Sei sulla pagina 1di 35

CRONACHE di NAPOLI WWW.CRONACHEDINAPOLI.

ORG
Il quotidiano indipendente dell’informazione partenopea
Direzione, redazione: LIBRA EDITRICE soc. coop. a r.l., S.S. Sannitica km. 19,800 - Centro Tamarin - 81025 Marcianise (Ce) - Tel. 0823.581055 - 0823.581005 - 0823.821165 - Fax 0823.821725 Anno XII - Numero 111
Prezzi di vendita in abbonamento: sette numeri a settimana: annuale Euro 230,00; semestrale Euro 120,00; trimestrale Euro 65,00 - Arretrati Euro 2,00 - Concessionaria esclusiva per la pubblicità: Venerdì 23 Aprile 2010
Publikompass Spa - Via dell’Incoronata, 20/27 - Napoli Tel. 081/4201411 - Poste Italiane S. p. A. spedizione in abbonamento postale - D.L. 353/2003 (Conv. in L. 27/02/04 n. 46 art. 1 comma 1 DCBC Napoli) San Giorgio Martire di Lydda
Ufficio diffusione: Spreading Service - Via Epomeo, 63 - Napoli - Tel. 081.7283439-7672382 Euro 1,00

Secondigliano Vincenzo Esselen Iourano ha chiesto un pizzo di 500 euro al titolare di un cantiere edile

Preso estorsore dei Licciardi


La polizia a caccia del complice. Il 47enne nel 2004 fu ferito alla schiena in un agguato
Il reportage Dall’alba a mezzogiorno, viaggio tra i parenti dei detenuti a Poggioreale La piccola non si è più risvegliata, aperta un’inchiesta
Bimba di 4 anni muore al Policlinico
In mille in fila per i colloqui dopo un intervento di ernia ombelicale
La piccola

Nelle borse mutande e ragù


Ayo di
quattro
anni è
morta al
Policlinico
Vincenzo Esselen Iourano dopo un


NAPOLI - Un estorsore del


Le cassette per la frutta affittate a cinque euro NAPOLI - Inferno per i collo-
qui al carcere di Poggioreale.
intervento
di ernia
clan Licciardi è stato arresta- come segnaposto: madri, mogli e bambini Cassette di frutta utilizzate per ombelica-
to dopo aver chiesto un
pizzo di 500 euro a un
attendono schiacciati contro un muro tra caos prenotare il posto in fila. Madri,
mogli e figli attendono nel caos.
le, aperta
un’inchie-
imprenditore edile. e prevaricazioni. Lo sfogo: peggio delle bestie sta
La fila d’attesa per i colloqui coi detenuti A Pagina 5
A Pagina 13 Primo Piano alle Pagine 10 e 11

La Dia indaga sul pacchetto sicurezza Si è cosparso di profumo e ha appiccato le fiamme con un accendino. E’ recluso a Secondigliano
Appalti truccati, perquisizioni
nelle sedi di Finmeccanica Giancarlo Gallucci si dà fuoco in cella
Lunedì è stato condannato a 14 anni come affiliato al clan di Casalnuovo. Nel 2007 evase dal carcere di Pavia
L’inchiesta riguarda la gara sulla costruzione del centro
di elaborazione dati della polizia a Capodimonte Inflitti 17 anni a Francesco Simeoli di Marano, 13 a Paolo Miccio Aggressione a piazza Cavour, il 19enne è di Capodimonte Melito
NAPOLI - Agenti della
Direzione investigativa
antimafia di Napoli su Pomigliano Mala collinare, 205 anni a 19 imputati Tenta di rapinare due stranieri Forzano
mandato dei pm Raffaello Condannati i boss Alfano, Brandi e Caiazzo e ne accoltella uno: in prigione la saracinesca:
Falcone, Pierluigi Filippelli L’ad di Fiat Nelle foto NAPOLI - Non riesce a svaligiato
e Vincenzo D’Onofrio
hanno eseguito alcune per-
quisizioni in sedi di società
Marchionne: in alto da
sinistra:
strappare la borsetta,
perché interviene il fra-
un negozio
del gruppo Finmeccanica
tra Napoli, Roma e Geno-
senza un accordo Giovanni tello della vittima. Ma la
reazione è da brivido:
di abbigliamento
Alfano e
va, nell’ambito di una
costola di indagine deri-
con i sindacati Antonio
con un coltello lo colpi-
sce al volto, al capo e al
Il valore della refurtiva
ammonta a 20mila euro
Caiazzo. collo prima di fuggire.
vante dall’inchiesta su
appalti pubblici ‘truccati’ nessun In basso Con questa ricostruzio- A Pagina 16
Giancarlo Gallucci
A Pagina 18
che coinvolse ex assessori da sini- ne dei fatti, Gennaro
del Comune di Napoli e investimento stra: Costabile è stato sotto-
posto a fermo di polizia
l’imprenditore Alfredo Maurizio
Romeo. Presentato il piano
al ministro Scajola Brandi e
giudiziaria. L’accusa è
tentata rapina aggravata,
Quartieri, marito e sorella dentro:
France-
A Pagina 9 A Pagina 22 sco
Simeoli
lesioni personali volon-
tarie e porto abusivo di lei si improvvisa spacciatrice:
coltello.
NAPOLI A PAGINA 7 A Pagina 14 A Pagina 12
Gennaro Costabile in prigione una donna di 63 anni
Regione, consulenze d’oro Utilitaria rubata
Martusciello (Pdl): incarichi Giugliano, sequestrate Marano, raid al bowling: rinvenuta
in un’officina
fino al 2013 a 14 professionisti 8 villette abusive a Licola oggi i 4 arrestati dal gip Acciuffate
GIUGLIANO - Otto MARANO - Si stringe il tre persone
CALCIO NAPOLI ALLE PAGG. 27, 28 e 29 unità immobiliari, per
complessivi 1000 metri
quadrati, sono state
cerchio delle forze dell’or-
dine intorno agli ultimi due
componenti della banda
Sono di Melito e Frattamaggiore
Per loro beneficio dei domiciliari
Champions e Mondiali 2010, sequestrate nella giornata
di ieri a Licola dal
che nel marzo scorso mise-
ro a segno due spettacolari
Carmela De Biase
A Pagina 12 A Pagina 16
Maggio e Cannavaro ci credono Comando di polizia
municipale a poco meno
raid punitivi, facendo irru-
zione in una sala giochi a
Casoria, incursione in profumeria
Giugliano e in un impianto
Spera anche Quagliarella di dieci giorni dall’ultima
operazione. per il bowling a Pozzuoli. Coppia fa razzia di cosmetici e soldi
Le ville sequestrate A Pagina 15 Il blitz al bowling di Pozzuoli A Pagina 17 A Pagina 16

Pozzuoli Il 23enne di Secondigliano sorpreso con la pistola nell’area sosta di una discoteca
a
3 Armato nel parcheggio, fermato
POZZUOLI - Gli agenti
hanno bloccato un 23enne
dopo che questi aveva tirato
Acerra - Inutili i soccorsi prestati dai medici di Villa dei Fiori
DOMENICA 30 MAGGIO 2010
fuori una pistola, durante
una lite. Con l’accusa di
Neonato di sei mesi stroncato da un rigurgito di latte
porto illegale di arma da ACERRA - Un neonato
Alla manifestazione potranno partecipare
tutti gli atleti tesserati F.C.I., U.D.A.C.E., fuoco e munizionamento, Ercolano di sei mesi è morto soffo- Nola, blitz
cato per un rigurgito di
U.I.S.P. e Enti di promozione sportiva e cicloamatori
in regola con la Federazione di appartenenza
in cella è finito Gaetano
Montella, napoletano. Tea- In tre spediti latte. Il neonato - secondo antiassenteismo
per l’anno 2010, appartenenti a tutte le categorie, tro dell’arresto è stato il
parcheggio di un notissimo
dietro le sbarre una prima valutazione dei
medici - sarebbe rimasto
al Municipio
di ambo i sessi in età dai 15 anni in su
LEGGI LE INFORMAZIONI COMPLETE
locale notturno di via Anti-
niana, tra Bagnoli e Poz-
dai carabnieri soffocato dal rigurgito di
latte a causa di un raf-
Tutti presenti
A PAGINA 31 OPPURE SUL SITO zuoli. Rispondono di furto, freddore. Controlli dei carabinieri
www.granfondodelvolturno.it ricettazione e droga Soddisfatto il sindaco
A Pagina 19 A Pagina 24 A Pagina 20 A Pagina 21
CRONACHE di NAPOLI CRONACHE di NAPOLI
S.S. Sannitica km. 19,800
81025 Marcianise - Caserta
Tel. 0823.581055 - 0823.581005
- 0823.821165
Sito web: www.cronachedinapoli.org

Pagina 2
CRAOttualità
NACHE S.S. Sannitica km. 19,800
81025 Marcianise - Caserta
Tel. 0823.581055 - 0823.581005
- 0823.821165
Sito web: www.cronachedinapoli.org

Venerdì 23 Aprile 2010

Solo 11 su 172 hanno espresso parere sfavorevole. Il Cavaliere: avrei preferito che dicesse ‘me ne vado’ Le reazioni alla frattura, Cesa (Udc): queste cose le diciamo da anni

Bersani: uno spettacolo indecoroso


Il Pdl volta le spalle a Gianfranco Fini Di Pietro: ha difeso il parlamento
Alemanno: non credo nella rottura
ROMA (Tiziana dell’Isola) - “Dalla direzione del Popo-
La direzione nazionale ha votato il documento finale: gratitudine a Berlusconi
di Mario di Napoli mier il voto al documento finale ha dimostra-
lo della Libertà è arrivato uno spettacolo indecoroso, ma
Gianfranco Fini ha sollevato contraddizioni profonde del
partito su temi e problemi reali”. Così il segretario del
Il premier: “Se vuoi fare politica, lascia la Camera”. La replica: “Che fai, mi cacci?” Partito democratico Pier Luigi Bersani sullo scontro
to che Fini ha il 6 per cento dei consensi nel avvenuto nel summit. “Molte cose dette da Fini, sulla
ROMA - La direzione nazionale del Popolo partito, quindi presto bisognerà porsi il pro- Lega, sull’unità del paese, sui costi del federalismo, sull’a-
della Libertà ha approvato il documento fina-
le, che ha definito “poco comprensibili e pre-
testuose” le polemiche, ha puntato il dito
contro “le ambizioni personali e le correnti”
ed ha riaffermato fedeltà e “gratitudine” al
blema di come - con questi numeri - possa
ancora ricoprire un ruolo così importante
come quello di presidente della Camera. In
altre parole, il capo del governo sta studiando
se e come poter davvero allontanare l’attuale
Sfiorata anche la rissa
ROMA - Dopo l’intervento di Gianfran- gesto della mano con cui si invita qualcuno
bolizione delle Province, sul quoziente familiare, noi le
affermiamo da due anni. Proprio per essere liberi di dirle
non siamo entrati nel ‘partito del Predellino’. Oggi pos-
siamo dire ‘grazie’ ai nostri elettori: siamo sulla strada
giusta”, ha affermato il segretario dell’Unione di Centro
presidente del Consiglio Silvio Berlusconi. I inquilino di Montecitorio. Ultimo passaggio co Fini, Silvio Berlusconi ha ripreso la ad andar via. Fini si è alzato ed è andato Lorenzo Cesa. “Fini ha difeso il Parlamento che non
voti contrari sono stati undici, contro i venti del suo ragionamento esposto ai fedelissimi è parola ed ha invitato il presidente della verso il palco: dal labiale si è capita la deve essere uno zerbino e per questo Berlusconi lo vuole
inizialmente previsti, su centosettantadue stato questo: “I numeri ci sono, noi andiamo Camera a lasciare Montecitorio se vuole risposta a Berlusconi: “Così non lo fai a buttare fuori come un extracomunitario senza il permesso
votanti. Una secca bocciatura della linea di avanti a governare. E’ chiaro che, se non c’è fare politica. “Dichiarazioni di contenuto nessuno”. Poi, sorridendo: “Che fai, mi di soggiorno”, ha commentato il leader dell’Italia dei
Gianfranco Fini, col quale il premier ha la possibilità di governare, si va a votare”. politico non si convengono a chi presiede cacci?”. “Non ho nessuna intenzione di Valori Antonio Di Pietro. “Non credo, non me lo auguro,
avuto un duro scontro in giornata. Una ‘boc- Nell’arco della giornata Berlusconi e Fini, un’istituzione super partes. Un presidente dimettermi dalla presidenza della Camera. ed anche il fatto che lui sia rimasto seduto lì”. Così il sin-
ciatura’ che è stata minimizzata da Italo Boc- davanti alla platea del partito, hanno reso della Camera non deve fare dichiarazioni Né tantomeno di lasciare il partito”: è stata daco di Roma Gianni Alemanno ha replicato a chi gli
chino, fedelissimo del presidente della palese un contrasto che li divide da tempo e politiche. Se le vuoi fare devi lasciare la questa la risposta dell’ex leader di Alleanza chiedeva se ritenesse possibile una rottura definitiva tra
Camera, che l’ha spiegata così: “C’erano ieri esploso pubblicamente. I due se le sono carica, ti accoglieremo a braccia aperte”. nazionale - arrivata poco dopo lo scontro - Berlusconi e Fini, alludendo al fatto che il presidente della
molti assenti, non abbiamo perso nessuno, dette ‘in faccia’. Si sapeva che il summit di A quel punto il premier ha fatto il classico alla sollecitazione del capo del governo. Camera dopo l’intervento del premier non sia andato via.
anzi abbiamo guadagnato due ex di Forza ieri sarebbe stato un appuntamento ad alta
Italia”. “Le correnti negano la natura stessa tensione, ma nessuno immaginava che lo
del Popolo della Libertà”, recita il documen- scontro sarebbe stato così violento. Il presi-
to conclusivo della direzione nazionale letto dente della Camera ha esordito dicendo:
da Maurizio Lupi. “Una volta assunta una “Non credo che la libertà d’opinione possa
decisione negli organi democratici” del Pdl, rappresentare il venir meno alla lealtà all’in-
“tutti si adeguano alla decisione”. “La dire- terno del Pdl solo perché si danno indicazio-
zione nazionale sottolinea la vittoria del cen- ni diverse da quelle che vanno per la mag-
trodestra con un risultato storico” , dove “il giore”. Fini, nel corso del suo intervento -
centrodestra si è confermato maggioranza un’ora nel quale non ha fatto nessun passo
nel paese” e “tutto ciò è paradossale per indietro sulle posizioni che ha esternato
alcuni aspetti della polemica interna” e anche nelle scorse settimane - ha affrontato
“certe polemiche pubbliche pretestuose”. tutti gli argomenti ‘spinosi’, rimandando al
Ma è forse nell’epilogo il senso vero dell’in- mittente le accuse di ‘tradimento’ e ricordan-
tensa giornata di ieri. “Avrei preferito che do le “bastonature mediatiche ad opera di
dicesse ‘me ne vado’ - ha detto in serata il giornali proprietà di familiari del premier”.
Cavaliere ai suoi - invece non ci pensa pro- Tanti i temi posti dal presidente della Camera
prio: vuole restare e logorarmi. Ma non ho pone. Ma, al di là delle varie critiche, è pro-
nessuna intenzione di lasciarglielo fare ed prio l’idea di quello che è il Pdl oggi che a
ora, con il documento approvato dalla dire- Fini non piace. Per questo ha definito quella
zione nazionale, abbiamo lo strumento per di ieri “una giornata di svolta”. Il giorno in
sbattere fuori dal partito chi non si allinea cui non si potrà fingere che non esista una
alle decisioni”. Ma non basta: secondo il pre- componente, minoritaria, nel partito.

L’OPERAZIONE

Il blitz dell’Antimafia reggina ha decapitato tre cosche della ’ndrangheta

Scacco ai clan, presi in nove


REGGIO CALABRIA (Armando Sil- venne Sebastiano, il venticinquenne
vestri) - Sono tutti esponenti di primo Domenico, il ventiquattrenne Antonio
piano della ’ndrangheta, con ruoli ope- ed un suo omonimo ventitreenne, il ses-
rativi e decisionali, le nove persone santunenne Antonino Latella, indicato
coinvolte nell’operazione eseguita nella come uno dei capi dell’omonima cosca
notte tra mercoledì e ieri dai carabinieri di Reggio Calabria, il quarantaseienne
a San Luca, Africo e Reggio Calabria. Giovanni Ficara ed il trentenne
Al momento sono stati eseguiti otto dei Costantino Billari. Le persone fermate
nove provvedimenti di fermo emessi erano tutte in libertà e dirigevano diret-
dall’Antimagia di Reggio Calabria. Dal- tamente gli affari delle cosche. L’Anti-
l’indagine è emerso lo stretto rapporto mafia ha deciso di emettere i provvedi-
operativo che le cosche Pelle di San menti di fermo senza attendere l’emis-
Luca e Morabito di Africo avevano col sione delle ordinanze di custodia caute-
gruppo Ficarra-Latella di Reggio Cala- lare per accelerare i tempi. Soddisfatto il
bria. E’ sfuggito all’esecuzione del procuratore nazionale antimafia Piero
provvedimento di fermo solo il cinquan- Grasso: “Voglio esprimere le mie con-
tenne Rocco Morabito, figlio del boss gratulazioni ed i miei complimenti alla
Giuseppe, detto ‘’u tiradrittu’, arrestato direzione distrettuale antimafia di Reg-
nel 2004 dopo una latitanza di dodici gio Calabria ed ai carabinieri del rag-
anni. Tra i fermati c’è anche il cinquan- gruppamento operativo speciale, che
tenne Giuseppe Pelle, accusato di esse- hanno messo a segno un’operazione
re il reggente della cosca di San Luca. importantissima che colpisce i vertici
Le altre persone fermate sono altri quat- della ’ndrangheta e che porterà, certa-
tro presunti affiliati ai Pelle, il trentano- mente, anche ulteriori sviluppi”.

Lo scandalo nel Pescarese


I fatti del giorno Assunzioni ‘facili’,
DALL’ITALIA... trentuno indagati:
Siracusa c’è pure il sindaco
Respingimenti illegali dei migranti, due a giudizio PESCARA - Sono com-
SIRACUSA - Respingimenti illegali dei migranti, la pro- plessivamente trentuno
cura ha disposto il giudizio per concorso in violenza privata gli indagati nell’inchiesta
del direttore della direzione centrale dell’Immigrazione e che ieri, nell’operazione
della polizia delle frontiere Rodolfo Ronconi e del genera- denominata ‘Vestina’, ha
le della guardia di finanza Vincenzo Carrarini, in qualità portato all’arresto di cin-
di capo ufficio Economia e Sicurezza delle fiamme gialle. que persone tra cui il sin-
daco di Farindola Anto-
Roma nello De Vico (coordina-
Asilo degli orrori, trovata la cucina bianca e rossa tore provinciale del-
l’Udc), e l’ex assessore
ROMA - “Una cucina bianca e rossa”. I bambini di alla Provincia di Pescara
Rignano Flaminio l’avevano descritta spesso, raccontan- Rocco Petrucci. I reati
do gli abusi subiti dagli ‘orchi’. Ora è emerso che la cuci- contestati sono legati ad
na bianca e rossa si trova in una cascina vicino al paese. una serie di episodi diffe-
Lì dentro sono state individuate impronte digitali che in renti tra loro, avvenuti per
questi giorni vengono confrontate con quelle dei piccoli. l’accusa dalla fine del
2006. L’inchiesta scaturi-
DAL MONDO... sce, tra la fine del 2007 ed
i primi del 2008, da espo-
Washington sti e denunce relativi ad
Obama a Wall Street per lanciare la riforna del Fisco un concorso pubblico al
Comune di Penne per
WASHINGTON - Barack Obama nella ‘tana del leone’, a l’assunzione di sei colla-
Wall Street per un discorso. Il presidente ha denunciato “i boratori amministrativi.
furiosi sforzi delle lobby” per boicottare le nuove regole. In Indagando, i carabinieri
oltre mille e trecento pagine l’inquilino della Casa Bianca lan- hanno scoperto meccani-
cerà la più profonda riforma del settore bancario e delle regole smi illegali nella gestione
finanzarie dai tempi del ‘New Deal’ di Franklin Roosevelt. dell’interesse pubblico.
CRONACHE di NAPOLI
Attualità Venerdì 23 Aprile 2010
3
EMERGENZA Sergio Marchionne John Elkann Claudio Scajola Dominique Strauss-Kahn

FINANZIARIA

LA SITUAZIONE

Ieri l’incontro tra i vertici Fiat Elkann e Marchionne ed il ministro Scajola. Il Lingotto: investimenti per 20 miliardi. Il governo: parere positivo sul piano

Produzione industriale, la ripresa si consolida


Le stime del centro studi Confindustria: +1.7% nel primo trimestre. Ancora male l’occupazione
di Dario De Rossi stituto di Washington, in riferimento però all’andamento cento a febbraio dal minimo, anche grazie agli incenti- e Marchionne. Lo ‘spin-off’ è “un’utile iniziativa per
dell’economia mondiale: “Anche se i progressi sono vi), metallurgia (più 27.5 per cento) e tessile (più 22.9 focalizzare meglio sull’auto l’impegno della Fiat. L’im-
ROMA - “In Italia si consolida la ripresa”: per il migliori del previsto, la ripresa è ancora fragile. Il tasso per cento). E sempre ieri c’è stata una tappa importante pegno è di aumentare la produzione auto per garantire
primo trimestre del 2010 il centro studi di Confindustria di disoccupazione è ancora alto e la domanda debole”. nell’universo industriale italiano. “Faremo più o meno la stabilità dell’occupazione e la crescita dei posti di
ha stimato una crescita della produzione industriale Tornando alle previsioni sull’Italia, questi gli indicatori venti miliardi d’investimenti. I sindacati si possono lavoro”, ha aggiunto Scajola. Per forza di cose, anche e
dell’1.7 per cento (più un per cento nel quarto trimeste qualitativi che in dettaglio delineano per l’Italia un’acce- accontentare”. E’ quel che ha detto l’amministratore soprattutto alla luce delle collaborazioni commerciali del
del 2009). L’andamento del prodotto interno lordo, tenu- lerazione. Sono cresciuti per il quinto mese consecutivo delegato della Fiat Sergio Marchionne al termine del- Lingotto, la vicenda ha avuto un’ampia eco anche
to conto del probabile rialzo delle stime dell’ultimo tri- gli ordini delle piccole e medie imprese del manifatturie- l’incontro con il ministro per lo Sviluppo economico oltreoceano. Il ‘Financial Times’ ed il ‘Wall Street Jour-
mestre del 2009, risulterà nel 2010 più sostenuto dell’at- ro (a 54.8). L’istituto di Studi ed Analisi economiche del Claudio Scajola. L’esponente dell’esecutivo si è detto nal’ hanno dedicato ampio spazio al piano della Fiat, ed
teso. Confindustria ha precisato tuttavia che “l’econo- ministero del Tesoro ha rilevato un forte miglioramento soddisfatto per il nuovo piano industriale della Fiat ed ha in sostanza il giudizio complessivo è che “Marchionne
mia italiana dà segnali ancora contraddittori, come delle attese di produzione (massimo dal maggio del affermato che lo ‘spin-off’ industriale aiuterà il gruppo a può farcela”. Il quotidiano Usa ha ricordato che la sepa-
mostra il calo di fatturato ed ordini, ma sta aggancian- 2008) ed ha stimato per il secondo trimestre una crescita focalizzarsi sulla produzione in Italia. “E’ stata una visi- razione della parte industriale dovrebbe aiutare a togliere
do il risveglio della domanda estera: l’export è più viva- di produzione del 3.8 per cento. L’andamento delle pic- ta di cortesia con il nuovo presidente di Fiat nei contatti Fiat dal persistente sconto del suo valore di Borsa, lega-
ce, la produzione industriale è in progressione, specie cole e medie imprese dei servizi ha registrato forti continui che manteniamo con il gruppo. Abbiamo to al fatto di essere una conglomerata. Il quotidiano della
nel trimestre in corso”. Ma, come hanno segnalato aumenti di attività e nuovi ordini. Tra i settori, l’intensità espresso un parere positivo del governo su questo piano city ha sottolineato invece che le decisioni annunciate da
anche le altre analisi congiunturali, questo principio di del recupero appare proporzionale alla profondità della industriale, che conferma l’interesse per l’Italia”, ha Marchionne fanno parte di un piano più ampio “che
ripresa non si traduce in occupazione, anzi il problema caduta. E’ infatti più forte per autovetture (più 28.5 per detto Scajola al termine dell’incontro con John Elkann potrebbe sfociare alla fine in una fusione con Chrysler”.
dei disoccupati tende ad aggravarsi: a febbraio il tasso di
disoccupazione si è mantenuto sul livello di gennaio (8.5
per cento), ma è cresciuto di 0.8 punti percentuali per la Dramma nel centro di Lecco. Un anziano si è lanciato dal balcone: attorno ai tavolini si è continuato a bere e mangiare
fascia di età tra i quindici ed i ventiquattro, raggiungen-
I fatti del giorno
Suicida tra l’indifferenza dei passanti
do il 28.2 per cento, come ha ricordato Confindustria.
“Si conferma quindi - fenomeno non circoscritto all’Ita-
lia - un deterioramento delle opportunità di lavoro par-
ticolarmente marcato per i giovani”. Per i nuovi entranti DALL’ITALIA...
è più difficile trovare impiego. Tra il dicembre del 2008 LECCO (Simone Santomartino) - Il cadave- ma il dubbio si è dissolto davanti all’accorre-
ed il febbraio del 2010, il numero di occupati in Italia è re a terra, coperto da un lenzuolo bianco, re della polizia e degli uomini del ‘118’ e poi Roma
calato di 406mila unità (meno 1.7 per cento, dati desta- dopo un volo dal terzo piano. Attorno, gli del carro funebre - e qualcun altro invece si è Sedicenne nomade travolge bimbo con la minicar
gionalizzati). Avendo la crisi colpito soprattutto i settori agenti della questura e della polizia locale. A spinto addirittura a dare un’oc- ROMA - Ancora un incidente che vede coinvolta una mini-
dell’industria, ha spiegato il centro studi di Confindu- pochi metri di distanza, la gente che continua chiata tra un boccone e l’altro. car: un bimbo di cinque anni è stato investito poco dopo le
stria, le perdite occupazionali sono state più accentuate a mangiare ai tavolini dei bar e dei ristoranti, C’è chi ha seguito i primi accerta- sei di mercoledì pomeriggio. Il piccolo è ricoverato nel repar-
tra gli uomini (mano 2.2 per cento, pari ad una perdita di scaldati dal sole primaverile. E’ accaduto nel menti della polizia scientifica to di Pediatria dell’ospedale ‘Pertini’: avrebbe solo delle
299mila unità) che tra le donne (meno 1.1 per cento, centro storico di Lecco, dove ieri mattina è sbocconcellando un panino e chi, escoriazioni. Nello stesso nosocomio anche la zia A.D.L.,
meno 107mila unità). Tra i primi è aumentato di più morto un pensionato di settantuno anni, ex come alcuni giovani turisti giap- che passeggiava con lui sul marciapiede quando la minicar li
anche il numero di inattivi (più 3.1 per cento, contro più barista. Gli investigatori allo stato sono prati- ponesi, ha cercato di scattare una ha investiti. Alla guida il nomade sedicenne D.D.S..
un per cento). Nell’ambito dei disoccupati è aumentata camente certi che si sia trattato di un suicidio. foto quanto mai macabra. Altri
la quota di coloro che cercano lavoro da almeno dodici Il settantunenne ultimamente era depresso, sono rimasti seduti a mangiare e Teramo
mesi (46.1 per cento nel quarto trimestre del 2009 dal tra l’altro per problemi di natura economica. bere poco distante, ai tavolini.
43.8 per cento nel quarto trimestre del 2008): “Ciò Precipita con l’ultraleggero, morto un istruttore
A lasciare perplesso più d’ogni altra cosa chi Solo dopo alcune ore dal suicidio TERAMO - Un ultraleggero è precipitato mentre sorvolava
accresce il rischio che la disoccupazione ciclica diventi è corso invano a cercare di soccorrere la vitti- l’opinione pubblica è sembrata
strutturale”. Un’analisi che ha trovato puntualmente la frazione villa Favale di Civitella del Tronto, in provincia di
ma, è stato l’atteggiamento della piazza, dove finalmente concorde nel ritenere che - se non Teramo. Il pilota è morto nell’impatto e non c’erano altri
riscontro in quella fatta dal direttore generale del Fondo qualcuno potrebbe anche essere stato ignaro altro - gli esercenti avrebbero dovuto evitare
monetario internazionale Dominique Strauss-Kahn passeggeri a bordo. La vittima è un istruttore di volo di San
della tragedia che si era appena consumata - la permanenza almeno nei tavoli esterni. Benedetto del Tronto, in provincia di Ascoli Piceno, il cin-
durante la conferenza stampa a margine dei lavori dell’i-
quantaquattrenne Giacinto Adriano Urbanelli. Il velivolo è
precipitato pochi istanti dopo il decollo. Aperta un’inchiesta.
Allarme nei cieli I voli sono tornati regolari in quasi tutta l’Europa, ma i disagi non sono ancora finiti in Scozia, Norvegia, Svezia e Finlandia DAL MONDO...

La nuova nube blocca la penisola scandinava REYKJAVIK (Claudio Traiano) -


Bangkok
Bombe a raffica, una vittima e settantacinque feriti
BANGKOK - Il centro finanziario di Bangkok è stato deva-
stato da cinque esplosioni in sequenza. Il bilancio è di alme-
no un morto e settantacinque feriti. Uno straniero è stato por-
Ieri i voli in Europa e tra Europa ed tato via in ambulanza. Non risulta, al momento, che vi siano
America sono finalmente tornati alla italiani coinvolti. Ad escludere la presenza di connazionali
normalità, dopo una settimana di blocco nella zona è stata la Farnesina, anche perché si tratta di un’a-
per l’eruzione del vulcano islandese. rea che era stata sconsigliata dal ministero degli Esteri.
Nella giornata di mercoledì è partito
l’80 per cento dei voli, ieri il 100 per
Estrazione di Giovedì 22 Aprile 2010 cento, ma ancora con ritardi e cancella-
zioni. Per le compagnie aeree i danni
ammontano ad un miliardo e 260 milio-
BARI 66 43 14 3 13 ni di euro. Ma anche ieri numerosi aero-
CAGLIARI 63 71 72 82 26 porti nel Sud e nel Nord della Svezia e
FIRENZE 79 75 44 21 59 nel Sud-Ovest della Norvegia sono stati
chiusi fino a nuovo ordine a causa di un Concorso di Giovedì 22 Aprile 2010
GENOVA 15 6 84 38 66 ritorno delle ceneri vulcaniche provoca- control, le restrizioni sarebbero state detto che la potenza dell’eruzione era
Conc.
MILANO 63 5 43 39 76 te dall’eruzione islandese. Lo hanno ancora in corso anche ieri nel Nord diminuita dell’80 per cento e che le Ora Combinazione vincente Numerone
annunciato le autorità del traffico aereo. della Scozia, nel Sud della Norvegia, ceneri avevano raggiunto un “livello 1444 08:00 1 2 3 6 7 8 14 16 17 20 12
NAPOLI 81 40 8 14 85 1445 09:00 1 3 5 7 9 11 13 14 15 17 17
La Danimarca ha annunciato il ritorno nell’Ovest della Svezia e nel Sud della insignificante”. Intanto la cancelliera
PALERMO 7 87 36 79 47 alla normalità in tutto il suo spazio Finlandia. L’eruzione del vulcano islan- tedesca Angela Merkel ieri ha difeso il 1446 10:00 2 3 4 6 11 13 15 17 19 20 10
ROMA 85 44 81 46 28 aereo, dopo la rimozione delle restrizio- dese Eyjafjallajokull è intanto prosegui- blocco aereo che era stato deciso per i 1447 11:00 1 5 10 11 13 14 15 16 18 19 17
TORINO 48 71 50 40 41 ni dovute alla nube di ceneri provocata ta anche ieri, ma l’attività vulcanica è giorni scorsi. “Naturalmente le compa- 1448 12:00 3 4 6 8 10 11 12 15 19 20 8
dal vulcano islandese. Lo ha riferito restata stabile in confronto a mercoledì. gnia aeree hanno subìto una pesante 1449 13:00 2 7 9 10 11 13 17 18 19 20 10
VENEZIA 75 36 4 62 33 l’ente di controllo del traffico aereo Lo hanno affermato fonti della Prote- interruzione. Ma lo stato ha il compito 1450 14:00 1 2 5 6 12 14 16 17 18 20 16
NAZIONALE 56 66 71 73 80 Naviair. Gia da mercoledì Eurocontrol, zione civile islandese, secondo le quali di valutare i rischi in modo responsabi- 1451 15:00 7 9 10 11 13 14 15 16 17 18 19
l’organismo europeo per il controllo inoltre “non vi sono segnali di altre le e di proteggere la gente”. “Se qual- 1452 16:00 2 5 8 9 10 12 16 18 19 20 20
aereo, aveva stimato che i voli - nella eruzioni”. Gli esperti hanno anche detto cosa dovesse accadere ad un aereo, 1453 17:00 1 6 8 12 15 16 17 18 19 20 7
10 e LOTTO giornata di ieri - sarebbero stati normali che “il pennacchio di fumo resta basso adesso che i cieli sono stati riaperti 1454 18:00 3 4 6 7 9 11 14 15 16 20 12
5 6 7 14 15 nello spazio aereo dell’Unione europea. e le scosse non sono aumentate”. Mer- nonostante la nube, la responsabilità 1455 19:00 2 4 5 6 7 9 12 15 18 19 2
36 40 43 44 48 Tuttavia, aveva sempre rilevato Euro- coledì gli scienziati islandesi avevano ricadrebbe sulle autorità”. 1456 20:00 3 4 6 7 8 9 12 13 18 20 8
63 66 71 72 75
79 81 84 85 87
CRONACHE di NAPOLI
Numero Superstar
CRONACHE di NAPOLI TAGLIANDO PER RICHIESTA ABBONAMENTO Il quotidiano indipendente dell’informazione partenopea

6 25 29 44 68 74 76 88 Il quotidiano indipendente dell’informazione partenopea Direttore Responsabile:


DOMENICO PALMIERO
Direttore Editoriale:
PINO DE MARTINO
JOLLY _ sottoscritt_ __________________________________________
www.cronachedinapoli.org Società editrice: Libra Editrice soc. coop. a r.l.
MONTEPREMI 66.060.594,74 EURO chiede di sottoscrivere un abbonamento a CRONACHE di NAPOLI
Direzione e redazione:
S.S. Sannitica, 87 km. 19,800 - Centro Tamarin- 81025 Marcianise (Ce)
Tel. 0823.581055 - 0823.581005 - 0823.821165 - Fax 0823.821725
nessuna "punti 6" - Spedire il tagliando
 TRIMESTRALE  SEMESTRALE  ANNUALE Iscritta AGCI al n. 13738

nessuna "punti 5+" - e la copia del versamento effettuato Testata registrata con il n. 5086 del 9/11/1999 presso il Tribunale di Napoli
sul conto corrente postale n. 59384925 EURO 65,00 EURO 120,00 EURO 230,00 La testata beneficia dei contributi diretti di cui alla Legge n° 250/90 e successive modifiche ed integrazioni
26 "punti 5" 19.090,22 Stampa: Grafic Processing S.R.L. Z. I. Acerra - Agglomerato A.S.I. Pantano
1.643 "punti 4" 302,09 in busta chiusa, al seguente indirizzo: 80011 Acerra (NA)
e di poterlo ricevere al seguente indirizzo:
Ufficio diffusione: Spreading Service - Via Epomeo, 63 - Napoli - Tel. 081.7283439-7672382
60.830 "punti 3" 16,31
LIBRA EDITRICE Via/Piazza___________________________________________________
E-mail: cronachedinapoli@yahoo.it
Concessionaria esclusiva per la pubblicità: PUBLIKOMPASS SpA
Via dell’Incoronata, 20/27 - Napoli - Tel. 081.4201411 - Fax 081.4201431
nessuna "5 stella" - soc. coop. a r.l.
TARIFFE EDIZIONE NAZIONALE Euro
14 "4 stella" 30.209,00 S.S. Sannitica, 87 - Km. 19,800 Cap_______ Città_____________________________________ 4/c
b/n
Commerciali 62,00
269 "3 stella" 1.631,00 81025 Marcianise - Caserta Autorizzo al trattamneto dei dati ai sensi del Dlgs. 196/03 Ricerche di personale
41,00
39,00 56,00
4.034 "2 stella" 100,00 Info: 0823/581055 - 581005 Comunicazione d'impresa 54,00 81,00
Pr.(____) ___/___/___ TARIFFE PICCOLA PUBBLICITA'
25.683 "1 stella" 10,00


Necrologio testo a parola - -


info@cronachedinapoli.org Firma______________________ -
Adesioni a parola
55.757 "0 stella" 5,00 Croce -
-
-
4 Venerdì 23 Aprile 2010
Campania CRONACHE di NAPOLI

Il quarantaduenne venne arrestato a marzo in Sardegna. Il tribunale del Riesame lo ha rimesso in libertà ieri L’incidente si è verificato a Contrada: avrebbe invaso l’altra corsia

Diciannovenne in bicicletta
Scarcerato il fratello di Michele Zagaria travolto da un’automobile:
rischia di perdere un occhio
CONTRADA (Tiziana dell’Isola) - Un giovane
Per il padre cade l’accusa di associazione mafiosa, ma resta ai domiciliari
di Tina Palomba
rumeno diciannovenne si trova in prognosi riservata
all’ospedale ‘San Giuseppe Moscati’ di Avellino in
seguito ad uno spaventoso incidente che si è verifi-
Per l’emergenza di Montaguto potranno essere utilizzati oltre 19 milioni di euro cato ieri mattina a Contrada, in provincia di Avelli-
no, in località Schiti. Il giovane residente a Braci-
CASAPESENNA - E’ stato scarcerato Car- gliano, in provincia di Salerno, si trovava in sella
mine Zagaria (nella foto), difeso dagli avvo-
cati Giovanni Cantelli e Sergio Cola. Si
tratta del fratello del superlatitante Michele.
E’ stata annullata per gravi indizi di colpevo-
lezza la misura per lui, mentre per il padre
Frana, Bertolaso commissario
MONTAGUTO - Un’ordinanza fir- de ed alla rete Ferroviaria italiana, già
alla sua bicicletta quando, dopo una curva, ha
impattato frontalmente contro una vettura, alla cui
guida vi era una donna di Forino, sempre in Irpinia,
che procedeva in senso opposto. Sul posto gli agenti
della polizia municipale, che hanno provveduto ai
Nicola è stata annullata solo la misura per mata lo scorso ventuno aprile ha nomi- coinvolti con l’ordinanza 3863. Può
l’associazione, e non per il tentativo di estor- rilievi ed a prestare i primi soccorsi. Secondo la
nato il capo della Protezione civile inoltre indicarne di nuovi. Per portare ricostruzione il giovane, in compagnia di un amico
sione singolo per il quale rimane ai domici- Guido Bertolaso commissario delega- avanti le iniziative programmate pos-
liari. Tre settimane fa furono sequestrati beni anch’egli in bici, avrebbe curvato sconfinando nella
to per l’emergenza legata al movimen- sono collaborare con Bertolaso il corsia opposta. Di qui l’impatto con l’auto, che è
per circa 40 milioni di euro al clan dei Casa- to franoso di Montaguto, in provincia dipartimento della Protezione civile,
lesi ed arrestati il padre ed un fratello del boss stata sottoposta a sequestro. Trasportato al pronto
di Avellino. Bertolaso sostituisce così l’Unità stralcio e l’Unità operativa - soccorso, i medici hanno diagnosticato al giovane la
Michele, rispettivamente. In particolare ven- Mario Pasquale De Biase, commissa- previste dalla legge che ha sancito la
nero sequestrate le quote dell’imprenditore frattura della clavicola e contusioni ed ematomi al
edile Luigi Abbate. Sotto accusa quattordici rio dal diciannove febbraio del 2010. fine dell’emergenza rifiuti in Campa- cranio. Inoltre il rumeno rischia di perdere un
persone tra affiliati ed imprenditori affiliati al Tra i suoi compiti il ripristino della cir- nia - e tutti gli enti e le amministrazio- occhio. Sotto choc l’amico, che non ha saputo forni-
clan, ritenuti responsabili di reati di associa- rigettato le altre istanze presentate dagli altri colazione sulla rete ferroviaria Bene- ni locali interessati. Per coprire gli re ulteriori dettagli sull’accaduto. E ad Avellino un
zione di stampo mafioso ed estorsione. Nico- indagati nello stesso procedimento. Gli arre- vento-Foggia e sulla strada statale ‘90’ interventi, l’articolo 5 dell’ordinanza furto in appartamento è stato messo a segno merco-
la Zagaria, ottantatré anni, finito agli arresti sti vennero eseguiti nel corso di un’operazio- delle Puglie e la messa in sicurezza prevede un’anticipazione di due milio- ledì in piazza Fortunato. Ignoti, approfittando della
domiciliari, è il padre di Carmine Zagaria, ne interforze effettuata da uomini della poli- dell’area interessata dalla frana. Il ni e mezzo di euro ed una quota fino a momentanea assenza dei padroni di casa, si sono
bloccato dagli uomini della squadra mobile zia di stato, del Ros e della guardia di finan- commissario delegato può affidare diciannove milioni di euro, degli olte intrufolati nella casa riuscendo a trafugare trecento
di Sassari e del commissariato di Olbia men- za. Carmine Zagaria, quarantadue anni, fra- specifici settori a De Biase, in qualità trentotto milioni e duecentomila euro euro ed un borsello contenente degli orologi. A dare
tre sbarcava, a bordo di un’auto, dalla nave tello del boss, venne arrestato a Sassari. Il di soggetto attuatore, così come all’a- stanziati nel febbraio scorso dall’ordi- l’allarme gli stessi inquilini. Sul caso sta indagando
proveniente da Civitavecchia. Era diretto a padre venne invece sorpreso nel sonno a zienda nazionale autonoma delle Stra- nanza per il dissesto in Campania. la polizia del capoluogo irpino.
Nuoro per trovare il fratello Pasquale, dete- Casapesenna e posto agli arresti domiciliari.
nuto nel carcere di Badu e Carros. Ma il vero Nel corso dell’operazione vennero inoltre
colpo sono stati i sequestri effettuati ai danni individuati bunker utilizzati dagli affiliati per
del patrimonio sia degli Zagaria che dei tanti favorirne la latitanza di Zagaria. Dall’inchie-
affiliati, una cinquantina gli indagati. Seque- sta che portò ad arresti e sequestri, emerse
strati conti correnti in istituti di credito a come il boss Michele si nasconde nei covi
Verona, Milano, Roma, Bari, Modena, che cambia di continuo portandosi dietro
Siena, Genova e Cento, in Emilia Romagna, computer e chiavetta per collegarsi a Inter-
intestati ai familiari degli arrestati. Sequestra- net. E riesce a sapere in anticipo quando scat-
te ville, automobili, quote societarie. Tra i teranno i blitz contro i suoi. È successo, per
beni sequestrati vi sono due aziende per la esempio, nel maggio e nel luglio del 2008:
produzione di calcestruzzo, attività fonda- poche ore prima che le forze di polizia entri-
mentale per i Casalesi, due aziende bufaline no in azione, grazie a quello che gli investi-
e la casa dell’anziano padre del boss latitante, gatori definiscono “il controspionaggio”, i
che era abusiva. Il tribunale del Riesame ha fedelissimi di Zagaria vengono allertati.

LA PROTESTA

Ferita la presidente del comitato civico ‘contro la chiusura dell’ospedale’

Tafferugli a Cerreto Sannita


CERRETO SANNITA (Armando Sil-
vestri) - Otto sindaci pronti a dimettersi,
cittadini incatenati ed ora anche una
della leader dei manifestanti contusa in
seguito al parapiglia che si è creato
durante la protesta: a Cerreto Sannita, in
provincia di Benevento, sta crescendo la
tensione per la decisione dell’azienda
sanitaria locale del capoluogo di chiude-
re le sale operatorie dell’ospedale ‘Santa
Maria delle Grazie’, funzionante nel
piccolo centro. A rendere ancora più
incandescente il clima, l’episodio di ieri:
la presidente del comitato civico ‘contro
la chiusura dell’ospedale’ Giuseppina
Iannotti è caduta battendo la testa sul ripete che si tratterebbe di uno stop tem-
selciato, a dire dei manifestanti in segui- poraneo, per consentire la verifica dei
to allo spintone di un dirigente medico, requisiti in materia di tutela della salute
all’interno del presidio ospedaliero. Le e della sicurezza sui luoghi di lavoro,
condizioni della donna, subito ricoverata ma la cittadinanza teme che non sia
proprio nella struttura al centro delle così. In alternativa, le popolazioni della
polemiche, non sarebbero preoccupanti, zona dovrebbero far riferimento agli
ma la notizia dell’episodio ha fatto scen- ospedali di Benevento e di Sant’Agata
dere in piazza una piccola folla di abi- dei Goti, entrambi ad una quarantina di
tanti. Secondo quanto si è appreso, la chilometri di distanza. Intanto sui taffe-
rissa e gli spintoni tra dirigenti sanitari e rugli stanno indagando i carabinieri.
cittadini sarebbe iniziata quando i diri- Secondo quanto si è appreso, la Iannotti
genti della struttura hanno cominciato a non sarebbe stata strattonata da nessun
notificare i provvedimenti di trasferi- dirigente medico. Al contrario solo la
mento del personale da Cerreto Sannita presenza di un carabiniere sul posto
al presidio di Sant’Agata dei Goti, altro avrebbe evitato l’aggressione del diri-
centro del Sannio. L’azienda sanitaria gente da parte di alcuni manifestanti.

Blitz antidroga a Policastro


Notizie in Breve Droga nell’auto,
Cava de’ Tirreni un diciannovenne
Capi d’abbigliamento ed accessori sotto chiave finisce in manette
CAVA DE’ TIRRENI - Centinaia di capi d’abbigliamento POLICASTRO - I cara-
ed accessori sono stati sequestrati dalla guardia di finanza a binieri in forza alla com-
Cava de’ Tirreni. Un extracomunitario quarantaquattrenne è pagnia di Sapri, in pro-
stato denunciato in stato di libertà. Fonti investigative riferi- vincia di Salerno, hanno
scono che i controlli proseguiranno “senza soluzione di con- arrestato nella tarda serata
tinuità”, aggiungendo che “il settore delle contraffazioni di mercoledì uno studente
rientra tra le specialità della criminalità organizzata”. diciannovenne per il reato
di detenzione ai fini dello
Benevento spaccio di sostanze stupe-
Incendiata la vettura del tenente dei vigili urbani facenti. Il giovane è stato
bloccato a bordo di una
BENEVENTO - Nella notte tra mercoledì e ieri è stata Fiat ‘Panda’ nel comune
incendiata l’auto di Giuseppe Calicchio, tenente della poli- di Policastro Bussentino,
zia municipale di Benevento, responsabile dell’ufficio Con- sempre in provincia di
travvenzioni. Al tenente è stata espressa solidarietà da Salerno, e trovato in pos-
Alberto Zollo e Gabriele Corona, coordinatori provinciali sesso di alcune dosi di
Slai Cobas. “A Peppe Calicchio esprimiamo la nostra vici- stupefacente, in particola-
nanza e la solidarietà, che certamente non è di facciata”. re hashish, eroina e
marijuana. La droga era
Positano nascosta nella cuffia del
Pescavano datteri di mare, nei guai tre persone cambio della vettura.
Sempre i militari dell’Ar-
POSITANO - La guardia di finanza ha sequestrato trentadue ma di Sapri hanno ese-
chili di datteri di mare pescati abusivamente da tre persone. guito un’ordinanza di
Sequestrati anche attrezzi da pesca non consentiti. Le fiamme custodia cautelare nei
gialle hanno spiegato che la pesca dei datteri di mare rappre- confronti dei un pregiudi-
senta un evento di notevole gravità per l’ambiente. Infatti il cato del posto. Il provve-
dattero di mare ha bisogno di non meno di ottant’anni per cre- dimento è stato emesso
scere. Gli indagati devono rispondere di pesca illegale. dal tribunale di Ancona.
S.S. Sannitica km. 19,800 - 81025 Marcianise - Caserta - Tel. 0823.581055 - 0823.581005 - 0823.821165

CRONACHE di NAPOLI CRONACHE di NAPOLI


S.S. Sannitica km. 19,800
81025 Marcianise - Caserta
Tel. 0823.581055 -
0823.581005 - 0823.821165

Sito web: www.cronachedinapoli.org

Venerdì 23 Aprile 2010


CRONN ACHE
apoli
S.S. Sannitica km. 19,800
81025 Marcianise - Caserta
Tel. 0823.581055 -
0823.581005 - 0823.821165

Sito web: www.cronachedinapoli.org

Pagina 5

IL QUADRO CLINICO
IL CONVEGNO
EMERGENZA Al momento del ricovero le condizio-
ni della piccola erano buone

MALASANITA’ Tra le cause della morte: La denuncia dei pediatri campani:


una dose elevata di anestetico
i bambini ‘si ammalano’ di rifiuti
I parenti denuncia- NAPOLI (rc) - I pediatri del siti contaminati da sottoporre ad
Mercoledì mattina la bambina no che la bimba
dopo l’operazione
Mezzogiorno richiamano l’atten-
zione sui bambini che vivono in
operazioni di bonifica. Si stima,
infatti, che la sola gestione illegale
era stata trasportata respirava a fatica prossimità delle discariche e agli
inceneritori, bambini su cui si
di rifiuti determini un giro di affari
prossimo a 20 miliardi di euro
al reparto di pediatria Il personale medico
ha tranquillizzato i
accumulano nuovi fattori di
rischio per la salute ancora troppo
all’anno. Nella sola Regione
Campania i rifiuti speciali smaltiti
genitori: “E’ tutto
dell’ospedale universitario sotto controllo”
spesso sottovalutati o ignorati. La
Campania è al centro del dibattito
illegalmente superano i 14 milioni
di tonnellate annui. A questi si
Sarà l’autopsia pre- con il congresso ‘Gli Argonauti aggiungono circa 8mila tonnellate
Alla notizia della tragedia, medici ed infermieri nel- disposta dal magi- XI’ dell’Associazione Culturale di rifiuti solidi urbani prodotti
l’edificio 11 del nosocomio partenopeo a stento strato a chiarire le Pediatri (Acp) del Centro Sud, giornalmente e le enormi quantità
hanno trattenuto la disperazione dei parenti cause del decesso svoltosi ieri nel complesso dei stoccate sotto forma di ‘eco balle’.
Santi Marcellino e Festo di Napo- E “i rischi per la salute sono mag-
li. “In Italia - sottolineano i pedia- giori per le popolazioni più vulne-
tri - esiste un elevato numero di rabili, primi tra tutti i bambini”.

Policlinico, bimba muore a 4 anni


Dopo l’intervento di ernia ombelicale non si è più risvegliata. Aperta un’inchiesta
di Davide Gambardella LA TRAGEDIA
AVERSA - Quei dolori sempre più incessanti
hanno spinto i suoi genitori a sottoporla ad una
visita medica. Dopo i primi accertamenti
Lo strazio dei familiari:
hanno poi potuto tirare un sospiro di sollievo.
“Niente di grave”, spiegano i camici bianchi:
la piccola ha una banale ernia ombelicale.
mia sorella era cianotica
Sarebbe bastato un semplice intervento ambu- AVERSA (daga) - “Vogliamo soltanto che venga
latoriale per permettere ad Ayo Balestrieri, fatta luce sulla morte di mia sorella: doveva essere
una bimba di origine nigeriana, di quattro anni un intervento di routine e invece è morta. Chi sono i
appena, di Aversa, di stare subito meglio. Un responsabili di tutto questo?”. Lo strazio per la morte
intervento di routine, con anestesia locale, che della piccola Ayo Balestrieri, quattro anni, getta nello
dura poco meno di un’ora. La trasportano così sgomento totale i suoi genitori, che da mercoledì
mercoledì mattina al reparto di pediatria del sostano davanti alla sala mortuaria del Nuovo Policli-
Nuovo Policlinico di Napoli, la sottopongono nico in attesa dei risultati dell’esame autoptico sul
alle visite di rito. Poi, in sala operatoria, si pro- corpicino della bambina. “Per ora non abbiamo
cede all’anestesia epidurale, un analgesico che intenzione di accusare i medici - spiega Francesca,
permette di intervenire localmente sul paziente la sorella della piccola -. Vogliamo soltanto sapere
senza alcuna complicazione o effetti collatera- come sono andate realmente le cose. Mia madre era
li. Qualcosa però va storto. Ayo esce dopo lì, quando mia sorella era ormai cianotica. Era
preoccupata, ma non pensava che da un momento
circa mezzora dalla sala operatoria ancora all’altro avrebbe perso una
addormentata. Strano, perché si sarebbe dovuta figlia. Sembra tutto così
svegliare subito dopo l’intervento. “Non vi assurdo. I miei genitori sono
preoccupate - dicono gli infermieri ai genitori - annientati dal dolore perché,
tra un po’ si sveglierà…”. La piccola però da con molta probabilità, mia
quel sonno non è I dolori incessanti I medici rassicurano i L’anestesia epidurale sorella è morta per un errore
mai uscita. Ayo lamentati dalla bimba familiari: si tratta di un dura poco meno di medico”. Eppure, i familiari
muore a quattro hanno spinto i genitori a intervento ambulatoria- un’ora. Ayò non si della piccola, agli infermieri
anni per un arresto sottoporla ad una visita le di ernia ombelicale risveglia più avevano fatto notare che il
cardiaco. Una tra- suo aspetto era preoccupante:
gedia, quella della “Non li hanno ascoltati -
morte della bambi-
na di Aversa, sulla Fuorigrotta La madre della paziente in attesa dell’ingessatura ha aggredito i medici prosegue la donna - nono- “Nessuna accusa
stante mia sorella non respi- ai medici,
quale indagano i rasse più. Prima dell’inter-
magistrati della
Procura
Repubblica
della
di
Le negano la visita, scoppia la rissa in corsia vento ci eravamo informati
su eventuali rischi, sapevamo
bene che l’operazione all’er-
ma vogliamo
sapere qual è
Napoli: dopo aver NAPOLI (daga) - Restano alla ragazza non le verrà bloccare le due donne. La Paolo. Un altro episodio di nia ombelicale è di routine. la verità”
disposto il seque- in attesa per più di un’ora applicata l’ingessatura. madre è dovuta ricorrere alle violenza che ha come prota- Poi è accaduto tutto questo,
stro della salma, gli per un’ingessatura, e quando Tempo perso, dunque. Deci- cure degli infermieri del gonisti i sanitari di un presi- ci hanno distrutti dal dolore”. Quando la bimba è
inquirenti - su scoprono che non sono in de di chiedere delucidazioni pronto soccorso del nosoco- dio ospedaliero e utenti infe- spirata nel reparto di pediatria, in molti sono scoppiati
richiesta della lista, aggrediscono medici al personale medico e, non mio di via Terracina: una rociti, il terzo dall’inizio del-
Anche famiglia della pic- ed infermieri. E’ accaduto contenta, inizia ad insultare i volta medicata, è stata l’anno all’ospedale di Fuori-
in lacrime, lo stesso professore che la stava assisten-
do non ha trattenuto l’emozione, piangendo davanti
ieri mattina all’ospedale San camici bianchi. Poi sfoga la denunciata dagli agenti di grotta. La bagarre - secondo
il medico cola - hanno imme-
diatamente aperto Paolo, nel reparto di ortope- sua rabbia contro la porta stanza al drappello del San i testimoni - è scoppiata
ai genitori di Ayo. “Noi ci siamo messi subito nelle
mani della magistratura perché vogliamo che si fac-
che stava un fascicolo. Si
cerca di capire le
dia, poco dopo mezzogior-
no: una donna sulla cin-
che separa il reparto dal cor-
ridoio, ed infine entra in
davanti a decine di persone
in attesa che, terrorizzate,
cia chiarezza - prosegue la sorella della bimba -
.Operare un’ernia ombelicale è quasi come estirpare
curando concause che
hanno portato alla
quantina aveva accompa-
gnato intorno alle undici la
contatto con alcuni degli
infermieri. Volano insulti, A sedare la zuffa
hanno immediatamente sol-
lecitato polizia e carabinieri.
un’unghia incarnita, non si può morire per questo. Il
lavoro del medico, purtroppo, è diventato un mestie-
la piccola morte la bambina figlia che avrebbe dovuto calci, pugni. Per sedare la sono intervenuti Fortunatamente il tempesti- re a tutti gli effetti, mentre un tempo ci voleva la
di Aversa. Sembra sottoporsi all’intervento, ma rissa intervengono le guar- vo intervento dei vigilantes vocazione per farlo. Se di errore medico si è trattato,
i vigilantes
è scoppiato assurdo morire a
quattro anni a
un’ora dopo aver ritirato
l’impegnativa scopre che
die giurate della Security
Service, le quali riescono a del San Paolo
del nosocomio è riuscito a
scongiurare il peggio.
vogliamo che venga fatta giustizia”.

in lacrime seguito di arresto


cardiocircolatorio
per un intervento di LA VISITA
routine, e allora si scava per accertare le even-
tuali responsabilità del decesso. Forse una dose
elevata di anestetico, oppure una complicazio-
ne improvvisa potrebbero essere stati determi-
nanti nello stroncare la vita di Ayo. Il padre,
Mobo Okesola, che vive ad Aversa, e la cop-
pia di coniugi Balestrieri, che da circa tre anni
Sepe incontra i docenti del ‘Polo della vita’
si prendeva cura di lei, sono in stato di forte
shock, denunciano che la bimba, dopo essere
L’incontro promosso dal vicariato della cultura punta alla collaborazione tra Chiesa e Università
uscita dalla sala operatoria, respirava a fatica e NAPOLI (rc) - E’ atteso stamattina Veterinaria, Luigi Zicarelli per loro formazione che comincia sui donna rumena. Oltre alla ‘Casa di


sarebbe stata trasportata da una stanza all’altra alle ore 12 e 30 il cardinale Cre- Agraria. A seguire, per l’appunto, banchi scolastici ed universitari. Ma Tonia’ vi è anche il progetto ‘Aiuta-
senza tenere conto del grave stato in cui si tro- scenzio Sepe. Sarà presso l’aula l’intervento del vescovo di Napoli. l’arcivescovo di Napoli è vicino a mi a crescere’, destinato all’adozio-
vava. Quando Anselmo Balestrieri, il papà magna del Secondo Policlinico, in L’incontro, promosso dal Vicariato questo dibattito anche con altre ini- ne di vicinanza di 650 bambini disa-
“affidatario” ha fatto notare le sue condizioni via Pansini, con il rettore della Fede- della cultura, presieduto da monsi- ziative. Si pensi a ‘Casa di Tonia’, il giati della diocesi di Napoli attraver-
agli infermieri era già fredda. “È tutto sotto rico II Guido Trombetti e i docenti gnor Adolfo Russo e dal responsa- centro d’accoglienza per mamme so la fornitura di generi di prima
controllo” la risposta secca del personale para- delle cinque Facoltà che rientrano Crescenzio bile diocesano don Gaetano Di prive di risorse, nato per suo volere. necessità, o il ‘Fondo Spes’, micro-
medico. Meno di un’ora dopo la piccola Ayo nel Polo delle Scienze della vita: Sepe Palma, si inquadra nel progetto cul- Una struttura che ospita chi ha scelto credito per il lavoro che ha già ero-
era già morta. Se si è trattato di errori commes- Medicina, Farmacia, Biotecnologia, turale della Cei e punta a realizzare la maternità rimanendo sola con il gato oltre 200mila euro a sostegno
si dai camici bianchi, verrà stabilito ad ogni Veterinaria, Agraria. All’incontro, Il progetto una concreta esperienza di collabo- proprio figlio. Tonia è Tonia Accar- di disoccupati che hanno voluto
modo oggi, con i risultati dell’esame autoptico quindi, moderato da Luciano razione tra Chiesa e Università do la giovane mamma coraggio che intraprendere un’attività imprendito-
predisposto dal magistrato di turno. Lo spettro Mayol, presidente del Polo, inter- Si inquadra creando delle sinergie per dare si negò le cure contro il cancro per riale. E domani Sepe verrà accolto
di un altro caso di malasanità in Campania verranno Giovanni Persico (preside nel programma risposte agli interrogativi del mondo portare a termine la gravidanza e nell’aula magna del Secondo Poli-
aleggia in queste ore sul reparto di pediatria del che ha ‘ospitato’ l’incontro) per giovanile. Si rinnova, dunque, l’in- dare alla luce la sua bambina. Pro- clinico, in via Pansini, dal rettore
Nuovo Policlinico: la piccola di Aversa potreb- Medicina, Giuseppe Cirino per della Cei tento del cardinale Sepe di promuo- prio a fine marzo ha battezzato il della Federico II e dai ocenti delle
be essere un’altra vittima innocente di una Farmacia, Gennaro Marino per rivolto ai giovani vere e sostenere il tema della ‘vita’. primo nato della ‘Casa’. Si chiama cinque Facoltà che rientrano nel
disattenzione imperdonabile. Biotecnologia, Paolo Masi per A partire dai giovani, quindi dalla Emanuele, nato da una giovane Polo delle Scienze della vita.
6 Venerdì 23 Aprile 2010
Napoli CRONACHE di NAPOLI

CONSIGLIO
COMUNALE
Il centrosinistra riesce
a mantenere fino alla fine
della seduta il numero legale
Iervolino soddisfatta

di Ciro Crescentini Il sindaco


NAPOLI - Prove di accordo bipartisan
e di collaborazione istituzionale tra la
“Un’ottima giornata. Il sostegno non è
giunta Iervolino e l’opposizione di
centrodestra sul bilancio previsionale
mai mancato. Ma va dato atto anche
2010. E’ stata rinviata al prossimo della correttezza della minoranza”
lunedì la seduta del parlamento cittadi-
no per l’approvazione del
documento contabile. Mag-
gioranza e opposizione
dovrebbero trovare un’intesa
Prove di intesa tra maggioranza e opposizione sul maxiemendamento e gli ordini del giorno dell’Aula

Accordo bipartisan sul Bilancio 2010


sul maxiemendamento, sulle
mozioni di accompagnamen-
to e gli ordini del giorno. Ieri
pomeriggio, al termine della
riunione del parlamento citta-
dino, il sindaco si mostrava
soddisfatta. “Un’ottima gior-
nata. La maggioranza ha
tenuto perfettamente - ha
detto Rosetta - Ci sono state
varie verifiche del numero
legale che non è mancato
Rinviato a lunedì il voto finale sul documento contabile di Palazzo San Giacomo
nemmeno nei momenti cruciali”. La
fascia tricolore lancia segnali distensivi alcune cose”. Risultano efficaci alcuni
all’opposizione. “Va dato atto anche emendamenti. I consiglieri dell’Udc LA MANOVRA Sollevata la questione degli emolumenti dovuti ai creditori sanciti dal Tribunale di Napoli
all’opposizione - ha aggiunto - di non Federico Alvino, Roberto De Masi,
aver avuto toni rissosi, ma corretti, cri-
tici e propositivi”. L’opposizione e i
consiglieri della maggioranza hanno
presentato 320 ordini del giorno, 128
emendamenti e una mozione di
Fabio Benincasa e Rosario Giudice
hanno presentato un ordine del giorno
che invita la giunta comunale ad attua-
re una radicale riforma delle aziende
partecipate comunali. Il capogruppo
Interessi sul dissesto, l’opposizione chiede conto
accompagnamento alle varie delibere
che costituiscono il documento finan-
dell’Udeur Ciro Monaco ha presenta-
to un emendamento che impegna la
NAPOLI (c.cresc.) - Ieri in consi-
glio comunale, l’opposizione di cen-
tro destra ha sollevato la questione
La sentenza della Corte di Cassazione poltrone”. “Nella discussione -
aggiunge - non c’é stato alcun cenno
agli indicatori economici e sociali
ziario comunale. Oggi si riunirà la giunta a concedere riduzione sulla
commissione Bilancio per verificare gli Tarsu alle famiglie partenopee indigen- degli interessi dovuti ai creditori del Vorremmo sapere quante richieste deve pagare l’Iva allo Stato. Eppure, paurosamente precipitati in questi
ordini del giorno e gli emendamenti da ti. Il consigliere del Pd Emilio Di Mar- dissesto. Puntuale e ricca di dati la sono arrivate e in giudizi in corso”. l’ente di piazza Municipio ha speso anni, non si è fatto cenno alle inno-
portare in aula e possibilmente da zio ha presentato una mozione sulla relazione del capogruppo del Pdl, E a quanto pare, il Comune è soc- fior di quattrini per farsi difendere. vazioni nella gestione degli enti loca-
approvare all’unanimità. Il sindaco è valorizzazione del centro storico e dei Carlo Lamura. “La Corte di Cassa- combente, ha perso molte cause in “Le soccombenze del Comune hanno li, né alle vere e proprie rivoluzioni
convinto che si troverà un’intesa. Tra decumani, tra cui l’illuminazione a zione con la sentenza numero 2095 tribunale. “Queste passività e gli giovato solo all’avvocato Amatucci, introdotte dal federalismo fiscale o
l’altro, stando ad alcune indiscrezioni, giorno della zona, un sistema di bici- del 2008 ha sancito che il Comune di innumerevoli giudizi ad ogni titolo, incaricato alla difesa, al quale sono dal ministro Brunetta. La sensazione
Rosetta avrebbe contattato alcuni capi- clette a noleggio gratuito, l’apertura dei Napoli deve elargire ai creditori gli porteranno l’ente ad un nuovo disse- stati corrisposti 298 mila euro - evi- è che questi dieci anni si spengano
gruppo del centro e della destra incas- parchi fino a notte nei periodi estivi, la interessi ricadenti nel dissesto finan- sto” - aggiunge Lamura. Quanti e denzia Lamura - Non si poteva affi- quasi per consunzione”. Il consiglie-
sando la ‘collaborazione istituzionale’. creazione di cancellate di protezione ziario - ha sottolineato Lamura - quali giudizi e relativi importi sono dare la delega agli avvocati del re dell’Udc Roberto De Masi ha
“In commissione domani (oggi per chi per i monumenti importanti. Infine, pendenti davanti al Tribunale di Comune?”. Sul bilancio di previsio- sottolineato che “il governo cittadino
legge, ndr) ci sarà un lavoro di com- l’opposizione di centro destra e la sini- Napoli? “Così come non si com- ne si è soffermato il consigliere del ha liquidato la linea di rigore e di
pattamento degli ordini del giorno pre- stra radicale ottengono un primo risul- prende il mancato riconoscimento Pdl Salvatore Varriale. “Invece di trasparenza nelle partecipate comu-
sentati dall’opposizione - ha rilevato il tato positivo sulle procedure concor- dei debiti fuori bilancio relativi alla essere l’occasione per fare una valu- nali promossa dall’ex assessore Ric-
Iervolino - anche perché in una marea suali per le progressioni verticali dei rettifica delle dichiarazioni Iva dal tazione politica di questi dieci anni, cardo Realfonzo. Il governo cittadi-
di emendamenti e ordini del giorno si dipendenti del comune di Napoli. Sono 1986 al 1991, oltre undici milioni di la giunta Iervolino si è limitata a no è giunto al capolinea, ha creato
perde tutto”. Ma il primo cittadino è state rinviate alla prima decade di euro - dice Lamura - il Comune di produrre atto ragionieristico, orien- tanti danni. Meglio lo scioglimento
convinto che si troverà una soluzione luglio le prove selettive per permettere Napoli ha perso i contenziosi nei due tato a far quadrare con invenzioni anticipato del consiglio comunale e
condivisa quando sostiene che “è ai dipendenti partecipanti al concorso gradi di giudizio presso la commis- creative entrate ed uscite per andare la nomina di un commissario prefet-
meglio concentrarsi su alcuni problemi interno di poter meglio approfondire le sione tributaria regionale”. Quindi alle prossime elezioni senza perdere tizio”.
reali per dare maggiore rilievo ad materie che saranno oggetto di esame.

IL QUARTIERE Il celebre mercato del centro storico alle prese con smog, rifiuti e un ospedale che forse dovrebbe essere in un altro posto L’annuncio dell’assessore alle Risorse

Saggese: il Comune costituirà


Degrado alla Pignasecca, i cittadini protestano
NAPOLI (loredana lerose) - evitare di farsi investire dai cazione che, partendo dai disa- come la discesa Pasquale paletti servirebbero ad evitare
una nuova società per i rifiuti
NAPOLI (c.c.) - Il comune di Napoli costituirà
una nuova società per lo spazzamento. Lo ha
Degrado e disagi alla Pigna- motorini, dalle macchine o gi dei cittadini della Pignasec- Scura e vicoli limitrofi, che che la gente uscendo dai palaz- confermato l’assessore alle risorse strategiche
secca, i cittadini ne chiedono dalle ambulanze che transitano ca, ha trovato accoglimento in mostrano un’immagine più zi venga investita da auto o Michele Saggese. “E’ un’iniziativa per miglio-
la riqualificazione. Il quartiere da e per raggiungere l’ospeda- Raffaele Mazzocca, consiglie- pulita grazie alla raccolta dei motorini considerando la lar- rare il servizio comunale - spiega Saggese -
storico, al centro di Napoli, è le Pellegrini. Un piccolo infer- re della II Municipalità, il rifiuti “porta a porta”, ma ghezza ridotta delle strade. “I puntiamo alla costituzione di una nuova
l’emblema delle emergenze no che vede completare il suo quale si è fatto promotore di restano ancora privi di paletti cittadini - ha raccontato Maz- azienda, che possa tenere la città pulita e dare
che quotidianamente affliggo- quadro con l’immondizia tale progetto esponendolo, tra parapedonali. Un progetto zocca - sono in difficoltà e ai cittadini ciò che finora non e’ stato dato in
no la vita cittadina. Una zona abbandonata in alcuni angoli e gli altri, all’assessore alla via- relativo a tale problema è stato riqualificando l’area e limi- maniera perfetta”. La società totalmente parte-
mercatale in cui tutti i giorni il dissesto della strada piena di bilità, Agostino Nuzzolo. approvato da tempo ma, per tando l’accesso alle auto cipata Asìa, spiega, “resta assolutamente nella
negozi e decine di bancarelle buche e marciapiedi intransita- Nella zona, in realtà, alcuni mancanza di fondi, sembra, il all’interno della Pignasecca si proprietà del Comune di Napoli. Poi vedremo
svolgono la propria attività di bili. Tutti problemi risolvibili interventi hanno portato al Comune ancora non abbia fronteggerebbero diversi pro- se dovrà passare alla Provincia. Se così fosse,
vendita, dal vestiario al pesce con un intervento di riqualifi- miglioramento di alcune strade provveduto ad impiantarli. Tali blemi. Ci sarebbe maggiore come pare, per noi ci sarà il rammarico di per-
alla frutta, non c’è prodotto igiene per quanto riguarda dere un pezzo del ciclo integrato dei rifiuti”.
che non si trovi. Niente di stra- l’area mercatale, i cibi sareb- Secondo alcune indiscrezioni raccolte da ‘Cro-
no se non fosse per le tante bero più sani e, precludendo la nache di Napoli’, l’Asìa,
problematiche che ne deriva- zona al traffico non avremmo una volta passata alla Pro-
no. Diverse sono le vie acces- neanche il problema dei par- vincia, dovrà assumere nei
sibili al traffico che, confluen- cheggi casuali. Per quanto propri organici circa cento
do all’interno del quartiere, riguarda le ambulanze -ha così lavoratori dipendenti di Ene-
rilasciano nell’aria fattori concluso il consigliere- ci sono rambiente, un’azienda
inquinanti a cui vengono, pun- altre strade percorribili ma subappaltatrice che gestisce
tualmente, esposti i cibi. I meno transitate di questa. Un il servizio d’igiene in città.
pedoni devono farsi largo tra progetto più semplice di quan- secondo il consigliere comu-
le bancarelle e gli scatoloni to sembri, in favore dei cittadi- nale del Pdl Ciro
che i commercianti pongono ni che lo hanno richiesto, per Signoriello, la società Ene-
sui marciapiedi, limitando lo una riqualificazione che non rambiente è sull’orlo del dis-
spazio su cui camminare, ed costerebbe neanche molto”. sesto economico-finanziario
perché vanta circa 5 milioni di euro dall’Asìa.
Altre voci sostengono che circa 50 operatori
dipendenti di un’associazione temporanea di
LA 36ENNE RAPPRESENTANTE DELL’UGL GUIDERA’ LA COMMISSIONE CONSILIARE DI SANTA MARIA LA NOVA imprese guidata dal Wwf che si occupa della
raccolta differenziata saranno assunti nella

Provincia, la Poggi presidente delle Pari opportunità


NAPOLI (l.l.) - Paola Poggi, sala Mariella Cirillo di palazzo dono parte di diritto. “Desidero piace rilevare - ha aggiunto - missione sono la promozione e
nuova società per lo spazzamento. Saggese si è
soffermato sull’aumento della Tarsu. “Il calco-
lo alla base del quale c’è stato l’aumento è
ancora oscuro”. Così l’assessore alle Risorse
strategiche del Comune di Napoli Michele
36 anni, rappresentante dell’U- Matteotti alla quale hanno par- rivolgere, a nome di tutto il che, come ulteriore segno di la realizzazione di Pari Oppor- Saggese rispetto l’aumento dei costi del ciclo
gl, è stata eletta presidente della tecipato, oltre alle componenti Consiglio - ha affermato Rispo- discontinuità rispetto alle pas- tunità tra uomo e donna nell’e- integrato dei rifiuti per i comuni decretato dal-
commissione per le Pari oppor- dell’organismo, il presidente li a margine della seduta - alla sate amministrazioni, in questo ducazione e nella formazione,
l’amministrazione provinciale partenopea. “La
Provincia di Napoli, che ha previsto l’aumen-
tunità della Provincia di Napoli; del Consiglio Provinciale, Commissione così insediata ed caso le componenti della Com- nella cultura e nei comporta- to, non ci ha specificato le ragioni nè gli ele-
vicepresidente è stata eletta Ila- Luigi Rispoli, che ha diretto i alla neoeletta presidente gli missione abbiano voluto sce- menti, nella partecipazione alla menti alla base del calcolo. Quindi è un dato
ria Lucia Perrelli, indicata lavori fino all’elezione della auguri per un proficuo lavoro, gliere, come vicepresidente, vita politica, sociale ed econo- che dobbiamo prendere per buono, in quanto
nella Commissione quale rap- Poggi, e le Consigliere Serena affinchè si possa contribuire un’esponente indicata da un mica, nelle istituzioni, nella vita decreto del presidente della Provincia”, spiega.
presentante del Partito demo- Albano (Pdl), Elisabetta all’effettiva attuazione dei prin- Gruppo di minoranza, così da familiare e professionale e per Sull’ipotesi di un ricorso al Tar, “la mia posi-
cratico. L’elezione è avvenuta Gambardella (Pd), Maria cipi di uguaglianza e di parità garantire rappresentanza a rimuovere gli ostacoli che, di zione assolutamente personale - chiarisce Sag-
nel corso della prima seduta, Caterina Pace (IdV) e Patri- tra i cittadini sanciti dall’arti- tutte le forze presenti nell’orga- fatto, impediscono la piena gese - è che andrebbe fatto”.
tenutasi ieri pomeriggio nella zia Sannino (Pd), che vi pren- colo 3 della Costituzione. Mi nismo”. Le finalità della Com- parità di lavoro e nel lavoro.
CRONACHE di NAPOLI
Napoli Venerdì 23 Aprile 2010
7
I CONTI Incarichi di consulenza e collaborazione affidati a esterni
DELLA POLITICA
Area ecologia,
90.000,00 € 150.000,00 €
Compenso previsto lordo per l’intera durata dell’incarico Compenso previsto lordo per l’intera durata
tutela
dell’ambiente, dell’incarico
ciclo integrato Data di inizio incarico: 01-02-2010
Martusciello critica Data di fine incarico: 31-01-2013 Data di inizio incarico: 01-02-2010
delle acque,
gli ultimi provvedimenti protezione civile Data di fine incarico: 31-01-2013
dall’amministrazione Consulenti: Anna Cilio, Corinna Di Napoli, Michele Salegna,
Salvatore Schiano Lo Moriello, Massimo Tedesco,
Settore tutela Leda Rossetti, Paolo Discetti, Carmela Anna Gan- Consulenti: Teresa Alaia,
Bassolino dell’ambiente, zerli, Concetta Vaccaro, Emanuela De Rosa, Alice Giuseppe Luongo
disinquinamento Palestino, Luigi Gelli
grafica:
CRONACHE di NAPOLI

Il vicecoordinatore regionale chiede che l’Avvocatura verifichi la possibilità di annullare l’assegnazione

Consulenze d’oro, il Pdl: revocatele


Affidati dodici incarichi da 90mila euro e due da 150mila fino al 2013
NAPOLI (ic) - Hanno tredici consulenze la cui da con la proclamazione ‘SCINTILLE’
iniziato a spulciare gli decorrenza è primo feb- degli eletti, la qual cosa
atti e hanno trovato gli braio 2010 - 31 gennaio consentirà al presidente, La direzione nazionale a Roma è finita a panni in faccia tra Berlusconi e Fini
incarichi affidati nell’ul- 2013 per un impegno di Stefano Caldoro, di
tima fase dell’ammini- spesa di un milione e effettuare con la nomina
strazione Bassolino:
dodici contratti da
90mila euro e due da
centocinquantamila euro.
La scoperta è del vice-
ottantamila euro”. Il ter-
mine dell’incarico ai
professionisti scelti dal
centrosinistra comprende
anche i primi due anni
della giunta e quindi
contribuire alle valuta-
zioni avanzate da Martu-
sciello intervenendo per-
sonalmente nella revoca
Lite nel partito, Caldoro in stand by
NAPOLI (pe.pa.) - E’ finita a deciso negli organi di partito. Noi
coordinatore regionale della futura amministra- di taluni atti. Il neo IL DIVORZIO panni in faccia la direzione del Pdl ci atterremo a quanto deciso, ma
del Pdl, Fulvio Martu- zione Caldoro, ed è que- governatore ieri ha parte- ieri nella Capitale. Un divorzio san- la minoranza deve essere rispetta-
sciello (nella foto), che sta la cosa che non è cipato alla conferenza cito nei fatti, tra Gianfranco Fini e ta come in tutti i partiti democrati-
chiede di “fare ogni andata giù al Pdl. “Un delle Regioni dopo il Silvio Berlusconi, più che sulla ci”. Un principio, ovviamente,
valutazione con l’avvo- impegno contrattuale voto amministrativo di carta. Il comunicato diffuso al ter- valido a tutte le latitudini, Caldoro
per la nuova primavera. Federalismo mine della rovente riunione è risul- avvisato. Il neo governatore, già
giunta che demaniale ed edilizia Le giunte ha dimostrato alla direzione del
tato ‘morbido’, tanto da lasciare alle prese con il difficile quadro dei Pdl - ha spiegato - ad alimentare in
sarebbe venuta scolastica gli argomenti La conta interna ampi spazi a interpretazioni e conti dell’ente di Palazzo Santa
da lì a un sul tappeto. Alla riunio- Italia e naturalmente anche a livel-
è iniziata da immaginazioni. Ma la sostanza Lucia e in attesa di ricevere diretti- lo periferico gruppi di opinione
mese. Mi chie- ne hanno partecipato tempo ed è dice che, a meno di clamorosi passi ve da Roma, per il momento non che sicuramente serviranno al Pdl,
do se questo anche i neo eletti Gianni destinata a com- indietro da parte di uno dei due pro- può far altro che registrare i segnali che fino ad oggi è stato uno straor-
sia il modo Chiodi, presidente del- promwettere la tagonisti, il rapporto non certo rassicu- dinario cartello elettorale, a diven-
migliore per l’Abruzzo, e Giuseppe composizione sia ormai arrivato al ranti provenienti tare un partito che appoggi e
spendere le Scoppelliti, alla guida delle sqaudre di capolinea. La conta Il carfagniano Diodato avverte dalle fazioni in migliori l’attività del Presidente
risorse del Por della Regione Calabria, interna è già iniziata lotta nel partito.
Fesr 2007- che in mattinata sono
governo delle
regioni appena da tempo. Ed è
il presidente: “E’ il caso “Sanità, ambiente,
Berlusconi e del governo
nazionale”. Sulla stessa lunghezza
2013”, conclu-
de Martusciel-
andati all’appuntamento
della direzione nazionale
conquistate dal destinata a compro- si trovi il modo di mettere lavoro, bilancio, d’onda anche Salvatore Varriale ,
centrodestra. E mettere, nelle regio- rappresentano - ha il quale ex An non è, ma che
lo. L’insedia- del Pdl. In via Parigi a la Campania ni appena conqui- a lavorare la maggioranza” fatto sapere ad comunque ha manifestato apprez-
mento, lontano Roma, sede della confe- non fa eccezio- state dal centrode- esempio il carfania- zamento per le parole del presiden-
da venire, non renza delle Regioni, si ne. I finiani con stra escluse quelle andate ai leghi- no Pietro Diodato - il fiato sul te di Montecitorio, rimarcandone
frena i consi- sono visti anche i presi- Italo Bocchino sti, ripercussioni nella composizio- collo costante per la coalizione di proprio il passaggio sulla democra-
glieri regionali denti Renata Polverini sono stati chiari: ne delle squadre di governo. E la centrodestra, fin dai primi giorni. zia interna. “Mi auguro - ha detto -
catura regionale per dall’approfondire soprat- (Lazio), Roberto Cota “Tutto quello Campania non fa eccezione. La E’ il caso che si trovi un modo per che l’intervento di Fini e l’annun-
verificare la possibilità tutto i conti dell’Ente e (Piemonte), Luca Zaia che è scritto minoranza del partito, finchè mettere al lavoro, da subito la cio della stagione dei congressi
di revoca di impegni, la le spese effettuate da chi (Veneto) e Catiuscia nelò programma resterà dentro la casa coniugale, maggioranza alla regione Campa- locali aprano una nuova fase che
cui utilità è tutta da li ha preceduti. C’è da Marini (Umbria). Non per noi è Vange- non mancherà di rivendicare le sue nia”. Insomma, diamoci una trasformi il Pdl dall’efficace car-
dimostrare”. Si tratta di credere che l’attività di e’ stato proclamato uffi- lo. Ci atterremo prerogative a tutti i livelli. Il delfino mossa, basta titubanze. Bello a tello elettorale che è stato finora in
tredici contratti con sca- controllo del centrode- cialmente dalla Corte a quanto deciso, del presidente della Camera, Italo dirsi. Sul fronte opposto si salutano un grande partito plurale”. Mai
denza al 2013 varati due stra proseguirà nei giorni d’Appello il presidente ma la miniranza Bocchino, (a destra nella foto con i congressi locali come la vera come in questo momento, dunque,
mesi fa. Vale a dire “in prossimi e sarà continua- della Puglia Vendola. deve essere La Russa), riferimento in riva al nascita del partito e fino a quella la mancata proclamazione degli
piena campagna eletto- mente motivo di scontro Per l’elezione del nuovo rispettata come golfo dei finiani, è stato chiaro. data è bene non trascurare le voci eletti da parte della Corte d’Appel-
rale” quando “la giunta con gli ex inquilini di presidente dei governa- “Tutto quello che è scritto nel pro- del dissenso che è una ricchezza, lo di Napoli, giunge opportuna per
in tutti i partiti gramma di governo per noi è Van- come ha affermato l’europarla-
regionale attraverso l’a- Palazzo Santa Lucia. tori bisognerà aspettare democratrici”. il presidente. Qualche giorno anco-
rea ecologia e tutela del- Intanto si attende che la presumibilmente la gelo - ha precisato - Quello che non mentare Enzo Rivellini. “Credo ra per sperare che le nubi gonfie di
l’ambiente ha affidato Corte di Appello proce- seconda metà di maggio. è scritto deve essere discusso e poi che Gianfranco Fini, riesca come pioggia si diradino.

IL LEADER ‘INTRAMONTABILE’ ‘CEMENTO ABUSIVO’


Alla Stazione Marittima prima la difesa della propria stagione, poi l’offensiva al partito Le proteste dgli ambientalisti, Buonomo: “Chi vince le elezioni paga dazio”
L’ex governatore riunisce i suoi e tuona: Il Cdm vota per lo stop alle demolizioni
poco serio riflettere sull’antibassolinismo L’Anci regionale: il Governo ci ripensi
NAPOLI (giuseppe palmieri) - stra si è voluta dimostrare molta Madre, cercato di portare la nostra NAPOLI (al.mancini) - Oggi il regole e in linea con la Costitu- proprio l’abusivismo edilizio”. E
“Usciamo dalle istituzioni cosi come discontinuità rispetto alla gestione terra fuori dai luoghi comuni e dal consiglio dei ministri sancirà lo zione e l’ordinamento. L’Anci ha non è tutto. “Il cemento armato,
ci siamo entrati: lindi e puliti”. Anto- Bassolino: “L’antibassolinismo non è populismo che ne tarpa le ali. Nell’e- stop malle demolizioni dei manu- proposte da sottoporre al con- le speculazioni edilizie, l’intera
nio Bassolino tuona e riparte. L’ex una riflessione seria - ha dichiarato mergenza rifiuti ho sbagliato anche io, fatti abusivi nella regiona Campa- fronto”. L’iniziativa dell’esecuti- industria illegale dell’abusivi-
Governatore della Regione Campania l’ex Governatore davanti ad una sala ma mi sono preso responsabilità nia. Il centrodestra si appresta a vo non ha mancato di suscitare smo edilizio - ha proseguito l’e-
ha incontrato gremita - cambiare tutto non è uno anche del Governo e di persone che pagare le canbiali in scadenza vibrate proteste da parte degli sponenete
giornalisti e slogan che fa capire che vogliamo invece sono fuggite. Abbiamo subito contratte in campagna elettorale, ambientalisti. “Chi vince le ele- ambientalista
sostenitori alla costruire il futuro. Due sconfitte elet- un feroce attacco mediatico dal fronte anche a costo di provocare danni zioni paga dazio, ma chi chiede -rappresenta
Stazione Marit- torali credo bastino a capire che opposto, che è stato aggravato da un ingenti al territorio. Di questo oggi il blocco delle demolizioni uno dei prin-
tima ieri pome- andare contro noi stessi non è la stra- fuoco amico folle e suicida”. Lo sono convinti i sindaci dei comu- non pianga domani lacrime di cipali volani
riggio facendo tegia giusta. Dobbiamo fare opposi- sguardo dell’ex Governatore volge al ni campani. “Il Governo e il pre- coccodrillo” ha sottolineato in un dell’impren-
il punto sulla zione vera alla Provincia, dove c’è futuro: “Guardando indietro il grande sidente Caldoro ci ripensino - ha comunicato, Michele Buonomo, d i t o r i a
sua ammini- una amministrazione vergognosa, che errore è stato non aprire l’Ulivo a affermato in una nota il presiden- presidente di Legambiente Cam- camorristica.
strazione prima condona incredibili abusi edilizi”. forze nuove. Ora il governo è nelle te dell’Anci regionale, Nino pania, in merito al blocco degli Speculazioni
comunale, poi L’intervento di Bassolino è stato inci- mani della Lega ed attua una politica Daniele (nella foto)- Il decreto abbattimenti fino al 2011. “In ed abusivi-
regionale, degli sivo, ha ringraziato gli assessori e i del tutto nordista, non ascoltando le annunciato per bloccare le demo- Campania, in questo decennio, smo - ha
ultimi sedici collaboratori che lo hanno sostenuto in istanze del Mezzogiorno. Non serve lizioni costituisce un pericoloso abusivismo ha voluto dire la rea- incalzato
anni. “Non ci questi anni, ed ha voluto dare il suo un partito del Sud, ma c’è bisogno di precedente e nel contempo non lizzazione di circa 60 mila case, Buonomo -
aspettavamo di punto di osservazione di alcune spino- dare spazio e coesione alle nuove risolve il problema ma lo rin- una media di 6000 all’anno, 500 hanno da un
via’’. L’allarme di Daniele trova al mese, 16 al giorno. Un affare lato depredato il territorio e dal-
governare cosi tanto a lungo - ha se questioni che hanno portato a gran- risorse che vogliono impegnarsi e alimento dalle aspettative che un gestito da ben 64 clan, il ‘gotha l’altro sono serviti a riciclare
esordito Bassolino - solo nelle vere di divisioni nel centrosinistra: “Noi smuovere le acque. Personalmente tale provvedimento inevitabil- del cemento’, che ha sviluppato una enorme quantita’ di soldi di
regioni ‘rosse’ le amministrazioni di abbiamo portato la bella stagione a quattro volte mi sono candidato e ho mente creerà nei cittadini. “Si una imprenditoria complessa, che frutto di attività illecite. Le
sinistra sono durate più a lungo. La Napoli ed in Campania. Con tempe- sempre vinto aumentando il mio con- suscitano illusioni ed attese che attraverso i mattoni ha voluto numerose inchieste dell’ultimo
Campania non è un territorio storica- ste, certo, ma anche con tanto rinno- senso, non dando soddisfazione né ai andranno deluse, a quel punto riaffermare il controllo del terri- anno dimostrano che i rilevanti
mente di sinistra, infatti quando vin- vamento. La cultura è passata dall’ul- miei avversari, né ad alcune persone rialimentando più acute tensioni torio - ha sottolineato Buonomo - interessi economici hanno porta-
cemmo le elezioni la Regione era timo al primo posto dell’agenda istitu- interne al centrosinistra. Le belle sta- sociali - ha aggiunto l’ex primo Inoltre ben il 67% dei comuni to la criminalità organizzata di
‘nera’, nelle mani di quel galantuomo zionale. Abbiamo restaurato il San gioni possono tornare e starò al fian- cittadino di Ercolano - Si apra un campani sciolti per infiltrazione fatto a ‘governare’ in campo
di Antonio Rastrelli”. Nelle ultime Carlo, con un investimento di 65 co delle forze fresche che vorranno confronto rapido e concludente mafiosa dal 1991 ad oggi hanno urbanistico molti comuni del-
due campagne elettorali nel centrosini- milioni di euro, creato il Pan, il rimboccarsi le maniche”. per una soluzione rispettosa delle tra le motivazioni di scioglimento l’hinterland partenopeo”.
8 Venerdì 23 Aprile 2010
Napoli CRONACHE di NAPOLI

L’ORO BLU Il primo cittadino si schiera apertamente per la gestione pubblica delle risorse idriche

PER TUTTI Il sindaco: aderisco senza tentennamenti all’iniziativa


A disposizione dei cittadini NAPOLI (c.cresc.) -
Partirà domani la rac-
“Firmeranno tutti, ho riscontrato tanta sensibilità sulla que-
stione dell’acqua da parte di tutte le forze politiche napoleta-
capigruppo di tutte le forze politiche attivino le opportune ini-
ziative. La Giunta è favorevole, nei prossimi giorni attueremo
in questo fine settimana colta firme del Forum
Italiano dei Movimenti
ne di maggioranza e di opposizione”.
Il Comitato per l’Acqua Pubblica di Napoli chiede al
la delibera del 30 luglio 2009 che sancisce tariffe agevolate
per i redditi più bassi e l’istituzione del minimo vitale idrico e
decine di banchetti per l’Acqua contro la
privatizzazione dei ser-
Comune di impegnarsi per avviare subito un percorso
per la ripubblicizzazione dell’acqua..
la gestione del servizio idrico integrato venga affidata ad un
ente di Diritto Pubblico”.
nelle piazze cittadine vizi idrici. Il sindaco di Napoli Rosa Russo Iervolino ufficia-
lizza la sua adesione. “Firmerò senza tentennamenti. Rivolgo
“Siamo disponibili ad incontrare i movimenti contro la priva-
tizzazione, la giunta comunale di Napoli, le forze politiche
Saranno intraprese iniziative unitarie con la Regione?
“Formalizzerò nei prossimi giorni una richiesta per impu-
un appello a tutte le rappresentanze politiche, sociali, religio- della maggioranza e dell’opposizione sono tutte concordi nel gnare l’articolo 15 della legge Ronchi per incostituzionalità”.
In programma domani se, culturali, associative di Napoli a sostenere l’iniziativa gridare ad alta voce che l’acqua è vita, l’acqua è sacra, l’ac- Sono previsti cambiamenti negli organismi di gestione
alle 18 a piazza Dante referendaria per ottenere la sottrazione dell’acqua, bene pri- qua è diritto fondamentale umano”. delle società e dei consorzi idrici?
anche una manifestazione mario per la vita, la salute, l’equilibrio naturale, l’economia, E’ disponibile ad inserire nello statuto comunale il ricono- “Mi impegno a rivedere con provvedimento immediato, la
dei comitati civici da qualsiasi logica di mercato e di profitto e mantenerla nella scimento del servizio idrico integrato quale servizio pub- composizione dei delegati del Comune di Napoli in ATO2
gestione pubblica”. blico locale privo di rilevanza economica, in quanto servi- Napoli/Volturno, affinché alle posizioni di principio possano
Sindaco, firmeranno anche gli altri componenti della zio pubblico essenziale alla vita? seguire gli atti amministrativi necessari a trasformarle in
giunta e i consiglieri del Pd. “Siamo disponibili a modificare lo statuto. Mi auguro che i realtà”.

PRESENTATE SOLO 10 ISTANZE

Acqua, il referendum parte da Napoli Piano casa regionale,


Il capoluogo partenopeo è la prima città a mobilitarsi per la raccolta delle firme contro la privatizzazione
Ciro Crescentini favore dell’acqua pubblica si sato che andavano nella stessa blico che qualificano il servizio mo: ‘sorella acqua’. Questo
sportello unico disertato
NAPOLI (c.c.) - A un mese l’ambito del condono edilizio.
schierano anche gli esponenti direzione, quella di considerare idrico come strutturalmente e decreto - afferma Zanotelli - dalla messa in moto del Piano “Molte pratiche ad oggi non
NAPOLI - Via alla raccolta dell’opposizione di centro destra, l’acqua una merce e la sua funzionalmente “privo di rile- sarà pagato a caro prezzo dalle Casa regionale solo dieci sono state definite per le man-
delle firme per i tre referendum Carlo Lamura (Pdl), Ciro Var- gestione finalizzata a produrre vanza economica”, servizio di classi deboli di questo paese, istanze sono state presentate canze del Comune che non ha
per la tutela dell’acqua come riale (Udeur), Ciro Monaco profitti. Dal punto di vista nor- interesse generale e privo di pro- che, per l’aumento delle tariffe, allo Sportello Unico dell’Edi- trovato la soluzione sugli
bene comune e fermare la priva- (Udeur), Federico Alvino (Udc), mativo, l’approvazione dei tre fitti nella sua erogazione. Un troveranno sempre più difficile lizia nel Comune di Napoli. immobili che insistono su
tizzazione. Il Comitato Promoto- Ciro Signoriello (Pdl), Claudio quesiti rimanderà, per l’affida- appello è stato lanciato dal padre pagare le bollette dell’acqua. Non è ancora stato risolto il suoli vincolati” - ha detto
re dei referendum che raggruppa Renzullo (Pdl), Andrea Santo- mento del servizio idrico integra- comboniano Alex Zanotelli: Ma soprattutto, la privatizzazio- nodo degli oneri di urbanizza- Nonno. “Questa situazione
movimenti della società civile, ro (Pdl). I tre quesiti referendari to, al vigente articolo 114 del “Questi anni di impegno e di ne dell’acqua, sarà pagata dai zione e degli standard urbani- di incertezza e di vacatio - ha
Sinistra Ecologia e Libertà, vogliono abrogare la legge Decreto Legislativo n. 267 del sensibilizzazione sull’acqua, mi poveri del Sud del mondo con stici in relazione alla variazio- aggiunto - sta determinando
Federazione della Sinistra, Verdi approvata dall’attuale governo 2000. Tale articolo prevede il inducono ad affermare che milioni di morti di sete”. Il padre ne del rapporto con i volumi confusione tra i cittadini che
e Sinistra Critica ha deciso di far nel novembre 2009 e le norme ricorso alle aziende speciali o, in abbiamo ottenuto in Italia una comboniano evidenzia che “è degli edifici. La riduzione di non conoscono in concreto i
partire la raccolta di firme il 24 e approvate da altri governi in pas- ogni caso, ad enti di diritto pub- vittoria culturale, che ora deve criminale affidare alle multina- questi costi per incentivare la termini entro i quali pagare
il 25 aprile. A Napoli sono stati diventare politica - sottolinea zionali il bene più prezioso del- realizzazione degli interventi gli oneri dovuti alle richieste
organizzate decine di tavoli di Zanotelli - Questo è l’anno del- l’umanità, bene che andrà sem- da parte dei privati potrebbe di condono. E’ una situazione
raccolta firme e una manifesta- l’acqua, l’anno in cui noi italiani pre più scarseggiando, sia per i abbattersi infatti sui Comuni, che va sanata quanto prima
zione per domani dalle 18.00 a dobbiamo decidere se l’acqua cambiamenti climatici (sciogli- possibilità che gli enti locali, ed anche per questo motivo
Piazza Dante a cui parteciperan- sarà merce o diritto fondamenta- mento dei ghiacciai e dei nevai) con bilanci in crisi per la chiedo alla giunta di riaprirei
no numerosi esponenti dei comi- le umano. Il 19 novembre 2009, sia per l’incremento demografi- maggior parte dei casi, non termini per il pagamento
tati civici e delle realtà associati- il governo Berlusconi ha votato co. L’acqua è un diritto fonda- hanno accolto con favore. Il degli oneri di urbanizzazione.
ve, culturali e sindacali della la legge Ronchi, che privatizza i mentale umano - conclude Zano- consigliere comunale del Pdl Inoltre aspetto molto impor-
Campania nonché diversi contri- rubinetti d’Italia - dice Zanotelli telli - che deve essere gestito dai Marco Nonno ha presentato tante, la riapertura dei termi-
buti di artisti e musicisti. Il sinda- - È la sconfitta della politica, è la Comuni a totale capitale pubbli- un ordine del giorno per chie- ni - ha concluso - consenti-
co di Napoli Rosa Russo Iervo- vittoria dei potentati economico- co, che hanno da sempre il dove- dere all’amministrazione Ier- rebbe al Comune di rimpin-
lino e i componenti della giunta finanziari. È la vittoria del mer- re di garantirne la distribuzione volino la riapertura dei termi- guare le casse per i nuovi
comunale di Palazzo San Giaco- cato, la mercificazione della per tutti al costo più basso possi- ni di pagamento degli oneri di introiti che deriverebbero da
mo annunciano l’adesione. In ‘creatura’ più sacra che abbia- bile”. urbanizzazione dovuti nel- questa scelta”.
CRONACHE di NAPOLI
In primo piano Venerdì 23 Aprile 2010
9

Appalti truccati, blitz in Finmeccanica


Indagini su una gara da 33 milioni di euro per la realizzazione a Napoli di una mega banca dati della polizia
di Manuela Galletta canica, ndr)”. L’acquisizione di questa to le quattro sedi di Elsag Datamat (una nica (una a Roma e una a Napoli al Impianti Tecnologici; la sede romana fornendo la più ampia collaborazione
documentazione, scrivono i magistrati, a Roma, una a Genova, e due a Napoli, Centro Direzionale); la unica sede di Selex Comunication (del gruppo alle indagini”). Tutte le società interes-
NAPOLI - Il progetto era ambizioso: a è “indispensabile al fine dell’indivi- rispettivamente in via Comunale romana (legale e amministrativa) del- Finmeccanica); e la sede centrale della sate dalla perquisizione eseguita dagli
Capodimonte sarebbe dovuto sorgere il duazione di ulteriori elementi di Tavernola e in via Nuova Breccia); le l’Engineering Ingegneria Informatica; società Finmeccanica, situata a roma, uomini della Dia hanno preso parte alla
Centro elettronico nazionale (Cen) per prova”. Con questo incarico, gli uomi- due sedi della Vitrociset che opera nel- la sede romana di Cap Gemini Italia; la alla Piazza Monte Grappa (dal gruppo gara a licitazione privata incriminata,
la Polizia di Stato, un’infrastruttura che ni di Maurizio Vallone hanno perquisi- l'alta tecnologia informatica ed elettro- sede romana di Oit Organizzazione hanno fatto sapere che la “società sta ma la Selex si tirò fuori vista la presen-
avrebbe dovuto supporta- za di Elsag Datamat che è specializzata
re e gestire tutti i dati in Information technology. L’appalto
informatici degli archivi
elettronici della polizia di
Le perquisizioni per la realizzazione del Cen si inserisce
in un “piano sicurezza” più ampio che
Napoli e provincia. Fu il prevedeva a Napoli e in provincia la
ministero dell’Interno a Passate al setaccio due
realizzazione di impianti di sorveglian-
stabilirlo con il “piano società del gruppo Finmecca- za per le strade cittadini (anche su que-
sicurezza” varato nel nica, la stessa Finmeccanica sto fronte c’è un’inchiesta in corso che
2006. E la gara per indivi- ed altre 4 aziende che presero ha stretto l’obiettivo su tre gare andate
duare le imprese specia- parte alla gara d’appalto finita a buon fine) e di commissariati e caser-
lizzate nel settore che sotto i riflettori dei pm antimafia me dei carabinieri (nel mirino è già
avrebbero dovuto farsi Falcone, Filippelli e D’Onofrio finita la costruzione del commissariato
carico dei lavori venne (insieme nella foto in basso) di polizia dei Decumani).
pure bandita e aggiudica-
ta, solo che le opere - per
un ammontare di 33
milioni di euro - non sono
mai partite. A distanza di
quattro anni dalla firma
con la quale il Governo
dispose il lancio del pro-
getto, è scoppiato lo scan-
dalo. Uno scandalo giudi-
ziario.
Ieri mattina in mezza Ita-
lia gli uomini della Dire-
zione investigativa anti-
mafia di Napoli, guidati
dal vicequestore Mauri-
zio Vallone, hanno eseguito perquisi-
zioni in importanti gruppi imprendito- IL RACCONTO
riali, Finmeccanica inclusa, come
disposto dai pubblici ministeri antima- NAPOLI (maga) - Un’inchiesta ad Molise e che ha come figura centrale
fia Catello Maresca, Vincenzo D’O- ampio respiro, che non guarda solo alla Sotto i riflettori della magistratura tutte le opere inserite nel ‘piano sicurezza’ del 2006 Mario Mautone, ritenuto il perno di un
nofrio, Pierpaolo Filippelli e Raffael- nascita interrotta del Cen ma alle opere sistema politico-imprenditoriale in parte
lo Falcone (coordinati dal procuratore
aggiunto Rosario Cantelmo). Su quel-
la gara d’appalto per la realizzazione
del Cen c’è un’indagine in corso,
tutte che si sarebbero dovute realizzare
a Napoli e in provincia nell’ambito del
piano sicurezza varato dal ministero
dell’Interno nel 2006, come la costru-
Video-sorveglianza e ‘sistema’ Mautone, reso noto con il deposito di alcune infor-
mative della guardia di finanza nell’in-
chiesta sul “Global Service nella quale
rimasto coinvolto (è stato condannato
un’indagine per reati di associazione
per delinquere e turbativa d’asta, un’in-
dagine che punta ad accertare se -
come si ipotizza - ci sia stato un accor-
zione di caserme e commissariati e l'in-
stallazione di un sofisticato impianto di
video-sorveglianza per le strade del
capoluogo e dell’hinterland. Un’inchie-
le altre due grosse inchieste della procura con il rito abbreviato a due anni per
un’ipotesi di corruzione in concorso con
l’imprenditore Alfredo Romeo per aver
chiesto, e ottenuto, delle assunzioni

“ “
do a monte tra chi voleva metterci sta che corre parallela all’indagine su un presso le società dell’immobiliarista).
sopra le mani, e se il bando sia stato sistema politico-imprenditoriale che Di questo filone investi-
“cucito su misura”. Il registro degli avrebbe condizionato gativo, sino ad oggi, si
indagati non è vuoto, ma sui nomi - lavori importanti finan- conoscono pochi dati. Si
circa una decina - delle persone finite ziati con l’ok del Provve-
nel libro nero della magistratura inqui- ditorato alle Opere pub- LA FIGURA DI TARANTINI GLI ACCORDI DELLE DITTE sa che Cristiano Di Pie-
tro, figlio del leader di
rente partenopea vige il più stretto bliche in Campania e in
riserbo, ad eccezion fatta per quello di Molise. Sullo sfondo la
L’imprenditore pugliese L’uomo d’affari ha aiutato Idv Antonio, è indagato.
Si sa che sono indagati
Francesco Subbioni della Elsag e del
suo stretto collaboratore Guido Nasta
figura del giovane e ram- interrogato a ottobre gli inquirenti a leggere altri esponenti dei partiti,
pante imprenditore come il senatore IdV
(i loro nomi sono noti da tempo per via pugliese Gianpaolo dai pm dell’Antimafia i movimenti delle società Nello Di Nardo che,
dell’inchiesta sull’agente infedele della Tarantini, che tutt’Italia quando Di Pietro era
Dia, Giuseppe Valerio Savarese, che ricorda come l’uomo che GLI ALTRI LAVORI ministro alle Infrastrutture nell’ultimo
aveva rubato dal sistema informatico opere siano state assegnate a tavolino sarebbe poi diventata il terminale dei
procurava le escort per le feste organiz- attraverso un meccanismo che si è svi- Nel mirino dell’ufficio giudi- vari “grandi fratello” spalmati in città e Governo Prodi, faceva parte della sua
della procura notizie coperte da segreto zate a Palazzo Grazioli all’insaputa del luppato su due momenti diversi. Indivi- segreteria politica. E si sa ancora che c’è
ziario partenopeo sono in provincia. E’ in questo intricato sce-
istruttorio anche relative a Subbioni e padrone di casa, il premier Silvio Ber- duata la società che si sarebbe dovuta tutta una storia di raccomandazioni da
finiti anche i lavori di rea- nario che si colloca la figura “chiave” di
Nasta). Questione di prudenza, di lusconi, e che per la procura di Napoli aggiudicare le opere, si sarebbe provve- approfondire. Si sa, infine, che Mario
opportunità. La procura vuole acquisire lizzazione del commissa- Lucio Gentile, imprenditore toscano
(che lo ha ascoltato come persona infor- duto al confezionamento di un bando su riato di polizia ‘Decumani’ con numerosi interessi nel capoluogo Mautone, che teneva i cordoni della
ulteriori elementi prima di tirare le fila mata sui fatti nell’ottobre dello scorso misura. L’altra manovra poco pulita, borsa essendo lui (all’epoca dei fatti
dell’indagine, ed è per questa ragione partenopeo. Sfruttando conoscenze
anno) è stato una guida importante nella invece, si sarebbe consumata proprio importanti (soprattutto nel mondo politi- contestati) provveditore alle opere pub-
che nella giornata di ieri sono scattate lettura dei rapporti e dei movimenti di durante la competizione: alla gara si avrebbe previsto la concessione dei bliche in Molise e in Campania, è stato
le perquisizione. In calce al provvedi- lavori all’azienda di Enrico Intini, la co), Gentile avrebbe consentito ad amici
alcune note imprese legate a Finmecca- sarebbero presentate una serie di società imprenditori di potersi inserire negli interrogato su sua richiesta per ben due
mento, con i quali i pm della Dda nica interessate a lavori appetitosi in già in accordo tra di loro. Per fare un “Sma”, società satellite di Finmeccanica volte nel mese di ottobre e che l’ultimo
hanno dato mandato alla Dia di passare e un tempo, prima del fallimento, con- appalti da farsi a Napoli in materia di
città. esempio: in otto avrebbero formulato sicurezza: vuoi come consulenti, vuoi interrogatorio è stato secretato. Vincen-
al setaccio le sedi di sette grosse Attività investigativa delicata, che dei volutamente proposte “imperfette” per trollata direttamente dal “colosso” de tutte da approfondire in un’inchiesta
società, c’è un oggetto particolare: tro- imprenditoriale. Ma non è tutto: l’inte- come concessionari di subappalti. Altro
primi punti fermi ce li ha già. Materiale auto-condannarsi all’esclusione, mentre opera finita sotto i riflettori della magi- scandita da colpi di scena clamorosi: il
vare “l’intero carteggio (comprensivo rilevante è stato già raccolto su tre gare le due rimaste avrebbero finto di giocar- resse a mettere le mani sulla video-sor- 30 settembre dello scorso anno l’allora
anche di eventuali supporti informati- veglianza, secondo la procura, era fina- stratura, inquirente e che conta già inda-
d’appalto bandite e assegnate dalla Pro- si la partita. In realtà sarebbe stato stabi- gati (per corruzione, turbativa d’asta e sostituto commissario della Dia Giusep-
ci) relativo alla ‘gara segregata a pro- vincia di Napoli e relative all’installa- lito a bocce ferme quale delle due con- lizzato ad agguantare una commessa pe Valerio Savarese venne arrestato (è
cedura negoziata per la fornitura di un ancora più sostanziosa. Diventando abuso d’ufficio), è quella della realizza-
zione di impianti di video-sorveglianza tendenti avrebbe dovuto presentare l’of- zione del commissariato inaugurato nel in carcere da quel giorno) con l’accusa
sistema di consolidamento e gestione sul territorio dell’hinterland. Tra le vin- ferta giusta. Superata questa prima fase, “responsabili” del sistema che prevede- di aver l’archivio informatico della pro-
centralizzata dei sistemi di videosorve- va dispositivi a radiofrequenza per il 2006 dall’allora questore Oscar Fio-
citrici la Elsag e la Selex, entrambe per la procura si sarebbe poi aperto il riolli. cura e di aver ‘rubato’ dati riservati sul-
glianza territoriale presso il Cen di società di punta di Finmeccanica. fronte dei subappalti. Anche qui ci collegamento tramite ponte radio ai l’inchiesta relativi agli appalti ‘pensati’
Napoli, di cui è risultato aggiudicato- diversi presidi delle forze dell’ordine, le Fin qui la parte relativa agli appalti in
Anche in questo caso, come per il Cen, sarebbe stata un'intesa a monte. E l’inte- materia di sicurezza. Su un altro binario con il “piano sicurezza” che il Governo
rio il R.T.I. (raggruppamento tempora- il sospetto degli inquirenti è che quelle sa, per quanto riguardava i lavori edilizi imprese si candidavano automatica- Prodi ribattezzò come “piano Napoli”.
neo di imprese, ndr) con capogruppo mente alla realizzazione della cittadella corre invece l’inchiesta sui lavori finan-
mandataria la società Elsag Datamat connessi alla materiale installazione della polizia (ambizioso progetto poi ziati con l’ok del Provveditorato alle
(una delle società di punta di Finmec- degli impianti di video-sorveglianza, rientrato) nella zona di Gianturco che Opere pubbliche in Campania e in
10 Venerdì 23 Aprile 2010 In primo piano CRONACHE di NAPOLI

“Vogliamo solo che “Quando stanno “Chi si trova dentro “VOGLIAMO PIU’ SORVEGLIANZA”
Il reportage Le voci del dolore e della
rassegnazione all’esterno
del penitenziario
la nostra dignità
non venga calpe-
stata”
per aprire le porte
qua succede l’in-
ferno”
al carcere vive in
condizioni di subu-
manità”
“Noi che rispettiamo la fila dobbiamo assistere a chi, tutte le volte, si
arrampica alla grata e scavalca... e che gli possiamo dire? Solo una sor-
veglianza più stretta potrebbe far rispettare le regole”

La processione davanti all’ingresso della casa circondariale di Poggioreale

Vestiti e ragù in borsa


I ‘condannati di fuori’
Le cassette da frutta ‘affittate’ come segnaposti
di Gennaro Scala
NAPOLI - Niente cellulari o dispositivi
elettronici. Niente liquidi, neppure nelle
buste trasparenti. Come all’aeroporto,
ma da qui non si parte per nessun luogo.
E’ l’inferno delle code all’esterno del
carcere di Poggioreale. Un inferno a
cadenza settimanale quello dei colloqui.
“Siamo qui da ieri pomeriggio” raccon-
ta una donna attraverso la grata di conte-
nimento che canalizza il flusso per l’in-
gresso ai colloqui. Qualcuno sussurra
che quella grata è abusiva. Sul marcia-
La coda
Oltre mille persone in fila hanno atteso
piede si affollano visi e occhi colmi di
rassegnazione e dolore. “Così deve anche 15 ore per accedere ai colloqui
andare, va sempre così”. Il giovedì
tocca ai parenti dei detenuti reclusi nei
padiglioni Milano e Livorno. “Il giovedì I ‘furbi’ che carabiniere o qualche poli-
ziotto per ridimensionare il disa-
magari anche per sei-otto ore che
arrivi il suo turno per un incontro
è uno dei giorni peggiori” racconta Molti saltano gio, per evitare soprusi e prevari- atteso una settimana. “In una
Antonella. Ha un viso fresco, un trucco cazioni”. Perché i soprusi ci sono stanza di contenimento in cui
leggero. Si è preparata per incontrare il la fila
anche fuori. “Noi che rispettiamo neppure si può fumare”. Attende
suo fidanzato Giuseppe. “E’ il mio con- ‘scavalcando’ la fila dobbiamo assistere a chi, di poter indossare biancheria puli-
vivente - specifica - abitiamo a Giuglia- tutte le volte, si arrampica alla ta, di poter cambiare le lenzuola o
no”. E’ una delle tante ragazze che ogni Ore 7 e 30: grata e scavalca... e che gli pos- di assaggiare il ragù. Quello che
giorno affollano il marciapiede davanti siamo dire? Solo una sorveglian- fanno a casa. In una scodella un
comincia la
alla imponente struttura di pietra lavica. za più stretta potrebbe far rispet- po’ più grande così che quel
“Oramai ci conosciamo un po’ tutti, ressa. “Qui tare le regole...” dice una profes- ‘sapore di casa’ lo può sentire
siamo sempre gli stessi... ci ritroviamo con la pioggia soressa di Ottaviano in attesa di almeno per due giorni. Nelle
ogni settimana e puntualmente assistia- è ancora peg- riabbracciare il marito detenuto borse di chi sta in fila è proprio il
mo a scene indegne del vivere civile” gio. Basta da gennaio. Un’altra donna rac- ragù a non mancare mai. E’ quel
specifica. “Quando aprono le porte suc- immaginare
cede il delirio - racconta un’altra donna - cosa può
Le persone si accalcano verso la grata,
altre se ne fregano
del fatto che noi
significare se
mille persone  Il ‘costo’ del-
l’affitto di una
aprono un delle cassette
Le attività siamo rimasti in fila EURO
un’intera notte e ombrello in ‘segnaposto’
scavalcano la tran- uno spazio che vengono
“Qui per

5
senna... siamo come largo meno di sistemate al di
‘evadere’ animali al macello. tre metri e che là della grata:
puoi solo Qui c’è chi soffre e finisce a servono a fare
sta male, malgrado
lavorare, tutto viene a trovare imbuto verso la fila
il marito, i figli, i l’ingresso”
leggere

fratelli... e qual è la E’ l’ora in cui
o fare attività risposta? Ci abban- ascolteranno”. Accanto a lei, in piedi, c’è stanno per aprire le porte qua succede l’infer-
vengono
donano a noi stessi, un’altra donna. E’ anziana e acciaccata. Ma no!”. Il ‘corredo’ degli accompagnatori è
fisica” all’ingresso si applica la regola della ‘carrozzel- comune. Buste di nylon telate, spesse e spazio- aperte le porte
senza regole e senza L’APERTURA
la dignità di perso- la’. Le ‘corsie preferenziali’ senza la sedia a se. Dentro c’è di tutto. “Portiamo soprattutto del carcere di
ne. Come stanno ‘dentro’, così stiamo rotelle “non si applicano”. Afferma seccamen- biancheria pulita e roba da mangiare... mio Poggioreale.

7:30
noi fuori... viviamo una doppia condan- te una donna in divisa da agente penitenziario. figlio aveva espresso il desiderio di mangiare il Una grata in
na”. E c’è chi quella ‘condanna’ la scon- Un’altra donna ha il viso schiacciato contro la ragù - racconta Aldo - e mia moglie l’ha accon-
grata. E’ tra le prime ad essere arrivata, attorno tentato”. “Quello che fa più male - continua - ferro per
ta da oltre dieci anni. “Mio marito è car- ‘canalizzare’
diopatico, ha subito diversi interventi alle tre. Respira a fatica e due cannule di plasti- è che chi si trova dentro vive in condizioni di
chirurgici e gli hanno applicato tre by ca le fuoriescono dal naso. In basso ha una pic- subumanità. Persino una doccia gli è negata... la folla
pass e quattro ‘stent’... la fine della pena cola bombola di ossigeno. Anche per lei non la cadenza per lavarsi è addirittura settimana-
è tra sei mesi, ma malgrado le istanze vale la regola della ‘corsia preferenzia- le” dice con contegno e amarezza. Ore 6 e 30:
fatte sono rassegnata, so che non avrà le’. Così come non vale per le per qualcuno sono scoccate anche quindici ore conta che per tenere impegnate senso di casa che chi sta fuori
mai i domiciliari”. Dolore e rassegna- donne incinte o per i bambini che in fila, ma si continua. “E siamo fortunati, per- “le mani e la testa” nelle celle comunica a chi sta dentro. Setti-
zione. “Vogliamo solo che la nostra vanno a trovare i genitori. Un ché in primavera le giornate sono belle come montano e smontano i mobiletti mana dopo settimana, anno dopo
dignità non sia calpestata” dice Annica neonato viene tenuto in alto da un oggi - racconta un uomo - Qui con la pioggia è dello spartano arredamento delle anno. Il campionario di umanità
del corso Malta. Lei è in fila per incon- conoscente della madre, si staglia ancora peggio... basta immaginare cosa può celle. Stanze in cui vengono sti- tra i ‘condannati di fuori’ è il più
trare il fratello Giovanni. La ‘lunga fila oltre la grata. Ore 6: la coda è significare se mille persone aprono un ombrel- pati anche quattordici detenuti. Là vario. C’è anche chi in passato ha
della vergogna’ non risparmia nessuno. ancora ferma ma, minuto dopo lo in uno spazio largo meno di tre metri e che quando è sera e si dorme anche fatto parte dei ‘condannati di den-
Neppure chi in quella fila non dovrebbe minuto, si fa sempre più finisce a imbuto verso l’ingresso”. “Dovrebbe- l’area calpestabile è occupata dai tro’ e che sottolinea l’importanza
trovarsi. “Mio figlio Vincenzo è stato lunga. “Vedrete quello che ro regolamentare il flusso - dice un uomo - materassi. “Succede solo qui a del recupero. “Quanto costa un
trasferito dal carcere di Monza e si succede, quando basterebbe la pre- Poggioreale, un mondo a parte”. detenuto ogni giorno? Sicura-
trova qui da un mese - racconta Aldo senza di Ore 7 e 30: comincia la ressa. mente più di quanto si offre in
che viene da Somma Vesuviana - In qual- Urla e strepiti, un principio di cambio - racconta un uomo con
quella struttura bastava che esibissi il rissa che però non degenera mai. una giacca di pelle - Soprattutto
mio certificato di invalidità per evitare Inutile fare la guerra tra disperati, in termini di reinserimento...
di fare la fila. Qui la cosa pare non inutile lo scontro per chi ‘sta sulla bisognerebbe far lavorare i dete-
abbia rilevanza”. Più avanti, fuori dalla stessa barca’. Sono i ‘condannati nuti, perché è solo in questo
coda una donna su una sedia a rotelle di fuori’ che fanno valere le loro modo che possono smettere di
aspetta paziente che arrivi l’ora dell’a- ragioni, la stanchezza di tante ore pensare alla loro condizione...
pertura. Lei ha una ‘corsia preferenziale’ all’addiaccio, la loro rassegnata perché è solo in questo modo che
causata dalla disabilità. “Sono venuta da disperazione. Le cassette da frutta possono ritrovare una motivazio-
San Giovanni a Teduccio per incontrare affittate per tenere il posto comin- ne per cambiare vita. In carcere
mio marito Vincenzo - racconta - Sta ciano a volare al di fuori della per ‘evadere’ puoi solo lavorare,
molto male e stiamo cercando di fargli transenna. Le persone tornano in leggere o fare attività fisica... se ti
avere i domiciliari. Ma chissà se ci fila scavalcando. Tenere il posto fermi e spegni il cervello sei
costa cinque euro. La prima ‘tor- morto”. Un altro uomo con i
nata’ attraversa il portone, dentro capelli grigi commenta: “I tede-
STORIE UMANE In coda anche per- Solo chi si trova “Per passare il dovrà passare i controlli come schi scrissero ‘Arbeit macht
“Bisognerebbe far lavorare sulla sedia a rotelle tempo i reclusi nella prassi, poi l’attesa. Un’atte- frei’... ‘il lavoro rende liberi’...
“Sono venuta da San Giovanni a sone invalide: una
i detenuti, solo così posso- donna aveva una può entrare senza montano e smonta- sa perenne, continua, inevitabile. era all’ingresso del campo di
Teduccio per incontrare mio marito
Vincenzo che sta molto male” no smettere di pensare” bombola di ossigeno fare la fila no i mobili” Anche all’interno c’è chi aspetta, concentramento di Auschwitz”.

LE DOCCE ‘NEGATE’

Una sola volta


ogni settimana
“Portiamo soprattutto
biancheria pulita e roba
da mangiare. Quello che
fa più male è che chi si
trova dentro vive in con-
dizioni di subumanità.
Persino una doccia calda
gli è negata ogni giorno
perché la cadenza per
lavarsi è addirittura setti-
manale”
CRONACHE di NAPOLI
In primo piano Venerdì 23 Aprile 2010
11
LA GUERRA DEI POVERI L’arrivo dei parenti Alle 7.30 del matti- Le visite ai detenuti
Il prezzo è di cinque euro
Tra le persone in attesa c’è chi
noleggia cassette in plastica come
per ogni cassetta ma c’è
ha inizio poco dopo
le 17 del giorno
no successivo
avviene l’apertura
terminano poco
dopo mezzogiorno
controlli rigidi all’ingresso
oggetti per segnare il posto chi le subappalta prima dei colloqui dei cancelli salvo imprevisti
Abiti puliti

L’inchiesta
Non sempre
i detenuti possono
usare la lavanderia

Dall’alba I prezzi del


cosiddetto
a mezzogiorno, ‘sopravvitto’
risultano molto

viaggio tra i parenti spesso fuori


dalla portata del
borsino a dispo-
dei detenuti zione dei dete-
nuti. E’ così che
a Poggioreale i parenti duran-
te i giorni di col-
loquio conse-
gnano agli
agenti della
penitenziaria
pacchi conte-
nenti biancheria
pulita, abiti, tute
sportive e gene-
ri di primo
conforto tutti
rigorosamente
passati ai rigidi
controlli che
vengono effet-
tuati dal perso-

Le borse
nale interno alla Parenti in fila
struttura a Poggioreale

di Giancarlo Maria Palombi


NAPOLI - “Pascà, vieni accà”. Le
Madri, mogli e bambini attendono schiacciati contro un muro il colloquio con i propri familiari
parole suonano come un lamento
quando l’alba ancora non accarezza i
grattacieli del Centro Direzionale.
Slanciati edifici in vetro e acciaio,
sculture che a tratti pare vogliano
celebrare una modernità che ai loro
piedi diventa degrado e cinismo.
Pasquale è un uomo sui cinquant’an-
ni. La corporatura esile quasi si
La lunga fila della vergogna
perde nella giacca a vento chiara che
indossa per difendersi dal freddo e
dall’umidità della notte. Si muove
agile, rimbalzando da un marciapiede
Mille persone: trecento metri di caos, spintoni e prevaricazioni. Lo sfogo: peggio delle bestie
all’altro, cercando di soddisfare tutte di di lacrime quando racconta- familiari hanno lasciato le loro
le richieste. Sì, perché Pasquale è un no dei loro parenti costretti a abitazioni a notte fonda. I
po’ l’amico di tutti. Un faccendiere, stare in 12 in una cella, dei detenuti, loro invece, hanno
confidente. Una persona di fiducia, corsi di formazione esistenti atteso stipati in piccole stanze
insomma. Nei suoi sessanta chili rac- solo sulla carta e degli educa- il turno per poter salutare e
chiude tutta l’umana solidarietà che tori mai assunti. Ce l’hanno parlare con qualche parente. I
mai ti aspetteresti di trovare all’om- con lo Stato, con la lentezza figli? Quelli li portano solo i
bra delle mura di un carcere. Sono le della giustizia, con gli apparati più temerari. In tanti riferisco-
cinque del mattino in via Nuova Pog- burocratici e in fondo anche no di lussazioni, ecchimosi e
gioreale e il suo nome viene invocato un po’ con se stessi, piegati fratture procurate mentre la
ad alternanza da un centinaio di per- per una volta alla settimana bolgia in attesa premeva tra la
sone. Solo due ore dopo, saranno in alle leggi della strada. Ci si grata in ferro e il muro di cinta
mille a urlare “Pascà, vieni accà”. azzuffa, mentre si attende tra del carcere. I colloqui tra dete-
Un ammasso di carne, vestiti e car- la folla. Il nervosismo prende nuti e familiari sono discipli-
rozzine per bam- il sopravvento sul rispetto. nati da tre articoli dell’ordina-
bini schiacciato Persone anziane vengono lette- mento penitenziario: 18, 37 e
ralmente scavalcate, spintona- 61. In una situazione ideale
Il faccendiere contro il perime- te e compresse contro le mura ogni carcerato avrebbe diritto
tro bugnato della
Casa Circondaria- in cemento armato di ‘Puce- ad almeno sei incontri mensili.
Pasquale ha riale’. E anche in questa guer- Ma Poggioreale è - come
le napoletana. Il
50 anni cinquantenne rap- ra tra poveri c’è chi cerca di lamentano in tanti - “un mondo
imporre le proprie decisioni a parte”. La denuncia delle
e si occupa presenta l’arte di
con furbizia e arroganza. persone non si ferma di fronte
arrangiarsi tipica-
di soddisfare mente partenopea. Tempo fa - non si sa bene chi - alla soglia del carcere. Entra
i bisogni Compra pane e fece installare una grossa bar- dentro, si fa spazio tra istanze,
caffé da distribui- riera con grate tra lettere inviate al
della gente re ai parenti dei l’ingresso della Le accuse direttore e solleciti
in coda struttura carceraria di ogni ordine e
  
detenuti in attesa, Secondo i tre E’ la media di Un’ora, ses-
custodisce loro le e il marciapiede. “Nulla funziona, grado burocratico.
articoli del- ore trascorse santa minuti: Una sorta di gabbia Ma chi vive la
chiavi dell’auto e
degli scooter. Distribuisce buste in l’ordinamento dai parenti questo il per polli in batteria. il sovraffollamento realtà carceraria non
plastica e cataloga meticolosamente i COLLOQUI penitenziario ORE dei detenuti MINUTI tempo con- Un muro da scaval- sembra essere da recluso (agenti,
cellulari. Un’attività fondamentale che discipli- in attesa di cesso ai fami- care per chi non dipendenti, funzio-
un problema

6 15 60
perché durante i colloqui con “chi sta nano le visite varcare l’in- liari per poter
vuole trascorrere la nari) a sua volta
dentro” non si possono portare notte sotto i lampio- solo napoletano: deve fare i conti con
ogni detenuto gresso della parlare con i ni di Poggioreale. uno Stato spesso
“apparecchi elettronici e di comuni- avrebbe dirit- casa circon- propri parenti i diritti civili
cazione”. E allora Pasquale che fa? Per terra cassette in lontano e inerme
Avvolge i telefonini in uno strato di to a 6 colloqui dariale detenuti plastica (di quelle sono ignorati” davanti alle richie-
nastro adesivo in carta e ci scrive utilizzate per tra- ste dei propri servi-
sopra il nome del proprietario, poi li sportare ortaggi) tori. Intanto si con-
conserva in una borsa che porta sem- vengono recuperate e conser- suma una tragedia umana che
pre appresso. La fiducia è un requisi- penitenziario. Migliaia di mani stringono sguardi impotenti di automobilisti, nettur- vate. Sono ‘segnaposti’, omini contribuisce a ghettizzare il
to fondamentale. Un sentimento che con forza e rabbia grosse sacche in nylon bini e agenti della penitenziaria reduci dal virtuali che noleggiati per cin- capoluogo partenopeo, rele-
le mogli e le madri dei carcerati non colorato. Dentro ci sono vestiti puliti, qual- primo caffé della mattina, ci sono soprat- que euro garantiscono ai gandolo ancora una volta nei
ripongono più da tempo nei confronti che pacchetto di sigarette e lettere. Nell’era tutto persone che per un’ora di colloquio parenti ritardatari ai colloqui luoghi in cui “nulla funziona,
dell’amministrazione penitenziaria. di Internet e dei social network forse solo hanno lasciato a casa la dignità. Non esi- un posto in prima fila per il dove i diritti vengono calpe-
Il tuttofare di via Nuova Poggioreale questa fetta di umanità lasciata a se stessa stono metodi da seguire, né regole da portone di entrata. e c’è anche stati o ancora peggio ignora-
ha sulle spalle dieci anni di ‘collabo- usa ancora scrivere i propri pensieri su rispettare. C’è chi occupa il proprio posto chi le subappalta. Tra urla, ti”. Le ultime persone in attesa
razione e piaceri’ con i familiari dei carta. Frasi che nella maggior parte dei casi sul marciapiede già dalle 17 della sera lacrime e imprecazioni qualcu- varcano l’ingresso poco dopo
detenuti. Ha visto nel tempo crescere rischiano di non giungere al destinatario. I prima. Nella notte poi, poco dopo l’una, i no ricorda ancora una volta le 10 del mattino, quindici ore
a dismisura quel serpentone di perso- controlli all’ingresso sono meticolosi come fari delle auto illuminano a giorno la deso- che il “sovraffollamento delle dopo l’arrivo dei primi. Sul
ne in attesa di sessanta minuti di impone il protocollo. Anche in questa cir- lata strada a sei corsie. Vengono da Acerra, carceri italiane è un problema selciato bicchieri di carta, trac-
saluti con i propri cari reclusi. Il volo costanza corre in soccorso Pasquale che Calvizzano, Torre Annunziata e da quasi solo napoletano” e che in nes- ce di caffé e sigarette. E una
radente di qualche gabbiano rende recupera buste bianche e francobolli e tutti i quartieri di Napoli. Ripetono come sun altro posto “accade quello lettera. La grafia è di un bam-
ancora più surreale lo scenario provvede a spedire le missive di fidanzate e una cantilena “è giusto che chi sbaglia che ogni giorno si verifica bino, le parole sono poche ma
davanti all’ingresso principale del mogli disperate. Ma nella lunga fila della paghi, ma così si uccide non solo un uomo qui”. Ieri è stata la volta dei efficaci: “Papà torna presto.
vergogna che si consuma davanti agli ma l’intera famiglia”. Hanno gli occhi luci- padiglioni Milano e Livorno. I Ti voglio bene”.

SCENE QUOTIDIANE

Le vite dei reclusi


Drammi dentro e fuori
Chi vive la realtà car-
ceraria non da recluso
(agenti, dipendenti,
funzionari) a sua volta
deve fare i conti con
uno Stato spesso lon-
tano e inerme davanti
alle richieste dei propri
servitori. Un dramma
che si consuma ogni
giorno.
12 Venerdì 23 Aprile 2010 Napoli CRONACHE di NAPOLI

EMERGENZA CRIMINALITA’ IRRUZIONE ALL’AVVOCATA


Le indagini degli agenti sono state estese Gli inquirenti ritengono che in quei rioni
nella zona che va da via Toledo vengono nascosti consistenti quantitativi
a via Brombeis, fino al vicoletto Avvocata di sostanze illecite come ‘fumo’ e ‘neve’

Operazione della polizia, la 63enne ha continuato a gestire il business dopo la cattura del marito e della sorella

Piazza Dante, presa ‘nonna cocaina’


Blitz nell’alloggio, sequestrati undici involucri di stupefacente e cento euro in contanti
di Carlo Pisacane mela De Biase si fosse rifiutata di scen- bre dello scorso anno gli agenti del punto di riferimento per giovani acqui- estese nella zona che va da piazza


dere in piazza per sostituire marito e commissariato Dante arrestarono, sem- renti. Carmela De Biase è stata bloccata Dante a via Brombeis fino al vicoletto
NAPOLI - La polizia le ha arrestato il sorella la sua famiglia non avrebbe più pre per il reato di detenzione e spaccio, mentre tentava di disfarsi di un fazzolet- Avvocata, zona dove si nascondono i
marito, Antonio Schiano, e sorella avuto droga da vendere. L’arresto di la sorella Cira e il convivente di Carme- to di carta prelevato dalla tasca della fornitori dei pusher e dove, (la polizia
Cira, accusati di spaccio di stupefacenti Carmela De Biase non è un fatto casua- la De Biase, Antonio Schiano. Per i tuta che lei indossava al cui interno ne è certa), vengono nascosti consistenti
nella zona di piazza Dante e lei, Car- le ma si inserisce nell’ambito di una poliziotti era prevedibile che qualche erano nascosti undici involucri di cel- quantitativi di stupefacenti in particolare
mela De Biase di 63 anni, non esitato a specifica attività di monitoraggio che i altro pusher della famiglia avrebbe lophane di cocaina per una decina di hashish e cocaina. Carmela De Biase ha
Carmela
sostituire i congiunti nella illecita attività Di Biase
poliziotti di tutti i commissariati fanno, sostituito gli arrestati; ma i poliziotti cer- grammi. La modestissima casa della ammesso che un giovane le aveva le
di spaccio; non è una novità che fami- monitoraggio che sempre più consente tamente non potevano immaginare che donna è stata perquisita ma non è stata consegnato quelle droga da vendere
glie di spacciatori si scambiano spesso i Acciuffata una rapida identificazione dei malvi- Carmela De Biase diventasse pusher a trovata altra droga; gli agenti hanno nella sua zona ma ha anche detto che lei
ruoli, ma questa volta il caso è diverso: venti attivi sul territorio. Questa volta 63 anni; nella serata di mercoledì, dopo sequestrato circa cento euro ritenuti bot- non vendeva stupefacenti: non poteva
infatti Carmela De Biase ha deciso di Carmela De Biase sono finiti nell’obiettivo degli investiga- costanti appostamenti, i poliziotti hanno tino realizzato con la vendita di cocaina; certamente ammetterlo. Carmela De
diventare pusher all’età di 63 anni; la è stata incastrata tori personaggi già noti alle forze del- visto che la donna spacciava ed hanno Carmela De Biase è stata rinchiusa nel Biase ma non ha fatto alcuna ammissio-
donna è stata arrestata dai poliziotti al termine di controlli l’ordine con particolare riferimento a quindi deciso di agire; gli agenti sono carcere di Pozzuoli in attesa di essere ne che potesse agevolare i poliziotti del
della squadra di polizia giudiziaria del pusher dei vicoli del quartiere Avvoca- riusciti ad arrestare in flagranza Carme- sentita dal magistrato al quale il caso, commissariato Dante nelle indagini per
commissariato Dante; è accusata di nel quartiere Avvocata ta dove è crescita una fiorente una la De Biase; era nel suo terraneo di alquanto singolare ma non unico, è arrivare nei ‘covi’ dove gli stupefacenti
detenzione e spaccio di droga. Se Car- lucrosa attività di spaccio. Nel settem- vicoletto Primo Avvocata divenuto stato affidato. Le indagini sono state vengono nascosti.

Gennaro Costabile ha assalito un giovane straniero in via Mario Pagano PALLONETTO

Smercio
Tentata rapina finisce a coltellate di dosi in casa,
incastrata
Fermato 19enne di Capodimonte una coppia
NAPOLI (rc) - Operazione antidro-
ga dei carabinieri. Sul vico Solitaria i
carabinieri del nucleo operativo
Voleva strappare la borsetta alla sorella della vittima della compagnia centro hanno arre-
stato in flagranza di reato Michele
Antonelli, 37 anni, del luogo, e
di Giuseppe Letizia scendo nell’intento grazie all’inter- infatti convocati presso gli uffici del metropolitana. Alla vista dei poliziotti toposto alla prova dell’individuazione Maria Esposito, 22 anni, anche lui
vento del fratello, il rapinatore ha col- commissariato i due srilanchesi che si è allontanato cercando di confon- di persona ad opera delle due vittime, del luogo. La coppia è ritenuta
NAPOLI - Non riesce a strappare pito quest’ultimo con il coltello al hanno riconosciuto Costabile in una dersi tra la folla, ma è stato raggiunto che lo hanno riconosciuto senza responsabile di spaccio di cocaina. I
la borsetta, perché interviene il fra- viso, alla testa ed al collo per poi darsi foto quale l’autore della tentata rapi- e bloccato. Sottoposto a perquisizione ombra di dubbio dopo aver anche militari dell’Arma hanno sorpreso i
tello della vittima. Ma la reazione è alla fuga. Un’accurata e rapida attività na. Nel pomeriggio gli agenti hanno personale, è stato trovato in possesso riconosciuto il coltello utilizzato per la due mentre, all’interno della loro
da brivido: con un coltello lo colpi- di indagine ha portato i poliziotti ad iniziato le ricerche dell’uomo, che di un coltello a serramanico lungo rapina. Gennaro Costabile è stato sot- abitazione, cedevano dosi di cocaina
sce al volto, al capo e al collo individuare il responsabile del crimine verso le 19 è stato rintracciato in piaz- circa quindici centimetri. Subito dopo toposto a fermo di polizia giudiziaria a vari acquirenti. L’intervento ha
prima di fuggire. Con questa rico- in Costabile. In giornata sono stati za Cavour, vicino alla stazione della è stato portato in commissariato e sot- e condotto a Poggioreale. portato al sequestro di 4,4 grammi di
struzione dei fatti, Gennaro
Costabile è stato sottoposto a
fermo di polizia giudiziaria. L’ac- BORGO SANT’ANTONIO ABATE
cusa è tentata rapina aggravata,
lesioni personali volontarie e porto Le forze dell’ordine lo hanno incastrato seguendo i clienti: sotto chiave quasi trecento grammi di ‘roba’
abusivo di coltello. E’ residente in

Hashish e marijuana, spacciatore in manette


via Capodimonte, oggi compie
diciannove anni. Secondo gli ele-
menti raccolti dagli agenti, è la
persona che l’altro ieri mattina ha
NAPOLI (Umberto Ciarlo) - Marijuana per dare un minimo di stacco al colore, mercato, l’uomo ritenuto complice di se si fosse avuto il sentore di un blitz
venduta al mercato come se fosse sem- erano state messe anche 6 stecchette di Marra è scappato ed è probabile che l’ab- imminente non sarebbe stato difficile far
E’ stato trovato plice lattuga o qualsiasi altro ortaggio? hashish, tutte di non piccole: il loro peso bia fatto con l’incasso della giornata e scomparire i prodotti illegali della terra,
in possesso Secondo quanto accertato dai carabinieri complessivo è risultato di 27 grammi e forse anche con un po’ di altra merce. Per bastava che ‘casualmente’ uno o più
in forza al nucleo operativo della compa- mezzo. Questa è almeno la droga che gli individuare i commercianti di ‘erba’ commercianti decidessero di effettuare
di un coltello gnia Stella il sogno di ogni fumatore di uomini dell’Arma sono riusciti ad indivi- all’interno del mercato i carabinieri una consegna a domicilio, creare quindi La ‘merce’
a serramanico ‘erba’ era fatto realtà a Napoli, al mercato duare e sequestrare, nulla infatti vieta di hanno osservato quanto vi accadeva un po’ di caos, e sostituire velocemente
Sotto chiave
rionale del borgo Sant’Antonio Abate. pensare che di stupefacente ne potessero avendo cura di tenersi ben lontani, in una cassetta con una’altra, scomparendo
di 15 centimetri Lì, esattamente all’angolo tra vico delle
Pergole e vicoletto Pergole all’Avvocata,
avere parecchio in più da ‘esporre’ al modo da non destare sospetti. Del resto tra gli stretti vicoletti del borgo Sant’An-
tonio Abate. I militari, quindi, per preve-
4,4 grammi
si trovava il piccolo stand della droga nire una simile manovra difensiva hanno di stupefacente
gestito dal trentaquattrenne Rosario accertato a distanza modalità e protagoni-
tentato di portare via la borsetta ad
una donna in via Mario Pagano,
alle spalle di piazza Cavour. Costa-
Marra, che abita nel medesimo borgo, e
dal suo complice sulla cui identità i cara-
Guardie giurate in sciopero della fame sti dell’attività illecita, poi si sono appo-
stati per il blitz in modo tale da trovarsi
divisi in ‘bustine’
binieri ora indagano. Mentre tutt’attorno i NAPOLI (daga) - Presidio permanen- intendono dunque rimettere le carte in ognuno quanto più vicino possibile ai
bile è stato riconosciuto dalle vitti- te e sciopero della fame davanti alla tavola, in virtù del fatto che il taglio di
me ed è stato bloccato nel pome- vari commercianti vendevano frutta e sospetti spacciatori. Ma l’affollatissimo stupefacente divisi in 13 dosi. Gli
verdura di stagione loro smerciavano sede Rai di viale Marconi: è la forma cento unità (da 156 alle 263 adoperate mercato rionale, e la conformazione stes- arrestati sono stati trasferiti nelle
riggio dai poliziotti del commissa- di protesta ad oltranza che le guardie nel 2009 per svolgere il servizio di
riato San Carlo Arena vicino alla l’erba’ per eccellenza, che come la quasi sa dei suoi vicoletti, non ha per messo ai case circondariali di Poggioreale e
totalità della merce venduta nel mercato giurate stanno attuando da tre giorni vigilanza) alla fine c’è stato, senza militari di potersi avvicinare più di tanto a
stazione della metropolitana in contri i 100 tagli attuati dal piano per la alcuna tutela per le famiglie finite sul Pozzuoli. L’obiettivo è quello di sta-
piazza Cavour. Il coltello è stato tenevano riposta in cassette di legno. E Marra ed al suo complice senza destare bilire le tratte della droga. Nel quar-
nonostante il fatto che blocco dei cieli sicurezza e la vigilanza all’interno delle lastrico. “Purtroppo è accaduto quello sospetti. Dal momento in cui il blitz è
sottoposto a sequestro. Dopo le strutture facenti riferimento all’Asl che temevamo - spiega Salvatore Di tiere il fenomeno dello spaccio di
formalità di rito, è stato accompa- abbia avuto notevoli ripercussioni sul- scattato a quello in cui le ‘divise’ sono sostanze stupefacenti è estremamen-
l’approvvigionamento di prodotti esotici Napoli 1. Le sigle sindacali Fimlcams Bonito - e nessuno finora ha alzato un arrivate al piccolo ‘stand’ sono passati
gnato al carcere di Poggioreale, Cgil, Fisascat Cisl e Ugl Sic.Civ., che sol dito per queste persone che da un te radicato e diffuso nonché messo
dove resta a disposizione dell’auto- loro sembravano non averne risentito alcuni secondi che hanno permesso al in atto in modo sistematico. Si ritie-
assolutamente tant’è che le loro cassette avevano già denunciato gli esuberi, in momento all’altro si sono ritrovate per complice di Marra di sfruttare il vantag-
rità giudiziaria. Ecco nei dettagli la vista del cambio di appalto per i servizi strada. La protesta continuerà fino a ne controllato dalle organizzazioni
ricostruzione delle forze dell’ordi- erano ben piene: i carabinieri hanno rin- di vigilanza armata nei presidi e nelle quando non verranno riaperti i tavoli gio per fuggire. Il 34enne invece è finito malavitose per cui quale chiunque
ne: un 19enne tenta di rapinare due venuto ben 232 grammi di marijuana strutture dell’azienda sanitaria locale, di trattativa”. in manette perché sospetto spacciatore ed spaccia o in altre forme agevola que-
srilanchesi e ne accoltella uno, ma suddivisi in 140 singole bustine, tra cui ora si trova a Poggioreale. sta attività, lavora, anche se in modo
viene identificato e fermato dalla indiretto, ed a volte non pienamente
polizia in poche ore. Gli agenti del ARENELLA PISCINOLA consapevole. I guadagni che ogni
commissariato di polizia San Carlo singolo addetto allo spaccio porta
Arena hanno sottoposto a fermo di
polizia giudiziaria Gennaro Costa-
bile, 19enne residente in via Capo-
Fermato a bordo di un’auto rubata Sorpreso a spacciare, finisce in cella all’organizzazione criminale sono
incredibilmente superiori agli even-
tuali costi, vale a dire la paga che
NAPOLI (rc) - Gli agenti del NAPOLI (rc) - I carabinieri della viene elargita, presumibilmente, a
dimonte, in quanto gravemente commissariato Arenella, hanno stazione di Marianella hanno arre-
indiziato per una tentata rapina chiunque svolga questo lavoro. E
sottoposto a fermo Biagio Ronga stato Raimondo D’Andrea, 18 questo, unito alla costante richiesta
aggravata, lesioni personali volon- di anni 45 resosi responsabile del anni, residente in via Vittorio
tarie e porto abusivo di coltello. La di bassa manovalanza, falciata quoti-
reato di ricettazione. I poliziotti, Emanuele a Piscinola, già noto dianamente dagli arresti eseguiti
misura scaturisce dal ferimento di mercoledì sera, in servizio di con- alle forze dell’ordine, perché
un cittadino srilanchese, vittima di dalle forze dell’ordine, rende il quar-
trollo del territorio in via Cardarel- destinatario di ordinanza di custo- tiere un luogo tutto sommato ‘aper-
un tentativo di rapina avvenuto a li, hanno intimato l’alt ad un’auto- dia cautelare emessa dal gip di
piazza Cavour mercoledì mattina to’ a chi voglia dedicarsi allo spaccio
vettura che, alla vista della polizia Napoli su indagini dei militari al minuto. Che si sia ‘addetti’ in una
intorno alle 6. Il cittadino straniero ha accelerato la corsa tentando di tici, i poliziotti hanno accertato dell’Arma: il 5 marzo era stato riuscito a dileguarsi venendo però
stava camminando lungo via che l’ auto risultava da ricercare riconosciuto dai carabinieri. Il piazza di spaccio, o compratori di
fuggire. Gli agenti, immediata- sorpreso insieme ad un 16enne ed quantità più o meno grandi di droga
Mario Pagano con la sorella, quan- mente intervenuti, hanno raggiun- poiché rubata. Gli agenti hanno un 17enne, bloccati e denunciati giovane è stato rintracciato nella
do è stato avvicinato da un indivi- arrestato l’uomo e lo hanno suc- sua abitazione e dopo le formalità da rivendere, i clan ci guadagnano
to l’auto e l’hanno fermato Ronga in stato di libertà nella immedia- sempre. In quest’ultima categoria,
duo armato di coltello che ha cer- che era alla guida. Da un control- cessivamente accompagnato al tezza del fatto, mentre cedeva stu- di rito è stato trasferito nella casa
cato di strappare la borsa che la carcere di Poggioreale. circondariale di Poggioreale. con ogni probabilità rientra questo
lo effettuato ai terminali informa- pefacente a vari acquirenti ed era tipo di operazione.
donna aveva a tracolla. Non riu-
CRONACHE di NAPOLI
Napoli Venerdì 23 Aprile 2010
13
Il 47enne della Masseria Cardone ha tentato di estorcere 500 euro al titolare di un cantiere edile in via Angiulli

Pizzo, arrestato uomo del clan Licciardi


Denunciato, i poliziotti sono intervenuti prima che riscuotesse la tangente
LA RICOSTRUZIONE

Inserito Durante il blitz


nel gruppo Ha subito detto che quella tentata
estorsione era una sua iniziativa che
1
PRECEDENTI non coinvolge in particolare malavitosi
appartenenti al clan Licciardi,
Vincenzo Esselen ma la polizia non gli ha creduto
Iourano, 47 anni, in
Il profilo del 47enne
passato è stato inda-
gato per associazione
a delinquere di tipo
mafioso, tentato omi-
Vincenzo Esselen Iourano è uno stori-
co affiliato al clan Licciardi per conto
2
cidio, rapina e viola- del quale si era specializzato nell’im-
zione delle disposizio- porre il pizzo alle attività imprenditoria-
ni sulle armi li della zona di influenza del clan
Incastrato
Ieri pomeriggio attorno alle 16,30,
Esselen, giunto presso il cantiere,
3
ha tentato di imporre il pizzo al titolare
dell’impresa. Ma luomo era assieme
a un agente della squadra mobile
di Carlo Virno L’arresto è indicato quale “ennesimo attività maggiormente esposte al feno- incontrare il titolare del cantiere che pagamento del "regalo per gli amici";
risultato della ormai consolidata stra- meno delle estorsioni”. Nel corso di non gli aveva ancora consegnato la non si è accorto che la vittima era
Vincenzo Esselen NAPOLI - Continua l’azione della tegia di contrasto al racket che la indagini, agevolate dalla collaborazio- somma di 500 euro quale regalo per affiancata da un poliziotto della squa-
Iourano, 47 anni sezione antiestorsioni della squadra sezione antiestorsioni della quadra ne delle associazioni di categoria, nei gli “amici della zona”. Nel pomeriggio dra mobile che gli ha mostrato le
mobile nel contrasto alla attività estor- mobile”, sezione diretta dal vice que- giorni scorsi i poliziotti della anti- di giovedì scorso, intorno alle ore manette. Vincenzo Esselen Iourano si
DINAMICA siva di sprovveduti ed anche di profes- store Fulvio Filocamo, che svolge racket si sono appostati nei pressi di 16,30 Ieri, Esselen Iodurano è tornato è arreso ed ha subito detto che quella
sionisti del crimine organizzato come quotidianamente nei confronti di tutte un cantiere edile in via Angiulli in nel cantiere convinto di incassare il tentata estorsione è una sua iniziativa
Vincenzo Esselen Iourano arrestato le attività imprenditoriali e commer- Secondigliano nella zona della Masse- pizzo ma ha trovato i poliziotti della che non coinvolge altre persone in par-
Si presentava a nome ieri a conclusione di indagini coordi- ciali presenti in città ed in provincia. ria Cardone. I poliziotti hanno notato squadra mobile che lo hanno arrestato. ticolare non coinvolge malavitosi del
degli “amici del clan”. nate dal vice questore Fulvio Filoca- Tale strategia che ha già dato buoni Vincenzo Esselen Iourano in quel can- Il malvivente, appena arrivato nel can- clan Licciardi: non è stato creduto;
Le forzze dell’ordine mo; l’uomo, 47 anni, che abita in una risultati richiede una costante dedizio- tiere con atteggiamento inequivocabi- tiere, ha tentato con arroganza di valutate le modalità con cui Vincenzo
hanno monitorato la palazzina della Masseria Cardone è ne ed una particolare attenzione sulle le: chiedeva con insistenza di poter imporre al titolare dell’impresa il Esselen Iodurano ha chiesto la tangen-
sua attività fino a che finito in manette ed è accusato di ten- te, minacce a nome e per conto del
Vincenzo Esselen tata estorsione aggravata dal metodo clan, e visto il profilo criminale del-
non si è recato al can- mafioso; ha precedenti per associazio- LA STRATEGIA DELLA MOBILE FU FERITO IN UN AGGUATO l’indagato, all’estorsore è stata conte-
tiere edile in via ne mafiosa, tentato omicidio, rapina e stata la speciale aggravante prevista
Angiulli violazione delle disposizioni sulle La cattura rappresenta l’ennesimo L’11 febbraio del 2004 fu gravemente per chi commette un delitto con meto-
armi. Esselen, storico affiliato al clan risultato della consolidata strategia ferito nel corso di un agguato do mafioso. La polizia indaga per
Licciardi, l’11 febbraio del 2004 fu identificare il complice dell’arrestato
gravemente ferito nel corso di un di contrasto al racket che la sezione mentre giocava a carte in un circolo ed eventuali altri pregiudicati coinvolti
agguato mentre giocava a carte in un antiestorsioni della squadra mobile ricreativo di via Gambardella nella tentata estorsione nel cantiere
circolo ricreativo di via Gambardella. edile di via Angiulli.

L’attentato incendiario è stato portato a termine nella notte tra martedì e mercoledì. Delle indagini si sta occupando la Digos

Bottiglie molotov contro il centro sociale


che a Napoli mobilitano migliaia
di giovani (come il 30settembre
contro Casapound o come il primo
marzo contro le leggi xenofobe) e
chi fa dello squadrismo la sua
reale forma di esistenza. Come se

Colli Aminei, ‘Insurgentia’ è in via Vecchia San Rocco


NAPOLI (Davide Gambardella) - misti politici resta altissima: secon- puntano intanto il dito contro i sottocultura in questo modo”.
la storia non avesse insegnato
nulla su queste sottoculture autori-
tarie e razziste e sui loro tristissimi
epigoni”. Oggi pomeriggio alle 17
Un attentato incendiario messo a do la ricostruzione fornita agli gruppi neofascisti. “Non facciamo Secondo Insurgencia, il raid sareb- nel centro di via San Rocco verrà
segno nella notte tra martedì e inquirenti, e documentata da alcu- fatica nemmeno ad immaginare la be un atto intimidatorio “facile e presentato il libro “Sia folgorante
mercoledì e su cui in queste ore si ne fotografie, sarebbero state lan- matrice di questo attentato - si vigliacco, probabilmente da auto
stanno concentrando le indagini ciate due bottiglie contenenti liqui- legge in un comunicato - che è in corsa”, in vista delle numerose
della Digos napoletana. Non ci do infiammabile contro le pareti sicuramente collocata in quella manifestazioni previste in città per LE REAZIONI
sono da registrare danni a cose o del centro sociale situato poco microgalassia di gruppetti che for- il weekend oltre alla grande mobi- “Non facciamo fatica
persone, ma i segni delle fiamme, distante dal liceo Sbordone. Al tunatamente a Napoli non hanno la litazione per i comizi del 25 aprile, nemmeno ad imma-
alimentate con molta probabilità momento negli ambienti di polizia rappresentatività sociale per mobi- in piazza del Gesù, e del primo ginare la matrice di
dalla benzina, hanno annerito parte non si sbilanciano, ma la matrice litarsi in piazza, e dopo aver tenta- maggio a Chiaiano. Le accuse lan- questo attentato”
LA SEGNALAZIONE delle pareti del centro sociale di dell’atto potrebbe essere politica. I to inutilmente di insediarsi a ciate dagli attivisti di Insurgencia affermano i giovani
estrema sinistra dei Colli Aminei. militanti della Rete napoletana Materdei, oggi sfogano la propria sono rivolte ad alcuni esponenti del

IL RAID
del centro sociale
Sono stati gli stessi militanti a Pdl cittadino (rei di coltivare “pub- occupato
denunciare il raid a colpi di bombe blicamente relazioni e sostegno
molotov, contro il laboratorio E’ RESIDENTE A BARRA economico e politico ai neofasci-
Non ci sono da registrare danni occupato di via Vecchia San Rocco sti”) e contro chi equipara i movi- la fine” di Carla Verbano,
a cose o persone, ma i segni ‘Insurgencia’. Un’intimidazione in menti di estrema sinistra a quelli di mamma di Valerio, ucciso a Napo-
delle fiamme, alimentate con piena regola, per il movimento destra. “Dopo un episodio del li trent’anni fa dai neofascisti dei
molta probabilità dalla benzina, antagonista, per far salire la tensio- genere - c’è scritto sulla nota - ci Nar. “Un’iniziativa - annunciano
ne in vista delle giornate di mobili- fanno ancora più rabbia le equipa- dalla Rete - che automaticamente
hanno annerito parte delle tazione della Rete napoletana. La razioni astratte (e incostituzionali) diventa anche un’assemblea pub-
pareti del centro sociale fibrillazione negli ambienti estre- tra le reti antirazziste e antifasciste blica contro questo avvenimento”.

AVVOCATA TASK FORCE TRA I VICOLI


Ha rimediato un trauma cranico, guarirà in sette giorni Il ‘monitoraggio’ tra il rione Sanità e Poggioreale
Assale e ferisce la madre per i soldi Controlli a tappeto dei carabinieri,
La malcapitata ricoverata in ospedale tredici persone finiscono nei guai
NAPOLI - Nel corso di un’opera-
zione nella zona di via Avvocata, i
regione anteriore del collo e stato
ansioso reattivo” guaribili in 7
Minaccia tre operai delle Terme NAPOLI (rc) - Controlli a tappeto
da parte dei craabinieri. Nel rione
dell’energia elettrica. Nel medesimo
servizio un 23enne ed un 27enne del
carabinieri del nucleo radiomobile
di Napoli hanno arrestato in fla-
granza di reato un 24enne del
giorni. Nel corso di accertamenti è
inoltre emerso che il giovane da
diversi anni si era reso protagoni-
Bloccato per porto d’armi abusivo Sanità i carabinieri della stazione
Stella, hanno denunciato un 50enne,
un 20enne, un 34enne, un 27enne ed
luogo, trovati in possesso di due dosi
di marijuana (1,4 grammi sottoposti a
sequestro), i militari dell’arma hanno
luogo già noto alle forze dell’ordi- sta di episodi dello steso tipo. NAPOLI (ucia) - Giuseppe Amato è stato trovato in possesso di un coltello un 24enne napoletani ed una 21enne contestato 80 violazioni al codice
L’arrestato è stato successivamen- un sessantunenne napoletano residente lungo quindici centimetri, cosa che ha della strada per un ammontare di
L’AGGRESSIONE te trasferito presso la casa circon- nel quartiere Barra che rivendica come gli ha portato un’ulteriore accusa, VIABILITA’ oltre 21.000 euro, sequestrando 27
dariale di Poggioreale. La violenza proprio un terreno a Agnano. Quando quella di porto abusivo di arma bianca. mezzi condotti senza casco o privi
familiare rappresenta uno degli ha visto al lavoro, su quello che ritiene Sulla vicenda dovrà ora fare luce il della copertura assicurativa. A Pog-
I MALTRATTAMENTI argomenti di maggiore attualità in il suo terreno, tre operai della Terme giudice dinanzi al quale, a breve, SENZA PATENTE gioreale nel prosieguo di servizi pre-
Anni di vessazioni Italia. Le ricerche sociologiche, Agnano spa, che stavano effettuando Amato comparirà per il processo con Multe per 21mila euro disposti per il contrasto all’esercizio
psicologiche e giuridiche hanno della pulizia agraria, ha detto loro di rito direttissimo. I coltelli di qualsiasi abusivo delle attività di gioco on-line,
La donna di 47 anni è stata posto una grande attenzione nei andarsene, poi li ha minacciati, ed infi- tipo essi siano possono essere libera- Sono stati numerosi gli auto- come già avvenuto nei giorni scorsi
ricoverata all’ospedale dei riguardi del fenomeno. È proprio ne aggrediti lanciandogli contro alcuni mente portati con sé ogni qual volta si mobilisti denunciati per guida in città e ieri a casavatrore, i carabi-
Pellegrini negli ultimi trent’anni, infatti, che sassi. Gli operai hanno quindi telefona- abbia bisogno per qualsiasi fine lecito, senza patente nieri del nucleo operativo della com-
l’interesse politico sociale si è to alle forze dell’ordine che si sono nulla vieta ad esempio di portare un pagnia di poggioreale nell’omonimo
rivolto alla violenza domestica ed subito materializzate sul posto imper- lungo ed affilatissimo coltello insieme quartiere hanno denunciato in stato di
ne, che aveva minacciato e aggre- in particolar modo alle violenze sonate dai carabinieri della stazione di con un prosciutto per una gita fuori di Casalnuovo incensurata, poichè libertà: una 56enne, un 33enne ed un
dito la madre 47enne nel tentativo perpetrate sui minori il cui interes- Fuorigrotta. I militari hanno ricostruito porta, ma senza un giustificato motivo sorpresi alla guida di motoveicoli 56enne di cercola, rispettivamente
di obbligarla a consegnargli del se ha finito per oscurare altre l’accaduto e ritenuto che c’erano gli può portare ad una denuncia penale. senza aver mai conseguito la prevista titolare e gestori di una sala giochi di
denaro. La donna è stata portata modalità di violenza familiare qual estremi per procedere al suo arresto La violenza privata consiste si confi- patente; un 44enne napoletano, una via nuova poggioreale; una 26enne
all’ospedale dei Pellegrini per è quella all’interno della coppia, con l’accusa di violenza privata. gura quando qualcuno con minacce 62enne ed un 50enne sri lankesi, poi- napoletana, titolare di un centro
“trauma cranico non commotivo, nei confronti degli anziani e quella Amato inoltre nel corso della perquisi- costringe altri a fare, omettere, o tolle- ché avevano abusivamente realizzato scommesse internet point di via trac-
trauma da schiacciamento alla contro i genitori. zione personale cui è stato sottoposto è rare qualcosa. nelle loro abitazioni allacci alla rete cia a Poggioreale.
14 Venerdì 23 Aprile 2010 Napoli CRONACHE di NAPOLI

NOME RICHIESTA CONDANNA


Sentenza clamorosa: cadute le ipotesi di riciclaggio e di intestazione fittizia Alberoni Claudio 10 anni deceduto
Albino Franco 12 anni 7 anni

Mala collinare, assolti i prestanome Alfano Anna


Alfano Giovanni
Alfano Ilaria
Barile Annamaria
Barile Patrizia
4 anni e 6 mesi
15 anni
4 anni e mezzo
4 anni
4 anni
assoluzione
13 anni
assoluzione
assoluzione
assoluzione

LA SENTENZA DEL PROCESSO DI PRIMO GRADO


Restituiti beni per oltre 60 milioni
Braccia Carmela 3 anni assoluzione
Brandi Addolorata 3 anni assoluzione
Brandi Amelia 3 anni assoluzione
Brandi Antonio 4 anni assoluzione
Brandi Maurizio 20 anni 22 anni
Brandi Vincenzo 4 anni assoluzione
Condannati solo in 19 su 69. Stangati i boss Brandi, Caiazzo e Alfano Bruno Carmine
Buccione Salvatore
4 anni
4 anni e 6 mesi
1 anno e 8 mesi
assoluzione
di Manuela Galletta Caianiello Luciano 5 anni 5 anni
Il caso NAPOLI - Il cuore dell’ultima
Caiazzo Antonio 20 anni 26 anni
Caiazzo Assunta 4 anni assolzuone
inchiesta sui clan che per oltre dieci Caiazzo Luigi 4 anni assoluzione
L’imputato Alberoni morto mercoledì: anni hanno gestito gli affari illeciti
nella zona collinare non erano le
Caiazzo Maria Giovanni
Caiazzo Monica
5 anni
3 anni e 6 mesi
assoluzione
assoluzione
stava scontando l’ergastolo per 2 delitti accuse di camorra o di estorsione a
carico di boss e affiliati già noti Caiazzo Rosa
Carbone Anna
5 anni
4 anni e sei mesi
assoluzione
assoluzione
delle cosche Brandi- Alfano-
Nessun verdetto sulla sua posizione Caiazzo. Il nervo centrale dell’in- Casceglia Ciro
Castiglia Filomena
4 anni
2 anni e 6 mesi
assoluzione
assoluzione
NAPOLI (maga) - Era malato da tempo, e le sue dagine che il 13 giugno del 2007
culminò nell’arresto di 33 persone Costantino Anna 3 anni e 6 mesi assoluzione
condizioni di salute erano peggiorate negli ultimi
mesi tanto che l’autorità giudiziaria non ha esitato a era costuito dall'enorme mole di D'Andrea Sergio 10 anni 8 anni
concedergli gli arresti domiciliari benché lui stesse beni e di attività imprenditoriali Delle Donne Gennaro 9 anni 10 anni e 8 mesi
scontando una condanna all’ergastolo per duplice finita sotto sequestro perché ritenu- Di Marino Roberto 7 anni assoluzione
omicidio. Claudio Alberoni (nella foto), affiliato ai ta una “macchina” di ripulitura del Esposito Nunzia assolta assoluzione
clan del Vomero, è morto mercoledì sera per cause denaro sporco del sodalizio. Ferrante Assunta 4 anni e 6 mesi assoluzione
naturale, poche ore prima che i giudici della sesta Società immobiliari, ristoranti, piz- Frizziero Adele 6 anni assoluzione
sezione penale del tribunale di Napoli si riunissero zerie e bar. I clan del Vomero erano Gallo Antonio 4 anni assoluzione
in camera di consiglio per decidere il finale del pro- sospettati di aver messo le mani su
mezza economia della zona colli- Guida Elisabetta 4 anni assoluzione
cesso dove pure lui era imputato. La comunicazio- Guida Salvatore 10 anni 12 anni
ne del suo decesso è stata data in aula in apertura nare, e di esserci riusciti grazie alla di Antonio Caiazzo, Giovanni per Francesco Simeoli (braccio
complicità di noti imprenditori del Alfano e Maurizio Brandi (nella destro di Caiazzo), ma solo per il Iannaco Antonio 7 anni 12 anni e 4 mesi
dell’udienza. Sulla posi- Mangiapia Arcangelo 3 anni assoluzione
zione di Alberoni i giudici territorio. Non solo: la procura foto), disponendo pure il disseque- reato di associazione di stampo
sosteneva pure che i camorristi che stro e l'immediata restituzione di mafioso (assolto da 5 capi d’accusa Mazzarella Adriana 4 anni assoluzione
non si sono pronunciati, Miccio Paolo 8 anni 13 anni
come era prevedibile. La per un decennio hanno fatto affari tutti i beni sotto sequestro dal giu- di intestazione fittizia di beni) e per
morte di Alberoni non è d’oro con il racket delle estorsioni gno del 2007. Sigilli tolti a società, giunta in continuazione con una Mignola Salvatore 8 anni assoluzione
stato l’unico dato impre- avevano intestato a parenti incensu-
rati appartamenti, macchine e altri
bar, pizzerie, ristoranti, auto di lusso 19 vecchia sentenza a 3 anni e 6 mesi); Minopoli Olga 5 anni assoluzione
vedibile della sentenza di come le Ferrari, appartamenti. Beni 13 anni (pm: 8 anni) per Paolo Petrone Anna 2 anni e 6 assoluzione
ieri. La notizia davvero beni nel tentativo di sottrarli ai il cui valore complessivo supera i Miccio, uomo di fiducia di Brandi. Petrone Antonietta 2 anni e 6 assoluzione
clamorosa è stata quella sequestri e ai controlli degli inqui- 60 milioni di euro. Un verdetto Condannati Tra le 19 persone condannate ci Petrone Gennaro 3 anni e 6 anni assoluzione
delle oltre 50 assoluzioni renti. L’ultimo processo ai clan del choc per la procura, che ricorrerà I giudici sono anche tre imprenditori. Raf- Petrone Giuliano 3 anni e 6 anni assoluzione
(stabilite con formula Vomero era dunque soprattutto un inevitabilmente in Appello. Delle hanno faele Peterone, che ha fatto nasce- Petrone Luca 6 anni assoluzione
piena, o perché il fatto processo alla ricchezza “sporca” 67 condanne richieste, sono state inflitto re ristoranti, bar e società immobi-
dei malavitosi, un processo che Petrone Monica 2 anni e 6 mesi assoluzione
non sussiste o per non solo 19 quelle comminate per com- complessi- liari, si è visto infliggere nove anni
puntava ad impoverire i mafiosi, a plessivi 205 anni e 8 mesi di galera. solo per associazione di stampo Petrone Pasquale 5 anni assoluzione
aver commesso il fatto) di vamente Petrone Raffaele 15 anni 9 anni
presunti prestanome del clan, inclusi i parenti più sottrarre loro quel patrimonio accu- E in qualche caso, quello relativo a mafioso, è stato invece scagionato
mulato con la violenza e con la 205 anni e Petrone Rita 2 anni e 6 mesi assoluzione
stretti dei boss. Scagionati i familiari di Giovanni camorristi già acclarati, le pene dai reati di riciclaggio di denaro
forza. Per la procura era un caso disposte sono state pure più alte di 8 mesi di sporco e intestazione fittizia di beni: Pisaniello alfonso 3e6 assoluzione
Alfano: Adele Frizziero (moglie del ras) e le figlie galera alle
Ilaria e Anna, Adriana Mazzarella (cognata di giudiziario importante, il 26 feb- quelle proposte dal pm Del Prete. va capito, adesso, quale ruolo Riccio Cipriano 10 anni 6 anni
braio scorso il pubblico ministero Maurizio Brandi, ad esempio, ha 19 persone avrebbe ricoperto l’imputato secon- Privato Rosario 4 anni 3 anni e 4 mesi
Alfano), tutte difese dall’avvocato Giuseppe De
Gregorio. Scagionati i parenti di Francesco Simeo- antimafia Michele Del Prete (che rimediato 22 anni contro i 20 invo- riconosciu- do i giudici, atteso che è stato assol- Rozzera Girolamo 4 anni assoluzione
li: la moglie Anna Carbone, i figli Marco, Mauri- ha ereditato l’inchiesta dal pm Raf- cati; 26 anni sono stati comminati te colpevoli to dal sospetto che si fosse prestato Santoro Eugenio 7 anni e 6 mesi 6 anni
zio e Mario, tutti difesi dall’avvocato Immacolata faele Marino che da due anni rico- ad Antonio Caiazzo (pm: 20 anni), a ripulire i soldi sporchi della Scarpati Antonio 7 anni e 6 mesi 5 anni
Spina (solo Mario Simeoli era assistito anche dal- pre l’incarico di procuratore che è stato riconosciuto colpevole camorra come riteneva la procura. Simeoli Francesco 18 anni 17 anni
l’avvocato Silvio Mancini). Assoluzione piena aggiunto a Torre Annunziata) di associazione di stampo mafioso Sei anni sono stati inflitti all'im- Simeoli Marco 3 anni assoluzione
anche per i familiari di Antonio Caiazzo: Patrizia aveva chiesto oltre 406 anni di per i soli sette mesi di libertà che ha prenditore Cipriano Riccio solo
galera per 67 imputati. Ma ieri Simeoli Mario 3 anni assoluzione
Barile (la moglie), i tre figli (Assunta, Monica e avuto dopo aver trascorso in galera per tentata estorsione (caduta l’ag-
pomeriggio, poco dopo le cinque, un lungo periodo sempre per reati gravante della matrice camorristi- Simeoli Maurizio 9 anni assoluzione
Maria Giovanni), il fratello Luigi, Olga Minopoli Teano Andrea 4 anni e 6 mesi 13 anni
(madre di uno dei figli di Caiazzo) e Filomena l’ufficio giudiziario di Napoli ha di camorra; 10 anni e 8 mesi (pm: 9 ca) ai danni di un altro imprendito-
dovuto incassare un violento ko. I anni) a Gennaro Delle Donne; 12 re, assoluzione dall’accusa di asso- Terlizzi Antonio 4 anni assoluzione
Castiglia, tutti quanti difesi dall’avvocato Vittorio Terlizzi Concetta 6 anni assoluzione
Trupiano. Assoluzione infine per i figli dell’im- giudici della sesta sezione penale anni e 4 mesi (pm: 7 anni) ad ciazione mafiosa. Cinque anni per
prenditore Petrone: Anna, Luca, Pasquale e del tribunale di Napoli (presidente Antonio Iannaco; 12 anni (pm: 10 camorra sono stati invece disposti Tessier Salvatore 4 anni assoluzione
Costantino erano difesi dall’avvocato Salvatore Aliperti), con una sentenza clamo- anni) a Salvatore Guida; 15 anni e per Antonio Scarpati, titolare della Testone Renato 4 anni e 6 mesi assoluzione
Landolfi, che ha rappresentato anche gli assolti rosa, hanno assolto tutti i presunti 8 mesi (pm: 10 anni) a Salvatore precisa “Traslochi”, già toccato da Varrella Nunzio 4 anni e 6 mesi assoluzione
Renato Testone e Raffaele Verde. prestanome dei camorristi, inclusi i Varriale; 13 anni (pm: 4 anni e 6 altre indagini sulla cosca dei Casa- Varriale Salvatore 10 anni 15 anni e 8 mesi
parenti più stretti di boss del calibro mesi) ad Andrea Teano; 17 anni lesi. Verde Raffaella 2 anni e 6 anni assoluzione
CRONACHE di NAPOLI CRONACHE di NAPOLI

CNRapoli
ONANCord
HE
S.S. Sannitica km. 19,800 S.S. Sannitica km. 19,800
81025 Marcianise - Caserta 81025 Marcianise - Caserta
Tel. 0823.581055 - 0823.581005 Tel. 0823.581055 - 0823.581005
- 0823.821165 - 0823.821165
Sito web: www.cronachedinapoli.org Sito web: www.cronachedinapoli.org

Venerdì 23 Aprile 2010 Pagina 15

IL PRECEDENTE

Dieci giorni fa
in via Reginelle
sigilli ad un parco
LL’OPERAZIONE
Gli agenti di polizia municipale
hanno apposto i sigilli a otto
abitazioni in via Scuotto: tutte
le case erano fruibili
e collegate alla fognatura
comunale con regolare
allaccio idrico ed elettrico

False licenze e mutui per i proprietari degli immobili

Abusivismo, sotto chiave


otto villette in via Scuotto GIUGLIANO (antman) - Tredici per-
sone furono denunciate nel corso di
una maxioperazione anitabusivismo
degli agenti del Comando di Polizia
Municipale, diretti dal comandante

Operazione della Municipale a Licola: nei guai l’imprenditore Antonio Baldi e coordinati dal capitano
Gennaro Castellone, responsabile del-
l’Uopg Edilizia ed Ambiente lo scorso
di Antonio Mangione 9 marzo. Anche in quel caso la fascia
Acquisiti GIUGLIANO - Otto unità immobiliari, LA TRUFFA
costiera sotto i riflettori. Gli agenti
della Municipale apposero i sigilli ad
un complesso immobiliare situato in
per complessivi 1000 metri quadrati,
i rilievi sono state sequestrate nella giornata di
ieri a Licola dal Comando di polizia
Il complesso immobiliare
era stato venduto con un
via Reginelle a Licola. Il tutto partì da
una segnalazione anonima. Gli agenti,
del satellite municipale, diretti dal comandante
Antonio Baldi e coordinati dal capitano
regolare atto notarile
Il venditore ha dichiarato
infatti, appurarono che le 34 unità
immobiliari erano autonomamente
Gennaro Castellone, responsabile del- una presunta sanatoria fruibili, collegati alle fognature comu-
GIUGLIANO (anto- l’Uopg Edilizia ed Ambiente. A poco nali, con allaccio elettrico ed idrico per
mangio) - Sono in arrivo per l’accensione di mutui
meno di dieci giorni dall’ultima opera- complessivi 3000 metri quadri circa e
i nuovi rilievi satellitari zione che portò al sequestro di 34 villet-
del Marsec riguardanti il pie provenienti da Pozzuoli, trasferitesi do gli agenti della polizia municipale. 9000 metri cubi circa. Furono denun-
te abusive in via Reginella a Licola, da poco a Licola. Dalle indagini degli Nonostante siano in evidente sott’orga- ciate a piede libero 13 persone per i
monitoraggio satellitare quando furono denunciate 13 persone,
del territorio predisposto agenti della Municipale, è emerso che le nico, il comando di Giugliano sta inten- reati di lottizzazione abusiva, abuso
gli agenti della Municipale sono tornati abitazioni sono state vendute con lo stes- sificando i controlli antiabusivismo. edilizio, falsità ideologica commessa
dall’amministrazione in azione a pochi metri, in via Vicinale
per vigilare e contrastare so metodo usato dall’imprenditore, coin- Dopo le vicissitudini giudiziarie che dal privato in atto pubblico, uso di atto
Scuotto, sempre a Licola, ponendo i volto e condannato nell’inchiesta ‘mat- hanno colpito negli ultimi tempi, per falso e truffa. Tra le persone denuncia-
il fenomeno dell’abusi- sigilli a otto unità immobiliari. Il costrut-
vismo edilizio. I dati si tone selvaggio’. Un sistema accurato, sopperire alla carenza di organico causa- te anche il costruttore, Francesco Fon-
tore, Francesco Fontana, 47enne di forse utilizzato anche per la vendita di ta dallo scandalo giudiziario che ha visto tana 47enne di Pianura, con precedenti
riferiscono al Pianura, con precedenti penali per reati
periodo che va dal altri costruzioni, su cui stanno indagan- coinvolti decine di agenti, accusati a penali per reati simili commessi a Giu-
simili commessi a Giugliano e a Napoli, vario di aver intascato mazzette per gliano e a Napoli. Dalle indagini degli
16 febbraio all’ot- era già stato denunciato nell’ultima ope-
to agosto scorso. coprire illeciti edilizi, l’amministrazione agenti della Municipale, è emerso che
razione dei vigili urbani del nove aprile. comunale ha infatti indetto un concorso le abitazioni erano state in parte vendu-
Sono stati acquisiti L’imprenditore è stato denunciato a Giugliano - Ha incassato 3 anni di reclusione
dalla giunta che ha per l’assunzione a tempo determinato te con regolare atto notarile e che il
piede libero quale legale rappresentate del dirigente di Polizia Municipale. Tra venditore aveva dichiarato (verbalmen-
provveduto a tra-
smetterli al diri-
gente del settore
della società di costruzione per i reati di
abuso edilizio, falsità ideologica com- Il costruttore è stato condannato la fine di maggio e i primi di giugno c’e-
rano state le prime avvisaglie di perqui-
te e senza presentare atti) una presunta
sanatoria. L’atto di vendita aveva
messa dal privato in atto pubblico, uso
assetto del territo-
rio e al dirigente
di atto falso e truffa. Tutte le case erano
autonomamente fruibili, collegate alle
nell’inchiesta mattone selvaggio sizioni e sequestri di costruzioni abusi-
ve, che però mai avrebbero fatto pensare
ad un fenomeno illecito diffuso in così
anche permesso l’accensione di mutui
presso diversi istituti di credito. Il
del settore polizia fognature comunali, con allaccio elettri- GIUGLIANO (rp) - Ancora una volta l’imprendito- valore complessivo stimato degli
municipale. Nonostante larga scala nel territorio giuglianese. Gli immobili posti sotto sequestro si aggi-
co ed idrico. Gli agenti hanno appurato re Francesco Fontana è il protagonista dell’en- agenti della polizia municipale fanno
la prova di forza dello che il complesso immobiliare erano state nesimo abuso scoperto dagli agenti della munici- rava sui cinque milioni di euro. Appe-
Stato, che attraverso quello che possono, nonostante siano in na due mesi fa, gli agenti della polizia
vendute con regolare atto notarile e che pale. Lo stesso era stato denunciato nell’opera- sotto organico. Le cifre, di per sé già
l’abbattimento dei primi il venditore aveva dichiarato (verbal- zione di 10 gioni fa. E’ tra le persone condannate Municipale, misero sotto chiave 27 vil-
manufatti ha dimostrato spaventose, si arricchiscono giorno dopo lette a schiera, quattro palazzine da due
mente e senza presentare atti) una pre- in primo grado nel processo che ha visto coinvol- giorno di nuovi numeri, in seguito alle
questa volta di voler sunta sanatoria. L’atto di vendita aveva to vigili urbani, dipendenti comunali e imprenditori piani ciascuna, due capannoni e denun-
continue scoperte degli illeciti edilizi,
usare il pugno duro con- anche permesso l’accensione di mutui per lo scandalo mazzette. Ha incassato 3 anni scoperti con cadenza quasi quotidiana ciarono venti persone in via Vicinale
tro gli autori degli illeci- presso diversi istituti di credito. L’inter- (l’accusa aveva richiesto 4 anni e 2 mesi). La dalle forze dell’ordine. L’ultimo effet- Recapito a Licola (una traversa di via
ti, in questi mesi sono vento è frutto dell’azione programmati- vicenda giudiziaria sta per concludersi. Sono in tuato ieri a Licola fa crescere il numero Madonna del Pantano). “L’intervento -
continuate le opere di ca dell’amministrazione comunale al corso le ultime udienze prima delle richieste di dei sequestri. In estate gli agenti di poli- ha spiegato il portavoce del sindaco
cementificazione selvag- fine di contrastare l’abusivismo edilizio. condanna dei pubblici ministeri. Si tratta dell’ap- zia municipale posero a decine di lidi Giovanni Pianese - è frutto dell’azione
gia di terreni soggetti a Le unità abitative poste sotto sequestro pello del processo con rito abbreviato. Dovrà balneari tra Licola e Varcaturo, comple- programmatica dell’Amministrazione
vincoli o zone non lottiz- sono state date in custodia ai proprietari, tenersi anche l’Appello delle sentenze col rito tamente sprovvisti di qualsiasi conces- Comunale al fine di contrastare l’abu-
zate. I rilievi del satellite che peraltro, vivevano da tempo nelle ordinario, tra cui anche quella di Fontana. sione demaniale e della relativa licenza sivismo edilizio”.
serviranno a smaschera- stesse. Si tratta per lo più di giovani cop- comunale di balneazione.
re chi, nonostante i
divieti delle leggi
in materia, ha con-
tinuato a costruire
abusivamente
dopo l’ultimo con-
dono del marzo
2003. Il Comune
Gli abusivi: bene lo stop delle demolizioni Giugliano, affidati alla società Geoprojet
di Giugliano ha
chiesto alla regio- Il comitato abbattimenti: “Tutelare chi ha costruito per necessità” le opere di bonifica di Masseria del Pozzo
ne Campania, che
GIUGLIANO (am) - Il proba- timento dei propri manufatti cura di Napoli guidato dal pro- GIUGLIANO - Sono stati stati affidati
ha stipulato con la bile stop alle ruspe in Campa- disposte dalla magistratura e curatore aggiunto Aldo De
Marsec di Bene- alla società ‘Geoprojet srl’ i lavori di
nia fino al 31 dicembre 2011 coordinate dal tavolo della Chiara. Lo Schema di decreto caratterizzazione della discarica consortile
vento un accordo soddisfa i comitati che negli task-force costituitosi in prefet- legislativo messo a punto dal
quadro per il ser- sita in località Masseria del Pozzo-Schiavi
ultimi mesi si sono battuti per tura, per veder salvare le pro- governo dovrà essere esamina- e il compimento delle indagini prelimina-
vizio di monito- chiedere la sospensione delle prie case. I rappresentanti del to nella prossima riunione del
raggio satellitare dell’a- ri delle discariche comunali e consortili,
demolizioni. Sono tornati in comitato sono stati ricevuti più Consiglio dei Ministri. Il prov- per l’importo di 33 mila euro. La società ha trasmes-
busivismo edilizio sul piazza pochi giorni fa i comita- volte da Claudio Gorelli, Capo vedimento, che e’ stato aspra-
territorio regionale deno- so il piano di caratterizzazione dell’area, che è stato
ti antiabbattimenti dei vari Dipartimento per lo Sviluppo mente contestato dalle opposi- poi trasmesso dall’Ente al Ministero dell’Ambiente.
minato ‘Mistrals’( acro- comuni della provincia di delle Economie Territoriali zioni (‘’e’ la cambiale elettora-
nimo di Monitoraggio Napoli su cui pende la scure della Presidenza del Consiglio le’’), consentira’ di ‘salvare’
da Immagini Satellitari delle ruspe. Giugliano, Afrago- dei Ministri. Le ruspe però non tutte le case abusive della
del Territorio per la la, Casoria, Gragnano, Lettere, si sono fermate, come dimo-
licenza. Consegnò inoltre oltre
regione, compreso quelle di
Giugliano, binomio lettura-disegno:
tremila firme raccolte a soste-
Rilevazione di Abusi su Santa Maria La Carità, strano le demolizioni degli ulti- gno della loro lotta, la mappa- Giugliano. Il coordinamento ieri l’appuntamento in piazza Matteotti
Larga Scala) di accorcia- Sant’Antonio Abate, Ischia, mi giorni eseguite nella peniso- tura completa ed aggiornata anti-abusivismo messo in piedi
re a 45 giorni la frequen- Procida, Pianura, Casola e la sorrentina e Afragola. Il por- dell’intero territorio campano e da regione e Procura gia’ a GIUGLIANO - LibriArteFatti” è il titolo
za dei rilievi dei dati Pimonte i comuni coinvolti. tavoce del comitato nel primo il piano regolatore della terza marzo aveva individuato dell’evento in libreria, affidato alla creati-
acquisiti in modo da Tra i delegati anche gli abusivi incontro con l’esponente di città della Campania, per dimo- manufatti da abbattere anche in vità di due artiste, l’una bolognese e l’
ottenere con maggiore del ‘Libero Comitato Cittadi- Palazzo Chigi aveva chiesto strare che il fenomeno abusivi- altre zone della provincia di altra francese, che hanno scelto di vivere a
tempestività le informa- no’, formato dai proprietari proprio il blocco delle ruspe e smo a Giugliano non può esse- Napoli: da Mugnano a Madda- Napoli: Simonetta Capecchi e Caroline
zioni necessarie per degli immobili abusivi costruiti la sospensione di ogni provve- re ridotto agli 800 immobili loni, da Torre del Greco a Peyron tenutosi ieri pressp Agora’ Vine-
aggiornare le cartografie nel territorio giuglianese, desti- dimento di sgombero e demoli- individuati fino ad oggi dal Casapesenna, Ischia e Forio ria Binomio libro-disegno. Che non vuol dire sempli-
comunali. natari delle ordinanze di abbat- zione delle case costruite senza pool antiabusivismo della Pro- fino a Giugliano. cemente illustrazione del libro, ma piuttosto rilettura
del testo scritto attraverso l’intervento degli artisti.
16 Venerdì 23 Aprile 2010 Napoli Nord CRONACHE di NAPOLI

Melito - Due sono del luogo, uno di Frattamaggiore: sono ai domiciliari CASORIA
MELITO
Sorpresi a smontare un’auto rubata, presi in tre
LA CRONACA MELITO (luc.mot) -
Certe volte volte i disagi ti
portano a perdere la ragio-
Alessandro Andrei della
compagnia di Giugliano,
hanno arrestato il sessanta-
sorpresi mentre erano
intenti a smontare pezzi da
una Fiat Seicento, priva di
uomini della Benmerita
hanno proceduto a seque-
strare l’intera autocarroz-
Rapina in profumeria,
I malviventi hanno agito
ne, certe volte i disagi e le
ristrettezze economiche ti
portano a compiere azioni
che con ogni probabilità in
altre circostanze non com-
seienne melitese Francesco
Cuozzo, il trentasettenne
figlio, omonimo e concitta-
dino Francesco Cuozzo e il
trentottenne Francesco
targhe e con il numero di
telaio completamente abra-
so. Nel corso di accerta-
menti, i militari dell’Arma
sono però riusciti a risalire
zeria e trentacinque vetture
presenti all’interno dell’a-
rea. Al momento sono in
corso accertamenti per
verificare la provenienza
bottino di 300 euro
nella notte in via Roma
L’esercizio era sprovvisto
piresti. E’ il caso France-
sco Cuozzo, di suo figlio e
di Francesco Aquilanti,
tutti e tre finiti con i ferri ai
polsi con l’accusa di ricet-
Aquilante, carrozziere resi-
dente a Frattamaggiore:
tutti incensurati. Durante
un controllo eseguito in via
prolungamento Libero
ala proprietà dell’autovet-
tura. L’utilitaria era intesta-
ta ad un trentottenne di
Pomigliano d’Arco che ne
aveva denunciato il furto il
delle vetture. Il valore dei
beni finito sotto chiave è di
circa duecentomila. Gli
arrestati sono stati tradotti
nella casa circondariale di
per una coppia di ladri
del sistema di allarme tazione e riciclaggio di Bovio nell’autocarrozzeria diciassette aprile alla Poggioreale e poi proces- CASORIA (Raffaella Nolasco) - Rapinata una
autovettura. I carabinieri del trentasettenne, ma caserma dei carabinieri sati con rito direttissimo. profumeria ad Arpino, il danno ammonta a più di
della tenenza di Melito, gestita dal padre sessanta- della sua città natale. Dopo Sono finiti tutti ai domici- 300 euro. Erano circa le 11 del mattino di ieri,
coordinati dal capitano seienne, i due sono stati gli accertamenti di rito, gli liari. quando in una profumeria di Casoria, precisamente
nella zona di Arpino in via Nazionale delle Puglie,
sono entrate due persone: un uomo e una donna. I

Furto con spaccata da ‘Ipnotic’


due, stando alla ricostruzione fatta dalle due com-
messe presenti nel negozio al momento della rapi-
na, avevano presumibilmente un età compresa tra i
ventitre ed i ventisei anni. I “Bonnie e Clyde” , a
volto scoperto, hanno estratto le armi e le hanno
puntate verso le addette alla vendita intimandole a
tacere al fine di impossessarsi del denaro presente
in cassa. In quel momento nessun cliente era pre-
sente nel negozio, solo le due impiegate . Le com-
Hanno divelto la serranda e portato via i capi d’abbigliamento: danni per 20mila euro
di Luciano Mottola vamenti del caso ed ascoltato il tito- invece in quel di Melito. Rubare in crocio con via Casamartino. Anche
messe, comprensibilmente intimorite, non hanno
reagito. A questo punto i due rapinatori, sempre
tenendo puntate le pistole verso le vittime , hanno
preso dalla cassa i soldi. I criminali hanno poi affer-
lare. Secondo quanto emerge, il un negozio e portare via la totalità in quel caso i ladri agirono in tutta rato diverse confezioni di profumo di
MARANO - Non hanno lasciato negozio era sprovvisto di un sistema della merce non è da tutti i giorni. calma portando via gran parte della marche prestigiose, dunque bottiglie
neanche una maglietta, hanno porta- d’allarme, cosa che ha di certo faci- Tra merce e ‘disagi’ strutturali il merce presente nel negozio. In quel particolarmente costose e le hanno
to via tutto. Mai come in questo litato il lavoro dei ladri che sono danno si aggira intorno ai ventimila caso i danni per il titolare si aggira- intascate. Dopo aver preso il bottino
caso il termine ‘ripulire’ è risultato riusciti in tutta calma ad imposses- euro, una ‘mazzata’ questa che in rono intorno ai settemila euro, un fatto di soldi e prodotti di profumeria,
più adatto. A finire nel mirino dei sarsi della merce presente nel loca- un periodo di crisi economica pesa terzo rispetto a quelli a cui è è dovu- i criminali si sono dileguati. L’uomo
malviventi è stato un negozio di le. Difficilmente i raid riescono in in maniera impressionante. Non è la to andare incontro il proprietario di e la donna autori della rapina, si sono
abbigliamento nella centralissima modo così perfetto come è riuscito prima volta che un negozio di abbi- ‘Ipnotic’ che alle 20 aveva lasciato allontanati dall’esercizio commerciale
via Roma. quello di via Roma. I furti nel gliamento viene ‘violato’ dall’inizio un negozio pieno zeppo di accessori correndo. Sono scappati via a piedi
Mancava poco Napoletano sono numerosissimi ma del 2010. Qualche mese fa era toc- e capi d’abbigliamento per poi ritro- secondo la ricostruzione delle com-
all’alba quando quasi mai i malviventi riescono a cato infatti ad una boutique sempre varlo dodici ore più tardi in ‘pieno messe della profumeria, le quali non
i balordi sono fare bottino pieno come è accaduto di via Roma ma nei pressi dell’in- allestimento’. hanno visto i delinquenti salire in nes-
entrati in azio- suna autovettura. Non si sa dunque se
ne sul corso in lontananza vi fosse qualche com-
principale della Casavatore - Il raid messo a segno nella filiale del Monte Paschi di Siena plice in automobile ad aspettarli,
popolosa città oppure se essi stessi avessero un
del Napoletano.
Hanno puntato
i loro sguardi
su ‘Ipnotic’, ed
Colpo in banca, in quattro via con 20mila euro
CASAVATORE (rp) - hanno minacciato i dipen- giurata, l’anno disarmato. carabinieri in forza alla
mezzo di locomozione poco distante dal luogo in
cui è stato consumato il reato. Subito sono state
allertate le forze dell’ordine. Sono giunti sul posto i
hanno deciso di carabinieri della locale stazione di Arpino. Le due
Banda in azione alla filiale denti e si sono fatti conse- Un quarto uomo, armato di locale stazione, agli ordini vittime della rapina, fortunatamente, non hanno
entrare in azio- del Monte Paschi di Siena gnare il contante che c’era taglierino, si e` introdotto del luogotenente Rosario
ne. E’ stata così riportato alcun danno fisico, ma certamente c’è
nel corso Europa. Quattro in cassa. Erano armati di in banca mettendo a segno Tardocchi e coordinati dal stata tantissima paura. I danni materiali, ad una
tagliata la ser- persone hanno fatto irru- fucile e di pistole. Hanno la rapina, Poi ha raggiunto i capitano Gianluca
randa ed in prima ricostruzione, ammontano a circa trecento
zione nell’istituto di credito puntato minacciosamente complici che lo aspettava- Migliozzi. I militari del- euro tra denaro portato via e profumi pregiati. Non
pochi attimi poco dopo le quattro, le armi contro la guardia no all’esterno. Panico fra i l’Arma hanno effettuato i
sono entrati si tratta di un episodio sporadico ed isolato quanto
clienti, pochi quelli presenti rilievi del caso ed ascoltato avvenuto ieri mattina a Casoria, nella profumeria di
all’interno del al momento della chiusura le testimonianze delle per-
negozio di abbigliamento. In tutta via Nazionale delle Puglie. L’allarme sicurezza è
dell’istituto di credito. sone presenti. Le forze del- scattato già da tempo. Risale a circa quindici giorni
calma hanno raccolto gli indumenti, Dopo aver racimolato il l’ordine hanno acquisito le
approfittando dell’oscurità, e badan- fa il furto avvenuto ai danni di una tabaccheria in
contante sono scappati immagini del sistema di Piazza Cirillo, nel cuore della notte. I commercianti
do bene a non fare troppo rumore facendo perdere le proprie videosorveglianza. L’uomo
(gli abitanti del posto hanno riferito casoriani non ci stanno ad essere vittime di questa
tracce a bordo di una Punto che si è introdotto nell’isti- escalation di criminalità e riunitisi in comitato, una
di non aver sentito rumori molesti), grigia. Non prima di aver tuto di credito ha finto di
si sono allontanati senza che nessu- trentina di esercenti, ognuno protagonista di furto o
minacciato il personale essere un cliente ed ha rapina, hanno presentato un esposto al comandante
no si accorgesse di nulla. Soltanto dipendente a non allarmare messo a segno il colpo nel-
qualche ora più tardi il proprietario dei vigili urbani e al sindaco. A Ferrara i negozianti
le forze dell’ordine. Sul l’incredulità totale delle chiedono anche di essere ricevuti per discutere del
dell’esercizio è stato avvisato del- posto sono giunte pochi persone presenti nell’istitu-
l’accaduto ma non c’era più nulla da problema sicurezza. Nelle ultime settimane sono
minuti dopo due auto dei to di credito. . stati colpiti cinque bar tra piazza Cirillo (nel cuore
fare. In prima mattinata sono giunti
sul posto i carabinieri della tenenza di Casoria) e via Marco Rocco. Ieri è toccato alla
di Melito che hanno effettuato i rile- La filiale del Monte Paschi di Siena al corso Europa profumeria di via Nazionale delle Puglie.

MARANO Il sindaco: il consigliere regionale dell’Udc ci dia una mano Melito - Il consigliere: sono un indipendente socialista

Tarsu, Perrotta incontra Iacolare Il Pd perde i pezzi, lascia Frattamaggiore, stamattina l’inaugurazione
MARANO (Carmela
Maria Orlando) - Conti-
nuano le polemiche per
E’ polemica sugli aumenti della tariffa
ne nel sistema tariffario per lo smalti-
dell’Ente comunale con
incontri convocati con gli
assessori all’Igiene Urba-
anche Gennaro Piscopo della villa comunale in via Vittorio Emanuele
FRATTAMAGGIORE - Sarà inau-
MELITO (lu.mo) - Mancava sol- Paese”. “Le possibilità organizzati- gurata oggi dal sindaco, Francesco
gli aumenti della Tarsu mento dei rifiuti solidi urbani. Sappiamo na, Vincenzo tanto l’ufficialità, ma ora è arrivata: ve a livello locale saranno diverse
imposti dalla Provincia. bene come si è dovuta fronteggiare l’e- Passariello, ed al Bilan- Russo (nella foto) la villetta comuna-
Gennaro Piscopo (nella foto) non così come le possibili interazioni le di via Vittorio Emanuele. Lo spazio
A Marano è arrivata una mergenza rifiuti in Campania. E si sono cio, Gemma Infantocci, fa più parte del gruppo consiliare con l’amministrazione in carica -
vera stangata, che vedrà dovute fare scelte anche dolorose, come con i rispettivi dirigenti di verde è stato riqualificato ed è stato
del Partito Democratico. Piscopo, ha concluso il tre volte consigliere creato un passaggio pedonale che col-
lievitare la tariffa del ven- l’apertura della discarica di Chiaiano. In area, Bruno Gagliardi e alla terza esperienza in consiglio comunale - Io le valuterò auguran-
ticinque per cento, nono- tal senso, però, proprio perché sono i cit- Domenico De Biase. Al legherà via Vittorio Emanuele, una delle strade
comunale, segue così le orme di domi che gli altri colleghi di radice principali della città, con il parcheggio di via
stante i disagi e i costi tadini che hanno dovuto sopportare i vertice, approfittando Stefano Capriello e Alessandro socialista possano condividere le
legati alla presenza della guasti per scelte altrui, ritengo che la della richiesta formulata Vittoria che, in questo modo, potrà essere usato
Simeone che in tempi diversi ave- mie motivazioni”. Come ricordato anche dalle auto di quanti devono recarsi alle
discarica nella cava del- Provincia debba necessariamente fare dal sindacato, hanno par- vano deciso di in precedenza, scuole della zona.
l’Ex Poligono. “Un qualcosa di concreto per consentire tecipato anche una dele- abbandonare il quella di Piscopo
incontro proficuo e che anche ai residenti di Marano nei pressi gazione di Cgil-Cisl-Uil e partito di Pierlui- rappresenta la
auspico possa produrre della discarica di poter fruire di una serie Spi-pensionati, guidata gi Bersani. “Con terza uscita dal
risultati positivi per la di agevolazioni, come ristoro per il disa- dalla dirigente della una nota inviata partito dopo quel-
Marano, al via la due giorni di cultura
comunità maranese”: così gio che subiscono”. Gli approfondimenti segreteria della Cgil nei giorni scorsi le di Capriello e dell’associazione ‘New Umor Sound’
il sindaco di Marano, Sal- e le contromisure sono al vaglio da parte Napoli, Teresa Potenza. ho comunicato Simeone che si
vatore Perrotta, ha com- alla dirigenza del sono poi avvicina- MARANO (cmo) - Due giorni di
mentato l’incontro che eventi per l’associazione culturale New
ieri mattina ha avuto, nel Melito - Carica affidata a Corrado dopo l’addio di Sanarico Partito Democra-
tico di Melito le
ti alla maggioran-
za. Ora bisognerà Umor Sound. “Non solo un corpo nel
Palazzo Municipale, con mie dimissioni dal capire la posizione bagagliaio di un’auto”, questo è il titolo
Biagio Iacolare, neo-
eletto consigliere regiona- Udc, rebus sul nuovo capogruppo gruppo consiliare
e la consecutiva
politica che assu-
merà Piscopo
del convegno si terrà oggi presso l’au-
ditorium della Chiesa Maria SS. Imma-
le ma anche capogruppo MELITO (Luc.mot) - Il nome del era sto anche espulso) per passare decisione di anche se non sono colata in via Giordano Bruno. Durante l’evento
alla Provincia dell’Udc. nuovo capogruppo dell’Udc è sem- all’opposizione. Corrado e Carmi- dichiararmi indi- escluse novità sin sarà presentato anche il film “La verità negata” di
Tra i vari temi affrontati, pre più avvolto nel mistero. Sono in ne Sanarico avevano invece scelto pendente sociali- dal prossimo Con- Carlo Infanti e il libro “Nuvole Rosse, sulla trin-
il più spinoso era ovvia- due infatti che si sbracciano per di restare fedeli alla politica del sin- sta - ha dichiarato siglio in program- cea invisibile” di Maria Fida Moro.
mente quello legato un’unica poltrona: da una parte daco Amente restando così ben Piscopo -.L’ele- ma per questa
all’aumento della Tarsu Corrado Corrado (nella saldi in maggioranza. zione di Stefano sera. L’Assise si
imposto dall’ente piazza foto) e dall’altra Giovanni Qualche giorno fa è Caldoro a presi- riunirà per elegge-
Matteotti che ha fatto lie- Barretta. I due consiglieri però arrivata l’uscita di dente della regione Campania rap- re il nuovo presidente del consiglio Pozzuoli, commercialista rapinato dell’auto
vitare a 102 euro a ton- comunali hanno assunto scena di Sanarico, che presenta la prima significativa comunale che prenderà il posto di La vettura ritrovata a Napoli grazie al satellitare
nellata il costo di smalti- posizioni diametralmente passando nelle fila del occasione dopo la diaspora del Giuseppe Patrizio Esposito sfidu-
mento dei rifiuti. “Nel- opposte negli ultimi mesi. Popolo della Libertà ha vecchio Psi di ricostruire una iden- ciato lo scorso dicembre e non POZZUOLI - Viene rapinato dell’auto,
l’ottica del nuovo sistema Dopo il siluramento del- di fatto consegnato il tità antica che ha caratterizzato la ancora rimpiazzato. In Aula si
l’assessore al Bilancio ruolo di capogruppo al ma grazie all’antifurto satellitare l’auto
di gestione - ha detto storia intera del nostro Paese”. discuterà anche della riduzione del viene ritrovata a Napoli. I fatti risalgono
Iacolare, che è originario Gino Gabbano, all’indo- suo vice Corrado. Deci- “Bisogna - ha proseguito l’ormai 50% dell’aliquota addizionale
mani dall’assunzione sione questa che non è a ieri pomeriggio. Un commercialista è
di Marano - la Provincia ex democratico - cogliere l’occa- Irpef, già ridotta la primavere scor- stato bloccato in via Domitiana da due
di Napoli, ereditando una della carica di commissario cittadi- andata già a Barretta che rivendica sione non guardando al passato in sa sempre del 50%. Il terzo, ma
no dell’Unione di Centro, Giovanni la leadership del partito. Una guerra malviventi che gli intimano di scendere
situazione disastrosa, è una logica d’amarcord ma guar- primo in ordine di discussione, dalla Bmw Serie A1. L’uomo sporge denuncia alle
stata sostanzialmente Barretta aveva deciso di abbando- interpartitica, questa, che prosegue
nare la maggioranza (dalla quale a suon di carte ‘protocollate’. dando al futuro e ad un progetto punto all’ordine del giorno riguar- forze dell’ordine che ci mettono poche ore per ritro-
costretta a riportare ordi- quale un nuovo modo di vivere da l’approvazione dei verbali della vare l’auto a Napoli grazie all’antifurto satellitare.
l’appartenenza politica nel nostro seduta precedente.
CRONACHE di NAPOLI
In primo piano Venerdì 23 Aprile 2010
17
Il raid fa scalpore sui giornali stranieri: “The Naples Mafia’
MARANO (Alessandro Napolitano) - Le two daughters as the gangsters from the
agghiaccianti immagini dei due raid di Giu- Camorra - the Naples Mafia - showered the
gliano e Pozzuoli hanno fatto il giro del alley with bullets, destroying everything in
mondo. La stampa straniera non è rimasta their path” (Un padre disperato costretto a
indifferente a quanto diffuso dal comando correre ai ripari con le sue due figlie, quando
provinciale di Napoli dei carabinieri. Sull’e- i gangster della Camorra, la Mafia di Napoli,
mittente britannica Sky News si leggeva di hanno distrutto tutto lungo il loro cammino)
“Footage of terrifying mafia revenge attack” Il The Sun fa riferimento a “the house they
(terrificanti immagini di un attacco mafioso) discovered posters of the Al Pacino film
Sul sito del quotidiano rumeno Adevarul, si ‘Scarface’, a Lamborghini car and expensive
parla di “Raiduri armate în plin? zi ordonate motorbikes, police said” (Scoperto in casa di
de mafia napoletan?” (Incursione armata in Palumbo un poster del film di Al Pacino
pieno giorno della mafia napoletana) Il Daily “Scarface”, una Lamborghini e motociclette
Mail paragone invece l’attacco ad una scena costose) Scene quindi che sono finite sui
tipica del noto telefilm I Soprano: “a despe- giornali di mezzo mondo, assieme a quelle
rate father is forced to run for cover with his dell’abitazione di Palumbo.

Il bowling
a Pozzuoli
Il commando
“Adesso ci dobbiamo nascondere,
le telecamere ci hanno registrato”
composto da
sei persone ha
fatto irruzione
nel ‘Big One’
di Pozzuoli
sparando
all’impazzata
contro le slot
Gli indagati intercettati. Palumbo: dormo in auto nel garage
di Antonio Mangione dopo, in un impianto per il bowling a fatto irruzione nella sala giochi di Giu-
machine, poi Pozzuoli. Le fiamme gialle hanno identi- gliano e nel bowling di Pozzuoli. Dal-
hanno dato MARANO - Si stringe il cerchio delle ficato gli altri due destinatari del decreto l’altra la preoccupazione della degli spie-
fuoco al locale forze dell’ordine intorno agli ultimi due di fermo. Stanno facendo terra bruciata tati uomini della banda di essere stati
componenti della banda che nel marzo attorno a loro. Intanto dalle intercettazio- ripresi dalle telecamere di videosorve-
scorso misero a segno due spettacolari ni emergono aspetti inquietanti e grotte- glianza. Nel commando Pasquale Cesa-
raid punitivi, facendo irruzione in una schi della vicenda. Da una parte la fero- ro, dalle indagini espletate, si delinea
sala giochi a Giugliano e, pochi minuti cia della banda, che senza scrupoli ha come una figura legata a Giuseppe
Palumbo, il mandante del raid.
E’ lui a volere il raid perche’ si e’
separato dalla moglie e la donna
e’ stata accolta a casa dello zio,
proprietario dei locali “Hol-
lywood Casino’” a Giugliano e
Il terrore La sala “Big One bowling” a Pozzuoli,
acquisiti a discapito di un fratello
e di un nipote che e’ amico di
La paura a Giugliano Palumbo. E’ questo lo scenario
ricostruito dalla Direzione
distrettuale antimafia di Napoli,
La banda ha Il secondo raid coordinata dall’aggiunto Sandro
scatenato è stato messo Pennasilico, che ha emesso un
il panico nei a segno dopo decreto di fermo eseguito da
carabinieri e finanzieri nei con-
due locali poco meno di fronti di Giuseppe Palumbo, 34
puntando le mezz’ora nella anni, mandante dell’atto intimi-
datorio e ‘mente’ del gruppo, un
armi contro sala giochi minorenne, A.G., Antonio Cap-
le persone che ‘Hollywood puccio, 31 anni, e Angelo Gia-
gnoni, 18 anni.” Dalle conversa-
erano presenti Casinò’ situato zioni è emerso il timore da parte
all’interno delle nella fascia Gli arrestati dei componenti del gruppo di
sale, tra cui costiera Sono finiti in manette quattro persone con l’accusa di tentato fuoco di poter essere individuati
omicidio, sequestro di persona, rapina, incendio, porto di armi dalle forze dell’ordine e la conse-
donne e bimbi di Giugliano da guerra, danneggiamento con l’aggravio del metodo mafioso quenziale necessità di assumere
comportamenti prudenziali. Ne è
l’esempio Cesaro rimproverava
la consorte perché temeva che a causa
L’attesa dei contatti telefonici con la moglie, lo
stesso potesse essere individuato. Rosa-

M ARANO (Giuseppe Esposito) -


Stamattina il giudice per le indagini
preliminari Modestino del tribuna-
le di Napoli farà “visita” a tre dei
Stamattina l’udienza di convalida dei fermi ria: “Ma non stai in macchina”.
Pasquale: “No sto fuori alla
macchina”. Rosaria: “E che stai a
fare?”. Pasquale:”Sto aspettando un
attimo a lui (Palumbo, ndr). Rosaria: “E
quattro presunti componenti del
commando che lo scorso 14 marzo Sono ritenuti vicino stai sotto al palazzo? Non mi sono sba-
fece irruzione, a volto coperto e con al clan dei Nuvoletta gliata allora?”. Pasquale: “Mannaggia
pistole, mitra e fucile alla mano la marina, sto aspettando scende e me
prima nella sala giochi “Hollywood ling. Con una calma glaciale hanno ne vado”. Rosaria: “Ma allora tu non lo
Casinò” di Giugliano e poi dopo puntato i mitra addosso a chi poco vuoi capire proprio!”. Pasquale: “Rosà
appena 18 minuti nel centro bow- o nulla c’entrava con le questioni però tu in queste circostanze mi vorresti
ling “Big One” di Pozzuoli sparan- che hanno portato al raid, poi dopo scassare il c….”. Rosaria: “Ti posso dire
averle fatte stendere per terra, una cosa?”. Pasquale: “Non mi scassa-
do all’impazzata. La toga parteno- re il c..”. Rosaria: “Io ti scasso il c…?
pea sovrintenderà l’udienza di con- hanno iniziato a rovesciare di tutto
e di più, per poi sparare all’impaz- Ma allora ti devo scassare io il c.. a te?
valida del fermo, nella quale esami- Ti ho detto che io solo al pensiero ora
nerà gli elementi raccolti dagli zata, senza preoccuparsi dei proiet- sei andato là sopra e passi sotto da me
inquirenti per accusare Giuseppe tili di rimbalzo. Addirittura uno di mi sale il sangue alla testa! Ma quante
Palumbo, 34 anni, Antonio Cap- loro ha preso una tanica, nella quale volte ve lo devo dire allora?”. Pasquale:
puccio, 31 anni, ed Angelo Pia- c’era, presumibilmente, della benzi- “Ma mi vuoi fare iniziare tutte le sere
gnoni, 18 anni, a vario titolo di ten- na, che ha sparso sulle piste, alle allora?”. Rosaria: “No, non ti voglio
tativo di omicidio, quali poi ha dato fuoco. Il tutto fare cominciare tutte le sere ma che ti ho
Gli indagati sequestro di perso- mentre le persone presenti prima detto? Ma può essere questo?”. Pasqua-
na, rapina, incen- “nell’Hollywood Casinò” e poi nel le impreca: “Se mi fai succedere qualco-
compariranno dio, danneggiamen- “Big One”erano stese a terra, che sa per colpa tua mentre mi fai scendere
to e detenzione e pregavano affinché quell’incubo là ti schianto con la testa nel palo ti
davanti al gip porto di armi da avesse fine al più presto. A qualcu- schianto”. In un altro colloquio tra
del tribunale guerra, aggravati no addirittura un colpo ha sfiorato il Palumbo e Cesaro, si evince come il
dalla matrice capo, inducendolo a chiudere gli mandante si fosse recato a Parma per
di Napoli camorristica. Tutti occhi e desiderare di voler essere effettuare il colloquio con il padre dete-
loro, peraltro, sono ovunque, ma non lì, nel mezzo di nuto, Castrese Palumbo, affiliato al clan
Modestino ritenuti vicini al Le fiamme gialle all’esterno della Villa Palumbo di proprietà del mandante del raid Giuseppe un feroce raid. A molti è sembrato Nuvoletta, Si era fermato per la notte
clan Nuvoletta, di rivivere i tempi del vecchio presso la propria abitazione in Firenze)
egemone a Marano, comune dove West, quando nelle locande i crimi- con l’intenzione di dormire in auto,
risiedono. Il movente dei due raid nali facevano irruzione e sparavano all’interno del garage, perché preoccupa-
to di essere individuato dalle forze del-
sarebbe riconducibile alla separa-
zione di due coniugi ed a dei motivi
economici: la moglie di Palumbo
Le mogli: “Troviamo un alibi per scagionarli” su tutto e tutti, senza pensare alle
conseguenze, come è successo
quando all’uscita dalla sala giochi
l’ordine, in quanto anagraficamente resi-
dente in quella città. Nel corso della stes-
dopo essersi separata dal marito MARANO (an) - Particolari sempre più interessanti chiedere alla consorte di Cesaro di pregare. Annun- di Giugliano il commando è incap- sa telefonata si evince chiaramente come
sarebbe stata accolta a casa dello emergono dalle intercettazioni telefoniche riguardanti ziata P.: “mettigli un bel lumino alle anime del purga- pato nell’auto di Giuseppe Scamar- anche Pasquale Cesaro avrebbe trascor-
zio, proprietario dei due esercizi le persone direttamente ed indirettamente coinvolte torio e chiedi scusa a tuo padre da parte mia…chiedi- della. Il giovane impaurito dal fatto so la notte fuori casa. Particolare impor-
commerciali finiti nel mirino del nei due raid. Il mattino dopo i due raid, la moglie di gli scusa. Ti servono le preghiere! le anime del pur- che il gruppo di fuoco stesse spa- tanza assumono anche le raccomanda-
commando. La ferocia dei raid, Giuseppe Palumbo, Annunziata P., telefona alla gatorio fanno grazie impossibili”. Emerge poi, il rando contro le auto in sosta, ha zioni fatte da Palumbo Giuseppe nei suoi
testimoniata in un video che è finito moglie di Pasquale Cesaro, Rosa M.. C’è preoccu- giorno seguente, la volontà di trovare un alibi a Cesa- cercato di dileguarsi a bordo della confronti circa la necessità di non uscire
anche sulla rete informatica, ha del- pazione le due. Una di loro, la moglie di Palumbo, ro da parte della moglie. Rosaria M.: “Però Pasqua- sua macchina, ma il suo gesto ha di casa. Palumbo: “Non uscire proprio
avrebbe visto i filmati del raid a casa dello zio. le..veramente è stato qua mai come ieri...figurati che infastidito uno dei malviventi, che da sopra”. Cesaro: “No ma che devo
l’inverosimile, perché i sei compo- scendere! E tu?”. Palumbo: “Ora vado
Annunziata P.: “ci stanno le telecamere registrate, ieri sera mi ha detto andiamo al cinema...e io gli ho ha puntato la pistola contro l’auto di
nenti del gruppo di fuoco (tra quali stanno risalendo ai…. volti, eh….comun…questi detto ma quale cinema? dobbiamo buttare solo i soldi giù al garage, nella Pandarella e mi
un minore, A.G. finito in manette Scamardella ed ha esploso un
dicono se c’e lo dicete voi… cosi… se no ci danno il che noi il cinema non lo seguiamo.....e figurati stavo addormento”. Palumbo: “ Se no
assieme ai complici arrestati l’altro colpo. Il proiettile percorsa la canna vado nel garage, in macchina che devo
favoreggiamento. [...]Comunque queste sono cose sopra da L. che ieri era il compleanno e lui mi ha della pistola, è riuscito a trapassare
ieri) hanno agito incuranti della pre- che non si possono dire per telefono, quando se sarà detto no io rimango qua che non c’e la faccio a vede- fare? La vita è fatta di sacrifici. Fa fred-
senza delle persone, ma soprattutto la portiera dell’auto ed a conficcarsi do. Con la copertella addosso che devo
che ci rivediamo…c’e le diciamo da vicino…”. La re nessuno....e andai solo io coi i ragazzi per dare gli nella gamba del giovane, sfiorando-
dei bambini che giocavano a bow- preoccupazione spinge poi la moglie di Palumbo a auguri a L”. fare?”. Cesaro: “Ho fatto la stessa cosa
gli l’arteria femorale. pure io”.
18 Venerdì 23 Aprile 2010 Napoli Nord CRONACHE di NAPOLI

FRATTAMAGGIORE Stangati cinque esponenti della cosca. Assolto un imputato CASORIA Aveva aggredito un pubblico ufficiale
CASALNUOVO
LA CRONACA Clan Pezzella, inflitti 43 anni di reclusione Condannato un 34enne
FRATTAMAGGIORE (Enzo Amato) - Quarantatre l’imprenditore edile vittima delle estorsioni sarebbe CASORIA (Francesco Celardo) - Aveva aggredito le
anni di reclusione totali sono stati inflitti a ben cinque stato contattato per costruire un edificio dal valore di forze dell’ordine per strada. A scontare il debito con la giu-
esponenti del clan Pezzella, ritenuti responsabili di circa 220mila euro. In un primo momento le cose stizia, è stato Fabio Pirozzi trentaquattrenne di Casoria.
estorsione aggravata dalla matrice camorristica nei sembrarono andare bene al costruttore, perché Russo Dovrà scontare un anno di carcere per aver aggredito le
confronti di un imprenditore edile. La condanna più gli versò prima 35 mila euro in contanti e poi 75 mila forze dell’ordine durante un posto di controllo. Ieri mattina
alta è stata inflitta a Domenico Russo (detto Mimì ‘o euro in assegni postdatati. Ma improvvisamente qual- il giudice del tribunale di Napoli ha ordinato che il malvi-
fascista, di Frattamaggiore) condannato a 10 anni e cosa non andò per il verso giusto, poiché l’imprendi- vente deve scontare la sua pena tra le mura del carcere di
Il figlio della Mosti si è presentato mezzo, 9 anni, invece sono stati inflitti a Rocco tore girando gli assegni ai suoi creditori, scoprì che Poggioreale. Infatti, a notificare le volontà del giudice ci
D’Angelo (alias Rocchino ‘o cantante, di Cardito) ed questi ultimi erano risultati scoperti, rubati o smarriti hanno pensato gli agenti della sezione investigativa del
ustionato al colloquio con la moglie: infine 8 anni a testa a Pierantonio Martucci (cono- in varie zone d’Italia. Così contattò Russo per ricevere commissariato di Afragola diretto dal vice questore Paolo
sciuto anche come Totonno pappatone, di Cardito), a quanto doveva in maniera pulita, ma l’uomo (oggi Iodice. Gli agenti giunti sotto casa del recidivo, lo hanno
i vestiti erano tutt’uno con la carne Ciro Chiacchio (detto Ciruzzo ‘o boxer) e Silvio sotto scorta), invece, dei soldi ottenne solo delle prelevato e portato negli uffici per gli accertamenti di rito.
Russo (fratello di Domenico). Assolto, invece, minacce, come: “Non sai chi sono io”, “io apparten- Successivamente è stato tradotto in carcere. Insomma, era
e perdeva sangue dalle orecchie Michele Orefice (di Caivano) ritenuto estraneo ai fatti go a gente potente”, “non ti pago” o “ti faccio calare restio ai controlli delle forze dell’ordine. L’aggressione
per carenza di gravi indizi di colpevolezza. I fatti per i in un pilastro”. Poi addirittura ci furono degli spari maturò durante un normale controllo sfociato poi in un
quali sono stati condannati i cinque sarebbero avvenu- contro l’auto dell’imprenditore ed una telefonata arresto per resistenza a pubblico ufficiale. Ora per lui era
ti tra il febbraio del 2003 e l’agosto del 2004, quando minatoria rivolta ad alcuni suoi familiari. giunto il momento di scontare il debito con la giustizia.

Gallucci si dà fuoco in prigione


Ha utilizzato del profumo come combustibile. Le guardie lo hanno trovato dopo tre ore steso sul pavimento
di Manuela Galletta LA STORIA IL PROCESSO
CASALNUOVO - E’ successo tutto intorno alle cinque di ieri
mattina. Giancarlo Gallucci, figlio di quella Maria Mosti che la
procura ha indicato come boss del comune di Casalnuovo fino al
Nel 2007 evase dal carcere: Lunedì condannato a 14 anni,
marzo del 2007 quando è finita in prigione, ha tentato di togliersi
la vita dandosi fuoco. Ha usato del profumo come liquido infiam- si confuse con la folla di parenti ha professato la sua innocenza
mabile: s’è rovesciato addosso, sulle carni e sui vestiti, alcune
boccette e con un accendino ha portato a termine il folle gesto. S’è CASALNUOVO (maga) - In carcere da solo CASALNUOVO (maga) - Le accuse di asso-
accasciato a terra nella sua cella nel carcere di Secondigliano, e lì c’era finito non tanto perché ritenuto un ras della ciazione di stampo mafioso e minacce aggrava-
è rimasto, agonizzante, fino alle 8 del mattino, quando gli agenti camorra di Casalnuovo, ma piuttosto per quella te dalla matrice camorristica, Giancarlo Gal-
della polizia penitenziaria hanno fatto un giro di controllo e l’han- clamorosa evasione dal penitenziario di Torre lucci le ha sempre respinte. Fin da quando il
no trovato mezzo morto. Tre ore di atroci sofferenze, tre ore in cui del Gallo a Pavia di cui si rese protagonista nel- suo nome è finito nel libro nero della procura
Giancarlo Gallucci, 32 anni, è stato abbandonato a se stesso. Nes- l’estate di tre anni fa sfruttando un colloquio con per effetto dell’inchiesta “Scacco 2” sulla mala-
sun detenuto ha lanciato l’allarme, e questo perché Gallucci occu- vita organizzata di Casalnuovo. Per tre anni ha
i parenti. Era la mattina del 7 agosto del 2007 professato la propria innocenza, e lunedì sera
pa da solo la sua prigione essendo considerato altamente pericolo- quando i riflettori dei mass media di tutta Italia si
so. Cosa sia accaduto quando Gallucci è stato trovato non è chia- sperava che la sua verità venisse riconosciuta
accesero su Giancarlo Gallucci, 32enne di con una sentenza. Invece non è stato così. I giu-
ro. Quel che è certo che è il figlio di Maria Mosti non è stato tra- Casalnuovo che era finiton in prigione per effetto
sferito al reparto ustionati del Cardarelli, almeno non fino alle dici del tribunale di Nola lo hanno ritenuto col-
dell’inchiesta “Scacco 2” sulla mala di Casal- pevole e lo hanno condannato a 14 anni di
undici. In quell’orario era fissato un colloquio con la moglie, e nuovo e sull’alleanza stretta dai Piscopo-Galluc-
Gallucci si è presentato all’incontro. Sfigurato in volto, bruciato in reclusione contro i ventidue proposti dalla pro-
viso dalle fiamme che gli hanno mangiato anche una mano, rac- ci con i Sarno di Ponticelli. Poco dopo le undici, cura. Gallucci era imputato con altre 64 perso-
conta la moglie. Con ancora addosso la maglietta che aveva quan- sfruttando il momento di ‘confusione’ dei saluti ne, tutte coinvolte nell’inchiesta “Scacco” che
do s’è dato fuoco: un tessuto che è diventato tutt’uno con le sue con i familiari a conclusione del colloquio, Gian- tra il febbraio ed il marzo del
carni, e che era impossibile staccare. Non si reggeva quasi in carlo Gallucci imboccò l’usci- 2007 colpì i clan Sarno di
piedi, Gallucci, tanto che ad un certo punto è stato necessario ta del carcere con la folla di Ponticelli, i Piscopo-Gallucci
sospendere il colloquio: gli usciva sangue dalle orecchie. La visitatori: chiese un permesso di Casalnuovo e i Panico di
moglie ha immediatamente allertato gli avvocati Rocco Spina e agli agenti per accompagnare Sant’Anastasia. Dopo una
Antonio Abet, che da oggi faranno tutto quanto loro possibile per suo figlio di quattro anni in lunga camera di consiglio, i
chiedere l’immediato ricovero in ospedale di Gallucci, per capire bagno e in pochi istanti si giudici del tribunale di Nola
le ragioni che hanno spinto l’amministrazione penitenziaria a non diede alla macchia. Poi di hanno disposto 51 condanne
trasferire d’urgenza il detenuto al Cardarelli dopo che è stato tro- per complessivi 588 anni e
corsa salì sulla macchina gui- mezzo di reclusione e 14
vato agonizzante nella sua cella, e per sapere se ci siano state delle data dal cognato, una Station

8
omissioni da parte di chi era deputato al controllo del figlio di assoluzioni ai sensi della vec- Indagine ‘Scacco’,
Wagon, a bordo della quale si Fu catturato chia formula dubitativa. Gli
Maria Mosti. Una storia atroce che potrebbe affondare le sue radi-
trovava anche suo figlio e si imputati rispondevano a vario era imputato
fece accompagnare alla stazio- alla stazione
ci nella sentenza di condanna a 14 anni di reclusione emessa nei
IL FATTO

confronti di Gallucci lunedì sera nell’ambito del maxi-processo titolo di associazione di stam-
“Scacco” a carico di esponenti dei clan Sarno di Ponticelli, Pisco- ne ferroviaria di Piacenza. Da di Bologna po mafioso, estorsione, traffi- con esponenti
po-Gallucci di Casalnuovo e Panico di Sant’Anastasia, processo Del mattino qui in poi la fuga del figlio di co di droga e armi, e intesta- delle cosche
che si è concluso con 51 condanne per complessivi 588 anni e Il corpo è stato trovato Maria Mosti avvenne in soli- dagli uomini zione fittizia di beni. Accuse
mezzo di reclusione. Gallucci è stato riconosciuto colpevole di alle 8 del mattino dalle guardie tudine. Gallucci prese il primo della Polfer costruite sulla scorta delle Sarno e Panico
due reati: associazione di stampo mafioso come partecipe (la pro- mentre facevano il loro giro treno nin partenza, direzione intercettazioni telefoniche e
cura aveva contestato l’aggravante di capo e promotore che è di ricognizione in carcere Bologna. E qui, alle 15.22, venne arrestato: bloc- ambientali, e poi arricchitesi nel corso del
caduta) e minacce (aggravate dalla matrice camorristica) ai danni cato dagli agenti della Polfer ai quali pochi tempo delle dichiarazioni dei collaboratori di
di Luigi Coppola, caduto pure vittima di un agguato il 2 maggio minuti prima era stata segnalata l’evasione del giustizia. La sentenza è stata caratterizzata
del 2007 mentre stava uscendo dal cortile di casa. Per queste 32enne e consegnata la foto del fuggitivo. Gal- anche dal riconoscimento alle parti civili di un

14
vicende la procura aveva chiesto 22 anni di reclusione, ma, in par- lucci stava andando a prendere un treno per risarcimento record: 12 milioni e 250mila euro
ziale accoglimento delle argomentazioni difensive sostenute dagli Napoli, ma non fece in tempo. Da allora non ha sono stati liquidati a titolo di provvisionale alla
avvocati Abet, Spina e De Gregorio, i giudici del tribunale di Regione Campania, 10 milioni al Comune di
Nola hanno stabilito una pena più leggera. Pena però che non ha più lasciato la prigione. Il nome di Gallucci è Napoli e 500mila euro a testa alla Federazione
lasciato contento Giancarlo Gallucci: lui si è sempre professato legato anche ad un altro fatto di cronaca, meno antiracket italiana e al coordinamento napoleta-
innocente, e i suoi legali, nel corso del processo, avevano provato La condanna clamoroso dell’evasione: è stato sospettato del no antiracket. Tra novanta giorni verranno
a smontare punto per punto l’impostazione accusatoria. Il tentati- Giancarlo Gallucci è stato tentato omicidio di Luigi Coppola, che il 2 depositate le motivazioni alla base della senten-
vo non è riuscito e, forse, Gallucci, ieri mattina, ha cercato di ucci- condannato a 14 anni maggio del 2007 cadde vittima di un agguato za, passaggio necessario per consentire alla
dersi per questo, perché non riusciva a sopportare di stare in pri- di reclusione. Lui ha sempre (ma non rimase ferito) mentre stava uscendo dal difesa ed eventualmente alla procura di presen-
gione per un crimine che lui ha sempre sostenuto di non aver ammesso di essere innocente cortile della propria abitazione. tare ricorso in Appello.
commesso.

CASORIA

Casavatore, bilancio di previsione:


Violazione dei sigilli,
arrestato un 29enne
Strade dissestate, i cittadini protestano
aliquote, tariffe e imposte per il 2010 CASORIA (dr) - Lo scorso 15 febbraio Problemi di viabilità nel comune di Casavatore
fu fermato perchè all’interno del suo CASAVATORE (Marco che in alcune strade, che avevano fatto capire, con i
CASAVATORE - In funzione del bilan- negozio, il ‘Pikappa’ situato a Messerco- Stiletti) - Nel Comune di si incrociano con la Cir- loro allagamenti, che
cio di previsione 2010, la giunta ha stabilito la erano stati rinvenuti cd e dvd illecita- Casavatore dopo la batta- cumvallazione esterna, ci nulla era stato riparato.
le aliquote, le tariffe e le imposte per l’anno mente riprodotti. Il negozio fu sottoposto glia delle strisce blu se ne sono vari disagi che pro- Con le strade ridotte in
2010. L’esecutivo municipale ha conferma- a sequestro in quanto abusivo e senza apre un’altra. Questa volta vocano danni insostenibili condizioni pessime molti
to i parametri 2009 per le aliquote Ici per le licenza. Nella giornata di ieri è finito di il soggetto sono le strade. soprattutto ai residenti. viaggiatori hanno rischia-
abitazioni di lusso ed altri fabbricati, l’impo- nuovo nei gaui Ferdinando Aruta (nella Durante questo mese Innanzitutto i cittadini to la vita solo semplice-
sta comunale sulla pubblicità e i diritti sulle foto), 29enne di Casoria. Nel l’opposizione, soprattutto sono preoccupati perché, mente andando a lavorare
pubbliche affissioni, il canone per l’occupa- pomeriggio di giovedì, con la figura del consi- quando passano con la senza curarsene del peri-
zione di spazi ed aree pubbliche, l’addizionale comuna- durante un controllo, i carabi- gliere Paolo Spinuso, ha propria autovettura, sento- colo. Ora le persone sono
le per l’imposta sul reddito delle persone fisiche, il nieri della stazione di Santa cominciato a denunciare no l’asfalto che vibra. Poi arrivate al limite e chiedo- sentire la terra tremare e
ticket per la mensa scolastica, le tariffe per l’uso degli Maria a Vico hanno accertato che lo stato delle strade ci sono i camion che tran- no a gran voce che le stra- soprattutto alcuni lati del
impianti sportivi comunali. La giunta ha rimodulato del che l’uomo era presente nel- del comune non perversa sitano e fanno muovere de e il problema della palazzo in cui vivi”. Il
18%, la tassa per lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani. l’esercizio commerciale aper- in condizioni migliori in persino i palazzi. Il disa- vibrazione venga risolto consigliere Spinuso ha
to al pubblico. Come se nulla quanto si notano ancora gio si trova soprattutto in prima dell’estate. A parla- raccolto le lamentele di
Casavatore, il servizio di vigilanza fosse continuava a gestire la crepe e buche che non quelle strade tra il ponte re su questo problema è Petitto e chiede alla giunta
sua attività. L’uomo è stato fanno circolare al meglio di Casavatore fino al stato anche Ciro Petitto, il rifacimento del manto
scolastica è affidato ai ‘nonni civici’ così tratto in arresto per il reato di viola- tutti gli autoveicoli che semaforo che è situato imprenditore, che denun- stradale, il segnale di
zione dei sigilli mentre al negozio sono transitano per queste stra- all’inizio di via Marconi. cia la situazione scomoda velocità, la soluzione del
CASAVATORE - E’ partito, sul terri- de. Il mese scorso la giun- Questi problemi si trova- che è costretto a vivere problema dell’allagamen-
torio, il servizio dei ‘nonni civici’, il stati apposti nuovamente i sigilli. Nei
ta ha cominciato in alcune no anche nelle stradine ogni giorno in quanto to, ormai decennale. Spi-
progetto di socializzazione per gli confronti di Aruta, nella mattinata odier- strade, come via Marconi, adiacenti a via Palizzi nulla ancora si è riparato.
na, è previsto il processo con il rito diret- nuso dice, anche se la
anziani di Casavatore disposto dall’as- i lavori per il restyling dove l’asfalto non è stato “Sono profondamente Giunta presto o tardi non
sessorato alle Politiche sociali, Simone tissimo. E’ andata, dunque, così: i cara- risolvendo alcuni proble- per niente riparato. I resi- amareggiato - afferma si muoverà, egli ha
Perrotta (nella foto). Le dieci persone binieri, successivamente, durante un con- mi per quanto riguarda la denti di queste zone già si Petitto - in quanto non si annunciato che farà lo
over 65, selezionate per un periodo di trollo hanno verificato che l’arrestato viabilità. Tuttora, però, i erano lamentati con la arriva ad una conclusione sciopero di bloccare la
sei mesi, saranno impegnate, fino al continuava a gestire l’esercizio commer- problemi non sembrano Giunta perché anche il al riguardo di questo pro- strada e soprattutto di
prossimo 15 giugno, in compiti di vigilanza sco- ciale benché fosse ancora sottoposto a risolti e il caso eclatante sistema idrico e fognario blema che ci fa preoccu- farsi notare per la conse-
lastica. Il servizio riprenderà, poi, alla riapertura sequestro. che l’opposizione sta non sono stati riparati in pare anche per la nostra guenza di far aggiustare la
delle scuole e gli anziani percepiranno un rim- facendo rilevare è quello quanto le piogge invernali vita. Non è uno scherzo zona.
borso spese di 133 euro mensili.
CRONACHE di NAPOLI
Napoli Nord Venerdì 23 Aprile 2010
19
QUARTO Catturato un 41enne del posto POZZUOLI Uno dei denunciati è stato trovato in possesso di un fucile da caccia con 13 cartucce
POZZUOLI
LA CRONACA Detenzione di esplosivi, in cella Sversamento illecito di rifiuti, in 3 nei guai
QUARTO (enzamat) - Gli investigatori avevano accerta- POZZUOLI (rp) - Proseguono le operazioni niale all’esterno della sua azienda; il titolare
to una serie di reiterate violazioni sulla legge in materia di delle forze dell’ordine per la tutela dell’ambien- 51enne di un allevamento di bufali ritenuto
L’intervento dei poliziotti esplosivi. Così, la procura generale della Repubblica di
Napoli non appena è entrata in possesso delle indagini ha
te,contro lo sversamento illecito dei rifiuti. Infat- responsabile di scarico non autorizzato di reflui e
ti, a Licola, nel corso di un servizio predisposto getto pericoloso di cose (sversamento di acque
è stato fulmineo: hanno bloccato chiesto ed ottenuto dal tribunale di Napoli l’emissione di
un’ordinanza di custodia cautelare in carcere a carico di
per il contrasto a fenomeni di inquinamento reflue industriali in acque superficiali irrigue),
ambientale, i militari dell’Arma della compagnia utilizzazione agronomica abusiva di effluenti di
il giovane è gli hanno sottratto Giacomo Liotta. I reati di cui è ritenuto responsabile il
41enne di Quarto sono quelli di detenzione, fabbricazione
di Pozzuoli insieme a colleghi del nucleo operati- allevamento (sversamento di enormi quantità di
vo ecologico di Napoli hanno denunciato in stato rifiuti organici bovini senza comunicazione
immediatamente l’arma e vendita illegale di ordigni esplosivi, per i quali rischia
una condanna di reclusione. Per eseguirla, però, i carabi- di libertà il proprietario sessantaseienne di una all’autorità), miscelazione di rifiuti speciali non
nieri della stazione di Quarto ci hanno impiegato circa una scuderia ritenuto responsabile di scarico non pericolosi (aveva realizzato un deposito tempora-
di Alessandro Napolitano decina di giorni, nei quali hanno provveduto a rintracciare autorizzato di reflui e getto pericoloso di cose neo di rifiuti ferrosi senza osservare i limiti tem-
e poi ammanettare il 41enne, che da ieri è recluso nella avendo smaltito illecitamente deiezioni equine in porali e quantitativi) e, infine, di omessa denun-
POZZUOLI - Una lite dai toni accessi casa circondariale di Poggioreale. Stando a quanto hanno canali irrigui; l’amministratore unico quaranta- cia di possesso di arma da fuoco e munizioni (è
che poteva trasformarsi in una tragedia reso noto le forze dell’ordine l’uomo sarebbe stato rintrac- seienne di una scuderia ritenuto responsabile di stato trovato in possesso, senza averne dato
se i nervi avessero ceduto, ma soprattut- ciato nella sua abitazione, dove una volta raggiunto è stato scarico non autorizzato di reflui e getto pericolo- comunicazione all’autorità, di un fucile da caccia
to se ad intervenire non ci fossero stati ammanettato e portato via a bordo della voltante, con la so di cose avendo smaltito illecitamente rifiuti con 13 cartucce a pallettoni intestato al padre
due poliziotti liberi dal servi- quale è stato condotto in carcere. generati da deiezioni equine su un terreno dema- defunto).
zio. Gli agenti hanno bloccato
un giovane di 23 anni dopo
che questi aveva tirato fuori E’ stata sfiorata la tragedia: l’uomo è stato arrestato per porto illegale di arma da fuoco e munizionamento
una pistola, durante l’accesa

Tira fuori una pistola durante una lite, preso


discussione. Con l’accusa di
porto illegale di arma da fuoco
e munizionamento, in cella è
finito Gaetano Montella,
napoletano. Teatro dell’arresto
è stato il parcheggio di un
notissimo locale notturno di
via Antiniana, tra Bagnoli e
Pozzuoli. Dopo una serata tra-
scorsa all’interno della disco-
teca, due agenti di polizia
rispettivamente del commissa-
Il 23enne è stato fermato all’esterno di una discoteca da due agenti liberi dal servizio
riato di polizia Montecalvario e della l’arma - Gaetano Montella - alla richie- ACERRA Ha aggredito la donna prima dell’arrivo delle forze dell’ordine: arrestato per stalking
Divisione del Personale, si stavano sta di mostrare il porto d’armi ha rispo-
sto di non averlo. L’arresto è quindi

Trascina l’ex compagna per le scale, in manette


recando nel parcheggio del locale per
recuperare la propria auto ed andar via. avvenuto all’istante, con l’accusa,
Una volta entrati nel parcheggio, però, i appunto, di porto illegale di arma da
due agenti si sono accorti che poche fuoco e munizionamento. Dopo l’arre-
decine di metri più in là un gruppo di sto ora la polizia sta continuando le
persone stava discutendo con fare vio- indagini. Si cerca di capire soprattutto il ACERRA (Enzo Amato) - Quando i dubbio che non si trattasse di un episo- verità, questa, che è venuta alla luce poiché pare che a mal tollerare la fine
lento. Si trattava senz’altro di una lite. I motivo della lite che si stava scatenan- poliziotti hanno fatto irruzione nel dio sporadico, ma che forse l’ennesi- solo in un secondo momento, perché di una storia d’amore ed a cercare in
due poliziotti si avvicinano, ma non do al di fuori della discoteca. Le indagi- palazzo, lui aveva cessato di inveire mo di una lunga serie, così a seguito di dopo che sono intervenuti sul posto i tutti i modi di riallacciare i rapporti,
troppo, forse semplicemente incuriositi ni, però, permetteranno anche di capire contro la sua ex compagna, ma soprat- una serie di indagini lampo e degli poliziotti hanno provveduto prima di siano per lo più gli esponenti del sesso
l’origine dell’arma tirata fuori dal tutto di maltrattarla. Forse, perché accertamenti fatti sul posto, hanno ogni cosa ad arrestare l’aggressore e forte e non quelli del gentil sesso. Non
dalle lite. Ad un certo punto, proprio aveva udito la volante del commissa- scoperto che era diverso tempo che poi a verificare le condizioni fisiche sempre, però, chi commette il reato di
mentre i due agenti si trovavano ad una 23enne e capire se la pistola è stata uti-
lizzata di recente, magari per altri fatti riato di Acerra giungere a sirene spie- l’uomo aveva posto in essere degli atti della vittima, che è stata accompagna- stalking lo fa in mala fede, anzi spesse
distanza tale da poter osservare meglio gate. Fatto sta che poco prima dell’ar- di natura persecutoria verso la donna. ta dagli stessi presso la ‘Clinica Villa volte il troppo volere una cosa induce
le persone coinvolte nella lite verbale, di sangue. Pistole ed altri armi troppo
diffuse, anche tra i giovanissimi. Un rivo delle forze dell’ordine, ha aggre- Inizialmente limitandosi solo alle dei Fiori’, nella quale è stata medicata a fare degli errori, che potrebbero
uno dei presenti tira fuori una pistola. dito la sua ex convivente, afferrandola minacce, poi addirittura alle molestie e curata per delle lesioni di lieve entità. essere evitati se non si fosse annebbia-
L’azione dei poliziotti è fulminea. Una dato allarmante che nella zona flegrea
ha fatto registrare casi eclatanti nel con forza per la maglia e trascinandola ed infine è arrivato anche all’aggres- Giuseppe Quilibrato, invece, è stato ti da un sentimento che spesso e
volta avvicinatisi al gruppo di persone i per le scale. A fare da scenario a que- sione fisica, come testimonia l’episo- portato in cella. Il fenomeno dello volentieri viene confuso con un altro,
due agenti dicono di essere poliziotti e recente passato. Lo scorso gennaio, a
Pozzuoli, gli agenti di polizia del com- st’episodio di stalking è stato uno dei dio che ha avuto luogo l’altro ieri stalking è sempre più in crescendo e l’amore. Infatti, a spingere a pedinare,
subito bloccano l’uomo con la pistola palazzi di via Zara, dove sono pronta- pomeriggio a via Zara. Presunta vede coinvolti sempre più uomini, tartassare di telefonate e ad avvicinare,
in mano, sottraendogli contestualmente missariato di piazza Italo Balbo inter-
vennero dopo una lite tra due uomini, mente intervenuti gli agenti, che aller- anche contro la loro volontà, le perso-
l’arma di mano. La pistola era munita tati da una segnalazione, si sono ne desiderate è la cosiddetta bramosia.
di un caricatore pieno ed era pronta a per il contendersi di un posto auto. Uno immediatamente diretti sul posto, arre- Quella voglia ardente che spinge le
sparare. L’uomo che aveva impugnato dei due minacciò l’altro con una pistola stando Giuseppe Quilibrato, 37 anni, persone a volere a tutti i costi qualco-
e subito dopo fuggì via. I poliziotti, per il reato di stalking (atti persecuto- sa, che un tempo era stato loro ed oggi
però, riuscirono dopo poco a rintrac- ri). Agli ispettori, però, è sorto subito il non lo è più.
ciarlo e durante la perquisizione in casa
Colpo in canna e un appezzamento di terreno, fu ritro-
vato un vero e proprio arsenale: in tutto Il luogo La dinamica
gli agenti ritrovarono due pistole, tre
Il pericolo fucili ed oltre 400 tra cartucce e pallot- Le volanti della polizia L’uomo avrebbe smesso
La pistola del 23enne tole. Le accuse mosse all’uomo furono
di minaccia aggravata, detenzione abu- si sono piombate di maltrattare la ragazza
aveva il caricatore pieno in via Zara presso
siva di armi da sparo e di muniziona- quando ha sentito
di proiettili e il colpo in canna: l’edificio dove è avvenuta le sirene delle pattuglie
l’arma era altamente mento, omessa comunicazione di tra-
sferimento delle armi e omessa custo- l’aggressione delle forze dell’ordine
pericolosa e pronta a sparare
dia.

BACOLI L’ex candidato a primo cittadino: “Monte di Procida continua a sversare acque reflue nel lago Fusaro”

Sistema fognario, l’accusa di Giampaolo


BACOLI (Josi Gerardo Operativo Ecologico di cimento delle strade e per competenti questa incre-
Casoria, ‘Gente di mare Tv’ ospita
Della Ragione) - “Monte Napoli in vista di una pron- migliorare un sistema sciosa situazione di cui in trasmissione il primo cittadino
di Procida continua a sver- ta chiusura di possibili sca- fognario deficitario”. parla. Queste sono accuse
sare acque reflue all’inter- richi illeciti ed inquinanti. Dichiarazioni precise alle molto gravi che, una volta CASORIA (rn) - Mercoledì 28
no del lago Fusaro”. E’ “Bisogna puntare tutto sul quali è seguito l’intervento certi, bisogna comunicare aprile, alle ore 21:30 su ‘Gente di
durissima l’accusa proferita progetto Bandiera Blu - ha del rappresentante di ‘Ci immediatamente alle forze mare Tv’, focus di approfondimento
da Carlo Giampaolo, ex asserito invece Enzo Di mettiamo la faccia’ il dell’ordine affinché possa- politico condotto da Gaetano Fer-
candidato sindaco con il Meo - promosso dall’ente quale, dopo aver fatto una no intervenire quanto randino ‘Casoria, le verità del Sin-
Partito democratico durante parco Campi Flegrei. Un disamina della situazione prima. Per il resto - ha daco’. Protagonista sarà il sindaco
le ultime elezioni ammini- progetto per il quale l’inte- ambientale deficitaria in continuato il rappresentante della città di Casoria Stefano Fer-
strative, nel bel mezzo di ra area flegrea potrebbe cui si ritrova l’area flegrea, della lista - credo che si rara (nella foto). La trasmissione
un dibattito radiofonico usufruire, qualora vincesse si è soffermato sulle dichia- debba focalizzare l’atten- che ospiterà il primo cittadino casoriano
tenutosi nella serata di mer- il bando istituito dalla razioni di Giampaolo: zione sul rapporto d’inter- andrà in onda alle ore 21:30 di mercoledì su:
coledì presso gli studi di Comunità Europea, di una “Spero che il consigliere di dipendenza che esiste tra ‘Gente di mare Tv’.
‘Radio Club 91’. Un con- circa vicina ai 75 milioni di centrosinistra abbia già l’apparato fognario locale
fronto politico, denominato euro. Soldi utili per il rifa- denunciato alle autorità e la condizione dei laghi”.
‘Tutto Incontro’, all’interno Carlo Giampaolo Monte di Procida, botte ed insulti
del quale hanno partecipato al torneo amatoriale della città
anche Ermanno Schiano,
nuovo sindaco di Bacoli, IL CONVEGNO Hanno preso parte all’incontro il presidente dell’ordine dei giornalisti e il vice FRATTAMAGGIORE (tc) - Controllo
Enzo Di Meo in rappresen- dei carabinieri del Nas presso l’ospedale
tanza degli operatori com- San Giovanni di Dio dell’Asl Napoli 2
merciali flegrei, ed un rap-
presentante della lista ‘Ci
mettiamo la faccia’. “Sono
convito che grazie ai fondi
‘Il ruolo fondamentale dell’informazione’ a Casoria Nord. I militari hanno controllato il repar-
to di Ginecologia ed Ostetricia, al secon-
do piano della struttura. Non sono stati
rilevate anomalie. La struttura è interessa-
Fas, provenienti dalla CASORIA (Raffaella Nolasco) - In una sala ‘Kompetere journal’ - conoscere ciò che acca- vicepresidente dell’Ordine dei giornalisti Cam-
gremita di persone, presso il Madrinato San de intorno a noi, soprattutto oggi che l’infor- pania. Durante il convegno sono state distribui- ta, negli ultimi giorni, da alcuni lavori di
Comunità Europea, Bacoli ristrutturazione che hanno riguardato proprio il
potrà migliorare il proprio Placiso di Casoria, si è tenuto l’importante con- mazione risulta essere globalizzata”. Vincen- te due targhe premio rispettivamente a Nando
vegno avente come titolo: ‘Il ruolo fondamen- zo Colimoro (presidente Assostampa Napoli) Troise per essersi impegnato nel giornalismo di reparto di Ginecologia. L’altro giorno gli operatori
assetto fognario - ha asseri- del presidio si sono riuniti anche in asemblea.
to in prima istanza il rap- tale dell’informazione nelle realtà locali’ pro- ha illustrato che “è diventato molto semplice ‘frontiera’, l’altra a Francesco Polizio per aver
presentante consiliare del mosso dall’Ordine dei giornalisti Campa- reperire notizie di valenza nazio- editato un periodico locale, da anni punto
Pd - c’è da segnalare però nia e dall’associazione stampa napoleta- nale, mentre la local information di riferimento per i giovani che si avvici- Bacoli, manifestazione anti fascista
che ancora oggi Monte di na in collaborazione con ‘Casoria 2’ e non rappresenta più un punto di nano alla professione. Domenico Falco
Procida scarica una grossa ‘Kompetere journal’ nel ricordo di arrivo (come in passato), ma di ha concluso affermando: “Con questa Liceo in piazza il prossimo 25 aprile
quantità di acque nere Mimmo Castellano, leader dell’ordine partenza dell’informazione e per giornata abbiamo dimostrato la vivacità
direttamente nel bacino dei pubblicisti. Ferdinado Troise, diret- tale motivo necessita di maggiore editoriale ed il fermento culturale del BACOLI (jgdr) - Il liceo di Bacoli e
lacustre del Fusaro”. Una tore di ‘Casoria2’ e moderatore del dibat- attenzione in termini di qualità e comprensorio casoriano. Fin quando nei Monte di Procida parteciperà alla manife-
denuncia politica e sostan- tito, ha sottolineato che “bisogna ribadire con reperibilità delle notizie”. Ottavio Lucarelli territori ci sarà informazione locale esisterà stazione anti fascista che si terrà in occa-
ziale di grandissima rile- forza l’affermazione di una stampa libera da (presidente ordine giornalisti Campania) (nella libertà”. Ottavio Lucarelli ha dichiarato: “Una sione dal 25 aprile presso piazza Dante a
vanza la quale, qualora cor- condizionamenti di qualsiasi tipo”. Sulla foto a sinistra) e Domenico Falco (vicepresi- giornata importante per l’informazione locale Napoli. “Spero che possano intervenire
rispondesse al vero, mette- medesima linea Riccardo Musto ha affermato dente ordine giornalisti Campania) (nella foto a di qualità e per il ricordo di Mimmo Castellano anche molti studenti - ha asserito il giova-
rebbe subito in allerta gli che “una corretta comunicazione locale è l’u- destra) hanno evidenziato la volontà di istituire che ha dedicato una vita al giornalismo. Un ne Vincenzo Scamardella attraverso una
operatori dell’arma dei nica via per il rilancio dell’editoria”. “Diventa (proprio a partire dalla tappa casoriana) il pre- appuntamento che ci auguriamo diventi stabile serie di volantini affisi fuori alliceo di
carabinieri e del Nucleo sempre più importante - afferma il direttore di mio ‘Mimmo Castellano’, in memoria dell’ex nel tempo”. Torregaveta - l’appuntamento è domenica dalle
15:30 presso la stazione di Torregaveta”.
20 Venerdì 23 Aprile 2010 Napoli Nord CRONACHE di NAPOLI

ACERRA CAIVANO - CARCERE A VITA ANCHE PER TESTA ACERRA

LA TRAGEDIA Omicidio Ferraiuolo, ergastolo per il ras Cirillo Si toglie la vita impiccandosi
Condannato a 15 anni il pentito Giuseppe Marino nella camera da letto, è giallo ACERRA (rp) - Una e propria tragedia nella
CAIVANO (Tina Palomba) - Sentenza di primo ne. Detenute anche le mogli di Salvatore e Mimì
grado dinanzi al tribunale di Napoli per il duplice rispettivamente Concetta Zarrillo è reclusa al carcere città di Acerra. Si è tolto la vita impiccandosi
nella camera da letto Mario Pannella, 53 anni,
La madre ha notato alle 6 del mattino omicidio avvenuto a Crispano alcuni anni fa quando
furono uccisi padre e figlio Ferraiuolo. Ergastolo per
di Lecce mentre Maria Buttone, l’unica donna caser-
tana detenuta al 41 bis è la comsorte di Domenico impiegato in un centro commerciale di Casoria,
che il figlio aveva la bocca aperta il ras Pasquale Cirillo di Marcianise del clan Belfor-
te e 15 anni al pentito Giuseppe Marino. Alcuni
Belforte. lo stesso al 41 bis. Da oltre vent’anni in
guerra con l’altra famiglia Piccolo-Quaqquarone. E’
ha deciso di farla finita. A trovare il cadavere
dell’uomo è stata la figlia, che ha cercato di ria-
ma non respirava: inutile la corsa mesi fa fece il rito abbreviato Vincenzo Testa e fu
condannato all’ergastolo. In questo processo era
in questa guerra fatta anche di alleanze esterne che
realizzò anche il duplice delitto Ferraiuolo. Pochi
nimare il corpo del padre ma senza nessun risul-
tato. le cause che hanno portato il 53enne al tra-
nella clinica ‘Villa dei Fiori’ imputato anche Salvatore Belforte (difeso dall’avvo-
cato Vittorio Giaquinto) per l’accusa del duplice
mesi fa è stato arrestato ultimo componente di questa
famiglia. Sono personaggi di grosso calibro nella
gico gesto sono ancora ignote. Neanch ela
moglie ha potuto ricostruire le dinamiche che
omicidio Ferraiolo per i cui fatti era stata annullata malavita locale. Salvatore Belforte venne coinvolto avrebbero portato l’uomo al suicidio. Indagano,
l’ordinanza. Mimì e Salvatore Belforte, detenuti nell’ultima ordinanza di custodia cautelare in carcere dunque, le forze dell’ordine, al fine di ricostruire
entrambi al 41 bis, il primo all’Aquila e l’altro al car- con l’accusa di associazione per delinquere di stampo la storia alla base del suicidio di Mario Pannella,
cere di Opera. Recentemente è stato arrestato anche il camorristico, di tentata estorsione aggravata e in un 53enne di Acerra, che s’è tolto la vita impiccan-
terzo fratello Pasquale lo stesso per reati di estorsio- tentato omicidio. dosi nella sua camera da letto.

Soffocato nel sonno, muore un neonato


Aveva sei mesi. Il bimbo era febbricitante: fatale un rigurgito di latte
di Fabio D’Avino l’ha trasportato in ospeda- latte. A incidere sulle dif-
le ma non c’è stato niente ficoltà del piccoloAndrea, FRATTAMAGGIORE Ha rapinato un 22enne ma è stato intercettato e ammanettato dai carabinieri
ACERRA - Una tragedia da fare. Immenso il dolore forse, c’è stato anche lo
nel cuore della città di
Acerra. Un neonato di sei
mesi è morto soffocato per
un rigurgito di latte. Il
neonato - secondo una
della madre che nn si spie-
ga la morte del piccolo
Andrea e non riesce a far-
sene una ragione. Questa
la ricostruzione dell’acca-
stato febbricitante e il raf-
freddore, che implicavano
la respirazione del picco-
lo. I neonati corrono, pur-
troppo, rischi del genere.
Ruba un cellulare, catturato un 24enne
FRATTAMAGGIORE (Francesco indagini dopo poco tempo hanno il rintraccio del malvivente. Ma non è
prima valutazione dei duto: nelle prime ore del Infatti, una delle ‘regole’ Celardo) - Aveva rapinato un telefo- chiarito le esatte responsabilità del la prima volta che succedono casi del
medici - sarebbe rimasto mattino la mamma del pic- fondamentali per le no cellulare ad un ventiduenne del ventiquattrenne dove il giudice non genere. Un territorio quello della pro-
soffocato dal rigurgito di colo Andrea si è accorta mamme ed i papà è quella posto, ma viene intercettato ed arre- ha fatto altro che spedirlo in carcere. I vincia a nord di Napoli fortemente
latte a causa di un raffred- che il bimbo non respirava di mettere i propri figlio- stato. A finire in manette Pasqaulino militari giunti sotto casa lo hanno pre- contrassegnato dai reati di rapina
dore. Ad accorgersi delle e l’ha trovato con la bocca letti nella cuccia a pancia Fenicia, ventiquattrenne di Fratta- levato e portato in caserma per gli scippi e furti commessi per strada ai
difficoltà respiratorie del aperta. Il neonato, che era sotto, nel caso dovessero maggiore. Ad inchiodarlo sono state accertamenti di rito. Subito dopo è danni di giovani ed anziani. I rapina-
bambino, Andrea, è stata febbricitante e raffreddato, avere qualche rigurgito le indagini portate avanti dai carabi- stato tradotto la carcere di Poggiorea- tori intervengono con estrema rapi-
la madre, che ha portato il è morto soffocato in nella notte, In questo nieri della stazione di Frattamaggiore. le. La sua posizione adesso è al vaglio dità. Armati di tutto quello che può
piccolo nella clinica ‘Villa seguito a un rigurgito da modo, girando la testa, i Con un’ordinanza di custodia cautela- degli inquirenti. Infatti sarà il magi- servire per intimidire le vittime, non
dei Fiori’, dove, però, il latte evidentemente avuto piccoli possono cacciare il re in carcere si chiude il cerchio delle strato ad interrogarlo nei prossimi ci pensano due volte a razziare tutto
neonato è morto per asfis- in nottata che non è riusci- rigurgito senza problemi. indagini che hanno portato ad accerta- giorni. La rapina venne effettuata per quello che hanno tra le mani. E così
sia. La donna, madre di to a cacciare fuori. Inutile Ma, quando i neonati sono te le responsabilità di Pasqualino strada. Il ventiduenne non ebbe nem- portafogli, cellulari e quant’altro fini-
altri due bambini, ha rife- la corsa in clinica. Domani raffreddati, tutto si com- Fenicia in merito ad una rapina com- meno il tempo di capire cosa stesse sce nelle mani dei rapinatori. Nella
rito ai medici che il neo- mattina i funerali che par- plica, anche le loro capa- messa mesi a dietro ai danni di un succedendo che il rapinatore si pre- maggioranza dei casi gli oggetti rapi-
nato era raffreddato da tiranno dalla clinica ‘Villa cità respiratorie. La madre ragazzo ventiduenne del posto. Il sentò di colpo impossessandosi del nati finiscono al mercato nero. L’al-
alcuni giorni. I funerali dei Fiori’ diretti al del piccolo Andrea ha tro- rapinatore si avvicinò al ragazzo rapi- cellulare. Ovviamente la denuncia larme criminalità nella provincia di
del piccolo si svolgeranno Duomo. Oltre al dolore vato il neonato a bocca nandogli il cellulare. redatta dalla vittima ha permesso agli Napoli è molto alto. Nonostante i
domani mattina nel della madre, quello dei aperta che non respirava. Successivamente si investigatori si poter scoprire chi controlli effettuati dalle forze dell’or-
Duomo di Acerra. Il pic- due fratellini. Il papà, che Inutile la corsa in ospeda- dileguò facendo perde- avesse materialmente asportato il cel- dine, il livello di microcriminalità ria-
colo Andrea abitava nel lavorava fuori regione, è le: il bimbo è morto nella re le proprie tracce. lulare. Pasqualino Fenicia sarebbe mane molto alto. Sono tanti i rapina-
rione San Cuono nel cen- giunto in lacrime nella sua clinica ‘Villa dei Fiori’, da Subito dopo fu redatta stato subito riconosciuto dalla vittima. tori finiti in manette poiché ricono-
tro storico della città. Il città. Una tragedia, dun- dove, domattina, partiran- una denuncia di rapina E’ per questo motivo che il giudice ha sciuti dalle vittime quali responsabili
bimbo pare dormisse, que, nel centro storico di no i funerali verso il sporta proprio dai cara- ritenuto emettere un ordine di custo- di rapine ai loro danni. Insomma le
forse in posizione supina. Acerra. Un neonato di soli Duomo della città, tra il binieri di Frattamag- dia cautelare in carcere per rapina. indagini hanno permesso al rapinatore
La madre alle sei accortosi sei mesi ha perso la vita a dolore dei familiari e di giore i quali iniziarono Dunque, le indagini partite nell’im- di finire dietro le sbarre. Il cellulare
che il figlio non respirava causa di un rigurgito da tutta la cittadinanza. subito le indagini. Le mediatezza dei fatti hanno permesso pare che non sia stato ritrovato.

AFRAGOLA CASAVATORE
CASAVATORE (Marco distrutte da qualche vandalo
Scuole aperte,
al via il cineforum
Stiletti) - Tra la zona di
Casavatore e Casoria preci-
samente a via Taverna
Rossa, dove alla destra si
presentano svincoli per le
Tornano i rom in città notturno ma altre ci sono
ancora. Per tutte queste
ragioni le persone del luogo
sono entrati di nuovo in
polemica con il comune che Casalnuovo, il segretario Taglialatela:
per la legalità tangenziali e autostrade,
sono ricomparse le ‘tribù’
Campo nomadi in via Taverna Rossa ancora deve prendere una
decisione in riguardo. I resi-
“La vicenda della Conversa è una vergogna”
AFRAGOLA (rp) - dei rom. Queste se ne erano re elemosina. Infatti si vede- persone vengono rifiutate e soliti problemi che procura- denti, infatti, lamentano l’in- CASALNUOVO - “La vicenda dei lavo-
‘CineInversa per la lega- andate circa un anno fa vano sempre ai semafori, tra respinte dai loro paesi in rono l’anno scorso e soprat- capacità di vivere in modo ratori di Conversa è una vergogna per que-
lità’, questo il titolo del quando a causa di un incen- le vie e anche per i negozi a quanto il loro governo ha tutto malumore nel quartie- normale di que- sto Paese e per questa Regione”. Sono que-
cineforum organizzato dio, che non si è saputo defi- cercare semplici spiccioli leggi severe e non permette re. Innanzitutto oltre a fer- ste tribù e ste le dure parole con le quali Massimo
nell´ambito del progetto nitivamente chi sia stato, le suonando una semplice di farle vivere in modo tran- mare le persone ai semafori, soprattutto l’ap- I residenti Taglialatela, Segretario generale della Uil-
tribù rom se ne andarono da fisarmonica o pulendo i quillo come vivono qui. Se le tribù dei rom hanno tolto porto di rifiuti, com-Uil Campania, annuncia una manife-
della regione Campania
‘Scuole Aperte’, dalla qui per chissà quali altre vetri chi non era bravo a nei loro paesi non li voglio- di nuovo decoro alla zona in sporcizia e non sono stazione di protesta dinanzi alla Regione Campania a
mete. Alcuni mesi fa sono disturbo alla
Scuola Media Statale ‘G. ricomparsi e questa volta
cantare. Alla comunità
appartengono varie razze
no anche l’Italia non li acco-
glie proprio a braccia aperte
quanto i prati che si erano
sistemati, attraverso la pota- quiete pubblica contenti Santa Lucia per venerdì 23 aprile dalle 10 in poi per
protestare contro l’attuale stato delle cose.
A. Rocco’ di Afragola, in sono molto più numerosi. che portano
rete con il Liceo Scienti- Prima di quest’ultimo incen-
come rumeni, serbi, croati e e sono visti sempre più in tura, ora perversano di
ogni volta che
della
fico ‘F. Brunelleschi’ di tutta la restante parte della cattiva luce. Ora che sono nuovo in una situazione di Casoria, al via il corso di formazione
Afragola e in collabora-
dio essi vivevano senza
luce, senza acqua tranne
penisola balcanica. Queste tornati essi hanno portato i degrado per via dei loro scelgono come
loro domicilio
situazione per giovani chirurghi e infermieri
rifiuti. Non solo la situazio-
zione con l’Associazione
Culturale ‘Inversa’. L’al-
quando piove o quando riu-
scivano a rubare qualche
ne ambientale ha risentito questa zona. Le
istituzioni
di degrado CASORIA (pdm) - Corso di forma-
della loro ricomparsa ma
to grado di coesione e di bottiglia nei supermercati. anche la viabilità di alcune dovrebbero risolvere il pro- zione teorico pratico per giovani chi-
collaborazione tra i Le baracche, essendo state strade dove si trovano alcu- blema senza accantonarlo rurghi e work shop infermieri di sala.
responsabili dei laborato- costruite in mezzo alla stra- ne baracche di legno, continuamente. Tuttora non Organizzato un interessantissimo corso
ri e tra le scuole, che, da, erano frequentate da costruite da loro per viverci, si è giunti a nessuna soluzio- medico a Casoria. L’inaugurazione è
come ha sottolineato il molti topi e insetti vari. La non permettono alle auto- ne e i residenti sperano che avvenuta il 20 aprile alle ore 15 presso
Dirigente della scuola maggior parte della comu- vetture di transitare regolar- almeno la Giunta del sinda- la sala conferenze dell’ospedale Santa Maria
‘Rocco’, Maria Rosaria nità erano musicisti e sfrut- mente. Alcune di queste co Pasquale Sollo interven- della Pietà di Casoria . Il corso é rivolto ai giova-
Cetroni, per la prima tavano la musica per ricava- baracche sono andate ga sul problema a breve. ni chirurghi e si svolgerà in quattro sessioni.
volta sul territorio di
Afragola hanno realizza- Casoria, stipulato l’accordo per la rete
to una esperienza di rete
in verticale, ha favorito la idrica della frazione di Arpino
partecipazione entusiasti- CASORIA - Una rete idrica a beneficio
ca degli allievi. Scopo del sia della qualità del servizio erogato, sia
progetto, fortemente CASORIA (vp) - Si è presentato all’ufficio ricostruzione delle forze dell’ordine hanno
voluto dalla coordinatrice CASORIA postale di Arienzo per riscuotere un bonifico accertato che, dopo gli accertamenti presso l’a-
della qualità di vita dei cittadini. E’ questo
l’obiettivo dell’accordo stipulato oggi tra il
di Scuole Aperte Teresa da 3200 euro. Per farlo ha esibito un documen- nagrafe del comune di Arienzo, hanno dimo- Comune di Casoria e la società ‘Ottogas
Fiorillo, è quello di docu- to di identità falsificato. E’ finito così in strato che la carta d’identità non era mai stata
mentare ed informare i
giovani sulla criminalità
organizzata, che in queste
Documenti falsi manette Augusto Giustino (nella
foto), 53enne di Casoria. L’uomo
deve adesso rispondere dell’accusa
rilasciata da quel Comune né risul-
tava rubata, pertanto era da consi-
derare fasulla. L’uomo, oltre alla
Srl’ che, con questo atto, hanno integrato
la convenzione già esistente. Il sindaco Stefano Fer-
rara ha dichiarato: “Siamo finalmente riusciti a risol-
vere l’annoso problema della rete idrica di Arpino”.
terre si chiama camorra.
Il progetto prevede un
laboratorio pomeridiano
per un bonifico di truffa, ricettazione, uso di docu-
menti falsi e sostituzione di perso-
na. E’ stata la telefonata di un
dipendente a fare intervenire sul
carta d’identità a nome di M. L.,
ma con la propria immagine, aveva
consegnato allo sportello anche un
mandato di pagamento per il boni-
Casandrino, sfruttamento del lavoro nero
Denunciati due cittadini del Bangladesh
durante il quale l’esperto,
Salvatore De Santis,
illustra ai partecipanti le
vicende storiche e gli
dell’Inps da 3200 euro posto i carabinieri della stazione di
Arienzo che hanno immediatamen-
te fermato l’uomo. Successivi
fico dell’Inps da 3200 euro, il codi-
ce fiscale e il libretto di risparmio
postale nominativo ordinario. Dopo
CASANDRINO (fc) - Producevano
magliette e prodotti di abbigliamento sfrut-
aspetti socioculturali che
hanno determinato la
nascita e l’evoluzione del
Arrestato un 53enne accertamenti hanno permesso ai
militari di scoprire che Giustino aveva apposto
la sua foto sulla carta d’identità intestata a M.
L., 64enne di San Felice a Cancello. Infatti, la
le pressioni dei militari, l’uomo si è
convinto a declinare le sue vere generalità,
sostenendo di aver acquistato i documenti falsi
da uno sconosciuto per 50 euro.
tando il lavoro nero. E così padre e figlio si
ritrovano nei guai. I titolari Mannar
Mohamed 60 anni, ed il figlio Shamir
Mohamed 30enne entrambi originari del
fenomeno criminale in
Campania. Bangladesch, sono stati denunciati per lavoro nero e
favoreggiamento dell’immigrazione clandestina.
CRONACHE di NAPOLI CRONACHE di NAPOLI
S.S. Sannitica km. 19,800
81025 Marcianise - Caserta
Tel. 0823.581055 - 0823.581005
- 0823.821165
Sito web: www.cronachedinapoli.org

Venerdì 23 Aprile 2010


CRdeOl NNolano
ACHE S.S. Sannitica km. 19,800
81025 Marcianise - Caserta
Tel. 0823.581055 - 0823.581005
- 0823.821165
Sito web: www.cronachedinapoli.org

Pagina 21

NOLA LA SORPRESA UFFICI AL SETACCIO


Gli uomini della Benemerita sono arrivati Gli uffici dell’Ente di piazza Duomo sono stati
I CONTROLLI in contemporanea con l’orario d’ingresso al lavoro controllati in lungo e in largo, nessuna anomalia

Circa quindici i militari che hanno fatto irruzione in Municipio. Hanno prelevato i fascicoli con la lista dei presenti

Blitz dei carabinieri contro i ‘fannulloni’


Tutti presenti negli uffici. Ogni dipendente è stato trovato al posto di lavoro
di Antonio D’Ascoli
LA LEGGE NOLA - IL DRAMMA
NOLA – “ Tutti presenti !” . LE TAPPE
Dopo la rivoluzione voluta
Per una volta una buona notizia
dalla pubblica amministrazione dal ministro per la Funzione
pubblica Renato Brunetta,
Ha il figlio malato,
nostrana. Al blitz antiassentei-
smo dei Carabinieri, scattato
ieri mattina, nessuno dei dipen-
sono aumentati in maniera
esponenziale i controlli delle
forze dell’ordine all’interno
dovrà lasciare la casa
denti del palazzo di città, si è degli uffici pubblici
NOLA (ad) - Un figlio di otto anni
fatto trovare fuori posto. L’ope- con una grave e invalidante patolo-
razione ha avuto luogo poco gia. Il piccolo Pio è infatti affetto,
dopo l’orario di inizio del turno da anni, da una grave forma di tre-
di lavoro. Ad entrare in azione, IL PRECEDENTE paresispastica. Ieri è stato sottoposto
i militari della Compagnia dei all’ennesimo intervento chirurgico
Carabinieri di Nola. Circa L’ultimo controllo antiassen- al Cardarelli. Un intervento delicato.
quindici gli uomini utilizzati, teismo risale al luglio 2009,
anche in quella occasione,
I genitori avrebbero voluto essere lì.
che rapidamente si sono intro- Sono giunti solo molto dopo. Sulla
all’improvvisa e non previ-
dotti negli uffici comunali, pre- sta visita dei militari tutti i loro strada hanno trovato l’ufficiale
levando in primo luogo la lista dipendenti dell’Ente di Piaz- giudiziario che proprio in una delle
dei dipendenti che dovevano za Duomo erano presenti giornate più importanti per la salute
essere presenti in quella giorna- del figlio, ha bussato alla loro porta
ta. Tutte le uscite, nel frattem- L’operazione dei militari per dare seguito ad una sentenza di
po, sono state bloccate. Le per- si è svolta a tappe ed è maggiormente efficiente la meni di illegalità diffusa. Dun- per le strade del territorio nola- annidano lassismo, inefficienze sfratto. Proprio ieri. I guai, come si
sone che entravano e che usci- durata l’intera mattinata macchina amministrativa, sta que, non solo contrasto serrato no, soprattutto nelle ore nottur- ed assenze che alla fine ricado- sa, non vengono mai da soli e la
vano, sono state identificate al dando i suoi buoni risultati. Nel alla malavita organizzata, ma ne. Una testimonianza di vici- no sulla assoluta mancanza o legge è legge e va rispettata. Alla
fine di capire se si trattassero o frattempo, va anche segnalato anche ai vari abusi ed illeciti nanza ai cittadini e di attenzio- cattiva erogazione dei servizi vista dell’ufficiale, Franco Cacca-
come negli ultimi tempi, si sia che quotidianamente si manife- ne ai livelli di sicurezza. Pre- nei confronti dei cittadini. For-
meno di dipendenti “ assentei-
sti”. Dopo l’accurato controllo L’arrivo intensificata l’azione da parte
dei carabinieri operanti nel ter-
stano nel territorio. Del resto, è
da tutti verificabile la massiccia
senza che si riverbera anche nel
controllo dell’operato degli
tunatamente, ancora una volta,
il comune di Nola non è finito
vale cerca di spiegare che di quella
casa ha assoluto bisogno, che vuole
sono state verificate le posizio- I militari dell’Arma mettersi in regola. “Vogliono la
ni di alcuni dipendenti. In parti- sono arrivati in piazza ritorio nel contrasto dei feno- presenza delle forze dell’ordine uffici pubblici dove spesso si in questa classifica nera. casa? Siamo pronti a lasciarla,
colare, tre dipendenti risultava- Duomo intorno alle otto purché ce ne diano un’ altra”. “ E ‘
no fisicamente non presenti. del mattino
Ma dopo un semplice riscontro in concomitanza Il plauso alle forze dell’ordine: fanno il loro dovere, è giusto controllare


si è appurato che gli stessi con la presa
erano extramoenia nello svolgi-
mento delle proprie mansioni.
A conclusione del controllo,
dunque, nessuno è risultato
denunciato e con buona pace di
di servizio dei
dipendenti comunali

I controlli
Il sindaco Biancardi: “E’ un segnale positivo”
NOLA (anda) – Episodi di malco- gono con diligenza il proprio compi- loro posto e che svolgevano il pro- La richiesta
tutti, si può dire che per una Sono durati un intera stume e di non rispetto al posto di to – ha affermato lo stesso Biancardi prio dovere”. Certamente non sempre di un nuovo
volta la pubblica amministra- mattinata. Sotto la lente lavoro e nei confronti dei cittadini, – possiamo registrare con soddisfa- è stato così. In anni passati, vi sono alloggio
zione torna alla ribalta per una d’ingrandimento l’ufficio consegnati al passato. Il blitz anti – zione che tutti i dipendenti erano al stati episodi ben diversi, in occasioni
vicenda di quotidiana norma- tecnico, l’ufficio ambiente assenteismo eseguito ieri mattina dai di blitz, con scene anche paradossa- L’appello
lità. Ma in un’ epoca nella e tutti i vari reparti della Carabinieri, che non ha fatto emerge- IL SINDACO li, soprattutto il mercoledì quando
quale le cronache sono piene di ‘casa’ comunale. Alla fine re alcun dipendente “ fuori posto”, qualche impiegato è stato beccato “Siamo pronti
inefficienze, disservizi e scan- ogni dipendente è stato può essere il segnale che siamo di addirittura di ritorno dal mercato. a lasciare l’immobile
dali, è proprio la normalità a trovato al suo posto fronte ad una maggiore attenzione Ma quelli erano altri tempi. Oggi,
fare notizia. L’ultimo controllo allo spirito di servizio negli uffici fortunatamente, il discorso è ben purché ce ne diano
antiassenteismo risale al luglio pubblici. Certo, il merito di questo diverso ed almeno sulla presenza
2009. Anche in quella occasio- Il dubbio mutata cultura, va ricercato anche in fisica possiamo dire che è assicurata.
un altro dove alloggiare”
ne, all’improvvisa e non previ- Nel corso del blitz improv- un quadro normativo – sanzionatorio Forse se migliorassero i servizi e si
sta visita dei militari, i dipen- viso, i militari dell’Arma maggiormente stringente rispetto al velocizzassero i tempi, tutti i cittadi-
denti, tutti i dipendenti dell’En- hanno trovato solo tre passato. Del resto, anche le continue ni sarebbero maggiormente contenti. possibile – ha sempre sostenuto
te di Piazza Duomo hanno dipendenti lontani dal operazioni delle forze dell’ordine Ma per ottenere questi obiettivi, Caccavale – che nelle nostre dispe-
risposto “ sì” all’appello. E’ posto di lavoro. A conclu- hanno contribuito al cambio di men- appare chiaro, non servono i Carabi- rate e difficilissimi condizioni non ci
probabile che la coscienza sione delle indagini si è talità. Soddisfatto anche il sindaco di nieri, piuttosto una maggiore pro- venga assegnato un alloggio?” La
civica collettiva sia maturata e scoperto che erano in per- Nola, Geremia Biancardi che ha grammazione e razionalizzazione dei tensione sale alle stelle. Una parola
che il giro di vite che il gover- messo autorizzato dichiarato “Le forze dell’ordine svol- servizi. tira l’altra, ed ecco che si scatena il
no ha imposto per rendere parapiglia. Anche le forze dell’ordi-
ne ed un’autoambulanza sono
costrette ad intervenire. Scendono in
NOLA strada gli abitanti del quartiere. Poi,
pian piano, torna la calma. Alla
fine, Caccavale ottiene una proroga
La minoranza ha formalizzato il proprio dissenso in un documento ufficiale fino al 31 maggio. La sua è una
vicenda particolare, una storia di
Marigliano, rapina in circum:
27enne finisce coi ferri ai polsi
MARIGLIANO - A Marigliano i
L’opposizione all’attacco del presidente del Consiglio sfortune e di quotidiana lotta per la
sussistenza. Non di rado, anche
contro la sordità e la cecità della
burocrazia. Disoccupato, vive da
anni abusivamente in un alloggio
carabinieri della locale stazione hanno
arrestato in flagranza di reato Jaison Il leader dell’Assise Pizzella: “Polemiche strumentali” dell’istituto Iacp, assegnato ad altra
persona. Con lavori saltuari, cerca
Kuruvilla, dell’india, 27enne, senza NOLA ( ada) – Ancora polemi- di tirare avanti e di assicurare le cure
fissa dimora, resosi responsabile di che sull’operato del presidente
L’ACCUSA necessarie per il figlio, “ pellegrino e
rapina. Su segnalazione di rapina i del consiglio, Francesco Pizzella Al centro del malcontento girovago”, da sempre, tra medici e
militari dell’arma sono intervenuti presso la loca- (nella foto). Dopo le accuse in le presunte irregolarità centri specializzati. Quello di cui ha
le stazione ferroviaria della circumvesuviana ove consiglio comunale, l’opposizio- nelle convocazioni di alcuni fortemente bisogno è una casa,
hanno bloccato il predetto extracomunitario. ne formalizza il proprio dissenso
consigli comunali come ci spiega il suo avvocato,
Augusto Pesapane “ E’ davvero
in un documento ben preciso. Al singolare – afferma il legale – che
Nola, week end all’insegna della cultura: centro del malcontento le pre- IL PREFETTO nonostante la specifica richiesta
apre il museo Storico Archeologico della città sunte irregolarità nelle convoca- inoltrata dal mio assistito e le sue
zioni di alcuni consigli comunali. La questione passa sui tavoli
del Prefetto che dovrebbe difficilissime condizioni, non gli sia
NOLA - Doppio appuntamento que- Il tutto è stato messo nero su stato assegnato, dopo anni, un
bianco in un esposto trasmesso al esaminarla nel corso
sto week-end nell’area nolana con i dei prossimi giorni alloggio. Sebbene nella sua condi-
monumenti e la cultura nell’ambito Prefetto di Napoli. Nel mirino dei zione abusiva, il mio assistito paga i
del programma della XII Settimana consiglieri di opposizione le ulti- bollettini all’Iacp. Tra qualche gior-
della Cultura indetta dal Ministero per me riunioni dell’assise cittadina, dell’art. 21 dello Statuto Comu- consiglieri, quali la mancata sot- argomenti sono stati trattati anche no – continua l’avvocato Pesapane –
i Beni e le Attività Culturali. Infatti del 6, 13 e 15 aprile. “Quei consi- nale che definisce sessioni straor- toposizione al Consiglio dei debi- in consiglio comunale, sebbene dopo il decorso post operatorio, il
l’Associazione Meridies, ha in programma l’a- gli comunali – spiega Raffaele dinarie quelle che hanno luogo su ti fuori bilancio, la mancata con- non all’ordine del giorno. Va sot- bambino sarà dimesso. Il piccolo
pertura e la visita al Museo Storico-Archeologi- Giannini, uno dei firmatari – sono richiesta di un quinto dei consi- vocazione effettuata senza la pre- tolineato che l’organizzazione dei Pio ha bisogno di continue cure, di
co di Nola stati convocati senza la preventi- glieri”. A firmare il documento di via audizione della Conferenza lavori di Consiglio ha un livello macchinari che lo aiutino a respi-
va convocazione della conferenza protesta sono stati, Umberto dei Capigruppo”. A rispondere è molto buono, visto che non rare. E’ possibile che lo si possa
Cercola, pallacanestro: dopo 36 anni dei capigruppo. Questo genere di Bruno, Luigi Conventi, Raffaele lo stesso interessato, il presidente abbiamo un carico di capi arretra- lasciare, insieme alla propria fami-
operazioni di fatto svuota di Giannini, Franco Ambrosio Raf- del consiglio, Francesco Pizzella ti in giacenza da portare in consi- glia, in mezzo alla strada? Abbiamo
ritorna la stracittadina tra quartieri significato la presenza dei capi- faele Giugliano e Salvatore Maf- “Si tratta in tutti i casi – ribatte glio”. “Nell’ipotesi in cui ci fos- ottenuto una proroga, ma tra un
CERCOLA (Alcol) – Ritorna, dopo gruppo stessi, ai quali invece fettone. Nello stesso si legge tuttavia il presidente del consiglio sero state delle irregolarità – con- mese saremo punto e a capo. Noi
dovrebbe essere assegnato un ancora “ Il presidente del consi- comunale Francesco Pizzella – di clude Pizzella – sarebbero stati gli sollecitiamo le istituzioni preposte a
trentasei anni, torna la sfida di pallacane- prendersi carico del problema e
stro tra gli atleti della parte alta (“a via ‘e compito delicato di integrazione glio è rimasto inerte alle istanze accuse prive di fondamento. Tutti stessi membri della maggioranza
del funzionamento del consiglio ed alle sollecitazioni dei consi- i capi che io ho portato in Consi- a sollevare per primi il proble- muoveremo in tal senso tutti i passi
coppa”) e quelli della parte bassa di Cer- necessari . Non è pensabile che non
cola (“a via ‘e vasce”): i cestisti si sfide- comunale”. “Inoltre – si legge nel glieri comunali, in particolare di glio, sono sempre passati attra- ma”. Adesso la questione passa
documento – tali civici consessi quelli di opposizione, in merito a verso la conferenza dei capigrup- sui tavoli del Prefetto, che vi sia una soluzione ad un caso così
ranno in tre competizioni (under 20, grave ed a una situazione così diffi-
under 40 e over 40), che si disputeranno tra il venti- cono stati indetti in asserite ses- varie tematiche riguardanti l’atti- po, secondo le prescrizioni previ- dovrebbe esaminare la questione
sioni straordinarie, in violazione vità amministrativa e i diritti dei ste dalla legge. Alcuni di questi già nei prossimi giorni . cile”.
quattro ed il venticinque aprile prossimo.
22 Venerdì 23 Aprile 2010 Nolano CRONACHE di NAPOLI

EMERGENZA LAVORO POMIGLIANO D’ARCO


La crisi che ha investito lo stabilimento Servono investimenti per 20 milioni
Giovan Battista Vico ha monopolizzato di euro e massima convergenza
l’attenzione negli ultimi mesi tra parti sociali e istituzioni

Lungo vertice negoziale con il ministro per le Attività produttive Sergio Scajola. Illustrato il progetto ‘rilancio’: in arrivo la Panda

Fiat, Marchionne: “Non investiamo senza accordo”


Il destinatario del messaggio è la Fiom, gli unici a non aver dato il proprio assenso al piano industriale
di Domenico Andolfo non si chiude l’investimento non quello che i suoi rappresentanti
LE REAZIONI/1 parte’’. Chiaro, semplice ed espli- chiedono da anni: un piano indu- LE REAZIONI/2
I sindacati: si apra subito la trattativa
POMIGLIANO D’ARCO lineato la necessità di trovare una
POMIGLIANO D’ARCO -
Era nell’aria da molti giorni. Ieri
poi Marchionne ha confermato i
sospetti e le preoccupazioni di
cito l’italo canadese dal maglione
blu. La sensazione che ha accom-
pagnato i precedenti incontri tra
azienda e sindacati diventa quindi
striale che salvaguardi i livelli
occupazionali. Il prezzo è la fles-
sibilità, un irrigidimento delle
condizioni di lavoro nello stabili-
Lettieri: adesso la missione produttiva
POMIGLIANO D’ARCO faranno dello stabilimento di
(Dom. And.) - Cgil, Cisl e Uil: si mediazione tra il bisogno del- tanti. “Se non troviamo l’accordo realtà. La Fiat vuole la piena con- mento per raggiungere efficienza (Dom. And.) - Un guidizio positi- Pomigliano un polo produttivo di
apra subito la trattativa. Ieri, in l’impresa di rendere gli impianti sono disposto a non investire”. divisione su tutti gli obiettivi del e salvaguardare l’occupazione, vo e uno sprone a raggiungere un eccellenza, nonchè un modello di
serata, Cgil, Cisl e Uil di Napoli e più flessibili e la salvaguardia Questo ha detto a chiare lettere ai piano industriale; sui 18 turni così ma niente di diverso da quanto accordo è giunto ieri dal presiden- riferimento per tutte le aziende
della Campania, in una nota con- delle condizioni dei lavoratori sindacati l’amministratore delega- come sulla flessibilità in fabbrica. accade negli altri stabilimenti ita- te dell’Unione degli Industriali del settore auto motive. In un
giunta, hanno chiesto di aprire soggetti a turni “massacranti”, ha to di Fiat. Il destinatario del mes- E vuole il consenso di tutti. In liani. Questa parte del sindacato si Gianni Lettieri. ‘’Il Piano Fiat per quadro contraddistinto da una
immediatamente il confronto con concluso il leader nazionale della saggio di Marchionne è senza alternativa, ha fatto intendere è dichiarata disponibile alla l’impianto di Pomigliano d’Arco crisi economica largamente diffu-
l’azienda sul piano industriale di Cgil.Riferendosi al piano Fiat il dubbio la Fiom, l’unica organiz- l’amministratore delegato, c’è discussione, pur di farlo al più – ha affermato Lettieri - rappre- sa occorre prendere esempio da
Pomigliano. Nella nota le orga- Epifani ha parlato comunque di zazione a non aver ancora dato il sempre il piano b, la produzione presto. Differente invece la posi- senta un impegno concreto per il quanto succede all’estero, dove,
nizzazioni sindacali hanno sotto- piano di “svolta”. Per il leader proprio pieno assenso al piano dell’auto fuori dai confini nazio- zione della Fiom che apprezza rilancio e il consolidamento di proprio in questo momento si
lineato di “apprezzare le scelte della Uil Luigi Angeletti il con- industriale Fiat per Pomigliano. nali o da qualche altra parte in Ita- l’investimento, ma pone paletti una delle più importanti realtà stanno effettuando grandi sforzi
industriali e di investimento da fronto “deve essere rapido, e Dopo aver illustrato il piano lia. La gran parte del sindacato precisi, come sulla riduzione delle produttive della Campania e di per la realizzazione di investi-
parte della Fiat per quanto riguar- deve chiudersi positivamente”. aziendale nazionale al Ministro confederale, Fim, UIlm e Fismic, pause e sui 18 turni. Fiom vuole tutto il Mezzogiorno. Perdere menti produttivi capaci di inverti-
da lo stabilimento di Pomigliano Nel riferirsi al piano Fiat, di dello Sviluppo Economico Clau- ha fin dall’inizio apprezzato viva- fare l’accordo, ma giudica inac- questa opportunità equivarrebbe a re la tendenza in atto’’. ‘’La sfida
d’Arco”, ma “di considerare utile “straordinaria opportunità” ha dio Scajola, ricevendone tra l’al- mente il piano Fiat. La Panda cettabili alcune condizioni. Per dire addio alla possibilità di man- lanciata dalla casa di Torino – ha
e urgente, da parte della Fiat, parlato il leader nazionale della tro il plauso e la piena approva- prima e il segmento A poi, porte- questo vuole dare parola ai lavo- tenere gli attuali livelli occupazio- concluso Lettieri - è accolta e
aprire subito una trattativa di Fismic Roberto Di Maulo, che ha zione, Sergio Marchionne ha reso ranno a Pomigliano lavoro, ratori. Il braccio di ferro è già ini- nali e a sfruttare le ricadute positi- sostenuta attivamente da tutta
merito, senza ulteriori indugi, al aggiunto: ‘’parlare della sua nota la propria posizione sullo garanzie occupazionali e svilup- ziato. Gli operai attendono l’as- ve in termini di sviluppo per tutto l’Unione industriale di Napoli,
fine di definire anche le condizio- attuazione come di un ricatto nei stabilimento pomiglianese. ‘’A po. La Panda e il segmento A, semblea e osservano con preoc- l’indotto’’. ‘’L’intenzione di con- che da due anni promuove e par-
ni di flessibilità necessarie alla confronti del sindacato è sbaglia- Pomigliano bisogna chiudere e se danno finalmente a Pomigliano cupazione. centrare la produzione della tecipa agli incontri tra i vertici
competitività e alla produttività to e bizzarro’’, riferendosi alle Panda, con la previsione di 250 della Fiat e le principali sigle sin-
dello stabilimento medesimo”. parole della Fiom che aveva bol- mila vetture l’anno entro il 2014 – dacali coinvolte, per il raggiungi-
Più tardi il leader nazionale della lato come ricattatorio l’atteggia- ha aggiunto - si tradurrà in un mento di un accordo che garanti-
Cgil Guglielmo Epifani ha sotto- mento di Marchionne maxi investimento in innovazioni sca la salvaguardia e la prosecu-
tecnologiche e impiantistiche che zione dell’attività dell’impianto di

CERCOLA
L’uomo già si trovava agli arresti Polizia, infatti, Bali- to. Balisciano, dunque
domiciliari per aver tentato sciano, fu arrestato ad
Acerra mentre il suo
era già noto alle forze
dell’ordine, ma il piano
complice, che nel frat- criminale, con il suo
un ‘colpo’ ad Acerra nel 2008 tempo era ritornato a
Colorno, dove abitava
complice, era stato però
sventato dalle forze
CERCOLA (Almerico

Rapina ed estorsione, in manette 69enne


con la compagna dopo dell’ordine a seguito
Colizzi) – Nella giorna- aver trascorso due anni della denuncia dell’im-
ta di ieri, i carabinieri di carcere per omicidio, prenditore vittima del-
delle tenenza di Cerco- nella sua residenza di l’intimidazione operata
la hanno arrestato un parmense. Continua dai due che non si era

Dovrà scontare un residuo di pena di 6 mesi


sessantanovenne del l’impegno delle forze fatto intimorire dalle
posto, Mario Baliscia- dell’ordine sul territo- minacce e aveva rac-
no, già noto alle forze rio. Un impegno dispie- contato tutto ai tutori
dell’ordine: i militari, gato quotidianmente della legge. La giustizia
agli ordini del tenente per debellare i fenome- ha dunqu chiesto il
Vito Ingrosso, hanno
infatti stretto le manette
L’ordine di carcerarazione è stato disposto dalla procura della Repubblica di Nola ni di devianza sociale
ed i fenomeni crimono-
conto all’arrestato ed
ha disposto un residuo
ai polsi dell’uomo in si. Operazioni, blitz, di pena pari a 6 mesi e
esecuzione di un ordine custodia cautelare agli danna, risalgono al giu- insieme ad un esponen- chiedergli un favore e zione operata dai due
arresti domiciliari pres- gno del duemilaotto te di spicco del clan cioè quello di dargli che non si era fatto inti- retate, un lavoro diciannove giorni di
di carcerazione emesso costante che dimostra reclusione per Balli-
il diciannove aprile so la propria abitazione quando, ad Acerra, Orefice, avrebbe tenta- una mano a sottrarre morire dalle minacce e
di via Ungaretti, è stato l’uomo era stato denun- to di estorcere denaro centomila euro dalle aveva raccontato tutto quanto la provincia del- sciano. Ottima l’opera-
scorso dalla Procura l’area nolana sia sotto zione messa a segno
della Repubblica presso raggiunto dal provvedi- ciato dai carabinieri del ad un imprenditore tasche di un industriale ai tutori della legge:
mento di carcerazione comando cittadino per della zona: Balisciano, che in precedenza dopo le indagini della la lente d’ingrandimen- dai militari.
il tribunale di Nola, con
le accuse, a vario titolo, emesso dalla Procura tentata rapina ed estor- infatti, avrebbe contat- aveva già comprato da
di tentata rapina ed che lo ha condannato a sione. Dopo il disbrigo tato Ciro Dell’Ermo lui, per centocinquemi-
estorsione in concorso. scontare la pena resi- delle formalità di rito (detto Miché ‘o Svizze- la euro, un immobile. Il
L’uomo che già stava dua, sei mesi e dician- l’uomo è stato scortato ro), mentre questi si piano criminale dei due
scontando parte della nove giorni di reclusio- dai militari cercolesi trovava ad Acerra in era stato però sventato
pena in regime di ne, in carcere perché presso il carcere di permesso premio (l’uo- dalle forze dell’ordine
ritenuto colpevole dei Poggioreale. Da quanto mo infatti risiede con a seguito della denun-
reati imputatigli. I fatti, si è appreso, il sessan- obbligo di firma in pro- cia dell’imprenditore
a cui si riferisce la con- tanovenne cercolese, vincia di Parma) per vittima dell’intimida-

VOLLA

Tufino, il sindaco Ferone: l’Istituto


Ruba energia elettrica, 49enne finisce nei guai
comprensivo D’Arienzo riaprirà lunedì
TUFINO - Riaprirà lunedì prossimo, 26 aprile, l’isti-
tuto comprensivo D’Arienzo Prisco di Tufino. Lo ha
Convalidato l’arresto nel corso della direttissima
VOLLA (Almerico uomini della locale sta- direttissima. La donna è
assicurato il sindaco Carlo Ferone nel corso di un Colizzi) – Controlli a zione dell’Arma sono stata liberata in attesa di
incontro con il responsabile della Cgil nolana Salvato- tappeto dei carabinieri però riusciti a scoprire giudizio. Per rilevare se
re Velardi. La scuola fu chiusa lo scorso 10 febbraio vollesi, agli ordini del l’imbroglio, grazie anche e in che modo fosse stato
per inagibilità Questa mattina l’incontro tra Ferone e maresciallo Francesco all’ausilio dei tecnici manomesso il contatori
Velardi, nel corso del quale il primo cittadino ha assi- Russo, su tutto il territo- dell’azienda fornitrice dell’Enel per risparmiare
curato la riapertura il 26 aprile ed ha affermato che rio comunale per sma- del servizio, nel corso di sui costi dell’energia
l’amministrazione intende realizzare interventi ed scherare i ladri di ener- uno dei controlli ammi- elettrica, i titolari delle
opere in campo scolastico di rilevante importanza, gia elettrica: nella gior- nistrativi effettuati nella indagini si sono avvalsi
come la ristrutturazione della Scuola materna. nata di ieri, i militari zona: la cinquantenne del parere dei tecnici
hanno stretto le manette aveva infatti fatto in specialisti in materia: le
Marigliano, prima edizione della passeggiata ai polsi di una cinquan- modo da manomettere il verifiche pratiche sulla
tenne del posto, Fiorina contatore elettrico di modifica del contatore e
‘Casaferro’: sabato primo maggio la sagra del Tarallo Giordano, ‘pizzicata’ in casa, praticando un bi sul danno economico
flagranza di reato per pass, per impedire la arrecato all’azienda ero-
MARIGLIANO - Si apre con la prima edizione della “Pas- furto aggravato di ener- misurazione dell’effetti- gatrice di corrente sono
seggiata per Casaferro” il fitto programma di eventi correlati gia elettrica. Da quanto va energia elettrica con- state svolte dal nucleo
alla tradizionale Sagra del Tarallo, evento clou delle attività si è appreso, la donna, sumata: un escamotage verificatori dell’Enel. Le
dell’associazione “Pro Borgo Casaferro”. La “Passeggiata casalinga e residente in per pagare bollette meno statistiche degli ultimi
per Casaferro” si svolgerà sabato 1 maggio alle ore 9.00 ed è via Sambuco, aveva sofi- care che però le è costata tempi certificano un
organizzata dall’associazione guidata da Francesco Matri- sticatamente manomesso un’incriminazione. Arre- aumento di escamotage
sciano con il coordinamento generale del parroco di Santo il contatore Enel della sto confermato ieri mat- per ottenere l’energia
Stefano in Casaferro, Mons. Sebastiano Bonavolontà. Si trat- propria abitazione ma gli tina nel corso del rito per elettrica senza pagare.
ta di una manifestazione podistica amatoriale a passo libero.
CRONACHE di NAPOLI
Nolano Venerdì 23 Aprile 2010
23
EMERGENZA CRIMINALITA’ BLITZ A POLLENA TROCCHIA
In sella al suo scooter di grossa cilindrata L’arrestato è in attesa del processo
ha provato ad eludere i controlli degli uomini con il rito per direttissima ed è accusato
della Benemerita che pattugliavano la zona di istigazione alla corruzione

L’operazione è stata messa a segno dai carabinieri a Somma Vesuviana nell’ambito di un servizio di controllo

Soldi per chiudere un occhio, preso 18enne


Il giovane ha provato a corrempere i militari con 150 euro. Sorpreso alla guida senza casco
di Ferdinando Orefice multa e di lasciarlo andare. Infondo Difatti, dopo aver dato i soldi ai carabi- nieri della stazione di Somma Vesuvia-


dovevano chiudere solo un occhio e far nieri, il diciottenne si è ritrovato con i na, che hanno fermato il giovane nel
POLLENA TROCCHIA - E’ appe- finta di non aver visto passare Luigi ferri stretti attorno ai polsi e poi seduto corso di un controllo territoriale, per-
na diciottenne, ma di certo non va in Coppola in sella al suo scooter e senza nella volante, a bordo della quale è ché potevano anche scendere a com-
giro come tanti dei suoi coetanei. Il casco, o meglio avrebbero dovuto fin- stato portato nella caserma locale, promessi col diciottenne e lasciarlo
giovane pollenese arrestato ieri per isti- gere che mentre lui sfrecciava loro fos- I controlli
dove, una volta espletate le formalità di andare. Invece, forti del senso del
gazione alla corruzione, infatti, dopo sero voltati e non avessero fatto caso dei carabi- rito, gli uomini della Benemerita lo dovere, hanno preferito non cedere alla
essere stato fermato, perché era in sella all’infrazione del codice della strada. nieri hanno fatto “accomodare” in una delle tentazione del denaro facile, arrestando
al suo scooter senza casco, ha “mostra- Far finta di non essersene accorti per celle di sicurezza. Ed è lì che Coppola il loro “tentatore”, che aveva provato a
to” ai carabinieri, che lo avevano bloc- 150 euro, che sarebbero finiti, dritti Il fenomeno dovrà attendere di affrontare il proces- sedurli. Ma a lasciare una sorta di
cato a Somma Vesuviana, che non dritti, nelle loro tasche senza che nes- so per direttissima. Di certo, però, il alone di sorpresa non è stato tanto il
viaggiava in sella al suo scooter sprov- suno avesse potuto sapere nulla. Inve- E’ in netto aumento giovane pollenese non è il primo che si fatto che i militari dell’Arma non
visto di denaro contante, perché gli ha ce, tutto questo non si è verificato, per- soprattutto tra i giovani macchia di questo reato e finisce prima abbiano ceduto alla tentazione, bensì la
offerto 150 euro. Somma che i militari ché i carabinieri della stazione di in manette e poi sotto processo, anche modalità con la quale si è consumata: il
dell’Arma avrebbero potuto incassare Somma Vesuviana hanno sì preso i che provano a corrompere se non sempre questi reati vengono giovane, consapevole del fatto che non
a nero e senza detrazioni statali, qualo- soldi dalle mani del giovane, ma solo le forze dell’ordine denunciati. E’ stata esemplare e da stava rispettando il codice della strada,
ra avessero accettato di non fargli la come prova del reato da lui commesso. esempio, infatti, la condotta dei carabi- è incappato in una pattuglia.

Pomigliano d’Arco Nelle prossime settimane partiranno le consultazioni per la formazione della giunta

Lello Russo proclamato primo cittadino


Ieri il passaggio di consegne con Della Ratta
Il sindaco: “Iniziamo dalla compattezza e dalla professionalità”
POMIGLIANO D’ARCO (Domeni- “è opportuno - ha affermato il primo citta- Pomigliano, il terzo della sua lunga carrie- le condizioni di degrado in cui versano lati a fondi di provenienza regionale.
co Andolfo) - Ieri sera, nell’aula con- dino Russo - che le forze politiche siano ra politica. In tutto il periodo di campagna diverse parti della città, abbandonate a se Intanto il Pd, con un po’ di ritardo, inizia
siliare di via Libertà, il dottore Lello consapevoli che vi dovrà essere equilibrio elettorale Russo ha indicato più volte stesse, prive dei servizi primari essenziali. la discussione sulla sconfitta elettorale.
Russo è stato proclamato sindaco di tra la rappresentanza nel nuovo esecutivo nella riqualificazione delle zone periferi- Il primo cittadino sarà chiamato a dare Per oggi e lunedì prossimo infatti è stato
Pomigliano d’Arco. Si è giunti quindi, e quella ottenuta in consiglio comunale”. che la priorità dell’azione amministrativa una spinta ai progetti di riqualificazione convocato l’attivo del partito locale.
formalmente, al passaggio di consegne Una volta conclusa la fase di composizio- e il suo primo formale impegno da sinda- fermi in Regione e negli enti collegati, a All’ordine del giorno c’è infatti l’analisi
tra Antonio Della Ratta e il nuovo ne della squadra di governo, Lello Russo co. Per il sindaco del Popolo delle Libertà partire da quelli per la costruzione o il del voto dell’ultimo turno di elezioni
sindaco Russo. Adesso il neo eletto potrà iniziare il suo mandato da sindaco di si annuncia quindi un arduo lavoro, viste completamento della rete fognaria, vinco- amministrative.
sindaco si concentrerà sulla composi-
zione della nuova Giunta comunale.
SANT’ANASTASIA
Delineate le linee programmatiche: da questo momento si parlerà il linguaggio della verità

Festa in Comune, Esposito s’insedia Cicciano, la città sposa l’ambiente:


parte la prima ‘Giornata della bicicletta’
Definiti anche i membri che siederanno Sant’Anastasia, l’alveo Sorbo e
Santo Spirito, i quali oggi sono CICCIANO - Tutti insieme in bici per
aderire alla prima edizione della “Gior-
tra i banchi della pubblica Assise delle foreste, degli sversatoi
non assolvendo alle loro funzio- nata della Bicicletta”, progetto del Mini-
SANT’ANASTASIA (maria ni naturali. Inoltre in visione di stero dell’Ambiente e della Tutela del
beneduce) - Carmine Esposito L’ELETTO una ‘Cittadella dei giovani’ pre- territorio, nato per sottolineare come una
La ‘casa’ comunale (nella foto) è stato proclamato Ieri nell’aula consiliare
vista nell’area del mattatoio mobilità ecocompatibile, diversa, saluta-
ufficialmente sindaco di Sant’A- di Sant’Anastasia si è comunale, siamo riusciti ad re sia non solo auspicabile ma anche realizzabile.
Il Municipio di via Libertà nastasia. Il neo sindaco è entrato svolta la cerimonia di inserirci, considerati i prossimi
nell’aula consiliare di palazzo proclamazione del sin- termini di adesione, in un piano
sarà governato per i prossimi Siano insieme ai neo eletti con- daco Esposito di finanziamenti che potrebbero Marigliano, Antonio Sodano (Pdl):
siglieri comunali, accompagnato portare oltre i due milioni di
cinque anni da una coalizione da una scrosciante plauso. La per colmare questi vuoti e non amministrative:Amav, abusivi- euro per la realizzazione del “Doniamo il 5 X 1000 ai più poveri”
di centrodestra fascia tricolore ha dato vita ad
una proclamazione alquanto
ingolfare la macchina ammini-
strativa. Tra i nostri intenti ria-
smo, zona rossa, regi lagni e
mattatoio comunale, saranno i
progetto che al suo interno pre-
vede anche uno sportello per gli MARIGLIANO - “Donate il 5 per
informale, delineando nel suo prire le comunicazioni tra ente e primi canali per porre le basi emigrati. Vogliamo che il matta- mille” al Comune di Marigliano. E’
discorso le linee della sua cittadini. Sono da due giorni dell’amministrazione. Due gior- toio , cosi come abbiamo detto , l’insolito appello del sindaco della cit-
amministrazione, obiettivi ed entrato nella casa comunale ren- ni di lavoro in comune all’attivo divenga un luogo per i giovani tadina, Antonio Sodano, eletto lo
Partono quindi oggi le consultazioni scorso giugno per il centrodestra.
ufficiali per la creazione dell’esecuti- intenti.” Abbiamo parlato a toni dendomi conto che vi sono tante per Esposito, durante i quali dove loro possano trovare uno
alti sin dall’inizio della campa- responsabilità. L’amministrazio- afferma, “ ieri abbiamo avuto un sportello giovani che possa Donare una quota del reddito per aiuta-
vo. Il neo sindaco incontrerà tutti gli gna elettorale e continueremo, ne di centrodestra che mi ha pre- incontro in Prefettura in un tavo- accompagnarli anche nelle loro re le fasce deboli della città, è forse la prima
esponenti politici della coalizione di perché parliamo il linguaggio ceduto, quella Pone, non ha dato lo al quale vi erano seduti oltre a scelte di pianificazione di studi, volta che un sindaco dell’area nolana-marigliane-
centrodestra. Agli interlocutori politici della verità”, afferma la fascia un segnale di discontinuità dal- noi sindaci, l’assessore provin- una biblioteca, luoghi per socia-
Russo ribadirà i criteri a cui intende se si espone con una così esplicita richiesta.
tricolore a poche battute del suo l’amministrazione precedente, il ciale all’Ambiente, l’Arpac, e lizzare e piattaforme digitali, se i
affidarsi per la composizione del discorso, “Siamo già all’opera decennio Iervolino, che ha pro- siamo riusciti ad essere inclusi fondi si mostreranno sufficienti.
nuovo esecutivo, già anticipati nei
giorni scorsi. “Competenza e profes-
per il recupero della macchina vocato grossi disastri”. nel Piano di interventi strutturali La nostra ambizione è quella di Somma Vesuviana, crisi lavoro: l’Informagiovani
amministrativa, guardando alle A seguito del preambolo, il sin- e di bonifica che dovrà operare diventare capo fila del proget-
sionalità innanzitutto - ha affermato il associazioni come strumento daco ha ribadito le priorità l’Arpac per i Regi lagni a to”. organizza l’aperitivo in Municipio con Allocca
neo eletto sindaco - ma anche tanta
dedizione e spirito di sacrificio”. SOMMA VESUVIANA - Oggialle 18
Infatti più volte Russo ha ribadito che POLLENA TROCCHIA NOLA il Centro Informagiovani ha organizzato
il suo esecutivo non percepirà alcuna l’Aperitivo Giovane Targato Lavoro: un
forma di stipendio. Inoltre Russo ha
fatto sapere di voler sottoporre gli
assessori ad un monitoraggio costante,
Fiore (Udc): “Tarsu troppo alta rispetto al servizio” ‘Nasce’ la strada della caserma dei carabinieri happy hour inedito per lo scenario e per
la discussione, alla quale parteciperà
anche il sindaco Allocca (nella foto).
POLLENA TROCCHIA differenziata”. “Grazie all’in- NOLA - “Grazie al finan- l’annuncio che il Sindaco
“ogni sei mesi” preannunciò il neo (Dom. And.) - Dalla locale dubbia competenza - recita con Un aperitivo frizzante ed informativo. Insomma
eletto sindaco, e di ricorrere eventual- ziamento di 11 milioni di Geremia Biancardi, ha dato
sezione dell’Udc arriva un tono ironico il manifesto che euro da parte della Regione questa mattina all’On. un Happy Hour al palazzo municipale per cono-
mente ad una loro sostituzione “nel affondo all’attuale amministra- porta la firma del commissario scersi e discutere sull’sos lavoro.
caso non operino bene”. Nelle uscite Campania, a breve incomin- Nando Dalla Chiesa, giorna-
zione sulla gestione cittadina cittadino dell’Udc - ed alla ceranno i lavori per la rea- lista e scrittore, già Parla-
successive alla vittoria al turno di bal- dei rifiuti. Ieri il commissario particolare attenzione dell’
lottaggio, la maggioranza di centrode- cittadino dell’Udc Raffaele Di amministrazione, per Pollena
lizzazione della nuova mentare della Repubblica, Cercola, fedeli in pellegrinaggio a Roma:
Caserma dei Carabinieri a figlio del Prefetto di Paler-
stra ha dimostrato in tutte le occasioni Fiore ha fatto affiggere, a sua Trocchia aumenta il costo Nola che vedrà luce in Via mo ucciso dalla mafia il 3 visiteranno la tomba di Giovanni Paolo II
una forte coesione interna. Non man- firma, un manifesto critico dello smaltimento dei rifiuti”.
cheranno però i rebus da sciogliere per verso l’operato dell’ammini- “Sono anni- ha aggiunto Di Sarnella. Approfitto di que- settembre 1982, invitato in
sta occasione per annunciare Città nell’ambito della ini- CERCOLA – Fedeli cercolesi in pelle-
il neo sindaco Lello Russo. Il primo strazione. Dalle mura cittadine, Fiore - che denunciamo i crite- grinaggio a Roma per visitare la tomba
rompicapo è l’’equilibrio tra le posi- ha sarcasticamente ringraziato ri a nostro modo errati del ufficialmente che l’Ammi- ziativa promossa dall’As-
nistrazione Comunale inten- sessorato ai Beni Culturali del venerabile Karol Józef Wojtyla, il
zioni del Popolo delle Libertà e del- Pinto per aver portato Pollena piano di raccolta differenziata prossimo diciannove maggio: l’iniziati-
l’Udc, rispettivamente primo e secon- Trocchia “tra i comuni meno che non consente una corretta de intitolare questa strada al del Comune di Nola e relati-
Generale Carlo Alberto va alla “Giornata della va, organizzata dalla parrocchia ‘Imma-
do partito della coalizione. Nei giorni virtuosi - ha dichiarato Di Fiore raccolta del vetro, dei toner e colata Concezione’, affidata alle cure
scorsi il neo sindaco ha precisato che - nella gestione della raccolta delle batterie”. Dalla Chiesa”. È questo Legalità”.
pastorali di Don Vincenzo Lionetti.
CRONACHE di NAPOLI CRONACHE di NAPOLI
S.S. Sannitica km. 19,800
81025 Marcianise - Caserta
Tel. 0823.581055 - 0823.581005
- 0823.821165
Sito web: www.cronachedinapoli.org
Pagina 24
CNRapoli
ONASCud
HE S.S. Sannitica km. 19,800
81025 Marcianise - Caserta
Tel. 0823.581055 - 0823.581005
- 0823.821165
Sito web: www.cronachedinapoli.org

Venerdì 23 Aprile 2010

I giovani di Portici dichiarano di non temere una imminente eruzione del vulcano ma puntano il dito contro il ‘mattone selvaggio’

Il Vesuvio non fa paura, l’abusivismo sì


L’accusa: era necessario effettuare controlli serrati negli anni scorsi, ora la situazione è irreversibile
ERCOLANO Sono tutti del posto, devono scontare residui di pena

I militari dell’Arma blindano il territorio,


notificati tre provvedimenti di custodia
Valerio Lange
Matteo Cirillo
Filippo Meis

ERCOLANO (ciro ammendola) emesso nei confronti di, Clemen-


- Si è reso responsabile di furto te Perna 64 anni, residente in
aggravato, reato commesso due via san Vito, gia’ noto alle forze
anni fa nel comune di Lucera e dell’odine attualmente sottoposto
con la complicità di un familiare alla misura cautelare dell’obbligo
di Veronica Mosca zione che potrebbe distruggere che si sposano e tendono a rimane- arrestato due giorni fa. Ieri matti- di presentazione alla pg, raggiun-
buona parte del territorio. Una re nella provincia napoletana, na il provvedimento di custodia è to da ordine di carcerazione
PORTICI - Il timore del vulcano paura però che sembra non attana- aumentando cosi l’intensità della stato notificato ne suoi confronti. emesso il 12 aprile dalla procura
islandese riaffiora: dalla Svezia e gliare i napoletani, vista l’elevata famosa fascia rossa. La zona a più In manette è finito Salvatore di napoli dovendo espiare la pena
dalla Norvegia giunge in questi densità popolare della provincia, alto rischio in caso di eruzione da Sorrentino, 42 anni, residente in residua di un anno, 3 mesi e 28
giorni la notizia che diversi scali se non in caso di piccole scosse o parte del Vesuvio. Un argomento via Pugliano, già noto alle forze giorni di reclusione e pagare
dei due paesi sono di nuovo stati come in questo caso che un altro importante, tornato in auge in que- dell’ordine. A trarlo in arresto 3.000 euro di multa per spaccio
chiusi per il ritorno nei cieli delle vulcano diventa un fenomeno sto periodo, anche alla luce dei sono stati i carabinieri della di stupefacenti consumato in
ceneri che per una settimana hanno mediatico e allora sembra risve- problemi che stanno nascendo per tenenza locale agli ordini del Ercolano. L’operazione rinetrò
paralizzato il traffico aereo dell’e- gliarsi qualche coscienza. “Effetti- le costruzioni abusive alle falde tenente Francesco Altieri. I mili- nell’ambito della lotta allo spac-
misfero nord. La paura dei vulcani vamente noi napoletani - dichiara del Vesuvio. “Negli anni passati - tari ieri mattina si sono portati cio di stupefacenti E così fatta
attivi però non ricompare solo per Valerio Lange - siamo incoscienti, commenta Filippo Meis - si è presso la sua evitazione. Dopo eccezione per l’operazione di
questo vulcano, alquanto lontano non abbandoniamo le nostre città costruito in modo selvaggio alle essersi identificati gli hanno noti- lunedi mattina salgono a 5 gli
ficato il provvedimento. Condot- 260 euro di multa per tentato arresti nel giro di poche ore. Due
dall’Italia e dalle coste campane, se non per motivi strettamente falde del Vesuvio aumentando la
to in tenenza, è stato poi associa- furto aggravato. Sempre nella giorni fa venne arrestato Agosti-
ma riemerge il timore dei Vesuvio. lavorativi, quando non ci rendia- pericolosità della zona. Ed oggi le to al carcere di Poggioreale. no Sifo, ricercato dallo scorso
Un timore forse mai scomparso, mo conto che viviamo alle falde di autorità stanno intervenendo. Pro- stessa giornata i carabinieri
L’uomo l’anno scorso ripulì l’a- hanno notificato un’ordinanza di luglio. A trarlo in arresto è stato
ma di cui in questi giorni si torna a un pericolo immanente, se non babilmente nel modo sbagliato bitazione di una famigliola. Il un militare in borghese alla sta-
parlare. “In questi giorni in tv - anche imminente. E’ come se il perché abbattere costruzioni che custodia nei confronti di Antonio
fermo fu operato durante un fine Borrelli, 55 anni, residente al zione di piazza Garibaldi. Il
spiega Matteo Cirillo - non si Vesuvio facesse parte del nostro ormai sono case abitate, portereb- settimana. Le vittime al loro miliare stava facendo ritorno a
vico Savastano, già noto alle
parla d’altro che di vulcani. E dna ed avessimo imparato a convi- be altro genere di problemi, dicia- ritorno trovarono la casa comple- forze dell’ordine. L’uomo è stato casa. E ieri è stata la volta di
guardando i vari speciali, non solo verci. So bene che non è una spie- mo che la questione era a monte. tamente a soqquadro. I militari raggiunto da ordine di carcerazio- Maurizio Bove di Ponticelli
sul vulcano islandese, molti esperti gazione soprattutto per le nuove Era necessario controllare tanti sono riusciti ad identificare i due ne emesso il 7 aprile dalla procu- arrestato per rapina ai danni di un
hanno parlato di tutti quelli attivi generazioni, ma ho la sensazione anni fa. E adesso ne stiamo pagan- balordi al termine di un’accurata ra di napoli dovendo espiare la distributore del gas in via Bene-
sulla terra. E tra questi figura il che nel sentire comune, è un po’ do le conseguenze e sicuramente le attività investigativa. Sorrentino pena residua di un anno ed 8 mesi detto Cozzolino con un complice
Vesuvio, forse uno dei più perico- questa l’idea di fondo. Proseguia- pagheremo anche in futuro. Quello raggiunto da ordine di carcerazio- di reclusione e pagare mille euro sulle cui tracce sono ora le forze
losi”. E’ noto infatti che il pinna- mo tranquillamente la nostra vita che appare chiaro, è che la ne emesso il 13 aprile dalla pro- di multa per ricettazione ed inos- dell’ordine. Ed in merito a questo
colo più famoso della Campania e riflettiamo sul Vesuvio solo in conformazione urbanistica del ter- cura generale di Bari dovendo servanza a provvedimenti del- ultimo reato el forze dell’ordine
non erutta ormai da molti anni ed i casi eccezionali”. Un’analisi che ritorio, e la forte densità popolare espiare la pena residua di 5 mesi l’autorità consumati in Ercolano. hanno intensificato controlli
vulcanologi, trattandosi di un vul- sembra non fare una piega, notan- rendono ancora più rischiosi que- e 17 giorni di reclusione e pagare E l’ultimo provvedimento è stato nelle aree periferiche.
cano esplosivo, parlano di un’eru- do anche che sono molti i giovani sti luoghi in caso di eruzione”.

PORTICI Questa mattina primo appuntamento a Villa Savonarola con ‘Radio Siani’ TORRE DEL GRECO Il sindaco ha presentato i risultati dei lavori di restyling del centro

Ragazzi protagonisti, via al progetto ‘Universo giovani’ Riqualificazione urbana, soddisfatto Borriello
PORTICI (cs) - Al via il proget- ricercare e coinvolgere giovani per loro, in genere, hanno un uti- TORRE DEL GRECO principali arterie cittadi- fuso. “Inoltre, - ha prose- segnaletica orizzontale,
to “Universo giovani” promosso che dimostrino particolare inte- lizzo alquanto limitato. Primo (cs) - “Sono particolar- ne. Si tratta di lavori di guito Borriello - risultano verticale e non mancano,
dalla città di Portici, dai giovani resse per attività di carattere appuntamento questa mattina mente soddisfatto della manutenzione ordinaria e ulteriormente elevati in alcuni punti sensibili, i
delle Acli della Campania e dal- sociale e culturale e che voglia- alle 9 presso villa Savonarola: riqualificazione urbana straordinaria importanti - anche gli standard di pannelli stradali ad ener-
l’associazione “Giovani per il no interessarsi alle nuove tecno- gli studenti dell’Ipia “Enriques” delle molteplici strade e secondo l’amministrazio- sicurezza. Infatti, le stra- gia solare”. Dappertutto
Futuro”. Si tratta di un progetto logie. Alcune azioni, infatti, di Portici incontreranno dei di diverse aree dell’inte- ne - per ridisegnare una de e le zone coinvolte si stanno installando i
che si rivolge a tutti i giovani dai saranno imperniate su nuove “testimoni di legalità”, quali ro territorio”. Così l’in- nuova e più vivibile città risultano completamente dissuasori di velocità,
14 ai 28 anni che risiedano, modalità di utilizzo di computer, Gaia Trunfio dell’associazione tervento di Ciro Borriel- curati dall’ufficio tecnico ristrutturate - ha spiegato strutture estremamente
vivano o semplicemente frequen- videocamere, microfoni, in modo Studenti Napoletani contro la lo, sindaco del Comune del Comune a cui va la - non solo la pavimenta- efficaci per consentire
tino la città di Portici. Saranno da dare ai ragazzi una visione camorra ed i ragazzi di ‘Radio corallina, in merito all’at- gratitudine del sindaco zione stradale e dei mar- una più alta sicurezza
effettuate speciali attività per “innovativa” di strumenti che Siani’. tività di restyling delle per il forte impegno pro- ciapiedi, ma anche la stradale.

TORRE DEL GRECO Questa sera alle 20.30 la celebrazione dell’Ave Maria SAN GIORGIO L’impegno del Municipio contro i falsi invalidi

Festa della Madonna del Buon Consiglio Ordinanza di Giorgiano per l’utilizzo
Capri, il monologo-denuncia ‘Agostino’
in scena al Complesso di Santa Teresa Attesa per la messa del cardinale Sepe dei contrassegni per diversamente abili
TORRE DEL GRECO e canto delle litanie; alle poi alle 18 la messa SAN GIORGIO A particolare all’interno del municipale. La vigilanza
CAPRI - Questa sera il Complesso Monumentale di (cs) - A Torre del Greco, ore 19 la messa presie- solenne presieduta dal CREMANO (Nadia parabrezza - in modo sulla questione spetterà
Santa Teresa sarà per la prima volta palcoscenico esclu- la comunità del santua- duta da Monsignor cardinale Crescenzio Cozzolino) - Un’ordinan- ben visibile del contras- alla polizia municipale
sivo di un grande evento teatrale. Sarà infatti Rolando rio “Maria Santissima Lucio Lemmo, vescovo Sepe. Intenso è anche il za che regolarizzerà l’uso segno in originale; il cittadina. “Procederemo
Ravello, con lo spettacolo-denuncia “Agostino”, ad esi- del Buon Consiglio” di ausiliare di Napoli . programma dei festeg- dei contrassegni per il divieto di usare il con- attraverso un’intensifica-
birsi nella Chiesa seicentesca. Il monologo, scritto da Leopardi, si prepara ai Domenica, vigilia della giamenti esterni organiz- parcheggio degli invalidi trassegno oltre il periodo zione dei controlli - ha
Massimiliano Bruno, e musicato da Alessandro Man- festeggiamenti in onore festa, alle ore 18 si terrà zati dal comitato feste e è stata firmata ieri matti- di validità; Il divieto di dichiarato il comandante
narino, narra le drammatiche peripezie di un onesto della “Madre del Buon recita del Rosario e dalla comunità parroc- na dal sindaco della città utilizzo del contrassegno, Gabriele Ruppi - spe-
operaio romano che scopre che l’appartamento affittato Consiglio”, che si ter- canto delle litanie; alle chiale. Domani in piazza di San Giorgio a Crema- da parte di familiari o di cialmente sulla questione
da un conoscente dove si è stabilito con la famiglia, è ranno da domani a ore 19 si terrà la messa del Buon Consiglio, alle no, Mimmo Giorgiano. persone addette, qualora dell’abuso che viene fatto
stato occupato. lunedì, predisposti da presieduta da padre dieci sfilata di auto e Previste delle sanzioni, sull’autovettura posta al di questi contrassegni.
monsignor Nicola Lon- Antonio De Luca, pro- moto d’epoca a cura del anche pecuniarie, per servizio del titolare del- Spesso vengono, infatti,
San Giorgio a Cremano, diffuso il calendario gobardo, parroco del vicario episcopale per i “Car Club di Torre chiunque violasse le l’autorizzazione non ci utilizzati in maniera non
Santuario, coadiuvato religiosi. Lunedì, Festa Annunziata”; alle 18.30 disposizioni stabilite sia la presenza dello stes- consona. Quindi il primo
delle celebrazioni del Patrono dal vicario don Antonio della Madonna del Buon sfilata del Complesso all’interno dell’ordinan- so; Il divieto di uso di compito della polizia
Smarrazzo. Questa sera Consiglio, oltre alle bandistico “I Corallini”. za. Diversi i punti che struttura nominativamen- municipale sarà quello di
SAN GIORGIO A CREMANO (nc) - Come ogni anno, in alle ore 20.30 si terrà la celebrazioni delle messe In serata alle venti nel interessano gli invalidi te assegnata a persona limitare l’uso sproposita-
occasione del 23 Aprile, la città di San Giorgio a Cremano, si celebrazione dell’Ave (dalle 7 alle 11) a segui- corridoio del teatro, possessori del contrasse- invalida, da parte di altro to per agevolare chi dav-
prepara a festeggiare il proprio Santo patrono. Un calendario, Maria: veglia di preghie- re la messa solenne pre- inaugurazione della gno. L’ordinanza preve- invalido titolare di con- vero ha necessità. Nel
ricco di eventi liturgici, allieterà i cittadini ed i passanti nel ra animata dalle varie sieduta da don Andrea mostra “Itinerari. Collet- de, - si legge in un comu- trassegno; L’obbligo, per caso di inadempienza dei
giorno più atteso per tanti cattolici sangiorgesi. Alle ore 17, realtà pastorali della par- De Luca, sacerdote tiva d’Arte Sacra” a cura nicato stampa - il divieto i familiari e/o per gli cittadini è previsto il riti-
presso il Santuario di San Giorgio Martire si terrà un’esibizio- rocchia. Domani, anni- novello; a mezzogiorno delle associazioni cultu- di riproduzione dei con- eredi del titolare del con- ro immediato del con-
ne con coro e orchestra delle scuole cittadine. Alle ore 18 una versario della intitola- si terrà la supplica alla rali “Prometeo” e trassegni; l’obbligo di trassegno di restituirlo, in trassegno ed una sanzio-
messa con benedizione del Vessillo del Santo Patrono intrat- zione della chiesa, alle Madonna; nel pomerig- “Amici dell’Arte” Onlus esposizione sulla parte caso di morte dell’inte- ne che ammonterà fino a
terrà i cattolici al Santuario di San Giorgio Martire. ore 18 recita del Rosario gio alle 16.30 la messa e - Sezione Campania. anteriore del veicolo - in statario, alla polizia cinquanta euro”.
CRONACHE di NAPOLI
Napoli Sud Venerdì 23 Aprile 2010
25
TORRE ANNUNZIATA LA CRONACA
L’arresto effettuato Nelle prossime ore
dai militari della Benemerita dovrà affrontare
della compagnia torrese il colloquio con il magistrato

L’uomo raggiunto da un ordine di custodia cautelare emesso dalla Procura della Repubblica oplontina

Tentata estorsione, quarantottenne in carcere


In base al provvedimento dovrà scontare un anno e sette mesi di reclusione. Spedito a Poggioreale
di Antonio Scardi profitto con altrui danno. Il è quella applicata dalla crimi-
TORRE DEL GRECO reato è punito dall’articolo nalità organizzata e comune- PORTICI
Cabina telefonica danneggia auto TORRE ANNUNZIATA - I
carabinieri dell’aliquota ope-
rativa di Torre Annunziata
hanno arrestato Nicola Iove-
629 del Codice Penale. Sono
esempi di estorsione il racket
o pizzo consistente nell’atti-
vità criminosa, generalmente
mente definita pizzo. Questa
forma di estorsione è un feno-
meno assai diffuso, general-
mente sommerso e per molto
Denunciato un ambulante
TORRE DEL GRECO (Paola Russo) - Auto danneggiata da PORTICI (ciro ammendo- ditore abusivo avrebbe tro-
una cabina telefonica. Questa mattina la proprietaria dell’automo- ne, quarantottenne del luogo, volta ad ottenere da parte di tempo sottovalutato. Tanto da la) - Denunciato per inosser- vato il veicolo aperto e la
bile, una giovane donna, ha ritrovato con sorpresa la sua auto con già noto alle forze dell’ordi- un operatore economico un essere considerato un fatto vanza della custodia di vei- merce sparita. Per questo si
il cofano ammaccato da una cabina telefonica rivoltata totalmente ne. L’uomo è stato raggiunto pagamento periodico in cam- quasi normale, un affare “pri- coli sottoposti a sequestro, è é recato presso la stazione
sull’auto. L’incidente è avvenuto in piazza Mar- da un ordine di carcerazione bio di una presunta offerta di vato” delle vittime oppure stato denunciato. Nei guai è locale per denunciare il
tiri d’Africa, dove l’auto era posteggiata regolar- emesso dalla Procura della protezione; il comportamento un’attività secondaria della finito un ambulante di Porti- furto. Tuttavia i militari
mente all’interno dello spazio delimitato dalle Repubblica di Torre Annun- intimidatorio del datore di criminalità organizzata, in ci. A denunciarlo sono stati i hanno appurato che la merce
strisce blu, intorno alle dodici. Sul posto sono ziata dovendo espiare la pena lavoro che concorda con i particolare mafiosa. In realtà, carabinieri della stazione era sequestrata. Immediata è
accorsi i vigili urbani, naturalmente il fatto ha di un anno, sette mesi e 5 propri dipendenti salari non “il pizzo” è la più antica atti- locale agli ordini del mare- scattata la denuncia nei con-
destato non poche polemiche sulla manutenzio- giorni di reclusione per tenta- adeguati alle ore di lavoro vità della mafia. Spesso rap- sciallo Tommaso Mascolo. fronti dell’ambulante. L’uo-
ne pubblica dei telefoni e delle relative cabine. ta estorsione. L’arrestato è prestate. Sono riconducibili presenta la base della sua atti- L’uomo era stato già oggetto mo sarebbe rimasto di stuc-
Fortunatamente la cabina ha colpito un’autovet- stato trasferito nella casa cir- all’estorsione anche il seque- vità criminale: un sicuro stru- di denuncia da parte della co quando oltre al danno si
tura, ma avrebbe potuto invece prendere in condariale di Poggioreale. stro di persona a scopo di mento economico per mante- guardia di finanza di Nola sarebbe visto recapitare il
pieno un bambino, e sicuramente la vicenda da Nell’ambito del diritto penale estorsione e la concussione nere l’organizzazione e per per vendita di abbigliamento provvedimento. Un’impor-
curiosa avrebbe avuto un risvolto drammatico. italiano l’estorsione è il reato ma il codice penale li prevede acquisire capitali da reinvesti- contraffatto. Merce proba- tante operazione nell’ambito
Stando alle dichiarazioni di alcuni passanti, incu- di chi, con violenza o minac- come reati a sé, con pene di re in altre attività criminali o bilmente venduta in prossi- delle cose sottoposte a
riositi dalla vista dell’auto con addosso la cabina telefonica, già da cia, costringe uno o più terzi a più gravi. Sicuramente - ma nell’economia legale; il modo mità di grossi centri com- sequestro. Negli ultimi gior-
un po’ di giorni avevano notato che la base della struttura fosse fare o ad omettere qualche non è il caso di Iovene - la più efficace per esercitare il merciali. Il materiale venne ni le forze dell’ordine hanno
poco salda, ma di certo non credevano che si sarebbe staccata così cosa traendone un ingiusto forma più grave di estorsione controllo sul territorio. sequestrate e affidato alla eseguito una serie di denun-
dalla base, finendo sull’automobile parcheggiata dinanzi. La pro- custodia privata. L’uomo ce nei confronti di persone
prietaria dell’auto si è mostrata subito molto risentita dell’avvenu- avrebbe pensato bene di trovate alla guida di veicoli
to, chiedendo ai vigili intervenuti sul posto, le modalità con le custodirlo all’interno di un sottoposti a sequestro. II
quali poter ottenere il rimborso danni dalla ditta “Telecom”, auto parcheggiata in strada. dispositivo prevede anche la
responsabile dei telefoni pubblici disposti in città. E ieri mattina, pare che gli lotta alla vendita di merce
abiti siano stai rubati. Il ven- contraffatta.

TORRE ANNUNZIATA
Poche persone hanno preso particolare. L’idea di fondo della manife-
parte al sit in davanti al palazzo stazione è per l’appunto il trasferire la
libera associazione dalla rete internet alla
piazza, al contatto vivo e concreto tra
di giustizia, la delusione persone che condividono un’opinione, o
meglio una speranza. La stessa idea è
degli organizzatori maturata purtroppo in un flop per ciò che
riguarda un’altra manifestazione di soli-
darietà a Marino intitolata ‘Teniamoci

Catena umana di solidarietà al giudice


TORRE ANNUNZIATA (Roberto Sco- per mano’. Anche in questo caso gli
gnamiglio) - Anche il Comune di Bosco- organizzatori si erano riuniti in un blog
reale si aggiunge all’ormai lunga lista di online ed avevano fatto partire l’idea di
esponenti istituzionali che hanno confer- incontrarsi davanti al palazzo di giustizia
mato la propria presenza a ‘Liberi di torrese ieri alle 17 per formare una sorta
Volare’. Il sindaco Langella, così come
D’Alessio l’altro ieri, attraverso un
comunicato stampa ha comunicato che la
propria amministrazione intende asso-
ciarsi al movimento di solidarietà al pro-
Marino, disertata la manifestazione di catena umana da stringere attorno al
magistrato minacciato ed in generale a
tutti coloro che lavorano per rafforzare la
giustizia nella comunità. Ieri, all’appun-
tamento prefissato, solo pochi parteci-
curatore Raffaele Marino, destinatario,
lo scorso 14 aprile, di una busta conte- Intanto aumentano le adesioni per il corteo di domenica. C’è il sì anche di Boscoreale panti, tra cui gli stessi organizzatori. Una
pubblicizzazione forse striminzita dell’e-
nente 7 proiettili e minacce di morte a lui vento sta alla base della poca partecipa-
partendo dalla solidarietà al procuratore i cittadini parteciperanno solo con la pro-
e alla sua scorta. Da quel giorno la mobi-
litazione civile è stata forte e compatta: Marino amplierà i suoi significati nel- Le minacce pria faccia e con le proprie idee. Tra i
zione della cittadinanza. O forse alla
base c’è anche una indifferenza di fondo
istituzioni, associazioni e cittadini indivi- l’ambito della legalità, della lotta alle promotori dell’evento diverse associazio- che permette a tanti ‘navigatori’ di
duali hanno aderito su Facebook al grup- mafie, della libertà. Una schiera di aqui- ni culturali, sindacali e commerciali, tra appoggiare un’idea attraverso un sempli-
po di sostegno a Marino. Da qui l’idea di loni partirà dal piazzale del tribunale cui il Caffè Letterario Nuove Voci (che ce click dal computer di casa. Ma la par-
traferire l’iniziativa dal web alla strada verso il cielo: un modo simbolico per per domani ha programmato una marato- tecipazione vera è e resterà sempre quel-
alle 10 di domenica 25 aprile in corso esprimere un concetto di libertà che se da na radiofonica a tema), la Barca dei la di piazza, quella ‘dal vivo’. La speran-
Umberto I, davanti al palazzo di giustizia un lato si allontana dall’oppressione, dal- Saperi, l’Amaci, la Cigl, la Cisl, la Uil e za è che ciò venga tenuto presente da
di Torre Annunziata. ‘Liberi di Volare’ l’altro resta ancorata a terra, tra la gente. con loro diversi movimenti di commer- tutti i cittadini torresi e non in occasione
sarà un momento di aggregazione che Ci sarà anche un momento musicale con cianti e pensionati. Il passaparola alla di ‘Liberi di Volare’.
la Compagnia del Cervo Bianco ed un vigilia dell’evento sta facendo il giro
momento ludico con i bambini delle della città oplontina attraverso volantini,
scuole torresi. La manifestazione non manifesti, comunicati stampa e, chiara-
vedrà la partecipazione di partiti politici: mente, attraverso internet e Facebook in

GRAGNANO PORTICI

Operazione antiabusivismo, Waterfront, Rifondazione critica Cuomo:


chiuse otto pizzerie dall’Arma sarà solo una nuova colata di cemento Gragnano, allarme della Patriarca:
la scuola di Sigliano a rischio idrogeologico
GRAGNANO (Antonio Gragnano, Sant’Antonio PORTICI (Nadia Cozzoli- nuovo lustro al Granatello. capo ad un Ministro del GRAGNANO (Annarita Esposito) - “La scuola di Siglia-
De Simone) - Otto pizzerie Abate e Agerola nelle ulti- no) - Manifesti che accusa- Non sono dello stesso parere Governo Berlusconi. Sareb- no è a rischio idrogeologico e pertanto è ipotizzabile una
chiuse. E’ il bilancio di una me settimane. Un dato elo- no l’amministrazione comu- i dirigenti di Rc che defini- be stato certamente più sag- prossima chiusura”. Lo ha annunciato il sindaco Annarita
operazione antiabusivismo quente, che testimonia nale ed uno dei progetti su scono il porto “una mega gio - ha concluso Vanacore - Patriarca al termine di uno screening sugli edifici scolastici
effettuata ieri sera a Gra- come quello dell’abusivi- cui più ha puntato lo staff del darsena da numerosissimi portare a termine i progetti cittadini. Uno dei primi interventi riguarda il plesso scola-
gnano. L’operazione ha smo edilizio sia ormai un primo cittadino Enzo posti barca, una nuova cola- risalenti alla prima consilia- stico della frazione periferica gragnanese, che potrebbe
interessato tutte le frazioni fenomeno in netta crescita Cuomo, sono stati affissi ta di cemento che certamen- tura, restituire il mare ai cit- chiudere già a partire dal prossimo settembre. Gli alunni
cittadine ed è stata condot- in un territorio a rischio dal ieri mattina su tutto il territo- te modificherà la morfologia tadini e realizzare il restauro saranno trasferiti in un altro edificio cittadino. “Il nostro
ta dai carabinieri stabiesi, punto di vista idrogeologi- rio porticese. L’iniziativa storica della linea di costa”. conservativo del Real Porto obiettivo è garantire la sicurezza degli alunni e, allo stesso
agli ordini del capitano co. Resta alto il livello di proviene dal partito di Una critica feroce che rivol- Borbonico del Granatello tempo, evitare che continuino ad esistere degli istituti
Giuseppe Mazzullo e del guardia anche a Sant’Anto- Rifondazione Comunista da ge al sindaco Cuomo anche realizzato da espertissimi monoclasse in città”, ha detto il sindaco.
tenente Andrea Minella. In nio Abate, dove la scorsa diverso tempo distaccatasi il segretario di Rifondazione tecnici”. Posizioni nettamen-
particolare, gli uomini in settimana fu chiusa una dall’amministrazione di cen- Comunista Silvio te opposte quelle assunte Portici, furto di energia elettrica:
rità giudiziaria per abusivi- trosinistra del sindaco Vin- Vanacore. “Tutto il proget- dall’opposizione in consiglio
divisa hanno posto sotto
smo edilizio. I controlli
delle più importanti pizze-
cenzo Cuomo. Bersaglio to - ha affermato Vanacore - comunale. Marcello Di nei guai la cognata del ras Scafo
sequestro otto pizzerie rie cittadine. E resta alta la
situate nelle frazioni colli- andranno avanti anche tensione anche per gli della feroce critica dei diri- nasce con l’obiettivo di far Caterina, consigliere eletto
genti del partito di Paolo approdare in queste darsene tra le fila del Pdl, ha dichia- PORTICI - Sorpresa in flagranza mentre alimentava il gene-
nari di Aurano e Caprile e nei prossimi giorni e inte- abbattimenti delle prime ratore di casa con corrente pubblica, è stata arrestata. Nei guai
resseranno non solo Gra- Ferrero è il progetto di artificiali una flotta di dipor- rato la propria volontà di
lungo la statale 366 agero- case. Sui Lattari, così come restyling del waterfront por- tisti più o meno vip che appoggiare il progetto pro- è finita Rosa Scotto moglie di Vincenzo Scafo, fratello di
lina. Tutti i locali erano gnano, ma anche gli altri in tutta la regione, si atten- Pasquale il ras arrestato due settimane fa dalla polizia. A trar-
comuni dei Lattari. Con ticese. Il porto che dovrebbe potrà,così, fare rifornimento posto dall’amministrazione
sprovvisti di agibilità edili- de il preannunciato decreto accogliere 400 posti barca di acqua o energia indiffe- di centrosinistra “Il porto la in arresto sono stati i carabinieri della stazione locale agli
zia. I titolari delle strutture l’operazione effettuata ieri del Governo che fermerà le servirebbe, secondo l’ammi- rentemente a Portici, come a rappresenta una grande ordini del maresciallo Tommaso Mascolo. La donna è stata
ricettive sono stati denun- salgono a 11 le attività ruspe fino al 31 dicembre nistrazione, a rilanciare l’e- Stabia o a Vigliena, inseriti opportunità di sviluppo per sorpresa ieri mattina dai militari coadiuvati da brigadiere Gen-
ciati a piede libero all’auto- commerciali chiuse tra 2011. conomia porticese e donare tutti in un circuito che fa la città”. naro Puglisi durante un operazione di monitoraggio in prossi-
mità di via Università. Non risulta affiliata al clan
26 Venerdì 23 Aprile 2010 Napoli Sud CRONACHE di NAPOLI

CASTELLAMMARE DI STABIA
LE INDAGINI
I PROVVEDIMENTI Coppia di anziani segnalata all’autorità
giudiziaria per sottrazione di corrente
CASTELLAMMARE DI elettrica nazionale. Per furto
Sono rispettivamente zio e nipote, STABIA - I carabinieri del-
l’aliquota operativa hanno
si intende in genere l’impos-
sessamento indebito di un
titolari di una ditta operante denunciato in stato di libertà
per furto aggravato e conti-
bene di proprietà altrui ed è
l’azione tipica del ladro. Si
nel settore agricolo nuato un cinquantottenne ed
una ottantenne del luogo,
riferisce classicamente alla
sottrazione di un bene mobi-
a Sant’ Antonio Abate responsabili di furto di ener-
gia elettrica: con il supporto
le in danno del legittimo pro-
prietario, ed in tempi recenti
tecnico di verificatori dell’E- la disciplina è stata estesa
nel i militari dell’Arma anche al furto di beni imma-
L’operazione contro il fenomeno hanno sottoposto a controlli teriali. In questo caso anche
dei furti di energia elettrica portata gli impianti elettrici degli il furto di energia elettrica -
a termine da carabinieri e municipale appartamenti dei due riscon- in quanto avente valore eco-
trando la presenza di allac- nomico - è da ritenersi sottra-
ciamenti abusivi alla rete zione di un bene.

Rubano energia, arrestati 2 imprenditori


Sono di Castellammare di Stabia e di Pompei. L’allarme dell’Enel: fenomeno in aumento
di Antonio De Simone
CASTELLAMMARE DI STABIA
SANT’ANTONIO ABATE -
Furto di energia elettrica, in
manette due imprenditori agrico-
li. I vigili abatesi diretti dal capi-
tano Giuseppe Capuano e dal
sottotenente Alfonso Russo,
Bobbio: subito la valorizzazione degli Scavi
hanno arrestato Raffaele CASTELLAMMARE DI STA- trato il commissario straordinario realizzare è totale”, ha aggiunto il missariato di governo. Subito dopo,
Cuomo (54 anni, residente a BIA (raffaele cava) - La promessa di governo, Marcello Fiori, al quale primo cittadino, “in particolare sarà cura della mia amministrazio-
Castellammare) e il nipote omo- riguardo il rilancio degli scavi ho espresso il mio compiacimento sulla necessità di firmare, nel più ne - d’intesa con il commissariato e
nimo di 24 anni. I due sono pro- archeologici di Stabiae fatta in cam- per la proroga del suo delicato e breve tempo possibile, un protocollo la sovrintendenza - ridisegnare tutta
prietari e titolari di un’azienda pagna elettorale dal sindaco di prestigioso incarico - ha dichiarato d’intesa o addirittura un accordo di la viabilità e le aree di sosta della
agricola situata in via Santa Castellammare di Stabia Luigi Bob- Bobbio - al fine di avviare un piano programma per formalizzare le struttura”. “Il personale verrà incre-
Maria la Carità. Nel corso di una bio verrà mantenuta. Infatti Bobbio di iniziative concrete per il rilancio linee guida di valorizzazione del mentato e riqualificato, dal punto di
specifica attività d’indagine i ha incontrato il commissario straor- del sito archeologico di Stabiae”. sito, che passa per il recupero strut- vista professionale, e si inizierà fin
vigili, insieme ai militari dell’ar- dinario di governo, Marcello Fiori, Nell’incontro tra i due si è discusso turale dello stesso e per il rifacimen- da subito a lavorare al ripristino
ma stabiese, accompagnati da per parlare della valorizzazione e il di un protocollo d’intesa con cui to dell’area che ne ospita i servizi; delle operazioni di scavo in loco.
tecnici verificatori dell’Enel, rilancio dell’antica Stabiae. L’obiet- sarà possibile intraprendere iniziati- obiettivi - entrambi - che potranno Sarebbe importante inserire il sito -
hanno proceduto a un controllo tivo è quello di portare il sito ve per il rilancio dei tesori di Sta- essere ottenuti con specifici fondi già entro l’autunno di quest’anno -
dell’impianto elettrico dell’a- archeologico stabiese, patrimonio biae. “La sintonia sui progetti da attualmente a disposizione del com- nel circuito del turismo scolastico
zienda, riscontrando un allaccio culturale importante, ai livelli di nazionale”, ha concluso Bobbio,
abusivo alla rete elettrica nazio-

“ “
quello della città mariana. Le propo- che ha voluto anche plaudire “all’i-
nale. La task force ha sottoposto
a controlli gli impianti elettrici L’INCONTRO
ste di Bobbio al commissario Fiori
sono chiare: rilancio degli scavi, Il primo cittadino: La promessa: potesi di lavoro del ministro Sandro
Bondi, che nel corso della sua
delle aziende agricole, riscon-
trando la presenza di allaccia-
La promessa riguardo il rilancio degli
scavi archeologici di Stabiae fatta in
potenziamento del personale e delle
infrastrutture con cui si accede al
“Ho incontrato “Il personale recente visita, ha espresso l’inten-
zione di dare vita a una fondazione
menti abusivi alla rete elettrica campagna elettorale dal sindaco di sito, infine promuoverlo come meta il commissario verrà formato per la gestione dell’eccezionale
nazionale. I due sono stati portati
nella locale caserma per gli
accertamenti di rito. Da qui,
sono stati poi trasferiti in cella di
Castellammare di Stabia Luigi Bobbio
verrà mantenuta. Infatti Bobbio ha
incontrato il commissario straordina-
rio di governo, Marcello Fiori, per par-
lare della valorizzazione e il rilancio
del turismo scolastico nazionale.
L’ex pm si è detto felice della proro-
ga dell’incarico di Fiori, annunciata
dal ministro Bondi all’apertura della
Fiori, pronto
un piano
“ e incrementato
per fornire
“ patrimonio artistico e culturale
degli scavi di Pompei”. Bobbio ha
proposto quindi la sua soluzione per
il recupero e il rilancio degli scavi
sicurezza in attesa del processo
con rito direttissimo. Entrambi dell’antica Stabiae Settimana della cultura. “Ho incon- di riqualificazione” servizi migliori” stabiesi.
sono accusati di furto di energia
elettrica. Sempre per lo stesso
reato, a Castellammare i carabi-
nieri della locale aliquota opera-
tiva hanno denunciato in stato di
Pompei
libertà per furto aggravato e con-
tinuato un 58enne ed una 80enne
del luogo. Con il supporto tecni-
co di verificatori dell’Enel i
militari dell’arma hanno sottopo-
sto a controlli gli impianti elet-
trici degli appartamenti dei 2
riscontrando la presenza di allac-
Custodiva 20 chili di ‘erba’, condannato a 6 anni e otto mesi
POMPEI (enzo amato) - La tatreenne pompeiano aveva
ciamenti abusivi alla rete elettri-
ca nazionale. La taskforce dei
carabinieri contro gli allacci abu-
pubblica accusa non voleva
alcuno sconto per lui: la pena
doveva essere esemplare e non
scaricato a pochi passi dal
casello ben otto scatoloni, che
stava riponendo in un’autovet-
Concussione a Meta di Sorrento,
sivi alla rete elettrica nazionale
sta facendo registrare numerosi
fermi. Un dato che fa ben capire
inferiore ad otto anni di reclu-
sione. Giovanni Avitabile lo
scorso settembre è stato trovato
tura. Così, i carabinieri decise-
ro di intervenire e di controlla-
re quelle scatole, col sospetto,
processo rinviato per il sindaco
in possesso di oltre venti chili che nascondessero qualcosa di META DI SORRENTO via Alberi, sovrastante una
l’entità del fenomeno diffuso
nell’area stabiese e nella zona di marijuana ed è stato ritenuto losco: negli scatoloni, tra (feror) - L’ex sindaco Bruno pizzeria-rosticceria, che crea- Torre del Greco, Nunziatina Mirabella
responsabile del reato di deten- Antonelli della cittadina va “fastidio” a causa delle
dei Lattari. Locali pubblici come
zione ai fini di spaccio di
diversi fiori provenienti dal-
della penisola sorrentina è emissioni della canna fuma- perderà la casa: sì alla demolizione
bar, caffetterie, panifici e rostic- l’Olanda, erano stati occultati
sostanze stupefacente, con l’ag- 22 chilogrammi di marijuana sotto processo da circa 4 ria. Così, avvalendosi della
cerie sono finiti nelle ultime set- anni per concussione. Inizial- sua posizione, sempre stando TORRE DEL GRECO - Un intervento di demolizione di
timane nel mirino delle forze gravante dell’ingente quantitati- già essiccata. Scoperta, questa, un manufatto abusivo era previsto ieri mattina a Torre del
vo. Reati per i quali ieri il giu- che costò ad Avitabile le mente, però, il processo ha alla tesi accusatoria, il sinda-
dell’ordine, ma non solo. La pra- stentato a decollare, ma da co si sarebbe deciso a scen- Greco, in via Secondo Vico San Vito. Il provvedimento era a
tica del furto di energia elettrica dice per le udienze preliminari manette per detenzione ai fini carico di una donna anziana, Nunziatina Mirabella. La
De Angelis del tribunale di un po’ di tempo procede dere in campo e di mettere
è diffusa anche nelle abitazioni di spaccio di sostanze stupefa- senza troppi intoppi. Nei fine alla questione a modo demolizione doveva eseguita dal personale del servizio antia-
di privati cittadini. Dalla perife- Torre Annunziata ad epililogo centi, con l’aggravante, inoltre, giorni scorsi, infatti, davanti suo. Gli inquirenti, infatti, busivismo di Torre del Greco. Il fronte delle demolizioni di
ria di Castellammare, insomma, del processo di primo grado, dell’ingente quantitativo. alla seconda sezione penale sostengono che l’ex sindaco edifici abusivi disposte dalla magistratura in Campania è tor-
ai centri cittadini di Gragnano, definito con la formula del rito Peraltro, nel corso degli accer- del tribunale di Torre ed i suoi “adepti” avrebbero nato al centro dell’attenzione proprio in questi giorni.
Santa Maria la Carità e Sant’An- abbreviato, lo ha condannato tamenti gli investigatori riusci- Annunziata (presidente minacciato i titolari dell’eser-
tonio Abate: ovunque i militari alla pena di 6 anni ed 8 mesi di rono a trovare anche un bilan- Antonio Fiorentino) sono cizio verde: se non avessero
hanno riscontrato la presenza di reclusione, in accoglimento par- cino di precisione all’interno stati ascoltati diversi testi abbattuto la canna fumaria, Piano di Sorrento, associazioni
allacci abusivi. Le pene per i tra- ziale dell’argomentazione della del tir. La vicenda di cui si è dell’accusa, tra i quali l’ex gli avrebbero fatto chiudere i e istituzioni unite contro il razzismo
sgressori variano da circa sei difesa, rappresentata dal penali- reso protagonista il trentatreen- segretario comunale. Ma battenti. Detto fatto: stando
mesi di carcere a diverse sta Claudio Davino. La pena ne autotrasportatore, in un l’ultima udienza, nonostante al racconto delle vittime il PIANO DI SORRENTO - Costiera ancora mobilitata con-
migliaia di euro di multa. A fare esemplare invocata dal pubblico certo qual modo conferma la sia durata un bel po’, non è sindaco avrebbe fatto di tutto tro il razzismo dopo il grave episodio di intolleranza verifica-
parte della squadra operativa ministero Falconi, dunque, non tesi degli inquirenti, i quali bastata per ascoltare tutti i per “averla vinta”, ma non ci tosi nel pomeriggio di Pasqua in piazza Cota, dove un uomo
creata dai carabinieri stabiesi, c’è stata. L’episodio per il quale sostengono che ci sia un’asse testi, infatti, è stato disposto sarebbe mai riuscito, anche ha insultato e tentato di picchiare un ragazzino di colore che
anche i verificatori dell’Enel. è stato condannato l’autotra- Olanda-Castellammare di Sta- il rinvio al prossimo 5 mag- perché poi sarebbero scese in aveva litigato con il figlio mentre giocavano nelle strade del
Per l’azienda gestore dei servizi sportatore di via Molinelle risa- bia usato dai narcotrafficanti gio, data in cui saranno senti- campo le forze dell’ordine. centro cittadino. Gennaro Izzo, responsabile dell’ufficio del
elettrici gli allacciamenti abusivi le allo scorso 13 settembre, data per portare la droga in Campa- ti gli altri testimoni dell’ac- Difatti, il 6 dicembre del Piano sociale di zona dell’ambito territoriale Napoli 13, si
alla rete elettrica nazionale rap- in cui i carabinieri della Com- nia, nascondendo negli autoar- cusa. L’ex primo cittadino 2005 è stata messa la parola dice convinto dell’opportunità di un impegno maggiore da
presentano un danno non indiffe- pagnia di Torre Annunziata, nel ticolati l’erba olandese. Ma (difeso dall’avvocato Pietro fine a questa vicenda: da parte delle istituzioni presenti sul territorio.
rente soprattutto se il furto viene corso di un servizio di control- Fusco), però, non è l’unico tempo il sindaco era indaga-
questa non sarebbe l’unica imputato, perché assieme a to per questi fatti, ma forse
commesso dai titolari degli eser- lo, notarono il suo tir fermo rotta campana, perché ce ne
cizi commerciali. Fino a questo lui sotto processo c’è finito non lo sapeva, perché si è
momento l’Enel ha quantificato
poco lontano dal casello auto- sarebbero altre due: Spagna- l’ingegnere comunale Aniel- ritrovato improvvisamente e San Sebastiano, nasce il primo sportello
stradale di Pompei. Visto il Paesi Vesuviani, passando per
in circa 15 mila euro i danni pro- mezzo pesante fermato a pochi la Francia , ed infine c’è il per-
lo De Angelis, che risponde senza alcun preavviso agli antiviolenza al femminile
vocati dai casi accertati e perse- della stessa accusa di Anto- arresti domiciliari, che furo-
guiti nell’ultimo periodo. I tecni- passi dal casello i militari del- corso che vede grossi tir nelli. Secondo il pubblico no, però, revocati dopo qual-
l’Arma si insospettirono e deci- SAN SEBASTIANO AL VESUVIO (naco) - Nasce
ci della società, insieme ai mili- imbarcarsi nella Costa del Sol ministero Emilio Prisco che settimana. In un primo lo sportello Lilith, il primo sportello antiviolenza al
tari, non hanno mai mancato di sero di effettuare un controllo, e approdare allo scalo maritti- della procura di Torre momento, proprio per via
così notarono l’uomo mentre femminile di San Sebastiano al Vesuvio, che muove i
sottolineare come gli allacci ven- mo di Salerno. Rotte, queste, Annunziata, l’ex sindaco della tesi accusatoria, fu primi passi verso la creazione di una rete con le istitu-
gano effettuati con sempre mag- scaricava degli scatoloni dal suo tracciate da quelli che dopo avrebbe agito al fine di age- indagato anche il consigliere,
autotreno e li caricava in un’au- zioni ed associazioni del luogo. La presentazione
giore destrezza e “fantasia”. essersi resi occulti ai più, det- volare uno dei consiglieri proprietario del locale sovra- dello sportello si terrà questa mattina alle ore 10 pres-
Senza una mano “esperta”, infat- to, una Renault Clio. Fino a tano legge e regole, perché della maggioranza. Questo stante la pizzeria-rosticceria,
quel momento, però, sembrava perché circa cinque anni fa il che poi è stato prosciolto so la sede dell’Associazione Sott’e’Ncoppa di via
ti, alcuni impianti sarebbero di hanno nelle loro mani le redini Luca Giordano. Presente il sindaco Giuseppe Capas-
pericolosa realizzazione e di dif- non ci fosse nulla di strano, di uno dei business più ricchi suo consigliere era il proprie- nella fase istruttoria.
tranne il fatto, forse, che il tren- tario di un appartamento di so, l’assessore alle politiche sociali Agnese Sannino
ficile funzionamento. al mondo. ed un pool di relatori al femminile.
CRONACHE di NAPOLI CRONACHE di NAPOLI

CROSNA C HE
S.S. Sannitica km. 19,800 S.S. Sannitica km. 19,800
Centro Tamarin - 81025 - Centro Tamarin - 81025 -
Marcianise (Ce) Marcianise (Ce)
Tel. 0823.581055 -
0823.581005 - 0823.821165

Sito web: www.cronachedinapoli.org

Venerdì 23 Aprile 2010


port Tel. 0823.581055 -
0823.581005 - 0823.821165

Sito web: www.cronachedinapoli.org

Pagina 27

CONTRO CAGLIARI E CHIEVO

Lippi fissa il raduno


dal 3 al 5 maggio:
altre due gare per un sogno

Nella foto a sinistra Maggio


e Cannavaro aspettano la
chiamata di Lippi, sopra
Fabio Quagliarella

IL NAPOLI CI CREDE
Champions e Mondiale 2010,
vo per tentare l’ultimo assalto al
Mondiale. Non può lottare sul
campo Fabio Quagliarella, che PRECEDENTI POSITIVI
proprio contro Cagliari e Chievo
sconterà le altre due giornate di
squalifica delle tre subìte dopo i
‘vaffa’ all’arbitro Romeo in occa-
sione di Napoli-Parma. Però il
Il match di domenica
affidato a Mazzoleni
bomber di Castellammare non si

sprint di Maggio e Cannavaro


sente tagliato fuori. Anzi. Quaglia-
rella conta nell’immensa stima che
ha Lippi dello stabiese, raggiunto
da una telefonata del ct quando lo
escluse a novembre, durante uno
dei momenti più difficili di Qua-
Mazzarri e gli azzurri
gliarella in azzurro. Lo stabiese
aspetta e spera. Intanto gli regala
un sorriso il Golden Goal 2010 per
il gol più bello: lo segnò all’Ata-
col sorriso sulle labbra
L’esterno sulla via del recupero, al capitano arrivano segnali positivi lanta a gennaio. Lo dovrà ripetere
anche il 9 maggio proprio contro
Quagliarella può solo aspettare: il bomber confida nella fiducia del ct gli orobici al San Paolo. E’ in ballo
la Champions.

di Antonello Auletta di quasi tutti i giocatori del Napoli Buffon. Ruolo da contendere al
ormai sembra una certezza. Lo sa cagliaritano Marchetti, che pare INCONTRO INTERLOCUTORIO, IL TERZINO SPERA IN ALTRI DUE ANNI
NAPOLI - I sogni di Christian appunto... Maggio, che nella seduta abbia mosso comunque un passi
Maggio, Paolo Cannavaro e pomeridiana di ieri ha mostrato dei avanti. Cagliari e Chievo. Sono
Fabio Quagliarella hanno due
scandenze: il 3 e il 16 maggio. Il 3
maggio si spalancheranno le porte
netti miglioramenti dopo l’opera-
zione al ginocchio, subìta dopo la
trasferta contro la Lazio. L’esterno
queste le partite da vivere tutte
d’un fiato da chi spera di convince-
re Lippi a dargli una chance. Tra
Fumata grigia per il rinnovo di Grava
del centro sportivo della Borghesia- destro, preso in considerazione dal questi uno dei più accreditati è NAPOLI (anau) - Nel tardo pome- re della possibilità che venga rinno-
na a Roma per il primo raduno pre ct Lippi nelle ultime convocazioni Paolo Cannavaro. Il capitano azzur- riggio di ieri, lontano da occhi ed vato il contratto sia al terzino che al NAPOLI (Giovanni
mondiale, programmato dal com- spera almeno di scendere in campo, ro, che rientra proprio domenica orecchi indiscreti, quando la squa- capitano. Fedele e Bigon sono Daniele) - Il match tra
missario tecnico della Nazionale se non domenica contro il Cagliari, contro il Cagliari dopo un turno di dra azzurra era sotto la doccia entrati nel dettaglio soprattutto per Napoli e Cagliari in pro-
dopo aver terminato la sessione di quanto riguarda il rinnovo di Grava,
Marcello Lippi. Il 16 maggio è la il 2 maggio a Verona contro il squalifica, ha già avuto segnali allenamento e le riprese dei dvd ‘A il cui vincolo scade a giugno, men- gramma al San Paolo
data dell’ultima partita di campio- Chievo, così da togliere qualsiasi positivi dall’entourage della Nazio- scuola calcio con il Napoli, ha var- tre Cannavaro ha un altro anno di domenica alle ore 15 è
nato del Napoli a Marassi contro la dubbio a Lippi, che molto probabil- nale, nonostante sia stato convoca- cato le soglie del Centro Sportivo di contratto. E’ stato un incontro iterlo- stato affidato all’arbitro
Sampdoria. La speranza è che dopo mente lo convocherà insieme al to soltanto una volta, tre anni fa, Castelvolturno, Gaetano Fedele. Il cutorio. Grava spera in altri due Paolo Mazzoleni (nella
il fischio finale a Genova gli azzur- portiere Morgan De Sanctis. De sotto la gestione Donadoni. Canna- manager, che insieme al padre anni di contratto e nella possibilità foto) della sezione di
ri possono festeggiare la Cham- Sanctis, che domenica avrà un’altra varo, comunque, ce la metterà tutta, Enrico detiene la procura di Gianlu- di avere un ruolo nel club a fine car- Bergamo. Il direttore di
pions League. Che maggio sia il occasione per dimostrare di merita- come ha fatto in tutto l’arco del ca Grava e Paolo Cannavaro, ha riera. Il Napoli pare voglia procede- gara lombardo arbitrerà
mese più importante della carriera re il ruolo di secondo dietro campionato, contro Cagliari e Chie- avuto un incontro con il diesse re di anno in anno. Si rivedranno. una gara degli azzurri
azzurro Riccardo Bigon, per parla- L’intesa si troverà. per la quarta volta in
carriera. Finora il bilan-
cio è in perfetta parità
Il tecnico cambia di nuovo gli esterni: il colombiano riportato nel ruolo naturale, sulla sinistra il rientro dell’ex della Reggina e conta una vittoria, un
pareggio e una sconfit-

Zuniga si riprende la fascia destra, riecco Aronica


ta. Il successo coincide
con la prima gara del
Napoli arbitrata nel
campionato di serie A
NAPOLI (anau) - Nei test in tano si riprenderà il posto, occu- Aronica assente a Bari per squa- ra, scenderebbe in campo con 2009-2010 e riguarda
famiglia programmati ieri, il tec- pato a Bari da Rinaudo. Canna- lifica. L’ex della Reggina si una maschera protettiva, la stes- la trasferta di Livorno,
nico del Napoli Walter Maz- varo si sistemerà al centro, men- sistemerà sulla fascia sinistra, sa che sta utilizzando negli alle- vinta dal Napoli per 2-
zarri ha mischiato le carte, ma tre Campagnaro lascerà il posto mentre a destra toccherà a Juan namenti. In attacco spazio al trio 0. Il pari risale alla gara
pare che siano pochi i dubbi di sulla fascia e si piazzerà sul cen- Camilo Zuniga. Dopo aver gio- formato da Hamsik, Denis e esterna di Siena nel
formazione in vista della prossi- tro-destra, la zona del campo cato su buoni livelli sulla sinistra Lavezzi. primo anno di serie A
ma gara interna di domenica al presidiata da al San Nicola da a Bari, il colombiano viene HAMSIK Seduta supplementa- del club di De Lauren-
San Paolo contro il Cagliari. Le Fabiano Santacroce. L’italo- riportato nel suo ruolo naturale, re ieri per lo slovacco che si è tiis. Il match terminò 1-
novità più importanti dovrebbe- brasiliano, che ha dato segnali in attesa che Maggio si sia com- esercitato al tiro. L’obiettivo è 1. La sconfitta arrivò
ro riguardare la composizione positivi a Bari, pare debba acco- pletamente ristabilito. A centro- capitalizzare meglio le occasioni sempre in quella sta-
della retroguardia e le scelte modarsi in panchina con la spe- campo a fare coppia con Garga- come quella che si è presentata gione: il Napoli perse in
sugli esterni. Al centro della ranza di poter avere una chance no, ci dovrebbe essere Pazienza, domenica a tu per tu con Gillet. casa con l’Empoli 3-1
difesa ci dovrebbe essere il rien- a gara in corso. Sul centro-sini- nonostante l’operazione al naso. I BABY Hanno partecipato alla con l’espulsione di
Salvatore Aronica rientra dalla squalifica tro di Paolo Cannavaro. Scon- stra ci sarà Grava, che guarderà Il mediano, che deve comunque seduta pomeridiana di ieri i baby Zalayeta.
tato il turno di squalifica, il capi- le spalle al rientrante Salvatore aspettare domani per il via libe- Celiento e Fornito.
28 Venerdì 23 Aprile 2010 Calcio CRONACHE di NAPOLI

La corsa all’Europa Per la sfida decisiva col Cagliari


recuperato uno degli uomini chiave

IL PERSONAGGIO

Hoffer segna
e spera: “Napoli,
ci sono anch’io”
NAPOLI (Giovanni Daniele) - L’espe-
rienza al Napoli se l’aspettava decisa-
SOTTO GLI OCCHI DI WALTER mente diversa, Jimmy Hoffer (nella
foto ieri in allenamento). Arrivato in
Dopo la frattura del setto estate con l’etichetta dell’attaccante
nasale riportata a Bari, promettente, l’austriaco sperava di
Michele Pazienza ha giocato potersi ritagliare il suo spazio nella sta-
ieri con una maschera gione azzurra. Le cose sono andate
protettiva in carbonio sotto diversamente: relegato ai margini della
gli occhi attenti di Mazzarri squadra da Donadoni, è stato bocciato
quasi senza appello da Mazzarri. A
rimetterlo in pista, hanno pensato gli

Pazienza, il centrocampista
infortuni e le squalifiche che hanno fal-
cidiato il Napoli, andando a incidere
soprattutto sull’attacco. Con la squalifi-
ca di Quagliarella, Hoffer si è ritrovato
di colpo ‘utile’ alla causa del Napoli.
L’austriaco ha iniziato a pensare che

mascherato di Mazzarri
fosse arrivato il suo momento, salvo poi
vedersi ‘sorpassare’ in volata da Denis
per la partita di Bari. Una scena desti-
nata a ripetersi anche domenica al San
Paolo col Cagliari. Anche per questo,
Jimmy ‘il razzo’, come lo avevano
soprannominato i tifosi del Rapid Vien-
L’ex viola non molla: in campo con una speciale na, la squadra dalla quale il Napoli lo
prelevò quest’estate, si dà da fare da

protezione al carbonio dopo la frattura del setto nasale matti in allenamento. Ieri, nella partitel-
la a ranghi misti a Castelvolturno, l’au-
striaco ha segnato l’unico gol: un dia-
di Antonio Russo gonale di destro preciso e potente che
Cagliari, NAPOLI - Michele Pazienza, l'uo-
mo mascherato. Il mediano di San
COME PAZZINI E DE ROSSI
s’è infilato alle spalle di Gianello.
Schierato nel primo tempo al fianco di
Quagliarella e nella ripresa accanto a
Biondini Severo da rinnegato nell'era Donado-
ni è diventato un perno per Walter
Il centrocampista di S. Severo
indossa la maschera
Lavezzi, Hoffer ha cercato in ogni
modo di mettersi in mostra. Un impe-
col gruppo Mazzarri. L'allenatore azzurro ha
bisogno di lui e Michele stringerà i
denti, indossando una maschera, con-
protettiva seguendo
l’esempio di altri calciatori
gno che Mazzarri ha apprezzato. Al tec-
nico, Hoffer vuole recapitare un mes-
CAGLIARI - Test a come Pazzini, De Rossi, saggio preciso: per la volata Europa, il
porte chiuse con la tro il Cagliari. All'andata Pazienza Poli o Cribari Napoli può contare anche su di lui.
Primavera per il segnò il primo gol stagionale, al Magari a mezzo servizio, partendo dalla
Cagliari, in vista della Sant'Elia: sfiorò, inoltre, la doppietta, panchina, ma con la voglia di contribui-
per poi ripetersi due partite dopo, nel ne di una frattura nasale per uno retrocesso Lecce, uno degli acerrimi re a centrare l’obiettivo con qualche gol
trasferta di Napoli, scontro con Pizarro, avvenuto nel rivali dei ‘satanelli’ foggiani, la squa-
due tempi da 45’ che giorno dell'Epifania, a Bergamo con- ‘pesante’ simile a quello segnato ieri in
tro l'Atalanta. Pazienza anche a corso della partita interna con la dra del cuore di Michele, lì dove ha allenamento. Un gran finale per metter-
sono serviti all’allena- Roma dello scorso campionato, così fatto tutta la trafila. Stavolta la realiz-
tore rossoblù Melis mezzo servizio per la rottura del setto si alle spalle mesi di delusione e pensa-
nasale, sarà il solito soldatino a lunedì mattina ha provveduto a ridur- zazione Pazienza non la dedicherebbe re con maggior serenità al futuro. “Ha
per tastare il polso re la frattura e ad applicare uno 'spint' solo all'amata famiglia, il suo punto
della situazione della disposizione di mister Mazzarri. Il fatto tante panchine e tante tribune: a
centrocampista foggiano infatti è un metallico di contenzione. Pazienza è di riferimento, ma anche al dottor fine stagione andrà via, ma probabil-
squadra in vista della il primo calciatore dell'era De Lau- D'Angelo che lunedì, dopo l'interven-
inamovibile per il ‘valorizzatore’ di mente in prestito: il Napoli crede in lui”
gara di domenica San Vincenzo. Sono scomparsi anche rentiis a scendere in campo ‘masche- to, gli ha chiesto in dono la maglietta
al San Paolo. dice Rupert Marko, il suo agente. La
i critici dell'ex Udinese e Fiorentina, rato’. Quest'anno, tuttavia, ci sono in caso di disputa della partita.
Ancora differen- altri esempi di calciatori di serie A storia in azzurro non è ancora conclusa,
inoltre, strada facendo. Lunedì matti- Michele, si sa è uomo dal cuore gran-
ziato per Lopez che hanno giocato in maschera. Su de e che mantiene le promesse, quindi ma Jimmy, perno della nazionale
na Pazienza si è sottoposto con suc- austriaca, vuole giocare per poi tornare
e Pisano (prose- cesso a un intervento per la riduzione tutti il sogno proibito ha già nel borsone una maglia da con-
guono il lavoro della tifoseria parteno- segnare domenica al professore-tifo- a Napoli pronto a mettersi di nuovo in
di una frattura al naso. L'operazione mostra.
differenziato di ha avuto esito positivo, e ieri Mazzar- pea, ossia Giampaolo so.
recupero ma per ri ha effettuato il test decisivo. Pazzini della Samp-
entrambi la sta- Il ‘guerriero’ in maschera ha eseguito doria, che ha anche
gione potrebbe il collaudo alla protezione al naso che personalizzato la
essere finita), gli permetterà di giocare contro il maschera colorandola
mentre è tornato in Cagliari. Ha da ringraziare il dottor con i colori blucer-
gruppo Biondini Luigi D’Angelo, professore ordinario chiati, e iscrivendo in
(nella foto): l’esterno presso la Facoltà di Medicina e Chi- corsivo il nomignolo
ha smaltito l'acciacco rurgia della Seconda Università di Pazzo. Nella Sampdo-
che l'ha costretto a sal- Napoli e specialista di fiducia del ria, poi, c'è da aggiun-
tare la gara col Paler- Napoli. Domani mattina Pazienza gere che, ha giocato
mo e sembra pronto sarà controllato nuovamente dal dot- con una protezione il
per la sfida di domeni- tor D'Angelo, ma ormai è da conside- centrocampista Poli.
ca al San Paolo. rare scontato il suo impiego contro Nella Roma è toccata
Oggi nuova seduta al l'ex formazione allenata da Massimi- la maschera al capita-
pomeriggio, durante la liano Allegri, ora nelle mani del tra- no futuro De Rossi. E'
quale Melis farà lavo- ghettatore Melis, in attesa dell'arrivo l'ora di Pazienza che sogna il primo
rare la squadra su di Bisoli del Cesena. D'Angelo, c'è da gol stagionale al San Paolo, dopo
alcune situazioni tatti- aggiungere che, già in passato ha sot- quello della scorsa stagione, e con
che. toposto lo stesso calciatore a riduzio- esultanza polemica, contro il poi

Televisione
1 2 3
RAIUNO RAIDUE RAITRE RETE 4 CANALE 5 ITALIA 1 LA 7 SKYSPORT 1
10.00 Verdetto Finale 9.00 Pocoyo 9.30 Cominciamo bene Prima 10.15Carabinieri 4 10.00 TG5 - Ore 10 9.10 Capogiro 9.15 Omnibus Life 15.00 Fan Club Roma
10.50 Appuntamento al cinema 9.15 TgR Montagne 10.10Cominciamo bene 11.25Anteprima Tg4 10.35 Grey's Anatomy 10.10Punto Tg 15.30 Fan Club Napoli
11.00 Occhio alla spesa 9.45 Cult Book Classic 13.10Julia 10.05 Mattino Cinque 11.30 Grey's Anatomy 16.00 Fan Club Fiorentina
13.30 Tg1 - Tg1 Focus 9.55 Meteo 2 11.30Tg4 11.00 Forum 10.152 minuti un libro 16.30 Fan Club Juventus
14.00Tg Regione - Tg Regione 13.00 Studio Sport
14.00 Tg1 Economia 10.00Tg2punto.it Meteo 11.55Vie d'Italia - Notizie sul 13.35 MotoGP Quiz 10.20Movie flash 17.00 Fan Club Milan
13.00 Tg5 - Meteo 5 17.30 Fan Club Inter
14.10 Bontà sua - Incontri tra 11.00I Fatti Vostri 14.20Tg3 - Meteo 3 traffico 13.40 American Dad 10.25Matlock
contemporanei 13.00Tg2 Giorno 13.40 Beautiful 18.00 I Signori del Calcio
14.50TgR Leonardo 13.50Il Tribunale di Forum - 14.05 I Griffin 11.25Matlock 19.00 Futbol Mundial
14.30 Festa italiana 13.30Tg2 Costume e società 15.00TgR Neapolis 14.10 CentoVetrine 14.35 I Simpson
16.15 La vita in diretta Anteprima 13.00Movie flash 19.30 Preview Champions Lea-
13.50TG2 Eat Parade 15.10Tg3 Flash L.I.S. 14.45 Uomini e Donne 15.00 Kyle XY gue
16.50 Tg Parlamento 14.00Il fatto del giorno 14.05Sessione pomeridiana: Tri- 13.05The District
15.15Trebisonda - La TV dei 16.15 Pomeriggio Cinque 16.00 Zack e Cody al Grand 20.00 Serie B prepartita
17.00 Tg1 14.45Italia sul due ragazzi bunale di Forum Hotel 14.05Il vagabondo delle frontiere 20.45 Serie B
17.10 Che tempo fa 16.10La signora del West 15.35Bernadette 18.00 TG5 - 5 Minuti 22.45 Serie B postpartita
15.20Mystery After Mystery 16.50 Zoey 101 16.00Atlantide
17.15 La vita in diretta 16.55Cuore di mamma 15.25Gnam 18.50Anteprima Tg4 18.05 Pomeriggio Cinque 17.25 Kilari 23.00 Goal Deejay
18.50 L'eredità 18.00Meteo 2 18.00Relic Hunter 23.30 I Signori del Calcio
15.30Superjob 18.55Tg4 - Meteo 4 18.50 Chi vuol essere milionario 17.50 Ben 10: Forza Aliena
20.00 Tg1 18.05TG2 Flash L.I.S. 19.00Crossing Jordan 0.30Preview Champions League
15.40La Melevisione 19.35Tempesta d'amore 20.00 Tg5 - Meteo 5 18.10 I pinguini di Madagascar
20.30 Soliti ignoti 18.10Rai Tg Sport 16.00GT Ragazzi 18.30 Studio Aperto - Meteo 20.00Tg La7
21.10 Ciak... si canta! 18.30Tg2 20.30Walker Texas Ranger 20.30 Striscia la notizia
23.15 Tg1 16.10Trebisonda - La TV dei 19.00 Studio Sport 20.30Otto e mezzo
18.50L'Isola dei Famosi 21.10Gli intoccabili 21.10 Ciao Darwin 6 - La regres-
23.20
0.20
TV7
L'appuntamento. Scrittori
19.40Squadra Speciale Cobra 11
20.30Tg2
ragazzi
17.00Cose dell'altro Geo 23.55Trappola criminale sione
19.25
19.30
Sport Mediaset Web
La vita secondo Jim
21.10Exit Files SKYCINEMA 1
17.50Geo & Geo 2.00 Tg4 Rassegna stampa 20.05 I Simpson 22.30Effetto Domino
in Tv 21.05Crimini - Little Dream 0.00 Matrix
0.50 Tg1 Notte - Tg1 Focus 22.55Tg2 19.00Tg3 2.25 Fischia il sesso - Instant 20.30 Cento x cento 23.35La Gaia Scienza
19.30Tg Regione - Tg Regione 1.30 Tg5 Notte - Meteo 5 21.10 C.S.I. 13.45I Love Shopping
1.20 Che tempo fa 23.10L'ultima parola Coffee 1.25 Tg La7 15.30Sky Cine News
1.25 Appuntamento al cinema 1.15 Tg Parlamento Meteo 2.00 Striscia la notizia 22.10 C.S.I. New York
4.05 Mediashopping 1.45 Prossima fermata 15.50La Pantera Rosa 2
1.30 Sottovoce 1.25 L'Isola dei Famosi 20.00Blob 2.30 Mediashopping 23.05 Fringe
20.15Il principe e la fanciulla 4.20 Alfred Hitchcock presenta 0.05 Fringe 1.55 Movie flash 17.30Conflitto di identità
2.00 In Italia 1.55 Meteo 2 2.45 Cinque in famiglia 19.05Nemico pubblico N.1 - L'istinto
2.35 Superstar 2.00 Appuntamento al cinema 20.35Un posto al Sole (1955 - 1962) 1.00 Poker1mania 2.00 La 25a ora - Il cinema di morte
3.10 Overland 5 2.05 Tg2 Costume e società 21.05Tg3 3.30 Mediashopping 1.50 Grand Prix Moto Prove espanso
4.40 Peste e corna e gocce di 21.00Nemico pubblico N.1 - L'ora
4.00 Il commissario Corso 2.25 New Stars Notte 21.10Mi manda RaiTre 3.45 Una nuova vita per Zoe 2.40 Studio Aperto - La giorna- della fuga
storia 4.00 Otto e mezzo
4.50 Pronto Emergenza 3.00 Un cane sciolto 23.10Parla con me 5.15 Mediashopping ta 23.20La verità è che non gli piaci
5.20 Homo Ridens 3.50 Cercando cercando 0.10 Tg Regione 4.45 Come eravamo 2.55 24 4.40 2 minuti un libro
abbastanza
5.45 Euronews 4.10 Tempo reale 0.55 Meteo 3 5.40 Tg4 Rassegna stampa 5.30 Tg5 Notte - Meteo 5 3.35 24 4.45 CNN News 1.35I Love Shopping
CRONACHE di NAPOLI
Calcio Venerdì 23 Aprile 2010
29

Il Napoli le storie Conobbe gli azzurri al compleanno del Pocho,


festeggiò con loro la vittoria del campionato

Trequartista della Seleccion, Insegue il suo sogno con determinazione:


attualemente gioca a calcio a 5 “Purtroppo nel mio Paese nel calcio femminile
nel Gruppo Isef di Poggiomarino: ci sono ancora pochi soldi, ma io non mollo
“Qui mi trovo a meraviglia, Il pallone è la mia passione
ma vorrei tornare al calcio a 11” Il San Paolo ti dà una grande carica”

La formazione di Calcio a femminile del Gruppo Isef di Poggiomarino Gimena Blanco mentre palleggia davanti a Denis col pallone autografato

“Che forza Lavezzi e Denis, tifo per loro”


Gimena Blanco, l’asso del calcio femminile argentino spinge i connazionali: “Che emozione quando palleggiai davanti a loro”
di Antonello Auletta del campionato. Mi fermai a parlare con Lavezzi e con ha fatto bene finora”. Non così tanto, però, da meritare
Denis. Mi hanno regalato un pallone con tutti gli auto- una chance in vista dei prossimi Mondiali, quelli con Diego Armando
L’attaccante del
NAPOLI - Per Ezequiel Lavezzi la Seleccion è un grafi dei giocatori del Napoli, che io ho potuto ammira- Maradona - che ieri ha ricevuto uno sgarbo dall’ex Maradona farà
Napoli German
obiettivo da raggiungere, soprattutto in vista dei Mon- re anche dagli spalti dello stadio San Paolo”. Con quel compagno Alemao, che ai media argetini ha detto che bene con l’Ar-
Denis è tra i gio- diali in Sud Africa. Per German Denis è un sogno, pallone Gimena si mise a palleggiare, mostrando ai gio- Diego deve lasciare la panchina della Seleccion - alla gentina, questo
catori preferiti di mentre per Hugo Campagnaro è una possibilità da catori del Napoli, riuniti per festeggiare il compleanno guida dell’Argentina. “Tutti nel mio Paese criticano è il pensiero di
Gimena Blanco valutare. Per Gimena Blanco, invece, la nazionale è del Pocho, le sue qualità tecniche. “Per me è stata una l’operato di Diego finora - afferma Gimena - però io Gimena Blanco
realtà. La trequartista della Seleccion femminile, indi- grande emozione palleggiare davanti a loro - dice sono fiduciosa. Aspettiamo come andrà a finire la
cata da tutti come il fenomeno Gimena - Lavezzi e Denis mi hanno fatto i complimenti prima partita. Il cammino della
del calcio argentino, attualmen- e mi hanno detto di non mollare. Lo stesso ho detto io a Seleccion in Sud Africa dipen-
te si mantiene in forma con il loro. Soprattutto al Tanque, uno dei miei giocatori pre- derà da come sarà l’esordio dei
calcio a 5 a Poggiomarino, feriti”. Gimena ha seguito con molto interesse la carrie- miei connazionali”. Tutte le
difendendo il colori del Gruppo ra di Denis. “Qui in Argentina è stato anche capocanno- speranze sono riposte su Messi,
Isef da circa un anno e mezzo. niere con l’Independiente - ricorda - però anche in Italia “il mio campione preferito -
“Purtroppo nel mio Paese il afferma Gimena - e come
calcio femminile non è ancora potrebbe essere altrimenti. Mi
molto sviluppato - dice Gimena piace anche Riquelme”. Ed è
- e così sono dovuta andare via. proprio all’asso del Boca Jr che
Cesar Normando Cruz mi ha Gimena si ispira. “Diciamo che
dato la possibilità di venire in in campo, nel calcio a 11,
Italia per giocare a calcio a 5 e occupiamo la stessa posizione -
ho accettato. Ma il mio sogno è dice Gimena - a me, però, più
quello di tornare a giocare a che segnare, mi piace fornire
calcio a 11. Magari potessi gli assist alle compagne. Spe-
farlo vicino casa”. Però, a farle riamo che quanto prima possa
sentire il meno possibile la tornare a giocare a calcio a 11.
nostalgia di Mendoza, la sua E’ quella la mia passione. La
città natale, ci pensano i diri- nazionale argentina mi tiene
genti e le compagne del Grup- in grande considerazione.
po Isef, tra le quali Rossella Però se continuo nel calcio a
Vitale, la sorella di Luigi, il 5, prima o poi dovrò dire
calciatore del Napoli in prestito addio alla Seleccion e questo
al Livorno, e la connazionale mi costerebbe molto”. Anche
Alejandra Argento. “Al Grup- perché con la nazionale Gime-
po Isef mi trovo a meraviglia - na ha già disputato competi-
continua Gimena, 22 anni - è zioni importanti. Nel 2006 è
proprio vero che i napoletani stata protagonista la Naziona-
sono come gli argentini”. E le Giovanile Argentina nel
come potrebbe essere altrimen- Campionato Sudamericano in
ti, vista la grande tradizione dei Cile e nel Mondiale in Russia.
giocatori sudamericani in L’anno successivo con la
maglia azzurra, che continua tutt’ora. Il Napoli, infatti, Nazionale Maggiore ha partecipato al Campionato
Le speranze sa inseguendo il sogno Champions, con i gol di Lavezzi Sudamericano a Mar del Plata in Argentina. Nel 2008 è Gimena Blanco si
degli argentini ai e Denis. “Li ho conosciuti l’anno scorso al Luanjez - stata convocata dalla Nazionale Olimpica Argentina di ispira anche a
Mondiali sono racconta Gimena - era il compleanno del Pocho (3 calcio a 11 per le ultime Olimpiadi di Pechino. “La mia Roman Riquelme,
riposte su Lionel maggio ndr) ed io ero nel locale insieme ai dirigenti esperienza più bella”, chiude Gimena. Ce ne saranno trequartista del
Messi dell’Isef e alle mie compagne per festeggiare la vittoria Gimena Blanco con la maglia dell’Isef altre.
Boca Jr

NAPOLI - Il Gruppo Sportivo Scola- promozione diretta in A2, ma la com- Estadio Isef di Poggiomarino disputerà
IL CLUB stico Isef nasce nel 2004. I momenti plessità del Campionato nazionale e la gara di andata degli ottavi di finale
che maggiormente rendono l’idea del- qualche punto perso all’inizio ha fatto contro il Bisceglie. L’Under 21 ha rag-

Gruppo Isef, l’improvvisa ascesa iseffina sono però


relativi alle ultime due stagioni, quella
in serie C1 e quella in serie B. Lo scor-
temere che questo obiettivo, senz’altro
ambizioso, non fosse realistico. Eppure
il presidente Boccia ha avuto fiducia
giunto anche i quarti di finale della
Coppa Italia Under 21. L’Under 18 si è
posizionata al primo posto del girone A
so anno ha visto per la prima volta l’Isef fino alla fine, così come l’intero gruppo del Campionato regionale (Campania)
dal 2004 impegnata in un torneo nazionale, che
ha portato la squadra del patron Boccia
alla conquista della Coppa Italia di cate-
sportivo, avendo chiaro in mente il pro-
getto Isef, grazie anche ad una squadra
costruita per vincere. E così è stato.
Under 18 di calcio a cinque, ottenendo
l’accesso alla qualificazione per le fasi
nazionali. La squadra femminile è
una crescita goria con annessa la promozione al
Campionato cadetto. La stagione 2009-
2010 quindi è cominciata con l’Isef in
Nella stagione 2009-2010 la prima
squadra maschile ha raggiunto anche
gli ottavi di finale della Coppa Italia di
attualmente al primo posto del Campio-
nato regionale (Campania) di serie A
femminile e ha raggiunto i quarti di

ricca di successi serie B. La squadra è stata quasi com-


pletamente rinnovata. Così come l’alle-
natore, Perì Fuentes, arrivato dal Bra-
Marcelo Correa Bianchi e Manoel
Crema ed il giovanissimo portiere
italo-argentino Lisandro Valdano. Poi
talo-argentino Facundo Galinanes.
Facevano già parte della rosa iseffina
l’italo-brasiliano Maicon Cavalli, l’at-
se. L’Under 21 si è posizionata al
secondo posto del girone S del Cam-
pionato nazionale di calcio a 5, ottenen-
finale della Coppa Italia Femminile.
L’APPUNTAMENTO Domani alle
9.30 al Gruppo Isef la conferenza sul

a Poggiomarino sile, sono entrati a far parte della rosa


iseffina i fratelli italo-paraguayani Wal-
ter e Renée Villalba, gli italo-brasiliani
a dicembre sono arrivati direttamente
dal Napoli Calcio a 5 di serie A l’italo-
paraguayano Juan Adrian Salas e l’i-
tuale capitano iseffino Lino Suarato,
Enzo Iamunno e Gennaro Piedi-
monte. Sin da subito si è parlato della
do l’accesso di diritto ai 32esimi di fina-
le per la conquista dello Scudetto Under
21. Domenica alle ore 12 al Pequeno
Diritto penale e lo sport. Ospite Salva-
tore Colonna, presidente del Comitato
Campano della Figc.
30 Venerdì 23 Aprile 2010 Calcio CRONACHE di NAPOLI

Il separato in casa Dopo l’allenamento la punta


sfugge agli insulti dei tifosi

Il milanista accusato con la moglie di corruzione e accesso abusivo

Paolo Maldini
è sotto indagine
L’ex rossonero:
MILANO - Rientro effet- movic, non mi è molto
“Sono tranquillo”
MILANO - L’ex calciatore

LA FUGA DI SUPERMARIO
tuato. Mario Balotelli è strano”. del Milan, Paolo Maldini è EUROPA LEAGUE
tornato ad incrociare i Ad oggi, comunque, la via indagato a Milano con le
compagni, con cui ha
avuto qualcosa di più di
della cessione pare l'unica