Sei sulla pagina 1di 2

Conto economico e Cash flow anni 2017 e 2016

Actual Actual Delta 2017 vs Conto economico:


Conto Economico ($' 000) % Ricavi % Ricavi Delta %
2017 2016 2016
Nel 2017 si è
Ricavi netti di vendita 1.800 1.050 750
registrato un aumento
Costo del venduto (828) 46,0% (483) 46,0% (345)
del fatturato
1^ margine di contribuzione 972 54,0% 567 54,0% 405 71,4%
(+$405k), mentre la
Costi di distribuzione (63) 3,5% (32) 3,0% (31)
struttura dei costi è
Costi commerciali (rete vendita) (180) 10,0% (101) 9,6% (79)
Costo del personale (144) 8,0% (84) 8,0% (60)
rimasta quasi
Costi di marketing (270) 15,0% (158) 15,0% (113) immutata (in termini
Altri costi operativi (30) 1,7% (20) 1,9% (10) percentuali) con una
Totale costi di produzione (687) 38,2% (395) 37,6% (293) crescita dell’EBITDA di
EBITDA (Margine operativo) 285 15,8% 173 16,4% 113 65,2% circa il 65,2% rispetto
il 2016.

Cash Flow: Nonostante un EBIDTA di +$285k (+$113k


Cash Flow ($' 000)
Actual Actual verso il 2016) il cash flow operativo è negativo per
2017 2016 $478k. Quindi l’azienda per coprire le sue esigenze
Incassi da clienti 1.067 983 finanziarie dovrà fare ricorso o alle risorse interne (cassa
Pagamenti a fornitori (900) (500)
di inizio periodo) oppure a risorse esterne (finanziamenti
Variazione rimanenze finali (250) (300)
Pagamenti Erario (IVA e imposte) (395) (200)
banche o incrementi di capitale)
Il cash flow investimenti è negativo per acquisti di
Cash flow operativo (478) (17)
nuovi impianti produttivi, coperto tramite finanziamenti
Rimborso finanziamenti (750) (500) da terzi (cash flow finanziario).
Interessi passivi su finanziamenti (150) (133) Complessivamente, la società non presenta problemi
Nuovi finanziamenti 3.500 700 finanziari nel breve termine, ma nel medio termine
Cash flow finanziario 2.600 67 dovrà raggiungere una condizione di equilibrio
finanziario:
Nuove immobilizzazioni produttive (2.600) (500) 1) Comprendere le cause che hanno portato da un
Dismissione cespiti - -
EBITDA positivo ad un cash flow negativo (analisi
Cash flow investimenti (2.600) (500) scostamenti)
2) Controllare se la maggiore capacità produttiva
Cash flow del periodo (478) (450)
Cassa di partenza 750 1.200
dell’azienda (per effetto dei nuovi investimenti) è
Cassa finale 272 750 capace di produrre la cassa necessaria per il rimborso
dei debiti contratti (finanziamenti + interessi).
Analisi scostamenti EBITDA e cash flow operativo
285
300
200
100 +310
0
-100
-200
-300 -528
-350
-400
-500 -195 -478
EBITDA Clienti Fornitori Magazzino Imposte Cash Flow

Partendo da un EBITDA positivo di $285k si è arrivato ad un cash flow negativo di $478k per effetto di:

 Crediti verso clienti non ancora incassati (da verificare se sono code di fine anno, o crediti incagliati);
 Debiti verso fornitori: si tratta di code da pagare nei mesi successivi
 Rimanenze finali: la crescita può essere dovuta o ad un aumento delle scorte, per vendite future, oppure a prodotti
invenduti (necessità di verificare a che prezzo potranno essere collocate sul mercato).
 Imposte: ovviamente nel calcolo dell’EBITDA le imposte (IVA o imposte sul reddito non sono conteggiate)

Per il raggiungimento del punto di equilibrio, quindi capacità di produrre reddito in misura adeguata alle esigenze finanziarie
necessarie al rimborso dei capitali presi a prestito, l’analisi non potrà essere successiva al momento degli investimenti (e al
sostenimento dell’esborso finanziario) ma precedente mediante la redazione di piani strategici che, a fronte dei nuovi
investimenti, forniscano un adeguata proiezione dei risultati attesi.