Sei sulla pagina 1di 61

DIALux evo

una raccolta di tutti gli articoli di Wiki


1

Sommario

1 Informazioni generali
2 Cronologia versioni
3 Viste
4 Schermata iniziale
5 Opzioni per la visualizzazione
6 Tasti di scelta rapida
7 Costruzione edificio
8 Luce
9 Calcolo
10 Esportazione
11 Documentazione
12 Strada
13 Tutorial
14 Norme
15 Esportazione DWG

1 Informazioni generali

Informazioni generali
Benvenuti in DIALux evo
Lo scopo di questo Wiki è quello di permettervi di lavorare in modo veloce ed efficace con DIALux evo. Se avete già
esperienza con i programmi di Windows, non sarà difficile iniziare. Per imparare ad usare DIALux in modo
professionale, DIAL organizza regolarmente corsi di formazione. Informazioni e date relative ai corsi è possibile
trovarle nel sito www.dial.de [1]. Novità ed aggiornamenti è possibile trovarli anche nella nostra Homepage.

Requisiti del sistema


• CPU con supporto SSE2
• 4 GB RAM (min. 2GB)
• Scheda grafica OpenGL 3.3 (1 GB RAM)(per evo 4.0)
• Scheda grafica OpenGL 3.0 (1 GB RAM)(per evo 4.1)
• Risoluzione min. 1024px x 768px
• Windows Vista SP2 (32bit/64bit)
• Windows 7 (32bit/64bit)
• Windows 8 (32bit/64bit)
Installazione
Avviare il file Setup.exe 32bit o 64bit e seguire la procedura di installazione.
Per migliorare il software, durante il setup, vengono inviate a DIAL alcune informazioni: - Un ID univoco che non
consente di risalire alla persona – Informazioni sul sistema operativo installato (versione, Service Pack, ...) –
Informazioni Hardware (RAM, risoluzione video, ...) – Informazioni dettagliate relative alla capacità della scheda
grafica.
Nessun dato personale sarà inviato.
Ulteriori informazioni è possibile trovarle in:
Condizioni di utilizzo
Informativa sulla privacy

È possibile installare DIALux evo e DIALux 4 contemporaneamente?


DIALux 4 e DIALux evo possono essere installati senza problemi contemporaneamente. Entrambi i programmi non
interferiscono e non si influenzano tra di loro. I cataloghi elettronici dei produttori di apparecchi o di lampade sono
supportati da entrambi i programmi.
Se entrambi i programmi sono contemporaneamente in funzione, i cataloghi di apparecchi e lampade sono a
disposizione in entrambi i programmi.

Versione 32-Bit oppure 64-Bit? Quale versione usare?


Con la versione 64-Bit si ha a disposizione maggiore memoria, purchè si disponga di un hardware appropriato e di un
sistema operativo 64-Bit. Questo permette di elaborare e calcolare in DIALux evo progetti di grosse dimensioni.
Vecchi progetti DIALux, realizzati con le versioni da DIALux 2.0 a DIALux 4.11, non potranno più essere aperti con
questa versione.
La versione da noi consigliata è la 64-Bit.
La versione 32-Bit dovrebbe essere utilizzata solo nei seguenti casi:
• quando nel proprio computer è installato un sistema operativo 32-Bit
• se si desidera importare progetti realizzati con versioni precedenti di DIALux.
Progetti DIALux evo possono essere memorizzati da entrambi le versioni senza problemi, fino a quando è disponibile
memoria.
3

Come lavorare
DIALux evo è suddiviso in modalità semplici e strumenti di concetto. In ogni modalità si trovano per lavorare tipiche
tool/strumenti.

Può DIALux evo essere aperto più volte nello stesso momento?
È possibile eseguire più aperture contemporanee di DIALux evo, permettendo in tal modo di lavorare nello stesso
momento su progetti diversi.

Attenzione: potrebbero sorgere problemi nello scambio dei dati tra i singoli casi.

Impostazioni generali
Nel menù [File -> Impostazioni -> Impostazioni generali] aprire la modalità "Impostazioni".
Generale
Qui è possibile stabilire ogni quanti minuti DIALux evo deve lanciare il messaggio per ricordare di salvare il proprio
progetto e quante operazioni possono al massimo essere annullate.
Impostazioni lingua
Dopo l’installazione DIALux evo funzionerà nella lingua del proprio sistema operativo. In impostazioni della lingua è
possibile cambiare la lingua dell’interfaccia e della stampa, è possibile inoltre impostare il sistema metrico europeo
o britannico e scegliere inoltree l’unità illuminotecnica europea o britannica.
CAD
Qui è possibile stabilire quanti decimali devono essere visualizzati nelle quote.
Impostazioni progetto
In questa sezione si accede alla „cartella progetto“ nella quale saranno salvati di defualt i progetti.
Salvare in altre posizioni
Anche arredi e materiali vengono salvati sul disco fisso, qui è possibile impostare la relativa posizione. Un
cambiamento delle posizioni è necessario solo in casi eccezionali.
Impostazione degli output
Per la stampa è possibile inserire un testo a piè di pagina ed un proprio logo nell‘intestazione. Le impostazioni
vengono decise in questa sezione.
4

Norme
In [File -> Impostazioni -> Norme] aprire
la modalità
"Impostazioni per le norme", qui è
possibile fare singole impostazioni
relative alle norme in oggetto.

Preimpostazione

Impostazioni generali

Qui è possibile scegliere tra diverse


impostazioni.
Cliccando sull’icona "Crea copia del
Favoriti modello selezionato“, si crea un nuovo
modello sul quale poter lavorare. I modelli forniti da DIALux non possono essere modificati.
Possono essere fatte le seguenti impostazioni:
• Rapporto dell’illuminamento secondo LG7
• Considerazione della riflessione del soffito, in condizioni di illuminazione di emergenza, secondo LG12
• Rapporto distanta/altezza, SHR
• Fattore di manutenzione secondo EN 12464 oppure prestabilito.

Profili
In „Profili“ abbiamo inserito delle linee guida generali, consigli e valori di riferimento per le singole aree. Selezionando
uno di questi profili, ad esempio per un‘area o per un locale, DIALux farà riferimento a questi valori. In "Crea copia
del modello selezionato“ è possibile creare o modificare profili.
I „Profili“ forniti da DIALux non possono essere modificati.

Prontuario/Legenda per il lavoro

Nel campo di avvio per il lavoro (o workspace), DIALux evo ha un’impostazione tale da poter
supportare il progettista a seconda dell’ambito dell’intervento con una interfaccia utente personalizzata.
DIALux offre i seguenti campi:
• Progettazione edificio ed esterni. Per iniziare il lavoro è possibile utilizzare questo campo sia per l’importazione di
un DWG/DXF che per la creazione di un locale rettangolare vuoto.
• Progettazione stradale tabellare.
• Progettazione di interni semplice.
Per cominciare il proprio lavoro scegliere un campo nella schermata iniziale. Successivamente è possibile passare tra
le singole aree di lavoro nell'ambito di un progetto, in questo caso è necessario utilizzare la casella in alto a destra.

Funzioni
DIALux comprende tutte le funzioni relative ai singoli passi all’interno di un’area di lavoro, come ad esempio:
Costruzione, Luce (progettazione della luce), Calcolo, Documentazione. Le funzioni si trovano sopra la finestra CAD.
5

Modalità/Tool
Ogni modalità offre diverse funzioni
(tool) per i vari passi durante la fase di
lavorazione. Le modalità si trovano
sempre sulla sinistra dello schermo.
Azioni
Ogni modalità permette di eseguire diversi compiti, per questo utilizza le “Azioni”. Le “Azioni” si trovano sempre a
destra vicino alle modalità. Impostazioni, nome e valori si trovano sempre sotto le impostazioni.

Modalità e Azioni

Riferimenti
[1] http:/ /www. dial. de
6

2 Cronologia versioni

DIALux evo 5
• Visualizzazione e configurazione dei valori delle griglie su una superficie nel CAD
• Scelta del colore per i valori della griglia
• Sottolineatura di minimi e massimi
• Combinazione di colori sfalsati, isolinee e valori delle griglie sulle superfici
• Visualizzazione di queste combinazioni nei rendering degli output
• Eliminato il collegamento tra colori sfalsati e isolinee
• Le isolinee in futuro potranno essere impostate e colorate separatamente per ogni zona
• La funzione di visualizzazione è stata inclusa nella modalità di esportazione
• Con l’apparecchio attivo, nella finestra delle specifiche tecniche, visione del codice dell’apparecchio, del nome
dell‘apparecchio; questo anche nelle toll di selezione così come nella lista.
• Rivisitazione grafica dei risultati delle tool.
Collegamento della barra di stato con la tool dei risultati
Con l’eliminazione della modalità di calcolo viene omessa la barra relativa alle informazioni sullo stato del calcolo.
Queste informazioni saranno disponibili in questa versione come strumento del risultato.

• Lampade e mobili vengono esportati come blocchi di AutoCAD


• Gli oggetti quota Evo vengono esportati in oggetti di quota AutoCAD
• Miglioramento informazioni della lista delle lampade relative al posizionamento, al flusso luminoso, al fattore di
manutenzione (totale), alla potenza allacciata, così come un indice per individuarle nel progetto.
• Possibilità di esportazione delle lampade (al massimo per piano)
- un layer per tutte le lampade
- un layer per ciascun tipo di lampade
- un layer per ciascuna disposizione di lampade con la possibilità di combinare insieme le singole disposizioni in un
unico layer
• Tabella risultati del calcolo per piano con informazioni relative ai valori minimi – massimi – medi, uniformità e
indice per identificare il piano nel progetto
• Ampliamento delle specifiche della potenza allacciata relative al locale
• Identificazione libera dei prototipi di illuminazione che possono essere esportati in DWG come
legenda/descrizione delle lampade
7

• Possibilità di esportazione dei valori grafici (al massimo per piano)


- un layer per parametro di calcolo con relative griglie dei valori
- parametro di calcolo e griglia su stesso layer
Superifici principali del locale posizionate automaticamente
A differenza delle precedenti versioni le superfici del calcolo vengono adesso posizionate all’inizio, direttamente sulle
principali superfici delle pareti del locale.
Naturalmente è sempre possibile inserirle anche manualmente.
Calcolo dell’illuminamento verticale come impostazione predefinita per gli oggetti di calcolo virtuali
I parametri di calcolo iniziali per il calcolo delle superfici virtuali è stato modificato da illuminamento orizzontale a
illuminamento verticale.
Questo ha un impatto principalmente su superifici di calcolo inclinate e ruotate.
Collegamento alla piattaforma video cinese
In precedenza DIALux evo si rifaceva ai tutorial presenti sulla piattaforma video YouTube per spiegare le funzioni ed
i principi di base.
Con la prossima versione DIALux evo questi saranno presenti anche sulla piattaforma video cinese Youku.
Miglioramenti nella progettazione stradale
• Separazione della NPR 13201 e della ROVL 2011.
• Nel caso in cui è selezionata la ROVL 2011, le condizioni di illuminamento vengono nascoste.
Ottimizzazione della procedura di selezione degli oggetti di calcolo
La scelta delle superfici di calcolo in CAD è stata rivista e semplificata.
Fissaggio dei bug
• Risolto un bug relativo ai contorni visibili dei piani inferiori nella vista in pianta.
• Risolti alcuni bug relativi a dati non corretti del corpo illuminante.
• Risolto il bug relativo alla mancanza di dati del materiale.
• Risolto un bug di visualizzazione nel diagramma UGR.
• Risolti alcuni bug relativi alla creazione di geometrie.
• Risolti alcuni bug relativi alla generazione di finestre.
• Risolti alcuni bug relativi alla generazione e modifica delle superfici di calcolo.
• Risolto un bug relativo ai cambiamenti del fattore di manutenzione.
• Risolto un bug relativo allo spostamento delle finestre.
• Risolto un bug relativo ai cambiamenti delle superfici principali del locale.
• Risolti alcuni bug relativi alla funzione Annulla/Rispristina.
• Ottimizzazione di testi lunghi nell’interfaccia utente.
• Risolti alcuni bug relativi alla generazione della struttura degli output durante il caricamento di vecchi progetti.
• Risolto un bug relativo al cambiamento delle dimensioni degli oggetti.
• Risolti alcuni bug nell’interfaccia utente quando si cambia la tool e la modalità.
• Miglioramenti della qualità delle immagini Raytracer, riducendo l’effetto moiré.
• Ottimizzazione della struttura degli output in termini di velocità e di selezione delle pagine visualizzate.
• Ottimizzazione dell’eliminazione dei risultati di calcolo relativi ai cambiamenti delle geometrie.
• Risolto un bug relativo all’uso del proprio logo negli output.
• Durante la generazione delle pagine degli output non saranno più create pagine vuote.
• Risolto un bug della griglia ausiliaria. La griglia ausiliaria adesso non ritorna più al valore predefinito di 1 m.
• Risolto un bug durante il lavoro con i modelli negli output.
• Ottimizzazione dei manipolatori nella vista laterale e dell’uso di più materiali.
8

• Risolto un bug dopo aver cancellato i contorni del pavimento.


• Risolto un bug quando si adotta un testo lungo di descrizione negli output.
• Risolti alcuni bug mentre si lavora con gli elementi del pavimento.
• Ottimizzazione del manipolatare per il ritaglio.
• Ottimizzazione del test delle schede grafiche durante il setup.
• Risolto un bug durante la generazione di oggetti di ritaglio.
• Ottimizzazione della manipolazione per file DWG di grandi dimensioni.
• Ottimizzazione degli oggetti di visualizzazione per gli output.
• Ottimizzazione della funzione zoom.
• Risolto un bug che creava scene scure.
• L’eliminazione dei modelli dei progetti è nuovamente possibile.
• Risolto un bug legato ai materiali sulle superfici vetrate.
• Risolto un bug che impediva di evidenziare i modelli come preferiti.
• Visualizzazione immediata nella scelta dei nuovi modelli.
• Risolto un bug che non permetteva la copia di piani.
• Risolto un bug che nascondeva i contorni dei pavimenti dopo il caricamento.
• Ottimizzazione delle funzioni sulla generazione e lo spostamento degli elementi del tetto.
• Risolto un bug nell’impostazione di pagina negli output.
• Ottimizzazione dell’esportazione DWG.
• Risolto un bug che portava ad una falsa qualità del calcolo degli oggetti.
• Ottimizzazione dell’utilizzo della memoria durante il caricamento di progetti con oggetti 3DS grandi.
• Visualizzazione sulla destra dell’anteprima dei file LDT e IES.
• Risolto un bug durante la cancellazione di oggetti ritagliati.
• Risolto un bug di visualizzazione dei progetti con il calcolo della luce diurna.
• Risolto un bug relativo all’inserimento di oggetti uniti.
• Risolto un bug di rappresentazione dopo l’importazione di progetti DIALux 4 (32bit).
• Al momento dell’elaborazione dei settori di attività la funzione può essere ora completata attraverso il tasto
destro del mouse.
• Risolto un bug di arrotondamento nel calcolo stradale.
• Risolto un bug che si verificava al cambio di funzione nel contesto della progettazione stradale.
• Risolto un bug che si verificava durante l’associazione di oggetti sferici.
• Risolto un bug nell’anteprima dell‘oggetto.
• Risolto un bug nella funzione „Sostituisci materiale“.
• Risolto un bug di Windows Explorer durante il caricamento di progetti attraverso Drag and Drop.
• Risolto un bug relativo al salvataggio di progetti convertiti.
• Ottimizzazione della selezione degli edifici.
• Risolto un problema quando si avvia DIALux evo.
• Ottimizzazione della procedura delle funzioni nella strada.
• Ottimizzazione del puntatore in alcune finestre di dialogo.
• Risolto un bug durante il caricamento di file di materiali difettosi.
• Risolto un bug relativo agli output selezionati.
• Risolto un bug relativo all’allineamento dei corpi illuminanti.
• Risolto un bug relativo al cambiamento di fuso orario per il calcolo della luce diurna.
• Ottimizzazione della visualizzazione dei modelli delle lampade dopo il calcolo.
• Risolto un bug relativo alla visualizzazione delle texture nelle immagini raytracing.
• Risolto un bug che poteva portare alla mancanza di risultati di calcolo sul piano di lavoro.
9

DIALux evo 4.1


• Risolto un bug nella funzione dei risultati, che poteva essere prodotto da un .NetFramework obsoleto.
Adattamento del setup per la .NetVersion 4.5.2.
• Risolto un bug durante la creazione di un’immagine Raytracer, dopo ripetute richieste dell‘utente.
• Risolto un bug di generazione della geometria duranta il caricamento di un progetto.
• Risolto un bug durante il caricamento di progetti con geometria non corretta.
• Evitare la creazione di falsi doppi pavimenti durante la creazione di piani vuoti.
• Risolto un bug durante il caricamento in evo 3.1 di progetti con modelli di output personalizzati.
• Risolto un bug durante il caricamento in evo 3.1 di progetti non correttamente convertiti.
• Risolto un bug quando si usano texture di materiali in progetti calcolati.
• Risolto un bug nell’identificazione dello stato del calcolo di un vecchio progetto calcolato.
• Risolto un bug relativo all’interpretazione della versione minima di DIALux evo richiesta, di un progetto
precedentamente salvato.
• Risolto un bug nella modalità risultati con la funzione “annulla”.
• Correzione di alcuni errori di traduzione.
• Risolto un bug relativo alla generazione di planimetrie legate a grossi file DWG.
• Risolto un bug relativo alla generazione automatica di perimetri con angoli molto piccoli.
• Risolto un bug relativo alla creazione di elementi inclinati dei pavimenti.
• Risolto un bug relativo ad un difetto nella creazione di un foro rettangolare senza un corretto sistema di
coordinate o ad esempio una superficie di 0m².
• Risolto un bug nel calcolo delle superfici di calcolo non valide.
• Risolto un bug nella visulizzazione della planimetria del locale nel riepilogo dei risultati.
• Risolto un bug negli output nella conversione di uniformità per le norme degli Stati Uniti.
• Riconversione dei requisiti della scheda grafica di evo 4.1 da OpenGL3.3 a OpenGL3.0.
• Risolto un bug nei risultati relativo alla rappresentazione delle unità imperiali.
• Risolto un bug nella generazione di lucernai nel piano.
• Risolto un bug nella generazione di aree di calcolo poligonali esterne.
• Risolto un bug nel posizionamento delle aree del compito visivo sugli oggetti.
• Risolto un bug negli output dopo il caricamento di vecchi progetti.
• Risolto un bug di visualizzazione in schede grafiche Intel HD.
• Risolto un bug dopo il caricamento di progetti con il calcolo della luce diurna.
• Risolto un bug durante la copia di piani con linee guida.
• Risolto un bug nell’elaborazione di aperture di costruzione sul tetto nella vista frontale.
• Risolto un bug nella visualizzazione dei valori di unità imperiali nei colori sfalsati.
• Correzione del carico specifico allacciato per il mercato americano.

DIALux evo 4.0


Conversione GUI

• Nell’interfaccia utente sono state apportate alcune modifiche. Il calcolo può adesso essere avviato attraverso i
due pulsanti posizionati sopra il CAD. In questo modo è possibile avviare il calcolo in qualsiasi momento,
indipendentemente dalla funzione in cui ci si trova. La tool per la creazione delle „Scene di luce“ si trova ora nella
modalità "Luce". La funzione „Esporta“ è adesso sempre disponbile. La tool per la creazione di immagini Raytracer
si trova ora nella modalità „Esporta“. Tutte le tool per la creazione di oggetti di calcolo si trovano nella modalità
„Oggetti di calcolo“.
10

Risultati
• È stata creata una vista colorata della planimetria del locale nella quale si vedono: la geometria del locale, i
corpi illuminanti, i mobili e le superfici di calcolo. Questa viene automaticamente generata nei risultati del
locale. I risultati delle singole superfici di calcolo e la posizione delle stesse vengono visualizzate in questa
uscita. La superficie interessata è evidenziata graficamente nella vista.
• Nei risultati del locale, il risultato del calcolo della superficie utile e i risultati delle superfici relative alla
norma EN 12464-1, vengono evidenziati separatamente. Il layout si presenta in questo modo più ordinato.

• Rappresentazione nei risultati della scala a colori sfalsati

• Il modeling viene calcolato per zone di attività e si trova vicino


alla tabella dei risultati.
• Nella distinta degli apparecchi vengono forniti, in modo
opzionale, i dati fotomotreci misurati come relativi e assoluti: flusso
luminoso lampadina, rendimento e flusso luminoso apparecchio.
Dati di apparecchi usati nel progetto in diverse configurazioni
vengono elencati più volte. Per dati fotometrici assoluti non viene
indicato il flusso luminoso.
• Per diverse configurazioni vengono generati diversi datasheet.
• Le tabelle dei risultati di calcolo hanno un nuovo layout, in tal
modo informazioni analoghe possono essere riassunte meglio. Il
nuovo layout è più semplice da leggere e si adatta meglio al resto
della pagina.
11

• Nell’output i valori di riferimento sono visibili tra parentesi dopo il valore calcolato.
• I coefficienti di riflessione del locale non sono più indicati singolarmente nel riepilogo del locale, ma vengono
riassunti.
• La pagina "Descrizione" è presente nella lista degli output solo se l‘utente ha inserito un testo.
• Alcune informazioni vengono visualizzate più volte nei modelli dell’output. Ad esempio i risultati di calcolo della
superificie utile compaiono sia nel riepilogo che nell’output specificio della superificie, questo ulteriore output
viene eliminato dai modelli. L’utente DIALux evo può comunque selezionare e personalizzare gli output.
• L'output dell‘UGR è personalizzabile, il valore viene calcolato su una gamma di angoli in base alle direzioni di vista
indicate. Queste informazioni vengono quindi rappresentate in un diagramma a raggiera, in modo tale che l’utente
possa facilmente interpretare i valori UGR.
• La lista pezzi lampade e la scheda tecnica apparecchio possono
essere ampliati integrando la classificazione normativa CIE, UTE, BZ
e DIN.
• L’output viene ampliato inegrando una tabella dell’emissione
luminosa.

Luce naturale (diurna)

Con DIALux evo 4 è possibile creare e calcolare scene di luce


diurna. DIALux considera i modelli CIE relativo a cielo sereno,
intermedio o coperto. Quando si utilizza il modello cielo sereno è
possibile scegliere l’opzione „Luce solare diretta“. L’illuminamento
viene calcolato su superfici di calcolo reali e virtuali, la luminanza
su superfici reali, così come il fattore di luce diurna in punti specifici
o su una superficie di calcolo generata automaticamente.

Nuove tool nei risultati di calcolo


• È ora possibile visualizzare o meno le singole superfici utili nel
CAD, questo per avere una migliore visione d’insieme in progetti
complessi.
• È stata inserita una panoramica generale di tutte le superfici
utili.
• Un sistema tipo semaforo indica il raggiungimento dei valori di
riferimento delle singole superfici utili.
• È possibile una valutazione semplificata attraverso
l’interpolazione di un valore iniziale ed uno finale dei colori sfalsati,
oppure delle isolinee.
12

• Attraverso l’uso delle icone è possibile interpretare meglio i


diversi tipi di calcolo.
• Le superfici di calcolo selezionate vengono evidenziate nella
tool dei risultati e di conseguenza direttamente nel CAD.

Implementazione alle nuove norme standard del calcolo stradale.


DIALux evo 4 considera le norme ROVL e NPR 13201 per il mercato
olandese. Ciò include l'implementazione delle norme di controllo
standard e miglioramenti relativi alle nuove classi e requisiti
speciali.
Miglioramenti nella progettazione stradale
• Disattivazione iniziale dell’illuminamento semicilindrico.
• Possibilità di rinominare la disposizione delle lampade.
• Nella panoramica progetto gli elementi strada possono essere
identificati con il loro nome.

Correzioni di bug
In DIALUx evo 4 sono stati corretti molti bug. Ringraziamo tutti gli utenti, che con i loro progetti e con le loro
informazioni, ci hanno aiutato ad individuarli e risolverli.

DIALux evo 3.2


Miglioramento della superficie
• Migliorata la selezione delle superfici nella tool dei risultati
• Migliorati diversi piccoli problemi relativi al layout
• Vista planimetrica CAD alleggerita
• Nel caso di utilizzo di un fattore di manutenzione prestabilito, parametri non più necessari vengono nascosti
• La direzione con la quale la luce colpisce le superfici di calcolo è visualizzata meglio.
Elaborazioni
• Gruppi di apparecchi copiati formano adesso nuovi gruppi
• La finestra della selezione delle lampade si chiude adesso anche dopo un doppio click
• Sono generate meno varianti di aperture dell’edificio con lo stesso valore. L’elenco delle ultime finestre utilizzate
non si sviluppa in questo modo velocemente.
• Diversi controsoffitti possono ora essere selezionati e collacati in combinazione con il tasto Shift
• I sensori di potenza sono inseriti ora automaticamente sul soffitto
• Quando si esportano file DWG vengono proposti automaticamente nuovi nomi
• Catalogo oggetti e lampade passano in background con un solo click nella finestra CAD
• Nella selezione Lampada attiva compare ora il nome specifico della lampada
• Materiali scalati possono adesso essere utilizzati più volte
13

Performance
• I tempi di caricamento dei progetti è stato migliorato
• Superfici del locale, se selezionate, compaiono nel riepilogo dei risultati
• Nell’output l’area di base del consumo energetico specifico viene sempre calcolata correttamente
• L’altezza della superficie utile e la zona marginale sono presenti nell’output del riepilogo locale
• Il flusso luminoso e la potenza allacciata nell’output della lista pezzi della strada vengono adesso visualizzati
Strada
• La superficie della progettazione stradale tabellare è stata accelerata
• ULR/ULOR e W/km vengono adesso visualizzati nell’output della strada
• Nella tabella della strada sono ora visualizzati ULOR, classe G e „Glare Index max. 85°“
• Nelle lampade stradali è possibile visualizzare (opzionale) in 3D il palo della lampada stessa.
• Nel progetto stradale vengono visualizzate automaticamente varianti di lampade
• La tabella dei risultati della strada può essere ordinata
• La tabella dei risultati della strada è adesso raggruppata in campi di valutazione
• L’output dell‘obbiettivo/confronto dell’effettiva versione stradale è ora opzionale e colore opzionale
• „Ulteriori classi di illuminamento“ è stato rinominato in „Ulteriori requisiti“
• I campi di valutazione possono essere nominati dall‘utente
• Il riordino degli elementi stradali è stato semplificato
• La gamma delle superfici stradali è stata rivista
• R3 e W3 sono adesso impostati come manto standard
• I dati del progetto stradale sono stati ampliati per includere una planimetria dimensionata della strada
• L’illuminamento semicilindrico non è attivato automaticamente nella classe S
• Le direzioni di marcia ora sono all’inizio nelle direzioni opposte
• Le geometrie stradali possono essere adesso nascoste nell’anteprima

Correzioni di bug
Annulla, riprisitna
• Risolti dei problemi legati a „Annulla“ e adeguamento delle dimensioni della finestra
• Risolti altri problemi legati a Annulla/Ripristina
Isolinee e colori sfalsati
• Risolti problemi legati alla cancellazione di tutte le configurazioni dei colori sfalsati
• Nella tool dei risultati, variazioni ai valori di dimmerizzazione, sono ora sempre correttamente aggiornati
• Risolto un problema di aggiornamento delle configurazioni a colori sfalsati
• Corretta la disposizione dei pulsanti per i colori sfalsati
• Isolinee e colori sfalsati sono configurati nello stesso modo nella tool dei risultati
Geometria e finestra CAD
• Rappresentazione delle superfici di contatto tra oggetti del ritaglio
• DWG reimportati sono adesso visualizzati correttamente nello spazio dedicato
• I materiali ora possono essere nuovamente „dipinti“ correttamente sulle superfici
• Risolto un errore legato alle quotature
• Risolto problema di visualizzazione nello spazio dedicato alla versione coreana
• Problemi creati da diverse versioni DWG sono stati risolti.
• Risolto un problema con l’esportazione dei piani in DWG
• DIALux riconosce ora meglio posizioni nascoste DWG esistenti
14

• L’impronta del locale non viene più nascosta quando si esporta il DWG
• Texture modificate possono ora essere riprese
• Risolti problemi con materiali trasparenti
• Alcuni problemi con gli elementi del pavimento sono stati eliminati
• Risolto un problema con il mobile „Divano“
• Risolto un problema con lo spostamento dei testi
• Risolto problema durante l’inserimento dei tetti
• L’altezza del davanzale viene ora sempre adottata correttamente
• Migliorata la scritta del righello CAD nella vista laterale
• La funzione „Adatta l’apertura nell’edificio allo spessore della parete“ è stata disattivata per le finestre
Lampade
• Risoluzione dei problemi durante la lettura delle ultime lampade utilizzate
• Risolto un errore nell’annullamento della disposizione in linea
• La funzione „Mostra visualizzazione luce“ funziona ora anche dopo la sostituzione della lampada
• Risolto un problema di rappresentazione dei gruppi di lampade, ad es. relativo alla selezione
• Risolto un problema relativo all’importazione di file IES con dati incompleti o errati
• Migliorata la visualizzazione delle lampade composte da elementi standard
• Migliorata la visualizzazione delle superfici illuminanti colorate
• La visualizzazione delle superfici illuminanti nelle diverse scene di luce è ora sempre aggiornata in modo corretto
• Il colore delle superfici illuminanti in scene diverse di luce era a volte snaturato, problema risolto.
• Il calcolo del numero di lampade utilizzate di un solo tipo è stato corretto
• Il numero di lampade all’interno di una scena di luce viene adesso calcolato correttamente
• Dopo aver copiato alcune lampade non venivano installate ad altezza corretta, problema risolto.
• Sostituzioni di lampade venivano considerate solo se la lampada era stata utilizzata anche nel progetto. Questo è
stato adesso migliorato.
• Risolti alcuni problemi con la funzione Annulla nel contesto delle scene di luce
Oggetti di calcolo
• L'allineamento delle superfici di calcolo con parametri UGR durante ripetuta accensione e spegnimento non viene
più disattivato
Strada
• Viste superflue vengono rimosse dall’ottimizzatore strada
• Sono state integrate isolinee mancanti nel calcolo stradale
• Durante più ottimizzazioni potevano verificarsi piccole differenze nei valori TI, questo problema è stato risolto.
Output
• La presentazione della Lista pezzi nel Riepilogo del locale è stato rivisto. La lista non viene più impaginata in
anticipo
• La rappresentazione del flusso luminoso negli output è stata corretta
• Alcune configurazioni per le pagine degli output non potevano essere terminate. Questo errore è stato eliminato.
• I valori GR inferiori a 0 vengono adesso visualizzati correttamente negli output
Diversi
• Un crash dopo un importazione DIALux 4 è stato corretto
• Un errore di conversione di vecchi progetti è stato corretto
• Alcuni problemi di connessione durante l'aggiornamento informazioni dal costruttore insieme con proxy server
sono stati corretti
15

• Risolto un crash dopo la conclusione di progetti


• Un problema di lettura dei file 3DS con diverse estensioni di file è stato risolto
• Un problema di visualizzazione con le norme standard è stato risolto
• Un errore nella tool servizi è stato risolto
• Problemi di traduzione sono stati risolti
• È stato aggiunto Newsletter al menu
• La rappresentazione di una lista vuota progetti è stata migliorata
• La schermata di avvio è visualizzata centrata.
• L’inserimento del Nord non richiede più un nuovo calcolo
• I testi nel setup sono stati aggiornati
• L’installazione è stata leggermente ridotta
• Diversi errori rari e crash sono stati risolti.

DIALux evo 3.1


• Nuova funzione copia di stralci degli output da DIALux evo in altri programmi come ad es. MS Word
• Eliminato un errore nella funzione DWG dopo riptetuti Annulla/Ripristina
• Corretti alcuni coefficienti di riflessione nei colori standard
• Corretti diversi errori di traduzione
• Rappresentazione di uno schema lampade nella progettazione stradale
• Eliminazione delle varianti strada con „X“ – pulsante
• Fissati diversi piccoli bug

DIALux evo 3
• Visualizzazione dei materiali, direttamente in CAD materiali laccati o metallici
• Output più veloci
• Calcolo stradale secondo la 13201 con la „Progettazione stradale tabellare“
• Pianificazione parallela con diversi sistemi, come ad esempio diverse geometrie o disposizioni
• Visualizzazione in "tempo reale" dell'effetto luce di una singola lampada direttamente nel CAD
• Evo „easy“ - Una GUI semplificata che consente di progettare semplici locali rettangolari come in DIALux Light
• Valutazione energetica secondo la EN 15193 – Durante la progettazione è possibile fare da subito una valutazione
energetica. Si può scegliere tra kWh/a, Leni oppure i costi in qualsiasi valuta
• Versione completa 64bit – La versione 64bit non è compatibile con Windows XP e non può caricare vecchi progetti
di DIALux 4. Con questa versione è disponibile più memoria del sistema ed è così possibile lavorare con progetti
più grossi. Durante il setup è possibile scegliere di installare la versione 32bit.
• Esportazione immagini HDR
• Corretti numerosi piccoli bug

DIALux evo 2
• Esportazione di uno screenshots in formato JPG o BMP
• Colori sfalsati completi su tutte le superifici nel CAD
• Controllo WASD in CAD
• Esportazione DWG
• Grande miglioramento delle prestazioni, stabilità ed utilizzo della memoria
• Spostare o zummare il locale senza rotellina del mouse (P + tasto sinistro mouse = spotamento, Z+ tasto sinistro
mouse = zoom)
• Nuovi piani possono essere inseriti anche tra due piani esistenti
• Impostare la lunghezza focale della telecamera (ALT+ tasto destro del mouse)
• Nuovo catalogo colori
16

• Singole pagine-Output
• Milgioramento degli strumenti nelle diverse modalità

Fissaggio bug
• Traduzioni errate
• Corretti comportamenti poco chiari nella matrice dei diversi tipi di progettazione
• Lati inferiori del tetto hanno un coefficiente di riflessione del 70%
• Le finestre nel piano vengono adesso sempre orientate correttamente
• Linee di riferimento 3D visibili nella pianta 2D
• Più elementi del pavimento possono essere selezionati nello stesso momento
• Le texture possono adesso essere scalate e ruotate numericamente
• L’albero degli output è meglio strutturato e più leggibile
• Corretti numerosi altri bug

DIALux evo 1

• Progettazione di tutto l’edifcio compresa l’area esterna. Fusione della progettazione interna ed esterna
• Scambio di luce tra locali e esterno
• Semplificato, nuovo concetto di funzionamento
• Costruzione dell’edificio molto spemplice
• Possibilità di messa a punto delle scene di luce dopo il calcolo corretto dei valori di dimmerizzazione
• I locali riconoscono autonomamente di quante lampade di un tipo necessitano
• Tipo di calcolo moderno e veloce
• Output in qualsiasi tipo di formato
• Selezione di tutti le principali specifiche attraverso le proprietà normative
• Superficie scalabile
• Riconoscimento automatico locale
• Informazioni dettagliate sul prodotture
• Visualizzazione di materiali trasparenti in CAD
• Calcolo in base ai materiali riflettenti
• Visualizzazione e valutazione dei risultati di calcolo in CAD
• Costruzione reale di aperture come porte e finestre
• Quotatura e descrizione direttamente in CAD
• Attraverso "drag and drop" sono facilemente inseribili nel locale: mobili, superfici (texture) e corpi illuminanti
• I colori sfalsati permottono una prima analisi quantitativa per geometrie complesse
• Texture e mobili reali
• Moduli integrati Raytracing forniscono un’immagine fotorealistica veloce e ben fatta
• Calcolo tenenendo conto dei materiali trasparenti
• Progettazione con LED ed altre sorgenti di luce colorata
• Progettazione con filtri colorati, sorgenti di luce colorata e materiali colorati
• La visualizzazione 3D interattiva permette di muoversi nel locale
• Integrazione di oggetti 3DS nella progettazione
• Importazione ed esportazione di file .dwg e .dxf. Al termine della progettazione lettura ed esportazione dei
risultati. Senza software aggiuntivi.
• Componenti intelligenti posizionano le applique sulla parete sempre in modo corretto ed il computer sempre sul
tavolo.
• Le lampade vengono posizionate sul punto di proiezione con un clic.
17

3 Viste

Viste

Area
Questa vista mostra l’intero progetto, la posizione, compresi tutti gli edifici e gli oggetti.
Qui è possibile modificare il nome dell’area, il profilo di utilizzo appropiato, i fattori di manutenzione, e
l'orientamento dell‘area:

Edificio
Definizione della vista selezionata
relativa all‘edificio.
Con più edifici è possibile selezionare
dal menù a tendina l’edificio
desiderato.
Dopo aver disegnato più di un edificio,
viene visualizzato il menù.
La numerazione è in base all’ordine in
cui sono stati disegnati.
Qui è possibile rinominare ogni edificio
o cambiare la posizione.

Piano
Definizione della vista selezionata
relativa al piano scelto.
In caso di più piani è possibile
selezionare il piano desiderato dal
menu a tendina.
Questo menu viene visualizzato dopo
avere creato più di un piano.
La numerazione dei piani segue l’ordine
in cui sono stati creati. Qui è possibile
nominare il piano, definire l’altezza e lo
spessore del pavimento.
18

Locale
Definizione della vista selezionata relativa al locale scelto.
In caso di più locali è possibile selezionare il locale desiderato dal menu a tendina. Il menu compare dopo aver creato
più di un locale. La numerazione è in base all’ordine in cui vengono creati.
Qui è possibile nominare il piano, definire l’altezza ed il profilo di utilizzo:

1 3D-Rendering
2 Vista in pianta
3 Vista frontale
4 Vista laterale destra
5 Vista posteriore
6 Vista laterale sinistra
7 Zoom, per tutte le viste
8 Metro

3D-Rendering
Qui è possibile visualizzare il progetto in 3D.
Anche in questa vista è possibile modificare l’oggetto attraverso la corrispondente tool selezionata.
Questo siginifca che se si deve ad esempio cambiare il perimetro dell’edificio, è necessario andare nella tool „Piani“
e „Costruzione edificio e piani“.

Vista in pianta
La vista mostra la planimetria dell’oggetto scelto (per es. Locale 1).

Vista frontale, vista laterale destra, vista posteriore, vista sinistra


Nell’impostazione di defualt queste icone sono nascoste, possono essere aggiunte attraverso il pulsante
19

Zoom per tutte le viste


Permette di ingrandire o ridurre la vista selezionata in modo che tutti gli oggetti possono essere visualizzati a schermo
intero.

Metro
L’aiuto del metro permette di fare misure e visualizzare la quota.
20

4 Schermata iniziale

Schermata iniziale
Dopo l’avvio DIALux evo dà la possibilità di inviare dei feedback.

Direttamente dopo la schermata di benvenuto, che facilita l’ingresso, appare l’avvio per la progettazione.

Schermata iniziale evo

La pagina iniziale è divisa in tre categorie:


• Crea un nuovo progetto
• Modifica il progetto esistente
• Altri elementi

Progettazione edificio ed esterni


Per iniziare un nuovo progetto illuminotecnico è possibile creare un’area vuota ed un edificio.
21

Importazione DWG/DXF
Una volta importato il file sarà richiesto automaticamente di costruire un nuovo edificio iniziando a disegnare il
perimetro esterno/pareti. Il progetto illuminotecnico è basato su un disegno CAD (DWG/DXF) che nella schermata
„Azioni - Importa DWG“ è possibile selezionare. Dopo l’importazione del disegno viene visualizzata qui la possibilità
di personalizzare il DWG/DXF.

Locale rettangolare vuoto


L’ingresso in DIALux evo può avvenire attraverso un „locale vuoto rettangolare“, se si sceglie questa procedura è
possibile definire le coordinate del locale e direttamente un corretto profilo del locale.

Locale vuoto rettangolare.png

Progettazione stradale tabellare


Oltre alla reale progettazione interno/esterno è possibile progettare una strada. Con un clic su „Progettazione
tabellare stradale“ è possibile eseguire un progetto stradale completo.

Progetto d’interni semplice


Per un progetto semplice di interni avviare „evo easy", l’interfaccia utente è ridotta agli elementi più basilari e
necessari. Con pochi passaggi è possibile progettare in modo semplice locali rettangolari. Mentre si lavora con "evo
easy" è possibile passare all’interfaccia completa per posizionare speciali oggetti oppure utilizzare altre funzioni;
successivamente si può ritornare a "evo easy". Con l’aggiunta di un secondo locale viene eliminata la possibilità di
ritornare a "evo easy".

Cronologia progetto
Consente di aprire e modificare un progetto esistente da una lista di progetti usati di recente. Scorrere con il cursore
del mouse sulla lista dei progetti, fermarsi su un progetto e questo sarà visualizzato attraverso una piccola immagine.
Questa visualizzazione è particolarmente utile per distinguere i progetti esistenti. In questa sezione è inoltre possibile
trovare il progetto attraverso il nome nel campo di ricerca. Nel caso in cui il progetto non compaia in questa lista è
possibile ricercarlo attraverso il pulsante „Carica progetto“ nei file in rete o su una cartella nel PC.
22

Produttore
Questo campo della schermata iniziale consente di selezionare direttamente il produttore. Questa pagina elenca
tutti i Partner del progetto DIALux con i loro cataloghi (online/offline). Cliccando con il tasto destro del mouse sul
logo del produttore è possibile visualizzare i cosiddetti PlugIn selezionando una delle voci del menu di scelta rapida.

Supporto/Forum
Per problemi e domande relative a DIALux è possibile collegarsi direttamente in questa pagina al ns. Forum DIALux
evo e DIALux 4. Per domande, suggerimenti o problemi è possibile agire all’interno del board evo senza avviare un
browser in internet.
La ns. DIALacademy è raggiungibile anche dalla schermata iniziale, invia al nostro social network come YouTube,
Facebook, ecc.

Barra del menu


Tramite il menu [File] avete la possibilità, così come in altre applicazioni di Windows, di caricare nuovi progetti,
chiudere e salvare progetti esistenti. È inoltre possibile utilizzare diverse interfacce di importazione/esportazione.
Offriamo la possibilità di importare file STF, progetti di interni di DIALux 4, dati delle lampade in diversi formati, file
3DS e file di immagini. Come esportazione media sosteniamo in questo sotto menu disegni DWG e DXF. Si prega di
fare attenzione che se avete installato la versione evo 64 bit, non è possibile importare progetti d’interni realizzati
con DIALux 4, questo è possibile solo con la versione evo 32 bit.
Nel sottomenu si possono trovare le impostazioni generali per personalizzare l’interfaccia evo (modalità grafica,
lingua, indirizzo di memoria, font, ecc.)
Qui è inoltre possibile la configurazione delle norme e dei profili rispetto alle norme standard.
Il menu [Edit] vi supporta durante la progettazione con comandi standard per essere in grado di annullare o
ripristinare più azioni.
È possibile naturalmente anche tagliare, copiare, inserire o eliminare oggetti (mobili, lampade) ed eventualmente
annullare la selezione.
Scegliendo nel menu [Inserisci] lampade o mobili, si verrà indirizzati automaticamente alla sezione appropriata.
Questa funzione è disponibile solo se si è già in un progetto.
Nel menu, [Visualizza], consente di aprire nuove schede in un altra visuale direttamente sopra la finestra CAD.
Questa procedura è particolarmente utile quando è necessario passare attraverso diverse viste.
23

Naturalmente è possibile chiudere una o tutte le schede. Se la visualizzazione CAD non è completamente visibile, è
possibile visualizzare l'intera scena chiamando la corrispondente voce di menu. La modalità documentazione può
essere anche selezionata nella sezione [Visualizza] nel menu.
In [?], nel menu, si trovano informazioni utili con il trasferimento diretto alle relative pagine.
Qui troverete un supporto veloce ed affidabile durante la progettazione; potrete accedere al sito web DIAL, a Wiki
DIALux, così come al forum utenti e anche al manuale.
Se sieti interessati a corsi di formazione è possibile da qui mettersi in contatto; è possibile inoltre inviare al ns. team
eventuali errori di traduzione cliccando sulla voce presente nella tendina oppure cliccando il tasto F11.
La versione installata appare nel menu alla voce [Info su DIALux evo] sottostante.
24

5 Opzioni di visualizzazione
In DIALux evo c’è la possibilità di scegliere diverse opzioni di visualizzazione cliccando sul simbolo dell‘icona, nel
riquadro in alto a destra.
1 Sistema di coordinate
visualizza/nascondi
Viene visualizzata una linea ausiliaria
verde, blu e rossa.
Nel sistema di coordinate la linea rossa
corrisponde all’asse X, la verde all’asse
Y e la blu all’asse Z. Nel punto di
intersezione delle tre linee si trova
l’origine delle coordinate del locale.
Ogni vista, area, edificio, piano e locale
hanno un proprio sistema di
coordinate.
2 Linee di riferimento visualizza/nascondi
Con la tool delle „linee guida“ è possibile creare diverse basi d’aiuto (circolare, polilinea, curva, griglia).
Queste non hanno alcuna influenza sul calcolo ma possono aiutare e orientare durante la costruzione. Con l’opzione
“Mostra linee di riferimento” queste possono essere attivate o disattivate, nel caso ad esempio di non interferire in
screenshot o viste per gli output.

3 Superfici utili visualizza/nascondi


Ogni locale ha una superficie utile iniziale, questa può essere attivata o disattivita attraverso l‘opzione.
4 Superfici/punti di calcolo visualizza/nascondi
Superfici di calcolo e punti vengono utilizzati per determinare le dimensioni fotometriche. Con questa funzione
possono essere visualizzati o nascosti.
5 Vista a gabbia
Le superfici degli edifici e degli oggetti sono di solito visualizzate con il colore del loro materiale o illuminate. Per
oggetti complicati può essere utile nascondere le aree piene, in modo che i bordi delle superfici vengano visualizzati
come linee nel CAD.
6 Isolinee visualizza/nascondi
Con l’aiuto della tool dei risultati questi possono essere visualizzati singolarmente. Si può di
conseguenza eliminarli o visualizzarli nei diversi settori.
Con questa opzione possono essere visualizzati o nascosti contemporaneamente in tutte le zone.
7 Disegni DWG visualizza/nascondi
Con questa opzione è possibile visualizzare o nascondare le basi DWG usate per la costruzione.
8 Curve di diffusione luminosa visualizza/nascondi
Questa opzione permette di visualizzare o meno la distribuzione luminosa di uno o di gruppi di apparecchi. È
possibile visualizzarle anche per più lampade selzionate contemporaneamente.
9 Denominazione locale visualizza/nascondi
DIALux evo genera automaticamente per ogni locale un nome del locale stesso. L’utente può modificare il nome
attraverso questa funzione.
È possibile inoltre scrivere testi o commenti direttamente nel CAD. In alcuni casi questi interferiscono con immagini
o viste, attraverso questa opzione è possibile attivarli o disattivarli.
25

10 Motivo di riempimento cielo visualizza/nascondi


DIALux evo genera un orizzonte artificiale, che serve nel CAD per un migliore orientamento. Nei progetti non calcolati
è possibile un cielo blu per il giorno, per i progetti calcolati un cielo nero per la notte. Questa opzione consente di
visualizzare o meno questa texture.
11 Colori sfalsati visualizza/nascondi
Attraverso questa opzione le texture del calcolo della luce vengono visualizzate a colori. Nella
parte inferiore dello schermo è possibile impostare i colori.
12 Texture di luce visualizza/nascondi
Le texture di luce dei progetti calcolati possono essere visualizzate o meno in questa posizione.
Attenzione: dopo il calcolo queste texture non vengono visualizzate automaticamente.

Se non è visibile nessuna texture di luce dopo il calcolo, verificare l’impostazione delle opzioni di visualizzazione.

13 Visualizzazione della luce in tempo reale


Con questa opzione l'effetto della luce di un unico apparecchio selezionato può essere direttamente visualizzato nel
CAD, anche se il progetto non è stato ancora calcolato.
Questa funzione è molto utile per proiettori o allineamento della luce di apparecchi.
14 Visualizza consumo di energia
Con questa opzione viene visualizzato il consumo energetico attuale della scena nella parte inferiore della finestra
CAD. Per ulteriori impostazioni, vedere la funzione "consumo energetico".
Bilanciamento del bianco
Vedere capitolo bilanciamento del bianco.
26

6 Tasti di scelta rapida

Tasti di scelta rapida


F1 = Aiuto
F2 = Coordinate sistema on/off
F3 = Linee guida on/off
F4 = Superficie utile on/off
F5 = Vista wireframe on/off
F6 = Isolinee on/off
F7 = DWG on/off
F8 = Curva distribuzione luce on/off
F9 = Colori sfalsati totali on/off
F10 = Scelta lista menu
F11 = Comunica errore di
traduzione
F12 = Salva con nome
Tagliare = Ctrl + X
Copiare = Ctrl + C
Inserire = Ctrl + V
Impostare distanza focale camera = Alt + destro
Inserire nella posizione del mouse= Strg + M nuovo
Progetto = Ctrl + N
Aprire = Ctrl + O
Salvare = Ctrl + S
Stampare = Ctrl + P
Annullare = Ctrl + Z
Ripristinare = Ctrl + Y
Cancellare = Canc
Raccogliere = Shift
CAD-zoom + = Ctrl + '+'
CAD-zoom - = Ctrl + '-'
CAD-zoom reset = Ctrl + '*'
GUI-zoom + = Shift + '+'
GUI-zoom - = Shift + '-'
GUI-zoom reset = Shift + '*'
Annullare selezione = Esc
Salvare posizione 1 = Ctrl +1
Salvare posizione 2 = Ctrl +2
Salvare posizione 3 = Ctrl +3
Salvare posizione 4 = Ctrl +4
Salvare posizione 5 = Ctrl +5
Salvare posizione 6 = Ctrl +6
Salvare posizione 7 = Ctrl +7
Salvare posizione 8 = Ctrl +8
27

Salvare posizione 9 = Ctrl +9


Salvare posizione 10 = Ctrl +0
Rivedere posizione 1 = Alt+1
Rivedere posizione 2 = Alt+2
Rivedere posizione 3 = Alt+3
Rivedere posizione 4 = Alt+4
Rivedere posizione 5 = Alt+5
Rivedere posizione 6 = Alt+6
Rivedere posizione 7 = Alt+7
Rivedere posizione 8 = Alt+8
Rivedere posizione 9 = Alt+9
Rivedere posizione 10 = Alt+0
Controllo con il touchpad:
Zoom = Z + tasto sinistro touchpad
Spostare CAD = P + tasto sinistro touchpad
Muoversi nel CAD = W, A, S, D
28

7 Costruzione edificio

Costruzione
Disegni
Quali formati di file sono supportati?
I file supportati sono DXF e DWG.

Caricamento e visualizzazione disegni.


I disegni importati possono essere resi invisibili o visibili selezionando la casella.
29

Impostazioni layer
In „Graduazione“ è possibile scegliere l’unità di misura.
È anche possibile definire o modificare la posizione esatta del disegno inserendo in „Posizionamento“ i dati
desiderati.
Inoltre è possibile ruotare il disegno inserendo l‘angolo in „Rotazione“.
In „Layer“ è possibile assegnare ad ogni parte nei disegni un colore diverso oppure nasconderle.
30

Area

Costuzione edificio e piani.

Prima di disegnare un nuovo edificio è possibile definire sia il numero dei piani
che l'altezza totale dell'edificio.

Disegnare elemento del pavimento.

Con questa funzione è possibile disegnare elementi del pavimento rettangolari,


circolari e poligonali.

Disegnare freccia Nord.

Utilizzando la freccia Nord, si determina semplicemente con 2 soli punti la


direzione nord nel disegno; il punto 2 sta ad indicare in che direzione il nord
dovrebbe andare.
È possibile modificare l'orientamento della freccia anche direttamente nel
disegno.

Duplicare edificio.

Questa funzione consente di duplicare un edificio completo, compresi gli oggetti


che dovranno essere trasferiti, attraverso la loro selezione.
Per gli oggetti che non si desidera duplicare è sufficiente deselezionare la casella.

Controlli
Area attiva
In "area attiva" è possibile assegnare un nome diverso e aggiungere una descrizione, è inoltre possibile scegliere se
creare l’output per quest’area.
Proprietà
Nelle proprietà è possibile selezionare un profilo di utilizzo e definire il flusso di traffico. In „Dettagli“ è
possibile variare il fattore di manutenzione ed il tempo di utilizzo.
Manutenzione
In "Manutenzione" è possibile selezionare l'intervallo di manutenzione e la categoria di inquinamento secondo la EN
12464 o immettere un „fattore di manutenzione fisso”.
Orientamento area
È possibile definire la posizione esatta dell’area (longitudine e latitudine) con l’orientamento a Nord ed il fuso orario.
Sfondo
I file DWG assegnati al progetto sono elencati qui e si ottengono facendo clic su "importazione DWG" in „Azione
disegni [1]“, al progetto possono essere aggiunti nuovi disegni.
Piani – Costruzione edificio
Disegnare nuovi perimetri interni
Dopo il completamento della costruzione di un edificio si apre automaticamente la funzione "Costruzione edificio e
piani", qui è possibile disegnare inoltre i perimetri interni. Con l’aiuto della vista del righello nello schermo, sul lato
sinistro e su quello superiore del disegno, è possibile dare uno spessore desiderato alla parete.
La precisione della scala può essere fissata arbitrariamente con lo zoom in e out.
31

È possibile creare il perimetro di un nuovo locale impostando un numero a piacere di punti, questa costruzione può
essere terminata cliccando sul pulsante „Chiudi“ oppure nel menu a tendina su „Chiudi poligono“.

Nuovo piano vuoto


Un nuovo piano può essere costruito disegnando il perimetro dell’edificio, questo significa che il nuovo piano può
avere anche un perimetro più grande rispetto a quello sottostante.
Nel definire i singoli punti del contorno, è possibile completare il perimetro cliccando sul tasto destro del mouse e
selezionare l'opzione "Chiudi poligono".

Duplica piano
Questa funzione consente di duplicare un piano marcando le parti e gli oggetti che si desidera duplicare. Oggetti e
parti non selezionati non saranno duplicati.

Duplica piano
32

Aperture nell‘edificio

Posizionare e disegnare aperture

Con la funzione „Posiziona apertura nell’edificio attiva“ inserire l'apertura nella


posizione del mouse con le dimensioni indicate in proprietà.
Con la funzione "Disegna nuova apertura nell’edificio" è possibile stabilire la
larghezza dell'apertura, definendo „inizio" e "fine" dell’apertura con un clic del
mouse.

Adattare spessore apertura nella parete.

Questa funzione consente di regolare la profondità dell’apertura su uno


spessore di parete diverso. Questo elimina la necessità di sostituire l‘apertura
con una nuova, consentendo di adattare quella già inserita nel progetto.

Sostituire tutte o selezionate aperture dello stesso tipo nell‘edificio

Questa funzione offre la possibilità di sostituire uno o più aperture dell‘edificio


in una sola volta.
Scegliere le aperture da cambiare e selezionare "Sostituisci aperture nell‘edificio
selezionate“ oppure „Sostituisci tutte le aperture di questo tipo nell’edificio“.
Se si vuole cambiare solo un’apertura delle molte presenti nel progetto,
scegliere "Sostituisci aperture nell‘edificio selezionate“; se si desidera sostituire
le aperture del progetto con altri tipi scegliere „Sostituisci tutte le aperture di
questo tipo nell’edificio“.

A questo punto si apre la finestra „Aperture nell’edificio“ dov’è possibile


scegliere la nuova apertura da sostituire.
Dopo aver selezionato la nuova apertura questa viene adottata e inserita
automaticamente nell‘edificio.
33

Proprietà porte/finestre/lucernaio
Qui è possibile cambiare le dimensioni delle aperture, può essere variata inoltre la dimensione del telaio e l’altezza
del parapetto, così come la posizione e l’altezza della traversa o dell’arco per finestre particolari.

Aree
Per avere all’interno di un locale delle aree con diverse esigenze di illuminamento si può utilizzare la funzione "Aree".
È possibile determinare la dimensione e la posizione delle rispettive aree, assegnare loro un nome proprio,
determinare il profilo di utilizzo e i dati di manutenzione.

Elementi del locale


Disegnare elementi del locale
Ci sono diversi modi per disegnare un elemento del locale.
• Disegnare elemento del locale rettangolare
• Disegnare elemento del locale circolare
• Disegnare elemento del locale poligonale.
Non ogni funzione è valida per disegnare ogni tipo di elemento del locale. La rampa e la trave si creano con la sola
funzione "Disegnare elemento del locale rettangolare". Per la colonna rettangolore si trova in aggiunta anche la
funzione „Disegnare elemento del locale poligonale“, mentre la colonna circolare si crea solo con la funzione
„Disegnare elemento del locale circolare“. Per il gradino sono valide tutte e tre le funzioni.

Elementi prefabbricati
L‘elemento rampa del locale è un elemento prefabbricato da inserire e da poter modificare.
34

È possibile modificare la larghezza, la lunghezza, l‘altezza e anche la pendenza.


Queste possono anche essere inserite direttamente, diminuendo l'altezza di defualt dell‘elemento.
Quando si inserisce la colonna di forma rettangolare l'altezza viene regolata automaticamente con quella del soffitto.
Le dimensioni si possono quindi modificare a piacimento.
Il pilastro rotondo è costituito da almeno 5 segmenti, più segmenti ha un pilastro più „circolare“ risulta.
Anche questo con l’inserimento si adatta all’altezza del soffittto.
L‘elemento trave viene inserito a soffitto nel locale con la forma di un parallelepipedo di dimensioni standard 1x1x1
metri, successivamente può essere modificato come si desidera.

Tetti
Ci sono 9 tipi di tetti da scegliere, nell’edificio creato è possibile inserire automaticamente il tetto scelto.

Inserire tetti automaticamente


Con la funzione di inserimento automatico il tetto sarà adattato al perimetro del piano.

Disegnare il tetto
È possibile disegnare autonomamente ogni tipo di tetto, si deve semplicemente seguire i contorni esterni del tetto
stesso.
Eventuali inclinazioni vengono calcolate automaticamente. Dimensioni e inclinazioni possono essere modificate
manualmente.
Il tetto piano può essere modificato dopo averlo disegnato, è possibile apportare modifiche richiamando il menu a
tendina cliccando sul tasto destro e selezionando "Modifica poligono". In questo modo è possibile aggiungere
ulteriori punti attraverso il tasto destro del mouse.

Soffitti
Se avete selezionato un soffitto attivo è possibile modificare alcuni valori, oltre al soffitto è anche possibile modificare
la distanza dalla parete o al soffitto strutturale e lo spessore della lastra.

Inseririsci il soffitto nel locale


Con questa funzione il controsoffitto verrà aggiunto automaticamente per riempire il locale.

Disegna nuovo soffitto


È possibile disegnare autonomamente il controsoffitto, stabilirne la dimensione e la posizione.

Mobili e oggetti
Disegnare disposizione
È possibile disporre tutti i mobili e gli oggetti oltre che singolarmente anche in una disposizione in linea. Con i punti
iniziale e finale della disposizione in linea è possibile determinare la posizione, successivamente è possibile
modificare il numero, la posizione e l'orientamento degli oggetti stessi.
35

Posizionamento

Ci sono diversi modi per posizionare gli oggetti.


 Per "drag & drop", è sufficiente trascinare
l’oggetto nella posizione desiderata.
• Posizionare un oggetto singolarmente.
• Per disegnare una disposizione rettangolare è
necessario definire la zona dove andranno inseriti gli
oggetti. È possibile modificare numero, posizione e
orientamento.
• Disegnare una disposizione poligonale è simile
a quella rettangolare, si seleziona lo spazio in cui gli
oggetti sono da collocare. In questo caso invece di avere
solo quattro punti disponibili si possono avere più punti.
• Per disegnare una disposizione circolare
cliccare nel disegno per determinare il centro dello
spazio, quindi trascinare il mouse fino a raggiungere la
Disegnare disposizione dimensione corretta del cerchio. Gli oggetti vengono
posizionati sulla circonferenza, può essere modificato il
numero di oggetti e il raggio del cerchio.
36

Sostituire oggetti, selezionati/tutti

Questa funzione permette di sostituire più


oggetti uguali contemporaneamente. Avete
per esempio inserito in un progetto una sedia
da ufficio in tutti i locali, potete facilmente
sostituirla con un altro modello con la funzione
"Sostituisci tutti gli oggetti di questo tipo".

Se si desidera sostituire solo in un certo locale


queste sedie, selezionare le sedie e utilizzare la
funzione „Sostituisci gli oggetti selezionati“.

Catalogo - Oggetti

DIALux evo ha come DIALux 4 alcuni oggetti


standard e un catalogo oggetti che può essere
avviato in "Mobili e oggetti" nella modalità di
costruzione.
Possono essere inseriti direttamente nel
progetto per Drag & Drop oppure cliccando su
"Applica" possono essere inseriti ogetti/mobili
ricavati dalla banca dati DIALux evo.
Cliccando con il tasto destro su un oggetto è
possibile aggiungerlo ai propri preferiti.
Gli oggetti utilizzati nel progetto sono in cima
alla lista. In base al progetto saranno visualizzati i rispettivi oggetti.

Materiali
Afferra il materiale
Se volete sapere quale materiale o tonalità ha un oggetto è possibile utilizzare questa funzione. Una volta selezionata
la funzione il cursore si trasforma in un contagocce e basta fare clic sull'oggetto per scoprire il materiale o la tonalità
di colore dell‘oggetto.

Dipingi il materiale
Con questa funzione è possibile colorare completamente una superficie nel colore desiderato. Dopo aver cliccato
"Dipingi il materiale" l'icona del cursore si trasforma in una secchio di vernice, facendo clic sulla superficie si può così
colorarla.

Sostituisci materiale
Se si desidera sostituire un materiale o un colore di più superfici o oggetti con un altro materiale o con un colore
diverso si può utilizzare la funzione "Sostituisci materiale". Selezionare prima il nuovo materiale o il nuovo colore,
fare clic su " Sostituisci materiale" e quindi sostituire il materiale o il colore nel progetto.

Crea materiale colorato


Se i colori nel „Catalogo colori DIALux evo“ non corrispondono a quello che si sta cercando è possibile creare un
colore materiale personalizzato.
37

Crea materiale con motivo di riempimento


È possibile importare e modificare le proprie texture. Oltre alle dimensioni della texture è anche possibile
determinare il tipo di materiale e riflettanza. È possibile importare * .jpg, * .png e * .bmp.

Catalogo colori
Nel „Catalogo colori“ ci sono elencati alcuni colori predefiniti, tramite il pulsante „Accetta“ questi possono essere
assunti nella propria banca dati DIALux evo.

Catalogo materiali
Nel „Catalogo materiali” si trovano materiali di ogni genere già definti. Si trovano ad esempio le texture di piastrelle,
pavimenti e rivestimenti o anche per finestre e porte.

Dimensioni
Disegnare linee di quotatura
Per inserire le dimensioni nel disegno di un progetto è possibile disegnare le linee di quotatura e se necessario
regolarle. Si inseriscono con il mouse per mezzo del punto iniziale e finale. Tipo, rappresentazione e dimensione, si
possono modificare in „Formattazione“.

Testo
Con la funzione “Testo” è possibile inserire un testo nel proprio progetto. Una volta stabilito il testo e la posizione è
ancora possibile modificare il colore, la posizione, la dimensione e lo stile.
38

Linee guida
Lavorare con le linee guida
Le line guida sono elementi da usare liberamente che servono per posizionare o allineare oggetti (lampade, mobili,
oggetti di calcolo, punti del locale, punti di corpi estrusi o punti di aree di calcolo). Una linea guida si costruisce
cliccando semplicemente sul punto di partenza e facendo nuovamente clic sul punto finale. In DIALux evo sono
disponibili i seguenti tipi di linee guida:
• Disegna linea di riferimento, una semplice linea retta
• Disegna linea di riferimento circolare
• Disegna linea di riferimento poligonale
• Disegna linea di riferimento curva
• Disegna griglia di linee di riferimento

Copia e ordina
Lo funzione "Copia e ordina" dà la possibilità di copiare e ordinare oggetti o gruppi, unire e allineare.

Copiare lungo una linea/circolare/poligonale/lungo una curva


Selezionare uno o più oggetti e premere il numero di copie desiderato. Fare clic sul punto iniziale e finale della linea
lungo la quale si desidera inserire l'oggetto o specificare con il mouse i punti poligonali desiderati o il raggio.

Tenendo premuto il tasto sinistro del mouse si impostano piú punti lungo la linea
ed in questo modo in maniera più accurata.

Scegliere se le copie devono essere posizionate sul punto finale. Impostare il numero di copie e determinare se gli
oggetti inseriti mantengono il loro allineamento o vengono ruotati.
39

Unire
• Oggetti di diverso tipo (mobili, elemento, luce, etc.) possono essere uniti.
• Un oggetto può essere parte di diversi gruppi.

Allineare
DIALux evo offre numerose opzioni per l'allineamento e la combinazione degli oggetti selezionati. La funzione è attiva
solo se è stato selezionato più di un oggetto.

Viste
È possibile visualizzare e salvare diverse viste del progetto.

Panoramica progetto
Nella panoramica del progetto è possibile vedere tutti gli oggetti presenti nell’edificio, nel piano e nel locale.
In “Panoramica progetto”, cliccando su un elemento, questo viene evidenziato nel disegno.

Fonti
[1] http:/ / de.wiki. dialux.com/ index. php/ Konstruktion#Zeichnungen
40

8 Luce

Luce
Corpi illuminanti
Dopo aver completato la costruzione è possibile passare alla modalità luci per eseguire la progettazione
illuminotecnica. Il primo controllo "Azioni" elenca tutte le opzioni per inserire le luci.
• Disegna disposizione rettangolare
• Disegna disposizione poligonale
• Disegna disposizione circolare
• Disegna disposizione lineare
• Posiziona lampada singola
• Disposizioni automatiche per le zone
È possibili inserire gli apparecchi per Drag & Drop rilasciandoli direttamente nel progetto.
Se non volete usare le luci inserite è possibile sostituirle semplicemente con le funzioni: "Sostituisci lampade
selezionate" o "Sostituisci tutte le lampade di questo tipo". Per fare questo selezionare le lampade interssate nella
visualizzazione CAD.
È possibile eseguire il vostro progetto illuminotecnico con tutti i formati noti di lampade, come Eulumdat, IES, CIBSE,
LTLI-. È possibile importare questi file con la funzione "Importa file lampade".
In lampade "Lampada attiva" viene visualizzato l’ultimo apparecchio utilizzato, il pulsante "Seleziona" vi mostra la
cronologia degli apparecchi. In questo campo se sono già stati utilizzati degli apparecchi si trova un elenco degli stessi
e viene visualizzato l’ultimo apparecchio usato. Cliccando con il tasto destro del mouse sull’immagine
dell’apparecchio compare il menu a tendina; qui è possibile visualizzare la scheda tecnica dell‘apparecchio, salvarlo
come preferito oppure eliminarlo dalla cronologia. La scheda tecnica dell‘apparecchio può anche visualizzare più
apparecchi da confrontare, questa si apre in una finestra separata. Qui si avrà la possibilità di confrontare una serie
di lampade in una visione d'insieme. Quando un apparecchio è contrassegnato come preferito lo si può trovare
nuovamente in tutti i progetti in "Preferiti". La sezione successiva "Cataloghi" rimanda ai cataloghi di lampade
installate. Inoltre è possibile risalire ai nostri Partner anche attraverso la voce "Altri cataloghi...", in questo modo si
sarà inviati direttamente alla modalitá “Produttore”.
Sotto la voce „Lampada attiva“ troverete le caratteristiche tecniche del corpo illuminante. “Lampada attiva" è sempre
riferita all’ultimo corpo illuminante scelto o selezionato nella vista CAD. Dopo aver selezionato un corpo illuminante
direttamente nel CAD, appaiono accanto i dati fotometrici e ulteriori dettagli. Questo è utile soprattutto se si
desidera modificare manualmente la posizione, il montaggio, i valori fotometrici della lampada, il mantenimento o
addirittura il consumo energetico.

File „Cartella“
Accanto a „Cronologia“, „Preferiti“ e „Cataloghi“ è possibile accedere alla cartella creata personalmente. È possibile
creare la cartella nel file explorer e definirla, poi in evo cliccando su "Aggiungi cartella .." importare la cartella creata.
Dopo aver aggiunto la cartella è possibile aprirla con un doppio clic in una finestra separata. Sul lato sinistro sono
elencate tutte le sottocartelle, qui è possibile selezionarle singolarmente. I corpi illuminanti contenuti
rispettivamente nella cartella selezionata sono elencati sul lato destro. La stessa possibilità è disponibile anche nella
funzione "Mobili e Oggetti ", come per i corpi illuminanti è possibile infatti anche qui creare delle proprie cartelle.
41

Lampadine
La funzione lampadina aiuta a modificare l‘apparecchio attivo. Se
non è stato selezionato nessun apparecchio nella visualizzazione
CAD compare un messaggio sotto „Lampada attiva“; una volta
selezionato un apparecchio si apre il controllo completo. Qui si ha
la possibilità di regolare oltre al flusso luminoso, potenza e
temperatura del colore, compreso lo spettro.
Inoltre è anche possibile modificare il tipo di lampada, un elenco di
varianti è disponibile nel menu a tendina. Dopo la regolazione
manuale cliccando sul pulsante "Applica" il nuovo dato viene preso
in considerazione direttamente nella progettazione.

Modifica snodi
Se il modello di apparecchio ha uno o più snodi, questo sarà indicato da un simbolo accanto al logo del produttore.
Il movimento degli snodi, a seconda del loro eventuale allineamento, avviene graficamente nella vista CAD o
manualmente nella tabella. È importante ricordare che è necessario aver selezionato l‘apparecchio nel CAD per avere
tutti i pulsanti attivi. L'orientamento è inoltre caratterizzato da un simbolo-reazione lungo l'asse. Per puntare un
apparecchio direttamente in una direzione basta usare „Imposta punto di proiezione“ e determinare il punto nel
CAD, l'orientamento della luce viene impostato automaticamente nel punto di destinazione selezionato. Con
l’utilizzo dei due pulsanti „Variante precedente“ e „Variante successiva“ si tornerà direttamente alla versione
desiderata senza dover agire graficamente o manualmente.
Per riotrnare alla posizione originale attivare "Ripristina angolo", la posizione di rotazione viene quindi riportata a
quella di partenza.

Filtro
La funzione „Filtro“ permette di assegnare alla luce diversi colori, correzioni o altri filtri. Si selezionano uno o più
apparecchi con il mouse e si sceglie il filtro desiderato dalla lista dei filtri utilizzati più di recente oppure dal catalogo
filtri DIAL. La funzione mostra lo spettro del filtro e lo spettro risultante dallo spettro del filtro e quello della lampada.
Con il cursore è possibile determinare il rapporto percentuale di copertura della superficie del filtro. Il valore Ra (Resa
cromatica) può essere visto sotto lo spettro risultante (Spettro risultati). I valori per R1 fino a R14 vengono visualizzati
quando si trascina il mouse sopra il tipo di colore. A questo punto è possibile rimuovere un filtro colorato o applicare
la selezione corrente.

Finché non si è premuto "Applica", il sistema di illuminazione selezionato non cambia


e quindi non viene utilizzato nessun filtro colorato.

Scene di luce
Per ogni progetto è possibile creare più scene di luce. L'illuminazione di ogni scena può essere creata con luci diverse
o diverse dimmerizzazioni; anche l‘illuminazione multi-canale può essere regolata negli scenari luminosi. Per i gruppi
di controllo non è necessario preoccuparsi di come dividere le luci in modo che le scene non siano in conflitto nella
nella dimmerizzazione, DIALux calcola automaticamente questo per voi.
La prima scena di luce viene creata automaticamente per voi. Se non si apportano modifiche, tutte le luci saranno
calcolate al 100% del flusso luminoso in un’unica scena di luce.

Crea scena di luce per un locale / una zona


Con questa funzione è possibile creare, con un solo clic, una scena di luce in cui solo le luci nella zona o spazio
selezionato possono essere considerate; per esempio per ottenere un risultato di calcolo per un solo locale senza
l‘influenza di sorgenti luminose esterne. Tutte le altre luci presenti nel progetto non saranno prese in considerazione
in questa scena di luce. „La scena del locale“ potrà comunque essere modificata e cambiata.
42

Duplica scena di luce


Questa funzione consente di creare nuove scene di luce. La base è sempre una scena di luce già esistente, ad esempio
la prima scena di luce viene creata automaticamente da DIALux. È quindi possibile apportare modifiche alla copia,
per esempio variazioni di dimmerizzazione o altri insiemi di gruppi di apparecchi.

Crea nuovo gruppo di lampade


I gruppi di lampade sono apparecchi che vengono accesi insieme, dimmerati insieme o impostati insieme attraverso
i loro canali; basta selezionare gli apparecchi interessati e premere il tasto "Crea nuovo gruppo lampade". Una
lampada non può far parte di diversi gruppi di apparecchi, potrebbe essere in questo caso oggetto di conflitto per
accensione o dimmerizzazione. Se si cerca di assegnare nella scena di luce un apparecchio di un altro gruppo di
lampade, la funzione è disattivata. In questo caso è necessario rimuovere l’apparecchio presente nel gruppo di
lampade originale selezionandolo nel CAD ed eliminarlo con il segno meno. Allo stesso modo è possibile aggiungere
un apparecchio ad un gruppo di lampade.

Scena luce attiva


Qui è possibile assegnare il nome ed inserire un testo di descrizione della scena luce.

Nei grossi progetti è molto utile dare un nome e una descrizione alle scene di luce, come ad
esempio "il contesto", "la presentazione", ecc.; questo rende l‘eventuale recupero molto più
facile.

Spuntando la casella "Crea output per questa scena luce" è possibile decidere se esportare negli output i risultati del
calcolo della scena luce. Infatti, quando vengono create molte scene di luce per la presentazione, non è sempre
indispensabile produrre tutti i risultati.
Scene di luce
In questo elenco sono presenti tutte le scene di luce create ed è possibile richiamarle con un doppio clic. In alternativa
è possibile attivare la scena cliccando con il tasto accanto a questa e nella parte superiore della videata modificarla.
La generazione di texture di illuminazione per il CAD potrebbe richiedere alcuni minuti per essere completata. Scene
di luce associate ad un ambiente sono contrassegnate da una (S).

Nuovi apparecchi sono inizialmente sempre inseriti nella scena di luce attiva.

A questo punto è possibile combinare scene di luce, questo può essere ad esempio molto utile per scene di luce di
un locale. Invece di creare tre scene di luce per un locale è possibile associarle in base a tutte le combinazioni dei
diversi scenari luminosi del locale stesso; spuntando le caselle possono infatti essere combinate e visualizzate. Se
necessario, una combinazione di scene di luce può essere salvata come nuova scena da utilizzare per esempio nella
documentazione.
In “Gruppi lampade della scena luce“ sono elencati tutti i gruppi di apparecchi della scena luce attiva. È possibile
rimuovere dai gruppi gli apparecchi (-), aggiungerli (+), rinominarli, eliminarli, o regolarne il flusso luminoso in termini
di percentuali del gruppo. Per apparecchi multi-canale ogni canale può essere impostato separatamente.
Sul lato sinistro sono presenti le icone:
• „Aggiorna“, per ogni scena luminosa
• „Impostare tutti i valori di variazione sul 100%“
• „Impostare tutti i valori di variazione sullo 0%“
• “Combina gruppi lampade con gli stessi valori di variazione”

Consumo energetico
Durante la progettazione è possibile avere una visione d'insieme su qual‘è il reale fabbisogno energetico del sistema
e quanta energia può essere risparmiata. A tal fine in [Luce -> Consumo di energia -> Proprietà contagiri] selezionare
la funzione di visualizzazione del contagiri o selezionare l'opzione appropriata nelle opzioni di visualizzazione.
43

È possibile inoltre in „Visualizza il contatore energia“ impostare il valore LENI (kWh/a/m 2), il consumo (kWh/anno) o
i costi. In “Proprietà contagiri” è possibile impostare un limite, che a sua volta sarà considerato come limite nel
contagiri; per quanto riguarda i costi è possibile inoltre scegliere la valuta.
Nella funzione „Consumo di energia“ vengono mostrati, uno accanto all’altro, tutti e tre i valori. Nella funzione
energia può comunque essere aggiunto un sensore che può essere utilizzato per tener conto del risparmio energetico
in base alla EN 15193. In questo caso specificare se è disponibile un controllo della luce costante e qual’è il tipo di
rilevatore di presenza.
Il contagiri di energia è visibile sotto la finestra CAD finché non viene nuovamente disattivato dall'utente. Il contagiri
può prendere in considerazione l'intero progetto ("Totale") o solo la scena CAD visibile attualmente ("Visualizzazione
corrente“). È così possibile valutare e progettare locali singoli o piani. Il contagiri mostra lo spettro di possibili risparmi
energetici attraverso la luce diurna, questo è il motivo per cui il display indica un valore minimo del massimo
risparmio attraverso la luce diurna e un valore massimo senza risparmio sempre attraverso la luce diurna. Il calcolo
è effettuato secondo la norma EN15193.
I dati relativi al periodo di utilizzo sono ricavati dal profilo utente, che può essere impostato per ogni area. Le
informazioni geografiche e geometriche sono ricavate dal progetto stesso.

Non dimenticare di indicare la longitudine e la latitudine nella funzione “Area”.


Questo è necessario per la valutazione secondo la EN 15193.
44

Luce diurna
Luce diurna

9 Calcolo

Avvio calcolo
Calcolo oggetti
Risultati
Colori sfalsati
UGR

10 Esportazione

Raytracer
DIALux evo considera nel calcolo la riflessione diffusa, la riflessione speculare e i
materiali trasparenti. Tutte queste caratteristiche influiscono sui risultati del calcolo.
Nel CAD vengono create leggere texture che visualizzano la diffusione della luce nel
modo più realistico possibile sulle diverse aree del progetto. Attraverso la
visualizzazione delle scene ci sarà una visione media della successiva distribuzione
della luce. Tuttavia l‘immagine non sembra reale. Sono mancanti effetti di
brillantezza, gli oggetti a specchio non sono con superfici riflettenti e oggetti
trasparenti sono incredibilmente piatti. Per creare immagini ancora più belle abbiamo
bisogno del Raytracer che è in grado infatti di visualizzare effetti dipendenti dalla
fotocamera e l'immagine è molto più realistica. Il Raytracer genera in ogni caso solo
immagini fisse che possono per esempio essere utilizzate per la documentazione.

Avvio Raytracer
DIALux calcola un'immagine realistica della scena utilizzando le impostazioni correnti
e la posizione attuale della telecamera. Il processo potrebbe richiedere del tempo per
il completamento.

Annullare
L’interruzione del calcolo non consente di avere risultati intermedi disponibili.

Salvare immagini
Si può salvare l'attuale immagine Raytracer come JPG, PNG o BMP sul disco fisso o in
un'altra posizione nel proprio computer. Raytracer
45

Creare e salvare HDR


DIALux evo può creare anche immagini file HDR (High Dynamic Range) utilizzando Raytracer. La gamma di luminanza
mostrata dal monitor raramente si avvicina alla realtà. L’effettiva distribuzione della luminanza viene sicuramente
calcolata da DIALux e può essere salvata come file * .exr, potendo essere utilizzata anche in altri programmi HDR di
editing.

Immagine attiva
Per un migliore orientamento in progetti di grandi dimensioni è consigliato dare all’immagine un nome
corrispondente e un testo descrittivo, che può essere utilizzato anche nella documentazione.

Caratteristiche - Risoluzione
La risoluzione determina da un lato, le dimensioni della nuova immagine generata e dall'altro il tempo necessario
per calcolare l'immagine.
Si consiglia di creare prima un'immagine in una risoluzione inferiore, al fine di verificare se gli effetti desiderati sono
visibili nell‘immagine, e solo dopo una risoluzione maggiore considerando che sarà necessario molto più tempo. La
creazione di immagini ad alta risoluzione richiede molta memoria e un corrispondente buon hardware.
46

11 Documentazione

Documentazione
In documentazione è possibile creare documentazione cartacea o creare PDF, il tutto per documentare il progetto.

Output selezionato
Qui è possibile vedere un elenco di
tutti gli output attualmente selezionati.
Cliccando sulla lista si apre l'output
corrispondente e di seguito troverete le impostazioni degli output relativi a questa uscita, se questi sono
disponibili. È possibile configurare in parallelo fino a tre diverse tipologie che possono essere selezionate in
„Panoramica“.
Con il pulsante „Seleziona" si accede ad una
serie di modelli predefiniti per diversi casi.

Varianti output
47

11 Documentazione

Con il pulsante "Modifica" vengono


visualizzati tutti gli output disponibili
nella lista, a questo punto è possibile
selezionare o deselezionare ogni
singola pagina. Con un secondo clic su
"Modifica" si ritorna agli output
precedentemente selezionati.
Nell‘elenco gli output per i quali ad
esempio non esiste il risultato non sono
disponibili e sono nascosti o scritti in
grigio.

Stampa
A questo punto si inizia a stampare o esportare in formato PDF. Prima di iniziare
definire il "numero di pagine" in modo da creare contenuti e interruzioni di
pagina. È possibile inoltre scegliere la stampante desiderata.

Carta
Selezionare un formato di carta supportato dalla stampante e dove si desidera
creare la stampa.

Intestazione e piè di pagina


Negli output è possibile utilizzare qualsiasi testo a piè di pagina e un logo. Le
impostazioni corrispondenti possono essere fatte a questo punto o in alternativa
è possibile effettuarle nelle impostazioni del programma (Impostazioni →
Impostazioni generali).
48

Informazioni del progetto


In questa sezione è possibile specificare informazioni generali sul
progetto, il cliente o il redattore. Le informazioni inserite saranno
visualizzate nell'intestazione, la descrizione del progetto sulla
copertina del progetto stesso.
Le informazioni relative al cliente e il redattore possono essere
salvate per poter nuovamente essere utilizzate in altri progetti.

Configura modelli
Qui è possibile creare i propri modelli da poter utilizzare per
progetti futuri.
Prima di tutto creare un nuovo modello o creare una copia di un
modello esistente. Immettere quindi un nome e selezionare gli
output che sono parte integrante del vostro nuovo modello. Le
modifiche vengono adottate automaticamente. Con "Applica" il
nuovo modello viene utilizzato direttamente nel progetto in corso.
Con "Imposta come standard" il nuovo modello sarà utilizzato
anche in futuri e nuovi progetti. Gli output di questi progetti
possono naturalmente essere adattati individualmente alle
richieste.

È importante tenere presente che il nuovo modello non


riguarda il progetto corrente ma un modello generale per i prossimi output. Quindi non mettere ad esempio
nel progetto corrente una specifica uscita per ogni locale, ma definire nei locali un output generale.
Applicare questo ad un progetto in modo tale da ottenere per i locali tutti gli output definiti.
49

12 Strada

Strada
Nella schermata iniziale avviare l'area di lavoro "Progettazione stradale tabellare", sarete aiutati a confrontare e
progettare condizioni stradali secondo la EN-13201.

Costruzione
In primo luogo definire la geometria della
strada. DIALux evo inizialmente imposta
sempre automaticamente una geometria
semplice della strada. È possibile creare
ulteriori geometrie stradali per considerare
ad esempio diverse condizioni in una strada, oppure duplicare una geometria stradale esistente per confrontare
differenti tipi di illuminazione. Tutte le diverse varianti sono mostrate sulla destra nella panoramica in una colonna
separata. Se si duplica la geometria stradale eventuali apparecchi esistenti non vengono copiati. Per duplicare una
geometria con gli apparecchi selezionare la funzione di duplicazione in [Progettazione - > Duplica schema stradale].

Geometria stradale attiva

In „Geometria stradale attiva“ è possibile assegnare


all’attuale tracciato stradale un nome ed un testo
descrittivo. In questa sezione viene definito inoltre lo
scenario luminoso.
Geometria stradale

In "Geometria stradale" è possibile specificare quali


geometrie devono essere visualizzate nella panoramica, al
fine di garantire per progetti complessi la visone d’insieme.

Profilo strada

Qui si definisce la sezione trasversale della strada. È possibile


utilizzare molti elementi come careggiate, marciapiedi, piste
ciclabili, corsie di sosta, aiuole, corsie di emergenza e
spartitraffico. I nuovi elementi vengono sempre inseriti in
posizione superiore e si possono ordinare con il tasto sinistro
del mouse o con le due frecce a destra dell’elenco.

Campi di valutazione

In [Costruzione => Campi di valutazione] è possibile


modificare le impostazioni. In primo luogo selezionare la
geometria della strada desiderata e l‘elemento nel profilo
della strada al quale si desidera modificare il campo di
valutazione.
È possibile scegliere la classe di illuminazione in base alla CIE 140 / EN 13201 ed impostare i parametri aggiuntivi.
50

È possibile lasciare il numero di punti della griglia predefinita (Automatico) o definire una propria griglia (Definito
dall’utente).
È anche possibile eliminare singoli campi di valutazione e crearne di nuovi, per esempio per generare un campo
valutazione che comprende più parti. Per fare questo selezionare insieme più elementi nel profilo.

Naturalmente tali campi di valutazione non soddisfano più i requisiti della norma.

Nell’impostazione predefinita gli elementi spartitraffico, corsie di sosta e aiuole non hanno un campo di valutazione;
tuttavia questo può essere inserito.

Nuovi campi di valutazione possono essere creati solo quando sono stati
eliminati quelli precedenti.

Progettazione

Selezione lampade

Qui è possibile importare l‘apparecchio desiderato e inserirlo in una


disposizione nel tracciato stradale.
Naturalmente qui è anche possibile modificare i dati fotometrici.
L'apparecchio normalmente viene inserito in una disposizione su un
lato, è possibile modificare tale disposizione a seconda della
geometria della strada. L’inserimento della disposizione predefinita
avviene al di sotto o al di sopra di un lato, in modo che l’ordine su
entrambi i lati disponibili sia compensato di default. Se nel progetto
esiste anche lo spartitraffico è possibili utilizzare in aggiunta la
“Disposizione spartitraffico”. Oltre al tipo di disposizione stradale
dell’apparecchio qui è possibile inserire dati importanti per il
calcolo. Se si vuole ottimizzare la distanza del palo è possibile
calcolarla specificando i valori limite minimo e massimo e
specificare anche il passo. Ad esempio è possibile calcolare una
disposizione degli apparecchi con intervallo palo compreso tra 10 e
50 metri. Specificando il passo, selezionare quale palo sarà
visualizzato nei risultati. La stessa procedura è disponibile per l’
altezza di montaggio, inclinazione del braccio e distanza fuochi.

Schema stradale
Qui è possibile creare un nuovo schema stradale o duplicare quello esistente insieme alla disposizione degli
apparecchi. Al nuovo progetto stradale è possibile dare un nuovo nome, fare una descrizione corrispondente e
specificare il fattore di manutenzione fisso.

Panoramica
Lo schema stradale viene qui rappresentato attraverso una tabella con la rispettiva geometria. Per tutti i campi di
valutazione è possibile vedere i limiti richiesti dalle norme; una piccola casella di controllo specifica se il rispettivo
valore limite preso in considerazione dovrebbe idealmente essere soddisfatto per la funzione di ottimizzazione
automatica.
51

Si prega di notare che a seconda dell’apparecchio, della disposizione degli stessi o


della geometria stradale, è possibile che non tutti i valori richiesti siano soddisfatti.

Se sono stati inseriti uno o più gruppi di lampade vengono visualizzati automaticamente i valori attuali delle misure
richieste.

Non sarà visualizzato automaticamente il miglior risultato possibile, per questo


scopo è necessario avviare l‘ottimizzazione.

Per una migliore panoramica nella tabella è possibile “comprimere” i valori ottenuti dei singoli campi di valutazione.
I valori sono presi in considerazione come prima, saranno solo non visualizzati. Nella parte inferiore dei singoli schemi
è possibile attivare l'ottimizzazione degli stessi, naturalmente è necessario aver inserito una disposizione di
apparecchi. DIALux calcola tutte le possibili combinazioni impostate con l’ottimizzazione e i risultati potranno essere
visualizzati nella modalità „Risultato“.

Risultato
Dopo che si è inserito ed ottimizzato lo schema stradale qui saranno disponibili i risultati. Selezionando nella tabella
a sinistra quale schema stradale scegliere, vengono visualizzati i risultati. Come impostazione predefinita vengono
visualizzati anche i risultati insufficienti, in „Proprietà“ è possibile nasconderli togliendo la spunta dalla casella
„Visualizza elem. Insufficienti“, in questo modo saranno elencati solo i risultati validi. Cliccando su un risultato nella
panoramica dei risultati, questo può essere esportato e salvato attraverso la funzione „Esporta il risultato
selezionato“ presente in „Azioni“. Facendo doppio clic su un risultato nella panoramica, questo viene assunto come
schema di strada scelto.
52

13 Tutorial
DIALux YouTube Tutorial-Channel "The DIALux" [1]
Di seguito vengono segnalati interessanti tutorial DIALux. Offriamo una vasta selezione di video con contenuti diversi.
Attraverso questi video desideriamo aiutare i nostri utenti a iniziare a lavorare con DIALux e spiegare allo stesso
tempo le potenzialità del software.

#1 Guida introduttiva [2]


#2 Importare CAD [3]
#3 Costruire edificio [4]
#4 Porte e finestre [5]
#5 Inserire corpi illuminanti [6]
#6 Disporre corpi illuminanti [7]
#7 Raytracer [8]
#8 Funzione output [9]
#9 Opzioni viste [10]
#10 Illuminazione stradale [11]
#11 Calcolo luce diurna [12]
#12 Progettare interni semplici [13]
DIALux Tutorial – Scale parte 1: Estrusione oggetto [14]

DIALux Tutorial – Scale parte 2: copiare lungo una linea [15]

#15 DIALux evo Tutorial— Bilanciamento binaco, posizione fotocamera , ... [16]

Riferimenti
[1] http:/ / www. youtube. com/user/ TheDIALux?feature=watch
[2] http:/ / www. youtube. com/watch?v=Hy6AemgOlKY& feature=c4-overview& list=UUxLhvUzOGs8y14NSEQOTVDg
[3] http:/ / www. youtube. com/watch?v=fo-oxio7j6Y&feature=c4-overview& list=UUxLhvUzOGs8y14NSEQOTVDg
[4] http:/ / www. youtube. com/watch?v=incIAPjQKMI& feature=c4-overview& list=UUxLhvUzOGs8y14NSEQOTVDg
[5] http:/ / www. youtube. com/watch?v=38C_gqe15dU& feature=c4-overview& list=UUxLhvUzOGs8y14NSEQOTVDg
[6] http:/ / www. youtube. com/watch?v=6JSwpmtJ7A4& list=UUxLhvUzOGs8y14NSEQOTVDg
[7] http:/ / www. youtube. com/watch?v=QRSAuBI0TTw& list=UUxLhvUzOGs8y14NSEQOTVDg
[8] http:/ / www. youtube. com/watch?v=hcEYIz1jeXM& list=UUxLhvUzOGs8y14NSEQOTVDg
[9] https:/ / www. youtube. com/watch?v=RsCk8ZE2-WY
[10] https:/ / www. youtube. com/watch?v=_GLGnSDGna4& feature=youtu. be
[11] http:/ / www. youtube. com/watch?v=GGrcmt4irbc& list=UUxLhvUzOGs8y14NSEQOTVDg
[12] https:/ / www. youtube. com/watch?v=7DIaS0GA8j4
[13] https:/ / www. youtube. com/watch?v=8bcuUx8S7AI
[14] https:/ / www. youtube. com/watch?v=IQoMXyRcuU0
[15] https:/ / www. youtube. com/watch?v=u4SiBtTtJb0
[16] https:/ / www. youtube. com/watch?v=hhZiNKH_IYw
53

14 Norme
Norme
Norme presenti nelle funzioni in DIALux evo:
EN 12464-I, 20011-08 Ambienti di lavoro interni
• Area
• Applicazione
• Abbagliamento in interni (UGR)
• Valore illuminamento campo visivo
• Valore illuminamento area circostante
• Valore illuminamento area di sfondo
• Indice di resa cromatica
• Uniformità
- EN 12464-2, 2014-05 Luoghi di lavoro esterni
• Aree
• Applicazioni
• Abbagliamento in esterni (GR)
• Valore illuminamento campo visivo
• Valore illuminamento area circostante
• Indice di resa cromatica
• Uniformità
DIN V 18599 Efficienza energetica negli edifici, parte 10/2011
• Altezza piano lavoro
• Indice del locale (k)
• Tempi di utilizzo giorno
• Tempi di utilizzo notte
• Fattore di esercizio parziale
• Fattore di riduzione
CIE 097-2005 2° Edizione, Linee guida per la manutenzione di apparecchiature per illuminazione
• Intervallo manutenzione locale
• Intervallo manutenzione corpi illuminanti
• Intervallo sostituzione lampadine
• Rapporto di illuminamento secondo LG7
• Esame di una riflessione sul soffitto in condizioni di illuminazione di emergenza secondo LG12
• Rapporto tra interdistanza, SHR
• Valore di manutenzione secondo EN 12464 o fisso

ROVL 2011
54

15 Esportazione DWG
In DIALux Evo 5 il salvataggio di un file DWG viene eseguito in cinque step:
• selezionare la funzione „Esporta“ e cliccare su „Disegni“
• selezionare la scena di luce e la vista 2D o 3D corrispondente
• configurare il DWG; layer, colori layer, ecc.
• selezionare le superifici di calcolo per isolinee e grafica dei valori
• salvare il file DWG

Step 1
Selezionare la funzione „Esporta“ e cliccare su „Disegni“:
Per esportare un file DWG, selezionare la modalità „Esporta“ e attivare la terza icona „Disegni“ (vedi immagine
Esporta_Vista d’insieme(1)).
Da qui si può iniziare con la configurazione dei dati del DWG.
Step 2
Selezionare la scena di luce e la vista 2D
o 3D corrispondente:
oltre alla geometria Evo 5 offre la
possibilità di salvare i risultati
sottoforma di isolinee o grafica dei
valori attraverso layer diversi.
Dal momento che i risultati dipendono
da una scena di luce, Evo offre i risultati
sempre relativi alla scena di luce
selezionata (vedi immagine
Esporta_Vista d’insieme(2), marcato in
rosso).
Se si desidera esportare i risultati di più
scene di luce, si deve attivare la scena di luce desiderata e salvare un altro file DWG.
Evo supporta un file DWG per scena di luce.

Evo 5 lavora secondo il principio: quello


che si vede sarà anche esportato.
Nell’esempio di seguito riportato (vedi
immagine Esporta_Vista d’insieme3D) è
selezionato come vista 3D il livello del
"Piano Terra".
In questo caso l’esporta DWG salverà
un file DWG per il piano come DWG 3D.
Selezionando ad esempio la vista di un
locale verrà salvato un file DWG solo
per questo locale.
55

Se si vuole salvare il progetto illuminotecnico per un intero edificio in un file DWG, Evo durante l’esportazione
procederà per livelli.
Questo significa che si otterrà l‘esportazione di ogni piano in un livello separato.

Se invece si seleziona una vista 2D,


per esempio una vista in pianta, sarà
salvato un file DWG in 2D (vedi imagine
Esporta_Imposta ambito definito2D)
Step 3
Configurare il DWG; layer, colori layer,
ecc.:

Se è stata scelta una scena di luce e una


vista, sul lato sinistro della schermata,
può essere fatta a questo punto una
configurazione dei layer del DWG (vedi
immagine Esporta_Configurazione(1)).

A sinistra è possibile vedere i contenuti


che possono essere salvati in seguito
nel file DWG per la vista selezionata.
Oltre al gancio di contenuti e di di piani
nel DWG si ha di conseguenza la
possibilità di deselezionare.
Si può vedere direttamente nel CAD gli
oggetti che si vedranno o saranno
nascosti.
Esiste inoltre la possibilità di
selezionare un colore nel DWG
cliccando sopra la finestra di selezione
del colore (vedi immagine
Esporta_Configurazione(2)).
56

Nell'esempio mostrato accanto il colore


delle isolinee sarebbe poi tutto rosso.
Nella tabella qui sotto è possibile
vedere un elenco di tutti i possibili layer
per il DWG. Soprattutto per gli
apparecchi, le isolinee e la grafica dei
valori si può fare ancora una volta una
regolazione più accurata attraverso le
sottovoci.

Corpi illuminanti

• Tutti gli apparecchi vengono salvati


nel DWG in un unico layer. (Standard)
• Per ciascun tipo di apparecchio
(prodotto) viene creato un layer nel DWG e lo stesso tipo di prodotto si trova così sotto un unico layer.
• Per ciascuna disposizione di apparecchi creata durante la progettazione illuminotecnica può essere assegnato un
layer, la stessa disposizione può essere trovata attraverso questo layer.
Isolinee
• Per ogni valore fotometrico viene
creato un layer e in base a questo le
rispettive isolinee.
Evo 5 prima di tutto fissa nel CAD le
superfici di calcolo, a secondo di quelle
presenti. (Standard)
• Esempio:
In una vista ci sono tre aree di calcolo che danno un risultato, due per l’illuminamento orizzontali e una per quello
emisferico.
• Evo crea quindi due layer, uno per i risultati dell‘illuminamento orizzontale e l'altro per i risultati dell’
illuminamento emisferico.
Poi viene creata per ogni area di calcolo la grafica delle isolinee sui layer corrispondenti.
• Viene generato per ogni risultato il layer di ogni singolo valore fotometrico, soltanto dopo è visibile una isolinea
per un risultato.

Le isolinee e la grafica dei valori richiedono un certo tempo per essere generati.

Se si seleziona il gancio per isolinee e grafica dei valori, nella vista CAD non ci sarà alcun cambiamento.

Questi sono creati più tardi, durante il salvataggio del file DWG.
57

Valori grafici Le impostazioni sono comparabili a quelli delle isolinee, con la sola differenza che isolinee e grafica dei
valori saranno separati e non potranno essere esportati con un layer.
Step 4 Selezionare le superifici di
calcolo per isolinee e grafica dei valori:
l’esportazione DWG salverà
principalmente tutte le superfici di
calcolo visibili nel file DWG.
Esiste la possibilità, relativamente alla
Panoramica dei risultati, di escludere
singole superfici dall‘esportazione. Con
questa si ha la possibilità di selezionare
esattamente per quali superfici devono essere esportati tutti i risultati.
Per fare questo aprire per prima cosa la Panoramica dei risultati a destra (vedi immagine Esporta_configurazione(3)).

Attraverso l'icona „occhio“ è possibile


mantenere o nascondere le singole
superfici di calcolo.
Le superfici di calcolo saranno mostrate
o nascoste direttamente anche nella
vista CAD. Saranno generati isolinee e
grafica dei valori relativi ai risultati delle
superfici di calcolo visibili.
Per le superfici non visibili non sarà
salvato alcun risultato nel DWG (vedi
immagine Esporta_Configurazione(4)).

Step 5 Salvare il file DWG:


Dopo aver configurato i contenuti del
DWG è possibile salvare il file
attraverso l‘azione "Esporta in un
nuovo file", assegnare un nome e
quindi premere il tasto "Salva".(Vedi
immagine Esporta_Finale).
Viene richiesto del tempo a seconda
della complessità del progetto. Lo stato
di avanzamento del salvataggio del
DWG viene visualizzato in una barra e
una volta salvato compare un
messaggio.
58

Descrizione delle abbraviazioni dei layer del DWG


I layer DIALux DWG esportati iniziano tutti con DLX .
DIALux evo numera automaticamente i layer in caso di più edifici BLD0_ … BLD3_ e pavimenti e nel caso di più FL0_
… FL2_ piani.
Esempio: Edificio 0 -> Piano 1 -> Perimetro DLX_BLD0_FL1_CONT
59

Riferimento e redattore dell’articolo


Inhaltsverzeichnis Quelle: http://de.wiki.dialux.com/index.php?oldid=1540 Bearbeiter: DWitzel, MSiemann, MediaWiki default, RSchuh

1 Allgemeines Quelle: http://de.wiki.dialux.com/index.php?oldid=1441 Bearbeiter: DWitzel, MSiemann, RSchuh, TMagenheimer

2 Versionshistorie Quelle: http://de.wiki.dialux.com/index.php?oldid=1520 Bearbeiter: DWitzel, MSiemann, TMagenheimer

3 Ansichten Quelle: http://de.wiki.dialux.com/index.php?oldid=1447 Bearbeiter: DWitzel, MSiemann, TMagenheimer

4 Startbildschirm Quelle: http://de.wiki.dialux.com/index.php?oldid=1464 Bearbeiter: CSuleiman, DWitzel, MSiemann, TMagenheimer

5 Anzeigeoptionen Quelle: http://de.wiki.dialux.com/index.php?oldid=1471 Bearbeiter: CSuleiman, DWitzel, MSiemann, RSchuh, TMagenheimer

6 Tastaturkürzel Quelle: http://de.wiki.dialux.com/index.php?oldid=1417 Bearbeiter: DWitzel, MSiemann

7 Gebäudekonstruktion Quelle: http://de.wiki.dialux.com/index.php?oldid=1507 Bearbeiter: DWitzel, MSiemann, TMagenheimer

8 Licht Quelle: http://de.wiki.dialux.com/index.php?oldid=1519 Bearbeiter: CSuleiman, DWitzel, MSiemann, TMagenheimer

9 Berechnung Quelle: http://de.wiki.dialux.com/index.php?oldid=1508 Bearbeiter: MSiemann

10 Export Quelle: http://de.wiki.dialux.com/index.php?oldid=1396 Bearbeiter: MSiemann

11 Dokumentation Quelle: http://de.wiki.dialux.com/index.php?oldid=1305 Bearbeiter: CSuleiman, DWitzel, MSiemann

12 Straße Quelle: http://de.wiki.dialux.com/index.php?oldid=1433 Bearbeiter: DWitzel, MSiemann

13 Tutorials Quelle: http://de.wiki.dialux.com/index.php?oldid=1544 Bearbeiter: DWitzel, MSiemann

14 Normen Quelle: http://de.wiki.dialux.com/index.php?oldid=1538 Bearbeiter: MSiemann

15 DWG Export Quelle: http://de.wiki.dialux.com/index.php?oldid=1541 Bearbeiter: MSiemann


60

Riferimento, licenza e autore delle immagini


File:DIAL Logo-Wiki.png Quelle: http://de.wiki.dialux.com/index.php?title=Datei:DIAL_Logo-Wiki.png Lizenz: unbekannt Bearbeiter: MSiemann, RSchuh
Datei:DIALux 4.png Quelle: http://de.wiki.dialux.com/index.php?title=Datei:DIALux_4.png Lizenz: unbekannt Bearbeiter: DWitzel
Datei:Evo.PNG Quelle: http://de.wiki.dialux.com/index.php?title=Datei:Evo.PNG Lizenz: unbekannt Bearbeiter: MSiemann
Datei:Settings01.PNG Quelle: http://de.wiki.dialux.com/index.php?title=Datei:Settings01.PNG Lizenz: unbekannt Bearbeiter: MSiemann
Datei:Voreinstellungen.PNG Quelle: http://de.wiki.dialux.com/index.php?title=Datei:Voreinstellungen.PNG Lizenz: unbekannt Bearbeiter: DWitzel
Datei:Kopie erstellen.PNG Quelle: http://de.wiki.dialux.com/index.php?title=Datei:Kopie_erstellen.PNG Lizenz: unbekannt Bearbeiter: DWitzel
Datei:Modi02.PNG Quelle: http://de.wiki.dialux.com/index.php?title=Datei:Modi02.PNG Lizenz: unbekannt Bearbeiter: MSiemann
Datei:Werkzeuge und Aktionen.PNG Quelle: http://de.wiki.dialux.com/index.php?title=Datei:Werkzeuge_und_Aktionen.PNG Lizenz: unbekannt Bearbeiter: DWitzel
File:Berechnungsfortschritt.png Quelle: http://de.wiki.dialux.com/index.php?title=Datei:Berechnungsfortschritt.png Lizenz: unbekannt Bearbeiter: MSiemann
File:Calculation01.PNG Quelle: http://de.wiki.dialux.com/index.php?title=Datei:Calculation01.PNG Lizenz: unbekannt Bearbeiter: MSiemann
File:Beispiel.png Quelle: http://de.wiki.dialux.com/index.php?title=Datei:Beispiel.png Lizenz: unbekannt Bearbeiter: MSiemann
File:Falschfarben.png Quelle: http://de.wiki.dialux.com/index.php?title=Datei:Falschfarben.png Lizenz: unbekannt Bearbeiter: MSiemann
File:UGR.png Quelle: http://de.wiki.dialux.com/index.php?title=Datei:UGR.png Lizenz: unbekannt Bearbeiter: MSiemann
File:Lichtstärketabelle.png Quelle: http://de.wiki.dialux.com/index.php?title=Datei:Lichtstärketabelle.png Lizenz: unbekannt Bearbeiter: MSiemann
File:Falschfarben2.png Quelle: http://de.wiki.dialux.com/index.php?title=Datei:Falschfarben2.png Lizenz: unbekannt Bearbeiter: MSiemann
File:Ergebnistool.png Quelle: http://de.wiki.dialux.com/index.php?title=Datei:Ergebnistool.png Lizenz: unbekannt Bearbeiter: MSiemann
File:20Ansichten.PNG Quelle: http://de.wiki.dialux.com/index.php?title=Datei:20Ansichten.PNG Lizenz: unbekannt Bearbeiter: MSiemann
File:Gelände01.PNG Quelle: http://de.wiki.dialux.com/index.php?title=Datei:Gelände01.PNG Lizenz: unbekannt Bearbeiter: MSiemann
File:Gebäude01.PNG Quelle: http://de.wiki.dialux.com/index.php?title=Datei:Gebäude01.PNG Lizenz: unbekannt Bearbeiter: MSiemann
File:Bild04.PNG Quelle: http://de.wiki.dialux.com/index.php?title=Datei:Bild04.PNG Lizenz: unbekannt Bearbeiter: MSiemann
File:Bild03.PNG Quelle: http://de.wiki.dialux.com/index.php?title=Datei:Bild03.PNG Lizenz: unbekannt Bearbeiter: MSiemann
File:Grundriss.PNG Quelle: http://de.wiki.dialux.com/index.php?title=Datei:Grundriss.PNG Lizenz: unbekannt Bearbeiter: MSiemann
File:Maßband.PNG Quelle: http://de.wiki.dialux.com/index.php?title=Datei:Maßband.PNG Lizenz: unbekannt Bearbeiter: MSiemann
Datei:Feedback Dialog.png Quelle: http://de.wiki.dialux.com/index.php?title=Datei:Feedback_Dialog.png Lizenz: unbekannt Bearbeiter: CSuleiman
Datei:Startbildschirm.PNG Quelle: http://de.wiki.dialux.com/index.php?title=Datei:Startbildschirm.PNG Lizenz: unbekannt Bearbeiter: CSuleiman
Datei:Leerer Rechteckraum.png Quelle: http://de.wiki.dialux.com/index.php?title=Datei:Leerer_Rechteckraum.png Lizenz: unbekannt Bearbeiter: CSuleiman
Datei:Projekthistorie.png Quelle: http://de.wiki.dialux.com/index.php?title=Datei:Projekthistorie.png Lizenz: unbekannt Bearbeiter: CSuleiman
File:Anzeigeoptionen neu.png Quelle: http://de.wiki.dialux.com/index.php?title=Datei:Anzeigeoptionen_neu.png Lizenz: unbekannt Bearbeiter: MSiemann
File:Zeichnungen01.PNG Quelle: http://de.wiki.dialux.com/index.php?title=Datei:Zeichnungen01.PNG Lizenz: unbekannt Bearbeiter: MSiemann
File:Layer-Einstellungen.PNG Quelle: http://de.wiki.dialux.com/index.php?title=Datei:Layer-Einstellungen.PNG Lizenz: unbekannt Bearbeiter: MSiemann
File:Gelände.PNG Quelle: http://de.wiki.dialux.com/index.php?title=Datei:Gelände.PNG Lizenz: unbekannt Bearbeiter: MSiemann
File:Etage duplizieren 01.PNG Quelle: http://de.wiki.dialux.com/index.php?title=Datei:Etage_duplizieren_01.PNG Lizenz: unbekannt Bearbeiter: MSiemann
File:Gebäudeöffnungen.PNG Quelle: http://de.wiki.dialux.com/index.php?title=Datei:Gebäudeöffnungen.PNG Lizenz: unbekannt Bearbeiter: MSiemann
File:sonderfenster.PNG Quelle: http://de.wiki.dialux.com/index.php?title=Datei:Sonderfenster.PNG Lizenz: unbekannt Bearbeiter: MSiemann
File:Anordnung zeichnen01.PNG Quelle: http://de.wiki.dialux.com/index.php?title=Datei:Anordnung_zeichnen01.PNG Lizenz: unbekannt Bearbeiter: MSiemann
File:Anordnungen.PNG Quelle: http://de.wiki.dialux.com/index.php?title=Datei:Anordnungen.PNG Lizenz: unbekannt Bearbeiter: MSiemann
File:Farbmaterial erstellen.PNG Quelle: http://de.wiki.dialux.com/index.php?title=Datei:Farbmaterial_erstellen.PNG Lizenz: unbekannt Bearbeiter: MSiemann
File:Hilfslinien.PNG Quelle: http://de.wiki.dialux.com/index.php?title=Datei:Hilfslinien.PNG Lizenz: unbekannt Bearbeiter: MSiemann
Datei:Leuchtenordner.PNG Quelle: http://de.wiki.dialux.com/index.php?title=Datei:Leuchtenordner.PNG Lizenz: unbekannt Bearbeiter: MSiemann
File:Raytracer02.PNG Quelle: http://de.wiki.dialux.com/index.php?title=Datei:Raytracer02.PNG Lizenz: unbekannt Bearbeiter: MSiemann
Datei:Dokumentation.png Quelle: http://de.wiki.dialux.com/index.php?title=Datei:Dokumentation.png Lizenz: unbekannt Bearbeiter: DWitzel
Datei:Ausgabenvarianten.png Quelle: http://de.wiki.dialux.com/index.php?title=Datei:Ausgabenvarianten.png Lizenz: unbekannt Bearbeiter: DWitzel
Datei:Vorlagenauswahl.png Quelle: http://de.wiki.dialux.com/index.php?title=Datei:Vorlagenauswahl.png Lizenz: unbekannt Bearbeiter: DWitzel
Datei:Ausgabenbearbeiten.png Quelle: http://de.wiki.dialux.com/index.php?title=Datei:Ausgabenbearbeiten.png Lizenz: unbekannt Bearbeiter: DWitzel
Datei:Drucken.png Quelle: http://de.wiki.dialux.com/index.php?title=Datei:Drucken.png Lizenz: unbekannt Bearbeiter: CSuleiman
Datei:Icon.png Quelle: http://de.wiki.dialux.com/index.php?title=Datei:Icon.png Lizenz: unbekannt Bearbeiter: DWitzel
Datei:Konstruktion.png Quelle: http://de.wiki.dialux.com/index.php?title=Datei:Konstruktion.png Lizenz: unbekannt Bearbeiter: DWitzel
Datei:Bewertungsfelder.png Quelle: http://de.wiki.dialux.com/index.php?title=Datei:Bewertungsfelder.png Lizenz: unbekannt Bearbeiter: DWitzel
File:Export Overview(1).png Quelle: http://de.wiki.dialux.com/index.php?title=Datei:Export_Overview(1).png Lizenz: unbekannt Bearbeiter: MSiemann
File:Export Overview(2).png Quelle: http://de.wiki.dialux.com/index.php?title=Datei:Export_Overview(2).png Lizenz: unbekannt Bearbeiter: MSiemann
File:Export SetScope3D.PNG Quelle: http://de.wiki.dialux.com/index.php?title=Datei:Export_SetScope3D.PNG Lizenz: unbekannt Bearbeiter: MSiemann
File:Export SetScope2D.PNG Quelle: http://de.wiki.dialux.com/index.php?title=Datei:Export_SetScope2D.PNG Lizenz: unbekannt Bearbeiter: MSiemann
File:Export Configuration(1).png Quelle: http://de.wiki.dialux.com/index.php?title=Datei:Export_Configuration(1).png Lizenz: unbekannt Bearbeiter: MSiemann
File:Export Configuration(2).png Quelle: http://de.wiki.dialux.com/index.php?title=Datei:Export_Configuration(2).png Lizenz: unbekannt Bearbeiter: MSiemann
File:Export Luminaire.PNG Quelle: http://de.wiki.dialux.com/index.php?title=Datei:Export_Luminaire.PNG Lizenz: unbekannt Bearbeiter: MSiemann
File:Export Isolines.PNG Quelle: http://de.wiki.dialux.com/index.php?title=Datei:Export_Isolines.PNG Lizenz: unbekannt Bearbeiter: MSiemann
File:Export Valuechart.PNG Quelle: http://de.wiki.dialux.com/index.php?title=Datei:Export_Valuechart.PNG Lizenz: unbekannt Bearbeiter: MSiemann
File:Export Configuration(3).png Quelle: http://de.wiki.dialux.com/index.php?title=Datei:Export_Configuration(3).png Lizenz: unbekannt Bearbeiter: MSiemann
File:Export Configuration(4).png Quelle: http://de.wiki.dialux.com/index.php?title=Datei:Export_Configuration(4).png Lizenz: unbekannt Bearbeiter: MSiemann
File:Export Final.png Quelle: http://de.wiki.dialux.com/index.php?title=Datei:Export_Final.png Lizenz: unbekannt Bearbeiter: MSiemann
File:Shortkeys.PNG Quelle: http://de.wiki.dialux.com/index.php?title=Datei:Shortkeys.PNG Lizenz: unbekannt Bearbeiter: MSiemann