9.00 alle 12.00), 20 e 27 e abuso di alcool e patologie alco- e analizzare un corpus di parlato e viare la propria candidatura entro il
(dalle 13 alle 15); il dott. Alfredo Gal- ol-correlate”, “Problemi nutrizionali ricavare, sulla base di specifici cor- 18 febbraio, saranno, poi, convoca-
di il 21 e 28 (dalle 13.00 alle 15.00) in Gastroenterologia”, “Approccio al relati acustici, i meccanismi messi ti per un colloquio motivazionale e
e il 22 (dalle 11.00 alle 14.00). paziente con problematiche gastro- in atto dal parlante durante la fo- attitudinale previsto per il giorno 25
enterologiche”, “Fegato e metaboli- nazione. Inoltre verranno forniti gli febbraio. Sono disponibili 15 posti.
VANVITELLI smo”. Le lezioni si tengono nell’Aula strumenti per il calcolo dei parame- Ai selezionati sarà attribuito un pun-
- Sarà presentato il 12 febbraio, 4 di via Arena (Contrada S. Bene- tri ritmico-prosodici di un enunciato. to bonus ai fini della laurea. Per in-
alle ore 17.30, presso il Teatro Co- detto, Caserta), tranne la terza che Al termine del corso è prevista una formazioni: Servizio di Ateneo per le
munale ‘Costantino Parravano’ in si svolge al II Policlinico di Napoli prova di verifica. Attività degli studenti con Disabilità
via Mazzini a Caserta, il volume (presso l’UOC di Epatogastroen- e DSA (saad@unisob.na.it.).
“Università della Campania Luigi terologia, Edificio 3, 2° piano). Per PARTHENOPE - Elezioni studentesche il 4 mar-
Vanvitelli” scritto a più mani e cu- prenotarsi occorre inviare una mail - Parte “Active innovation tech- zo (ore 9.30 – 13.30, aula N al V
rato dai professori Giosi Amirante, a: prenotazioniade@libero.it. nology learning”, un’iniziativa pro- piano della sede centrale di Corso
Rosanna Cioffi e Giuseppe Pigna- mossa dall’Ateneo con Accenture Vittorio Emanuele, 292). Si vota per
telli. Dal profilo di Vanvitelli, archi- L’ORIENTALE Technology curata dal prof. Alfredo nominare un rappresentante nel
tetto che ha legato il suo nome alla - Professori associati del Dipar- Petrosino, Prorettore alle Tecnolo- Consiglio di Facoltà di Lettere e uno
reggia di Caserta, ai saggi dedicati timento Asia, Africa e Mediterra- gie Informatiche. Ha l’obiettivo di in quello di Scienze della Forma-
al territorio sul quale insistono le neo alle urne per eleggere un rap- favorire lo sviluppo di competenze zione. Le candidature dovranno es-
sedi universitarie, alla nascita del- presentante in seno al Senato Ac- di soft e social skills in ambito di sere presentate entro il 18 febbraio.

ATENEAPOLI per la pubblicità autorizzazione Tribunale Napoli ABBONAMENTI


tel. 081291166 - 081291401 n. 3394 del 19/3/1985
NUMERO 2 ANNO XXXIV Per abbonarsi versare sul
marketing@ateneapoli.it iscrizione registro nazionale
L’informazione universitaria pubblicazione n. 665 conto postale n. 40318800
amministrazione della stampa c/o la Presidenza
dal 1985
(numerazione consecutiva dal 1985) intestato ad ATENEAPOLI
Amelia Pannone del Consiglio dei Ministri n. 1960
la quota annuale di riferimento:
direttore responsabile amministrazione@ateneapoli.it del 3/9/1986
È IN EDICOLA Gennaro Varriale studenti: € 16
segreteria tipografia
OGNI 14 GIORNI direzione@ateneapoli.it Marianna Graziano Cerbone Stampa srl
docenti: € 18
segreteria@ateneapoli.it sostenitore ordinario: € 26
redazione
Il prossimo numero sarà numero chiuso in stampa sostenitore straordinario: € 110
Patrizia Amendola
in edicola il 22 febbraio edizione il 5 febbraio 2019
redazione@ateneapoli.it Per informazioni: tel. 081.291166
Ateneapoli s.r.l. (socio unico)
È vietata la riproduzione di testi, foto e Via Pietro Colletta n. 12 email: abbonamenti@ateneapoli.it
collaboratori periodico associato
inserzioni senza espressa autorizzazione
Valentina Orellana, Fabrizio 80139 - Napoli all’USPI
dell’Editore il quale si riserva il diritto SITO INTERNET
di perseguire legalmente gli autori di Geremicca, Ciro Baldini, Sabrina Tel. e fax: 081291401 Unione Stampa
eventuali abusi. Sabatino, Susy Lubrano 081291166 - 081446654 Periodica Italiana www.ateneapoli.it

pag. 2
Numero 2 del 8 febbraio 2019
ATENEAPOLI, l’informazione universitaria dal 1985

© riproduzione riservata Attualità

OPEN DAY della Scuola di


Medicina: attesi al Policlinico
studenti da tutta la Campania
protetta dal Diritto d’Autore
Copia digitale codificata

Circa tremila i ragazzi che hanno prenotato un posto ai


seminari di orientamento. Test di ammissione e lunghezza del
percorso di studi le paure principali delle aspiranti matricole

P aura di sbagliare scelta. Ansia


sul test. Curiosità verso percor-
si innovativi. Desiderio di respirare il
sì all’invito della Scuola di Medicina
federiciana. Treni e bus partiranno
da tutta la Campania. Arriveranno
I ragazzi sono preoccupati soprat-
tutto dagli sbocchi lavorativi. Eventi
del genere servono per raccogliere
una scelta importante che implica
tanti anni di studio e sacrifici”. Resta
ancora qualche posto disponibile.
profumo di ambienti che potrebbe- via mare più di settanta studenti del quante più notizie possibili e incon- Per prenotarsi è sufficiente inviare
ro costituire la seconda casa negli Liceo Statale Ischia. La professo- trare i docenti universitari”. Lun- richiesta agli organizzatori via mail
anni a venire. Sono quasi tremila ressa Rosa Macrì, referente all’o- ghezza del percorso di studio e test a medicina.orientamento@unina.it
le aspiranti matricole che hanno ri- rientamento in uscita della scuola: di ammissione, le paure principali o via whatsapp al 3317259961.
sposto presente all’Open day della “da noi è molto alta la percentuale di Valerio Fabbrini, studente del
Scuola di Medicina dell’Università di studenti interessati a Medicina. Liceo Vittorio Emanuele di Napo-
Federico II in programma il prossi- Abbiamo partecipato anche all’O- li: “vorrei capire cosa mi aspetta se
mo 21 febbraio. Sette aule tra via pen Day dell’anno scorso ed è stato scelgo uno dei Corsi di Laurea che
Montesano, via Pansini e via De veramente molto utile”. Un’espe- saranno presentati”. Si diplomerà Direttori di Dipartimento
Amicis, sedi nell’ordine del Diparti- rienza che è servita soprattutto per quest’anno al Liceo Virgilio di Poz- in Senato Accademico
mento di Farmacia, del Policlinico acquisire fiducia: “i ragazzi hanno zuoli Francesca Nocerino. Medi-
e di Biotecnologie per la salute, capito che Medicina non è un tra- cina la sua ambizione: “dall’Open In questi mesi si è votato in tut-
ospiteranno dalle 9.00 alle 13.00 guardo inarrivabile. La spiegazione day voglio ricavare informazioni sul ti i Dipartimenti della Federico
seminari di orientamento, tenuti da e i consigli sul test hanno rincuorato corso e su possibili alternative nel II per rinnovare i Direttori. Ora
docenti universitari, per presentare parecchio”. Oltre cento i prenotati caso il test non dovesse andare a si torna alle urne per eleggere
tutte le possibilità formative legate del Liceo Bonaventura Rescigno buon fine. Mi interessa molto pure la rappresentanza di questa
al mondo salute: Medicina e Chi- di Roccapiemonte, in provincia di conoscere le materie previste al pri- componente nel Senato Acca-
rurgia, Odontoiatria, Professioni Salerno. Richiesta di partecipazio- mo anno. Poi, vedere il Policlinico demico dell’Ateneo per il trien-
sanitarie, Biotecnologie per la ne inviata agli organizzatori dalla da vicino è sempre un piacere”. Dal nio 2019/2021. Le operazioni
salute e l’offerta didattica del Dipar- professoressa Filomena Santa- Liceo Morante di Scampia partirà di voto sono state indette per
timento di Farmacia (due Magistra- niello che da tanti anni si occupa un gruppo di dieci ragazzi: “quattro i giorni 26 e 27 febbraio. Le
li a ciclo unico, Farmacia e CTF, e di orientamento per la sua scuola: interessati a Medicina e sei a Infer- candidature per gli otto seggi
tre Triennali, Scienze Erboristiche, “è la prima volta che come scuola mieristica - spiega Giovanni Cioffi, disponibili si presentano men-
Scienze nutraceutiche e Controllo ci spostiamo per partecipare a un aspirante chirurgo - Abbiamo de- tre andiamo in stampa, l’8 feb-
di qualità). Tocca quota cento il nu- evento a Napoli. L’offerta formativa ciso di prenotarci perché ci serve braio.
mero di scuole che hanno risposto delle Università cresce sempre più. chiarezza. Quella universitaria è

Terza edizione di CineScienza che. Quattro gli appuntamenti pomeridiani (ore 16.00) in cartellone, il primo
si è già tenuto, ad ingresso gratuito. Ad ogni proiezione seguirà un dibattito
Terza edizione della rassegna CineScienza, organizzata dal prof. Paolo con esperti del campo. Il 15 febbraio dopo la visione di “Ghost in the Shell”,
Emilio Strolin, docente alla Federico II, quest’anno dedicata a “Uomo, ro- la parola ai professori Bruno Siciliano, robotico, e Guglielmo Tamburrini,
bot... androide” presso il Cinema Academy Astra di via Mezzocannone. cibernetico e filosofo; il 1° marzo proiezione di “Her” con gli interventi dei
Inserita nel programma di iniziative di F2 Cultura, si rivolge alla comunità professori Roberto Prevete, cibernetico, e Paolo Valerio, psicologo; il 15
universitaria e scolastica ed ai cittadini ed ha l’obiettivo di evidenziare il marzo i professori Luciano De Menna, ingegnere, e Rosanna Valenti, clas-
legame che esiste tra il mondo del cinema e quello delle scoperte scientifi- sicista, discuteranno di “Blade Runner: The Final Cut”.

Manzari e Caccavale eletti


Presidente e
Segretario della Fuci
S ono entrambi iscritti a Giuri-
sprudenza della Federico II
Presidente e Segretario della Fuci
(Federazione Universitaria Catto-
lica Italiana) di Napoli. Gaetano
Manzari, laureando con tesi in Di-
ritto Parlamentare, relatore il prof.
Umberto Ronga, e Francesco
Caccavale, studente al secondo è possibile ammirare la tela Gloria cantiere incontri su universiadi,
anno, sono stati eletti, all’unani- di Maria Assunta e Santi del pitto- corruzione, diritto dell’informazione
mità, dall’assemblea del gruppo e re Francesco Solimena. Aperta dal e della comunicazione, cui parte-
nominati dal Cardinale Crescenzio lunedì al venerdì (ore 9:00 - 18:00), ciperanno docenti universitari. Nel
Sepe. La sezione napoletana della la sede è adibita come aula studio mese di aprile, in vista delle elezioni
e spirituale e di partecipare al dibat-
F.U.C.I - la più antica associazione per tutti gli universitari (non bisogna europee, “stiamo organizzando una
italiana di studenti universitari, fon- tito politico-istituzionale del nostro essere necessariamente tessera- tavola rotonda con tutte le giovanili
data a Fiesole nel 1896, che ha lo Paese - ha sede presso la Chiesa ti al gruppo) e ospita una volta al dei partiti politici di Napoli, sarà un
scopo di guidare i giovani nella for- San Girolamo delle Monache (via mese convegni su temi di attuali- evento senza precedenti”, anticipa
mazione universitaria, politica, civile Mezzocannone 101) nel cui interno tà che spaziano in ogni campo. In Manzari.

pag. 3
Numero 2 del 8 febbraio 2019
ATENEAPOLI, l’informazione universitaria dal 1985

© riproduzione riservata Attualità


protetta dal Diritto d’Autore
Copia digitale codificata

Prof. Francesco Calza Prof. Francesco Villani Prof. Andrea Mazzucchi Prof. Luigi Califano Prof. Piero Salatino Prof. Alessandro Mandolini Prof. Fortunato Ciardiello
Parthenope Federico II Federico II Federico II Federico II Vanvitelli Vanvitelli

Cenerentola d’Europa in quanto a risorse, l’Università italiana tuttavia vanta punte di eccellenza

Qual è lo stato di salute degli Atenei campani?


Un’analisi con i Presidenti delle Scuole
Siamo davvero la Cenerentola d’Europa? Le grida d’allarme che parlano di un sistema universitario sempre più povero e
sull’orlo del collasso sono vere? Qual è lo stato degli Atenei campani?
Attraverso la voce di autorevoli docenti, Presidenti delle Scuole di Ateneo, cerchiamo di capire come si sta rispondendo alla
carenza di fondi, alla disparità di distribuzione di punti organico, alla migrazione verso il nord Italia o alle esigenze del mercato
del lavoro che richiede figure con sempre maggiori competenze.

UNIVERSITÀ FEDERICO II base di risorse che il Mise (Ministero Chirurgia - Si è, infatti, commesso
dello Sviluppo Economico) ha reso l’errore di dimenticare che gli in-
disponibili, poche purtroppo. Ancora, vestimenti in ricerca ed alta for-

“Siamo meritatamente il grande tema dell’intelligenza arti-


ficiale o del quantum computing:
tutte grandi svolte che ci vedono
mazione sono anticiclici e cioè da
incrementare proprio nei periodi
di crisi. Per quanto attiene alle Uni-

un Ateneo virtuoso”
molto impegnati e sulle quali abbia- versità del Sud, un dato incontro-
mo un potenziale di espressione vertibile ed innegabile è che queste
scientifica non secondo a nessun soffrano le conseguenze di insiste-
Paese, ma a cui corrisponde una di- re su un contesto socio-economi-
sponibilità di risorse molto limitata e co fragile”.
“L a Federico II è tra i maggiori
Atenei in Italia, sia come di-
mensioni che come qualità della di-
Salatino, Presidente della Scuo-
la Politecnica e delle Scienze di
Base - una Scuola come quella da
che inevitabilmente ci condiziona”.
Del resto, aggiunge, “la ricerca di
Il grido di dolore sul finanziamen-
to alla ricerca arriva anche dall’area
dattica e della ricerca. È chiaro che me presieduta, che si trova ad af- base è affidata quasi esclusiva- umanistica, dove la Scuola delle
tutto è molto legato ai finanziamenti, frontare svolte epocali dal punto di mente ai PRIN, che vengono ban- Scienze Umane e Sociali sta defi-
nota dolente nel panorama naziona- vista dell’evoluzione tecnologica, diti non con cadenza annuale e con nendo, sulla base di poche risorse e
le, dove la ricerca è sottofinanziata. soffre del sottofinanziamento alla importi esigui: questo dà la misura tanta volontà, il suo ruolo in Ateneo.
Noi siamo meritatamente un Ate- ricerca che è costitutivo del sistema della crisi in cui ci troviamo. Il PRIN “Noi siamo stati in grado di espri-
neo virtuoso, rientriamo nei criteri universitario italiano. Per constatare 2015 aveva un finanziamento di 90 mere una potenzialità culturale
di spesa, e questo rappresenta per l’esiguità dei finanziamenti basta ve- milioni di euro, oggi siamo a 450 estremamente forte, non solo diret-
noi un vantaggio e un orgoglio”, sono dere quello che avviene in altri Paesi milioni circa ma resta comunque li- tamente come Istituzione ma anche
queste le parole del prof. Francesco Europei, dove si investe molto di più mitato soprattutto quando si riferisce attraverso le nostre diverse compo-
Villani, Presidente della Scuola di per la ricerca su grandi temi”. all’area tecnico-scientifica, che ha nenti, che hanno offerto un contri-
Agraria e Medicina Veterinaria. bisogno di investimenti ingenti, di buto decisivo alle iniziative di terza
Purtroppo c’è da dire che, nono- adeguamenti infrastrutturali, appa- missione dell’Ateneo - ricorda il prof.
stante i conti in ordine, resta una Un Centro di recchiature, ammodernamenti”. Andrea Mazzucchi, Vicepresidente
disparità nella distribuzione di competenze 4.0 “Il sistema universitario ha sconta- della Scuola delle Scienze Umane e
punti organico e risorse tra Ate- to e sconta gli effetti della dramma- Sociali, citando alcuni lavori - Penso
nei del Sud e Atenei del Nord. Prosegue: “Noi adesso stiamo tica crisi economica che ha colpito alle attività della Commissione F2
Questo incide sia sulla didattica che affrontando quello del paradigma insieme all’Italia tutto l’occidente - ri- Cultura che ha garantito, con il coin-
sulla ricerca. “Se guardiamo alla ri- digitale e ci avviamo ad istituire uno badisce il prof. Luigi Califano, Pre- volgimento massiccio di componenti
cerca - afferma allora il prof. Piero dei Competence Center 4.0 sulla sidente della Scuola di Medicina e ...continua a pagina seguente

pag. 4
Numero 2 del 8 febbraio 2019
ATENEAPOLI, l’informazione universitaria dal 1985

© riproduzione riservata Attualità

...continua da pagina precedente Salatino in tema di interdisciplinarità


della Scuola delle Scienze Umane - La trasversalità è un argomento
e Sociali, un programma cultura- molto importante e l’intuizione della
le vasto e rivolto non solo ai nostri Scuola Politecnica è stata proprio
studenti ma alla città intera. All’in- inseguire questo obiettivo. Bisogna
terno della Scuola sono nati alcuni proseguire su questa strada per ot-
esperimenti come la Scuola di Alta tenere risultati ancora più importanti
Formazione del Manoscritto e del per disegnare un futuro in cui questi
Libro Antico, che mi vede coinvolto principi vengano praticati fino in fon-
in prima persona, e che rappresenta, do, alimentando la capacità di inno-
al di là dell’eccellenza scientifica, un vare i percorsi di formazione e strut-
servizio significato ad uno dei luoghi turare attività con la partecipazione
protetta dal Diritto d’Autore
Copia digitale codificata

cruciali dell’identità culturale della di gruppi che provengono da storie


città che è la Biblioteca dei Girolami- diverse. La nostra Scuola, grazie
ni. È una grande sfida di formazione alla visione di tanti colleghi, ha por-
e di cultura che si fa in un luogo cru- tato avanti il suo obiettivo, additato
ciale della città”. anche nel sistema universitario na-
zionale come una buona pratica”.
La terza missione in un Buona pratica anche per il prof.
Califano che vuole appunto “richia-
“territorio complesso” mare, tra i tanti, un ruolo fondamen-
tale che la Scuola da me presieduta presenta un punto di svolta non solo migrazione non sono particolarmen-
Il legame con il territorio e il ruo- svolge: quello di punto di incontro materiale ma anche simbolico che ci te negativi, e questo è indice di una
lo di motore nella terza missione e di confronto tra gli specialismi permetterà anche una programma- credibilità del nostro sistema e di
rappresentano un elemento cen- dipartimentali che, senza occasio- zione più efficiente. Abbiamo attra- una Regione che sta esprimendo vi-
trale comune a tutte le Scuole, nel ni dialettiche, rischiano talvolta di versato senza danni, dietro la guida vacità culturale. Sul piano dell’intero
momento in cui la Federico II si è portare a forme deteriori di egoismo del prof. Aurelio Cernigliaro, un mo- Mezzogiorno è vero che invece oggi
posta come faro culturale in una re- disciplinare. In particolare - aggiun- mento di grande difficoltà legato alla c’è la tendenza a collocarsi già
altà cittadina che ha attraversato un ge - la Scuola di Medicina ha poi la mancanza di una sede e di perso- dove si pensa ci sarà più lavoro”.
momento di carenza di punti di rife- peculiarità di fare da catalizzatore nale, e oggi la Scuola si appronta Questo - spiega il docente - è un po’
rimento. “L’Ateneo è riuscito a porsi nelle problematiche legate all’as- a definire il suo ruolo in Ateneo. un fraintendimento del ruolo della
come punto culturale di riferimento, sistenza. Su questo versante non Sicuramente un nostro punto di ri- formazione. “Oxford non si trova in
questo si evince anche dalle tante posso che essere molto soddisfatto ferimento sarà la Scuola Politecnica un bacino industriale. È la prepara-
attività che si svolgono, non limitate dei risultati raggiunti”. che in questi anni ha raggiunto un zione che conta e i nostri laureati
all’insegnamento in aule o alle atti- “Accanto alla visione, molto alta, ottimo livello di efficienza”. hanno altissime percentuali di in-
vità di ricerca ma estese a tutta una di Università come fucina di cultura serimento. Vanno considerati tanti
serie di iniziative che hanno contri- e non di mero erogatore di servizi, aspetti, tra cui - tiene ad aggiungere
buito alla vivacità culturale del terri- va corrisposta tutta una serie di Aumentano - la conoscenza della lingua e le
torio”, aggiunge Salatino. “È chiaro miglioramenti legati alla vita quo- gli immatricolati soft skills, temi su cui l’Ateneo e la
- prosegue ancora il prof. Mazzuc- tidiana dello studente - riflette il Scuola si stanno molto attivando”.
chi - che per continuare queste at- prof. Salatino da buon ingegnere - Riorganizzazione e razionalizza-
tività sono necessari finanziamenti Bisogna porre ancora più impegno zione anche perché in molti Corsi,
opportuni. L’Ateneo sta facendo il per migliorare la qualità delle nostre dopo la crisi di immatricolazione de- La ‘Normale del Sud’
possibile in una situazione di criti- strutture e i servizi agli studenti. La gli scorsi anni, si sta assistendo ad
cità collettiva, perché su ricerca e qualità di questi incide su tutto e un generale ‘ritorno di fiamma’ da Sul tema delle migrazioni di stu-
formazione questo Paese continua dobbiamo prendere atto che c’è an- parte dei giovani diplomati. “L’au- denti nelle sedi del Nord Italia (se-
a non investire quanto dovrebbe. cora tanto da fare sia dal punto di mento del numero di immatricola- condo gli ultimi dati del Sole24Ore è
In questo quadro le università me- vista organizzativo che strutturale”. ti è estremamente significativo, e uno su 4: ben 157mila ogni anno),
ridionali risentono di una situazione Su questo tema concorda anche il guardando bene i dati si evince non anche Califano tiene ad analizzare
di squilibrio del Paese molto forte. prof. Villani, che ricorda come per la solo la capacità di attrarre studenti il dato, osservando che “la nostra
La Federico II all’interno di questa Scuola di Agraria e Veterinaria “tra le dalla nostra area, ma anche da fuori Università è in controtendenza
realtà riesce a garantire punte di strategie da mettere in atto ci sono regione - commenta Mazzucchi - Per dal momento che quest’anno ha
eccellenza sul piano della ricerca quelle di offrire un’offerta formativa quanto riguarda i nostri Dipartimenti registrato un aumento degli im-
e della formazione che sembrano adeguata e di affiancare a questa il numero di incremento delle imma- matricolati. Ciò vuol dire che i livel-
addirittura stupefacenti, conside- una maggiore attività di laborato- tricolazioni diventa particolarmente li di eccellenza che si registrano in
rate le condizioni nelle quali deve rio, creando strutture ad hoc dove significativo per Scienze Politiche e molte aree sono ben chiari ai giova-
operare. Forse non riusciamo ad es- possano venir messe in pratica le Studi Umanistici, e in particolare per ni che scelgono la Federico II. Un
sere così attrattivi come le nostre po- nozioni teoriche apprese in aula. il Corso di Laurea Triennale in Lette- ulteriore aiuto potrà venire da una
tenzialità vorrebbero perché siamo Questa è un’esigenza sempre più re moderne, ad esempio, per il quale politica di miglioramento dei servizi
in un territorio che è percepito come pressante per offrire ai nostri laurea- è stato necessario giungere ad una agli studenti, quali ad esempio quelli
‘territorio complesso’. Io credo che ti una formazione completa. Natural- moltiplicazione dei canali di inse- informatici, il reperimento di ulteriori
ogni sforzo vada fatto per mostrare mente, per far ciò non necessitano gnamento. Il compito della Scuola è spazi studio, lo sviluppo delle pos-
quanto le nostre potenzialità siano solo strutture adeguate ma anche il provare a garantire a questi studenti sibilità di residenzialità. Versanti sui
in grado di contribuire a superare personale. Noi oggi non possiamo condizioni di frequenza che siano quali l’Ateneo è già molto impegna-
la situazione di disagio che un’area parlare di particolare criticità per le migliori possibili, sia in termini di to. Per l’area medica noi puntiamo,
complicata come l’Italia Meridionale quanto riguarda i Dipartimenti, men- spazi, che di attrezzature e di aule, ad esempio, sul recupero della re-
sicuramente ha”. tre per la Scuola si stanno organiz- garantendo anche ai fuorisede servi- sidenza situata in prossimità delle
Si può dire che le Scienze Umane zando gli uffici, per dare a questo zi migliori di quelli attuali”. Biotecnologie che potrebbe esse-
abbiano, in realtà, un ruolo privile- Organo di recente istituzione una Il problema del diritto allo studio re estremamente importante per i
giato nella rinascita di un territorio? sua completezza”. diventa allora un altro grande tema nostri studenti”. Un altro strumento
La risposta è affermativa, a parere “Mancava alla Scuola di Medicina e una criticità, soprattutto al Sud, nelle mani dell’Ateneo è “la nascita
di Mazzucchi. “Anche se è bene ra- un’autonomia gestionale delle risor- come evidenzia il Presidente della della Scuola Superiore di Alta For-
gionare sempre in termini di conta- se economiche. Ma - spiega il Pre- Scuola Politecnica: “Non si può ne- mazione, la cosiddetta ‘Normale del
minazione tra le nostre discipline di sidente - la recente organizzazione gare che questo tema sia una nota Sud’ per la quale è stato previsto in
area umanistica e le scienze dure dell’Ufficio Contabilità permetterà dolente nella nostra Regione: non Finanziaria un consistente finanzia-
- tiene ad evidenziare - Poi è chia- di rendere più efficace l’azione del- c’è un buon supporto per gli stu- mento. Si tratta di un progetto che
ro che l’attività culturale dell’Ateneo la Scuola in tema di didattica con denti con difficoltà. L’accesso agli potrà contribuire molto alla crescita
è fortemente incentrata sulle idee e l’acquisizione di metodologie inno- studi nella nostra regione è sicura- culturale di tutto il territorio. La Scuo-
sulle attività che stiamo elaborando, vative. Infatti, un punto importante è mente condizionato da questo. Bi- la può diventare uno straordinario
appunto le attività di F2 Cultura, ma quello di mettere a disposizione de- sogna non solo rispondere a questa acceleratore per la formazione di ec-
sono tanti i rapporti e le convenzio- gli studenti sistemi didattici effica- carenza con migliori servizi, ma insi- cellenza ed un luogo di incontro per
ni con il mondo del teatro, dell’ar- ci al passo con i tempi. Purtroppo stere su quegli aspetti che riguarda- ricercatori di punta di tutto il mondo.
te, del cinema, della musica, espe- manca ancora una riorganizzazio- no il territorio. Io rinnovo l’appello per Nel campo medico la Scuola di Me-
rimenti interessanti di internaziona- ne degli spazi per gli studenti ed in la mobilità quotidiana, ad esempio, dicina e Chirurgia di un grande Ate-
lizzazione sul tema cruciale del di- particolare una biblioteca dotata di che condiziona molto i nostri studenti neo come il nostro deve assicurare
gital humanities. Tutti i Dipartimenti computer a disposizione degli stes- e che rientra nel tema del diritto allo una preparazione altamente qualifi-
hanno contribuito a queste attività e si”. studio. Non bastano le agevolazio- cata con mezzi didattici e attrezzatu-
si può dire che questo ruolo sia uno Razionalizzazione è anche la pa- ni economiche, ci vuole un sistema re assistenziali all’avanguardia”.
dei punti di forza della nostra Scuola, rola chiave per il prof. Mazzucchi che permetta agli studenti maggiore All’allarme sulla futura carenza di
anche in prospettiva”. che annuncia un “rafforzamento vivibilità. Purtroppo queste carenze medici, ben 45.000 pensionamenti
“Una impostazione troppo fram- dell’offerta formativa garantendo fanno sì che molti ragazzi scelga- previsti nei prossimi 10 anni, la rispo-
mentata o specialistica può risultare ai nostri studenti spazi adeguati per no di andare a studiare al Nord. Bi- sta che può dare l’università, spiega
non adeguata oggi, sia in sede di ri- un’offerta didattica di eccellenza. La sogna dire che per quanto riguarda il prof. Califano, non può essere che
cerca che di didattica - ricorda il prof. nascita della nostra nuova sede rap- la Campania gli indicatori di questa ...continua a pagina seguente

pag. 5
Numero 2 del 8 febbraio 2019
ATENEAPOLI, l’informazione universitaria dal 1985

© riproduzione riservata Attualità

Alla Vanvitelli
...continua da pagina precedente
continuare a lavorare al meglio ed in
base alle risorse assegnate: “Non si

“forti investimenti per la ricerca”


deve chiedere alle Università quello
che esse non possono dare. Ma sol-
tanto di fare sempre meglio ciò che
esse possono e devono fare. E cioè
offrire una didattica di livello sem-
pre più elevato. Rinforzando, anche
con la necessaria integrazione con
la rete ospedaliera, le occasioni per “L’ Università Luigi Vanvitelli ha
fatto molto negli ultimi anni,
abbiamo avuto un Rettore molto
i nostri studenti di affiancare la cre-
protetta dal Diritto d’Autore
Copia digitale codificata

scita del saper fare all’acquisizione attivo, e anche quegli aspetti che
delle irrinunciabili conoscenze di possono sembrare simbolici, quali
base, oltre che far crescere sempre il cambio di denominazione, sono
di più il livello della ricerca scienti- stati accompagnati da notevoli in-
fica che nella Scuola di Medicina è vestimenti nella didattica e nella
già elevatissimo, come dimostrano le ricerca”, afferma il prof. Alessan-
valutazioni Anvur che in alcune aree dro Mandolini, Presidente della
ci vedono ai vertici nazionali. Sul Scuola Politecnica e delle Scien-
piano dell’occupazione dei medici ze di Base, Scuola che, di recen-
tocca alla politica fare la sua parte. te, ha inaugurato “il nuovo aulario
La nostra risposta alla prospettiva di e gli spazi relax per gli studenti, e
45.000 pensionamenti nei prossimi l’Officina Vanvitelli per la Moda a
San Leucio. Inoltre, stanno per ini-
10 anni sarà la formazione di medici
ziare i lavori per raddoppiare la no-
di alta qualità. Essendo anche dispo- stra biblioteca”. A questo si aggiun-
nibili a recepire un maggior numero gono “i forti investimenti per la
di immatricolati purché compatibile ricerca, non ultimi i 9 milioni per
con una formazione di qualità. Il re- progetti di ricerca intra-ateneo.
sto, lo ripeto, tocca alla politica”. L’Ateneo sta facendo ogni sforzo
“L’indirizzo che il Rettore ha im- ragionevolmente possibile tenuto
presso in questi anni va perseguito conto del bilancio, fortunatamente e imminente buco lasciato dai pros- alla Magistrale e che quindi falsano
- è l’opinione infine di Mazzucchi - In meritatamente virtuoso, per essere simi pensionamenti di una classe queste statistiche”.
anni complessi e difficili per la caren- sempre più presente e punto di rife- medica ormai vecchia e solo in par- L’ultimo anno registra ancora un
za di risorse, si è riusciti a garantire rimento sul territorio. Purtroppo non te avvicendatasi con le nuove leve. trend positivo nelle immatricola-
l’eccellenza nella didattica e nella ri- si può negare che negli ultimi anni Il vero problema sembrano essere zioni anche in settori una volta in
cerca. È stata fatta, considerando l’e- è stato operato un drammatico tra- non tanto i laureati in Medicina, ‘crisi di vocazione’. “I numeri sono
siguità delle risorse, una politica di sferimento di risorse, in particola- ma i pochi specializzandi e i pochi alquanto confortanti se guardiamo
reclutamento attenta e di qualità, re del Fondo di Finanziamento Or- fondi destinati alle assunzioni in ai dati complessivi. La Scuola Po-
riuscendo ad attrarre anche figure di dinario, dal Sud verso il Nord, che reparti sempre più vuoti. “Io mi au- litecnica, tra i suoi tre Dipartimenti
grandissimo prestigio”. “Ovviamen- ci limita anche nelle possibilità guro che si trovi un bilanciamento (Matematica e Fisica, Ingegneria e
te - è il parere anche del prof. Cali- di reclutamento. In questo quadro tra un numero adeguato di studenti Architettura e Disegno Industriale),
fano - per continuare su questa via la Vanvitelli si dimostra un Ateneo che possono iscriversi a Medicina conta oltre le mille immatricola-
sono opportuni investimenti sul fortemente dignitoso, che sta cre- e un’offerta formativa adeguata. In zioni all’anno, confermando una
personale docente, sulle struttu- scendo in un territorio complesso”. questo momento noi abbiamo un certa stabilità. Ci sono Corsi di stu-
re e le infrastrutture”. “Rispetto ad Anche il prof. Fortunato Ciardiello, numero programmato di 400 unità dio trainanti - aggiunge il prof. Man-
un passato di stallo totale, - fa eco il Presidente della Scuola di Medici- tra Napoli e Caserta e non ne po- dolini - quali la Triennale di Ingegne-
prof. Salatino - oggi sembra veder- na e Chirurgia, ricorda le difficoltà tremmo ricevere di più. Ci sarebbe ria industriale, dell’Informazione e le
si uno spiraglio, anche se, come di reclutamento ed in generale gli bisogno di più spazi e più docenti due Lauree Triennali in Design at-
dicevamo, con diverse discrepanze. scarsi investimenti nel sistema uni- per formare più medici”. L’allarme tive presso il Dipartimento di Archi-
Si è attivato un minimo di turn-o- versitario: “L’università italiana ha sulla mancanza di medici, è legato tettura che hanno grandi numeri. Le
ver. Continua ad essere una criticità, registrato negli ultimi 10 anni una in realtà “alla mancanza di speciali- altre aree soffrono un po’, nel senso
soprattutto nel Mezzogiorno, dove il riduzione enorme del numero di sti. I posti nelle Scuole di Specia- che hanno numeri in tendenza con
rapporto studenti/docenti è ancora docenti, che sono stati solo in lizzazione si sono ridotti sempre quelli nazionali dove si registra an-
molto squilibrato, però si è messo in parte rimpiazzati. Siamo un Paese più perché si sono ridotte sem- cora una volta un leggero calo”. A
movimento qualcosa. Ricordo la mia che guarda poco al futuro ed infatti pre di più le borse e si è creato questo si sta cercando di far fronte:
esperienza di Preside, in un momento sono tanti i giovani costretti ad an- un imbuto. Bisogna fare una giusta Ad Ingegneria, ad esempio, si sta
in cui l’università era completamente dare via, perché trovano in altri pae- programmazione per la formazione operando una profonda modifica
bloccata, per cui sia le progressioni si offerte lavorative migliori di quelle di medici e di specialisti ed allocare dell’offerta formativa per l’area
che i nuovi inserimenti erano con il che trovano in Italia. In Campania le risorse adeguate agli Atenei, che civile. Stiamo per sottoporre al Mi-
contagocce. Adesso, anche grazie abbiamo un’ottima offerta forma- incarnano l’organismo tecnico che nistero una proposta di attivazione
alla nostra capacità come Ateneo, tiva ma molti dei nostri migliori deve erogare questa formazione. di un Corso di Laurea professio-
siamo riusciti a raccogliere risultati laureati fuggono”. Non dimentichiamo che siamo il nalizzante in Ingegneria Civile.
importanti in termini di premialità”. Paese con il più basso numero Questa laurea prevede un percor-
“Il completamento della sede di San di laureati in Europa nella fascia so triennale senza possibilità poi
Giovanni, per esempio, - ricorda an- Mancano medici 30-34 anni”. “Su questi dati bisogna di accedere alla Magistrale: l’idea
cora il Presidente della Scuola di Me- specialisti stare attenti - tiene ad evidenziare il è quella di formare professionisti
dicina - è stata una scelta illuminata prof. Mandolini - perché sono tanti da immettere subito nel mondo del
e fruttuosa in ogni direzione. Uno Per i medici, inoltre, si parla di un i laureati triennali che si iscrivono lavoro. L’ingegneria civile è uno
sforzo analogo deve adesso essere dei settori ‘in crisi’, dove il laureato
prodotto su altre aree. Penso all’area triennale non viene richiesto. Que-
di Mezzocannone, al completamen- sto nuovo Corso è pensato in stret-
to di Monte Sant’Angelo, alla sede tissimo rapporto con le aziende e
di Agraria nelle ex officine Fiore, le associazioni di categoria, tanto è
alle esigenze strutturali dell’area vero che abbiamo stipulato numero-
medica e veterinaria. Tutte azioni se convenzioni: con l’Associazione
già avviate e da accelerare. Ovvia- Costruttori Edili di Caserta e quindi
mente, non tutto dipende dall’Uni- con tutte le aziende al suo interno,
versità, ma molto è legato alle scelte e con Piccola Industria di Confindu-
politiche del governo di aumentare o stria Caserta. Il percorso prevede
contrarre i finanziamenti”. “Si vince la un anno di formazione in aula, uno
sfida - conclude il prof. Mazzucchi - di laboratorio e uno di esperienza
solo se non ci si rinchiude in ottiche pratica in azienda. Si tratta di un
municipali e campanilistiche, ma ci si Corso Triennale unico in Campa-
muove verso dimensioni globali. Ac- nia, e secondo in Italia (Politecni-
canto a questo, bisogna garantire co di Bari)”. Per Ingegneria Civile,
un ricambio generazionale: abbia- quindi, saranno attive due Lauree
mo tante forze giovani che dobbiamo Triennali: una metodologica, che ha
essere in grado di mantenere anco- come sbocco la Magistrale, e una
rate a questa Istituzione, fondandolo professionalizzante, come richiesto
sulla eccellenza del merito, cosa che dal mercato. “Questo rappresenta
non è in contraddizione con l’idea di un modo per trattenere i giovani
un’eccellenza diffusa”. sul nostro territorio, sia i diplomati
Valentina Orellana ...continua a pagina seguente

pag. 6
Numero 2 del 8 febbraio 2019
ATENEAPOLI, l’informazione universitaria dal 1985

© riproduzione riservata Attualità

...continua da pagina precedente UNIVERSITÀ PARTHENOPE


che scelgono di andare a studiare
fuori regione, sia i laureati Triennali La parola al Presidente della Scuola di Economia e Giurisprudenza
che sono costretti ad emigrare per
trovare impiego - aggiunge il prof.
Mandolini - Le aziende campane
chiedono queste figure interme-
die, tra il geometra e l’ingegnere.
Poche risorse? “Piangersi
addosso non serve”
Anche da parte delle scuole per
geometri c’è una forte attenzione
verso questo Corso perché secon-
do le nuove direttive UE, dal 2020,
protetta dal Diritto d’Autore
Copia digitale codificata

per potere svolgere attività profes-


sionale bisognerà avere una Laurea
Triennale: questa è l’occasione per
elevare il loro livello di preparazione “P iangersi addosso non serve
a nulla”: è molto pragmati-
co in tema di finanziamenti il prof.
ed essere competitivi sul mercato”.
Ma sono tanti ancora sia gli abban- Francesco Calza, Presidente della
doni che le migrazioni verso le re- Scuola di Economia e Giurispru-
gioni settentrionali: “Molto spesso denza della Parthenope. “Le risorse
scopriamo che gli abbandoni sono assegnate sono quel che sono, ma
rappresentati da ragazzi che vanno bisogna essere concreti e cerca-
a studiare altrove, pensando di tro- re di fare il meglio possibile con
vare un tessuto economico più con- quello che abbiamo. La discus-
nesso. Dobbiamo dire, però, che sione su quelli che sono gli equilibri
stiamo assistendo ad una sempre nazionali e la ripartizione delle risor-
maggiore consapevolezza da parte se, o su quello che verrà da questo
delle aziende del nostro territorio, nuovo Governo, è da rimandare ad
sempre più coinvolte ed interessate altri momenti. La direzione che ha
a formare giovani laureati”. intrapreso l’Ateneo negli ultimi anni
è stata quella giusta e bisogna lavo-
rare per rendere ancora più efficien-
Collegamenti e aule, te e trasparente possibile l’uso delle
le criticità risorse a disposizione”.
Un Ateneo virtuoso, uno dei pochi
Su cosa si deve lavorare ancora? del Sud, che ha lavorato nell’ottica
Quali sono i punti da rafforzare nelle di un ricambio generazionale: “La
Scuole e in un Ateneo in crescita? Parthenope ha fatto sforzi gran-
“Come Ateneo dobbiamo dire che dissimi per dare spazio ai giova-
soffriamo molto dei collegamen- ni, attraverso politiche di recluta-
ti, che non dipendono purtroppo mento oculate e finanziamenti alla di offrire servizi e didattica di qua- lingua inglese e i double degree”.
solo da noi. La Vanvitelli ha cerca- ricerca mirati. Questo ha dato i suoi lità agli studenti. Per raggiungere Negli obiettivi: “un intero percorso
to di sopperire alla mancanza di frutti in termini di premialità e quali- questo obiettivo abbiamo lavorato di studi in inglese. L’internaziona-
mezzi pubblici, ad esempio con tà della ricerca che si riflette anche su più fronti”. lizzazione è un tema che ci sta mol-
le navette, ma non sono sufficienti. nei risultati ottenuti per specifici in- Si parte dalle iniziative di orienta- to a cuore anche quando si parla di
Sono state prese anche altre inizia- dicatori di valutazione. Far largo mento in entrata studiate e messe Erasmus e di possibilità di sostegno
tive come il car sharing o conven- ai giovani significa innescare un in opera in collaborazione con le per svolgere periodi di studio o tiro-
zioni con garage vicini alle sedi circuito virtuoso che porta sem- scuole superiori “presenti in quei cini all’estero. Questo, unito ad una
universitarie, ma è difficile fare di pre nuove risorse”. Quando era bacini più interessati alla nostra maggiore efficienza dei servizi e
più perché siamo distribuiti su un alla guida del Dipartimento di Studi offerta formativa; fino agli aspetti legami sempre più stretti con le
territorio difficile”, dice Mandolini. Aziendali e Quantitativi, ricorda il legati alla comunicazione renden- imprese del territorio, potrebbe
Nello specifico della Scuola di prof. Calza, “abbiamo operato inter- do sempre più fluente l’accesso al rappresentare una spinta per i no-
Medicina, invece, una criticità sono venti che ci hanno fatto ottenere la nostro sito e migliorando i servizi stri giovani a superare determinati
le aule: “La Scuola di Medicina è certificazione di ‘Dipartimento di generali. Molto si è fatto e si sta pregiudizi e a scegliere di restare
un organismo complesso però noi Qualità’ e questo ha portato risor- facendo anche sull’orientamento in Campania. Anche perché non bi-
abbiamo lavorato in modo tale da se aggiuntive, che sono andate sì in itinere per far sì che gli studenti, sogna dimenticare che solo le fami-
far sì che riuscisse ad essere un al Dipartimento ma più in generale in particolare quelli del primo anno, glie più facoltose possono permet-
efficiente organo di raccordo tra i all’Ateneo. Questa è sicuramente la siano ben orientati anche una volta tersi di mantenere un figlio lontano
Dipartimenti e con l’Ateneo. Da un strada da seguire e perseguire per dentro l’università e non perdano di da casa, mentre noi dobbiamo far
punto di vista delle strutture restano la Scuola e per l’Ateneo”. vista il loro obiettivo”. sì che tutti i ragazzi abbiano uguali
le problematiche legate alle nostre Guardando indietro verso il lavoro Uno dei temi critici è ancora una possibilità di formazione ed inseri-
sedi, bellissime e anche restau- svolto nella Scuola di Monte di Dio, volta quello degli abbandoni, a mento”. A questo punto - aggiunge
rate, ma spesso insufficienti. nell’anno e mezzo di sua presiden- cui, appunto, spiega il Presidente, - si dovrebbe anche fare un discor-
In questo anno e due mesi di mia za, il prof. Calza si dice soddisfatto si cerca di far fronte con un buon so più ampio sulle infrastrutture per
Presidenza abbiamo cominciato un anche se non ancora appagato dai supporto in ingresso ed in itinere: le quali andrebbe messo in atto un
lavoro in forte collaborazione con i risultati raggiunti: “Ci eravamo pro- “Il problema degli abbandoni, che piano efficace da parte delle istitu-
Dipartimenti e con le Scuole di Spe- posti, i miei colleghi ed io, di dare interessa tutto il sistema universi- zioni competenti.
cializzazione e bisogna continuare un ruolo sempre più attivo e centra- tario italiano ed in particolare quello Tornando alla Scuola, invece,
su questo piano per superare le dif- le alla Scuola, amplificando quindi meridionale, è legato a due fattori. Calza vuole ricordare anche la spe-
ficoltà”. la capacità dei singoli Dipartimenti Il primo, una ancora forte man- ranza di poter ritornare a breve
canza di consapevolezza dei ra- a Nola, “per noi obiettivo strategi-
gazzi che si immatricolano e che co e dove intendiamo portare non
spesso scoprono di aver fatto una solo Giurisprudenza, ma anche dei
scelta sbagliata. A questo problema Corsi di Economia con un progetto
noi abbiamo cercato di far fronte a lungo termine. Abbiamo dovuto
Al Dises una giornata in istituendo un primo anno comu- abbandonare quell’area perché la
ne tra tutti i Corsi della stessa sede non era adeguata alle nostre
memoria della prof.ssa Balbi Classe in modo da permettere a esigenze e non si rispecchiavano
chi decide di cambiare percorso al determinati requisiti, ma resta tra le
Una giornata in memoria della prof.ssa Simona Balbi, ordinario di Sta- secondo anno di farlo senza debiti nostre priorità un ritorno. Il nola-
tistica al Dipartimento di Scienze Economiche e Statistiche (Dises) del- e quindi senza perdere tempo. Il se- no, infatti, è una zona culturalmente
la Federico II, prematuramente scomparsa all’età di 59 anni lo scorso condo fattore interessa il tema più autonoma e che non ha un’offerta
anno. L’evento “Statistics and Data Science - Scientific meeting in me- generale della migrazione verso il formativa valida, per cui i ragazzi
mory of Simona Balbi”, che si terrà il 19 febbraio nell’Aula Azzurra di nord Italia e che spesso colpisce i sono costretti a disperdersi tra i vari
laureati Triennali che poi scelgono Atenei campani o laziali. Una nostra
Monte Sant’Angelo con inizio alle ore 9.00, vedrà la partecipazione di
di continuare con la Magistrale in presenza sul territorio, vivo anche
amici e colleghi che con l’appassionata docente hanno condiviso parte un’università ubicata in un territo- dal punto di vista del tessuto indu-
del proprio percorso scientifico. Apriranno i lavori Maria Gabriella Gra- rio che loro ritengono più vivace e striale, rappresenta una risposta
ziano, Direttore del Dises, Achille Basile, Monica Pratesi e Luigi Fabris. con più opportunità di lavoro. Per ad un’esigenza di identità cul-
La mattinata sarà dedicata agli interventi di ospiti stranieri, il pomerig- trattenere i ragazzi da noi, bisogna turale ed anche una mano tesa
gio prevede una sessione di testimonianze personali e una di contributi puntare sulle nostre specificità verso le famiglie. Dopo la nostra
scientifici. Partecipano, tra gli altri, Carlo Lauro, Germana Scepi, Fran- culturali, penso a Corsi come la chiusura, infatti, abbiamo consta-
cesco Palumbo, Alfonso Iodice D’enza, Gabriella Grassia (Federico II) e Specialistica in Economia del mare tato che i giovani studenti di Giuri-
Rosanna Verde (Vanvitelli). che ha riscosso molto successo e sprudenza non hanno continuato i
che bisogna ottimizzare, o i corsi in loro studi”.

pag. 7
Numero 2 del 8 febbraio 2019
ATENEAPOLI, l’informazione universitaria dal 1985

© riproduzione riservata Attualità

PhDay: una giornata per i dottorandi alla Vanvitelli


Il Rettore Paolisso: “In tre anni abbiamo reclutato 303 giovani”

S ono giovani, sono al centro dei


programmi di ricerca e l’univer-
sità punta su di loro: sono i dotto-
non è confinato in ambito acca-
demico, ma deve avere collega-
menti di tipo industriale. Esorto
nizza anche altre giornate formati-
ve, inoltre accompagna nell’identi-
ficazione di bandi di ricerca anche
randi della Scuola di Dottorato di i dottorandi ad andare in questa internazionali”.
protetta dal Diritto d’Autore
Copia digitale codificata

Scienze della Vita a cui l’Ateneo, direzione e farsi promotori di inizia- Hanno chiuso la mattinata testi-
il 31 gennaio, ha dedicato il PhDay, tive che possano avere ricadute in monianze dedicate al mondo del
una giornata di confronto e di idee, ambito industriale e dare una mano lavoro. Connessione tra formazione
quest’anno alla seconda edizione. A allo sviluppo del sistema”. Infine un e ricerca e innovazione e aziende al
dare il via all’incontro, aula Bottazzi consiglio dalla dott.ssa Gennarina centro dell’intervento della prof.ssa
presso il complesso di Sant’Andrea Feola, Responsabile del Centro di Nadia Barrella, Delegata del Ret-
delle Dame al completo, il Rettore Servizio di Ateneo per la Ricerca: tore per il Job Placement: “Il nostro
Giuseppe Paolisso con un inter- “Il titolo è un momento di partenza, Ufficio sta pensando ad attività di
vento incentrato sulle numerose poi dovrete continuare. L’Ufficio di placement anche per i dottoran-
opportunità di ricerca che l’Ateneo Ricerca vi aiuta durante la forma- di. Più volte i nostri laureati, anche
offre: “Con i nostri fondi abbiamo zione e organizza delle giornate quelli di alta formazione, ci raccon-
aumentato le borse di dottorato sia di informazione sulla ricerca eu- tano di non riuscire a rispondere pie-
per gli italiani che per gli stranieri. namente alle esigenze delle azien-
Dal 2016 abbiamo il programma ropea con l’obiettivo di indirizzarvi
Valere in cui abbiamo investito, al a costruire proposte progettuali de e presentarsi in modo adeguato.
31 dicembre 2018, ben 41 milioni da presentare in ambito europeo. Da marzo l’attività di coaching,
che hanno passione ed energia da L’ultimo incontro ha registrato 280 solitamente riservata agli studenti,
di euro. Si tratta, anche in questo spendere nello studio. Quanto a noi,
caso, di fondi di Ateneo per asse- presenze. L’Ufficio di Ricerca orga- ...continua a pagina seguente
il nostro compito è organizzare una
gni di ricerca, dottorati e ricercatori didattica avanzata, aumentare la no-
di tipo A. In tre anni abbiamo re- stra visibilità e curare i rapporti con il
clutato 303 giovani. Sono numeri sistema economico sociale”.
di alto spessore che testimoniano Ad aprire la seconda tranche dedi-
quanto l’Ateneo si impegni a favore cata all’internazionalizzazione, uno
della ricerca. Speriamo di portare dei cavalli di battaglia dell’ateneo, il
avanti questo lavoro”. Un consiglio prof. Sergio Minucci, Delegato del
rivolto a tutti, studenti e docenti: Rettore per l’Internazionalizzazione
“La comunicazione è fondamen- e per la Mobilità, che ha invitato i
tale. Consultate ogni giorno il sito dottorandi a cogliere al volo l’op-
di Ateneo, è l’unico modo per es- portunità di un’esperienza forma-
sere sempre informati. Non tutti, tiva all’estero e di confronto con
ad esempio, conoscono il nostro ambienti differenti dal nostro. Come
percorso MdPhD dedicato ai dieci si è evoluto il dottorato e come è
migliori studenti di Medicina. Questo cambiato il ruolo di un dottore di
percorso dura cinque anni e noi ab- ricerca? Lo spiega il prof. Luigi
biamo finanziato già i primi due cicli. Zeni, Delegato per le attività di tra-
E ancora per Architettura: c’è l’Infor- sferimento tecnologico e consorzi:
mation Lab per gli studenti che di- “Nelle aziende, quando sentivano
mostrano di possedere un’alta capa- la parola dottore mi guardavano in
cità di generare prodotti di interesse modo strano, ma oggi le cose sono
nel campo del design e della moda. cambiate. Il dottore è una persona
C’è stato un investimento di un mi- che ha studiato di più, ma la ricer-
lione di euro per dieci ragazzi che, ca applicata non è solo ricerca. C’è
oltre ad avere una media alta, devo- bisogno di competenza ed inter-
no realizzare un progetto che sarà disciplinarietà. L’università deve
valutato da una commissione. Non sostenere lo sviluppo di imprese
lasciatevi ingannare da chi dice che e spin-off che si basano appunto
la laurea non serve perché fare un sulla ricerca e il dottore di ricerca
percorso di qualità è fondamenta-
le per avere un futuro ragionevol-
mente sereno”, ha concluso il Ret-
tore annunciando, prossimamente,
corsi dedicati alla comunicazione - - - LA PAROLA AI DOTTORANDI - - -
e corsi di lingua inglese e italiana
per studenti stranieri. Sulla stessa
lunghezza d’onda, i docenti Dario
Giugliano, Direttore della Scuola di
“Q uando ho vinto il dottorato
non era prevista una borsa
– racconta Elisabetta Tranquillo,
per vedere le proprietà antibatteri-
che dei nostri materiali. Tra le cause
di rigetto ci sono proprio le infezioni
poterne abbassare le dosi perché il
trattamento con questo chemiote-
rapico induce molti effetti collatera-
Dottorato di Scienze della Vita - “le Triennale in Scienze Biologiche, a causa di batteri”. Nell’immediato li”. Uno studio condotto tra Italia e
famiglie investono da cinque a Magistrale in Biologia Molecolare futuro di Elisabetta c’è la partenza Olanda per Giuseppe Delli Paoli:
seicentomila euro nell’istruzione – Poi, su consiglio del mio tutor, ho per Manchester: “Partirò il primo “Dopo la Magistrale sono stato a
dei figli. Quando questi emigrano partecipato al progetto P.O.N. per febbraio. All’università di Manche- Rotterdam e lì ho cominciato una
per cercare lavoro all’estero creano i dottorati industriali e ho vinto una ster mi occuperò di rigenerazione parte del mio progetto di dottorato.
un danno alla nostra società. Nel borsa di studio. Il dottorato indu- tessutale. Faremo scaffold sempre Si tratta di un progetto internazio-
corso degli anni, la politica italiana striale prevede che io trascorra con i biomateriali che sintetizziamo nale e una parte degli esperimenti
ha sempre mostrato poca attenzio- sei mesi in azienda e sei mesi qui nel laboratorio di Ingegneria ad è stata fatta in Olanda in diverse
ne ai problemi dell’università e della all’estero. Per il momento ho lavo- Aversa. Produciamo biomateriali, li tappe”. In cosa consiste il proget-
formazione” - e Lucia Altucci, Dele- rato sei mesi nell’azienda Ecoricer- aggiungiamo all’interno di uno scaf- to di Giuseppe? “Nel laboratorio di
gato del Rettore per la Ricerca, che che S.r.l. di Capua con il dott. Dal fold 3D, un vero e proprio materiale fisiologia generale ci occupiamo di
ha rivolto ai dottorandi parole di inco- Poggetto, che è il mio tutor. Si tratta
di un’azienda piena di strumenta- 3D, che serve per la rigenerazione studi sul metabolismo in vivo e in
raggiamento augurando loro un futu- tessutale, ad esempio di tessuto os- vitro. La parte su cellule e animali è
ro di successo. Un intervento ricco zioni”. In cosa consiste il lavoro di
di informazioni quello della prof.ssa ricerca di Elisabetta? “Sintetizziamo seo o cartilagini”. Laurea in Scienze stata svolta qui in Italia, a Caserta,
Marina Porcelli, Delegato del Retto- biomateriali con la tecnica Sol-Gel. Biologiche alla Federico II per Mar- mentre gli studi sugli uomini a Rot-
re per i Dottorati: “Quest’anno, la Re- La nostra intenzione è creare dispo- tina Pagano: “Durante gli studi per terdam. L’obiettivo di questi studi è
gione ha bandito posti aggiuntivi sitivi medici, come ad esempio delle la tesi mi sono appassionata alla verificare gli effetti della dieta, per
di dottorato finanziandoli con fon- protesi, che siano biocompatibili, in parte sperimentale e alla ricerca e esempio una diversa composizio-
di europei. Si tratta di dottorati inno- modo che, nel corso del tempo, non ho deciso di proseguire con il dotto- ne di acidi grassi, in combinazione
vativi a caratterizzazione industriale ci sia un rigetto da parte del pazien- rato. L’obiettivo del mio progetto di con l’esercizio fisico in diversi mo-
che rappresentano un collegamento te. Sintetizziamo questi biomateriali ricerca è valutare l’effetto anti-pro- delli sperimentali: cellula, animale
fondamentale tra la ricerca pubblica poi facciamo dei test sulle cellule, liferativo e proptotico della SAM, un e uomo. Finora lo studio ha riguar-
e il mondo delle imprese. La nostra su diversi tipi di linee cellulari. In farmaco già impiegato in Italia e di dato un centinaio di persone”. Per
Scuola ha vinto 22 borse aggiunti- Ecoricerche abbiamo fatto anche utilizzarlo in sinergia con un altro i dottorandi, la speranza comune è
ve. La ricerca di qualità è dei giovani dei test di microbiologia sui batteri farmaco, il Cisplatino, in modo da rimanere nel campo della ricerca.

pag. 8
Numero 2 del 8 febbraio 2019
ATENEAPOLI, l’informazione universitaria dal 1985

© riproduzione riservata Attualità

...continua da pagina precedente Sforzatevi di cercare, oggi si


sarà rivolta anche ai dotto-
randi che vorranno perfezio-
può lavorare anche tramite la
rete: l’industria farmaceutica è I PREMIATI
narsi in vista dell’ingresso nel aperta e può accogliere molti
mondo del lavoro”. Che cosa di voi”. “Io sono un dottore in Grande novità del PhDay 2019: My Research in five minutes, la competizione scien-
fa l’industria per i dottorandi? Chimica. Ho scelto la strada tifica che ha visto protagonisti i dottorandi. Solo cinque minuti per esporre il cuore, i
Di cosa ha bisogno? Come imprenditoriale credendo che risultati e le possibili ricadute in ambito scientifico della ricerca condotta durante gli
amplificare la trasmissione del il dottorato fosse solo un titolo studi di dottorato. Diciotto i candidati, solo dieci i vincitori premiati con targhe d’argen-
accademico – è stata la testi- to che, selezionati sulla base di due modalità differenti, hanno avuto l’opportunità di
sapere e delle conoscenze? illustrare alla platea, in lingua inglese e con l’aiuto di slide, il proprio lavoro di ricerca.
Hanno provato a dare una ri- monianza del dott. Francesco
Dal Poggetto, di Ecoricerche Nel corso della mattinata, tra la prima e la seconda tranche di interventi, la giuria
sposta i rappresentanti delle tecnica composta dai prof. Dario Giugliano, Lucia Altucci e Luigi Zeni ha decretato i
aziende presenti. “Vi do una S.r.l. – Con la ricerca, però,
protetta dal Diritto d’Autore
Copia digitale codificata

si può entrare nel privato. primi quattro vincitori: Filomena Castaldo (Dottorato di Medicina Traslazionale) con
buona notizia – ha esordito il suo lavoro “Sexual dysfunction in young women with type 1 diabetes and high glu-
il dott. Antonio Messina del Oggi l’università dà contribu-
ti importanti non soltanto alle cose variability”, Priyanka Gokulnath (Scienze Biomolecolari) con la ricerca “Role
Comitato Presidenza Farmin- of PAX8 in Falloppian Tube Epithelium (site of origin of high grade serous ovarian
dustria – La rivoluzione del grandi aziende, ma anche alle
piccole e alle medie e si inse- cancer”, Elisabetta Tranquillo (Scienze Biochimiche e Biotecnologiche) il cui lavoro
futuro allargherà il campo del è “Synthesis, chimical and biological characterization of biomaterials” e Carmela Vi-
risce bene nel tessuto impren-
farmaceutico. Con l’avvento ditoriale con contributi anche gorito con “Effects of the novel uremic toxin Lanthionine in two esperimental models:
dell’industria 4.0 la farmaceu- in progetti ambiziosi. A conclu- Zebrafish and human endothelial cells”.
tica non riguarda più solo i far- dere, le esperienze lavorative Altri sei dottorandi, sempre selezionati dalla giuria tecnica, si sono sfidati al termine
maci, il campo si allarga. Per la dei dottori Filippo Venturini, degli interventi dedicati all’internazionalizzazione. Al pubblico in sala, il compito di
produzione di farmaci c’è biso- Merck Serono S.p.a., e Gian- selezionare le migliori quattro ricerche a suon di applausi. Ma, a sorpresa, i sei sono
gno di tecnologie, conoscenze lugi Franci, Epic S.r.l. stati, invece, premiati tutti dalla giuria. Ecco i vincitori: Joëlle Ayoub (Scienze Biomo-
e il settore in crescita è un All’evento hanno preso parte lecolari) con la ricerca “Structural and biochemical characterization of a cancer asso-
volano per le assunzioni. La anche i professori Domeni- ciated protein P150 - chromatin assembly Factor 1”, Giuseppe Delli Paoli (Scienze
percentuale di occupazioni è co Amirante, Direttore della Biomolecolari) con “The role of diet and exercise on health parameters in cells, ro-
cresciuta del 5%, il 90% degli Scuola di Dottorato in Scienze dents and humans”, Salvatore Fioriniello (Scienze Biomolecolari) con “Transcriptio-
addetti si compone di lau- Umane e Sociali, e Oronzio nal and epigenetic deregulation of glicosphyngolipid metabolism in Rett syndrome”,
reati, quasi la metà donne e Manca, Direttore della Scuo- Billy Samuel Hill (Scienze Biomolecolari) per il suo lavoro “Molecular imaging in
molte under 25. La farmaceu- la di Dottorato in Politecnica the discovery and evaluation of new anti cancer drugs”, Martina Pagano (Scienze
tica sarà il primo settore per ri- e delle Scienze di Base, che Biochimiche e Biotecnologiche) per “The pro apoptotic effects of S-Adenosylmethio-
cerca e sviluppo. I vostri studi hanno ribadito la sinergia e le nine on laryngeal cancer cells and its synergustic effect with cisplatin” ed Elisabetta
sono risorse per il nostro Pa- tematiche trasversali che le- Signoriello (Scienze Mediche, Cliniche e Sperimentali) con il lavoro “Prognostic and
ese e i nostri ricercatori sono gano i dottorati dell’Ateneo. treatment response ‘Biomarkers’ in Multiple Sclerosis”.
molto apprezzati all’estero. Carol Simeoli

Mettere a disposizione della comunità accademica competenze ed esperienze


scientifiche maturate: l’obiettivo del sodalizio. Presentazione il 15 febbraio Qualche dato
Il 70% dei Professori Emeriti
I Professori Emeriti della Federico II si associano della Federico II si è registrato
presso l’Associazione. Quasi
tutti hanno pubblicato almeno

V enerdì 15 febbraio alle ore ricco e vario che fa preludere un 10 pubblicazioni, monografie,
11.00, presso il Palazzo Pe- dispendio di energie notevoli. Altro libri e quant’altro, una volta
coraro Albani in via Porta di Massa che docenti in pensione, i professori lasciata l’attività di docenza
(Dipartimento di Giurisprudenza) Emeriti sono più attivi che mai. “Ciò attiva. Si conta che il 51% svol-
verrà presentata alla platea acca- che più ci manca è il rapporto e ge ancora attività seminariale;
demica della Federico II l’Associa- la comunicazione quotidiana con il 35% presenzia alle Lauree
zione Professori Emeriti Fede- i giovani. Questi ultimi ci fanno ri- Magistrali; il 20% segue tesi di
riciani. Nata lo scorso settembre, flettere, portano nuove idee e ci Dottorato; il 30% attua azioni
l’Associazione vanta 67 iscritti su mantengono vigili - conclude il prof. di tutoraggio nei confronti de-
113 professori emeriti viventi presso Lauro - Agli studenti speriamo di ap- gli studenti; il 41% dei docenti
l’Ateneo. “La presentazione dell’As- portare i nostri migliori benefici. Non ha svolto attività di Ricerca e il
sociazione si aprirà con una Lectio vogliamo sostituirci ai loro docenti in 41% è Presidente di Istituti di
Magistralis del prof. Aldo Masullo cattedra, vorremmo, dove possibile, Ricerca Pubblica.
dal titolo ‘Il sapere non si stanca’ coadiuvare il lavoro”.
– spiega il professore Emerito Car- L’Associazione Professori Emeriti
lo Lauro, docente di Statistica ad non ha ancora una sede federicia-
Economia, Presidente dell’Associa- > Il prof. Carlo Lauro na dove poter incontrare e ricevere
zione – In quel frangente presente- dra, della Ricerca ecc..”. C’è poi chi
docenti e studenti. “Il Rettore Gae- andando in pensione smette di la-
remo il comitato di docenti (che an- tano Manfredi ci ha assicurato che
drà sostituito con prossime elezioni) vorare e chi invece ritiene “di dover
a breve avremo un piccolo luogo, dare un contributo gratuito alla sua
che fa parte del Direttivo: i profes- all’interno dell’Ateneo, dove poter
sori Giancarlo Bracale (Medicina), sviluppato ed acquisito nei decen- Università. Non siamo ‘vecchietti’
svolgere la nostra attività in pianta che si incontrano per parlare del
Carlo Pedone (Chimica), Luigi Fu- ni di lavoro didattico e scientifico”.
Scopo primario di fatto è quello di: stabile – racconta il prof. Emerito tempo passato. Noi vogliamo pro-
sco Girard (Architettura). A settem-
bre nel comitato c’era anche il prof. “promuovere una ricerca scienti- Biagio Grasso, docente di Diritto muovere la ricerca, elaborare pro-
Carmine Donisi che purtroppo ci fica interdisciplinare, di particolare Privato a Giurisprudenza – L’idea è getti, discutere sul da farsi”. L’Uni-
ha lasciato poco tempo fa”. L’Asso- interesse sociale e di respiro inter- quella di svolgere un’attività sus- versità è molto cambiata negli anni,
ciazione conta docenti provenienti nazionale. Vorremmo, inoltre, dare sidiaria nei confronti dell’Università è difficile, secondo il prof. Grasso,
da quattro macro-aree: “Le Scien- supporto alla formazione universita- dove abbiamo svolto la nostra at- dire se in meglio o in peggio. “Sono
ze di Base, le Scienze della Vita, le ria mediante attività integrative di tività lavorativa. Se ad esempio il cresciuto in un altro mondo universi-
Scienze Ingegneristiche e le Scien- tutoring”. Sempre a supporto della mio Dipartimento vorrà utilizzare la tario, eravamo in pochi, oggi invece
ze Sociali ed Umanistiche. Ogni formazione, “ci piacerebbe guarda- mia esperienza potrà farlo, sia per questo mondo è di massa”. Erano
area è rappresentata da un quarto re alla formazione post universi- la ricerca, sia per organizzare in- altri tempi: “E per chi è in avanti con
dei docenti Emeriti, ciò equivale a taria con attività di Mentoring e contri di studio, sia per il tutorato”. gli anni come me, i tempi passati
dire che l’Associazione è ben bilan- di orientamento verso il mondo del Ma come si diventa Professore sono sempre i più belli. Ho inizia-
ciata e raccoglie tutti i Dipartimenti lavoro”. C’è anche in programma un Emerito? “È il Consiglio di Diparti- to che c’erano 30 civilisti in tutta
dell’Ateneo”. Professori di grande progetto: “per la prevenzione ed mento che valuta e propone il do- Italia, ad oggi se ne contano 350.
prestigio che, seppure in pensione, il contrasto alla dispersione uni- cente come Emerito. La proposta Diciamo che prima c’era una scre-
hanno pensato di rimettersi in gio- versitaria e scolastica. Vorremmo poi passa al Senato Accademico, matura dell’eccellenza, oggi ci sono
co. “Mi viene in mente una battuta – dare supporto anche alle attività ma è il Ministro della Pubblica Istru- vari livelli invece”. Come posizione-
continua il prof. Lauro – Il docente dell’ultimo anno delle superiori, zione che concede questa qualifica. rebbe l’Ateneo Federiciano fra le
Emerito non è morto, è solo invi- attraverso un fitto orientamen- Come si evince, bisogna aver ac- eccellenze? “Per fortuna riusciamo
sibile. Ecco, vogliamo dare visibilità to”. Ultimo punto del Programma: cumulato una certa esperienza nel a mantenere un livello medio-alto.
del nostro mondo al mondo accade- “Promuoveremo la cultura della proprio campo, anche a livello na- Napoli è fatta da docenti qualificati
mico. Metteremo a disposizione legalità e la tutela dei diritti umani zionale. Ad esempio si tiene conto che formano generazioni di studenti
le competenze e le esperienze e sociali, tema che era molto caro delle pubblicazioni scientifiche, di altrettanto eccellenti”.
scientifiche che ognuno di noi ha al prof. Donisi”. Programma molto avere degli studenti saliti in catte- Susy Lubrano

pag. 9
Numero 2 del 8 febbraio 2019
ATENEAPOLI, l’informazione universitaria dal 1985

© riproduzione riservata Sport universitario


Attualità
Università Federico II Farmacia

A poco più di un mese dalle vota-


zioni per la direzione del Dipar-
timento di Farmacia, a via Montesa-
no lo scorso 28 gennaio c’è stato il
ritorno alle urne per scegliere i Pre-
sidenti di tutti i Corsi di Laurea. Due
le riconferme. Cinque i nomi nuovi.
Continuità con i Presidenti uscenti,
incremento delle attività pratiche,
internazionalizzazione il fil rouge
che li accomuna tutti.
Magistrali a ciclo unico: riconferma
protetta dal Diritto d’Autore
Copia digitale codificata

per la prof.ssa Anna Aiello, docen- > Il prof. Orazio Taglialatela > La prof.ssa Francesca Borrelli > La prof.ssa Rita Santamaria
te di Chimica Organica, alla guida
di Farmacia. Cambio a Chimica e
Tecnologia Farmaceutiche (Ctf)
dove a raccogliere il testimone del

Pratica e internazionalizzazione: gli


prof. Paolo Grieco è il prof. Ora-
zio Taglialatela Scafati, docente
di Biologia farmaceutica: “CTF ha
bisogno di alcuni accorgimenti fi-
siologici per adeguare il percor-
so alle esigenze del mondo del obiettivi dei nuovi coordinatori
lavoro”. L’obiettivo numero uno:
“parlare col mondo produttivo af-
finché i laureati siano consapevoli
delle loro possibilità future”. L’idea
dei Corsi di Laurea
è di stimolare il dialogo con visite
in esterna, frequenti anche duran-
te il coordinamento del Presidente nare meglio tutti gli insegnamen-
ti, così da costruire un percorso più
uscente, e organizzando seminari
in sede durante i quali “le aziende armonico”. I numeri dalle urne
possono illustrare agli studenti le Turnover a tutte le Triennali. Alla 118 gli aventi diritto chiamati alle urne il 28 gennaio per scegliere i Co-
competenze di cui necessitano”. guida di Scienze Nutraceutiche il ordinatori dei Corsi di Laurea del Dipartimento di Farmacia. Di seguito
Occhio ai programmi di studio: “si prof. Antonio Randazzo ha ceduto
il testimone alla prof.ssa Luciana l’esito delle votazioni.
corre il rischio di affrontare più volte
lo stesso argomento, tralasciando- Marinelli, docente di Chimica far-
ne altri. Il progetto per ottimizzare il maceutica. La nuova compagna di MAGISTRALI A CICLO UNICO
piano di studio è creare un gruppo viaggio del CdL si chiama Federica,
la piattaforma di e-learning che Farmacia: riconfermata la prof.ssa Anna Aiello con 89 voti. Un voto al
di lavoro che si preoccupi di coordi- professor Giuseppe Caliendo, 4 schede bianche, 4 nulle.
mette a disposizione di chiunque
videolezioni e materiale di studio. CTF: Presidente uscente Paolo Grieco; eletto il prof. Orazio Taglialatela
Work in progress per andare in rete: Scafati con 89 voti, prof. Angelo Antonio Izzo 1 voto, schede bianche 5,
“ci sto lavorando con l’aiuto della
dottoressa Rosa De Vivo. La dea- nulle 3.
Le donne chimico dline per la preparazione delle sli-
de è fissata al 15 marzo. Le lezioni TRIENNALI
si incontrano a saranno fruibili a partire da ottobre”.
Controllo di qualità: Presidente uscente Marialuisa Menna; eletta la prof.
Fuori dalle mura amiche, si lavora
Farmacia anche alla formazione universitaria ssa Rita Santamaria con 90 voti, schede bianche 5, nulle 3.
dei detenuti al carcere di Secon- Scienze Nutraceutiche: Presidente uscente Antonio Randazzo; eletta la
Fa tappa al Dipartimento di digliano. A febbraio l’attivazione prof.ssa Luciana Marinelli con 79 voti, schede bianche 13, nulle 6.
Farmacia il “Global Women’s del primo semestre del primo anno,
che prevede gli insegnamenti di Scienze Erboristiche: Presidente uscente Angelo Antonio Izzo; eletta la
Breakfast”, evento che ha lo
scopo di aiutare le donne chi- Matematica e Statistica, Chimica prof.ssa Francesca Borrelli con 89 voti, prof. Giuseppe De Rosa 1 voto,
mico a espandere la rete di Generale, Biologia Cellulare e In- schede bianche 5, nulle 3.
contatti, sia a livello locale che glese. Nel frattempo l’offerta forma-
internazionale, informarsi sui tiva del settore cresce con il nuovo
progressi della loro carriera
dottorato internazionale di tre anni MAGISTRALI
in ‘Nutraceuticals, functional foods Biotecnologie del Farmaco: riconfermato il prof. Gennaro Piccialli con
ed esplorare opportunità, nello and human health’, attivato nell’an-
sviluppo professionale e negli no accademico 2018-2019 e il Ma- 86 voti, un voto al prof. Francesco Frecentese, 7 schede bianche, 4 nulle.
orizzonti nella ricerca o nell’in- ster in ‘Prodotti Nutraceutici: dalla Tossicologia chimica e ambientale: Presidente uscente Ettore Novellino;
segnamento. Si terrà marte- Ricerca e sviluppo al marketing’. eletta la prof.ssa Raffaella Sorrentino con 82 voti, schede bianche 10,
dì 12 febbraio, alle ore 9.00, Sogno nel cassetto: “rendere que-
nell’Aula B del Dipartimento, nulle 6.
sto Corso sempre più vicino alla
l’incontro sul tema “Empowe- realtà aziendale. Dare ai ragazzi
ring Women in Chemistry”. la possibilità di farsi stimare anche
Apriranno i lavori Valeria Co- prima della laurea. Per questo il mio le aziende e gli studenti riscontrano corso di Tecniche strumentali per
stantino (Direttivo SCI Diffu- obiettivo è quello di ampliare il nu- una certa carenza di esperienza di le indagini su molecole, biomelo-
sione della Cultura Chimica) e mero delle aziende convenzionate laboratorio. L’idea, perciò, è di in- cole, tecniche analitiche. L’obiet-
Concetta Giancola (Presiden- con noi. Siamo partiti con 8, oggi crementare la parte pratica”. Altro tivo è implementare sempre più gli
te Comitato Unico di Garan- siamo arrivati a 40, ma appartengo- auspicio da docente: “aumentare aspetti pratici dei ragazzi. Per ora è
zia), entrambe componenti del no soprattutto alla Campania, il mio l’internazionalizzazione. Sono an- un insegnamento a scelta, magari
Coordinamento Napoletano sogno è conquistare le aziende cora troppo pochi gli studenti che in futuro diventerà un corso fonda-
Donne nella Scienza, con i sa- del centro e nord Italia”. Lavoro scelgono di frequentare l’Erasmus”. mentale. Si tratta di un laboratorio
luti del Direttore di Dipartimen- a Secondigliano anche per il Corso Capitolo Magistrali. Scelta come generale che ha la finalità di avvi-
to Angela Zampella. A seguire di Scienze erboristiche, che conta Coordinatrice del Corso in Tossi- cinare i ragazzi a strumenti molto
gli interventi di Sara Tortorella più di dieci matricole recluse. Neo- cologia Chimica e Ambientale la complessi”. Novità in vista al secon-
(Molecular Horizon s.r.l.) su coordinatrice la prof.ssa Francesca prof.ssa Raffaella Sorrentino, do-
do semestre con il corso a scelta di
“Chimiche protagoniste dell’in- Borrelli, docente di Farmacologia: cente di Farmacologia. Tirocinio e
“è una sfida che accolgo con entu- visite presso le aziende di settore ‘Politiche europee per la scienza e
novazione: sfide e opportuni- le parole chiave del percorso: “di l’innovazione’, tenuto da un esper-
siasmo”. L’obiettivo: “cercherò con i
tà nel mondo delle start-up” e Coordinatori di Scienze erboristiche recente la professoressa Carmela to della materia: “i corsi scientifici
Fabiana Quaglia (Dipartimento di altre città di continuare a favorire dell’Aversano ha accompagnato i hanno sempre più bisogno di una
di Farmacia) con la relazione i nostri laureati. Deve esserci una ragazzi del secondo anno presso conoscenza di base per capire la
“Sviluppo di particelle intelli- differenza tra chi si è laureato in la sede dell’Arpac di Pozzuoli; il politica europea su scienza e finan-
genti nella veicolazione di far- Scienze erboristiche e chi ha con- prof. Diego Tesauro, dopo una le- ziamenti. Come si partecipa a un
maci: non solo questione di seguito in passato un diploma di zione dedicata, ha organizzato una progetto europeo, qual è la diffe-
scienza” e un gioco interattivo erborista”. Guida del CdL di Con- visita al Depuratore di Marcianise”. renza tra finanziare una ricerca o
con Alessia Caso e Germana trollo di qualità affidata alla prof. Riconferma a Biotecnologie del una struttura di ricerca? La mia
Esposito, ricercatrici a Farma- ssa Rita Santamaria, docente di farmaco per il professore di Chi- generazione ha dovuto rincorrere
cia. Biochimica. Punta debole da rinfor- mica organica Gennaro Piccialli: queste informazioni”.
zare: “durante i tirocini extramoenia, “abbiamo introdotto quest’anno un Ciro Baldini

pag. 11
Numero 2 del 8 febbraio 2019
ATENEAPOLI, l’informazione universitaria dal 1985

© riproduzione riservata Sport universitario


Attualità
Università Federico II Medicina

Professoressa in Cile, dottoranda a Napoli

Studio e passioni
dell’odontoiatra Ada Pango
Tempo libero: col papà calciatore va allo stadio. Pizza e pasta? Meglio il riso
protetta dal Diritto d’Autore
Copia digitale codificata

Ivaremmaginate di lavorare nel vostro


paese. Non di lavorare per arri-
indenni alla fine del mese, ma
era difensore. Quando viene a tro-
varmi, andiamo allo stadio”.
Quando comincia la sua avven-
per il quale sono tornata nel 2015
per un anno. Poi il prof. Vincenzo
D’Antò (docente di Malattie odon-
di “fare quello che mi piace”, come tura a Napoli? tostomatologiche) mi propose di re-
si sente spesso in giro. Comprate “La prima volta sono venuta nel stare per il dottorato. A ottobre 2016
casa e macchina. Poi preparate la 2014 per un corso di un mese. Ero ho superato il test. A febbraio 2017
valigia e andate dall’altra parte del
mondo, a studiare. Con borsa di professoressa all’Università del ho iniziato”.
studio, ovvio (follia sì, ma fino a un Cile. La città mi è piaciuta tantissi- Come sono stati i quattro anni
certo punto). L’ipotesi è tratta da una mo. Ho deciso di tornare. Ho par- qui?
storia vera. È quella di Ada Pango tecipato al bando e sono stata am- “Belli e impegnativi. Vedo pazienti ortodonzia”.
(Ada Carolina Pango Madariaga, se messa ad un Master in Ortodonzia, e tengo lezioni di igiene dentale e Come sono gli studenti napole-
consideriamo il doppio cognome di tani?
mamma e papà). È nata il 19 luglio “In generale mi piacciono perché
1982 ad Arica, un paese di 200mila sanno molto, ma la pratica è poca.
abitanti al nord del Cile e a duemila In Cile arrivi all’università alle 8 e
chilometri di distanza da Santiago,
capitale cilena che ospita l’Univer-
Oltre confine, gli accordi fino alle 13 vedi solo pazienti. Poi
c’è lezione per un’ora e si torna in
sità dove Ada è stata professoressa internazionali per gli odontoiatri reparto fino a sera. C’è sempre una
correlazione tra studio e approccio
di ‘Periodoncia Clínica’ (oggi è in
aspettativa). Nel 2014 la prima volta “Con l’Università Cattolica di Lovanio stiamo lavorando a un agre- clinico”.
a Napoli. Oggi è a metà del suo per- ement. È molto importante perché lì ci sono professionisti di livello Clinica a Napoli. Cosa ha impa-
corso di Dottorato di ricerca in Me- mondiale”. Prosegue il cammino verso l’internazionalizzazione a Odon- rato?
dicina Clinica e sperimentale. Stu- toiatria e Protesi dentaria. Gli aggiornamenti arrivano dal Presidente “La parte di ortodonzia invisibile
dia “il rapporto tra spessore della del Corso di Laurea Sandro Rengo. In chiave rapporti internazionali che in Cile non è frequente perché
gengiva e la tipologia facciale”. Tifa è realtà un accordo quadro con l’Università di Monastir, in Tunisia, costosa. Il mio tutor, Vincenzo d’An-
Napoli. Va allo stadio col papà cal- per l’attivazione di Corsi post graduate annuali di sette moduli. A tal pro- tò, se ne occupa. Abbiamo avuto
ciatore. Alla pizza preferisce il riso posito, i due Atenei stanno preparando un corso di perfezionamento in nel tempo risultati incredibili”.
e da Roma in su le fanno notare un Implantologia avanzata a titolo congiunto. In evidenza pure un accordo Un caso disperato andato a
marcato accento napoletano. di cooperazione con il centro di formazione IADET (Institute of Advan- buon fine?
È vero che segue il calcio e che ced Dental Education and Training) di Singapore per l’attivazione di un “Un paziente di quarant’anni. Di-
tifa Napoli? Master Internazionale biennale, da svolgersi in lingua inglese, sul tema: versi studi gli avevano detto di do-
“Sì. Sono qui da tanto tempo, mi “Estetica in implantologia e in odontoiatria moderna”. Dal mondo odon- ver togliere tutti i denti. Con terapia
sono appassionata”. toiatrico, infine, attenzione puntata anche all’accordo quadro MUNA parodontale e trattamento ortodon-
Calciatore preferito? (Mediterranean Universities Network Agreement) che coinvolge dodici tico glieli abbiamo salvati”.
“Koulibaly. In Cile il mio papà è Università del Mediterraneo. Suoi colleghi sostengono: “tra
stato calciatore professionista ed poco parla pure napoletano”...
“Qualche volta, in altre città me lo
hanno fatto notare. Mi capita di usa-
re espressioni del tipo ‘che amma
fa’,’mmo mmo’, ma non lo parlo ve-
ramente. Però lo capisco”.
Cosa le è piaciuto di più finora?
Parte con la pioggia e con un 30 “La città. Penso di essere nata qui
in un’altra vita”.
Ci sarà un posto preferito...
l’avventura a Napoli di Nikola Kevreŝan “La chiesa del Gesù Nuovo. La
prima volta mi sono commossa.
Ancora oggi quando ci entro provo
sensazioni forti”.
“I l primo giorno che sono arrivato
a Napoli ho trovato la pioggia
per tutto il giorno. A casa non c’e-
Cibo: scontato parlare di pizza?
“Non mi sono ancora abituata al
ra né luce né gas. Mi ha sorpreso, cibo napoletano. Giuro, mi piace la
ma già dal giorno dopo c’era il sole”. pizza, ma non la mangio tutte le set-
Inizio traumatico per Nikola Ke- timane. Pure la pasta è buona, ma
vreŝan, studente serbo di 22 anni non concepisco l’abitudine di man-
trasferitosi lo scorso settembre a giarla tutti i giorni”.
Napoli dall’Università di Novi Sad. Del Cile cosa le manca invece?
Per il progetto Erasmus plus fre- “Il riso. Poi mi manca casa mia,
quenterà fino al prossimo giugno le che comprai prima di partire”.
aule di Odontoiatria del Policlinico Andarsene con un lavoro e una
collinare: “la scelta era tra Ancona casa appena acquistata. Ci vuole
e Napoli. Ho preferito una realtà coraggio.
più grande e che ritenevo più inte- “Oggi penso di sì. Però ero così
ressante. Il Policlinico, poi, è una abituata a vivere da sola che non
piccola città”. All’ombra del Vesuvio ho avvertito tanto la distanza. Sono
Nikola ci è arrivato già con una buo- nata ad Arica, a duemila chilometri
na conoscenza dell’italiano: “mi pia- da Santiago. Quindi già lo studio mi
ceva la lingua. L’ho studiata per un ha portato lontano dalla famiglia.
po’ da solo e in parte frequentando fessori e mi hanno aiutato a reperire temporanea. Le lezioni sono fissate Mi sono sentita più parte di Napoli
qualche corso”. A settembre ha se- il materiale di studio”. Esordio agli di mattina, il pomeriggio si passa che di Santiago. Questi quattro anni
guito un corso al Centro Linguistico esami da ricordare. Il primo ostaco- alle attività sul campo. In Serbia il sono passati in fretta”.
di Ateneo per abituarsi al ritmo del- lo è stato superato con trenta, voto Corso di Laurea dura cinque anni Futuro: restare, tornare o anda-
le lezioni: “fino a ottobre è stato più ottenuto all’esame di Endodonzia proprio perché il tirocinio, qui con- re altrove?
complesso seguire, poi man mano con il prof. Rengo: “non è stato di- centrato nel sesto anno, da noi vie- “Al momento non lo so. Cerco di
ho iniziato a capirci di più”. Si è am- verso da quelli ai quali sono abitua- ne svolto durante il quinquennio”. non pianificare molto la mia vita
bientato tra le aule federiciane “gra- to. Anche da noi sono previsti uno Prossimo obiettivo: “l’esame di Chi- perché quando l’ho fatto, poi è av-
zie al supporto degli studenti italiani scritto e un orale”. Diversa, invece, rurgia orale a febbraio, poi penserò venuto il contrario. Penso a finire il
che mi hanno fatto conoscere i pro- la strutturazione del Corso: “da noi a quelli di giugno”. Idee sul futuro: dottorato nel 2020”.
teoria e pratica si muovono in con- “tornare a lavorare qui”. Ciro Baldini

pag. 12
Numero 2 del 8 febbraio 2019
ATENEAPOLI, l’informazione universitaria dal 1985

© riproduzione riservata Sport universitario


Attualità
Università Federico II Medicina - Biotecnologie

M angiare alla Scuola di Medici-


na. Dalle sedi di Farmacia a
Biotecnologie per la salute, passan-
Il momento del pranzo alla
do per il Policlinico, la pausa pran-
zo ha luoghi, rifornitori di fiducia e
regole. Al Policlinico allo scoccare
Scuola di Medicina: luoghi,
dell’ora x, scodelle di pasta e panini
avvolti nella carta stagnola trasfor-
mano i corridoi e le scale dell’E-
abitudini e divieti
dificio 20 in una mensa improvvi-
sata. I fortunati occupano le sedie ne, l’aula occupata: “però lì ci sono sugli stessi tavoli. Due studenti:
del piano terra. I ritardatari della ragazzi che studiano (o schiaccia- “di norma mangiamo qui pietanze
protetta dal Diritto d’Autore
Copia digitale codificata

forchetta, invece, si siedono sulle no un pisolino su un divano posto nostre. In caso di necessità, com-
scale o adottano la formula “man- in fondo alle scale). La convivenza priamo qualcosa nelle salumerie e
gia e smaltisci”, passeggiando tra con gente che mangia può distrar- ristoranti all’esterno”. Una colonni-
un morso e l’altro. Perché questo? re”. Dario, studente del terzo anno, na segnapercorso divide idealmen-
Pare per la mancanza di uno spazio guadagna la strada verso le scale: te lo spazio in due ambienti a scopo
dedicato con tavoli e sedie (met- “oggi per me spesa al supermer- d’uso diversi: “qui si mangia, lì si
terci il microonde è un’esagerazio- cato perché si risparmia e si man- studia”, spiega Alberto, studente
ne?). Una mensa c’è ed è proprio gia di più”. Sulla location: “uno spa- di Medicina che è solito spostarsi
alle spalle del 20. Ma, vox populi, zio dedicato al pranzo sarebbe utile, a Biotecnologie per lo studio. La
anche lì sembra che i visitatori che ma capisco le difficoltà di crearne contaminazione tra le due aree è in
fanno sfoggio della parmigiana del- uno all’interno del Policlinico”. uno stadio avanzato e pagine e pro-
la nonna non siano ben accetti. Lo Nessun problema, invece, in via terzo anno: “preferisco mangiare
sciutto lavorano gomito a gomito. fuori per avere un po’ di tranquillità
chiediamo a Nunzia, studentessa De Amicis. Al bar della sede di All’ultimo piano, in pochi scelgono
del quarto anno di Medicina, che, Biotecnologie, alimenti casalin- e privacy. Nell’aula si cerca comun-
di mangiare nell’aula studio. Chia- que di non mangiare per rispetto di
in piedi, spiega tra uno spicchio di ghi e pasti del bar coesistono ra De Luca, biotecnologa iscritta al
mandarino e l’altro: “la mensa do- chi sta studiando”. E in effetti sui
vrebbe consentire di consumare sia banchi si notano al massimo i resi-
i pasti proposti nel menù sia quelli dui di merendine e frutti consumati
portati da casa”. Non è così? “No! per uno spuntino. Uno studente di
Appena ti vedono con un contenito- Medicina: “c’è il divieto di mangiare
re con cose già pronte, ti cacciano, Giovani in aula (su un avviso cartaceo), ma
spesso con modi anche bruschi. non è rispettato da tutti. In linea ge-
Fanno storie perfino quando ci sono neuroricercatori a convegno nerale, però, si preferisce spostarsi
tavoli liberi”. Perché non andare al bar”.
altrove allora? “Dove? Nelle aule Un convegno, in continuità con l’iniziativa tenutasi lo scorso anno, su Nell’edificio di via Montesano, per
non si può mangiare. Il bar pre- le “Nuove prospettive delle Neuroscienze”. Si terrà il primo marzo i farmacisti non c’è un luogo speci-
tende che siano consumati solo (dalle ore 8.30 alle 18.00) nell’Aula Magna del Centro Congressi della fico dedicato al pasto. Tovaglie e
cibi comprati. Sotto al gazebo non Federico II, in Via Partenope 36. È promosso dalla Divisione di Far- vaschette si incontrano già all’in-
si potrebbe (c’è un cartello di divie- macologia del Dipartimento di Neuroscienze e Scienze Riproduttive ed gresso, sui tavoli prossimi al bar
to) e, quando fa freddo, non è prati- Odontostomatologiche sotto l’egida della Società Italiana di Neuroscien- utilizzati quotidianamente pure per
cabile. Dove dobbiamo andare?”. ze (SINS). Ha l’obiettivo di riunire in un’unica giornata tutti i giovani ri- lo studio. Qualcuno mangia in cat-
Il percorso prosegue e incontriamo cercatori italiani che svolgono attività di ricerca nel settore, allo scopo di tedra, approfittando delle aule vuo-
tre fortunati seduti in corridoio, promuovere l’interazione e lo scambio d’idee su problemi di ricerca di te: “servirebbe un’area più gran-
un privilegio della giornata: “oggi impatto scientifico e sociale. de, soprattutto perché l’aula con le
siamo solo in tre. A volte siamo di La partecipazione è gratuita. Il convegno sarà articolato in diciotto comu- macchinette è piccola per tutti noi
più e nemmeno le sedie nei corridoi nicazioni orali presentate dai giovani neuroricercatori ed in due Letture e spesso usata solo come zona di
sono disponibili, quindi mangiamo Plenarie tenute dalle prof.sse Marina Bentivoglio (Università di Verona), passaggio per soste brevi”, afferma
in piedi”. Escamotage per entrare impegnata da anni in attività di cooperazione internazionale per ricerca Palma, al quarto anno di Farmacia.
in mensa: “se ci sono ragazzi che e formazione nell’ambito delle neuroscienze di base e cliniche, e Laura Rifornitori ufficiali per Mariagrazia,
comprano qualcosa lì, ci ‘mimetiz- Ferraiuolo, direttrice del gruppo di ricerca sulle malattie del motoneuro- sua collega: “panini al bar o pizza
ziamo’ per non farci scoprire”. Uno ne presso l’Università di Sheffield nel Regno Unito. comprata fuori”.
dei tre si sofferma su un’altra opzio- Ciro Baldini

Biotecnologie per la Salute


Da Biotecnologie al
Chimica organica: dopo oltre dieci anni il Policlinico senza ostacoli
prof. Piccialli torna a insegnare alle matricole Via le transenne. È stata rimessa a nuovo, ed è
utilizzabile, la scala che dalla sede universitaria
di via De Amicis porta al Policlinico di via Pansini.
Il percorso, utilizzato da tanti studenti di Medicina
A più di dieci anni di distan-
za torna a insegnare agli
studenti del primo anno di Bio-
comprensione più ampia di una
materia”. Uno stimolo in più: “i
ragazzi al primo anno sono
(e non solo) che si spostano quotidianamente tra
lezioni e pause studio, torna a essere più sicuro,
visto che, fino a qualche settimana fa, l’alterna-
tecnologie per la Salute il prof. ancora sognatori. I più grandi,
Gennaro Piccialli. Il Direttore tiva adot-
invece, sono già proiettati ver-
del CESTEV (Centro di servizio so la tesi”. Si preparino gli stu- tata era
di Ateneo per le Scienze e Tec- denti più giovani a voli pindarici scavalcare
nologie per la Vita), già Preside tra argomenti diversi: “a lezione il muro o
dell’allora Facoltà, si occuperà propongo sempre dei collega- percorrere
al secondo semestre dell’inse- menti e stimolo alla riflessio- a piedi la
gnamento di Chimica Organi- ne attraverso domande come: collinetta.
ca. A lui sarà affidato il gruppo cos’è la chimica? Perché vie- A precede-
di studenti appartenente al ter- ne maltrattata? Quali sono le re la scala,
zo canale, reduce da un primo politiche europee? Spesso si un’ampia
semestre abbastanza precario, finisce a parlare delle industrie insegna in
con docenti assegnati in ritardo farmaceutiche”. Altro step è il ferro ripor-
o smembramenti e accorpa- passaggio dalla teoria alla pra- ta la scritta
menti agli altri due canali decisi tica. Domanda tipica al corso: Medicina e
in corso d’opera: “hanno sof- “qual è il processo chimico Chirurgia.
ferto un po’ al primo semestre. che sottende alla frittura del- Un altro
Al secondo, però, hanno un le alici in padella? Se avessi tassello si
regalo: il prof Piccialli”, afferma tempo, al corso tradizionale aggiunge
scherzando. Parlerà di nuovo affiancherei una parentesi. Ai al puzzle
ai più piccoli: “è bello perché è delle tue azioni e sarai valutato ragazzi, intorno a un tavolo, dei lavori
come se di fronte avessi carta per quello che fai’. Il metodo di direi ‘parliamo di chimica, in ultimati al
bianca. A loro puoi dire ‘si cam- insegnamento non è vincolato maniera free’. Sarebbe bellis- Policlinico.
bia registro. Tu sei responsabile alla prova immediata, ma alla simo”.

pag. 13
Numero 2 del 8 febbraio 2019
ATENEAPOLI, l’informazione universitaria dal 1985

© riproduzione riservata Sport universitario


Attualità
Università Federico II Agraria

Ad Agraria nuovi Coordinatori dei Corsi di Studio


“U n incarico importante, appas-
sionante e delicato”. Il prof.
Carputo eletto a Tecnologie Agrarie

> Il prof. Domenico Carputo


Domenico Carputo, docente di Ge-
netica agraria, descrive così la sua
avventura che è appena iniziata, “Senza la matematica o la
quella di Coordinatore dei Corsi di
chimica” nessun bravo
protetta dal Diritto d’Autore
Copia digitale codificata

Studio in Tecnologie Agrarie. Abruz-


zese, laurea in Agraria a Portici con-
seguita nel 1989, 55 anni, il docente
approda all’esperienza che va ad
intraprendere dopo avere svolto un professionista
incarico di responsabile del servizio
orientamento in ingresso del Dipar-
timento. Ha ottenuto 119 voti. “Co- alla presidenza. Uno dei principali grare i diversi insegnamenti”. Rac-
nosco bene le problematiche degli è certamente la revisione dell’offer- conta un episodio: “mi è capitato di
studenti - tiene a sottolineare - ed ta formativa finalizzata al migliora- tenere una o più lezioni di Genetica
ho sempre cercato di impegnarmi mento della capacità di attrarre dei agli studenti che stavano seguen-
affinché la loro esperienza ad Agra- Corsi di studio. “Le modifiche che do il corso di Matematica. Hanno
ria potesse essere positiva e pro- saranno introdotte - sottolinea nella apprezzato perché hanno speri-
conversazione con Ateneapoli - sa- mentato quanto la matematica sia Far capire che hanno risvolti appli-
duttiva di ottimi risultati. Per questo cativi essenziali per un agronomo,
mi sono candidato alla presidenza ranno naturalmente il frutto di una necessaria per tutta una serie di di-
che senza la matematica o la chimi-
dei Corsi di studio e credo che an- discussione e di un confronto tra scipline che amano di più, in quanto ca non potrà mai esserci un bravo
che per questo i miei colleghi mi ab- tutte le componenti e ci vedranno le considerano affini alla scelta che professionista, aiuta gli studenti ad
biano votato compatti”. impegnate nel prossimo futuro”. hanno compiuto iscrivendosi ad impegnarsi e ad affrontare con più
Gli obiettivi che spera di raggiun- Altro tema importante: il potenzia- Agraria. Ecco, queste finestre, que- forza le difficoltà del primo anno. È
gere durante il mandato sono stati mento delle attività di orientamento ste incursioni di una disciplina nel fondamentale che agli studenti ap-
già illustrati da Carputo ai suoi col- e di divulgazione. “Mi piacerebbe corso di un altro insegnamento van- paiano chiari ed efficaci il progetto
leghi in una lettera che ha inviato poi - prosegue il prof. Carputo - che no incrementate. Soprattutto per dei nostri Corsi di studio e il percor-
loro quando ha deciso di proporsi si riuscisse sempre di più ad inte- quanto riguarda le materie di base. so formativo intrapreso”.

L’ amico dei pipistrelli guiderà il


L’amico dei pipistrelli alla

> Il prof. Danilo Russo


Corso di Studi in Scienze Fo-
restali e Ambientali per i prossimi
tre anni. Il prof. Danilo Russo, na-
turalista ed ecologo, eletto dai suoi
colleghi alcune settimane fa, è uno
guida di Scienze Forestali
dei massimi esperti europei nello – dice – perché ho già avuto un ruo- lo splendido parco Gussone nel
studio di animali – i pipistrelli appun- lo attivo in Scienze Forestali e credo
to – che per decenni hanno goduto quale è immerso il Dipartimento di
molto nell’utilità di questo percorso Agraria. Siamo fortunati a lavora-
di pessima fama e sono stati attiva- formativo. I colleghi mi hanno eletto
mente perseguitati. Anche grazie ai re ed a studiare in un simile con-
ed io mi faccio carico con enorme testo, che può offrire significative
suoi studi ed alla sua intensa attivi- piacere di questo onere. Natural-
tà di divulgazione - ha scritto libri e esperienze di esercitazioni per chi
mente lavorerò coinvolgendo tutte frequenta Scienze forestali”. In pro-
collabora con Bbc e National Geo- le componenti del Corso di studi,
graphic - oggi i pipistrelli sono più gramma anche l’intensificazione dei
perché senza collegialità e con- rapporti con l’associazione degli
amati che in passato. “Si è iniziata divisione delle scelte non si va da
ad affermare – racconta il docente – studenti di Scienze forestali. “Orga-
nessuna parte”. Uno degli obiettivi
la consapevolezza di quanto questi nizzano – dice – attività interessanti
che Russo spera di centrare nei
mammiferi siano utili ed importanti prossimi tre anni è quello di dare un ed escursioni. Mi piacerebbe molti-
nell’equilibrio dell’ecosistema. Pre- taglio sempre più pratico al Corso. plicare le opportunità di collabora- segue il prof. Russo, “Scienze fore-
dano le zanzare, per esempio, e “Cercherò – anticipa – di aumenta- zione. Del resto – mi preme sottoli- stali dovrà prestare un’attenzione
sono degli ottimi bioindicatori, ci rac- re le attività pratiche. Già ora sono nearlo – qui abbiamo la fortuna di alle esigenze del territorio campano
contano se l’ambiente intorno a noi ben strutturate, perché per esempio accogliere studenti mediamente ancora maggiore di quanto abbia
è in salute o ha problemi”. Cinquan- i nostri studenti possono svolgere molto motivati e preparati. Chi si fatto finora. Non partiamo da zero,
ta anni, napoletano, il prof. Russo si importanti esperienze sul campo iscrive non lo fa a caso e la didat- basti pensare al contributo scienti-
accinge ad intraprendere la nuova nel Parco Nazionale d’Abruzzo. Si tica, anche in forza dei numeri che fico che stiamo dando nella piani-
avventura da Coordinatore del Cor- tratta di insistere su questa strada. non sono alti, si svolge in un rap- ficazione degli interventi per mi-
so di Studi con la stessa passione Una bella opportunità potrebbe es- porto diretto tra professori e stu- tigare i danni che furono arrecati
che profonde, da anni, nello studio sere quella di valorizzare, anche ai denti. È uno dei nostri grandi punti al parco del Vesuvio dai terribili
dei mammiferi. “Mi sono candidato fini della pratica dei nostri studenti, di forza”. Nei prossimi tre anni, pro- incendi dell’estate 2017”.

S arà una chimica a guidare per


il prossimo triennio i Corsi di
Studio in Viticoltura ed Enologia e
Una chimica a Viticoltura
in Scienze Enologiche. Con 116 voti
è stata eletta, infatti, la prof.ssa An- colleghi che mi hanno dato fiducia rantire l’aggiornamento dell’offerta
gelita Gambuti. Associato di Eno- ed il mio predecessore, il prof. Moio. formativa, in base alle mutate esi-
logia, dopo la laurea in Chimica ha Mi muoverò in linea con quanto ha genze del mondo del lavoro”. L’in-
condotto sin dal 2001 attività di ri- già fatto lui”. Sono stati già avviati tensificazione dei rapporti e delle
cerca nel settore dei vini. Si è occu- importanti cambiamenti nella strut- collaborazioni con le aziende è un
pata dello studio dei polifenoli dell’u- turazione dei Corsi di studio: “Il mio altro obiettivo:“Questi sono Corsi di
va e del vino, dei fenomeni chimici impegno sarà di continuare in que- studio che, per propria natura, ne-
e biochimici responsabili della loro sto solco, con particolare attenzio- cessitano di interscambio e contatto
evoluzione durante la produzione e
l’invecchiamento del vino e le rela- ne alla Magistrale, che è solo al se- costante con chi lavora nel settore
zioni tra la composizione polifenoli- condo anno e dunque bisognosa di del vino, lo produce e lo commer-
ca e le proprietà sensoriali dei vini. maggiori attenzioni per la sua cre- cializza. Le realtà produttive di no-
“Mi sono candidata - dice ad Atene- scita”. Uno dei primi adempimenti tevole qualità, piccole e grandi, non
apoli - in virtù dell’esperienza matu- del nuovo mandato: “la revisione mancano nel nostro territorio. Per
rata in questi anni e il mio sincero degli insegnamenti, è un punto mol- gli studenti possono rappresentare
interesse nel contribuire a definire e to importante in quanto rappresen- un riferimento significativo”. Ope-
a coordinare una offerta didattica di ta una opportunità per favorire una rare in un clima di “serena e fattiva cità di attrarre dei Corsi di studio”:
elevata qualità nell’ambito della vi- maggiore regolarità del percorso di collaborazione” con il fine “di man- la cifra caratterizzante del mandato
ticoltura e dell’enologia. Ringrazio i studi, migliorarne l’attrattività e ga- tenere elevata la qualità e la capa- della prof.ssa Gambuti.

pag. 14
Numero 2 del 8 febbraio 2019
ATENEAPOLI, l’informazione universitaria dal 1985

© riproduzione riservata Sport universitario


Attualità
Università Federico II Agraria - Studi Umanistici

“M i propongo di affrontare al-


cune criticità proprie di un
Corso di Laurea fondato ormai
Tecnologie Alimentari
diversi anni fa e per il quale sono
oggi necessari una serie di adegua- Ferranti: migliorare il
menti, in linea con quanto avviato
dal precedente Coordinamento”.
Parole del prof. Pasquale Ferranti,
neo Presidente del Corso di Laurea
tutoraggio e riorganizzare
in Tecnologie Alimentari che ha
ottenuto 120 preferenze alle urne.
“Uno dei punti prioritari - dice - è
risorse e laboratori didattici
protetta dal Diritto d’Autore
Copia digitale codificata

la revisione del Manifesto degli


Studi e del relativo ordinamento, orizzontale, nella direzione della dalla ottimizzazione del sistema di
alla luce di quanto è stato realizza- ottimizzazione del coordinamento tutoraggio e dalla riorganizzazio-
to già anche dai Corsi analoghi di tra corsi dello stesso anno e dello ne delle risorse e dei laboratori
varie Università italiane - soprattut- stesso semestre”. Con gli spazi re- didattici per le attività pratiche. torio ed oltre. Con queste aziende
to per quanto riguarda la Magistrale cuperati da questa ottimizzazione Sono esigenze che da tempo comu- la commissione avvierà un tavolo di
- al fine di rendere più funzionale il la Commissione di Coordinamento nicano gli studenti. In questa ottica dialogo per comprendere quali sia-
percorso degli studenti al conse- ed il Direttore - auspica il docente rientrano anche le interazioni con no le figure professionali delle quali
guimento di un titolo al passo con - potranno valutare l’introduzione imprese ed enti di ricerca durante
le acquisizioni scientifiche e tecno- hanno necessità”. Sarà un mandato
di nuovi contenuti anche al fine di il percorso di studi, da concretizzare
logiche attuali”. Nello stesso ambito incrementare l’attrattività dei Corsi anche con la definizione di accordi – precisa il docente – caratterizzato
si punterà anche a migliorare l’orga- di studio. Nel programma c’è poi il e convenzioni” e nel post-laurea. “In dal continuo confronto con le varie
nizzazione interna dei singoli corsi tentativo di migliorare – nel senso questi anni sono state già avviate componenti del Corso di Studi e del
e programmi, “sia dal punto di vista di abbreviarne i tempi e renderlo iniziative con il mondo del lavoro, Dipartimento.
della coordinazione verticale - in- più formativo – il percorso degli stu- anche, ad esempio, attraverso i
nanzitutto evitare ridondanze e ripe- denti. “In linea con le iniziative del tanti nostri laureati che oggi occu- I servizi su Agraria
tizioni di argomenti - che a livello precedente coordinatore, si partirà pano posizioni in aziende del terri- sono di Fabrizio Geremicca

Magistrale in Biotecnologie Agro-Ambientali e Alimentari: la parola alla prof.ssa Maria Antonietta Rao

Verso il rimodellamento del percorso formativo


R evisione dell’ordinamento didattico, internazionalizzazione, ampliamen-
to delle opportunità offerte agli studenti di svolgere stage e tirocini: sono
le tre direttrici lungo le quali annuncia che si muoverà la prof.ssa Maria An-
un lavoro collegiale quello che verrà svolto per rimodulare l’offerta formativa
e terrà conto anche dell’opinione degli studenti. “Li conosco bene - sottolinea
la prof.ssa Rao - e so quali sono le loro aspettative. Il problema è che non
tonietta Rao, nuovo Presidente del Corso di Laurea Magistrale in Biotecno- sempre poi coincidono con la realtà che trovano quando si immatricolano.
logie Agro-Ambientali e Alimentari, in continuità con la precedente Coordina- Dobbiamo cercare di rendere aspettative e realtà il meno distanti possibile”.
trice e con la collaborazione di docenti e studenti. Un altro aspetto che si dovrà affrontare “è il miglioramento dei contatti
Il primo punto all’ordine del giorno è il rimodellamento del percorso for- con istituti ed atenei esteri in maniera tale da favorire i soggiorni Erasmus.
mativo. “Sarà un momento impegnativo che ci vedrà tutti coinvolti nella ma- Credo molto nelle opportunità di crescita umana e culturale che offre la per-
nutenzione del percorso di studi e dei contenuti dei singoli insegnamenti allo manenza all’estero degli studenti per alcuni mesi. Nella stessa ottica, il Corso
scopo di ampliare e migliorare le conoscenze e competenze degli studenti, di studi deve ampliare anche la gamma dei contatti con atenei e realtà ex-
evitando sovrapposizioni e carenze nei programmi, e di aggiornare i conte- traeuropee che potrebbero ospitare i laureandi per la preparazione delle tesi
nuti per mantenere il passo con la forte innovazione che caratterizza le bio- sperimentali”. Terzo obiettivo: favorire opportunità di stage in azienda per gli
tecnologie”. Saranno risolte le criticità individuate grazie a vari monitoraggi, studenti durante il percorso: “È importante che i ragazzi provino fisicamente
poi, però, “cercheremo di guardare un po’ più lontano per formulare un Corso cosa si fa. Non possono restare chiusi nei nostri studi, c’è tanto altro. Più am-
che possa dare maggiori opportunità. Una delle ipotesi in discussione, per pliamo le loro possibilità di uscire e di svolgere esperienze extrauniversitarie
esempio, è quella di ampliare il numero di esami a scelta”. Sarà in ogni caso di alto profilo, meglio li prepariamo al mondo del lavoro”.

A mbizione e desiderio di molti


studenti di Lettere Moderne è
dedicarsi nella tesi di laurea ad ar-
STUDI UMANISTICI che ritengo sia invece un’opportuni-
tà unica, perché anche una loro sin-
gola annotazione nasconde dietro
gomenti che riguardino la propria
letteratura di appartenenza. Tanti
Orientarsi alla stesura della tesi di sé competenze e studi, che – se
non vengono opportunamente spie-
gli step da seguire per non incor- gati allo studente – non si possono
rere nel pericolo di perdersi tra una I consigli delle studentesse laureate con il prof. Botti più recuperare”. La scrupolosità di
vastissima bibliografia e metodi di un docente è, dunque, indice di una
ricerca specifici. Identificato l’argo- cura massima per l’architettura di
mento d’interesse e il relatore più della tesi, è stato il saggio breve per tazioni, suddivisione del testo, indi-
l’esame di Stato. All’inizio non mi ce e bibliografia”. Un consiglio utile un testo. “Il seminario aiuta a non
idoneo a occuparsene, il primo step sentivo capace di mettere in fila due può essere: “non legarsi troppo alle sentirsi disorientati, viste le diffi-
è andato. Il vero problema è: come parole, ma pian piano allenando- parole del materiale a disposizio- coltà che s’incontrano prima per la
scrivere correttamente l’elaborato? mi sono entrata nell’ottica di una ne, ma rielaborare sempre le in- mole di fonti e documenti da esami-
Fornisce un supporto utile, in que- composizione testuale”. Punto di formazioni facendole proprie, anzi nare e poi nella stesura per fare in
sto senso, per alcuni laureandi il riferimento fondamentale nella metterle per iscritto solo quando si modo che sia allo stesso tempo un
seminario tenuto periodicamente guida a un’analisi coerente e det- hanno le idee chiare sull’argomen- lavoro oggettivo e personale”, affer-
dal prof. Francesco Paolo Bot- tagliata del tema è il relatore, non to”. La tesi, del resto, non è un col- ma la collega Chiara Verdicchio,
ti, docente di Letteratura Italiana. un docente a caso, ma il curatore lage di informazioni random ma un
“Un unico incontro che attraverso studentessa di Filologia Moderna.
in tutto e per tutto della tesi. “Il mio approfondimento specifico, se non La scelta del docente è importante
un approccio in forma seminaria- tutor, il prof. Botti, mi ha seguito in monografico, che deriva da un’e-
le offre indicazioni efficaci a chi tanto quanto l’argomento: “sugge-
ogni singolo passaggio, spiegando- sperienza di ricerca. “Dopo aver risco di rivolgersi a chi dimostra
s’appresta per la prima volta all’e- mi con una pazienza infinita cosa letto tutto il materiale occorre svi-
laborazione di un testo a carattere una certa attenzione nella realiz-
fare e non fare”. In primis, “mi ha scerarne le informazioni essenziali zazione di un lavoro di qualità,
scientifico - sono le parole di Ilaria aiutato nella scelta del tema – nel e creare una scaletta dei capitoli
Rita Vollaro, laureatasi a luglio e dopodiché iniziare con impegno e
mio caso, la solitudine in Petrarca e dei paragrafi”. Giunti alla fase di
attualmente iscritta al Corso di Lau- all’interno dei trattati morali, del Se- scrittura, “stare attenti ad ogni pos- costanza le diverse prove di scrit-
rea Magistrale in Filologia Moderna cretum e di alcuni sonetti del Can- sibile errore di battitura o astrusità tura, riflettendo in seguito sulle cor-
- La difficoltà maggiore della tesi zoniere – proponendomi i vari libri dal punto di vista dei significati. Una rezioni e i suggerimenti, senza mai
sta proprio nel superare il rappor- da cui trarre informazioni”. Una vol- buona tesi è sempre fluida e scorre- scoraggiarsi”. Tra le dritte più utili
to difficile con la scrittura, dopo ta individuato con precisione il con- vole, poiché si evince dietro la sua del docente: “adottare una scrit-
anni che non la si esercita. Nel tenuto, “che deve essere quanto composizione un pensiero chiaro e tura semplice, comprensibile e
nostro Corso di Laurea non ci sono più circoscritto possibile, il docente limpido”. A quest’esigenza risponde grammaticalmente corretta, e se-
molti esami in forma scritta né sono ci ha spiegato nei minimi dettagli l’attività dell’incontro seminariale. guire un filo logico per dare coeren-
previste esercitazioni sui testi. L’ul- come inquadrarlo in una cornice “Alcuni docenti tendono a non dare za all’elaborato”.
timo elaborato che ho scritto, prima fissa, occupandosi cioè di note, ci- indicazioni preliminari sul lavoro, il Sabrina Sabatino

pag. 15
Numero 2 del 8 febbraio 2019
ATENEAPOLI, l’informazione universitaria dal 1985

© riproduzione riservata Sport universitario


Attualità
Università Federico II Giurisprudenza

Esami, una corsa contro il tempo invece ha il cuore in pace perché ha


già superato uno scoglio: “Diritto
Commerciale è andata – dice en-

Un appello in più a febbraio: si tusiasta Carmen Alboretti – Il 17


gennaio mi sono fatta forza e ho su-
perato questo ostacolo che mi tra-

sprecano le petizioni
scino da tempo. Ho seguito il corso
lo scorso anno ma poi ho rimandato
fino a non poterne più. Oggi ho un
pensiero in meno, però la sessione
d’esami per me è compromessa.
La nuova articolazione didattica penalizza gli studenti di anni successivi Non avendo tante date disponibili,
protetta dal Diritto d’Autore
Copia digitale codificata

ripiegherò su un complementare.
Sarebbe auspicabile, invece, per
U n mese e poco più per giocar-
si il tutto per tutto: è tempo di
esami a Giurisprudenza. Banco di
ma la media non ha superato il
24/25. Speriamo di fare meglio…”.
Al III anno c’è Procedura Civile
solo a Giurisprudenza gli appelli
terminano ad inizio mese. Siamo
ricorsi ai rappresentanti per chiede-
chi è fuori corso come me, avere la
possibilità di dare gli esami a mar-
zo. Non tutte le lezioni che partiran-
prova per le matricole, occasione di a tenere in allerta i ragazzi. “Quan- re uno slittamento o una data ag- no a breve sono importanti, alcune
riscatto per tutti, ciò che resta della do sono state pubblicate le date di giuntiva”. C’è in corso una raccolta le ho seguite già e più che di lezioni
sessione straordinaria è solo una esame – dichiara Valerio Volpe, firme per chiedere di fatto, alle tre chi mira alla laurea ha bisogno di
corsa contro il tempo per accapar- studente al IV anno – con i miei cattedre di Procedura, la possibilità appelli ulteriori”.
rarsi fino all’ultima chance. “All’esa- colleghi ci siamo guardati impauriti. di avere un doppio appello a febbra-
me di Istituzioni di diritto romano, Come si fa a progettare una data io. “Noi che siamo un tantino in là Si va avanti per tentativi
cattedra prof.ssa Annamaria Sa- per il 10 gennaio? A ridosso delle con gli anni - dice Giancarlo Lutri-
lomone, il dieci gennaio eravamo vacanze è una cattiveria, soprattut- cusi, studente al V anno - abbiamo Questa esigenza è condivisa da-
pochi temerari – dice Giuseppina to se a febbraio l’esame è previsto per forza di cose affrontato già un gli studenti che frequentano dal
Rocca, matricola – D’altronde par- quinto anno in su: “Per noi la ridu-
liamo di una data scomoda che mi zione degli appelli è stata delete-
ha costretto a studiare durante le ria – conferma Salvatore Maione,
vacanze di Natale. Però è andata studente al V anno – Non so quanti
bene e mi sono tolta il primo scoglio gruppi di studenti si sono mobilitati
difficile”. “Non ho usufruito dell’ap- per chiedere due date a febbraio.
pello di gennaio - dichiara Grazia Per i programmi che abbiamo,
Bellucci, matricola - So che mi sostenere tre discipline in poco
pentirò di questa scelta ma di indo- più di un mese è impossibile.
le sono una persona insicura e, se Dovremmo avere più appelli per
non conosco la materia benissi- disciplina e non un’unica chance di
mo, non mi lancio. Ho bisogno del potercela fare. Il 23 gennaio ho so-
paracadute visto che non accetto stenuto Diritto Amministrativo ed
alcuna bocciatura”. La studentessa è andato bene. Ora sto cercando
ha seguito gli esami di Costituzio- di capire come riuscire a preparare
nale e di Storia: “Volevo avere un’i- Procedura Penale per il 20 febbra-
dea di cosa aspettarmi, le domande io. Andrò all’esame nella speranza
tipo e le modalità di svolgimento che qualcosa di buono venga fuo-
della prova. Non c’erano molti ri. Ormai bisogna ragionare così,
studenti e da quello che ho visto per tentativi, mentre, quando c’era
ci sono stati pochissimi bocciati. anche marzo, c’erano più certezze”.
Solo che gli esami durano anche Secondo Stefano Fusco: “Il nuovo
40 minuti ed i voti non sono quelli sistema non permette di recupe-
che sogni”. rare in caso di bocciatura – dice
lo studente al IV anno – Sono sta-
Pochi bocciati to bocciato all’esame di Economia
ma voti bassi Politica, il professore mi ha invita-
to a ritornare a febbraio e fin qui ci
il 5, ignorando completamente tutto esame a gennaio. Personalmente il sta. Non avrò la possibilità di dare
Per una matricola è difficile soste- il mese. Naturalmente la data del 17 ho sostenuto Diritto Internazio-
nere tre prove senza allenamento. però una seconda disciplina. Gli
dieci è stata da noi disertata. Ci nale, disciplina che avevo lasciato esami sono concentrati in dieci gior-
“Ho sostenuto Storia del diritto concentreremo sul 5 febbraio, ma indietro per motivi personali. Dopo
romano il 14 gennaio – racconta ni, come potrei mai sostenere due
dei tre esami previsti questo sarà 15 giorni mi ritrovo a dover fare Pro- prove? Si dovrebbe prevedere una
Mario Testa – Mi sentivo un ka- l’unico che daremo”. Anche per la cedura Civile, insomma, non è pro-
mikaze che si lanciava nel vuoto, data a marzo per chi dopo il III anno
cattedra del prof. Angelo Scala, gli prio una passeggiata. Per questo deve recuperare, altrimenti saremo
tremavo mentre esponevo all’assi- esami termineranno il 4 febbraio: “è mi sono unito alla raccolta firme, per
stente. Per fortuna è andata bene: sempre un popolo di fuori corso”.
una vergogna non prevedere una chiedere al prof. Scala un’altra data. Agli esami non si parla d’altro. “Vo-
26, ma sono partito dalla disciplina doppia data a febbraio – commen- Anche solo 10 giorni in più sono im-
più semplice. Il momento tosto deve gliono tutti più tempo per studiare
ta Maria Esposito, studentessa al portanti, solo chi studia può com- e per sostenere le prove. Le matri-
ancora arrivare. Proverò Costituzio- V anno – In tutti i Dipartimenti gli prendere. A breve dovremmo cono-
nale fra un mese, tralasciando Isti- cole in questo sono avvantaggiate
esami si sdoppiano in 15 giorni, scere l’esito della richiesta”. C’è chi – spiega Nelia Scotto di Tella –
tuzioni. Se dovesse andare bene
darò 2 esami su 3. E già mi sento conoscono un solo sistema e se lo
fortunato”. È ancora a quota zero fanno andare bene. Noi che invece
Giuseppe Gigante: “Non sono riu- conosciamo il sapore di marzo sia-
scito a superare la paura e non mi mo sempre lì a chiedere una data
sono presentato all’esame - confes- aggiuntiva. Ho firmato la petizione
sa la matricola - Le lezioni sono per ottenere una seconda prova a
state troppo veloci, ho ancora un febbraio di Procedura Civile. D’al-
po’ di confusione in testa, non mi tronde ho già sostenuto Diritto
andava di essere bocciato. Purtrop- Penale a gennaio, andato discreta-
po gennaio è finito ed io mi ritrovo mente, anche se ci sono stati pochi
‘disperato’. Ora sto studiando due bocciati”. Per una temeraria che ora
esami contemporaneamente: spera di poter dare Procedura: “Ci
Storia ed Istituzioni”. L’obiettivo vuole un premio - scherza la stu-
è quello di sostenere l’11 febbraio dentessa - Purtroppo se non con-
Storia e dopo una settimana, il 18, cederanno uno slittamento a fine
Istituzioni: “un obiettivo ambizio- febbraio sarò costretta a rinunciarvi.
so per chi come me non ha avuto Non voglio arrendermi e non posso
coraggio a gennaio. Però devo farlo arrivare a maggio con una sola di-
perché a marzo incontrerò Priva- sciplina superata. Il piano b potreb-
to e non posso permettermi altri er- be essere un complementare, ma
rori. Ho assistito a diversi esami, i non ho ancora deciso quale. Sono
docenti sono molto disponibili però in attesa di sapere se i docenti inte-
i voti non sono stati eclatanti. Ho ressati ci concederanno la grazia”.
notato che hanno bocciato poco, Susy Lubrano

pag. 17
Numero 2 del 8 febbraio 2019
ATENEAPOLI, l’informazione universitaria dal 1985

© riproduzione riservata Sport universitario


Attualità
Università Federico II Giurisprudenza

NUOVO DOCENTE A ISTITUZIONI DI DIRITTO PRIVATO viterò esperti del un altro momento
diritto: notai, ma- formativo e se c’è
gistrati ed avvo- un rapporto prece-

Testimonianze e colloqui cati. Questi ultimi


in veste di legali
della Pubblica
dente con il docente
non può far paura”.
Quindi, di regola,

di gruppo: le peculiarità
Amministrazione se si vuole riuscire
o d’impresa, per bene, è importan-
completare il per- te: “Seguire i corsi
corso teorico con come esperienza
del corso la sua veste pra-
tica”. Ma come
di formazione. La
resa all’esame non è
protetta dal Diritto d’Autore
Copia digitale codificata

va approcciata solo frutto della pre-


questa materia? parazione, coinvolge
“La disciplina si il profilo emotivo che
È il prof. Giuseppe Recinto il
nuovo docente della I e V cat-
tedra di Istituzioni di Diritto Privato.
pratico - casistico. Inquadreremo la
categoria giuridica partendo dalla
casistica, in modo da sviluppare la
affronta creando
una forte siner-
noi docenti dobbia-
mo far crescere in
Laurea e dottorato alla Federico II, capacità di ragionamento giuridico, gia fra docente ogni modo. La col-
assegnista di ricerca a Salerno, as- senza andare a fare un lavoro me- e studenti. In laborazione deve
sociato e poi ordinario presso l’Uni- ramente nozionistico”. Spesso, se- aula, insieme, svilupparsi non solo
versità di Cassino, dove, racconta, condo il docente, le matricole pon- si forma la pre- > Il prof. Giuseppe Recinto fra colleghi, ma an-
è stato “Preside di Economia e Di- gono domande del tipo: dobbiamo parazione. Ogni che con il docente.
rettore di Giurisprudenza”, da que- conoscere a memoria gli articoli del mia lezione è Se si sviluppa que-
sto semestre ritorna a Napoli. “Dopo codice? “Imparare a memoria è la preceduta da sto modo di pensare
tanta esperienza maturata porto i negazione totale del diritto. A me dieci minuti di colloquio di grup- e l’Università viene vissuta in prima
frutti del mio lavoro nella Scuola che non interessa sapere la frase trita e po in cui pongo domande e chie- persona, le cose andranno per il
mi ha visto crescere come giurista. Il ritrita del codice. Richiedo invece il do se ci sono dubbi su argomenti verso giusto”.
mio ricordo in questi giorni va al caro ragionamento giuridico di base”. Tre precedenti. Con questo sistema si Due ultime parole per presentar-
prof. Carmine Donisi (scomparso lo i presupposti da cui partire se si af- supera la difficoltà d’interazione”. si alla platea studentesca prima
scorso dicembre). Sono stato suo ferisce a questa cattedra: “Occorre Perché ripetere insieme lo stesso dell’avvio dei corsi: “Sono un do-
allievo, nonché suo tesista, e la sua avere padronanza della categoria, concetto: “fa bene a tutti. Anche cente energico e disponibile, con
perdita mi ha rattristato molto, sia dal l’applicabilità della stessa e il suo a ricevimento preferisco accogliere i tanta voglia di fare e costruire insie-
punto di vista scientifico che uma- operare concretamente. A tal pro- ragazzi in gruppo. Parlare in colletti- me. Sono un docente giusto, che
no”. A marzo partiranno le lezioni. “Il posito, durante il corso vi saranno vo consente una maggiore sicurez- premia quando c’è da premiare, e
corso sarà impostato su un metodo diverse testimonianze in aula. In- za, un rapporto diretto che si ritrova che, al contempo, offrendo molto,
poi in sede d’esame. La prova è solo richiede la controparte”.

Tesi con il prof. Lucarelli, la discuterà a breve

Patrizio Smiraglia: dalle simulazioni processuali vissute


con timidezza alla satira irriverente di ‘Lercio’
A lzi la mano chi, imbattendosi in
una ‘folle’ notizia della testata
satirica “Lercio”, non abbia stacca-
La sicurezza acquisita l’ha poi aiu-
tato a superare esami difficili come
Procedura Civile. “Ho sempre
to la spina concedendosi una gros- seguito tutti i corsi, la scansione
sa risata! Potere del web e della dei tempi mi aiutava a studiare quo-
fantasia di 25 ragazzi i quali, da sei tidianamente. Mi vergogno un po’ a
anni, raccontano la realtà diverten- dirlo ma 9 giorni dopo aver termi-
do. Studenti universitari che si sono nato le lezioni di Procedura Civile
improvvisati giornalisti e hanno dato ho sostenuto l’esame, passan-
vita a titoloni fantasiosi che acca- dolo al primo tentativo. C’erano
rezzano sempre un fondo di verità, studenti che provavano da mesi e
seppur amaro. Tra questi ragazzi non riuscivano. Racconto quest’epi-
c’è un laureando di Giurisprudenza. sodio per dare un consiglio: occorre
È Patrizio Smiraglia, 39 anni e tan- essere sempre presenti in aula”. Un
to timore (“e un po’ di vergogna”) nel po’ come raccomandano i docenti:
raccontarsi ad Ateneapoli. “Sono “La lezione va al di là dei libri e si im-
uno studente di 39 anni, cosa mai parano tante cose, con molta meno
potrei raccontare alle giovani gene- fatica”. Inoltre: “Giurisprudenza mi
razioni?”. ha insegnato che bisogna studiare
Partiamo dall’inizio, dall’iscrizione prima di intervenire su determinati
all’Università. “Mi sono iscritto a argomenti. Anche quando faccio
Giurisprudenza a 30 anni. Dopo satira politica, lo studio giuridico
il diploma, non avevo alcuna inten- mi aiuta. Una cosa è parlare per
zione di studiare, a 18 anni non mi sentito dire, un’altra è conoscere la
sentivo pronto per mettere la testa il diritto ed il suo mondo? “Ritengo con la cattedra del prof. Salvatore materia, giudicare avendo le nozio-
a posto”. Trascorre tanto tempo: il diritto molto vivo e per niente Prisco. I tempi di ‘Lercio’ erano an- ni di base”.
“lavoravo in un call center, ripetevo statico in quanto vive di interpre- cora lontani ed io facevo parte di un Nel futuro imminente il traguardo
sempre le stesse cose, era avvi- tazioni, le sue dinamiche interne gruppo di studenti ricorrenti, le cui laurea: “Non credo però di conti-
lente. Così ho deciso di rimettermi sono in continua evoluzione. Il di- nuare il percorso giuridico. Mi sento
memorie scritte furono bocciate dal-
a studiare. Giurisprudenza mi è ritto si trasforma, cambia. Le leggi vecchio per potermi inserire in que-
sempre piaciuta e l’ho scelta. Sono la Corte. Quando fu il mio turno di sto mondo. Per ora ‘Lercio’ va bene
mi appassionano, mi danno energia parlare in pubblico tremavo per l’e-
stato uno studente modello i pri- positiva e non cambierei con nes- ma le cose nate per scommessa
mi anni, in regola con gli esami”. mozione. Ero consapevole di aver non si sa mai quanto possano du-
sun altro percorso quello giuridico”. fatto un buon lavoro eppure non
Smiraglia, che ha terminato gli esa- L’esame più difficile: “Forse Pro- rare”. Dice un vecchio detto: impara
mi tre anni fa, a breve concluderà la cedura Penale per la lunghezza riuscii a dimostrarlo pienamente”. l’arte e mettila da parte. “A pensarci
tesi e conta di laurearsi ad aprile. “Il del programma. Quello che però mi Le cose sono cambiate quando, in- bene, forse non posso precludere
prof. Alberto Lucarelli, mio relato- ha dato più filo da torcere è stato vece, “ho iniziato a girare l’Italia e in toto la strada post laurea. Sono
re, è stanco di aspettarmi. All’inizio Diritto Internazionale. Sono stato le Università per portare il nostro in là con gli anni per il tirocinio, ma
l’Università era per me una cosa bocciato due volte, anche se ogni spettacolo satirico davanti ad un Giurisprudenza è molto altro e sono
serissima. Poi, quando, grazie a volta ero convinto di essere prepa- pubblico. Da ragazzino timido della sicuro saprà aprirmi, laddove cer-
Lercio, ho iniziato a girare l’Italia, rato”. Questa non è stata l’unica ba- simulazione, ora mi ritrovo a girare cassi, nuove strade. D’altronde la
le cose si sono un po’ rallentate”. stonata. “Anni fa partecipai ad una e a tenere lezioni dal vivo. Presto laurea l’ho inseguita per oltre dieci
Ma come fa uno spirito libero ad simulazione processuale innanzi partiremo per Londra, una bella anni…”.
amare ciò che molti credono statico: ad una fittizia Corte Costituzionale, soddisfazione”. Susy Lubrano

pag. 18
Numero 2 del 8 febbraio 2019
ATENEAPOLI, l’informazione universitaria dal 1985

© riproduzione riservata Sport universitario


Attualità
Università Federico II Giurisprudenza - Scienze Politiche

Professione forense, Sarà riattivato Diritto Fallimentare


al via il tirocinio anticipato Didattica. Insegnamenti complementari. Il prof. De Vita anticipa una no-
vità: “Da quest’anno accademico, a partire da marzo sarà riattivata la
disciplina di Diritto Fallimentare. Da titolare di cattedra insegnerò ai
ragazzi gli aspetti processuali della materia che è stata fortemente mo-
D opo mesi di proclami, speran-
ze e notizie discordanti, gli
studenti di Giurisprudenza possono
stata già stipulata, i ragazzi interes-
sati dovranno produrre domanda di
iscrizione al registro dei praticanti”
dificata e per la quale non è ancora in vigore una Riforma scritta da cui
studiare”. Dunque, “chi seguirà il corso conoscerà tutti gli aspetti della
legge delega, porterò in aula le fonti. I ragazzi studieranno dagli appunti
finalmente iscriversi, in via ufficiale, che dovrà essere coadiuvata da: una materia all’avanguardia e in continua evoluzione”. Il docente, attento
protetta dal Diritto d’Autore
Copia digitale codificata

al Tirocinio Formativo Anticipa- un’autocertificazione in cui si di- da sempre agli aspetti pratici, riproporrà: “la simulazione processuale
to. L’anticipo (facoltativo) di un se- chiara il possesso dei requisiti, l’in- in diritto fallimentare dal punto di vista telematico. Affiancherò la
mestre di tirocinio per l’accesso dicazione del nominativo del profes- parte teorica a quella applicativa collegandomi alla Riforma, in modo da
alla professione forense durante sionista presso il quale si svolgerà fornire un indirizzo di studi aggiornato”.
gli studi universitari potrà essere il tirocinio e l’indicazione del tutor
richiesto da tutti gli studenti (anche accademico designato dal Corso di
i fuori corso) che siano in regola Laurea. “Al termine del semestre gli
con gli esami di: Diritto Costituzio- studenti redigeranno una relazione voro e sarà imminente la sottoscri- gralmente ante lauream, altrimenti
nale; Diritto Privato; Diritto Penale; finale dettagliata sulle attività svol- zione dell’accordo con il Tribunale non avrebbe senso”. Dopo l’iscrizio-
Processuale Civile; Processuale te. Sarà poi il Consiglio dell’Ordine, di Torre Annunziata, a cui faranno ne al Registro dei praticanti presso
Penale; Diritto Amministrativo; Di- sulla base di alcune verifiche, a rila- seguito Nola e Napoli Nord. In que- il COA di Napoli: “il tirocinante do-
ritto dell’Unione Europea. “Abbiamo sciare l’attestato di compiuto tiroci- sto modo andremo a coprire l’intera vrà predisporre, d’intesa con i tutor
pubblicato sul sito web del Diparti- nio. Attualmente, ma siamo ai primi area”. Non c’è un termine specifico accademico e dello studio legale, il
mento i moduli on-line da stampare, giorni, non ci sono pervenute do- per la presentazione dei moduli: ‘Progetto Formativo Tirocinio Pro-
riempire e presentare al Consiglio mande. Gli studenti sono interessati “Ogni studente, fermo restando il fessionalizzante’”. Ultima nota: “Lo
dell’Ordine degli Avvocati di Napoli a capirne il funzionamento, prima di requisito del superamento degli studente praticante dovrà laurearsi
– spiega il prof. Fabrizio De Vita, confermare o meno l’iscrizione alla esami indicati, può iscriversi quan- entro due anni successivi alla du-
referente del Dipartimento con la pratica”. Nel momento in cui si scri- do lo ritiene opportuno per la sua rata legale del Corso. In pratica, si
prof.ssa Stefania Torre del tirocinio ve, è attiva solo la convenzione con carriera universitaria. Il tirocinio, potrà andare fuori corso solo due
– Con l’Ordine la Convenzione è l’Ordine di Napoli: “Ma siamo a la- naturalmente, deve svolgersi inte- anni per far valere il tirocinio”.

Dipartimento di Scienze Politiche


Scienze Politiche
A Scienze dell’Amministrazione al voto

il tutorato si fa in tre
Scienze Politiche al voto men-
tre andiamo in stampa. Il 7 feb-
braio il Dipartimento eleggerà i
nuovi Coordinatori dei Corsi

Istrazione
l tutorato si fa in tre nel Corso di di Studio. Uno per la Trienna-
Laurea in Scienze dell’Ammini- le in Scienze Politiche e le due
e dell’Organizzazione che Magistrali in Relazioni Interna-
afferisce al Dipartimento di Scienze zionali ed analisi di scenario e
Politiche e conta circa un centinaio International Relations; uno per
di immatricolati all’anno. “Premes- la Triennale in Servizio Sociale
so - esordisce il prof. Paolo Ricci, e la Magistrale in Servizio So-
Coordinatore del Corso - che in ciale e Politiche sociali; uno per
tutta la Federico II le attività di ti- la Triennale in Scienze Statisti-
rocinio sono disciplinate attraverso che per l’impresa e la società
una norma generale che prevede e per la Magistrale in Scienze
il tutorato degli studenti più anzia- Statistiche per le Decisioni. I
ni verso i giovani, gli immatricolati, Coordinatori sono eletti tra i
e che le ore prestate dai senior ai professori di ruolo a tempo pie-
junior sono remunerate, sia pure no, durano in carica un triennio
con compensi non elevati, ciascun e sono rieleggibili una sola vol-
Corso di studio ha poi la possibilità ta.
di strutturare il tirocinio nelle forme Nella stessa data si vota anche
che reputa possano essere più ef- per eleggere: i componenti
ficaci ed utili. In questo quadro noi della Giunta di Dipartimento,
abbiamo pensato ad un’attività che ossia tre professori ordinari, tre
si svolga in tre ambiti. È tutto in professori associati, tre ricerca-
capo alla studentessa senior vinci- tori (l’elettorato attivo e passivo
trice del bando, che si chiama Ma- è costituito dai componenti del
ria Rosaria Manzo e svolge 50 ore Consiglio di Dipartimento); i
di assistenza nell’arco di più set- rappresentanti del personale
timane”. Prosegue il docente: “Le tecnico-amministrativo nel
ho chiesto di lavorare su tre fronti. Consiglio di Dipartimento,
Il primo è la conoscenza dell’Uni- pari al 10 per cento della com-
versità affinché i giovani apprenda- ponente dei professori e dei
no cosa è un credito formativo, cosa sia l’anno di corso e culmina, dopo da poco avviato il percorso univer- ricercatori afferenti al Diparti-
sia un Consiglio di Dipartimento, un percorso tra crediti, classe di lau- sitario, restano disorientati di fronte mento (86).
quali sono gli organi che discipli- rea, sezione scientifico-disciplinare ad una offerta formativa e culturale
nano il funzionamento dell’Ateneo”. nella definizione della pagina web che va al di là dei corsi curriculari e
Per aiutare i nuovi immatricolati a del docente. Prosegue il prof. Ric- che non sempre riescono a capire
districarsi più agevolmente nei me- ci: “Il secondo gruppo di attività del quanto possa risultare utile ed in-
andri di una Università che cambia nostro tutorato mira a coinvolgere teressante”. La terza missione del del nostro Corso di Laurea. Avrem-
costantemente e nella quale, negli i giovani su workshop, iniziative tutorato è quella classica: assistere mo potuto puntare anche, a titolo
ultimi venti anni, le riforme si sono e seminari che possano essere gli studenti per affrontare al me- di esempio, su Statistica oppure
susseguite a ritmo molto rapido, la per loro interessanti. La tutor di- glio gli insegnamenti del primo Economia aziendale, ma per que-
tutor ed il prof. Ricci hanno elabo- venta una sentinella ed avvisa chi anno. Dunque, aiutarli a scandire i ste discipline le attività di tutoraggio
rato anche un vademecum, una la contatta che si tiene un seminario tempi della preparazione, suggeri- potrebbero essere realizzate anche
sorta di glossario che è distribuito molto utile per la formazione dello re il metodo di studio e quant’altro. da altri Corsi di Laurea che afferi-
agli studenti i quali si rivolgano al studente da seguire, un convegno o “Quest’attività riguarda in parti- scono al Dipartimento e nei quali
tutor. Si chiama Conoscere l’Uni- altro. Abbiamo pensato di assegna- colare l’insegnamento di Diritto sono presenti questi insegnamenti.
versità, può essere scaricato anche re alla tutor questa funzione perché pubblico - dice Ricci - Certamen- Dobbiamo inoltre anche tener conto
on line e propone un glossario che abbiamo verificato che a volte gli te è uno di quelli che le matricole delle competenze del tutor”.
comincia con la definizione di cosa studenti alle prime armi, che hanno trovano più ostico e poi è specifico Fabrizio Geremicca

pag. 19
Numero 2 del 8 febbraio 2019
ATENEAPOLI, l’informazione universitaria dal 1985

© riproduzione riservata Sport universitario


Attualità
Università Federico II Scienze

per me, una domanda sugli uccelli,


classificazione e descrizione fisica,
un’altra sui pesci, sulle loro parti del
corpo e la descrizione dell’evoluzio-
ne dai pesci ai tetrapodi e, infine,
ancora una domanda sui pesci e
come avviene in loro la circolazio-
ne interna. Consiglio di scrivere
molto: il docente è disponibile e
mette lo studente a proprio agio,
ma ci tiene che si scriva molto, al-
trimenti all’orale fa più domande”.
protetta dal Diritto d’Autore
Copia digitale codificata

Per Mariarosaria, però, la sessione


è cominciata in modo un po’ burra-
scoso: “A dicembre e all’inizio di
gennaio ho provato Microbiolo-
gia, ma purtroppo non è andata
bene. L’esame è molto interessan-
te, ma la docente, quando corregge
lo scritto, se trova subito qualche er-
rore non prosegue nella correzione
perché ritiene che la preparazione
non sia adeguata. Ormai conosco

Una giornata con gli studenti al gli argomenti, ma non so come ap-
procciarmi a questo esame. Molti
studenti hanno le mie stesse diffi-
coltà. Riproverò a febbraio”.

Dipartimento di Biologia Il sostegno dei tutor


Il Dipartimento mette a disposizio-
ne degli studenti diversi servizi utili.
“B iologia deriva dal termine
greco bio che significa vita”,
afferma con orgoglio Giovanna
ci sono distrazioni. Oggi mi trovo qui
a Biologia per sostenere l’esame di
Programmazione Informatica. Ab-
per interesse verso questa disci-
plina e alcuni esami che abbiamo
notato nel piano di studi di Dia-
Tra questi, è valutata positivamente
la mensa, giudicata varia ed eco-
Perna, Corso di Laurea Magistrale biamo seguito i corsi nei laboratori gnostica Molecolare. Qualche dif- nomica soprattutto con la tessera
in Diagnostica Molecolare, secondo di Informatica di questo edificio e ficoltà? Forse sì: l’unico modo per Adisu. Molto apprezzato è anche
anno. La incontriamo lunedì 28 gen- ci siamo trovati bene. Ogni studente studiare è seguire assiduamente e il servizio di tutoraggio grazie
naio, alle ore 8.00, quando il Dipar- ha a disposizione una postazione, attentamente la lezione perché non al quale gli studenti in difficoltà di
timento di Biologia presso il campus il che rende semplice seguire la le- è previsto un libro, forse non esiste Biologia Generale e Applicata, da
universitario di Monte Sant’Angelo zione. Un piccolo difetto? Forse un testo specifico. Abbiamo avuto quest’anno fusa con la Triennale
prende vita e i primi studenti, i più l’acustica. Quando il docente non solo sbobinature e appunti”. Il pri- di Scienze Biologiche in unico Cor-
mattinieri, si radunano nell’aula usa il microfono e si muove tra le mo impatto con il campus di Mon- so di Biologia, possono avvalersi
studio per un caffè prima di dare il postazioni, le sue parole non arriva- te Sant’Angelo e il Dipartimento di dell’aiuto e del supporto di colleghi
via, ciascuno, alla propria giornata. no a tutti”. Biologia? Risponde Martina: “Sicu- coetanei dalla carriera universitaria
“Vengo da un paese vesuviano e mi ramente molto positivo. Cambiare particolarmente brillante. Florinda
alzo ogni giorno alle sei del matti- ambiente è sempre un’esperienza Guida è in sala professori pronta
no. Dal mio paese c’è un’unica
Genetica tra gli esami interessante. C’è sicuramente qual- ad offrire, per due ore, suggerimenti
corsa verso Monte Sant’Angelo complessi che differenza rispetto a Caserta, e informazioni varie: “Alla Triennale
e lo stesso al ritorno. Se perdo il qui la struttura è immensa e all’i- mi sono laureata con 107 e adesso
mio pullman alle quattro e un quarto Dalle nove alle dieci, tra il piano nizio non è semplice ambientar- sono all’ultimo anno della Magistra-
sono obbligata ad un lunghissimo zero e il piano uno, è un via vai di si. Con l’immatricolazione abbiamo le in Biologia Molecolare e vado per
viaggio con altri mezzi. Ma studiare studenti che raggiungono le ampie avuto qualche problema e la proce- il 110 e lode. Sono sempre stata
Biologia era il mio sogno perché aule indicate per gli esami. Qualcu- dura è stata un po’ lenta, inoltre non portata per l’ambito scientifico e non
sono appassionata della vita e degli no si confronta con qualche collega eravamo abituate a Segrepass che ho avuto grandi difficoltà. Il segreto
organismi viventi. La Diagnostica ti più ‘anziano’. “Io consiglio sem- si blocca spesso. Ma i docenti sono è studiare costantemente e non
permette di entrare nel mondo delle pre di mantenere la calma – dice preparati, l’offerta formativa è inte- arretrarsi con gli esami”. Quali
malattie e della ricerca”, prosegue Nunzia Magnacca, al secondo ressante e molto varia. Forse un studenti chiedono di più il suppor-
Giovanna che, quasi al termine anno di Diagnostica Molecolare – problema è proprio la mancanza to dei tutor? “Nella maggior parte
del suo percorso universitario, è Alla Triennale mi sono laureata in di libri di testo prestabiliti. Questo dei casi si tratta di matricole che
impegnata in attività di laboratorio. Scienze Biologiche e ho trovato gli semestre abbiamo seguito anche hanno difficoltà con Matematica
“Il mio laboratorio al momento è esami fattibili. Certo, ce ne sono di Citogenetica e abbiamo dovuto stu- e Chimica. Ma riceviamo anche
quello di Citochimica e Istochi- complessi come Genetica, Fisio- diare da più fonti, il che è stato un tante richieste da parte di studenti
mica dove si studiano i tessuti. Si logia degli organi e dei sistemi e po’ dispersivo”. al secondo o terzo anno che ci chie-
trattano con coloranti e vari tipi di Fisiologia vegetale. Per superare Nello stesso corridoio, a qualche dono aiuto per Genetica e nella
metalli come cadmio o alluminio e gli esami qui a Biologia bisogna stu- porta di distanza, Alessia Castal- risoluzione di esercizi di Microbio-
si analizzano gli effetti. Al momento diare, studiare, studiare e poi anche do, secondo anno della Magistrale logia”. Domande più frequenti? “Il
stiamo lavorando sull’organismo seguire le lezioni. I professori spes- in Biologia, sta aspettando il risul- modo migliore per approcciarsi agli
Zebrafish, un pesciolino”. Cappe so danno dei suggerimenti utili ad tato del suo esame: “Nutrizione esercizi di Chimica e Fisica, il giu-
per trattare con materiali soggetti affrontare il libro di testo. Gli esami applicata. Gli studenti lo sanno sto metodo di studio, suggerimenti
ad evaporazione, phmetri, bilance, possono essere sia scritti che ora- che all’esame viene chiesto prati- sull’approccio alle diverse discipline
microscopi e microscopi ottici: pol- li, non c’è una regola, dipende dal camente di tutto. Nel mio caso, le e come organizzare la propria vita
lici in su per i laboratori, spaziosi docente”. Il suo collega Umberto domande hanno toccato la vitamina universitaria. I nostri suggerimenti?
e ben attrezzati, ma “è capitato di Pugliese ricorda la sua esperienza A, la tiroide, la sintesi degli ormoni Seguire i corsi passo dopo pas-
aver avuto qualche problema con Triennale al Corso di Biologia della tiroidei. L’esame è impegnativo e so, non perdere tempo e affron-
il riscaldamento e i condiziona- Nutrizione: “Gli esami più difficili i docenti pretendono molto, ma tare sul nascere qualunque diffi-
tori e qualche piccola infiltrazione”, sono stati Biologia Molecolare, è anche interessante. Questo era coltà. Siamo sempre disponibili ad
conclude Giovanna prima di avviar- Genetica e Fisiologia della Nu- il mio penultimo esame, mi manca accogliere gli studenti, ma anche i
si in laboratorio per uno studio sui trizione. I nostri corsi non hanno Fisiologia della Nutrizione avanzata docenti lo sono ed è giusto che gli
tessuti di capodoglio. In aula studio frequenza obbligatoria, i laboratori che è un mattone e che darò tra feb- studenti capiscano che non bisogna
sostano molti studenti in attesa di che li accompagnano generalmente braio e marzo. Per la tesi ho anche avere timore dei professori e che si
sostenere gli esami e, tra questi, sì, ma attenzione, perché i docenti già lavorato nel laboratorio di Fisio- può stabilire con loro un rapporto”.
Enea Napolitano, uno studente al tengono molto alla presenza”. logia della nutrizione. Si lavorava Il servizio di tutoraggio negli anni
secondo anno del Corso Triennale Giuliana Gallicola e Martina sui ratti e sulla somministrazione di è migliorato: “Ad ogni incontro, ge-
in Fisica. Alla ricerca di un posto Procentese sono in attesa di soste- diete a base di fruttosio”. neralmente, si presentano cinque
tranquillo in cui studiare, Enea è un nere l’esame di Fisiopatologia per Al terzo anno di Biologia Generale o sei studenti. In passato questo
esperto delle aule studio del cam- la trasduzione del segnale, esame e Applicata, curriculum molecola- servizio era poco pubblicizzato e di
pus: “L’aula studio del nostro Dipar- del primo anno di Diagnostica Mo- re, Mariarosaria Perfetto ha so- conseguenza poco conosciuto. Ora
timento spesso è molto affollata e lecolare e, sotto un certo profilo, stenuto l’esame di Biologia dello abbiamo anche una pagina Face-
quindi è piuttosto rumorosa. Se ti possono definirsi anche loro delle sviluppo e dell’evoluzione: “L’e- book. Conoscere la figura del tutor
serve un posto tranquillo senza di- matricole. “Ci siamo laureate in same è suddiviso in due moduli può essere un’ottima risorsa duran-
strazioni allora consiglio l’aula de- Scienze Biologiche a Caserta, e io ho affrontato, per ora, soltan- te il proprio percorso universitario”,
gli studenti di Geologia. Lì ci sono alla Vanvitelli – racconta Giuliana to il primo. La prova è uno scritto conclude Florinda.
sempre pochissime persone e non – Abbiamo scelto questo Corso con tre domande a risposta aperta: Carol Simeoli

pag. 20
Numero 2 del 8 febbraio 2019
ATENEAPOLI, l’informazione universitaria dal 1985

© riproduzione riservata Sport universitario


Attualità
Università Federico II Scienze

Mariagrazia e Cristina raccontano la scelta di un percorso innovativo


(in lingua inglese) nato solo due anni fa

Prime due laureate, a pieni voti e con lode,


in Mathematical Engineering
protetta dal Diritto d’Autore
Copia digitale codificata

110 e lode e corone d’alloro per


Mariagrazia Cavaliere e
aggiunto. Inoltre, mi piacerebbe
molto viaggiare”. Come Mariagrazia,
Cristina Cocchiaro, le prime due > Cristina Cocchiaro, Mariagrazia Cavaliere anche nella carriera universitaria di
laureate in Mathematical Engine- Cristina c’è un’esperienza all’este-
ering, il Corso di Laurea Magistra- ro. “Dal 1° ottobre al 31 dicembre
le interamente in inglese, nato nel sono stata all’Università di Uppsa-
2016, inquadrato nel Dipartimento di la in Svezia per il tirocinio e lì ho
Matematica e Applicazioni “Renato preparato anche la mia tesi. Mi ha
Caccioppoli” e coordinato dalla prof. seguita la professoressa Larsson e
ssa Anna Mercaldo. mi sono occupata di opzioni finan-
“Al Corso si sono iscritti studen- ziarie tramite metodi numerici attra-
ti provenienti da diverse Triennali: verso l’applicazione di rational basis
Matematica, Fisica e diversi rami di functions (RBF). Ho finito gli esami a
Ingegneria. Io provengo da Mate- luglio e ho cominciato a studiare per
matica, mi sono laureata nel 2016. la tesi già prima di partire. L’espe-
Ero soddisfatta, ma non del tutto rienza all’estero non ti avvantag-
perché, anche se la materia mi pia- gia a livello di tempistiche, dove-
ceva, desideravo una maggiore ap- vo restare in Svezia tre mesi e non
plicazione pratica. La Magistrale in avrei potuto laurearmi prima, ma ti
Matematica Applicata era incentrata dà tantissimo e la consiglio. Il mio
sull’informatica e la modellizzazione, relatore, il prof. Toraldo, e il mio
ma sempre a livello teorico. In Ma- correlatore, il prof. Cuomo, hanno
thematical Engineering, invece, ho scelto Uppsala per sostenere i miei
trovato la possibilità di applicare le consulenza in ambito finanziario namico, con una varietà di esami interessi e incoraggiarmi come han-
cose che avevo studiato e usarle mi ha offerto un contratto di stage a scelta. La figura dell’ingegnere no fatto anche la prof.ssa Mercaldo
praticamente”, racconta Mariagra- per sei mesi ancora prima della matematico è più duttile e versati- e tutti gli altri docenti”. Mathematical
zia Cavaliere. Dunque, una scelta laurea. Comincerò a breve. Sono le e con un campo d’azione più am- Engineering, un Corso da consi-
giusta? “Sicuramente sì. Quando ho stata molto attenta ai Job Meeting, pio. Mi interessa molto il campo della gliare: “Rifarei senz’altro questa
sostenuto i primi esami di Matema- mi sono iscritta su Linked-In. Era finanza, infatti la mia tesi di Triennale scelta e la consiglierei vivamente
tica mi sentivo a mio agio, mentre importante che cominciassi a guar- ha riguardato proprio questo argo- ai miei colleghi. Dopo aver termi-
chi veniva dai Corsi di Ingegneria darmi intorno. Ho partecipato a due mento e il Corso in Mathematical nato gli esami ho sostenuto diversi
meno e noi di Matematica li aiutava- Job Meeting: all’inizio non mi aspet- Engineering offre diversi esami in colloqui e ho notato che i recruiters
mo. Quando si è trattato di sostene- tavo molto, invece sono stata chia- questa direzione”. Conoscere l’ingle- erano molto interessati alla mia
re esami di Ingegneria siamo state mata per vari colloqui. Un’altra se è importante: “Il fatto che il Corso figura professionale. Ho avuto un
noi di Matematica ed essere aiuta- società mi aveva fatto un’offerta, ma fosse interamente in inglese all’ini- riscontro pratico per quanto riguar-
te. Il gruppo classe era compatto. avrei dovuto laurearmi a dicembre. zio mi preoccupava. Sulle prime è da l’ambito della finanza, statica ed
Non abbiamo avuto difficoltà con Io, però, ho preferito dare priorità difficile comprendere una cosa in elaborazione dei dati”. Stage al via
la lingua e, se qualcosa non ci era allo studio. Dopo la scadenza dello una lingua che non è la tua come la anche per Cristina: “Quando ho finito
chiara, i docenti erano disposti a stage può esserci la possibilità di un comprenderesti in italiano. Durante gli esami ho visitato i siti delle azien-
spiegare anche in italiano. Se que- contratto a tempo determinato e poi i primi mesi, quindi, ho dedicato de che mi interessavano e ho com-
sto Corso non fosse nato a Napoli si vedrà”, conclude Mariagrazia. molto tempo alla lingua, alla let- pilato le candidature on-line. Ora
avrei voluto frequentarlo a Torino o Cristina Cocchiaro, invece, arriva tura e alla comprensione dei te- sono in attesa di cominciare uno
a Milano, ma, non potendo, forse mi da una Triennale in Fisica: “Il gior- sti. Ma una volta entrati nell’ottica, stage. Mi occuperò di rischio nel-
sarei iscritta a Matematica Applicata no della laurea, ad ottobre del 2016, tutto fila liscio. Bisogna considerare la copertura degli investimenti. Lo
anche se mi sarebbe mancato qual- un’amica mi informò dell’esistenza di anche che una laurea in lingua in- stage durerà sei mesi. Dovrò soste-
cosa”. Mathematical Engineering ha questo nuovo Corso. Ne parlai con glese dà più possibilità all’estero. nere dei test e se le mie competenze
dato a Mariagrazia anche la possibi- la professoressa Mercaldo e decisi Quando i recruiters leggono il cur- saranno valide il contratto potrebbe
lità di partecipare, lo scorso giugno, di iscrivermi. L’ho preferito a Fisica riculum sanno che hai padronanza evolversi”, conclude Cristina.
alla Modelling Week, una competi- perché l’ho trovato molto più di- della lingua e questo è un valore Carol Simeoli
zione che ogni anno si tiene all’Uni-
versità Complutense di Madrid e
che vede istruttori di varie naziona-
lità sottoporre problemi di ingegneria
e matematica a studenti anch’essi di Il bilancio della prof.ssa Anna Mercaldo
varie nazionalità che sviluppano poi
dei progetti. “Ringrazio la professo- Novità di quest’anno: la doppia laurea interna
ressa Mercaldo per questa ed altre
opportunità che ci ha offerto, come Un bilancio di questi primi due anni di Mathematical Engineering? Tira le somme la prof.ssa Anna Mercaldo, Co-
ascoltare le lezioni di famosi do- ordinatrice del Corso di Laurea: “Assolutamente positivo. Questo Corso forma una figura professionale duttile e
centi stranieri. Durante la Modelling trasversale che sa prendere un problema del mondo reale, associarvi un modello matematico che lo schematizzi
Week ero in team con Francesca, e ha competenze di matematica avanzata tali da poterlo studiare e constatare che lo studio fatto corrisponde al
mia collega di corso, e tre ragazzi problema di partenza. Le statistiche di Almalaurea sono incoraggianti e ci dicono che i nostri laureati riescono
spagnoli. Il problema che ci è stato ad inserirsi nel mondo del lavoro in tempi rapidissimi come le nostre due prime dottoresse che hanno avuto
proposto riguardava il volo di un dro- possibilità di lavoro ancora prima di laurearsi. I nostri studenti sono seguiti passo dopo passo e hanno molte
ne. In un’esposizione finale abbiamo opportunità di approfondire le loro conoscenze”. Hanno incontrato, durante lezioni e attività seminariali, importanti
presentato i risultati del nostro pro- studiosi e docenti italiani e stranieri tra cui il matematico Alfio Quarteroni, i professori Luigi Preziosi, che ha
getto”. A giugno 2018 sono partiti per creato un importante collegamento con il Politecnico di Torino, Erkki Somersalo e Andrea L’Afflitto dell’University
Madrid, oltre a Mariagrazia e Fran- of Oklahoma. L’anno scorso è stata anche conferita una laurea honoris causa al prof. Tadeusz Iwaniec per i
cesca Iavarone, gli studenti Fabrizio suoi studi.
Di Gennaro, Marcello Savarese e A partire da quest’anno, inoltre, è stata attivata la doppia laurea interna, da conseguire in tre anni invece che
l’istruttore Davide Fiore, dottore del in due e con un’unica tesi di laurea interdisciplinare, che lega Mathematical Engineering ai Corsi di Ingegneria
Dipartimento di Ingegneria Elettrica Chimica, Ingegneria dell’Ambiente e del Territorio, Ingegneria dell’Automazione e Matematica. Ma non è
e delle Tecnologie dell’Informazione. tutto. Numerose anche le occasioni di esperienze di studio all’estero: “Tra la Federico II e l’Istituto di Mate-
Progetti per il futuro? “Volevo inse- matica Applicata BCAM di Bilbao c’è una convenzione. È un’importante opportunità di mobilità. Uno dei nostri
gnare, ma dopo aver frequentato studenti partirà proprio per il BCAM di Bilbao per la sua tesi di laurea. Sono attivi anche diversi titoli internazionali
questo Corso ho cambiato idea. Mi con le Università di Rouen in Francia, Augsburg in Germania, Tomsk in Russia e Siviglia in Spagna”. Le
sono appassionata alle discipline prime partenze verso la Francia e la Germania sono state soltanto esperienze Erasmus, non essendo stato an-
che ho studiato e ho deciso di la- cora possibile attivare il doppio titolo, ma “il primo semestre del prossimo anno è atteso uno studente da Rouen”.
vorare in azienda e continuare Mathematical Engineering attrae anche molti studenti stranieri che attualmente vivono nel nostro Paese: “Presso
con le applicazioni matematiche”. il nostro Corso sono iscritti anche studenti stranieri provenienti da Asia, Sudan, India e Pakistan”.
Un lavoro in vista? “Una società di

pag. 21
Numero 2 del 8 febbraio 2019
ATENEAPOLI, l’informazione universitaria dal 1985

© riproduzione riservata Sport universitario


Attualità
Università Federico II Architettura

Architettura si
presenta con
mostre, video
e laboratori
È tutto pronto ad Architettura
per Porte Aperte, la manifesta-
zione di orientamento che ospi-
protetta dal Diritto d’Autore
Copia digitale codificata

terà gli studenti delle scuole l’11


e 12 febbraio, accolti da profes-
sori e studenti pronti a fornire
chiarimenti e a rispondere ad
ogni domanda. Ogni piano del
Dipartimento sarà dedicato ad
un Corso di Laurea differente.
Cosa significa studiare ad Ar-
chitettura lo si racconterà anche
attraverso mostre, video, tavole
e modelli, attività dei laboratori
Un progetto scientifico e “una bella idea di universalità tra chi condivide e dei seminari, tirocini, corsi a
passioni ed interessi culturali”, afferma il prof. Acierno crediti liberi. Saranno presen-
ti alcune realtà che rientrano
nei servizi dell’Ateneo, come il
Docenti e studenti di 7 Università Centro Universitario Sportivo e
il Centro Linguistico. L’evento
si aprirà alle 9.00 nell’edificio
europee lavorano alla riqualificazione di Via Forno Vecchio 36 (Aula
SL1.1, scala F, piano ammez-
zato) con i saluti del Direttore
delle aree costiere prof. Michelangelo Russo, la
presentazione dell’offerta didat-
tica e dei servizi, le modalità di
accesso ai Corsi di Studio. Si
S i chiama Inclusive Coastal
Landscapes ed è un proget-
to di collaborazione internazionale
Mostra a Palazzo Gravina
passerà, poi, all’illustrazione
dei percorsi di studio: la Trien-
sul tema della pianificazione e del- nale in Scienze dell’Architettura
L’8 febbraio, alle ore 14.00, presso l’Aula Gioffredo di Palazzo Gravina, con la Magistrale in Architettura
la riqualificazione ambientale che, si inaugurerà la mostra “Rapp+Rapp. The European Skyscraper”, a
nell’ambito del progetto Erasmus Progettazione Architettonica;
cura di Roberta Esposito e Antonio Nitti, ideazione di Renato Capozzi, la Triennale in Urbanistica con
Plus, coinvolge il Dipartimento di Carlo Moccia e Federica Visconti, allestimento di Esposito e Genna-
Architettura della Federico II; la Ion Magistrale in Pianificazione
ro Di Costanzo, che sarà visitabile nell’Ambulacro della Biblioteca Area Territoriale Urbanistica e Am-
Mincu University for Architecture Architettura fino al 22 febbraio. Aprono i lavori il Direttore del Diparti-
and Urbanism (Romania); HfWU bientale; la quinquennale a ci-
mento Michelangelo Russo ed il Presidente dell’Ordine degli Architetti clo unico in Architettura. Previ-
Nürtingen-Geislingen University Leonardo Di Mauro. Concludono Christian Rapp, professore di Rational
of Applied Sciences (Germania); sta anche una visita agli spazi
Architecture in Olanda presso l’Università di Tecnologia di Eindhoven, e e ai laboratori dipartimentali e
HSWT Weihenstephan-Triesdorf sua moglie Brigit, con la quale ha fondato l’agenzia di architettura Rapp
University of Applied Sciences (Ger- visite guidate nel Complesso
+ Rapp nel 1999. dello Spirito Santo in via For-
mania); EMU Estonian University
of Life Sciences, Tartu (Estonia); no Vecchio in piccoli gruppi
ULB Université Libre de Bruxelles accompagnati da tutor (Biblio-
(Belgio); Ovidius University in Con- teca Marcello Canino; Uffici,
stanta (Romania) e 2 associazioni È un progetto annuale o si è già disciplinari differenti ed eterogenee Aule specialistiche con mostre;
di settore (ISOCARP International svolto in passato? provenienze scientifiche. Noi italiani Spazi studio studenti: corners
Society of City and Regional Plan- “A settembre dell’anno scorso ed i belgi siamo urbanisti ed archi- e aule; Laboratori: MLab, Infor-
ners; LE:NOTRE Institute-Europe- siamo stati in Romania. A maggio tetti. I rumeni sono geografi ed ur- matica e Modelli, corner M.I.O.)
an landscape architecture network). 2020 il workshop si terrà in un’area banisti. I tedeschi e gli estoni sono e a Palazzo Gravina (Labora-
È coordinato dalla Ion Mincu Uni- costiera del Belgio che affaccia paesaggisti”. tori: prove materiali, stampanti
versity di Bucarest, responsabile sul mar Baltico”. Possono partecipare tutti gli al- 3D, Biblioteca Centrale e spa-
scientifico il prof. Gabriel Pascariu. Quante persone partecipano ai lievi del Dipartimento al bando di zio mostre).
Una squadra internazionale, dun- workshop? selezione dei candidati per il cor-
que. Per la Federico II il capitano è “Per ciascuno di essi cinque stu- so on line sulle aree costiere di
il professore Antonio Acierno, in denti e due docenti provenienti da Tallinn e di Pozzuoli che sta per
qualità di referente scientifico. ognuna delle Università che ade- scadere?
Professore, in cosa consiste il riscono all’iniziativa. Mi fa piacere “Il tipo di esperienza presuppone
progetto? sottolineare che per i ragazzi e che le ragazze ed i ragazzi abbiano
“C’è innanzitutto un corso, erogato per i professori le sessioni di la- già percorso un certo cammino uni-
on line dal 15 marzo al 31 maggio, voro sono anche una splendida versitario. Per questo motivo la par-
che prevede lezioni frontali con- occasione di conoscersi e di in- tecipazione è riservata agli iscritti al
dotte da docenti internazionali e teragire. I ragazzi vivono insieme quarto ed al quinto anno della lau-
tre momenti di verifica durante i in spazi comuni, alberghi od ostelli, rea a ciclo unico in Architettura, agli
quali gli studenti sono tenuti a pre- che diventano una sorta di interna- allievi della Magistrale in Progetta-
sentare l’avanzamento del lavoro zionale della cultura e dei saperi. zione ed agli studenti del Corso di
svolto. I partecipanti al corso lavo- Anche perché le università partner Laurea Magistrale in Urbanistica.
reranno in gruppi internazionali sono frequentate da una platea Naturalmente, un requisito fonda-
multidisciplinari composti da stu- che arriva da tutto il mondo. In mentale è la buona conoscenza
denti appartenenti alle sette uni- Romania abbiamo avuto ragazze e della lingua inglese”.
versità partner su due specifiche ragazzi dell’Uzbekistan e dell’Iran, Da chi è composta la commis-
aree costiere: Tallinn in Estonia e non solo europei. Hanno vissuto sione che valuterà le domande?
Pozzuoli in Italia. Tra i 15 ammes- a stretto contatto con i nostri allievi, “Ci sono io con i dottori Paolo Ca-
si a partecipare al corso saranno accomunati dalla voglia di impara- milletti e Gianluca Lanzi. Gli stu-
selezionati 5 studenti per la parte- re, di scoprire e di vivere belle espe- denti saranno selezionati sulla base
cipazione all’ISP (Intensive Study rienze. Ecco, in tempi come questi dei titoli presentati (curriculum, let-
Program) a Tallinn dal 19 al 28 mag- che viviamo, di chiusure ed arrocca- tera di motivazione, certificazione
gio. Gli altri 10, in differenti moda- menti, il progetto, al di là dell’indub- attestante la conoscenza della lin-
lità, parteciperanno al secondo ISP bio valore scientifico, porta avanti gua inglese) e di un colloquio, volto
che si terrà a Pozzuoli dall’8 al 17 anche una bella idea di universa- ad accertare la padronanza della
settembre. Agli studenti partecipanti lità tra chi condivide passioni ed lingua inglese e la motivazione alla
all’ISP in Estonia saranno conferite interessi culturali. Per noi profes- partecipazione al corso, che si terrà
borse di studio per coprire i costi di sori, poi, l’occasione è ghiotta an- il 20 febbraio”.
trasporto e di alloggio”. che perché ci si confronta tra settori Fabrizio Geremicca

pag. 23
Numero 2 del 8 febbraio 2019
ATENEAPOLI, l’informazione universitaria dal 1985

© riproduzione riservata Suor


SportOrsola
Attualità
Università
universitario
Federico
L’Orientale
Parthenope
“L.
Benincasa
Vanvitelli”
II

Erogatori d’acqua in Dipartimento e il progetto di


comunicazione etica di due studentesse

Architettura dice basta


alla plastica
protetta dal Diritto d’Autore
Copia digitale codificata

Q ualche mese fa il Ministro


dell’Ambiente Sergio Costa
ha lanciato la campagna Plastic
anno, esaurita la fase di sperimen-
tazione, ci si augura possa essere
esteso a tutti gli altri Dipartimenti.
Free per azzerare o comunque “L’iniziativa - dice la prof.ssa Or-
fortemente ridurre l’utilizzo di botti- nella Zerlenga, che l’ha curata ed
glie e bicchieri di plastica nelle sedi organizzata - è nata su impulso
delle istituzioni politiche e culturali. del Senato Accademico. Abbiamo
L’iniziativa prevede tra l’altro l’eli- preso contatto con una ditta che
minazione dei distributori delle bot- fornisce gli erogatori di acqua e ci
tigliette monouso e la sostituzione siamo messi d’accordo affinché lo
con erogatori di acqua naturale o sistemassero proprio all’ingresso
frizzante, anche refrigerata. Dopo del Dipartimento. I riscontri finora
l’annuncio di Costa molte istituzio- sono stati molto positivi. Studen-
ni e aziende hanno annunciato già ti e professori hanno aderito con > La prof.ssa Ornella Zerlenga con le sorelle Maria Grazia e Giulia Spanò
la loro adesione, dalla Camera dei convinzione, portano la loro bor-
Deputati al Ministero dello Sviluppo raccia e fanno il pieno di acqua. Si
Economico, dall’Università di Fog- vedono sempre più raramente le cia con il logo Plastic Free. Ci con- tato finale sia buono. Mi auguro, so-
gia al Cnr Irsa, a tanti piccoli Comu- bottigliette di plastica monouso to perché credo che anche queste prattutto, che davvero il logo aiuterà
ni. In Campania arriva ora l’Ateneo in giro per le aule ed i laboratori”. iniziative rientrino nella cosiddetta chi vive il Dipartimento a riflettere su
Vanvitelli con un progetto che nasce Ogni tre mesi l’azienda che ha si- terza missione dell’Università, quel- come un semplice gesto, l’utilizzo di
dal Dipartimento di Architettura e stemato l’erogatore nel Dipartimen- la relativa alla promozione della cul- una borraccia al posto della plasti-
Disegno Industriale e che, dopo un to fornirà i dati relativi al risparmio tura nel territorio”. ca monouso, moltiplicato per tante
della plastica. Maria Grazia e Giulia Spanò persone e per 365 giorni all’anno,
Architettura ha poi aggiunto una sono le sorelle che hanno proget- possa contribuire a ridurre il proble-
particolarità, un qualcosa in più al tato il marchio adesivo nell’ambito ma dell’inquinamento ambientale”.
progetto, conformemente alle sue della propria tesi di laurea in Desi- Riguarda, quest’ultimo, la terra ed il
specificità culturali. “Ho proposto a gn grafico presso il Corso di studi mare, che è sempre più invaso da
due studentesse che si apprestava- in Design e Comunicazione. La micro e macroplastiche. Una inda-
no a svolgere la tesi per il conse- prima ha 27 anni e lavora in un’a- gine condotta qualche tempo fa da
guimento della Laurea Triennale in zienda pubblicitaria di Caserta. La Goletta Verde di Legambiente, du-
Design di lavorare ad una campa- seconda, più piccola, ha intrapreso rante la quale sono stati monitorati
gna di comunicazione per incentiva- il percorso della Laurea Magistra- 2600 chilometri di mare con 205 ore
re studenti e professori ad utilizzare le. “Il logo - racconta Maria Grazia di osservazione, ha offerto un qua-
l’erogatore al posto delle bottigliette - esemplifica l’idea che la plastica dro sconfortante della situazione
di plastica. Hanno preparato un bel debba sparire dalla nostra vita o in Italia. Su 2597 rifiuti galleggianti
progetto di comunicazione etica. che, almeno, se ne debba fare un avvistati, il 95% è plastica: in media
Ne è venuto fuori un logo molto uso sempre più limitato. Abbiamo 32 ogni chilometro quadrato con i
carino. È prevista anche la stampa lavorato un paio di mesi alla tesi valori massimi nel Tirreno centra-
di volantini che saranno distribuiti a di laurea e l’abbiamo discussa ad le con 51 per chilometro quadrato.
chi frequenta il Dipartimento. Il logo, ottobre scorso”. Aggiunge: “Siamo Particolarmente grave il fenomeno
sotto forma di adesivo, è regalato a state entrambe molto contente di dell’inquinamento da microplasti-
chiunque ne faccia richiesta per aderire alla proposta della prof.ssa che, che arrivano dai cosmetici, dai
sistemarlo sulla sua borraccia”. Zerlenga che ci ha suggerito come dentifrici, dal lavaggio degli abiti in
Aggiunge la docente: “In futuro, argomento della tesi la campagna fibra sintetica e da altre fonti. Una
magari già dal prossimo autunno, in Plastic Free. Ci è sempre piaciuto il indagine su sei isole le ha rilevate
concomitanza con le nuove imma- settore della comunicazione etica e, ovunque. I valori massimi sono stati
tricolazioni, c’è l’ipotesi di regalare dunque, abbiamo lavorato con en- riscontrati ad Ischia.
a ciascun immatricolato una borrac- tusiasmo. Credo e spero che il risul- Fabrizio Geremicca

Traffico ferroviario e consumo energetico: un


workshop a Pietrarsa
L’ occasione di parlare con il
professore Daniele Gallo del
Dipartimento di Ingegneria della
partenza è questo – spiega in ma-
niera molto semplice il prof. Gallo,
docente di Misure Elettroniche e di
e definire le azioni di ricerca più ido-
nee da intraprendere per massimiz-
zare l’impatto positivo del progetto
e affidabilità (le misure sono certi-
ficate e sono soggette a controlli)
che orientano la ricerca verso una
Scuola Politecnica e delle Scienze Misurazione – i treni consumano sul mondo ferroviario. Un campo valutazione del risparmio energeti-
di Base è offerta dal prossimo work- ma non pagano. Non c’è mai stata che ha affascinato anche diversi co ed è a questo che il ragazzo oggi
shop che l’Ateneo e l’Istituto Nazio- tanta attenzione su questo aspet- studenti tanto da farne oggetto di sta lavorando presso l’istituto tori-
nale Metrologico Italiano hanno or- to, ma da quando l’input è arrivato tesi, prettamente sperimentale, e nese. “L’altra, invece, ha lavorato
ganizzato per il 21 febbraio al Museo dalle nuove normative in campo argomento di dottorato di ricerca, attraverso prove di rendimento ed
Nazionale Ferroviario di Pietrarsa a della Comunità Europea, per cui a sulla base di una consolidata par- efficienza sui cosiddetti ‘Traduttori
cui il prof. Gallo e il suo gruppo di partire dal 2021 sarà necessario tnership tra la Vanvitelli e l’Istituto di Misura’, dispositivi che per la loro
ricerca prenderanno parte. L’even- tariffare il consumo energetico Metrologico Italiano, con sede a To- caratterizzazione riducono gli alti
to, rivolto a centri di ricerca, aziende ferroviario, gli istituti metrologici e rino. “I miei due ultimi laureati, ad
pubbliche e private ed enti normati- i centri di ricerca hanno avviato una esempio, – continua il prof. Gallo – valori di corrente per poter essere
vi, è una importante occasione per serie di progetti per soddisfare tutte hanno realizzato due lavori di tesi utilizzati”. Per esplorare meglio que-
favorire il dialogo e lo scambio di le esigenze di misure accurate e ri- proprio in questo settore. Uno ha sto settore e realizzare tesi speri-
informazioni tra il mondo ferroviario feribili di potenza, energia elettrica, sviluppato un nuovo sistema di mi- mentali ci sono laureandi che vanno
e i partner del progetto di ricerca di efficienza e qualità che il European sura, un prototipo di misurazione anche per qualche tempo all’estero
respiro europeo “MyRailS”, finan- Metrology Programme for Innova- del consumo energetico che è stato - in Germania, in Francia o, addirit-
ziato da Euramet, l’Associazione tion and Research ha raccolto in in seguito collocato sulla tratta fer- tura, in Norvegia - per svolgere atti-
degli Istituti Metrologici Europei, e questi ultimi tempi”. roviaria che va da Torino a Savo- vità di laboratorio presso alcuni enti
coordinato dall’Inrim, sul dispendio Nel corso del workshop saranno na”. Attualmente il prototipo sta re- di ricerca con i quali l’Università ha
di elettricità energetica nel settore presentati i primi risultati prodotti gistrando i consumi attraverso una stipulato delle convenzioni.
e sulla sua misurazione. “Il punto di da MyRailS, in modo da discutere misurazione di altissima precisione Claudia Monaco

pag. 24
Numero 2 del 8 febbraio 2019
ATENEAPOLI, l’informazione universitaria dal 1985

© riproduzione riservata Suor


SportOrsola
Attualità
Università
universitario
Federico
L’Orientale
Parthenope
“L.
Benincasa
Vanvitelli”
II

Internazionalizzazione: le novità dal delegato di Ateneo l’anno accademico 2017/2018 sono state bandite
456 borse Erasmus per studio, 48 borse traine-
eship e 36 extra UE - agli studenti farà piacere
Nuovi accordi di scambio con sapere che, per l’anno accademico 2018/2019, il
numero delle borse è aumentato a 500 per studio
e 55 per traineeship. Parteciperemo, inoltre, all’a-
Paesi extraeuropei zione Erasmus KA-107 nell’ambito della quale,
l’anno scorso, sono stati attivati accordi con la
Tunisia per Medicina e con l’Albania per Giuri-

L’ incontro con culture differenti dà un valore cinesi è il programma Marco Polo, sponsoriz- sprudenza. Quest’anno abbiamo fatto richiesta
aggiunto alla formazione universitaria e, in zato in Cina da Uni-Italia, un’associazione che di nuovi accordi con Brasile, Russia, Maroc-
questa direzione, prosegue la spinta all’interna- promuove la lingua e la cultura italiana all’estero. co e ancora Albania e Tunisia”. Per il prossimo
protetta dal Diritto d’Autore
Copia digitale codificata

zionalizzazione portata avanti dall’Università Van- Marco Polo offre, agli studenti che ne fanno ri- anno accademico, inoltre, è prevista l’attivazione
vitelli attraverso esperienze Erasmus, mobilità chiesta, borse di studio per trascorre alcuni mesi di un titolo congiunto con il Cile. Un ulteriore
per tirocini, possibilità di studiare in paesi extra- in Italia ad imparare la lingua prima di iscriversi in vantaggio per gli studenti vanvitelliani sarà rap-
europei, titoli spendibili sia in Italia che in un altro un’università italiana e frequentare un corso nel- presentato dall’incremento dei corsi di lingua:
paese e corsi di lingua. In arrivo alcune importanti la nostra lingua. Al Sud, i corsi di lingua italiana “L’università mette a disposizione corsi di lingua
novità. sono erogati dall’Accademia italiana di Salerno. inglese, francese e spagnola per gli studenti Era-
Si rafforza il legame con la Cina. “Stiamo per “Con Uni-Italia abbiamo un accordo che permette smus in partenza. Vorremmo, invece, che questi
attivare un doppio titolo con la Shandong Uni- di dare agli studenti cinesi informazioni in tempo corsi diventassero sportelli e fossero a disposizio-
versity of Art che dovrebbe riguardare il Diparti- reale”, precisa il prof. Minucci. ne per tutti gli studenti che ne fanno richiesta. Il
mento di Architettura e il Corso di Laurea in De- Gli studenti italiani, invece, potranno molto pre- tutto sarà naturalmente gratuito. Per lingue non
sign per la Moda da cui i cinesi sono da sempre sto consultare il nuovo bando per il Programma presenti in Ateneo potrebbero arrivare docenti
molto attratti”, spiega il prof. Sergio Minucci, de- Erasmus relativo alla mobilità per studio e per esterni, ad esempio dall’Accademia italiana di
legato di Ateneo all’Internazionalizzazione e alla tirocinio, in paesi europei ed extra-europei. “Per Salerno”, conclude il prof. Minucci.
Mobilità, il quale con il Rettore Giuseppe Paolisso
lo scorso ottobre è stato ospite dell’Università ci-
nese per i festeggiamenti dei sessant’anni di atti-
vità. “In quell’occasione siamo entrati in contatto
anche con altre università di Pechino interessate
ad aprire uno scambio di cooperazione per la mo-
bilità di studenti e docenti”. Particolare successo,
nel Paese asiatico, ha riscosso il Corso di Nur-
sing, Scienze Infermieristiche interamente in lin-
gua inglese, pronto a partire già lo scorso anno
accademico, ma attivato soltanto quest’anno.
“L’interesse dei cinesi verso le attività professio-
nalizzanti in campo medico è notevole anche per-
ché, vista la popolazione numerosa, il problema
medico si fa sentire. In quel paese, inoltre, manca
un expertise e c’è grande richiesta di formazione
da parte di esperti europei. Dopo aver tastato il
loro interesse, prima di Natale abbiamo ospitato
alcune delegazioni venute in Italia per avere in-
formazioni. Siamo in attesa di dare il via alla parte
operativa”. Ancora a disposizione degli studenti

Intervista alla prof.ssa Serenella Ensoli, docente di Archeologia Classica, al Dilbec casa propria. Bisogna lavorare in
modo interculturale ed essere gra-
ti al paese che ci ospita. Non sia-
“Scaviamo, studiamo e restauriamo” mo colonialisti, si lavora insieme”.
Qual è la giornata tipica di uno
studente in missione? “La mattina
“Quando gli studenti tornano a casa è come se avessero condensato nella missione un anno di università” si va sul campo di lavoro, si può la-
vorare sui monumenti o agli scavi,
poi viene il momento del briefing e
P assione, cultura, formazio-
ne completa, multiculturalità,
apertura e internazionalizzazione
tener conto di tante cose, anche
della stagione. L’autunno è il pe-
riodo migliore per raggiungere
di training. Questi corsi sono molto
ampi, non c’è solo lo studio del sito
o del monumento, ma si insegna
si discute della giornata di lavoro.
Io tengo sempre delle lezioni per
loro. Porto con me i miei studenti
sono il cuore pulsante delle missioni quei Paesi, le condizioni climatiche ad applicare l’alta tecnologia di cui grazie ai fondi del Ministero de-
archeologiche condotte in Libia, in sono più accettabili. È importante disponiamo. Li metto in contatto gli Affari Esteri e della Coopera-
Palestina, a Cipro e in Israele dal- soprattutto quando i miei studenti anche con degli specialisti che in- zione Internazionale. Tutti i fondi
la professoressa Serenella Ensoli, prendono parte alle mie missioni. A segnano loro cose specifiche come, arrivano direttamente in Ateneo. Io
docente di Archeologia Classica e novembre, a Cipro, ho portato con ad esempio, il 3D, come pubblicare sono l’unica italiana finanziata su
Archeologia delle Province Roma- me uno studente della Triennale. un monumento, come ricostruirlo tre, quattro progetti”. Un occhio alla
ne presso il Dipartimento di Lettere Quell’esperienza lo ha fatto cre- graficamente”. L’importanza della sicurezza: “Sono sempre in contatto
e Beni Culturali (DiLBeC). “Lavoro scere profondamente. Mentre io multiculturalità: “Ai miei corsi pren- con le ambasciate. Quando arrivo
in Libia dal 1980, da quando avevo gli insegnavo a leggere i monumen- dono parte anche ispettori e stu- in un paese incontro l’ambasciato-
vent’anni – racconta la prof.ssa En- ti, il prof. Bianchini lo ha formato sul denti delle università dei paesi in re e gli parlo dei miei studenti. La
soli – Dal 2005 dirigo per il nostro campo nell’ambito del multimedia- cui andiamo. Alcuni dei miei stu- sicurezza deve essere sempre as-
Ateneo la Missione Archeologica le”. Un rapporto privilegiato quello denti cominciano a fare pratica soluta. Naturalmente incontro an-
Italiana a Cirene. Dopo la chiusura che si viene a stabilire tra la docen- con l’arabo, tutti possono miglio- che i locali Ministeri della Cultura
dello spazio aereo in Libia nel 2014 te e gli allievi: “Curo molto i miei rare il loro inglese. In Libia ci sono e i Dipartimenti delle Antichità”. La
è nato il grande progetto Ptolemai- studenti e la loro formazione. persone che parlano italiano ed io professoressa Ensoli, unica docen-
ca che non riguarda soltanto la Ci- Faccio loro domande e li stimolo a ho tenuto anche dei corsi di italia- te al DiLBeC ad avere valutazione
renaica, ma la Palestina dal 2013, dare risposte. Se non saranno cu- no per studenti libici”, prosegue la ANVUR (Agenzia Nazionale di Va-
Cipro dal 2014 e Israele dal 2015. riosi non otterranno niente. Non docente, che ricopre anche il ruolo lutazione del Sistema Universitario)
Si dice che i Paesi del Mediterraneo devono prendere la materia e assi- di Presidente della Commissione 1, è anche direttrice di due collane
orientale siano difficili: io non li ho milarla, bensì chiedersi delle cose Internazionalizzazione del Dilbec. editoriali, “KYPANA. Libya in the
scelti per un motivo specifico, è la e sviluppare senso critico. Porto Studio, scavo, restauro dei monu- Ancient Word” (dal 2012) e “Ptole-
passione che mi porta nei Paesi con me dottorandi, studenti del- menti… che cos’è una missione ar- maica. Studi sul Mediterraneo” (dal
da capire meglio a livello archeo- la Magistrale, ma anche della cheologica? “Scaviamo, studiamo 2017): “Ho pubblicato molti volumi e
logico. Il Mediterraneo orientale Triennale. Le quote rosa mi stanno e restauriamo, queste sono le tre ritengo che anche i miei studenti
ha ricchezze archeologiche in- particolarmente a cuore. Ma par- attività principali di un archeologo. debbano fare pubblicazioni. Dico
credibili”. Mete più recenti dell’in- liamo, naturalmente, degli studenti Abbiamo fatto dei lavori meravi- sempre loro che se non pubblica-
cessante viaggio della docente, a migliori. Quando tornano a casa gliosi come il restauro del Teatro/ no non avranno carriera. Cerco di
fine 2018, l’Antica Palestina e, l’i- è come se avessero condensato Anfiteatro del Santuario di Apollo impartire loro la migliore formazione
sola di Cipro con il suo santuario di nella missione un anno di univer- a Cirene. Diamo sempre dei risul- possibile in modo che, terminata l’u-
Apollo Hylates a Kourion. Un viag- sità perché l’esperienza sul campo tati al Paese che ci ospita. Questo niversità, possano avere ottime op-
gio all’insegna di cultura, scultura, li forma tanto”. Quali competenze concetto è fondamentale nel nostro portunità professionali”, conclude la
monumenti e manufatti. “Quando possono assumere gli studenti sul lavoro: non si va in un altro paese professoressa.
si parte per una missione bisogna campo? “Per loro tengo dei corsi per produrre risultati e portarli a Carol Simeoli

pag. 25
Numero 2 del 8 febbraio 2019
ATENEAPOLI, l’informazione universitaria dal 1985

© riproduzione riservata Suor


SportOrsola
Attualità
Università
universitario
Federico
L’Orientale
Parthenope
“L.
Benincasa
Vanvitelli”
II

L a professione notarile noto-


riamente esercita un notevole
ascendente sugli studenti di Giu-
Un insegnamento opzionale, attivo da due anni, che aiuta gli studenti di
Giurisprudenza ad avvicinarsi ad una professione molto ambita
risprudenza. Per molti non si può

Alla scoperta del Diritto notarile


ambire ad una dimensione profes-
sionale maggiormente appagan-
te. Tuttavia, tendenzialmente, si
è pressoché ignari delle funzioni
assolte dal notaio. Talvolta è una
figura “che vive per lo più nelle fan- a tastare con mano la dimensione terzo anno del Corso di Laurea Ma- vivamente ai miei colleghi”.
tasie degli studenti”, afferma il prof. pragmatica delle materie di studio, gistrale in Giurisprudenza: “Sono da Nell’immaginario collettivo, chec-
Alessandro De Donato, docente non si può evidentemente prescin- sempre stato incuriosito dalla figura ché se ne dica, è assai radicato il
protetta dal Diritto d’Autore
Copia digitale codificata

di Diritto Notarile, insegnamento dere dalle nozioni di diritto privato: del notaio. Non ho mai capito esat- convincimento che quella notarile
che, dunque, risponde all’esigenza “Il Diritto notarile postula una cono- tamente di cosa si occupasse. Lo sia una professione che si trasmette
di rendere gli studenti adeguata- scenza adeguata delle categorie studio di questa materia mi ha per- di padre in figlio, con irrisorie possi-
mente edotti circa i profili contenu- civilistiche. Senza una padronanza messo di schiarirmi le idee e di ma- bilità di riuscita per quanti non siano
tistici della professione. È un esa- di queste ultime lo studio rischia di turare coscienza di come sia fonda- già figli d’arte. Nulla di più falso per
me opzionale, inserito due anni fa risultare disagevole. Conscio di ciò, mentale consolidare le nozioni pri- il notaio De Donato: “Il fatto che si
nel piano di studi, e attribuisce sei in sede di lezione, cerco tenden- vatistiche ai fini del percorso notari- voglia dipingere la professione no-
crediti formativi. “Reputo la scelta zialmente di illustrare ex professo le”. Alessia Iavarone, studentessa tarile alla stregua di un sapere tra-
di introdurre l’esame di Diritto No- gli istituti giuridici implicati di volta del quarto anno del Corso di Laurea latizio, che si trasmette in automa-
tarile assai opportuna. C’è una dif- in volta, affidandomi anche a delle Magistrale in Giurisprudenza, con- tico di generazione in generazione,
fusa disinformazione circa la figura simulazioni dei casi giuridici, attra- fessa: “ho ricostruito la figura del è da sconfessare a spada tratta.
del notaio. Bisogna che gli studenti verso le quali gli studenti sono po- notaio a mo’ di collage, connettendo Non bisogna gettare ombre sulla
siano posti nelle condizioni di com- sti al cospetto di ciò che studiano e le diverse informazioni che ho avu- correttezza del concorso notarile:
prendere in cosa effettivamente riescono meglio a padroneggiarlo”. to modo di ricevere. Evidentemente si diffondono notizie che rischiano
consista la professione”, sottolinea Non pochi studenti hanno accolto non potevo accontentarmi di questa significativamente di allontanare i
il notaio. Per affrontare questa disci- con favore la scelta di introdurre conoscenza approssimativa. Così ragazzi dal perseguire la strada no-
plina, che va nella direzione di con- l’esame di Diritto Notarile. Ad esem- ho scelto quest’esame. Si è trattato tarile”.
sentire ai ragazzi di incominciare pio, Filippo Acconcia, studente del di una scelta felice che raccomando Giovanni Lanzante

Pratica forense per gli studenti di


Giurisprudenza al quinto anno

Tirocinio anticipato,
un’occasione
da non mancare

S ovrapporre l’esercizio della


professione forense allo studio
universitario non è mera fantasia.
allora”. Opterà per il semestre di
pratica anticipata pure Gennaro
Patria: “Vivevo con ansia la con-
Grazie alla legge 247 del 2012, gli sapevolezza di non aver mai pre-
studenti del quinto anno sono abi- so visione di un atto giuridico e di
litati ad anticipare un semestre del non averlo mai predisposto. Non
tirocinio, intraprendendo un’espe- intendevo arrivare al conseguimen-
rienza assai preziosa per misurare to della laurea con questa lacuna.
in concreto le loro attitudini. Si tratta Pertanto, non ho esitato ad antici-
di una facoltà cui possono accedere pare il tirocinio. Grazie agli uffici del
soltanto quanti abbiano conseguito i Dipartimento ho avuto la possibilità
seguenti esami: Diritto privato; Dirit- di essere affidato ad un dominus
to processuale civile; Diritto penale; davvero molto scrupoloso, che ana-
Diritto amministrativo; Diritto costitu- liticamente mi illustra le tecniche di
zionale; Diritto dell’Unione Europea. scrittura giuridica e le modalità di
Questa opportunità è stata accolta strutturazione di un atto”.
con grande entusiasmo dagli stu-
denti. Antonello Ragusa, laurean-
Il fatto di non avere conoscenti che
operino nell’ambito giuridico non Stage formativi al Tribunale
do in Giurisprudenza, commenta: “Il
tirocinio anticipato è un’occasione
deve rappresentare un deterrente:
gli studenti possono segnalare la Sammaritano
da non mancare: permette di avere loro esigenza di rintracciare un av-
un primo contatto con la professio- vocato che possa iniziarli alla prati- Stage formativi di 18 mesi presso gli uffici del Tribunale di Santa Maria
ne forense e di verificare le proprie ca forense agli uffici amministrativi, Capua Vetere per giovani laureati in Giurisprudenza (età inferiore a 30
attitudini. Il nostro percorso di studi, che si attiveranno nel ricercare un anni), media di almeno 27/30 agli esami di Diritto Costituzionale, Diritto
ahimè, non ci permette di approc- professionista disposto a riceverli. Privato, Diritto Processuale Civile, Diritto Commerciale, Diritto Penale,
ciare la realtà professionale durante La domanda per il tirocinio antici- Diritto Processuale Penale, Diritto del Lavoro e Diritto Amministrativo
gli anni universitari. Intendo antici- pato deve essere inoltrata ad uno o, in alternativa, con voto di laurea non inferiore a 105/110. Il numero
pare la pratica proprio per questo: dei seguenti Consigli dell’Ordine dei posti è determinato dalla disponibilità manifestata dai magistrati in
per interfacciarmi con un mondo degli Avvocati: Santa Maria Capua servizio presso il Tribunale a seguire i tirocinanti.
che, ad oggi, vive solo nella mia Vetere; Napoli Nord; Nola; Isernia; Ciascuno degli ammessi al tirocinio deve assistere e coadiuvare il ma-
immaginazione”. Anche Pasquale Avellino. Durante lo svolgimento del gistrato cui è affidato nel compimento delle ordinarie attività giudiziarie,
de Lucia, laureando, ha espresso semestre lo studente deve garan- nel rispetto degli obblighi di riservatezza e di riserbo riguardo ai dati, alle
la sua volontà di intraprendere il ti- tire la frequentazione dello studio informazioni ed alle notizie acquisite durante il periodo di formazione,
rocinio anticipato: “per ragioni per- professionale per almeno dodici ore con obbligo di mantenere il segreto su quanto appreso in ragione della
sonali ho tardato nell’ultimare il mio settimanali. Il periodo di tirocinio è loro attività e astenersi dalla deposizione testimoniale. Gli ammessi al
percorso universitario, ora intendo destinato a rimanere privo di effetti tirocinio hanno accesso ai fascicoli processuali, partecipano alle udien-
avvalermi di questa possibilità che qualora lo studente, sebbene abbia ze del processo, anche non pubbliche e dinanzi ai collegi, nonché alle
il Dipartimento ci concede per recu- conseguito il diploma di laurea in camere di consiglio, salvo che il giudice ritenga di non ammetterli. È
perare un semestre. Diversamente, Giurisprudenza, non proceda all’i- prevista l’attribuzione di una borsa di studio.
dovrei attendere il conseguimento scrizione presso il registro dei pra- La scadenza per la presentazione delle domande è fissata all’11 febbra-
della laurea per dare innesco alla ticanti. io. Maggiori informazioni sul sito web del Tribunale Sammaritano.
pratica, che decorrerebbe solo da Giovanni Lanzante

pag. 26
Numero 2 del 8 febbraio 2019
ATENEAPOLI, l’informazione universitaria dal 1985

© riproduzione riservata Sport universitario


Attualità
Università Federico II
L’Orientale

All’Open Day talk con


i laureati di successo
Camilla e Luca
protetta dal Diritto d’Autore
Copia digitale codificata

O pen Day venerdì 1° marzo.


L’Orientale accoglierà gli stu-
denti delle scuole superiori e tutti
coloro interessati a conoscere i sei > Luca Salernitano
Corsi di Laurea Triennale attivi
per l’anno accademico 2019-2020
presso la Basilica di San Giovanni
Maggiore (nella mattina, dalle 9.30 CAS (Centri di Accoglienza Straor- rete dei centri di seconda accoglien-
alle 13.30) e la sede di Palazzo del dinaria) per rifugiati politici. Il tiroci- za all’interno del sistema SPRAR (il
Mediterraneo (il pomeriggio, dalle nio è fondamentale perché rappre- Sistema di Protezione Richiedenti

> Camilla Accetto


14 alle 17). Una giornata densa di senta il primo punto di partenza in Asilo e Rifugiati), “dove – oltre al
appuntamenti in programma. Mo- cui ci si può affacciare al mondo del lavoro di mediatore – mi occupo
mento molto atteso sarà lo spazio lavoro e capire la strada professio- anche dell’area legale, quindi del
destinato alla conversazione con nale da seguire. Inoltre, se si dimo- rinnovo dei permessi di soggiorno,
due ex studenti dell’Ateneo che stra di essere validi sul campo, può dei rapporti con la Questura e la
hanno già avuto, a distanza di poco agevolare un’eventuale possibilità Prefettura”. Il vero ruolo del media-
tempo dalla laurea, esperienza in di assunzione. Non è affatto una tore non è solo essere interprete,
ambienti lavorativi di primo piano. perdita di tempo”. Se non ci fosse, ma “aiutare l’individuo nell’inse-
Ospiti di quest’edizione sono i due potrebbe risultare difficile partire rimento sociale e assisterlo quan-
ventiseienni Luca Salernitano, da zero all’indomani della laurea. do si interfaccia con tutte le istitu-
mediatore linguistico-culturale, e Quali competenze richiede il la- zioni, dalla trafila per l’ottenimento
tà, a partire dalla scuola primaria”.
Camilla Accetto, impegnata in un voro di mediatore? “Innanzitutto, dei documenti utili sino al presidio
dottorato di ricerca in Spagna. A Un consiglio rivolto a tutti coloro
che pensano di immatricolarsi qui: competenze linguistiche. Cono- ospedaliero”. Non è un caso che da
eccezione di quest’ultimo, “tutta la scere diverse varietà di inglese mi è qualche anno nel Corso di Media-
mia carriera universitaria si è svol- “pochi anni fa ero dall’altro lato, nei servito molto. E, in più, una grande zione siano subentrati anche esami
ta a L’Orientale”, racconta Camilla. vostri panni, con le stesse paure, apertura mentale, la capacità di di Diritto. “È un lavoro che mi piace
“Ho conseguito la Laurea Triennale ansie e preoccupazioni per il futuro. adattarsi facilmente a molteplici si- molto. Suggerisco ai nuovi arrivati
in Lingue, Letterature e Culture La scelta del percorso universita- tuazioni”, che si plasma proprio nel di darsi da fare, mettersi in gioco,
dell’Europa e delle Americhe a 20 rio deve essere personale e atte- contesto universitario. “All’interno sfruttare l’occasione di un tirocinio
anni, e a 22 la Magistrale in Lingue nere a una passione specifica. Se del Corso di Mediazione ho incon- o di un Erasmus per stabilire con-
e Letterature Europee e America- doveste optare per L’Orientale, trato docenti disponibili e volente- tatti o attivare nuove convenzioni.
ne, con una tesi sul romanzo di for- sarà sicuramente un’ottima scel- rosi – come la prof.ssa Katherine Ma sarebbe anche fondamentale
mazione nella letteratura spagnola ta. È importante però mettercela Russo, relatrice della mia tesi – che che le istituzioni valorizzassero,
contemporanea (di cui c’è ancora tutta”. Insieme a Camilla interverrà subito dopo la lezione o nelle ore di come avviene in altri Paesi, la
poca bibliografia a riguardo), con Luca, laureatosi nell’ottobre 2017 in ricevimento erano sempre disponi- nostra laurea, assorbendo le com-
la prof.ssa Giuseppina Notaro Mediazione Linguistica e Culturale bili ad aiutarmi, supportarmi al di là petenze che provengono dagli studi
come relatrice, con cui ho ottenuto nelle lingue Inglese e Portoghe- della preparazione del singolo esa- universitari nel campo della scienza
il massimo dei voti e ho gettato le se e attualmente mediatore di un me e che monitorano costantemen- della mediazione in lavori dei quali,
basi per il mio progetto di ricerca”. centro di seconda accoglienza te l’offerta formativa per introdurre soprattutto in questo periodo attua-
Conseguire il titolo presso L’Orien- dell’AICS. “Tutto è cominciato dal nuovi interessanti spunti”. Adesso le, s’avverte la profonda necessità”.
tale – confermano i due studenti – tirocinio, che ho svolto presso un Luca lavora ai progetti inclusi nella Sabrina Sabatino
significa ottenere una laurea che
ha “un peso importante a livello
europeo e mondiale, soprattutto
grazie ai docenti che lo compongo- La parola alla prof.ssa Laudando, delegato all’orientamento
no”. I due Corsi “che ho frequentato
– riprende Camilla – mi hanno dato
l’opportunità di approfondire la lin-
gua e la letteratura spagnola, di cui
Lezioni demo “per fornire un primo assaggio
sono sempre stata appassionata,
ma soprattutto di viverla sul cam-
po, vincendo varie borse di studio
delle discipline più rappresentative”
Erasmus per studio e tirocinio
in Spagna”. Bisogna, già durante

“T
gli anni di studio, approfittare delle eniamo molto a ritagliare uno gli studenti conoscano da subito chi più criteri: l’interesse, il lavoro dei
numerose possibilità di soggiorno spazio di confronto tra le futu- li rappresenta negli Organi collegiali propri sogni oppure valutare i settori
all’estero. “In Catalogna ho studia- re matricole e i laureati per fornire a livello di Corsi di Studi, Diparti- in cui L’Orientale denota una parti-
to all’Universitat Rovira i Virgili di esempi positivi di carriere che han- menti, Senato e Consiglio d’Ammi- colare specializzazione”. Oltre alle
Tarragona, a Valencia ho lavorato no compiuto i primi passi durante nistrazione e sapere, dunque, a chi lingue orientali, “vi sono aree in cui
per una delle scuole più importanti gli anni di studio”, afferma la prof. rivolgersi in caso di necessità. La sussiste una tradizione secolare,
di lingua spagnola per stranieri, e ssa Maria Carmela Laudando, rappresentanza è necessaria per utili per formare a 360 gradi una co-
poi all’Universidad Autonónoma di Delegata di Ateneo per l’orienta- conoscere in maniera più oculata
Madrid ho collaborato con il Dipar- scienza europea: olandese, svede-
mento in entrata, docente di Lette- come funziona l’Ateneo dal punto di se, albanese, serbo-croato, bulga-
timento di Italianistica insegnando ratura Inglese. In questo senso, la vista istituzionale, senza farsi pren-
l’italiano agli studenti spagnoli vin- ro, romeno, lingue competitive in cui
riflessione sulle ‘storie di successo’ dere dalla smania del sentito dire”. si è ben seguiti e dove l’affluenza è
citori di una borsa Erasmus in Ita- consentirà un più ampio approfon- Il sito web costituisce in ogni caso
lia. È proprio all’Autónoma che ho minore”. Del resto, “studiare lingue
dimento sul tirocinio, obbligatorio un canale affidabile di informazioni consente di avere un’altra visione
continuato gli studi, iniziando il dot- per tutti gli studenti che s’iscrivono: (attualmente in fase di aggiorna-
torato in Letteratura spagnola, gra- “Dall’esperienza di stage può deri- mento), per tutti gli altri dubbi o casi del mondo”. A questo scopo si ter-
zie al quale adesso sono ritornata vare una concreta possibilità di con- particolari “reperire informazioni ranno nel pomeriggio della stessa
a L’Orientale per collaborare con il tratto, una questione spesso sotto- dalle altre fonti ufficiali o dai docenti giornata nelle aule di Mediterraneo
Dipartimento di Studi Letterari, Lin- valutata”. Dalle attività on the job in prima persona”. Quanto alla scel- le lezioni demo, nell’ottica di “fornire
guistici e Comparati”. Una carriera derivano, inoltre, i molteplici contatti ta in sé, è bene prendersi il giusto un primo assaggio alla routine del-
universitaria costellata di soddisfa- che possono crearsi con i portatori tempo per maturarla con un acuto lo studente universitario sulla base
zioni e tanto impegno, che “mi ha di interessi sul territorio e non: “In- ragionamento: “Riflettere bene se delle discipline più rappresentati-
inoltre portata, quasi come un ca- terloquire con una realtà aziendale si pensa di propendere per lingue ve”. Queste ultime hanno riscosso
nale diretto, verso l’insegnamento è importante anche per noi al fine con alfabeti e suoni molto distanti un buon successo negli anni scorsi.
della lingua e della letteratura, nella di capire quali aggiustamenti ope- da quelli a cui siamo abituati. La de- Si terrà poi nel mese di settembre
scuola secondaria di secondo gra- rare sulla didattica”. L’evento vedrà cisione, certo, si può modificare in un ulteriore rendez-vous in cui sarà
do e, grazie a particolari progetti, a coinvolte anche le rappresentanze seguito. Ma, se non si ha un quadro prestata ancora più attenzione alle
studenti di tutte le età e nazionali- studentesche, “perché è giusto che preciso, si può basare la scelta su faccende burocratiche.

pag. 27
Numero 2 del 8 febbraio 2019
ATENEAPOLI, l’informazione universitaria dal 1985

© riproduzione riservata Suor


SportOrsola
Attualità
Università
universitario
Federico
Parthenope
“L.
L’Orientale
Benincasa
Vanvitelli”
II - Parthenope

Fabiana ed Elisabeth, studentesse mettere in comparazione opere lette-


rarie ed artistiche e avere l’occasione
di discuterlo in occasione del World

in cattedra a Liverpool Literature Student Symposium” con


l’obiettivo di stimolare suggestioni
creative, partendo da una visione cri-

F abiana Raimo e Elizabeth vo di vanto per l’Università riscontrare un corso di ‘Postcolonial and World tica rispetto alla letteratura globale. “Il
Tobyn, studentesse Magistra- l’impegno dei propri studenti nell’e- Literature’ tenuto presso l’Università nostro poster, nello specifico, parte
li del Dipartimento di Studi Letterari, sperienza all’estero e il loro coinvol- di Liverpool dal prof. Filippo Menozzi da un’idea di decostruzione di alcuni
Linguistici e Comparati de L’Orien- gimento per merito in iniziative di ri- sul tema della costellazione”, raccon- concetti interconnessi, quali ‘storia,
memoria e oblio’, in una prospettiva
tale, in mobilità Erasmus presso la lievo. Partire per l’Erasmus non vuol ta Fabiana, studentessa di Letterature multiculturale che focalizza l’attenzio-
protetta dal Diritto d’Autore
Copia digitale codificata

Liverpool John Moores University dire esclusivamente sostenere esami e Culture Comparate, rientrata dall’In- ne sui contesti d’origine delle opere,
hanno partecipato in qualità di relatri- fuori porta, bensì diventare parte in- ghilterra dalla metà di gennaio. “Un nell’ambito di una macro-questione:
ci il 9 gennaio scorso a un convegno tegrante di un’altra comunità studen- modulo di questo corso (e del relativo è possibile affermare che il mondo
organizzato presso la Tate Gallery tesca partecipando alle attività ex- esame) prevedeva una collaborazio- esiste, nel modo in cui è concepito
della città, presentando una relazione tra-curricolari per ampliare le proprie ne con la Tate Gallery, all’interno del- tradizionalmente, come espressione
dal titolo ‘Disimprinting the world: hi- conoscenze e costruire una propria la quale avremmo potuto esporre un del potere occidentale? È stato bello
story, memory and oblivion’. Un moti- rete di contatti di studio. “Ho seguito nostro progetto che si proponesse di avere l’opportunità di dire la nostra”.

Capodanno cinese: è festa Nasce una Scuola di Cittadinanza


anche per chi lo studia Attiva Euromediterranea
Una partnership tra Università del Sannio
“Partecipare ti fa sentire davvero parte di e L’Orientale
quell’universo culturale”
È stata presentata il 30 gennaio presso Palazzo du Mesnil la Scuola di
Cittadinanza Attiva EuroMediterranea. Il progetto, rivolto a 90 giovani

A pproda nel pomeriggio del 4


febbraio in Piazza del Gesù la
vigilia della più importante festivi-
compresi in una fascia d’età che va dai 18 ai 34 anni, è stato promosso
dalla Regione Campania e sarà realizzato dall’Università degli Studi del
Sannio. “Una giornata importante questa per suggellare un patto d’intesa
tà tradizionale della Cina (per certi votato alla collaborazione tra Università che dialogheranno in un’ottica
versi paragonabile al nostro Nata- permanente con le istituzioni deputate alla formazione – in prima linea, gli
le): è la Festa di Primavera, altresì organismi territoriali – per offrire il proprio contributo nell’interesse di sen-
conosciuta in Occidente come il sibilizzare gli studenti allo sviluppo di un’attenzione ai temi della diffusione
Capodanno Cinese. Stando al ci- della cultura integrata e dell’identità europea”, afferma la Rettrice Elda
clo astrale asiatico, ad ogni anno Morlicchio in apertura dei lavori. Partner privilegiato dell’Università san-
del calendario lunare corrisponde nita per l’attuazione delle iniziative previste dal corso sarà L’Orientale per
un segno zodiacale, rappresentato la sua vocazione interculturale in virtù della sua antica tradizione e il focus
da un animale. Il 2019 sarà l’anno centrato sulla realtà geografica europea: “Abbiamo il dovere di creare una
del maiale, simbolo di opulenza e consapevolezza nei giovani sulla storia dell’Europa e a questa storia, di
stabilità. Un tripudio di colori, dan- cui il nostro Paese è stato protagonista, dedichiamo una parte consistente
ze popolari, concerti, arti marziali e della didattica e della ricerca operata nei nostri Dipartimenti”. Nei prossimi
performance artistiche hanno inau- mesi le sedi de L’Orientale ospiteranno una parte delle lezioni teoriche e
gurato i festeggiamenti, dopo il tra- workshop (per la durata di 60 ore in totale). Si occuperà dei lavori di orga-
dizionale conto alla rovescia che si è nizzazione e coordinamento del Corso la prof.ssa Libera D’Alessandro,
svolto in contemporanea con la Cina > Anna Trapani docente di Geografia dell’Asia e dell’Africa.
(7 ore di fuso). L’evento, inoltre, ha
visto coinvolti, insieme ad alcune
associazioni locali, l’Istituto Confucio
de L’Orientale e i suoi studenti. “Da
diversi anni la festa giunge a Napoli, proposto di partecipare attivamente, innalzare il livello della conversazio- ad avvicinarsi sempre di più a que-
come in altre città d’Italia, simbolo durante i corsi che frequento al Con- ne. Se conosco tanti caratteri posso sto mondo. Inoltre, i cinesi sono fe-
dell’apertura alla vasta comunità ci- fucio per migliorare la capacità di parlare senza troppa difficoltà con licissimi di coinvolgere noi occiden-
nese presente sul territorio”, afferma ascolto e conversazione”. Imparare gli altri. La sfida di chi studia cine- tali. Io, ad esempio, ho indossato
Anna Trapani, 24 anni, iscritta al il cinese, si sa, richiede impegno se è leggere i giornali. Per farlo – il vestito tradizionale, il qipao. Le
Corso di Laurea Magistrale in Lingue costante. “Non tanto per lo studio senza l’aiuto del dizionario, intendo docenti del Confucio l’hanno presta-
e Civiltà Orientali, appassionata di della grammatica, le cui regole ri- – occorre conoscere, infatti, almeno to a chi non lo possedeva e sfilere-
storia e cultura cinesi e quest’anno tengo non particolarmente compli- 5000 caratteri”. Giorni di fermento mo con ventagli e nodi portafortuna,
coinvolta direttamente nelle inizia- cate, quanto nell’approccio a una hanno preceduto l’organizzazione altro elemento costante. Partecipare
tive, insieme al collega Emanuele lingua che non ha un alfabeto. La delle attività. “Anche solo assistere alla festa ti fa sentire davvero parte
Scarpato. “A partire dal Capodanno sfida è, dunque, imparare quanti all’evento può portare i curiosi, gli di quell’universo culturale”.
– spiega Anna – le celebrazioni du- più caratteri (gli ideogrammi) per studenti alle prime armi ad esempio, Sabrina Sabatino
rano per quindici giorni, concluden-
dosi con la famosa Festa delle lan-
terne (il prossimo 19 febbraio). Non
ha una data fissa, perché i mesi del Università Parthenope
calendario cinese iniziano in conco-
mitanza con ogni novilunio, di con-
seguenza l’inizio d’anno può variare
di circa 29 giorni rispetto al calenda-
A Giurisprudenza promossa la didattica
rio gregoriano, in un arco compreso
tra il 21 gennaio e il 20 febbraio”. Le
origini del Capodanno risalgono a
un’antica leggenda, secondo cui “in
U niversità Parthenope: buono,
anzi ottimo, lo stato di salute
della didattica al Dipartimento di
valutazioni lievemente più basse,
sono state segnalate al Direttore del
Dipartimento, prof. Marco Esposi-
Pietra. A questo scopo “la Com-
missione lavora costantemente per
controllare la qualità dei nostri Cor-
Cina viveva un mostro che ogni 12 Giurisprudenza. Questo emerge dal to”. La proposta degli studenti: “una si e si pone, al di là della relazione
mesi usciva dalla tana per mangia- lavoro di monitoraggio svolto duran- sezione personalizzata per Corso annuale, come punto di riferimento
re bestie e bambini e per sfuggirgli te l’ultimo anno dalla Commissione di Laurea, in modo da poter avere e di incontro degli studenti e dei do-
si doveva intimorirlo con rumori forti Paritetica presieduta dal prof. Giu- uno spazio di valutazione per corso centi per monitorare costantemente
o mostrandogli il colore rosso”. Non seppe Della Pietra il quale afferma: e docente, nel questionario”.
sono mancati, perciò, i fuochi d’arti- le attività, con incontri almeno bi-
“Durante questo periodo ci siamo Grandi problemi non sembrano
ficio o la rituale sfilata del leone, la riuniti diverse volte per ascoltare le emergere. Tranne una richiesta di mestrali, e per raccogliere le criti-
cui maschera rappresenta proprio lo proposte o le doglianze degli stu- altri posti a sedere nei corridoi cità che eventualmente dovessero
spirito maligno. “Ho sempre seguito denti”. Nella relazione presentata al secondo piano di Palazzo Pa- sorgere. Io credo molto nel dialogo
la manifestazione con interesse per a dicembre il livello di gradimento canowsky: “richiesta che non so se con gli studenti e li esorto a segna-
via del mio amore per la cultura che degli studenti “risulta notevole” così potrà essere accolta per questioni larmi problemi che possono essere
studio e per la passione che i docenti come dai questionari di valutazio- di sicurezza. Naturalmente la vivi- anche quelli del docente che non ri-
mi hanno trasmesso verso questa ci- ne emergono valori tra l’ottimo e bilità della sede resta una delle no- sponde tempestivamente alla mail o
viltà. Da quest’anno, però, mi è stato l’eccellente. “Laddove sono emerse stre priorità”, aggiunge il prof. Della che arriva in ritardo a lezione”.

pag. 28
Numero 2 del 8 febbraio 2019
ATENEAPOLI, l’informazione universitaria dal 1985

© riproduzione riservata Sport universitario


Attualità
Università Federico II
L’Orientale
Parthenope

Destinazioni Erasmus: si può scegliere cilita l’accesso per gli studenti e va


in direzione della dematerializzazio-
ne della pubblica amministrazione

all’interno delle macroaree incentivata anche a livello europeo”.


Per i giovani in partenza alla pre-
vista borsa Erasmus (300 euro per
mese se ci si reca nei Paesi dove
È on line (https://uniparthenope.
erasmusmanager.it/studenti/)
il bando di partecipazione al pro-
ragazzi potranno scegliere la loro
sede, aumentando di fatto il numero
di possibilità. Ad esempio, nel caso
ture dipartimentali. Per sua stessa
specificità scientifica, Scienze Mo-
torie rimane invece a sé”, spiega la
il costo della vita è medio o alto e
250 se il costo della vita è basso)
gramma Erasmus+: c’è tempo fino della Scuola di Economia e Giu- dott.ssa Virginia Formisano, capo può essere assegnata anche una
al 24 febbraio per la presentazione risprudenza si potranno scegliere Ufficio Servizi Internazionalizzazio- borsa ministeriale in base al reddito
protetta dal Diritto d’Autore
Copia digitale codificata

delle domande. Rivolto agli studenti non solo sedi in convenzione col Di- ne e Comunicazione Linguistica. e riservata agli iscritti fino al primo
iscritti alla Parthenope che vogliano partimento di appartenenza ma an- Altra novità di quest’anno è l’appli- anno fuori corso: “Il tetto massimo
svolgere un periodo di studio in una che quelle con gli altri Dipartimenti cazione ‘Erasmus+ App’, sviluppata per accedervi è di 50 mila euro di
delle università europee in conven- che afferiscono alla struttura. Per a livello europeo e che “permetterà Isee. La prima fascia, con tetto fino
zione, da un minimo di tre ad un l’area scientifica, individuata l’affi- ai ragazzi di sviluppare il learning a 13 mila euro, ad esempio avrà
massimo di 12 mesi, il programma nità disciplinare tra i Dipartimenti di agreement (che ricordiamo include una borsa di 400 euro mensili. Il
quest’anno presenta delle novità. Scienze e Tecnologie e Ingegneria, gli insegnamenti da seguire nella 50% viene accreditato contestual-
“Il numero di destinazioni è au- si potrà operare lo stesso tipo di in- sede ospite e che va presentato mente alla prima rata della borsa
mentato e sono state create delle terscambio avendo messo in comu- dopo aver confermato l’accettazio- Erasmus”, spiega la dott.ssa For-
macro-aree all’interno delle quali i ne tutte le sedi di entrambe le strut- ne) direttamente in rete. Questo fa- misano.

Casi di studio, premi di


marketing e business game
avvicinano gli studenti
alle aziende
“L e imprese sono alla ricerca di
talenti nelle Università Italia-
ne. Le finalità del mio corso, come
è quello di strutturare un piano di
marketing per attivare azioni per
la sostenibilità e la difesa degli
per gli altri del MeMI (Magistrale in oceani, che siano poi promosse
Marketing e Management interna- dal brand Corona. Quindi si simula
zionale), sono innanzitutto quelle un business game in cui si ha un
di sviluppare forti relazioni con le budget a disposizione per struttu-
imprese. Si può parlare di relazioni rare un piano in cui si determinano
‘win-win-win’, dove si vince in tre, una serie di attività - ad esempio,
perché consentono da un lato di la- la scelta di location specifiche per
vorare per lo studente per offrire op- eventi, testimonial - in modo da
portunità professionali, dall’altro di sviluppare anche la loro capacità
creare valore per le imprese e infine di gestire in maniera creativa il bu-
per l’Ateneo che facilita la scelta di dget. I vincitori presenteranno l’idea canali: lo studio di un caso di im- sviluppano una tesi originale. Un’al-
persone formate e professionalizza- ai Direttori Marketing e Commercia- presa o la ricerca di marketing con tra possibilità, inoltre, è quella della
te, capaci di gestire strategicamen- le dell’azienda!”. Lo scopo: “stimo- intervista ai consumatori. “Proprio in ricerca di campo per la raccolta di
te ed operativamente processi di lare i ragazzi a far venir fuori le loro questi giorni si sono chiusi i termini dati primari. Lo scopo è individuare
marketing in imprese di successo”, capacità e quindi costruire durante i per chiedere la tesi su un caso di cosa pensano i consumatori relati-
afferma il prof. Marcello Risitano due anni di Corso opportunità e pro- impresa. Ormai da anni offro agli vamente a determinati brand pre-
che insegna Brand and Retail Ma- getti che tirino fuori il meglio di loro studenti virtuosi, cioè con una me- senti sul mercato in diversi settori.
nagement. Negli ultimi mesi, ricor- e li mettano in contatto con il mon- dia superiore al 28/30, la possibilità Si tratta di un lavoro sicuramente
da, diversi laureati “sono stati se- do delle imprese. In questo modo si di sviluppare la tesi lavorando su un impegnativo, approcciarsi ad un
lezionati e scelti da imprese come dà agli studenti una chiara visione
Original Marines, Leroy Merlin, De- di quella che è l’impresa nella real- caso d’impresa originale, sfruttando questionario non è per nulla facile,
cathlon, Fineco Bank per occuparsi tà ed in più, e questo capita molto il nostro network di relazioni anche ma può creare importanti contatti
di attività di marketing e distribuzio- spesso, si offre loro un’opportunità per interviste ai manager. In questo con le aziende del settore di riferi-
ne commerciale”. di lavoro. Ad esempio, di recente modo i laureandi iniziano a costru- mento”, conclude il prof. Risitano.
Sono questi alcuni dei nomi di sono stato contattato da Calzedo- irsi delle relazioni professionali e Valentina Orellana
aziende leader con cui i ragazzi nia che cercava opportunità per
hanno la possibilità di lavorare sia selezionare studenti del Memi. Pro-
durante il corso che nello sviluppo prio con questo brand, stiamo orga-
della tesi di laurea. “Quest’anno nizzando un’iniziativa nel prossimo
durante le lezioni abbiamo ospita-
to una squadra di manager della
semestre”.
Altro progetto al quale sta lavoran-
Scienze Motorie: accordo con
Ab InBev, azienda che gestisce
il brand Corona, per una testimo-
do un gruppo di studenti è quello
del Premio della Società Italiana
l’Università cinese di Ludong
nianza sulla gestione di questa im- Marketing sul caso Trenitalia: “La Firmato il 25 gennaio, nell’ambito dei programmi di internazionalizza-
portante impresa, leader mondiale Società Italiana Marketing, nata nel zione, un accordo tra l’Università Parthenope e l’Università di Ludong in
di settore, illustrando anche le loro 2005, ha acquisito tra le sue attivi- Cina. Il Rettore Alberto Carotenuto e il Prorettore all’Internazionalizza-
attività di sostenibilità ambientale. tà il vecchio Premio Philip Morris e zione Ph. D. Zhang Dequiang hanno salutato con gioia questa collabo-
I rapporti con questa azienda, così porta avanti questo concorso, ormai razione che aprirà le porte dell’Ateneo cinese, con i suoi 84 Dipartimenti,
come con altre, sono molto stretti trentennale, nel quale viene chiesto 30mila studenti e 1200 docenti, ai giovani napoletani.
e proficui e loro credono molto nel alle università italiane di fare misu- Il prof. Dequiang ha invitato, quindi, tutti a cogliere questa occasione.
nostro Ateneo”. rare i propri studenti su casi reali. Grazie al sodalizio, la cui sigla è arrivata dopo mesi di proficui incontri
Sempre con Corona, va citato il Negli anni possiamo citare i casi tra i due Atenei, gli studenti di Scienze Motorie e del Benessere potran-
premio al quale stanno partecipan- Rai, Star, Enel, Bnl, NatGeo men- no svolgere dei periodi di studio in Cina, così come gli studenti asiatici
do alcuni ragazzi del prof. Risitano: tre per questa edizione si lavora sul saranno nostri ospiti già dall’anno prossimo. La collaborazione tra le due
Premio Corona X Parley, progetto caso Frecciarossa, sempre alla ri- istituzioni prevede anche l’attivazione di un percorso ‘Double Degree’.
di Corporate Social Responsability cerca di giovani talentuosi”. Presenti alla cerimonia il Direttore del Dipartimento di Scienze Motorie
presentato in tre Università italiane: Ancora, vanno ricordate le possi- Andrea Soricelli e i membri del comitato organizzatore composto dai
Bocconi, IULM e Parthenope, unica bilità offerte ai giovani meritevoli di professori Paola Briganti, Luisa Varriale, Andrea Soricelli, Giuseppe
del Sud Italia. “L’obiettivo dei ragaz- sviluppare la loro tesi di laurea in Vito, Alessandra Sorrentini.
zi, divisi in 26 gruppi da tre persone, maniera originale, attraverso due

pag. 29
Numero 2 del 8 febbraio 2019
ATENEAPOLI, l’informazione universitaria dal 1985

© riproduzione riservata Suor


SportOrsola
Attualità
Università
universitario
Federico
L’Orientale
Parthenope
Benincasa
II

Si terrà dal 18 al 22 febbraio la tredicesima edizione della manifestazione di orientamento

L’Open week: un’occasione per vivere


da diplomandi l’Università
È alla sua tredicesima edizione, vento e rimangono le esperienze
protetta dal Diritto d’Autore
Copia digitale codificata

accoglie cinquecento studenti più gradite dalla maggior parte degli


al giorno e più di tremila partecipan- studenti: “Tutti avranno modo di visi-
ti in totale, l’Open week, settima- tare la web radio, il centro Scienza
na dedicata all’orientamento per le Nuova, i laboratori di restauro, per
aspiranti matricole del Suor Orsola cominciare a familiarizzare con i no-
Benincasa. “Nonostante il numero stri spazi e provare da subito il gusto
dei partecipanti durante gli anni sia che riserva il lavoro pratico”.
aumentato repentinamente - rac- Il passaggio all’università implica
conta la prof.ssa Paola Villani - la un nuovo modo di affrontare lo studio
nostra iniziativa continua a fondarsi e proprio per questo il salto tra liceo
su un’organizzazione accurata e im- e università può sembrare insormon-
pegnativa”. È un momento “prezioso tabile, ma, secondo la docente, “non
per gli studenti, che ingloba lezioni esiste un taglio netto tra le due espe-
dimostrative, attività laboratoriali, si- rienze. L’importante è impegnarsi e
mulazioni dei test d’ingresso e per- non perdere mai la fiducia in se stes-
corsi di orientamento tematici”. si. I ragazzi che arrivano da noi sono
Il programma della settimana (dal inizialmente impacciati e molti timidi,
18 al 22 febbraio) prevede l’acco- ma poi si tranquillizzano e riescono
glienza degli studenti, l’illustrazione ad interagire bene durante le attività,
dell’offerta formativa di Ateneo e lo perché da subito i docenti li sprona-
svolgimento di 70 attività inerenti ai è rimasto immutato, mentre si sono ni, e per gestire nel modo giusto gli no alla partecipazione attiva, a porre
vari Corsi di Laurea. Gli interessati rinnovati gli argomenti delle lezio- strumenti che hanno a disposizione; domande, a non temere di sbagliare.
potranno scegliere una o più gior- ni che non sono più meramente in- ma anche problemi legati all’attua- Il problema di fondo delle matricole
nate e poi compilare una scheda di troduttive, ma vere e proprie giorna- lità, all’immigrazione; o, ancora, ri- rimane l’inadeguata organizzazione
adesione - da consegnare entro il te universitarie, dove ci si immerge guarderanno l’arte, il mondo delle della vita universitaria. L’Open Week
13 febbraio all’Ufficio Orientamento nel vivo dei programmi”. Le attività emozioni, affinché si acquisisca una è proprio l’occasione giusta per im-
e Tutorato di Ateneo - con le attività tratteranno temi contemporanei e maggiore padronanza di se stessi parare da subito a gestire questa
preferite a cui desiderano partecipa- molto discussi come “i social, i reati nel rapporto con il proprio corpo e nuova realtà e per eliminare ogni
re. informatici, per riuscire a responsa- con gli altri”. I laboratori, però, rap- perplessità, quindi invito tutti a par-
Le novità di quest’anno: “La for- bilizzare i ragazzi, futuri maggioren- presentano il punto di forza dell’e- tecipare e a sfruttarla al massimo”.
mula funziona, quindi il programma Francesca Corato

“C alcio professionistico e fair


play finanziario: quali le rego-
le del gioco?”; “Non solo Disney: i lin-
Uno sguardo ravvicinato alle attività in programma

guaggi del fantasy”; “Diritto penale e


social network”; “La fiscalità circola- Dai social network ai galatei
re: la legge contro gli sprechi alimen-
tari”; “Alla scoperta della memoria”,
sono solo alcune delle numerose e nella Belle Époque
interessanti attività che spiccano nel
programma dell’Open Week, per dar alcune scritture femminili che rap- to vendevano tantissimo ed erano resa de Gubernatis. “Il loro è stato,
modo ai ragazzi di scoprire curiosità presentano una letteratura italiana molto richieste - spiega la docente per così dire, un ingresso prepotente
legate direttamente al percorso di poco conosciuta ma di grande suc- - Gli scritti riguardano temi moderni nell’industria culturale portata avanti
studi che intendono intraprendere. cesso: Saper vivere: i galatei e la come la moda, le regole del galateo, da grandi nomi per lo più maschili,
Napoli città ‘culturale’ è un’attivi- letteratura femminile nell’Italia quindi come comportarsi, come rice- ma che sottolinea la conquista di
tà indirizzata al Corso di Scienze Belle Époque, diretta dalla prof.ssa vere ospiti, come vestirsi; ma anche
dei beni culturali: arte nella quale uno spazio da parte delle donne,
Paola Villani. “Ci interesseremo di temi semplici e quotidiani, come la
si approfondiranno aspetti e temi ri- una cerchia di scrittrici che ha com- famiglia, la figura di moglie e donna; che cominciano a far sentire la pro-
guardanti il centro storico di Napoli, posto non solo romanzi ma anche oppure argomenti più frizzanti come pria voce. Attraverso questi esempi,
patrimonio dell’UNESCO. “L’attività manuali, articoli giornalistici, quindi i flirt e le sigarette”. Tra queste figure confronteremo il passato con la real-
comprende, prima di tutto, una chia- produzioni di servizio non conside- rientrano Ida Baccini, Matilde Serao, tà contemporanea per comprendere
rificazione del programma del Corso rate opere d’arte, ma che però alla la marchesa Colombi (pseudonimo i principali cambiamenti avvenuti nel
di Studi e poi un’analisi del centro fine dell’Ottocento e inizio Novecen- di Maria Antonietta Torriani) e Te- corso del tempo”.
storico di Napoli sotto il punto di vi-
sta urbanistico, architettonico, come
bene culturale da studiare, gestire e
conservare”, spiega il prof. Matteo
Borriello che la coordina. Il mes-
saggio principale da trasmettere è
Master in Criminologia, c’è tempo fino
“far capire agli studenti che bisogna
vivere il proprio territorio con consa- al 28 febbraio per candidarsi
pevolezza. I giovani, spesso, dimo-

P
strano di conoscere Napoli in modo osticipato al 28 febbraio il ter- 1500 ore (comprensive anche delle a seconda delle fasce di reddito (in-
superficiale. Pensano al centro sto- mine per l’iscrizione alla deci- verifiche, dello studio individuale e dicatore Isee). Riduzioni sulla quo-
rico come luogo di divertimento, per ma edizione del Master universitario della prova finale), di norma si ar- ta di iscrizione sono previste per i
l’uscita con gli amici, ma c’è molto di di I livello in Criminologia “Scien- ticola in un incontro settimanale in soci ALSOB (Associazione Laureati
più; e soprattutto chi sceglie questo ze criminologiche, investigative e orario pomeridiano, della durata di Suor Orsola Benincasa) da almeno
Corso di Laurea deve tener presen- politiche della sicurezza”. Riser- 5 ore. Peculiarità: adotta una chiave due anni continuativi, per i laurea-
te che sarà un argomento di primo vato a 80 candidati, laureati di tutti i multidisciplinare, con la partecipa- ti in qualsiasi disciplina del Suor
interesse all’interno dei propri studi. livelli, il Corso, diretto dal prof. Silvio zione di docenti universitari e ope- Orsola, per coloro che hanno con-
Tenteremo, infatti, anche di analiz- Lugnano, ha l’obiettivo di formare ratori specialisti del settore e con il seguito presso l’Ateneo il Corso di
zare le problematiche legate alla professionisti ed esperti con com- ricorso a forme di didattica interat- perfezionamento e aggiornamento
zona, i cui spazi ristretti sono stati petenze nelle tematiche delle scien- tiva. La frequenza è obbligatoria. professionale in Counseling vittimo-
assaltati negli ultimi anni dal boom ze criminologiche quali: criminalità Le attività di stage/tirocinio (100 logico, per gli iscritti all’Ordine degli
turistico, ma che è rimasta la meta organizzata, finanziaria, ambien- ore) si svolgeranno presso strutture Avvocati, per i dipendenti della Pub-
preferita delle passeggiate di molti tale e informatica, corruzione, rici- convenzionate. La quota di parteci- blica Amministrazione, dei Comuni
napoletani”. Per il Corso di Lingue claggio e contraffazione, sicurezza pazione è fissata in 1.500 euro, più e delle Regioni, per gli appartenenti
e culture moderne, invece, è stata urbana, tecniche di investigazione. la tassa regionale per il diritto allo alle Forze dell’ordine e per i Vigili
programmata un’attività dedicata ad Ha durata annuale per complessive studio che varia da 120 a 160 euro, Urbani.

pag. 30
Numero 2 del 8 febbraio 2019
ATENEAPOLI, l’informazione universitaria dal 1985

© riproduzione riservata Sport universitario


Attualità

23 anni, laureando in Scienze Motorie, ha


un sogno: le Olimpiadi Edilizia e convenzioni: work in progress al CUS
“La nostra idea è di acquisire un immobile che affaccia sui giardini della
Maurizio, campione europeo di sede della Federico II a San Giovanni a Teduccio. Successivamente,
vorremmo discutere con l’Ateneo della possibilità di creare dei varchi che
consentano di accedere direttamente dall’Università all’edificio pensato
tennistavolo, alle Universiadi per ospitare nell’immediato una palestra e, più avanti, delle aule per lo svi-
luppo delle attività digitali”. Serve ancora tempo. L’idea del Cus Napoli di
insediarsi in nuove aree cittadine al momento è in attesa che la burocrazia
accenda il semaforo verde. Lo rende noto il Segretario Generale Maurizio
H a un campione cresciuto in
Pupo, che dà aggiornamenti su un progetto sul quale recentemente si è
protetta dal Diritto d’Autore
Copia digitale codificata

casa la Napoli del Ping Pong


in vista delle Universiadi. Si chiama soffermato in un’intervista ad Ateneapoli il Presidente cusino Elio Cosenti-
Maurizio Massarelli, ha 23 anni, è no. Il 5 febbraio (mentre andiamo in stampa) è in programma l’incontro con
il Rettore che tra i punti all’ordine del giorno avrà anche la questione San
di Mugnano di Napoli, sta per lau- Giovanni. Si parlerà pure del Complesso universitario di Monte Sant’An-
rearsi in Scienze Motorie all’Uni- gelo: “lo spazio dell’ex mensa, non molto grande, potrebbe ospitare una
versità Parthenope e nel suo sport palestra. È tra le ipotesi che l’Università sta vagliando”. Nel frattempo, in
è un nome che ormai non passa più via Campegna si lavora a nuove convenzioni. Avranno tempo fino al 15
inosservato. Il curriculum da pon- febbraio gli under 30 cusini per sottoporsi a visite posturali scontate del
gista parla di un campionato euro- 50% sul prezzo di listino presso la Clinica Bava (Viale Gramsci 20, Napo-
peo vinto a Ostrava, in Repubblica li). Il prossimo step: “una convenzione con un centro odontoiatrico che
Ceca, nel 2013, di diversi campio- possa dare dei benefici agli iscritti. Il messaggio che vogliamo trasmettere
nati vinti in serie A e della parteci- è che lo sport richiede degli accorgimenti. Non è solo movimento e dieta”.
pazione a due mondiali disputati in Novità per gli appassionati di sport in mare. Si lavora alla riconferma della
India e Marocco. Oggi gioca la serie convenzione con il Club Nautico della Vela: “dovrebbe arrivare per i primi
A indossando i colori del Casamas- di marzo, con l’inizio del bel tempo”.
sima, in Puglia, ma si allena quoti-
dianamente in diverse società par-
tenopee. Tra presente e ambizioni
per il futuro, si racconta. questi livelli? to due mesi in Cina tra Shanghai e Sarebbe bello insegnare ai più pic-
Maurizio, perché il Ping Pong? “Mi permette di essere autonomo, Pechino per allenarmi nei loro cen- coli l’educazione al movimento e
“Ho iniziato a sette anni su invito pagarmi gli studi, la macchina e al- tri. Avevo quindici anni, è stata un’e- dare un contributo a problemi come
di un amico di mio padre che aveva tro. Non è abbastanza per costruire sperienza altamente formativa”. l’obesità”.
messo su una società. Ci andai con progetti di vita seri, ma alla mia età Tante vittorie nel tuo palmares. A luglio le Universiadi. Un pro-
mio fratello. Mi sono reso conto di mi consente cose precluse a tanti Ma qual è la soddisfazione nume- nostico?
essere portato”. miei coetanei, mi reputo fortunato”. ro uno? “La mentalità mira sempre alla
Che sport hai conosciuto? Cosa serve per affermarsi? “A ottobre ho vinto il torneo asso-
“Non è solo tavolo, pallina e rac- vittoria. Di certo non vado alle
“La voglia di impegnarsi e di arri- luto a Terni. Mi hanno definito ‘muro’
chetta, sono tante cose infinite. In vare. Il talento non è tutto. Il nostro perché non sbagliavo nulla. È stata Universiadi per partecipare, ma è
palestra si lavora in sala attrezzi e è uno sport molto tattico, paragona- una grande soddisfazione”. importante anche restare umili. Ci
con esercizi di esplosività che non bile quasi a una partita a scacchi. Stai per laurearti in Scienze Mo- saranno gli asiatici, quindi vincere
hanno a che fare con i pesi. Mi al- Aspetto psicologico e voglia di far- torie. Cosa ti piacerebbe fare da è difficile. Spero di fare bene visto
leno cinque volte volte a settimana cela sono fondamentali per vince- grande? che la competizione si disputa nella
oltre la competizione del weekend”. re”. “Il professore di educazione fisica mia città”.
Oggi giochi la serie A. Cosa si- Il tuo modello di riferimento? alle elementari. Si parla di inserire Il sogno da sportivo?
gnifica nel tennistavolo arrivare a “I cinesi. Sono i più forti. Sono sta- questa figura, spero diventi realtà. “Partecipare alle Olimpiadi”.

A Ostia per gli Assoluti, crescita e aspettative della Lotta cusina


“C ol tempo è cresciuto il numero
di iscritti e di vittorie. Abbia-
mo vinto i Campionati universitari a
tanto prestigio”. Richiesta agli allievi:
“il massimo. A loro dico sempre che
si può migliorare e dare di più, nello
che aiutano a richiamare i tempi di
lotta. A una settimana si procede a
uno scarico”. Ingrediente numero
ed esperta”. Da piccolo, nella sua
Isernia, ha praticato Judo. Da due
anni e mezzo è al CUS Napoli: “vo-
squadra per tre anni di fila e porta- sport, nella lotta, nella vita”. uno: “una buona condizione psi- levo cambiare, ma restare nell’am-
to a casa diverse medaglie d’oro e Con lui partiranno in sette: Anna- cologica che non riguarda solo la bito degli sport da combattimento”.
d’argento. Quattro anni fa i corsi di maria Troncone, Giovanni Palla- vita in palestra, ma anche quello che Tallone d’Achille che gli costa spes-
Lotta sono iniziati con un ragazzo. vicino, Mario Esposito, Giuseppe c’è fuori”. Benefici per gli studenti so rimproveri in palestra: “mi faccio
Col tempo abbiamo toccato anche Di Meo, Pierluigi Scioli, Riccardo dalla lotta: “aiuta a gestire le emo- prendere a gamba troppo facilmen-
quota 20. Oggi siamo una bella Lopa, Francesco Chinese. C’è zioni e le ansie. La prestazione da te”. Si prepara all’esordio a Ostia,
squadra di 14 iscritti, non male fiducia: “gareggerò io, che ho già gara somiglia a quella da esame. invece, Giuseppe Di Meo, 23 anni,
considerando che molti atleti in que- vinto un argento agli Assoluti, An- Devi andare lì e dimostrare quel- studente alla Parthenope al Corso di
sto periodo sono impegnati con gli namaria Troncone, che in passato lo che hai imparato. A me è servito Scienze Motorie per la prevenzione
esami”. Un excursus consapevole li ha vinti, Giovanni Pallavicino che molto. Io andavo agli esami in ma- e il benessere, da due anni e mezzo
quello di Giuseppe Cristiano, tec- ha vinto un argento, Mario Esposito, niera molto tranquilla perché riusci- al CUS: “cerco di non avere aspet-
nico di Lotta al Cus Napoli, che fre- reduce dal suo primo bronzo conqui- vo a gestire emozioni provate nello tative sull’esito. Lotterò e proverò a
quenta via Campegna fin dai tempi stato di recente in gara a Livorno”. sport”. Si prepara alla sua seconda portare punti a casa”. Sull’approccio
dell’Università: “nel 2010 ho vinto i Metodica la preparazione ad appun- volta agli Assoluti Pierluigi Scioli, alla lotta: “mi sono appassionato a
Campionati Italiani Universitari con il tamenti impegnativi: “l’allenamen- 23 anni, studente di Scienze Motorie questo sport guardando le Olim-
CUS”. Nel 2017 la laurea in Scienze to prevede sempre tecnica e lotta. alla Parthenope: “l’anno scorso ho piadi. Mi ha insegnato a essere
Motorie all’Università Parthenope, Distanti dalle gare, gli allenamenti disputato due incontri, uno vinto, l’al- umile. Quando vai sul tappeto sei
seguita da un Master in Osteopatia. sono concentrati su forza e velocità. tro perso. A un anno di distanza spe- convinto di poter vincere, poi ti ritro-
A un mese e mezzo dalla competi- ro di poter ottenere di più. Sarà vi a perdere e capisci quanto lavoro
Oggi, Giuseppe, 31 anni, lottatore da zione, invece, si passa a dei circuiti difficile perché partecipa gente forte serve per migliorarsi”.
quando di anni ne aveva 13, insegna
il lavoro sul tappeto a esperti e ne-
ofiti e, da allenatore/atleta, continua
a combattere. Il prossimo appunta-
mento è al PalaPellicone di Ostia,
il 9 e 10 febbraio, per i Campionati
Italiani Assoluti e, in contempora-
nea, i Campionati Italiani Cadetti:
“sono la più importante competizio-
ne a livello italiano nella Lotta libera.
È un campionato aperto ai senior,
cioè ad atleti già formati. Il livello,
di conseguenza, è molto alto. Da
quest’anno la competizione è aper-
ta anche agli stranieri. C’è un atleta
russo che ha vinto gli europei. Una > Giuseppe Cristiano > Giuseppe Di Meo > Pierluigi Scioli
medaglia raggiunta a questi livelli dà

pag. 31
Numero 2 del 8 febbraio 2019
È indetta, per l’Anno Accademico 2019/2020, PRESENTAZIONE DELLA DURATA DEL PERIODO ERASMUS
una selezione per l’assegnazione di borse di DOMANDA E SOSTEGNO FINANZIARIO
mobilità Erasmus+ per studenti universitari a La domanda di partecipazione dovrà essere Il soggiorno di studi all’estero, la cui dura-
fini di studio presso Università dei paesi parte- compilata esclusivamente tramite procedura ta può variare da un minimo di 90 giorni (tre
cipanti al programma Erasmus+ per svolgere informatica per gli iscritti a corsi di laurea mesi), ovvero di un trimestre accademico, fino
le seguenti attività: frequentare corsi e soste- o master a partire dal 30-01-2019 ed entro e ad un massimo di 360 giorni (dodici mesi), do-
nere i relativi esami; preparare la tesi; svolge- non oltre le ore 12.00 del 28-02-2019. vrà essere compreso tra il 1° giugno 2019 ed
re attività di ricerca, laboratorio, clinica etc., Gli iscritti a scuole di specializzazione o il 30 settembre 2020. Il periodo di studi Era-
previste dall’ordinamento degli studi. dottorati di ricerca dovranno, invece, com- smus non potrà essere inferiore a 90 giorni
pilare apposito modulo di domanda a partire (continuativi e documentati da idonea certifi-
REQUISITI PER L’AMMISSIONE dal 30-01-2019, stamparlo, sottoscriverlo e cazione dell’istituto ospitante) pena la restitu-
Sono ammessi alla selezione tutti gli studen- consegnarlo a mano alla struttura di apparte- zione dell’intera borsa di studio e la perdita
ti regolarmente iscritti per l’anno accademico nenza (Dipartimenti/Scuole) entro e non oltre dello status di studente Erasmus.
corrente ad un Corso di studi dell’Università le ore 12.00 del 28-02-2019. La procedura di Gli studenti che intendono studiare all’estero
degli Studi di Napoli Federico II, compresi presentazione della domanda è dettagliata- per un solo semestre non saranno finanziati
Master Universitari, Scuole di Specializzazio- mente illustrata nell’Avviso di Selezione, del per più di 5 mesi; gli studenti che intendono
ne e Dottorati di Ricerca. Gli studenti iscritti al quale si raccomanda una attenta lettura. studiare all’estero un intero anno accademico
I anno delle Lauree Triennali e delle Lauree non saranno finanziati per più di 9 mesi. Sarà
Magistrali a ciclo unico devono avere acquisi- però possibile chiedere un prolungamento del
CONOSCENZA LINGUISTICA periodo di studio, previo assenso del docente
to, all’atto della presentazione della domanda È indispensabile che gli studenti vincitori di
almeno 12 CFU. promotore italiano e della struttura ospitante.
borsa abbiano una buona conoscenza della Il prolungamento sarà finanziato solo in caso
Il Programma Erasmus+ prevede che uno lingua straniera nella quale saranno tenuti i di disponibilità di fondi residui.
studente possa ricevere più volte la borsa corsi presso le università ospitanti. Tale co-
Erasmus per un massimo di 12 mesi per ogni noscenza linguistica va obbligatoriamente Alla pagina Erasmus del sito di Ateneo (www.
ciclo di studi, indipendentemente dal nume- documentata all’atto della sottoscrizione del unina.it) sono disponibili: il testo integrale
ro e dal tipo di mobilità (a fini di studio e/o a contratto Erasmus. dell’Avviso di Selezione 2019-2020, l’elenco
fini di tirocinio). Il calcolo del periodo di studi Il CLA Centro Linguistico di Ateneo (www.cla. di tutti gli accordi con Università partecipanti
Erasmus già svolto include anche l’eventua- unina.it) offre gratuitamente per gli studen- al programma Erasmus+ ed i relativi scambi
le prolungamento per il quale non si è rice- ti assegnatari di borsa Eramus nei mesi di attivati per l’anno 2019/2020.
vuto contributo. Per gli studenti iscritti a corsi giugno/luglio corsi gratuiti intensivi di lingua
di Laurea Magistrale a ciclo unico il numero francese, spagnola e tedesca ai fini dell’atte- Il Rettore
massimo di mesi è 24. stazione di livello. Gaetano Manfredi